Repertorio n Raccolta n VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI. "UniCredit, società per azioni" REPUBBLICA ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Repertorio n. 5418 Raccolta n. 3759 VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI. "UniCredit, società per azioni" REPUBBLICA ITALIANA"

Transcript

1 Repertorio n Raccolta n VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI "UniCredit, società per azioni" REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilanove, il giorno ventinove del mese di aprile alle ore 10,30 In Roma, Viale Umberto Tupini n. 180 lì, 29 aprile 2009 A richiesta di "UniCredit, società per azioni" Capogruppo del Gruppo Bancario UniCredit, iscritto all'albo dei Gruppi Bancari cod. n , aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, con sede in Roma, Via Alessandro Specchi n. 16 e Direzione Generale in Milano, Piazza Cordusio, capitale sociale Euro ,00, interamente versato, numero di iscrizione nel Registro delle Imprese di Roma, codice fiscale e partita IVA (R.E.A. RM ). Io sottoscritto Dott. SALVATORE MARICONDA, Notaio in Genzano di Roma, iscritto nel Ruolo dei Distretti Notarili Riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia, mi sono recato nel giorno ed alle ore di cui sopra in Roma, Viale Umberto Tupini n. 180, per assistere, elevandone il verbale, alle deliberazioni della assemblea degli azionisti della Società richiedente convocata in detto luogo, per le ore 10,30, in sede ordinaria in seconda convocazione ed in sede straordinaria in terza 295

2 convocazione, essendo andata deserta la prima convocazione dell'assemblea ordinaria e straordinaria, convocata per il giorno 27 aprile 2009 alle ore 12,00 presso Palazzo de Carolis in Roma, Via Alessandro Specchi n. 16, come risulta da verbale a mio rogito in data 27 aprile 2009 rep. n. 5412, in corso di registrazione, nonchè essendo andata deserta la seconda convocazione dell'assemblea straordinaria, convocata per il giorno 28 aprile 2009 alle ore 12,00, stesso luogo, come risulta da verbale a mio rogito in data 28 aprile 2009 rep. n. 5415, in corso di registrazione, per discutere e deliberare sul seguente Ordine del giorno: Parte Ordinaria 1. Presentazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2008, corredato dalle Relazioni del Consiglio di Amministrazione e della Società di Revisione; Relazione del Collegio Sindacale. Presentazione del bilancio consolidato; 2. Destinazione dell'utile di esercizio; 3. Nomina degli Amministratori, previa determinazione del loro numero, per gli esercizi , con scadenza alla data dell'assemblea convocata per l'approvazione del bilancio dell'esercizio 2011; 4. Determinazione del compenso spettante al Consiglio di Amministrazione ed ai componenti dei Comitati Consiliari, per ciascun anno di incarico, ai sensi dell'articolo 26 dello 296

3 Statuto sociale ed al Presidente dell'organismo di Controllo istituito ai sensi del D.Lgs 231/01; 5. Autorizzazione ad attività concorrenti ai sensi dell'art del Codice Civile; 6. Politica Retributiva di Gruppo; 7. Piano 2009 di Partecipazione Azionaria per tutti i Dipendenti del Gruppo UniCredit. Parte Straordinaria 1. Aumento di capitale sociale a titolo gratuito ai sensi dell'art del Codice Civile, mediante emissione di n azioni ordinarie e di n azioni di risparmio del valore nominale unitario di Euro 0,50 cadauna da assegnare agli azionisti titolari di azioni ordinarie ed ai portatori di azioni di risparmio della Società, da attuarsi mediante imputazione di riserve disponibili per assegnazione di utili ai soci, e conseguenti modifiche dello Statuto Sociale; 2. Modifica degli articoli 5, 8, 23 e 30 dello Statuto Sociale. Entrato nella sala dove ha luogo l'assemblea, ho constatato la presenza al tavolo della Presidenza del Signor Dieter RAMPL nato a Monaco (Germania) il 5 settembre 1947 e domiciliato per la carica in Roma, Via Alessandro Specchi n. 16, Presidente della Società richiedente il quale, in tale veste, a norma dell'art. 15 dello statuto sociale, assume la 297

4 Presidenza dell'assemblea. Sono certo io Notaio dell'identità personale del comparente il quale nomina, su concorde decisione della assemblea, me Notaio segretario della assemblea stessa e mi chiede di ricevere il verbale in lingua inglese dichiarando di non conoscere la lingua italiana. Aderendo a tale richiesta preciso che, ai sensi dell'art. 54 della Legge Notarile, l'originale del presente verbale viene rogato in lingua inglese, lingua da me Notaio conosciuta, con in calce la traduzione in lingua italiana; gli allegati saranno inseriti in lingua inglese con la traduzione in lingua italiana in calce o a margine. Il Presidente, prima di dare inizio allo svolgimento ufficiale dei lavori, rivolge il seguente saluto a tutti gli intervenuti: "Gentili signore e signori, signori azionisti, rappresentanti della stampa, desidero porgere a tutti Voi, anche a nome del Consiglio, del Collegio Sindacale, dell intero top management, il mio più cordiale benvenuto a questa Assemblea. Ancora una volta la nostra Assemblea ha luogo mentre sia il nostro Gruppo sia il sistema finanziario internazionale si trovano a navigare in acque estremamente turbolente. La crisi finanziaria scatenatasi ormai più di un anno e mezzo fa e acutizzata dall episodio di Lehman Brothers nel settembre scorso, continua ad impedire il normale 298

