PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013"

Transcript

1 PROVINCIA DI PISA PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE 2011 Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione Carte prepagate ILA (Individual Learning Account) per percorsi formativi individuali 1

2 Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale Premessa La Provincia di Pisa adotta il presente avviso in coerenza ed attuazione: - del Regolamento (CE) n. 1083/2006, del 11 luglio 2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione; - del Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione, dell'8 dicembre 2006, che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Sociale Europeo; - del regolamento (CE) n. 1081/2006, relativo al Fondo sociale europeo, così come modificato dal regolamento (CE) n. 396/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 6 maggio 2009; - della Decisione della Commissione delle Comunità Europee C(2007) 5475 del 7 novembre 2007 con la quale si approva il testo del POR Ob 2 Toscana e la relativa DGR 832 del 20 novembre 2007 con la quale la Giunta Regionale ne prende atto; - della Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 (Testo Unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro) e successive modifiche ed integrazioni; - del Decreto del Presidente della Giunta regionale dell'8 agosto 2003, n. 47/R e sue modifiche che emana il Regolamento di esecuzione della L.R. 32/2002; - del Piano di Indirizzo Generale Integrato, di cui all'art. 31 della L.R. 32/02, approvato con delibera del Consiglio Regionale del 20 settembre 2006, n. 93; - del Provvedimento Attuativo di Dettaglio del Programma Operativo Obiettivo 2 FSE approvato con DGR 873 del 26 novembre 2007 e successive modifiche e integrazioni; - della Delibera della Giunta Regionale 569/2006, con la quale si approvano le Procedure per la progettazione, gestione e rendicontazione degli interventi formativi ex art. 17 L.R. 32/2002 e successive modifiche e integrazioni, ed in particolare le modifiche introdotte con la DGR 202/2008, conseguenti all avvio della Programmazione Comunitaria FSE 2007/2013; - del Nuovo Patto per uno sviluppo qualificato e maggiori e migliori lavori in Toscana firmato il che individua, tra le azioni da attuare all interno degli interventi nel campo del Lifelong Learning e delle azioni di sostegno agli individui nel mercato del lavoro, la sperimentazione dello strumento dell Individual Learning Account (ILA) - Carta prepagata di credito formativo individuale; - del Patto per l occupazione femminile siglato presso la Regione Toscana Servizio Lavoro il con le Province toscane, dove gli Enti locali si impegnano a proseguire, implementare e rafforzare gli interventi a favore delle donne in ambito lavorativo e formativo; - della Determinazione Dirigenziale n del che approva il presente avviso. 2

3 Art. 1 Finalità Generali Il presente avviso finanzia sull ASSE II Occupabilità, Obiettivo specifico F del POR OB. 2 Competitività regionale e occupazione FSE , attività di formazione per l inserimento o reinserimento lavorativo delle donne, con particolare attenzione allo sviluppo di modelli formativi che tengano conto delle esigenze di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. La Carta Prepagata ILA Individual Learning Account finanzia interventi formativi di tipo formale, non formale e informale, finalizzati ad implementare capacità e competenze professionali, con il supporto progettuale e la consulenza orientativa da parte del Centro per l impiego, in un quadro coordinato ed integrato di attività funzionali al raggiungimento di obiettivi condivisi. Le finalità del presente articolo fanno riferimento all ASSE II Occupabilità, obiettivo specifico F, azione 2 del PAD: Interventi di formazione individuale per il conseguimento di competenze professionali anche attraverso una qualifica professionale o parte di competenze in essa comprese mediante assegnazione di contributo per sostenere la spesa del percorso formativo personalizzato e articolato coerente con le aspettative di crescita professionale con il rilascio di carte prepagate ILA Individual Learning Account dell importo massimo ciascuna di 2.500,00, tramite ricariche di massimo 500,00. L attivazione della Carta e l esecuzione e contabilizzazione delle operazioni di prelievo e di ricarica sono garantite dalla Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, affidatario del servizio di tesoreria per conto della Provincia di Pisa. Art. 2 Validità Il presente Avviso ha validità sino al 31/12/2012. Durante la validità del presente Avviso si accede al contributo previsto esclusivamente mediante la procedura a sportello come descritta ai successivi artt. 4, 5, 6 e 7, fermo restando che le carte potranno essere concesse fino ad esaurimento delle risorse previste, come indicate al successivo art.8. In caso di ulteriori risorse disponibili, ovvero di una proroga della suddetta scadenza, la Provincia provvederà alla tempestiva comunicazione, tramite pubblicazione sul sito istituzionale, dei tempi di riapertura per la richiesta di accesso al finanziamento e successive scadenze. Art. 3 Destinatari Sono destinatari delle azioni previste nell Avviso: - donne disoccupate, inoccupate e inattive. I destinatari della Carta Ila devono comunque essere: - maggiorenni - domiciliati in Provincia di Pisa. Art. 4 Procedure di attivazione Accesso (modalità di presentazione della domanda e assegnazione) Per accedere al finanziamento della Carta ILA, i soggetti sopra indicati devono sostenere un colloquio con gli orientatori addetti alla carta ILA. Il colloquio si potrà svolgere direttamente o a seguito di prenotazione esclusivamente presso il Centro per l Impiego di Pisa, Via P. Nenni, 24. Il colloquio è finalizzato a: 3

