George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander"

Transcript

1 Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns

2 2

3 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5 At Pmo Scn I 1-1 Coro. Viv il st Alcid 1-2 CESARE. A. Psti o l Egizi trr Scn II 1-4 Rcit. Scn III 1- CESARE. A. Empio, rò, tu si, gliti Scn IV 1-8 CORNELIA. A. Pv son d ogni nfor, pur spm 1-10 SESTO. A. Svglitvi nl, fu d un lm offs Scn V 1-12 CLEOPATRA. A. Non sprr; chi sà? s l g Scn VI 1-14 TOLOMEO. A. L mpio, s, indg vor Scn VII 1-15 CESARE. Rcit. Alm dl grn Pompo 1-17 CESARE. A. Non è si vgo bllo il fior nl pr 1-19 CLEOPATRA. A. Tut può donn vzzos, s moros Scn VIII 1-21 CORNELIA. Aoso. Nl tuo s, ssso 1-23 SESTO. A. Cr spm, qus tu nci lusingr 1-25 CLEOPATRA. A. Tu stl si, mbi sprnz Scn IX 1-27 CESARE. A. V tci nss, qund vido Scn X 1-28 Rcit. Scn XI 1-30 ACHILLA. A. Tu si il r qus 1-32 SESTO. Dut. Son n sospirr, il dolc CORNELIA. Son nt gmr, il dolc At Sndo Scn I 2-1 Rcit. Scn II 2-3 SINFONIA. 2- CLEOPATRA. A. V doro, pupil, stt d Amo 2-8 CESARE. A. S in fio m pr Scn III 2-9 CORNELIA. Aoso. Dh, pingt, oh msti lu Scn IV 2-12 ACHILLA. A. S m si crud, ogn or 2-14 TOLOMEO. A. Sì spitt, il tuo go svgli Scn V 2-15 Rcit. Scn VI 2-17 CORNELIA. A. Css o sospir! è smp 2-19 SESTO. A. L ngu offso pos Scn VII 2-21 CLEOPATRA. A. Vn bl, pr un istnt, dh Scn VIII 2-24 CESARE. A. Al mpo dll r qust lm gurr 2-25 CLEOPATRA. Rcit. Ch sn? oh Dio! 2-2 CLEOPATRA. A. S pità m snti, gius cil Scn IX

4 TOLOMEO. Aoso. Bl d qus Scn X 2-29 Rcit. Scn XI 2-31 SESTO. A. L ur ch spir tirn firo At Trzo Scn I 3-2 ACHILLA. A. Dl fulgor qust spd Scn II 3-3 SINFONIA. 3-5 TOLOMEO. A. Domrò tu fizz ch il o tro Scn III 3-7 CLEOPATRA. A. Pingrò sort, si crud Scn IV 3-8 CESARE. Rcit. Dll ondoso pglio slvo 3-9 CESARE. A. Au, dh, pr pità spirt Scn V 3-12 CESARE. A. Qul rnt ch cd dl mont Scn VI 3-14 SESTO. A. L giustizi h già sull r Scn VII 3-15 CLEOPATRA. Rcit. Voi, ch fid ncl 3-17 CLEOPATRA. A. D tmpst il g infrn Scn VIII 3-18 Rcit. Scn IX 3-20 CORNELIA. A. Non h più ch tm qust lm Scn Ultim 3-21 SINFONIA CLEOPATRA. Dut. Cro! più mbi bltà 3-25 CESARE. Coro. Bl! più mbi bltà Rirni o nl stro

5 OUVERTURE Algro. 47

6 ATTO PRIMO SCENA I 1-1 CORO Vi v, vi v il stro Al ci d! Vi v, vi v il stro Al ci d! 8 Vi Vi v, v, vi vi v v stro Al il il stro Al ci ci d! d!

7 ATTO PRIMO, SCENA I. 7 2 go d, go d, go d il Ni lo in qu s go d, go d, go d il Ni lo in qu s 8 go go d, d, go go d, d, go go d il d il Ni Ni lo in lo in qu qu s s 32 dì! O gni spig gi dì! O gni spig gi 8 dì! dì! O O gni gni spig spig gi gi

8 8 GIULIO CESARE, REDUCTION 39 pr pr lui lui d, d, o o gni f gni f fn fn già già sp sp rì; rì; 8 pr pr lui lui d, d, o o gni f gni f fn fn già già sp sp rì; rì; 4 o gni spig gi pr lui 8 o o o gni gni gni spig spig spig gi gi gi pr pr lui pr lui lui

9 ATTO PRIMO, SCENA I d, d, o o - gni f gni f fn fn già già sp sp rì. rì. 8 d, d, o o gni f gni f fn fn già già sp sp rì. rì. 58

10 GIULIO CESARE, REDUCTION CESARE. Psti o l'egizi trr CESARE. stcc. 4 zi sti o 8 gi r, P p tr zi gi tr l E m i r, l E su m l pl 12 pl vin r, su ci pl su m, 15 su m,

11 11 ATTO PRIMO, SCENA I. m p p sti o 18 zi gi l E r tr pl i f f r, ci m l vin su pl 22 m, su pl p f f 25 su pl r, ci m l su m, vin pl f m, 28 su p gi l E tr zi sti o 31 pl su r m l r, ci p pl vin

12 GIULIO CESARE, REDUCTION su r sti o pl l E 39 m l r, m, ci tr vin zi gi p p r; ci 43 su pl m l su pl su f m, vin 47 vin f r! ci m l pl 51

13 13 ATTO PRIMO, SCENA II. 1-3 Rcittivo. s; già sn vin fit Pom s vn Cu CESARE o, C vi d, n, git d E Rè. l stuo lo 4 CURIO Si quì, Tu r pr o p vn in suoi d lo r gur zr for n vr chi i sn Mà m. 7 vi n? sti tm pun po p gr, g giun nir v tr, p SCENA II 1-4 Rcittivo. s C t? l l o p sor n t po tm st un s, qu n Cor li. st è CESARE Qu n dl Pom sor Oh CURIO t! T hn gli D tu. vi so il i gi og br li d. t 5 c m Ro già è CORNELIA gr, Si 2 4 C go v cil, li il CESARE D il s do. mon lor è d ch g g 9 g, do pon Gio dl b l or grnd

14 14 GIULIO CESARE, REDUCTION C s tmpio, C ch chi, ozio l fin, s b brc ci, grn gr m d ozio l dstr! sti Sci pio ni, l t Cor n li? Virtù d grn l r dor Mr t stin ; CORNELIA D p c ll r! è il prdonr offs; si vin ci r dl vinci SESTO Do n l st l vn g Pomp o, il vin. SCENA III 1-5 Rcittivo. 4 ACHILLA d 9 L t li Rg gi un tbut o To lo d do rr ti im. tro o t of f in l gr go, CESARE Ciò ch To m o c cl so ro, lo off l l m pr tuo gl p, in p g d st d su f d po so, qu st in do qun può C s ggrd. dl grn Pom p ACHILLA o Ac ciò l I suprb 13 tst bs l gl tro off l tuo pid. (U dgli Egizii sv il bci, sopr il squ si il cpo tron Pompo.) CESARE Giulio, ch? SESTO Oh Dio! ch

15 ATTO PRIMO, SCENA III vg gio? CORNELIA Ahi ss! 4 2 n sort! o t soro! CURIO CORNELIA Grnd rr! To lo mo, brbro tr 22 r!, io mn io (Si svin.) mo ro... CESARE Cu o, sù por gi (Cs ping.) i t Corn li, ch n gu! CURIO Ch sr go? Oh 2 stl! il o bl so sn gu? ACHILLA (Qu st è Cor n li? Oh ch bltà! ch vol!) SESTO P d! Pom 30 o! gnitc! blim l suo c n p +4 2 Oh Di --o! CESARE Pr dr ur n su il lust, srb si si bil 34 tschio. ACHILLA Oh Di! CESARE E tu invo ti, prti! Al tuo sig, ch l o p d gi, sin bn, o 39 ml, SESTO son smp smpio. Ch è Rè, chi è Rè fllon, chi è un mpio. ACHILLA C s, fn 43 l i... CESARE Vn n! vr rò l g gi p ch og gi il so tr tr mon si vg gi.

16 GIULIO CESARE, REDUCTION 1 1- CESARE. Empio, rò, tu si, gliti Algro. CESARE. 4 7 chi tà, gli ti i, glioc 10 si si dl cru Em tut si, pio, tu rò, tà, 13 cru dl tut

17 ATTO PRIMO, SCENA III si tut cru dltà; f 19 m pio, rò, p tu si, m pio, rò, tu si, 22 gliti gliocchi i, si tut cru dl tà, 25 si tut cru dl tà; 28 m pio, rò, tu si, gliti gli chi i,

18 GIULIO CESARE, REDUCTION 18 m tà, dl 31 pio, tu rò, tut cru si, si cru 34 dl tut si cru 37 tà, f si tut tà. dl Fin. 40 è qul d Rè 43 gor, r, Non ch Rè qul r, ch n si l è d do

19 19 ATTO PRIMO, SCENA III. pi h ch in sn 4 tà, n h gor, pi tà, do sn si l ch in d è 49 Rè r, qul ch h tà, pi ch in sn do h tà, 52 gor, ch in sn n si l pi D Cpo. tà. pi ch in 55 sn h

20 GIULIO CESARE, REDUCTION 20 SCENA IV 1-7 Rcittivo. d vi r n st! g +4 2 qust l h! vo r Già CURIO s. n in n Cor Oh CORNELIA li! SESTO M CURIO d! m! tn vn in (Vuol rpi spd dl fin Ss pr isvnrsi, Cuo frsrn.) dl CURIO Fr gu sn in tin ti gr sn. 5 o r, il m l l d c ci ro ci r, d ti s spo do t r vn d, si gr t g, vi il s fr ro. 9 Cu ch n o, qul pour n t? CUR. Sì. CORNELIA s Spo Tu SESTO si! n CORNELIA Am ti mu cr s ti 13 d. su n sp prà o, p Pom tn 17 li, n m b s Cor CURIO si? ; sol r m in rò l sp tuo bor pr, vo mo giu mr (prt.) qu sc 21 ti. str! ti, r M SESTO rà d! CORNELIA s Vi m tu f 25 ro spo C so, z il SESTO sn d, io ch trà c d? z il squ sn s p Or

21 ATTO PRIMO, SCENA IV CORNELIA. Pv son d'ogni nfor, pur spm CORNELIA. Lrgo Pv son d ogni nfor, pur sp m mo pr m m s 11 r v è, nò, v è, pv son dó gni n for, pur sp m mo r 24 pr m s r vè, pr m s r v è, nò, v è, pr m s r v è. 37 Fin. Il o r, d pn s sor, è già 49 stn sof f, mo r si ni g m, mo r si ni g m,

22 22 GIULIO CESARE, REDUCTION 0 mo r si ni g m, mo r si ni g m, mo r si nig m. D Cpo. 1-9 Rcittivo. SESTO. V ni so i mn ti; è tm po, oh S s, o vn cr il p d; si 4 sv gli l vn dt t l ni m n ghit s, ch of f s d un ti rn in vn po s SESTO. Svglitvi nl, fu d'un lm offs SESTO. 4

23 ATTO PRIMO, SCENA IV Sv gli t vi nl p, fu d un l m of f s, fr d un tr 10 r spr vn dt t! sv gli t vi, sv gli t vi nl 13, fu d un l m of f s, fr d un tr r s pr vn dt 1 sv gli tvi, sv gli tvi, t, sv gli t vi nl 19, fu d un l m of f s, sv gli t vi nl, fu d un lm of

24 24 GIULIO CESARE, REDUCTION 22 f s, fr d un tr r, d un tr r s spr vn dt 25 t, fr d un tr r, fr d un tr r, d un tr 28 r s pr vndt t! f 32 Fin Lrgo L om br dl g ni c r f s

25 25 ATTO PRIMO, SCENA IV. l om 42 dl br t il gor, c: spt si t; glio, fi fi t il r c: 50 g gor, cc f s, glio, ni fi si 57 D Cpo. glio, gor, fi t, t. spt si sp t il glio,

26 GIULIO CESARE, REDUCTION 2 SCENA V 1-11 Rcittivo. bo r do lo po Ar r cn s qu ro Si su gni CLEOPATRA R tr; p Co r po l d gio in sg o sol, pt h r su giu st qu tro l vr, bn cr s ; do d fi i voi sù, chi fi tr ch? vn sti Ch CLEOPATRA ti! lo To fè il mo NIRENO? cr Tron str 11 f n tr d n, i fu in (ntr Ni.) d. R NIRENO! ch p stui p CLEOPATRA Stl o. lir st Pr si l por NIRENO t? po... c Ohi CLEOPATRA bi 1 NIRENO Pom grn Dl mè! chi? mn gli NIRENO dò? CLEOPATRA... Ch. vol L s m ni so C glio 20 do frà vol ni in mn s dò s tn d st; C l, Ni tu, t sol son tr por CLEOPATRA Sù, ti pr 24, qui tu fi i t o? p Non CLEOPATRA To rà m ch lo m do gur tr; l 29 glio, f c l vn gli sr Ch NIRENO t., vi sr

27 ATTO PRIMO, SCENA V cpo Pom p o, C s o bligh rò; in v spir l tro, gli è il gr m, 39 gin (ntr Tolomo.) io so. TOLOMEO Tu gnr p tn, donn suprb l tr? CLEOPATRA Io ciò ch è o ntndo; 44 ro n do vu t l fron t st giu mn t p tn do. TOLOMEO Vn n, r n o, fol, qul donn è 48 l u so, sct tro in v c trt tr l go, il fu so! CLEOPATRA An zi tu pur, f f n 52 mnt, v, dll tà +4 2 su i p nti l bo, g in v c l tivrgli mo!

28 GIULIO CESARE, REDUCTION CLEOPATRA. Non sprr; chi sà? s l g Algro, mà troppo. p CLEOPATRA. p f 5 po piùf piùf v p t in sor vr l i, 10 mor sp sp Non rr, g chi rr; s l sà? sor t in v, l v 14 mor, s l g 18 mor, v t in sor f f sà? chi sà? chi

29 ATTO PRIMO, SCENA V Non sprr, chi sà? s l g l v, v sor t in mor, 27 v sor t in mor, p sprr, sp rr; chi sà? s l g l 32 v, v sor t in mor, s l g l v, v sort in mor, v sort in mor, chi 37 sà? v sort in mor, v sort in 42 mor. f Fin.

30 30 Mi rn do u n bl tà in GIULIO CESARE, REDUCTION s s tro vr n so un r, n so r 51 un r, n so r un r, in 55 s s tro vr n so r un r, n so r un r. D Cpo. SCENA VI 1-13 Rcittivo. ACHILLA Si, Si TOLOMEO gr! A chil, m fù il c po tron d C s gr 4? 7 ACHILLA TOLOMEO ACHILLA Sdgnò l opr. Ch sn? T ccusò d ins ACHILLA Il pr, m? o n si glio p pn, oh To lo m o! TOLOMEO troppo r. Tnt o s un vil Ro vr rà C s in

31 31 ATTO PRIMO, SCENA VI. Pom o. TOLOMEO Chi m c dè 10 n dur l im rà vn r dt tu p d c stui, t; t in pi gio bo pr su l 13 s d, Pom Io ACHILLA m pro ti po s? p il dr stin ti sti vo r n TOLOMEO È tn v g? 1 d. c in o m il p mo gli tuo, tuo n il A 19 glio si è ACHILLA L c n, l g im vol g? pi TOLOMEO l bl s r Muo 22, muo r, po l vn n, ; stl il c C poi s, n. (prt Achil.) r pn s Ro m, op ps lui, li b 25 stn dl t r d so piè go. ro sio o più ch g si mor sp d. 28 t o z l lui fr mz v d,

32 GIULIO CESARE, REDUCTION TOLOMEO. L'mpio, s, indg vor Algro, stcc. 8 3 TOLOMEO. pio, 7, g, d in L m s g, il vor 15 br, L m stur pir r in, g d pio, s stur br br stur 23 sì, f ; 30 p sì c pio,, in l m s

33 33 ATTO PRIMO, SCENA VI. p c r il pir 38 g ; sì br d stur vor g, s, d in pir vor 45 g p s l m l m, il pio, g, pio, r br stur 52 p Adgio. sì c 1 Fin.. f m m ch in p t, tr m m ch in tr Mà p vi pur d pr t,

34 GIULIO CESARE, REDUCTION 34 si f r do vi t d suo 74 pr mà d pur ; dll tr ch in m 80 m dll vi vi t p t, r do suo f d 8 D Cpo. si! SCENA VII 1-15 CESARE. Alm dl grn Pompo CESARE. Lrgo.

35 35 ATTO PRIMO, SCENA VII. r nr c ch l o, p 4 vi in suo d in grn m Pom dl Al dzz, grn f i om br i, Co br om un si. tu tro +4 2 tuoi 9 sì om, fur si br gi t g bil cu vo oc un pò vi sol gi og in gur do in mon r, tr 14 n fi chi. J n l m s u f il n so. ss è un r, tr fi il v n ur un pol r. sr 18 piò è ci (hi ci pn il s so!) scu Tl 23 strug fio, m un sof for ti ti vi r s Mi un g fi t! è 7 tuo frl! st qun oh.

36 GIULIO CESARE, REDUCTION Rcittivo. m. Ro pur. CESARE si s Tr CLEOPATRA g Sn CURIO (ntr.) vn C l chi nr chi d bi Quì zl don Li p sr io o C vo 5 cil m p il sot t; d E n git mà gl pllo, tr, stuol d bil sn gu z bl n. t CESARE (Qun 10 t d un z bin sm sol gli, br lo To mo tu for ro u b r, p sur vol z, Li gi og 14 qust l rò ch lo si o rn ti n!) u m lo To li n spz? Cor (S CURIO A f flit, t, 18 vol m l bl si in vn vn ti l Ro m g ti spt tuo chig m, CLEOPATRA (s'ingicchi vnti Cs, c pigndo.) st,.) giu t pin gio in, don t zl 22 d o v b r Di o! zi. (Oh CESARE sti (Cs v d trr Coptr.) r!) n tu Sfor n m in mo tu rò sor t. bi li 25 bl (Ch r in t, gio dg tr por là st og gi

37 ATTO PRIMO, SCENA VII cn!) CURIO (Ch bl sn!) CLEOPATRA Si gr, i tuoi f vo gn qust l m. CESARE E tu chio m i 1-17 CESARE. Non è si vgo bllo il fior nl pr Algro.. 4 Non è si v go bl lo il fior nl pr 7, qunt è v go gn ti il tuo bl vol ; è si v go bl lo il fior nl pr 11, qunt è v go gn ti il tuo bl vol ; f

38 GIULIO CESARE, REDUCTION 38 si bl è il nl pr 15 v lo fior go è v ti v qunt è qunt gn 19 è v, gn qunt go gn go go ti, ; il tuo vol bl tuo f gn. ti il 23 vol, bl ti il bl vol tuo v go qunt è, 27 Fin. v lo fio vin tut gio qul, p mà so go A d p un D un mà, il lo

39 34 tut un v go Ap è in t ATTO PRIMO, SCENA VII. rcl, è in t rc l. p Non è si v 39 go D Cpo Rcittivo. NIRENO Co p tr, vin c, già C s il, t bu t o l tuo 4 vol, mor tind, tut il suo vo r d t pnd. CLEOPATRA Chrchi pur To lo m o n mpità 8 r vi dl tro, ch m d vi g frà il Nu m d mor b ni g do.

40 GIULIO CESARE, REDUCTION CLEOPATRA. Tut può donn vzzos, s'moros f Algro 8 3 CLEOPATRA. p p 8 p zo vz s, don può n 1 tut, f Tut n può tut, p 25 scio ro mo s vz zo s, don s gur do, tut gi bro, o gli il r il n vz zo può don mo 35 s s, f, tut tut p tut,

41 ATTO PRIMO, SCENA VII ro s sciogli il bro, o gi r il gur do, s mo ro s 51 scio gli il bro, scio gli il bro, o gi p r il gur do; f f 58 tut, tut può don n vz zo s, s mo ro s 7 sciogli il p bro, o gi r il gur do, sciogli il 75 bro, o gi r il gur p do,

42 GIULIO CESARE, REDUCTION bro, o scio gli il gi r il gur gur r il gi 91 f gli il do. Adgio. bro, o do, scio f 99 p Fin. O p g un pi 107 gni po l v h ft 11 c il qul ch sc s p, pt, s ft

43 ATTO PRIMO, SCENA VII dr do, o gni l po pi g un pt, s ft v h 132 qul ch sc c il dr do, s ft v h qul ch sc c il dr do. D Cpo Rcittivo. NIRENO Fr m Coptr; os srv, qul fn do t n grv psso cmoso ciglio qui vi si port. CLEOPATRA Al portmn, l vol donn vulgr sm br; ossrvimo in sprt cgion dl suo duolo. (Si tir.)

44 GIULIO CESARE, REDUCTION 44 SCENA VIII 1-21 CORNELIA. Nl tuo s, ssso Lrgo, stcc. CORNELIA. Nl 4, tuo s p so, ss 7 st p s ro, t so 10 s, so, tuo il p pol nl o ss t il st ro, pol s 13 so o s t so st pol p o il

45 45 ATTO PRIMO, SCENA VIII. s, tuo nl 1 so, ss ro; st, pol s il 19 il pol t o st s pol s so st ro, 22 o il so t t so o ro, s pol st f ro. 25

46 4 GIULIO CESARE, REDUCTION 1-22 Rcittivo. Mà ch! vi n gt t sm p st Cor n li? (E` Cor n CLEOPATRA li sti? mo gli Pom 5 p o?) CORNELIA Ah nò! trà qu sti r n si un f ro sci gli rò, n m r t n tro To lo m o 9 dn tro g gi... (Non si s Cornli h ps un spd fuo dgli rnsi gurr, ch Ss soprgiung.) SESTO M d, fr m; ch fi? CORNELIA L sci qust r ; vo glio 12 n tro il ti rn, uc ci sor dl o spo so, tn tr vn dt t. SESTO Qu st vn dt t 1 S s (Ss gli là spd Cornli.) sol si s pt t. CORNELIA Oh dol ci c cn ti! oh c br! dun qu sull l b d tuoi gior ni! hi tn r? Io SESTO rg Son S s, gio s ti Pom p o s gui rò. d son dll l m! SESTO Mà, Di +4 2 oh o! CORNELIA A chi l ni mo, oh fi glio, Rè fl lo n r

47 47 ATTO PRIMO, SCENA VIII. CLEOPATRA rà? (Coptr ch sort fuo imptuosmnt, dtti.) sr 28 E CLEOPATRA Co tr. n Li g p s pr!) NIRENO ti (Non d. d. qull ch c str pio m 31 s Ti chi t rn CORNELIA scu spro do, E n, r, t rn pr p gi in rn don s? Rè z ti ni 35, stro soc r L of so CLEOPATRA og t lo, il bi sts fr m d un fl s io sr f scn, tro d l 39 Li Sot s. o C m p vo giu brc tuo dl cio tr; tù vir s in gi R n CLEOPATRA Qu t? ch l sti, 43 s fi è vo, sr do g sr so qul c, li rà s sr CORNELIA. i Chi cr cu è, vn chi 47 r r ni g dl dur n cu vi (ccnnndo Ni.) prà SESTO Fi s. glio t im l ll p ti grn git d E rn ni il 51. Ar st qu rò m t. mor fit tr pu drà c ds suol l tr,

48 48 GIULIO CESARE, REDUCTION 1-23 SESTO. Cr spm, qus tu nci lusingr SESTO. Lrgo. 3 C r sp m, qu s 5 tu n ci lu sin gr, sin 7 gr, tu n ci lu sin 9 gr, sp m c r, c r sp m! qu s

49 ATTO PRIMO, SCENA VIII tu n ci lu sin gr, 13 tu n ci lu sin gr, tu n ci lu sin gr. 18 Pr ch il cil p sti f vo i i r ti, i i 20 r ti vn cr, pr ch il

50 50 GIULIO CESARE, REDUCTION 22 cil p sti f vo i i r ti vn cr, i i 24 r ti vn cr. Dl Sg gr. Rirnllo Rcittivo. CLEOPATRA. V gli pu il gr m l pro pi sl vz z; ch già n tro gli mos si 4 C s sp d, S s Cor n li il giu s sd g; sn z un cr p 7 glio c d vr so lo d E git il g.

51 51 ATTO PRIMO, SCENA VIII CLEOPATRA. Tu stl si, mbi sprnz p 8 8 Algro, mà troppo. 8 CLEOPATRA. bi i, m z, 7 rn sp f stl s Tu i i, sir i 14 gr un bi m sp z, d gi i d sir rn por pi bl cr, 20 sir por i d gi i un bl bl 2 gr un pi gr pi cr,

52 GIULIO CESARE, REDUCTION 52 f Tu 33 p m i, z, rn cr. bi sp s stl gr un 40 por d sir gi i bl pi cr, i gr un gr d gi i sir 47 un i pi bl por pi cr, bl gr 54 sir por d gi i i un cr, bl pi cr. un gr 1 cr, pi bl

53 ATTO PRIMO, SCENA IX Fin. Qul si qus st bi 77 stn z, qu pos s mo, s h in b v d v dr, s h in b v d v dr, qul 84 si qus st bi stn z s h in b v d v dr, s h in b v d v dr. D Cpo. SCENA IX 1-2 Rcittivo. TOLOMEO C s, l tu d str stn d f sci sc t g n ro s 4 sor t. CESARE lo m To o, tn t gr zi io sò r, s mg gior lu m p por ti,

54 GIULIO CESARE, REDUCTION 54 m o o lo lo To 7 r. tr quì in gior dl gli t mn scio l u so il ci in sr r, ml o sp pi, ch o gni pr o 10 o scu (Si gni grn lu m l Mà r. ACHILLA ( Tolomo.) R l fn spt (Sò, m in o 13 tn CESARE d?) d.) r ch gli TOLOMEO tin!) t of (T L m s rn d t, gui t 1 pur (Em. tu pio, z st TOLOMEO Al R qu li t por p rn ch sti v mu in un si gn.) 20 sti in t.) brc mor cio ni go in qul vol (Sr CESARE 1-27 CESARE. V tci nss, qund' vido Andnt, pi. CESARE.

55 55 ATTO PRIMO, SCENA IX. 4 V 7 d, s n vi do è 10 ci r, cc stu t ci s, l qund p cc qund vi 13 p l do è ci d, stu s ci do è 1 qund s, t vi n r; v

56 GIULIO CESARE, REDUCTION 5 r, 19, t v ci l d, p cc stu ci d, do è 22 p qund s vi s, n n t ci l 25 l stu ci ci stu v r, cc cc r, ci 29 cc stu l ci r, vi do è l s s, d, stu cc qund p 32 r, stu l r. ci cc

57 57 ATTO PRIMO, SCENA IX ch si 5 br 7 m 4 7 l in gn 7 v d 7 dl 5 42 suo 4 4 spo s, chi é Fin. E fr ml r, 7 l in 3 l in gn suo dl 7 suo r; 8 dl 7 3 gn 4 fr 3 8 r, 3 chi é 4 ml 7 dl r, 2 suo l in gn D Cpo. dl r l in gn 7 3 br 7 3 suo s, spo 7 v d m si ch

58 GIULIO CESARE, REDUCTION 58 SCENA X 1-28 Rcittivo. bin z, TOLOMEO li. sm ch (Oh In mo A CORNELIA!), ACHILLA Si S n Cor qu glio n il s st è fi sul lì bi chio st 5 sti il m, d tu, Pom qul p ci gr grn il d R m d tuo ch l o, p m; v dr go sin t cr r 9 s f ro n g n in Ro ci fc rò po c sfi ti do m? pio, SESTO Em in d g. o, lo si un ch 14 gil là! O TOLOMEO vi d 4 2 d str m ch g, To si s qu pr gr, do ACHILLA Al Si 18 n ci lor stuol n s sin cu il fu ti. Ro sti ni r m ti qu g (ccn l gu.) gi. cr c 22 dn Co bl ch ror! or Pr TOLOMEO sti, b zon gr bi fol si st, ch b p pr l il n r s dl bi b glio 2. ti fio i vr vi s p li gir nl zo s il gnn stà n t, spt m

59 59 ATTO PRIMO, SCENA XI. TOLOMEO (Qun ACHILLA --n. m! c li F (prt.) n!) 31 stui gn s in Io (pi d Achil.) sr t pr bo bl ti tu m l rn qu dll st SCENA XI 1-29 Rcittivo. mor S ll il r. o o s gi li, n Cor il ACHILLA stà g qui in lu tuoi fi l glio. d in 4 CORNELIA Br ro, b ci glio, tà li ci br s, m rà t c n nò! Ah p sor n t A t? 8 O mor dl ACHILLA t... n u n m Ro vil E zio? gi SESTO spo un s d gi sì u g nl gr c d 12 zon. gl pr g g là! nir gio p si o gui o. ACHILLA Tu ro glio fi 15 m il fr d, pi gui S CORNELIA o nch 7 rò i, c il pro t m l mor n p t pi o d l 19 c. s pn si, c d chi ch ciò pi vr tro t

60 GIULIO CESARE, REDUCTION ACHILLA. Tu si il r qus Algro. ACHILLA. 4 8 p r si il Tu t bn, 12 rr, qu o si il, s tu 15 r si il t rr!

61 1 ATTO PRIMO, SCENA XI. qu o, 18 s si il bn, t rr, o, si il 21 bn, tu r si il s qu 24 rr, t f rr! 27 t s qu 30, p r si il tu

62 GIULIO CESARE, REDUCTION 2 si il nò, 33 bn, o rr, t f si il s, 3 bn, o tu nò! qu si il p r nò, nò, 40 t rr, t rr, t 43 bn rr, o si il f t rr! Fin. 47

63 3 ATTO PRIMO, SCENA XI. più --, 51 t d mor io p Pr do mo chi br mr, vo 54 vo mr, br d t più mor pr 57 do io chi d più, mo d t 1 br D Cpo. vo vo più mr. br t mr, 1-31 Rcittivo. o. (Mnt gu voglio ndur vi Ss, Cornli r tnrlo pr un brccio.) Do Ad 7 do v, in u CORNELIA v, M 2 +4 SESTO d! t! SESTO CORNELIA Mi vi

64 4 GIULIO CESARE, REDUCTION 3 m ni, l ni m, gui d t? Em pi, sci t, ch l o, l o b n io por g l mn gli ul ti b ci. Ahi p n! 1-32 SESTO. CORNELIA. Son n sospirr, il dolc Son nt gmr, il dolc SESTO. CORNELIA. Lrgo p p un po piùf un po piùf f p f 5 p pp pp Son nt pp gmr, snz Cmblo. dol c il o n for, h, smp ping

65 5 ATTO PRIMO, SCENA XI. for n Son p pin 9 rò; g g pin o rr, n rò,, il sm h, so h, c p sm spi dol g son p, h mr, g son n t pin rò, rò; rò; pin sm p p sm g h 13 sm h, h, h p, sm h p, sm, o for n for c il dol, g g pin pin rò, rò, sm sm h, h, p p t so rr, h c n 17 il dol spi n o sm p p sm sm h p, h 21 pin pin g sm rò, pin g p sm h h, p, sm h g p, h,

66 GIULIO CESARE, REDUCTION h h p p sm sm g pin pin rò, h h rò, 24 sm sm g h, h, h, h, p, p, p p Fin. S il 28 p f f rò. rò. f ci sp sp dì dì più più rr po po rr f S il tr 32 trò, dì, trò, s s li li ci tr dì,

67 7 ATTO PRIMO, SCENA XI. f più po po Dl Sg. trò. trò. più 3 più, più, rr rr sp sp più, più, FINE DELL ATTO PRIMO.

68 ATTO SECONDO SCENA I 2-1 Rcittivo. do. mn Giun CLEOPATRA pi m è il r t? C è in s sti, oh gui s n, Ni E CLEOPATRA NIRENO si? m Ad qun po t im Mà CLEOPATRA : m vo g. m t t pron è in dus n vl d si, Io NIRENO 5 gli so piè il i st qu già ; gi bi nu t l l pn fr si? 7 ch mà ll A già sug CLEOPATRA sf mo i n? sc vil fr In NIRENO rì g 9 ho fin sol già 13 sir; d pn t gn v str r chi l NIRENO A l sot m h. p t p nir z n p fr mor d gio dg fr gio? NIRENO Io po. ch 18 s CLEOPATRA C tn At t; pr in s lo in s r CLEOPATRA tm è n Non lui p ti? d n r lui ch, gui 23 là nl sti l br poi qu lo d gui in gli n pr z, dr stn ghi,

69 9 ATTO SECONDO, SCENA II. tr mon z Li sol ti il 27 (prt Coptr.) ch tn tz Rè dl gli suo d. p qun tn l t d, n si SCENA II 2-2 Rcittivo. zi stu l s chi è c gu Dov CESARE Ni fro. NIRENO 4 2 è, mor d pn p d o C D tr p? In NIRENO l è m ni b in v lo s qu Si 5 Li vr gr. n, dov, rà 2-3 Sinfoni. fi Ch? NIRENO ci! CESARE. T 5

70 GIULIO CESARE, REDUCTION Rcittivo. ch r pi suon, sc? NIRENO A qul dl CESARE Ci li, scn d r mo ni sf n sc. 4 sl gui vrà chi c il r Rcittivo. ro i s Nu in sc c CESARE. tr r?? ch qun Giu lio, so bis lu n do 2- CLEOPATRA. V'doro, pupil, stt d'amo d A t t Lrgo. 4 3 CLEOPATRA., V do mo s, ro, pi pu do ro, v pi pu, st vo vil f t nl sn; gr son

71 71 ATTO SECONDO, SCENA II. t gr son 12 sn, st vil f gr nl vo t, son, t d A mo 18 st f vo do v ro,, t s pu pi vo st 24 son vil son f vil t gr nl sn, 30 Fin. gr t sn. nl

72 GIULIO CESARE, REDUCTION 72, ch ogn o s vi o r s vi Pi m il br m chi l m r vi 41 bn. m suo m l chi m o ch ogn suo bn, bl si cn gi un A d Cpo. CESARE.. To lo il nn ci h in Non p ch g t, lo m 2-7 Rcittivo. 7 ir vi in ch Ah! m? gio o dl Si Nu do è il NIRENO m! r Vo CESARE o, vo, E (Mnt Cs r Coptr, si chiud il Prnsso, rn Scn m pm.) c in dol l!... cn Ah! 2 +4 ch s pos id d? 5 pin già si t gn ch pr ti u gr, sti, tn tù Li t? Li Vir CESARE gio, z bl ch io vg m v bn 10 g z v si g cn do tn mn 2 g, +4 r, st do im tr tò

73 ATTO SECONDO, SCENA II. 73 pig. Sigr, s mor t ccs, t f fligr, nò, nò; Li è r ts. 14 NIRENO Anzi, s t è 19 gr v, l t t tn d nl su stn z or or. CESARE Li br NIRENO m? Ed l Cop tr 23 nchti sr trà. CESARE Gui d s in s l o tsoro, c ciò ch dolc nd il o mrro. 2-8 CESARE. S in fio m pr CESARE. Algro. 4 8

74 GIULIO CESARE, REDUCTION S in fio m p 14 gl pr l u trà fio fron 18 n si più gr sn fà d, d lin 3 il 3 suo 22 cn, più gr fà gr fà 2 tr, più

75 75 ATTO SECONDO, SCENA II. 3 suo il 30 tr, cn gr 34 fà Tutti. più f tr; cn suo il 38 fio p s in l u 42 m d pr fio fron gl lin trà si n 45 sn d,

76 GIULIO CESARE, REDUCTION 7 fà più 48 gr più il, suo fà cn tr; gr 52 fio pr m 5 gl s in l u n si sn fà più d d, fio 0 fron lin trà gr fà suo cn gr il suo tr, il cn 3 più

77 77 ATTO SECONDO, SCENA II. il suo Adgio. più gr fà tr, cn tr. 70 s spi g n Fin. S zo vz Li t 74 r sì gr 78 più s ti c zio, 82 n in gni mo fà o rr,

78 GIULIO CESARE, REDUCTION 78 in 8 gni fà o rr, mo s più n zio gr in mo rr, gni, fà o gni o 90 n fà o D Cpo. 94 in Adgio. n gni mo rr. SCENA III 2-9 CORNELIA. Dh, pingt, oh msti lu Lrgo. Bssi. CORNELIA m; v è sp più 4 pin dh g pin m t, oh pr Dh voi già lu sti,

79 79 ATTO SECONDO, SCENA III. più v è già voi pr 7 sp m; lu sti m, g oh t, più v è m, sp voi pr già v è 5 3, voi pr già 10 pin sp più dh m, 5 dh m t, oh 4 lu sti pin g più v è sp sp m, 13 m, sti m oh, lu g t, più v è già 7 voi pr 1 voi pr v è già m. più sp 2-10 Rcittivo. Chi CORNELIA n cru p. tm d so cqu rr, spi m g Bl, ACHILLA d tuo stin! rà il g cn ti l trr sot gor chil A può, 5 O CORN. sr tù. vi p. Un ACHILLA pin sm pr g ch so, sti d p tu so sn n ro mo go t d v o CORNELIA Fug vi?. 9 pr ti rr (vuol prti.) più. r pr! sì sl o! t; ACHILLA Di Oh

80 80 GIULIO CESARE, REDUCTION SCENA IV 2-11 Rcittivo. TOLOMEO Bl, p c lo sdg! CORNELIA Lsci, i ni quo Rè! ACHILLA Si, quà porti, pr mmolir qu st crudl, ch do ro. TOLOMEO Fù pi s tu oi dt ti? ACHILLA El spz z ogn or, d i o 10 mo ro. TOLOMEO (R spi ro, oh Cil!) (tir d prt Achil.) Bl, lo sdg mmor z! A, bn? ACHILLA Si gr, og gi vd TOLOMEO 14 C s stin l suo lo, 18 sp r; v in mr Rè c d vn c, tu gn r tu so lo. cru dl. (Fol è stui Pr ti, s l c d.) s gui sci, 2-12 ACHILLA. S m si crud, ogn'or ACHILLA. Andnt, stcc.

81 81 ATTO SECONDO, SCENA IV. 3 m p S si 5 cru s ogn or 7 rà f or ogn s d,, f rà d 9 t qu d r, s o m p s 11 si cru t s qu f r; o

82 GIULIO CESARE, REDUCTION 82 t 14 s qu o ogn or d, f d s rà 1 r, r, o qu s t 18 f dl s rà f 20 s r. o qu 22

83 83 ATTO SECONDO, SCENA IV. m cn p vr gi 24 Fin. s Mà sm t spi p t spt t p, sol 2 m vr tm p, tm gi cn sol t gor, spt 28 gor, gor! f t sol 30 spt D Cpo. 33

84 GIULIO CESARE, REDUCTION Rcittivo. CORNELIA tr Un g d d è b tn bor TOLOMEO Bl, mr? d g p ti chi n u fu CORNELIA s? i S 5 gli il in go mor. gi tr TOLOMEO Tn ms br ti mà? Rè s un s... (stnd dstr l s Cornli, ch sdgs si tir.) s qu ch in 9 m in CORNELIA F ni l ni bil si vol qul ch in Pos TOLOMEO. ghi br l tà? pi (prt.) n. m Ro son 13 un TOLOMEO Tn s tro dl lo sn n s mo sti lo n Cor li, pn so; son ch s, prò ch or ciò r vo s ti 17 ni ghi. For s z u fi pr Rè? n! don d p go i luo hn in ghi, s rò, 2-14 TOLOMEO. Sì spitt, il tuo go svgli TOLOMEO. Algro, stcc.

85 85 ATTO SECONDO, SCENA IV. 3 3 t t, il p Sì spi sn, tuo 10 gli go sv s l o l o gli qu o in sv sv o, gli, gli, sv 15 qu in s sn; l o o sv 19 gli sn, s sì l o o in qu 23 t, il t spi sì spi gli go sv tuo t t, il

86 GIULIO CESARE, REDUCTION 8 o 28 sn, s qu in tuo gli l o go sv qu s l o o in 32 sn, gli, sv sv sv gli gli, qu gli o in l o 3 sn. s t tuo t, il sì spi go sv 41 Fin. Gic spz chè qu zi, s n! v gic pro 4 o v, in d, il spz chè fi

87 ATTO SECONDO, SCENA V zi qu s, pro v, in fi d, il 53 o v n, il o v n, pro v, in fi d, il o v n! D Cpo. SCENA V 2-15 Rcittivo. 5 mo st CORNELIA Sù, ch si tr d? sc gli or ch pr tì il scivo, un g n ro so r r rò d qu st c cl s mu r, ci bo s l or rò fi ; sl vi; trà fu ci d p vn t il mo 9 r un l m for t! Ad o Ro m, d o S s! io r ro mor t. SESTO Fr m! ch 13 fi? CORNELIA Chi trt ti n il ps so? SESTO M d! M d? CORNELIA ch vg gio? fi glio, S s, o

88 GIULIO CESARE, REDUCTION 88 n v sot n quì Io, m Ni sci n n vo, trr pr r l gn! 17 SESTO sti? ti il p cui, t s trs ni. cul dt Chi l vn fi glio, in t po è Trop t CORNELIA sr si. cr vi oc qui glio 21 SESTO po o c drà cu M r, oh c d ti. spi t rn 25 r, d! rà il vi s, S SCENA VI 2-1 Rcittivo. su n, trà ch n t t ti io fu in Cor NIRENO li, n Il po m im Rè st v. nò; t, vi b tur 5 spt so qu Di Oh o! du un CORNELIA c.? sn Non NIRENO SESTO Nu ch! p d l rn ti è in 9 sci vi: m fui; lo To mo do Rè v il vr bi là t r in m so gli d lo 13 fr trà po in so suo s S là s n dt vn t; t po t l l vrà

89 89 ATTO SECONDO, SCENA VI. giu si p st im lo n u 17 s! mol, ti s. f SESTO Mol As CORNELIA ci st il si d vo CORNELIA. Css o sospir! è smp p f 8 3 Andnt. p CORNELIA p f p f n lo p i r è sm ci il, f 12 s tro i suol ; so! r pp Cs spi s o so spi sm p i è 23! r cs s o do, dt vn t; chè tr bn suol vn dt tr vn n tro i 34 il r lo ci f chè f do, dt, suol s ; bn t,

90 GIULIO CESARE, REDUCTION 90 f f p p f f chir, s i c 4 t. p Il Fin. p p f stn z, d v on t 59 lu s z lui vin ch d pr rn sp m r è il, p p t lui pro f f 9 D Cpo. f f t. mt s lu p p t, pro mt 2-18 Rcittivo. ni r scm lo g pio. Sù chi vn SESTO. Fi è, glio cu r dl cr trui l mor dà m r mo 4 t! t d p ti qu dun vn l t, p p for m r l

91 91 ATTO SECONDO, SCENA VI SESTO. L'ngu offso pos SESTO Andnt po so 15 p gu of f po s, L n v, 20 v s il p s, s il

92 GIULIO CESARE, REDUCTION 92 sn f dn spn d sor; fn 24 tro il of gu ll po f 28 gu of so s, l n tro il 32 sn dn gu, of gu ll sn dn spn fn p v tro il s il d p s il v sor, p 3 spn dn d 40 gu ll of sn fn tro il

93 93 ATTO SECONDO, SCENA VI. 44 f sor; f l n s il 49 s, po gu of v so spn tro il sn dn d 53 p so gu of f fn gu ll of l n sor, tro il sn d dn 58 v po s, s il spn p 2 gu, gu ll of sn tro il dn fn

94 GIULIO CESARE, REDUCTION 94 gu ll tro il tro il sn fn gu, dn sn of dn sor, f 71 sor. f 7 Fin. m sì l l Co o strr t r mo si l s r, s grn 85 d, svl pio l m s

95 ATTO SECONDO, SCENA VII svl l mpio r, s svl, s svl l m pio r, 4 2 s svl l m pio r. L n gu of - Dl Sg. SCENA VII 2-20 Rcittivo. CLEOPATRA. Es sr quì d v in b v l i do lo dl o sn, C s m ; i sà ch qui l t 4 tn d Li su, ch l do r; pr s pr, s por t il sn pi g, fin g rò dor

96 GIULIO CESARE, REDUCTION 9 mor A ch è ci, 8 (Si pon sd.). r, t por nl sch m, son r m rò 2-21 CLEOPATRA. Vn bl, pr un istnt, dh Algro. 8 3 CLEOPATRA. 8 c n 1 t, gr tut n, bl zi V p stn dh, t, pr i un 25 tut zi t gr d o mor, Di dl

97 ATTO SECONDO, SCENA VII gr zi tut t dl Di o d mor! f 41 V n p bl, pr un i stnt, 49 dh, n c gr zi tut t, gr zi tut t dl Dio d 57 mor, dh, n c gr zi tut t, tut t, tut t, gr zi 5 tut t dl Di o d mor,

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

100 metri. 200 metri SERIE - RISULTATI Serie Unica Clas. 1. 800 metri

100 metri. 200 metri SERIE - RISULTATI Serie Unica Clas. 1. 800 metri 00 metri RISULTTI Serie Unica 6 TROFEO DELLOMODRME MEETING DI TLETI LEGGER - appr. 0/pista/0 Organizzazione: NO00 - MTORI MSTER NOVR - NOVR RISULT MPO DI ors. Pett. tleta nno at. Società Prestazione Punti

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. "-ì"* f &" '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. -ì* f & '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0 -r#s*ts*^ "-ì"* f &" '& fk **rr?r--w UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FALERMO Fr\COLTA' DI ECONOMIA Cotrltre.ro rlerrorale Sulla base dei verbali redatti dalla (lornmissione del Seggio elettorale presieduta dalla

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Letture progressive per la prima

Letture progressive per la prima Letture progressive per la prima Alunno/a ------------ Classe --- ORDINE DI PRESENTAZIONE DELLE LETTERE O I A U - E M R S L F P T - N B V - Z D CA CO CU Q CE CI GA GO GU GE GI H CHE CHI GHE GHI SCHE SCHI

Dettagli

O la, o che bon eccho! (The Echo Song)

O la, o che bon eccho! (The Echo Song) la che bn ecch! (The Ech ng) ATB Duble Chir a cappella rland di Lass (1532-1596) CANT (pran I) 2 ALT (Alt II) 2 TENRE (Tenr II) BA (Bass I) % E %E % E E 1 la la la la che bun che bun che bun che bun ec

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 1 Indice Descrizione...2 Installazione...3 Caratteristiche e parametri...7 Processo di aggiornamento... 10 2 Descrizione L`Indicatore Trading

Dettagli

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana Dante Alighieri Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana 1 Biografia di: Dante Alighieri Nacque a Firenze nel 1265 da una famiglia della piccola nobiltà fiorentina e la sua vita fu profondamente

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Esercizio 1 Il 24 10 Ne (T 1/2 =3.38 min) decade β - in 24 11 Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Mg. Dire quali livelli sono raggiungibili dal decadimento beta e indicare lo schema di

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello

Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello "La scuola fa bene a tutti" 1 La trasparenza di una lingua L U P O /l/ /u/ /p/ /o/ C H I E S

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA -

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - STAMPA: PRIMAPRINT (VITERBO) SVILUPPO SOSTENIBILE S V I

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo.

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo. Lavoro ed energia 1. Forze conservative 2. Energia potenziale 3. Conservazione dell energia meccanica 4. Conservazione dell energia nel moto del pendolo 5. Esempio: energia potenziale gravitazionale 6.

Dettagli

IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI.

IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI. IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI. PH. ELLIA Indice Introduzione 1 1. Divisori di un numero. 2 2. Numeri primi: definizioni. 4 2.1. Fare la lista dei numeri primi.

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

"Tabella dei Codici Catastali dei Comuni"

Tabella dei Codici Catastali dei Comuni A001 ABANO TERME (PD) PD A004 ABBADIA CERRETO (LO) LO A005 ABBADIA LARIANA (LC) LC A006 ABBADIA SAN SALVATORE (SI) SI A007 ABBASANTA (OR) OR A008 ABBATEGGIO (PE) PE A010 ABBIATEGRASSO (MI) MI A012 ABETONE

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario

Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario Comune di Casal di Principe Provincia di caserta Settore finanziario Rep. Part n.. ~H?ii".del!~:.~!i.:.

Dettagli

La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i

La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i press UnE 02/01 /2011 Resto del Orlino Ravenna BAG NACAVALLO La Lega Nord chiede al Comun e impegni concret i sui scopass i «ANCHE a Bagnacavallo i nodi delle politiche degli an - ni passati vengono al

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312 Polg 'Tay. 393 11 97 I T 312 con pto passante Sax 1600-1800-2100 - Tex 2300-2700 - Nico Pos. Codice Denominazione 1 0.312.3001.00 albero passante 2 07.0.069 paraolio

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO.

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO. COVEA FLEET S.A. del Gruppo COVEA CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO VALUE NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO Il presente Fascicolo Informativo, contenente: 1) Nota Informativa

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto Percentuale in peso = g soluto / g soluzione x 100 H 2 O 2 al 3% Percentuale

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi in ingresso alla progettazione

Dettagli

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito Voto attribuito O S VOT Voto non attribuito OO PU O RTURO TOS PPPO USPP VR PURO OO ROSS OR PTRO S PO TOO VV SPROO RO O Si può mettere un segno sul candidato alla presidenza e un altro sul simbolo del candidato

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO 1 (Ridis. con modifiche da M. De Stefano, 2009) 2 3 Concetto di duttilità 4 5 6 7 E necessario avere i valori di q dallo strutturista ( ma anche qo). Per

Dettagli

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi.

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. 1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) 1 Atomi e Legami Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. Il termine atomo significa indivisibile e

Dettagli

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I.

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I. FOn,l Éù.TTBUTTURQLI \àd, ia) EUROPEI 2047-2015.ÙMPETENZÉ PER LO SVILUPP (r e, - r{btenll P B L' APPNEN IMENTO {FC ) l-c.'sawétvlllll" ISTITUTO COMPRENSIVO "G. SAIVEMIM" 74122 TARANTO. VIA GREGORIO VII,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE U.M. 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ASTA PER SCOVOLI IN PPL MM.1400 SIT PEZZO 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ATTACCO FLESSIBILE IN ACCIAIO PER SCOVOLI M.12 SIT

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

Equazioni alle differenze finite (cenni).

Equazioni alle differenze finite (cenni). AL 011. Equazioni alle differenze finite (cenni). Sia a n } n IN una successione di numeri reali. (Qui usiamo la convenzione IN = 0, 1,,...}). Diremo che è una successione ricorsiva o definita per ricorrenza

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

CALENDARIO NAZIONALE CICLISMO PARALIMPICO 2015

CALENDARIO NAZIONALE CICLISMO PARALIMPICO 2015 22 febbraio Misano Adriatico (RN) 1 Misano Circuit Grand Prix organizzazione C.O. Giro d Italia info@girohandbike.it 348.2856213 www.girohandbike.it Cod fatt k 0001 ID fatt k 67047 1 marzo Treviso Gara

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

SCUOLA PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES. Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014. Spiderman

SCUOLA PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES. Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014. Spiderman SCUO PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014 Spiderman 22/12/2013 CANONE MARCIA DEI - DA LONTAN ARRIVANO T - MI 7 SU T CAMMELLI FIERI E DRAPPEGGIATI - DA LONTAN

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO.

Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO. La linea Bollicine Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO. Una linea composta da sei Bottiglie dal packaging elegante e piacevole che ne esalta appieno lo stile. Prosecchi a denominazione

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA ATLANTE NAZIONALE DEL TERRITORIO RURALE DOIER di REGGIO NELL EMILIA NELL EMILIA REGGIO DOIER di istema Locale di REGGIO NELL EMILIA Regione Emilia Romagna - Provincia di Reggio nell Emilia Comuni di: Albinea,

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli