Con la sentenza n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con la sentenza 24-2-2005 n."

Transcript

1 DURA LEX SED LEX Giulietta Redi Con la sentenza n. 3996, la Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che il paziente danneggiato dall attività di una persona esercente abusivamente una professione protetta (nella specie di odontoiatra) può costituirsi parte civile, all interno del processo penale, per chiedere il risarcimento del danno subìto. Il reato: art. 348 cp. Il codice penale vigente punisce, all art. 348, l esercizio abusivo di una professione... per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato Si tratta delle c.d. professioni intellettuali regolate nel codice civile: in particolare, l art cc prevede che per esercitare alcune attività, è necessaria l iscrizione in appositi albi. E noto che l art. 1 della l n. 409, ha disposto che... è istituita la professione sanitaria di odontoiatra che viene esercitata da coloro che sono in possesso del diploma di laurea in odontoiatria e protesi dentaria e della relativa abilitazione all esercizio professionale, conseguita a seguito del superamento di apposito esame di Stato.... Solo chi ha superato l esame suddetto può iscriversi allo speciale albo istituito presso ogni Ordine dei medici - chirurghi, come dispone l art. 4, l. 409/85. Queste restrizioni all accesso alle professioni sono poste dalla legge a tutela dei cittadini, in modo che queste siano esercitate solo in seguito al superamento di appositi esami o comunque a verifiche di idoneità e di capacità: tenendo presente questa ratio legis, è comprensibile il motivo per cui l ordinamento ne tuteli, con la norma penale in oggetto, il corretto esercizio. 16 PROSPETTIVA ODONTOIATRICA P.O. ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE: IL PAZIENTE PUÒ COSTITUIRSI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE Il risarcimento del danno. Nel caso affrontato dalla Cassazione, una signora era stata assistita dall imputato non abilitato all esercizio della professione odontoiatrica, nello studio dentistico di un sanitario. Detti interventi, però, avevano causato alla paziente delle lesioni gravi (artt cp): l operatore abusivo, per questo motivo, veniva tratto in giudizio e, in quella sede, gli veniva contestato anche il reato di esercizio abusivo della professione odontoiatrica. La paziente, dal canto suo, si costituiva parte civile nel giudizio, per ottenere il risarcimento del danno subìto (artt cc, 185 cp e 74 e seguenti cpp). Giunto il processo avanti alla Suprema Corte, e dichiarati ormai estinti per prescrizione i reati contestati, il problema che rimaneva irrisolto concerneva la possibi- lità, per la paziente, di chiedere il risarcimento del danno anche in sede penale. La Corte di Cassazione, innanzitutto, ha premesso che il bene tutelato dal reato di cui all art. 348 cp è costituito dall interesse della collettività a che determinate professioni vengano esercitate solo da chi ha conseguito l abilitazione prescritta dalla legge: pertanto, ha precisato che il soggetto passivo del reato, cioè chi appunto vede leso il bene tutelato dalla previsione penale, non possa essere altri che lo Stato. Tuttavia la Corte ha ricordato la distinzione esistente in dottrina tra soggetto passivo del reato e persona danneggiata dallo stesso (persone che solitamente coincidono 2 ), ed ha concluso affermando che anche in questo caso, il paziente che vanti un danno da reato ha diritto a costituirsi parte civile ed a chiedere, in sede penale, il risarcimento del danno stesso. Il concorso del professionista abilitato. Il problema è appena sfiorato dalla Corte, ma nella sentenza in esame si ricorda, altresì, come l odontoiatra che permette all operatore abusivo di esercitare l attività nel proprio studio concorre nel reato di cui all art. 348 cp (artt. 110 e seguenti cp). Inoltre, l Ordine competente dovrà punire il professionista condannato irrogando nei suoi confronti anche l interdizione dalla professione per un periodo non inferiore ad un anno (art. 8, l n. 175). A tal fine, gli ordini professionali hanno facoltà di promuovere opportune ispezioni presso gli studi degli iscritti. Avv. Giulietta Redi 1 Per quanto riguarda l art. 348 cp, si veda in generale F. Antolisei, Manuale di diritto penale, Milano 2000, parte speciale - tomo II, pp. 391 e seguenti. 2 Un tipico esempio di scuola, riguardante la distinzione in esame, è quello dell omicidio: il soggetto passivo del reato è la persona uccisa, mentre danneggiati sono i suoi parenti ed il coniuge.

2 FILODIRETTOAISO Gabriele Conte GRADUATORIA NAZIONALE PER L ACCESSO A ODONTOIATRIA Come sancito dalla legge 264/99, il corso di laurea specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria (CLsOPD) rientra in quei corsi di laurea per i quali l accesso è regolamentato e limitato ad un definito numero di studenti che acquisiscono il diritto di immatricolazione previo il superamento di un test di ammissione. Rispetto agli anni precedenti, e anche rispetto ai test di ammissione degli altri corsi di laurea così detti a numero chiuso, quello per l accesso al CLsOPD però ha presentato in via sperimentale alcune importanti peculiarità. La prima rimarchevole novità si trova nella data di esecuzione della prova, anticipata al 20 Luglio 2005, rispetto alla più tradizionale prima quindicina di settembre. Il motivo di una data così precoce, soprattutto per tutti gli studenti appena diplomati, però non deriva da una scelta irrazionale del ministero, ma al contrario da una ragionevole necessità logistica che tiene conto dei lunghi tempi richiesti dalla pubblicazione delle graduatorie e soprattutto dei vari scorrimenti che il sistema della graduatoria nazionale impone. Sicuramente, infatti, la modifica più innovativa della prova di ammissione sta nel fatto che oltre ad esserci un unico test nazionale, come già avviene da 8 anni, in via sperimentale, limitatamente all anno accademico 2005/2006, anche la graduatoria sarà nazionale e definita direttamente dal MIUR in relazione alla posizione di merito dei singoli partecipanti. Non solo questa rappresenta una novità per l accesso al CLsOPD, ma è il primo esperimento di questo tipo in tutti i test di ammissione ai vari corsi di laurea. Il meccanismo risulta un po complicato e pertanto credo necessiti di alcune precisazioni. Ogni singolo candidato al momento della prova ha potuto scegliere cinque sedi, in ordine di preferenza ed eventualmente selezionare l opzione qualsiasi sede, per aumentare le sue possibilità di accedere ad un corso di laurea in odontoiatria. Il MIUR, avvalendosi della collaborazione del C.I.N.E.C.A. (Consorzio interuniversitario per la gestione del centro elettronico dell Italia nord Orientale), ha in soli tre giorni stilato la graduatoria nazionale che ha assegnato gli 893 posti previsti sul territorio nazionale per l anno accademico 2005/2006 ( D.M. 18 Maggio 2005). La graduatoria è stata stilata in base ai 893 punteggi migliori e gli studenti sono stati così assegnati ad una delle università selezionate il giorno della prova. Per fare un esempio esplicativo, un candidato avrebbe potuto ottenere un punteggio utile per rientrare negli 893 posti banditi sul territorio italiano ma non per rientrare nei 60 posti messi a disposizione dall università di Milano. In questo caso il candidato sarà assegnato alla sua seconda università scelta. Se neppure nella seconda scelta dovessero essere rimasti posti vacanti, il candidato sarà assegnato alla sua terza scelta e così via fino a che non riuscisse a trovare un posto in una delle cinque opzioni, o nel caso in cui abbia selezionato la possibilità qualsiasi sede, nella sede con posti vacanti più vicina alla sede di svolgimento della prova. Ovviamente un sistema così articolato prevedrà molti casi di rinuncia, soprattutto tra quei candidati assegnati alle loro ultime opzioni (spesso logisticamente complicate da frequentare), ed è per questo che il MIUR ha predisposto un lungo elenco di graduatorie di scorrimento; ben 6 (3, 11, 23, 31 agosto 8,16 settembre). Sicuramente questo nuovo sistema presenta luci ed ombre. Sinceramente credo che il sistema possa rendere la selezione degli studenti ancor più meritocratica, eliminando quelle ingiuste condizioni per le quali un punteggio sufficiente per accedere al corso di laurea di un ateneo ma non per l università in cui il candidato aveva eseguito la prova, di fatto escludeva lo studente dalla possibilità di frequentare il CLsOPD pur essendo stato più meritevole di colleghi di altre città. Un problema che certamente starà al ministero saper risolvere o quantomeno alleviare sarà tuttavia l aumento dei costi che inevitabilmente uno studente, costretto ad immatricolarsi in una città differente da quella di origine, dovrà sostenere. Purtroppo, tuttavia, temo che il più grande difetto di questo sistema, sarà la nuova ondata di ricorsi al TAR che si leverà e che numerosi studi legali propugnano in virtù di chissà quale presunta ingiustizia. Mi chiedo perché, un sistema sperimentale e così innovativo, dovesse essere provato proprio con il CLsOPD, la cui storia degli accessi da sempre è risultata la più complessa e travagliata (leggi: ricorsi, sospensive e sanatorie varie). Forse trovare un altro terreno di prova, avrebbe impedito ad avvocati e candidati delusi di appigliarsi ai piccoli difetti di un sistema ancora certamente perfettibile. I principali capi d accusa che si sentono muovere contro questa modalità di svolgimento della prova sono la precocità della data di svolgimento e l iniquità della graduatoria nazionale. Come già spiegato precedentemente, credo che invocare l iniquità di questa P.O. PROSPETTIVA ODONTOIATRICA 17

3 FILODIRETTOAISO modalità di ammissione sia quantomeno pretestuoso. La prova così come è concepita, infatti, offre la possibilità agli studenti più meritevoli di accedere ad un CLsOPD anche se la loro prima scelta, che sarebbe l università in cui sarebbero andati a svolgere il test nel caso in cui non fosse esistita la graduatoria nazionale, per caso fortuito o perché particolarmente ambita, dovesse aver assegnato già i posti disponibili ad altri studenti leggermente più meritevoli. Certamente il fatto che la prova sia stata anticipata al 20 Luglio, con tutto ciò che ne consegue, rappresenterà un leitmotiv degli studenti che presenteranno ricorso per l anno accademico 2005/2006. L accusa principale sarà che una data così precoce non ha consentito agli studenti appena diplomati di prepararsi adeguatamente al test, favorendo gli studenti più anziani o comunque chi non ha dovuto sostenere l impegno richiesto da due esami così importanti e ravvicinati. Credo che anche questo punto sia piuttosto opinabile in quanto quasi sempre i candidati, seppure non provengono direttamente dalla scuola superiore, provengono da altri corsi di laurea che proprio in questo periodo vede il cuore della sessione estiva, o quantomeno sono sottoposti ai normali impegni di lavoro. Se si pensa quindi che tutti o quasi i candidati si trovano nelle medesime condizioni, se si considera inoltre che nonostante la data, i candidati di quest anno si sono dimostrati egualmente preparati rispetto ai colleghi degli anni precedenti (il range di punteggio all interno del quale sono contenuti i vincitori, infatti non si discosta significativamente dai range degli anni precedenti: tra 66 e 42,25 punti su 80), e se si comprende come questa data si sia resa necessaria per consentire un tempestivo avvio delle attività didattiche nel mese di ottobre, non si potrà certo condannare questa scelta. Certamente l AISO, con l appoggio di tutto il comparto del dentale lotterà affinché questa nuova ondata di ricorsi si infranga contro lo scoglio della coerenza dei nostri politici, che pur avendo spesso dimostrato di essere castelli di sabbia, sembrano finalmente aver recepito le nostre istanze di miglioramento della formazione odontoiatrica. Nel decreto ministeriale del 18 Maggio 2005 che definisce il numero di posti disponibili per le immatricolazioni ai CLsOPD, infatti, si nota già una riduzione del numero di posti disponibili e soprattutto una presa di coscienza dell inadeguatezza di molte strutture. Per ora il rapporto tra studenti e strutture (esemplificato con il rapporto studenti/riuniti) ammesso dal MIUR è stato quello di 2:1, ma la volontà è quella di ottenere rapporto ideale di 1:1 riducendo pertanto ulteriormente il numero di posti disponibili, o ancor meglio un aumento delle strutture. Ridurre il numero di posti per poi accettare nuovi ricorsi e dispensare nuove sanatorie certo non sarebbe molto coerente da parte dei nostri governanti, pertanto non ci resta che sorvegliare la situazione, sottolineare le nostre esigenze e lottare per i nostri diritti, senza dimenticare però di tenere le dita incrociate. Gabriele Conte Presidente AISO SI PARLA DI... Comunicato Stampa MIUR ODONTOIATRIA: PROMOSSA LA GRADUATORIA UNICA NAZIONALE Il Ministro Letizia Moratti: Il nuovo sistema premia il merito e assicura trasparenza e rapidità Roma, 27 luglio 2005 Risultati ampiamente positivi per la sperimentazione della graduatoria unica nazionale per l accesso al corso di laurea specialistica in Odontoiatria e protesi dentaria, precedentemente organizzato a livello di singole università. Lo confermano i dati delle prove di ammissione svoltesi il 20 luglio scorso nelle 33 sedi universitarie statali dove è attivo il corso di laurea a numero programmato. Alle selezioni hanno partecipato in totale candidati agli 878 posti disponibili. Il consorzio Cineca ha elaborato, per conto del Miur, tutte le procedure informatiche relative alle prove ed ha attivato un call-center a disposizione degli studenti. Il sistema che abbiamo voluto sperimentare da quest anno, basato su un unica graduatoria nazionale invece che su singole graduatorie locali, commenta il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, Letizia Moratti, ci permette di premiare i candidati migliori e di far loro frequentare le sedi preferite o ritenute più prestigiose. Inoltre, grazie all impiego delle nuove tecnologie e alla possibilità per gli studenti di dialogare costantemente con il call-center, siamo in grado di assicurare procedure più veloci, semplificate, trasparenti e al tempo stesso rispettose della privacy. La graduatoria, pubblicata già sabato 23 luglio sul sito internet odontoiatria.miur.it, fa rilevare infatti che il livello degli ammessi è molto elevato: il risultato conseguito alle prove dall ultimo degli idonei è di 44,5 punti su 80 complessivi (un punto per ciascun quesito esatto, -0,25 per ogni errore), un valore quindi che si colloca ben al di sopra della più alta fra le medie regionali che spetta ai quattro atenei dell Emilia Romagna con un valore pari a 29,24. Il punteggio massimo conseguito è di 66 su 80 punti complessivi, raggiunto da uno studente dell Università di Milano Bicocca; la media migliore è invece quella dell Università di Ferrara, con 32,37 punti. Relativamente alla velocizzazione delle procedure, va evidenziato innanzitutto il dato sulle assegnazioni immediate, a soli tre giorni dallo svolgimento delle prove: ben 633 sono stati gli studenti utilmente collocatisi in graduatoria che possono immatricolarsi entro il 1 agosto presso la sede che avevano indicato come prima scelta, sulle 5 opzioni possibili. La mancata immatricolazione corrisponde a una rinuncia e comporta l esclusione definitiva dalla graduatoria. Altri 245 sono invece prenotati, cioè tra qualche giorno potranno accedere a qualcuna delle università che avevano indicato come preferenze alternative, se non vi saranno rinunce dei primi classificati. Dovranno aspettare ancora anche i 14 classificati come in attesa, per i quali al momento non ci sono posti disponibili nelle sedi prescelte. La scelta di anticipare gli esami a luglio, inoltre, aggiunge il Ministro, consente un risparmio di costi per le famiglie e i ragazzi, che non sono obbligati ad iscriversi ai corsi di preparazione, e permette loro di sapere già nel mese di luglio in quale città potranno frequentare il corso. La nuova commissione incaricata di predisporre i test ha infatti elaborato, su precisa direttiva del Ministro Moratti, quesiti adeguati alla preparazione richiesta per gli esami di maturità. 18 PROSPETTIVA ODONTOIATRICA P.O.

4 SI PARLA DI... RIBADITA LA POSIZIONE AIO IN TEMA DI CONVENZIONI DIRETTE PROPOSTE DI CONVENZIONAMENTI Genova, 28 settembre 2005 Cari soci, molti di noi hanno ricevuto in questi giorni voluminosi plichi da parte di società attive in campo sanitario con la proposta di convenzionamento diretto con alcune casse sanitarie integrative. Addirittura in un plico una società (che si definisce senza scopo di lucro!) propone a noi Liberi Professionisti di diventare promotori assicurativi e di pubblicizzare e convincere i nostri pazienti ad aderire a polizze sanitarie in ambito odontoiatrico (salvo magari poi toglierci la convenzione e dirottare i nostri pazienti - diventati loro clienti - da altri professionisti di loro scelta...). Forse giova ricordare a tutti gli iscritti al nostro Sindacato che: 1) L orientamento dell AIO - sindacato nazionale di categoria - è fermo ed inequivocabile: NO ai convenzionamenti diretti e tutela a tutto campo della LIBE- RA PROFESSIONE. 2) Tutti e 4 gli Ordini Provinciali dei Medici e degli Odontoiatri della Liguria hanno emesso delle delibere molto chiare al riguardo: il convenzionamento in forma diretta (cioè il pagamento diretto a noi odontoiatri da parte di un ente assicurativo o previdenziale delle nostre prestazioni) è interdetto. Trasgredire a queste chiare direttive significa certamente incorrere in pesanti sanzioni disciplinari. 3) Il convenzionamento indiretto (il paziente salda direttamente a noi il nostro onorario e poi si farà rimborsare) è ammesso previa valutazione dell Ordine sui requisiti deontologici della convenzione stessa e di rispetto del minimo tariffario. Tutta la classe odontoiatrica sta certamente vivendo dei momenti non esaltanti. La grave crisi economica (forse più percepita che reale) si riflette inevitabilmente sulla disponibilità alle cure dei nostri Pazienti. La pletora odontoiatrica ha come immediato riflesso la famosa sindrome della poltrona vuota o meglio sottooccupata. Ma la risposta non può certo venire da parte di soggetti terzi che ci propongono tariffe da pura sussistenza - ovviamente da rivedere al ribasso anno dopo anno. Diciamo quindi un forte e compatto NO alla: Trasformazione della nostra bellissima Professione da Libera ad assoggettata Appiattimento verso il basso delle prestazioni Mancata tutela del Cittadino - Paziente Ci siamo laureati per fare gli odontoiatri, non i venditori di polizze assicurative!!! AIO Genova COMUNICATO IL CONVENZIONAMENTO DIRETTO È UN DANNO ALLA SALUTE PUBBLICA, ALL INDOTTO,ALLA LIBERA PROFESSIONE L AIO, Associazione Italiana Odontoiatri, esprime la propria intenzione di impegnarsi con ogni mezzo al fine di contribuire a superare il grave momento di crisi del settore odontoiatrico. Anche l odontoiatria risente del delicato momento di ristagno che vive tutta l economia italiana. L AIO, tuttavia, intende ribadire di essere assolutamente contraria a qualunque tipo di convenzione diretta, con qualunque tipo di fondi sanitari. Tale sistema, infatti, determina un effetto di schiacciamento del dentista che compresso tra i costi non riducibili dei servizi e dell industria da un lato e le tariffe imposte dal Terzo Pagante dall altro lato, sarebbe costretto ad abbassare la qualità delle prestazioni, con grave nocumento alla salute pubblica. Si ridurrebbero gli acquisti, gli investimenti, la scelta non punterebbe più sulla qualità dei materiali ma sui prezzi più bassi, con ulteriore abbassamento della qualità delle prestazioni. Anche il cittadino sarebbe vessato in quanto obbligato a rivolgersi solo ad alcuni professionisti, menomando la sua libera scelta. In tal modo, il collasso del sistema non sarebbe lontano, così come è già avvenuto in alcuni stati europei a noi vicini. Per quanto sopra l AIO, nella difesa della salute pubblica e nella difesa della categoria, stigmatizza qualunque tipo di convenzione, con qualunque tipo di fondi, e che non consenta il mantenimento della libera potestà di terapia e di organizzazione, caratteristica irrinunciabile di ogni libero professionista. La Segreteria Nazionale AIO P.O. PROSPETTIVA ODONTOIATRICA 19

5 SI PARLA DI... SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI Pubblichiamo la lettera che Giuseppe Renzo, Presidente della Commissione Nazionale Odontoiatri, ha inviato al Ministero dell Ambiente e Tutela del Territorio e al Ministero della Salute in merito all annoso problema dello smaltimento dei rifiuti pericolosi prodotti negli studi medico-dentistici. UFFICIO CENTRALE ODONTOIATRI Ordinanza Corte di Giustizia UE 28 settembre 2004, causa C-115/03. Obbligo tenuta registro di rifiuti pericolosi per studi medico-dentistici. Ministero dell Ambiente e Tutela del Territorio V.le Cristoforo Colombo, ROMA Ministero della Salute Direzione Generale Professioni Sanitarie P.le Industria ROMA La Commissione odontoiatrica della FNOMCeO,allo scopo di dare opportune indicazioni agli iscritti all Albo,ritiene necessario chiedere chiarimenti ai Dicasteri in indirizzo per quanto concerne la immediata vigenza e applicabilità dell Ordinanza della Corte di Giustizia UE del 28 settembre 2004, causa C-115/03, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell UE il 18 dicembre Tale Ordinanza sembra ripristinare,anche per gli studi medicodentistici, l obbligo di tenere un registro di rifiuti pericolosi, ai sensi dell art. 4 della Direttiva del Consiglio del 12 dicembre 1991,n.91/689. L Ordinanza, che si inserisce come questione pregiudiziale nell ambito di una causa civile in corso tra la società Eco-Eridiana ed alcuni studi medico-dentistici sull interpretazione del Dlgs 22/97 e sulla successiva circolare del Ministero dell Ambiente del 14 dicembre 1999, costituisce una inversione di tendenza rispetto,appunto,alle precedenti interpretazioni ministeriali. E evidente che occorre un sollecito chiarimento per evitare che i professionisti che, senza loro colpe, avevano dato seguito ai contenuti della circolare 14/99, possano incorrere in sanzioni, anche gravi, come quella concernente il mancato adempimento alla tenuta dei registri per i rifiuti sanitari pericolosi. Grati per una risposta su una materia estremamente complessa e, spesso, fonte di contraddittorie interpretazioni, porgiamo cordiali saluti (Giuseppe Renzo) VICEPRESIDENZA CIPA Il collega Sebastiano Rosa, dell AIO Torino, gia delegato nazionale AIO per il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) del personale ausiliario, e stato nominato vicepresidente della Confederazione Italiana Professionisti e Artisti (CIPA) - parte sociale - di cui AIO e membro da tempo. La C.I.P.A., confederazione apartitica e senza fini di lucro, fondata nel 1948 a Firenze, è costituita da Sindacati di professionisti ed artisti e da organizzazioni similari dotate ognuna di autonomia funzionale e finanziaria. Le finalità della Confederazione sono molteplici; alcune, di notevole importanza, le possiamo così riassumere: Concorre all elevazione della libera professione Può costituire commissioni e comitati di studio per la soluzione di problemi professionali, economici, sociali di interesse nazionale e locale con spirito di collaborazione e solidarietà intercategoriale. Promuove iniziative per assicurare l assistenza sociale, sindacale, giuridica ai propri iscritti. A livello strutturale la C.I.P.A. si articola in organi dirigenziali a livello nazionale e in dirigenze regionali; tali organi sono eletti dall Assemblea Confederale con voto libero e segreto. Di notevole interesse sono, senza dubbio, sia la possibilità della C.I.P.A. di partecipare attivamente, fin dal 1953 (data di stipula con i Sindacati dei Lavoratori del primo Contratto Nazionale di Lavoro post corporativo dei Professionisti), come soggetto autonomo, alla regolamentazione negoziale dei rapporti di lavoro del personale dipendente degli Studi Professionali, sia quella di partecipare (poiché riconosciuta, l 11/05/2002/ parte sociale) al tavolo della concertazione con il Governo al pari delle altre forze produttive. Al collega i migliori auguri per un proficuo lavoro. NUOVE NORME SULLA PUBBLICITÁ INGANNEVOLE 20 PROSPETTIVA ODONTOIATRICA P.O. Entrano in vigore il prossimo 29 aprile le norme contenute nella legge n. 49 del 6 aprile 2005 in materia di messaggi pubblicitari ingannevoli diffusi attraverso mezzi di comunicazione. Il provvedimento, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2005, punisce con multe salate la promozione di prodotti i cui requisiti non rispondono alla realtà, ingannando così i consumatori. Un ruolo fondamentale sarà svolto dall Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) che, oltre a definire quali sono in concreto i casi di pubblicità ingannevole, potrà disporre di nuovi strumenti sanzionatori che possono arrivare anche alla sospensione dell attività d impresa fino a 30 giorni in caso di reiterato rifiuto a correggere i messaggi pubblicitari. GovernoInforma/Dossier/pubblicita_legge/index.html

6 IN EVIDENZA NON MANCATE! MAKE ME SMILE 141 MidWinter Meeting organizzato dalla Chicago Dental Society. Chicago, Illinois - USA Febbraio 2006 Disciplina delle libere professioni UE - COME CAMBIERÀ LA PROFESSIONE NEI PROSSIMI ANNI Approvata la direttiva sul mutuo riconoscimento delle qualifiche professionali in ambito UE pressdata/fr/misc/85087.pdf Approvato al Parlamento europeo il testo modificato della proposta di direttiva relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.la direttiva mira a semplificare il quadro normativo europeo con la l adozione di un solo testo legislativo sostitutivo delle direttive di settore già adottate. Il provvedimento interessa i lavoratori subordinati e autonomi, coloro che prestano servizi temporanei e coloro che esercitano professioni regolamentate (con esclusione di quelle legate all esercizio di pubblici poteri).cardine della disciplina è il riconoscimento automatico dei titoli sulla base di un coordinamento delle condizioni minime di formazione, la cui definizione è rimessa alle autonomie nazionali.per quanto attiene all ambito sanitario si segnala: - l introduzione (per la prima volta) della nozione di professioni liberali ; - il riconoscimento espresso della figura del dentista come professione specifica e distinta da quella di medico,specializzato o no (art.36); - la sottomissione del prestatore di servizi (temporanei) alle norme professionali, di carattere professionale, legale o amministrativo,direttamente connesse alle qualifiche professionali del paese dove eroga la prestazione (art.5) - l applicazione alle specializzazioni mediche e dentistiche, riconosciute alla data di adozione della direttiva, del principio del riconoscimento automatico delle specialità ove le stesse siano comuni ad almeno due stati membri (considerando 17); - l introduzione della nozione di autorità competente da intendersi come qualsiasi autorità o organismo investito di autorità dagli Stati membri,abilitato in particolare a rilasciare o a ricevere titoli di formazione e altri documenti o informazioni, nonché ricevere le domande e ad adottare le decisioni di cui alla presente direttiva (art.3); in sostanza,per l Italia,il riconoscimento della valenza degli ordini professionali; - l introduzione, a livello europeo, di tessere professionali da parte di associazioni o organizzazioni professionali per agevolare la mobilità dei professionisti, in particolare accelerando lo scambio di informazioni tra lo Stato membro ospitante e lo Stato membro di origine (considerando 27). Gli Stati membri avranno due anni di tempo per l attuazione dalla data della pubblicazione. PRIVACY: DIFFERENZIAMENTO AUTORIZZAZIONI GENE- RALI PER DATI SENSIBILI Il Garante ha adottato in data 30 giugno 2005 un provvedimento con il quale ha differito di sei mesi, cioè sino al 31 dicembre 2005, la scadenza temporale delle sette autorizzazioni generali per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari attualmente solo efficaci sino al 30 giugno I sette provvedimenti, pubblicati sulla G.U. del 14 agosto 2004, riguardano i rapporti di lavoro (aut. n.1/2004), i dati sulla salute e la vita sessuale (aut. n.2/2004), le associazioni e fondazioni (aut. n.3/2004), i liberi professionisti (aut. n.4/2004), le attività creditizie, assicurative, i sondaggi, l elaborazione dati e da altre attività private (aut. n.5/2004), gli investigatori privati (aut. n.6/2004) e i dati di carattere giudiziario (aut. n. 7/2004). Il differimento si inquadra nell ambito delle iniziative già intraprese dall Autorità anche per completare, nel quadro dei principi di semplificazione e di efficacia previsti dal Codice, il varo di nuovi provvedimenti autorizzatori generali aventi una più lunga efficacia temporale di quelli già previste in passato dall Autorità. I soggetti che già in passato hanno beneficiato delle sette autorizzazioni potranno continuare a rispettare sino al 31 dicembre 2005 le prescrizioni senza che sia necessario presentare al Garante un apposita istanza o comunicazione. P.O. PROSPETTIVA ODONTOIATRICA 21

7 WORK IN PROGRESS ULTIM'ORA! ENORME SUCCESSO PER IL III CONGRESSO INTERNAZIONALE AIO Oltre 500 persone hanno gremito, nei tre giorni congressuali, le sale dell'hotel Sheraton di Bari ove si è tenuto dal 29 settembre al 1 ottobre il III Congresso Internazionale AIO. Uno "Speciale Congresso" nel prossimo numero della rivista PO. 1) La seguitissima lectio magistralis del professor Sandro Palla 2) L'apprezzato intervento di Giuseppe Renzo, presidente della CAO nazionale 3) La premiazione dei colleghi giunti al traguardo di vent'anni di professione GRANDE SUCCESSO PER L INIZIATIVA DELL AIO A RIMINI! Lo stand associativo, posizionato per la prima volta all'interno della sezione commerciale della Fiera, ha visto un notevole numero di passaggi. E' stato quindi scontato, valutato il positivo riscontro ottenuto, ripetere tale presenza AIO nel prossimo Expodental, a Milano il ottobre I responsabili delle varie sedi sono invitati a partecipare all'organizzazione ed a sfruttare lo stesso tipo di promozione per le loro iniziative, in modo da allestire uno stand sempre più ricco. 22 PROSPETTIVA ODONTOIATRICA P.O.

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI.

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. - Il professionista, medico specialista, il medico veterinario e delle altre professionalità sanitarie di cui

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n.1 (Prova di ammissione per i corsi di laurea e laurea magistrale cui agli articoli 2, 4, 5 e 6 ) 1. Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca si avvale del CINECA Consorzio

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

La ricostruzione della carriera del personale della scuola

La ricostruzione della carriera del personale della scuola La ricostruzione della carriera del personale della scuola Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli