VADEMECUM PROVINCIALE. DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VADEMECUM PROVINCIALE. DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo. www.fipav.re.it. segreteria@fipav.re.it"

Transcript

1 VADEMECUM PROVINCIALE DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo Stag. Sport Commissione Provinciale Gare FIPAV Reggio Emilia

2 INDICE PUNTO 1 CAMPIONATI PAG. 4 PUNTO 2 PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI CESSIONE DIRITTI PAG. 4 PUNTO 3 CAMPIONATI DI SERIE E DI CATEGORIA PAG. 8 PUNTO 4 CAMPIONATI Under 12 e Under 13 PAG. 10 PUNTO 5 NOTE COMUNI AI CAMPIONATI GIOVANILI PAG. 11 PUNTO 6 TESSERAMENTO PAG. 11 PUNTO 7 PROMOZIONE REINTEGRAZIONE PAG. 12 PUNTO 8 ISCRIZIONI AI CAMPIONATI PAG. 12 PUNTO 9 PREISCRIZIONE PAG. 13 PUNTO 10 CONTRIBUTI GARA PAG. 14 PUNTO 11 GIORNI ED ORARI DI GIOCO PAG. 14 PUNTO 12 COMPILAZIONE CALENDARI DI GIOCO PAG. 15 PUNTO 13 SPOSTAMENTI GARA PAG. 16 PUNTO 14 RITARDATA PRESENTAZIONE PAG. 17 PUNTO 15 MANCATA PRESENTAZIONE PAG. 18 PUNTO 16 RINUNCE AL CAMPIONATO ESTROMISSIONI PAG. 18 PUNTO 17 TURNI ORARI DELLE PALESTRE PAG. 19 PUNTO 18 DESIGNAZIONI ARBITRALI PAG. 19 PUNTO 19 ARBITRI ASSOCIATI PAG. 20 PUNTO 20 ASSENZA ARBITRI PAG. 20 PUNTO 21 SEGNAPUNTI ASSOCIATO PAG. 21 PUNTO 22 DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO PAG. 21 PUNTO 23 DOCUMENTI DA PRESENTARE ALLE GARE PAG. 22 PUNTO 24 NUMER. MAGLIE- LIBERO SETT. GIOVANILE PAG. 23 PUNTO 25 MANCANZA TESSERA FIPAV PAG. 23 PUNTO 26 CAMPI DI GIOCO PAG. 24 PUNTO 27 PALLONI DI GIOCO PAG. 24 PUNTO 28 RECLAMI PAG. 25 PUNTO 29 CLASSIFICHE PAG. 25 PUNTO 30 COMUNICAZIONE RISULTATI PAG. 26 PUNTO 31 COMUNICATO UFFICIALE PAG. 26 PUNTO 32 PRES. FORZA PUBBLICA -SERV. PRIMO SOCCORSO PAG. 27 PUNTO 33 MODALITÀ DEI PAGAMENTI PAG. 27 PUNTO 34 ALLENATORI PAG. 27 PUNTO ATTIVITA MINIVOLLEY - BEACH VOLLEY PAG. 28 PUNTO 37 ORGANIZZAZIONE TORNEI DI SOCIETA PAG. 28 2

3 A T T E N Z I O N E Mancati versamenti da parte delle società blocco procedura Riaffiliazione Le società che non hanno provveduto a corrispondere alla FIPAV e/o ai Comitati Regionali- Comitati Provinciali FIPAV gli importi delle tasse dovute per la stagione sportiva , non possono rinnovare l affiliazione per la stagione sportiva Per procedere al rinnovo dell affiliazione è necessario che le società corrispondano quanto dovuto a FIPAV con carta di credito online, ai Comitati Regionali/Comitati Provinciali FIPAV direttamente con versamento sui rispettivi conti correnti provvedendo ad inviare copia della ricevuta del pagamento effettuato al Comitato Regionale/Comitato Provinciale FIPAV competente per territorio. Al termine delle verifiche contabili, se non sarà riscontrato alcun saldo passivo del sodalizio nei confronti di FIPAV e/o dei Comitati Regionali/Comitati Provinciali FIPAV si provvederà a rimuovere il blocco al tesseramento on-line per permettere alle società di procedere on-line al rinnovo dell affiliazione. ISCRIZIONE AL REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE DEL CONI Si ricorda che le società affiliate alla FIPAV devono OBBLIGATORIAMENTE essere iscritte al Registro delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, istituito per legge presso il Coni. Risulta iscritta al suddetto registro la società - precedentemente caricata e registrata che ha presentato al Comitato Regionale CONI la dichiarazione sostitutiva ottenendo il numero di iscrizione. Per tutte le informazioni relative alle modalità e ai termini di registrazione e iscrizione vi invitiamo a consultare la Guida all Iscrizione pubblicata sul seguente link Modalità dei versamenti Per quanto di competenza del Comitato Provinciale, i pagamenti delle iscrizioni ai campionati, dei contributi gara, delle ammende e delle tasse di spostamento gara, potranno essere effettuate secondo le seguenti modalità: mediante bonifico bancario sulla Banca Popolare dell Emilia Romagna, sede di Reggio Emilia, IBAN: IT 55 U mediante versamento sul c/c postale n intestato al Comitato Provinciale FIPAV di Reggio Emilia; Per le somme dovute al Comitato Regionale e alla Fipav Nazionale, attenersi alle modalità riportate dalle rispettive norme per la stag

4 PUNTO 1 - CAMPIONATI Il Comitato Provinciale della Federazione Italiana Pallavolo di Reggio Emilia, tramite la Commissione Provinciale Gare, indice e organizza per la stagione sportiva i seguenti campionati: A ) CAMPIONATI REGIONALI DI 2 LIVELLO : CAMPIONATO DI PRIMA DIVISIONE MASCHILE E FEMMINILE CAMPIONATO DI SECONDA DIVISIONE MASCHILE E FEMMINILE CAMPIONATO DI TERZA DIVISIONE MASCHILE E FEMMINILE B ) CAMPIONATI DI CATEGORIA FEDERALI: Per la stagione 2014/2015 i Campionati di categoria avranno questa struttura: MASCHILE UNDER 13 (3vs3) svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 13 (6vs6) svolgimento fino alla Finale Regionale UNDER 14 svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 15 svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 17 svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 19 svolgimento fino alla Finale Nazionale FEMMINILE UNDER 13 svolgimento fino alla Fase Regionale UNDER 14 svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 16 svolgimento fino alla Finale Nazionale UNDER 18 svolgimento fino alla Finale Nazionale IMPORTANTE Non saranno più disputate le Fasi Interregionali in nessuno dei campionati di categoria. Relativamente alla Finali Nazionali di tutti i campionati di categoria, il numero delle squadre partecipanti, il sistema di qualificazione e la formula di svolgimento saranno rese note entro il mese di Ottobre I regolamenti dei Campionati di categoria sono riportati nelle specifiche norme C) CAMPIONATI DI CATEGORIA PROVINCIALI: CAMPIONATO PROMOZIONALE UNDER 12 MASCHILE, FEMMINILE e MISTO PUNTO 2 - PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI CESSIONE DIRITTO A) Ai campionati di cui ai punti 1A,1B e 1C possono partecipare: - tutte le Società, secondo i diritti acquisiti (per i soli campionati al punto 1A), purché in regola con l affiliazione per la stagione , e con i pagamenti della stagione 2013/2014; - tutti i dirigenti e i tecnici purché regolarmente tesserati per la stagione con la Società partecipante; - tutti gli atleti, compatibilmente con gli eventuali limiti di età previsti per i singoli campionati, purché regolarmente tesserati per la stagione con la Società partecipante. TERMINE PER IL RINNOVO DELL AFFILIAZIONE E RITESSERAMENTO ATLETI : 30 SETTEMBRE

5 Si invitano le Società che eventualmente avessero intenzione di rinunciare al Campionato a cui hanno diritto, (vedere Organici Serie sul sito Download - Regolamenti provinciali), di comunicarlo già da ora e comunque al più presto, alla scrivente CPG, non aspettando, possibilmente, la scadenza dell iscrizione. Il Consiglio Provinciale, per questa stagione sportiva, ha confermato l istituto delle cessioni dei titoli anche ai campionati di Serie Provinciale di 1^ e 2^ divisione. Sarà quindi possibile cedere il diritto di disputare un campionato di serie Provinciale (maschile e femminile) tra società all interno della stessa provincia. La cessione/acquisizione dei diritti deve avvenire entro il 31 agosto 2014, attraverso il tesseramento on-line. SOCIETA CHE CEDE: 1) deve provvedere al rinnovo dell affiliazione tramite il dispositivo di firma digitale (si ricorda che la quota del rinnovo affiliazione da versare a Fipav con carta di credito on line e/o con bollettino postale è quella relativa al titolo sportivo al ) 2) dopo aver effettuato l affiliazione è necessario accedere al link Diritto Sportivo, click su Cessione Diritto Sportivo e quindi eseguire tutte le fasi che il sistema propone. Al termine apporre la propria firma digitale; SOCIETA CHE ACQUISISCE: 1) deve provvedere al rinnovo dell affiliazione tramite il dispositivo di firma digitale (si ricorda che la quota del rinnovo affiliazione da versare alla Fipav tramite carta di credito on line e/o con bollettino postale è quella relativa al titolo sportivo al ) 2) dopo aver effettuato l affiliazione è necessario accedere al link Diritto Sportivo, click su Accettazione Diritto Sportivo e quindi eseguire tutte le fasi che il sistema propone. Al termine apporre la propria firma digitale. 3) a questo punto la società che acquisisce il diritto sportivo deve procedere al pagamento di 300,00 da versare al Comitato Provinciale. Le modalità di pagamento previste sono tramite bonifico bancario e/o con bollettino postale LA SOCIETA CHE CEDE: 1) dovrà provvedere, sempre entro il termine del 31 agosto 2014, ad inviare al Comitato Provinciale competente l originale della delibera del Consiglio Direttivo di consenso alla cessione del diritto. LA SOCIETA CHE ACQUISISCE: 1) dovrà provvedere, sempre entro il termine del 31 agosto 2014, ad inviare al Comitato Provinciale competente la delibera del Consiglio Direttivo di consenso all acquisizione del diritto. I Comitati Provinciali, sempre entro il termine del 31 agosto 2014, attraverso il proprio Tesseramento on line accedono nell apposita sezione Autorizzazione Cessione Titolo Sportivo e rilasciano il proprio consenso. Il Comitato Provinciale ricevuti i documenti relativi a: affiliazione da versare alla Fipav tramite CCP è quella relativa al titolo sportivo al ); acquisizione del diritto; provvede ad inviare tutta la documentazione all Ufficio Tesseramento entro i termini stabiliti. B ) Le Società di prima affiliazione possono partecipare solo ai campionati di categoria federali e provinciali ed al campionato di terza divisione (salvo casi di assorbimento, fusione, cessione del titolo e scambio dei diritti). 5

6 C )Per le Società che partecipano a più Campionati, si riportano le norme generali dell art.8 del Regolamento Gare FIPAV Nazionale : Art. 8 - Norme generali 3. Gli associati regolarmente affiliati possono partecipare con più squadre ai campionati di categoria, secondo le norme organizzative che vengono emanate annualmente, possono partecipare ai campionati di serie provinciale con più squadre soltanto nei comitati dove possono essere inserite in gironi diversi e secondo le norme organizzative che vengono emanate annualmente; mentre possono partecipare ai campionati di serie Nazionale e Regionale con una sola squadra. 4. Qualora un associato regolarmente affiliato, a seguito del meccanismo di promozione e retrocessione, alla fine del campionato, abbia due squadre nella stessa serie, esso potrà cedere uno dei due diritti sportivi entro i termini stabiliti annualmente dal Consiglio Federale oppure partecipare ad ambedue se rientrano fra quelli compatibili in base al precedente comma Gli associati regolarmente affiliati che con una delle loro squadre militano nei campionati di serie A1, A2 non possono partecipare con altra squadra in un campionato di serie immediatamente inferiore; non ci sono limitazioni per gli affiliati che disputano i campionati dalla serie B1 alla 3^ Divisione. 6. Qualora un associato regolarmente affiliato, a seguito del meccanismo di promozione e retrocessione, alla fine del campionato, abbia due squadre in campionati incompatibili fra loro ai sensi del precedente comma 5, esso dovrà scegliere quale dei due campionati intende disputare oppure cedere uno dei due diritti sportivi. La volontà di opzione per uno dei due campionati nonché di cessione di uno dei due diritti dovrà essere manifestata alla FIPAV entro la prima scadenza, in ordine temporale, dell iscrizione ai due campionati per la stagione successiva o, comunque, entro i termini stabiliti annualmente dal Consiglio Federale. 7. Gli associati regolarmente affiliati che partecipano con proprie squadre a serie consecutive dei campionati dalla serie B1 alla 3^ Divisione partecipano ai campionati con tutti i diritti delle altre squadre e pertanto possono essere anche promosse alla serie superiore. D ) L obbligo di partecipazione si estende a tutte le fasi del campionato(compreso Play off, Tornei di chiusura, Trofeo Tricolore, ecc.), come indicato nelle relative schede, ad eccezione dei campionati Under M/F, per i quali l obbligo si esaurisce all atto dell assegnazione del titolo provinciale. In ogni caso, tutte le squadre partecipanti saranno automaticamente iscritte alla fase successiva, l eventuale rinuncia dovrà essere preventivamente comunicata alla competente Commissione entro l ultima giornata di gioco della prima fase. Le Società che comunicheranno il ritiro della propria squadra dopo tale termine saranno sanzionate con l ammenda di 50,00. La mancata partecipazione a qualunque fase escluderà la squadra dalla classifica finale. Ad ogni squadra che, per qualunque motivo, non porterà a termine qualunque fase del campionato iniziato, verranno applicate le sanzioni previste al successivo punto 16 B 1. E) OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI DI CATEGORIA Tutte le Società che si iscrivono al campionato di prima divisione hanno l obbligo di partecipare ad almeno un campionato giovanile, come disposto dalle Norme Stagione Sportiva In deroga alle stesse ed accogliendo quanto stabilito dalla Consulta Regionale, la partecipazione al campionato Under 13 sarà sufficiente per ottemperare all obbligo di partecipazione ad un campionato giovanile. Il Consiglio Provinciale, anche per questa stagione, ha stabilito di includere il campionato Under 12 fra quelli validi per assolvere agli obblighi. SERIE A1 e A2 MASCHILE Per le società partecipanti ai campionati di Serie A1 e A2 maschile si rimanda alla Guida Pratica sezione Norme di riferimento per l attività dei Campionati di Categoria su in quanto al momento non è stato definito ancora nulla. SERIE A1 e A2 FEMMINILE Le società partecipanti ai campionati di Serie A1 e A2 femminile devono prendere parte ad almeno tre dei campionati di categoria indetti dalla FIPAV nella corrispondente sezione femminile a scelta tra: UNDER 18 - UNDER 16 - UNDER 14 e UNDER 13. Tale obbligo può essere assolto anche facendosi rappresentare da altra società sulla base della apposita convenzione (per i soli campionati Under 18 e Under 16) che dovrà essere trasmessa entro l inizio dei rispettivi campionati di categoria, al competente CP FIPAV e alla Lega Nazionale Pallavolo. In caso di mancata partecipazione, anche ad un solo campionato, è prevista la multa di 1.500,00. 6

7 Le società che stipulano convenzioni con società di serie A per l assolvimento degli obblighi di queste ultime, con la stessa squadra non assolvono eventuali obblighi previsti per la propria società derivanti dalla serie che disputano. In pratica, i campionati di categoria in convenzione non possono assolvere a due obblighi. E ovvio che se una società, per esempio, disputa un campionato Under 18 in convenzione per una società di serie A, può partecipare con un altra squadra, ovviamente formata da atleti diversi, nella stessa categoria per assolvere ad eventuali propri obblighi. SERIE B1 e B2 MASCHILE Le società partecipanti ai campionati di Serie B1 e B2 maschile devono prendere parte ad almeno due campionati di categoria indetti dalla FIPAV nella corrispondente sezione maschile a scelta tra: UNDER 19 - UNDER 17 - UNDER 15 - UNDER 14 e UNDER 13 (6vs6) e UNDER 13 (3vs3). In caso di mancata partecipazione, anche ad un solo campionato, è prevista la multa di 1.000,00, che sarà sanzionata dal Giudice Unico Provinciale e dovrà essere versata al Comitato Provinciale. SERIE B1 e B2 FEMMINILE Le società partecipanti ai campionati di Serie B1 e B2 femminile devono prendere parte ad almeno due campionati di categoria indetti dalla FIPAV nella corrispondente sezione femminile a scelta tra: UNDER 18 - UNDER 16 - UNDER 14 e UNDER 13. In caso di mancata partecipazione, anche ad un solo campionato, è prevista la multa di 1.000,00, che sarà sanzionata dal Giudice Unico Provinciale e dovrà essere versata al Comitato Provinciale. SERIE C e D MASCHILE e FEMMINILE E fatto obbligo alle Società che disputano un campionato regionale, di partecipare ad almeno uno fra i campionati giovanili previsti dalla FIPAV [Under 12, Under 13 (3 vs 3 e/o 6 vs 6),Under 14, Under 15, Under 16, Under 17, Under 18, Under 19]. La mancata ottemperanza a tale disposizione comporta per la Società oltre alla eventuale multa prevista dalla Norme Federali (quantificata dalla Consulta in euro 500), il versamento di una somma perequativa che verrà destinata totalmente nella promozione dell attività giovanile regionale. Tale importo per la stagione agonistica è stata definita dalla Consulta Regionale in In relazione a tale obbligo si precisa che l ammenda opera per singolo settore, pertanto a squadre maschili l obbligo è di partecipare ad un campionato di categoria maschile ed a campionato femminile l obbligo è di partecipare ad un campionato di categoria femminile. In relazione alla nuova normativa dei campionati giovanili soddisfa all obbligo di partecipazione ad un campionato giovanile anche il campionato Under 12. In questo caso fermo restando la distinzione di cui sopra, per quanto riguarda la partecipazione all Under 12 misto viene considerata maschile la squadra che abbia sempre in campo almeno 4 atleti maschi e femminile la squadra che abbia sempre in campo almeno 4 atlete femmine. La Consulta Regionale in ordine alle difficoltà in cui versano i settori giovanili ha inoltre stabilito: per il solo settore maschile la suddetta sanzione verrà applicata solo nel caso in cui la Società, oltre a non disputare un campionato di categoria, non schieri in campo con continuità almeno 2 atleti giovani fino ad Under 20. (nati 1995). SERIE PROVINCIALI M/ F L inosservanza di tale disposizione, per le squadre iscritte alla Prima Divisione Femminile, comporterà un ammenda il cui importo è fissato in 250,00. L inosservanza di tale disposizione per le squadre iscritte alla Prima Divisione Maschile non comporterà, per la stagione in corso, alcuna ammenda. A deroga di quanto riportato nelle Norme Stagione Sportiva , dal suddetto obbligo sono escluse le Società che come massimo campionato di serie partecipano alla seconda divisione. Nessun obbligo è inoltre imposto ai sodalizi che partecipano al solo campionato di terza divisione. Per le Società che disputano più campionati di diversa serie nell ambito dello stesso settore 7