5 funzionamento dei mercati finanziari. Governi e banche centrali hanno profuso gli sforzi per alleviare le tensioni sui mercati e alcune delle misure adottate hanno dimostrato notevole efficacia. In particolare, la crisi di liquidità è ormai stata risolta grazie alla decisa e coraggiosa azione della Banca Centrale Europea e delle altre banche centrali. In Italia il Governo si è attivato con tempestività approvando nuovi strumenti a supporto del finanziamento e della capitalizzazione delle banche. La Banca d Italia non è stata da meno, lanciando tra l altro un nuovo meccanismo per favorire la ripresa della attività sul mercato interbancario. Anche il nostro Gruppo ha fatto la sua parte. Abbiamo adottato misure importanti sia per rafforzare la nostra base patrimoniale, sia per anticipare il previsto deterioramento del quadro economico, sia riconoscendo che, in situazione di elevata incertezza, coefficienti di capitalizzazione più elevati sono necessari per rassicurare i mercati. Continueremo inoltre ad adoperarci per consolidare la fiducia del mercato sia nella trasparenza del nostro bilancio, sia nella solidità della nostra situazione patrimoniale. La crisi finanziaria, come ho accennato, si è ormai trasmessa all economia reale, causando una drammatica contrazione del livello di attività economica negli ultimi sei mesi. Anche se recentemente si è osservato qualche segnale di miglioramento, non possiamo nasconderci che il prosieguo dell anno sarà 299

6 difficile. Istituzioni internazionali come il Fondo Monetario Internazionale e l Ocse prevedono un ulteriore aumento della disoccupazione nei prossimi mesi ed una ripresa dell attività economica solo nel corso del Il settore impresa continuerà anch esso ad affrontare una situazione difficile dato il ridotto livello della domanda sia interna che estera. Di fronte a questa difficoltà, il nostro Gruppo è più che mai cosciente della responsabilità che ha nei confronti di imprese e cittadini in tutti i paesi che consideriamo come nostri mercati domestici: dall Italia, alla Germania, all Austria, alla Polonia e agli altri paesi dell Europa centro-orientale. Siamo estremamente fiduciosi che la gestione accorta del rischio che ci ha sempre caratterizzati ci permetterà ora di evitare l impatto negativo della recessione sul nostro conto economico. Il considerevole risultato netto conseguito nel 2008, per quanto inferiore agli obiettivi, costituisce una importante conferma della nostra capacità di rimanere profittevoli anche in circostanze straordinariamente difficili. Al tempo stesso, siamo determinati a rimanere vicini ai nostri clienti attraverso la nostra rete di filiali, per aiutarli a superare questa difficile congiuntura economica. Abbiamo già varato importanti iniziative per assicurare il nostro sostegno soprattutto alle famiglie ed alle piccole e 300

7 medie imprese, particolarmente colpite dalla attuale congiuntura avversa. Il nostro Gruppo è sempre rimasto fedele alla funzione principale e basilare di una banca, che è quella dell intermediazione, della raccolta del risparmio e del finanziamento dei progetti di sviluppo validi da parte delle imprese, attraverso una valutazione accorta sia dei rischi che delle prospettive di successo di tali progetti. Prima di aprire ufficialmente i lavori, desidero dunque esprimere la ferma determinazione di tutto il management, di tutti i dipendenti del Gruppo a superare assieme ed assieme ai nostri clienti, agli altri stakeholders e soprattutto a voi azionisti, l attuale difficile congiuntura, animati da un profondo senso di responsabilità e grande impegno. Grazie ancora per la vostra partecipazione." Il Presidente, proseguendo con la parte ufficiale dei lavori e parlando in lingua inglese, dà atto che l'avviso di convocazione è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 26 marzo parte seconda, Foglio delle Inserzioni - n. 35, nonchè, sempre in data 26 marzo 2009 sui quotidiani "Il Sole 24 Ore", "La Repubblica", "Financial Times" (edizione europea) e "Frankfurter Allgemeine Zeitung" nonché sul sito internet della Società. Ricorda che è stato predisposto un sistema di traduzione simultanea delle lingue italiana, inglese e tedesca per 301

8 agevolare la partecipazione di tutti gli intervenuti ai lavori assembleari. Il Presidente informa l'assemblea che sono presenti: del Consiglio di Amministrazione i signori: Gianfranco GUTTY Vice Presidente Vicario Fabrizio PALENZONA Vice Presidente Anthony WYAND Vice Presidente Alessandro PROFUMO Amministratore Delegato Vincenzo CALANDRA BUONAURA Consigliere Donato FONTANESI Consigliere Francesco GIACOMIN Consigliere Piero GNUDI Consigliere Friedrich KADRNOSKA Consigliere. Marianna LI CALZI Consigliere Salvatore LIGRESTI Consigliere Luigi MARAMOTTI Consigliere Antonio Maria MAROCCO Consigliere Hans-Jürgen SCHINZLER Consigliere Franz ZWICKL Consigliere Lorenzo LAMPIANO Segretario del Consiglio del Collegio Sindacale i signori: Giorgio LOLI Presidente Gian Luigi FRANCARDO Sindaco Effettivo Siegfried MAYR Sindaco Effettivo Aldo MILANESE Sindaco Effettivo 302

9 Vincenzo NICASTRO Sindaco Effettivo Sono assenti del Consiglio di Amministrazione i signori: Franco BELLEI Vice Presidente Berardino LIBONATI Vice Presidente Manfred BISCHOFF Consigliere Enrico Tommaso CUCCHIANI Consigliere Max Dietrich KLEY Consigliere Carlo PESENTI Consigliere Nikolaus von BOMHARD Consigliere Sono altresì presenti i signori: Sergio ERMOTTI Deputy CEO/Vice Direttore Generale Paolo FIORENTINO Deputy CEO/Vice Direttore Generale Roberto NICASTRO Deputy CEO/Vice Direttore Generale E altresì presente Personale Direttivo della Direzione Generale ed altro Personale della Banca addetto alle operazioni assembleari, ai sensi dell art. 2 del Regolamento Assembleare. Sempre ai sensi dell art. 2 del Regolamento Assembleare è stato consentito l accesso ad esperti, analisti finanziari e giornalisti accreditati in un locale separato, ma collegato all'aula assembleare con sistema audiovisivo a circuito chiuso. L elenco completo dei giornalisti intervenuti nel corso dell assemblea verrà allegato al presente atto. Sono altresì presenti: 303

10 - i signori Mario Corti e Bruno Verona in rappresentanza della Società di Revisione KPMG S.p.A., alla quale è stato conferito l'incarico di certificazione del Bilancio della Società; - la signora Stella D Atri, rappresentante comune dei possessori di azioni di risparmio. Informa che ai sensi e per le finalità di cui all art. 3, comma 3, del Regolamento assembleare i lavori dell assemblea sono oggetto di riprese audiovideo. Comunica che il capitale sociale alla data odierna è di Euro ,00 ed è rappresentato: - per Euro da numero azioni ordinarie; - per Euro da numero azioni di risparmio, i cui possessori ai sensi degli artt. 5 e 12 dello Statuto Sociale non hanno diritto di voto né diritto di partecipare all adunanza. Secondo quanto previsto dall art. 145 del "Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria" ("TUF") non si tiene conto, ai fini della costituzione dell assemblea e della validità delle deliberazioni, della parte di capitale rappresentata dalle predette azioni di risparmio. Comunica inoltre che: - è stata effettuata la verifica della rispondenza delle 304

11 deleghe alle disposizioni di cui all art del Codice Civile ed all art. 142 del "TUF"; - sono ora rappresentate in aula numero azioni ordinarie pari al 28,027127% del capitale sociale riferito alle sole azioni ordinarie da numero 119 aventi diritto al voto in proprio o per delega. Numero 94 titolari di diritto di voto sono presenti in proprio e numero titolari di diritto di voto sono rappresentati per delega. Il Presidente pertanto dichiara che l assemblea è regolarmente costituita e valida per deliberare in parte ordinaria sugli argomenti posti all ordine del giorno a termini di legge e di statuto. Dichiara altresì che: - secondo le risultanze del Libro Soci, integrate dalle comunicazioni effettuate ai sensi di legge e dai riscontri effettuati per l ammissione al voto, è emerso che a Libro Soci risultano iscritti circa n azionisti; - i seguenti azionisti detengono, direttamente o indirettamente, oltre il 2% del capitale rappresentato da azioni aventi diritto al voto ed hanno effettuato le comunicazioni previste dalla vigente normativa primaria e regolamentare: Mediobanca S.p.A. per n azioni ordinarie, pari al 6,76% del capitale ordinario di cui n azioni ordinarie pari al 6,76% del capitale ordinario vincolate al 305

12 servizio del prestito subordinato convertendo in azioni (prestito CASHES) sono senza diritto di voto in quanto concesse in usufrutto a favore di UniCredit S.p.A. ed in pegno a favore di Bank of New York, emittente il citato prestito; la residua quota pari allo 0,004% è detenuta in qualità di prestatore senza diritto di voto; Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona, per n azioni ordinarie, pari al 5,668% del capitale ordinario; Central Bank of Libya, in proprio per n azioni ordinarie pari al 3,777% del capitale ordinario e tramite Libyan Foreign Bank per n , pari allo 0,523% del capitale ordinario per un ammontare complessivo pari al 4,300% del capitale ordinario; Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, per n azioni ordinarie, pari al 3,777% del capitale ordinario; Carimonte Holding S.p.A., per n azioni ordinarie, pari al 3,123% del capitale ordinario; Gruppo Allianz, per n azioni ordinarie pari al 2,178% del capitale ordinario; Barclays Global Investors UK Holdings Ltd, per n azioni ordinarie pari al 2,168% del capitale ordinario. Copia della documentazione relativa alla presente assemblea è stata depositata presso la sede sociale e la Direzione Generale, messa a disposizione del pubblico presso la Borsa 306

13 Italiana S.p.A. e pubblicata sul sito Internet della società nonché trasmessa a Consob, ai sensi delle vigenti disposizioni normative e regolamentari. Secondo quanto previsto dall art. 17 del Regolamento Assembleare, informa che le votazioni avverranno grazie ad un sistema informatico di registrazione delle espressioni di voto, utilizzando i terminali di cui ciascuno è dotato. Nella cartella di lavoro consegnata ai soci sono contenute le istruzioni per l'uso del terminale di voto. Prega gli azionisti di leggere tali istruzioni. Raccomanda pertanto che, ad ogni votazione, solo dopo il suo invito in tal senso, ciascun socio provveda ad esprimere il voto, premendo il corrispondente tasto sul "telecomando" o premendo il tasto numerico corrispondente alla lista scelta ed a confermare la scelta effettuata con il tasto "OK". Nel caso in cui l'apparecchio non dovesse funzionare come descritto e comunque per tutte le occorrenze, prega di richiedere l'intervento del personale di assistenza presente in aula. I delegati ed i rappresentanti di società fiduciarie che avessero necessità di esprimere, per ogni singola deliberazione, manifestazioni differenziate di voto, devono far presente tale necessità a me Notaio ed effettuare la votazione presso le apposite "postazioni di voto assistito". Il sistema elettronico di rilevazione delle presenze e dei voti produce i seguenti documenti che, 307

14 firmati dal Presidente e da me Notaio, saranno allegati al verbale dell'assemblea: - elenchi dei Soci presenti e di quelli rappresentati, elenchi che riporteranno anche l'indicazione dei nominativi che eventualmente intervenissero successivamente o che si allontanassero dall'aula assembleare; - elenchi separati per le diverse manifestazioni di voto. Conclusa questa indispensabile introduzione e prima di passare alla trattazione degli argomenti all ordine del giorno, informa che sono stati messi a disposizione dei Soci e del mercato (anche mediante pubblicazione sul sito Internet della Società): - la Relazione Annuale sul Governo Societario della Società e - il documento informativo "Piano 2009 di partecipazione azionaria per i dipendenti del Gruppo UniCredit" redatto ai sensi del Regolamento Emittenti Consob 11971/99 relativo al piano di partecipazione azionaria che viene sottoposto oggi all attenzione dell'assemblea. Tali documenti cui rimanda per una dettagliata illustrazione delle tematiche in argomento sono contenuti nel fascicolo a stampa inserito nella cartella di lavoro consegnata ai soci. Il Presidente passa quindi alla trattazione degli argomenti all Ordine del giorno. 1 e 2 punto all Ordine del giorno 308

15 "Presentazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2008, corredato dalle Relazioni del Consiglio di Amministrazione e della Società di Revisione; Relazione del Collegio Sindacale. Presentazione del bilancio consolidato" "Destinazione dell utile di esercizio" Invita l Amministratore Delegato, Signor Alessandro Profumo, ad illustrare sinteticamente gli aspetti salienti del Bilancio di esercizio e della relativa Relazione degli Amministratori mediante l ausilio di slides nonché la proposta di destinazione dell utile di esercizio, omettendone, non essendovi obiezioni, la lettura integrale, dal momento che il fascicolo, contenente il progetto di Bilancio e la suddetta Relazione, è stato distribuito a tutti gli intervenuti ed inviato per tempo a tutti gli Azionisti che ne hanno fatto richiesta, oltre ad essere stato pubblicato e messo a disposizione presso la Sede sociale nei modi e nei termini di legge. Unitamente ai risultati dell esercizio vengono presentati i dati più significativi del Bilancio Consolidato di Gruppo. Dà quindi la parola all Amministratore Delegato Signor Alessandro Profumo il quale, ricordato, innanzitutto, come il Gruppo - grazie alla forte presenza commerciale nell Europa occidentale e nel Centro Est Europa - presenti una rete molto solida per affrontare le impegnative sfide del corrente anno, precisa che il suo intervento sarà finalizzato ad illustrare 309

16 con l aiuto di alcune slides -i risultati del 2008 (con un focus particolare sul quarto trimestre) e a dare alcune anticipazioni sulle principali priorità ed i trend dei primi mesi del Esprime poi la propria condivisione su quanto affermato dal Presidente in ordine al fatto che la vicenda che ha interessato Lehman Brothers abbia mutato, a partire dal settembre del 2008, lo scenario economico mondiale in modo radicale, con evidenti riflessi sui dati dell ultimo trimestre dell anno, ricordando che già nella precedente assemblea del novembre scorso si era avuta occasione di discutere della situazione finanziaria mondiale. Per quanto concerne i dati relativi al 2008, l Amministratore Delegato evidenzia che gli stessi confermano la solidità del Gruppo, testimoniata dai 4 miliardi di utile netto realizzati, a fronte di risultati inferiori, se non addirittura negativi, conseguiti da molte altre istituzioni finanziarie. Anche il risultato operativo dell attività di banca commerciale ha mostrato un ottima tenuta grazie al significativo efficientamento dei costi ed alla qualità della relazione con i clienti, come confermato anche dai risultati emersi dalle analisi di "customers satisfaction" svolte. Ricorda che il Core Tier 1, a fine 2008, si è attestato al 6,5% nonostante le turbolenze che hanno interessato il quarto trimestre, grazie anche al supporto fornito dagli azionisti 310

17 della Società; è stata realizzata, inoltre, una riduzione dell attivo ponderato, a testimonianza dell efficacia del processo di controllo della crescita degli attivi di bilancio, con una buona tenuta del patrimonio netto tangibile (patrimonio al netto dell avviamento relativo alle acquisizioni e degli altri valori intangibili come i marchi) che si è mantenuto stabile anche con riferimento al periodo antecedente all aumento di capitale. L Amministratore Delegato prosegue evidenziando la diversificazione del portafoglio crediti effettuata da UniCredit, grazie anche alla presenza del Gruppo nel Centro Est Europa: in merito, ritiene importante precisare sin da subito che tale area geografica ricomprende una pluralità di Paesi, ciascuno dei quali presenta differenti livelli di rischio e offre diverse opportunità. La redditività del Gruppo offre una forte riserva per assorbire maggiori accantonamenti su crediti e testimonia la rilevante capacità di generazione di risultati operativi anche in presenza di scenari esterni deteriorati. L Amministratore Delegato anticipa, inoltre, che nei mesi di gennaio e febbraio 2009 tutte le divisioni hanno apportato un contributo positivo e - fermo il focus costante sui costi e sul controllo dei rischi - conferma il forte impegno del Gruppo nel sostegno alle famiglie ed alle imprese, che si è già tradotto in nuove erogazioni alle piccole e medie imprese 311

18 nonché in interventi a favore delle famiglie in situazioni di difficoltà. L Amministratore Delegato prosegue poi illustrando il trend del risultato di gestione e quello del rapporto tra costi e ricavi relativo alle attività di banca commerciale, che appaiono entrambi caratterizzati da un apprezzabile stabilità. Evidenziato come nell attività di banca commerciale siano ricompresi anche i servizi alle imprese forniti da funzioni specialistiche, fa presente che in Europa nessun Gruppo Bancario sostiene l economia reale così come fa il Gruppo UniCredit e cita, a testimonianza, gli oltre 600 miliardi di euro di crediti erogati a favore di imprese e famiglie. Passando ad illustrare i dati relativi agli indicatori di soddisfazione dei clienti retail, l Amministratore Delegato evidenzia che, pur essendosi verificata in Italia nel 2008 (rispetto all anno precedente) una leggera riduzione dell indice (da 58 a 56), evidentemente legata all attuale situazione di crisi, tale dato è ancora significativamente superiore a quello dei competitors. Osserva, ancora, che nei Paesi ove il Gruppo è presente l indice risulta sostanzialmente stabile o in crescita rispetto al 2007 e, comunque, tranne che in Germania, in genere superiore a quello dei competitors locali. Precisa che i predetti dati rivengono da un volume consistente di interviste effettuate 312

19 direttamente o tramite il supporto di una struttura esterna, atta a garantire una valutazione indipendente. Evidenzia altresì che anche nel segmento corporate il Gruppo persegue l obiettivo di avere una chiara visione del grado di soddisfazione della clientela, considerato che in tale ambito emergono attualmente le più rilevanti problematiche dovute al fatto che il rallentamento del ciclo economico colpisce maggiormente il segmento corporate rispetto a quello retail. L Amministratore Delegato, ribadita la volontà di migliorare la qualità del servizio prestato, menziona in tale ottica l attività di c.d. Mistery shopping, cioè di presenza diretta ed anonima per verificare l operatività quotidiana, svolta mediante visite realizzate nelle filiali delle Banche del Gruppo, come riportato nel bilancio di sostenibilità. Sempre nell ambito del miglioramento della qualità del servizio evidenzia la grandissima attenzione dedicata dal Gruppo alla gestione dei reclami, testimoniata dal fatto che in Italia, nel segmento retail, il 99,6% dei medesimi sono gestiti in 48 ore e, addirittura, il 99% in 24 ore. Informa che anche in Austria è stato completato un nuovo sistema per la gestione dei reclami entro le 48 ore mentre in Centro Est Europa è presente una nuova piattaforma informatica che consente di fornire risposte tempestive. L Amministratore Delegato ricorda, poi, che il Gruppo ha promosso iniziative volte a migliorare la trasparenza del 313

20 rapporto con i clienti anticipando gli interventi normativi o regolamentari in tema e cita, tra esse, la semplificazione delle commissioni di massimo scoperto realizzata nel 2008, "Trasloco Facile" (e cioé il servizio che permette ai clienti di trasferire il conto ed i servizi correlati in modo semplice e veloce), l eliminazione (sin dal 2006) delle spese di chiusura del conto e del dossier titoli. Menziona, infine, il servizio di "check up mutui" per le rate che subiscono significativi rialzi in relazione alla dinamica dei tassi nonché le 250 agenzie in Italia con punti di informazione delle associazioni consumatori, istituiti per consentire il massimo della trasparenza nei servizi prestati ai clienti. Con riferimento alla promozione dello sviluppo economico mediante il supporto alla clientela nel raggiungimento dei suoi obiettivi ricorda, invece, il servizio "Imprendo Export" offerto alle PMI che stanno compiendo i primi passi nell espansione all estero e finalizzato a migliorare la conoscenza di tali mercati, a ricercare controparti commerciali e partner d affari, a valutare l affidabilità di tali controparti e, infine, a fornire consulenza professionale e servizi di assistenza tramite un "International desk" totalmente dedicato. Per quanto riguarda la clientela corporate internazionale, la stessa viene supportata con l offerta di prodotti e servizi alla stessa dedicati attraverso la business unit GTB "Global 314

21 Transactional Banking", la quale, oltre a servire i clienti per soddisfare tutte le necessità connesse alle transazioni internazionali, si rivela estremamente redditizio per il Gruppo. Cita, ancora, il progetto "Start Up" mediante il quale, in Italia, sono già stati finanziati progetti per un totale di 30 milioni di euro, nonché il progetto "GRÜN" rivolto alla clientela tedesca in fase di start up ed utilizzato già da 822 clienti, sottolineando il fatto che, generalmente, questo tipo di attività è svolta da fondi dedicati e non da banche. Ricorda che alla fine dell anno scorso hanno avuto inizio i progetti denominati "Impresa Italia" e "Insieme 2009", il primo dei quali finalizzato a sostenere le PMI in questa particolare fase di difficoltà del ciclo economico, mentre il secondo è rivolto alle famiglie che presentano potenziali difficoltà economiche nel pagamento dei mutui: nell ambito di quest ultimo sono state presentate richieste, il 77% delle quali già evase. L Amministratore Delegato ritorna poi a sottolineare la centralità del controllo dei costi; fa presente che la crescita di questi ultimi (+0,4% a livello di Gruppo anno su anno ed a tassi di cambio e perimetri costanti) è la risultante di una loro riduzione in Europa occidentale ed un aumento in Centro Est Europa, motivata da iniziative di crescita a suo tempo intraprese. In particolare, benchè in 315

22 conseguenza del mutato ciclo economico, sia stato bloccato il piano di apertura di nuovi sportelli già programmato, tutti i contratti già sottoscritti sono stati ovviamente onorati: ciò spiega anche il motivo per cui nell ultimo trimestre sono stati aperti ancora 64 sportelli. L Amministratore Delegato ricorda l impegno continuo profuso nel perseguire obiettivi di ottimizzazione dei dipendenti, anche sfruttando le opportunità che nascono dalle aggregazioni effettuate nel tempo, da HVB a quelle nel Centro Est Europa e cita ad esempio la riduzione di 500 dipendenti (FTE) in Polonia conseguente alla fusione avvenuta tra la Banca BPH e Bank Pekao, oppure le riduzioni di personale derivanti dalla fusione con Capitalia. Ribadisce, peraltro, l importanza dell investimento continuo sulle risorse quale elemento fondamentale della politica di gestione delle medesime all interno del Gruppo: le ore di formazione annua con riferimento a circa il 94% dei dipendenti sono state pari a 39 pro capite, numero che appare ancora più significativo alla luce di quello totale dei dipendenti che è pari a , nonché in considerazione del fatto che il numero di ore dedicate alla formazione è in crescita nonostante l attuale ciclo economico. Ritiene che ciò rappresenti la migliore risposta alle giuste aspettative emerse nelle discussioni con le forze sindacali ed anche con i soci in sede assembleare in ordine all importanza che le 316

23 risorse umane devono avere per il Gruppo. Spiega, poi, il significato delle sigle EDP (Executive Development Plan) e TMR (Talent Management Review), rappresentanti due processi di valutazione delle performances e dei potenziali delle risorse di vertice del Gruppo, il cui numero è in corso di progressivo aumento: infatti, nel 2008 le risorse incluse nell Executive Development Plan erano 950 mentre nel corrente esercizio sono diventate 1.650; erano quelle incluse nel Talent Management Review ed ora sono Per quello che riguarda la mobilità internazionale, la stessa appare significativamente apprezzabile, dal momento che 372 risorse si sono trasferite in Paesi diversi nel corso del L Amministratore Delegato ricorda, poi, l esistenza di un progetto specifico volto a valorizzare per tutte le risorse del Gruppo il tema della diversity, intesa come diversità culturale, di età e di genere e sottolinea il fatto che il 61% dei membri del Management Committee e il 69% degli Executive Vice President del Gruppo non sono di nazionalità italiana, a testimonianza dell effettiva internazionalità del Gruppo a partire dal vertice, elemento quasi unico rispetto ad altri Gruppi Bancari internazionali. Conclude, in argomento, includendo tra gli elementi di soddisfazione il fatto che tra le 28 aziende Top Employer in Italia, UniCredit è entrata far parte del Gruppo delle cinque migliori per 317

UNICREDIT S.p.A. PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

UNICREDIT S.p.A. PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE UNICREDIT S.p.A. Società per azioni Sede Sociale in Roma, Via Alessandro Specchi 16 Direzione Generale in Milano, Piazza Cordusio; iscrizione al Registro delle Imprese di Roma, Codice fiscale e partita

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. L utile netto si posiziona a 42,7 milioni, mentre l utile netto normalizzato 2 si attesta a

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014.

