CataniaPROVINCIAEuromediterranea 38

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CataniaPROVINCIAEuromediterranea 38"

Transcript

1 Il Bellini da Maria CataniaPROVINCIAEuromediterranea 38 La ragione della mia commozione - ricorda il presidente Angelo Munzone - scaturiva da ricordi ed emozioni: un motivo ulteriore per dedicare ad una istituzione così significativa per Catania e per la Sicilia, il massimo impegno di dedizione e servizio Il presidente Angelo Munzone. Accadeva a Catania più di mezzo secolo fa, sotto i migliori auspici e in una data davvero speciale: il giorno immediatamente successivo al centocinquantesimo anniversario della nascita di Vincenzo Bellini. L Istituto musicale - che da allora porta il nome del Cigno etneo - fu creato proprio il 4 novembre 1951, per iniziativa del Comune, della Provincia e della Camera di Commercio, dando più autorevole seguito alla scuola di musica per la formazione orchestrale che aveva funzionato, per qualche anno, presso il Teatro Massimo, anch esso intitolato a Bellini. La fondazione ebbe dunque luogo in un clima di grande festa, sulla scorta della vasta risonanza nazionale delle celebrazioni belliniane, culminate appunto il 3 novembre, quando, in poco più di 12 ore, i catanesi - sembra di sognare! - avevano avuto modo di ascoltare, al mattino, Renata Tebaldi nell esecuzione del Requiem di Verdi in Cattedrale, e in serata Maria Callas in una memorabile rappresentazione di Norma, al Teatro Massimo. In quell atmosfera di vivo fervore, la città volle con determinazione anche l Istituto musicale e vi impegnò figure davvero prestigiose in campo nazionale, quali Santo Santonocito che ne fu il primo direttore. E che dire di Francesco Pastura, il famoso studioso di Bellini, direttore del Museo civico a questi dedicato, docente e bibliotecario del neonato istituto, la cui Biblioteca è a lui intitolata. Nel 1963 il Bellini fu pareggiato ai Conservatori di musica di Stato ed avviò un graduale processo di espansione dell offerta formativa, che ha raggiunto l apice negli anni Novanta con l istituzione dei corsi di Didattica della musica e Musica elettronica. Oggi l istituto vanta dimensioni che non hanno nulla da invidiare a prestigiosi Conservatori storici, come quelli di Bologna, Napoli, Torino, Venezia: circa 100 cattedre per una capienza massima di 750 studenti, con la presenza di tutti i corsi musicali previsti. Al servizio della cultura Eterna magia dei corsi e ricorsi storici. Nel 2004 ho ricevuto il gratificante incarico di presidente dell Istituto musicale V. Bellini, con deliberazione del Consiglio di amministrazione. Incarico autorevolmente confermato, dopo la unanime determinazione del Consiglio accademico, con il successivo provvedimento del ministro dell Istruzione. Ebbene, proprio vent anni prima, nel novembre del 1984, il Consiglio comunale di Catania aveva deliberato l acquisto di una rilevante parte dell edificio di proprietà del Collegio Sacro Cuore, per destinarla all Istituto musicale, al fine di consentire che lo stesso avesse, dopo tanti anni di inadeguatezza logistica, una sede prestigiosa e obiettivamente idonea all espletamento delle sue così significative e delicate funzioni istituzionali e soprattutto didattiche. Allora lo scrivente ricopriva la carica di sindaco di Catania: chi avrebbe mai pensato, in quel momento così emozionante (ho ancora impressi nella memoria i ricordi di tutte le tensioni, gli ostacoli artificiosamente sparsi lungo il percorso della travagliata vicenda, i rilievi formulati con ipocrita malizia, unitamente, per fortuna, ad atteggiamenti di lealtà e piena disponibilità a dare il proprio contributo alle istanze di pubblico interesse), che a vent anni di distanza sarei stato chiamato alla guida dell Istituto Bellini? Mi sembra doveroso ricordare che il buon senso e la tenace fermezza di tante persone, veramente impegnate ad accogliere e soddisfare le più sentite esigenze della città, hanno avuto la prevalenza. Proprio per questo, l operazione si concluse felicemente e l Istituto poté essere ospitato nella sede più giusta. Angelo Munzone Presidente dell Istituto superiore di Studi musicali Vincenzo Bellini

2 Callas a Istituto universitario Perciò quello catanese è stato il primo in Sicilia (e il primo non statale in Italia) ad ottenere dal ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca la trasformazione in Istituto superiore di Studi musicali di livello universitario. E ciò grazie all entrata in vigore del nuovo Statuto. A seguito di questa trasformazione e della emanazione dei decreti di nomina del ministro, si sono insediati gli organi di governo statutari: il Consiglio di amministrazione, presieduto da Angelo Munzone, ed il Consiglio accademico, presieduto da Carmelo Giudice, direttore dell Istituto. L approvazione dello Statuto da parte del ministero è stato motivo di grande soddisfazione - ha sottolineato il presidente della Provincia, Raffaele Lombardo - perché premia gli sforzi, l impegno e la professionalità degli amministratori pubblici e degli addetti ai lavori, impegnati da anni per consentire all istituto quel salto di qualità che ha dimostrato di meritare ampiamente. Nel nome di Vincenzo Bellini vogliamo proporre un istituzione culturale che sia punto di riferimento non solo per gli artisti siciliani, ma di un area più ampia che riguarda il bacino del Mediterraneo. Catania vuole porsi, sempre più, come provincia d arte e di cultura. I risultati recentissimi parlano chiaro, come la vittoria del Quintetto Jazz Bellini. E traguardi ancora più ambiziosi sarebbero a portata di mano, se si potesse aprire ad un maggior numero di studenti e contare su più congrui finanziamenti. Fondamentale appare in quest ottica la determinazione del presidente Munzone e del direttore Giudice, mirata ad accrescere ulteriormente le potenzialità dell Istituto, incrementando le risorse con contributi ministeriali. La terra di Bellini ha bisogno di coltivare il vivaio delle tante e numerose vocazioni musicali. Perché è dalla formazione che bisogna partire se vogliamo dare a Catania il ruolo che le spetta, ma continua a sfuggirle: entrare di diritto tra le capitali europee della musica. Caterina Andò Puntare ancora più in alto La trasformazione in Istituto superiore di Studi musicali di livello universitario ha aperto nuove prospettive ed impone l elaborazione di un progetto di sviluppo che tenga ben presente trattarsi dell unica istituzione di alta formazione musicale presente sul territorio della Sicilia sud-orientale. L attenzione delle nuove generazioni nei confronti della musica e la grande richiesta di nuove ammissioni che si manifesta ogni anno favoriscono certamente l innalzamento del livello degli studenti iscritti tramite selezione. Questo facilita il raggiungimento di obiettivi di eccellenza, ma attira l attenzione su un aspetto fondamentale sul quale il Consiglio accademico sta elaborando una nuova strategia: l Istituto Bellini deve svolgere, accanto al ruolo istituzionale di Ente di alta formazione musicale con fini professionali, il fondamentale compito di polo di promozione della cultura musicale di base ed intermedia nel territorio. A tal proposito, sono già in itinere alcuni contatti con Enti e Istituzioni, finalizzati alla creazione di una rete che metta in moto un meccanismo virtuoso di elaborazione e diffusione di iniziative musicali, nella condivisa convinzione che la musica è un linguaggio che deve entrare a far parte del patrimonio di base della persona e del cittadino sin dalla più tenera età, alla luce di principi pedagogici che sono stati ritenuti validi da parte di una millenaria tradizione culturale, che va da Platone agli scienziati del settore nostri contemporanei. Pertanto, nei prossimi anni accademici, si assisterà ad un dispiegarsi operoso delle energie dell Istituto anche al di fuori della Turris eburnea, finalizzato a dare, attraverso la musica, un contributo allo sviluppo di una cultura dell Uomo. Carmelo Giudice Direttore dell Istituto Musicale Vincenzo Bellini È il primo in Italia non statale riconosciuto dal Ministero dell Istruzione. Record di iscrizioni a conferma della qualità dell offerta formativa dei giovani musicisti Il direttore Carmelo Giudice CataniaPROVINCIAEuromediterranea 39

3 Le uova del drago cucinate da B CataniaPROVINCIAEuromediterranea 40 Capitò di tutto, in Sicilia, tra il 1943 e il Capitò pure, ma sessant anni dopo, che un sabato pomeriggio di fine novembre, in Sicilia, a Catania, un teatro si sia riempito per ascoltare dalla viva voce dell autore u cuntu di quei fatti, lontani nel tempo e quindi quasi dimenticati; ma non per questo non accaduti Ci ha provato, qualche esponente della storiografia ufficiale ad instillare il dubbio che il racconto di Pietrangelo Buttafuoco sia frutto dell invenzione dell autore, ben oltre il dichiarato intento di rendere opera dei pupi, e quindi finzione scenica ma su basi reali, quanto accaduto nella Sicilia dell estate 43, subito prima o subito dopo la liberazione, o il tradimento ; senza riuscirci, però. Forse perché del romanzo si vuole confutare non il fondamento storico, quanto il diritto di cittadinanza del significato che quei fatti assumono attraverso la prosa limpida del giornalista e scrittore catanese d adozione: che c è posto anche per i vinti di una guerra, di quanti in una Sicilia lontana dalla Resistenza partigiana decisero di continuare a combattere a fianco dei tedeschi, per finire la guerra così come la si era cominciata. L appuntamento alle Ciminiere, per la prima presentazione al pubblico del libro Le Uova del Drago (nei primi posti delle classifiche di vendita), organizzato dalla Provincia di Catania, dal presidente Raffaele Lombardo, con il contributo dello storico Tino Vittorio e del giornalista Nuccio Molino (alcuni brani tratti dal libro sono stati recitati dagli attori Steve Cable e Antonella Caldarella), è stato il modo per ripercorrere quegli anni e quegli eventi seguendo l interpretazione autentica dello stesso autore, emozionato per il ritorno nella città della propria formazione e per la presenza in sala, tra il pubblico, di alcuni amici dei tempi in cui non avennu chi spartirini, ni spartevumu lignati, come ha ricordato lo stesso Buttafuoco. E forse bisogna partire proprio da qui per cogliere il senso del romanzo: rappresentare una minoranza, esserne espressione che consapevolmente sceglie di essere tale, senza cedimenti politically correct; lontano mille miglia dalla tentazione di pensare il lieto fine capace di risolvere la contrapposizione tra due fazioni (quella dei fascisti e degli antifascisti), che ancora oggi, sessant anni dopo, considera irriducibili, schierandosi però apertamente per una delle due, mai considerata quella giusta. Minoranza rappresentata mezzo secolo fa dai siciliani che continuarono a combattere accanto ai nazisti di Eugenia Lenbach, la valchiria prediletta dalla Tana del Lupo; ieri dai ragazzi come Buttafuoco, a Catania nella biografia personale dell autore ma anche nel resto d Italia, che decisero di fare politica lontano dai sancta sanctorum del potere democristiano o del contropotere culturale in regime di monopolio comunista; oggi dalla proposta giornalistica di un quotidiano come il Foglio, che fascista certamente non è, del quale Buttafuoco è stato redattore, come ha ricordato Giuseppe Sottile, responsabile della pagine del sabato del quotidiano di Giuliano Ferrara di cui è stato anche condirettore. D altronde non è detto che dal lato della minoranza si debba stare male. Buttafuoco sembra starci benissimo, confortato anche dal successo che il libro sta avendo tra il pubblico degli italiani che comprano libri. Perché Le Uova del Drago si fa leggere con piacere, per la capacità di mischiare sentimenti contrapposti come il coraggio e la viltà, insieme al sesso, alla politica, all ambizione, al tradimento, lasciando intatta l umanità dei personaggi, anche dei più negativi e lontani dalle simpatie e dalle idee dell autore. Nessuno è disumano ne Le Uova del Drago, nean-

4 uttafuoco che il peggior nemico, come ha scritto Miriam Mafai. Senza dimenticare il cuntu vero e proprio, l intreccio di avvenimenti che spesso hanno Catania come sfondo: la battaglia sul Simeto del luglio 43; la rivolta del Non si parte e la Repubblica di Comiso, fatti realmente accaduti nel gennaio del 45, nonostante il parere avverso degli storici alla Galli della Loggia, per cui, parole di Buttafuoco, i fatti che loro non conoscono non possono essere avvenuti! ; gli undici emissari del Gran Muftì di Gerusalemme, ovvero Le Uova del Drago che, agli ordini della Lenbach, dovranno garantire la sopravvivenza dell ideologia nazista in caso di tracollo del regime. Tra realtà e finzione, personaggi veri e inventati, inglesi, americani, nazisti, fascisti. Tanti fascisti per il romanzo uscito dalla penna del fascistissimo Buttafuoco, ma non un romanzo fascista; che anzi segna il superamento dello stereotipo fascista ultima maniera essendo forse più interessato a rappresentare il siciliano al di fuori degli stereotipi ad un momento, irrimediabilmente legato ad essi all altro. E quindi: temerari e vigliacchi, doppiogiochisti o pieni di senso dell onore, cicisbei fatui a crogiolarsi al sole della via Etnea, ma anche combattenti. Per una Sicilia che a tratti sembra irredimibile anche nelle sue debolezze. Luigi Pulvirenti Da sinistra, Molino, Sottile, Buttafuoco, Vittorio e Lombardo. Sicilia 1943, la storia Lo scrivere di storia comporta l identico pericolo di quando si fa una fotografia. Si può far sembrare totalità ciò che è soltanto un punto di vista. E, infatti, d obbligo restringere il campo d indagine, magari scendendo nell imprevedibilità delle reazioni individuali, per cui i giudizi che ne vengono fuori qualche volta appaiono non condivisibili, o almeno non del tutto condivisibili. La tentazione di applicare un tale metro di valutazione è particolarmente forte davanti all opera di Francaviglia, che (in molti passi con severità quasi teutonica) presenta lo sbarco anglo-americano in Sicilia con uno specchio impietoso dello stato del potere italiano. Mussolini e l intero entourage militare fascista diventano un armata Brancaleone, pronta alle raccomandazioni per far carriera ed altrettanto pronta ad alzare le mani (o peggio) non appena si affacciano le canne dei fucili nemici. Certo, eravamo pur in Italia e molte cose del genere sono davvero accadute in quella maledetta guerra; probabilmente lo sbarco in Sicilia ha fatto vedere il peggio dell organizzazione italiana e il nostro autore ha così buon gioco nel girare il coltello nell orgoglio patriottico ferito. Ma, diamine! Vi fu pure il prosciugamento delle Paludi pontine, vi furono la battaglia del grano ed i borghi rurali, vi furono la nascita dell IRI, la riforma della scuola, la riforma dei codici e i pregevolissimi momenti culturali attorno alle figure di Bottai e di Gentile. A demerito del fascismo, si può correttamente dire che tolse la libertà; ma, farlo diventare un pagliaccesco disastro non può non apparire una forzatura. Ma, si sa, i grandi amori sono sempre una forzatura, in qualche modo. Ci si sposa convinti che la compagna resterà bella per tutta la vita e si fanno i figli pensando che mai verrà il giorno in cui ti diranno, andando via: Papà, tu non hai capito niente! Francaviglia, innamorato dei macchinari organizzativi perfettamente sincronizzati, ha finito per far coincidere questi col tutto. Ecco perciò che, da un lato, abbiamo una sto- Fabrizio Francaviglia, La breccia nella festung Europa (Sicilia 1943), Udine, Military Historical Center, 26 CataniaPROVINCIAEuromediterranea 41

5 CataniaPROVINCIAEuromediterranea 42 Vizzini, L amante di Gramigna. ria straordinaria, straordinariamente documentata e brillantemente raccontata. Essa, fra l altro, ci regala la prima vera ricostruzione degli avvenimenti siciliani del 43, restituendo la giusta dimensione umana a tutti i protagonisti del conflitto. Ma, dall altro lato, ne va contornata la valenza di storia militare, per cui i suoi durissimi giudizi verso gli italiani vanno almeno sfumati e collegati a giudizi diversi in altri rami della complessa vita di uno Stato. Il merito dell opera di Francaviglia, comunque, è quello di aver gettato il sasso nello stagno, stabilendo un punto di partenza da cui non potrà prescindere nessun studioso serio che in futuro vorrà occuparsi dell argomento. Ecco perché essa è di quelle da non perdersi, magari per arrabbiarsi un poco con noi stessi e con la nostra storia, ovviamente. Salvatore Paolo Garufi Il teatro di reviviscenza La Roba, i Galantuomini, Gl innamorati, edito da Prova d autore ripropone al grande pubblico le opere teatrali che Alfredo Mazzone trasse dalle novelle di Giovanni Verga e mise in scena a Vizzini dal 1972 al Si tratta del primo di due volumi, in cui i brevi racconti verghiani vengono trasformati in rappresentazioni vere e proprie, spesso con l aggiunta di personaggi e situazioni nuove, ma sempre nel rispetto del dettato dell autore di Cavalleria, e soprattutto del suo linguaggio. Quello fra il compianto Mazzone e Verga è un rapporto profondo, quasi un osmosi. Il vizzinese Alfredo Mazzone nacque e visse in gioventù a pochi passi dai luoghi dove Verga immaginò ed ambientò la celeberrima Cavalleria rusticana, e sui testi verghiani Mazzone si formò. Il suo tocco di originalità lo diede attraverso queste riscritture drammaturgiche che allargano e dilatano l orizzonte verghiano. Nel primo volume, voluto dal sindaco di Vizzini Vito Cortese, e curato da Nives Levan e Mario Grasso per Prova d autore, oltre che dai figli Giuseppe e Giampiero Mazzone che hanno ritrovato e raccolto le opere originali, si può ripercorrere l esordio del Teatro della Reviviscenza con L amante di Gramigna del 1972, e via via alcune delle rappresentazioni più significative: da Pentolaccia a Libertà, da Jeli il pastore alla ormai mitica La roba famosa in tutto il mondo e che nella scorsa estate ha segnato il ritorno del Teatro di Reviviscenza sulle piazze vizzinesi con successo di pubblico e critica. Si riaccendono dunque i riflettori su un autore che ebbe successo in vita ma che - come purtroppo spesso succede - sembrava caduto nel dimenticatoio dopo la sua scomparsa avvenuta nel Adesso l opera di Alfredo Mazzone torna a rivivere come merita.

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

La Scuola a Cinema. I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca. Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am

La Scuola a Cinema. I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca. Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am La Scuola a Cinema 12 Edizione I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca Il progetto La Scuola a Cinema è giunto quest

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

È la mia vita in Piazza Grande

È la mia vita in Piazza Grande È la mia vita in Piazza Grande Dal 1940 a oggi i modenesi raccontano PROGETTO PARTECIPATO SUL SITO UNESCO DI MODENA PERIODO: ottobre 2013 - maggio 2014 ENTE PROMOTORE: Comune di Modena, Ufficio coordinamento

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

IL SICILIANO CHRISTIAN GRECO DIRETTORE DEL MUSEO EGIZIO DI TORINO

IL SICILIANO CHRISTIAN GRECO DIRETTORE DEL MUSEO EGIZIO DI TORINO IL SICILIANO CHRISTIAN GRECO DIRETTORE DEL MUSEO EGIZIO DI TORINO di Redazione Sicilia Journal - 28, gen, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-siciliano-christian-greco-direttore-del-museo-egizio-di-torino/

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

CURRICULUM ARTISTICO

CURRICULUM ARTISTICO CURRICULUM ARTISTICO L Insegnante Graziella Alonzo, Leader e Direttore Artistico del suddetto gruppo inizia la sua carriera giovanissima in qualità di cantante mezzosoprano esibendosi in vari cori gospel

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Per una storia delle università minori nell Italia contemporanea. Il caso dello Studium Generale di Macerata tra Otto e Novecento

Per una storia delle università minori nell Italia contemporanea. Il caso dello Studium Generale di Macerata tra Otto e Novecento Luigiaurelio Pomante Per una storia delle università minori nell Italia contemporanea. Il caso dello Studium Generale di Macerata tra Otto e Novecento Nel corso degli ultimi quindici anni la storia dell

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto:

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: Spunti di riflessione per operatori sociali e facilitatori di gruppi di auto/mutuo aiuto. di Silvia Clementi* Le dinamiche

Dettagli

A cura di Mario Fortunato

A cura di Mario Fortunato MILENA AGUS VINCENZO CONSOLO IVAN COTRONEO ANDREA DE CARLO PAOLO DI PAOLO DACIA MARAINI MARIA PACE OTTIERI SANDRA PETRIGNANI PULSATILLA ELISABETTA RASY L ATTESA A cura di Mario Fortunato 2010 Fondazione

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La splendida storia d amore di Ferruccio e Fabiola, due coniugi brindisini, ha fatto commuovere tutta l Italia. Ieri sera, i due sono stati

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015

DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 DOSSIER Lunedì, 13 aprile 2015 Articoli 13/04/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 10 Battaglia sull' Authority regionale unica 1 13/04/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 18 Lo spazio

Dettagli

I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A

I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A Renzo De Felice MUSSOLINI L ALLEATO 1. L Italia in guerra 1940-1943 Tomo secondo. Crisi e agonia del regime 1990 e 1996 Giulio Einaudi editore S.p.A.,

Dettagli

Catania, 12 febbraio 2002. Magnifico Rettore, Autorità tutte, cari studenti, cari professori, signore e signori,

Catania, 12 febbraio 2002. Magnifico Rettore, Autorità tutte, cari studenti, cari professori, signore e signori, 1 Intervento del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Letizia Moratti all inaugurazione dell anno accademico all Università degli studi di Catania Catania, 12 febbraio 2002 Magnifico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

S C H E D A D I D A T T I C A

S C H E D A D I D A T T I C A Giulietta e Romeo a r 2 TA TE AT RO n a m i t t e In s o l o Andiamo a Giocare in Teatro! D FA N SCHEDA DIDATTICA Questa è una breve biografia del compositore russo Sergej Prokofiev. Nato nel 1891 e morto

Dettagli

Raccontare la Grande Guerra per immagini

Raccontare la Grande Guerra per immagini Raccontare la Grande Guerra per immagini 19 ottobre 2011 Dr. Marco Mondini ISIG- FBK mondini@fbk.eu I testi e i dati contenuti nella presentazione sono da considerarsi proprietà intellettuale dell autore.

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

LA MUSICA NEL GREMBO

LA MUSICA NEL GREMBO LA MUSICA NEL GREMBO CONCERTO DI BENEFICENZA PER LE MAMME E I BAMBINI DEL MALI MARTEDÌ 16 GIUGNO ALLE ORE 20.30 VILLA FOSCARINI ROSSI - STRA Un evento organizzato da: PROGRAMMA I bambini piccoli, compresi

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Teatro Antico In Scena Un corso di recitazione in uno spazio di ricerca universitaria per intrecciare cultura, profondità critica e abilità artistica

Teatro Antico In Scena Un corso di recitazione in uno spazio di ricerca universitaria per intrecciare cultura, profondità critica e abilità artistica FORMAZIONE PERMANENTE FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO ISTITUTO DI FILOLOGIA CLASSICA E DI PAPIROLOGIA DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA di Ada Fichera 70 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 1/2014 Un antichità avvolgente e un fascino singolare connotano

Dettagli

Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera

Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera Catania, i 111 anni della Scuola Svizzera di Agnese Maugeri - 23, mag, 2015 http://www.siciliajournal.it/catania-i-111-anni-della-scuola-svizzera/ di Agnese Maugeri Catania Nel cuore della città etnea

Dettagli

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Intervista a Maria Mattioni Oblique Studio 2010 Stelio Mattioni. Lo scrittore perduto. Intervista a Maria Mattioni di Annalisa Bizzarri Oblique Studio 2010 La signora

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori Il Principe Mezzanotte Scheda di approfondimento Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori La Compagnia Teatropersona ha deciso di creare queste schede per dare l opportunità alle

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Elizabeth Gilbert. Big Magic. Vinci la paura e scopri il miracolo di una vita creativa. Traduzione di Martina Rinaldi. Rizzoli

Elizabeth Gilbert. Big Magic. Vinci la paura e scopri il miracolo di una vita creativa. Traduzione di Martina Rinaldi. Rizzoli Elizabeth Gilbert Big Magic Vinci la paura e scopri il miracolo di una vita creativa Traduzione di Martina Rinaldi Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2015 Elizabeth Gilbert 2015 RCS Libri S.p.A., Milano

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

NON ERA UNA DONNA ERA UN BANDITO

NON ERA UNA DONNA ERA UN BANDITO NON ERA UNA DONNA ERA UN BANDITO Il giorno 16 aprile, noi della classe III H abbiamo avuto la possibilità di poter incontrare la professoressa Nadia Olivieri, dell Istituto della storia della Resistenza

Dettagli

NEWSLETTER BIBLIOTECA

NEWSLETTER BIBLIOTECA 1 di 5 02/02/2013 10.23 LA NEWSLETTER MENSILE DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE PASQUALE ALBINO DI CAMPOBASSO NEWSLETTER BIBLIOTECA Agosto 2012 - numero 6 Tutti i colori della lettura in Biblioteca Albino Il

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

PROF. VITTORINO CHIZZOLINI, SERVO DI DIO (Brescia 3 gennaio 1907 Brescia 24 maggio 1984)

PROF. VITTORINO CHIZZOLINI, SERVO DI DIO (Brescia 3 gennaio 1907 Brescia 24 maggio 1984) PROF. VITTORINO CHIZZOLINI, SERVO DI DIO (Brescia 3 gennaio 1907 Brescia 24 maggio 1984) Vittorino Chizzolini nacque a Brescia il 3 gennaio 1907 da Elisa Cominassi e Vittorio, un fabbro ferraio originario

Dettagli

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015.

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. A tutti gli oggionesi, ai rappresentanti delle Istituzioni, alle autorità militari e di polizia,

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli