PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI VARI PERIODO DAL 01/01/ /12/2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI VARI PERIODO DAL 01/01/2011-31/12/2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 ALLEGATO B PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI VARI PERIODO DAL 01/01/ /12/2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Cig (Codice identificativo gara) n D Cup n. H39E ARTICOLO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento e l espletamento dei seguenti servizi: servizio di assistenza domiciliare di base e qualificata ad anziani, disabili e persone in situazione di bisogno; servizio di assistenza scolastica ad alunni disabili frequentanti le scuole dell infanzia, primaria e secondaria e di tutoraggio a disabili durante l inserimento sociale e lavorativo; servizio di aiuto cuoco presso la mensa della scuola dell infanzia Colorella; servizio di assistenza durante il trasporto dei bambini frequentanti la scuola dell infanzia; servizio di educatore per centro aggregazione di Via Matteotti; servizio di educatore per centro aggregazione della frazione di Rustico; ARTICOLO 2. DURATA DELL APPALTO. L appalto avrà decorrenza dal 01/01/2011 al 31/12/2012. L appalto decadrà di pieno diritto, senza necessità di alcuna comunicazione, preavviso o messa in mora da parte del Comune, alla sua scadenza naturale. L Impresa che risulterà aggiudicataria dell appalto a seguito della presente procedura di gara (d ora in avanti denominata per brevità Impresa affidataria ) si impegna, nelle eventuali more del completamento delle procedure per l assegnazione del servizio, su richiesta del Comune, a continuare ad erogare il servizio alle medesime condizioni per ulteriori tre mesi. ARTICOLO 3. IMPORTO DELL APPALTO. L importo complessivo dell appalto, determinato con riferimento alle tariffe regionali (D.G.R. n del 07/12/2009 ad oggetto: L.R n.34 art. 5-Aggiornamento del tariffario regionale e corrispettivi per l affidamento dei servizi, da parte delle amministrazioni pubbliche e degli organismi pubblici, alle cooperative sociali e loro consorzi), alle prestazioni dei servizi di che trattasi ed al monte orario dei servizi medesimi, è di euro ,00 più IVA ai sensi di legge ed oltre a euro 2.781,00 più IVA relativi agli oneri di sicurezza, non soggetti a ribasso. ARTICOLO 4. MODALITA DI AGGIUDICAZIONE. Poiché i servizi oggetto del presente appalto rientrano tra quelli previsti all interno dell Allegato II B del D.Lgs. n. 163/2006 e l importo complessivo dell appalto è inferiore alla soglia comunitaria, si applica per analogia la procedura aperta con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, valutabile in base agli elementi meglio descritti nel bando di gara. ARTICOLO 5. ADEGUAMENTO DEI PREZZI Il prezzo di aggiudicazione annuo si intende fisso ed invariato per il primo anno di validità del contratto. L Impresa affidataria potrà richiedere l aggiornamento ISTAT dell importo contrattuale per il secondo anno con le modalità stabilite nel contratto.

2 ARTICOLO 6. MODALITA DI PAGAMENTO Il corrispettivo sarà liquidato previa presentazione di regolari fatture, sulla base delle ore di prestazione effettivamente rese ed attestate mediante registrazione su apposito prospetto. Le fatture emesse a norma di legge devono pervenire all Amministrazione Comunale (al protocollo) entro il mese successivo a quello a cui si riferiscono e saranno pagate entro 90 giorni dal ricevimento a mezzo bonifico bancario sull istituto di credito e sul numero di conto corrente dedicato ai sensi della Legge 136 del 13 agosto Le fatture non regolari saranno restituite a cura dell ufficio competente ed i termini per la liquidazione riprenderanno a decorrere dal giorno della nuova presentazione. La fatturazione mensile dovrà avvenire con le seguenti modalità: - redazione di una fattura per il servizio di assistenza domiciliare di base ; - redazione di una fattura per il servizio di assistenza domiciliare qualificata; - redazione di una fattura per il servizio di assistenza scolastica ad alunni portatori di handicap; - redazione di una fattura per il servizio di tutoraggio a portatori di handicap durante inserimento sociale e lavorativo; - redazione di una fattura per il servizio di aiutocuoco presso mensa scuola dell infanzia Colorella; - redazione di una fattura per il servizio di assistenza durante il trasporto dei bambini frequentanti la scuola dell infanzia; - redazione di una fattura per il servizio di educatore (ludoteca e biblioteca) per centro aggregazione di Via Matteotti; - redazione di una fattura per il servizio di educatore (adolescenti) per centro aggregazione di Via Matteotti; - redazione di una fattura per il servizio di educatore per centro aggregazione di Rustico. ARTICOLO 7 TRACCIABILITA DEI PAGAMENTI (NORMATIVA ANTIMAFIA) Il contratto con l Impresa affidataria prevederà l obbligo da parte di quest ultima di ottemperare al dovere di tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell art. 3 della legge n. 136 del 13/8/2010, per cui sarà obbligata ad utilizzare uno o più conti correnti bancari o postali dedicati alle commesse pubbliche. L Impresa affidataria dovrà impegnarsi contrattualmente a comunicare a questo Comune, entro 7 giorni dal suo verificarsi, ogni eventuale variazione relativa al predetto conto corrente e ai soggetti autorizzati ad operare su di esso. L Impresa affidataria, inoltre, si obbligherà ad inserire nei contratti sottoscritti con i subcontraenti un apposita clausola, a pena di nullità assoluta, con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità finanziaria prescritti dalla citata legge. Si impegnerà, altresì, a trasmettere i predetti contratti al Comune, stante l obbligo di verifica imposto alla stazione appaltante dal comma 9 del predetto art. 3 della legge n 136/2010. Si impegnerà altresì ad effettuare i pagamenti destinati ai dipendenti, ai consulenti nonché ai fornitori di beni e servizi rientranti nelle spese generali nonché quelli destinati ad immobilizzazioni tecniche tramite il conto corrente dedicato. ARTICOLO 8. DESCRIZIONE DEI SERVIZI L appalto comprende i seguenti servizi che dovranno tenere conto di quanto previsto in materia di igiene, sanità e sicurezza del personale impiegato: 1) Servizio di assistenza domiciliare di base. Il servizio è finalizzato a garantire l autonomia e l autosufficienza a singoli o a nuclei familiari che, per esigenze permanenti o temporanee, hanno necessità di aiuto a domicilio per il soddisfacimento dei bisogni essenziali relativi al governo della casa, alla cura della persona ed alla vita di relazione. Il servizio prevede anche l accompagno per uscite, se necessario, con l uso di mezzi pubblici o dell assistito o dell Impresa affidataria. Per l uso

3 di automezzi l Ente appaltante sarà sollevato da ogni responsabilità civile e penale e nessun onere sarà a suo carico, oltre alle tariffe orarie aggiudicate in sede di gara. Per il raggiungimento delle sede dove vengono espletati i servizi in questione da parte degli operatori addetti nessun onere sarà dovuto dalla stazione appaltante, che è sollevata inoltre da ogni responsabilità civile e penale per eventuali danni a persone, a terzi e a cose. Il servizio dovrà essere espletato attraverso l impiego di operatori qualificati, che abbiano maturato esperienza in servizi simili e che siano in numero adeguato alle necessità del servizio, tenendo conto delle indicazioni che saranno impartite dall ufficio comunale competente, con il quale la cooperativa dovrà collaborare per l espletamento dell assistenza. Durante la vigenza del contratto gli utenti potranno variare e di conseguenza anche il numero degli operatori addetti al servizio ed il numero delle ore potranno essere modificati. Il servizio che deve essere eseguito in favore di anziani, disabili e delle persone in particolare stato di necessità, i cui nominativi saranno comunicati dal Comune, consiste pertanto in: -svolgimento di lavori domestici, quali la pulizia della casa, la preparazione di alimenti, il riordino della biancheria e quant altro si renda necessario per la buona conduzione della casa; -aiuto e cura dell igiene della persona; -servizi di accompagno presso ambulatori medici o per terapie e presso altri centri; -commissioni varie; Il servizio in argomento dovrà essere eseguito per tutto l anno e per un totale presunto di ore 54 mensili. 2) Servizio assistenza domiciliare qualificata Si tratta di un servizio ora svolto nei confronti di un minore affetto da disabilità gravissima che è finalizzato a stimolare la recettività del bambino all ascolto, la comunicazione di base, a curare l igiene della persona, ad aiutare e a prestare particolare attenzione alla deglutizione durante l assunzione della merenda. Per il raggiungimento delle sedi dove è eseguito il servizio in questione da parte degli operatori addetti nessun onere sarà dovuto dalla stazione appaltante, che è sollevata inoltre da ogni responsabilità civile e penale per eventuali danni a persone, a terzi e a cose. Il servizio dovrà essere eseguito attraverso l impiego di operatori qualificati, che abbiano maturato esperienza in servizi simili, tenendo conto delle indicazioni che saranno impartite dall ufficio comunale competente, con il quale la cooperativa dovrà collaborare per l espletamento dell assistenza. Nel caso in cui si durante il servizio si renda necessaria una sostituzione definitiva dell operatore inizialmente addetto, l impresa affidataria dovrà mettersi tempestivamente in contatto con l assistente sociale comunale, per garantire all utente e alla sua famiglia un passaggio delle consegne che sia il meno traumatico possibile per l utente stesso e per la sua famiglia. Durante la vigenza del contratto gli utenti potranno variare e di conseguenza anche il numero degli operatori addetti al servizio, così come il numero delle ore. Il servizio in argomento dovrà essere eseguito per tutto l anno e per un totale presunto di ore 32 mensili. 3) Servizio di assistenza a soggetti disabili frequentanti le scuole e di tutoraggio a disabili durante inserimento sociale e lavorativo. Il servizio consiste nell assistenza a disabili ed è rivolto principalmente a garantire l autonomia, l autosufficienza della persona e la facilitazione degli aspetti comunicativi, consentendo a queste persone una migliore integrazione sociale. Innanzitutto essa è rivolta a soggetti disabili frequentanti le scuole di ogni ordine e grado e, in caso di necessità, anche presso il loro domicilio. Il servizio presso le scuole dovrà essere eseguito con le norme e le direttive che saranno impartite dagli istituti scolastici i quali si dovranno avvalere della collaborazione dell équipe psico - socio-pedagogica dell ASUR competente.

4 L assistenza inoltre può consistere in un attività di tutoraggio nei confronti di disabili che abbiano superato l età scolare e che richiedano aiuto presso la sede di svolgimento dell inserimento sociale e lavorativo. Per il raggiungimento delle sedi nessun onere sarà dovuto dalla stazione appaltante, che è sollevata inoltre da ogni responsabilità civile e penale per eventuali danni a persone, a terzi e a cose. Nel caso in cui il disabile sia accompagnato, si potranno utilizzare mezzi pubblici o dell Impresa affidataria o, in subordine, mezzi messi a disposizione dal disabile stesso, ma la stazione appaltante in caso di utilizzo dei citati mezzi sarà sollevata da ogni responsabilità civile e penale e non sarà tenuta alla corresponsione di alcun onere aggiuntivo. Le ore di espletamento del servizio sono presuntivamente 26 settimanali. Il personale impiegato dovrà avere maturato esperienze in servizi simili e dovrà essere in numero adeguato alle necessità del servizio, tenendo conto delle indicazioni che saranno impartite dall Amministrazione Comunale. L Impresa affidataria deve compiere il servizio in stretta collaborazione con l ufficio comunale competente e l istituzione scolastica. I servizi devono essere svolti in conformità con il calendario scolastico o con quello dei luoghi in cui si compie l inserimento sociale e lavorativo. 3) Servizio di aiuto-cuoco presso mensa scuola dell infanzia Colorella Il servizio di aiuto-cuoco comprende: -preparazione, porzionatura e distribuzione pasti per gli utenti; -preparazione e apparecchiatura dei tavoli; - pulizia e sanificazione dei tavoli, delle seggiole, delle stoviglie e della cucina; -verifica della correttezza della qualità, quantità, consegna e modalità delle forniture ed attuazione dei sistemi di controllo previsti dal D. Lgs. n. 155/1997 (igiene e prodotti alimentari) e dal manuale di autocontrollo comunale Il luogo di svolgimento del servizio è la scuola dell infanzia Colorella, sita in Via Matteotti n. 38, all interno della quale sono preparati i pasti per gli alunni della scuola dell infanzia e per quelli della scuola primaria che usufruiscono del servizio mensa scuola primaria. Lo stesso dovrà essere eseguito dal lunedì al venerdì, per circa 7,15 ore giornaliere e da settembre a giugno, tenendo conto dei giorni di vacanza previsti dal calendario scolastico. Il personale impiegato dovrà avere il titolo di studio adeguato in base alla normativa vigente e aver maturato esperienze in servizi simili. Il personale dovrà avere il libretto d idoneità sanitaria e dovrà essere munito d idoneo vestiario (camici, cuffie etc.) e di cartellino di riconoscimento. 4) Servizio di assistenza durante il trasporto dei bambini frequentanti la scuola dell infanzia. Il servizio consiste nell assistenza durante i trasporti scolastici dei bambini frequentanti le scuole dell infanzia di Polverigi. L operatore presente sugli scuolabus a ogni fermata avrà cura di prelevare gli utenti nei pressi delle loro abitazioni e secondo gli itinerari effettuati dagli autisti. Dovrà vigilare sul comportamento degli utenti durante il tragitto, condurli a scuola e curarne il rientro in famiglia al termine delle lezioni. In particolare durante le fasi di trasporto a scuola il personale dovrà: - verificare che gli alunni che utilizzano il servizio siano inseriti negli elenchi forniti dall ufficio comunale competente; - effettuare assistenza agli alunni nelle operazioni di salita sullo scuolabus; - controllare e vigilare all interno dello scuolabus affinché sia tenuto un comportamento corretto da parte degli alunni e che in particolare stiano seduti; la sistemazione degli alunni all interno dello scuolabus dovrà essere conforme alle vigenti normative in materia di circolazione stradale e di sicurezza. - nel momento dell arrivo a scuola, aiutare gli alunni nella discesa e consegnarli a personale della

5 scuola stessa, prestando particolare attenzione a non lasciarli mai soli fuori dall edificio scolastico. Durante il trasporto a casa il personale dovrà:. verificare che gli alunni che utilizzano il servizio siano inseriti negli elenchi forniti dall ufficio competente;. ricevere gli alunni dal personale della scuola, aiutarli nella fase di salita e farli disporre seduti all interno dello scuolabus;. controllare e vigilare affinché sullo scuolabus sia tenuto un comportamento corretto da parte degli alunni e che in particolare stiano seduti;. provvedere alla riconsegna degli alunni alle persone indicate nella richiesta di ammissione al servizio e verificare insieme all autista che non vi sia nessuno a bordo. Per il servizio in parola l Impresa affidataria dovrà mantenere opportuni contatti con l ufficio comunale competente, al fine di verificare il buon andamento del servizio stesso. Il servizio di assistenza durante i trasporti scolastici deve esser svolto in conformità al calendario scolastico. Le ore di espletamento del servizio nel corso dell anno sono presuntivamente ) Servizio di educatore per bambine, bambini ed adolescenti presso centro aggregazione di via Matteotti. Gli educatori impiegati presso il centro sono complessivamente quattro. Due educatori si occupano dei bambini e delle bambine che frequentano la ludoteca e la biblioteca, svolgendo le seguenti mansioni: -programmazione e progettazione, in collaborazione con l ufficio comunale competente, delle attività e delle iniziative a favore dei bambini e delle bambine; -assistenza e controllo degli utenti del centro nell arco dell orario di funzionamento dello stesso; -assistenza nei compiti ai bambini extracomunitari (circa un ora al giorno) -sostegno ed assistenza nelle attività laboratoriali e ludico-ricreative che si svolgono nella struttura; - prestito librario; Il personale impiegato dovrà: -essere maggiorenne -possedere i requisiti previsti dalla L.R. 9/2003 e Regolamento n. 10/2004 -forte motivazione e determinazione affinché il servizio possa raggiungere gli obiettivi dello sviluppo della socializzazione e della condivisione d interessi ed attività ricreative; -aver maturato esperienze in servizi simili. Detto servizio dovrà essere eseguito nei pomeriggi da novembre a maggio (tenendo conto dei giorni di vacanza previsti dal calendario scolastico) e per un totale di circa 20 ore settimanali. Due educatori si occupano degli adolescenti e dei ragazzi. Le sue mansioni sono le seguenti: -programmazione e progettazione, in collaborazione con l ufficio comunale competente, delle attività e delle iniziative a favore dei ragazzi frequentanti il centro. Le attività sono di tipo ludicoricreativo (serate musicali, tornei di ping-pong ecc.), culturali (cineforum, conferenze, corsi di chitarra ecc.) e laboratoriali di vario genere. L obiettivo è di prevenire il disagio giovanile, offrendo ai giovani occasioni di aggregazione, d impegno e di utilizzo del tempo libero. Il personale impiegato dovrà: -essere maggiorenne; -possedere i requisiti previsti dalla L.R. 9/2003 e Regolamento n. 10/2004; -avere forte motivazione e determinazione affinché il servizio possa raggiungere gli obiettivi dello sviluppo della socializzazione e della condivisione d interessi e attività ricreative; -aver maturato esperienze in servizi simili.

6 Detto servizio dovrà essere eseguito nei pomeriggi da novembre a maggio, negli orari stabiliti dall Amministrazione Comunale e per circa 8,5 ore settimanali (tenendo conto dei giorni di vacanza previsti dal calendario scolastico). Inoltre a ciascuno dei quattro educatori spettano n. 14 ore annue per il coordinamento e la progettazione delle attività che saranno utilizzate quando ve ne sarà la necessità. 7) Servizio di educatore bambine, bambini ed adolescenti presso centro sociale della frazione di Rustico Le mansioni dell educatore del centro sono le seguenti: -programmazione e progettazione, in collaborazione con l ufficio comunale competente, delle attività e delle iniziative a favore dei bambini e delle bambine; -assistenza e controllo degli utenti del centro nell arco dell orario di funzionamento dello stesso; -sostegno ed assistenza nei compiti e nelle ricerche, nelle attività laboratoriali e ludico-ricreative; Il personale impiegato dovrà possedere i seguenti requisiti: -diploma di maturità -età non inferiore a 18 anni -possesso dei requisiti previsti dalla L.R. n. 9/2003 -forte motivazione e determinazione affinché il servizio possa raggiungere gli obiettivi dello sviluppo della socializzazione e della condivisione d interessi e attività ricreative - aver maturato esperienze in servizi simili. Il monte orario di apertura all utenza è pari a circa 9 ore settimanali, (tenendo conto dei giorni di vacanza previsti dal calendario scolastico); inoltre all educatore spettano n. 14 ore annue per il coordinamento e la progettazione delle attività che saranno utilizzate quando ve ne sarà la necessità. Alla data d indizione della presente gara il centro di aggregazione di Rustico non è operante poiché interessato da lavori di ristrutturazione: per questo motivo il servizio di educatore dovrà essere prestato presso il centro di aggregazione di Via Matteotti, nell ambito delle attività previste al precedente punto 7. Il Comune si riserva, a seguito all ultimazione dei lavori di ristrutturazione in corso e al completamento della procedura di autorizzazione e accreditamento prevista dalla L.R.9/03, di trasferire il servizio presso il nuovo centro di aggregazione sito nella frazione di Rustico. ARTICOLO 9. VIGILANZA E CONTROLLO DEL COMUNE Nel corso dell esecuzione del contratto, il Comune si riserva la facoltà di compiere verifiche e controlli a scadenza periodica sul mantenimento da parte dell Impresa affidataria dei requisiti, certificati e/o dichiarati dalla stessa in sede di gara e di aggiudicazione. Il Comune, per mezzo di suoi incaricati, si riserva la facoltà di vigilare e controllare, in qualsiasi momento, l esatto adempimento degli obblighi previsti nel presente capitolato da parte dell Impresa affidataria, a garanzia del buon andamento del servizio. ARTICOLO 10. FLESSIBILITA DEI SERVIZI Il Comune, qualora durante la gestione del servizio dovesse verificare la necessità di aumentare o diminuire il numero degli operatori o le ore già previste per i servizi di cui al presente capitolato, si riserva la facoltà di adottare specifico atto in tal senso e di comunicarlo all Impresa affidataria. Il Comune si riserva altresì la facoltà, in dipendenza di provvedimenti di disattivazione o di trasformazione della propria offerta di servizi, di ridurre o di sospendere senza limiti di tempo i servizi appaltati senza che laimpresa affidataria possa pretendere indennità di sorta, dandone comunicazione mediante lettera raccomandata e con preavviso di 30 gg. ARTICOLO 11. CAUZIONI Per partecipare alla gara è necessario, a pena di esclusione, provvedere ai seguenti adempimenti:

7 1) Costituzione di una cauzione provvisoria pari al 2% dell ammontare presunto dell appalto e cioè euro 3.764,00. Il documento originale attestante la cauzione dovrà essere presentato congiuntamente all offerta e dovrà avere un efficacia temporale minima di 180 giorni decorrenti dal giorno fissato per la seduta pubblica di apertura dei plichi contenenti la documentazione di gara. Detta cauzione potrà essere prestata in uno dei seguenti modi: a) quietanza della Tesoreria del Comune di Polverigi; b) fidejussione bancaria o assicurativa il cui oggetto dovrà riportare la seguente dicitura: Cauzione provvisoria a garanzia degli oneri e obblighi di partecipazione alla gara per l affidamento dei servizi sociali, rilasciata da Istituto autorizzato all esercizio del ramo cauzioni o dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all articolo 107 del D. Lgs. 1/9/1993, n. 385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal Ministero dell Economia e delle Finanze. La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a SEMPLICE RICHIESTA SCRITTA del Comune di Polverigi. La cauzione sarà restituita ai concorrenti non aggiudicatari entro trenta giorni dall aggiudicazione definitiva e all Impresa affidataria all atto della stipulazione del contratto. La cauzione copre il rischio (e sarà escussa) nel caso di mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell aggiudicatario, dipendente sia dall ipotesi di recesso del concorrente sia nell ipotesi dell impossibilita di addivenire alla stipula a seguito della verifica della mancanza dei requisiti dichiarati dal concorrente aggiudicatario in sede di gara. La mancata prestazione di detta garanzia, oppure la previsione della stessa per un importo inferiore a quello richiesto, comporta l automatica esclusione del concorrente. 2) Dichiarazione di un fideiussore (con allegata fotocopia di un documento d identità valido del sottoscrittore) contenente l impegno verso il contraente, a rilasciare, nel caso di aggiudicazione da parte di quest ultimo all appalto, garanzia fideiussoria definitiva per l esecuzione del contratto in favore dell Amministrazione aggiudicatrice, ai sensi dell art. 113 del D. Lgs n. 163/2006. L importo della garanzia è ridotto del cinquanta per cento per gli operatori economici in possesso della certificazione del sistema di qualità aziendale conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000, rilasciata da organismi accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC Nell ipotesi di partecipazione alla gara di Raggruppamenti Temporanei di concorrenti e Consorzi di concorrenti di cui all art c.c. non ancora costituiti, la garanzia fidejussoria deve essere, a pena di esclusione, intestata a tutte le imprese partecipanti al Raggruppamento o Consorzio, e la riduzione del 50% potrà operare solo se ciascuna di esse abbia la suddetta certificazione di qualità aziendale. In seguito all aggiudicazione e a garanzia dell esatto adempimento degli obblighi derivanti dalla stipulazione del contratto, nonché delle spese che il Comune dovesse eventualmente sostenere durante la gestione appaltata per fatto dell appaltatore a causa d inadempimento o cattiva esecuzione del servizio, dovrà essere costituito un deposito cauzionale definitivo nella misura del 10% rispetto all importo contrattuale (questa somma è da computare senza tenere conto dell IVA), salva comunque la risarcibilità del maggior danno. Detta cauzione dovrà essere costituita con una delle seguenti modalità alternative:. fideiussione bancaria rilasciata da Aziende di Credito di cui all art. 5 RDL 375/36 e successive modificazioni e integrazioni;. polizza assicurativa rilasciata da impresa di assicurazioni autorizzata all esercizio del ramo cauzioni, ai sensi del DPR 449/59 e successive modificazioni e integrazioni. La stessa deve espressamente contenere le seguenti condizioni particolari: a) rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale; b) rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2 del codice civile;

8 c) operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta del Comune senza alcuna riserva. In caso di inesatto o mancato adempimento degli obblighi contrattuali il Comune si rivarrà, senza alcuna formalità, sulla cauzione definitiva, incamerandola, a ristoro di ogni danno e delle penali contrattuali, salvi gli ulteriori ed eventuali danni subiti. L appaltatore potrà essere obbligato a reintegrare la cauzione di cui il Comune avesse dovuto avvalersi, in tutto o in parte, durante l esecuzione del contratto. La garanzia sarà completamente svincolata e restituita al contraente dopo la conclusione del rapporto e in seguito al rilascio di una dichiarazione liberatoria che attesti il regolare soddisfacimento degli obblighi contrattuali. ARTICOLO 12. DOMICILIO LEGALE. L Impresa affidataria dovrà eleggere domicilio, per tutti gli effetti del contratto medesimo, presso il Comune di Polverigi e dovrà altresì dichiarare il referente e il luogo di sicuro recapito presso il quale fare tutte le comunicazioni e notificazioni inerenti al servizio appaltato. ARTICOLO 13. RAPPORTO DI LAVORO. Nessun rapporto di lavoro s intenderà instaurato tra il personale impiegato e il Comune di Polverigi. ARTICOLO 14. COMPITI DELLA IMPRESA AFFIDATARIA L Impresa affidataria s impegna a favorire il mantenimento dell incarico agli educatori che in questo periodo svolgono i servizi oggetto del presente appalto. Ciò al fine di garantire la continuità della programmazione delle attività in questo periodo in essere a favore dei diversi utenti e di evitare possibili problematiche a danno degli stessi derivanti dalla presenza di nuove figure (i servizi oggetto del presente appalto sono tutti destinati alla persona e sono rivolti a fasce deboli della cittadinanza quali minori, anziani e portatori di handicap). L organizzazione delle attività deve essere tale da garantire la continuità e la regolarità delle prestazioni affidate, al fine di non creare disservizi e disagi all utenza. L Impresa affidataria non potrà, per alcuna ragione sospendere o interrompere il servizio di sua iniziativa. Quando per cause di forza maggiore dipendenti da fatti naturali o da fatti umani di grande rilevanza, l Impresa affidataria non possa compiere il servizio, la stessa deve darne comunicazione immediata al Comune. In caso di astensione dal lavoro per sciopero, l Impresa affidataria dovrà comunque garantire il funzionamento dei servizi essenziali, come indicato dal C.C.N.L. di comparto e con le modalità previste dalla legge n. 146 del 12/06/1990 e successive modifiche e integrazioni. L Impresa affidataria, prima dell inizio dell appalto dovrà comunicare all ufficio comunale competente il nominativo del responsabile tecnico referente in relazione ai diversi servizi, i nominativi del personale impiegato, l attestazione della qualifica posseduta e il numero delle ore giornaliere che ciascuno di essi deve compiere in relazione alle mansioni e ai parametri indicati nell articolo precedente. Nel corso del contratto ogni variazione del personale, comprese eventuali sostituzioni, dovrà esser comunicata al Comune prima che il personale non compreso nell elenco già consegnato sia avviato all espletamento del servizio e dovrà avvenire con gradualità. L Impresa affidataria deve garantire il controllo e il rispetto dell orario di servizio, la qualità dei servizi e la continuità degli stessi, provvedendo all immediata sostituzione del personale assente. Il Comune può chiedere, motivatamente, l allontanamento temporaneo o la sostituzione dell operatore che non compi correttamente il proprio servizio. Il personale in servizio dovrà avere bene in vista un tesserino di riconoscimento ed essere dotato, nel caso di assistenza durante il trasporto in autobus, di giubbino ad alta evidenza, conforme alla vigente normativa. L Impresa affidataria deve garantire l aggiornamento professionale degli operatori incaricati, nonché redigere e trasmettere al Responsabile dell ufficio comunale competente una relazione

9 annuale concernente l andamento tecnico della gestione del servizio, con l indicazione dei risultati e delle criticità emerse. La stessa assume a suo carico ogni responsabilità per infortuni a danni di persone e cose arrecati all ente o a terzi per fatto proprio o dei suoi dipendenti e collaboratori, anche esterni, in dipendenza di manchevolezza o trascuratezza nell esecuzione degli adempimenti assunti, sollevando pertanto il Comune da qualsiasi obbligazione nei confronti di terzi e impegnandosi a tenere indenne il Comune, anche in sede giudiziale, per infortuni o danni subiti da parte di persone o cose, in dipendenza dell esecuzione delle prestazioni oggetto del presente contratto. ARTICOLO 15. OBBLIGHI DELL IMPRESA AFFIDATARIA NEI CONFRONTI DEI PROPRI OPERATORI Il personale che sarà messo a disposizione dall impresa affidataria per l espletamento dei servizi in oggetto, siano essi soci o dipendenti, dovrà essere in regola con le norme in materia di igiene e sanità. L Impresa affidataria, ancorché non aderente ad associazioni firmatarie, si obbliga ad applicare nei confronti dei lavoratori dipendenti e, se cooperative, anche nei confronti dei soci lavoratori, condizioni contrattuali, normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi nazionali di lavoro e degli accordi integrativi territoriali sottoscritti dalle organizzazioni imprenditoriali e dei lavoratori maggiormente rappresentative, nonché a rispettarne le norme e le procedure previste dalla legge alla data dell offerta e per tutta la durata dell appalto. Si obbliga inoltre al regolare pagamento mensile delle retribuzioni. Con riferimento alla regolarità retributiva, l impresa affidataria deve consegnare (contestualmente all inizio del servizio e in seguito ogni anno al Responsabile del Settore comunale competente) idonea documentazione da cui risulti l applicazione integrale del contratto. Per idonea documentazione s intende esclusivamente il verbale di accordo sindacale siglato dalle parti. Inoltre in ogni momento il Comune potrà richiedere l esibizione del libro matricola. L Impresa affidataria è tenuta, inoltre, all osservanza e all applicazione di tutte le norme riguardanti le assicurazioni obbligatorie e antinfortunistiche, previdenziali e assistenziali, nei confronti del proprio personale e dei soci lavoratori nel caso di cooperative, sollevando il Comune di Polverigi da ogni controversia derivante e conseguente il rapporto di lavoro che intercorre tra l Impresa affidataria e i propri dipendenti. L'Amministrazione Comunale è tenuta all'esercizio della vigilanza sulla regolarità retributiva e contributiva secondo la normativa vigente nel corso della durata dell appalto. Qualora l Impresa affidataria non risulti in regola con gli obblighi dettati dalle disposizioni vigenti in materia di regolarità retributiva e contributiva, l Amministrazione procederà alla sospensione del pagamento delle fatture, assegnando all Impresa aggiudicataria un termine entro il quale procedere alla regolarizzazione. Qualora l Impresa affidataria non adempia entro il predetto termine, l Amministrazione procederà alla risoluzione del contratto destinando le somme trattenute al soddisfacimento degli adempimenti previdenziali e contrattuali. Per tale sospensione o ritardo di pagamento l Impresa affidataria non potrà opporre eccezioni né avrà titolo a pretendere interessi o risarcimento dei danni. L Impresa affidataria s impegna, inoltre, a: - presentare, su richiesta dell Amministrazione comunale, copia di tutti i documenti atti a verificare la corretta corresponsione delle retribuzioni nonché dei versamenti contributivi e assicurativi del personale impiegato per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto; - garantire la copertura assicurativa del proprio personale durante lo svolgimento del servizio per quanto concerne gli infortuni e la responsabilità civile verso terzi; - sostituire il personale impiegato qualora si rivelasse inidoneo o inadeguato allo svolgimento del servizio.

10 II Comune è assolutamente estraneo al rapporto di lavoro costituito tra l Impresa affidataria e il proprio personale addetto al servizio e non potrà mai essere coinvolto in eventuali controversie che dovessero insorgere, poiché nessun rapporto di lavoro s intenderà instaurato tra il personale dell Impresa affidataria e il Comune. Tutti gli obblighi e gli oneri assicurativi antinfortunistici, assistenziali e previdenziali sono a carico dell Impresa affidataria - compresa la responsabilità civile verso terzi - il quale ne è il solo responsabile, anche in deroga alle norme che disponessero l obbligo del pagamento e l onere a carico del Comune o in solido con il Comune, con esclusione di ogni diritto di rivalsa nei confronti del Comune medesimo e di ogni indennizzo. L Impresa affidataria s impegna a stipulare un apposita polizza assicurativa per un idonea copertura di eventuali danni che possono occorrere agli operatori, siano essi propri dipendenti o soci lavoratori o che possono essere provocati a terzi nello svolgimento delle attività previste dall appalto. Copia della stessa deve essere depositata presso l ente appaltante prima che inizi l esecuzione del contratto. Sono a carico dell Impresa affidataria tutte le spese conseguenti agli oneri di cui al presente articolo e ogni altra spesa non specificata. ARTICOLO 16. OBBLIGHI DEL PERSONALE Il personale dovrà assumere un comportamento riguardoso e corretto verso gli utenti e le loro famiglie, nonché correttezza e spirito di collaborazione costruttiva con il personale della scuola e gli altri soggetti impiegati nei progetti (Dirigenti Scolastici, personale scolastico e della ASUR, Comune e famiglie). Dovrà inoltre mantenere il segreto d ufficio su fatti e circostanze di cui sia venuto a conoscenza nell espletamento dei propri compiti. L Impresa affidataria s impegna a richiamare, multare e, se del caso, a sostituire i dipendenti che non osservassero una condotta irreprensibile. Le segnalazioni e le richieste del Comune in questo senso saranno impegnative per l Impresa affidataria. Il Comune si riserva di far eseguire ad altri il mancato o incompleto o trascurato servizio, a spese dell Impresa affidataria inadempiente. ARTICOLO 17. CONTROVERSIE E RISOLUZIONE L Impresa affidataria è responsabile verso l Amministrazione Comunale del buon andamento del servizio che è svolto con impiego di capitale, mezzi e a completo rischio dell impresa. Nel caso in cui il Comune dovesse rilevare che l effettuazione dei servizi appaltati non è conforme alle norme previste dal presente capitolato, contesta l inadempienza all Impresa affidataria, assegnando alla stessa un termine massimo di 15 giorni per fornire le proprie giustificazioni. Qualora, ricevute le giustificazioni, il Responsabile del settore competente non le ritenesse valide, applica la sanzione da un minimo di 100,00 euro a un massimo di 500,00 euro, il cui importo sarà detratto da quello dovuto all Impresa affidataria. Per le infrazioni più gravi il Comune procede alla risoluzione del contratto. Resta in ogni caso salva la risarcibilità dell ulteriore danno, ai sensi dell art c.c.. I casi d infrazione più grave sono i seguenti: gravi e ripetute inadempienze dell Impresa affidataria tali da compromettere il buon risultato della gestione dei servizi affidati; gravi e continuate violazioni di legge o regolamentari in ordine all esercizio del servizio e agli obblighi assunti; cessione del contratto o subappalto. Il Comune, in caso di gravi o ripetuti inadempimenti da parte dell Impresa affidataria o per la cattiva qualità del servizio fornito da cui si accerti l incapacità della medesima di svolgere il servizio o un evidente negligenza nell eseguirlo, potrà esercitare la risoluzione dal contratto mediante semplice comunicazione scritta, con preavviso di 15 giorni naturali e consecutivi, senza bisogno di messa in mora e senza che da ciò in deroga a quanto previsto dall art c.c. possa derivare alcun onere aggiuntivo per il Comune.

11 Il Comune potrà risolvere il contratto, anche se è stato iniziato l espletamento del servizio. In tal caso spetteranno all Impresa affidataria unicamente i corrispettivi per la parte del servizio fino ad allora svolto, fatta salva l applicazione delle penali. Il Comune potrà, inoltre, risolvere il contratto di diritto ex art c.c. mediante semplice lettera raccomandata, nei seguenti casi: - violazioni degli obblighi contrattuali, non eliminate dopo formali diffide da parte dell Amministrazione stessa; - stato d inosservanza dell Impresa affidataria riguardo a tutti i debiti contratti per l esercizio della propria impresa e per l esecuzione del contratto; - manifesta incapacità nell esecuzione del servizio; - inadempienza accertata alle norme di legge sulla prevenzione degli infortuni, la sicurezza sul lavoro e le assicurazioni obbligatorie delle maestranze; - sospensione, abbandono o mancata effettuazione da parte dell impresa del servizio affidato - qualora l aggiudicatario contravvenga al divieto di cessione del contratto - reiterate situazioni di mancato rispetto dei modi di esecuzione contrattuali o reiterate irregolarità o inadempimenti; - mancato rispetto dell obbligo di compiere tutte le transazioni riguardanti l esecuzione del presente contratto attraverso l utilizzo dei conti correnti dedicati accesi presso le banche o la società Poste Italiane SpA così come previsto dalla legge n. 136 del 13 agosto 2010; - emanazione di provvedimenti definitivi relativi al mancato pagamento di tasse, imposte o contributi; - annullamento giurisdizionale del provvedimento di aggiudicazione della procedura di gara. ARTICOLO 18. RECESSO L Amministrazione Comunale si riserva la facoltà, in caso di sopravvenute esigenze d interesse pubblico, di recedere in ogni momento dal presente contratto, con preavviso di almeno sessanta giorni, senza alcun onere o altro per il Comune se non il pagamento per il servizio sino a quel momento reso. ARTICOLO 19. ESECUZIONE IN DANNO Considerata la natura delle prestazioni, il Comune di Polverigi si riserva di affidare a terzi l effettuazione delle prestazioni per qualsiasi motivo non rese dall Impresa affidataria, con addebito a quest ultima dell intero costo sopportato e degli eventuali danni e ciò senza pregiudizio, ove ne ricorrano gli estremi, per l applicazione di quanto previsto all articolo precedente. Con la risoluzione del contratto sorge in capo all Amministrazione il diritto di affidare a terzi il servizio, o la parte rimanente di questo, in danno dell Impresa affidataria inadempiente. L affidamento a terzi sarà notificato all Impresa affidataria nelle forme prescritte con indicazione dei nuovi termini di esecuzione dei servizi affidati e degli importi relativi. Le maggiori spese sostenute dal Comune rispetto a quelle previste dal contratto risolto saranno addebitate all Impresa affidataria mediante prelievo dal deposito cauzionale e, ove questo non sia sufficiente, da eventuali crediti dell Impresa affidataria. L esecuzione in danno non esime l Impresa affidataria dalle responsabilità civili e penali in cui la stessa possa incorrere per i fatti che hanno motivato la risoluzione. ARTICOLO 20. CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO - ESCLUSIONE E fatto divieto all Impresa affidataria di cedere, subappaltare, in tutto o in parte, il servizio oggetto dell appalto, pena l immediata risoluzione del contratto, l incameramento della cauzione e il riconoscimento dei danni e delle spese causata all Amministrazione. ARTICOLO 21. RISPETTO DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/2008

12 L Impresa affidataria è tenuta all osservanza del Decreto Legislativo n. 81/2008 e successive modifiche e integrazioni. ARTICOLO 22. SPESE A CARICO DELL APPALTATORE Tutte le spese del contratto (bollo, registrazione, diritti) e consequenziali (imposte ecc.) sono a carico dell Impresa affidataria. ARTICOLO 23. FORO COMPETENTE Il Foro competente è quello dell autorità giudiziaria del luogo dove ha sede il Comune di Polverigi. L Impresa affidataria dovrà eleggere il domicilio legale presso il Comune di Polverigi. ARTICOLO 24. NORME DI RINVIO Per tutto quanto non contemplato nel presente capitolato speciale d appalto si rinvia a quanto espressamente previsto dal codice civile e dalle norme e regolamenti vigenti in materia.

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli