REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE"

Transcript

1 ALLEGATO A REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE Avviso ad evidenza pubblica per la presentazione delle domande di riconversione e ristrutturazione dei vigneti annualità 2012, Reg. (CE)1234/07 del Consiglio così come modificato dal Reg. CE 491/09 e dei Reg. CEE 479/08 e 555/08 - DM n del 08/08/2008 e DM n del 29/07/2009- Circ. AGEA n. 41 del 05/12/2008, Circ. Agea n.52 del 30/11/2009, Circ. Agea n. 38 del 06/12/2010 e s. m. e i.- Disposizioni regionali attuative della misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti Premessa: le presenti disposizioni attuative si riferiscono alla misura di riconversione e ristrutturazione dei vigneti di cui al Reg. CE 1234/07 del Consiglio così come modificato dal Reg. CE 491/09 del Consiglio relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo. Con la presente misura la Regione si prefigge di raggiungere alcuni importanti obiettivi che consentono di esprimere al meglio le potenzialità della filiera vitivinicola regionale qualificando maggiormente la produzione e aumentando la competitività dei produttori di vino. La superfice vitata regionale che supera i ettari, con una produzione media di circa ettolitri di vino, ha una forte valenza economica per alcuni specifici territori e partecipa in modo rilevante nella formazione del reddito regionale e di quello agricolo in particolare. Con la precedente programmazione regionale ai sensi dei Reg. (CEE) 1493/99 e 479/08 sono state realizzate delle sostanziali riconversioni e ristrutturazioni dei vigneti calabresi che, con il Reg. (CE) Reg. CE 491/09, si intende migliorarne e consolidarne le caratteristiche strutturali. Articolo 1 DEFINIZIONI Ai fini del presente testo si intende per: Beneficiario: imprenditore agricolo che conduce superfici vitate o detiene diritti di reimpianto che presenta domanda di ristrutturazione e riconversione dei vigneti in conformità alle disposizioni del regolamento (CE) 479/2008 e secondo le modalità e le prescrizioni contenute nelle presenti disposizioni con cui vengono specificate le norme tecniche e procedurali di attuazione per l ottenimento del finanziamento degli interventi approvati a seguito della istruttoria tecnico-amministrativa. Per la nozione di imprenditore agricolo vale il riferimento all'articolo 2135 del codice civile. Conduttore: una persona fisica o giuridica che esercita l'attività agricola nell azienda di cui dispone a titolo legittimo e nella quale viene effettuato l intervento di ristrutturazione e/o riconversione. Campagna viticola: la campagna di produzione con inizio il 1 agosto di ogni anno e conclusione il 31 luglio dell'anno successivo. Estirpazione: eliminazione totale dei ceppi che si trovano su un terreno vitato. Impianto: messa a dimora definitiva di barbatelle di vite, innestate o non innestate, per la produzione di vino. Diritto di reimpianto: il diritto di impiantare viti su una superficie equivalente alla superficie vitata estirpata in coltura pura. Potenziale produttivo viticolo aziendale: le superfici vitate impiantate nell'azienda con varietà classificate per la produzione di vino ed i diritti di impianto e reimpianto posseduti. Reimpianto anticipato: impianto di vigneto su superficie aziendale precedentemente non vitata, per la cui realizzazione il soggetto interessato si impegni: ad estirpare, entro la fine della terza campagna successiva a quella in cui è avvenuto il reimpianto anticipato, una superficie vitata equivalente, in coltura pura, a quella impiantata anticipatamente;

2 a presentare richiesta di reimpianto anticipato con garanzia fidejussoria di 3.000,00 ad ettaro che sarà svincolata dopo l espianto del vecchio vigneto; Superficie vitata ai fini dell aiuto: superficie delimitata dal perimetro esterno dei ceppi di vite a cui si aggiunge una fascia cuscinetto di larghezza pari a metà della distanza tra i filari, ai sensi dell articolo 75 del Reg. CE 555/2008. Unità vitata: superficie continua coltivata a vite che ricade su una sola particella catastale e che è omogenea per caratteristiche (titolo di possesso, anno d impianto, sesto d impianto, destinazione produttiva, forma di allevamento, irrigazione, consociazione, vitigno prevalente (85% della composizione ampelografica); Vino a D.O.: vino con Denominazione di Origine Controllata Vino a I.G.: vino con Indicazione Geografica Tipica. Vigneto: impianto di viti con caratteristiche agronomiche e di coltivazione omogenee, impiantate senza alcuna interruzione fisica, coltivato da un unico soggetto, che interessa una o più particelle catastali o parti di esse, in ogni caso contigue. Vigneto obsoleto: impianto di viti superato tecnologicamente, da cui, di norma, si ottengono prodotti di scarsa qualità senza prospettive di mercato. AGEA: Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura AGEA Coordinamento: svolge le funzioni di coordinamento degli Organismi Pagatori AGEA Organismo pagatore: svolge le funzioni di gestione e pagamento degli aiuti comunitari Mi.P.A.A.F.: Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. F.E.A.G.A.: Fondo Europeo Agricolo di Garanzia. Articolo 2 Beneficiari Possono beneficiare del premio per la ristrutturazione e la riconversione, previsto dal Reg. CE 1234/07 del Consiglio così come modificato dal Reg. CE 491/09 del Consiglio e dagli artt. 6 e seguenti del Regolamento (CE) 555/08 della Commissione, le seguenti categorie: - imprenditori agricoli singoli e associati; - organizzazioni di produttori vitivinicoli riconosciuti ai sensi della normativa comunitaria e nazionale vigente; - le cooperative agricole e loro consorzi; - le società di persone e di capitali esercitanti attività agricola; - i consorzi di tutela e valorizzazione dei vini DO e IG; Per la nozione di imprenditore agricolo vale il riferimento all'articolo 2135 del codice civile. I richiedenti ammessi ai benefici previsti dal regime di sostegno alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti sono responsabili della programmazione e della realizzazione degli interventi, nonché dei successivi adempimenti connessi. Articolo 2 Azioni ammissibili Sono azioni ammissibili : A) riconversione varietale: 1- estirpazione e reimpianto di una diversa varietà di vite sullo stesso appezzamento o su altro appezzamento; 2- reimpianto di una diversa varietà di vite utilizzando un diritto in portafoglio o acquisito mediante trasferimento; 3- reimpianto anticipato di una diversa varietà di vite; 4- sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto e in buono stato vegetativo di età massima di 15 anni; B) ristrutturazione: 1- estirpazione e reimpianto del vigneto con la stessa varietà di vite: con diversa collocazione in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l'esposizione che per ragioni climatiche; senza diversa collocazione ma con modifiche al sistema di coltivazione della vite; 2- reimpianto con diritto in portafoglio o acquisito mediante trasferimento, mantenendo la stessa varietà di vite; 3- riempianto anticipato mantenendo la stessa varietà di vite:

3 in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per esposizione che per ragioni climatiche; con modifiche al sistema di coltivazione della vite; C) miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti: 1- trasformazione delle forme di allevamento, modifica e sostituzione delle strutture di sostegno di un vigneto già esistente con l'esclusione dell'ordinaria manutenzione; 1. Qualora si attivino le azioni di cui alle lettere A) e B) attraverso il reimpianto, lo stesso deve essere effettuato: - utilizzando un diritto di reimpianto in possesso del beneficiario; - impegnandosi ad estirpare un vigneto esistente, di pari superfice di suo possesso; - estirpando un vigneto ed acquisendo il relativo diritto; In ogni caso rispettando le procedure previste dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale vigente. 2. Non beneficiano di aiuto: i vigneti giunti al termine del loro ciclo di vita naturale così come previsto dall articolo 6 del regolamento (CE) n. 555/2008. gli impianti viticoli che nei 10 anni precedenti alla presentazione della domanda abbiano beneficiato di aiuti comunitari, nazionali, regionali per interventi di ristrutturazione e riconversione. 3. I vigneti ristrutturati e riconvertiti devono essere razionali, idonei alla meccanizzazione parziale o totale e rispettare i criteri previsti dall art. 103 octodecies del regolamento (CE) n. 1234/07 e i principi della viticoltura sostenibile. 4. Le operazioni di riconversione e ristrutturazione devono essere ultimate entro la fine della seconda campagna viticola successiva al pagamento dell anticipo. Articolo 3 Area dell intervento Gli interventi di ristrutturazione e riconversione possono realizzarsi nelle zone delimitate per le produzioni di vini DO e/o IG al fine di qualificare e migliorare la produzione vitivinicola regionale. Articolo 4 Modalità tecniche 1. Le varietà di uve da vino da utilizzare nelle operazioni di ristrutturazione e/o riconversione dovranno essere quelle comprese tra le varietà riconosciute idonee alla coltivazione e classificate con DGR n 419 del 07/07/ Il materiale vivaistico da utilizzare nelle operazioni di riconversione e di ristrutturazione deve essere prodotto nel rispetto della normativa che disciplina la produzione e la commercializzazione del materiale di moltiplicazione vegetativa della vite. 3. Il numero minimo di ceppi per ettaro è determinato, in relazione alle diverse forme di allevamento ed in dipendenza dei disciplinari di produzione qualora lo prevedano. Non può, comunque, essere inferiore a 2500 ceppi per ettaro. Articolo 5 Superficie minima 1. La superficie minima oggetto dell' operazione di riconversione e/o di ristrutturazione ammessa al beneficio dell intervento è di 0,5 ettari, mentre la superficie massima è di 15 ettari. Per i vigneti posti ad un' altitudine media di almeno 500 metri, o con pendenza di almeno il 25%, o terrazzati con esclusione degli altipiani, la superficie minima è di 0,3 ettari.

4 Qualora le aziende partecipino ad un progetto collettivo o abbiano una SAU vitata di almeno 1 ettaro, la superficie minima è di 0,3 ettari. Articolo 6 Priorità 1. Avranno priorità nella formulazione della graduatoria di ammissibilità le aziende con vigneti ricadenti nel territorio dei comuni di: Villa S. Giovanni, Palmi, Scilla e Seminara, con altitudine media di almeno 500 metri, con pendenza di almeno il 25%, terrazzati, con esclusione degli altipiani. In quanto le stesse sono state escluse dal premio per l'estirpazione definitiva dei vigneti, ai sensi del Regolamento (CE) n 491/09. In questi casi la superficie minima oggetto dell operazione di riconversione e di ristrutturazione ammessa al beneficio dell intervento è di 0,3 ettari. Articolo 7 Definizione del sostegno 1. Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti può essere erogato soltanto nelle forme seguenti: a) contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione; b) compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti all'esecuzione della misura; 2. La compensazione delle perdite di reddito di cui alla lettera b) del comma 1) può ammontare fino al 100% della perdita e assumere una delle seguenti forme: autorizzazione alla coesistenza di viti vecchie e viti nuove per un periodo non superiore a due anni (l estirpazione della superficie deve essere effettuata al massimo entro la fine della terza campagna successiva a quello in cui è stato impiantato il nuovo vigneto), fino alla fine del regime transitorio relativo ai diritti di impianto; una compensazione finanziaria per due anni, calcolata sulla base della resa media regionale uva /ha che è di 50 Q.li, per il prezzo dell'uva, pubblicato da Ismea, ai fini della determinazione del valore delle produzioni assicurabili, che in Calabria è di 30 al Q.le. Per cui l importo complessivo annuo è di per ettaro. 3. Non è riconosciuta alcuna compensazione finanziaria per le perdite di reddito qualora siano utilizzati diritti di reimpianto non provenienti dalle operazioni di ristrutturazione e riconversione o l azione è realizzata con l impegno ad estirpare successivamente un vigneto. 4. L ammontare del contributo per le spese di ristrutturazione e di riconversione dei vigneti, essendo la Regione Calabria regione di convergenza non può essere superiore al 75% delle spese sostenute. 5. L importo medio del sostegno ammissibile per ettaro, è pari a Euro ad ettaro. 6. Per la determinazione dell aiuto da erogare, tenuto conto di quanto stabilito dal comma 5 dell art. 8 del decreto MIPAF n dell'8 agosto 2008 e s. m. e i., ed in relazione a ciascuna azione di cui all articolo 2 del presente articolato, saranno utilizzate le voci di spesa secondo quanto dettagliatamente specificato negli allegati 2/A1;2/A2;2/A3;2/A4 compilati in base ai costi previsti dal prezziario regionale approvato con DGR n 471del 21/07/2008 ed agli attuali prezzi medi di mercato; 7. L aiuto per le azioni di ristrutturazione e riconversione sarà erogato con il sistema forfettario. 8. Le spese eleggibili sono quelle sostenute nel periodo successivo alla data di presentazione delle domande. Tutte le spese sostenute per gli acquisti dovranno essere giustificate con fatture quietanzate ed i pagamenti dovranno avere tracciabilità bancaria. 9. Il sostegno è pagato in relazione alla superficie vitata definita in conformità all articolo 75, paragrafo 1), del regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione.

5 Articolo 8 Procedure 1. Le domande sono presentate ad Agea, Organismo pagatore per la Regione Calabria, secondo le modalità stabilite con circolare della stessa Agea, fermo restando quanto previsto dal comma 4 dell articolo 1 ed dal comma 1 dell articolo 2 del D.M. n dell'8 agosto 2008 e s. m. e i.. 2. Alla data di presentazione della domanda, i soggetti interessati devono: - avere costituito o aggiornato il proprio fascicolo aziendale (tale adempimento è fondamentale per i controlli di condizionalità di cui all'art. 103 septvdicies del regolamento (CE) n. 491/09), ai fini dell'aiuto il fascicolo deve contenere le informazioni delle superfici coltivate a vigneto unitamente alla documentazione concernente la titolarità alla conduzione delle superfici stesse; - essere in regola con le norme comunitarie, nazionali e regionali in materia di potenziale viticolo; - avere presentato la dichiarazione vitivinicola nell'ultima campagna vitivinicola; - essere in possesso del consenso, agli impegni previsti dalla misura, del proprietario nel caso il richiedente sia solo conduttore della superficie vitata oggetto dell'intervento; - essere in regola con i contributi assicurativi e previdenziali; - essere in regola in merito agli obblighi di iscrizione al Registro delle imprese ai sensi del DPR 581 del 7 dicembre 1995; 3. Dopo la presentazione della Domanda al CAA, la stampa del modello di domanda, già acquisita a sistema, va trasferita all amministrazione regionale unitamente alla seguente documentazione che costituisce requisito essenziale per l ammissibilità della stessa: - Iscrizione al Registro delle Imprese presso le competenti Camere di Commercio; - Dichiarazione vitivinicola relativa alla campagna precedente; - Breve relazione tecnica da cui si evince ogni utile indicazione relativa alla riconversione e/o ristrutturazione dei vigneti, indicazione della particella dove eventualmente si estirpa e su cui si reimpianta, la varietà di uve da sostituire e quella da impiantare, il sesto e la densità di impianto, la forma di allevamento, etc. - Planimetria in scala 1:500 o altra scala idonea con l indicazione delle particelle su cui si realizzano le azioni; - eventuale diritto di reimpianto in portafoglio in corso di validità proveniente dall estirpazione precedente di una equivalente superficie vitata e/o diritto di reimpianto acquistato da altro produttore; - Eventuale dichiarazione di assenso da parte del proprietario delle superfici vitate. 4. Alle domande ammissibili al finanziamento sarà attribuito un punteggio, sulla base delle priorità stabilite per la determinazione della graduatoria provinciale e di quella regionale. Avranno priorità assoluta le domande di aiuto per la ristrutturazione e riconversione relative alle superfici ricadenti nelle zone escluse dall applicazione del regime dell estirpazione dei vigneti in conformità all articolo 85 Sottosezione III, del Regolamento (CE) n 491/2009. I criteri di priorità nell assegnazione dei punteggi per la costituzione delle graduatorie, purché posseduti alla data di presentazione della domanda, sono i seguenti: a) diritti generati all'interno dell'azienda - punti 8 b) giovani imprenditori - punti 7 c) produttori e trasformatori (vitivinicoltori) - punti 8 d) richieste avanzate da Associazioni, Società, Cooperative - punti 3 e) vigneti con ubicazione in particolari zone svantaggiate - (superfici con pendenze superiori al 25%, terrazzati, altitudine > 500 mt) - punti 3 f) aziende condotte secondo i criteri dell'agricoltura biologica - punti 4 g) aziende condotte secondo i criteri dell'agricoltura integrata - punti 1 h) aziende prevalentemente viticole - punti 2 i) conduttori che negli anni precedenti non hanno beneficiato di aiuti alla riconversione e ristrutturazione - punti 2 l) aziende che impiantano un numero di piante per ettaro > a (considerando l appezzamento più grande interessato alla ristrutturazione/riconversione)- punti 2 m) imprenditori agricoli a titolo principale e/o IAP- punti 3 a parità di punteggio, tra più domande di aiuto per la ristrutturazione e riconversione presentate, avrà priorità il beneficiario più giovane. Saranno ammesse a contributo le richieste riportate nella graduatoria fino al raggiungimento delle risorse assegnate alla Regione Calabria.

6 Il contributo sarà erogato con il pagamento anticipato o a collaudo. Nel caso di pagamento anticipato il beneficiario provvede alla costituzione di una garanzia in favore dell'organismo pagatore pari al 120 % dell'aiuto da erogare, secondo le disposizioni previste dal Reg. (CE) 2220/85. Articolo 9 Vincoli Le superfici impiantate con il contributo di cui al presente provvedimento devono mantenere la destinazione d'uso e pertanto non possono essere estirpate per almeno 10 anni a partire dalla data di accertamento finale dei lavori. I beneficiari: sono tenuti a rispettare, nella loro azienda, i criteri di gestione obbligatoria e le buone condizioni agronomiche e ambientali di cui agli artt. 3 e 7 del Reg. (CE) 1782/03, in caso di inadempienza, imputabile direttamente all'agricoltore, saranno applicate le sanzioni previste dall'art. 103 septvdicies (Condizionalità) del regolamento (CE) n. 491/09; sono tenuti ad iscrivere i vigneti ristrutturati e/o riconvertiti ai rispettivi Albi DOC e/o agli Elenchi delle Vigne IGT entro un anno dal collaudo. I vincoli si intendono trasferiti anche ai subentranti, a qualsiasi titolo, della superfice vitata. Articolo 10 Controlli e misure per l attuazione del programma 1. I controlli saranno effettuati da Agea quale organismo pagatore competente sulla base delle modalità stabilite da Agea Coordinamento, fermo restando quanto previsto al comma 1 dell articolo 2 del decreto MIPAAF n del 8 agosto 2008 sulla ristrutturazione e/o riconversione. 2. Le procedure di autorizzazione dei pagamenti sono definite da Agea quale organismo pagatore secondo criteri indicati da Agea Coordinamento. Tuttavia, qualora sia stata costituita una polizza fideiussoria in favore dell organismo pagatore competente, la polizza sarà svincolata entro un tempo massimo che non può superare sette mesi dalla data di presentazione della documentazione predisposta secondo le modalità impartite da Agea Coordinamento.

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO N. DEL Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti (CE) n. 479/08 del Consiglio e (CE) n. 555/08 della Commissione per quanto riguarda l applicazione della misura della riconversione e

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura Sport, Turismo e Cultura Settore Politiche agricole e della Pesca

REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura Sport, Turismo e Cultura Settore Politiche agricole e della Pesca REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura Sport, Turismo e Cultura Settore Politiche agricole e della Pesca Disposizioni regionali attuative della misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti

Dettagli

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA Allegato A REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA AREA POLITICHE DI MERCATO E ORGANIZZAZIONE DELLE FILIERE. PROGETTAZIONE INTEGRATA Disposizioni applicative del

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO AGRICOLTURA CODICE CIFRA: /DEL/2008/ OGGETTO: Piano Regionale per la ristrutturazione

Dettagli

ALLEGATO A. Disposizioni regionali di attuazione

ALLEGATO A. Disposizioni regionali di attuazione AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO RURALE SERVIZIO AGRICOLTURA ALLEGATO A OCM Vino Ͳ Campagna 2013/2014 Misura Ristrutturazione e riconversione dei vigneti Piano Nazionale di Sostegno Vitivinicolo Reg. (CE)

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 15 gennaio 2013, n. 8

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 15 gennaio 2013, n. 8 1671 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 15 gennaio 2013, n. 8 OCM Vino - Campagna 2012/2013. Misura Ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Piano Nazionale di Sostegno Vitivinicolo.

Dettagli

DISPOSIZIONI REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA MISURA DELLA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI PER LA CAMPAGNA 2014/2015.

DISPOSIZIONI REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA MISURA DELLA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI PER LA CAMPAGNA 2014/2015. Allegato A) DISPOSIZIONI REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA MISURA DELLA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI PER LA CAMPAGNA 2014/2015. AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AIUTO.

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Organizzazione Comune del Mercato Vitivinicolo Reg. 1493/99 Disposizioni Tecniche per i controlli a campione Piano Ristrutturazione

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 45 del 15/04/2014 Oggetto: Reg. CE n. 1234/07

Dettagli

entro 5 giorni lavorativi successivi alla protocollazione.

entro 5 giorni lavorativi successivi alla protocollazione. REGG.(CE) NN. 1234/2007 e 555/2008 RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DISPOSIZIONI PROCEDURALI RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AIUTO, VARIANTE, ANTICIPO E SALDO CAMPAGNA 2010/2011 1

Dettagli

Determinazione n. G07243 del 16 giugno 2015

Determinazione n. G07243 del 16 giugno 2015 Determinazione n. G07243 del 16 giugno 2015 Oggetto: Regolamento (UE) n. 1308/2013 e Reg. (CE) n. 555/2008 e ss. mm. ii. Programma Nazionale di Sostegno (PNS) Settore Vitivinicolo. DM del MIPAAF n. 15938

Dettagli

16 Bollettino Ufficiale

16 Bollettino Ufficiale 16 Bollettino Ufficiale D.d.u.o. 24 aprile 2012 - n. 3605 Direzione centrale Programmazione integrata - Organismo pagatore regionale - OCM vitivinicolo - Reg. (CE) 1234/2007 - Approvazione del manuale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO INTERVENTI STRUTTURALI IN AGRICOLTURA Servizio 2 Servizio per lo sviluppo e la diversificazione delle

Dettagli

Allegato 1 alla D.G.R. n. del

Allegato 1 alla D.G.R. n. del Allegato 1 alla D.G.R. n. del MISURA INVESTIMENTI Programma Nazionale di Sostegno (PNSV) FINALITÀ AMBITO DI APPLICAZIONE E DURATA DELLA MISURA SOGGETTI AMMISSIBILI AL SOSTEGNO COMUNITARIO TIPOLOGIE DI

Dettagli

Cod. iscr. alla Camera di Commercio indirizzo di residenza C.A.P. Comune Provincia

Cod. iscr. alla Camera di Commercio indirizzo di residenza C.A.P. Comune Provincia ALLEGATO A All'Ente Delegato Oggetto: Domanda di contributo ai sensi del regolamento (C.E.) n. 1493/1999 del Consiglio in attuazione del piano di ristrutturazione e riconversione dei vigneti della Regione

Dettagli

Allegato 1 Disposizioni regionali attuative della misura investimenti inserita nel programma nazionale di sostegno, relativa all OCM vitivinicolo. Premessa Le presenti disposizioni attuative si riferiscono

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1186 del 10/06/2015 Oggetto: Reg. CE n. 1308/2013

Dettagli

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo Allegato 1 Istruzioni per il controllo delle domande di aiuto presentate ai sensi del bando regionale 2008/2009 - Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti nell ambito delle disposizioni attuative

Dettagli

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente 05 dicembre 2012 2-26 Controllo delle modifiche Edizione Pubblicato Motivo della revisione

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699)

LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699) Università degli studi di Bologna Facoltà di Agraria-Polo di Cesena Legislazione Vitivinicola Gabriele Testa LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699) Gabriele Testa Crediti formativi: 3 Anno accademico 2011/12

Dettagli

Torino, lì 21 ottobre 2013. Alle imprese interessate. Loro Sedi. Oggetto: O.C.M. Vitivinicolo Misura investimenti Prossima Apertura bando 2013-2014.

Torino, lì 21 ottobre 2013. Alle imprese interessate. Loro Sedi. Oggetto: O.C.M. Vitivinicolo Misura investimenti Prossima Apertura bando 2013-2014. Corso Francia 329 10142 Torino Tel. 011 4343026 011 4345493 Fax 011 4349456 Confcooperative Piemonte Fedagri Corso Francia 329 10142 Torino www.piemonte.confcooperative.it/federazioni.htm www.gestcooper.itfederagro@gestcooper.it

Dettagli

Burc n. 9 del 9 Febbraio 2015 OCM VINO Disposizioni regionali attuative - Misura Ristrutturazione e Riconversione Vigneti Campagna 2014/2015

Burc n. 9 del 9 Febbraio 2015 OCM VINO Disposizioni regionali attuative - Misura Ristrutturazione e Riconversione Vigneti Campagna 2014/2015 Allegato A composto da n 21 pagine REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE, FORESTAZIONE CACCIA E PESCA Avviso ad evidenza pubblica per la presentazione delle domande di riconversione e ristrutturazione

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento 263 82279 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del 14 dicembre 2012, n. 2796 Applicazione della misura "investimenti" per la viticoltura

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 33 del 01/04/2015 Oggetto: Reg. CE n. 1308/2013

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO Prot. 0008809 VISTO il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive modifiche, concernente interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole; VISTI i Capi I, III e IV del medesimo

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 32 31 marzo 2015 Oggetto : Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4411 Seduta del 30/11/2015

DELIBERAZIONE N X / 4411 Seduta del 30/11/2015 DELIBERAZIONE N X / 4411 Seduta del 30/11/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

1. Situazione attuale

1. Situazione attuale ALLEGATO A Concessione dei diritti della riserva regionale dei diritti di impianto e reimpianto Indice 1. Situazione attuale 2. Ripartizione dei diritti della riserva 3. Soggetti autorizzati alla presentazione

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE della REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE della REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n...... del.. ORGANISMO PAGATORE della REGIONE LOMBARDIA MANUALE DELLE PROCEDURE E DEI CONTROLLI RELATIVI ALL' OCM VITIVINICOLO E APERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

Manuale Unico delle procedure, dei controlli e delle sanzioni per l OCM Vitivinicolo

Manuale Unico delle procedure, dei controlli e delle sanzioni per l OCM Vitivinicolo Allegato A al dduo n. 12396 del 20/12/2012 Manuale Unico delle procedure, dei controlli e delle sanzioni per l OCM Vitivinicolo Documento informatico sottoscritto con firma digitale apposta ai sensi dell

Dettagli

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza Riferimenti normativi Articolo 20 lettera a) punto iv) ed articolo 24 Regolamento (CE) n. 1698/05. Articolo 15 del Regolamento (CE) n. 1974/2006

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

100 milioni di euro per i nuovi bandi

100 milioni di euro per i nuovi bandi Seminario - Lamezia Terme - venerdì 28 gennaio 2011 100 milioni di euro per i nuovi bandi Misure 1.2.1 e 1.2.3 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale BANDI 121-123 ISTRUZIONI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO Prot. n. 16281 del 31/03/2016 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale dell Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea Dipartimento Regionale Agricoltura Area 7 Brand

Dettagli

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA - DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. N. 7103 del 31 marzo 2015 Avviso pubblico Presentazione di manifestazioni di interesse per l accesso ai benefici del Programma nazionale di sviluppo rurale 2014-2020, Misura 17 - Gestione dei Rischi,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Reg. (CE) 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR); VISTI gli Orientamenti comunitari

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA Che cos'è: Il Subentro in agricolturaè uno degli incentivi in favore dell autoimprenditorialità previsti dal Titolo I del Decreto 185/2000 con funzioni attribuite

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 27/I-II del 03/07/2012 / Amtsblatt Nr. 27/I-II vom 03/07/2012 188

Bollettino Ufficiale n. 27/I-II del 03/07/2012 / Amtsblatt Nr. 27/I-II vom 03/07/2012 188 Bollettino Ufficiale n. 27/I-II del 03/07/2012 / Amtsblatt Nr. 27/I-II vom 03/07/2012 188 79903 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

Posizione 12 Codice categoria prodotto Nuovo CODICE. CODIFICA COMUNITARIA (All. VII, parte II, Reg. UE 1308/2013) codifica. presenti in base dati

Posizione 12 Codice categoria prodotto Nuovo CODICE. CODIFICA COMUNITARIA (All. VII, parte II, Reg. UE 1308/2013) codifica. presenti in base dati Posizione 12 Codice categoria prodotto Nuovo CODICE CODIFICA COMUNITARIA (All. VII, parte II, Reg. UE 1308/2013) DESCRIZIONE Vecchia codifica Vecchia Descrizione A (1) Vino A Vino di qualità in regione

Dettagli

OCM VINO Disposizioni Regionali Attuative - Misura Ristrutturazione e Riconversione dei Vigneti 2015/2016 REGIONE LAZIO

OCM VINO Disposizioni Regionali Attuative - Misura Ristrutturazione e Riconversione dei Vigneti 2015/2016 REGIONE LAZIO Allegato REGIONE LAZIO ASSESSORATO AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA Reg. (UE) N. 1308/2013 e Reg. (CE) N. 555/2008 e ss. mm. e ii. Programma Nazionale

Dettagli

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio tel. 0383.82392/804067 fax 0383.805509 coprovi@maxidata.it condifesa.pavia@asnacodi.it www.coprovi.it Campagna

Dettagli

rato con il n. 14571 del 14 maggio 2004, l ordine di preferenza delle sedi messe a concorso;

rato con il n. 14571 del 14 maggio 2004, l ordine di preferenza delle sedi messe a concorso; 1043 rato con il n. 14571 del 14 maggio 2004, l ordine di preferenza delle sedi messe a concorso; DECRETA Di assegnare, in via definitiva, per i motivi in premessa indicati, al Dr. Stilo Costantino, nato

Dettagli

PIANO REGIONALE PER LA RISTRUTTURAZIONE E LA RICONVERSIONE DEI VIGNETI

PIANO REGIONALE PER LA RISTRUTTURAZIONE E LA RICONVERSIONE DEI VIGNETI R E G I O N E P U G L I A ASSESSORATO ALL'AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE, RIFORMA FONDIARIA, FORESTE, ACQUACOLTURA, CACCIA E PESCA Settore Agricoltura PIANO REGIONALE PER LA RISTRUTTURAZIONE E LA RICONVERSIONE

Dettagli

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II SOGGETTI BENEFICARI Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO 1. OBIETTIVO DELLA MISURA Favorire la nuova imprenditorialità ed il ricambio generazionale

Dettagli

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue. OGGETTO: Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo misura investimenti. Regolamento (CE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando annualità 2016. DGR/CR n. 96 del 19/11/2015. NOTA PER LA TRASPARENZA:

Dettagli

Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori

Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori BOZZA DIRETTIVE REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA SOTTOMISURA 6.1 Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori PORTATA FINANZIARIA Le risorse disponibili per il presente bando ammontano a 20.000.000,00.

Dettagli

ALLEGATO (composto di n. 35 pagine) DIPARTIMENTO ECONOMICO ED OCCUPAZIONALE DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA

ALLEGATO (composto di n. 35 pagine) DIPARTIMENTO ECONOMICO ED OCCUPAZIONALE DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA ALLEGATO (composto di n. 35 pagine) DIPARTIMENTO ECONOMICO ED OCCUPAZIONALE DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA AREA FILIERE VEGETALI E PRODUZIONI AGROALIMENTARI Finanziamento del sostegno comunitario alla

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE

DISPOSIZIONI ATTUATIVE ALLEGATO 1 LEGGE 313/2004 DISCIPLINA DELL APICOLTURA Interventi per l ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione di prodotti apistici DISPOSIZIONI ATTUATIVE FINALITA In applicazione

Dettagli

Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura

Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura Dipartimento Regionale Interventi Infrastrutturali per l'agricoltura SOTTOMISURA 321/A Servizi essenziali e infrastrutture rurali AZIONE 4 PSR SICILIA 2007/2013 SOTTOMISURA 321/A4 Punti di accesso info-telematici

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO AREA COORDINAMENTO Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.49499770 Prot. ACIU.2010. 202 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 17 marzo 2010 Organismo Pagatore AGEA SEDE Organismo pagatore della Regione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Aziende non cooperative

RELAZIONE TECNICA. Aziende non cooperative ALLEGATO 1) RELAZIONE TECNICA (da allegare alle istanze presentate ai sensi della Misura 121 del PSR 2007-2013 "Ammodernamento delle aziende agricole") Aziende non cooperative N. DOMANDA RICHIEDENTE DATI

Dettagli

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche INTRODUZIONE DEFINIZIONI PROCEDURA DI DELIMITAZIONE TIPOLOGIA AIUTI RICHIEDIBILI QUANDO SI PUO RICHIEDERE L AIUTO? ENTITÀDEGLI

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Decreto

Giunta Regionale della Campania. Decreto Giunta Regionale della Campania Decreto Dipartimento: Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali N 40 Del Dipart. Direzione G. Unità O.D. 13/02/2015 52 6 11 Oggetto: Campagna vitivinicola 2014/2015

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1850 del 14/10/2015 Oggetto: Reg. (CE) 1698/2005

Dettagli

TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO

TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO Comunità Montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale AREA TERRITORIO E AMBIENTE SERVIZIO AGRICOLTURA E FORESTE TESTO COORDINATO DEL REGOLAMENTO Per la concessione di sussidi finalizzati a ridurre

Dettagli

CONTROLLI SOSTANZIALI E DI MERITO INSERITI NEL PROGRAMMA INFORMATICO POTENZIALE VITICOLO RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI

CONTROLLI SOSTANZIALI E DI MERITO INSERITI NEL PROGRAMMA INFORMATICO POTENZIALE VITICOLO RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI ALLEGATO 3 CONTROLLI SOSTANZIALI E DI MERITO INSERITI NEL PROGRAMMA INFORMATICO POTENZIALE VITICOLO RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI Al fine di consentire la corretta acquisizione delle informazioni

Dettagli

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 1. Denominazione della Misura: Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

Dettagli

Programmazione SISSAR 2013-2015 - Anno 2015

Programmazione SISSAR 2013-2015 - Anno 2015 Programmazione del sistema integrato dei servizi di sviluppo agricolo e rurale di cui alla l.r. 5/2006 per il periodo 2013-2015. Aggiornamento annuale per il 2015. Sezione I - PROGRAMMAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori"

PSR: Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori PSR: Misura 112 "Insediamento di giovani agricoltori" La misura 112 concede un aiuto all insediamento dei giovani agricoltori attraverso l attivazione di un piano di sviluppo aziendale e l utilizzo di

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Sport, Turismo e Cultura Politiche Agricole e della Pesca - Settore

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Agricoltura, Sport, Turismo e Cultura Politiche Agricole e della Pesca - Settore Disposizioni regionali attuative della MISURA INVESTIMENTI del Programma Nazionale di Sostegno (PNS) dell OCM vitivinicola per la annualità 2014. Premessa. L Organizzazione Comune del Mercato vitivinicolo

Dettagli

Il presente allegato è composto di n. fogli. Il Dirigente ad interim del Servizio Dott. Giuseppe Mauro Ferro

Il presente allegato è composto di n. fogli. Il Dirigente ad interim del Servizio Dott. Giuseppe Mauro Ferro Il presente allegato è composto n. fogli. Il Dirigente ad interim del Servizio Dott. Giuseppe Mauro Ferro Allegato A Piano Regionale per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti con varietà uve

Dettagli

No, si può partecipare solo con un progetto: o come singolo o in ATI.

No, si può partecipare solo con un progetto: o come singolo o in ATI. 1 Un azienda di medie dimensioni vorrebbe partecipare ad un progetto con una ATI (ed essere quindi propulsiva per il progetto collettivo) ed allo stesso tempo investire risorse per un progetto singolo.

Dettagli

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria INFO(PAC)K: LA PAC INFORMA. Progetto cofinanziato dal PSR Umbria 2007-2013 misura 111, azione a) Attività informative:

Dettagli

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani

Dettagli

Luogo di emissione: IL DIRIGENTE DELLA P.F. COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL IMPRESA AGRICOLA, STRUTTURA DECENTRATA DI ANCONA E IRRIGAZIONE -. -.

Luogo di emissione: IL DIRIGENTE DELLA P.F. COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL IMPRESA AGRICOLA, STRUTTURA DECENTRATA DI ANCONA E IRRIGAZIONE -. -. 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL IMPRESA AGRICOLA, STRUTTURA DECENTRATA DI ANCONA E IRRIGAZIONE N. 474/CSI DEL 27/11/2014 Oggetto: Reg. (CE) 1968/2005 - Programma di Sviluppo

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE, DEI CONTROLLI E DELLE SANZIONI PER LA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI

MANUALE DELLE PROCEDURE, DEI CONTROLLI E DELLE SANZIONI PER LA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI MANUALE DELLE PROCEDURE, DEI CONTROLLI E DELLE SANZIONI PER LA RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DEI VIGNETI Reg. (CE) 1234/2007, art. 103 octodecies e reg. (CE) 555/2008 artt. 6-10 Approvato con decreto

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (iv) e 24 del Reg. (CE) N 1698/2005 Articolo 15 e punto 5.3.1.1.4. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06 1.1.4.

Dettagli

CIRCOLARE N.14. Prot. N. 2012. 321/UMU (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 06/04/2012 PRODUTTORI INTERESSATI

CIRCOLARE N.14. Prot. N. 2012. 321/UMU (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 06/04/2012 PRODUTTORI INTERESSATI ORGANISMO PAGATORE UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.4453940 Prot. N. 2012. 321/UMU (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 06/04/2012 CIRCOLARE N.14 AI PRODUTTORI INTERESSATI

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole OBIETTIVI DELL INIZIATIVA La misura introduce un regime di sostegno per le imprese agricole che realizzano investimenti

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DOMANDA DI PAGAMENTO - CAMPAGNA 2015 / 2016

RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DOMANDA DI PAGAMENTO - CAMPAGNA 2015 / 2016 REGOLAMENTO (CE) N. 1308/2013 DEL CONSIGLIO RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DOMANDA DI PAGAMENTO - CAMPAGNA 2015 / 2016 REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA SPAZIO RISERVATO AL CODICE A BARRE COD. ISTAT

Dettagli

65380000000 domanda iniziale

65380000000 domanda iniziale REGOLAMENTO (CE) N. 1308/2013 DEL CONSIGLIO RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DOMANDA DI PAGAMENTO - CAMPAGNA 2015 / 2016 REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA SPAZIO RISERVATO AL CODICE A BARRE COD. ISTAT

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali; DGR N. 184 DEL 6 MAGGIO 2011 OGGETTO: Reg. CE 1698/2005. Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 del Lazio. Misure 211, 212 e 214 - Disposizioni per il finanziamento delle domande di aiuto/pagamento

Dettagli

Torino, lì 20 dicembre 2013. Alle imprese interessate. Loro Sedi

Torino, lì 20 dicembre 2013. Alle imprese interessate. Loro Sedi Corso Francia 329 10142 Torino Tel. 011 4343026 011 4345493 Fax 011 4349456 Confcooperative Piemonte Fedagri Corso Francia 329 10142 Torino www.piemonte.confcooperative.it/federazioni.htm www.gestcooper.it

Dettagli

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Attività agricole: il subentro ed il rilancio delle attività gode di un finanziamento agevolato Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il decreto

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, FORESTE E FORESTAZIONE Avviso ad evidenza pubblica per la presentazione delle domande di riconversione e ristrutturazione dei vigneti anno 2009 Reg. (CE) 479/08

Dettagli

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura gionale A.R.T..A. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Reg. (CE) 1234/07 PNS OCM Vitivinicolo 2013/2014-2017/2018 art. 103 octodecies Ristrutturazione e Riconversione dei vigneti

Dettagli

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Allegato B al D.D.G. n /2009 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Modalità e procedure per il concorso regionale nel pagamento degli interessi sul prestiti

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 32 del 31/03/2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

C.R.I.A.S. Le richieste possono essere presentate direttamente presso le sedi C.R.I.A.S. oppure presso le banche convenzionate con quest'ultima.

C.R.I.A.S. Le richieste possono essere presentate direttamente presso le sedi C.R.I.A.S. oppure presso le banche convenzionate con quest'ultima. C.R.I.A.S. Credito di esercizio Le richieste possono essere presentate direttamente presso le sedi C.R.I.A.S. oppure presso le banche convenzionate con quest'ultima. Finanziamento destinato a sopperire

Dettagli

PARTE SECONDA. Atti regionali

PARTE SECONDA. Atti regionali Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 28-4-2016 19627 PARTE SECONDA Atti regionali DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE 21 aprile 2016, n. 154 Reg. (ue) n. 1308/2013 del Parlamento Europeo e del

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE AUTORITÀ DI GESTIONE PSR 2007-2013 ALLEGATO 3 al Manuale dei controlli e delle attività istruttorie Misura 431, approvato con Determinazione del Direttore

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 4 - Investimenti materiali (art. 17) La misura punta al miglioramento delle prestazioni economiche e ambientali delle aziende agricole e delle imprese rurali Finalità: rendere più efficiente il

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori MISURA 112 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo I, sezione 1, Articolo 20 lettera a) punto ii e sottosezione 1, Articolo 22 del Regolamento

Dettagli

A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato A) al Decreto N. 100 del 30/09/2015 A.R.T..A.Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Agenzia Regionale Dichiarazione di vendemmia e di produzione di vino e/o mosto Campagna

Dettagli

All. All. All. All. All. All. All. All. All

All. All. All. All. All. All. All. All. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.262 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 25 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO. Palma Esposito. Responsabile nazionale settore vitivinicolo

PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO. Palma Esposito. Responsabile nazionale settore vitivinicolo PAC POST 2013, I NUOVI SCENARI DEL SETTORE VITIVINICOLO Palma Esposito Responsabile nazionale settore vitivinicolo Principali novità per il vino nella PAC post 2013 e indicazioni temporali PAC post 2013,

Dettagli

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori 5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (ii) e 22 del Reg. (CE) N 1698/2005. Art. 13 e punto 5.3.1.1.2. dell allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO AI SENSI DELLA L.R. N

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO AI SENSI DELLA L.R. N Comuni di: Cappella Maggiore, Cison di Valmarino, Cordignano, Farra di Soligo, Follina, Fregona, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo, Revine Lago, Sarmede, Segusino, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Vittorio

Dettagli

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI DECRETO MINISTERIALE 162 del 12/01/2015 Decreto relativo alla SEMPLIFICAZIONE della gestione della

Dettagli