Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva"

Transcript

1 Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva INPS- ex INPDAP ENPAM Vantaggi e svantaggi di una scelta difficile

2 L attività lavorativa dei medici e degli odontoiatri dà luogo a rapporti giuridici diversi e conseguentemente comporta versamenti contributivi presso differenti Enti previdenziali L I.N.P.S è l Ente previdenziale di riferimento per il medico o odontoiatra dipendente privato presso cliniche o case di cura. Per il medico o odontoiatra dipendente pubblico l Ente previdenziale di riferimento è stato l I.N.P.D.A.P fino a quando non è confluito in I.N.P.S ( I.N.P.S. ex-i.n.p.d.a.p.) (Dal 1 gennaio 2012 per effetto del decreto legge numero 201 del 6 dicembre 2011 "decreto salva Italia", poi convertito con modifiche nella legge numero 214 del 27 dicembre 2011, l Inpdap è confluito in Inps) Per gli specializzandi è l I.N.P.S Gestione separata

3 L ENPAM invece costituisce l Ente previdenziale per i medici medicina generale ( assistenza primaria, continuità assistenziale, emergenza territoriale, pediatria di libera scelta) e per gli specialisti ambulatoriali con rapporti di convenzione presso le strutture del SSN e per i medici in Formazione della Medicina Generale Esistono poi gli specialisti esterni che operano in strutture con accredito, le quali hanno l obbligo di versare il contributo a favore dei medici e/o odontoiatri presso il Fondo degli Specialisti Esterni I versamenti contributivi finiscono nei Fondi Speciali dell ENPAM, rispettivamente nel Fondo di Medicina Generale, nel Fondo degli Specialisti Ambulatoriali ed in quello degli Specialisti Esterni. Per i medici in Formazione per la medicina generale l Ente di riferimento è ENPAM I medici che svolgono attività di libera professione di natura medica ( compresi i medici dipendenti) sono soggetti al versamento contributivo presso il Fondo di Previdenza Generale dell ENPAM- Quota B

4 Tutti i medici ed odontoiatri iscritti all albo sono tenuti al versamento contributivo obbligatorio presso il Fondo di Previdenza Generale dell ENPAM -Quota A Ciò consente a tutti i medici di conseguire all età convenuta, in base al regolamento ENPAM, la pensione riferita ai contributi versati presso la quota A del Fondo previdenza Generale dell ENPAM, indipendentemente dal conseguimento di altre pensioni derivanti dall INPS (INPS ex- INPDAP)o dall ENPAM stessa.

5 Da quanto premesso si evince che non esiste un unico Ente previdenziale di riferimento per la categoria dei medici e degli odontoiatri ma più Enti con regole proprie e differenti, tanto da comportare talvolta interpretazioni di leggi e di norme in modo differente da Ente a Ente Il medico o l odontoiatra nel corso della propria esistenza può aver svolto attività lavorativa con rapporti giuridici differenti, che ha dato luogo a versamenti contributivi presso Enti previdenziali differenti In questo caso si pone il problema di come utilizzare gli spezzoni contributivi nei vari Enti sia per ricavarne una quota di pensione e sia per farli eventualmente valere nel computo dei requisiti per il diritto alla pensione. Per non perdere i contributi versati esistono: la ricongiunzione; la totalizzazione; la totalizzazione retributiva Questi tre istituti presentano sia aspetti favorevoli che sfavorevoli, conseguentemente la scelta di uno di essi deve essere ben ponderata.

6 Differenze in generale tra ricongiunzione, totalizzazione e totalizzazione retributiva Totalizzazione retributiva E gratuita Essa riguarda i medici della dipendenza pubblica ( con riferimento previdenziale INPDAP) che sono passati alla dipendenza privata( con riferimento previdenziale INPS) ed i medici iscritti alla Gestione Separata INPS( Es. Specializzandi- Co.Co.Co.) Pensione più bassa rispetto alla ricongiunzione Ricongiunzione La ricongiunzione comporta il concreto trasferimento dei contributi presso l Ente previdenziale accentrante e le prestazioni vengono calcolate secondo le regole in vigore presso il suddetto Ente. La ricongiunzione non consiste in un semplice trasferimento alla pari dei contributi, ma l Ente di destinazione dei contributi calcola l eventuale onere differenziale che serve, con l aggiunta dei periodi contributivi da trasferire, a raggiungere la quota virtuale di maggiore pensione ottenibile secondo il proprio ordinamento pensionistico. Il trasferimento della posizione contributiva avviene dall Ente per il quale l attività lavorativa è cessata all Ente in cui la posizione è attiva. L aspetto sfavorevole della ricongiunzione è che essa comporta generalmente un onere Totalizzazione Nella Totalizzazione i contributi non passano da un Ente previdenziale ad un altro e ciascun Ente calcola la propria quota di pensione. La totalizzazione è sempre gratuita. L aspetto sfavorevole è che nella totalizzazione la misura del trattamento pensionistico è determinata con le regole del sistema contributivo

7 Va tenuto presente che si può fare domanda o di ricongiunzione oppure di totalizzazione; la richiesta di totalizzazione è alternativa rispetto alla ricongiunzione e viceversa. Non possono essere fatte contemporaneamente la domanda di totalizzazione e di ricongiunzione Dopo aver fatto la domanda di ricongiunzione e dopo aver ricevuto la comunicazione ufficiale del costo della ricongiunzione li medico o odontoiatra può anche rifiutare di pagare ( inizialmente le prime tre rate); in tal caso può ripresentare la domanda dopo aver maturato altri 10 anni di contributi oppure a fine carriera sulla base della Circolare esplicativa del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale n.77 del 20 ottobre 1979 in riferimento ad una pronuncia della Corte dei Conti

8 LA TOTALIZZAZIONE La totalizzazione consente di utilizzare, in modo totalmente gratuito, gli spezzoni contributivi accreditati nei vari Enti sia per ricavarne una quota di pensione e sia per farli eventualmente valere nel computo dei requisiti per il diritto alla pensione di vecchiaia, di anzianità, di inabilità ed indiretta Riferimenti normativi della totalizzazione Decreto legislativo 42/2006 ( disciplina della totalizzazione) Circolare esplicativa n. 69 del 9 maggio 2006 dell INPS( periodi assicurativi coincidenti) Legge 247/2007 (Facoltà di cumulo per periodi non inferiori ai 3 anni e novità sul riscatto degli anni di studio) Decreto Legge 201/2011( Decreto Salva Italia ) convertito in Legge 214/2011 ( Abolisce il requisito minimo di 3 anni. Con l art 24, comma 19 del Decreto Legge 201/2011 è stata disposta la facoltà di cumulare i periodi assicurativi, non coincidenti, di qualsiasi durata ) Tra i destinatari i soggetti iscritti a INPS, INPS Gestione Separata,INPDAP e ENPAM

9 La totalizzazione è ammessa a certe condizioni: Pensione di vecchiaia in regime di totalizzazione. La pensione può essere richiesta al compimento del 65 anno (età identica per uomini e donne) qualora i periodi non coincidenti di contribuzione esistenti presso le diverse gestioni, sommati tra loro (cioè totalizzati), raggiungano almeno 20 anni complessivamente (totalizzazione di vecchiaia); Pensione di anzianità in regime di totalizzazione La pensione può essere richiesta anche prima del 65 anno, se la sommatoria dei periodi non coincidenti raggiunge o supera complessivamente i 40 anni (totalizzazione di anzianità) Pensione di inabilità in regime di totalizzazione. La pensione può essere richiesta a qualsiasi età, a condizione che risultino raggiunti, con la sommatoria dei periodi non coincidenti, i requisiti contributivi minimi previsti da ciascuna gestione per tale tipo di prestazione (ad esempio, per l ENPAM nessun requisito minimo contributivo, per l INPDAP e l INPS 15 anni di contribuzione ovvero 5 anni di cui tre nell ultimo quinquennio), nonché le ulteriori condizioni previste dalla Gestione previdenziale di ultima iscrizione al momento del verificarsi dell'evento o situazione invalidante Gli spezzoni contributivi minimi da totalizzare possono però essere inferiori a tre anni ( con l art. 24,comma 19 del Decreto Legge 201/2011 dal 1 gennaio 2012 si possono totalizzare tutti i periodi contributivi anche quelli inferiori ai tre anni) (In precedenza fino al 2008 non erano totalizzabili periodi inferiori a sei anni e fino al Decreto salva Italia periodi inferiori ai tre anni) La domanda di totalizzazione si presenta all Ente presso cui da ultimo sono versati i contributi previdenziali. Tale Ente è incaricato di svolgere un istruttoria che consiste nel chiedere agli altri Enti coinvolti il computo della quota di pensione di competenza e la verifica dei requisiti e nel comunicare l esito dell istruttoria all INPS All INPS poi spetta il compito di pagare la pensione complessiva, costituita dalle quote a carico degli Enti interessati

10 Con la totalizzazione si ha un unica pensione costituita dalle quote di pensione di rispettiva competenza delle varie gestioni in relazione alla contribuzione accreditata; la pensione sarà comunque corrisposta dall INPS e materialmente e lo stesso INPS a versare l assegno mensile che comprende le quote liquidate dai vari Enti Previdenziali. La pensione del Fondo Speciale (Ambulatoriali e Generici) anche se a carico dell ENPAM, sarà corrisposta dall INPS unitamente alla quota derivante dallo spezzone contributivo esistente presso le altre gestioni (INPDAP o lo stesso INPS) La domanda di totalizzazione deve essere presentata prima di andare in pensione Essa è quindi preclusa a chi già percepisce una pensione da un ente di previdenza obbligatoria, mentre se si percepisce una pensione complementare o altra rendita quale polizza vita la domanda di totalizzazione può essere espletata. La richiesta di pensione totalizzata si pone in alternativa rispetto alla ricongiunzione per cui ove quest ultima operazione fosse in corso, deve essere rinunciata e annullata contestualmente alla domanda di totalizzazione. L aspetto sfavorevole in assoluto della totalizzazione è il seguente: nella totalizzazione la misura del trattamento pensionistico è determinata con le regole del sistema contributivo, penalizzante rispetto al retributivo (Decreto legislativo 42/2006 art,4, comma 2) Tuttavia per chi abbia raggiunto i requisiti minimi per il diritto alla pensione in una singola cassa, la quota di pensione sarà determinata secondo il sistema previsto da quella gestione, che potrebbe, anche essere il più favorevole sistema di calcolo retributivo o misto (retributivo-contributivo)per i periodi di rapporto di lavoro dipendente pubblico o privato, oppure con il metodo proprio dell ENPAM (Circolari esplicative del Decreto legislativo 42/2006 )