4 a) dare informazione su tutta la procedura e finalità dell avviso per la concessione della carta ILA; b) verificare il possesso dei requisiti da parte del soggetto richiedente; c) valutare, ai fini dell ammissibilità al finanziamento, la proposta di progetto-percorso di formazione individuale presentata dall interessato/a (la proposta è avanzata sulla base di un Progetto Formativo, compilato e sottoscritto dall ente erogatore, anche privati, del percorso). La valutazione sarà condotta secondo i seguenti criteri: 1. qualità e coerenza del progetto formativo individuale, che dovrà essere articolato in più azioni formative e finalizzato a realistiche prospettive di crescita e/o sviluppo professionale; 2. finanziabilità del progetto con la carta ILA in relazione a: a. presenza di altri strumenti alternativi offerti dalla Provincia (ad esempio voucher formativi, voucher per creazione d impresa, tirocini formativi, corsi di formazione finanziati, ecc.); b. struttura percorso; c. cumulabilità di domande: - non sarà cumulabile la domanda di finanziamento di carta ILA con altri finanziamenti pubblici ricevuti per progetto formativo o percorsi di formazione on the job (es. voucher formativi e tirocini); A tale fine il soggetto richiedente la Carta ILA firmerà una Dichiarazione di responsabilità. In caso di false dichiarazioni, il soggetto decadrà automaticamente dal beneficio previsto. 3. coerenza e sostenibilità della spesa secondo quanto previsto al successivo art. 5. Esito verifica/valutazione ammissibilità per assegnazione. Al termine del colloquio, o dei colloqui, qualora il progetto formativo individuale risulti ammissibile, il soggetto formalizzerà la richiesta di finanziamento mediante sottoscrizione della relativa modulistica, agli atti del Servizio Lavoro e Sociale. In caso di non ammissibilità verranno annotate nel fascicolo relativo allo svolgimento dei colloqui con il soggetto interessato le motivazioni secondo i criteri di verifica sopra detti. Art. 5 Tipologia di intervento e spese ammissibili Nell ambito degli obiettivi del presente avviso, con il contributo massimo di 2.500,00 per ogni carta ILA, le spese ammissibili sono riconducibili alle seguenti categorie, purché coerenti con il progetto formativo individuale e necessarie al conseguimento degli obiettivi formativi previsti: a) costi diretti per la formazione formale, non formale (tassa iscrizione, frequenza, spese per la FAD, spese esame finale), informale, consulenza personalizzata da parte di esperti qualificati. Non saranno rimborsabili spese di FAD (Formazione A Distanza) qualora vengano erogati moduli già presenti nel catalogo del progetto TRIO (per informazioni web b) spese per materiale riconducibili all acquisto libri e dispense, indumenti protettivi se non compresi nel costo di frequenza e/o iscrizione di cui alla lettera a); 4

5 c) spese accessorie alla formazione: viaggi, vitto e alloggio (purché strettamente inerenti al percorso formativo). Nello specifico: tutte le spese di cui ai punti a) b) e c) devono essere regolarmente e inderogabilmente documentate con giustificativi di spesa (es. fatture, ricevute, scontrini fiscali e parlanti ) validi fiscalmente e regolarmente quietanzati. Nello specifico la carta ILA può essere utilizzata per frequentare attività formative svolte da: a) strutture formative accreditate dalla Regione Toscana in base alla DGR 968/07 e s.m.i; b) strutture formative localizzate anche fuori Regione, anche all estero, in possesso di certificazione/accreditamento di qualità secondo norme/sistemi riconosciuti a livello europeo; c) strutture formative accreditate per le attività di formazione continua dalla Regione di appartenenza; d) Università per master universitari istituiti secondo la normativa vigente. Sono espressamente esclusi i corsi di laurea (triennale o specialistica) e di specializzazione post laurea ed in generale i corsi universitari diversi dai master. e) Soggetti privati esperti nella competenza da acquisire quali: liberi professionisti, artigiani, imprese, consulenti, docenti. Il progetto può subire, in itinere, variazioni subordinate all approvazione dell Ufficio in coerenza e nel rispetto della verifica/valutazione di cui al precedente art. 4. Contestualmente alla presentazione della richiesta di contributo per la formazione individuale deve essere presentato, a questa Amministrazione: - il progetto formativo - il calendario delle lezioni che riporti la data, l orario e la sede di svolgimento - la documentazione attestante le spese eventualmente già effettuate. Tali spese devono essere documentate in modo coerente con le norme in materia di rendicontazione. Il richiedente dovrà essere consapevole che, la Provincia di Pisa non riconoscerà alcuna spesa sostenuta se, a seguito di valutazione, la richiesta non risultasse ammissibile. Norme specifiche Qualora si richieda una carta ILA relativa ad un corso formativo già inserito nel catalogo provinciale dell offerta formativa è sufficiente allegare la scheda del percorso formativo timbrato e firmato da un responsabile dell Agenzia/Ente erogatore delle attività; in caso invece di richiesta di un corso/percorso formativo non inserito nel catalogo, è necessario che l Ente erogatore dell attività o il Soggetto privato compili e sottoscriva anche il progetto formativo. Qualora un soggetto destinatario previsto dall art.3 del suddetto Avviso richieda il contributo per la partecipazione agli interventi formativi, l inizio e la partecipazione al corso può essere anche antecedente alla data di presentazione della domanda di contributo e del colloquio, a condizione comunque che le ore di attività svolte nel periodo compreso tra la data di inizio del corso e la data di assegnazione della carta ILA non abbiano superato il 50% del totale delle ore di corso previste nel progetto. per la richiesta della Carta ILA per la frequenza ad un master attivato dall Università, è sufficiente allegare l avviso del master timbrato e firmato da un responsabile (legale rappresentante, direttore del master). 5

6 Art. 6 Modalità di Rendicontazione delle spese La carta prepagata ha un periodo di validità di 12 mesi dalla data di attivazione della I tranche di ricarica; il tetto massimo di spesa rimborsabile è di 2.500,00 ed è soggetto all'obbligo di documentazione, come definita all art. 5, e rendicontazione. Conseguentemente alla sottoscrizione da parte del soggetto della comunicazione di assegnazione, la carta prepagata individuale verrà, di norma, caricata inizialmente per un importo massimo di 500,00. Le successive erogazioni (ricariche fino ad un massimo di 500,00 ciascuna) saranno subordinate all obbligo di documentare le spese fino al momento effettivamente sostenute e alla coerenza delle stesse con le azioni previste nel progetto (non sono ammesse spese per azioni non previste nel progetto approvato se non preventivamente ridefinite con l Ufficio). La mancata presentazione della suddetta documentazione, ovvero di documentazione non coerente con le azioni del progetto, comporterà la decadenza del diritto alla ricarica ed eventuale obbligo di restituzione degli acconti ricevuti, oltre agli interessi, fatte salve altre azioni per la tutela degli interessi dell Amministrazione. Entro 30 giorni dal termine di tutte le attività/azioni previste dal progetto, il beneficiario deve presentare il rendiconto a saldo delle spese effettivamente sostenute, con il quale si attesta la veridicità e l'esattezza dei dati forniti e delle prove documentali ad essi riferiti, nonché le certificazioni/attestazioni delle attività svolte. L Amministrazione Provinciale può richiedere di sospendere o revocare la Carta Prepagata in qualsiasi momento, in caso di inadempienza da parte del beneficiario degli impegni assunti, salvo comprovati e fondati motivi che saranno giudicati tali dall Amministrazione Provinciale. In caso di revoca della Carta, potranno essere eventualmente riconosciute al soggetto beneficiario solo le spese sostenute fino al momento della revoca, fermo restando l obbligo a produrre la documentazione prevista. Art. 7 Rinuncia ai finanziamenti e/o interruzioni progetto La rinuncia al contributo (e quindi rinuncia all utilizzo della carta prepagata) dovrà essere comunicata per iscritto alla Provincia; in caso di spese già sostenute prima della rinuncia la Provincia provvederà a verificarne l ammissibilità con gli stessi criteri indicati al precedente art. 5. Art. 8 Risorse disponibili e vincoli finanziari Per l attuazione del presente avviso è disponibile la cifra complessiva di ,00 come di seguito ripartito: ,00 ASSE II - OCCUPABILITA Obiettivo specifico F annualità 2010; ,00 ASSE II OCCUPABILITA Obiettivo specifico F annualità Art. 9 Tutela privacy I dati dei quali la Regione/Provincia entra in possesso a seguito del presente avviso verranno trattati nel rispetto della vigente normativa D.lgs 196/03. 6

7 Art 10 Responsabile del procedimento Ai sensi della L. 241/90 la struttura amministrativa responsabile dell adozione del presente avviso è il Servizio Formazione e Lavoro secondo la seguente articolazione: approvazione, assegnazione, utilizzazione carta ILA, approvazione spese: Responsabile della U. O. Centro Direzionale Coordinamento politiche attive del Lavoro e Centro per l Impiego di PISA, Dott.ssa Stefania Dini; gestione, liquidazioni e rendicontazione: Responsabile della U.O. Gestione Controllo Risorse Finanziarie, Dott.ssa Roberta Pasqualetti. Art. 11 Informazioni sull avviso Il presente avviso è reperibile in internet nel sito della Provincia Informazioni possono inoltre essere richieste presso: - Centro Impiego di Pisa, Via P. Nenni, 24 tel Centro Impiego di Pontedera Via Rinaldo Piaggio, 7 tel Centro Impiego di Santa Croce Via Donica,17 tel Centro Impiego di Volterra, Piazzetta San Michele, 2 tel

8 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA VALUTAZIONE EX ANTE FATTIBILITÀ PROGETTUALE Individual Learning Account BENEFICIARIO Il/La Signor/a Cod.Fisc. registrato presso il C.I. di TITOLO DI STUDIO Lic. Elementare Licenza media inferiore Qualifica professionale Diploma di scuola media superiore Diploma di laurea Titolo di studio conseguito all estero (specificare) Altro (specificare) TARGET DI UTENZA disoccupati/inoccupati, occupati, donne, lavoratori in mobilità, extracomunitari; altro PROGETTO FORMATIVO ILA: 1. OBIETTIVI DEL PERCORSO INDIVIDUALE 2. CONOSCENZE/COMPETENZE DA ACQUISIRE (specificare modalità di certificazione) 3. AZIONI E TEMPI PREVISTI (interventi formativi, corso, agenzia, tempistica, costi previsti) 1

9 4. RISULTATI ATTESI rispetto al miglioramento dell occupabilità Il sottoscritto consulente, a seguito della attività di orientamento, con propria discrezionalità ed autonomia professionale individua lo strumento ILA utile e funzionale al conseguimento degli obiettivi di inserimento professionale concordati con il beneficiario, e fissati nel piano di azione individuale; Pisa, lì FIRMA Consulente orientamento VISTO Responsabile del CI 2

10 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA ATTESTATO DI ATTIVAZIONE ILA - Individual Learning Account in favore di BENEFICIARIO Il/La Signor/a Cod.Fisc. registrato presso il C.I. di Il Beneficiario/a suddetto ai sensi del DPR n. 445/2000, consapevole delle conseguenze civili e penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di cui in particolare agli articoli n. 75 e n. 76 del medesimo DPR, DICHIARA di appartenere alla categorie ammissibili a finanziamento; dichiara altresì e di essere a conoscenza del fatto che: - solo la prima ricarica della Carta ILA potrà essere effettuata in assenza di giustificativi di spese sostenute per un massimo di euro 500,00; - le ricariche successive saranno possibili soltanto dietro presentazione di validi giustificativi (fatture quietanzate, bonifici, ricevute controfirmate, ecc.) delle spese che il beneficiario ha sostenuto e che attestino l esaurimento degli importi precedentemente assegnati. Si impegna inoltre al rispetto delle seguenti condizioni generali di partecipazione al progetto: 1) accettare di essere iscritto quale soggetto beneficiario al progetto ILA 2) accettare le condizioni di ammissibilità della spesa stabilite dalla Nota Informativa, sottoscritta ed allegata; 3) accettare, nel rispetto di quanto disposto dalla L. n. 196/2003 in materia di privacy, le attività di monitoraggio realizzate dalle Provincia in merito alle spese sostenute, anche presso l Istituto di Credito sopra indicato; 4) rispettare le scadenze concordate con il Centro per l Impiego per i colloqui di monitoraggio della attività, come di seguito: - colloquio monitoraggio data gg/mm/aaaa: - colloquio monitoraggio data gg/mm/aaaa : - colloquio monitoraggio data gg/mm/aaaa : - colloquio monitoraggio data gg/mm/aaaa: - colloquio monitoraggio data gg/mm/aaaa : 5) rispettare le modalità di rendicontazione, in itinere e finale, delle spese sostenute; 6) concordare ogni aggiornamento o revisione del progetto formativo individuale con il Centro per l Impiego; 7) nel caso di percorsi di tipo formale presso enti/agenzie formative frequentare almeno il 70% delle ore previste per il conseguimento dell attestato previsto; 8) consegnare al Centro per l Impiego la autocertificazione finale delle competenze acquisite. Documenti allegati: - copia documento identità Data FIRMA (del Beneficiario) 3

11 - copia codice fiscale - nota informativa sottoscritta CONFERIMENTO E ATTIVAZIONE DATO atto che il percorso formativo elaborato costituisce parte integrante del piano di azione concordato con il soggetto beneficiario (v. scheda VALUTAZIONE EX ANTE corrispondente), il/la sottoscritto/a Consulente di Orientamento e il/la sottoscritto/a Responsabile C.I. ATTESTANO la sussistenza dei requisiti e l opportunità di attivare Carta di Credito Prepagata nell ambito del Progetto ILA Individual Learning Account, nonché il conferimento della Carta n. nei confronti dell indicato soggetto beneficiario (NOME E COGNOME) Cod.Fisc.. Si attesta altresì che il soggetto beneficiario ha sottoscritto il suddetto modulo ACCETTAZIONE Progetto ILA e la NOTA INFORMATIVA ILA, che si allega al presente documento. SI DISPONE l attivazione e la carica della Carta ILA n. per euro SU UN AMMONTARE MASSIMO PREVISTO DI Pisa, lì FIRMA Consulente orientamento FIRMA Responsabile CI N.B. SI ALLEGANO I DATI ANAGRAFICI REGISTRATI IN IDOL 4

12 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE Alla Provincia di Pisa Centro per l Impiego di PISA Oggetto: Progetto ILA - Individual Learning Account DICHIARAZIONE DELLE SPESE SOSTENUTE Il sottoscritto (nome e Cognome) Cod.Fisc. titolare della Carta ILA n. Ai sensi del DPR n. 445/2000, consapevole delle conseguenze civili e penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di cui in particolare agli artt. n. 75 e 76 dello stesso DPR; DICHIARA 1) di aver partecipato alla seguente attività formativa, nell ambito del progetto ILA, concordato con il Centro per l Impiego in indirizzo: presso il soggetto erogatore con sede a nel periodo dal al per complessive ore, come da allegato registro delle presenze. 2) di aver effettuato spese per la somma complessiva di., come da prospetto di dettaglio; documenti originali giustificativi della spesa allegati al presente modulo. Il sottoscritto, beneficiario del progetto ILA, consapevole delle condizioni di ammissibilità della spesa stabilite dalla Nota Informativa precedentemente sottoscritta, e nel rispetto delle modalità di rendicontazione delle spese sostenute, trasmette la presente documentazione quale rendicontazione finale. Allegati: 1) registro delle presenze 2) giustificativi di spesa (fatture/ricevute/scontrini fiscali validi fiscalmente e debitamente quietanzati) in originale Data FIRMA (leggibile) Per ricevuta presso il C.I. di Pisa,il Consulente di Orientamento Data Firma A cura dell Amministrazione Provinciale A fronte della verifica dei documenti contabili di cui all allegato A, si autorizza la ricarica pari ad IL RESPONSABILE del C.I. Data 5

13 ATTIVITÀ FORMATIVE Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento All. A al modulo DICHIARAZIONE SPESE SOSTENUTE ALTRE VOCI DI SPESA AMMISSIBILI Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento ALTRE VOCI DI SPESA AMMISSIBILI Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento ALTRE VOCI DI SPESA AMMISSIBILI Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento ALTRE VOCI DI SPESA AMMISSIBILI Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento ALTRE VOCI DI SPESA AMMISSIBILI Totale.... Tipologia giustificativo di spesa e nr. Data emissione Intestatario documento (erogatore) Importo Data di pagamento Modalità di pagamento TOTALE SPESE. 6

14 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA Pisa, lì VALUTAZIONE IN ITINERE/FINALE Individual Learning Account In relazione alla Carta ILA assegnata al BENEFICIARIO Il/La Signor/a titolare della Carta ILA n. Cod.Fisc. INCONTRO DI MONITORAGGIO DEL gg/mm/aaaa: Eventuali annotazioni all incontro A seguito dell incontro di monitoraggio sopra descritto, si esprime la seguente valutazione in merito alla realizzazione del progetto individualizzato, in stato di attuazione, con le eventuali annotazioni: Ottima attuazione dell intervento (non si rilevano problemi sia sul fronte del servizio erogato che sull utilizzo della carta ILA, nonché della rendicontazione delle spese) Buona attuazione dell intervento (Il servizio erogato non evidenzia particolari problematiche) Discreta attuazione dell intervento (Il servizio erogato evidenzia alcune problematiche, pertanto si ritiene necessario prevedere una variazione del Piano d Azione Individuale) Insufficiente attuazione dell intervento (non risulta l attestazione della frequenza per almeno il 70% delle ore e/o le spese non risultano ammissibili o viene fatto utilizzo improprio della Carta ILA) Si dispone la ricarica della suddetta Carta ILA n. per euro Si attesta inoltre che il beneficiario ha ricevuto i seguenti importi: 1) euro con ordine alla Banca del gg/mm/aaaa 2) euro con ordine alla Banca del gg/mm/aaaa 3) euro con ordine alla Banca del gg/mm/aaaa 4) IL consulente per l orientamento 7

15 Pisa, lì PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA CERTIFICAZIONE DEL RENDICONTO Individual Learning Account In relazione alla Carta ILA assegnata al BENEFICIARIO Il/La Signor/a titolare della Carta ILA n. Cod.Fisc. visto il registro delle frequenze attestante la frequenza di almeno il 70% delle ore di lezione (nel caso di attività corsuali calendarizzate); vista l attestazione delle competenze acquisite emessa dal soggetto erogatore (se presente) con sede a nel periodo dal al per complessive ore ; verificata l ammissibilità dei documenti contabili di cui all allegato A; a seguito di attività di monitoraggio progetto ILA, DICHIARA la conformità e l ammissibilità dei costi sostenuti e certifica la validità del rendiconto finale del beneficiario sopra richiamato. Cordiali saluti, IL RESPONSABILE 8

16 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE Prot. n lì, RICHIESTA ATTIVAZIONE/RICARICA DAL C.I. AL C.D.I. PROVINCIA DI PISA - Centro per l Impiego di PISA Al Centro direzionale per l Impiego di Pisa, Via Nenni, n. 24, 56100, Pisa OGGETTO: progetto ILA Individual Learning Account ATTIVAZIONE/RICARICA periodo GG/MM/AAA GG/MM/AAA A seguito degli adempimenti istruttori di competenza, ai sensi della Determinazione dirigenziale che ha approvato la presente modulistica e procedura, si dispone: a) la RICARICA: delle seguenti Carte ILA già attive: 1) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 2) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 3) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 4) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. ) 5) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 6) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. B) all ATTIVAZIONE E ALLA CARICA, delle seguenti nuove Carte ILA: 1) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 2) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 3) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. 4) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. ) 9

17 5) (Assegnata al sig./sig.ra Cod.Fisc. ) per l importo di. Cordiali saluti, IL RESPONSABILE 10

18 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE RICHIESTA ATTIVAZIONE RICARICA C.D.I. BCC FORNACETTE PROVINCIA DI PISA Centro direzionale per l Impiego di Pisa Prot. n lì, Alla Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, Via Tosco Romagnola, 101, Tel Fax OGGETTO: progetto ILA Individual Learning Account ATTIVAZIONE/RICARICA periodo GG/MM/AAA GG/MM/AAA A seguito degli adempimenti istruttori di competenza, si dispone: A) la RICARICA: delle Carte ILA già attive di cui alle comunicazioni dei singoli C.I. allegate alla presente B) all ATTIVAZIONE E ALLA CARICA, delle nuove Carte ILA di cui alle comunicazioni dei singoli C.I. allegate alla presente PER UNA SPESA TOTALE COMPLESSIVA DI EURO: Si allegano i contratti relativi ai singoli beneficiari. Si prega contestualmente la Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, che riceve la presente, di dare riscontro delle operazioni di cui sopra al sottoscritto responsabile oltre che all indirizzo Cordiali saluti, IL RESPONSABILE 11

19 PATTO PER L OCCUPAZIONE FEMMINILE PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA NOTA INFORMATIVA GESTIONE E RENDICONTAZIONE ILA Individual Learning Account ADEMPIMENTI A CURA DEL BENEFICIARIO: 1. sottoscrivere per accettazione la presente Nota Informativa sulle procedure di gestione e rendicontazione ILA; 2. sottoscrivere il Modulo di Accettazione; 3. ritirare la Carta di Credito Prepagata presso il C.I. per l importo iniziale di. 500,00 ricaricabile per successivi importi di. 500,00 fino ad un massimo di complessivi ,00 sulla base delle rendicontazioni prodotte; 4. avviare il percorso formativo prescelto e concordato con il Centro per l Impiego, frequentando almeno il 70% delle ore di lezione nel caso di attività corsali calendarizzate; 5. rispettare le scadenze concordate con il Centro per l Impiego per i colloqui di monitoraggio della attività (nel rispetto del modulo di accettazione sottoscritto); 6. rispettare le modalità di rendicontazione, in itinere e finale, delle spese sostenute; 7. concordare ogni aggiornamento o revisione del progetto formativo individuale con il Centro per l Impiego; 8. consegnare al Centro per l Impiego la certificazione finale delle competenze acquisite 9. Rispettare le condizioni contrattuali stipulate con la Banca di credito cooperativo di Fornacette. SPESE AMMISSIBILI: 1) sono coerenti tutti i costi sostenuti per attività formative che rispondono agli obiettivi formativi e alle aree tematiche individuate nel progetto formativo e di cui siano evidenziate: a) tipologia della formazione (corso o altre attività come seminari ecc) con relativo programma svolto; b) curriculum dell Ente/Soggetto erogatore, comprensivo dei dati giuridici e fiscali ove possibile; c) entità della spesa, documentata (esempio costi di iscrizione, ecc) con giustificativo di spesa (fattura) regolarmente quietanzato (copia del bonifico, o, per importi inferiori alle 500,00 con la scritta pagato sulla fattura del fornitore) corredata da timbro e firma; d) documentazione della partecipazione con indicazione specifica relativa alle presenze, certificate dall ente/soggetto erogatore della formazione. e) altre spese strettamente inerenti (spostamenti con mezzi pubblici, vitto, materiale didattico, ecc.) 2) I soggetti erogatori possono essere anche singoli professionisti, consulenti e persone fisiche (purché rilascino regolare fattura/ricevuta fiscale), in possesso di specifiche competenze professionali. Con riferimento a tutte le tipologie sopra menzionate, è prevista l ammissibilità delle spese sostenute esclusivamente in data successiva all attivazione della Carta. MODALITÀ DI MONITORAGGIO E RENDICONTAZIONE DELLE SPESE 1. La Carta di Credito Prepagata ha un periodo di validità di 12 mesi dalla data di attivazione della prima ricarica, fino ad un massimo di spesa ammissibile di ,00 con obbligo di documentazione e rendicontazione delle spese sostenute, come previsto dal modulo di autocertificazione. Alla firma dell atto di accettazione da parte del beneficiario, la Carta di Credito individuale verrà caricata inizialmente per l importo massimo di. 500,00. Le successive erogazioni (ricariche di massimo 500,00 ciascuna) saranno 12

20 subordinate all obbligo di presentazione della rendicontazione delle spese effettivamente sostenute, attestante l esaurimento degli importi precedentemente assegnati. La mancata presentazione della suddetta documentazione comporterà la decadenza del diritto alla ricarica, ed obbligo di restituzione degli acconti ricevuti, oltre agli interessi, fatta salva la possibilità di ulteriori azioni intraprese dalla Amministrazione a tutela dei propri interessi. 2. Entro 30 giorni dal termine dell'attività formativa sostenuta, il beneficiario deve presentare il rendiconto finale delle spese effettivamente sostenute, sulla base della modulistica predisposta e consegnata a cura del Centro per l Impiego, con la quale si attesta la veridicità e l'esattezza dei dati forniti e della documentazione prodotta. 3. Solo la prima ricarica della Carta ILA potrà essere effettuata in assenza di giustificativi di spese sostenute per un massimo di euro 500,00. Le ricariche successive saranno possibili soltanto dietro presentazione di validi giustificativi (fatture quietanzate, bonifici, ricevute complete e valide fiscalmente, scontrini fiscalmente validi e parlanti ) delle spese che il beneficiario ha anticipato a proprio carico e che attestino l esaurimento degli importi precedentemente assegnati (le ricariche avverranno quindi a titolo di rimborso). 4. L Amministrazione Provinciale può richiedere la visura dell estratto conto della carta di credito, sospendere o revocare la Carta di Credito Prepagata in qualsiasi momento, in caso di inadempienza da parte del beneficiario degli impegni assunti, salvo comprovati e fondati motivi che saranno giudicati tali dalla Provincia di Pisa. In caso di revoca della Carta, potranno essere eventualmente riconosciute al soggetto beneficiario solo le spese sostenute fino al momento della revoca, purché conformi alla presente nota informativa. RINUNCIA E REVOCA DEI FINANZIAMENTI Nel caso in cui si rilevino evidenti discordanze tra quanto previsto nel progetto approvato e ammesso al finanziamento e l'attività effettivamente svolta, l'amministrazione Provinciale procede alla revoca della Carta di Credito Prepagata. Nel caso in cui il beneficiario abbia sostenuto spese non ammissibili, il Servizio Lavoro e Sociale, accertato l importo da recuperare, con comunicazione a mezzo raccomandata A/R ne richiede la restituzione, entro 30 giorni dal ricevimento, indicandone le modalità. Trascorsi 30 giorni senza la restituzione del credito, si procede all attivazione della procedura per il recupero della somma ai sensi della normativa comunitaria. Si può procedere alla revoca dei finanziamenti anche in caso di immotivato e prolungato inutilizzo della Carta di Credito, accertato dal Centro per l Impiego a seguito di monitoraggio delle attività. In particolare, salvo motivate deroghe autorizzate dal Servizio Lavoro e Sociale, si procede alla revoca della Carta in caso di inutilizzo della stessa entro la data di scadenza del primo semestre dalla data di attivazione. In caso di rinuncia al finanziamento, il beneficiario si impegna a comunicare la decisione tempestivamente alla Amministrazione Provinciale, concordando un appuntamento per restituire personalmente la Carta. Sia in caso di revoca che di rinuncia, il soggetto beneficiario si impegna alla restituzione della somma attribuita e non utilizzata, di norma tramite bonifico bancario presso la Tesoreria della Provincia c/o Banca Credito Cooperativo di Fornacette, cc n /9 CAB ABI 8562, codice IBAN IT65V Causale RESTITUZIONE CARTA ILA. Il Sottoscritto, Cod.Fisc., in qualità di soggetto beneficiario, letto ed inteso quanto sopra scritto, sottoscrive la presente nota informativa per espressa accettazione. Data Firma 13

CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160

CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160 CARTA ILA 2011 CODICE BANDO PI1160 ALL. A PROVINCIA DI PISA Servizio Lavoro e Sociale - CENTRO PER L IMPIEGO di PISA NOTA INFORMATIVA GESTIONE E RENDICONTAZIONE ILA Individual Learning Account ADEMPIMENTI

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013

PROVINCIA DI PISA. Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di finanziamenti a valere sul POR Toscana ob.2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Carte prepagate ILA (Individual Learning Account) per percorsi

Dettagli

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA Avviso con procedura a sportello per la concessione di finanziamenti a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Assegnazione di carte di credito

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro Avviso con procedura a sportello per la concessione di finanziamenti a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Assegnazione

Dettagli

P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II

P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II FSE Investiamo nel vostro futuro Cresce l Europa, Cresce la Toscana P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 ASSI I e II PROVINCIA DI AREZZO Area Lavoro e Formazione -SERVIZIO

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza

Dettagli

Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale

Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di finanziamenti per servizi di accompagnamento alla CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 1

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro Provincia di Novara DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO INERENTE IL BANDO PROVINCIALE RELATIVO ALLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Dettagli

PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro. AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale

PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro. AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale PROVINCIA DI PISA Servizio Politiche del lavoro Allegato A AVVISO PUBBLICO PER INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI L. 68/99 - Fondo Regionale Premessa La Provincia di PISA adotta il presente

Dettagli

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa. All. A PROVINCIA DI PISA All. A PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO

Dettagli

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA

Provincia di Pisa PROVINCIA DI PISA PROVINCIA DI PISA Avviso per la concessione di incentivi alle imprese che assumono soggetti in mobilità, a valere sul POR Toscana OB.2 competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013

PROVINCIA DI PISA. Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 PROVINCIA DI PISA Voucher per la CREAZIONE DI IMPRESA a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 1 Provincia di Pisa Servizio Lavoro e Sociale Premessa La Provincia

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010

DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010 All. A DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA GESTIONE DEL VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA PERIODO 2008/2010 FONDO SOCIALE EUROPEO OB. 2 COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA BANDO PROVINCIALE A SPORTELLO 2014

PROVINCIA DI PISTOIA BANDO PROVINCIALE A SPORTELLO 2014 PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza nei luoghi

Dettagli

3. Rendicontazione finale

3. Rendicontazione finale BANDO GALILEO 2012-2013 REGOLAMENTO 1. Accettazione del contributo Il conferimento del contributo è subordinato alla ricezione da parte del Segretariato italiano dell della seguente documentazione, che

Dettagli

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti Allegato A) DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER L EROGAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA NEI CONTRATTI DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE (All. B DELLA DGR 609 DEL 12.7.2012). Premessa Al fine di regolare

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza

Dettagli

Provincia di Terni. Regione dell Umbria

Provincia di Terni. Regione dell Umbria Regione dell Umbria Provincia di Terni AVVISO PUBBLICO BANDO PROVINCIALE DI ATTUAZIONE PROGETTO INTERREGIONALE DELLE REGIONI TOSCANA-PIEMONTE-UMBRIA INDIVIDUAL LEARNING ACCOUNT (I.L.A.) CARTA PREPAGATA

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione Promozione dell efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione

Dettagli

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE D.G.R. n.36/6 del 5 settembre 2006 D. Dirett. n.407 del 12 dicembre 2005 A VVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di assegnazione di voucher formativi per apprendisti

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA NAUTICA (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione INDICE PREMESSA...

Dettagli

AVVISO PER IL FINANZIAMENTO DI CARTE RICARICABILI ILA PER ATTIVITA DI FORMAZIONE PER MILITARI VOLONTARI CONGEDANDI IN FERMA BREVE O IN FERMA PREFISSATA La Provincia di Livorno adotta il presente Avviso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Formazione a domanda individuale per militari volontari congedandi in ferma breve o in ferma prefissata Carta ILA Individual Learning Account

Formazione a domanda individuale per militari volontari congedandi in ferma breve o in ferma prefissata Carta ILA Individual Learning Account Allegato A PROVINCIA DI PISTOIA Servizio Politiche attive del Lavoro, Servizi per l'impiego, Formazione Professionale, Osservatorio Sociale, Politiche sociali e per la Gioventù, Politiche di Sicurezza

Dettagli

ALLEGATO B: ATTO UNILATERALE DI IMPEGNO REGIONE LAZIO POR FSE 2014-2020

ALLEGATO B: ATTO UNILATERALE DI IMPEGNO REGIONE LAZIO POR FSE 2014-2020 ALLEGATO B: ATTO UNILATERALE DI IMPEGNO REGIONE LAZIO POR FSE 2014-2020 AVVISO PUBBLICO Interventi di sostegno alla qualificazione e all occupabilità delle risorse umane Approvato con D.D. n. del ATTO

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A STUDENTI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 52 del 30/10/2009 CAPO

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 43 DEL 18 SETTEMBRE 2006 REGIONE CAMPANIA - AGC 6 Ricerca Scientifica, Statistica, Sistemi Informativi ed Informatica - POR 2000-2006 - Misura 3.22 azione

Dettagli

Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda

Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda Allegato B. Modalità gestionali Avviso Regione Lombardia - Formazienda GESTIONE Regione Lombardia costituisce l unico ed esclusivo punto di riferimento nei confronti del Soggetto gestore. Sarà cura di

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli

POR CALABRIA 2000/2006 Misura 3.7 Alta Formazione Azione 3.7.B Incentivi alle persone POR FSE CALABRIA 2007/2013 ASSE IV Capitale Umano

POR CALABRIA 2000/2006 Misura 3.7 Alta Formazione Azione 3.7.B Incentivi alle persone POR FSE CALABRIA 2007/2013 ASSE IV Capitale Umano POR CALABRIA 2000/2006 Misura 3.7 Alta Formazione Azione 3.7.B Incentivi alle persone POR FSE CALABRIA 2007/2013 ASSE IV Capitale Umano AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI BUONI PREMIO PER I MIGLIORI

Dettagli

contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi.

contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi. contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi. STIPULA DELLA CONVENZIONE/AVVIO ATTIVITA' DI PROGETTO ATTRIBUZIONE CODICE PROGETTO E MATRICOLA ATTIVITA' Implementazione -

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.4/2012: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97;

Dettagli

1) CARATTERISTICHE DEI CORSI

1) CARATTERISTICHE DEI CORSI Allegato B) della Determina Provinciale n 3444 del 06/09/2005 ALLEGATO B) DEFINIZIONE PER L ANNO 2005 DELLE MODALITA STANDARD INERENTI L AUTORIZZAZIONE ED IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

Allegato C Domanda congiunta di finanziamento del percorso di rientro. da svolgersi presso ORGANISMI DI RICERCA

Allegato C Domanda congiunta di finanziamento del percorso di rientro. da svolgersi presso ORGANISMI DI RICERCA Allegato C Domanda congiunta di finanziamento del percorso di rientro da svolgersi presso ORGANISMI DI RICERCA Programma Master and Back Percorsi di Rientro 2013 SEZIONE A All Agenzia regionale per il

Dettagli

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE che Giovanili e pari opportunità CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE Scadenza bando: 1 fase 30.06.2012 2 fase 30.10.2012 3 fase 28.02.2013

Dettagli

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile.

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile. Allegato n. 1 ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L EROGAZIONE DELL ANTICIPO 1) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ex art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, conforme al facsimile A allegato,

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

Progetti di stage scuola-lavoro per studenti disabili Anno 2014

Progetti di stage scuola-lavoro per studenti disabili Anno 2014 All.A Direzione Lavoro COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO Progetti di stage scuola-lavoro per studenti disabili Anno 2014 FINANZIABILI DAL FONDO REGIONALE PER L OCCUPAZIONE DEI DISABILI ART.

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI MISURA 4.2 AZIONE 4.2.1 POR MOLISE 2000-2006 AIUTI DE MINIMIS ALLE IMPRESE ARTIGIANE S.F.I.D.E. Sviluppo, formazione, ideazione di progetti per

Dettagli

Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione.

Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione. Bandi di concorso e regolamenti Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione. In applicazione dell

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013.

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013. Allegato 12 Esempio pratico relativo ad attività di controllo di II livello ESEMPIO PRATICO Al fine di facilitare la comprensione di quanto esposto in precedenza, si riporta di seguito la simulazione di

Dettagli

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Regione Basilicata - Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Complemento di Programmazione POR

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE PER ACQUISTO PRIMA CASA DI ABITAZIONE PER L ISCRITTO O PER I FIGLI

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE PER ACQUISTO PRIMA CASA DI ABITAZIONE PER L ISCRITTO O PER I FIGLI Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 1294 Via Sammontana, 39 50056 Montelupo F.no FI- - Codice fiscale: 94017550487 Tel. 0571-5327215/8 - Fax 0571-5327265 e-mail fondopensione.dirigenti@ancc.coop.it

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese

L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10. Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese Allegato 1 L.R. 28/99 art. 18 comma 1 lett. b) - L.R. 1/09 e s.m.i. artt. 7 e 10 Fondo regionale per lo sviluppo e la qualificazione delle piccole imprese SEZIONE EMERGENZE MODULO DI DOMANDA (da inoltrare

Dettagli

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres.