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014. Società cooperativa per azioni - Fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio SO - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A.

Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A. Prima di passare alla trattazione del primo punto all ordine del giorno di parte straordinaria, il Presidente ricorda che Hera S.p.A. ed Agea Reti S.r.l. hanno dato vita ad un progetto di integrazione

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. Integrazione al Documento informativo

Pirelli & C. S.p.A. Integrazione al Documento informativo Pirelli & C. S.p.A. Sede in Milano Viale Piero e Alberto Pirelli n. 25 Capitale sociale euro 1.345.380.534,66 Registro delle Imprese di Milano n. 00860340157 Repertorio Economico Amministrativo n. 1055

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA Unipol Gruppo Finanziario Relazioni degli Amministratori sulle proposte di deliberazione all Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 18 giugno 2015 ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA 1. Bilancio d esercizio

Dettagli

VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO DEL 16 APRILE 2003 (16/04/2003)

VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO DEL 16 APRILE 2003 (16/04/2003) Repertorio N. 19801 Raccolta N. 8741 VERBALE DELL'ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO SMI - SOCIETA' METALLURGICA ITALIANA S.P.A. DEL 16 APRILE 2003 REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatre, questo dì

Dettagli

Risultati di Gruppo 2014. 12 Febbraio 2015

Risultati di Gruppo 2014. 12 Febbraio 2015 Risultati di Gruppo 214 12 Febbraio 215 Principali evidenze del 214 Superati tutti gli obiettivi di crescita per il 214: Impieghi in crescita di 1.57 milioni rispetto all obiettivo annunciato di un miliardo

Dettagli

fino a 6,73 euro, da cui è disceso il rapporto di 1,194 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per ciascuna azione Carifirenze.

fino a 6,73 euro, da cui è disceso il rapporto di 1,194 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per ciascuna azione Carifirenze. COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: I CONSIGLI APPROVANO L ACCORDO CON ENTE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE PER L ACQUISIZIONE DEL CONTROLLO DI CARIFIRENZE - Intesa Sanpaolo acquisirà il 40,3% del capitale

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dopo un 2013 difficile chiuso con una forte perdita che aveva significativamente inciso la solidità patrimoniale della Banca, pur in un contesto

Dettagli

Notai Associati Zanchi M. - Romeo A.

Notai Associati Zanchi M. - Romeo A. Notai Associati Zanchi M. - Romeo A. Repertorio n.33993 Raccolta n.16263 ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI DELLA "BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A." Società per azioni quotata SECONDA CONVOCAZIONE

Dettagli

26 gennaio 2014 Roberto Russo

26 gennaio 2014 Roberto Russo Nota sull aumento di capitale del gruppo Banco Popolare 26 gennaio 2014 Roberto Russo www.assitecasim.it Lo scorso 24 gennaio si è riunito il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Banco Popolare per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

Le banche e le assicurazioni

Le banche e le assicurazioni IV 1 La redditività delle banche quotate Nei primi nove mesi del 213 la redditività delle principali banche quotate, misurata rispetto agli attivi ponderati per il rischio (RWA), è stata connotata da andamenti

Dettagli

30 APRILE 2010 (Prima convocazione)

30 APRILE 2010 (Prima convocazione) CARRARO S.p.A. Sede legale in Campodarsego (PD) Via Olmo n. 37 Capitale Sociale Euro 23.914.696 i.v. Codice fiscale, Partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Padova n. 00202040283 REA di Padova 84033

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

"ENEL S.p.A." = che a seguito di avviso spedito a norma dell art. 16.3 dello

ENEL S.p.A. = che a seguito di avviso spedito a norma dell art. 16.3 dello Repertorio N.39628 Raccolta N.18051 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno nove del mese di novembre (9 novembre 2011) in Roma, viale

Dettagli

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 20 APRILE 2012 Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di Spoleto Spa in via

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno

Dettagli

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI Società Cooperativa - Sede in Modena, Via San Carlo 8/20 Registro delle imprese di Modena e cod. fisc. n. 01153230360 Cap. soc. al 31 dicembre 2010 Euro 761.130.807 Relazione illustrativa del Consiglio

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A.

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. Pagina 1 Repertorio N.49699 Raccolta N.24540 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, il giorno ventisei del mese di gennaio (26 gennaio 2015)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2009

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2009 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2009 EBITDA IN LINEA CON LA GUIDANCE E MANTENIMENTO DI UNA ELEVATA MARGINALITA GRAZIE ALL EFFICACE AZIONE DI CONTENIMENTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

MARCOLIN S.P.A. SEDE LEGALE: DOMEGGE DI CADORE (BL) - FRAZIONE VALLESELLA, VIA NOAI, 31 DIREZIONE E UFFICI: LONGARONE (BL) LOCALITÀ VILLANOVA, 4

MARCOLIN S.P.A. SEDE LEGALE: DOMEGGE DI CADORE (BL) - FRAZIONE VALLESELLA, VIA NOAI, 31 DIREZIONE E UFFICI: LONGARONE (BL) LOCALITÀ VILLANOVA, 4 MARCOLIN S.P.A. SEDE LEGALE: DOMEGGE DI CADORE (BL) - FRAZIONE VALLESELLA, VIA NOAI, 31 DIREZIONE E UFFICI: LONGARONE (BL) LOCALITÀ VILLANOVA, 4 CAPITALE SOCIALE SOTTOSCRITTO E VERSATO EURO 32.312.475,00

Dettagli

CARRARO S.p.A. Sede legale in Campodarsego (PD) Via Olmo n. 37 Capitale Sociale Euro 23.914.696 i.v. Codice fiscale, Partita IVA e iscrizione

CARRARO S.p.A. Sede legale in Campodarsego (PD) Via Olmo n. 37 Capitale Sociale Euro 23.914.696 i.v. Codice fiscale, Partita IVA e iscrizione CARRARO S.p.A. Sede legale in Campodarsego (PD) Via Olmo n. 37 Capitale Sociale Euro 23.914.696 i.v. Codice fiscale, Partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Padova n. 00202040283 REA di Padova 84.033

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni avente unico socio Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto 8 Iscritta all'albo delle Banche al n. 5561-ABI n. 5428.8 Appartenente al Gruppo bancario Unione

Dettagli

Montebelluna, 25 febbraio 2011

Montebelluna, 25 febbraio 2011 Comunicato ai sensi dell articolo 102 del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, come successivamente modificato e integrato (il Tuf ) e dell articolo 37 del Regolamento Consob approvato con delibera n. 11971

Dettagli

Relazione trimestrale

Relazione trimestrale Relazione trimestrale (30 settembre 2003) SOCIETÀ PER AZIONI CAPITALE ¼ 389.275.207,50 VERSATO - RISERVE ¼ 3.189,1 MILIONI SEDE SOCIALE IN MILANO PIAZZETTA ENRICO CUCCIA, 1 ISCRITTA ALL ALBO DELLE BANCHE.

Dettagli

I GRANDI VIAGGI S.P.A.

I GRANDI VIAGGI S.P.A. I GRANDI VIAGGI S.P.A. Capitale sociale Euro 23.400.000 i.v. Sede Sociale in Milano, Via della Moscova, 36 R.E.A. Milano n.1319276 Codice fiscale, Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Crescita dei ricavi: 185,7 milioni di Euro nel trimestre (+16% su base annua) portano i ricavi nei nove mesi a 539,3

Dettagli

Risultati di Gruppo 1H2013

Risultati di Gruppo 1H2013 Risultati di Gruppo 1H213 Conference Call Adolfo Bizzocchi 3 Agosto 213 Principali evidenze del semestre Margine di Intermediazione, al netto del risultato del Trading, in crescita sia trimestre su trimestre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%)

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) RACCOLTA DIRETTA DANNI IN ASSESTAMENTO A 2.163 MILIONI

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE APPROVA IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013

L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE APPROVA IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013 PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE APPROVA IL BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013 L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO D

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

INVESTMENT MANAGEMENT. BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso

INVESTMENT MANAGEMENT. BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso INVESTMENT MANAGEMENT BNP Paribas REIM SGR p.a. BNL PORTFOLIO IMMOBILIARE fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 Resoconto intermedio

Dettagli

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012 Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività 2012 Gruppo Unipol perimetro ante acquisizione Premafin Durante il 2012 le politiche di investimento hanno perseguito, in un

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Banca Popolare di Ancona Spa Sede Legale e Direzione Generale: Jesi (AN), Via Don Battistoni, 4 Iscritta all Albo delle Banche al n. 301 ABI n. 05308.2 Appartenente al Gruppo bancario Unione di Banche

Dettagli

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo Art. 1 - Istituzione e denominazione del Fondo Interno Assicurativo Poste Vita S.p.A. (la Compagnia ) ha istituito, secondo le modalità indicate nel

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due

Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due Repertorio N. 37600 Raccolta N. 16964 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaundici, il giorno due del mese di marzo (2 marzo 2011) in Roma, viale Regina

Dettagli

8. Autorizzazione all acquisto e vendita di azioni proprie- Deliberazioni inerenti e conseguenti.

8. Autorizzazione all acquisto e vendita di azioni proprie- Deliberazioni inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, AI SENSI DELL ART. 125-TER DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA, SULL OTTAVO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DI BREMBO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate:

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate: COMUNICATO STAMPA GABETTI PROPERTY SOLUTIONS RIORGANIZZA L INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE, AGGIORNA IL PIANO STRATEGICO 2009-2011 E LANCIA UN NUOVO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Conversione al modello del franchising

Dettagli

Verbale di Assemblea ordinaria. Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014

Verbale di Assemblea ordinaria. Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014 Verbale di Assemblea ordinaria Enertronica S.p.A. Assemblea ordinaria del 24 giugno 2014 Il giorno 24 giugno 2014 si è riunita in Frosinone, presso lo studio del Notaio Giovanni Piacitelli, in Via Aldo

Dettagli

Banca Fideuram in sintesi

Banca Fideuram in sintesi Banca in sintesi Principali indicatori di gestione 2012 2011 2010 2009 2008 ATTIVITÀ FINANZIARIE DELLA CLIENTELA Raccolta netta di risparmio gestito (milioni di euro) 2.749 (31) 4.234 2.928 (3.850) Raccolta

Dettagli

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE

Signori Soci, * * * 1. ILLUSTRAZIONE DELL OPERAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SUL PUNTO 2) ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI CONVOCATA PER IL GIORNO 28 FEBBRAIO

Dettagli

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Società cooperativa a responsabilità limitata RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULL AUMENTO DI CAPITALE

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Società cooperativa a responsabilità limitata RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULL AUMENTO DI CAPITALE BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Società cooperativa a responsabilità limitata Sede in Modena, via San Carlo 8/20, capitale sociale al 31 dicembre 205 Euro 232.613.874, Registro delle Imprese di Modena

Dettagli

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti 118 Bilancio Sociale 2009 La Relazione Sociale Azionisti Azionisti AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato Azionisti Azionisti La Relazione Sociale Bilancio Sociale 2009

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO AI SENSI DELL'ART. 125-TER TUF Consiglio di Amministrazione del 10/03/2015 - punto 10) Relazioni sulle materie all'ordine del giorno dell'assemblea degli Azionisti

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015

PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015 COMUNICATO STAMPA PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015 Qualità coniugata a redditività alla base del nuovo Piano Industriale di UBI UBI si pone come obiettivo un utile netto (escluso l effetto della PPA) pari

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Milano, 19 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Milano, 19 marzo 2015 FIRST CAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 E AVVIA L EMISSIONE DI UN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO FINO A EURO 10 MILIONI CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA,

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F OBBLIGAZIONARIO

Dettagli

www.capelive.it 25 giugno 2013 (Prima convocazione) 26 giugno 2013 (Seconda convocazione) (redatta ai sensi dell articolo 125-ter TUF)

www.capelive.it 25 giugno 2013 (Prima convocazione) 26 giugno 2013 (Seconda convocazione) (redatta ai sensi dell articolo 125-ter TUF) CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A. www.capelive.it RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE AL QUARTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA

Dettagli

Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE

Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE Banca Intesa PROSPETTO DI QUOTAZIONE RELATIVO ALL AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE DI WARRANT BANCA INTESA S.p.A. VALIDI PER VENDERE A BANCA INTESA AZIONI ORDINARIE O AZIONI DI RISPARMIO BANCA COMMERCIALE ITALIANA

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno. 1 - PROFILI DI RISCHIO DEL FONDO

Dettagli

VERBALE REPUBBLICA ITALIANA. L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio.

VERBALE REPUBBLICA ITALIANA. L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio. REPERTORIO N.127804 FASCICOLO N.38988 VERBALE REPUBBLICA ITALIANA L'anno 2015 (duemilaquindici), questo giorno di giovedì 23 (ventitre) luglio. In Gaggio Montano (BO), Frazione Silla, Località Sassuriano

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A.

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. Pagina 1 Repertorio N. 44433 Raccolta N. 20906 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENEL S.P.A. REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici, il giorno sette del mese di maggio (7 maggio 2013) in Roma,

Dettagli

2 aprile 2015: unica convocazione

2 aprile 2015: unica convocazione SPACE S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 2 aprile 2015: unica convocazione Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie all ordine

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A.

CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A. CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A. www.capelive.it RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE AL QUARTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA

Dettagli

DOTT. FRANCESCA BOSCHETTI NOTAIO IN BARBARANO VICENTINO

DOTT. FRANCESCA BOSCHETTI NOTAIO IN BARBARANO VICENTINO N. 15.833 di Repertorio N. 3.515 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemiladodici, il giorno ventotto del mese di aprile (28/04/2012) in Vicenza (VI), presso il Centro

Dettagli

E U R O T E C H S.P.A.

E U R O T E C H S.P.A. E U R O T E C H S.P.A. SEDE IN AMARO (UD) VIA FRATELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGISTRO IMPRESE DI UDINE AL N. 01791330309 CAPITALE SOCIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V. RELAZIONI

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso

VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA. Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso Repertorio n. 13865 Raccolta n. 8635 VERBALE DI ASSEMBLEA DEGLI OBBLIGAZIONISTI REPUBBLICA ITALIANA Il sei luglio duemilaquindici in Napoli e presso la sede della società alla Via F. Crispi n. 31, alle

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO CREDITRAS

Dettagli

3. Rinnovo autorizzazione all acquisto di azioni proprie e modalità di disposizione delle medesime: provvedimenti conseguenti.

3. Rinnovo autorizzazione all acquisto di azioni proprie e modalità di disposizione delle medesime: provvedimenti conseguenti. 3. Rinnovo autorizzazione all acquisto di azioni proprie e modalità di disposizione delle medesime: provvedimenti conseguenti. Il Presidente, con il consenso degli intervenuti, si astiene altresì dal dare

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE dei Fondi Comuni d Investimento Mobiliare Aperti Armonizzati, denominati BancoPosta Obbligazionario Euro Breve Termine BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Documento sulle operazioni di fusione autorizzate da Banca d Italia

Documento sulle operazioni di fusione autorizzate da Banca d Italia Documento sulle operazioni di fusione autorizzate da Banca d Italia 1 2 Oggetto: Documento di Informazione relativo all operazione di fusione del fondo Arca Capitale Garantito Giugno 2013 nel fondo Arca

Dettagli

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari Nel 21 il calo dei prestiti bancari alle imprese e alle famiglie consumatrici residenti in regione ha mostrato un attenuazione, cui hanno contribuito la

Dettagli

Storia e Missione. 1946 Fondazione

Storia e Missione. 1946 Fondazione Storia e Missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla ricostruzione

Dettagli

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati semestrali 2015 Deliberata la domanda di ammissione in quotazione e l adozione del nuovo

Dettagli

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento :

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento : Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento : LINEA RENDIMENTO ASSOLUTO Eurizon Rendimento Assoluto 2 anni Eurizon

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA PRIMA SEZIONE DELLA RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE INTEGRAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE PER IL BIENNIO 2013-2014

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA PRIMA SEZIONE DELLA RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE INTEGRAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE PER IL BIENNIO 2013-2014 COMUNICATO STAMPA RIUNITA L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI TELECOM ITALIA APPROVATO IL BILANCIO 2012 APPROVATA LA PRIMA SEZIONE DELLA RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE INTEGRAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE PER IL

Dettagli

Relazione trimestrale

Relazione trimestrale Relazione trimestrale (30 settembre 2004) SOCIETÀ PER AZIONI CAPITALE ¼ 389.418.332,50 VERSATO - RISERVE ¼ 3.037,1 MILIONI SEDE SOCIALE IN MILANO PIAZZETTA ENRICO CUCCIA, 1 ISCRITTA ALL ALBO DELLE BANCHE.

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29%

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% Utile netto consolidato +28,1% a/a a 128,5 milioni di euro;

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank Deutsche Bank S.p.A. INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO al 31 dicembre 2013 Gruppo Bancario Deutsche Bank Premessa Al fine di accrescere la fiducia dei cittadini dell Unione Europea nel settore finanziario,

Dettagli