11 Anche se le quote di pensione del Fondo Generale o dei Fondi Speciali totalizzate vengono erogate dall INPS, tutte le altre caratteristiche proprie della pensione ENPAM (in tema, ad esempio, di requisiti e quote di reversibilità) rimangono invariate;mentre per quanto l adeguamento automatico annuale al costo della vita le quote di pensione del Fondo Generale o dei Fondi Speciali totalizzate sono invece soggette al sistema di perequazione automatica vigente per le pensioni INPS Per quanto la Coincidenza dei periodi contributivi che Per i medici e gli odontoiatri, dal momento che con l iscrizione agli Albi essi sono automaticamente iscritti al Fondo Generale ENPAM, la possibilità di totalizzare appariva condizionata dalla contemporaneità dei periodi di contribuzione, quindi in contrasto con quanto recita l Articolo 1, comma 1 del Decreto Legislativo 2 febbraio 2006, n.42 sulla totalizzazione che consiste nella possibilità di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti La circolare esplicativa n. 69 del 9 maggio 2006 dell INPS chiariva che il riferimento alla coincidenza dei periodi assicurativi non avevano l effetto di precludere il diritto alla totalizzazione, ma semplicemente quello di puntualizzare che la contribuzione accreditata per periodi coincidenti deve essere conteggiata una sola volta. Quindi L iscrizione alla Quota A del Fondo di previdenza generale dell ENPAM non comporta in nessun caso l esclusione dalla facoltà della totalizzazione dei periodi contributivi

12 Ricongiunzione La ricongiunzione è un istituzione che consente di riunire i periodi contributivi maturati presso enti diversi e trasferirli presso un unico fondo con lo scopo di ottenere un unica pensione. Diversamente dalla totalizzazione e dalla totalizzazione retributiva la ricongiunzione comporta un onere I periodi ricongiunti sono utilizzati come se fossero sempre stati versati nel fondo in cui sono stati unificati e danno quindi diritto a pensione in base ai requisiti previsti dal fondo stesso La domanda di ricongiunzione può essere fatta in qualsiasi momento prima del pensionamento ed in caso di decesso dell iscritto ancora in attività, anche i familiari che hanno diritto alla pensione indiretta possono di ricongiunzione

13 Riferimenti normativi della ricongiunzione Legge 322/1958 ( Trasferimento dei contributi da INPDAP a INPS in alternativa al trasferimento a ENPAM senza onere ) ( Legge abrogata dall art 12, coma undecies della legge 122/2010) (Legge ripristinata dalla Legge di stabilità- Legge 228/ che ha abrogato l art 12 della Legge 122/2010) Legge 29/1979 (Trasferimento della posizione contributiva da INPDAP a INPS e viceversa) Legge 45/1990 (Trasferimento dei contributi da INPDAP o da INPS a ENPAM e viceversa) Sentenza della Corte Costituzionale 103/2001 (La valorizzazione dei riscatti degli anni di laurea) Legge 122/2010 art 12 (La ricongiunzione da INPDAP ad INPS comporta onere) Circolare INPS N. 97 DEL 22/7/2011 ( chiarimenti sulla legge 122/210) Legge di stabilità 2013 Legge 24/12/ 2012 n. 228 ( Totalizzazione retributiva)

14 La ricongiunzione da INPS ( ex-inpdap) a ENPAM e viceversa La ricongiunzione dall INPS ( ex-inpdap) all ENPAM può essere richiesta presso il Fondo di Previdenza Generale Quota A e serve, con i contributi da ricongiungere, ad aumentare la pensione di base. Un iscritto che contribuisce alla Quota B può effettuare una ricongiunzione ma i contributi ricongiunti confluiscono esclusivamente nella Quota A del Fondo. La ricongiunzione dall INPS ( ex-inpdap) all ENPAM può essere richiesta presso uno dei Fondi Speciali ( Fondo Medicina Generale, Fondo degli Specialisti Ambulatoriali, Fondo degli Specialisti Esterni) allorquando l iscritto da un attività di dipendenza passa un attività convenzionata. La ricongiunzione dall ENPAM all INPS ( ex-inpdap) può essere richiesta dai medici dipendenti che hanno versato contributi pregressi ai Fondi Speciali ENPAM ; in tal caso la ricongiunzione serve ad acquisire anni di contribuzione che servono per anticipare il pensionamento oppure per raggiungere il requisito minimo di 18 anni di contribuzione prima del 1996, al fine di ottenere che il calcolo della pensione INPDAP o INPS venga determinato con il metodo retributivo o misto retributivo-contributivo La ricongiunzione, soprattutto quella in base alla legge 45/1990, può risultare onerosa, a tal punto da rinunciarvi. I contributi da ricongiungere spesso risalgono ad anni addietro nel tempo e quindi di scarsa consistenza, tali da richiedere un onere non compensato da una valenza economica maggiore agli effetti pensionistici.

15 Ricongiunzione presso i Fondi ENPAM Requisiti La ricongiunzione puo essere richiesta entro e non oltre la data di presentazione della domanda di pensione. La posizione contributiva presso il Fondo nel quale si intende ricongiungere deve essere attiva. Aspetti La ricongiunzione deve interessare tutti i periodi di contribuzione maturati, e non una parte dei periodi, presso altre gestioni previdenziali presso le quali si è stati iscritti. Tuttavia, i predetti periodi non devono essere stati utilizzati o liquidati. La ricongiunzione ha un costo che, tuttavia, può essere compensato totalmente o parzialmente dall ammontare dei contributi da ricongiungere, trasferiti dall Ente esterno. A decorrere dal 1 Gennaio 2001 gli importi versati a titolo di ricongiunzione sono interamente deducibili dall imponibile fiscale (art. 13 del D.lgs. n. 47/2000).

16 Ricongiunzione da ex- INPDAP a INPS La ricongiunzione da INPDAP a INPS, dapprima gratuita, successivamente in base all art. 12 della Legge 122/2010 è diventata onerosa Considerazioni sull art.12 della Legge 122/2010 Con questa legge si cercava di scoraggiare i dipendenti della pubblica amministrazione ( con Ente previdenziale di riferimento INPDAP) a passare nel privato ( con Ente previdenziale di riferimento INPS) dove le regole erano più favorevoli al fine del conseguimento della pensione in termini temporali. La legge 122/2010 fu infatti varata per evitare l'aggiramento di una precedente norma che fissava l'età della pensione, per le donne del pubblico impiego, a 65 anni. Il Governo temeva che le donne effettuassero un passaggio strumentale dei contributi da INPDAP a INPS per evitare questo innalzamento dell'età pensionabile non prevedendo tuttavia alcuni effetti collaterali del provvedimento che colpiva molte persone ( tra cui molti uomini)che avevano già fatto questo passaggio in tempi non sospetti ed anche anni prima. Secondo la relazione presentata dal Ministero del Lavoro sarebbero 600 mila le persone in questa situazione In capo medico la questione riguarda medici e odontoiatri dipendenti delle strutture sanitarie pubbliche che sono passati a rapporto d impiego nelle strutture private in qualità di dipendenti Paradossalmente dal 1 gennaio 2012 per effetto del decreto legge numero 201 del 6 dicembre 2011 "decreto salva Italia", poi convertito con modifiche nella legge numero 214 del 27 dicembre 2011, l INPDAP è confluito in INPS La legge di stabilità 2013 (Legge 24/12/ 2012 n. 228) cerca di porre rimedio anche a quella situazione anomala venutasi a creare per effetto della Legge 122/2010 (di conversione del Dl 78/2010), che aveva abrogato la possibilità di trasferire gratuitamente i contributi da gestioni alternative presso l'inps come disponeva la Legge 322/1958

17 Totalizzazione retributiva Riferimenti normativi della totalizzazione retributiva Legge di stabilità 2013 Legge 24/12/ 2012 n. 228 La legge di stabilità introduce una nuova istituzione alternativa alla totalizzazione e alla ricongiunzione Una nuova modalità di cumulo dei contributi volta a conseguire un unica pensione sulla base dei periodi assicurativi non coincidenti posseduti presso più forme di assicurazione obbligatorie, esclusivamente per la liquidazione del trattamento pensionistico di vecchiaia, secondo le regole di calcolo previste da ciascun ordinamento e sulla base delle rispettive retribuzioni di riferimento La totalizzazione retributiva è una nuova modalità di cumulo alternativa alla totalizzazione e alla ricongiunzione La totalizzazione retributiva è una via di mezzo tra la totalizzazione e la ricongiunzione Non comporta oneri di spesa. E gratuita Essa riguarda i medici della dipendenza pubblica ( con riferimento previdenziale INPDAP) che sono passati alla dipendenza privata( con riferimento previdenziale INPS) ed i medici iscritti alla Gestione Separata INPS( Es. Specializzandi- Co.Co.Co.)

18 Se un medico o odontoiatra dipendente presso un azienda sanitaria ( dipendenza pubblica) ha trasferito la propria attività lavorativa presso una struttura privata in qualità di dipendente ( dipendenza privata) potrà far valere il cumulo dei propri contributi versati ad INPDAP e versati ad INPS per raggiungere i requisiti validi per il diritto alla pensione di vecchiaia,di anzianità, di inabilità ed indiretta La totalizzazione retributiva può interessare anche i medici e odontoiatri già iscritti alla Gestione Separata INPS non già pensionati ( Es. Specializzandi Medici e odontoiatri con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa Co.CO.CO.). Essi possono richiedere il cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti per ottenere un unica pensione. Aspetto sfavorevole Gratuità di ricongiunzione ma pensione più bassa Non si otterrà la pensione così come calcolato con l istituto della ricongiunzione, ma una pensione più bassa Infatti per quanto ciascun Ente( INPDAP-INPS) procederà a calcolare la quota di trattamento spettante con il sistema di calcolo retributivo, il calcolo finale non sarà lo stesso di quello che si sarebbe ottenuto con la ricongiunzione, perché ciascun Ente calcolerà la pensione sulla base delle rispettive retribuzioni. Non si otterrà una pensione basata unicamente sulla media degli stipendi degli ultimi anni, ma una parte sarà legata all importo delle retribuzioni risalenti anche molti anni addietro relative al rapporto previdenziale e di impiego precedente al nuovo rapporto ( da INPDAP ad INPS)

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva)

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo o Totalizzazione retributiva La legge di stabilità 2013 -Legge 24/12/ 2012 n. 228- introduce una nuova istituzione : il cumulo contributivo,

Dettagli

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti:

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti: Totalizzazione dei contributi È stata prevista da recenti disposizioni legislative per consentire l acquisizione del diritto ad un unica pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti a quei lavoratori

Dettagli

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione Il nuovo cumulo, terza via per la pensione La legge di stabilità 2013 (Legge n. 228/2012) per rendere meno gravosi i requisiti di accesso alla pensione dopo la riforma Monti-Fornero ha previsto, accanto

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2015, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2013,

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Fondo di Previdenza Generale Requisiti Età inferiore a quella di

Dettagli

RICONGIUNZIONI E TOTALIZZAZIONI: COSA CAMBIA DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ

RICONGIUNZIONI E TOTALIZZAZIONI: COSA CAMBIA DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ Numero 50 Febbraio 2013 RICONGIUNZIONI E TOTALIZZAZIONI: COSA CAMBIA DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ Con un colpo di scena degno dei migliori romanzi d appendice di fine 800 e sul filo di lana di una legislatura

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo

Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo Abrogazione legge 322/58 in particolari situazioni Cumulo periodi contributivi per pensione Vecchiaia Reversibilità Inabilità Corso agenti sociali FNP CISL

Dettagli

I FONDI DI PREVIDENZA

I FONDI DI PREVIDENZA Materiali si approfondimento sul convegno La previdenza in Italia organizzato da Studio Naldi I FONDI DI PREVIDENZA - assicurazione obbligatoria per invalidità, vecchiaia e superstiti L Assicurazione Generale

Dettagli

La Previdenza del Pediatra di libera scelta

La Previdenza del Pediatra di libera scelta ENTE NAZIONALE PREVIDENZA ED ASSISTENZA ENTE NAZIONALE MEDICI PREVIDENZA ED ODONTOIATRI ED ASSISTENZA DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI La Previdenza del Pediatra di libera scelta Pietro Fusilli Responsabile

Dettagli

Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013

Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013 Le pensioni in CUMULO ART.1 COMMI 239-246 LEGGE 24.12.2012, N 228 LEGGE DI STABILITA 2013 RICONGIUNZIONE Lavoratori iscritti a due o più forme di assicurazione: AGO INPS - IVS dipendenti e autonomi TOTALIZZAZIONE

Dettagli

" Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa "

 Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Monza Brianza " Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa " I redditi

Dettagli

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA La Gestione separata (G.S.) è una gestione pensionistica separata di nome e di fatto. Infatti la contribuzione ivi versata viene accreditata

Dettagli

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI 1 LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI DECRETO LEGISLATIVO N 42/2006 LEGGE N 247/2007 DECRETO LEGGE N 201/2011 CONVERTITO IN LEGGE N 214/2011 2 1 Totalizzazione La nuova disposizione esordisce con

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

Come sono cambiate le regole sulle pensioni

Come sono cambiate le regole sulle pensioni Foglio Informativo Anno 2012 - Numero 1 9 febbraio 2012 Newsletter per i soci Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma - Tel. 0683057422 Fax 0683057440 http://www.anse-enel.it

Dettagli

Gruppo di lavoro PREVIDENZA

Gruppo di lavoro PREVIDENZA Gruppo di lavoro PREVIDENZA OLTRE LA CLINICA. LA PROFESSIONE MEDICA OGGI Discussant: Dr. Giorgio Cavallero (Vice Segretario Nazionale ANAAO, Segretario generale CosMed) Dr.ssa Claudia Pozzi (Resp AG Regione

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 2014 1 Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota A Quota B 2 QUOTA

Dettagli

LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini. ENPAM - Fondo Generale

LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini. ENPAM - Fondo Generale LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini ENPAM - Fondo Generale CONVENZIONE ENPAM Fondi Speciali LIBERA PROFESSIONE ENPAM Reddituale DIPENDENZA INPDAP INPS ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2012,

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 03/10/2013 Circolare n. 140 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Requisiti Ammontare del contributo

Requisiti Ammontare del contributo 1 Requisiti Rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti) in qualità di Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta ed addetti ai servizi di continuità assistenziale

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria www.logicaprevidenziale.it A Adeguamento della pensione: Rivalutazione annuale delle pensioni in essere in base all aumento del costo della

Dettagli

DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI

DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI SETTORE PUBBLICO Fondo dipendenti enti statali (ex INPDAP) Fondo dipendenti enti locali e Asl (ex IINPDAP) SETTORE PRIVATO Fondo lavoratori dipendenti

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 09/09/2011

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 09/09/2011 Direzione Centrale Pensioni Roma, 09/09/2011 Circolare n. 116 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Pollenzo 20 Aprile 2012 Luca Valdameri Riferimenti normativi Riforma Amato (decreto legislativo 503/1992 e decreto legislativo

Dettagli

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato Previdenza LE Pensioni Gli ultimi aggiornamenti sugli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato il tetto di retribuzione

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI A chi si rivolge La totalizzazione può essere esercitata dai soggetti iscritti a due o più forme di previdenza obbligatoria. Requisiti Pensione di vecchiaia: occorre avere

Dettagli

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 g A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 RETRIBUTIVO : Da retributivo a contributivo La pensione viene calcolata riferendosi allo stipendio: QUOTA A ) Dipendenti pubblici : ultimo percepito,

Dettagli

A cura di Claudio Testuzza. aggiornato a Dicembre 2013

A cura di Claudio Testuzza. aggiornato a Dicembre 2013 g A cura di Claudio Testuzza aggiornato a Dicembre 2013 RETRIBUTIVO : Da retributivo a contributivo pensione viene calcolata riferendosi allo stipendio: QUOTA A ) Dipendenti pubblici : ultimo percepito,

Dettagli

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI F E D E R M A N A G E R Via Ravenna 14-00161 ROMA U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. UNIONE SINDACALE CAPITANI UNIONE NAZIONALE CAPITANI LUNGO CORSO AL COMANDO DIRETTORI di MACCHINA Segreteria Nazionale 16121

Dettagli

I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme

I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme - quando si può andare in pensione - come si calcola la pensione 1 Tutele previdenziali per i medici attività libero professionale attività lavoro

Dettagli

IL SISTEMA PENSIONISTICO

IL SISTEMA PENSIONISTICO IL SISTEMA PENSIONISTICO LA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE : CONTRIBUZIONE, FONDO PENSIONE LAVORATORI DIPENDENTI IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO Il cardine della tutela previdenziale riguarda la soddisfazione

Dettagli

Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro

Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 77 Gennaio 2014 Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro Una cassa lì, una cassa là: come si mettono insieme i contributi frammentati

Dettagli

LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA UIL F.P.L. TORINO - PIEMONTE

LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA UIL F.P.L. TORINO - PIEMONTE LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA Con la totalizzazione il dipendente può cumulare i contributi versati presso due o più enti previdenziali per ottenere un unica pensione (decreto legislativo 42 del 2 febbraio

Dettagli

Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro

Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 77 - rettificato - Gennaio 2014 Ricongiunzione, totalizzazione, cumulo, computo ed altro Una cassa lì, una cassa là: come si mettono insieme i contributi

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184.

DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184. Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria

Dettagli

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria.

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria. ISTITUTO Roma, 17 maggio 2006 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Generale Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

La previdenza dei medici dipendenti dal Servizio Sanitario Nazionale (ex Cassa Pensioni Sanitari = CPS)

La previdenza dei medici dipendenti dal Servizio Sanitario Nazionale (ex Cassa Pensioni Sanitari = CPS) La tutela previdenziale del medico dipendente La tutela previdenziale del lavoro dipendente fa capo, in linea generale, al sistema di Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) per l invalidità, la vecchiaia

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 9 del 17-1-2008.htm legge 24 dicembre 2007, n. 247. Nuove disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi contributivi. Direzione centrale

Dettagli

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI manovre correttive 2010/2011 e decreto salva-italia A cura di Giuliano Coan Esperto Previdenzialista 1 decreto legge n. 201 del 6/12/2011,

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota

Dettagli

V. Contributi ENPAM PREMESSA. visionare: 2014; il Vademecum aggiornato al 2014; il Regolamento del fondo di previdenza generale:

V. Contributi ENPAM PREMESSA. visionare: 2014; il Vademecum aggiornato al 2014; il Regolamento del fondo di previdenza generale: AM V. Contributi ENPAM idenza - Versamento Premessa - dei I Fondi contributi di Previdenza al Fondo - di Versamento dei contributi al Fondo di e si compila Previdenza la dichiarazione Generale - - Modalità

Dettagli

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2003

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2003 LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE Marzo 2003 ENPAM LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM A cura della Direzione dei Servizi del Dipartimento della Previdenza Marzo 2003 I INDICE Contributi FONDO DI PREVIDENZA

Dettagli

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo.

Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. Istituzione dell integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo. A) La prestazioni per invalidità nel regime generale obbligatorio La legge

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia

Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia La Previdenza Sociale in Italia Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia BBF&Partners, Servizi per la Gestione delle Risorse Umane 1 2 L Assicurazione Previdenziale Obbligatoria

Dettagli

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM a cura di Marco Perelli Ercolini 2005 LA PREVIDENZA DEI MEDICI CON ATTIVITA PROFESSIONALE A RAPPORTO DI LAVORO IN DIPENDENZA

Dettagli

LA PREVIDENZA PUBBLICA. Docente: Andrea Milesio

LA PREVIDENZA PUBBLICA. Docente: Andrea Milesio LA PREVIDENZA PUBBLICA Docente: Andrea Milesio Il contesto Il contesto Il contesto Per quanto tempo ancora sarà sostenibile questa situazione? La Previdenza Pubblica ante riforma Fornero 6 Il sistema

Dettagli

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE LE FINALITÀ DI PREVIDENZA OBBLIGATORIA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Collegio Provinciale IPASVI di Gorizia L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA ISTITUITA IL 24/3/1998

Dettagli

Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali.

Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali. Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali. Art. 1. 1. Al lavoratore dipendente, pubblico o privato, che sia o sia stato iscritto a forme

Dettagli

DIREZIONE PRESTAZIONI

DIREZIONE PRESTAZIONI DIREZIONE PRESTAZIONI Regolamento di disciplina del Regime Previdenziale (Deliberazione dell AdD del 27-28/11/2003) (D.I. 14 luglio 2004) La svolta del sistema previdenziale: come cambiano le prestazioni

Dettagli

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014.

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. Prot. SN-06 del 04/02/2014 Alla Cortese attenzione del Segretari provinciali Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. La riforma Fornero (legge n. 204 del 22.12.2011)

Dettagli

La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti. Dott. Massimo Brisciani

La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti. Dott. Massimo Brisciani La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti Dott. Massimo Brisciani Requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia art. 2 D.Lgs. 503/1992 Si acquisisce il diritto alla pensione al compimento

Dettagli

Varato in via definitiva il DPR di armonizzazione di alcune gestioni ex Enpals, ex Indap e Inps ai requisiti della legge 214/2011

Varato in via definitiva il DPR di armonizzazione di alcune gestioni ex Enpals, ex Indap e Inps ai requisiti della legge 214/2011 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo http://new.cgil.bergamo.it/inca/ 11 settembre 2013 Numero 21 Varato in via definitiva il DPR di armonizzazione di

Dettagli

nuove regole nuovo sistema di calcolo (valentino favero)

nuove regole nuovo sistema di calcolo (valentino favero) le nuove pensioni dal 1 gennaio 2012 nuove regole nuovo sistema di calcolo (valentino favero) D.L. 6 dicembre 2011, n.201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n.214, art.24 «3. Il

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

PREMESSA. Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni

PREMESSA. Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali. Direzione Centrale delle Prestazioni Studio e Ricerca per lo Sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali Direzione Centrale delle Prestazioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 28 Ottobre 2002 Circolare

Dettagli

Periodi Non Valutabili

Periodi Non Valutabili RICONGIUNZI ONE ART. 2 LEGGE 29/79 Essere in attività di servizio. Si ricongiungono i periodi precedenti la domanda e non anche quelli resi successivamente. Per questi ultimi una seconda domanda può essere

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Roma, 05/03/2010 Circolare n. 33 Allegati n.2 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori

Dettagli

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR Il sistema previdenziale obbligatorio dei liberi professionisti Previdenza

Dettagli

LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45

LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45 LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45 Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti Art. 1 - Facoltà di ricongiunzione 1.1 - Al lavoratore dipendente, pubblico

Dettagli

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Le schede di approfondimento della Federazione Confsal-Unsa A cura dell Avv. Pasquale Lattari n. 4 I SISTEMI DI CALCOLO DELLA PENSIONE RETRIBUTIVO E CONTRIBUTIVO.

Dettagli

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM Il sistema previdenziale di categoria Fondi di Previdenza ENPAM Obbligatorietà dei Fondi I Fondi di Previdenza ENPAM sono tutti ad iscrizione obbligatoria ed automatica: 1) FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione Centrale Pensioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Roma, 05/11/2010 Circolare n. 142 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Roma, 06/08/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 120

Roma, 06/08/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 120 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 06/08/2013 Circolare

Dettagli

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE Enpals: le pensioni di anzianità e vecchiaia dal 2008 (Enpals, Circolare 15.2.2008 n. 1) Modifiche alla legge 23.8.2004 n. 243 introdotte dalla legge 24.12.2007 n.247 recante Norme di attuazione del protocollo

Dettagli

LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE

LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI I TIPI DI PENSIONE Le PRESTAZIONI PREVIDENZIALI sono un trasferimento di denaro che sostituisce il reddito da lavoro nel momento in cui si verificano determinati eventi, quali:

Dettagli

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2004

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2004 LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE Marzo 2004 ENPAM LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM A cura della Direzione del Dipartimento della Previdenza Marzo 2004 I INDICE Contributi FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

WORKSHOP PER I DELEGATI

WORKSHOP PER I DELEGATI WORKSHOP PER I DELEGATI PRINCIPI IN MATERIA PREVIDENZIALE: il retributivo ed il contributivo; il Dott.ssa Paola Celli ROMA, 20 FEBBRAIO 2014 PRINCIPI IN MATERIA PREVIDENZIALE: il retributivo ed il contributivo;

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE

REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE ALLEGATO B Testo in vigore Art. 1 Testo emendato Art. 1 Il Fondo di Previdenza a favore dei Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta,

Dettagli

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap)

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) ENPAM La pensione di inabilità assoluta e permanente è una prestazione economica che viene erogata da ENPAM ai medici e odontoiatri

Dettagli

Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di

Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di Le pensioni Art. 38, comma 2, Costituzione: I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia,

Dettagli

RIFORMA DINI. Legge 08 agosto 1995 n. 335

RIFORMA DINI. Legge 08 agosto 1995 n. 335 RIFORMA DINI Legge 08 agosto 1995 n. 335 La legge 335/95 ha previsto tre distinti sistemi per la determinazione delle pensioni: Sistema contributivo per neoassunti dall 1 gennaio 1996 e per coloro che

Dettagli

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti 1.1 - Gli iscritti ad Inarcassa possono riscattare: a) il periodo legale dei corsi di laurea d ingegneria e di

Dettagli

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Numero 62 Settembre 2013 TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Torna, con molte novità e senza oneri per lo Stato, il cosiddetto prepensionamento ovvero quella forma di ammortizzatore sociale

Dettagli

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA NAZIONALE FLP SCUOLA 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flpscuola.org Email: info@flpscuola.org tel. 06/42000358 06/42010899 fax.

Dettagli

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi C era una volta. Le pensioni ieri ed oggi Dalla riforma Amato a Monti. I fondamentali della previdenza Piramide società Spesa Protezione sociale Speranza di vita Rapporto attivi/non attivi L invecchiamento

Dettagli

Roma, 08/01/2008. e, p.c.

Roma, 08/01/2008. e, p.c. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 08/01/2008

Dettagli

A cura dello SPI CGIL di SIENA SIENA

A cura dello SPI CGIL di SIENA SIENA A cura dello SPI CGIL di INDICE 1. CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 2. CONTRIBUZIONE 3. PEREQUAZIONE CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 Introduzione del pro-rata

Dettagli

sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it

sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it obbligo iscrizione praticanti NO praticanti con patrocinio NO obbligo avvocati NO obbligo salvo superamento

Dettagli

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI manovre correttive 2010/2011 e decreto salva-italia A cura di Giuliano Coan Esperto Previdenzialista 1 decreto legge n. 201 del 6/12/2011,

Dettagli

RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI

RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI Si sintetizzano, nelle schede che seguono, gli effetti che, in materia di pensionamento e di trattamento pensionistico, si avranno qualora dovessero essere approvate

Dettagli

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA Fino al 31/12/97 l arrotondamento veniva fatto ai sensi del comma 2 dell art. 40 del DPR 1092/73 (vedi allegato 1). L anzianità complessiva era arrotondata in

Dettagli

BREVI CENNI SULLE NORME PREVIGENTI DEL SISTEMA PENSIONISTICO.

BREVI CENNI SULLE NORME PREVIGENTI DEL SISTEMA PENSIONISTICO. Circolare n.1/2008 Prot. n.1008/cm0447 del 23.1.2008 Posiz. UFFICIO RISCATTI E PENSIONI Allegati n. - Al personale di ruolo e non di ruolo dell Università degli Studi del Sannio L O RO S E D I OGGETTO:

Dettagli

MEMORIA AIVITER. Aggiornamento al 30 maggio 2015

MEMORIA AIVITER. Aggiornamento al 30 maggio 2015 MEMORIA AIVITER. Aggiornamento al 30 maggio 2015 PENSIONAMENTI ANTICIPATI (ex pensioni anzianità) per il triennio 2015-2017 senza penalizzazione. Computo più favorevole della anzianità contributiva minima

Dettagli

Requisiti per l accesso al trattamento pensionistico a decorrere dal 1 settembre 2014

Requisiti per l accesso al trattamento pensionistico a decorrere dal 1 settembre 2014 Requisiti per l accesso al trattamento pensionistico a decorrere dal 1 settembre 2014 Requisiti in vigore fino al 31/12/2011 e modifiche introdotte dal D.L. 138/2011 a cura di Giovanni Cadoni (Gilda Insegnanti

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali assicurati

Dettagli

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM a cura di Marco Perelli Ercolini 2009 LA PREVIDENZA DEI MEDICI e DEGLI ODONTOIATRI CON ATTIVITA PROFESSIONALE A RAPPORTO DI

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS

NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS L' INPS ha fornito chiarimenti in merito alla nuova riforma pensionistica, introdotta con il cosiddetto decreto-legge salva Italia e modificata dal Milleproroghe,

Dettagli

I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico. ex INPDAP

I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico. ex INPDAP I trattamenti pensionistici nel sistema previdenziale pubblico ex INPDAP dicembre 2012 I SISTEMI PREVIDENZIALI Definizione Per Sistema Previdenziale intendiamo l'insieme delle regole che disciplinano il

Dettagli

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC CENTRO INFORMATIVO DICEMBRE 2006 FISAC FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL SOSTEGNO DEL REDDITO Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi Internet: http://www.cgil.it/fisac.sanpaolo E-mail:

Dettagli

Università degli Studi di Parma

Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma -Settore Previdenza- Guida al sistema previdenziale del personale docente e tecnico-amministrativo Redazione a cura del personale del Settore Previdenza (aggiornata al novembre

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 41. Roma, 30/11/2011. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Ai Dirigenti Generali Centrali e Regionali

NOTA OPERATIVA N. 41. Roma, 30/11/2011. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Ai Dirigenti Generali Centrali e Regionali Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio III TFS, TFR, ASV e Previdenza Complementare Roma, 30/11/2011 NOTA OPERATIVA N. 41

Dettagli