La Determinazione Í/VPS, nonché to relativa circolare attuativa sono pubhlicate sul sito interaet delt'inps Ex Geilione Inpdap

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Determinazione Í/VPS, nonché to relativa circolare attuativa sono pubhlicate sul sito interaet delt'inps Ex Geilione Inpdap"

Transcript

1 Wrfr I := - E ==,.==.T : -aat: G :-- -rt < G -{ -c :\ -ra _1 : -: - re'g - -l : t - - Minis tero della Giustizia Dip a r t i m e n t o dc Il, Or gan izza zi o n e G í u dí zi e r ia, del Personale e dci Servizi Dìrezione Generale del Percanale e della Formazione Prot. V -DAG/,L+ lws12013lca Allegati: 2 E, P,c. OGGEîTO: Circolare IN?S n, I3I del Ig novcmbre Gestíone ex Inpdap - Prcscntazíoae e consultazione telematíca ín via csclusìva delle istanze per prestazìoni pensíanìstiche prcvldenzíali e posizione assícuralíva ìn útaaz,íone della Decerminazione fàtp.s n. 95 dcl 30 maggio disposizìoni regolamenlari al pcrsonale degli Uffícì gíud.íziari cd cssis ten tì giudízíaríl.. Roma, ll.0 SEn 2fi3 AI PRESIDENTI DELLE CORTI DI APPELLO LORO SEDI ALL' ISPETTORATO GEN E RALE DEL MINISTERO DELLA GIASTTZIA ROUA ZAI2 - Appticazione delle IVEP (funzìonari, ufficíalí Con Ia Determinazione del Presidente (All. Í), pubblicota nelta Gazzetta Ufficiale completato l'iter relativo al proceíso dí prestazíoni o dt servizio dei dipendenti delle dall'lstituto Ai tini dell'attuazione della citsts previdenziale la circalare (AII. 2) relativa alle prestszioni a servizi erogati dalla Gestione ex Inpdap. dell'inps n. 95 del 3O maggio 2012 n. 213 del 12 seîtembre 2O]2, si è telematizzazione delle richieste di pu b b I iche Amm i ni s *azíon i. Delerminazîone, è stata emanata

2 La Determinazione Í/VPS, nonché to relativa circolare attuativa sono pubhlicate sul sito interaet delt'inps Ex Geilione Inpdap r]'!r'x:.1_{liigjljlti-i! nella sezione "Normativeo é, pertanto, ad csse si rimanda per I'osservanza delte retetive disposizioni regolamentari, evidenziando, come di sqaito, Ie imminenti decorrenze per l'entrata in vigore dell'invio îelematico detle richíeste di pensioni o prestazíoni. A decorrere dal 12 gcnnaío 2013 operera il regime dell'invio te[ematico in via esclusiva per le domande di: - pensione direlta di anzianità, anticipara, di vecehiaia e d'inobilità; richieste di variazionc della posízione assicurativa- 4 decorrcre dal l" fcbbraio 2013 opererù ii regìwe dell'invio telematico in via escíasiva per le domand,e di: - pensìane di prívitegio: ' pensione direîta ordinaria in regime internazíonale; - pensioni a carico detlo Stato estero; - riscaíto di perfodi ai fini del trattflmento di fine seryiz,io (îfs) e trtttamenîo di tine rfl,pporîo /f FR) per gli iscríttí alla gestione ex Inadcl (dípendenti degli Enti locati e det Servizío sanitqrio nazionale), A decorrere dal 4 marzo 20lj opererà il regíme dell'iavio telenatico in via esclusiva per Ie domande di: - ricongiunzione ci senst dell'art. 6 della Legge n. 29/1979, della Legge n. 523/1954 e deglî arît. Il3 e J,15 del DPR n. 1092/1973: - costituzione del[a posízione assicurativa d senti della Legge n.322/1958 (esclusivamenrc per gli iscrítti atla Cassa Stato cessati dal servizio senza diritto a pensione in dsta anteriore al 3I lugtio 2AI0); - variazione individuale per l'assegno al nucleo familiare. Il personole degli Uffìci NEP Auní,ionarí, afficiali giudiaiari e assistenti gíutliziari) dovra fare ríferimento in via escíusìva, per le necessarie informativa e istrunoria ínerentí te richieste di pensioní o prestazioni, alle rispettive Corti di Appe{to di appartenenza, in possesso altresl deí dari relativi alla posizione giuridica, econamica e previdenziale dei dipendentí UNEP. Ad ogni buon fíne, si rúpprcsenîa che per Ie istanze che sano state presenîate precedentemente alle date sopra indícate, anche se il pensionamento avverra successivcmente, secondo quailo riferílo, per le vie brevi, doll'lstítuto

3 previdenziale, nulla è cambiato (nan occorre, cioè, formutare atcuna richiesta on líne). Infine, si precisa che qaesta Direzione Qenerale, l-imjlatqgnentc al PBrsongle UNEt, continuerà ad occuparsi solîanto dell'enanazione dei prowedìmenti di collocamenro a riposo per limiti di età, nonché queltí dí lícenziamento e di ínabiliîù, che a toro volta saranna comunicati alle competenti Corti dí Appello, per gli adempimenti di competenzo. Srante,uilo quanta sopra?appresenrata, si pregano Ie SS.tt. di voler diramare can argenza la preiente circotare alle Segreterie dístrefiuali IINEP in sed.e e ai funzionari dirigenti degti Uffíci NEP appartenenti ai propri dístreuí di competenza, raccomandanda a questi ultini la wassima diffusione della stessa a tutîo il pertonale in servilio, per I'opportuna conostenza. IL DIRETTO Emíli 3

4 tilp$,kdt*o!ùrrl'onnte FfgvldÉnur s he trlr, lttl',. rt,t;rldo,t r r' a. Qufco a sqjffr nf dq/ti h tl Orgttor, Al Centab $ictami lnformrtiyi ax lnpdep AlDirettore Centrale $trtemf lnformelivj s Telecomunlcerlsnl sr EnPeb Al Diretbre Cantale Sirtrnrt lnfornethl o Trcnolgg&l,{F{?'l-{fnlr..rr.tst ' - gt$.tìkt'. " ti i: stsîli\tl l:ift:'l{ll '\ I l'r I '- Rlii;t$llrtì t'frl{:'l'{lh t'rc{ t {ilùl9rll - r$ ÚrÈit : - llitjrlitìti l [ lll ill illll$nffi fltt ri I lil] I Inpdrf 0Ú?9.? Al,,Dinetùore Cununicrelone Oggetto; 'tetanze e ssrviui IHPS Gestiotp x lndap ed ex Enpab - Fresentaaiono e coneullazirna Elsmsthú in vig eadusiva - -'". Si trasmele, POf l'wecuziorp, POt quaréo di tbfgffits ryp$tlsr Tph conforms atfpriginab Oettb Ceterminazione n. 0t. dl ssi allro!e69, sddtate dsl Prsidenb in data 3O magglo 20t2. Resta ints6o ct19 ewntud cir,costanae dte dcrvess,sro inùerhrifeulle regplare esecuzione dslle dsl,arminarioni dl cul tta[asi dofisnno ssser hmpestlvamente oornunicats al Direttore GenerelE. obrt$ Mada Paola SantoPittto 0014{ Roma vt Clrs ll Gf fiúe, al tllt fi9 lax O S) cf 800î8r505t?, pl

5 i,,::il Ir tr /,W ' I I rlrr.ò^^^^ DErrRnrrrrzroru il. t g 5 DEL. F 0 lilfl eorz : gggetto: m.$1,il"c,'l inrù1,3 --istrnze 0ffim, -r,r4rg rk.r5-,, c *rrlzl It-fPS Glstlona ex Inpdap ed ax EltPAtS - pr sentsilona e conzuft aone teflrnetfcr ln vla sclustvs-- uocortanta -" IL FNISIDEÎ{?T YIgTg YISTO YTSTO tr'l vrîo vr3ro vrsto VISTA vllsro YIITTO vr.$re it DÈcÌ?to tcalstitlvo n.479 d l30 0!u9no 19Ef è s. m. i. in matcrla dl rlordino e $d#it*'diliu ll D,F,R, 24 lcttcrnbre 1997 n.366; puotlu rtl prwlenz a rsrlcrua; ll D,p,R. 30 lr4tto 200s- oon tl sd3 ll dr. afionlo Hastrap!9$n ì {rt mnrrnùo, pcr ta-dl úú Jiun Èuàdrtinnfs, grsldorrtr delllsutsto Éla4ltftule dells prevldcrra to$,..l (INPSli I'afi el, commt 9, dcl Decrtto'Llggn 6 drcenrùn 19f1' nr Z0tr ln.convertlto t-eqa óel 72 Ufqir"lie-iOfi' n.-i14, cbrl fl $lds la durata ln carica del ffiilgni; d"tll"pc è dlrlbrin it si dkembrc 2o14; I.1É. 7, conltll! 8, drl ptcícto-legga 31 magglo 201,0 n. 78, convs*ito Eon mournclrtonl deltr Leggr 39 lugflo 201O n' 12t; l,art. 21, coréma L, del DèGr to,t"gltga 6 dternbrl l0tî, n cgnv^eitto' ln i"it" z.i tretnureioir, n, 214, chc hà PryYqs tc sopprcssione delllhpoap t defi,et{paus, &fi oecoranza 1o gtnntlo 2012, 9 l'l,tfdburone dcfle rclaeve funetont att,t;{p'i lf,e sùcde tf U,rttt I rrppbrd cttlvl e p*tlvi dfll Enti soppressi; lu dirrt[vc dd l.ilnt$:ro del Lavoro a drllc Folltlcîì Sociall del 2E dicenthrc 2011; f'aé.3e,cornmr5tlcloccreto-lsgg?31magglo.zoryn'l8coonvcrtltocon i"ooin-cirront drilit"rg3 ro 1r g IÓ-fr1g n, ril chc pffgvcde t'qst n6lone r ll ó]elr.ú;t" ai $eóe isrctiusl dtlramnlnrtratfone flttlnztarla e-{e{! mu ;d;kdtèii, prr lo ptsantrlrgg a!! dstyîî' tttl. versamcnii. lsllrue. medlerrtc l.sti{zzo;d[lvo d"i stgteml talarnrud, owerb dclla pos'ta aleitrodca ertiflcatr; ll dfio dl G-GoY rnmant -tiiiua nr'ael Gh3 F evqqo nalt1obletùvo R, 20 rèttuvo rlla darnatcrtatr4""lot*,-'ii ntlt$ c.fttcèl a favorc del proqèsl desurn6dtlll totalrncntc lnfiormttla.ftl; ll D cl rto Laglsfru\ro 3tt n. 235 sultt flfotîìrt del GAOr nsl. guals, -ln partlcolart rlltrt.'ito-f1"eilg gn'ta ptt*lpelonr dl Ftants' dlcfi larazbntn datl e lo scambb dl tnbrmazlonl. c dóútrnrnu, anche- I llnl slf;ttstlcl' tre le trngr re e le ammin6trfilonl nrubuoà-rwfcni ascluglvarnnte utllizaréo lc i';iiirrosú oifi'inisrmiziona dita cornun'carlsn "; le Llns8 gcoc alt dell'iì{ps 9cf l'lntlg-lîtrlone dalllnpdap $ dslt'tî{fall' dl cul clla D t rnrlnadoflg pr stdsnzlale n. ssoz?à li sennab 2012, In cul, tra 9ll altrf À

6 UFTE YlftE obrrtuyf, er. grcvsc 'r'ryrg on ll'rr dcr gqrytsr pof afrrtuilrr ag$orarr dl,ùutztom rnodafha def e rvtrl r rvrfubpo Oliijlijtrtl, ii't*lnailr dgf a doqnindt, atonr nrtomarbna et emr ;- &r p-rúrct-'ililfr;;-"e dcrnauúduugon4 le unee 9qtd. GatUonall frflffps ger t'rnno totz rll art r6a -t- Detemrlnaztonc Pilshlendala n &t 15 nefuo 20tl tn rg qrrall stfio lnguso il omftctanrcfttò drl pueeco dt nhrmurradonc on prruooh* rifsrià"n[i J ccruid di paèiaanza drgll Enil sopprecsl; le octcrmlnarbrt pîrgrd firlàil n. lsl1010/ n, 1t?/10r1 a n. z?u2ett, riguardonti la prg*ntarlone tebrnailca tn e*lúsiva.dl lstrnze e sarvizl IHÉ; gotfsidétato che la tektllrtiaazlorte ln attp delle domandc dl eervlrio hr aonsenulo dl mlglbrart i proessl produtuvl e dt alhgrgcrlr carlcn dl tavoro nelle frsi dl acqulstztone irtruttorla della docuíi ntritone at inpuu iltgituîg vlsrl dt pryatgulrc oel, ftcnslant drna telematlrzrrtonr r rune k tsanrs dt safvtzlo dte dev.mo gqlt!-lrs ntrtr rfllsdtuto dre rfiucrúerr I servtrl deltu getio"s, ax hpdep e ddla Gcstlone "x Eflpnls, consentrrdo In tal mdo dl Foter uulkeare la rfsorsc su atilvita cd atto valoru ùecntco-asneulemldo; a refarùone dclh Dll;rlonc ftnerute predlsporúr *$trgomrnto; Sl, PROPOTSTA del Dlrettqr: eensrale; DGÎSRHIIIA 1. la prreontadon tohillftlc In vlr csducva detle dngole lstrnp eccondo ll caleréarto dt Pl alf'alhgato I chc cottltutsc ptrtc Integroitr a sostanrtale ddfa presente dchrfnlnazlsne; 2. dl dare tsndilo al Dtrgtton $rymb dl dlsponrr ef, pruprl attl, In rcfazlone aglt spcclflcl prodot$, spccfiìc+c modatttà es cutfve e ll rclattw p*rtbco tra.'nrltorts, che dsvlà necssarlamtnte condrderg iruterogobilmententro tl 3l-lqúlo ZOr3; ferma rgstanda I'ess{usivltl dal rioorfo al caîale tehmatko per la prqslntulonc ddte tsúnze dt rerrtrto; 3. 9l -pbbflep la pryrgnte determlnrafone $rlls Gsre fir Ufrciafe ddla Rapubbtica lhlfanar sul sto web deltlltlùrto eu guclfl dtllc gcctioni ex InpdaF Gd sx Énpils. noncn, orrc ne dcorrrno I pregupposa, $rf pr{nclpatt quotutaru naaohatf; 4, dl monltorèrè trhagtralrnsntc le athvlè rrhuvc alf'uuflreo esctuslvo del canale tglg nauco; 5. dl lmgegmr ll Dlrctbr generalc r rcndlontrfia con crdenzs trtem sîmfc sulto rtbto dl anuazlon drdb pìcs nle ddermtmrtone. Lr premrrtc deterrnlnpri.one vhne Invlrta al trllnlstsri vlgllanu. um{isrgtbtu drg i OrganlGoUcglt, Fff ;ÉL corúottr-e dfotlgftdc dféhúre'f r-qf1* llr" e.m". ittf- ar trm p% f Dott.

7 Allogrrto 1 IftrAilil E gérrîill IilpS Oll-TIOtl rtr Inplu - FRIESEilTAIIOilE ì' Trtriltttcr!t yrr Etcurtnrl - DÉGOfRlffZl (rrclurhfìl ruiftr GntÌo,* mgrt) - : lidrbsta dl vrérrbne dclh pepirlonrr$cgodvr PlcooB Prertltl prr Sll lscrittl drlfarma dcl Crfiblded Plcúot Pf$tltl pu ll prrsonale pstlto dal3en{tr ltrconrb îcsro (sfîl e ljerltto Nlle tixrnr: *udío r strcef$vr rdn î4$oml Srnlor a ruc*shn rrltr oprlóne SsoodlndortloÈtrosi thnsiom r c.fno di rt tt.tnd $e$rrtofil gcnslonlrrich Smt4lurlrlonl non oflf rote Costitudonc ddh porlrjone rsicuratlvl d rrnsl de$r L 3ff/Sf pet 6ll lrcrfttf rllr crsra st ro c 'rúéti primr drl 1$il:0f0 s coititu{ona datfl!&nnltl $Et trnn}ro ln hocp d panrione llrrbrlonc rsrérnrr/dom$íio

8 tìéàed pcmhnhodrr ibcilù ffi ConHburloarwùÓ rt ih Hen r([ tr ilfti r$lhdonr Prosccudone {dom.rb Aaricundone Sodrfc vltr Rbsrttl rf fhd îfsfifn {ts.fttf lnpu}{.1 P ljlonc Prngof i reierrthlèfl tffitf Vrrlarlonl rnodrfitl rf rcoglonc ii tdlrùr di tníh*incnto gfrngnto t *nlom rflsùcno ftalno:dlpunhnl ùftrlulrdlbcr*r! {'l Preedarloal a crrtcoddl'g*c ùtsrad bvoro 4

9 Frsstrrbnl pralclrnrtdi A$Mta socirs nrwa 0Af OomrnAa pcnaonc ffiffih: rc*cenrese*trrrcffil.i6i ;h* Arqmolru+qrrrlcr&.rl ContiUrno hrytlo (:r*nrrnl Atsctno d iogqr*ctf G_tnar"l contrlut,tortrrffiffii tssstfr:r.8 C"wrtrlOqo corruto ortírf src f conktub sorlo h co'nlemi.*àrggrn.,- #url{pdrel frcrtr{ fl$rt$remi Mutst.glf scrtttt - nurf ilbt*r$,rcrtntffi rlafonp f..r 4t1 frr.i mt-*ut*" lre$hr.ffi-fi y,lc$.arh {..f f,tcfrh*crrcrttr r pnucr in cor& ètntlbdt i..f r ceep.rrthlr a EndlHm

10 tstitl$le E SERI'III u*è5 695ÌroilF i01 Engtb - prers!ilî_ruotf -urr $Entftif,t cia'rn -- ESISERE E TElrilrrrgúil - EscursnrA DEgoRnEilrA {ccturryrir r ruglrm Grîtrc *-ircrt} - : hshloma vrlrrlonr rniúrl6 rrtnrdr q3qq!f,d9llr e:tshto di rdb$ttà rtoriéèràrq Ertoiloconto Ccntficrrloncfucrledsl Dkùbnrlolurrddthnh *trrtto conlo cg lificrtho ù pqrrlònr ttuttt l ecrlificrto dt rrbffia c $tob Domil{dt rfi d0trailor* nbdri rnmhbiretlvl dieutor{anrbm{ rtrastem Donrnde dl únloruc ontrùu$ Dommdrdi 6

11 Iil[t Istiùrto lt{azissfe PreniùJerea 5 Sociah Dirczîone Generale Roma, Lgll l-laal2 Circolare n, 131 Ai Dirigenti centrati e perîferici Ai Responsabilí delle Agenzie Ai Coordinatorí generali, centrali e periferici deí Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale e Dìrigenti Medici, P l conoscenza, Al Presidente Al Presidente e ai Componentí del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Al Presidente e ai Companentí del Collegio dei Sindaci Al Magístrato della Corte dei Conti delegato all'esercizio def controllo Ai Presidenti dei Comitati amministratori di fandi, gestionie casse Al Presidente della Commissione centrale per I'accertamento e ía riscossione dei contributi agricoli unifìcati Ai Presidenti dei Comitati regionali Ai Presidenti dei Comitati provincíali oggerro' si"j::3il: aii:i3lj;,".'i??t?llu,',o"nnh*f,,'f1?""*: posizione assicurativa in attuazione della Deterrninazione Presidenziale n. 95 del 3O maggio 2O12, som '{ARro: i:, í-xíî r"**i l,-",! r!-:::::::':,::::: :,':::r':,'::: 2.7 Procedura di richiesta del PIN; direttamente dasti?;,!{""i,"{iil,iíf!,i:;!,:í r!i{;::íi,,f{:!';i",',8!;í',!,,,*"u' 3.1 Modalità di compilazione della domanda di pensione di anzianità, anticipata, vecchíaia, inabilità, privilegiata e ardinaria in regime

12 internazionale a carico degli stati esteri di cui al Regolamento comunitario; 3.2 Modalfb di compilazione della pensíone aíretta a carico dello Stato estero; 3.3 ModafiÈ di compilazione della domanda dt ricangiunzione ai sensl dell'aft. 2 della legge n. 29/1929 e art. 7 dette te,gge n. ASilggO; 3.4 Modalità di compilazione della domanda di-r-íscatto àei pàíioai ai fini del TJsftlr per gli iscrittí glla gestione ex Inadet {dipendenti degíi Èntl ticaiti e del Servizio sa nitario nazionale) ; 3-5 ModaÍità di compilazione delta damanda di ricongiunzíane aí sensi dell'art. 6 detla t"ggg V.!_911979, detta legge n. sil/tgsíe degti ant. t13 e 115 del DPR n (ricongiunzioni lon oneroíd; 3.6 Modalítà di compilazione delta damanda di costiiuziane della posiziane assicurativa aí sensi delîa legge n. 322/195g; 3.7 Modalità di compilazione delta doma'nda ai ftquidazione dell'indennità una tantum ai sensi dell'art. 42 det DpR n. 1092/73; 3.8 Modalità di campilazione della domanda di'variazione individuale per Assegno al nuclea flryiliare da pane del titolare di pensione; 4. Presentazione delle domande tramite Seruizió Web, direttamente dagli interessati. Richieste di variazione della posizione assícuràfiva; 4.1 Richiesta di variazione e eliminazione periodo ài seruizio e/o ríconosciuto; 4.2 Richiesta di inserimento periodo di servizío; 4.3 Richiesta di inserimento periodo riconosciuto; 5. Presentazíone delle domande tramite contact cénter Integrato; 6. Presentazione delle domande tramite patronato. 1. Presentazione delle domande tramite canale telematico: entrata in vigore e regime transitorio con la Determinazione Presidenziale n. 95/20t2, pubblicata neila GU n.213, del 12 settembre Zp!2' si completa ^ íl percorso implementativo i'etativo al processo di telematizzazione delle rjcfie_ste di prestazioni o di servizio, avviato dall'lstituto con circolari n. 169 del 2010 e n. 110 del Ai fini dell'attuazione defla suddetta Determinazione presidenziale, la presente Circolare si riferisce alle prestazíoni o servizi delìa Gestion ex Inpdjp. A decorrere dal 12 gennaio 2O13 operera il regime dell'invio telematico in via esclusiva per le domande di: - Pensione diretta di anzianità, anticipata, vecchiaia --_. e inabilità; _Ricongiunzioní ai sensi dell,art. 2 della legge n. 29lLi79 e dell'art. l della legge n. 45/1990; - Richieste di variazione della posizíone assicurativa; A decorrere dal 10 febbraio 2OÍ3 opererà il regime dell'invio telematico in via esclusiva per le domande di: - pensione di privilegio; - pensione diretta ordinaria in regime internazionale; - pensione a carico dello stato estero; :. riscatto periodi ai fini del trattamento di fine servizio (TFS) e trattamento di fine rapporto (TFR) per gli iscritti alla gestione ex Inadel idipendenti degli Enti locali e det Servizio sanitario nazionale).

13 A decorrere dal 4 marzo 2013 opererà it regime dell'invio telematico domande di: in via esclusiva per le - ricongíunzione ai sensi dell?rt.^6 della legge n. Zg/tg7g; artt. della 113 legge e 115 n. del 523/1g54 DpR n. e degti teg?/t973; - costituzione {ella posizione assicurativai sensí della pergfi legge n.322llg5g (esclusivamente iscritti alla Cassa Stato cessati dal servizio senza dirittîa peà-ione 31 luglio in 2010); data anteriore al - líquídazione dell'indennità una tantum - ai sensi dell'art. 42 del DpR n. Log1/tg73; variazione individuale per I'Assegno al nucleo familiare. Durante la fase transitoria, rispettivamente fino al giomo 11 gennaio, 31 gennaio 2013, in e relazione 3 marzo alla diversà tipologia della pres-tazione ric-niestà,'le modalità coesisteranno tradizionali insieme con quelle telemétiche. 2' Processo di telematizzazione delle domande di prestazioni in via esclusíva La presentazione delle suddette domande - dovrà avvenire attraverso uno dei seguenti canali: WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tiamite pin porta attraverso te il dell'istituto ; - Contact Center Integrato - n. g03164; - íntermediari dell'istituto. In ogni caso tutte le.istanze- digitalizzate perverranno alle strutture territoríali saranno prese competenti e in carico dall'unità organizzativa cui compete l'attività il cui titolare responsabile è in termini di procedimento jnche e provvedimento amministrativo ai sensi della?4u799o legge n. e s.m. e i.. L'istanza presentata in forma diversa da quella telematica non sarà procedibíle fino a quando richiedente il non abbía provveduto a trasmètterla nelle forme sopiàltíailàte. Le Sedi, se la mancata trasmissione telematica è determinata da eventi non imputabili all'istituto, informeranno immediatament e formalmente l'interessato circa t,improcóoìoilità della domanda, che. risulterà- improduttiva di effetti rispetto afi'iàiórgenza pr stazione/servízio del diritto a1a richiesta, fino alla trasmissione telematica della stessà a cura del cittadino utente o del relativo intermediario. Si precisa che tutte le dornande pervenute in modalità telematica devono essere trattate senza necessità.di acquísire la domanda cartacea in originale, la cui conse*a.íone rimane in tjpo -- al beneficiario della prestazione (cfr. ' circolare Inps i. 47 àel 27 marzo 2012). La data di presentazione sarà esclusivamente quella in cui verrà ricevuta in forma telematica. Diversamente, qualora si accerti che la causa inibente dell'invio telernatico sia addebitabile al sistema informativo dell'inps, le Sedi provvederanno alla protocollazione in entrata, alla relativa acquisizione alle successive fasi'gestionali. Si precísa infine che la modulistica è stata modificatar ove necessario, F r rendere l'applicazione compatibile con la nuova modalità operativa. 2.L Procedura di richiesta del piil Per poter utilizzare il servizio di ínvio on-line, il richiedente deve essere in possesso del pin di autenticazione, ove previsto a carattere dispositivo, in base a guanto previito con Circolare n. 50 del 15 marzo La procedura da richiesta del PIN "dispositivo", disponibile online sul sito istituzionale consentirà la stampa del modulo precompilato.

14 L'utente,. stampato e sottoscritto il modulo di richiesta precompilato, potrà trasmetterlo scegliendo una delle seguenti modalità: f. invio delfa copia digitalizzata attraverso l'apposlta funzione di invio documentazione della - procedura online di richiesta allegando.copi-a'dígitalizzata det documento ai ioeniiià;- 2. invio al fax del-modulo sottoicritto, attegandó-iopia del documbntodi riconoscimento; 3. presentarsi personalmente presso una sede territoriale dell'istituto (anche della gestione ex Inpdap). Le richieste di cui ai puntí 1 e 2 saranno processate dagli operatori del Contact Center. Nel caso in cui la documentazione allegata atle richieste di attivazione di pin dispositivo inviate al Contact Center mediante fax-server o online risulti incompleta o illegjiuite non sara possibile procedere all?ttivazione del pin *dispositivo.'. In questi casi l'operatore del Contact Center dovrà annullare la richiesta di pin dispositivo notificando via all'utente il motivo dell'annullamento.!e richieste presentate in sede dovranno invece essere acquisite attraverso la specifica funzionalità in uso. Qlioperatori ex INPDAP potranno accedere a questa applicazione attraverso l?rea riservata del SIN, selezionando l'apposito link. Dopo aver verificato I'identiÈ del richiedente lbperatore - di sede: dovrà inserire nella procedura il codice fiscale'dell'utente richiedente il pin; la procedura visualizzerà i dati anagrafici dell'utente e gli estremi del documento di riconoscîmento; I'operatore dovrà verificare gli estremi del doiumento di riconoscìmento e procedere alla loro rettifica qualora diversi dal documento esibito dail'utente. La procedura notificherà via all'utente I'esito dell'operazione. 3. Presentazione delle damande tramlte *rvìzio Web, direttamenb daglí Ínteressatl. Prestazioni pensionlstíche e prevldenzia I i L'interessato utilizzando tale servizio può presentare le domande relative alle prestazioni indicate nel paragrafo 1. Il servizio di presentazione detle domande è disponibile sul sito internet dell'istituto (ry,wry.'inps.it) nella sezione Servizi ON LINE, attraverso il seguente percorso: servizi per if cittadino - Autenticazione con PIN - Servizi ex Inpdap. Una volta eseguite tali procedure, f'utente potrà visualizzare, nella sezione collocata a sinistra della pagina Web, il menù "servizi in linea" contenente l'elenco delle tipologie di domande per le quali è previsto l'invio con modalità telematica. Per un corretto utilizzo della procedura sono disponibili le istruzioni per la compilazione della domanda, nella sezione di riferimento per la richiesta della prestazione, consultabile on líne. Inoltre, un ulteriore ausilio potrà essere richiesto al Contact Center tntegrato dell'istituto che risponde al numero telefonico gratuito , con servizio attivo dallebre 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì e, il sabato, dalle ore I alle 14. Per l'invio della domanda il richiedente deve fornire una serie di informazioni necessarie alla corretta determinazione o liquidazione di quanto richiesto. La domanda sarà trasmessa regolarmente solo al momento della conferma finale; il sistema consente di salvare i dati acguisiti in forma provvisoria, permettendo all'utente di poter completare o modificare la domanda, entro 30 giorni dalla data di inizio della compilazione.

15 Decorso tale termine occorre effettuare una nuova compilazione della domanda. Effettuato I'invio íl richiedente avrà conferma della procedura e ríceverà sulla propria casella di posta elettronica la comunicazione di notifica della domanda inoltrata, che ripofta Íl numero di protocollo attribuito e, in allegato, il documento della relativa istanza. Oltre afla funzione di invio della domanda, l'applicazione on-line permette, al soggetto autenticato, di: - Visualizzare il riepilogo delle richieste inoltrate o da inoltrare; - Esaminare e stampare il dettaglio delle istanze inviate tramite la funzione "Domande inoltrate'; - Visualizzare una domanda non ancora completaèa e ultimarne I'inserimento dati tramite la funzione "Domande in corso di compilazione', Si precisa che con la funzione"domande inaltrate" l'interessato può visualizzare gli eventuali allegati collegati alla domanda inviata, nonché il provvedimento di riconoscimento della prestazíone richiesta. 3,1 Modalità di compílazione della domanda úl pensíone di anzíanità, anticipata, vel'chiaia, inabilità, privilagíata e ordìnaria fn regime internazionale a caríco degli súati esteri di cui al Regolamento comunitario Sezione dati richiedente Dalla pagina inizíale della procedura vengono visualizzati i dati anagrafici e quelli relativi alla residenza; tali informazioni non sono modificabili. Nel caso in cui sussistano delle discordanze con le informazioní riportate, I'interessato deve contattare tempestivamente il numero verde e comunicare l?nomalia riferita ai dati anagrafíci o relativi alla residenza. In attesa dell?ggiornamento in banca dati, il richiedente può comunque compilare la domanda e procedere all'invio in via telematica. Il richiedente deve indicare obbligatoriamente almeno un numero di telefono {fisso/mobile) ed un indirizzo al quale poter inviare eventualicomunícazioni. Sezione damanda di pensione Il richiedente dovrà compilare obbligatoriamente glí ulteriorí campi indicando:. l'ultimo ente datore di lavoro, la relativa decorrenza dell?ttività lavorativa, la provincia e il comune della sede/luogo di lavoro; ' la data di cessazione lavoro;. s si è titolari di altro trattamento pensionistico: il numero della pensione, la data di decorrenza e I'Istituto erogante. Per la richiesta della pensione di privilegio sono richieste ulteriori informazioni: I'indicazione delle patologie per le quali chiede la pensione di privilegio; le patologie riconosciute come dipendenti da causa di servizio; l'eventuale riconoscimento dell'equo indennizzo o della rendita vitalizia con l'indicazione delle patologie per le quali è stato/a concesso/a e il relativo importo; data di cessazione dell'attivítà lavorativa con le relative motivazioni (ad es. dimissioni, limiti di età, inabifità); indicazione dell'ultimo ente datore di lavoro e della sede/luogo di lavoro;

16 qualifica alla data di cessazione. Sezíone rich ieste aggiuntive L'interessato può indicare, selezionando l'opzione nel campo corrispondente, le richieste aggiuntive in merito alla: - modalità di riscossione della pensione (opzione obbligatoria); - detrazioni d'imposta; - assegni per il nucleo familiare; - situazione debitoria; - adesione al fondo credito; - servizio prestato all?stero (applicazione dei regolamenti comunitari); - trattenute sindacali. Sezione modalità di riscossíone della pensione Il richiedente deve definire le modalità di riscossione della pensione indicando obbligatoriamente il codice lban del conto corrente postale o bancario o il numero del libretto postale. Nel caso di conto cointestato deve indicare il codice fiscale, cognome e nome del cointestatarío del conto corrente bancario o postale. Seziane Nucleo famîliare Comporta la compilazione dei seguenti carnpi:. stato civile del dichíarante (coniugatola, vedovo/a, celibelnubile, separato/a, divorzíato/a);. corîposizione del nucleo familiare con l'indicazione della relazione di parentela (ad es. coniuge, figlio, fratello/sorella, nipote), codice fiscale, cognome e nome, luogo e data di nascita, residenza. Sezione detrazioni d'imposta Occorre indicare:. l'anno per il quale sichiedono le detrazioni fiscali;. I'ulteriore detrazione per 4 o più figli;. fì l caso in cui il richiedente sia residente all'estero deve dichiarare che non usufruisce di alcun beneficio fiscate connesso ai carichi di famiglia nel Paese di residenza e in nessun altro Paese. Sezione assegno per il nucleo familîare Per usufruire della richiesta di tale prestazione occorre preliminarmente inserire nella sezione "Nucleo familíare" i nominativi dei componenti, luogo e data di nascita, codice fiscale, relazione di parentela (ad es. coniuge, figlio, fratello/sorella, nipote) e residenza' In questa sezione occorre riportare:. le eventuali altre pensioni dirette e/aai superstiti (categoria, numero di pensione, Istituto erogante e decorrenza);. periiascun componente occorre indicare l'eventuale inabilità a proficuo lavoro, lo status di orfano, se il figlio è in affido al coniuge separato nonché le informazioni relative agli studi delii figlio/iinon studente, studentè, apprendista o universitario) comprensivo della

17 data di fine studi; l'indicazione dell'anno di riferimento cui si riferisce la situazione reddituale del nucleo familiare;. per ciascun componente il nucleo familiare o corre indicare la situazione reddituale rípartita in base alla tipologia di reddito (ad es. lavoro dipendente e assimilato, autonomo, professionale, parasubordinato e d'impresa, reddito da pensioni dirette o ai superstíti, reddito da lavoro dipendente prestato all'estero, assegni alimentari, redditi da fabbrícati e terreni). In presenza, nel nucleo familiare, di un cornponente inabile occorre allegare la copia digitale della certificazione della commissione medico- sanitaria attestante l'inabilità. La funzione "allega documento" viene attivata a completamento della domanda. Sezion e situ azi o n e deb i tari a L'interessato deve riportare :. la natura del debito;. I'Ente/Soggetto creditore;. I'importo rnensile. Sezione adesione fondo credito Se il richiedente Íntende aderire, in qualità di pensionato, alla gestione autonoma delle prestazioni creditizie e sociali deve obbligatoriamente compilare i campi previsti. Sezione trattenuta sindacale Nel caso in cui I'interessato richieda che sul trattamento pensionistico venga operata la ritenuta sindacale deve allegare la copia digitale dell'attestato rilasciato dal Sindacato cui risulta essere iscritto. Sezione seruizi all'estero {appticazione dei regolamenti comunitarí) Questa sezione viene attivata qualora l'interessato voglia chiedere la pensione diretta ordinaria in regime internazionale. Sono richieste le seguentinformazioni:. cittadinanza del ríchiedente;. richíesta di opzione per la fruizione della pensione a carico degli stati esteri che devono essere elencati a cura del richiedente;. i periodi assicurativin uno degli Stati appartenente alla CE {indicare obbligatoriamente lo Stato; sono facoltativi i campi relativi al periodo, tipo di attività prestata, datore di lavoro, citta di lavoro, assicurazione sociale dello Stato CE e dellacittà CE);. la tipologia di un'eventuale prestazione corrisposta da parte di un Ente italiano, I'Ente erogatore, la decorrenza e il relativo irnporto annuo; attività lavorativa con l'indicazione della natura dei redditi percepiti per tale prestazione (subordinato, autonomo, reddito mensile, annuale); ulteriori eventuali altri redditi (è obbligatorio indicare se si è titolari o meno di altri redditi); abile o inabile al lavoro ed eventualinvafidità riconosciute;. notizie sui familiari del richiedente la pensione (es, nel caso in cui il richiedente sia vedovo occorre compilare la schermata relativa ai dati anagrafici, codice fiscale, la data di decesso, la cittadinanza; nel caso di coniuge indicare anche se presta attività lavorativa con la relativa retribuzione annua lorda, se titolare di pensione e la tipologia della pensione, l'istituto erogatore, se beneficia di prestazioni per il sostegno a reddito indicando la tipologia);. modalità di riscossione della pensione derivante dai seruizi all'estero.

18 Sezione dichiarazione dí responsabilità Deve essere obbligatoriamente compilata. Sezione informativa agli utenti in materia di protezione deí datì personali Deve essere obbligatoriamente compilata. 3.2 l'lodalità d, compílazione della pensione dirctta a caria dello Stato estero Questa tipologia di prestazíone viene utilizzata quando l'iscritto ha maturato un autonomo dìritto a 'pensione in uno stato membro della CE ancorché non abbia conseguito, secondo I'ordinamènto pensionistico italiano, il diritto al trattamento di pensione connesso alla contribuzîone versata nella gestione ex Inpdap e negli altri fondí pensionìstici. Per la modalità di compilazione si fa rinvio a quanto riportato nel precedente paragrafo con particolare riferimento alla sezione " Servizi all'estero". 3.3 î'todarrtà di compilazlone della damanda di rleongiunzione ai sensi dell'att. 2 della Iegge n. 29/1979 e dell'aft. I della lqge n O Selezionato il modello di domanda dí ricongiunzione dal menù "servizi in linea" l'interessato deve indicare:. fa tipologia di ricongiunzione che si vuole richiedere (art. 2 della legge n.291t979 o art' 1 dellà tegge a5l199ó) in relazione ai fondi pensionistici o casse pensioní in cui sono stati versati i contributi oggetto di ricongiunzione;. fa categoria di appaltenenza: riciiedente titalare; richiedente superstite di iscritto. ln quest'ultimo caso deve indicare ta relazione di parentela {ad esempio vedova/a, orfano/a, madre, padre). Sezione dati richiedente In relazione se il richiedente è il titolare o il superstite di íscritto nella sezione di riferimento vanno riportati, quatora non vísualizzati, il codice fiscale, i dati anagrafici e la residenza. Il cittadino deve indicare obbligatoriamente almeno un numero di telefono {fisso/mobile) ed un indirizzo al quale poter inviare eventuali comunicazioni' Deve inoltre comunicare ta sede e il luogo di lavoro dell'iscritt o già del dante causa. Sezione Estratto conto L'Iscritto dovrà dichiarare obbligatoriamente nel relativo carnpo:. di aver preso visione del proprio estratto conto e, nel caso di_ anomalie riscontrate, di aver effettuato le eventuali richieste di variazione tramite il servizio accessibile da Estratto Conto InformatÎvo. Sezione domanda di ricongiunzione. In questa sezione l'interessato deve indicare, dall'elenco riportato, il fondo pensioni dove risuitano accreditati contributi oggetto di ricongiunzione, Sezione dichiarazione di responsabilità. Deve essere obbligatoriamente compilata.

19 Sezione informativa agli utenti in materîa dí proteziane dei dati personali. Deve essere obbligatoriamente compilata. 3.4 Modalità di compilazîone della domanda di riscattu dei periodi al fíni del TfslTfr per glí îscútti alla gestiono ex Inadel (dipendenti degli Enti locali e del *rvizio sanítarîo nazionale) Sezione dati richiedente I dati anagraficí del richiedente, l'indirizzo di residenza e domicilio sono automaticamente visualizzabili; solo il domicilio può essere inserito dall'iscritto, e si consîdera riferito solo alla istanza in corso. Se le informazioni inerenti l'indirizzo e il numero di telefono (fisso o mobile) non vengono visualizzate, l'iscriro dovrà obbligatoriamente inserirle nella compilazione della domanda, in quanto sono necessarie per l'invio di tutte le comunicazíoni previste dall'istituto all'iscrítto. Sezione sede di lavora I dati relativi alla sede di servizio dell'iscritto vengono recuperati dalla banca dati Anagrafe dell'istituto e visualizzati nel relativo campo. Sezione Estratto conto L'iscrítto dovrà dichiarare obbligatoriamente nel relativo campo: di aver preso visione del proprio estratto conto e di aver inoltrato l'eventuale richiesta di variazione alla posizione assicurativa. Sezione Am min îstrazione di riferimento. Denomìnazione. In questo campo è riportata l'amministrazione dove l'iscritto presta servizio alla data domanda. Nel caso in cui il richiedente svolga servizi contemporanei/secondari vengono visualizzate le relative amministrazioni. In questo caso i! cittadíno deve indicare l'amminístrazione di riferìmento alla data della domanda. 5e le informazioni non corrispondono alla situazione dell'iscritto, si può attivare, mediante la funzione "Altro", un nuovo campo descrittivo da riempire.. Tipo incarico: il richiedente deve indicare l'informazione relativa all'incarico ricoperto presso l?mministrazione in cui presta servizio alla data domanda. Sezione regime di fine seryizio Il richiedente deve indicare il regime (Trattamento fine servizio o Trattamento fine rapporto) cui è destinatario. Sezione periodi da riscattare Occorre indicare:. la cat goria dei seruizi per i quali sichiede il riscatto;. la tipologiadei servízi; ' data inizio e data fine in relazione al periodi per il quale si chiede il riscatto;

20 . Informazioni aggiuntive relative al periodo oggetto di riscatto;. attraverso la funzione "allego documentarione" sarà possibile inoltrare eventuale documentazione non autocertificabile. Sezione dichiarazione di responsabîlità Deve essere obbligatoriamente compilata. Sezione informativa agli utenti in materia di protezione dei dati personali Deve essere obbligatoriamente compilata. 3.5 Modalità di ompilaziane della domanda dì riconglunzioneai sensi dellbrt. 6 delta Iegge n. 29/7979, della legge n. 523/1954 e deglí artt. 713 e 775 del DPR n. to92/1973 Selezionato il modello di domanda di ricongiunzione dal menù "seryizi in linea" I'interessato deve indicare:. la tipologia di ricongiunzione che si vuole 6 della legge n. 29/1979, legge n. 523/1954 o artt. 713 e 715 del DPR n. 1092/1973);. la categoria di appartenenza: richiedente títolare; richiedente superstite di iscritto. fn quest'ultimo caso deve indîcare la relazione di parentela (ad esempio vedova/a, orfano/a, madre, padre). Sezione dati richiedente In refazione allo status: richiedente titolare; richiedente superstíte di iscritto; nella sezione dí riferimento vanno ripoftati, qualora non visualizzati, il codice fiscale, i dati anagrafici e la resîdenza. L'interessato deve indicare obbligatoriamente almeno un numero di telefono (fisso/mobile) ed un indirizzo al quale poter inviare eventuali comunicazioni. Deve inoltre comunicare la sede e il luogo di lavoro delf iscritto o già del dante causa. Sezione Estratto canto L'Iscritto dovrà dichiarare obbligatoriamente nel relativo campo:. di aver preso visione dell'estratto conto e, nel caso di anomalie riscontrate, di aver effettuato le eventuali richieste di variazione tramite l'apposito servizio accessibile da Estratto Conto lnformativo. Sezione damanda di ricongiunzíone. In questa sezione l'interessato deve indicare, nel caso di ricongiunzione ai sensi dell'art. 6 della legge n ovvero ai sensi della legge n. 523/L954, la denominazione dell'ente presso il quale sono statí versati i contríbuti oggetto di trasferimento mentre per la ricongiunzione di cui agli artt. 113 e 115 del DPR 1092/1973 le causali, evidenziando le nello specifico campo (passaggio dallo Stato agli Enti locali e viceversa per transiti avvenuti dal 10 giugno 1974 ovvero passaggio da altre gestioni previdenziali alle "Casse ex Inpdap"), par le quali si chiede la prestazione. Sezi on e dích iara zi o n e d i responsa bi I îtà. Deve essere obbligatoriamente compilata.

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE Pag. 1 di 14 MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE INTRODUZIONE Pag. 2 di 14 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA... 3 2.... 4 2.1 - HOME PAGE...

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

VACANZE A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2014

VACANZE A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2014 BANDO DI CONCORSO VACANZE A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2014 Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla Gestione Dipendenti

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it di Aldo Forte Pubblicista Esperto in materia previdenziale L'Inps, con la circolare n. 16/2013, chiarisce che per i soggetti con un'anzianita'

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it GUIDA PRATICA La trasmissione degli esposti alla COVIP Cosa c'è in questa guida Le domande di base Cosa fare prima di inviare un esposto Come si prepara un esposto Come la COVIP esamina gli esposti Memo

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 Decreto n. 85708 del 24 ottobre 2014 del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze per il prolungamento

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE

TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE Tabelle Descrizione Pagina Tabella 11 nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore

Dettagli

DD I/3 2804 del 06/02/10

DD I/3 2804 del 06/02/10 AREA RECLUTAMENTO E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Dirigente Ascenzo FARENTI Coordinatore Dott. Luca BUSICO Unità Amministrazione personale tecnico amministrativo Responsabile Dott. Massimiliano GALLI DD

Dettagli

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA Fino al 31/12/97 l arrotondamento veniva fatto ai sensi del comma 2 dell art. 40 del DPR 1092/73 (vedi allegato 1). L anzianità complessiva era arrotondata in

Dettagli

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI (Da inviare ad Arca SGR S.p.A. in originale, per posta, unitamente a copia dei documenti di identità dell Iscritto e dei beneficiari) Spett.le ARCA SGR S.p.A.

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli