REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI"

Transcript

1 REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI ASS. SP. SCUDERIA LA VENTURINA CASCINA VENTURINA LOCATE TRIULZI (MI) TEL/FAX: 02/

2 1.QUALIFICA DI SOCIO Per frequentare l Associazione è necessario essere in possesso della qualifica di SOCIO, ottenibile in seguito alla richiesta del Consiglio Direttivo che ne delibera l approvazione e al conseguente pagamento della quota associativa. Il mancato pagamento della quota associativa, fermo restando l obbligo del versamento, costituisce causa per procedere alla radiazione secondo le norme Statutarie. 2.ACCESSO ALL ASSOCIAZIONE L accesso agli impianti dell Associazione è strettamente riservato ai soci, ai familiari ed agli invitati. Tutti coloro che saranno sorpresi a frequentare l Associazione per altri scopi, che terranno un contegno poco educato o che crei disturbo alle normali attività dell Associazione saranno allontanati rigorosamente. E assolutamente vietata l introduzione di animali quali cani, gatti ecc. se non previo assenso da parte dei responsabili dell Associazione. Nessun mezzo di trasporto può accedere alla cascina se non previa autorizzazione dei responsabili dell Associazione; può invece sostare presso le aree di parcheggio predisposte. Gli impianti sono aperti tutti i giorni (eccetto il giorno indicato di riposo) dalle ore 8.00 alle ore Alle ore 21 i campi devono essere liberati per poter sistemare i fondi. Detti orari potranno subire delle variazioni in determinati giorni o periodi dell anno. 3.DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALLA PRATICA DELLO SPORT EQUESTRE 2

3 - Autorizzazione a montare FISE - Certificato medico attestante l idoneità a praticare lo sport equestre - Certificato di vaccinazione antitetanica Secondo il regolamento FISE, gli Istruttori Federali non sono autorizzati a dare istruzione a cavalieri che non siano in possesso di patente valida per l anno in corso. Per il rilascio delle patenti non agonistiche è necessario il certificato medico di sana e robusta costituzione; per il rilascio delle patenti agonistiche è necessario il certificato medico-sportivo che abilita alla pratica agonistica degli sport equestri; in entrambi i casi è necessario essere in possesso del certificato aggiornato dell avvenuta vaccinazione antitetanica. Tale documentazione dovrà essere depositata presso l Associazione, ed il Presidente si farà garante di ciò all atto del rilascio della patente. 4.ABBIGLIAMENTO La pratica dell equitazione esige l utilizzo di cap per i cavalieri minorenni, mentre se ne consiglia l uso per i maggiorenni. NESSUNA DEROGA E AMMESSA IN TAL SENSO. E richiesto inoltre, l utilizzo di abbigliamento consono all attività equestre: STIVALI e PANTALONI DA EQUITAZIONE. 5.ASSICURAZIONE E consigliato integrare la polizza assicurativa per eventuali infortuni derivanti dallo svolgimento dell attività equestre in quanto, l assicurazione legata all autorizzazione a montare FISE risarcisce in modo limitato, e l Associazione è assicurata solo per la responsabilità civile. 6.DANNI E FURTI 3

4 Soci, allievi, frequentatori ed invitati esonerano sin d ora la Scuderia La Venturina a rispondere di eventuali danni o furti alle persone, animali o cose che possano verificarsi nelle scuderie, nei locali adiacenti o nelle aree interne ed esterne all Associazione. 7.DANNI AI CAVALLI I soci proprietari esonerano sin d ora la Scuderia la Venturina a rispondere di eventuali danni che dovesse subire il cavallo per stazioni in box, come pure durante l attività equestre per operazioni di addestramento, cura e governo. 8.NORME DI COMPORTAMENTO Tutti i frequentatori delle strutture del Centro sono tenuti ad osservare sia le normali regole di educazione sia quelle particolari richieste dalla pratica dello sport equestre. La Direzione si riserva la facoltà di allontanare tempestivamente quei soci che, arrecano disturbo con il loro comportamento non educato o in contrasto con le norme e le disposizioni; in tal caso il socio allontanato avrà diritto al rimborso della quota sociale non usufruita. E buona educazione rispettare gli orari delle lezioni; le stesse saranno tenute nei campi e negli orari previsti dalla tabella esposta in bacheca con gli istruttori indicati che avranno la responsabilità del regolare svolgimento. E necessario chiedere permesso prima di entrare o uscire dal campo sia a cavallo sia a piedi e attendere il consenso dell istruttore o in sua assenza del cavaliere più anziano in grado. E vietato a persone non incaricate impartire lezioni di equitazione. In assenza dell istruttore è vietato eseguire esercizi di salto se non previa esplicita autorizzazione dello stesso o della Direzione. 4