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. Regolamento recante i criteri e le modalità per la concessione dei

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI ANNO 2012 AZIONE DI SISTEMA - AVVISO 5) COLLABORAZIONI E SVILUPPO DELLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B

PIANO PROVINCIALE DISABILI ANNO 2012 AZIONE DI SISTEMA - AVVISO 5) COLLABORAZIONI E SVILUPPO DELLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B PIANO PROVINCIALE DISABILI ANNO 2012 AZIONE DI SISTEMA - AVVISO 5) COLLABORAZIONI E SVILUPPO DELLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B 1) RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 8 novembre 1991 n. 381: Disciplina delle

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO Che è indetto un bando con il quale la Provincia di Grosseto intende finanziare, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi

Dettagli

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 DISPOSITIVO PROVINCIALE AZIONI DI SISTEMA Isole formative presso cooperative

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO Sede legale: C.so Italia, 55 - Sede amministrativa: via Morelli, 39 34170 GORIZIA Tel/fax 0481/536272 www.consunigo.it info@consunigo.it CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO 1. Oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture PROVINCIA DI TRIESTE AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO INVITO 1/12 AGGIORNAMENTO DEL CATALOGO NAZIONALE DI INIZIATIVE DI FORMAZIONE CONTINUA 1. PREMESSA For.Te. é il Fondo

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO TIROCINI

Dettagli

3. Destinatari Studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio che frequentano le scuole superiori in ambito regionale.

3. Destinatari Studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio che frequentano le scuole superiori in ambito regionale. Bando provinciale per l assegnazione di buoni studio a favore degli studenti residenti nel Comune di Isola del Giglio mis. C.2 POR Ob.3 2000-06 anno scolastico 2007/08 Premessa La Provincia di Grosseto

Dettagli

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE _l _ sottoscritt Cod. Fisc. Nat_ a: il / / Residente a prov. in Via: n. C.A.P. tel. cell. e-mail Data 1^ iscrizione a previdenza complementare

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE Avviso Pubblico per il finanziamento di (pubblicato sul BURC n.48 del 30 novembre 2012 parte III) ALLEGATO 5 LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE Premessa e scopo della presente guida Nell'atto

Dettagli

ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU

ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO,

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi BANDO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI A CUI CONCEDERE DEI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI E ARTIGIANALI DI CAREGGINE Art. 1 Beneficiari Nell ambito delle iniziative promosse dall Amministrazione

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

34 9.11.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 45 DELIBERAZIONE 24 ottobre 2011, n. 908

34 9.11.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 45 DELIBERAZIONE 24 ottobre 2011, n. 908 34 9.11.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 45 DELIBERAZIONE 24 ottobre 2011, n. 908 Prestiti d onore alta formazione. Approvazione linee guida e individuazione soggetto attuatore. LA

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO. Compilare obbligatoriamente tutti i campi relativi alla domanda di contributo ed ai relativi modelli allegati

RICHIESTA DI CONTRIBUTO. Compilare obbligatoriamente tutti i campi relativi alla domanda di contributo ed ai relativi modelli allegati Linee guida per la compilazione della domanda di contributo e relativi allegati, ai sensi dell articolo 96 della legge 21 novembre 2000, n. 342 e del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali

Dettagli

CARTA ILA CHE COS'È PERCHE

CARTA ILA CHE COS'È PERCHE CARTA ILA CHE COS'È La Carta ILA, la carta di credito formativa individuale La carta ILA è uno strumento sperimentale per la formazione individuale; consiste in una carta di credito prepagata che offre

Dettagli

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di:

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: 1. Interventi socio educativi finalizzati al sostegno di minori in affido e/o famiglie affidatarie; 2. Interventi socio educativi

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE C. CATTANEO

ISTITUTO TECNICO STATALE C. CATTANEO ISTITUTO TECNICO STATALE C. CATTANEO Via Catena, 3 56028 San Miniato (PI) Tel. 0571/418385 Fax. 0571/418388 www.itcattaneo.it cattaneo@itcattaneo.it pitd070007@istruzione.it pitd070007@pec.istruzione.it

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato 3 Schema di convenzione SCHEMA DI CONVENZIONE ai sensi dell art 9.1 dell Avviso per l individuazione di soggetti interessati ad erogare interventi di di formazione di base e trasversale di cui

Dettagli

Giovani Opportunità per Attività Lavorative

Giovani Opportunità per Attività Lavorative Fondazione per la Promozione della Cultura Professionale e dello Sviluppo Economico REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali Giovani Opportunità

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO per l individuazione dei beneficiari del prestito d onore relativo all istituzione del Fondo Rotativo

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Art. 1 oggetto Il presente regolamento disciplina la concessione dei rimborsi e dei contributi alle associazioni di volontariato di protezione civile. Art. 2 riferimenti normativi Legge Regionale 12 giugno

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA CERAMICA IDENTITA, INNOVAZIONE, AMBIENTE (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

Art. 2 - Soggetti ammissibili e svolgimento prove Possono presentare domanda:

Art. 2 - Soggetti ammissibili e svolgimento prove Possono presentare domanda: AVVISO PUBBLICO PER LO SVOLGIMENTO DELL ESAME DI ABILITAZIONE PER GUIDA TURISTICA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO E PER L ESTENSIONE TERRITORIALE E/O LINGUISTICA PER GUIDE GIA ABILITATE Premessa La Provincia

Dettagli

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti Direzione Lavoro COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti INTERVENTI

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

REGIONE LAZIO. Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università

REGIONE LAZIO. Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università REGIONE LAZIO Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione Scuola e Università, Diritto allo Studio Area Programmazione dell'offerta Formativa

Dettagli

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 REGIONE MOLISE Direzione Generale Area III Servizio Politiche Sociali POR FSE Molise Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE

AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE 19923 Regione Puglia ALLEGATO B P.O. PUGLIA 2007 2013 Fondo Sociale Europeo ASSE V TRANSNAZIONALITA E INTERREGIONALITA AVVISO PUBBLICO n. 1/2011 CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE PROCEDURE DI GESTIONE

Dettagli