CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA ATTENZIONE! AD OGGI IL PRESENTE DOCUMENTO E PUBBLICATO SUL SITO AL SOLO FINE DI CONSENTIRE ALLE DITTE DI VERIFICARE SE LA GARA E DI LORO INTERESSE. IN QUESTA FASE DI GARA L UNICO ADEMPIMENTO DA ASSOLVERE E INVIARE L ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DEBITAMENTE COMPILATA E SOTTOSCRITTA, NEI TERMINI INDICATI DAL BANDO DI GARA, SENZA ALTRO DOCUMENTO. ART. OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento dei servizi di pulizia e disinfezione giornaliera e periodica, da svolgersi negli immobili dell Azienda USL Imperiese, compresa la pulizia delle cucine, nonchél eventuale collaborazione alla distribuzione dei pasti come meglio precisato nell allegato n. costituente parte integrante del presente capitolato. ART. 2 MODALITA DI EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO Il servizio prevede la pulizia e la sanificazione ambientale giornaliera, plurigiornaliera e periodica in relazione alla diversa tipologia di area (art. 3) e le prestazioni aggiuntive (art. 4.2). Il servizio dovrà essere effettuato in osservanza delle disposizioni contenute nel presente Capitolato e della normativa vigente. L aggiudicatario dovrà garantire il livello igienico e qualitativo dei servizi erogati secondo le specifiche tecniche ed i requisiti minimi di seguito riportati. ART. 3 TIPOLOGIA DELLE AREE Nella individuazione delle tipologia delle aree sono stati considerati i seguenti fattori:. il rischio di contaminazione, crescita e moltiplicazione di microrganismi responsabili di infezioni; 2. il tipo di popolazione che in tali aree è presente; 3. il tipo di attività svolta in tali aree. Le prestazioni sono contenute nelle schede riassuntive. In linea di massima il numero delle frequenze delle attività è il seguente: a) Frequenze su 5 giorni/settimana la maggior parte degli uffici amministrativi, la maggior parte degli ambulatori sanitari, i servizi di Day Hospital e Day Surgery, di Endoscopia Pagina di 24

2 digestiva, ecc.; b) Frequenze su 6 giorni/settimana un ridotto numero di ambulatori sanitari, alcuni uffici delle direzioni sanitarie ospedaliere, le sale operatorie, i servizi di Dialisi, le Palestre, alcuni uffici amministrativi, ecc.; c) Frequenze su 7 giorni/settimana tutte le aree degenziali, il laboratori analisi, le radiologie, Pronto Soccorso, i sevizi 8, le camere mortuarie, gli atri, corridoi, scale interne, i bagni per utenza, le sale d aspetto degli ospedali. Per un totale generale di mq circa. Le superfici relative a ciascuna tipologia di area sono puramente indicative. Alle Ditte partecipanti verranno messe a disposizione le planimetrie aggiornate con evidenziate le tipologie secondo il colore attribuito nel presente capitolato e non vincolanti per cui con l'aggiudicatario potrà essere effettuato rilievo in contraddittorio su specifiche aree con presenza di disaccordo. Pagina 2 di 24

3 TIPOLOGIA GIALLO aree degenziali, day surgery, day hospital, servizi di diagnosi e cura, palestre, laboratori, radiologie, palestre, ambulatori. TIPOLOGIA 2 ROSSO emodialisi, malattie infettive, pronto soccorso, rianimazione, u.t.i.c, sala operatoria, sala parto, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, sezione neonatale, centrale di sterilizzazione. TIPOLOGIA 3 BLU ascensori adibiti al trasporto dei pazienti e materiale sanitario, servizi 8, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativi, luoghi di culto. TIPOLOGIA 4 AZZURRO camere mortuarie, ingressi, atri, corridoi, tunnel e scale, ascensori, montacarichi, servizi igienici adibiti all utenza. TIPOLOGIA 5 ROSA aree di servizio ed aree esterne: depositi, archivi, scale di emergenza, terrazzi e balconi, ambienti di stoccaggio dei rifiuti. Oltre alle aree indicate la ditta aggiudicataria dovrà, nel prezzo globale offerto per le stesse, ricomprendere e garantire la pulizia giornaliera dei viali, delle aree di parcheggio, delle griglie di smaltimento acque piovane e quanto altro interno alle cinte degli Stabilimenti Ospedalieri, nonché nel Centro Direzionale di Bussana, nel Distretto di Villa Olga in Ventimiglia, nel padiglione Barellai di Costarainera, procedendo alla raccolta dei materiali ivi abbandonati ed allo svuotamento dei cestini di raccolta cartacea e piccoli rifiuti urbani. Per tali aree non sono allegate al presente capitolato le planimetrie ma l ufficio Economato di Bussana sarà a disposizione per eventuale sopralluogo delle aree di interesse. Pagina 3 di 24

4 TIPOLOGIA GIALLO (mq ,70) aree degenziali, day surgery, day hospital, servizi di diagnosi e cura, palestre, laboratori, radiologie, palestre, ambulatori e quanto evidenziato nelle planimetrie. OPERAZIONI DA SVOLGERE N prestazioni giornaliere GIORNALIERA N frequenze settimanali PERIODICA Sett. Mens. Trim. Sem. PAVIMENTI E PARETI Ricambio d aria dei locali. Scopatura a umido e lavaggio dei pavimenti. Aspirazione e Lavaggio dei soffitti lavabili delle pareti e soffitto 2: aree degenziali, laboratori, radiologie : ambulatori, sale operatorie, palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery Lavaggio delle zone piastrellate Scopatura e lavaggio pavimenti dei balconi e asportazione dello sporco solido Lavaggio a fondo dei pavimenti e lucidatura antisdrucciolo Lavaggio vetri all interno e all esterno 5: ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali, laboratori, radiologie 5: ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali, laboratori, radiologie 2 ARREDI Spolveratura ad umido scrivanie, unità del malato: tavolini, sedie, comodini, letto, armadio, testa letto,ecc. 5: ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree Pagina 4 di 24

5 Eliminazione impronte e macchie da porte, pareti, arredi, infissi, interruttori, telefoni, Lavaggio veneziane/tende/pareti mobili/divisori, tapparelle e persiane, radiatori. degenziali, laboratori, radiologie 5: ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali, laboratori, radiologie VARIE Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti Trasporto rifiuti al punto di raccolta. Approvvigionamento giornaliero dei contenitori per la raccolta dei rifiuti sanitari Lavaggio a fondo delle unità dei malati dimessi (entro ora dalla richiesta) Lavaggio dei sanitari e della rubinetteria, rifornimento dei distributori sapone, carta igienica (materiale fornito dall ASL) Lavaggio a fondo dei sanitari, smontaggio e trattamento anticalcare della rubinetteria, con immersione dei terminali (rompi getto, pigne, ecc.) nel liquido trattante 2: aree degenziali, laboratori, radiologie : ambulatori, sale operatorie, palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery Su richiesta (mattina e pomeriggio) 2: aree degenziali, laboratori, radiologie : ambulatori, palestre ospedaliere, Day Hospital, Surgery Day 5: ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali, laboratori, radiologie 6:, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali 5. ambulatori 6: palestre ospedaliere, Day Hospital, Day Surgery 7: aree degenziali, laboratori, radiologie Pagina 5 di 24

6 TIPOLOGIA 2 ROSSO (mq 8.292,67) emodialisi, malattie infettive, pronto soccorso, rianimazione, u.t.i.c, sala operatoria, sala parto, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, sezione neonatale, centrale di sterilizzazione e quanto evidenziato nelle planimetrie. OPERAZIONI DA SVOLGERE N prestazioni giornaliere GIORNALIERA N frequenze settimanali PERIODICA Sett. Mens. Trim. Sem. PAVIMENTI E PARETI Ricambio d aria dei locali. Scopatura a umido e lavaggio Aspirazione e Lavaggio dei soffitti lavabili delle pareti e soffitto 2: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale : emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale sterilizzazione Lavaggio delle zone piastrellate Scopatura e lavaggio pavimenti dei balconi e asportazione dello sporco solido Lavaggio a fondo dei pavimenti e lucidatura antisdrucciolo. Lavaggio vetri interni ed esterni ARREDI di 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale 6: emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale sterilizzazione di 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale 6: emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale di sterilizzazione 2 Pagina 6 di 24

7 Spolveratura ad umido scrivanie, unità del malato,arredi in genere. Eliminazione impronte e macchie da porte, pareti, arredi, infissi, interruttori, telefoni, Lavaggio veneziane/tende/pareti mobili/divisori, tapparelle e persiane 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale 6: emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale di sterilizzazione VARIE Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti Trasporto rifiuti al punto di raccolta. Approvvigionamento giornaliero dei contenitori per la raccolta dei rifiuti sanitari Lavaggio a fondo delle unità dei malati dimessi (entro ora dalla richiesta) Lavaggio dei sanitari e della rubinetteria, rifornimento dei distributori sapone, carta igienica (materiale fornito dall ASL) 2: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale : emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale sterilizzazione di Su richiesta (mattina e pomeriggio) 2: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale : emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale sterilizzazione 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale 6: emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, centrale di sterilizzazione 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione 7: Malattie Infettive, Pronto Soccorso, UTIC, Rianimazione, sala parto, sezione neonatale 6: emodialisi, sala operatoria, sala angiografica, sala elettrofisiologia, sale endoscopiche, di centrale di sterilizzazione Pagina 7 di 24

8 Lavaggio dei sanitari, smontaggio e trattamento anticalcare della rubinetteria, con immersione nel liquido trattante TIPOLOGIA 3 BLU (mq 4.58,88) ascensori adibiti al trasporto dei pazienti e materiale sanitario, servizi CAUP, 8, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativi, luoghi di culto e quanto evidenziato nelle planimetrie. PAVIMENTI E PARETI OPERAZIONI DA SVOLGERE Ricambio d aria dei locali. Scopatura a umido e lavaggio pavimenti e zone piastrellate GIORNALIERA N prestazioni giornaliere 2: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori : ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativi, luoghi di culto Lavaggio zone piastrellate N frequenze settimanali 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di culto 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di PERIODICA Sett. Mens. Trim. Sem. Pagina 8 di 24

9 culto Aspirazione e lavaggio delle pareti e soffitto lavabili Lavaggio a fondo dei pavimenti con deceratura e inceratura. Lavaggio vetri interni e esterni Scopatura e lavaggio pavimenti dei balconi e asportazione dello sporco solido ARREDI Spolveratura ad umido arredi e piani di lavoro Eliminazione impronte e macchie da porte, pareti, arredi, infissi, interruttori, telefoni 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di culto 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di culto 2 Spolveratura ad umido dei radiatori Pagina 9 di 24

10 Lavaggio veneziane/tende/pareti mobili/divisori, tapparelle e persiane. Lavaggio vetri all interno e all esterno VARIE Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti. Trasporto rifiuti al punto di raccolta. Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti. Approvvigionamento giornaliero dei contenitori per la raccolta dei rifiuti sanitari Lavaggio dei sanitari e della rubinetteria, rifornimento dei distributori sapone, carta igienica (materiale fornito dall ASL) 2: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori : ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativi, luoghi di culto 2: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori : ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativi, luoghi di culto 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di culto 7: servizi CAUP, 8 e spogliatoi ascensori 5: ambulatori, farmacie ospedaliere, spogliatoi del ambulatori territoriali, uffici amministrativ i, luoghi di culto Pagina 0 di 24

11 TIPOLOGIA 4 AZZURRO (mq 9.975,55) camere mortuarie, ingressi, atri, corridoi, tunnel e scale, ascensori, montacarichi dei settori Amministrativi e Territoriali, servizi igienici adibiti all utenza e tutto quanto evidenziato nelle planimetrie. PAVIMENTI E PARETI OPERAZIONI DA SVOLGERE Ricambio d aria dei locali. Scopatura a umido e lavaggio pavimenti e zone piastrellate GIORNALIERA N prestazioni giornaliere N frequenze settimanali 7: camere mortuarie, 2: camere ingressi, atri, mortuarie, corridoi, ingressi, atri, tunnel, scale, corridoi, servizi tunnel, scale, igienici servizi igienici adibiti adibiti all utenza, all utenza, ascensori e ascensori e montacarichi montacarichi.. 5: ingressi, : ingressi, atri, atri, corridoi, corridoi, tunnel, scale, tunnel, scale, servizi servizi igienici igienici adibiti adibiti all utenza, all utenza, ascensori e ascensori e montacarichi montacarichi dei settori dei settori Amministrativi Amministrati e Territoriali vi e Territoriali PERIODICA Sett. Mens. Trim. Sem. Aspirazione e lavaggio delle pareti e soffitto lavabili Lavaggio a fondo dei pavimenti con deceratura e inceratura Scopatura e lavaggio pavimenti dei balconi e asportazione dello sporco solido ARREDI Spolveratura ad umido arredi e piani di lavoro 7: camere mortuarie, ingressi, atri, corridoi, tunnel, scale, 2 Pagina di 24

12 Eliminazione impronte e macchie da porte, pareti, arredi, infissi, interruttori, telefoni servizi igienici adibiti all utenza, ascensori e montacarichi. 5: ingressi, atri, corridoi, tunnel, scale, servizi igienici adibiti all utenza, ascensori e montacarichi dei settori Amministrati vi e Territoriali 7: camere mortuarie, ingressi, atri, corridoi, tunnel, scale, servizi igienici adibiti all utenza, ascensori e montacarichi. 5: ingressi, atri, corridoi, tunnel, scale, servizi igienici adibiti all utenza, ascensori e montacarichi dei settori Amministrati vi e Territoriali Spolveratura ad umido dei radiatori Lavaggio veneziane/tende/pareti mobili/divisori, tapparelle e persiane VARIE Pagina 2 di 24

13 Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti. Trasporto rifiuti al punto di raccolta Lavaggio dei sanitari e della rubinetteria, rifornimento dei distributori sapone, carta igienica (materiale fornito dall ASL) 7: camere 2: mortuarie, camere ingressi, atri, mortuarie, ingressi, corridoi, atri, tunnel, scale, corridoi, tunnel, servizi igienici scale, adibiti servizi igienici all utenza, adibiti ascensori e all utenza ospedaliera montacarichi. : ingressi, atri, 5: ingressi, atri, corridoi, tunnel, corridoi, scale, tunnel, scale, servizi igienici servizi igienici adibiti all utenza adibiti dei all utenza, settori ascensori e Amministrativi montacarichi e Territoriali dei settori Amministrativi e Territoriali 7: camere mortuarie, ingressi, atri, corridoi, tunnel, scale, 2: camere servizi igienici mortuarie, adibiti servizi igienici all utenza, adibiti ascensori e all utenza montacarichi ospedaliera. : servizi 5: ingressi, atri, igienici adibiti corridoi, all utenza dei settori Amministrativi e Territoriali tunnel, scale, servizi igienici adibiti all utenza, ascensori e montacarichi dei settori Amministrativi e Territoriali Lavaggio vetri all interno e all esterno Pagina 3 di 24

14 TIPOLOGIA 5 ROSA (mq 4.72,49) aree di servizio ed aree esterne: depositi, archivi, scale di emergenza, terrazzi e balconi, ambienti di stoccaggio dei rifiuti e tutto quanto evidenziato nelle planimetrie. OPERAZIONI DA SVOLGERE N prestazioni giornaliere GIORNALIERA N frequenze settimanali PERIODICA Sett. Mens. Trim. Sem. PAVIMENTI E PARETI Ricambio d aria dei locali. Scopatura a umido e lavaggio 2 Aspirazione e Lavaggio dei soffitti lavabili delle pareti e soffitto Lavaggio delle zone piastrellate Scopatura e lavaggio pavimenti dei balconi e asportazione dello sporco solido Lavaggio a fondo dei pavimenti Lavaggio vetri all interno e all esterno ARREDI Spolveratura ad umido arredi, scaffali, ecc. Eliminazione impronte e macchie da porte, pareti, arredi, infissi, interruttori, telefoni, Lavaggio veneziane/tende/pareti mobili/divisori, tapparelle e persiane, radiatori. VARIE Vuotatura dei cestini, dei posacenere e cambio degli appositi sacchetti Trasporto rifiuti al punto di raccolta. Approvvigionamento giornaliero dei contenitori per la raccolta dei rifiuti sanitari Lavaggio dei sanitari e della rubinetteria, rifornimento dei distributori sapone, carta igienica (materiale fornito dall ASL) 2 2 Pagina 4 di 24

15 ART. 4 MODALITA GENERALI DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO 4. Il Servizio Ordinario Il servizio ordinario comprende:. tutte le attività standard che permettono di affrontare la gestione delle esigenze correnti di pulizia dei locali, sulla base della tipologia indicata nelle apposite tabelle; 2. la sanificazione e sanitizzazione dei letti ed arredi (unità del malato) ad ogni dimissione (secondo le indicazioni concordate nel piano degli interventi); 3. la fornitura di tutto il materiale di consumo in uso diretto connesso al servizio effettuato e con attrezzature collegate; 4. diversi interventi di periodicità variabile (ogni intervento periodico previsto con frequenza ultra mensile va effettuato entro il primo mese dall applicazione del contratto e quindi ripetuto secondo il programma previsto); 5. le pulizie nelle aree esterne che comprende anche le operazioni di spalatura della neve e di spargimento sale in caso di nevicate e gelate; 6. l applicazione di targhette identificatici alle macchine, attrezzature dell Impresa Appaltatrice, utilizzate negli ambienti dell Azienda; 7. le pulizie degli arredi e dei presidi medici delle camere di degenza direttamente funzionali ai pazienti (pulizia dei letti ed accessori, monitor, comodini, pannelli testa letto, carrozzelle, comode, barelle, poltrone, ecc.). 8. l organizzazione funzionale per l esecuzione del servizio svolto dall Impresa Appaltatrice al fine di evitare qualsiasi intralcio o disturbo al normale andamento dell attività dei Servizi dell ASL, e l osservanza degli orari di svolgimento dell attività concordati con la Direzione Sanitaria/Distretto 9. la fornitura a tutti i settori dell azienda del piano scritto delle operazioni di pulizia e la fascia oraria individuata per ogni settore ed unità operativa interessata che dovrà essere apposto, a mezzo cartello o scheda, sul carrello di pulizia in dotazione dell area in modo da rendere visibile il lavoro dovuto agli operatori del Servizio di Pulizia. 0. in caso di particolari esigenze di natura igienico-sanitarie, in qualsiasi momento, compreso i giorni festivi può essere richiesta la pulizia-disinfezione finale delle camere di degenza; essa comprende la pulizia a fondo della stanza e tutti gli arredi in essa contenuti, indipendentemente dal piano di lavoro di risanamento periodico, senza alcun maggior compenso. 4.2 Il Servizio Straordinario. Nell ambito del servizio di pulizia la ditta appaltatrice dovrà garantire tutti i giorni. dell anno, per 24 ore al giorno, la disponibilità per cause eccezionali e su chiamata, per ogni Pagina 5 di 24

16 Stabilimento Ospedaliero e Ambito Territoriale, al fine di soddisfare eventuali necessità di pulizia urgenti che si dovessero presentare nelle diverse aree dell Azienda con pagamento a parte. Quotidianamente l impresa dovrà anche provvedere alla rimozione di eventuali scritte/graffi su qualsiasi superficie e di manifesti, locandine o simili affissi al di fuori delle apposite bacheche. 2. Possono essere previsti interventi straordinari per le pulizie a fondo di ambienti sottoposti a lavori di ristrutturazione. Al termine delle operazioni di pulizia la Ditta Appaltatrice dovrà redigere scheda di lavoro in duplice copia indicante il luogo di intervento ed il numero di ore effettuate; la scheda dovrà riportare timbro e firma leggibile del personale dell Azienda all uopo autorizzato a verificare l effettivo svolgimento del servizio straordinario. Una copia di detta scheda dovrà essere consegnata all Ufficio Economato per il relativo nulla osta al compenso economico del lavoro ordinato. Gli interventi di cui sopra saranno remunerati dall ASL al costo orario di. 8,00 per persona motivatamente dovuta; tali interventi urgenti o straordinari dovranno essere fatturati separatamente. Resta inteso che per lavori di particolare entità l Azienda si riserva di chiedere un preventivo alla ditta aggiudicataria e/o a altre ditte. ART. 5 PRINCIPI Dl CARATTERE GENERALE a) Non è ammesso l uso di scope di crine o di nylon, spazzoloni e /o stracci per pavimenti, segatura impregnata se non per le aree esterne (art. 6.3); b) La scopatura dei pavimenti dovrà essere effettuata ad umido con garze monouso che saranno sostituite almeno ogni 20 mq. di superficie; c) Ogni operazione di lavaggio prevista dovrà essere effettuata con sostanze ad azione detergente disinfettante. Per le superfici diverse dai pavimenti, comprese porte e finestre, occorre utilizzare prodotti detergenti e disinfettanti separatamente. I detergenti e disinfettanti possono essere evitati se si utilizzano sistemi per la pulizia e la disinfezione mediante vapore; d) Dovrà essere previsto nell ambito delle operazioni di sanificazione dei pavimenti l utilizzo di prodotti a duplice azione detergente e incerante; e) Devono essere usati sempre panni e secchi di colore differenziato a seconda delle sedi di utilizzo in riferimento alle zone trattate (zona paziente, zona bagno, zona WC, zona uffici,ecc.); f) Ogni intervento di pulizia dovrà essere preceduto da un adeguato ricambio d aria dei locali, fatto salvo alcuni locali che hanno impianti di climatizzazione e che devono essere mantenuti a bassa carica microbica (sale operatorie, sale endoscopiche, ecc.); g) Ciascun locale dovrà essere lasciato in ordine al termine dell intervento di pulizia, chiudendolo a chiave salvo diversa indicazione; h) Per la sanificazione di superfici orizzontali (ad es. plafoniere, porte degli armadi, davanzali, tavoli, poltrone sedie, attaccapanni, scrivanie) occorre utilizzare sostanze inodore; Pagina 6 di 24

17 i) La sanificazione dei sanitari (WC, lavandini, bidet, vasche, contenitore e spazzola WC) va sempre ultimata con un intervento di disinfezione mediante l utilizzo di cloro ossidante al 0%. j) La deragnatura in tutti i locali dovrà essere effettuata ogni qualvolta accertata la presenza di ragnatele; k) Durante le operazioni di lavaggio e di spolveratura è indispensabile spostare gli oggetti; l) Gli orari degli interventi previsti con frequenza bi-quotidiana saranno concordati con la Direzione Sanitaria oppure con la Direzione del Distretto. Gli interventi giornalieri con unica frequenza saranno effettuati,di norma, al pomeriggio dopo le ore 7,00; m) Durante le attività di pulizie a fondo,in sostituzione della scopatura ad umido dovranno essere utilizzati aspirapolvere con filtri HEPA. La Ditta Appaltatrice dovrà provvedere alla fornitura di tutto il materiale di consumo come indicato nell art. 4 ai punti 0 e, di attrezzi, attrezzature e del relativo carburante e lubrificante. I prodotti e le attrezzature della Ditta Appaltatrice utilizzati devono essere di comprovata validità ed affidabilità ed in conformità alle vigenti disposizioni di legge. Si precisa che per ogni prodotto utilizzato dovrà essere fornita denominazione commerciale, scheda tecnica e scheda di sicurezza prevista in ambito UE. ART. 6 NORME COMPORTAMENTALI RELATIVE AL SERVIZIO DI PULIZIA 6. Spolveratura e sanificazione degli arredi Gli operatori (dotati dei doverisi Dispositivi di Protezione Individuali) e di uniforme di lavoro, devono utilizzare il carrello multiuso, porta sacco per rifiuti con ripiano per panni, spugne, detergenti e tutti gli accessori e prodotti che dovrà impiegare per provvedere con cura alla rimozione di qualsiasi traccia di polvere e sporco, di impronte varie sulle superfici piane, sugli. arredi e sulle superfici verticali. E importante osservare le corrette e seguenti fasi di lavoro: ) aprire le finestre per effettuare il ricambio di aria dei locali (salvo diverse indicazioni); 2) svuotare e pulire i posa ceneri ed i cestini getta carte; 3) sgomberare le superfici; 4) effettuare la spolveratura ad umido; 5) procedere al lavaggio/disinfezione; 6) ripristinare l ambiente nello stato originario; L operatore eseguirà queste operazioni in maniera differente a seconda delle superfici su cui agisce ed alla quantità di polvere presente. Sulle superfici orizzontali (ad es.: plafoniere, armadi, davanzali, tavoli, poltrone, sedie attaccapanni e scrivanie ecc.) si effettuerà la spolveratura ad umido, con una soluzione detergente ed un panno scozzese che non lascia peluria (o equivalente sistema anche monouso), spruzzando il prodotto volta per volta ritenuto più idoneo a secondo delle superfici; il prodotto va spruzzato sempre sul panno stesso e mai direttamente sui mobili. Gli operatori faranno delle distinzioni a seconda che operino in aree di livello di rischio alto, medio e basso. Nelle zone a Pagina 7 di 24

18 medio rischio e ad alto rischio risulterà necessario attuare una disinfezione oltre che una pulizia degli arredi, per ottenere un effetto pulente combinato a quello disinfettante, che dovrà essere estremamente rapido. 6. Cambio aria dei locali L operatore, prima di effettuare i lavori previsti nelle stanze, salvo diverse indicazioni, provvederà ad aprire le finestre per arieggiare i locali, avendo cura di chiudere le porte per evitare correnti di aria. Al termine delle operazioni dovrà provvedere alla chiusura delle finestre. 6.2 Scopatura ad umido dei pavimenti La scopatura ad umido consiste nell asportazione completa di tutta la polvere presente nel pavimento con l ausilio di panno monouso e prodotto detergente disinfettante. L operatore dovrà preventivamente liberare gli ambienti dagli ingombri mobili (sedie, piantane, cassettiere su ruote ecc.), utilizzando una tecnica che prevede la prima fase di pulizia partendo dai bordi dei locali e proseguendo verso il centro e l uscita. Nelle zone di medio ed alto livello di rischio, l operatore effettuerà la scopatura dei pavimenti con garze monouso impregnate con un detergente disinfettante, sostituendo la garza ogni qualvolta passa da un locale all altro e comunque ogni 20 mq.(salvo diverse indicazioni). 6.3 Lavaggio e Disinfezione di pavimenti Il lavaggio dei pavimenti è una delle operazioni fondamentali in ogni piano organico di pulizie ambientali. L operatore eseguirà tale operazione utilizzando uno dei seguenti due metodi: - Macchina lavasciuga (in caso di ampi spazi o corridoi); - Sistemi di pulizia e disinfezione mediante vapore; - Mop con carrello a due secchi (N.B. E fondamentale la sostituzione del mop dopo uso, vengono impiegati mediamente n. 2 mop per ogni stanza e ripetuti cambi della soluzione detergente). 6.4 Spazzatura di ambienti esterni Per la spazzatura di ambienti esterni (scalinate, rampe, piazzali, viali), l operatore adopererà apposita scopa ed il raccoglitore, oppure degli aspiratori meccanici. Quando l operatore effettua le pulizie nelle aree esterne dovrà indossare apposita divisa di colore diverso a quella utilizzata per ambienti interni. Pagina 8 di 24

19 6.5 Pulizia dei servizi Igienici L intervento di pulizia giornaliera o plurigiornaliera dei servizi igienici prevede la pulizia completa dei sanitari, locali, spogliatoi, box doccia, vasche da bagno, degli specchi, mensole e rubinetteria ed il rifornimento dei dispensatori esistenti (carta igienica, sapone ecc. forniti dall ASL). Periodicamente è previsto il trattamento anticalcare dei rompigetto della rubinetteria. 6.6 Raccolta e trasporto rifiuti urbani Gli operatori dovranno provvedere alla regolare raccolta dei rifiuti solidi urbani (previa idonea chiusura dei sacchi/contenitori) e, ove previsto alla raccolta differenziata, ed al trasporto nei luoghi deputati, in concomitanza con gli interventi di pulizia nonché al lavaggio dei contenitori e cestini presenti negli ambienti. Per il trasporto saranno utilizzati esclusivamente appositi carrelli mobili. Gli operatori dovranno indossare i necessari Dispositivi di Protezione Individuale e,durante il trasferimento dei rifiuti dovranno evitare la sosta nelle aree di degenza, corridoi ed altro avendo cura di seguire i percorsi ed effettuare il regolare recapito nei luoghi indicati dalla Direzione Sanitaria. 6.7 Raccolta e trasporto rifiuti sanitari Gli operatori provvederanno a raccogliere e trasportare i contenitori dei rifiuti sanitari ed a trasportarli nei luoghi di raccolta deputati; le modalità e la tempistica per la raccolta, il trasferimento e la sostituzione dei nuovi contenitori avverrà secondo le esigenze di ciascuna struttura, sulla base di un programma articolato dalla ditta appaltatrice concordato con la Direzione Sanitaria. Gli operatori dovranno raccogliere i contenitori perfettamente chiusi e riportanti le indicazioni necessarie secondo il protocollo aziendale per il trattamento dei rifiuti sanitari e trasportarli nel luogo indicato, mediante l utilizzo di carrelli mobili chiusi. Durante il trasferimento dei rifiuti l operatore non sosterà nelle aree di degenza, corridoi ed atri. ART. 7 MATERIALI, PRODOTTI ED ATTREZZATURE I materiali impiegati dovranno essere conformi alla normativa vigente, in particolare per quanto riguarda la biodegradabilità. I disinfettanti utilizzati dovranno corrispondere a quelli indicati in offerta ed essere corredati delle relative schede di sicurezza contenenti i seguenti dati: - il nome del produttore; - le caratteristiche del prodotto; - il contenuto in percentuale dei principi attivi; Pagina 9 di 24

20 - le indicazioni d uso; - il ph della soluzione; - i simboli di pericolo; - il rischio e le indicazioni per il primo soccorso; - i numeri di telefono dei centri antiveleno presso i quali sono depositate le schede di sicurezza. Per i sanificanti, inoltre, è indispensabile fornire una documentazione che attesti la validità dei prodotti per la riduzione della carica batterica. Le concentrazioni d uso indicate devono quindi garantire l efficacia antibatterica come da detta documentazione. Altri prodotti non inclusi nella lista depositata in sede di gara dovranno essere preventivamente autorizzati dall Azienda. E vietato l uso di prodotti tossici e/o corrosivi ed in particolare: - acido cloridrico - ammoniaca I detergenti ed i disinfettanti dovranno essere usati ad esatta concentrazione e preparati al momento di utilizzo. Dopo l uso tutto il materiale dovrà essere accuratamente lavato, disinfettato, asciugato, e custodito in apposito deposito ove potrà essere controllato senza alcun preavviso dal personale incaricato dell ASL. ART. 8 PERSONALE 8. Personale adibito al servizio L esecutore ed il personale ad esso dipendente dovranno uniformarsi a tutte le normative nazionali e comunitarie ed alle direttive di carattere generale e speciale impartite dall Azienda; dovrà inoltre garantire per tutta la durata del contratto ed in ogni periodo dell anno, la presenza costante del numero di unità lavorative, già definita preventivamente in sede contrattuale, utile ad un compiuto e corretto espletamento del servizio, provvedendo ad eventuali assenze con una immediata sostituzione. Il personale dovrà essere preventivamente formatosia sulle modalità di svolgimento delle attività negli ambienti sanitari, relativamente al grado di rischio, che sul comportamento da osservare per evitare danni personali o a terzi (misure preventive per evitare la trasmissione di infezioni, trattamento del sangue e dei liquidi biologici, ecc.). L organizzazione, in particolare presso le aree sanitarie, dovrà tendere a ridurre al minimo possibile il turn over o la rotazione tra gli operatori, anche al fine di favorire una migliore conoscenza dei locali, delle esigenze e delle specificità di ogni zona. Le sostituzioni, quando possibile, dovranno essere programmate in modo da garantire le prescrizioni precedentemente indicate, in particolare per quanto riguarda il servizio di pulizia e sanificazione presso le aree ad alto rischio. Pagina 20 di 24

21 8.2 Divise del personale L esecutore dovrà dotare il personale della divisa completa di tutti gli accessori e Dispositivi di Protezione Individuale. Il colore della divisa sarà concordato preventivamente con la Struttura delle Professioni Sanitarie al fine di adottare divise differenti da quella del personale di assistenza Ogni operatore sarà dotato di cartellino identificativo con foto e numero personale. Per le aree a bassa contaminazione microbica (sale operatorie, rianimazione, ecc.) è previsto l utilizzo di una divisa di altro colore da indossare esclusivamente per quelle aree che dovrà essere indossata nelle zone filtro, in base alle indicazioni fornite dai responsabili delle varie strutture. 8.3 Comportamento de/personale Il personale è tenuto a mantenere riservata ogni informazione appresa durante l espletamento dei servizi in merito ai pazienti ed all organizzazione delle attività svolte dall Azienda, in particolare: - mantenere la riservatezza su documenti, informazioni ed altri dati sensibili; - non divulgare informazioni acquisite durante lo svolgimento dell attività contrattuale; - non fornire informazioni ai pazienti/famigliari/terzi; - non effettuare interventi sul malato; - non accettare mance o ricompense; - tenere in ordine la divisa, essere in possesso del cartellino di riconoscimento; - tenere un comportamento educato, dignitoso ed un aspetto curato; - riferire ogni fatto al coordinatore responsabile/infermiere; - aver cura dell ambiente e degli arredi/attrezzi dell azienda; - osservare le indicazioni delle procedure aziendali (lavaggio delle mani, smaltimento rifiuti, ecc.). La Direzione Sanitaria Aziendale fornirà tutti il materiale inerente alle disposizioni, procedure e regolamenti aziendali necessari. Il personale è tenuto ad osservare un comportamento improntato alle norme di educazione e correttezza, sia nei confronti degli assistiti che degli operatori ed agire, in ogni occasione, con diligenza professionale. ART. 9 CONTINGENTI MINIMI IN CASO DI SCIOPERO La Ditta è tenuta a presentare nell ambito del progetto operativo di descrizione delle attività oggetto del presente capitolato, le modalità che intende attuare per gestire le situazioni di emergenza, comprese le malattie e gli scioperi. In ogni caso le attività riguardanti gli spazi dedicati alla degenza, alla diagnostica, servizi di emergenza e delle sale operatorie devono comunque essere sempre garantite. Pagina 2 di 24

22 ART. 0 LA TUTELA DEL LAVORATORE La Ditta, in risposta a quanto previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza 8/2008 e ss.mm.ii. dovrà procedere alla definizione del documento di valutazione dei rischi in accordo con il S.P.P. dell Azienda e procedere alla formazione del personale. I Dispositivi di Protezione Individuale dovranno essere messi a disposizione, da parte della Ditta, a tutti gli operatori, nella quantità e qualità necessari. Le visite di idoneità e il Medico Competente nonché il Responsabile della Sicurezza dovranno essere indicati nel progetto esecutivo con presentazione dei relativi curricula, ma non saranno oggetto di valutazione in quanto obbligo di legge. ART. SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO - RISCHI INTERFERENZIALI - DUVRI. La materia è regolamentata dal D.Lgs. n. 63/2006 Codice degli Appalti e dal D.Lgs. n. 8/2008 Attuazione dell art della Legge 3 agosto 2007 n 23, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Nell esecuzione del presente appalto SUSSISTONO RISCHI DA INTERFERENZA; viene quantificato in 5.000,00 (cinquemila/ ) il costo economico, a carico dell appaltatore, delle misure atte ad eliminare o, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi interferenziali. Per quanto sopra enunciato si rimanda ai documenti allegati alla lettera invito Allegato 0, Allegato e Allegato 2. ART. 2 DISSERVIZI E PENALITA CONSEGUENTI Eventuali disservizi e non conformità saranno immediatamente comunicati in forma scritta, da un referente Aziendale, indicando il tipo di disservizio, il luogo in cui si è verificato, l ora e la richiesta di ripristino dello stesso. La Ditta dovrà rispondere prontamente recuperando l eventuale disagio procurato, nel caso in cui il disservizio non sarà eliminato, il responsabile del settore interessato provvederà ad inoltrare la scheda di segnalazione del disservizio o della non conformità alla Direzione Sanitaria o del Distretto Sanitario Per tale disservizio sarà applicata una penale di 50,00 a locale per giorno. ART. 3 VERIFICHE L Azienda USL Imperiese vigilerà costantemente sulle condizioni igieniche delle aree oggetto del servizio di sanificazione e sanitizzazione ambientale e sulla esecuzione dello stesso potrà attivare tutti i meccanismi di controllo. I controlli saranno documentati con apposite schede di verifica mediante indicatori di qualità predisposte dall ASL. Pagina 22 di 24

23 Potrà altresì accedere in ogni momento, tramite i propri incaricati, all elenco delle presenze del ai locali di depostivi dei prodotti ed attrezzature, per controllare lo stato di manutenzione e funzionamento degli stessi. ART. 4 MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione avverrà a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa, valutata in base agli elementi sotto specificati. Qualità punti: max 40 Prezzo punti: max Qualità A SISTEMA ORGANIZZATIVO Max 23 PUNTI: Punteggio A le unità di personale che verranno utilizzate per l espletamento del servizio con l indicazione della qualifica e del monte orario distinto per singola struttura, ed Max 0 il totale complessivo A2 modalità di svolgimento dell attività di sanificazione dei blocchi operatori con la precisa e dettagliata indicazione dei mezzi e dei prodotti che si intendono Max 6 usare A3 descrizione delle attrezzature, dei mezzi d opera e dell equipaggio tecnico che l Impresa utilizzerà per l espletamento della propria attività relativamente ad ognuna delle tipologie superfici ed ambienti oggetto dell appalto (camere di degenza, ambulatori, locali ad uso amministrativo e sanitario, etc.) Max 7 B B B2 C C PROPOSTE MIGLIORATIVE Max 0 PUNTI: proposte migliorative del servizio richiesto in particolare per le azioni ecosostenibili e l utilizzo di attrezzature a vapore (tipo SANIVAP) per la pulizia e sanificazione degli ambienti e arredi iniziative che la Ditta intende promuovere per la verifica dello svolgimento dei programmi di lavoro e della qualità del servizio prestato SICUREZZA PRODOTTI ATTREZZATURE Max 7 PUNTI: Sicurezza prodotti e delle attrezzature utilizzate a norma delle vigenti leggi, con particolare riguardo alla tossicità ed ai fattori inquinanti per l ambiente Max 5 Max 5 Max 7 I punteggi qualitativi, qualora non raggiungano il massimo punteggio, verranno riparametrati con la seguente formula: 40 x PUNTI ATTRIBUITI / MIGLIOR PUNTEGGIO Pagina 23 di 24

24 Saranno ritenute idonee e quindi ammesse alla successiva fase della valutazione economica, le offerte alle quali la Commissione Giudicatrice avrà assegnato un punteggio qualitativo almeno pari a punti 24 riparametrati. 4.2 Prezzo Con riferimento al criterio del prezzo si specifica che all offerta che presenterà il prezzo complessivo più basso sarà attribuito il massimo punteggio (punti 60) mentre alle restanti offerte saranno attribuiti punteggi proporzionalmente decrescenti secondo la seguente formula: 60 x MIGLIOR OFFERTA / OFFERTA DEL CORRENTE IN ESAME ART. 5 DOCUMENTAZIONE TECNICA La documentazione necessaria per la valutazione dei parametri di qualità, previsti al punto 4. del presente capitolato, sottoscritta dal Legale Rappresentante dovrà contenere le seguenti informazioni:. le unità di personale che verranno utilizzate per l espletamento del servizio con l indicazione della qualifica e del monte orario distinto per singola struttura, ed il totale complessivo; 2. modalità di svolgimento dell attività di sanificazione dei blocchi operatori con la precisa e dettagliata indicazione dei mezzi e dei prodotti che si intendono usare 3. descrizione delle attrezzature, dei mezzi d opera e dell equipaggio tecnico che l Impresa utilizzerà per l espletamento della propria attività relativamente ad ognuna delle tipologie superfici ed ambienti oggetto dell appalto (camere di degenza, ambulatori, locali ad uso amministrativo e sanitario, etc.) 4. proposte migliorative del servizio richiesto in particolare per le azioni eco-sostenibili e l utilizzo di attrezzature a vapore (tipo SANIVAP) per la pulizia e sanificazione degli ambienti e arredi 5. iniziative che la Ditta intende promuovere per la verifica dello svolgimento dei programmi di lavoro e della qualità del servizio prestato 6. Sicurezza prodotti e delle attrezzature utilizzate a norma delle vigenti leggi, con particolare riguardo alla tossicità ed ai fattori inquinanti per l ambiente. In carenza della suddetta documentazione verrà attribuito punteggio zero al parametro di riferimento. La documentazione atta ad attribuire i punteggi di cui al punto 4. (A, B, C) dovrà, per chiarezza di atti, essere raggruppata in appositi fascicoli recanti le specifiche diciture che ne consentano l identificazione. Pagina 24 di 24

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO LEGENDA: il numero indicato prima della indica la frequenza nel periodo considerato; la colonna gg/sett. indica i giorni lavorativi

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Il presente documento descrive le procedure per la pulizia e sanificazione ambientale dell Azienda Ospedaliera. Le imprese concorrenti potranno

Dettagli

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALLE OPERAZIONI E FREQUENZA DI PULIZIA.

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALLE OPERAZIONI E FREQUENZA DI PULIZIA. Procedura Aperta per l affidamento del servizio di pulizia, sanificazione e sanitizzazione dei presidi ospedalieri e strutture territoriali dell Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. ALLEGATO C DISCIPLINARE

Dettagli

R.S.A. per anziani L. ACCORSI

R.S.A. per anziani L. ACCORSI 1 ALLEGATO 3 R.S.A. per anziani L. ACCORSI STABILE via Colombes MQ. calpestabili MQ. superf. vetrate seminterrato 1000 piano terra 1060 primo piano 1060 secondo piano 950 3 piano non utilizzato quarto

Dettagli

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE L esecuzione delle pulizie dovrà avvenire con il supporto di mezzi, tecniche e personale, in grado di garantire un elevato standard di igiene. Le

Dettagli

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Gruppo Operativo per la Lotta alle Infezioni Ospedaliere Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Data 1^ stesura: 02:07.98 Edizione: 1 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO AUTORI: Gruppo

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

x x x o PRESIDIO OSPEDALIERO LEVANTE

x x x o PRESIDIO OSPEDALIERO LEVANTE PRESIDI SPEDALIER LEVANTE AREE AD ALTISSIM RISCHI SETTRI DEGENZIALI CRITICI X: SETTRI DEGENZIALI CRITICI (TUTTE LE TERAPIE INTENSIVE, UNITÀ CRNARICA, NENATLGIA, NEFRLGIA, SALE VISITA E LCALI DIAGNSTICA

Dettagli

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO

GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO GARA D APPALTO CON PROCEDURA APERTA CAPITOLATO TECNICO PER I SERVIZI DI PULIZIA FORESTERIA, CAMERE E PORTIERATO CIG 4230168D0D Capitolato servizi foresteria Pagina 1 di 8 Timbro e firma del partecipante

Dettagli

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali

Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali COMUNE di BUCCINASCO Provincia di Milano Capitolato Tecnico per il servizio di pulizie di immobili comunali Periodo 01.01.2008/31.12.2011 SOMMARIO Art. 1 - RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E SMALTIMENTO

Dettagli

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti ALLEGATO J) Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti Pavimenti piastrelle, linoleum, di tutti gli ambienti materiale versato sul pavimento. Lavaggio manuale con prodotti detergenti

Dettagli

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato COUNE DI LECCO ettore finanziario, società partecipate gare e contratti ervizio economato e provveditorato ALLEATO C CHEDE DI PULIZIA ED IIENE ABIENTALE LEENDA. = Tutti i giorni (da lunedì a venerdì più

Dettagli

1) Area uffici /laboratorio per complessivi mq 3962 così suddivisi:

1) Area uffici /laboratorio per complessivi mq 3962 così suddivisi: CAPITOLATO D APPALTO C.I.G. [04292471D4] SERVIZI DI PULIZIA LOCALI DEL CNR Istituto di Scienze dell Alimentazione Via Roma, 64 Avellino Si definiscono, nell ambito della superficie totale dell ISA, 3 aree

Dettagli

Pulizia e Sanificazione Ambienti

Pulizia e Sanificazione Ambienti P-E03 Rev. 2 Pag. 1 di 8 SCOPO E APPLICABILITA DEL DOCUMENTO Il presente documento descrive le modalità con le quali viene erogato il servizio di pulizia e sanificazione degli ambienti presso Fondazione

Dettagli

INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA)

INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA) ALLEGATO E1 INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA) PRESTAZIONI DA EFFETTUARSI CON CADENZA GIORNALIERA: - pulizia/lavaggio di pavimenti, scale e vani elevatori (con esclusione delle

Dettagli

DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO

DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO ALLEATO 2 lotto 1 Modugno (BA) DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OETTO DELL APPALTO Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio PIANO TERRA Tipologia di aree Descrizione

Dettagli

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica

DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica DIST Università degli Studi di Genova Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica CAPITOLATO TECNICO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA nei Locali siti in Viale Causa 13 e Via Opera Pia 13 16145 GENOVA

Dettagli

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione Allegato 4 Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione La metodologia utilizzata dovrà garantire la pulizia e la disinfezione degli ambienti utilizzando attrezzi e materiali per

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI Casa di Cura Villa delle Querce LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI PREMESSA Le pulizie e la sanificazione degli ambienti sanitari rivestono un ruolo importante non solo per il significato

Dettagli

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Allegato N. 5 Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature 1 1 DEFINIZIONE DELLE

Dettagli

SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone)

SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone) SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone) N. ORARIO D UFFICIO LUNEDÌ, MERCOLEDI, VENERDI 8:00 14:00 MARTEDI: 8:00 13:00 14:00 18:30 GIOVEDÌ: 8.00-13.00; 14.00-17.30 SABATO: 8.00-13.00 SUPERFICI

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Servizio di Pulizia e Sanificazione Ambienti degli Istituti Riuniti di Assistenza S. Giovanni Battista di Chieti CIG 52983798A9

CAPITOLATO TECNICO. Servizio di Pulizia e Sanificazione Ambienti degli Istituti Riuniti di Assistenza S. Giovanni Battista di Chieti CIG 52983798A9 CIG 529898A9 AREE AD ALTO GRADO DI DETERIORAMENTO RIEPILOGO PRESTAZIONI E FREQUENZE SUGGERITE PRELIMINARI svuotatura cestini e posacenere raccolta rifiuti PAVIMENTI scopatura ad umido aspirazione zerbini

Dettagli

Comunità Montana dell Esino Frasassi Prescrizioni Tecniche. Allegato 2) PRESCRIZIONI TECNICHE

Comunità Montana dell Esino Frasassi Prescrizioni Tecniche. Allegato 2) PRESCRIZIONI TECNICHE Allegato 2) PRESCRIZIONI TECNICHE L appalto ha per oggetto l esecuzione dei lavori di pulizia e sanificazione da effettuarsi mediante prestazione d opera, di materiali, di mezzi ed attrezzature per la

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI

MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Data 30-11-2009 Rev. N. 01 Pagina 1 di 5 MODALITA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI E DEGLI ARREDI SCOLASTICI Ddl RSPP RLS INDICE ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA VINCI Data 30-11-2009 Rev.

Dettagli

Comune di Castelfidardo

Comune di Castelfidardo Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA

ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA ALLEGATO B DESCRIZIONE DEI SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA RESIDENZA Oggetto Il presente Allegato è strettamente connesso e strumentale all appalto per la fruizione di strutture immobiliari da adibire a

Dettagli

1 - OGGETTO DELL APPALTO

1 - OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO TECNICO Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Appalto ha ad oggetto il servizio di noleggio di bagni chimici, occorrenti ad AMA S.p.A. durante eventi pubblici quali feste, manifestazioni culturali,

Dettagli

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI A1 - UFFICI SALE RIUNIONI AULE INFORMATIZZATE ARCHIVI CORRENTI DI PIANO BIBLIOTECHE UFFICIO CASSA SALA MEDICA* UFFICIO INFORMAZIONE E PASSI BOX VIGILANZA - SPOGLIATOI

Dettagli

COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni

COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni Allegato A COMUNE DI BUDOIA Dettaglio delle possibili prestazioni SEDE MUNICIPALE Uffici n. int. Giornaliero generale; 5 Servizi igienici n. intervento settimanale di pulizia e Atri lavaggio davanzali,

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Codice CIG: 34069808D4 Pagina 1 di 16 SOMMARIO PREMESSE Art. 1 OGGETTO DELLA PROCEDURA Art. 2

Dettagli

UFFICIO TECNICO COMUNALE

UFFICIO TECNICO COMUNALE UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI TRIGGIANO P.IVA: 00865250724 - Tel. 0804628.206 - Fax: 0804628.203 e-mail: llpp@comune.triggiano.bari.it SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI, CUSTODIA E MANUTENZIONE

Dettagli

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara

Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Allegato B.23 - Schede pulizie periodiche Sedi coinvolte: Tutte quelle oggetto di questa gara Queste attività di pulizia periodica devono essere eseguite con le cadenze riportate. Tutte le attività di

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

ALLEGATO 1 A ELENCO DELLE PRESTAZIONI DA ESEGUIRE

ALLEGATO 1 A ELENCO DELLE PRESTAZIONI DA ESEGUIRE ALLEATO 1 A ELENCO DELLE PRETAZIONI DA EEUIRE 1 ERVIZIO DI PULIZIA A RIDOTTO IPATTO ABIENTALE PER LE EDI DELI UFFICI DI ÆUA ROA.P.A. Il servizio di pulizia proposto si riferisce ad unità tipologiche differenziate

Dettagli

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010

Progetto dell appalto - art. 279 D.P.R. 207/2010 Procedura aperta per l'affidamento del servizio di Pulizia del Museo Nazionale dell Automobile Avv. Giovanni Agnelli, Corso Unità d Italia 40, 10126 Torino Entità complessiva dell appalto 390.000,00 oltre

Dettagli

Piano Interrato. Piano terra: Piano primo: Piano secondo: Di seguito si descrivono le operazioni e le frequenze delle stesse: Operazioni giornaliere

Piano Interrato. Piano terra: Piano primo: Piano secondo: Di seguito si descrivono le operazioni e le frequenze delle stesse: Operazioni giornaliere ALLEGATO A al Capitolato Speciale di Gara Servizio di pulizia e disinfezione giornaliera integrato da lavori periodici di pulizia a fondo. I centri servizio oggetto del presente appalto sono: Residenza

Dettagli

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui)

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROGETTO TECNICO e INSERIMENTO SOCIO - LAVORATIVO LOTTO 2 SOGGETTO PARTECIPANTE. Progetto Tecnico -

Dettagli

SERVIZIO PULIZIE SCHEDA UFFICI OPERAZIONI DA SVOLGERE

SERVIZIO PULIZIE SCHEDA UFFICI OPERAZIONI DA SVOLGERE SERVIZIO PULIZIE SCHEDA UFFICI OPERAZIONI DA SVOLGERE SEDE INDIRIZZO COMMESSA Asiago Via F.lli Rigoni Guido E Vasco, 19 600/09 Bassano Del Grappa Largo Parolini, 82/B 600/07 Bassano Del Grappa Via Dei

Dettagli

PULIZIE ORDINARIE PULIZIE PERIODICHE

PULIZIE ORDINARIE PULIZIE PERIODICHE Allegato 1a PULIZIE ORDINARIE PULIZIE PERIODICHE PULIZIE ORDINARIE AREE ESTERNE (AREA 01) (carta, foglie, mozziconi di sigaretta, lattine, ecc.) Svuotatura dei contenitori per rifiuti e sostituzione sacco

Dettagli

1. Oggetto dell affidamento

1. Oggetto dell affidamento CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA RISTRETTA PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DEI SERVIZI DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI UTILIZZATI DA TURIMO TORINO E PROVINCIA: LOTTO 2 1. Oggetto dell affidamento Il presente Capitolato

Dettagli

Allegato B al Capitolato

Allegato B al Capitolato Allegato B al Capitolato ROSSO ARANCIONE 1 ARANCIONE 2 GIALLO Aree trapianto, alto isolamento, sale operatorie, presale, sala lavaggio antisettico mani e sale induzione risveglio, percorso pulito, corridoi

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2. 1 UFFICI DIREZIONE Pavimenti mq. 436,5 Servizi igienici mq. 48 Superfici vetrate mq. 164 DISCIPLINARE TECNICO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, STRADE E CORTILI DELLO STABILIMENTO MILITARE DEL MUNIZIONAMENTO TERRESTRE, BAIANO DI SPOLETO. ARTICOLO 1 Il servizio sarà atto

Dettagli

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI S.C. Prevenzione Rischio Infettivo IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI BIONIL GRANULI Sodio Dicloro-isocianurato Panno assorbente monouso Guanti monouso

Dettagli

LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO

LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO APERTURA CANCELLO APERTURA EDIFICIO ISPEZIONE EDIFICIO FINE ATTIVITA SCOLASTICA ACCENSIONE LUCI REGISTRAZIONE ENTRATA DIPENDENTE DIVISA CARTELLINO CHIUSURA PORTE/FINESTRE

Dettagli

SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE AREE AD ALTO RISCHIO: LA SALA OPERATORIA AORN AORN OSPEDALE DEI COLLI MONALDI COTUGNO C.T.O. NAPOLI

SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE AREE AD ALTO RISCHIO: LA SALA OPERATORIA AORN AORN OSPEDALE DEI COLLI MONALDI COTUGNO C.T.O. NAPOLI SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE AREE AD ALTO RISCHIO: LA SALA OPERATORIA AORN 1 maggio 2012 AORN OSPEDALE DEI COLLI MONALDI COTUGNO C.T.O. NAPOLI 2012 N. 2 SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE AMBIENTALE NELLE AREE

Dettagli

Allegato A al Capitolato d Appalto. 1) Palazzo Comunale P.zza Visconti 23 intervento: dal lunedì al venerdì

Allegato A al Capitolato d Appalto. 1) Palazzo Comunale P.zza Visconti 23 intervento: dal lunedì al venerdì Allegato A al Capitolato d Appalto 1) Palazzo Comunale P.zza Visconti 23 intervento: dal lunedì al venerdì - svuotatura, pulizia e sostituzione sacchetto cestini carta, contenitori per rifiuti differenziati,

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA GIORNALIERA, PERIODICA E SANIFICAZIONE DELLE STRUTTURE ASL AVELLINO CIG: 5508909F81

SERVIZIO DI PULIZIA GIORNALIERA, PERIODICA E SANIFICAZIONE DELLE STRUTTURE ASL AVELLINO CIG: 5508909F81 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO Via degli Imbimbo 10/12 83100 Avellino www.aslavellino.it Dr.ssa Emilia Vozzella Dr.ssa Sabatina D Andrea ALLEGATO A) al Capitolato Speciale d Appalto

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

OFFERTA PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI IMMOBILI COMUNALI - PERIODO 01/06/2015-31/12/2017

OFFERTA PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI IMMOBILI COMUNALI - PERIODO 01/06/2015-31/12/2017 CIG 621616801D OFFERTA PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI IMMOBILI COMUNALI - PERIODO 01/06/2015-31/12/2017 Modello 4) A) PALAZZO FOGLIA tipologia di intervento giornaliero/settimanale/mensile a

Dettagli

Scheda tecnica per lo svolgimento del servizio di pulizia all interno della sede della Fondazione e in altri locali utilizzati in via occasionale.

Scheda tecnica per lo svolgimento del servizio di pulizia all interno della sede della Fondazione e in altri locali utilizzati in via occasionale. Allegato 7 Procedura per l affidamento dell appalto del servizio di pulizia di tutti i locali di svolgimento dell attività istituzionale della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Opera di

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI PULIZIA DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

liceo B. Russell VIA IV NOVEMBRE 35, 38023 CLES (TRENTO) REGOLAMENTO IN MERITO AD OPERAZIONI DI PULIZIA E DI MANUTENZIONE DEGLI AMBIENTI SCOLASTICI

liceo B. Russell VIA IV NOVEMBRE 35, 38023 CLES (TRENTO) REGOLAMENTO IN MERITO AD OPERAZIONI DI PULIZIA E DI MANUTENZIONE DEGLI AMBIENTI SCOLASTICI liceo B. Russell VIA IV NOVEMBRE 35, 38023 CLES (TRENTO) Prot. 1165/C5 Cles, 20/02/2012 Al personale Ata Collaboratori scolastici Al Fas Al RLS Pubblicato sito www.liceorussell.eu/ Area riservata docenti/sicurezza

Dettagli

ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE AREE

ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE AREE ALLEGATO N 1 DISCIPLINARE TECNICO SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE DIFFERENZIAZIONE TIPOLOGIA RISCHIO TIPOLOGIA COLORE ZONA DESCRIZIONE SPAZI AMBIENTALI ESTERNI Grigio Pensiline, marciapiedi,

Dettagli

VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE. MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì)

VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE. MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì) LOTTO VI ALLEGATO A VIA LEONCAVALLO 17 CIRCOSCRIZIONE VI SERVIZI SOCIALI - ANAGRAFE MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da Lunedì a venerdì) LOCALI SEDE DEI SERVIZI SOCIALI - TERZO PIANO 2 PASSAGGI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI

Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI Università per Stranieri di Siena APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AMBIENTALE, COMPRESO LA FORNITURA DI SPECIFICI MATERIALI DI CONSUMO CODICE CIG: 017074680C ALLEGATI AL

Dettagli

PIANO DI SANIFICAZIONE

PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO E PIANO DI SANIFICAZIONE Data: Aprile 14 Il Documento è composto di n 07 pagine pag.1di pag totali.7 Piano di sanificazione - Cucina Centralizzata, Cucina dell asilo nido e Locali refettori nelle

Dettagli

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica)

VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità. LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) LOTTO II ALLEGATO A VIA GHEDINI 6 Div. Servizi Sociali Casa di Ospitalità LOCALI CASA DI OSPITALITA MODALITA E FREQUENZA DEGLI INTERVENTI (da lunedì a domenica) Spazzatura e lavatura con idonei detergenti

Dettagli

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE Redazione Verifica Approvazione Autorizzazione Emissione Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO Pulitura, lavatura e disinfezione dei servizi igienici, dei lavabi, delle pareti, dei pavimenti, dei gabinetti di decenza e di ogni altro sanitario avendo cura che i condotti

Dettagli

Città di Manfredonia

Città di Manfredonia Città di anfredonia (Provincia di Foggia) SETTORE 6 OO.PP. E ANUTENZIONE ALLEGATO 2 Appalto servizi di pulizia ed igiene ambientale immobili comunali ed aree urbane nonché: gestione bagni pubblici, Lavori

Dettagli

Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015

Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015 Ambasciata d Irlanda a Roma Servizi di pulizia 2015 L Ambasciata d Irlanda a Roma richiede il servizio di una impresa di pulizie per fornire servizi professionali di pulizia in due sedi nel centro di Roma,

Dettagli

ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA

ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA ALLEGATO B5 LOTTO 5 - MQ. 11.688 CIRCA ITER DIREZIONE VIA REVELLO 18 CENTRO PER L IMMAGINE E IL CINEMA D ANIMAZIONE 1 PIANO VIA MILLELIRE, 40 LUDOTECA ALIOSSI VIA MILLELIRE, 40 CENTRO PER LA CULTURA LUDICA

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO UFFICIO VIII ex DGPOB GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA - MINISTERO DELLA SALUTE. LOTTO 2 COMANDO CARABINIERI

Dettagli

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Comune di VANZAGO Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Marzo

Dettagli

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO 1 Criteri generali Per quanto sia stato ampiamente dimostrato che le superfici ambientali sono, di per sé, difficilmente responsabili della trasmissione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Manifestazione di interesse

AVVISO PUBBLICO Manifestazione di interesse AREA PROGRAMMAZIONE Responsabile: Maternini Susanna Tel. 0332/275277 AVVISO PUBBLICO Manifestazione di interesse Il Comune di Malnate, ai sensi dell art. 5 comma 1 della Legge n. 381/1991, intende stipulare

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera.

La pulizia dei suddetti locali effettuata in occasione di cerimonie o celebrazioni in giorni feriali è ricompresa nella pulizia giornaliera. - (allegato varie strutture comunali) SCHEDA TECNICA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER VARIE STRUTTURE COMUNALI (Palazzo Nuovo III Palazzi Locali Vigili Urbani Campo Scuola /Stadio) CONDIZIONI

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT ATTO DI AFFIDAMENTO Art. 1 (Oggetto) Il presente affidamento ha per oggetto i servizi di ausiliariato, alberghieri di supporto e di sanificazione, nelle strutture della ASL BAT, al costo riportato nella

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete CAV S.p.A. Sede Legale: Dorsoduro 3901-30123 Venezia Uffici Amministrativi: Santa Croce 729-30135 Venezia - Tel. 0415242314- Fax. 0415242531 R.I./C.F./P.IVA 03829590276 Iscr. R.E.A. VE 0341881 Cap. Sociale

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA. Servizio pulizie. UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A)

PIANO DELLE ATTIVITA. Servizio pulizie. UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A) PIANO DELLE ATTIVITA Servizio pulizie UNITA OPERATIVA : turno 1 o A (1 piano) ORARIO 7.30-12.30 (per il turno 1) Orario 8.30 12.30 (per il turno A) ore 8.30 alle ore 11.45 ore 11.45 alle ore 12.30 Pulizia

Dettagli

DIVISIONE CONVIVENZE

DIVISIONE CONVIVENZE SISTEMA DI SANIFICAZIONE STOVIGLIE l) ammollo igienizzante; 2) detersione meccanica o manuale; 3) asciugatura meccanica o manuale con carta monouso o per naturale vaporazione. KEY 01 KEY 02 indicato per

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19)

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19) ANNESSO 1.B SCHEDE CONTENENTI, PER CIASCUNA TIPOLGIA DI LOCALI, LE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE SVOLTE, LE RELATIVE PERIODICITA ED I GIORNI IN CUI I SERVIZI DEVONO ESSERE SVOLTI. (APPLICABILI PER GLI

Dettagli

IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI

IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI IMMOBILI ADIBITI AD UFFICI a) Palazzo di Città P.zza IV Novembre, 19 piani I, II e III mq. 900; b) Ufficio Tributi Via Kennedy, 23 - mq. 90; c) Ufficio di Polizia Municipale - Via Genova - mq. 650 (comprensivi

Dettagli

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA Lavagna Sviluppo s.c.r.l. intende assegnare incarico, concludendo apposito contratto,

Dettagli

ANALISI PREZZO N A1 A) PULIZIA GIORNALIERA

ANALISI PREZZO N A1 A) PULIZIA GIORNALIERA A) PULIZIA GIORNALIERA ANALISI PREZZO N A1 - Spazzatura dei pavimenti di tutti gli ambienti, comprese le scale, i servizi igienici con esclusione dei pavimenti dei locali cantinati e archivi. Costo mano

Dettagli

Schede di intervento pulizie

Schede di intervento pulizie CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO per l esecuzione del servizio di pulizie civili, facchinaggio, disinfestazione e derattizzazione presso il Gruppo IREN Lotto 2 - ALLEGATO 2 Schede di intervento pulizie Torino,

Dettagli

APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI DEL TEATRO REGIO DI PARMA CIG 6420981923

APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI DEL TEATRO REGIO DI PARMA CIG 6420981923 APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI DEL TEATRO REGIO DI PARMA CIG 6420981923 Tra la, con sede in Parma, Strada Garibaldi 16/a - CF e P.IVA 02208060349 e l Impresa appaltatrice

Dettagli

CHECK LIST PER VERIFICA DEL LIVELLO QUALITA' DEL SERVIZIO DI PULIZIA SULLE PALESTRE

CHECK LIST PER VERIFICA DEL LIVELLO QUALITA' DEL SERVIZIO DI PULIZIA SULLE PALESTRE DEL SERVIZIO DI PULIZIA SULLE PALESTRE impianto: PALESTRA data: ora: SERVIZIO DI PULIZIA: SPOGLIATOI, SERVIZI, BAGNI E ALTRE AREE oggetto di percorso esterno di accesso pavimenti / parapetti 1 rifiuti-residui

Dettagli

SUB - ALLEGATO 2. Schede tecniche prestazionali per aree e categoria di locale

SUB - ALLEGATO 2. Schede tecniche prestazionali per aree e categoria di locale PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE, DISINFESTAZIONE E DERATIZZAZIONE E SERVIZI COMPLEMENTARI PER GLI IMMOBILI DELLA REGIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE DELL IMMOBILE EX SANTORIO SEDE DELLA SISSA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE DELL IMMOBILE EX SANTORIO SEDE DELLA SISSA CPITOLTO PECILE D PPLTO PER L FFIDENTO DEL ERVIZIO DI PULIZI ED IIENE BIENTLE DELL IOBILE EX NTORIO EDE DELL I LLETO 1 PERIODICIT DELI INTERVENTI Pagina 1 di 8 cheda pulizie giornaliere e periodiche REE

Dettagli

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO PROGETTO SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI ART. 5, C. 5 LETT. D), ART. 94 D.LGS 163/2006 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali C.d.G. 591 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE SEDI DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Via Flavia n. 6 - Via Fornovo n. 8 - Via C. De Lollis

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEFINIZIONI Per pulizia si intende la rimozione meccanica dello sporco da superfici ed oggetti. Di norma viene eseguita con l impiego di acqua e detergenti diluiti

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Art. 1 - Servizi in concessione

Art. 1 - Servizi in concessione AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI Via Gramsci N. 38-20068 Peschiera Borromeo Telefono: 025471353 Fax: 025471353 e-mail amministrazione@farmaciecomunalipeschiera.it Codice fiscale N. 11674080152- Partita

Dettagli

IP.DS.22 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA.

IP.DS.22 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA. Pagina 1 di 13 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA. REV. DATA AUTORIZZAZIONI REDATTO VERIFICATO APPROVATO

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

Pagina 1 SCHEDA TECNICA AREE UFFICI INTERVENTI PULIZIA TRIBUNALE

Pagina 1 SCHEDA TECNICA AREE UFFICI INTERVENTI PULIZIA TRIBUNALE Pagina 1 SCHEDA TECNICA AREE UFFICI INTERVENTI PULIZIA TRIBUNALE AREE ZONE ATTIVITA' ESPLETATA FREQUENZA ALTA MEDIA BASSA Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini Detersione pavimenti

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA MANSIONARIO

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA MANSIONARIO annuali trimestrali giornalieri MANSIONARIO GARA D APPALTO RELATIVA AD UN CONTRATTO ANNUALE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO LE SEDI DELL CIG n. 707405BC. Le sedi indicate saranno oggetto delle attività

Dettagli

UNIVERSITA PER STRANIERI DI SIENA

UNIVERSITA PER STRANIERI DI SIENA UNIVERSITA PER STRANIERI DI SIENA Selezione pubblica per l affidamento della gestione dei Servizi globali della Foresteria Villa Il Pino Via E. Berlinguer, 1 Siena per il periodo 1 marzo 30 settembre 2009

Dettagli

Pagina 1. UFFICI Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini giornaliera

Pagina 1. UFFICI Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini giornaliera Pagina 1 SCHEDA TECNICA INTERVENTI elaborata per la gara di pulizia dei nuovi locali della sezione distaccata di Gragnano del Tribunale di Torre Annunziata (NA), predisposta per consentire la prestazione

Dettagli

NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA

NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA ALLEGATO "B" 6 pagine NATURA DELLE PRESTAZIONI DI PULIZIA E SERVIZIO DI SALA Le strutture assistenziali e relativi uffici, indicate all art. 1 del presente Capitolato d Appalto sono dislocate in tre edifici

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Centro di costo Gabinetto CAPITOLATO TECNICO

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Centro di costo Gabinetto CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI IN USO AL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI PRESSO LA SEDE DI VIA VITTORIO VENETO N.

Dettagli