5 Gli ostacoli spostati vanno rimessi al loro posto altrimenti radunati al centro del campo. E vietato lavorare cavalli alla corda in campo durante le lezioni o in presenza di altri binomi; il permesso deve essere in ogni caso concesso dall istruttore o dalla Direzione; si ricorda che lo spazio preposto a tale scopo è il tondino. E vietato lasciare i cavalli scossi nei campi di lavoro. Gli spazi preposti a tale scopo sono i paddock. E vietato fumare ed usare fiamme libere nelle immediate vicinanze delle scuderie. E vietato l accesso ai fienili. I minori di 12 anni devono essere accompagnati e controllati da un adulto. E buona educazione tenere in ordine i corridoi, i locali, gli spogliatoi e le sellerie riponendo le proprie cose al posto assegnato. E buona educazione evitare l uso delle attrezzature altrui se non previo accordo con gli stessi. Si prega in ogni caso di riporle in ordine dopo l uso. E vietato occupare i box lavaggi per lungo tempo; questi infatti sono disponibili solo per le operazioni necessarie e devono essere ripuliti dopo l uso. 9.MONTA DEL CAVALLO I cavalli in proprietà o in affida possono essere montati, governati e accuditi da tutti i soci iscritti dall Associazione su indicazione del Direttore Tecnico. Per i soci minorenni è necessaria l autorizzazione a montare da parte dei genitori o di chi ne fa le veci. 10.ASSISTENZA SPORTIVA 5

6 Tutti i soci proprietari e non dei cavalli hanno diritto all assistenza dell istruttore designato dall Associazione. Coloro che desiderino assistenza da parte di un istruttore diverso devono farne specifica richiesta ai responsabili dell Associazione. Il presidente e l istruttore dell Associazione organizzeranno lavori in ripresa (stages) durante i quali non sarà ammesso l ingresso ai non partecipanti. 11.QUOTE SOCIALI Ogni anno sarà stabilita la quota sociale nell Assemblea d approvazione del bilancio d esercizio che comprenderà tutti i costi di mantenimento dei cavalli alloggiati nelle scuderie della nostra Associazione e più specificatamente: - artiere per la somministrazione delle profende e il rifacimento della lettiera - assistenza e disponibilità dell istruttore e D.T. dell Associazione (negli orari fissati) - utilizzo degli impianti dell Associazione - disponibilità della selleria - accesso ed uso della club house - accesso ed uso degli spogliatoi - manutenzione e migliorie varie degli impianti La quota sociale non comprende: assicurazioni per cavalli in pensione (è obbligatoria la copertura assicurativa R.C.), spese di mascalcia e di veterinaria, cure mediche e vaccinazioni, spese di vitto e di lettiera straordinarie o particolari di maggior costo rispetto a quello base, allenamento del cavallo e spese per servizi extra. 12.DISLOCAZIONE DEI BOX 6

7 L Associazione si riserva il diritto di trasferire, secondo le esigenze, il cavallo da un box all altro o da una scuderia all altra senza necessità di preavviso o autorizzazione da parte di un socio. 13.PAGAMENTI I pagamenti devono essere effettuati in via anticipata, non oltre il cinque d ogni mese, giorno in cui devono essere saldati i conti straordinari del mese precedente. Nel caso in cui i soci ritardassero i pagamenti per un periodo che ecceda i tre mesi, l Associazione si riserva il diritto di ritenere o alienare secondo le norme di legge il cavallo, soddisfacendosi con il ricavato. In alcun modo il cavallo potrà essere trasferito altrove dal socio che non abbia completamente saldato il proprio debito, operandovi anche in questo caso il diritto di ritenzione con le conseguenze di legge. 14.DISDETTE Qualora il socio decidesse di lasciare l Associazione, deve dare un preavviso minimo di trenta giorni. In caso di mancato preavviso, il socio sarà comunque tenuto a corrispondere all Associazione la quota sociale per i trenta giorni non usufruiti. La disdetta di un concorso va comunicata alla segreteria entro la giornata del giovedì; in caso contrario al socio verrà addebitata metà quota del trasporto. 15.CLUB HOUSE 7

8 La club-house ha la funzione di punto di ritrovo per i soci ed è frequentabile negli stessi orari e giorni di apertura dell Associazione. I soci potranno invitare alla frequentazione della stessa propri invitati; dietro preventiva autorizzazione potranno organizzare a loro cura e spese, riunioni o incontri conviviali senza che questi siano a loro esclusivamente riservati. 16.DISPOSIZIONI FINALI Il presente regolamento sarà vincolante per ognuno e dovrà essere sottoscritto da tutti i soci per piena e incondizionata accettazione all atto della domanda di associazione annuale alla Scuderia la Venturina. 8

R E GO L A M E N T O

R E GO L A M E N T O R E GO L A M E N T O Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Articolo 8. Articolo 9. Articolo 10. Articolo 11. Il Circolo Ippico del Mugnano ASD ( di seguito

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Tutti coloro che montano a cavallo presso il Centro Equestre Merano (di seguito nominato C.E.M.) e che lo frequentano devono conoscere il presente Regolamento, accettarlo ed osservarlo.

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CENTRO IPPICO ADRIANA A.S.D. REGOLAMENTO I. DISPOSIZIONI GENERALI

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CENTRO IPPICO ADRIANA A.S.D. REGOLAMENTO I. DISPOSIZIONI GENERALI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA CENTRO IPPICO ADRIANA A.S.D. REGOLAMENTO I. DISPOSIZIONI GENERALI 1. L Associazione Sportiva Dilettantistica Centro Ippico Adriana (in seguito C.I.A.) è una scuola

Dettagli

I - DISPOSIZIONI GENERALI

I - DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO Tutti coloro che montano a cavallo presso la Scuderia Monteleone ASD e/o che lo frequentano devono conoscere il presente Regolamento, accettarlo ed osservarlo. A tale scopo verrà esposto nelle

Dettagli

SETTORE EQUITAZIONE. REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio Direttivo in data 21/5/2012) NORME GENERALI

SETTORE EQUITAZIONE. REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio Direttivo in data 21/5/2012) NORME GENERALI SETTORE EQUITAZIONE REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio Direttivo in data 21/5/2012) NORME GENERALI Art. 1 L attività equestre è organizzata dal Consiglio Direttivo del Circolo e si ispira alla tradizione

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO 1 ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Il presente regolamento dell Associazione Sportiva Dilettantistica Tennis Roma (in seguito anche

Dettagli

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 48 in data 30 settembre 2004 INDICE ART. 1 Oggetto ART. 2 -

Dettagli

ACCESSO ALLA STRUTTURA...

ACCESSO ALLA STRUTTURA... REGOLAMENTO INTERNO ACCESSO ALLA STRUTTURA... 1 Iscrizione... 1 Quota d iscrizione... 2 Tessera di iscrizione... 2 Ospiti... 2 Calendario delle attivita... 2 UTILIZZO DELLA STRUTTURA... 3 Norme generali...

Dettagli

ACCOGLIENZA MAMME CON BAMBINI Appartamenti per l autonomia

ACCOGLIENZA MAMME CON BAMBINI Appartamenti per l autonomia ACCOGLIENZA MAMME CON BAMBINI Appartamenti per l autonomia Presso la Cascina Cantalupo sono stati realizzati degli appartamenti per l accoglienza di mamme con bambini in situazione di precarietà abitativa,

Dettagli

EQUICONFOR Codice Etico - Comportamentale

EQUICONFOR Codice Etico - Comportamentale EQUICONFOR Codice Etico - Comportamentale Ultima versione del 4 novembre 20131 Premessa Il codice etico comportamentale dell equiconfor riprende i principi fondamentali di lealtà correttezza e probità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO IPPICO DE BELLAT Associazione Sportiva Dilettantistica Amici del Cavallo Valsugana Orientale

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO IPPICO DE BELLAT Associazione Sportiva Dilettantistica Amici del Cavallo Valsugana Orientale REGOLAMENTO DEL CIRCOLO IPPICO DE BELLAT Associazione Sportiva Dilettantistica Amici del Cavallo Valsugana Orientale Loc. Spagolle 38050 CASTELNUOVO TN www.amicidelcavallo.net, e-mail: info@amicidelcavallo.net

Dettagli

Regolamento Palestra

Regolamento Palestra MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. VOLTA Liceo Scientifico e Linguistico di Ghilarza Istituto Professionale Industria e Artigianato di

Dettagli

A.S.D. CENTRO EQUESTRE IL SORRISO DI BASSANO REGOLAMENTO INTERNO

A.S.D. CENTRO EQUESTRE IL SORRISO DI BASSANO REGOLAMENTO INTERNO A.S.D. CENTRO EQUESTRE IL SORRISO DI BASSANO REGOLAMENTO INTERNO Approvato con deliberazione consigliare del 01/01/2002 Pagina 1 di 5 CAPITOLO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 1 ART. 2 Il presente regolamento,

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRA

REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRA I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E D I C A P O S E L E C O N S E Z I O N I A S S O C I A T E D I C A L A B R I T T O E S E N E R C H I A Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I grado

Dettagli

3 - COMPETENZE DELL OPERATORE TECNICO EQUESTRE DI BASE

3 - COMPETENZE DELL OPERATORE TECNICO EQUESTRE DI BASE FORMAZIONE OPERATORI TECNICI EQUESTRI DI BASE N.P. 1 GENERALITA La struttura dei corsi per OPERATORI TECNICI EQUESTRI DI BASE di nuova programmazione prevede una parte introduttiva, che si auspica comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO. Allegato alla deliberazione C.C. n. 34 del 26/06/2008

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO. Allegato alla deliberazione C.C. n. 34 del 26/06/2008 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO Allegato alla deliberazione C.C. n. 34 del 26/06/2008 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 FUNZIONAMENTO ART. 3 MODALITA DI GESTIONE ART. 4 AREA DI UTENZA ART.

Dettagli

REGOLAMENTO. Centri Ippici e Patenti

REGOLAMENTO. Centri Ippici e Patenti REGOLAMENTO Centri Ippici e Patenti Regolamento dei Centri Ippici Regolamento Fiduciari Regionali, Fiduciari EDA, Fiduciari.altri settori.. Equitazione di Campagna Fiduciari Regionali, Fiduciari EDA, Fiduciari

Dettagli

DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI

DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI TITOLO I - Campo di applicazione - Art. 1 Soggetti 1. Le presenti disposizioni si applicano: a) agli atleti selezionati a rappresentare le Squadre Nazionali dal settore tecnico

Dettagli

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURE SPORTIVE COMUNALI Approvato con Delibera di Giunta Comunale n 19 del 7.03.2006. 1 SOMMARIO Art. 1 Finalità. Pag.3 Art. 2 Titolari delle concessioni temporanee.. Pag. 3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER COMUNE DI S. AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 11 Settembre 1995 Angela\Regolamenti\Palestra

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE SAN GABRIELE BASKET

REGOLAMENTO GENERALE SAN GABRIELE BASKET PREFAZIONE Questo regolamento rappresenta il punto di riferimento per tutti gli associati della Associazione Sportiva Dilettantistica (di seguito ASD ) che risulta essere un punto d incontro per diffondere

Dettagli

Stagione sportiva 2015/2016

Stagione sportiva 2015/2016 COPIA PER L ATLETA REGOLAMENTO SETTORE GIOVANILE SCOLASTICO G.S. CALCIO EVANCON Stagione sportiva 2015/2016 Il presente Regolamento dovrà essere sottoscritto dall atleta e da uno dei genitori, o da chi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO COMUNE DI ALBIANO REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO Approvato con deliberazione consiliare del 16/07/2003, n. 36, modificato con successiva deliberazione 5/8/2004, n.

Dettagli

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera della Giunta comunale n. 100 del 3 dicembre 2010 avente ad oggetto Regolamento per l utilizzo delle palestre comunali: approvazione. SOMMARIO

Dettagli

DIPARTIMENTO EQUITAZIONE AMERICANA Settore GIMKANA WESTERN

DIPARTIMENTO EQUITAZIONE AMERICANA Settore GIMKANA WESTERN DIPARTIMENTO EQUITAZIONE AMERICANA Settore GIMKANA WESTERN PROGRAMMA GARE 18/19 ottobre 2008 A - FINALE CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO DI GIMKANA WESTERN 2008 B - FINALE COPPA DELLE REGIONI DI GIMKANA WESTERN

Dettagli

Regolamento viaggi d istruzione e visite guidate

Regolamento viaggi d istruzione e visite guidate Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO GIANNI RODARI Via Niobe, 52 00118 ROMA C.F. 97028710586 Tel/fax 06 79810110 Tel. 06 79896266 e-mail: RMIC833007@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

Modulo adesione alla singola esibizione di equitazione:

Modulo adesione alla singola esibizione di equitazione: Modulo adesione alla singola esibizione di equitazione: Io sottoscritto come atleta o in qualità di genitore o chi ne fa le veci del ragazzo (nome/cognome) di anni, residente in via località nato il a

Dettagli

ORARIO SCOLASTICO Norme generali compiti dell insegnante

ORARIO SCOLASTICO Norme generali compiti dell insegnante REGOLAMENTO PALESTRA La palestra è l'aula più grande e frequentata di ogni scuola ed in essa vi si alternano settimanalmente tutti gli alunni per le attività curricolari ed atleti di società sportive autorizzate

Dettagli

TROFEO ETRUSCO 2011 Grifon d Oro Villa Francesca

TROFEO ETRUSCO 2011 Grifon d Oro Villa Francesca TROFEO ETRUSCO 2011 Grifon d Oro Villa Francesca C. I. GRIFON D'ORO Le Scopaie n.1, Riotorto - 57025 Piombino (LI) Cell. +39 393 0941276 - Tel./Fax +39 0565 20973 Email: centroippicogrifondoro@virgilio.it

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika. del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena)

REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika. del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena) REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 23 del 28/06/2007 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO E istituita la

Dettagli

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota di nuova iscrizione una tantum/a fondo perduto Deposito cauzionale una tantum/rimborsabile con interessi Quota di conferma

Dettagli

Centro Ippico ZINO RANCH

Centro Ippico ZINO RANCH CAMPIONATI ITALIANI YOUTH & JUNIOR FUTURITY & MATURITY 30 Agosto 1 Settembre 2013 Centro Ippico ZINO RANCH Sperlonga (LT) Requisiti - Tessera NBHA - Patente SEF ITALIA - Passaporto APA Box - 130 euro Per

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI.

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. A.S. 2012/2013 L Istituto scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO VIA LUIGI RIZZO, 1 di seguito chiamato scuola,

Dettagli

e, p.c. Al Consiglio Federale Alla Commissione Salto Ostacoli Alle Segreterie di concorso Numerica Progetti srl

e, p.c. Al Consiglio Federale Alla Commissione Salto Ostacoli Alle Segreterie di concorso Numerica Progetti srl Allegato n. 8 Ai Comitati Organizzatori di concorsi S.O. nel 2004 Ai Comitati Regionali Ai Presidenti di Giuria Roma, 3 agosto 2004 Prot. n. 7540 e, p.c. Al Consiglio Federale Alla Commissione Salto Ostacoli

Dettagli

2015 / 2016. Stagione Sportiva. SSD Leone XIII Sport. Rugby Scherma. Yoga. SSD Leone XIII Sport. Piscina

2015 / 2016. Stagione Sportiva. SSD Leone XIII Sport. Rugby Scherma. Yoga. SSD Leone XIII Sport. Piscina Orari Segreteria Da lunedì a venerdì 8:30 10:30 15:00 18:30 Sabato 11:00 12:45 Periodo estivo Dall 8 giugno al 4 Settembre 2015 l orario della Segreteria subirà delle modifiche. Si potranno verificare

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO

REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO REGOLAMENTO GENERALE PALESTRA ARRAMPICATA CAI CORSICO NORME GENERALI 1. Il presente Regolamento disciplina l ingresso e l utilizzo della palestra di arrampicata CAI Corsico e gestita dalla Scuola di Alpinismo

Dettagli

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco COMUNE DI ROGENO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CAMPO DA BEACH VOLLEY/BEACH TENNIS 1 Le presenti norme disciplinano la gestione e l uso del campo da Beach Volley/Beach tennis di Viale

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO. 10) Nei locali dell Associazione Sportiva è fatto divieto assoluto di fumare.

REGOLAMENTO INTERNO. 10) Nei locali dell Associazione Sportiva è fatto divieto assoluto di fumare. REGOLAMENTO INTERNO 1) L adesione all Associazione Sportiva Dilettantistica in qualità di Socio comporta l accettazione del presente Regolamento, delle norme e delle direttive del CIO e del CONI, delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MARCIGNAGO (Prov. Pavia) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 15 del 28.04.2011 Art. 1 Finalità Scopo del presente regolamento è quello di regolare

Dettagli

F.I.S.E. Dipartimento Salto Ostacoli

F.I.S.E. Dipartimento Salto Ostacoli Ai Comitati Organizzatori di concorsi S.O. nel 2008 Ai Comitati Regionali Ai Presidenti di Giuria e, p.c. Alla Commissione Salto Ostacoli Alle Segreterie di Concorso Numerica Progetti srl Roma, 16 settembre

Dettagli

Regolamento interno. 1.4 L orario ed il periodo d apertura e di chiusura del Club vengono disposti dal Consiglio di Amministrazione.

Regolamento interno. 1.4 L orario ed il periodo d apertura e di chiusura del Club vengono disposti dal Consiglio di Amministrazione. 1. Norme Generali. 2. Regolamento Club house. 3. Regolamento Segreteria e Club house. 4. Regolamento Campo pratica. 5. Regolamento Campo golf. 6. Regolamento Gare e Sponsors. 7. Regolamento Golf carts.

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ARTICOLO 1 SCOPO DEI CRITERI Scopo dei presenti criteri è quello di regolare l attività ginnico sportiva

Dettagli

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DEL CAVALLO

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DEL CAVALLO CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DEL CAVALLO Tra Venditore/Allevatore Ragione Sociale / Legale Rappresentante Sede Legale. P.I./C.F. :. E Compratore Ragione Sociale/Nome. Sede Legale/Via. Luogo P.I./C.F. 1 Generalità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA

ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA Scuola dell infanzia Carlo Collodi REGOLAMENTO DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI La scuola è un ambiente educativo sereno, governato dal rispetto dei diritti e dei doveri di ognuno.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO CONSORZIO TRA I COMUNI DI CERNUSCO LOMBARDONE, LOMAGNA, OSNAGO E MONTEVECCHIA PER LA SCUOLA MEDIA STATALE G. VERGA DI CERNUSCO LOMBARDONE. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA IN ORARIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO

REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 09.04.2013 Pagina 1 SOMMARIO ART. 1 OGGETTO 3 ART. 2 MODALITA DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO 3 ART. 3 UTENTI

Dettagli

CONVITTO PER SORDI DI ROMA

CONVITTO PER SORDI DI ROMA CONVITTO PER SORDI DI ROMA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 00166 ROMA - Vico lo del Casale Lumbroso, 129 06/66180021 fax 06/66180297 RMVC060009@istruzione.it

Dettagli

RICHIESTA IMPIANTI SPORTIVI A.S. 2014/2015. Il Sottoscritto. (Nome)* (Cognome)* nato il / / (gg/mm/aaaa)* a. * prov. * e residente a * in via

RICHIESTA IMPIANTI SPORTIVI A.S. 2014/2015. Il Sottoscritto. (Nome)* (Cognome)* nato il / / (gg/mm/aaaa)* a. * prov. * e residente a * in via RICHIESTA IMPIANTI SPORTIVI A.S. 2014/2015 Il Sottoscritto (Nome)* (Cognome)* nato il / / (gg/mm/aaaa)* a * prov. * e residente a * in via * CAP * tel. cell. * C.F. * Legale Rappresentante della Società

Dettagli

TIPOLOGIA DI VIAGGI I viaggi di istruzione comprendono diverse iniziative che si possono così sintetizzare:

TIPOLOGIA DI VIAGGI I viaggi di istruzione comprendono diverse iniziative che si possono così sintetizzare: Alleg.N.8 - Viaggi d istruzione e visite guidate I viaggi di istruzione e le visite guidate sono iniziative didattico-culturali finalizzate ad integrare la normale attività della scuola sia sul piano della

Dettagli

SSD Leone XIII Sport

SSD Leone XIII Sport SSD Leone XIII Sport Stagione Sportiva 2015 / 2016 Rugby Scherma Yoga Piscina CALENDARIO - ORARI - ISCRIZIONI Rugby Corsi Mono / Bisettimanali Under 10 lunedì e venerdì 16:05-17:05 monosettimanale 250

Dettagli

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione AREA SVILUPPO E FORMAZIONE Settore Tecnico CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione Stagione Sportiva 2014/2015 BANDO DI AMMISSIONE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE SOMMARIO Art. 1 Tipologie di attività da comprendere nei viaggi di istruzione Art. 2 Iter procedurale per i viaggi di istruzione Art. 3 Durata dei viaggi e periodi di effettuazione

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTI SCOLASTICI Approvato con deliberazione consiliare n. 87 del 30.09.2010 * * * * * ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE E VIAGGI DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Il rispetto delle regole si rende necessario anche all esterno della scuola, in particolare durante le uscite scolastiche che costituiscono per gli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA E DELLE ATTREZZATURE SPORTIVE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA E DELLE ATTREZZATURE SPORTIVE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA E DELLE ATTREZZATURE SPORTIVE 1 INDICE... 2 Premessa... 3 Art. 1 Norme generali e compiti dell insegnante... 3 Art. 2 Norme per gli alunni... 3 Art. 3 Concessione

Dettagli

COMUNE DI PREMARIACCO PROVINCIA DI UDINE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

COMUNE DI PREMARIACCO PROVINCIA DI UDINE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI PREMARIACCO PROVINCIA DI UDINE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA REGOLAMENTO per la costituzione e il funzionamento del Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile del Comune di Premariacco

Dettagli

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015 COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 La categoria prevede due classifiche, una a Squadre e una Individuale e un ulteriore classifica

Dettagli

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Ottava Edizione

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Ottava Edizione AREA SVILUPPO E FORMAZIONE Settore Tecnico CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Ottava Edizione Stagione Sportiva 2011/2012 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 198 DEL 28.08.2015 OGGETTO: Approvazione Modalità per l utilizzo dei locali dell ESU di Verona adibiti ad uso palestra. RICHIAMATO l art. 14 comma 5 della Legge Regionale del 07

Dettagli

CASALE SAN NICOLA Via Del Casale di San Nicola 232 00123 Roma CODICE AZIENDALE: IT091RMT31

CASALE SAN NICOLA Via Del Casale di San Nicola 232 00123 Roma CODICE AZIENDALE: IT091RMT31 AALE AN NIOLA Via Del asale di an Nicola 232 00123 oma ODIE AZIENDALE: I091M31 ONOO IIO.O. B* 1 2 Maggio 2010 ampo gara Nord 90x60 in ABBIA - ampo prova 50x30 ampo gara ud 80x75 in ABBIA - ampo prova 65x25

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 6 BANDO PER INTERVENTI A FAVORE DI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI ANNO ACCADEMICO 2014/2015. Art. 1 OGGETTO DEL CONCORSO Al fine di rimuovere gli ostacoli che impediscono agli studenti diversamente abili

Dettagli

DIPARTIMENTO EQUITAZIONE DI CAMPAGNA PROGETTO RICLASSIFICAZIONI QUADRI TECNICI

DIPARTIMENTO EQUITAZIONE DI CAMPAGNA PROGETTO RICLASSIFICAZIONI QUADRI TECNICI DIPARTIMENTO EQUITAZIONE DI CAMPAGNA PROGETTO RICLASSIFICAZIONI QUADRI TECNICI Il Dipartimento Equitazione di Campagna, allo scopo di favorire l integrazione dei propri quadri tecnici nel contesto degli

Dettagli

NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA

NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA ALLEGATO 1 NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA I rapporti contrattuali derivanti dell aggiudicazione sono regolate dalle norme contenute nel D.I. 44/01 e dalla legge e dal regolamento di contabilità

Dettagli

COMUNE DI SOVERE. Provincia di Bergamo. Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali

COMUNE DI SOVERE. Provincia di Bergamo. Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali COMUNE DI SOVERE Provincia di Bergamo Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali ART.1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ 1) I presenti criteri di gestione hanno lo scopo di salvaguardare

Dettagli

REGOLAMENTO VINCOLANTE PER LA PARTECIPAZIONE DA PARTE

REGOLAMENTO VINCOLANTE PER LA PARTECIPAZIONE DA PARTE Associazione Turistica Pro Loco Arbus via Senatore Garau, 25-09031 Arbus (VS) www.prolocoarbus.it Organizzazione Sant Antonio di Santadi Cell. 3288604661 3490934137 Email: organizzazione@santantoniodisantadi.it

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO CHI PUO ISCRIVERSI ALLA SCUOLA CALCIO Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni 1996/1997/1998/1999/2000/2001/2002/2003/2004.

Dettagli

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!.

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Allegato A alla delibera di Giunta n. 179_ del_26/09/2011 LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Art. 1 FINALITÀ

Dettagli

SAGGIO NAZIONALE DELLE SCUOLE TROFEO ALLIEVI DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE

SAGGIO NAZIONALE DELLE SCUOLE TROFEO ALLIEVI DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE SAGGIO NAZIONALE DELLE SCUOLE TROFEO ALLIEVI DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE DI CONCORSO COMPLETO DI EQUITAZIONE CENTRO EQUESTRE FEDERALE PRATONI DEL VIVARO 31 Ottobre

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Il Comune di Giavera del Montello intende incentivare e facilitare un largo accesso alla pratica sportiva da parte dei cittadini, tanto in

Dettagli

La quota di partecipazione al corso è pari a 1.800 (esente IVA) per ogni partecipante ed è comprensiva del materiale didattico di supporto.

La quota di partecipazione al corso è pari a 1.800 (esente IVA) per ogni partecipante ed è comprensiva del materiale didattico di supporto. Assessorato della Salute Dipartimento Regionale Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico Allegato B CONDIZIONI GENERALI Il corso di riqualificazione in OSS Operatore Socio Sanitario (Regione Siciliana

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER AUSILIARI F.I.S.E. SPEC. IN RIABILITAZIONE EQUESTRE

CORSO DI FORMAZIONE PER AUSILIARI F.I.S.E. SPEC. IN RIABILITAZIONE EQUESTRE CORSO DI FORMAZIONE PER AUSILIARI F.I.S.E. SPEC. IN RIABILITAZIONE EQUESTRE INTRODUZIONE Il Corso si rivolge a coloro che hanno già conoscenza del mondo equestre e vogliono avvicinarsi a quello della Riabilitazione

Dettagli

COMUNE DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO

COMUNE DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO 1 COMUNE DI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI PRESSO LA CASA DELLE ASSOCIAZIONI Via Buonarroti APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 95 DEL 18/12/2014 1 2 Indice TITOLO I Principi

Dettagli

REGOLAMENTO PATENTI 2014 Entrerà in vigore il 01 settembre 2014

REGOLAMENTO PATENTI 2014 Entrerà in vigore il 01 settembre 2014 Entrerà in vigore il 01 settembre 2014 PATENTE Tessera Sociale T Patente T Patente Giornaliera Tutte le Associazioni Affiliate. La Tessera Sociale "T" ha validità anno solare (01 gen. -31 dic.). Diventare

Dettagli

SPACE-METAL-DETECTOR

SPACE-METAL-DETECTOR Regolamento interno associazione ART 1 L associazione si attiene al codice internazionale di Boston per il comportamento che ogni associato deve tenere nelle uscite e raduni a cui parteciperà Ogni socio

Dettagli

Corso di Arrampicata Libera

Corso di Arrampicata Libera Scuola di Alpinismo, Sci Alpinismo e Arrampicata Libera BISMANTOVA Scuola delle sezioni CAI di Reggio Emilia, Sassuolo e Castelnovo ne Monti Corso di Arrampicata Libera organizzato presso la Sezione di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 1) Sono ammissibili al doposcuola, tutti gli allievi che frequentano

Dettagli

Regolamento servizio di trasporto scolastico

Regolamento servizio di trasporto scolastico COMUNE DI OFFANENGO Provincia di Cremona Regolamento servizio di trasporto scolastico Approvato con deliberazione C.C. n. 14 del 4.5.2007 Indice: Art. 1 Finalità e criteri generali Art. 2 Organizzazione

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

CENTRO IPPICO AMBASSADOR

CENTRO IPPICO AMBASSADOR CENTRO IPPICO AMBASSADOR Presenta ENDURANCE FRANCIACORTA 2015 23-24 - 25 Ottobre 2015 Gara Internazionale di Endurance CEI3* - 160km CEI2* - 120km CEI1* - 90km Coppa Lombardia Endurance CENB - 90km CENA

Dettagli

TRASPORTO SCOLASTICO

TRASPORTO SCOLASTICO Città di Ozieri Provincia di Sassari REGOLAMENTO del Servizio di TRASPORTO SCOLASTICO Approvato con Deliberazione del C.C. n 22 del 21/05/2008 INDICE Articolo 1 - Articolo 2 - Articolo 3 - Articolo 4 -

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 REGOLAMENTO TECNICO ART. 1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

Comune di Cavezzo Provincia di Modena

Comune di Cavezzo Provincia di Modena Comune di Cavezzo Provincia di Modena FINALITA REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO Il servizio di Trasporto scolastico è istituito per garantire l accesso e la qualificazione del sistema

Dettagli

QUANTE VOLTE A SETTIMANA E NECESSARIO MONTARE A CAVALLO?

QUANTE VOLTE A SETTIMANA E NECESSARIO MONTARE A CAVALLO? C.O.N.I. F.I.S.E. www.circoloippicospiaditalia.it PONY O CAVALLO? La scelta di utilizzare i pony nasce dall esigenza di permettere ai bambini e ai ragazzi di essere autonomi nella gestione completa dell

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari. Regolamento per il funzionamento del Servizio di consultazione informatizzata

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari. Regolamento per il funzionamento del Servizio di consultazione informatizzata COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Area 1 - Socio Assistenziale, culturale e sportiva Regolamento per il funzionamento del Servizio di consultazione informatizzata Delibera di Approvazione: C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PATENTI 2014 Entrerà in vigore il 01 dicembre 2013

REGOLAMENTO PATENTI 2014 Entrerà in vigore il 01 dicembre 2013 Entrerà in vigore il 01 dicembre 2013 PATENTE Tessera Sociale T TRAMITE Patente T Patente Giornaliera Tutte le Associazioni Affiliate. La Tessera Sociale "T" ha validità anno solare (01 gen. -31 dic.).

Dettagli

COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO

COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO Approvato con deliberazione C.C. n. 29 del 29.05.2003 1 INDICE ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO.. Pag. 3 ART. 2 BENEFICIARI

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo

Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo ARTICOLO 1 GENERALITA Il presente Regolamento disciplina le modalità di assegnazione, i corrispettivi,

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 36 DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

CONTRATTO DELL'EVENTO

CONTRATTO DELL'EVENTO CONTRATTO DELL'EVENTO relativo all organizzazione del.. tra FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO (d'ora in avanti "FIC") e.. (d'ora in avanti ".") e LA CITTÀ DI [CITTÀ], (d'ora in avanti "CITTÀ") PREMESSO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A Data di pubblicazione: 14 luglio 2015 1 1) Il Regolamento per l accesso dei fotografi alle competizioni ufficiali

Dettagli

- La lezione di Scienze Motorie e Sportive si svolge generalmente presso il Palazzetto dello Sport di Città della Pieve.

- La lezione di Scienze Motorie e Sportive si svolge generalmente presso il Palazzetto dello Sport di Città della Pieve. ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE I. Calvino Sede legale Liceo Scientifico - Città della Pieve - Via Marconi snc Tel.: 0578 297 054 Fax: 0578 297 207 Sede coord. Ist. Prof. le Statale per i Servizi

Dettagli

WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale WKLF REGOLAMENTO SOCIALE. WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5

WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale WKLF REGOLAMENTO SOCIALE. WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5 WKLF REGOLAMENTO SOCIALE WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5 Sommario 1. ADESIONE...3 1.1 AMMISSIONE A SOCIO...3 1.2 TESSERAMENTO...3 1.3 ATLETI MINORI...3 1.4 PASSAPORTO E TESSERA...3

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA SPORT EQUESTRI

Dettagli

REGOLAMENTO Stagione Sciistica 2015-2016 v1

REGOLAMENTO Stagione Sciistica 2015-2016 v1 REGOLAMENTO Stagione Sciistica 2015-2016 v1 ISCRIZIONI Le iscrizioni hanno luogo presso la sede tutti i mercoledì dalle ore 21:00 alle ore 22:30 e durante la serata inaugurale. La tessera associativa costa

Dettagli