8 (maschile o femminile), l obbligatorietà di partecipazione ai campionati di categoria viene assolta in base a quanto previsto per il campionato maggiore al quale partecipano. F) E condizione indispensabile per l iscrizione a tutti i campionati l aver provveduto al pagamento di quanto dovuto al comitato provinciale Fipav a qualsiasi titolo. PUNTO 3 - CAMPIONATI REGIONALI DI 1 LIVELLO (1^-2^-3^ DIVISIONE) E DI CATEGORIA A ) Nei Campionati di Prima, Seconda e Terza Divisione Maschile e Femminile non ci sono limiti d età. B ) Ai Campionati di Terza Divisione Maschile e Terza Divisione Femminile la partecipazione è aperta alle società di nuova affiliazione, oltre a quelle che hanno mantenuto il diritto della stagione 2013/2014. C) Per i Campionati di Categoria si riporta la tabella con i limiti di età, l altezza della rete e l utilizzo del libero : SETTORE MASCHILE CATEGORIA LIMITI DI ETÀ Utilizzo Utilizzo 2 ALT.RETE LIBERO LIBERO Under 19 Maschile Nati dal 1996 al 2000 mt. 2,43 SI SI Under 17 Maschile Nati dal 1998 al 2003 mt. 2,43 (*) SI SI Under 15 Maschile Nati dal 2000 al 2003 mt. 2,35 SI SI (**) Under 14 Maschile Nati dal 2001 al 2004 mt. 2,15 NO NO Under 13 Maschile (6vs6) Nati dal 2002 al 2004 mt NO NO Under 13 Maschile (3vs3) Nati dal 2002 al 2004 mt. 2,05 NO NO (*) per tutta la fase provinciale l altezza della rete è fissata a 2,35 (**) per tutta la fase provinciale l altezza della rete è fissata a 2,24 SETTORE FEMMINILE CATEGORIA LIMITI DI ETÀ ALT.RETE 8 Utilizzo LIBERO Utilizzo 2 LIBERO Under 18 Femminile Nate dal 1997 al 2003 mt. 2,24 SI SI Under 16 Femminile Nate dal 1999 al 2003 mt. 2,24 SI SI Under 14 Femminile Nate dal 2001 al 2004 mt. 2,15 NO NO Under 13 Femminile Nate dal 2002 al 2004 mt. 2,15 NO NO D) Un giocatore che ha preso parte ad un campionato di serie superiore non può prendere parte ad uno di serie inferiore nella stessa stagione sportiva. Tale limitazione non è prevista per gli atleti maschi: nati negli anni 1993 e successivi per le società di serie A maschile che possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie A1 o A2 senza limitazioni di numero di presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie B1 o B2 oppure possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie A1 o A2 fino a 10 presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie regionale o provinciale (dopo la 11^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie regionale o provinciale); nati negli anni 1995 e successivi per le società di serie B1 e B2 maschile che possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie B1 o B2 fino al raggiungimento di 10 presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie inferiore (dopo la 11^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie inferiore);

9 Tale limitazione non è prevista per le atlete femmine: nate negli anni 1996 e successivi per le società di serie A1 e A2 femminile che possono essere utilizzate in un campionato superiore di serie A1 o A2 senza limitazioni di numero di presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie B1 e B2 oppure possono essere utilizzati in un campionato superiore di serie A1 o A2 fino a 15 presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie regionale o provinciale (dopo la 16^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie regionale o provinciale) ; nate negli anni 1996 e successivi per le società di serie B1 e B2 femminile che possono essere utilizzate in un campionato superiore di serie B1 o B2 fino al raggiungimento di 15 presenze e contemporaneamente disputare gare di un campionato di serie inferiore (dopo la 16^ presenza nel campionato superiore non potranno più partecipare a gare della serie inferiore). Le presenze nei campionati superiori possono essere anche non consecutive e anche se l atleta debutta nella stagione in una gara del campionato di serie superiore. Si precisa, inoltre, che la norma si applica soltanto su due campionati di serie per atleta e pertanto un atleta durante la stagione può disputare gare al massimo in due campionati di serie. E) SERIE C e D - Il Comitato Regionale ha deliberato su proposta della Consulta che è possibile per gli atleti maschi nati nel 1995 e successivi e per le sole atlete femmine nate nel 1996 e anni successivi, disputare 15 gare effettive (con ingresso in campo) in Serie C e D anche non consecutive pur disputando un campionato di serie provinciale. Le Società interessate all utilizzazione di tali atleti/e dovranno inviare, prima dell inizio del Campionato, l elenco degli atleti/e che intendono impiegare, specificando nome cognome codice tesseramento data di nascita, tale elenco può essere integrato in corso d anno. F) Come deliberato dal Consiglio Prov.le a tutti gli atleti/e nati/e dopo il 1/1/1997 che partecipano con la propria società al campionato di 2^ o 3^ divisione sarà consentito disputare, nel caso in cui la stessa società partecipi anche al campionato di 1^ o 2^ divisione, fino ad un massimo di 15 gare, anche non consecutive, nel campionato superiore (2^ o 1^divisione) con la possibilità di continuare a giocare anche in 3^ o 2^ divisione. Resta comunque valida la deroga di cui al precedente punto D). Le società interessate, prima di usufruire di tale agevolazione, dovranno inviare al Comitato Prov.le l elenco degli atleti/e interessati, in mancanza verranno sanzionate con i provvedimenti previsti dal Regolamento Gare. Nessuna deroga sarà invece concessa per i/le giocatori/trici nati/e fino al 31/12/1996. Come nelle stagioni sportive precedenti, è ammessa la possibilità di giocare in un campionato inferiore dopo aver già giocato in uno superiore (esempio: se un giocatore debutta in 1^ divisione potrà giocare successivamente in 3^ o 2^ divisione e ritornare in 1^ fino ad un massimo di altre 14 gare, ecc). Anche per i campionati regionali e provinciali, la norma si applica soltanto su due campionati di serie per atleta e pertanto un atleta durante la stagione può disputare gare al massimo in due campionati di serie. G) PRESTITO PER UN CAMPIONATO Gli atleti maschi nati dal 1/1/1996 al 31/12/2002 e le atlete femmine nate dal 1/1/1997 al 31/12/2002 potranno partecipare con una società ad un campionato di serie e con l altra ad uno di categoria (prestito per un campionato, mod. L1). In base a questo istituto, un atleta delle suddette categorie potrà: giocare, con la Società a cui viene prestato, un solo campionato di categoria e OBBLIGATORIAMENTE con la propria società un campionato di serie e gli eventuali altri campionati di categoria (non potrà quindi partecipare, con la propria società, allo stesso campionato cui partecipa con la società di prestito); giocare, con la Società a cui viene prestato, un solo campionato di serie e con la propria società OBBLIGATORIAMENTE ALMENO un campionato di categoria (non potrà quindi 9

10 partecipare, con la propria società, ad alcun campionato di serie). Gli atleti che hanno beneficiato del prestito non possono ricorrere all istituto della giusta causa per trasferirsi alla società di prestito. Il prestito si deve intendere per un solo campionato, pertanto se un atleta viene prestato ad altra società per partecipare con questa ad un campionato di categoria, non potrà, con la stessa, partecipare a nessun altro campionato di categoria o di serie; così come se il trasferimento avviene per un campionato di serie, l atleta non potrà partecipare anche ad un campionato di categoria. Una società potrà concedere il prestito per il campionato anche ad atleti tesserati per la prima volta a titolo definitivo. Il prestito è ammesso solo tra società della stessa regione e con il limite di 3 atleti ricevuti in prestito per un determinato campionato. Esclusivamente per il Campionato Under 14 M tale limite diventa di n. 5 atleti Si rimanda alle Norme Stagione Sportiva per l istituto del prestito per un campionato. H) Le società interessate ad usufruire di tale agevolazione dovranno inviare al Comitato Provinciale l elenco degli atleti interessati assieme alla copia del mod. L1, in mancanza verranno sanzionate con i provvedimenti previsti dal Regolamento Gare. I) I campionati di 1, 2 e 3 Divisione si svolgeranno secondo la formula, la struttura e le normative indicate nell indizione. L) FASI PROVINCIALI Campionati Giovanili Il Consiglio Federale ha deliberato che le fasi Provinciali e/o Interprovinciali dei campionati Under 14/M-15/M e 17/M dovranno essere svolte con la partecipazione di almeno 6 squadre e le fasi Provinciali e/o Interprovinciali dei campionati Under 14/F-16/F e 18/F dovranno essere svolte con la partecipazione di almeno 8 squadre; la formula che deve essere adottata è quella del girone unico all italiana con partite di andata e ritorno di almeno 6 o 8 squadre. Le squadre di quei Comitati Provinciali che non avranno il numero minimo di squadre iscritte dovranno svolgere il campionato in questione con altra provincia con la disputa di una fase interprovinciale. A seguito di quanto sopra, la Commissione Gare Provinciale, alla chiusura delle iscrizioni, procederà a stilare i calendari provvisori con gironi a minimo 6/8 squadre con gare di A/R che verranno inviati alle Società interessate con la convocazione per la stesura definitiva delle date. Nel corso della riunione di calendario verrà proposta la formula della seconda fase del campionato di riferimento, che potrà essere modificata, ma che dovrà essere approvata a maggioranza, rispettando i termini previsti dal Comitato Regionale per quel campionato. PUNTO 4 - CAMPIONATI UNDER 12 ED UNDER 13 A) Anche per la Stag. Sportiva si ripresenta il campionato promozionale Under 12 Per quanto riguarda le indicazioni tecniche di svolgimento, verranno riproposte le stesse della scorsa stagione, che hanno soddisfatto la quasi totalità dei partecipanti. B) Per quanto riguarda il campionato Under 13 (maschile e femminile), si ricorda che è entrato a far parte del settore agonistico, pertanto: - viene confermata la disputa dei due campionati separati (Maschile e Femminile) - è stato introdotto l obbligo di visita medica agonistica (tipo A, sotto sforzo) per tutti gli atleti/e che intendono partecipare a questo campionato. C) Il campionato Under 13 maschile verrà proposto sia con la formula 6 vs 6, che nella versione 3 vs 3. Con riferimento al campionato U13 3 x 3, si rimanda al regolamento completo, reperibile sul sito sezione Guida Pratica- Norme di riferimento per attività dei Campionati di Categoria Da questa stagione, la composizione delle squadre dovrà essere da un minimo di 4 giocatori ad un massimo di 5, tutti coinvolti nel gioco con il sistema del cambio ad ogni rotazione del servizio (3 in campo con rotazione obbligatoria al servizio)- Non possono partecipare alle gare squadre composte da soli 3 atleti. 10

