IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI"

Transcript

1 IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI

2 IL MODO CORRETTO PER ESEGUIRE LA POSA DEL PARQUET SU MASSETTO CON RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI E QUALI ACCORGIMENTI METTERE IN ATTO PER IL CORRETTO MANTENIMENTO DELLA PAVIMENTAZIONE NEL TEMPO Il riscaldamento a pannelli radianti, definito più comunemente riscaldamento a pavimento, è realizzato da una superficie (il pavimento), riscaldata tramite una fitta spirale di tubi, all interno dei quali circola un fluido caldo. In termini tecnici, l intera superficie riscaldata rappresenta il vettore riscaldante. Poiché tale vettore è ampio, il fluido riscaldante impiegato può essere caratterizzato da una temperatura ridotta. Il riscaldamento a pannelli radianti trova largo impiego nell edilizia residenziale, industriale (capannoni, magazzini ecc.), artigianale (laboratori) e pubblica, nonché nelle superfici all aperto, ad esempio per il riscaldamento di serre, oppure per evitare la formazione di ghiaccio in piste aeroportuali, rampe, campi sportivi ecc. Il sistema a pannelli radianti può essere di due tipi: TRADIZIONALE ( A UMIDO ) In questo caso la stratigrafia del sistema si compone dei seguenti materiali e delle seguenti fasi operative ( si veda la figura 1 ) : FIG. 1 - SCHEMA DI SISTEMA A PANNELLI RADIANTI DI TIPO TRADIZIONALE (A UMIDO) Fonte: "Manuale per la posa di pavimenti di legno per uso civile", 1. Struttura portante 2. Impianti idraulici 3. Strato di regolarizzazione incorporante gli impianti 4. Schermo o barriera al vapore 5. Pannelli di isolamento termico 6. Pellicola di schermo al vapore incorporata sulla superficie dei pannelli 7. Tubi dell'impianto riscaldamento 8. Massetto riscaldante incorporante i tubi del riscaldamento (di spessore almeno 3 cm sopra i tubi) 9. Pavimento di legno 10. Giunto perimetrale elastico 11. Battiscopa fissato alla parete 12. Parete 13. Incastro meccanico tra pannelli 2

3 Sulla struttura portante di solaio vengono predisposti gli impianti elettrici e/o idraulici, annegati in uno strato di regolarizzazione di adeguato spessore e composizione. Al di sopra dello strato di regolarizzazione viene posato lo schermo (o la barriera) al vapore, al fine di evitare dannose formazioni di condensa; La scelta tra uno schermo o una barriera al vapore, così come lo spessore di materiale isolante da impiegare, normalmente deriva da considerazioni progettuali sul comportamento termoigrometrico dell intero pacchetto di pavimentazione, in relazione alle condizioni di temperatura e umidità relativa, interna ed esterna. Successivamente viene predisposto l isolante termico ( costituito ad esempio da pannello di polistirene o poliuretano espanso), con la funzione di contenere le dispersioni di calore e di eliminare eventuali ponti termici che si potrebbero creare con le strutture sottostanti. Nel caso di sistemi premontati, l isolante è già dotato di schermo vapore, nonché del sistema ad incastro per il fissaggio dei tubi di riscaldamento; I pannelli inoltre presentano i bordi laterali sagomati per consentire l incastro meccanico tra di essi. E sempre buona regola posare una fascia di isolante perimetralmente lungo i lati di ogni singolo locale, con la finalità di eliminare ponti termici e di assorbire eventuali dilatazioni della pavimentazione. Vengono quindi fissati i tubi riscaldanti, ad esempio con configurazione a spirale, per ottenere una maggiore omogeneità della temperatura superficiale ed evitare schiacciamenti del tubo nelle curve qualora si abbiano interassi ridotti. Nella posa dei tubi è bene prestare attenzione allo srotolamento degli stessi dalle bobine, che deve avvenire liberamente, evitando torsioni che, oltre a generare tensioni, potrebbero rendere più difficoltoso l ancoraggio allo strato isolante. Ulteriore cura deve essere posta al livellamento delle spirali, al fine di consentire un adeguato annegamento nel massetto sovrastante. I tubi vengono annegati in un massetto di calcestruzzo(sistema a umido) di adeguata composizione e spessore (almeno 3 cm. al di sopra dei tubi, per l edilizia residenziale). Poiché il calcestruzzo rappresenta il vettore riscaldante, non è consigliato l utilizzo di calcestruzzo alleggerito o contenente materiale isolante; inoltre occorre prestare attenzione alle operazioni di preparazione e di getto, per evitare bolle d aria o eventuali ritiri difformi. Il calcestruzzo deve avvolgere completamente le tubazioni e deve essere steso partendo dal perimetro e procedendo verso il centro del 3

4 locale. In alternativa a massetti di calcestruzzo di tipo tradizionale, possono essere impiegati anche massetti di anidride ( autolivellanti), i cui tempi di stagionatura sono più rapidi. A SECCO In questo caso vengono impiegati pannelli prefabbricati di calcestruzzo, posati a secco, invece del calcestruzzo gettato direttamente sui tubi ( si veda la figura 2 ). FIG. 2 - SCHEMA DI SISTEMA A PANNELLI RADIANTI DI TIPO "A SECCO parquet moquette piastrella incollata Fonte: Assistal, Associazione Nazionale Costruttori di Impianti I GIUNTI In presenza di un sistema a pannelli radianti, i movimenti dipendono sostanzialmente da due fattori: - Il ritiro del calcestruzzo in fase di stagionatura del massetto; - sbalzi termici. Pur trattandosi di movimenti di modesta entità, in caso di strutture portanti irregolari e/o di locali con superficie superiore a 40 mq., è buona regola eseguire dei giunti di dilatazione e/o dei giunti di frazionamento nel massetto. GIUNTI DI DILATAZIONE Il giunto di dilatazione deve essere previsto in fase di progetto e calcolo dell impianto, tenendo presente che eventuali giunti strutturali devono essere ripresi nel massetto di copertura delle tubazioni e non devono essere attraversati da queste. Il giunto è di norma costituito da materiale elastico, interessa lo spessore del getto e deve essere riportato sulla pavimentazione. Nei punti in cui i tubi attraversano il giunto di dilatazione, occorre proteggere i tubi stessi con una guaina, in grado di assorbire tensioni. I giunti, inoltre, devono essere sempre eseguiti in corrispondenza delle soglie delle porte o di qualsiasi altro restringimento di superficie, considerati punti critici. 4

5 GIUNTI DI FRAZIONAMENTO Il giunto di frazionamento viene considerato una sorta di fuga apparente. In edifici civili viene eseguito durante la stesura del massetto tramite taglio direttamente con cazzuola; Interessa solo 1/3 dello spessore del getto di calcestruzzo e viene effettuato per evitare la formazione di eventuali fessurazioni durante il ritiro del calcestruzzo. In questo caso non è necessario proteggere le tubazioni con guaine. LA POSA DEL PAVIMENTO IN LEGNO Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti possono ospitare qualsiasi tipo di pavimento, compreso naturalmente il pavimento in legno. Per limitare l ampiezza delle fessurazioni, che nel tempo si potrebbero formare tra i singoli elementi della pavimentazione, in questa soluzione applicativa è consigliabile che il pavimento di legno sia costituito da elementi di dimensioni ridotte e da specie legnose stabili. Per ragioni di resa termica dell impianto di riscaldamento, è consigliato l impiego di pavimenti di legno completamente incollati oppure galleggianti. Nel caso di pavimenti incollati dovranno essere utilizzati specifici collanti compatibili al tipo di massetto utilizzato tali da mantenere nel tempo una sufficiente plasticità ed elasticità per consentire gli eventuali micromovimenti del parquet. Per ottenere un adeguata trasmissione di calore all ambiente da riscaldare, al fine di rispettare le economie di esercizio dell impianto, e mantenere la temperatura del fluido riscaldante più bassa possibile, la resistenza termica dello strato sovrastante le tubazioni ( massetto di calcestruzzo + pavimentazione ) non deve essere superiore a 0,18 mq. K/W, fatte salve istruzioni differenti da parte del fabbricante dell impianto a pannelli radianti. I valori di isolamento termico del pavimento di legno sono funzione dello spessore, della metodologia di posa, e in minor misura della specie legnosa ( si veda la tabella sotto riportata ). Valori medi di resistenza termica per varie tipologie di parquet Tipologie di parquet Spessore (mm) Resistenza termica (m 2 K/W) Parquet mosaico 8 0,038. Tavoletta o listello (lamparquet) Listone 22 0,105 Multistrato incollato 10 0,048-0,065 Multistrato galleggiante 15 0,11 5

6 CONDIZIONI DEL MASSETTO Per una corretta posa del pavimento in legno incollato, e di conseguenza per un adeguato esercizio del pavimento, il massetto deve presentare le seguenti caratteristiche: Compattezza in tutto lo spessore. Battendo con un mazzuolo da 750gr. sulla superficie non si devono creare impronte; il massetto deve risuonare con suono pieno. La superficie non deve creare polvere o sgranare. Spessore sufficiente e uniforme. Lo spessore deve essere sufficiente per garantire rigidità e resistenza agli sforzi di taglio generati dai movimenti del legno. Sono adatti in relazione al tipo di massetto i seguenti spessori medi : - massetto cementizio 4 7 cm; - massetto di anidride 2,5 5 cm. Valori inferiori a quelli indicati, non danno sufficiente sicurezza. Rigidità ed uniformità. Il massetto deve essere sufficientemente rigido, tale da sopportare senza deformazioni i carichi statici e dinamici previsti sulla pavimentazione. Tanto più gli strati sottostanti al massetto (ad esempio gli isolanti termoacustici) sono comprimibili, tanto più rigido deve essere il massetto. Durezza superficiale. Graffiando energicamente la superficie con un chiodo d acciaio, non si devono formare incisioni profonde né sgretolamenti, né avere sviluppo di evidente polverosità. Pulizia superficiale. La caldana dovrà essere pulita, priva di macchie da sgocciolamenti di tinteggiature lavabili o di lacche e vernici o di smalti e grassi. Assenza di crepe. La caldana deve essere assente di crepe e fessurazioni non stabili. Planarità. La caldana dovrà essere sufficientemente planare, rientrando nelle norme. Rugosità. La caldana non dovrà essere troppo liscia in superficie, ma leggermente rugosa, per permettere un ottima adesione del collante. Stagionatura. Ogni massetto ha bisogno di un opportuno tempo di indurimento e successivamente di stagionatura fino a raggiungere il suo equilibrio 6

7 idrometrico. Per quanto concerne l umidità,i valori limiti consentiti, misurati con igrometro a carburo, sono: - 1,7 % per massetti cementizi o a base di leganti idraulici; - 0,2 % per massetti di anidride. A tal fine, durante la stesura del massetto, è opportuno che vengano indicati alcuni punti per i controlli successivi dell umidità, da potersi effettuare senza danneggiare l impianto di riscaldamento. Misurazione di umidità. La misurazione del contenuto di umidità dei supporti si esegue con due tipi di igrometri, va fatta in profondità e non solo in superficie. Il campionamento va eseguito in corrispondenza delle zone soggette a maggiore contenuto di umidità. Al momento della misurazione del contenuto di umidità è opportuno verificare la presenza di schermo o barriera al vapore sotto al massetto. - Igrometri elettrici. Essi determinano la resistenza elettrica tra due elettrodi ( chiodi ) infissi nel massetto a distanza stabilita. La conducibilità elettrica nei conglomerati cementiti è fortemente influenzata sia dal loro contenuto di umidità che da una serie di altri fattori, pertanto questo tipo di igrometri fornisce un dato di massima di tale parametro. - Igrometri a carburo. Determinano direttamente, per reazione chimica, il contenuto di umidità contenuta nel massetto, indipendentemente dalla sua composizione. Come esempio si riporta la seguente tabella relativa a condizioni ambientali di 20 C con u.r. 50%. Massetto Tempo di indurimento Tempo minimo di % Umidità (giorni) essicazione condizioni ideali (giorni circa) Tipo Spessore Cementizio 5cm ,7 Cementizio 8cm ,7 Cementizio locm ,7 Anidrite 2cm ,2 Anidrite 5cm ,2 Legante 5cm idraulico a rapida essicaz. (300 Kg/m 2 ) 3 ore 1 1,5 Per la garanzia del risultato, occorre che la posa del pavimento di legno al di sopra di un sistema di riscaldamento a pannelli radianti avvenga in conformità al ciclo di 7

8 assestamento del massetto, secondo quanto indicato nella tabella sotto riportata (figura 3 ). Terminato il tempo di stagionatura del massetto, che dipende dalla sua composizione, occorre provvedere al riscaldamento; La messa in funzione graduale dell impianto serve a stabilizzare il massetto e a portarlo a un grado di umidità corrispondente a quello di equilibrio con le condizioni climatiche ambientali nelle quali si troverà una volta in esercizio. In tali condizioni il massetto non potrà più cedere umidità al pavimento in legno. Il tempo minimo di stagionatura del massetto, prima della messa in funzione dell impianto di riscaldamento, deve rispettare i seguenti parametri: almeno 40 giorni per massetti cementizi per spessore di 4 cm.; almeno 20 giorni per massetti di anidride; almeno 4 giorni per massetti cementiti a rapida essiccazione. FIG. 3 - CICLO DI RISCALDAMENTO DEL MASSETTO Fonte: "Manuale per la posa di pavimenti di legno per uso civile" Come si può osservare dal grafico soprariportato (vedere Fig.3), il riscaldamento deve essere messo in funzione mettendo in temperatura l impianto, aumentando gradualmente la temperatura di 5 C al giorno fino a raggiungere la temperatura 8

9 massima di esercizio, circa 35 C, che verrà mantenuta per minimo 2 settimane, avendo cura di ventilare adeguatamente gli ambienti. Poi si ridurrà ancora gradualmente la temperatura di 5 C al giorno, fino allo spegnimento del riscaldamento. Interrotto il riscaldamento, attendere circa 3 giorni prima di posare il pavimento, questo per permettere alla caldana il giusto raffreddamento, evitando così di utilizzare il collante su un fondo eccessivamente caldo, non dando così la possibilità alla colla di rispettare i giusti tempi di asciugatura. Al momento della posa, la temperatura del massetto e quella ambientale dovrà essere di circa C, con un umidità che dovrà essere mantenuta tra i valori minimi del 50% e massimi del 60%. Queste condizioni dovranno necessariamente essere mantenute almeno per i 3 giorni successivi al termine della posa in opera. TEMPERATURA DEL PAVIMENTO A PANNELLI RADIANTI In presenza di parquet, per motivi di stabilità del pavimento e di confort termico, la temperatura dell impianto a pannelli radianti, non deve essere superiore a C, con umidità relativa dell aria compresa tra il 45% e 60%. E molto importante il controllo dell umidità ambientale, che incide naturalmente su quella del legno. Infatti, il mantenimento dell umidità relativa all interno dei valori sopra indicati, consente di mantenere un equilibrio dell umidità del legno, che ne previene eventuali ritiri e conseguenti fessurazioni. 9

condizioni per la posa su massetto riscaldante

condizioni per la posa su massetto riscaldante condizioni per la posa su massetto riscaldante Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it

Dettagli

UNI 11371 - Massetti per parquet e pavimentazioni di legno - proprietà e caratteristiche prestazionali

UNI 11371 - Massetti per parquet e pavimentazioni di legno - proprietà e caratteristiche prestazionali RETTONDINI p.i. PAOLO Via Stazione, 10 39030 Chienes (BZ) C.F.: RTTPLA55M24I105Y P.I.: 02512570215 Tel. e Fax: +39 0474565425 Cell.: +39 334 6844931 E-mail: rettondini@tin.it E-Mail posta certificata:

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI IMPIANTO TERMICO TRADIZIONALE 20 C 22 C 40 C 17 C La normativa di riferimento per gli impianti di riscaldamento a pavimento per edifi ci residenziali ed uffi

Dettagli

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA Prima della posa in opera è fondamentale l indagine tecnica preventiva per verificare la situazione del cantiere ed effettuare le misurazioni necesarie. Stato del cantiere

Dettagli

Sistema per pavimenti

Sistema per pavimenti Schlüter -BEKOTEC Sistema per pavimenti 9.1 struttura in basso spessore a ridotta deformazione concava e convessa Scheda tecnica Applicazione e funzione Schlüter -BEKOTEC è un sistema sicuro che permette

Dettagli

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE MISCELAZIONE E POSA IN OPERA CARNIVAL è un massetto minerale

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO UNI UNI EN EN 1264/1-2-3-4 Presentazione a cura di: RDZ S.p.A. Configurazione della norma Configurazione della norma UNI UNI EN

Dettagli

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO CARATTERISTICHE TECNICHE: Solidone è un legante idraulico formulato con cementi speciali ad alta resistenza

Dettagli

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento Sistemi di posa - comfort e risparmio energetico Sistemi di posa - Sistema Easy Sistemi di posa - Sistema Easy Tech ribassato Easy 50 - Pannello isolante Easy Tech 50R - Pannello isolante ribassato Tubo

Dettagli

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico Schlüter -BEKOTEC-EN 18 FTS Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico 9.4 Struttura per massetto di basso spessore privo di tensioni, a ridotta deformazione. Particolarmente indicato per

Dettagli

Piani di posa riscaldanti e raffrescanti

Piani di posa riscaldanti e raffrescanti Piani di posa riscaldanti e raffrescanti Tra le tecnologie di più recente applicazione si è diffusa quella di utilizzare i massetti, siano essi a base cemento, di leganti idraulici o a base di solfato

Dettagli

www.parchettificiotoscano.it

www.parchettificiotoscano.it il massetto Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it www.parchettificiotoscano.it IL MASSETTO

Dettagli

PREPARAZIONE DEI FONDI DI POSA PER PAVIMENTI IN LEGNO

PREPARAZIONE DEI FONDI DI POSA PER PAVIMENTI IN LEGNO COSTRUZIONI IN BIOEDILIZIA COPERTURE E SOLAI VIA MULINO, 21 I - 23871 LOMAGNA (LC) Tel. 039 5 300 100 Fax 039 5 301 186 E-mail: info@galimberti.eu www.galimberti.eu SISTEMI PER ESTERNI PAVIMENTI Galimberti

Dettagli

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni 2 3 Riscaldamento a pavimento ciclo di preaccensione Operazione prevista dalle norme UNI 11371 e 1264.4 oltre al Manuale IL PARQUET Affinchè il risultato finale

Dettagli

Istruzioni per la posa di mflorcontact

Istruzioni per la posa di mflorcontact Istruzioni per la posa di mflorcontact Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma DIN 18365. Deve essere

Dettagli

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica eurothex HI-performance ad alta efficienza energetica Un sistema di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficenza energetica Thermoplus è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento ad

Dettagli

SUPER SABBIA E CEMENTO

SUPER SABBIA E CEMENTO LINEA SUPER SABBIA E CEMENTO novità Da oggi fibrorinforzato FIBRORINFORZATO MASSETTO TRADIZIONALE FIBRORINFORZATO PREDOSATO A MEDIO/RAPIDA ASCIUGATURA PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO DA AGGREGATO SILICEO,

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

mflor e il riscaldamento a pavimento

mflor e il riscaldamento a pavimento mflor e il riscaldamento a pavimento Gli impianti di riscaldamento a pavimento stanno acquistando sempre più popolarità, poiché oltre ad elevati livelli di comfort offrono numerosi altri vantaggi. Questo

Dettagli

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Scheda Prodotto: ST01.000.11.03 Data ultimo agg.: 15 marzo 2005 Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.000 Cemento 01.000.11

Dettagli

I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni

I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni Pinerolo, 28 marzo 2008 I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni Per. Ind. Massimo Fabricatore Direttore Generale velta italia Riscaldamento

Dettagli

www.impiantitalia.it

www.impiantitalia.it 1. Impianti a pavimento IL RISCALDAMENTO A PAVIMENTO Il riscaldamento a pavimento rappresenta forse il più antico sistema ideato dall uomo per la distribuzione del calore nelle abitazioni; dall esame di

Dettagli

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni.

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni. DATI TECNICI Blanke TRIMAT Fonoassorbente e separatore Uso e funzione Blanke TRIMAT, materassino fonoassorbente che neutralizza le tensioni, è usato per la posa di piastrelle, pietra naturale, graniglia

Dettagli

MATERASSINO E RETE PER INTERNI: MODULARE E SU MISURA

MATERASSINO E RETE PER INTERNI: MODULARE E SU MISURA MATERASSINO E RETE PER INTERNI: MODULARE E SU MISURA Sistema di riscaldamento elettrico brevettato, dallo spessore di soli 4 mm che può essere prodotto su misura (sia per potenza che per forma geometrica

Dettagli

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI IMPIANTI DI DI RISCALDAMENTO E E RAFFRESCAMENTO RADIANTE S CHEDA TECNICA 2 11 IMPIANTI CIVILI SLIMINNOVATION SPECIALE RISTRUTTURAZIONI SISTEMA CON MASSETTO a basso spessore PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI

Dettagli

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole REGOLE PER LO STOCCAGGIO E LA POSA IN OPERA DEI PAVIMENTI PER ESTERNO ANTISCIVOLO COLLOCAMENTO DEI LISTONI STOCCAGGIO I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione

Dettagli

PAVIMENTAZIONI RESILIENTI

PAVIMENTAZIONI RESILIENTI 178 PAVIMENTAZIONI RESILIENTI 179 I MATERIALI RESILIENTI I pavimenti resilienti, sono in genere costituiti da materiali altamente resistenti agli urti (da resilienza = capacità del materiale di riprendere

Dettagli

Materassino e rete per interni modulare e su misura

Materassino e rete per interni modulare e su misura Materassino e rete per interni modulare e su misura Materassino - PVMI Il riscaldamento elettrico a pavimento in Fibra di Carbonio è un sistema brevettato, dallo spessore di soli mm che può essere prodotto

Dettagli

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it LINEA STUCCATUTTO visita il sito dedicato www.stuccatutto.it 28 Stucco in Pasta Stucco in Pasta per Interni, pronto all uso STUCCO LINEA STUCCATUTTO Prodotto pronto all uso, di facile applicazione con

Dettagli

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA PANNELLO ISOLANTE SCHEDA TECNICA UNI EN 13163 PANNELLO ISOLANTE CARATTERISTICHE TECNICHE Il pannello Ribassato nasce dalla migliore tecnologia di stampaggio e accoppiamento a caldo del polistirene espanso.

Dettagli

velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni

velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni 2 La seguente documentazione ha validità dal 01.2011 fino alla prossima nuova edizione. Si riserva la possibilità di apportare

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO VANTAGGI Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti sono caratterizzati da un particolare meccanismo di scambio termico, l irraggiamento,

Dettagli

Venerdì 22 novembre 2013 IMPIANTI RADIANTI DI NUOVA GENERAZIONE E SOLUZIONI APPLICATIVE NELLA POSA DEL PARQUET. AGGIORNAMENTO TECNICO/NORMATIVO

Venerdì 22 novembre 2013 IMPIANTI RADIANTI DI NUOVA GENERAZIONE E SOLUZIONI APPLICATIVE NELLA POSA DEL PARQUET. AGGIORNAMENTO TECNICO/NORMATIVO Gli impianti radianti di nuova generazione: principi Ing. Clara Peretti, Coordinatrice Consorzio Q-RAD Parte 1 Contenuti Che cosa sono i sistemi radianti? I componenti di un sistema radiante Tipologie

Dettagli

L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI CON I SISTEMI RADIANTI A SECCO

L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI CON I SISTEMI RADIANTI A SECCO L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI Relatore: Ing. Alessandro Buzzoni - responsabile ufficio tecnico FloorTech CONSUMI ENERGETICI In Italia il SETTORE CIVILE è attualmente responsabile di

Dettagli

Ultraslim. ...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio. Conversione in cmyk del Pantone_300 c. Conversione in cmyk del Pantone_485 c

Ultraslim. ...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio. Conversione in cmyk del Pantone_300 c. Conversione in cmyk del Pantone_485 c Pantone_485 c Conversione in cmyk del Pantone_485 c Pantone_300 c Conversione in cmyk del Pantone_300 c c 0 m 95 y 100 k 0 c 2 m 31 y 3 k 12...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio Ultraslim Sistema

Dettagli

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO DI COSA SI TRATTA LITHOTHERM è un sistema radiante a pavimento a bassa temperatura con un breve tempo di reazione: questo

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI. www.rftsrl.eu

NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI. www.rftsrl.eu NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI www.rftsrl.eu RFT - FOUR x FOUR AUTOCENTRANTE Pavimento sopraelevato STANDARD Pavimento sopraelevato ANTISISMICO L innovazione di FOUR x FOUR consiste

Dettagli

Scheda tecnica Sto GK800 A+

Scheda tecnica Sto GK800 A+ Lastre isolanti preformate in polistirene espanso sinterizzato secondo EN 13163:2013 contenenti particelle di grafite. Prodotto a marchio CE. Identificazione tecnica X31 KTR. Caratteristiche Funzione è

Dettagli

9.1 Schlüter -BEKOTEC

9.1 Schlüter -BEKOTEC S I S T E M I I N N O V A T I V I 9.1 Schlüter -BEKOTEC SISTEMA PER PAVIMENTI STRUTTURA IN BASSO SPESSORE A RIDOTTA DEFORMAZIONE CONCAVA E CONVESSA Applicazione e funzione Il sistema Schlüter -BEKOTEC

Dettagli

level 1 n Scheda tecnica Applicazioni consigliate Materiali Supporti Caratteristiche

level 1 n Scheda tecnica Applicazioni consigliate Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica level 1 n level 1 n è una malta autolivellante a indurimento rapido per il livellamento e la regolarizzazione di fondi di posa di ogni genere di pavimenti interni. Da 1 a 10 mm di spessore.

Dettagli

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI F verticale: Le forze dovute al peso proprio vengono trasportate nel supporto dal collante. F orizzontale = depressione dovuta al carico da vento F verticale = Massa (peso

Dettagli

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013 Componenti SISTEMA A PAVIMENTO RADIANTE A SECCO Descrizione Sistema a pavimento radiante in esecuzione a secco, senza l impiego di malta cementizia come strato di supporto della finitura superficiale e

Dettagli

Colla di montaggio Pro

Colla di montaggio Pro Scheda prodotto Prodotto COLLA DI MONTAGGIO PRO è una colla e un mastice per fughe dalla qualità pregiata, a presa rapida e capace di mantenere l elasticità, a base di polimero MS ad elevata adesione iniziale.

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio I Gli elementi riscaldanti piatti sono certificati VDE secondo norme DIN EN60335-1 e DIN EN60335-2-96. Leggere attentamente le presenti istruzioni prima di intraprendere il montaggio.

Dettagli

level 3 Scheda tecnica Applicazioni raccomandate Materiali Supporti Caratteristiche

level 3 Scheda tecnica Applicazioni raccomandate Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica level 3 level 3 è una malta autolivellante fibrorinforzata per il livellamento e la regolarizzazione di fondi di posa di ogni genere di pavimenti interni. Da 3 a 30 mm di spessore. Particolarmente

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Isolamento acustico anticalpestio

Isolamento acustico anticalpestio Isolamento acustico anticalpestio Isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato Pavitema Rex è una gamma di isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato nata per rispondere alla

Dettagli

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 Che cosa vuol dire IPERISOLAMENTO DISPERSIONI TERMICHE DELL INVOLUCRO minime unbeheizt unbeheizt WSVO

Dettagli

NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO. Prestazioni, qualità e praticità al servizio del progettista.

NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO. Prestazioni, qualità e praticità al servizio del progettista. IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA Nordsilence e Nordsilence Extra sono la risposta della ricerca Nord Bitumi alle esigenze di progettisti e applicatori. Sono sistemi

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ PRIMA DI INIZIARE

IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ PRIMA DI INIZIARE IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ Uniclic Multifi t è un rivoluzionario sistema di posa per parquet compositi. I pannelli possono essere incastrati con un semplice clic, grazie

Dettagli

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema:

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema: S I S T E M I A C A P P O T T O D E S C R I Z I O N E L'isolamento a cappotto consiste nell'applicazione, sull'intera superficie esterna verticale di un edificio, di pannelli isolanti che vengono poi coperti

Dettagli

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm. sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.info sistema euromax Alta resistenza nel minimo spessore Il sistema

Dettagli

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA:

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CIRFONIC SPECIAL Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC SPECIAL è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

Di seguito sono indicati i difetti e i problemi associati alle condizioni del sottofondo:

Di seguito sono indicati i difetti e i problemi associati alle condizioni del sottofondo: Istruzioni di montaggio per pavimenti mflor con Mtack 201 Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma

Dettagli

Sistema a pavimento. euroslim. Sviluppato per la ristrutturazione

Sistema a pavimento. euroslim. Sviluppato per la ristrutturazione IT Sistema a pavimento Sviluppato per la ristrutturazione Sviluppato per le ristrutturazioni Sistema ideale nella lavorazione a secco sul quale è possibile applicare lastre a secco in sostegno del rivestimento

Dettagli

Impresa & cantiere IMPERMEABILIZZAZIONE SOLAI

Impresa & cantiere IMPERMEABILIZZAZIONE SOLAI Impresa & cantiere IMPERMEABILIZZAZIONE SOLAI FOGLIO NOTIZIE TECNICHE N 4 - Gennaio 2011 Una buona esecuzione delle opere di impermeabilizzazione non può prescindere da una accurata valutazione della natura

Dettagli

POSA SU MASSETTI RISCALDANTI

POSA SU MASSETTI RISCALDANTI 82 POSA SU MASSETTI RISCALDANTI 83 SOLLECITAZIONI DEI SUPPORTI DEFORMAZIONI CONCAVE E CONVESSE: dovute alla non corretta maturazione del sottofondo e/o ad un errato posizionamento/ progettazione dei giunti

Dettagli

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI 5 6 L isolamento termico delle pareti perimetrali degli edifici, rappresenta uno degli interventi più importanti da prevedere in sede di progettazione, allo scopo di: ridurre

Dettagli

ADEPROOF ELASTOCEM. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva.

ADEPROOF ELASTOCEM. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva. ADEPROOF ELASTOCEM Malta cementizia bicomponente elastica impermeabilizzante e protettiva. EN 1504-2 PI-MC-IR Caratteristiche tecniche Malta bicomponente a base di cementi, inerti selezionati, additivi

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME HOME ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE INDICE 1. Note per le istruzioni di montaggio 2. Sicurezza

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN POLISTIRENE ESPANSO (EPS) CAPITOLATO GENERALE SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN

Dettagli

PAVIFOND REVOLUTION. novità MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO

PAVIFOND REVOLUTION. novità MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO LINEA novità 0 PAVIFOND REVOLUTION CONDUCIBILITÀ TERMICA λ 0,09 W/mK È UN PRODOTTO ECO ECOSOSTENIBILE MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO

Dettagli

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Le fessurazioni vengono spesso considerate un problema estetico, poco ricorrente e di facile risoluzione, in realtà ne sono colpite

Dettagli

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI IL PROBLEMA DELLO SFONDELLAMENTO DEI SOLAI Con il termine sfondellame nto dei solai si indica la rottura e il distacco delle cartelle d intradosso delle pignatte (chiamate fondelle)

Dettagli

Leganti/malte pronte/colle/sabbie MALTE INDEX

Leganti/malte pronte/colle/sabbie MALTE INDEX Scheda Prodotto: ST01.100.11 Data ultimo agg.: 21 febbraio 2014 Leganti/malte pronte/colle/sabbie MALTE INDEX Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.100 Malte pronte - malte muratura 01.100.11

Dettagli

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP SISTEMA VERTICAL TOP SOFFITTO/PARETE SISTEMA VERTICAL TOP Struttura Modulo 2000x1200 Modulo 1000x1200 Mandata/Ritorno Raccordi Sistema radiante a soffitto/parete specifico per la climatizzazione degli

Dettagli

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali EPS 10/2013 Knauf Therm Pavimenti Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali Knauf Therm: soluzioni isolanti per l isolamento civile ed industriale Elevate

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS Il pannello di vetro cellulare POLYDROS si ottiene partendo dalla polvere di vetro, la quale, mediante un processo termico-chimico, si trasforma in

Dettagli

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio Non fanno una piega Sottofondi a Secco Brio Sistema Costruttivo a Secco 10/2006 Sottofondi a Secco Brio Leggeri, resistenti e semplici da posare Un passo avanti nella tecnologia delle lastre per sottofondi

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

2 I Componenti di Pasha pag 6. 3 Il Bagno Turco pag 7. 4 Il Generatore di Vapore pag 9

2 I Componenti di Pasha pag 6. 3 Il Bagno Turco pag 7. 4 Il Generatore di Vapore pag 9 FAQ Pasha Indice FAQ Pasha 1 Installazione pag 3 pag 3-5 2 I Componenti di Pasha pag 6 3 Il Bagno Turco pag 7 pag 7-8 4 Il Generatore di Vapore pag 9 pag 9-10 2 FAQ Pasha: Installazione E semplice installare

Dettagli

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK NUOVA FORMULAZIONE Da 10 anni il massetto specifico per sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. 10 anni di

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili.

Agosto 2010 ASP Dagmersellen. Memoriale. Desolidarizzazioni. di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili. Agosto 2010 ASP Dagmersellen Memoriale Desolidarizzazioni di pavimenti in piastrelle e materiale lapideo all'interno di stabili Pagina 1 Gli autori di questo memoriale sono: Arpagaus Reto Graber Daniel

Dettagli

Il pannello isolante perfetto per l isolamento termico. Sicuramente il migliore Provato in milioni di applicazioni. Il Prodotto

Il pannello isolante perfetto per l isolamento termico. Sicuramente il migliore Provato in milioni di applicazioni. Il Prodotto Il Prodotto Sicuramente il migliore Provato in milioni di applicazioni Il pannello isolante perfetto per l isolamento termico Accessori necessari per la lavorazione: Consigli per risparmiare sulle spese

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 5.A. Fase preliminare 5.B. Fase di installazione 5.C. Fase di finitura 6. Disegni 7. Voce di capitolato 1/5

Dettagli

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030 SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA DI EDVIS IL ION IZ E IA Porontek 030 il tecnologico sottotegola PANNELLO SOTTOTEGOLA per isolamento termico microventilato di coperture a falde accoppiato a lamina

Dettagli

ImpIantI radianti a pavimento posa e progettazione 09-07

ImpIantI radianti a pavimento posa e progettazione 09-07 Impianti radianti a Pavimento Posa e progettazione 09-07 IMPIANTI GEOTERMICI - GEOTHERMAL PLANTS INDICE Impianti radianti a Pavimento Posa e progettazione Impianti ad uso civile pg. 5 Impianti ad uso

Dettagli

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT System pag. 2 INTRODUZIONE pag. 4 Mapesilent system pag. 4 PRESTAZIONI E POSA IN OPERA pag. 6 ESEMPIO DI CALCOLO ACUSTICO pag. 7 ESEMPIO DI CALCOLO TERMICO pag. 8 COMPONENTI

Dettagli

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA ISOLAMENTO A CAPPOTTO Scheda: L&C-TS 02 Lime&Cork TECHNIC SCHOOL è un iniziativa aziendale di informazione tecnica rivolta alla diffusione di una cultura dell edilizia di qualità. L isolamento a cappotto

Dettagli

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO Il calcestruzzo e le strutture armate Messa in opera INDICE 5 MESSA IN OPERA 5.1 5.3 CASSEFORME GETTO 5.2 PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE 5.4 COMPATTAZIONE DEL GETTO MESSA IN OPERA 5.5 INTERRUZIONI,

Dettagli

Guida alle applicazioni

Guida alle applicazioni Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Divisione Isolanti Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Introduzione 04 Strutture

Dettagli

pannelli sottovuoto vakum

pannelli sottovuoto vakum pannelli sottovuoto vakum Come è fatto un pannello sottovuoto Il pannello sottovuoto Vakum è un prodotto a base di minerale (acido silicico microporoso) in polvere pressato, inserito in un involucro di

Dettagli

ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA. Martedì 14 OTTOBRE 2008. L uso di materiali per raggiungere i risultati

ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA. Martedì 14 OTTOBRE 2008. L uso di materiali per raggiungere i risultati ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA Martedì 14 OTTOBRE 2008 L uso di materiali per raggiungere i risultati Modernità e tradizione, esempi di stratigrafie differenti Relatore

Dettagli

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA Eccellente adesivo per la costruzione con ottima presa iniziale e ottima resistenza finale. Ideale per un tenace incollaggio a superfici porose di qualsiasi materiale che

Dettagli

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI space SPACE Il sistema di riscaldamento radiante a pavimento LOEX SPACE, è studiato e progettato appositamente per l ottenimento del massimo comfort in stabilimenti produttivi,

Dettagli

www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage.

www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage. www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage.it TEL 070.7333238 CEL 392.9128974 Sede Legale: Via Don Vico 10, La Maddalena

Dettagli

SCHEDA TECNICA MATERASSINO E RETE MODULARE E SU MISURA PER INTERNI

SCHEDA TECNICA MATERASSINO E RETE MODULARE E SU MISURA PER INTERNI SCHEDA TECNICA MATERASSINO E RETE MODULARE E SU MISURA PER INTERNI Sistema di riscaldamento brevettato, dallo spessore di soli 4 mm può essere prodotto su misura (sia per potenza che per forma geometrica

Dettagli

Ridolfi Vasco & Figlio Posa in opera Parquet & Scale LA LEVIGATURA

Ridolfi Vasco & Figlio Posa in opera Parquet & Scale LA LEVIGATURA LA LEVIGATURA La levigatura del pavimento di legno consiste nelle operazioni di spianamento e di lisciatura della superficie in modo da renderla adatta ai successivi trattamenti di finitura. Si effettua

Dettagli

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI:

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI: CIRFONIC hp Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC HP è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO

24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO 24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO NODO PARETE PESANTE - SOLAIO Desolidarizzazione parete pesante -solaio, mediante speciale fascia tagliamuro Silenz Tagliamuro Later. NODO MASSETTO -

Dettagli

SISTEMA MEMBRAPOL TRASPARENTE

SISTEMA MEMBRAPOL TRASPARENTE SISTEMA MEMBRAPOL TRASPARENTE MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE MONOCOMPONENTE A BASE DI POLIURETANO Guida all applicazione Regole dei metodi di progettazione e applicazione. a) Trasporto e immagazzinaggio:

Dettagli

ISOLAMENTO A CAPPOTTO

ISOLAMENTO A CAPPOTTO ISOLAMENTO A CAPPOTTO 13 aprile 2011 Via IV Novembre GRANDATE COMO tel. 031/564656 fax 031/564666 www.isolmec.com mail info@isolmec.com resp. ufficio tecnico Roberto Filippetto 339/8935863 areatecnica@isolmec.com

Dettagli

SigmaIsol Nodi architettonici.

SigmaIsol Nodi architettonici. EDILIZIA PROFESSIONALE SigmaIsol Nodi architettonici. SigmaIsol. Manuale tecnico. Un corretto isolamento termico a cappotto, mantiene l involucro esterno dell edificio in condizioni termoigrometriche stazionarie.

Dettagli

Sistema a nocche I.3. In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo

Sistema a nocche I.3. In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo Sistema a nocche I.3 In questo tipo di riscaldamento a pavimento i tubi scaldanti vengono posati sulla lastra portante trà le nocche fissatubo Molti impianti di riscaldamento a pavimento vengono eseguiti

Dettagli

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro 1 Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro Amministratore Delegato KLIMIT Srl Rappresentante Esclusivo Herz per l Italia 2 1 Come funziona un

Dettagli