Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara"

Transcript

1 dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

2 STUDI DI SETTORE E SCELTE STRATEGICHE BASE DI PARTENZA???

3 STUDI DI SETTORE E SCELTE STRATEGICHE VERIFICHE INIZIALI

4 STUDI DI SETTORE E SCELTE STRATEGICHE LA PROCEDURA

5 STUDI DI SETTORE E SCELTE STRATEGICHE LA CORRETTA COMPILAZIONE

6 STUDI DI SETTORE E SCELTE STRATEGICHE LA MANCATA CONGRUITA

7 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi

8 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi

9 Le cause di esclusione dagli studi di settore

10 Le cause di esclusione dagli studi di settore In particolare, sono esclusi dall applicazione degli studi di settore i contribuenti: a. con inizio dell attività nel corso del periodo d imposta; b. che hanno cessato l attività nel corso del periodo d imposta (il periodo che precede l inizio della liquidazione è considerato periodo di cessazione dell attività). Tali soggetti devono comunque presentare il modello.

11 Le cause di esclusione dagli studi di settore Con riferimento a queste prime due cause di esclusione, si precisa che gli studi di settore si applicano anche: in caso di cessazione e inizio dell attività, da parte dello stesso soggetto, entro sei mesi dalla data di cessazione; quando l attività costituisce mera prosecuzione di attività svolte da altri soggetti, come nel caso di acquisto o affitto d azienda, successione o donazione d azienda, operazioni di trasformazione, di scissione e fusione di società. Entrambi i casi sopra indicati ricorrono nell ipotesi in cui vi sia omogeneità dell attività rispetto a quella preesistente: le attività sono contraddistinte da un medesimo codice attività oppure i codici attività sono compresi nel medesimo studio di settore; nei confronti dei soggetti con periodo d imposta diverso dai dodici mesi. Si pensi ad una società di capitali con un periodo d imposta dal 1 settembre 2013 al 31 dicembre 2014: sarà soggetta agli studi di settore; -in caso di svolgimento di una attività stagionale o soltanto per una parte del periodo di imposta;

12 Le cause di esclusione dagli studi di settore c. conunammontarediricavi(articolo85,comma1,esclusiquellidicuiallelettere c), d) ed e) del TUIR), oppure compensi dichiarati (articolo 54, comma 1, del TUIR) superiore a Ricordiamo che il limite di esclusione è stato innalzato a con effetto dal 1 gennaio 2007 ma la norma non è stata resa mai operativa e quindi il quadro ad oggi è il seguente: i contribuenti che conseguono dei ricavi superiori a non sono tenuti a compilare il modello studi di settore; i contribuenti che conseguono dei ricavi compresi tra e sono esclusi dagli studi di settore ma sono comunque tenuti a compilare il Modello, e le informazioni richieste saranno utilizzate per la successiva fase di analisi per l evoluzione degli studi di settore. Le istruzioni di ciascun modello possono inoltre riportare specificità: ad esempio per gli studi VG40U, WG50U, VG69U, VK23U, ai fini della determinazione del limite di esclusione dall applicazione degli studi di settore, i ricavi devono essere aumentati delle rimanenze finali e diminuiti delle esistenze iniziali valutate in base a quanto previstodagliarticoli92e93deltuir;

13 Le cause di esclusione dagli studi di settore d. che si trovano in un periodo di non normale svolgimento dell attività. Le fattispecie possono concretizzarsi in: il periodo in cui l impresa è in liquidazione ordinaria, oppure in liquidazione coatta amministrativa o fallimentare; il periodo in cui l impresa non ha ancora iniziato l attività produttiva perché: la costruzione dell impianto da utilizzare per lo svolgimento dell attività si è protratta oltre il primo periodo d imposta, per cause indipendenti dalla volontà dell imprenditore; non sono state rilasciate le autorizzazioni amministrative necessarie per lo svolgimento dell attività; è svolta esclusivamente un attività di ricerca propedeutica allo svolgimento dell attività produttiva di beni e servizi, sempreché l attività di ricerca non consenta di per sé la produzione di beni e servizi e quindi la realizzazione di proventi; il periodo in cui si è verificata l interruzione dell attività per tutto il periodo d imposta a causa della ristrutturazione di tutti i locali dell impresa; il periodo in cui l imprenditore individuale o la società hanno ceduto in affitto l unica azienda; il periodo in cui il contribuente ha sospeso l attività ai fini amministrativi con comunicazione alla CCIAA; la modifica in corso d anno dell attività esercitata, con codici attività non compresi nel medesimo studio di settore; per i lavoratori autonomi, il periodo in cui si è verificata l interruzione dell attività per la maggior parte dell anno a causa di provvedimenti disciplinari. Nei casi di non normale svolgimento dell attività, ad eccezione delle ipotesi di liquidazione coatta amministrativa o fallimentare, deve essere compilato e presentato comunque il modello, nel quale va indicata (ad eccezione delle ipotesi di liquidazione ordinaria), nell apposita scheda Note aggiuntive dell applicazione GERICO, la motivazione che ha impedito lo svolgimento dell attività economica in maniera regolare;

14 Le cause di esclusione dagli studi di settore e. che determinano il reddito con criteri forfetari.tali soggetti devono comunque presentare il modello senza compilare la parte relativa ai dati contabili (quadro F per le imprese oppure quadro G per gli esercenti arti e professioni). I dati comunicati potranno essere utilizzati per valutare se le caratteristiche strutturali del contribuente sono coerenti con i ricavi o compensi dichiarati; f. che esercitano l attività di incaricati alle vendite a domicilio; g. con categoria reddituale diversa da quella prevista nel quadro degli elementi contabili contenuto nel modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dello studio di settore approvato per l attività esercitata (Circolare 58/E/2002); h. che applicano il regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità.

15 Compilazione senza errori QUADRO «A» Non vanno mai indicati i soci di capitale e gli associati in partecipazione che apportano solo capitale Per gli studi revisionati nel 2014, nel rigo dei dipendenti a tempo parziale (A02) vanno indicati anche: 1) soggetti assunti a tempo pieno con contratto di inserimento a termine; 2) lavoranti a domicilio; 3) personale con contratto di somministrazione di lavoro Particolare attenzione va posta nella corretta compilazione del quadro A parte alta che da quest anno rileva anche per il calcolo dei correttivi individuali(efficienza produttiva)

16 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi Quadro A => dati relativi al personale addetto all attività. Dal confronto delle due versioni presenti per quest anno emerge che: studi vecchi (tipologia 2) si dà separata evidenza nel rigo A04, rispetto ai contenuti del rigo A02, del dato (numero giornate retribuite) relativo agli assunti a tempo pieno con contratto di inserimento, ai dipendenti con contratto a termine e ai lavoranti a domicilio nonché del personale con contratto di somministrazione di lavoro, studi nuovi (in pratica quelli revisionati per questa annualità) e denominati tipologia 1, tale informazione risulta accorpata nel rigo A02 unitamente ai dati relativi ai lavoratori dipendenti a tempo parziale. Si tenga poi presente che da quest anno, per effetto delle novità introdotte in materia di correttivi congiunturali per la crisi economica, i dati relativi al personale addetto all attività evidenziati nel quadro A dei modelli studi applicabili al triennio , assumeranno rilevanza ai fini della compilazione dello specifico quadro T per la determinazione delle eventuali riduzioni applicabili.

17 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi STUDIO NUOVO TIPOLOGIA 1

18 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi STUDIO VECCHIO TIPOLOGIA 2

19 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi STUDIO NUOVO TIPOLOGIA 1 = F14 +F15 F 15 F 14

20 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi STUDIO NUOVO TIPOLOGIA 1 CIÒ CHE NEGLI STUDI VECCHI VA COLLOCATO NEL RIGO F15, NEGLI STUDI NUOVI VA COLLOCATO ALL INTERNO DEL RIGO F14. Nel costo per la produzione dei servizi, pertanto, vanno indicati i costi e le spese relativi a beni e servizi non direttamente destinati alla vendita, ma il cui sostenimento è indispensabile per l esercizio dell attività in quanto strettamente correlati alla stessa. A titolo esemplificativo rientrano nella casistica esposta (come indicato nelle istruzioniallacompilazionedelrigof15perglistudivecchiedelrigof14perglistudinuovi): - le spese per i carburanti e i lubrificanti sostenute dalle imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi, dagli agenti e rappresentanti di commercio e dai titolari di licenza per l esercizio taxi; - le spese per l appalto di trasporti commissionati a terzi dalle imprese di autotrasporto; - le spese per l acquisto dei prodotti utilizzati dai barbieri e dai parrucchieri per lo svolgimento della loro attività (ad esempio,perillavaggioelacuradeicapelli); - i costi sostenuti per l acquisto di materiale elettrico dagli installatori di impianti elettrici; -idirittipagatiallasiaedaigestoridellesaledaballo; - i costi sostenuti per l acquisto dei diritti d autore; - i costi sostenuti per il pagamento delle scommesse e per il prelievo UNIRE dalle agenzie ippiche, - in generale, le spese sostenute per prestazioni di terzi ai quali è appaltata, in tutto o in parte, la produzione del servizio; - l energia elettrica utilizzata per usi industriali se separatamente contabilizzata (diversamente tutte le spese per energia elettrica, comprese quelle non direttamente utilizzate nell attività produttiva si indicano nel successivo rigo F16).

21 Differenze strutturali tra studi vecchi e nuovi STUDIO VECCHIO TIPOLOGIA 2 Nei righi F12, F13, F14 ed F15 vanno indicati i dati utili alla determinazione del costo dei beni che sono stati impiegati nella produzione o venduti per l ottenimento dei ricavi indicati nel rigo F01(e/o nelle rimanenze di rigo F07 valutate in base ai corrispettivi pattuiti). La sommatoria F12+F14+F15-F13 restituisce la variabile costo del venduto o costo per la produzione di servizi utilizzato da Gerico per il calcolo dei ricavi congrui. ComeprecisatonelladescrizionedeirighiF12,F13edF14non si deve tener conto dei dati relativi alle rimanenze ed agli acquisti dei beni relativi ad attivitàdivenditadigenerisoggettiadaggiooaricavofisso. Lacollocazioneditalidati,abbiamovisto,deveavvenireneirighidaF08aF11.

22 QUADRO «F» Compilazione senza errori F12 E F13: ESISTENZE INIZIALI E RIMANENZE FINALI Le rimanenze iniziali 2014 devono corrispondere alle finali Le incoerenze saranno selezionate con comunicazione di anomalia Per gli studi delle immobiliari (VG40U e VG69U) le rimanenze vanno indicate anche nei righi di dettaglio del quadro D F14: COSTI PER MATERIE PRIME, SEMILAVORATI E MERCI Sono compresi nella voce anche gli oneri accessori di diretta imputazione e le spese per le lavorazioni conto terzi Per i soli studi revisionati nel 2014 il rigo F15 (costo produzione servizi) viene conglobato in F14 F16: SPESE PER ACQUISTI DI SERVIZI L elenco contenuto nelle istruzioni è tassativo. Nel campo interno «2» vanno indicati i compensi (compresi contributi previdenziali e rimborsi spese) corrisposti agli amministratori delle società di capitali. La mancata compilazione provoca un ingiustificato innalzamento del ricavo stimato F18: COSTO PER IL GODIMENTO DI BENI DI TERZI F18: COSTO PER IL GODIMENTO DI BENI DI TERZI I campi interni vanno compilati con cura perché determinano l andamento di molti indici di coerenza e di normalità economica. Attenzionealle interrelazioni fra i righi: la presenza di spese per noleggi o leasing finanziario (F18 campo 3 e 4) si deve accompagnar con la compilazione dei campi interni 2 e 3 del rigo F29, pena la squadratura sugli indicatori legati ai beni strumentali

23 Compilazione senza errori QUADRO «F» F19: SPESE PER LAVORO DIPENDENTE Vanno indicate anche le prestazioni di lavoro accessorio (voucher) F22: ONERI DIVERSI DI GESTIONE Vanno sempre compilati i righi di dettaglio «di cui» che potrebbero rivelarsi fondamentali per giustificare le anomalie sugli indici di normalità economica (es. indicatore costi residuali di gestione) F23: ALTRI COMPONENTI NEGATIVI Da quest anno va indicato il 20% dell Imu sugli immobili strumentali F29: VALORE DEI BENI STRUMENTALI Compilare sempre i campi «di cui» (e il rigo F39 per i beni strumentali inferiori a 516euro) per evitare anomalie su indici e indicatori, Dal periodo d imposta 2014 la normalità economica rispetto agli indicatori di controllo del valore dei beni strumentali è presupposto per far scattare il correttivo congiunturale individuale

24 QUADRO T CONGIUNTURA ECONOMICA

25 QUADRO T CONGIUNTURA ECONOMICA Il quadro T«Congiuntura economica» da quest anno cambia veste, a causa della modifica delle modalità di calcolo del correttivo individuale di settore che trova applicazione per 193 dei 204 studi applicabili nel Restano esclusi i 12 studi professionali che operano sul numero degli incarichi per i quali il correttivo individuale rimane legato alla ritardata percezione dei compensi a fronte delle prestazioni rese. I dati indicati nel quadro T consentiranno al software di calcolare la cosiddetta «Efficienza produttiva» e in caso di non congruità - laddove quest ultima si dimostri in flessione rispetto ai dati storici del triennio ci sarà un abbattimento dei ricavi-compensi minimi e puntuali di riferimento in base ai coefficienti previsti dalle tabelle allegate al Dm del 15 maggio 2015.

26 QUADRO T CONGIUNTURA ECONOMICA Beni strumentali Nella prima parte del quadro vanno indicati, per ogni annualità pregressa ( ), i ricavi dichiarati come risultanti dalla scheda «Esito» del software Gerico. In caso di non congruità su una delle annualità considerate è necessario anche indicare l eventuale maggior importo stimato dal software ai fini dell adeguamento(anche in caso di mancato allineamento). Il software, infatti, valuta l efficienza tenendo conto del maggiore fra i dati relativi ai ricavi teorici stimati e quelli dichiarati. Se sono presenti valori diversi proposti per l adeguamento ai fini delle imposte dirette/irap e dell Iva, occorre inserire nel rigo il maggior volume d affari ai fini dell Iva. Quanto ai beni strumentali si dovrà fare riferimento a quanto indicato nel rigo F29 (colonna 1) dei modelli degli studi di settore relativi ai precedenti periodi di imposta( ). Numero addetti È richiesta l indicazione dei dati, desumibili dal Quadro A dei modelli studi di settore oggetto di monitoraggio. In particolare, per il personale dipendente sarà necessario fare la somma delle giornate retribuite delle varie tipologie contrattuali di inquadramento degli stessi. Per gli altri soggetti si dovranno indicare, per i vari periodi d imposta, le percentuali di lavoro prestato (soci e associati) o il numero (collaboratori). Per la maggior parte degli studi professionali sono poi previsti righi dove indicare le ore settimanali dedicate all attività e le settimane di lavoro nell anno.

27 QUADRO T CONGIUNTURA ECONOMICA Casi particolari In attesa di una presa di posizione ufficiale, è ipotizzabile che valgano i chiarimenti già forniti dalle Entrate(circolare 20/E/2014) per il vecchio correttivo individuale. Perchéoperiilcorrettivoènecessarioinprimoluogochevisiaomogeneitàdidati, per cui, se è stata modificata l attività svolta negli anni, i codici Ateco dovranno rientrare almeno nel medesimo studio. Nel caso in cui la durata di uno o più periodi d imposta di riferimento sia diversa dai 12 mesi sarà necessario ragguagliare i dati a 365 giorni. E così pure in caso di mancata presentazione del modello studi in caso di inizio attività in corso d anno. Qualora, infine, nei periodi d imposta presi a riferimento per il correttivo non siano stati dichiarati redditi d impresa o lavoro autonomo il soggetto non potrà fruire dei correttivi.

VK27U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VK27U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VK27U 58.21.00 Edizione di giochi per computer; 58.29.00 Edizione

Dettagli

VG53U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG53U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG53U 74.30.00 Traduzione e interpretariato; 82.30.00 Organizzazione

Dettagli

VG76U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG76U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG76U 56.21.00 Catering per eventi, banqueting; 56.29.10 Mense;

Dettagli

VG76U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG76U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG76U 56.21.00 Catering per eventi, banqueting; 56.29.10 Mense;

Dettagli

WK16U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

WK16U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2015 WK16U 68.32.00 Amministrazione di condomini e gestione di beni

Dettagli

CAUSA 6 - impresa in liquidazione coatta amministrativa o fallimento

CAUSA 6 - impresa in liquidazione coatta amministrativa o fallimento UNICO 2013: LE CAUSE DI ESCLUSIONE DA STUDI DI SETTORE Premessa generale Nei confronti dei contribuenti che presentano una causa di esclusione gli studi di settore non possono essere utilizzati ai fini

Dettagli

UG98U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

UG98U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 UG98U 95.12.01 Riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless

Dettagli

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007)

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007) STUDIO MINTO Associazione Professionale Commercialisti Revisori Contabili Consulenza del Lavoro Mirano (VE) Telefono 041/5701020 CIRCOLARE INFORMATIVA n. 16 Giugno 2007 STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI

Dettagli

VG53U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG53U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG53U 74.30.00 Traduzione e interpretariato; 82.30.00 Organizzazione

Dettagli

UM85U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

UM85U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 UM85U 47.26.00 - Commercio al dettaglio di generi di monopolio

Dettagli

VM09B. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM09B. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VM09B 45.40.11 Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli

Dettagli

VM32U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM32U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VM32U 47.78.31 Commercio al dettaglio di oggetti d'arte (incluse

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 238. Aggiornamento delle analisi della territorialità

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 238. Aggiornamento delle analisi della territorialità SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 238 16 luglio 2014 89/FS/om Studi di settore Periodo di imposta 2013 Circolare dell'agenzia delle Entrate del 4 luglio 2014, n. 20 Sintesi L Agenzia delle Entrate ha fornito

Dettagli

VG33U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG33U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG33U 96.02.02 Servizi degli istituti di bellezza; 96.02.03 Servizi

Dettagli

VG55U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG55U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG55U 96.03.00 Servizi di pompe funebri e attività connesse 1.

Dettagli

STUDI DI SETTORE 2014. a cura di Antonio Gigliotti

STUDI DI SETTORE 2014. a cura di Antonio Gigliotti STUDI DI SETTORE 2014 a cura di Antonio Gigliotti Indice 1. I SOGGETTI ACCERTABILI E I SOGGETTI ESCLUSI 1.1. Contribuenti soggetti agli studi e contribuenti esclusi Pag. 4 1.2. Contribuenti che dichiarano

Dettagli

GUIDA ALLO STUDIO DI SETTORE DEGLI ODONTOIATRI MODELLO WK21U

GUIDA ALLO STUDIO DI SETTORE DEGLI ODONTOIATRI MODELLO WK21U GUIDA ALLO STUDIO DI SETTORE DEGLI ODONTOIATRI MODELLO WK21U Come per l anno precedente, anche per il 2013 è stato leggermente modificato lo studio di settore degli odontoiatri. Si tratta di fatto di un

Dettagli

VK10U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VK10U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VK10U 86.21.00 Servizi degli studi medici di medicina generale;

Dettagli

2012 PERIODO D IMPOSTA 2011

2012 PERIODO D IMPOSTA 2011 genzia ntrate 01 PERIODO D IMPOSTA 011 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore VD16U 14.13.0 Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

VG34U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG34U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG34U 96.02.01 Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere 1.

Dettagli

VK24U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VK24U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VK24U 74.90.12 Consulenza agraria fornita da agrotecnici e periti

Dettagli

,00 Altre attività soggette a studi Altre attività non soggette a studi Aggi o ricavi fissi Ricavi,00

,00 Altre attività soggette a studi Altre attività non soggette a studi Aggi o ricavi fissi Ricavi,00 04 74.30.00 - Traduzione e interpretariato 8.30.00 - Organizzazione di convegni e fiere barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) ALTRE ATTIVITÀ ALTRI DATI

Dettagli

730, Unico 2013 e Studi di settore

730, Unico 2013 e Studi di settore 730, Unico 2013 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 48 07.07.2014 Studi di settore. Casi pratici di esclusione Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Cause di esclusione Gli studi di settore

Dettagli

VG85U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG85U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG85U 85.52.01 Corsi di danza; 93.29.10 Discoteche, sale da ballo,

Dettagli

ALLEGATO N. 2 IMPRESE CON INCOERENZE NELLA GESTIONE DEL MAGAZZINO

ALLEGATO N. 2 IMPRESE CON INCOERENZE NELLA GESTIONE DEL MAGAZZINO ALLEGATO N. 2 SEGNALAZIONE DI ANOMALIE RISCONTRATE NEI DATI RILEVANTI AI FINI DELL APPLICAZIONE DEGLI STUDI DI SETTORE INDICATI NELLE DICHIARAZIONI RELATIVE AL PERIODO D IMPOSTA 2008 SONO STATI ANALIZZATI

Dettagli

Studio di settore (3) ,00. Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Studio di settore (3) ,00. Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 0 Modello UG9U DOMICILIO FISCALE 4 5 69.0. - Servizi forniti da revisori contabili, periti, consulenti ed altri soggetti che svolgono attività in materia di amministrazione, contabilità e tributi Comune

Dettagli

VM21D. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM21D. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VM21D 46.32.10 Commercio all'ingrosso di carne fresca, congelata

Dettagli

Numero giornate retribuite Personale

Numero giornate retribuite Personale 04 74.0.9 - Altre attività dei disegnatori grafici 74.0.30 - Attività dei disegnatori tecnici barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) DOMICILIO FISCALE ALTRE

Dettagli

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche 2015 INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Per quanto riguarda le istruzioni comuni a tutti gli studi di settore si rinvia alle indicazioni fornite nelle Istruzioni Parte generale.

Per quanto riguarda le istruzioni comuni a tutti gli studi di settore si rinvia alle indicazioni fornite nelle Istruzioni Parte generale. 1. GENERALITÀ Il modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dello studio di settore WD33U, deve essere compilato con riferimento al periodo d imposta 2014 e deve essere utilizzato

Dettagli

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG44U 55.10.00 Alberghi; 55.20.51 Affittacamere per brevi soggiorni,

Dettagli

GLI STUDI DI SETTORE APPLICABILI PER IL 2014

GLI STUDI DI SETTORE APPLICABILI PER IL 2014 INFORMATIVA N. 147 19 MAGGIO 2015 STUDI DI SETTORE GLI STUDI DI SETTORE APPLICABILI PER IL 2014 DD.MM. 29.12.2014 Istruzioni studi di settore (bozze) Comunicato stampa Agenzia Entrate 18.5.2015 La presente

Dettagli

49.32.10 - Trasporto con taxi 49.32.20 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente

49.32.10 - Trasporto con taxi 49.32.20 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 0 Modello VG7A 49..0 - Trasporto con taxi 49..0 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni)

Dettagli

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni

REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI. revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni REGIME FISCALE PER CONTRIBUENTI MINORI E MINIMI revisione del sistema di tassazione e nuovo regime contributivo per le imprese di minori dimensioni E INTRODOTTO IL REGIME FISCALE AGEVOLATO RISERVATO AI

Dettagli

VG91U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG91U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG91U 64.92.01 Attività dei consorzi di garanzia collettiva fidi;

Dettagli

UNICO 2013. Modello WK05U. ntrate. genzia. Studi di settore. QUADRO A Personale addetto all attività

UNICO 2013. Modello WK05U. ntrate. genzia. Studi di settore. QUADRO A Personale addetto all attività 69.0. - Servizi forniti da dottori commercialisti 69.0. - Servizi forniti da ragionieri e periti commerciali 69.0.30 - Attività dei consulenti del lavoro barrare la casella corrispondente al codice di

Dettagli

,00 Altre attività soggette a studi Altre attività non soggette a studi Aggi o ricavi fissi Ricavi,00

,00 Altre attività soggette a studi Altre attività non soggette a studi Aggi o ricavi fissi Ricavi,00 03 74.30.00 - Traduzione e interpretariato 8.30.00 - Organizzazione di convegni e fiere barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) ALTRE ATTIVITÀ ALTRI DATI

Dettagli

VG87U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG87U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG87U 70.22.01 Attività di consulenza per la gestione della logistica

Dettagli

VG82U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG82U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG82U 70.21.00 Pubbliche relazioni e comunicazione; 73.11.01 Ideazione

Dettagli

bozza 13/06/2012 VK21U ntrate genzia PERIODO D IMPOSTA 2011

bozza 13/06/2012 VK21U ntrate genzia PERIODO D IMPOSTA 2011 genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2011 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore VK21U 86.23.00 Attività degli studi odontoiatrici 2012 1. GENERALITÀ

Dettagli

VM23U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM23U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VM23U 46.46.10 Commercio all'ingrosso di medicinali; 46.46.20

Dettagli

VM24U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM24U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VM24U 46.49.10 Commercio all'ingrosso di carta, cartone e articoli

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

45.40.11 - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40.12 - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori

45.40.11 - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40.12 - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori 04 45.40. - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40. - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

MODELLO UNICO 2001. a intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categoria, CAF, altri soggetti abilitati);

MODELLO UNICO 2001. a intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categoria, CAF, altri soggetti abilitati); MODELLO UNICO 2001 Sono obbligati a presentare la dichiarazione in forma unificata UNICO 2001 i contribuenti tenuti alla presentazione di almeno due delle seguenti dichiarazioni: Redditi; IVA; IRAP. A

Dettagli

VG82U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG82U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG82U 70.21.00 Pubbliche relazioni e comunicazione; 73.11.01 Ideazione

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

,00 3 Altre attività soggette a studi. giornate retribuite Personale

,00 3 Altre attività soggette a studi. giornate retribuite Personale 05 Modello WM9U QUADRO B Unità locali destinate all attività di vendita A B00 47.59.0 - Commercio al dettaglio di mobili per la casa 47.59.9 - Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini

Dettagli

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi Il Punto sull Iva I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi I regimi Iva previsti dalla normativa Il sistema giuridico italiano ha previsto, per le imprese e professionisti,

Dettagli

CIRCOLARE N. 29 /E Roma, 18 giugno 2009. OGGETTO: Studi di settore. Periodo d'imposta 2008.

CIRCOLARE N. 29 /E Roma, 18 giugno 2009. OGGETTO: Studi di settore. Periodo d'imposta 2008. Direzione Centrale Accertamento CIRCOLARE N. 29 /E Roma, 18 giugno 2009 OGGETTO: Studi di settore. Periodo d'imposta 2008. 1. Premessa... 3 2. Le novità normative degli studi di settore per il 2009...

Dettagli

Studi di s ettore SK08U PERIODO D IMPOSTA 2000. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

Studi di s ettore SK08U PERIODO D IMPOSTA 2000. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore AGENZIA DELLE ENTRATE Studi di s ettore 2001 PERIODO D IMPOSTA 2000 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore SK08U 74.20.C Attività tecniche svolte

Dettagli

REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME

REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME 2 REQUISITI PER L ACCESSO E DURATA DEL REGIME Il REGIME DI VANTAGGIO o nuovo regime dei minimi si rende applicabile: per il periodo d imposta in cui è iniziata l attività e per i 4 successivi; anche oltre

Dettagli

47.78.40 - Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

47.78.40 - Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento 04 47.78.40 - Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento = inizio di attività entro sei mesi dalla data di cessazione nel corso dello stesso periodo d imposta; = cessazione

Dettagli

L ATTIVITA DEL CAF Asseverazione degli studi di settore

L ATTIVITA DEL CAF Asseverazione degli studi di settore C A F I M P R E S E F E D E R C E D S. r. l. Unipersonale Centro di assistenza fiscale alle Imprese Autorizzato dall Agenzia delle Entrate all esercizio di attività di Assistenza Fiscale alle Imprese in

Dettagli

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 MD/cm Monza, lì 03/03/2015 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto : NUOVO REGIME FORFETTARIO PER PERSONE FISICHE Riferimenti: Legge n. 190/2014 (c.d. Legge

Dettagli

VM18A. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM18A. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VM18A 46.22.00 Commercio all'ingrosso di fiori e piante 1. GENERALITÀ

Dettagli

NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI. Alessandro Cotto

NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI. Alessandro Cotto NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Alessandro Cotto UNICO 2011 - NOVITÀ Nuova sezione del Quadro RS per la Tremonti-quater (agevolazione tessile) Istruzioni Quadro RW completamente riviste Eliminato

Dettagli

Deducibilità dei canoni di leasing

Deducibilità dei canoni di leasing Circolare Monografica 11 giugno 2014 n. 1989 DICHIARAZIONI Deducibilità dei canoni di leasing Modifiche normative e gestione in UNICO 2014 di Marianna Annicchiarico, Giuseppe Mercurio La Legge 27 dicembre

Dettagli

VM31U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM31U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VM31U 46.48.00 Commercio all'ingrosso di orologi e di gioielleria

Dettagli

VM16U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VM16U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VM16U 47.75.10 Commercio al dettaglio di articoli di profumeria,

Dettagli

e, p.c., Alla Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 38

e, p.c., Alla Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 38 Direzione Centrale Accertamento Settore Governo dell accertamento Ufficio Studi di settore Roma, 6 luglio 2009 Alle Direzioni Regionali Alle Direzioni Provinciali Agli Uffici locali Ai Centri di Assistenza

Dettagli

PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO. Dott. Enrico ZANETTI

PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO. Dott. Enrico ZANETTI PROSPETTO DELLE SOCIETÀ DI COMODO Dott. Enrico ZANETTI Lavoro autonomo, impresa e altre criticità delle dichiarazioni dei redditi PROFILI INTRODUTTIVI PROSPETTO NEL QUADRO RF 2 AMBITO DI APPLICAZIONE ESCLUSIONE

Dettagli

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati

TREMONTI-TER. art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09. Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com. Studio De Vito & Associati TREMONTI-TER art. 5 D.L. 78/ 09 C.M. 44/ 09 Dott. Davide Tersigni d.tersigni@devitoeassociati.com 1 D.L. 01-07-2009, n. 78 Art. 5 - Detassazione degli investimenti in macchinari (testo in vigore dal 5

Dettagli

VK29U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VK29U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2015 VK29U 71.12.50 Attività di studio geologico e di prospezione geognostica

Dettagli

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI Numero 1 Anno 2008 gennaio/2 FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI La Finanziaria 2008 ha introdotto un nuovo regime fiscale destinato alle persone fisiche esercenti attività d impresa, arti o professioni

Dettagli

Gli studi di settore secondo la Legge Finanziaria 2005: le schede di sintesi

Gli studi di settore secondo la Legge Finanziaria 2005: le schede di sintesi Pag. 488 n. 6/2005 12/02/2005 Gli studi di settore secondo la Legge Finanziaria 2005: le schede di sintesi di Rosita Donzì La Legge 30/11/2004 n. 311, art. 1, commi da 408 a 411 (in n. 2/2005, pag. 166),

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

SG82U PERIODO D IMPOSTA 2003. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

SG82U PERIODO D IMPOSTA 2003. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore AGENZIA DELLE ENTRATE PERIODO D IMPOSTA 2003 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2004 SG82U 74.14.5 Pubbliche relazioni; 74.40.1 Studi di promozione

Dettagli

CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1692 4 LUGLIO 2011 STUDI DI SETTORE 2011: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA

CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1692 4 LUGLIO 2011 STUDI DI SETTORE 2011: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA CIRCOLARE MONOGRAFICA N. 1692 4 LUGLIO 2011 STUDI DI SETTORE 2011: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA Novità della modulistica e di prassi di Mauro Longo La presente circolare ha per oggetto le precisazioni presenti

Dettagli

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 0 DOMICILIO FISCALE QUADRO A Personale addetto all attività A0 A0 A0 A0 56..00 - Catering per eventi, banqueting 56.9.0 - Mense 56.9.0 - Catering continuativo su base contrattuale barrare la casella corrispondente

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME ENTE DI PREVIDENZA SPAZIO RISERVATO ALL ENTE Comunicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo 103/96 da inviare all Ente entro e non oltre il 15.9.2014 EPPI 03/2013 COGNOME NOME CODICE FISCALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 28 aprile 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

UNICO 2013: LE PRINCIPALI ANOMALIE DA STUDI DI SETTORE. Il software GERICO 2013 effettua un controllo derivante dall'insieme di diversi indici :

UNICO 2013: LE PRINCIPALI ANOMALIE DA STUDI DI SETTORE. Il software GERICO 2013 effettua un controllo derivante dall'insieme di diversi indici : UNICO 2013: LE PRINCIPALI ANOMALIE DA STUDI DI SETTORE Il software GERICO 2013 effettua un controllo derivante dall'insieme di diversi indici : 1) congruità dei ricavi dichiarati; 2) INE ovvero indici

Dettagli

52.29.21 - Intermediari dei trasporti 53.20.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale

52.29.21 - Intermediari dei trasporti 53.20.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale 0 5.9.0 - Spedizionieri e agenzie di operazioni doganali 5.9. - Intermediari dei trasporti 5.0.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale barrare la casella corrispondente

Dettagli

Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator

Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo Studio di Settore VG78U per le Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator Pierluigi Fiorentino S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le caratteristiche

Dettagli

WK04U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

WK04U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2014. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2015 WK04U 69.10.10 Attività degli studi legali 1. GENERALITÀ Il modello

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi

Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: L ASSOGGETTABILITÀ AD IRAP DI PROFESSIONISTI, AGENTI DI COMMERCIO, PROMOTORI FINANZIARI E PICCOLI IMPRENDITORI SCELTE NELLA PROSSIMA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Con

Dettagli

bozza 13/06/2012 UG91U ntrate genzia PERIODO D IMPOSTA 2011

bozza 13/06/2012 UG91U ntrate genzia PERIODO D IMPOSTA 2011 genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2011 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore UG91U 2012 64.92.01 Attività dei consorzi di garanzia collettiva fidi;

Dettagli

Le verifiche per i contribuenti minimi

Le verifiche per i contribuenti minimi Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 14 16.01.2014 Le verifiche per i contribuenti minimi Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi A decorrere dal 2012, l art.

Dettagli

,00 3 Altre attività soggette a studi

,00 3 Altre attività soggette a studi 04 5.0.0 - Magazzini di custodia e deposito per conto terzi 5.4.30 - Movimento merci relativo a trasporti ferroviari 5.4.40 - Movimento merci relativo ad altri trasporti terrestri barrare la casella corrispondente

Dettagli

46.49.40 - Commercio all'ingrosso di articoli sportivi (incluse le biciclette) 46.69.11 - Commercio all'ingrosso di imbarcazioni da diporto

46.49.40 - Commercio all'ingrosso di articoli sportivi (incluse le biciclette) 46.69.11 - Commercio all'ingrosso di imbarcazioni da diporto 04 Modello VM5B 46.49.40 - Commercio all'ingrosso di articoli sportivi (incluse le biciclette) 46.69. - Commercio all'ingrosso di imbarcazioni da diporto barrare la casella corrispondente al codice di

Dettagli

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO Allegato A) delibera di CC n. 2013/00044 del 20/06/2013 COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO REGOLAMENTO PER L AGEVOLAZIONE

Dettagli

82.92.10 - Imballaggio e confezionamento di generi alimentari 82.92.20 - Imballaggio e confezionamento di generi non alimentari

82.92.10 - Imballaggio e confezionamento di generi alimentari 82.92.20 - Imballaggio e confezionamento di generi non alimentari 04 Modello VG5U 8.9.0 - Imballaggio e confezionamento di generi alimentari 8.9.0 - Imballaggio e confezionamento di generi non alimentari barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente

Dettagli

VG78U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG78U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG78U 79.11.00 Attività delle agenzie di viaggio; 79.12.00 Attività

Dettagli

,00 3 Altre attività soggette a studi. Numero giornate retribuite Personale

,00 3 Altre attività soggette a studi. Numero giornate retribuite Personale 04 Modello VM9U A04 47.59.0 - Commercio al dettaglio di mobili per la casa 47.59.9 - Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini e articoli in plastica per uso domestico barrare la casella

Dettagli

RISOLUZIONE N. 123/E

RISOLUZIONE N. 123/E RISOLUZIONE N. 123/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 novembre 2010 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Riportabilità delle perdite dei contribuenti minimi in

Dettagli

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI

SCRITTURE E REGIMI CONTABILI SCRITTURE E REGIMI CONTABILI Parte III I regimi contabili per imprese e professionisti Dott. Alberto Marengo Dott. Umberto Terzuolo Dott. Piercarlo Bausola Regimi adottabili: I REGIMI CONTABILI PER IMPRESE

Dettagli

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011 Focus di pratica professionale di Norberto Villa Le società di comodo in Unico 2011 Il prospetto del quadro RF Il quadro RF del modello Unico SC 2011 contiene le informazioni necessarie per verificare

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità A cura del Dott. Michele Avesani A partire dal 1 gennaio 2012 è entrato in vigore il regime

Dettagli

ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri Esercenti arti e professioni

ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri Esercenti arti e professioni genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri Esercenti arti e professioni MODELLO DEI DATI RILEVANTI AI FINI DELL APPLICAZIONE

Dettagli

LE SOCIETÀ DI COMODO NEL MODELLO UNICO 2015

LE SOCIETÀ DI COMODO NEL MODELLO UNICO 2015 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LE SOCIETÀ DI COMODO NEL MODELLO UNICO 2015 a cura di Gian Paolo Ranocchi 25 maggio 2015 - MILANO SOCIETÀ DI COMODO I PROBLEMI I problemi per le società non

Dettagli

WK21U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

WK21U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 WK21U 86.23.00 Attività degli studi odontoiatrici 1. GENERALITÀ

Dettagli

Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri

Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri AGENZIA DELLE ENTRATE 2002 Predisposto in due versioni: LIRE COLORE VERDE COLORE AZZURRO PERIODO D IMPOSTA 2001 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione dei parametri Esercenti

Dettagli

ANDAMENTO DEI CONTRIBUENTI INCLUSI

ANDAMENTO DEI CONTRIBUENTI INCLUSI ANDAMENTO DEI CONTRIBUENTI INCLUSI Periodo d imposta Attività economiche interessate dagli studi Numero di contribuenti con ricavi/compensi non sup. a 5, 164 mln Numero di contribuenti con ricavi/compensi

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME ENTE DI PREVIDENZA info@ SPAZIO RISERVATO ALL ENTE Comunicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo 103/96 da inviare all Ente entro e non oltre il 31.7.2013 EPPI 03/2012 COGNOME NOME CODICE

Dettagli

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF INFORMATIVA N. 111 26 APRILE 2013 DICHIARAZIONI IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF Art. 27, DL n. 98/2011 Circolare Agenzia Entrate 30.5.2012, n. 17/E Istruzioni mod. UNICO 2013 PF Informativa

Dettagli

RISOLUZIONE N. 251/E

RISOLUZIONE N. 251/E RISOLUZIONE N. 251/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 14 settembre 2007 Oggetto: Interpello - Alfa S.p.a. - Disciplina applicabile, ai fini IRES e IRAP, agli indennizzi assicurativi spettanti

Dettagli

VG93U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG93U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2013. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2013 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2014 VG93U 74.10.10 Attività di design di moda e design industriale;

Dettagli