11 PUNTO 5 - NOTE COMUNI AI CAMPIONATI GIOVANILI A) Se una Società iscrive più squadre allo stesso campionato di categoria, dovrà dividere i propri atleti tra le varie squadre, e una volta che un atleta ha giocato in una squadra, non lo si potrà più utilizzare in nessuna delle altre. Se una società iscrive più squadre allo stesso campionato di categoria ed entrambe acquisiscono il diritto di disputare le fasi finali per il titolo di campione provinciale e/o Trofei vari: - le due squadre dovranno incontrarsi in semifinale, se previste; - in assenza di semifinali, le due squadre dovranno incontrarsi nell ultimo girone previsto. In caso di girone unico, verrà ammessa alla finale soltanto la squadra meglio classificata, senza possibilità di utilizzare gli/le atleti/e in organico nella squadra peggio classificata. In caso di numero maggiore di squadre iscritte per la stessa società verrà dato mandato alla Commissione Prov.le Gare di deliberare in merito. B) Gli atleti tesserati che partecipano ai campionati regionali di 1 livello possono partecipare, anche simultaneamente, ai campionati di categoria (sempre con la Società di appartenenza, solo se quest ultima è affiliata alla FIPAV e nel rispetto dei limiti di età). Le Società affiliate possono partecipare anche simultaneamente e con la stessa squadra ad entrambi i campionati di categoria. PUNTO 6 - TESSERAMENTO Per poter partecipare ai tutti i campionati è sempre necessario il tesseramento. Sia per le società che sono già affiliate sia per le nuove affiliate verrà seguita la normale procedura prevista dalla normativa federale. Ricordiamo che è attualmente in vigore il tesseramento on line: questo è l unico sistema per procedere al ritesseramento ed al primo tesseramento. Riportiamo le quote, previste per l anno in corso, per i tesseramenti, da effettuare sul c.c.p intestato a Federazione Italiana Pallavolo Via Vitorchiano 107/ ROMA causale 09 Tesseramento Atleti (*) le società di serie nazionale dovranno effettuare questi versamenti tramite c/credito Nate negli anni (femmine) Nati negli anni (maschi) Nate negli anni (femmine) Nati negli anni 1999 (maschi) Nati/e negli anni Nati/e negli anni 1990 e precedenti gratuito gratuito 5,00 5,00 9,00 15,00 ccp 09 (*) ccp 09 (*) ccp 09 (*) ccp 09 (*) IMPORTANTE Non vengono più inviati per Postel i bollettini preintestati con il codice della società. Le società, nel Tesseramento on-line Sezione Stampa Bollettini CCP, hanno la possibilità di stampare i bollettini necessari per i vari versamenti e con tutte le causali previste. A tal proposito si precisa che la società potrà stampare il bollettino completo con la relativa causale inserendo anche la cifra da versare e, una volta stampato, sarà pronto per l effettuazione del versamento alla Posta; sarà possibile anche stampare il bollettino senza inserire la cifra che potrà essere aggiunta successivamente a mano. In ogni caso è assolutamente VIETATO apportare correzioni alle parti intestate dei bollettini sia per i dati del versante che per la causale, tale eventualità tra l'altro va a discapito degli stessi versanti che non vengono riconosciuti dalla procedura meccanizzata E possibile effettuare tutti i versamenti dovuti alla FIPAV centrale (tutti quelli che hanno la causale di versamento), tramite l utilizzo delle Carte di Credito del circuito CARTA SI (Visa e Mastercard). 11

12 Si può consultare a riguardo il manuale operativo sul portale nell area riservata del Tesseramento on line. Evitare di trasmettere i vari contributi per contanti, assegno o bonifici bancari. Essendo scadute tutte le convenzioni, possono partecipare atleti/e tesserati/e per altre società sportive con gli enti di promozione. PUNTO 7 - PROMOZIONE REINTEGRAZIONE A ) Se una Società partecipa a due campionati di serie consecutivi (3^ e 2^ divisione o 2^ e 1^ divisione) oppure a tutti i 3 campionati regionali di 1 livello (3^, 2^ e 1^ divisione), tutte le squadre hanno diritto di promozione. Esempio 1. Se due squadre della stessa società partecipano ai campionati di 3^ e 2^ divisione ed entrambe maturano il diritto di essere promosse, le stesse disputeranno, nella prossima stagione 2015/2016, rispettivamente la 2^ e la 1^ divisione. Esempio 2. Se tre squadre della stessa società partecipano ai campionati di 3^, 2^ e 1^ divisione e tutte maturano il diritto di essere promosse, le stesse disputeranno, nella prossima stagione 2015/2016, rispettivamente la 2^ e la 1^ divisione e la serie D regionale. Restano comunque salve le norme stabilite nel precedente punto 2C. A memoria del precedente paragrafo, tutte le squadre potranno, in ogni modo, accedere ai Play-off e/o Gironi Finali per il Titolo Provinciale o Trofeo Tricolore. Acquisisce il diritto di promozione la squadra immediatamente successiva secondo la classifica finale dei gironi. B ) Qualora si rendesse necessario effettuare reintegrazioni in prima e/o in seconda divisione, si procederà come indicato: 1^ ripescata: la 1^ migliore squadra proveniente dalla serie inferiore avente diritto di promozione; 2^ ripescata: la 2^ migliore squadra proveniente dalla serie inferiore avente diritto di promozione; 3^ ripescata: la 1^ migliore squadra retrocessa; 4^ ripescata: la 3^ migliore squadra proveniente dalla serie inferiore avente diritto di promozione; Terminato questo ordine, sarà facoltà della Commissione Gare, oltre che procedere con l ordine di ripescaggio, accettare anche eventualmente richieste di società non aventi diritto. In caso di esubero di retrocessioni dalla serie D 2014/2015 alla Prima Divisione 2015/2016, la Commissione gare potrà retrocedere d ufficio le peggiori squadre che avevano maturato il diritto di partecipare alla 1^ divisione 2015/2016 nell ultima fase del campionato (play off 2^ divisione o play out 1^ divisione). Queste ultime retrocesse saranno le prime ad essere inserite in caso di carenza di organico. Non trattandosi di ripescaggio, nella stagione successiva le squadre inserite godranno di tutti i diritti previsti dal regolamento gare. NON POTRANNO, IN NESSUN CASO, ESSERE RIPESCATE: le squadre ultime classificate dei gironi completi le squadre retrocesse già ripescate la scorsa stagione le squadre retrocesse per non aver ultimato il campionato le squadre escluse per provvedimento del Giudice Unico Per successive reintegrazioni si procederà con lo stesso criterio di alternanza (nel rispetto delle classifiche finali dei campionati). PUNTO 8 - ISCRIZIONI AI CAMPIONATI A ) MODALITÀ: Le iscrizioni devono pervenire al Comitato Provinciale entro i termini specificati per ciascun campionato. Le stesse, a pena di nullità, devono essere redatte sull apposito modulo e devono essere accompagnate dall elenco giocatori che s intende fare partecipare al campionato (modello E1) e dalla ricevuta del pagamento della prescritta quota, conformemente a quanto indicato al punto 32. Saranno accettate solamente se consegnate a mano o trasmesse per Fax o . 12

13 B) TERMINI Le domande di iscrizione per ciascun campionato dovranno pervenire alla Segreteria del Comitato Provinciale entro le seguenti date: 7 Settembre 2014 camp. di Prima, Seconda, Terza Div.,Under 19M, 17M, 15M, 18F, 16F, 14M/F 21 Settembre campionati Under 12, Under 13 M/F, 13M 3x3 C) QUOTE D ISCRIZIONE Il versamento deve essere comprensivo della tassa d iscrizione, dei diritti di segreteria e della cauzione, relativi al campionato in oggetto, come indicato nella seguente tabella: CAMPIONATO ISCRIZIONE SEGRETERIA CAUZIONE TOTALE PRIMA DIVISIONE ,00 SECONDA DIVISIONE 52,00 26, ,00 TERZA DIVISIONE 52,00 26, ,00 UNDER 19M 26,00 26, ,00 UNDER 17M e 18F 26,00 26, ,00 UNDER 15M e 16F 26, ,00 UNDER 14 16, ,00 UNDER 13 UNDER 12 6, ,00 Per le modalità dei pagamenti vedere quanto riportato al punto 33 e a pag.3 del presente documento. Non saranno accettate iscrizioni presentate senza la ricevuta del versamento o con importi diversi da quanto specificato. Se una società si iscrive contemporaneamente a più campionati potrà effettuare un solo pagamento complessivo, specificando la causale dei singoli importi. D ) CAUZIONE L importo massimo complessivo delle cauzioni per Società è fissato in 300,00 (trecento). Nel caso in cui una Società richieda l iscrizione a più campionati, le cauzioni andranno versate solamente fino al raggiungimento della quota massima, raggiunto tale importo, per iscrizioni successive non è più richiesto il versamento della cauzione. Qualora, ad esempio, un sodalizio abbia già versato complessivamente 250,00 di cauzioni e chieda l iscrizione al campionato di seconda divisione (cauzione prevista 80,00), l importo da versare a titolo di cauzione sarà ridotto a 50,00. Per ogni ulteriore iscrizione, la cauzione non è più richiesta. Se, per effetto dei prelievi, la cauzione si esaurisce, il Giudice Unico potrà disporre l integrazione. In difetto, entro il termine concesso, il Giudice Unico prenderà i provvedimenti previsti. E ) MODELLO I1 Il modello I1 è il solo valido per l iscrizione ai campionati provinciali per la stagione Deve essere compilato con attenzione in ogni sua parte, deve essere perfettamente leggibile e deve portare il timbro e la firma del presidente del sodalizio richiedente l iscrizione. Non saranno presi in considerazione i moduli parzialmente compilati. PUNTO 9 - PREISCRIZIONE A) Non è più necessario presentare il modulo di prescrizione ai campionati di 1^ e 2^ divisione.gli organici per la stagione sono stati consegnati alle Società presenti all Assemblea di fine stagione e sono reperibili sul sito sezione Download Regolamenti Provinciali; nel caso si rendessero necessarie reintegrazioni nei campionati di prima e seconda divisione, verrà seguito l ordine indicato negli organici stessi, ciò significa che la Commissione Gare ammetterà al campionato superiore la squadra avente diritto, anche in assenza di domanda di preiscrizione. In caso di rinuncia al ripescaggio, la squadra potrà partecipare al campionato per il quale aveva 13

14 maturato il diritto. B) NORME Nel caso in cui una squadra ripescata accettasse di partecipare al campionato superiore, sarà tenuta a versare la differenza di quota, conformemente a quanto indicato al punto 32. La ricevuta del pagamento dovrà essere consegnata o fatta pervenire al Comitato Provinciale, entro 3 giorni dall avvenuta comunicazione del ripescaggio, diversamente la squadra sarà considerata rinunciataria e la scelta cadrà sulla seconda squadra avente diritto. PUNTO 10 - CONTRIBUTI GARA A ) Per ogni gara di campionato si deve versare un contributo gara secondo gli importi indicati nella seguente tabella, come disposto dal Regolamento Gare: CAMPIONATO CONTRIBUTO GARA 1^ DIVISIONE 45,00 2^ DIVISIONE 40,00 3^ DIVISIONE 35,00 UNDER 19 M 25,00 UNDER 17M 18F 20,00 UNDER 15M 16F 20,00 UNDER Non essendo previsto alcun contributo gara per i campionati Under 14, Under 13 ed Under 12, nessun rimborso sarà dovuto per arbitraggi effettuati dalle società in questi campionati. B) MODALITÀ DI VERSAMENTO I contributi gara devono essere versati conformemente a quanto indicato al punto 32, secondo gli importi e le scadenze, relative ai singoli campionati, riportate sui calendari di gioco provvisori. C) Per accedere alle fasi successive le Società dovranno aver assolto i pagamenti relativi alle fasi precedenti. D) In qualsiasi momento della stagione il Comitato Provinciale potrà richiedere l attestazione dell avvenuto pagamento delle tasse gare della fase in corso e/o delle fasi precedenti. PUNTO 11 - GIORNI E ORARI DI GIOCO A) Le gare dei campionati di serie si dovranno disputare come da tabella sotto riportata: GIORNO DELLA SETTIMANA Le gare non dovranno iniziare PRIMA DELLE ORE Le gare non dovranno iniziare DOPO LE ORE Dal LUNEDI Al VENERDI 20:00 21:45 SABATO 20:00 21:00 DOMENICA 9:00 11:15 Nel caso in cui una società indicasse come prima giornata di gioco il Sabato o la Domenica, la seconda giornata di gioco dovrebbe essere scelta in un giorno compreso fra il Lunedì ed il Venerdì. 14

15 B) Le gare dei campionati di categoria si dovranno disputare come da tabella sotto riportata: GIORNO DELLA SETTIMANA Le gare non dovranno iniziare PRIMA DELLE ORE Le gare non dovranno iniziare DOPO LE ORE Dal LUNEDI Al VENERDI 18:00 20:30 SABATO 15:00 19:00 DOMENICA 9: :00 11: :00 Questi orari potranno essere derogati, ma solo in caso di consensuale accordo fra le due società partecipanti alla singola gara. Nel caso in cui fossero presentate domande di iscrizione con orari non contemplati nelle precedenti tabelle, la competente Commissione Gare sarà autorizzata ad adeguare l orario di gioco secondo le tabelle di cui ai punti A e B, informando dell accaduto la società richiedente. PUNTO 12 - COMPILAZIONE DEI CALENDARI DI GIOCO A ) PRIMA FASE La Commissione Gare provvederà ad inviare via fax e/o mail ai responsabili il calendario provvisorio almeno una settimana prima della data della riunione, compatibilmente con le esigenze dei campionati stessi. Al termine della riunione, alle società verranno lasciate 24 ore per eventuali ulteriori variazioni da apportare al calendario discusso in riunione. Trascorso questo periodo, i calendari saranno considerati definitivi a tutti gli effetti. Ogni variazione pervenuta dopo tale termine verrà accettata soltanto secondo le modalità degli spostamenti gara. I responsabili di società, impossibilitati a partecipare alle riunioni di calendario, dovranno fornire un numero telefonico presso cui essere reperibili durante la riunione. In caso contrario, la Commissione Gare potrà spostare d ufficio, qualora vi sia la richiesta della squadra avversaria, qualsiasi gara della società assente, sulla base delle giornate di gioco da quest ultima indicate. Durante la compilazione dei calendari, nell ultima settimana di gioco prevista (dal Lunedì alla Domenica), potranno essere calendariate al massimo: - 2 gare per i campionati di categoria - 1 gara per i campionati di serie. B ) FASI SUCCESSIVE Se le fasi successive prevedono ancora la disputa di un girone, verranno seguite le stesse modalità della prima fase. Se invece saranno previsti dei tabelloni ad eliminazione diretta, la Commissione Gare provvederà a comunicare alle Società interessate gli abbinamenti. Queste ultime dovranno concordare e comunicare entro i termini stabiliti le date ed orari di gioco di tutte le gare da disputare in quella fase (non sarà quindi permesso attendere l esito delle prime gare per stabilire date e sedi delle ultime). Qualora non pervenisse alcuna comunicazione o pervenissero comunicazioni incomplete o contrastanti, la Commissione Gare qualora non sia possibile avere chiarimenti dai dirigenti interessati provvederà a calendariare d ufficio le gare mancanti. Le date e le palestre per le finali (a gara unica o andata e ritorno con set di spareggio) saranno decise dalla Commissione Gare. Le gare delle fasi finali non potranno essere spostate, eccetto dietro autorizzazione scritta della Commissione Gare. 15

16 PUNTO 13 - SPOSTAMENTI GARA A ) MODALITÀ La richiesta di spostamento gara, redatta sul modello S1, deve pervenire alla Commissione Gare Provinciale tassativamente entro le ore del Lunedì antecedente i 7 giorni dalla data prevista per la gara in oggetto. La richiesta deve essere consegnata a mano, inviata per raccomandata, via fax o . B ) TASSA DI SPOSTAMENTO GARA Per la stagione sportiva 2014/2015 l importo delle tasse spostamento gare è così fissato CAMPIONATO TASSA SPOSTAMENTO GIORNATA di GIOCO TASSA SPOSTAMENTO ORARIO TASSA SPOSTAMENTO CAMPO 1^-2^-3^ DIVISIONE 25,00 10,00 5,00 U19,18,17,15 e 16 15,00 10,00 5,00 UNDER Eventuali richieste di spostamento, inoltrate da Società morose, non saranno accolte. C ) MODELLO S1 Il modello S1 deve essere compilato in ogni sua parte a cura della Società che richiede lo spostamento, la quale si assume ogni responsabilità. Alla stessa verrà addebitata, quando dovuta, la tassa di spostamento gara prevista dalla tabella di cui al precedente punto B). Non saranno accettati moduli parzialmente compilati, né comunicazioni di altro tipo; in particolare si dovrà sempre indicare il numero e la data originale della gara, il campionato, motivo dello spostamento e la data del recupero, il nominativo e il recapito telefonico del dirigente della squadra avversaria con il quale si è concordato lo spostamento. D ) NORME Rispetto al calendario ufficiale, le gare relative ad una certa giornata, anche se spostate, dovranno svolgersi entro 15 giorni dalla data originaria, o, se specificamente autorizzato dalla Commissione Gare, comunque entro la Domenica precedente l ultima settimana di gioco della fase prevista dalla struttura del campionato, anche in ottemperanza a quanto previsto nel precedente punto 12 A. E stata inoltre disciplinata la casistica degli anticipi e dei posticipi: Se la richiesta di anticipo gara non è compatibile con le date di riunione della Commissione Spostamenti gare, lo spostamento verrà rifiutato. ESEMPIO: gara in programma per Giovedì 13 Novembre 2004, richiesta di spostamento a Sabato 8 Novembre presentata Giovedì 6 Novembre; in questo caso la Commissione, che si riunisce il Martedì, non riesce a deliberare lo spostamento, in quanto lo vedrebbe soltanto il Martedì 11 Novembre. TALE SPOSTAMENTO DOVRA QUINDI ESSERE CONSIDERATO COME NON PRESENTATO. Se la richiesta di posticipo gara in casi assolutamente eccezionali avvenisse da 7 a 2 giorni prima della data calendariata e tale richiesta fosse accolta, la tassa di spostamento gara RADDOPPIA. Restano escluse da queste condizioni gli spostamenti per causa di forza maggiore, da valutare caso per caso dalla Commissione Spostamenti Gare Nel caso di richiesta di spostamento gara per i campionati in cui sono coinvolti/e atleti/e facenti parte delle Rappresentative Provinciali, sarà concesso lo spostamento soltanto se saranno convocati numero due atleti/e appartenenti alla stessa squadra. 16

17 In nessun caso saranno accettati spostamenti comunicati verbalmente. E ) CONCOMITANZA DI GARE In fase di stesura dei calendari si cercherà di evitare, nel limite del possibile, quindi fra 2 campionati, concomitanze. Se la stessa squadra, o alcuni atleti partecipano a più campionati, il fatto andrà indicato sul modulo d iscrizione. Una volta pubblicato il calendario definitivo, gli spostamenti per concomitanza saranno autorizzati solo per coincidenze con gare regionali o nazionali. La Società che intende richiedere uno spostamento per concomitanza, deve compilare il modulo S1 rispettando quanto indicato ai punti 15C e 15D. Solo nel caso di concomitanza con gare regionali o nazionali, la tassa di spostamento gara non sarà addebitata. F ) SPOSTAMENTI GARA PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE Nel caso in cui una gara non si possa disputare per cause di forza maggiore, la Società interessata dovrà far pervenire il modello S1, rispettando quanto indicato ai punti 15C e 15D. In particolare dovranno essere specificati i motivi e prodotti i documenti necessari a sostenere la richiesta. La tassa di spostamento gara non sarà addebitata. Se la Commissione Gare riterrà valide le ragioni addotte sarà autorizzato lo spostamento, diversamente la gara si dovrà svolgere regolarmente. G ) COMUNICAZIONE DELL AVVENUTO SPOSTAMENTO GARA L inoltro, nel rispetto delle modalità, del modello S1 non autorizza le Società a ritenere efficace lo spostamento richiesto, ad eccezione dei campionati Under 12, Under 13 ed Under 14: in questo caso la richiesta di spostamento varrà come autorizzazione dello stesso SE ENTRAMBE LE SOCIETA AVRANNO DATO IL LORO ASSENSO SCRITTO CON COMUNICAZIONI SEPARATE. In mancanza, valgono le norme comuni per gli altri campionati. H) RATIFICA ED ISCRIZIONE ALL ALBO Ogni richiesta di spostamento, prima di divenire effettiva, dovrà essere ratificata dalla preposta Commissione (Anche per i casi particolari dell Under 12, Under 13 ed Under 14 di cui al precedente punto G). La ratifica dell avvenuta accettazione o rifiuto avverrà con l iscrizione nel sito ufficiale del C.P. di Reggio Emilia del verbale della seduta della Commissione Gare, o, in mancanza, con comunicazione alle società via fax o . Nel caso in cui non venga data alcuna comunicazione, la gara si dovrà svolgere come previsto dal calendario ufficiale. PUNTO 14 - RITARDATA PRESENTAZIONE A ) SQUADRA IDONEA AL GIOCO Una squadra risulta idonea allo svolgimento di una gara nel momento in cui sono presenti almeno sei giocatori muniti di tessera FIPAV e di documento d identità. Pertanto, appena si renderanno concrete tali condizioni, la gara deve avere inizio, anche se altri giocatori devono arrivare o se sono presenti ma non idonei al gioco per mancanza di tesseramento e/o documento. B ) ATTESA DI 15 MINUTI Nel caso in cui una squadra non sia presente all ora d inizio, deve essere attesa per 15 minuti oltre l orario stabilito per la gara. Trascorso tale termine senza aver ricevuto alcuna comunicazione da parte della squadra assente, la gara è da considerarsi chiusa, sul referto non deve essere indicato alcun punteggio o risultato, si riporta semplicemente il fatto nello spazio osservazioni. C ) ATTESA AD OLTRANZA Possono concretizzarsi le seguenti situazioni: C1 ) Se una squadra comunica entro i 15 minuti successivi all ora d inizio prevista che è in arrivo, la si deve attendere fino a 2 ore dall ora di inizio calendariata, dopodichè l arbitro dichiarerà chiuso 17

18 l incontro. C2 ) Ugualmente se entro i 15 minuti giungono sul campo meno di sei giocatori, ma annunciano che altri stanno arrivando, la si deve attendere fino a 2 ore dall ora di inizio calendariata, dopodichè l arbitro, come nel precedente punto C1, dichiarerà chiuso l incontro. C3 ) Se, infine, entro i 15 minuti si presentano 6 o più giocatori ma non idonei al gioco e annunciano che i documenti e/o i cartellini mancanti stanno per arrivare si deve attendere fino a 2 ore dall ora di inizio calendariata, dopodichè l arbitro, come nel precedente punto C1, dichiarerà chiuso l incontro In ogni caso la gara ha inizio non appena la squadra risulta idonea al gioco. AVVERTENZA I casi esposti ai precedenti punti C1, C2, C3, sono da intendersi come eventi del tutto eccezionali, da concedere una sola volta a ciascuna squadra nell arco dell intera annata sportiva. L attesa ad oltranza si attua compatibilmente con i turni orari delle palestre. Saranno comunque applicate le sanzioni previste per il ritardo d inizio gara, e il ripetersi di comportamenti anomali da parte di una stessa squadra comporterà provvedimenti disciplinari. D ) Per i ritardi d inizio gara imputabili a una o a entrambe le squadre è prevista una sanzione per ogni minuto di ritardo di 0,50 per i campionati giovanili e di 1,00 per i campionati di serie. PUNTO 15 - MANCATA PRESENTAZIONE A ) La mancata presentazione ad una gara di campionato comporta i seguenti provvedimenti: PRIMA RINUNCIA: partita persa con il peggiore punteggio - penalizzazione di tre punti in classifica - ammenda SECONDA RINUNCIA: estromissione dal campionato - ammenda In ogni caso l ammenda è fissata da un minimo di tre volte a un massimo di sei volte l importo della tassa gara. A1 ) Se la squadra che intende rinunciare ad una partita ne da comunicazione alla Commissione Gare Provinciale per iscritto almeno 48 ore prima della disputa della gara, non verrà applicata la sanzione pecuniaria, rimarranno invece invariati gli altri provvedimenti espressi al precedente punto 15 A. La tassa gara ordinaria deve in ogni modo essere versata. Per le gare in programma il sabato o la domenica, salvo causa di forza maggiore, la comunicazione dovrà avvenire entro le ore 11 del venerdì antecedente per permettere di avvisare l arbitro, in caso contrario sarà applicata l ammenda. B ) La squadra che non partecipa alla cerimonia di premiazione delle finali sarà soggetta alla perdita del titolo acquisito e ad un ammenda di 150,00. C ) MANCATA PRESENTAZIONE PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE Nel caso in cui una squadra non si presentasse ad una gara di campionato per cause di forza maggiore, la Società interessata dovrà far pervenire, entro il Lunedì successivo la gara, una nota scritta indicante i motivi della mancata presentazione, allegando i documenti necessari a sostenere quanto esposto. Se la Commissione Gare riterrà valide le ragioni addotte, disporrà la ripetizione della gara, diversamente la squadra sarà ritenuta rinunciataria e verranno applicati i provvedimenti espressi al punto 15A. In caso di maltempo potrà essere concessa d ufficio la ripetizione della gara, facendo pervenire alla Commissione Gare, via fax o entro 24 ore, la data del recupero. PUNTO 16 - RINUNCE AL CAMPIONATO ESTROMISSIONI A ) Se non è ancora stata disputata alcuna partita della prima fase del campionato ed una squadra iscritta intende ritirarsi e ne dà comunicazione per iscritto prima dell avvenuta pubblicazione del relativo calendario provvisorio non saranno presi provvedimenti disciplinari, la tassa d iscrizione e i diritti di segreteria non saranno restituiti; sarà restituita solo la cauzione. 18

19 B ) Se, invece, la comunicazione della rinuncia avviene dopo la pubblicazione del calendario (provvisorio e/o definitivo) di qualunque altra fase, verrà integralmente incamerata la cauzione; la tassa di iscrizione e i diritti di segreteria non saranno restituiti. B 1) A campionato iniziato, se una squadra rinuncia a continuarlo verrà sanzionata con l ammenda di seguito riportata: Campionato Ammenda 1^, 2^ e 3^ div 300 U19-U U17-U16-U U14-U13-U Nessuna somma dovrà essere versata dalle società escluse per provvedimento del Giudice Unico, se non quella eventualmente prevista dal provvedimento del Giudice stesso.. In ogni caso verrà incamerata la cauzione prevista per il campionato disputato, anche se non versata per raggiungimento del limite (Punto 8 D). C ) Se una squadra rinuncia a un campionato, o viene estromessa, prima o durante lo svolgimento della prima o seconda fase del campionato o durante i Play-out, Play-off e gare del Trofeo Tricolore perderà il diritto al campionato in oggetto e l anno successivo avrà diritto a partecipare al campionato provinciale di ingresso, come previsto dal Regolamento Gare. Qualora una squadra si ritiri o venga estromessa tutti i risultati conseguiti in quella fase verranno annullati, ai sensi dell art. 58 del R.G. D ) A seguito di rinunce, durante lo svolgimento dei tabelloni Play-off, Play-out, Trofeo Tricolore ecc., i posti lasciati liberi non saranno reintegrati mediante ripescaggi, e la squadra avversaria (come da tabellone) passerà di diritto alla fase successiva. E ) In ogni caso, una squadra rinunciataria o estromessa non avrà diritto a richiedere il rimborso di qualsiasi somma precedentemente versata a qualsiasi titolo. PUNTO 17 - TURNI ORARI DELLE PALESTRE A ) Se una partita viene sospesa per esaurimento del turno di disponibilità della palestra, il fatto andrà annotato nello spazio osservazioni del referto. Salvo cause di forza maggiore che hanno prolungato lo svolgimento della gara, che andranno comunque sempre comunicati tempestivamente e per iscritto alla Commissione Gare Provinciale, sarà data partita persa alla squadra ospitante. Se la ragione dello sfondamento del turno di disponibilità è conseguenza di un ritardo d inizio gara, anche minimo, dovuto alla squadra ospite, salvo cause di forza maggiore, sarà data partita persa alla medesima squadra ospite. Il fatto andrà naturalmente riportato sul referto nello spazio osservazioni. PUNTO 18 - DESIGNAZIONI ARBITRALI A ) A causa di alcune difficoltà a coprire tutte le partite di campionato, verrà inizialmente garantita la copertura per i soli campionati di 1^ divisione e 2^ divisione (con un arbitro). Per tutti gli altri campionati, in caso di disponibilità di direttori di gara, per la copertura arbitrale verrà seguito, nel limite del possibile, quest ordine: U19M U18F 3DM 3DF U17M U16F U15M - U14 U13 U12. B ) Le designazioni arbitrali verranno pubblicate sul comunicato ufficiale. Si informano fin da ora le Società che i nominativi indicati non sono da ritenersi definitivi, saranno possibili variazioni e 19

20 l eventuale assenza di un arbitro designato non costituisce motivo valido per non disputare l incontro. PUNTO 19 - ARBITRI ASSOCIATI A seguito dell introduzione della nuova figura dell Arbitro Associato, come previsto dal nuovo Regolamento Struttura Tecnica, tutte le gare di campionati provinciali che risulteranno senza arbitro federale potranno essere dirette esclusivamente da un arbitro associato; in mancanza di tale figura la gara non potrà essere disputata e dovrà essere recuperata in una nuova data. Si ricorda che possono essere abilitati alle funzioni di arbitro associato i dirigenti, gli allenatori, gli atleti già tesserati, che abbiano compiuto il 16 anno di età (con deroga a 14 anni per i campionati di categoria da U14 a U19) e fino al compimento del 70 anno, fermo restando l obbligo, a partire dal 55 anno di età, di presentare annualmente un certificato di sana e robusta costituzione fisica. Per la stag.14-15, il Comitato Provinciale provvederà ad abilitare a questa funzione tutti i tesserati che hanno i requisiti predetti. Le società che preferiscono indicare autonomamente quali tesserati abilitare dovranno inviare un elenco scritto al Comitato Prov.le entro il 21 settembre. Si rammenta che l Arbitro Associato è considerato un tesserato FIPAV a tutti gli effetti ed è, pertanto, tenuto a svolgere le sue funzioni con diligenza, a tenere un comportamento decoroso, nel pieno rispetto delle regole. In caso di comportamenti anomali, sono previste sanzioni, come da regolamento FIPAV. PUNTO 20 - ASSENZA ARBITRI A ) Se all ora d inizio prevista gli arbitri non sono ancora presenti, la gara si dovrà comunque disputare, tranne che nell ultima fase del girone di Prima Divisione che garantisce la promozione alla serie D 2014/2015, nel quale le due squadre potranno decidere di giocare oppure di non giocare. Solo nel caso si abbia certezza della designazione si dovranno attendere 15 minuti, trascorsi i quali si dovrà individuare una persona idonea a dirigere l incontro, che dovrà essere un Arbitro Associato tesserato: la prima scelta deve ricadere su un Arbitro Associato della squadra ospite e successivamente su un Arbitro Associato della squadra di casa. Il fatto andrà annotato sul referto nello spazio osservazioni, andrà specificato il nominativo la qualifica e la Società di appartenenza del direttore di gara (in mancanza di tale indicazioni la richiesta di rimborso non verrà evasa). I capitani dovranno firmare per accettazione. B ) Qualora una o entrambe le squadre non si accordassero il fatto andrà annotato nello spazio osservazioni, specificandone i motivi, il tutto dovrà essere firmato dal/i capitano/i. Se la Commissione Gare non giudicherà fondate le ragioni che hanno impedito la disputa dell incontro darà partita persa alla squadra che non si è accordata o a entrambe le squadre. C ) RICHIESTA DI RIMBORSO Se in assenza degli arbitri ufficiali la gara è stata diretta da un Arbitro Associato, sarà facoltà di quest ultimo richiedere il rimborso, compilando l apposito modulo, fissato nell importo unico di 10,00 per tutti i campionati dalla 1^ divisione all under 16. Nulla sarà dovuto a rimborso per le gare Under 12, Under 13 ed Under 14, in conformità a quanto indicato nel precedente punto 10. D ) CONSEGNA DEI REFERTI In caso di assenza degli arbitri ufficiali, è fatto obbligo alla squadra di casa, consegnare il referto, entro i 10 gg. successivi all incontro, al Comitato Provinciale. Tale obbligo viene esteso anche all invio dei referti espressamente richiesti dal Giudice Unico. L invio potrà essere fatto con consegna a mano, per posta, oppure per fax e per mail. La mancata consegna entro tale termine sarà sanzionata con un ammenda di 10,00 per ciascun referto e per ogni settimana di ritardo.(es: se il ritardo è di 2 settimane l ammenda sarà di 20,00, dopo 3 settimane 30,00 e così via, fino ad un massimo di 100,00, per ogni referto mancante) E ) Qualora una gara fosse iniziata, dovrà essere terminata dallo stesso direttore di gara, anche se nel frattempo fosse sopraggiunto l arbitro designato. 20

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO E possibile effettuare tutti i versamenti dovuti alla FIPAV Nazionale (tutti quelli che hanno la causale

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO Da questa Stagione 2015/2016 tutte le Società di ogni Serie e Categoria e tutti i Tecnici di ogni ruolo e grado, saranno obbligati all utilizzo

Dettagli

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO E possibile effettuare tutti i versamenti dovuti alla FIPAV Nazionale (tutti quelli che hanno la causale

Dettagli

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006.

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006. Roma, 22 giugno 2005 A Tutte le società dei Campionati Nazionali Ai Comitati Regionali FIPAV Ai Comitati Provinciali FIPAV Alle Leghe Nazionali Pallavolo TRASMISSIONE VIA FAX ed E-MAIL Oggetto: Norme amministrative

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 A tutte le Società di MonzaBrianza Loro sedi Agrate B.za 14-07-2011 Prot. 2/CPG e p.c. C.R. Lombardo FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 1. MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16 Milano, 1 luglio 2015 Prot. 2 / COGP Oggetto: Campionati Provinciali e Tornei Promozionali 2015/2016 A tutte le Società della Provincia di Milano e p.c. C.R. Lombardo FIPAV Roma Il Comitato Provinciale

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 9 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma organizza il Campionato

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 A tutte le Società di Monza Brianza Loro sedi Agrate Brianza, 22-12-2014 Prot. 211/CPG e p.c. C.R. Lombardia FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 2 MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Campionato Serie C Regionale

Campionato Serie C Regionale Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.fip.it/calabria COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 E-mail: liguria@federvolley.it http://www.volleyliguria.net CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 1. INDIZIONE Il C. R. Liguria indice e la COGR organizza la Fase Regionale del Campionato

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2015/2016 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

ANNO SPORTIVO 2015-2016

ANNO SPORTIVO 2015-2016 Roma, 6 luglio 2015 COMUNICATO UFFICIALE N 3 ANNO SPORTIVO 2015-2016 CAMPIONATI NAZIONALI HOCKEY SU PRATO A COMPOSIZIONE NUMERICA ILLIMITATA CV/cc - prot. n. 2963 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY Viale Tiziano,

Dettagli

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F UNDER nei campionati seniores regionali maschili Anno Sportivo 2010/2011 Serie C Regionale Serie D Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti

Dettagli

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Comitato Provinciale di Lecco c/o CONI CASA DELLO SPORT Via allo Zucco 6-23900 Lecco tel 0341/251587 - fax 0341/258436 e-mail: lecco@federvolley.it sito internet: www.lecco.federvolley.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2014/2015 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE

SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE Matera, 13 Ottobre 2015 Prot. 7349 Alle Società Affiliate della Provincia di Matera Alle Scuole Elementari e Medie inferiori Affiliate Al Comune di Policoro Al CR CONI di Basilicata Al CR Fipav di Basilicata

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

COMUNICATO MiniVolley n.1

COMUNICATO MiniVolley n.1 COMUNICATO MiniVolley n.1 del 3 Settembre 2015 FIPAV VERONA SEDE c/o STADIO BENTEGODI Piazzale Olimpia CURVA SUD CANCELLO E/20 37138 VERONA Tel 045/580192 - fax 045/580325 Rec. Corrispondenza c/0 PALASPORT

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 15 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma

Dettagli

A tutte le società interessate Loro sedi. Prot. Nr. 210/2015. COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015

A tutte le società interessate Loro sedi. Prot. Nr. 210/2015. COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015 A tutte le società interessate Loro sedi Prot. Nr. 210/2015 COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015 Varese, 28 dicembre 2015 Oggetto: INDIZIONE TORNEI PRIMAVERILI

Dettagli

TENNIS TAVOLO 2013-2014

TENNIS TAVOLO 2013-2014 TENNIS TAVOLO 2013-2014 Il Centro Sportivo Italiano, Comitato Provinciale di Milano, in collaborazione con SPORT-ORG snc, organizza l attività 2013/14 di Tennis Tavolo. 1 11 COPPA CSI PROVINCIALE INDIVIDUALE

Dettagli

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 Centro Sportivo Italiano Commissione Pallavolo NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 ART. 1 ISCRIZIONE Per poter partecipare all attività organizzata dalla Commissione Pallavolo è necessario essere

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Questo documento costituisce una guida per il tesseramento, per l organizzazione dei campionati di serie e categoria

Dettagli

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 REGOLAMENTO UFFICIALE A cura della Commissione Tecnica Pallavolo CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE

Dettagli

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Comitato Provinciale di Modena FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Via Giardini, 470/H - 41124 Modena (MO) - Tel. 059/8752312 327 - Fax 059/8754944 email: giovanile @ fipav.mo.it Responsabile settore CRISTINA

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2014/2015 Formula di svolgimento: Fase di qualificazione. Fase ad orologio. Play-off. Fase di

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 Iscrizione Tassa Gara Sono ammesse al Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile

Dettagli

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013.

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. Qui di seguito si riporta la normativa definitiva che disciplina l organizzazione della gare di Play-Off e di Play-Out Il Consiglio Direttivo

Dettagli

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE C.U.S. FOGGIA A.S.D. Via Napoli, 109 71122 Foggia CHAMPIONS LEAGUE Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1 Iscrizioni. Il Campionato Champions League 2015 è aperto a tutti (universitari

Dettagli

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI INDIZIONE CAMPIONATO di SECONDA DIVISIONE FEMMINILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare di Torino organizza il campionato di Prima Divisione Femminile.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO PRIMO CAMPIONATO DILETTANTI 2011-2012 O CAMPIONATO DI SVILUPPO STRALCIO DEL COMUNICATO UFFICIALE n.498 del 24 gennaio 2011 Consiglio Federale n.4 - Roma, 21 e 22 gennaio

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N.1

COMUNICATO UFFICIALE N.1 COMUNICATO UFFICIALE N.1 CAMPIONATO REGIONALE SERIE C MASCHILE 2015/2016 Società aventi diritto: ASD TUSCIA TEAM VOLLEY ASD PALL. NETTUNO ASD PALLAVOLO VELLETRI ROMA 12 POL. CASAL BERTONE ROMA ASD BRACCIANO

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI F.I.Te.T. - Comitato Regionale Lazio REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI 2013-2014 Sommario PREMESSA...3 Art. 1 QUAL. REGIONALE CAMP. ITALIANI GIOVANILI, 2^ e 3^CAT...3 Art. 2 TORNEI REGIONALI...4

Dettagli

NOTIZIE E REGOLAMENTO CAMPIONATI PROVINCIALI

NOTIZIE E REGOLAMENTO CAMPIONATI PROVINCIALI 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Comitato Provinciale di Massa Carrara Prot.n. 121/10 Carrara, 17 luglio 2010 Spett. Società FIPAV interessate e p.c. Comm. Naz. Gare FIPAV Segreteria Generale Roma Egregi

Dettagli

Campionato Nazionale Beach Volley U 19 M/F Indizione Fase Regionale

Campionato Nazionale Beach Volley U 19 M/F Indizione Fase Regionale CU N 72 del 10 giugno 2008 Campionato Nazionale Beach Volley U 19 M/F Indizione Fase Regionale Art. 1 Indizione del campionato Il Comitato Regionale Fipav della Lombardia, in collaborazione con le società

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

Gli importi sono comprensivi della tassa di iscrizione, del contributo per il concorso spese generali e del contributo per il servizio risultati.

Gli importi sono comprensivi della tassa di iscrizione, del contributo per il concorso spese generali e del contributo per il servizio risultati. Campionati di categoria SETTORE MASCHILE 2015/2016 Per la gestione on-line di iscrizioni, designazioni, calendari, spostamenti gara, versamenti, risultati e classifiche le società troveranno un settore

Dettagli

Trofeo delle Province

Trofeo delle Province Trofeo delle Province 2009 Campionato Regionale U18 Beach Volley 1) Categorie dei tornei 2) Coppie partecipanti 3) Formule di svolgimento 4) Periodo e Luogo di Svolgimento 5) Programma dei Tornei 6) Tassa

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Questo documento costituisce una guida per il tesseramento, per l organizzazione dei campionati di serie e categoria

Dettagli

Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Emilia Romagna Commissione Beach Volley INDIZIONE

Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Emilia Romagna Commissione Beach Volley INDIZIONE INDIZIONE Circuito Regionale GIOVANILE UNDER 21 di Beach Volley 2014 Fipav Emilia Romagna Pag. 1 Art. 1 Introduzione 1. Il indice, in collaborazione con i Comitati Provinciali della Regione, un Circuito

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2013/2014 Formula di svolgimento: fase di qualificazione, fase ad orologio più Play-off e eventuali

Dettagli

Indizione Campionati Giovanili 2014/2015

Indizione Campionati Giovanili 2014/2015 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO PROVINCIALE DI COMO A tutte le Società affiliate della Provincia di Como Loro sedi e.p.c. FIPAV Roma Organizzazione Territoriale Como 31 / 07 / 2014 FIPAV Lombardia

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Ufficio Gare Regionale 1 Fase - Qualificazione COMUNICATI N. 63 DEL 20/10/2015 UFFICIO GARE N. 57 Allegato al Campionato Serie D Regionale Formula di svolgimento Le 20 squadre iscritte sono state suddivise

Dettagli

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI 1 Importanti novità! In questa edizione abbiamo introdotto la distinzione delle squadre iscritte in due categorie: Open e Amatori. I dettagli di ogni categoria li trovate nell articolo 5/A e 5/B. Ogni

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 CU 4 del 10/10/2013 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

FIPAV Commissione Organizzativa Gare Torino A.S. 2014/2015

FIPAV Commissione Organizzativa Gare Torino A.S. 2014/2015 INDIZIONE CAMPIONATI di CATEGORIA 2014/2015 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Gare Provinciale organizza la fase provinciale dei campionati di categoria del settore femminile; l

Dettagli

ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV)

ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV) ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV) Data iscrizione: Denominazione squadra: Nome e cognome giocatore N 1: Nome e cognome giocatore

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2 maschile... 4 Articolo

Dettagli

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15.

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. SEDE E PERIODO DI SVOLGIMENTO Le partite del campionato si svolgeranno presso

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI Pagina 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI stagione sportiva 2007 2008 Delibera n. 37 Consiglio Regionale n. 22 del 29/05/2007 PER

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 CU 5 del 2/10/2014 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Principali Modifiche Manuale del Beach Volley 2015 In#vigore#dal#27#aprile#2015# Settore Beach Volley Pag. 1 di 5 Federazione Italiana Pallavolo Principali Modifiche Manuale

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di SERIE 2014/2015 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare Regionale organizza i campionati di serie interprovinciali di CN/AT. [Art. 1 e 2, comma

Dettagli

CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996

CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996 CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996 Articolo 1 - INTRODUZIONE 1. La Federazione Italiana Pallavolo indice per la stagione 2013 il Circuito

Dettagli

46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014

46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014 CONI FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA COMITATO ABRUZZO 46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014 DECLARATORIA La serie Promozione del Campionato Italiano a Squadre si svolge

Dettagli

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010 Il coordinamento UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), organizza campionati di pallavolo che vanno dai campionati giovanili (a partire dall Under 12) ai campionati Seniores. Come fiore all occhiello

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

e, p.c.: Al Comitato di Settore A.S. Agli Ufficiali di Gara Alla Società organizzatrice Allo Staff Tecnico dell Hockey Subacqueo

e, p.c.: Al Comitato di Settore A.S. Agli Ufficiali di Gara Alla Società organizzatrice Allo Staff Tecnico dell Hockey Subacqueo SETTORE TECNICO Attività Subacquee Circ. n 3 Prot.: 779/AA/fs Roma, 29 Gennaio 2015 Alle Società del Settore A.S. Ai Comitati Regionali F.I.P.S.A.S. Ai Comitati Provinciali F.I.P.S.A.S. Ai Delegati Prov.li

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941-721948 e-mail: direttoretecnico@pgsmessina.it - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 001 COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l indirizzo

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani

Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani Articolo 1. - Definizioni.... 2 Articolo 2. - Attività di ciascun campionato.... 2 Articolo 3. - Affidamento dell organizzazione....

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

ATTIVITÀ SPORTIVA 2014/2015 delle Sezioni G.R. G.A.F. G.A.M. G.G. DANZA

ATTIVITÀ SPORTIVA 2014/2015 delle Sezioni G.R. G.A.F. G.A.M. G.G. DANZA ATTIVITÀ SPORTIVA 2014/2015 delle Sezioni G.R. G.A.F. G.A.M. G.G. DANZA SETTORE GINNASTICA SEZIONE GINNASTICA RITMICA XXIV Campionato di Coreografia XVII Trofeo Internationalgym Trofeo Arcobaleno Arcobimbe

Dettagli

Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014.

Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014. Trento, 24 febbraio 2014 Ai CIRCOLI TENNIS della Provincia di Trento loro indirizzi Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014. Come tutti gli anni vi ricordo che è prossima

Dettagli

Indizione Campionati Giovanili 2015/2016

Indizione Campionati Giovanili 2015/2016 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO PROVINCIALE DI COMO A tutte le Società affiliate della Provincia di Como Loro sedi e.p.c. FIPAV Roma Organizzazione Territoriale Como 27 / 07 / 2015 FIPAV Lombardia

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 1 Stagione Sportiva 2010/2011 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

45 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO

45 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO CONI FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA COMITATO ABRUZZO 45 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO DECLARATORIA La serie Promozione del Campionato Italiano a Squadre si svolge su base regionale ed è affidata al

Dettagli

dal 1 ottobre al 15 novembre 2014

dal 1 ottobre al 15 novembre 2014 Settore Tesseramento CIRCOLARE n. 54/2014 Roma, 07/07/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Riaffiliazione e Tesseramento 2015 Le Società

Dettagli

PER TUTTE LE SOCIETA ISCRITTE AI CAMPIONATI

PER TUTTE LE SOCIETA ISCRITTE AI CAMPIONATI PALLAVOLO 2015/2016 (Documento inviato alle società ed affisso all albo in data 1 ottobre 2015) Premessa: il seguente documento sarà aggiornato periodicamente inserendo la logistica e le date/orario delle

Dettagli

1. MODALITA DI SVOLGIMENTO

1. MODALITA DI SVOLGIMENTO Alla c.a. - SOCIETA FIPAV - ATLETI FIPAV Agrate Brianza, 25 Maggio 2015 Prot. 313/BV Oggetto: indizione torneo Sand Volley 4x4 Maschile & Femminile. Il Comitato Provinciale di Monza Brianza indice ed organizza

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di SERIE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare Regionale organizza i campionati di serie interprovinciali di CN/AT e AL/Bl/NO/VC/VCO.

Dettagli

I GIOCATORI SPROVVISTI DI UNO DEI DOCUMENTI SOPRA INDICATI NON POTRA' IN ALCUN CASO PRENDERE PARTE ALLE GARE DI CAMPIONATO

I GIOCATORI SPROVVISTI DI UNO DEI DOCUMENTI SOPRA INDICATI NON POTRA' IN ALCUN CASO PRENDERE PARTE ALLE GARE DI CAMPIONATO 1) ISCRIZIONE SQUADRE E LISTA GIOCATORI 2) CAUZIONE, QUOTE DI PARTECIPAZIONE E DI PARTITE 3) PERIODO DI SVOLGIMENTO, NUMERO SQUADRE E GIRONI 4) MODALITA' DI SVOLGIMENTO TORNEO 5) MODALITA' DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Il Comitato Provinciale di Monza Brianza indice ed organizza per la stagione agonistica 2015/16 la PROMO 12 con le seguenti modalità:

Il Comitato Provinciale di Monza Brianza indice ed organizza per la stagione agonistica 2015/16 la PROMO 12 con le seguenti modalità: Spettabili Società Partecipanti alla PROMO 12 Loro Indirizzi e p.c. C.R. Lombardia C.P. Lecco Agrate Brianza, 09/10/2015 Prot. 46/CPG Oggetto: PROMO 12 Stagione 2015/16 Il Comitato Provinciale di Monza

Dettagli

LEGA PALLAVOLO UISP LIVORNO

LEGA PALLAVOLO UISP LIVORNO LEGA PALLAVOLO UISP LIVORNO INDIZIONE CAMPIONATI 2010-11 Vi inviamo il calendario dei campionati che andremo a svolgere CAMPIONATO UNDER 13 Maschile e femminile CAMPIONATO UNDER 14 Maschile e femminile

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2012/2013 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE 2014/2015

CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE 2014/2015 CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE 2014/2015 PROGRAMMA REGOLAMENTO La Federazione Italiana Tennis organizza la prima edizione del CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE DI PADDLE. 1. AMMISSIONE a) Al Campionato potranno

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO A.S. 2011/2012 Il Comitato Provinciale di Venezia del Centro Sportivo Italiano e del UISP, indicono per la stagione sportiva 2010/2011 il Campionato

Dettagli

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 49, punto 1, lett. c),

Dettagli

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale Taranto Via Puglie, 20 74121 TARANTO Oggetto: Autorizzazione Torneo Torneo Gara amichevole Disciplina Specialità Variante Contenuto Livello Indor Beach

Dettagli

Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio a 7 Riccione 5-6-7-8 giugno 2014.

Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio a 7 Riccione 5-6-7-8 giugno 2014. Roma, 06.03.2014 Prot.n.176 Ai Presidenti dei Comitati Regionali AICS dei Comitati Provinciali AICS ------------------- Loro Sedi Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio

Dettagli

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna

Dettagli

ISCRIZIONE AI CAMPIONATI 2012

ISCRIZIONE AI CAMPIONATI 2012 ISCRIZIONE AI CAMPIONATI 2012 SCADENZE e iscrizioni ai campionati dovranno essere effettuate on-line oppure pervenire alla FIBS, tramite raccomandata A/R, come di seguito indicato: Italian Baseball eague

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli