INDICE Certificazione energetica nazionale 1.1 Solidità strutturale e sicurezza sismica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. 1.7.1 Certificazione energetica nazionale 1.1 Solidità strutturale e sicurezza sismica"

Transcript

1

2 INDICE 1. Scegliere una casa di qualità pag Certificazione energetica nazionale pag Solidità strutturale e sicurezza sismica... pag Certificazione energetica da ente pag Isolamento termico pag. 2 terzo Pareti verso l esterno pag Certificato di collaudo acustico pag Tetto pag Certificato di conformità degli pag Pavimento verso il piano garage pag. 5 impianti Finestre pag Diritti e garanzie dell acquirente pag Eliminazione dei ponti termici pag L impresa si responsabilizza pag Isolamento acustico pag Tecnologia ed impianti avanzati pag Impianto di riscaldamento pag Impianto di raffrescamento pag Impianto di ventilazione pag Impianto elettrico e domotico pag Impianto idrico pag Fotovoltaico pag Solare termico per acqua calda pag Bassissimi consumi energetici pag Ecosostenibilità pag Certificazioni pag. 14 Pag. 1 di 26

3 GUIDA ALL ACQUISTO Il mercato immobiliare è ricco di offerte consultabili navigando su internet, sfogliando riviste e volantini o rivolgendosi direttamente ad un agenzia immobiliare o ai costruttori. L acquisto di una nuova casa è un momento delicato poiché si investono quantità importanti di denaro che spesso corrispondono ai sacrifici di una vita. Questa guida nasce per guidarti nello scegliere quale casa comprare e da chi acquistare. E importante esseree in grado di distinguere una vera casa di qualità da quelle che ti vengonoo presentate come tali pur non essendo state costruite secondo i parametri di efficienza energetica e di comfort abitativo. E altrettanto importante fare un acquisto sicuro e consapevole riuscendo a smascherare i costruttori inaffidabili e non trasparenti, che nonn ti forniscono le giuste garanzie e non tutelano i tuoi diritti. La guida è quindi divisa in due sezioni: 1. SCEGLIERE UNA CASA DI QUALITA 2. DIRITTI E GARANZIE DELL ACQUIRENTE 1. SCEGLIERE S UNA CASA DI QUALITA La qualità della casa incide sulla qualità della nostra vita ed è per questo che laa scelta non può dipendere soltanto dal prezzo, dalla posizione e dalle finiture estetiche. Ciò che differenzia una casa di qualità dalle altre è il benessere che questa può portare p a chi ci vive. Benesseree inteso come psico fisico, poiché l ambiente deve avere condizioni di salubrità, ma anche economico, perché la casa deve avere costi di mantenimento bassi, basti pensare alle bollette energetiche che sono diventate una delle spese più pesanti sui bilanci delle famiglie italiane. Oggi si s può scegliere di vivere in una casa evoluta, realizzata impiegando materiali e soluzioni che uniscano le tecniche costruttive naturali e le nuove tecnologie. Un modo di vivere nuovo salvaguardando la nostra salute e l ambiente. Gli ingredienti da ricercare per avere una casa di qualità sono: Solidità strutturale e sicurezza sismica Isolamento termico Isolamento acustico Tecnologia ed impianti avanzati Bassissimi consumi energetici Ecosostenibilità Certificazioni Pag. 1 di 26

4 1.1. Solidità strutturale e sicurezza sismica I terremoti degli ultimi anni in Italiaa hanno evidenziato la drammatica situazione in cui oggi si trova il nostro territorio, che quasi per la metà comprende zone ad elevato rischio sismico. Si tratta di circa il 44% della superficie nazionale (131 mila kmq), corrispondenti ad una popolazione di circa 21,8 milioni di persone (che equivale a un terzo della totale popolazione). Si calcola anche che circa 5,5 milioni di edifici siano oggi collocati in queste aree instabili. Le Leggi italiane, modificate a seguito degli ultimi eventi sismici, impongono che le nuove costruzioni, se ricadenti in aree a potenziale rischio sismico, debbano essere costruite garantendo resistenza ai terremoti. I progetti dellee strutture portanti degli edifici non devono essere più depositati agli uffici competenti ma saranno anche analizzati dai tecnici del Genio Civile, che potranno accettarli, rigettarli o richiederne la modifica. Alla fine della realizzazione il certificato di collaudo statico garantirà che la struttura sia conforme a quanto previsto dalle normative in vigore. E molto importante quindi richiedere al Costruttore il certificato con cui il Genio Civile ha accettato il progetto strutturale dell immobile che si sta acquistando e il certificato di collaudoo statico delle strutture ultimate Isolamento termico L isolamento termico (o coibentazione termica) di un abitazione è un sistema in grado di ridurre in modoo sensibile lo scambio di calore con l esterno. Grazie ad un corretto isolamento si può contenere il calore all'interno degli edifici durante la stagione invernale e impedire al calore di entrare durante quella estiva. Tutta l energia che disperde un abitazione verso l esterno deve essere fornita dall impianto di riscaldamento ed è per questo che in una casa mal isolata si spende molto per riscaldare, mentre una casa ben isolata ha costi di gestione molto bassi. Le moderne tecnologie costruttive consentono di edificare abitazioni con un grado di isolamento termico ottimale che può arrivare a far azzeraree i costi delle d bollette. Oltre al lato economico non bisogna dimenticare che una casa ben isolata garantisce anche un elevato benessere. Il corpo umano infatti percepisce comfort a determinate condizioni di umidità e temperatura dell aria e risente delle zone fredde che sono intorno a lui, a cui cede calore. Questo significa che un abitazione di qualità dovrebbe garantire una temperatura tra i 19 e i 21, un umidità tra il 40% e il 65% e l assenza di parti fredde f (muri, cassonetti, finestre, pilastri). Vivendo in una casa mal costruita, può succedere che, anche impostandoo il riscaldamento a 24, si avverta una sensazione di freddo. Questo succede perché, nonostante l alta temperatura dell aria, il corpo perde calore cedendolo alle mura, alle finestre e a tutti gli elementi verso l esterno che sono freddi. f Pag. 2 di 26

5 In una casa ben isolata, mantenendo la temperatura di pareti, muri, soffitti, pavimenti, finestre, a 20 circa, si riesce a raggiungere il comfort ottimale. L isolamento termico è anche un buon investimento per il nostro futuro perché, oltre ad essere conveniente economicamente, ha anche un effetto positivo sull ambiente, poiché i minori consumi di energia comportano minori emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera. Un abitazione può essere isolata termicamente in moltissimi modi e con l utilizzo di diversi materiali: polistirene, poliuretano, pannelli in fibra di legno, di roccia, di vetro, pannelli di sughero o altri materiali naturali o sintetici. Ogni materiale ha le sue caratteristiche ed i suoi punti di forza e punti di debolezza, ma le regole per un buon isolamento possono essere così riassunte: Isolamento nella stagione invernale: si dovrebbero utilizzare materiali isolanti di notevole spessore (> 8 cm per le nostre zone del centro Italia) sui muri, tetti e pavimenti verso l esterno. Andrebbero poi eliminati tutti i punti freddi (ponti termici ovvero punti non correttamente isolati che hanno un contatto con l esterno dell abitazione) isolando elementi quali: cassonetti delle finestre, travi, pilastri, strutture in sporgenza (balconi, gronde). E necessario garantire inoltre la completa assenza di spifferi da finestre e cassonetti, anche in presenza di vento forte. Isolamento nella stagione estiva: al fine di ritardare l entrata del caldo nell abitazione, si dovrebbero utilizzare materiali isolanti e strutture pesanti (si pensi alle vecchie costruzioni con muri in pietra di elevatissimo spessore, che ancora oggi garantiscono un notevole benessere in estate). Isolare un tetto (che d estate è soleggiato tutto il giorno) con il poliuretano, ad esempio, è molto meno efficace che isolarlo con fibra di legno poiché il primo materiale ha una densità minore rispetto al secondo. Vediamo alcuni esempi di isolamento ottimale Pareti verso l esterno Le pareti verso l esterno possono essere realizzate in vario modo: a) Parete in mattoni con sistema a cappotto, cioè con isolante sul lato esterno. Questo tipo di isolamento è uno dei più efficaci perché impedisce al freddo di entrare e raffreddare le pareti. Inoltre è quello che assicura maggiormente l assenza di condense all interno dei muri stessi. Nelle zone dell Italia centrale lo spessore minimo dell isolante, per ottenere una buona prestazione termica, dovrebbe essere 10 cm. Il punto debole di tale sistema è la durata nel tempo. Deve assolutamente essere di elevata qualità e posato nella maniera corretta, pena grandi problemi di stabilità nel tempo. I sistemi utilizzati dovrebbero essere certificati secondo lo standard ETAG 004 che prescrive le linee guida per i cappotti termici. Pag. 3 di 26

6 Nell eventualità in cui tu stia acquistando una casa costruita con un sistema a cappotto, assicurati che il costruttore utilizzi un sistema certificato e garantito almeno 10 anni. Richiedi contrattualmente il rilascio di apposita garanzia e la certificazione di conformità allo standard ETAG. b) Parete con due strati di mattoni e interposto materiale isolante. Questa soluzione è ottimale se si cerca una finitura esterna di tipo a faccia vista e si vuole evitare i problemi di manutenzione tipici dell intonaco. Il materiale isolante viene posto tra la parete esterna e la parete interna. Lo spessore del materiale per garantire una buona prestazione è, nell Italia Centrale, di 8 cm circa. Una parete di questo tipo dovrebbe inoltre avere verso l interno un mattone ad elevata massa e sull esterno un mattone più leggero. In questo modo il mattone interno si scalderà con l appartamento e sarà una riserva di calore. Il punto debole di questa soluzione è che lo spessore della parete in totale deve essere molto elevato per poter garantire ottime prestazioni e che il materiale utilizzato per isolare deve durare nel tempo. Tale materiale, infatti, sarà investito dal vapore acqueo presente nell appartamento che tenderà a uscire verso l esterno. Il materiale deve quindi resistere all umidità o permetterne il passaggio verso l uscita. Sono assolutamente da evitare materiali quali poliuretani, che formano una barriera al vapore, impedendone l uscita ma deteriorandosi nel tempo. c) Pareti con isolamento sul lato interno. L isolamento sul lato interno è molto sfavorevole poiché porta con facilità alla formazione di condense. Inoltre non impedisce al freddo di raffreddare la parete che contribuirà a rilasciare il freddo accumulato. E da preferire solo quando gli altri due sistemi non possono essere applicati e di solito si usa quando, nelle ristrutturazioni, non si può intervenire sulla facciata esterna Tetto Il tetto è uno dei punti più delicati perché responsabile di una gran parte delle dispersioni termiche. Esso deve essere realizzato per garantire ottime prestazioni d estate e d inverno. Come per le pareti, l isolamento dovrebbe essere posto all esterno e mai all interno. I materiali più idonei sono i polistireni e fibre di legno, roccia, vetro.gli spessori del materiale isolante dovrebbero essere maggiori di 12 cm, meglio se 14/16 cm. Pag. 4 di 26

7 Il principale problema da affrontare nella realizzazione dei tetti è quello della protezione dal caldo. In estate, infatti, il sole è alto ed il tetto ne è costantemente esposto, surriscaldandosi. E opportuno utilizzare materiali pesanti, quali fibre di legno o roccia di elevata densità, che garantiscano maggiore protezione dal caldo. In caso di utilizzo dei polistireni, è necessario aumentare lo spessore almeno a 14 cm, per garantire un adeguata schermatura estiva. Anche in questo caso è da evitare l utilizzo del poliuretano, troppo leggero per proteggere dal caldo. Un tetto con schiuma di poliuretano garantirebbe solo prestazioni invernali, lasciando entrare il caldo in estate Pavimento verso il piano garage Il pavimento dei piani terra è spesso dimenticato, poiché si pensa che il freddo interessi solo il tetto dell edificio. Spesso accade che i piani terra abbiano il pavimento freddo causando un consumo energetico altissimo, formando, nei casi peggiori, condensa sul pavimento stesso. Secondo il principio già utilizzato, per il quale l isolamento andrebbe posto sul lato esterno (quello freddo) il pavimento dei piani terra andrebbe coibentato sul lato verso i garage, cioè sul soffitto del piano seminterrato. I materiali utilizzati sono diversi ed in questo caso i migliori sono le lane di roccia e tutti i materiali non infiammabili, nel rispetto delle norme antincendio per i locali seminterrati. Lo spessore del materiale isolante dovrebbe essere almeno 6 cm. Richiedi sempre al costruttore se il soffitto dei garage viene completamente isolato e quali materiali e spessori vengono utilizzati Finestre Le finestre sono un elemento fondamentale nell involucro edilizio poiché garantiscono l apporto di luce e sole all interno delle stanze impedendo, allo stesso tempo, l uscita del calore in inverno. Possono essere realizzate in differenti materiali: legno, alluminio, PVC o un mix tra di essi. Le finestre in legno sono sicuramente le più naturali e quindi le più apprezzate. Nonostante si pensi il contrario, il legno è un materiale molto resistente e duraturo (a patto di effettuare le necessarie manutenzioni). Inoltre il legno garantisce un elevato isolamento e un elevata resistenza meccanica nel sostenere il peso dei vetri. Le finestre per una casa di qualità dovrebbero avere un telaio in legno dello spessore di almeno 75 mm (contro i 50 delle finestre normalmente utilizzate in edilizia) ed essere fatte di legni teneri come l abete, perché sono i migliori in termini di isolamento. Sarebbero da preferire i legni lamellari (costituiti da più strati di legno accoppiati) rispetto al massello (unico pezzo di legno) poiché quest ultimo col tempo tende a deformarsi. Le finestre in PVC garantiscono durata praticamente illimitata, assenza di manutenzione ed eccellente isolamento termico, ma hanno il limite di non essere naturali e di non avere il calore del legno. Pag. 5 di 26

8 Le finestre in alluminio sono le migliori dal punto di vista della resistenza, ma le peggiori termicamente, quindi da evitare in una casa a basso consumo energetico, a meno che non si scelgano telai di spessore elevatissimo. L alluminio, infatti, conduce il calore molto meglio del legno o del PVC e questo fa si che in inverno la finestra si raffreddi molto, nonostante oggi si costruiscano con profili a taglio termico. L alluminio rimane la scelta migliore nelle situazioni di elevato traffico dove la resistenza è l elemento fondamentale. Per quanto riguarda i vetri, per garantire un buon isolamento, si dovrebbero utilizzare quelli cosiddetti basso emissivi, cioè che isolano meglio, caratterizzatee da una camera tra un vetro e l altro riempita nonn di aria, ma di gas Argon, un gas inerte che aumenta la capacità del vetro di trasmettere il caldo. Lo spessore dei vetri, nel loro complesso, dovrebbe non essere inferiore a 2,5 cm, costituiti almeno da 3 vetri (due accoppiati per fini di isolamento acustico). Le prestazioni migliori si ottengono con vetri di spessore maggiore di 4 cm e costituiti da 4/5 vetri e due cameree di argon Eliminazione dei ponti termici I ponti termici, cioè i punti freddi dell involucro edilizio, sono i responsabili di più della metà delle dispersioni termiche di un edificio. Essi sono i più difficili da eliminare ed è proprio la loroo eliminazione che costituisce la differenza tra una casa ben isolata da una che non lo è. E molto più confortevole un abitazione con uno spessore di isolamento sui muri di 8 cm ma senza ponti termici, rispetto ad una con uno spessore di isolamento superiore, ad esempio ai 14 cm, ma con ponti termici non corretti. Comee già accennato, infatti, il nostro corpo, vicino a punti freddi, cede loro calore, avvertendo la sensazione di freddoo e mancanzaa di comfort, difficilmente risolvibile con l aumento della temperatura di riscaldamento. Inoltre i ponti termici sono in parte i responsabili della formazione di condense e muffe sulle pareti, oltre che degli spifferi. I principali ponti termici di un edificio sono: a) ) Cassonetto finestre Il cassonetto di bassa qualità permette all aria di entrare creando fastidiosi spifferi. Un cassonettoo di buona qualità è costituito da un blocco in materiale isolante (ad esempio polistirene e fibrocemento o legno) di elevato spessore, che viene installato all interno del muro, senza avere punti aperti verso l interno. Il vano dell avvolgibile dovrebbe avere l accesso dalla parte esterna dell infisso, in modo tale da non Pag. 6 di 26

9 permettere all aria di entrare. Gli avvolgibili dovrebbero inoltre essere motorizzati, per impedire alla cinghia avvolgibile, di veicolare spifferi d aria. b) Travi e pilastri della struttura Tutta la struttura dovrebbe essere isolata dall esterno. Non sono sufficienti tavelle in laterizio sulle travi e pilastri o 2 3 cm di materiale isolante. L intero isolamento, come quello dei muri perimetrali, dovrebbe essere posto all esterno anche di travi e pilastri. c) Balconi e gronde I balconi sono un punto quasi sempre dimenticato, così come i marciapiedi al piano terra e le gronde intorno all abitazione. Tali strutture, essendo continue poiché costituite da un unico getto di cemento con le abitazioni, svolgono la funzione di veicolare il freddo verso l interno, come fossero alette di raffreddamento di un radiatore. In questo modoo si formano punti freddi sulle pareti nella posizione della giunzione pavimento muro perimetralee o soffitto muroo perimetrale, che infatti sono i punto dove più spesso si formano muffe e condense. Queste strutture dovrebbero quindi essere isolate con uno strato continuo su tutti i lati, tipo cappotto termico, dello spessoree di almeno 5 cm o dovrebbero essere strutturalmente staccate mediante giunti appositi, già molto usati nei paesi del nord Europa Isolamento acustico L isolamento acustico è una caratteristica importante per garantire il benessere ambientale nella nostra casa. Il DPCM del 1997 Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici, è la norma che individua i limiti di isolamento acustico di un edificio. Successivamente ad esso nel 2010 è stata emanata la UNI Classificazione acustica delle unità immobiliari. Procedura di valutazione e verifica in opera, che individua le classi in base all analisi dell immobilee e alle misure fonometriche. Le classi acustiche sono quattro: si parte dalla classee I, la più silenziosa fino ad arrivare alla classe IV, la più rumorosa. In Italia la classificazione acustica degli edifici, e quindi la loro certificazione, è ancora oggi solo volontaria, ma le nuove costruzioni e le ristrutturazioni non possono p sottrarsi dal seguire tecniche particolari per il miglioramento dell isolamento fonoisolanti. acustico dell edificio e dall utilizzare materiali Spettaa a noi richiedere al costruttore le metodologie utilizzate per garantire il comfort acustico dell edificio. Pag. 7 di 26

10 In ambito edilizio le imprese di costruzione usano solitamente le cosiddette tecniche di insonorizzazione, che combinano i materiali fonoisolanti con quelli fonoassorbenti, così da unire la capacità di ostacolare il rumore a quella assorbente (effetto dissipativo). I muri divisori sono il primo elemento importante per avere un buon isolamento acustico. È meglio scegliere partizioni realizzati con due diversi tipi di mattoni laterizi e materiale isolante fonoassorbente in intercapedine, o pareti a secco (ad esempio in lastre di cartongesso) sempre con materiale isolante in intercapedine. Il materiale isolante deve essere di elevata massa. Non si possono usare quindi polistireni o poliuretani, mentre sono ottimi le fibre di legno e quelle di roccia, meglio se con densità > 60 Kg al metro cubo. Nei muri divisori, inoltre, bisognerebbe limitare le tracce per impianti e il posizionamento di scatole di derivazione e quadri elettrici. Senza questi accorgimenti la parete, distrutta dalle tracce per l alloggiamento degli stessi apparecchi, perderebbe il suo potere fonoisolante. Un punto debole si ha poi nelle facciate con le finestre e le varie aperture verso l esterno. In questo caso bisogna fare molta attenzione alla scelta del vetro (almeno uno dei due vetri deve essere doppio, cioè formato a sua volta da due vetri accoppiati con idonea pellicola acustica interposta), ai serramenti che siano capaci di una perfetta tenuta dell aria (meglio quelli con guarnizioni doppie o triple, che eliminano possibili spifferi a loro volta portatori di rumori), ai cassonetti delle tapparelle (meglio utilizzare quelli con prestazioni fonoisolanti certificate e con ispezione esterna) e alle eventuali bocchette di aerazione. Nel caso avessimo vicini al piano superiore, non possono essere trascurati i rumori impattivi, vale a dire al calpestio. Il problema si risolve isolando il pavimento con materiali di vario genere. L utilizzo di tappetini in polietilene, sebbene inizialmente sembri garantire comfort, perde la sua efficacia dopo pochi mesi, poiché tali materiali si schiacciano perdendo l effetto molla che fa da isolante acustico. I migliori materiali per l isolamento anticalpestio sono le lane di roccia ad altissima densità e dello spessore di almeno 1,5 cm o i polistireni elastici dello spessore di almeno 2 cm. Anche le tubature idrauliche possono essere isolate o ricoprendole di materiale fonoisolante o utilizzando tubazioni già isolate. Tutti gli impianti di scarico dell acqua, infatti, dovrebbero essere realizzate con tubi in polipropilene e non con tubi in PVC (quelli arancioni) che non hanno prestazioni acustiche. Senza tali accorgimenti il tubo di scarico del bagno diventa il veicolo di tutti i suoni dell appartamento Tecnologia ed impianti avanzati Anche se, come si evince da questa guida, una casa ben isolata è il vero segreto per ottenere il risparmio energetico, anche gli impianti hanno una grande importanza, soprattutto oggi che le tecnologie consentono notevoli risparmi e aumentano il comfort delle abitazioni. Pag. 8 di 26

11 Vediamo brevementee come dovrebbero essere in una moderna abitazione i principali impianti Impianto di riscaldamento L impianto di riscaldamento è quello attraverso il quale nelle abitazioni si può reintrodurre il calore perso con le dispersioni verso l esterno. Più la casa disperde energia, più calore si dovrà fornire per poter teneree la temperatura interna a livelli accettabili. L impianto di riscaldamento può principalmente essere di due tipi: alta temperatura e bassa temperatura. Nel primo caso abbiamo il riscaldamento tradizionale a radiatori in cui l acqua che vi circola viene scaldata ad una temperatura di C. Con tale tipo di riscaldamento si fornisce molto calore in breve tempo e quindi tale sistema ha il vantaggio di scaldare molto velocemente l ambiente. Tuttavia oggi un impianto con i classici radiatori viene considerato, se non in casi specifici, superato. I principali svantaggi che esso comporta sono: elevati consumi di combustibile per scaldare l acqua ad una temperatura così elevata; basso comfort in quanto nelle stanze si ha una piccola superficiee (il radiatore) molto caldo e si ha la sensazione, lontano da esso, di avere freddo; notevole movimento d aria dovuto al riscaldamento veloce della stessa, quando passa dietro il radiatore: questo comporta movimento di polveri che tendono, per l eccessivo calore, a bruciarsi (ecco perché dietro i termosifoni spesso si formano segni neri); poca libertà di arredamento delle stanze in quanto il radiatore occupa una porzione di parete che sarebbe potuta essere sfruttata con mobilio. Il riscaldamento a bassa temperatura consiste invecee nel riscaldare un ambiente mediante acqua ad una temperatura di C che passa in alcunee tubazioni sottoo il pavimento (in alcuni casi si può anche avere riscaldamento a soffittoo o a parete). Si parla quindi di pavimento radiante, in quanto il pavimento, scaldato da una serpentina di acqua calda, irradia calore all ambiente. Il principio su cui si basa questo tipo di impianto è l esatto opposto del precedente: bassa temperatura ma elevata superficie che si scalda (il pavimento). Alcuni decenni fa sono stati sperimentati impianti a pavimento ad alta temperatura ma in questo caso non hanno portato buoni risultati poiché si avvertiva un calore eccessivo sotto ai piedi e non risultava essere una soluzione confortevole. Oggi, invece, chi ha un riscaldamento a pavimento, ha un elevato benessere, poiché nonn avverte il calore del pavimento (la temperatura del Pag. 9 di 26

12 pavimento è inferiore a quella corporea) ma percepisce il calore ambientale. Il riscaldamento a pavimento ha necessità di tempi più lunghi di accensione per arrivare a scaldare un ambiente, poiché, appunto, è alimentato da acqua a bassa temperatura. Non è quindi indicato per un utilizzo di accensione e spegnimenti continui, ma necessita di essere tenuto sempre acceso. I vantaggi di questo tipo di riscaldamento sono: assenza di radiatori e libertà di arredamento; elevatissimo comfort; risparmio energetico elevato rispetto ad un sistema tradizionale; assenza di movimenti d aria e quindi di polveri; possibilità di raffrescare in estate con le stesse tubazioni con cui ci si scalda in inverno. Tale riscaldamento, tuttavia, può essere usato solo in edifici energeticamente efficienti poiché non riesce a raggiungere potenze elevate, proprio per la bassa temperatura. Presenta, inoltre, un importante costo iniziale, ancora oggi considerevolmente superiore a quello di un riscaldamento tradizionale Impianto di raffrescamento In un abitazione è sempre più richiesto, oggi, che sia presente, oltre l impianto di riscaldamento, anche quello di raffrescamento. Durante le estati più torride si registrano corse all acquisto di condizionatori d aria per cercare refrigerio, ma essi spesso vengono poco utilizzati poiché, nelle abitazioni, sono poco confortevoli. Essi, infatti, alimentati da acqua a bassissima temperatura, provocano forti movimenti d aria fredda in casa e tali situazioni non sono confortevoli, soprattutto di notte. L impianto di raffrescamento nelle abitazioni dovrebbe essere di tipo radiante, cioè a pavimento o soffitto, proprio come il riscaldamento. In questo modo l utente non si accorge che il sistema sta raffrescando l ambiente poiché l acqua che viene fatta passare sotto al pavimento ha una temperatura elevata (18 22 C). Tale tipologia di raffrescamento deve essere però affiancata da un impianto di deumidificazione per evitare che sul pavimento si formi condensa. Con le moderne tecnologie avere un efficiente impianto di raffrescamento a pavimento è abbastanza facile, anche se ancora molto costoso Impianto di ventilazione Le abitazioni di oggi sono costruite con infissi che dovrebbero garantire la tenuta dell aria. In questo modo la casa non presenta spifferi o li presenta in modo limitato. Un abitazione ben costruita, per garantire il massimo confort e risparmio energetico, dovrebbe garantire l assenza di infiltrazioni d aria e la tenuta dell involucro edilizio. Tale concetto, ad una prima lettura, può sembrare strano: molti di noi hanno assistito, con la sostituzione degli infissi in una vecchia abitazione, ad un proliferare di muffe e condense e si sono convincendosi che lo spiffero in fondo, portava un miglioramento del comfort. Pag. 10 di 26

13 In realtà non è così: lo spiffero è un difetto della costruzione e dovrebbe essere evitato, ma bisogna fare in modo che nella casa l aria venga cambiata regolarmente. Nellee vecchie abitazioni, pur non aprendo le finestre, si aveva un naturale ricambio dell aria dovuto alle infiltrazioni naturali. Nelle nuove abitazioni è l utente che deve aprire le finestre per permettere un giusto ricambio. Questo, nella maggior parte dei casi, è impossibile, poiché si dovrebbe ventilare almeno 5 volte al giorno, per garantire una buona qualità dell aria interna e per tenere a livelli accettabili l umidità. Quando infatti si verificano fenomeni di condensa sulle pareti, le causa possono essere solo due: Umidità interna troppo elevataa per assenza di corretta ventilazione; Pareti o specifici punti (i cosiddetti ponti termici ) troppo freddi poiché mal coibentati. In un abitazione ben costruita non devono essere presenti punti freddi, non devono esserci spifferi, ma l umidità deve comunque essere tenuta a livelli di comfort (40% 60%). Per ottenere tutto questo si ricorre all installazione di un impianto di ventilazione meccanica. Tale impianto, fatto da canalizzazioni che passano sotto al pavimento o sul soffitto, permette all aria di essere ricambiata: viene aspirata aria esausta dai bagni e dalla cucina e vienee immessa aria pulita nelle cameree e nel soggiorno. In questo modo si ha un costante ricambio di aria che per normativa viene fissatoo a mezzo volume l ora: ciò significa che ogni ora viene cambiata la metà dell aria dell abitazione e che quindi ogni due ore tutta l aria è sostituita con aria esterna. L aria immessa viene filtrata e depurata, oltre che riscaldata, qualora sia presente uno scambiatore di calore. Questo dispositivo permette all aria freddaa proveniente dall esterno di scaldarsi sottraendoo il calore dall aria sporca che esce, senza, chiaramente, che i due flussi si miscelino. In questo modoo otteniamo aria pulita e calda nell edificio. La ventilazione è fatta da macchine di piccole dimensioni, che consumano menoo di una lampadina e che possono trovare alloggiamento in un controsoffitto nel corridoio o in un piccolo sgabuzzino. Sono estremamente silenziose ed l abitante non sentirà alcun rumore, né sentirà movimento d aria, poiché il flusso è a bassissima velocità. Con questo sistema si ottengono molti vantaggi: Elevato comfort poiché l umidità è sempre ai livelli giusti; Elevato comfort poiché l aria è sempre pulita e depurata, anche quando dormiamo! Risparmio energetico elevato poiché non c è bisogno di aprire le finestre per ventilare e così facendo non si fa entrare aria fredda; Assenza di muffe e di condense in casa. Pag. 11 di 26

14 1.4.4 Impianto elettrico e domotica L impianto elettrico di un abitazione deve essere realizzato in conformità alle normative vigenti. Proprio recentemente è stata approvata la nuova norma CEI 64 8 variante 3 che introduce la classificazione degli impianti elettrici delle abitazioni. Proprio come per il certificato energetico, anche in questo caso ci sono più livelli prestazionali: 1, il minimo, 2 intermedio, 3 il più prestante. Anche il livello 1, rispetto ad un impianto NONN CLASSIFICATO, è decisamente un grosso passo in avanti rispetto agli impianti realizzati precedentemente. Vengono infatti introdotti notevoli obblighi per il costruttore/installatore: centralini che tengano conto dei futuri ampliamenti, predisposizioni di potenze fino a 6 KW per le abitazioni, protezioni da sovratensioni, numero di prese e punti luce decisamente superiore allo standard. Di seguito la tabella che riassume il numero di dotazioni a seconda dei livelli: Per ottenere il livello superiore, il livello 3, oltre alle dotazioni previste, si devono prevedere funzionalità domotiche. Si sente parlare sempre di più di domotica nelle abitazioni, cioè di automazione dell impianto elettrico per consentire allaa casa di diventare intelligente. Con un u impianto domotico si possono realizzare molte funzioni come per esempio: Pag. 12 di 26

15 Spegnere le luci e tirare giù le tapparelle motorizzate quando si inserisce l allarme; Verificare il consumo elettrico e staccare gli elettrodomestici se si sta per superare la potenza elettrica, onde evitare che il contatore salti; Videosorvegliare la casa da remoto, tramite un pc o con ipad o telefonino; Gestire le temperature della casa ed accendere/spegnere o regolare il riscaldamento quando non si è in casa; Chiaramente questi sono solo alcuni esempi, ma un impianto domotico può essere personalizzato con infinite funzionalità che l utente può gestire attraverso pc, tablet e touch screen disposti in casa Impianto idrico L impianto idrico è quello attraverso cui viene condotta l acqua nelle abitazioni e attraverso cui viene smaltita l acqua reflua in fognatura. In una moderna abitazione occorre fare attenzione al fatto che gli impianti idrici siano realizzati correttamente poiché, a differenza di quello elettrico, su cui spesso si può intervenire, è praticamente impossibile modificare o riparare una tubazione idrica senza creare grossi danni e disagi a chi vive in casa. Una perdita di acqua, inoltre, causa danni di notevole portata oltre ai problemi per la ricerca del guasto e la sua riparazione, che spesso comporta la demolizione di parti di pavimento. Oggi le tubazioni idriche di adduzione dell acqua, cioè quelle che portano l acqua ai sanitari, dovrebbero essere assolutamente SENZA GIUNZIONI sotto al pavimento. In questo modo la tubazione, di solito in materiale multistrato, non può essere soggetto a rotture poiché un pezzo intero parte dal collettore di distribuzione fino alla destinazione. Così facendo, oltre ad eliminare le perdite (importante è testare l impianto prima di ricoprire le tubazioni), non ha possibilità di rompersi e si ha la possibilità di chiudere ogni singolo tubo, isolando il singolo sanitario che, magari, deve essere sostituito o su cui va fatta manutenzione. Per quanto riguarda la parte di scarico, è molto importante che esso non sia realizzato in PVC (tubo arancione ancora oggi molto usato), ma che sia realizzato in materiali più resistenti ma, soprattutto, insonorizzati. Uno dei fastidi più comuni, in un abitazione, è il rumore degli scarichi da cui, oltre l acqua, passano i rumori del quotidiano delle persone. Oggi, mediante l utilizzo di apposite tubazioni, si può eliminare il fastidioso rumore Fotovoltaico L impianto solare fotovoltaico è costituito da celle che riescono a catturare i raggi solari convertendoli in energia elettrica. Nonostante la tecnologia di questo tipo di impianti sia in costante evoluzione, già oggi su può ottenere un buon risultato con l istallazione di un numero di pannelli piuttosto contenuto. Con 4 pannelli, per una superficie di circa 7 mq, si riesce a produrre 1 KW di potenza elettrica, sufficiente a coprire il 40% dei consumi di una famiglia media. Pag. 13 di 26

16 La Regione Lazio ha reso obbligatoria, nelle nuove costruzioni, l installazione di sistemi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili per almeno 1 KW per ogni appartamento ed il fotovoltaico è una di esse, forse la più facile da applicare in ambito residenziale. Nellee abitazioni dotate di pompa di calore per la produzione dell acqua caldaa del riscaldamento e dell acqua fredda del raffrescamento, l installazione di pannelli fotovoltaici risulta molto vantaggiosa poiché riesce a coprire in parte o tutto il consumo elettrico per il riscaldamento. Qualora l abitazione sia una costruzione a basso consumo energetico, la poca energia necessaria potrà essere quasi interamentee prodotta dal sole Solare termico per acqua calda La produzione di acqua calda nelle abitazioni è uno dei più importanti dispendi energetici. Produrre acqua in modo istantaneo richiede notevoli quantità di energia. In una casa efficiente è controindicata la produzione istantanea poiché è necessario mandare il generatore, per esempio la caldaia, alla massim potenza, con consumi quadrupli rispetto al funzionamento a regime. Il miglior sistema è quello di immagazzinare l acqua calda in appositi boiler molto coibentati ed alloggiati in vani caldi, tenendo l acqua sempre a temperatura. In questo modo si ha sempre una grande quantità di acqua calda pronta all uso e la caldaia può svolgere il lavoroo di ripristinare la temperatura della stessa appena scende, ma con moltoo più tempo e risparmiando molta energia. Inoltre l acqua che viene riscaldata dalla caldaia dovrebbe esseree sempre preriscaldata dall impianto solaree poiché anche in inverno questo impianto riesce, nelle giornate più soleggiate, a fornire molta energia. E poi necessaria una distribuzione dell acqua in tubazioni coibentate e, possibilmente, avere un circuito di ricircolo che permetta di avere l acqua sempre vicina e non dover attendere molto tempo prima che esca dal rubinetto, con evidentee risparmio di quantità di acqua Bassissimi B consumi energetici Un abitazione che è costruita seguendo questa guida dovrebbe garantire un elevato standard qualitativo e un alto risparmio nella gestione. Graziee infatti alle strutture particolarmente coibentate si ottiene una notevole diminuzione di dispersioni termiche verso l esterno e, conseguentemente, la necessità di pochissima energia per riscaldare o raffrescare le abitazioni. Oltre all involucro edilizio, cioè alla pelle esterna di una costruzione, è anchee molto importante, come abbiamo visto, avere impianti efficienti e, possibilmente, cercare di alimentarli con fonti energetiche rinnovabili. Una casa c con queste caratteristiche può definirsi a bassissimo consumo energetico o ad energia quasi zero. Pag. 14 di 26

17 Recentemente la Comunità Europea ha imposto agli stati membri che, a partire dal 2020, tutte le nuove costruzioni siano edifici ad energia quasi zero. Questo significa che, quello che oggi solo alcuni costruttori e progettisti mettono in pratica, tra poco sarà uno standard e le abitazioni costruire in modo tradizionale subiranno una drastica svalutazione. D altronde i costi energetici sono destinati a salire poiché le fonti energetiche fossili (carbone, petrolio, gas naturale) sono in esaurimento o comunque molto più dispendiose da estrarre e trasportare. L energia nucleare è stata, per motivi di sicurezza, abbandonata da molti paesi e quindi, oltre all utilizzo di fonti energetiche pulite, che però ancora sono poco efficienti e molto costose, l unico vero risparmio sarà quello di limitare le necessità energetiche e quindi di avere una casa che consumi poco. Si pensi che un abitazione certificata in classe A o, meglio, in classe A+, può arrivare a ridurre i costi di riscaldamento e di acqua calda anche del 90%. Nel nord Europa, ma anche in Italia a Bolzano, vengono costruite abitazioni di tipo passivo, cioè abitazioni che non necessitano di impianti di riscaldamento ma si scaldano solo grazie agli apporti del sole e delle persone che ci vivono. Se è una realtà in climi decisamente più avversi del nostro, potrà diventarlo anche da noi in Italia. L importante è avere molto chiaro il concetto di risparmio energetico poiché ancora oggi, le aziende vendono prodotti come a basso consumo, solo perché hanno installati impianti fotovoltaici o pannelli per l acqua calda. E come se avessimo un secchio bucato per l acqua e avessimo un pozzo la cui acqua è gratuita. Se dicessimo che questo è un sistema a basso consumo poiché l acqua è gratis, mentiremmo. Il vero sistema di risparmio sarebbe quello di tappare i buchi del secchio senza sprecare acqua. Ebbene, questo è quello che spesso accade: si hanno case colabrodo che disperdono molta energia, ma si riempiono di pannelli fotovoltaici spacciandole per case a basso consumo. La casa ad energia quasi zero, invece, è quella la cui eccezionale coibentazione dell involucro garantisce di aver bisogno di basse quantità di calore. Solo a quel punto è opportuno produrre quel calore con fonti rinnovabili Ecosostenibilità Una casa ecologica non è solo una casa che ottimizza e migliora il risparmio energetico, ma è una casa sana per te e per l ambiente, perché non produce sostanze nocive per te e non inquina l ambiente. I materiali usati spesso in edilizia non sono naturali, ma sono nella maggior parte dei casi modificati dalla tecnologia e dalla chimica che li rende scadenti e impropri, rendendoli altamente inquinanti all interno della casa causando forti problemi per la sicurezza ambientale e per la salute degli abitanti. Pag. 15 di 26

18 I materiali per esseree sani ed ecologici devono essere privi di sostanze tossiche o nocive, sicuri per l ambientee e l uomo, rigenerabili e abbondanti, a basso impatto ambientale, non inquinanti, durevoli e facili da mantenere, a basso consumo di energia (sia nel trasporto che nell uso), buoni isolanti, riciclabili o riutilizzabili. Di seguito alcuni accorgimenti per una casa ecosostenibile: le vernici, gli isolanti e in generale i materiali quali colle, schiume o altri utilizzati non devono contenere materiali chimici con mercurio, piombo e amianto e non devono emettere sostanze tossiche, come la formaldeide. Esistono specifiche certificazioni in merito alle emissioni tossiche anche dopo la posa. La colla per parquet, ad esempio, è una delle sostanze più tossiche, ma esistono anche quelle a bassa emissione o addirittura naturali; si dovrebbe preferire l uso del parquet e del legno vero negli interni perché aiuta a mantenere costante la temperatura e a regolare l umidità dell aria. Il legno dovrebbe provenire però da foreste a taglio programmato con riforestazione che garantisca la rigenerazione dello stesso. Si dovrebbero evitare legni tropicali poiché il loro trasportoo ha un pesante costo energetico e produce molto inquinamento. i pavimenti, qualora in ceramica, dovrebbero esseree prodotti almeno in parte con materiali riciclati; dovrebbe essere particolarmente curato il risparmio idrico mediante vari accorgimenti: o o o riciclo delle acqua grigie (provenienti da lavandini, docce e vasche) che, dopo adeguata depurazione, possono essere inviate agli sciacquoni o utilizzate per irrigazione o lavaggio dei pavimenti; riciclo dellee acque piovane mediante raccolta e filtrazioni, per uso irriguo o per le cassette di scarico; utilizzo di rubinetti con miscelazione aria/acqua e limitatori di portata per impedire un consumo eccessivo; lee pavimentazioni esterne al piano terra dovrebbero essere di tipo DRENANTE, cioè dovrebbero permettere il passaggio dell acqua affinché essa torni nel suolo e nellee falda da cui è venuta. Cementando lee aree esterne, infatti, si impedisce all acqua di andare di nuovo in terra, perché essa viene convogliata nelle fogne. Questo è diventato anche un grosso problema in caso di forti piogge (basti pensare ai continui allagamenti nelle nostre città in presenza di forti acquazzoni), poiché le fogne non sono in grado di accogliere tutta l acqua piovana. Creando superficii drenanti (terra, prato, ciottoli, etc ) non si sovraccaricano le fogne e si riforniscono le falde acquifere da cui poi viene prelevata l acqua. Nella regione Lazio c è un apposita normativa in proposito. Pag. 16 di 26

19 Chiedi al costruttore il rispetto di questa normativa nelle zone esterne condominiali. Il tetto dovrebbe essere costituito, sopra l isolante, da strato di ciottoli o tetto verde. Entrambi infatti consentono alle piogge di defluire lentamente in fogna e, rallentandone il flusso, permettono una rievaporazione di una parte dellee stesse, con evidenti vantaggi sia per il sovraccarico degli scarichi fognari sia per il microclima. Il tetto verde è costituito da terra e vegetazione, che può andare da piccole piante fino al prato o agli arbusti. Anche conosciutoo come giardino pensile, aggiunge ai vantaggi della soluzione in ciottoli, quella della fruibilità degli spazi. Avere un tetto verde aiuta la natura ma, allo stesso tempo, valorizza l immobile, migliora l isolamento acustico e termico, impediscee il surriscaldamento estivo del tetto Certificazioni Certificazione energetica nazionale Per sapere quali saranno i consumi dell appartamento che si vuole acquistare bisogna richiedere al costruttore l ACE Attestato Certificazione Energetica, che è da qualche tempo obbligatorio al momento del rogitoo e che quindi deve esseree fornito dal venditore. Il certificato energetico è redatto dal certificatore abilitato, che analizza e valutaa lo stato energetico dell immobile e ne calcola le prestazioni. Diversi sono gli elementi che vengono presi in dall isolamento delle pareti murarie e del tetto, agli infissi, dall impianto di riscaldamento e climatizzazione alla rinnovabili. Il certificatore compilerà poi un documento l ACE dove indicherà l esito e l IPE, vale a dire l Indice di Prestazionee Energetica. La certificazione energetica presenterà inizialmente i dati dell immobilee catastali) e il nome del certificatore. I dati generali con la zona climatica (temperatura e gradi), superficie e volume della casa riscaldata, trasmittanza di pareti, coperture e tipologia degli impianti. i Si calcolano poi i principali indicatori di prestazione energetica, che sono: Fabbisogno specifico di energia primaria (climatizzazione invernale) Fabbisogno energetico specifico dell involucro (climatizzazione invernale) Fabbisogno energetico specifico dell involucro (climatizzazione estiva) Fabbisogno specifico di energia primaria (acqua calda sanitaria) Fabbisogno energetico (riscaldamento e acqua calda) specifico eventuale presenza di impianti specifiche dell immobile (indirizzo, anno di costruzione, informazioni totale considerazione, per usi termici Pag. 17 di 26

20 Contributo energetico specifico da fonti rinnovabili Poi la scala della classe energetica (dalla A+ alla G) con l indicazione di quella dell immobile e la emissione di Gas a Effetto Serra in Atmosfera, che individua la quantità di CO2 (anidride carbonica) rilasciato dall'impianto di riscaldamento Certificazione energetica da ente terzo Accanto alla Certificazione Nazionale appena descritta, ci sono le Certificazioni Energetiche rilasciate da Enti Terzi Accreditati, certificazioni di tipo volontarie, nel senso che non è legata alle certificazioni obbligatorie per legge, e trasparenti che attestano la qualità energetica degli edifici, aumentando notevolmente il loro valore commerciale. In questo caso la differenza sta nel fatto che mentre la Certificazione Energetica Nazionale viene rilasciata alla fine della costruzione dell immobile attraverso un semplice controllo documentale, la Certificazione Energetica rilasciata da Ente Terzo Accreditato viene rilasciata dopo accurati controlli che vengono fatti in fase di esecuzione direttamente in cantiere. Le lavorazioni critiche vengono controllate dall incaricato dell Ente per accertarsi che ciò che è stato dichiarato dal costruttore venga effettivamente eseguito in cantiere in maniera corretta. Inoltre verranno effettuate prove tecniche per accertarsi sul corretto funzionamento dell immobile come ad esempio prove sull isolamento termico ed acustico. Alla fine di queste verrà consegnato al costruttore l esito delle prove effettuate e il Certificato Energetico finale dell edificio che, in base ai controlli e ai valori ottenuti dai test, indicherà la Classe Energetica. Gli acquirenti della nuova casa avranno così a disposizione non soltanto la Certificazione Energetica Nazionale ma anche la Certificazione rilasciata dall Ente Terzo che va a rafforzare la precedente. Tale certificazione rende affidabile e credibile la certificazione energetica, ed è un concreto strumento di conoscenza della qualità dell'edificio, prevedendo, che la certificazione sia rilasciata da soggetti che operino sotto accreditamento dell'ente unico nazionale (Accredia), a garanzia dell utente. Attualmente Protocolli più comuni e utilizzati sono tre: Protocollo CasaClima: nasce nel 2002 nella Provincia Autonoma di Bolzano e viene formalizzato successivamente a livello legislativo con l integrazione nella legge urbanistica provinciale (L.P. 11 agosto 1997, n. 13, art. 127, comma 8). Con il decreto del Presidente della Provincia n. 34 del 29 settembre 2004 si introducono le categorie minime di fabbisogno energetico per le nuove costruzioni e l obbligatorietà del certificato CasaClima per l ottenimento del certificato di abitabilità (nella provincia di Bolzano). L Agenzia CasaClima, nata nel maggio 2006 e oggi al 100% società di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano, è l ente unico designato per la certificazione energetica degli edifici nella Provincia di Bolzano. La stessa Agenzia provvede anche alla Pag. 18 di 26

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti:

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti: Guida all acquisto L acquisto di una nuova casa richiede la conoscenza di una serie di elementi indispensabili per effettuare un investimento sicuro e consapevole. Prima di procedere all acquisto è auspicabile

Dettagli

GUIDA ALL ACQUISTO RICONOSCI LA CASA DI QUALITA

GUIDA ALL ACQUISTO RICONOSCI LA CASA DI QUALITA INDICE 1. Scegliere una casa di qualità 1.1 Solidità strutturale e sicurezza sismica 1.2 Isolamento termico 1.2.1 Pareti verso l esterno 1.2.2 Tetto 1.2.3 Pavimento verso il piano garage 1.2.4 Finestre

Dettagli

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO AZIONI DI RISPARMIO TERMICO La maggior parte degli edifici esistenti sono caratterizzati da elevati consumi termici, sia a causa delle dispersioni di calore per trasmissione attraverso le pareti, i tetti,

Dettagli

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI CON PARAMETRI CASA CLIMA A BASSOCONSUMO E N E R G E T I C O RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI Vantaggi immediati per un futuro migliore Strada Comunale Gelati, 5 29025

Dettagli

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15

+35 CLIMA INTERNO +30 +25 +20 +15 +10 -10 -15 +35 +30 +25 +20 +15 +10 +5 0-5 -10 CLIMA INTERNO -15 come calcolare il consumo mensile annotare su un quaderno le cifre NERE indicate nel contatore e sottrarre quelle segnate il mese precedente = 0,75

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Sistemi di distribuzione/emissione Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono

Dettagli

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali

INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali INTERVIENI sull edificio e sull impianto e SOSTITUISCI gli elettrodomestici approfittando delle detrazioni fiscali Se devi effettuare degli interventi di ristrutturazione dell edificio e se la caldaia

Dettagli

Classe Energetica A ISONZO. residenza. Via Isonzo n. 4/B Nova Milanese (MB) www.gruppodigregorio.com - e Mail gruppodigregorio@gmail.

Classe Energetica A ISONZO. residenza. Via Isonzo n. 4/B Nova Milanese (MB) www.gruppodigregorio.com - e Mail gruppodigregorio@gmail. Classe Energetica A residenza ISONZO Via Isonzo n. 4/B Nova Milanese (MB) www.gruppodigregorio.com - e Mail gruppodigregorio@gmail.com PREMESSA In un edificio edificato intorno agli anni 70/80 con un ottima

Dettagli

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4

LEZIONE 4. Indice CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 CORSO E-LEARNING LEZIONE 4 Indice Efficienza Energetica negli Edifici o Infissi esterni o Progettazione bioclimatica o Consigli per incrementare l efficienza energetica Note sui diritti d autore Il presente

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SU EDIFICI ESISTENTI Premessa Da una recente ricerca risulta che circa 3 su 4 delle abitazioni italiane sono state costruite prima del 1976, anno in cui per la

Dettagli

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%.

Tetto isolato e ventilato. Tutti questi interventi possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 55%. 1. Diagnosi energetica La prima cosa da fare è ovviamente la diagnosi energetica dell edificio, sia sotto il profilo energetico che del comfort ambientale. La diagnosi dell edificio è necessaria per valutare

Dettagli

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO

BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO LE NOSTRE CASE, BIOEDILIZIA E RISPARMIO ENERGETICO Costruire case sane e vivibili, con attenzione all ambiente e al risparmio energetico è un nostro obiettivo primario

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI EDIFICIO A

INFORMAZIONI TECNICHE ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI EDIFICIO A INFORMAZIONI TECNICHE ED ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI BERGAMASCHI COSTRUZIONI BORGO DEL PARMIGIANINO N.22 43121 PARMA TEL. 0521233166 FAX 0521238024 www.bergacos.it CLASSE ENERGETICA A+ Gli edifici

Dettagli

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A.

COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. COS.MO. COSTRUZIONI S.P.A. Via Gorizia 76 38122 TRENTO tel. 0461 932330 fax. 0461 933241 e-mail: info@cosmocostruzioni.it Cos è l energia? I fisici definiscono l'energia come la capacità di compiere un

Dettagli

NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA

NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA C O O P E R A T I V A P O R T A R O M A N A NUOVI INTERVENTI COSTRUTTIVI IN EDILIZIA AGEVOLATA L O C A L I T À A C Q U A B I A N C A - V I T E R B O UNA OFFERTA DI PRIMA SCELTA AD UN PREZZO IMBATTIBILE!

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA

RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA L accumulo di gas serra negli strati medi dell atmosfera, favorendo l intrappolamento delle energia riflessa dalle radiazioni solari, determinano l aumento della temperatura

Dettagli

L E R E S I D E N Z E D E L D O S S O

L E R E S I D E N Z E D E L D O S S O L E R E S I D E N Z E D E L D O S S O REALIZZAZIONE DI NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI SOSTENIBILI A EMISSIONI ZERO VIA DELLE MARASCHE VIA XXV APRILE L intervento immobiliare che si intende sviluppare sulle

Dettagli

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità 1 VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità Ing. Luca Barbieri Product manager Hoval 2 Definizione ventilazione meccanica controllata «I sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) sono

Dettagli

Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO)

Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO) Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO) Progettazione bioclimatica ed architettonica, direzione lavori: Ing. Clemente Rebora ProAere Avigliana (TO) pag. 1 Principi

Dettagli

risparmio, utilizzo, produzione di energia

risparmio, utilizzo, produzione di energia Produzione e utilizzo efficiente di energia, risparmio energetico e riduzione delle dispersioni. Sono temi fortemente d attualità, sia per la nuova costruzione che per la ristrutturazione che oggi possono

Dettagli

Costruzioni & Consulenze Soluzioni Sostenibili

Costruzioni & Consulenze Soluzioni Sostenibili ostruzioni & onsulenze oluzioni ostenibili www.ccss.it è una Azienda che propone una consulenza completa nella ostruzione, Ristrutturazione o Riqualificazione degli edifici. La nostra esperienza riguarda

Dettagli

Chi l ha detto che la qualità costa cara?

Chi l ha detto che la qualità costa cara? Chi l ha detto che la qualità costa cara? al giusto prezzo bella e green Casadieci è il frutto di un lungo e attento studio delle migliori tecniche e materiali che è oggi possibile impiegare nelle costruzioni

Dettagli

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CRITERI EDILIZI 1. Involucro Componenti dell involucro dotati di caratteristiche atte alla limitazione degli apporti solari estivi

Dettagli

KLIMAHOUSE PUGLIA Convegno CasaClima Ridare valore, ridare futuro

KLIMAHOUSE PUGLIA Convegno CasaClima Ridare valore, ridare futuro KLIMAHOUSE PUGLIA Convegno CasaClima Ridare valore, ridare futuro Esempio di CasaClima A Nature: dettagli e costi OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE PER LA CERTIFICAZIONE "CASACLIMA A" Efficienza dell involucro

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 TIEL TIM a.s. 2011/2012 PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini ISOLAMENTO TERMICO

Dettagli

A PANNELLI RADIANTI, IL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMPIANTO GEOTERMICO ABITARE BENE, VIVERE MEGLIO.

A PANNELLI RADIANTI, IL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMPIANTO GEOTERMICO ABITARE BENE, VIVERE MEGLIO. ABITARE BENE, VIVERE MEGLIO. COMFORT, QUALITÀ, RISPARMIO ENERGETICO, IL COMFORT DELLA CLIMATIZZAZIONE A PANNELLI RADIANTI, IL RISPARMIO ENERGETICO DELL IMPIANTO GEOTERMICO RISPARMIO ENERGETICO ESTRAZIONE

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO

COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO COMFORT TERMICO E RISPARMIO ENERGETICO NELLE CASE IN LEGNO Convegno PromoLegno Lecce 2 ottobre 2009 Erlacher Peter Naturno (BZ), Scuola Professionale per l Artigianato, Bolzano ISOLAMENTO E BENESSERE.

Dettagli

Il progettista e la sfida delle riqualificazioni

Il progettista e la sfida delle riqualificazioni Il progettista e la sfida delle riqualificazioni Un esperienza virtuosa in Classe A Relatore: ing. Michele Sardi Edificio di partenza Classe G Edificio in fase di riqualificazione energetica Classe A Contenuti

Dettagli

PFF GROUP SRL CHI SIAMO

PFF GROUP SRL CHI SIAMO CHI SIAMO PFF srl, è un azienda giovane e dinamica dedicata alla progettazione, sviluppo e realizzazione di tutti i sistemi ed impianti da fonte di energia rinnovabile studiati per il risparmio energetico.

Dettagli

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A 24 febbraio 2010 BRESCIA INQUADRAMENTO DEL SITO 2 INQUADRAMENTO DEL SITO 3 INQUADRAMENTO DELL INTERVENTO 4 BORGO DI VILLA ASTORI TORRE

Dettagli

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola minergie Impianto di ventilazione: la casa respira da sola I moderni edifici provvisti di sistemi di aerazione garantiscono un clima abitativo o lavorativo confortevole, sano e aria sempre fresca nei locali;

Dettagli

SCHEDA FAMIGLIA - Il Cittadino Consapevole

SCHEDA FAMIGLIA - Il Cittadino Consapevole SCHEDA FAMIGLIA - Il Cittadino Consapevole 2B- TETTO 2A TETTO 5- ILLUMINAZIONE 4B- CASSONETTO TAPPARELLA 1- PARETI 4A- SERRAMENTI 3A- PAVIMENTO 6- ELETTRODOMESTICI 7B- RISCALDAMENTO 3B- PAVIMENTO 7A- RISCALDAMENTO

Dettagli

CASE BELLE DA VIVERE E DA GUARDARE IN PRONTA CONSEGNA

CASE BELLE DA VIVERE E DA GUARDARE IN PRONTA CONSEGNA CASE BELLE DA VIVERE E DA GUARDARE IN PRONTA CONSEGNA RESIDENZA I VIGNETI 10 MILANO VIA RIPAMONTI 234/a TEL. 02-33610415 email: informazioni@czcase.it IL PROGETTO La Residenza I Vigneti 10 si trova in

Dettagli

Lavori intelligenti per il risparmio energetico

Lavori intelligenti per il risparmio energetico Città di San Donà di Piave Assessorato all Ambiente SPORTELLO ENERGIA Lavori intelligenti per il risparmio energetico SOLARE TERMICO Un impianto a collettori solari (anche detto a pannelli solari termici

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

Il tetto in legno a regola d arte: abitare sano e conveniente Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ)

Il tetto in legno a regola d arte: abitare sano e conveniente Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) Il tetto in legno a regola d arte: abitare sano e conveniente Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) Per lungo tempo la tradizione costruttiva del tetto in legno, a dispetto delle sue riconosciute valenze tecnologico-prestazionali

Dettagli

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl

GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA. mani. OMTEC Engineering srl GUIDA ALL EFFICIENZA ENERGETICA Il futuro è nelle vostre mani Cosa si intende per efficienza energetica? La definizione efficienza energetica indica una serie di azioni di programmazione, pianificazione

Dettagli

Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere

Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere Roberto Filippetto - responsabile Ufficio Tecnico 339/8935863 - areatecnica@isolmec.com 1 ISOLMEC nasce nel 1986 occupandosi

Dettagli

RISPARMIARE SUL COSTO DEL RISCALDAMENTO. Strumenti non distruttivi per edifici esistenti

RISPARMIARE SUL COSTO DEL RISCALDAMENTO. Strumenti non distruttivi per edifici esistenti «Poco importa se in un secchio con molti buchi (le nostre abitazioni) inserisco dell acqua di colore bianco (energia tradizionale) o verde (proveniente da fonti rinnovabili); è importantissimo, prima ancora

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DELLA SOSTENIBILITA ENERGETICO AMBIENTALE

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DELLA SOSTENIBILITA ENERGETICO AMBIENTALE Regione VENETO Comune di ROVIGO PROGETTO PER LA NUOVA COSTRUZIONE DI 6 EDIFICI RESIDENZIALI PER COMPLESSIVE 8 UNITA ABITATIVE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DELLA SOSTENIBILITA ENERGETICO AMBIENTALE Proprietà:

Dettagli

una sfida da vincere anche con il legno

una sfida da vincere anche con il legno Nella direzione del cambiamento costruiamo case in legno AMBIENTE una sfida da vincere anche con il legno Problemi epocali come l inquinamento atmosferico ed il riscaldamento globale ci toccano in quanto

Dettagli

Audit energetico termico della nostra scuola

Audit energetico termico della nostra scuola Audit energetico termico della nostra scuola Questionario di raccolta dati dell involucro e degli impianti termici del nostro edificio scolastico Il questionario qui riportato è destinato a raccogliere

Dettagli

Prestigiosa villa anni 50 inserita in un parco di 2000 mq.

Prestigiosa villa anni 50 inserita in un parco di 2000 mq. VILLAPRANDONI Design e tecnologia in un oasi di verde nel cuore di Cassano Prestigiosa villa anni 50 inserita in un parco di 2000 mq. La ristrutturazione rispetta la sapiente scelta dei materiali dell

Dettagli

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ)

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) La situazione edilizia in Italia è particolarmente anziana. Circa due terzi degli edifici esistenti sono antecedenti

Dettagli

Comfort termico e risparmio energetico nelle case in legno

Comfort termico e risparmio energetico nelle case in legno Atti del Convegno promo_legno Napoli, 8 aprile 2011 Comfort termico e risparmio energetico nelle case in legno Erlacher Peter Naturno (BZ) Fisica tecnica & Edilizia sostenibile w w w.erlacher-peter.it

Dettagli

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI Energia e Ambiente UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI uroshunt propone soluzioni avanzate nel campo della produzione di energia, del riscaldamento e del raffreddamento. uroshunt, in partnership

Dettagli

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda

Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Idroearth Pompe di calore geotermiche per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda Il meglio a portata di mano Utilizziamo l energia che la terra ci regala UTILIZZARE IL CALORE RACCHIUSO NELLA TERRA

Dettagli

aerazione migliore Respirare aria pulita Dormire meglio Risparmio energetico LÜFTUNGSSYSTEME

aerazione migliore Respirare aria pulita Dormire meglio Risparmio energetico LÜFTUNGSSYSTEME 100 aerazione migliore Respirare aria pulita Dormire meglio Risparmio energetico Il primo e unico impianto decentralizzato certificato passivhaus. LÜFTUNGSSYSTEME 100 La migliore combinazione di due sistemi

Dettagli

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare...

Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Non sprecare vuol dire innanzitutto risparmiare... Alcuni consigli pratici su come ridurre i consumi energetici in casa risparmiando sulla bolletta ma soprattutto rispettando il nostro ambiente. www.gesiservizi.it

Dettagli

ENERGIA RINNOVABILE PER IL COMFORT CON I SISTEMI IN POMPA DI CALORE SISTEMI IN POMPA DI CALORE A CICLO ANNUALE PER UN BENESSERE SOSTENIBILE

ENERGIA RINNOVABILE PER IL COMFORT CON I SISTEMI IN POMPA DI CALORE SISTEMI IN POMPA DI CALORE A CICLO ANNUALE PER UN BENESSERE SOSTENIBILE ENERGIA RINNOVABILE PER IL COMFORT CON I SISTEMI IN POMPA DI CALORE Si stima che il 30% dei consumi di energia fossile sia utilizzato, nei Paesi Sviluppati, per la Climatizzazione estiva ed il Riscaldamento

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

Gli impianti geotermici

Gli impianti geotermici Gli impianti geotermici Valutazioni generali Nell ambito della provincia di Verona, qualunque sia il contesto geologico in cui realizzare l impianto geotermico, il criterio generale prevede di utilizzare

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI

CHIUSURE VER VER ICALI CHIUSURE VERTICALI In generale si definisce CHIUSURA l insieme delle unità tecnologiche e degli elementi del sistema edilizio aventi funzione di separare e di conformare gli spazi interni del sistema edilizio

Dettagli

Risparmio energetico negli edifici rurali

Risparmio energetico negli edifici rurali RECUPERO DELLE BORGATE E DEL PATRIMONIO EDILIZIO DELLE TERRE ALTE Risparmio energetico negli edifici rurali Torino, 8 Ottobre 2012 Paola ing.strata un occasione per ripensare alle fonti energetiche utilizzabili

Dettagli

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A 27 gennaio 2010 PAVIA INQUADRAMENTO DEL SITO 2 INQUADRAMENTO DEL SITO 3 INQUADRAMENTO DELL INTERVENTO 4 STATO DI FATTO PROGETTO INQUADRAMENTO

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 28-12-2007 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 28-12-2007 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 28-12-2007 REGIONE BASILICATA Disposizioni per la formazione del Bilancio di Previsione Annuale e Pluriennale della Regione Basilicata Legge Finanziaria 2008 Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza

caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 6 La caldaia a gas modelli a condensazione e modelli ad alta efficienza 47 Consigli generali Lo sapete che In media una famiglia italiana spende ogni anno circa 500 per il riscaldamento, che rappresenta

Dettagli

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7 COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe E750 RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico 0,7 mqk ISOLAMENTO ACUSTICO Potere fono isolante Rw -44 db E-save: finestre salva

Dettagli

Gli interventi di efficienza energetica e gli standard di riferimento per la riduzione dei consumi energetici

Gli interventi di efficienza energetica e gli standard di riferimento per la riduzione dei consumi energetici Gli interventi di efficienza energetica e gli standard di riferimento per la riduzione dei consumi energetici Arch. Francesco Ricchiuto Direttore Tecnico Filca Cooperative Mostra Convegno Expoconfort Fiera

Dettagli

Fabio Scamoni RISANAMENTO ACUSTICO. Istituto per le Tecnologie della Costruzione, ITC CNR, Milano Responsabile del Laboratorio di Acustica

Fabio Scamoni RISANAMENTO ACUSTICO. Istituto per le Tecnologie della Costruzione, ITC CNR, Milano Responsabile del Laboratorio di Acustica CRITERI E BUONE PRATICHE PER LA PROGETTAZIONE ED IL RISANAMENTO ACUSTICO Fabio Scamoni Istituto per le Tecnologie della Costruzione, ITC CNR, Milano Responsabile del Laboratorio di Acustica La pianificazione

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA

RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA RISPARMIO ENERGETICO IN FAMIGLIA Ing. Giacomo Iannandrea Perché risparmiare energia? L 80% di tutta l energia mondiale proviene da fonti fossili (petrolio, gas, carbone) soggette ad esaurimento, mentre

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli

SOLUZIONI ECOLOGICHE PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI DI RISCALDAMENTO Peter Erlacher

SOLUZIONI ECOLOGICHE PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI DI RISCALDAMENTO Peter Erlacher inbioedilizia 3 SOLUZIONI ECOLOGICHE PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI DI RISCALDAMENTO Peter Erlacher Casa Zipperle All interno del proprio rifugio domestico, la qualità della vita è un valore acquisibile

Dettagli

Intervento Via Mario Pini - Carpi

Intervento Via Mario Pini - Carpi Intervento Via Mario Pini - Carpi Queste abitazioni sono state progettate unendo un ottimo isolamento termico ad una elevata efficienza energetica. Dotata di impianti non inquinanti integrati con energie

Dettagli

Diventa Esperto CasaClima o Artigiano CasaClima

Diventa Esperto CasaClima o Artigiano CasaClima CasaClima FVG Formazione Diventa Esperto CasaClima o Artigiano CasaClima Il progetto CasaClima è stato sviluppato per mettere in luce un modo di costruire energeticamente efficiente e sostenibile. Grazie

Dettagli

RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI

RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI RAFFRESCAMENTO E RISCALDAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO CLIMATIZZAZIONE E RAFFRESCAMENTO A PANNELLI RADIANTI Contrariamente al passato dove, di norma, venivano annegati nel pavimento delle linee in acciaio,

Dettagli

aerazione migliore Vivere in modo sano Dormire meglio LÜFTUNGSSYSTEME

aerazione migliore Vivere in modo sano Dormire meglio LÜFTUNGSSYSTEME 100 aerazione migliore Vivere in modo sano Dormire meglio Abitare in ambienti ecologici Il primo e unico impianto decentralizzato certificate passivhaus. LÜFTUNGSSYSTEME 100 La migliore combinazione di

Dettagli

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi:

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi: Per richiedere informazioni sulle caratteristiche tecniche dei prodotti, sulle normative impiantistiche e sul Servizio Tecnico post-vendita, contatta i seguenti indirizzi: E-mail: consulenza@immergas.com

Dettagli

L elaborazione del Progetto è stato avviato e sviluppato dallo IACP di Salerno coinvolgendo consulenti ed esperti dell Università di Salerno.

L elaborazione del Progetto è stato avviato e sviluppato dallo IACP di Salerno coinvolgendo consulenti ed esperti dell Università di Salerno. Il Progetto per Castelnuovo Cilento (Salerno) L intervento per Castelnuovo Cilento prevede la realizzazione di 34 alloggi di Edilizia Economica Popolare, in un insediamento misto in cui sono compresenti

Dettagli

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE Riqualificare il patrimonio, contenere e ottimizzare la spesa Federico Della Puppa Università IUAV di Venezia Theorema sas Bergamo, 13 dicembre 2013 Imparare a farsi le giuste

Dettagli

EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI

EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI EXPERIENCE OUR INNOVATION INFINITY & AURORA L INTEGRAZIONE INTELLIGENTE PER LE FONTI RINNOVABILI EXPERIENCE OUR INNOVATION Infinity & Aurora Lo stile di vita ecosostenibile è quello capace di preservare

Dettagli

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento Isolamenti, termo cappotto e case di legno L isolamento dell involucro Isolare in maniera ottimale un edificio consente un risparmio dei consumi di energia dal 40 fino ed oltre il 70%. Investire nel miglioramento

Dettagli

Soluzioni ecologiche per la riduzione dei consumi di riscaldamento Prof. Peter Erlacher-Naturno(BZ)

Soluzioni ecologiche per la riduzione dei consumi di riscaldamento Prof. Peter Erlacher-Naturno(BZ) 1 Soluzioni ecologiche per la riduzione dei consumi di riscaldamento Prof. Peter Erlacher-Naturno(BZ) Nell area da cui provengo (Naturno, in provincia di Bolzano) le precipitazioni nevose sono frequenti,

Dettagli

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE _ SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TERMO-MECCANICI INDICE 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO...

Dettagli

FREDDO, MUFFE, CONDENSE, UMIDITÀ

FREDDO, MUFFE, CONDENSE, UMIDITÀ I.P. FREDDO, MUFFE, CONDENSE, UMIDITÀ ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER L ISOLAMENTO TERMICO E ACUSTICO Via Matteo Civitali, 77 20148 Milano - Tel. 02/40070208 - Fax. 02/40070201 e-mail: anit@anit.it - internet:

Dettagli

Il tuo spazio naturale. 10 buoni motivi per una casa WOOD DESIGN

Il tuo spazio naturale. 10 buoni motivi per una casa WOOD DESIGN Il tuo spazio naturale 10 buoni motivi per una casa WOOD DESIGN Economia, Ecologia e Design convivono insieme I tempi attuali impongono nuove sfide per il settore delle costruzioni: la necessità di edifici

Dettagli

Casa Brio Quarona frazione Doccio

Casa Brio Quarona frazione Doccio INQUADRAMENTO URBANISTICO - TERRITORIALE Comune di (VC) Fraz. DOCCIO N.A.F. Nuclei di Antica Formazione zona climatica: E GG: 2798 Altitudine: 406 mt s.l.m. STRUTTURA PRE-ESISTENTE Muratura in pietra verso

Dettagli

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ)

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) La situazione edilizia in Italia è particolarmente anziana. Circa due terzi degli edifici esistenti sono antecedenti

Dettagli

CASE IN BIOARCHITETTURA

CASE IN BIOARCHITETTURA CASE IN BIOARCHITETTURA Progettiamo e realizziamo case con materiali e tecniche sostenibili Fonti di energie rinnovabili I vari elementi sono pre-assemblati sul posto usando la migliore tecnologia disponibile.

Dettagli

Facciate esterne in mattone paramano grigio. Costruzione antisismica. Classe energetica A (i.p.e. di progetto minore 29,00 kwh/m 2 a)

Facciate esterne in mattone paramano grigio. Costruzione antisismica. Classe energetica A (i.p.e. di progetto minore 29,00 kwh/m 2 a) LA STRUTTURA: sicurezza, durata, risparmio Facciate esterne in mattone paramano grigio Fascino del materiale naturale, Garanzia di massima durabilità, Elevata resistenza meccanica Zero costi di manutenzione

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

PER CHI SOGNA DI VIVERE A 5 STELLE

PER CHI SOGNA DI VIVERE A 5 STELLE Benvenuto alla residenza BORROMEO Comune di Cassano Magnago Costruzione di fabbricato residenziale In Via San Carlo Borromeo COOPERATIVA SAN MAURIZIO UNA NUOVA FRONTIERA DELL ABITARE TECNOLOGICO PER CHI

Dettagli

Trasmissione termica

Trasmissione termica ISOLAMENTO TERMICO Per oltre 80 anni l utilizzo della vetrata isolante è stata riconosciuta come una condizione essenziale per garantire l isolamento termico degli edifici. Recenti sviluppi tecnologici

Dettagli

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro 1 Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro Amministratore Delegato KLIMIT Srl Rappresentante Esclusivo Herz per l Italia 2 1 Come funziona un

Dettagli

http://www.cabdileoncini.it/blog/caldaie-a-condensazione/ 17 aprile 2013

http://www.cabdileoncini.it/blog/caldaie-a-condensazione/ 17 aprile 2013 Le caldaie a condensazione sono caldaie in grado di ottenere rendimento termodinamico superiore al 100% del potere calorifico inferiore del combustibile utilizzato anziché sul potere calorifico superiore

Dettagli

A1.d. Comune di CAPORCIANO PIANO DI RICOSTRUZIONE. Provincia di L Aquila ELABORATI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

A1.d. Comune di CAPORCIANO PIANO DI RICOSTRUZIONE. Provincia di L Aquila ELABORATI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: EFFICIENTAMENTO ENERGETICO Comune di CAPORCIANO Provincia di L Aquila PIANO DI RICOSTRUZIONE Responsabile Scientifico: Prof. Arch. Maria Cristina Forlani Ottobre 2014 Allegato al decreto sindacale n. 29 del 20.08.2012 di adozione

Dettagli

Buono Microclima confortevole

Buono Microclima confortevole Temperatura superficiale della parete radiante 45 40 35 30 25 Comfort termico mediante convezione e irradiazione (secondo Dr. Ledwina). Tratto dal materiale didattico del Corso di Architettura Bioecologica

Dettagli

PROGRESS KLIMADECKE RISCALDARE E RAFFRESCARE CON PREFABBRICATI IN CALCESTRUZZO ATTIVI

PROGRESS KLIMADECKE RISCALDARE E RAFFRESCARE CON PREFABBRICATI IN CALCESTRUZZO ATTIVI PROGRESS KLIMADECKE RISCALDARE E RAFFRESCARE CON PREFABBRICATI IN CALCESTRUZZO ATTIVI Caldo. Raffrescante. Gradevole. Riscaldare e raffrescare con prefabbricati in calcestruzzo Il solaio PROGRESS Klimadecke

Dettagli

Clima 80: un benessere sostenibile e certificato Finestra Qualità CasaClima

Clima 80: un benessere sostenibile e certificato Finestra Qualità CasaClima Clima 80: un benessere sostenibile e certificato Finestra Qualità CasaClima scegliere la giusta finestra Cosa si chiede a una finestra? Che offra sicurezza, durata, ma che soprattutto migliori il comfort

Dettagli

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli