DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI"

Transcript

1 /10/2009 Identificativo Atto n. 170 DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI APPROVAZIONE DELLE GRADUATORIE DEL BANDO "CONTRIBUTI ALLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE (MPMI) PER IL SOSTEGNO DELL'INNOVAZIONE E DELL'IMPRENDITORIALITA' NEL SETTORE DEI SERVIZI ALLE IMPRESE" ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITA' DEL SISTEMA LOMBARDO - ASSE 1 INNOVAZIONE - MISURA 1.5 "NASCITA E CONSOLIDAMENTO IMPRESE DI SERVIZI ALL'INNOVAZIONE".

2 LA DIRIGENTE DELL UNITA ORGANIZZATIVA SERVIZI VISTA la la d.g.r. 29 marzo 2006, n con la quale è stato approvato lo Schema di Accordo di Programma della Regione Lombardia con il Sistema Camerale Lombardo per lo Sviluppo economico e la competitività del Sistema Lombardo, successivamente sottoscritto in data 16 giugno 2006 e inserito nella Raccolta Convenzioni Contratti in data 20 giugno 2006 n. 8970/RCC; RICHIAMATI i seguenti provvedimenti: il d.d.u.o. 03 febbraio 2009, n. 837 con il quale è stato approvato il bando Contributi alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dell innovazione e dell imprenditorialità nel settore dei servizi alle imprese. Accordo di Programma per lo Sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo Asse 1 Innovazione Misura 1.5 Nascita e consolidamento imprese di servizi all innovazione che prevede una disponibilità di risorse di ,00 da parte del Sistema Camerale e di ,00 da parte della Regione Lombardia; il d.d.u.o. 28 maggio 2009, n con il quale, in considerazione del fatto che, nelle ultime ore disponibili prima della chiusura del bando, per problemi tecnici il sistema on line era stato inaccessibile, è stata disposta la proroga del termine di presentazione della domanda on line, originariamente fissato per le ore 16,30 del , alle ore 16,30 dell ; il d.d.u.o. 24 giugno 2009, n con il quale sono stati costituiti i Comitati di valutazione di ciascuna provincia come previsto dal punto 8 del bando; la d.g.r. 19 giugno 2009, n con la quale è stato disposto l incremento di ,00 della dotazione iniziale del bando da parte della Regione, autorizzando la spesa complessiva di ,00 con copertura finanziaria a carico del capitolo del bilancio di previsione dell esercizio finanziario 2009; DATO ATTO che, entro il termine ultimo fissato, risultano essere state presentate complessivamente n. 262 domande di cui n. 213 per la misura A e n. 49 per la misura B, 1

3 suddivise per ciascuna provincia come riportato nell Allegato A Domande presentate che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; PRESO ATTO che i Comitati di valutazione di ciascuna provincia, come da verbali agli atti d ufficio, a seguito dell istruttoria formale svolta da ciascuna camera di commercio, hanno ritenuto non ammissibili alla partecipazione al bando, per le motivazioni indicate, le domande elencate nell Allegato B Domande escluse a seguito dell istruttoria formale che forma anch esso parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; PRESO ATTO, inoltre, che i Comitati di valutazione di ciascuna provincia, come da verbali agli atti d ufficio, a seguito della valutazione dei progetti hanno approvato le graduatorie finali ammettendo al finanziamento, come previsto dal bando, solo i progetti che hanno ottenuto un punteggio minimo di almeno 70 punti su 100, così come riportati nell Allegato C Graduatorie finali e contributi concessi, anche questo parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; RILEVATO che nelle province di Cremona e Sondrio non risultano progetti ammissibili al finanziamento; RILEVATO, altresì, che nelle province di Bergamo, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza Brianza, Pavia e Varese, l importo complessivo del contributo concedibile supera la disponibilità del bando; CONSIDERATO che il bando, al punto 1 Finalità e risorse, terz ultimo capoverso, dispone che nell ambito della stessa provincia le somme non utilizzate da una delle due misure possono essere destinate al finanziamento delle domande dell altra misura; CONSIDERATO, inoltre, che sempre ai sensi del citato punto 1 Finalità e risorse la Regione Lombardia si riserva la facoltà di utilizzare la parte residuale delle proprie risorse per il finanziamento di progetti di altre province; 2

4 VISTA la decisione della Segreteria Tecnica di cui all art. 8 dell Accordo di Programma richiamato in premessa che, in considerazione delle numerose richieste presentate e soprattutto degli esiti dell importante selezione operata che vede premiati progetti più meritevoli, nella riunione del 06 ottobre 2009 ha deciso: di finanziare tutti i progetti risultati ammissibili nelle graduatorie finali incrementando le risorse del bando per le citate province per complessivi di cui a carico delle CCIAA ed a carico della Regione Lombardia; che l importo di a carico delle CCIAA è suddiviso tra le Camere come segue: Bergamo Lecco Lodi Mantova Milano Monza Brianza Pavia Varese che, non essendo l incremento della dotazione del bando a carico della CCIAA di Varese sufficiente a garantire la copertura della quota di contributo camerale per tutti i progetti della provincia risultati ammissibili al finanziamento, la Regione Lombardia si farà carico della quota residuale dei suddetti contributi con le modalità previste al punto 9 Erogazione del contributo del bando per la quota a carico della Regione; DATO ATTO che alla copertura dell importo di a carico della Regione Lombardia si provvede mediante: l utilizzo delle risorse pari a risultate eccedenti rispetto alla dotazione prevista per il finanziamento dei progetti nelle province di Brescia, Como, Cremona e Sondrio; 3

5 l incremento di già disposto a favore del bando con d.g.r. 19 giugno 2009, n. 9654; l utilizzo per della disponibilità finanziaria del capitolo del bilancio per l esercizio 2009, come da autorizzazione del Dirigente della Struttura Centrale Ricerca e Innovazione - Direzione Centrale Programmazione Integrata del ; RITENUTO, quindi, di approvare le graduatorie finali delle domande ammissibili al contributo così come deliberate dai Comitati di valutazione provinciali ed, altresì, di finanziare tutti i progetti risultati ammissibili, così come deciso dalla Segreteria Tecnica di cui all art. 8 dell Accordo di Programma nella seduta del , per un importo complessivo di , di cui a carico delle CCIAA ed a carico della Regione Lombardia, così distribuito tra le province: di cui di cui a carico di Regione Lombardia Province Contributo concedibile a carico delle camere di commercio fondo perduto a rimborso Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Mantova Milano Monza Brianza Pavia Varese Totale Province con l assegnazione a ciascun progetto degli importi dettagliati nel citato Allegato C Graduatorie finali e contributi concessi ; 4

6 RITENUTO, infine, di stabilire che, per accertare preventivamente la volontà di utilizzo delle risorse concesse, i soggetti utilmente collocati in graduatoria, per accedere al contributo, dovranno inviare la dichiarazione di accettazione del contributo attraverso compilazione e sottoscrizione dello specifico schema disponibile sui siti web della Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e CCIAA elencati al punto 7 del bando entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del presente provvedimento. VISTA la l.r. 7 luglio 2008, n. 20 Testo unico delle leggi regionali in materia di organizzazione e personale nonché i provvedimenti a carattere organizzativo della VIII Legislatura; D E C R E T A 1. Di prendere atto delle domande presentate risultate complessivamente n. 262 di cui n. 213 per la misura A e n. 49 per la misura B, suddivise per ciascuna provincia, come riportate nell Allegato A Domande presentate che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. 2. Di approvare l esclusione delle domande decisa dai Comitati di valutazione di ciascuna provincia sulla base degli esiti dell istruttoria formale, per le motivazioni indicate nell Allegato B Domande escluse a seguito dell istruttoria formale che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. 3. Di approvare le graduatorie finali delle domande ammissibili al contributo, così come deliberate dai Comitati di valutazione provinciali, e di ammettere a contributo, per le motivazioni indicate in premessa, tutti i progetti utilmente collocati nelle graduatorie finali della Misura A e della Misura B, per l importo complessivo di , di cui a carico delle CCIAA ed a carico della Regione Lombardia, così ripartito tra le province: 5

7 di cui Province Contributo concedibile a carico delle camere di commercio di cui a carico di Regione Lombardia fondo perduto a rimborso Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Mantova Milano Monza Brianza Pavia Varese Totale Province con l assegnazione a ciascun progetto degli importi dettagliati nel citato Allegato C Graduatorie finali e contributi concessi parte integrale e sostanziale del presente provvedimento. 4. Di stabilire che, per accertare preventivamente la volontà di utilizzo delle risorse concesse, i soggetti utilmente collocati in graduatoria, per accedere al contributo, dovranno inviare la dichiarazione di accettazione del contributo attraverso compilazione e sottoscrizione dello specifico schema disponibile sui siti web della Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e CCIAA elencati al punto 7 del bando entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del presente provvedimento. 5. Di pubblicare il presente provvedimento e i relativi allegati sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e sui siti web della Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e CCIAA elencati al punto 7 del bando. La Dirigente della U.O. Servizi Antonietta De Costanzo 6

Manuale di supporto alla rendicontazione on line

Manuale di supporto alla rendicontazione on line ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO ASSE 1- INNOVAZIONE Misura 1.5 Nascita e consolidamento imprese di servizi all innovazione Bando CONTRIBUTI ALLE MICRO,

Dettagli

Manuale di supporto alla rendicontazione on line

Manuale di supporto alla rendicontazione on line ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO ASSE 1- INNOVAZIONE Misura 1.5 Nascita e consolidamento imprese di servizi all innovazione Bando CONTRIBUTI ALLE MICRO,

Dettagli

DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE

DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE 13638 27/12/2010 Identificativo Atto n. 700 DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE CONVENZIONE REGIONE LOMBARDIA - UNIONCAMERE LOMBARDIA PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL

Dettagli

12782 27/12/2013 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA. Identificativo Atto n. 825

12782 27/12/2013 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA. Identificativo Atto n. 825 12782 27/12/2013 Identificativo Atto n. 825 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007 2013. MISURA 111 SOTTOMISURA A FORMAZIONE : APPROVAZIONE ELENCHI DELLE DOMANDE AMMESSE A FINANZIAMENTO

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014

DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014 DELIBERAZIONE N X / 1262 Seduta del 24/01/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 3215 07/04/2011 Identificativo Atto n. 391 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 50 DEL DLGS

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE Identificativo Atto n. 942 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE "BANDO PER L'ACCESSO AGLI INTERVENTI PREVISTI DAL FONDO DI ROTAZIONE PER IL FINANZIAMENTO DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE

Dettagli

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it Bando Start Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa www.start.lombardia.it Finalità dell intervento Promuovere e sostenere la diffusione di cultura imprenditoriale per

Dettagli

DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015

DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015 DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015 Identificativo Atto n. 589 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE Oggetto POR FESR 2007-2013. PROROGA DEL TERMINE PER LA CHIUSURA DELLO SPORTELLO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE

DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE 4858 01/06/2012 Identificativo Atto n. 327 DIREZIONE GENERALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO, EDILIZIA E COOPERAZIONE DETERMINAZIONI IN MERITO ALLA RIAPERTURA DELLA SECONDA FINESTRA DI DOMANDA PER I VOUCHER PER

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI 758 05/02/2014 Identificativo Atto n. 26 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA PRATICA SPORTIVA - INIZIATIVE

Dettagli

3477 23/04/2014 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI. Identificativo Atto n. 68

3477 23/04/2014 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI. Identificativo Atto n. 68 3477 23/04/2014 Identificativo Atto n. 68 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI APPROVAZIONE ESITI ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE PRESENTATE AI SENSI DELLA DGR. N. X/1340 DEL 7 FEBBRAIO 2014 -

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

Alla C.A. Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo Email: oappc.bergamo@archiworldpec.

Alla C.A. Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo Email: oappc.bergamo@archiworldpec. Giunta Regionale DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE QUALITÀ DELL'ARIA, EMISSIONI INDUSTRIALI E RUMORE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta 17 luglio 2014 LA STRATEGIA PER L ATTRATTIVITÀ Attivazione di iniziative per potenziare l attrattività del territorio

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.4/2012: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97;

Dettagli

DECRETO N. 6255 Del 23/07/2015

DECRETO N. 6255 Del 23/07/2015 DECRETO N. 6255 Del 23/07/2015 Identificativo Atto n. 730 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE Oggetto APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI 2 ADDENDUM ALLA CONVENZIONE OPERATIVA SOTTOSCRITTA

Dettagli

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA SETTORE Servizio Tributi DETERMINA N 217 DATA 17/10/2013 OGGETTO: PROROGA FINO AL 31.12.2013 DELL AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE A EQUITALIA NORD

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE 12579 22/12/2014 Identificativo Atto n. 1141 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE FINALIZZATE

Dettagli

PARTE SECONDA LO STATO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 68/99 NELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME

PARTE SECONDA LO STATO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 68/99 NELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME PARTE SECONDA LO STATO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 68/99 NELLE REGIONI E PROVINCE AUTONOME 152 NOTA DI LETTURA La Parte Seconda della V Relazione al Parlamento si compone principalmente delle informazioni

Dettagli

REGIONE TOSCANA ZEI ANDREA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA ZEI ANDREA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE INFRASTRUTTURE PER LO SVILUPPO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO 10405 10/11/2014 Identificativo Atto n. 552 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DETERMINAZIONI RELATIVE ALL ATTUAZIONE DELLA DGR 2513 DEL 17/10/2014 PRIMA ATTUA- ZIONE DELLA

Dettagli

128 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 05 marzo 2014

128 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 05 marzo 2014 128 Bollettino Ufficiale D.G. Sport e politiche per i giovani D.d.u.o. 26 febbraio 2014 - n. 1541 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso

Dettagli

DECRETO N. 2164 Del 19/03/2015

DECRETO N. 2164 Del 19/03/2015 DECRETO N. 2164 Del 19/03/2015 Identificativo Atto n. 217 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE, AI SENSI DELLA D.G.R. N. X/3143 DEL 18 FEBBRAIO 2015, DELL AVVISO PER

Dettagli

CONCORSI 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42

CONCORSI 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42 CONCORSI stati pubblicati rispettivamente sul BURT n.15 del 15/04/2015 e N. 29 del 22/07/2015; REGIONE TOSCANA Direzione Organizzazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014 11 D.g.r. 7 febbraio 2014 - n. X/1339 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso l adeguamento al regolamento regionale n. 2/2011 recante Definizione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO 1. Finalità degli interventi emblematici 2 2. Ammontare delle assegnazioni e soggetti destinatari 2 3. Aree filantropiche di pertinenza

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE 543 29/01/2013 Identificativo Atto n. 36 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE MODALITA DI EROGAZIONE DEL FONDO CRESCO IN ATTUAZIONE

Dettagli

DECRETO N. 1771 Del 11/03/2016

DECRETO N. 1771 Del 11/03/2016 DECRETO N. 1771 Del 11/03/2016 Identificativo Atto n. 202 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto APPROVAZIONE DEL BANDO A FAVORE DI PROGETTI PER IL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE, AI SENSI DELL ART.

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO TIROCINI

Dettagli

Di seguito si rendono disponibili informazioni utili per la presentazione delle domande di riconoscimento e delle richiesta di finanziamento.

Di seguito si rendono disponibili informazioni utili per la presentazione delle domande di riconoscimento e delle richiesta di finanziamento. MODALITA OPERATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI RICONOSCIMENTO DEGLI ESERCIZI STORICI E PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO SUL BANDO INNOVARE NELLA TRADIZIONE ANNO 2010. Il bando Innovare nella tradizione:

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 11345 01/12/2014 Identificativo Atto n. 1172 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 5 DEL D.LGS.

Dettagli

N. 1005 del Registro Determinazioni Data 4 aprile 2006

N. 1005 del Registro Determinazioni Data 4 aprile 2006 n. 38 interno del provvedimento dirigenziale LM/RMO Inviata all Assessore in data 15.3.2006 N. 1005 del Registro Determinazioni Data 4 aprile 2006 PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE ISTRUZIONE, FORMAZIONE, LAVORO

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97; - L. n. 68 /1999

Dettagli

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 LE CAMERE DI COMMERCIO INVITANO LE IMPRESE A PARTECIPARE ALLA SELEZIONE DELLE MIGLIORI BUONE PRASSI AZIENDALI PER LA RESPONSABILITÀ

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FORMAZIONE, ISTRUZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE FORMAZIONE, ISTRUZIONE E LAVORO DISPOSIZIONI PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI RELATIVI ALLA SECONDA FASE A SPORTELLO APERTO DEL FONDO SOCIALE EUROPEO - OB. 3 ANNO 2000-2001. MISURA D1 SVILUPPO DELLA FORMAZIONE CONTINUA DELLA FLESSIBILITA

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 06 marzo 2013

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 06 marzo 2013 111 D.G. Protezione civile, polizia locale e sicurezza D.d.s. 1 marzo 2013 - n. 1734 Esito della ricognizione delle pianificazioni provinciali vigenti in materia di protezione civile IL DIRIGENTE DELLA

Dettagli

LA GIUNTA CAMERALE. - vista l allegata proposta di deliberazione predisposta dall Ufficio Incentivi per lo sviluppo economico;

LA GIUNTA CAMERALE. - vista l allegata proposta di deliberazione predisposta dall Ufficio Incentivi per lo sviluppo economico; DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 173 DEL 24/11/2014 OGGETTO: COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL'IMPRENDITORIA FEMMINILE. RICHIESTA APPROVAZIONE PROGETTO PER L'ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO AD ASPIRANTI IMPRENDITRICI

Dettagli

DECRETO N. 704 Del 03/02/2015

DECRETO N. 704 Del 03/02/2015 DECRETO N. 704 Del 03/02/2015 Identificativo Atto n. 66 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE Oggetto PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE POR-FESR 2007-2013 ASSE 1 INNOVAZIONE ED ECONOMIA

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA 1329 22/02/2012 Identificativo Atto n. 36 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E CULTURA APPROVAZIONE DELL AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA - ANNO SCOLASTICO 2012/2013, AI SENSI DELL ART.

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 51 del 18.12.2013 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4539 Seduta del 10/12/2015

DELIBERAZIONE N X / 4539 Seduta del 10/12/2015 DELIBERAZIONE N X / 4539 Seduta del 10/12/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

DIREZIONE GENERALE GIOVANI, SPORT, TURISMO E SICUREZZA

DIREZIONE GENERALE GIOVANI, SPORT, TURISMO E SICUREZZA 3818 21/04/2009 Identificativo Atto n. 96 DIREZIONE GENERALE GIOVANI, SPORT, TURISMO E SICUREZZA PROGETTO "SKIPASS LOMBARDIA": APPROVAZIONE DEL BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI PREVISTI DAL

Dettagli

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE POLITICHE ORIZZONTALI DI

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 7753 12/08/2014 Identificativo Atto n. 791 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 5 DEL D.LGS.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2459 del 04 agosto 2009 pag. 1/5 REGIONE VENETO Direzione Regionale Mobilità Bando pubblico per la concessione di finanziamenti agevolati per il settore

Dettagli

DECRETO N. 6931 Del 24/08/2015

DECRETO N. 6931 Del 24/08/2015 DECRETO N. 6931 Del 24/08/2015 Identificativo Atto n. 761 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto FPV - APPROVAZIONE PROGETTO DI RICERCA RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 26/I-II del 25/06/2013 / Amtsblatt Nr. 26/I-II vom 25/06/2013 184

Bollettino Ufficiale n. 26/I-II del 25/06/2013 / Amtsblatt Nr. 26/I-II vom 25/06/2013 184 Bollettino Ufficiale n. 26/I-II del 25/06/2013 / Amtsblatt Nr. 26/I-II vom 25/06/2013 184 84939 Disposizioni - determinazioni - Parte 1 - Anno 2013 Enti funzionali e strumentali della Provincia Autonoma

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 528 11/11/2011 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 19825 DEL 06/10/2011 STRUTTURA PROPONENTE Dipartimento: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE Direzione Regionale:

Dettagli

7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO. Identificativo Atto n. 738

7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO. Identificativo Atto n. 738 Identificativo Atto n. 738 7995 05/09/2013 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA DI PRE-SELEZIONE DEI PROGETTI DI CUI ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2643 Seduta del 14/11/2014

DELIBERAZIONE N X / 2643 Seduta del 14/11/2014 DELIBERAZIONE N X / 2643 Seduta del 14/11/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 8 - Martedì 17 febbraio 2015

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 8 - Martedì 17 febbraio 2015 Bollettino Ufficiale 7 Serie Ordinaria n. 8 - Martedì 17 febbraio D.d.u.o. 11 febbraio - n. 935 Bilancio finanziario gestionale -. Variazioni ai sensi della l.r. 19/12 - art. 1, comma 5, lettera a) 2 provvedimento

Dettagli

INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR)

INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR) INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR) RACCOLTA DI BUONE PRASSI DI IMPRESE IMPEGNATE IN PERCORSI DI RESPONSABILITA SOCIALE PREMESSA La responsabilità sociale d impresa (CSR)

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO:

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO: REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO 7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI SETTORE 2 Procedure FESR, attività economiche: programmazione ed attuazione DECRETO DEL DIRIGENTE

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE INNOVAZIONE RICERCA E COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI N. 84/IRE DEL 03/07/2014 Oggetto: POR MARCHE 2007-13 e L 598/94 art 11 Sostegno alle PMI al

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

DECRETO N. 850 Del 09/02/2015

DECRETO N. 850 Del 09/02/2015 DECRETO N. 850 Del 09/02/2015 Identificativo Atto n. 61 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER PER APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART.

Dettagli

L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres.

L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres. L.R. 2/1985, artt. 1 e 2 B.U.R. 1/12/2010, n. 48 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 19 novembre 2010, n. 0251/Pres. Regolamento per la concessione dei finanziamenti per interventi straordinari di disinfestazione

Dettagli

Comunicato al personale. MOBILITA VOLONTARIA NAZIONALE IN DEROGA PORTALETTERE PART TIME Accordo Nazionale Azienda - OO.SS. del 14 febbraio 2014

Comunicato al personale. MOBILITA VOLONTARIA NAZIONALE IN DEROGA PORTALETTERE PART TIME Accordo Nazionale Azienda - OO.SS. del 14 febbraio 2014 Comunicato al personale MOBILITA VOLONTARIA NAZIONALE IN DEROGA PORTALETTERE PART TIME Accordo Nazionale Azienda - OO.SS. del 14 febbraio 2014 1 - NOTE DI CARATTERE GENERALE Si comunica a tutto il personale

Dettagli

Anno XL N. 240 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - art. 1, c. 1 - D.L. n. 353/2003 conv. in L. 27/02/2004 - n. 46 - Filiale di Varese

Anno XL N. 240 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - art. 1, c. 1 - D.L. n. 353/2003 conv. in L. 27/02/2004 - n. 46 - Filiale di Varese Anno XL N. 240 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - art. 1, c. 1 - D.L. n. 353/2003 conv. in L. 27/02/2004 - n. 46 - Filiale di Varese 47 3º Supplemento Straordinario Venerdì 26 novembre 2010

Dettagli

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 RETI TERRITORIALI OBIETTIVO Attivazione di reti territoriali

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

Regione Umbria Giunta Regionale

Regione Umbria Giunta Regionale Regione Umbria Giunta Regionale DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITA' DELL'UMBRIA Servizio Politiche della casa e riqualificazione urbana DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 5527

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO 4017 15/05/2014 Identificativo Atto n. 230 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO IMPEGNO E CONTESTUALE LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO REGIONALE PARI A 100.000,00 A FAVORE DEL SERVIZIO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 10511 12/11/2014 Identificativo Atto n. 1108 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE DELL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAIZONE DELLA DOTE SCUOLA COMPONENTE MERITO - A.S. 2014/1015.

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2363 Seduta del 12/09/2014

DELIBERAZIONE N X / 2363 Seduta del 12/09/2014 DELIBERAZIONE N X / 2363 Seduta del 12/09/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE 3073 Identificativo Atto n. 219 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE "BANDO DI INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI COOPERAZIONE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA INTERNAZIONALE" EMANATO CON

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 681 Seduta del 13/09/2013

DELIBERAZIONE N X / 681 Seduta del 13/09/2013 DELIBERAZIONE N X / 681 Seduta del 13/09/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

48 18.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

48 18.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 48 18.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento Industria, Artigianato,

Dettagli

1. PREMESSA. La somma stanziata per l erogazione dei contributi ammonta a 150.000,00 euro ed è così ripartita:

1. PREMESSA. La somma stanziata per l erogazione dei contributi ammonta a 150.000,00 euro ed è così ripartita: Contributi alle MPMI della provincia di Varese per l banda larga (allegato alla determinazione n. 304 del 9 luglio 2014) 1. PREMESSA Nell ambito dell Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA ASSEMBLEA ORDINARIA 11 DICEMBRE 2014 APPROVAZIONE BILANCIO PREVENTIVO 2015

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA ASSEMBLEA ORDINARIA 11 DICEMBRE 2014 APPROVAZIONE BILANCIO PREVENTIVO 2015 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA ASSEMBLEA ORDINARIA 11 DICEMBRE 2014 APPROVAZIONE ANDAMENTO ISCRIZIONI CANCELLAZIONI 2010 2011 2012 2013 2014 NUOVI ISCRITTI 218 201 146 120 140 CANCELLAZIONI

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 5617 21/06/2011 Identificativo Atto n. 623 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTI ESECUTIVI RELATIVI ALL AVVISO UNICO PER LA SPERIMENTAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 45 del 15/04/2014 Oggetto: Reg. CE n. 1234/07

Dettagli

Premesso che. Tutto ciò premesso

Premesso che. Tutto ciò premesso BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA AI SENSI DELL ART.15 DELLA LEGGE 11 AGOSTO 1991, N. 266 E DEL DECRETO DEL MINISTERO DEL TESORO 8

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 Approvazione Piano 2015 delle attività ammesse a finanziamento nel settore dello Spettacolo (Regolamento Regionale del 13.04.2007 n. 11 e s.m.,

Dettagli

Decreto N 2100 del 15 Maggio 2012. Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (PBURT/BD)

Decreto N 2100 del 15 Maggio 2012. Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (PBURT/BD) REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE PROGRAMMAZIONE AGRICOLA - FORESTALE. Il

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015

DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015 DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

lo Statuto speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; ASSENTU DE SU TERRITORIU ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione 00-03-60-00 Centro Regionale di Programmazione. DETERMINAZIONE N. 7981 REP. N. 640 Oggetto: P.O. FERS 2007 2013 Asse VI

Dettagli

beneficiario per cui si ritiene che la somma posta in liquidazione con il presente provvedimento costituisce credito certo, esigibile e liquidabile

beneficiario per cui si ritiene che la somma posta in liquidazione con il presente provvedimento costituisce credito certo, esigibile e liquidabile 8605 beneficiario per cui si ritiene che la somma posta in liquidazione con il presente provvedimento costituisce credito certo, esigibile e liquidabile DETERMINA 1. di approvare, ai sensi dell art. 8

Dettagli

12566 22/12/2014 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE, VOLONTARIATO E PARI OPPORTUNITA' Identificativo Atto n. 640

12566 22/12/2014 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE, VOLONTARIATO E PARI OPPORTUNITA' Identificativo Atto n. 640 12566 22/12/2014 Identificativo Atto n. 640 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE, VOLONTARIATO E PARI OPPORTUNITA' ATTUAZIONE DELLA D.G.R. 2531 DEL 17/10/2014 PROMOZIONE E SVILUPPO SUL TERRITORIO

Dettagli

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Programma per la realizzazione di reti d Impresa denominato ERGON Azione

Dettagli

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Rodengo Saiano, 25/04/2012 Buongiorno, Le segnalo il bando regionale per l internazionalizzazione delle Pmi lombarde. BANDO LOMBARDIA BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile: Proposta N 2013AD002383

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile: Proposta N 2013AD002383 REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE POLITICHE ORIZZONTALI DI

Dettagli

Prospettive per il 2015. Vittorio Boccaletti Area Programmazione Risorse Finanziarie e di Bilancio

Prospettive per il 2015. Vittorio Boccaletti Area Programmazione Risorse Finanziarie e di Bilancio Prospettive per il 2015 Vittorio Boccaletti Area Programmazione Risorse Finanziarie e di Bilancio 26 febbraio 2015 L impatto della manovra finanziaria Comparto province 2012 2013 2014 2015 2016 2017 D.L.78/2010

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA

Alla stregua dell istruttoria degli uffici del Settore Urbanistica, dichiarata la regolarità tecnica; DECRETA A.G.C. 16 - Governo del Territorio, Tutela Beni, Paesistico-Ambientali e Culturali - Settore Urbanistica - Decreto dirigenziale n. 1 del 14 gennaio 2010 Legge Regionale 16/2004 articolo 40 comma 2 - Contributi

Dettagli

DECRETO N. 1399 Del 25/02/2015

DECRETO N. 1399 Del 25/02/2015 DECRETO N. 1399 Del 25/02/2015 Identificativo Atto n. 452 PRESIDENZA Oggetto RIDETERMINAZIONE DELLA MISURA DELLO SCONTO SUGLI ACQUISTI DI BENZINA E ATTIVAZIONE DELLA MISURA DELLO SCONTO SUL GASOLIO PER

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA

BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA SETTORE SICUREZZA URBANA E PROTEZIONE CIVILE BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1743 / 2014 Area A2 - Servizi alla Persona, Operaestate e Spettacolo OGGETTO: BANDI REGIONE VENETO EMERGENZA SOCIALE E MONOPARENTALI

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO RICERCA

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO RICERCA REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO RICERCA. Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: MARCO MASI

Dettagli

03/02/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 10. Regione Lazio

03/02/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 10. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 2 febbraio 2015, n. G00709 POR FESR Lazio 2007-2013 - Asse I - Attività 7 "Avviso Pubblico

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 39 DEL 12/03/2013

DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 39 DEL 12/03/2013 DELIBERAZIONE DI GIUNTA N. 39 DEL 12/03/2013 OGGETTO: COMUNE DI LECCE. INIZIATIVA DENOMINATA: "INTERNATIONAL WORKSHOP EUROPEAN OPPORTUNITIES LOOKING AT OUR TERRITORY: LECCE SMART COMMUNITY- RICHIESTA DI

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 387 28/07/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11559 DEL 21/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: PROGRAM. ECONOMICA, BILANCIO, DEMANIO E PATRIMONIO Area: TRIBUTI,

Dettagli

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO, AGRICOLTURA E PROMOZIONE DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 147 DEL 08/03/2012 OGGETTO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013, ASSE 1 - MISURA 111 AZIONE 1 "FORMAZIONE

Dettagli

Disabilità: nuovi servizi e nuovi sistemi di finanziamento

Disabilità: nuovi servizi e nuovi sistemi di finanziamento Disabilità: nuovi servizi e nuovi sistemi di finanziamento Area Disabilità La politica regionale lombarda in quest area è particolarmente attiva, con servizi ed interventi a carattere educativo, formativo

Dettagli

74AD.2011/D.00209 21/3/2011

74AD.2011/D.00209 21/3/2011 DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE 74AD 74AD.2011/D.00209 21/3/2011 P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013. Asse IV -

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Settore Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Decreto n. 1186 del 10/06/2015 Oggetto: Reg. CE n. 1308/2013

Dettagli