La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta:"

Transcript

1 ISE 2015 Ver.5.0

2 ISE 2015 La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta: ISEE Standard ISEE per prestazioni agevolate di natura sociosanitaria rivolte a persone maggiorenni ISEE per prestazioni agevolate rivolte a minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario che a sua volta suddivide in: a) un ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario b) un ISEE per corsi di dottorato di ricerca ISEE corrente

3 ISE 2015 Il programma Gestisce in automatico gli indicatori Guida nella compilazione in relazione ai componenti inseriti nel Nucleo Familiare

4 Quadro Impostazioni - Inserimento Dichiarazione Confermando Gestione Dichiarazioni si accede al menu Elenco dichiarazioni, e con INSERISCI si procede al nuovo inserimento Indicando il codice fiscale del Dichiarante sara possibile riprendere i dati anagrafici, se gia presenti, o procedere con un nuovo inserimento.

5 Quadro Impostazioni - Tipo dichiarazione La pratica viene identificata come NUOVA N = Nuova dichiarazione A = Integrazione Componente Aggiuntiva I = Integrazione Redditi S = Integrazione Socio Sanitario Residenziale C = Isee CORRENTE R = Rettifica X = Annullamento Le altre tipologie vengono gestite se si accede con Integr./Variaz.

6 Quadro Impostazioni Gestione inserimento La maschera ha una modalita dinamica per poter contenere tutte le informazioni richieste cliccando sulla sezione corrispondente e possibile visualizzare o modificare i dati

7 Quadro Impostazione Residenza Confermando Residenza si accede nella maschera per l inserimento dei dati corrispondenti

8 Tutore / Rappresentante Se deve essere gestito un Tutore confermare il menu per accedere nell inserimento dei dati

9 Quadro Impostazione - STORICO La sezione STORICO DICHIARAZIONE evidenzia le tipologie di pratiche gestite per il dichiarante. I moduli aggiuntivi,sostitutivi e integrativi possono essere compilati in via complementare successivamente alla presentazione della DSU, pertanto la sezione STORICO DICHIARAZIONE permette di verificare le eventuali integrazioni eseguite dalla prima Dsu presentata. L Inps identifichera la Dsu di ogni singolo cittadino con un protocollo progressivo,da questa sezione si visualizzeranno tutte le pratiche inviate, se attiva la Cooperazione applicativa saranno visibili anche quelle gestite presso altri Caf

10 Quadro Impostazioni Nucleo In questa sezione sono comprese le informazioni relative al Nucleo familiare e singoli componenti, Quadri e Indicatori. Il menu e dinamico, confermando sulle singoli voci si apre la maschera corrispondente

11 Nucleo Familiare La composizione del nucleo si gestisce inserendo TUTTE le informazioni richieste Con Aggiungi si inseriscono nuovi componenti Accedendo in Modifica su ogni componente si potranno gestire le sezioni utili per la generazione degli indicatori da richiedere

12 Nucleo Familiare Gestione Ctrl+ C Componenti Per inserire o modificare nuovi componenti e possibile anche utilizzare Ctrl+C Gestione Componenti. Dal dettaglio confermare + e procedere con l inserimento dei familiari, salvare con F2 e confermare nuovamente + per ulteriori inserimenti.

13 Nucleo Familiare Gestione Ctrl+ C Componenti Terminato l inserimento uscire con F12 per avere il riporto nella sezione Nucleo Standard

14 Nucleo Familiare Gestione Ctrl+ C Componenti Sempre dalla gestione Ctrl+C Componenti con la lente si apre la tabella con i familiari inseriti, si seleziona e si conferma il componente per controllarne o modificarne i dati

15 Nucleo Familiare Componente Nucleo Anche per la compilazione del componente si ha a disposizione un menu dinamico Confermando sulle singole voci si apre la corrispondente videata

16 Nucleo Familiare Componente Nucleo Per un componente convivente si potra indicare la richiesta di un Ise per prestazioni socio sanitarie e per prestazione residenziale

17 Nucleo Familiare Componente Nucleo Per un figlio si potra indicare l eventuale condizione sia di Disabile sia di studente Universitario

18 Nucleo Familiare Componente Nucleo Per un figlio minore sara presente l indicazione di Assenza Redditi e Patrimonio, in tal caso per questo componente non si dovra compilare l allegato FC Assenza Redditi e/o Disabile vengono riportati nelle corrispondenti colonne del quadro A

19 Quadro Impostazione - Nucleo In questa sezione devono essere gestiti solo i componenti del Nucleo, Quadri Compilati e Indicatori vengono gestiti in automatico dalla procedura

20 Indicatori Sempre all interno della sezione relativa ai dati del Nucleo e presente la maschera con l indicazione degli Indicatori Richiesti questi valori saranno rilevati dal flusso Inps

21 Quadri Compilati Gia dalla conferma del quadro Impostazioni il menu a tendina mostra i quadri che devono essere compilati per il modello Mini. Quando dal quadro Impostazioni Nucleo per i componenti si va a gestire la sezione Informazioni sul Beneficiario, in fase di salvataggio verranno visualizzati nel menu a tendina i quadri richiesti per comporre il modello Integrale o Corrente

22 Quadri Compilati In base alle X presenti nella sezione Quadri Compilati verra abilitato un differente menu di scelta quadri

23 Sezione MB Quadro A Quando si accede la prima volta il quadro risulta VUOTO, deve essere compilato con il supporto di Ctrl+D Apri Dettaglio Nucleo

24 Sezione MB Quadro A Dettaglio Nucleo Confermando Ctrl+D si accede ad una maschera che evidenzia tutti i componenti del Nucleo Familiare Nella barra di stato inferiore sono presenti Ctl+S e Ctrl+D che permettono di impostare o meno in automatico le X sul campo Includi

25 Sezione MB Quadro A Dettaglio Nucleo Sul campo Tipo e disponibile una tabella per specificare il ruolo di ogni componente del Nucleo

26 Sezione MB Quadro A Dettaglio Nucleo Confermando il dettaglio vengono riportati nel quadro A i componenti con X su Includi, e si puo procedere con la compilazione delle sezioni successive

27 Sezione MB Quadro B Nel quadro vanno indicate le informazioni relative alla residenza ed eventuale contratto di locazione

28 Sezione MB Quadro C Il quadro viene attivato solo se nei Componenti Nucleo risultano presenti studenti Universitari

29 Sezione MBII Quadro D Il quadro va compilato solo se in presenza di un genitore che abbia riconosciuto il beneficiario della prestazione come figlio e che sia non convivente e non coniugato con l altro genitore, per la richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario (es. agevolazioni tasse universitarie) e di prestazioni rivolte a minorenni (es. esenzione retta asilo nido o tariffa mensa scolastica).

30 Sezione MBII Quadro E Il quadro deve essere compilato esclusivamente per la richiesta di prestazioni erogate in ambito residenziale a ciclo continuativo (ad esempio, ricovero presso residenze socio-assistenziali RSSA, RSA, residenze protette, ecc.) da parte di persone maggiorenni.

31 Sezione MBII Donazioni Il quadro deve essere compilato solo se il beneficiario della prestazione ha effettuato donazioni di immobili nei confronti di persone non comprese nel nucleo familiare di cui al quadro A

32 Sezione FC - COMPONENTI Per ogni singolo componente devono essere indicate: Convivenza anagrafica - Quadro FC1 Attivita lavorativa - Quadro FC1 Patrimonio mobiliare Quadro FC 2 Patrimonio immobiliare Quadro FC 3 Redditi e trattamenti da dichiarare ai fini Isee Quadro FC 4 Redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenute.a titolo d imposta Redditi esenti da imposta Proventi agrari da dichiarazione IRAP Redditi fondiari di beni non locati soggetti alla disciplina dell IMU Trattamenti assistenziali, previdenziali ed inden. non soggetti ad IRPEF e non erogati dall INPS Redditi da lavoro o fondiario prodotto all estero Assegni Periodici per Coniuge e figli Quadro FC5 Autoveicoli e beni durevoli Quadro FC 6

33 Sezione FC Quadro FC1 I quadri della sezione FC vengono creati in base ai componenti del nucleo, identificati con distinti numero di modelli Da FC1 confermando freccia avanti o con l ausilio della lente si accede sui fogli dei diversi componenti

34 Sezione FC Quadro FC1 I dati che devono essere imputati in FC1 sono Convivenza anagrafica e l Attivita lavorativa

35 Sezione FC Quadro FC2 Patrimonio Mobiliare La sezione I e II relative a Depositi e conti correnti bancari e postali e Altre forme di patrimonio mobiliare sono di diretta imputazione

36 Sezione FC Quadro FC3 Patrimonio Immobiliare Nel quadro devono essere inseriti gli immobili posseduti in Italia e all estero dal soggetto a cui è intestato il Foglio componente. Deve essere indicato il valore dei cespiti posseduti alla data del 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della dichiarazione sostitutiva, indipendentemente dal periodo di possesso del bene.

37 Sezione FC Quadro FC4 Redditi Per ciascun componente del nucleo, le principali informazioni reddituali sono fornite al sistema informativo dell ISEE direttamente dall Agenzia delle entrate e pertanto non devono essere autodichiarate. Dovranno invece essere sempre autodichiarati nel Quadro FC4 gli importi relativi ad alcune tipologie reddituali meno frequenti qualora percepite nell anno di riferimento.

38 Sezione FC Quadro FC4 Redditi Con Ctrl+C si accede nel Dettaglio redditi dove e possibile, in specifiche casistiche, indicare i redditi richiesti

39 Sezione FC Quadro FC5 Assegni periodici Nel quadro FC5 vanno inseriti gli importi relativi agli assegni periodici destinati al coniuge e ai figli, percepiti o corrisposti nel secondo anno solare precedente la presentazione della DSU (ad esempio, nel 2015 indicare gli assegni percepiti o corrisposti nel 2013).

40 Sezione FC Quadro FC6 Autoveicoli e altri beni Nel quadro si devono indicare gli autoveicoli, i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, navi e imbarcazioni da diporto intestati, alla data di presentazione della DSU, al componente del nucleo per il quale si stanno compilando le sezioni FC

41 Sezione FC II Quadro FC7 Isee in situazioni specifiche In presenza di persone con disabilità e/o non autosufficienti, in sede di calcolo dell ISEE, vengono applicate detrazioni e franchigie al fine di venire incontro a situazioni di maggiore bisogno. In tali situazioni, anche se la persona è minorenne, deve sempre essere compilato, in aggiunta al Modulo FC.1, il Modulo FC.2 contenente il solo Quadro FC7.

42 Sezione FCIII Redditi da dichiarare soli in casi eccezionali

43 Sezione FC IV Quadro FC9 Componente Aggiuntiva In alcuni casi particolari è previsto che l ISEE venga integrato con una componente aggiuntiva calcolata solo per determinate prestazioni (non fa parte cioè dell ISEE standard) e richiede la compilazione di un modulo aggiuntivo da parte della persona interessata. richiesta di prestazioni per figli minorenni o per il diritto allo studio universitario, la componente aggiuntiva è riferita al genitore non convivente e non coniugato con il genitore con il quale il beneficiario della prestazione convive. nel caso di richiesta di prestazioni socio-sanitarie residenziali a ciclo continuativo, la componente aggiuntiva è riferita a ciascun figlio non incluso nel nucleo del beneficiario

44 ISE Corrente Qualora concorrano le condizioni per procedere con la gestione dell ISE CORRENTE nel menu saranno disponibili i quadri corrispondenti Ordinariamente l ISEE fa riferimento ai redditi percepiti nel secondo anno solare precedente la DSU. In alcune situazioni, ad esempio, la perdita del posto di lavoro, tali redditi non riflettono la reale situazione economica del nucleo familiare. Viene data pertanto la possibilità di calcolare un ISEE corrente basato sui redditi degli ultimi dodici mesi Alla variazione lavorativa di uno dei componenti deve associarsi, ai fini del calcolo dell ISEE corrente, una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore del 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell ISEE calcolato ordinariamente. Pertanto, prima di chiedere il calcolo dell ISEE corrente deve essere già stata presentata una DSU e ricevuta l attestazione con l indicazione dell indicatore della situazione reddituale, sulla base del quale verrà verificato il possesso dei requisiti per il calcolo dell ISEE corrente.

45 ISE Corrente Quadro S1 S2 S3 S4

46 Ricalcolo e Anomalie Al termine della compilazione delle singole sezioni procedere con il ricalcolo della pratica utilizzando F10 o l icona corrispondente, in questo modo saranno evidenziate eventuali anomalie o incongruenze dei dati inseriti Quando il ricalcolo risultera corretto sara possibile eseguire la stampa della Dsu, e solo quando la pratica risultera Stampata avra inizio il flusso per l acquisizione e verifica dei dati con Inps e AdE Nota bene: la DSU, al momento della presentazione, contiene solo le informazioni autodichiarate. Una volta presentata la DSU, il dichiarante riceve una ricevuta di avvenuta presentazione da parte dell ente acquisitore (INPS, Comuni, CAF o l Ente erogatore) ma non l ISEE calcolato. Per il calcolo dell ISEE è necessario che si completi l acquisizione degli altri dati da parte dell INPS e dell Agenzia delle entrate

47 Integrazione / Variazione La funzione di Integrazione /Variazione permette di procedere con la modifica di una precedente dichiarazione Confermando compare la maschera dove indicare che tipo di integrazione si deve eseguire, cioe che tipo di dichiarazione si andra a gestire e il protocollo di riferimento

INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE

INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE Il DPCM 159/2013 e il Decreto Ministeriale 7/11/2014 hanno portato a compimento la revisione del ISEE, già prevista dall'art. 5 del decreto Salva Italia (d.l.

Dettagli

Nuova ISE 2015. Nuova ISE 2015 DPCM 5/12/2013

Nuova ISE 2015. Nuova ISE 2015 DPCM 5/12/2013 Nuova ISE 2015 Nuova ISE 2015 DPCM 5/12/2013 Obiettivi del corso Aggiornamento sulle novità del nuovo modello ISE 2015 Gestione della nuova ISE attraverso l'applicativo SEAC Modelli ISEE MODELLI ISEE previsti

Dettagli

CIRCOLARE TEMATICA CIRCOLARE TEMATICA. La Riforma dell ISEE. La Nuova DSU. D.P.C.M. 5 Dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 Novembre 2014

CIRCOLARE TEMATICA CIRCOLARE TEMATICA. La Riforma dell ISEE. La Nuova DSU. D.P.C.M. 5 Dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 Novembre 2014 La Riforma dell ISEE. La Nuova DSU Pag. 1 di 10 CIRCOLARE TEMATICA La Riforma dell ISEE. La Nuova DSU D.P.C.M. 5 Dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 Novembre 2014 Rev. Data Redazione Approvazione Rev. 0 29/12/2014

Dettagli

La Nuova ISEE 2015. 1 Norme Introduttive. 2 Obiettivi. 3 Principali Novità. 3.1 Standardizzazione del Periodo

La Nuova ISEE 2015. 1 Norme Introduttive. 2 Obiettivi. 3 Principali Novità. 3.1 Standardizzazione del Periodo La Nuova ISEE 2015 1 Norme Introduttive Con la riforma dell ISEE, introdotta dal D.p.c.m. n. 159 del 5/12/2013 e dal DM del 7/11/2014, sono state definite le nuove modalità di calcolo, i campi di applicazione

Dettagli

ISEE 2015 LA NUOVA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA

ISEE 2015 LA NUOVA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA ISEE 2015 LA NUOVA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA 19 novembre 2014 RIFORMA ISEE: premesse Decreto 'Salva Italia' (d.l. n. 201/2011 convertito dalla legge n. 214/2011) prevedeva all' art.5 la revisione

Dettagli

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU)

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) La nuova dichiarazione Ise/Isee cambia sostanzialmente rispetto al passato. Dal 2015 il calcolo del parametro non viene più fatto dal

Dettagli

NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015. a cura di Celeste Vivenzi. Premessa generale

NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015. a cura di Celeste Vivenzi. Premessa generale NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto con il DM del 07-11-2014 è stato approvato il nuovo modello di Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) necessario

Dettagli

Nuovo ISEE da gennaio 2015: cosa cambia

Nuovo ISEE da gennaio 2015: cosa cambia MAP Nuovo ISEE da gennaio 2015: cosa cambia A cura di Tania Buttigliero Dottore Commercialista e Revisore contabile L INPS pubblica le istruzioni relative al nuovo ISEE, entrato in vigore il 1 gennaio

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario l isee che cos è e come si calcola Che cos è l ISEE e come si calcola L ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

Dettagli

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU)

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) La nuova dichiarazione Ise/Isee cambia sostanzialmente rispetto al passato. Dal 2015 il calcolo del parametro non viene più fatto dal

Dettagli

RIFORMA ISEE D.P.C.M.

RIFORMA ISEE D.P.C.M. RIFORMA ISEE D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 previsto dall articolo 5 del D. L. 201/2011, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 Cronoprogramma 8 FEBBRAIO 2014: ENTRATA IN VIGORE

Dettagli

F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I

F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I F E D E R A Z I O N E A U T O N O M A B A N C A R I I T A L I A N I Segreteria Provinciale Piazza Tolomei, 5-53100 SIENA - Tel. 0577 / 288406-288301 (fax) W e b : w w w. f a b i s i e n a. i t e - m a

Dettagli

Elenco documenti isee inps e universita

Elenco documenti isee inps e universita M0303_05_01 Rev. 12 del 23/01/2015 Azienda con Sistema Qualità Certificato Iso 9001:2008 Pg. 1 di 8 Elenco documenti isee inps e universita Isee ordinario o standard È valevole per la generalità delle

Dettagli

Piattaforma Fiscale Manuale

Piattaforma Fiscale Manuale Piattaforma Fiscale Manuale ISE I ISE Indice 0 Part I Introduzione 1 ISE 4... 4 Part II Predisposizione Ambiente 6 Part III Gestione Dichiarazioni 8 1 Dichiarazioni... 8 Stato delle dichiarazioni... 9

Dettagli

Dal primo gennaio 2015 l indicatore Ise e Isee subisce una profonda revisione rispetto ai criteri che abbiamo conosciuto fino al 31/12/2014.

Dal primo gennaio 2015 l indicatore Ise e Isee subisce una profonda revisione rispetto ai criteri che abbiamo conosciuto fino al 31/12/2014. Dal primo gennaio 2015 l indicatore Ise e Isee subisce una profonda revisione rispetto ai criteri che abbiamo conosciuto fino al 31/12/2014. In particolare : Vengono inclusi nella nozione di redditi anche

Dettagli

ISEE 2015. Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013)

ISEE 2015. Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013) ISEE 2015 Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013) Manuale Operativo ad uso del Cittadino, dei CAF e degli Enti erogatori PARTE II 2

Dettagli

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 Si informa che a seguito del Dpr 5 dicembre 2013, n.159 e del DM 7 novembre 2014 a partire dal 1^ gennaio 2015 entra in vigore

Dettagli

RIFORMA ISEE Procedura di rilascio dell attestazione e Sistema Informativo ISEE

RIFORMA ISEE Procedura di rilascio dell attestazione e Sistema Informativo ISEE RIFORMA ISEE Procedura di rilascio dell attestazione e Sistema Informativo ISEE Ing. Amedeo Bogliaccino INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi Dirigente Area Flussi Telematici, Incassi e Contabilità

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI DSU MINI ISEE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione

Dettagli

La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ai

La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ai La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ai fini dell accesso alle prestazioni sociali agevolate.

Dettagli

Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017

Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017 Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017 1. COSA E L ISEE L Indicatore della Situazione Economica Equivalente, di seguito denominato ISEE, è lo strumento di valutazione, attraverso criteri

Dettagli

RIFO F R O MA A I S I EE

RIFO F R O MA A I S I EE RIFORMA ISEE D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 previsto dall articolo 5 del D. L. 201/2011, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 Cronoprogramma 8 FEBBRAIO 2014: ENTRATA IN VIGORE

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 Dicembre 2013 n. 159. Entrata in vigore del provvedimento : 08/02/2014

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 Dicembre 2013 n. 159. Entrata in vigore del provvedimento : 08/02/2014 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 Dicembre 2013 n. 159 Entrata in vigore del provvedimento : 08/02/2014 Videoconferenza CNDL Febb.2015 "Nuova Riforma ISEE" - Relatore: dott.ssa Botturi

Dettagli

m_lps.41.registro DECRETI.REGISTRAZIONE.0000363.29-12-2015 Direzione Generale per l'inclusione e le politiche sociali di concerto con

m_lps.41.registro DECRETI.REGISTRAZIONE.0000363.29-12-2015 Direzione Generale per l'inclusione e le politiche sociali di concerto con m_lps.41.registro DECRETI.REGISTRAZIONE.0000363.29-12-2015 Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale per l'inclusione e le politiche sociali di concerto con Il Ministero dell

Dettagli

Iscrizioni servizi scolastici comunali. Anno scolastico 2015/2016

Iscrizioni servizi scolastici comunali. Anno scolastico 2015/2016 Iscrizioni servizi scolastici comunali Anno scolastico 2015/2016 Quando si aprono le iscrizioni ai servizi scolastici? Le iscrizioni ai servizi scolastici sono aperte da lunedì 13 Aprile a venerdì 15 maggio

Dettagli

OGGETTO: Il nuovo Isee

OGGETTO: Il nuovo Isee Informativa per la clientela di studio del 04.12.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il nuovo Isee Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI DSU MINI ISEE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE modello MINI La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione

Dettagli

ISEE 2015. Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013)

ISEE 2015. Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013) ISEE 2015 Ottenimento attestazione dell Indicatore della situazione economica equivalente o ISEE (D.P.C.M. n. 159/2013) Manuale Operativo ad uso del Cittadino, dei CAF e degli Enti erogatori PARTE I 2

Dettagli

QUADRO A VA INSERITO IL NUCLEO FAMILIARE

QUADRO A VA INSERITO IL NUCLEO FAMILIARE QUADRO A VA INSERITO IL NUCLEO FAMILIARE Il nucleo familiare del dichiarante è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU, salvo alcune eccezioni (separazione,

Dettagli

Comune di Azzano San Paolo

Comune di Azzano San Paolo Comune di Azzano San Paolo Provincia di Bergamo Piazza IV novembre Tel. 035/532230 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 Email: servizio.istruzione@comuneazzanosanpaolo.gov.it ATTESTAZIONE ISEE Normativa:

Dettagli

L IMPATTO SUI REGOLAMENTI DI ACCESSO AI SERVIZI IN AMBITO SOCIALE E LE RICADUTE ORGANIZZATIVE

L IMPATTO SUI REGOLAMENTI DI ACCESSO AI SERVIZI IN AMBITO SOCIALE E LE RICADUTE ORGANIZZATIVE L APPLICAZIONE DEL NUOVO ISEE I risultati della prima fase del programma di accompagnamento L IMPATTO SUI REGOLAMENTI DI ACCESSO AI SERVIZI IN AMBITO SOCIALE E LE RICADUTE ORGANIZZATIVE Firenze, 14 aprile

Dettagli

La riforma dell ISEE. Il nuovo ISEE:

La riforma dell ISEE. Il nuovo ISEE: Cos è l ISEE? L ISEE è un indicatore che valuta la situazione economica delle famiglie ed è utilizzato come base per: fissare soglie oltre le quali non è ammesso l accesso alle prestazioni sociali e sociosanitarie

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 7 novembre 2014. Approvazione del modello tipo della Dichiarazione Sostitutiva Unica a fini ISEE, dell

Dettagli

ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L'ELABORAZIONE DELL' ISEE 2015

ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L'ELABORAZIONE DELL' ISEE 2015 ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L'ELABORAZIONE DELL' ISEE 2015 L'Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), è lo strumento di valutazione della situazione economica di coloro che richiedono

Dettagli

STRUMENTI DI LAVORO L ISEE

STRUMENTI DI LAVORO L ISEE STRUMENTI DI LAVORO L ISEE 1. L ISEE: novità dal 01.01.2015 Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 17 novembre 2014, del decreto di approvazione del nuovo modello ISEE, emanato dal Ministero del

Dettagli

Avv. Massimiliano Gioncada avv.gioncada@gmail.com

Avv. Massimiliano Gioncada avv.gioncada@gmail.com Introduzione al d.p.c.m. 5 dicembre 2013, n. 159 Avv. Massimiliano Gioncada avv.gioncada@gmail.com L'attuazione del d.p.c.m. n. 159/2013: una tabella di marcia stringente 8 febbraio 2014: entrata in vigore

Dettagli

Roma, 18/12/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 171

Roma, 18/12/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 171 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Ufficio Centrale di monitoraggio e coordinamento in materia

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 326 11.11.2014 Isee: i nuovi modelli di compilazione Nuove componenti reddituali e nuove detrazioni Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie

Dettagli

CAF ACLI ISEE 2015. Brescia, 28 marzo 2015

CAF ACLI ISEE 2015. Brescia, 28 marzo 2015 CAF ACLI ISEE 2015 Brescia, 28 marzo 2015 Come ottenere l'attestazione ISEE? DSU CAF entro 4 gg INPS entro 6 gg CAF Rilascia al cittadino ricevuta di avvenuta presentazione Rende disponibile l'isee entro

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 267 del 17 novembre 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 17 novembre 2014

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 267 del 17 novembre 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 17 novembre 2014 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 267 del 17 novembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA per il calcolo dell ISEE DSU ISEE La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è la dichiarazione necessaria per calcolare l ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ai fini dell accesso alle prestazioni sociali agevolate.

Dettagli

COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia)

COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia) COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia) Ufficio Servizi Sociali e Pubblica Istruzione NUOVE NORME PER LA DETERMINAZIONE DELL I.S.E.E. DPCM 5 dicembre 2013 n. 159 Relazione sulle principali innovazioni

Dettagli

Numero 113 Febbraio 2015

Numero 113 Febbraio 2015 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 113 Febbraio 2015 Gennaio 2015: nuovo ISEE L INPS con propria circolare n 171 del 18 dicembre 2014 illustra le novità contenute nel Decreto del

Dettagli

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità 14 e 15 aprile 2014 La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità Avv. Gaetano De Luca Servizio Legale Ledha Di cosa vi parlerò Alcune premesse campo di applicazione

Dettagli

Nuovo calcolo ISEE 2014 redditi inclusi NUOVO ISEE

Nuovo calcolo ISEE 2014 redditi inclusi NUOVO ISEE NUOVO ISEE Con la riforma del nuovo ISEE a partire dal 1 gennaio 2014, ai fini di determinazione delle fasce di reddito e della misurazione della situazione economica delle famiglie, viene introdotto un

Dettagli

Il presente documento è stato ideato per fornire una risposta pratica e diretta ai dubbi che l introduzione della nuova normativa ISEE ha generato.

Il presente documento è stato ideato per fornire una risposta pratica e diretta ai dubbi che l introduzione della nuova normativa ISEE ha generato. Indice Premessa... 3 Documenti da richiedere e conservare... 3 Compilazione del quadro A, B e composizione del nucleo in casi particolari... 5 Dati patrimoniali da inserire in dichiarazione... 8 Dati reddituali

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee. università

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee. università Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario isee università ISEE Università Per la richiesta di prestazioni nell ambito del diritto allo studio universitario sono previste

Dettagli

Esercizi ISE 2015. Ver.4.2

Esercizi ISE 2015. Ver.4.2 Esercizi ISE 2015 Ver.4.2 Esercitazioni Proposte Vengono proposte delle linee guida di inserimento per i seguenti modelli: ISEE Standard ISEE per Minore ISEE Standard e RID. per Disabile ISEE Standard

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. COMUNE DI SANGIANO Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. (INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE) (Articolo

Dettagli

ISEE 2014 ISEE 2014 CONSORZIO NAZIONALE CAAF CGIL

ISEE 2014 ISEE 2014 CONSORZIO NAZIONALE CAAF CGIL ISEE 2014 1 Premessa A 15 anni dalla sua introduzione, l'isee viene completamente riformato, l origine del provvedimento è nella Legge 22 dicembre 2011, n. 214 (nota come manovra Salva-Italia) ha previsto,

Dettagli

il nuovo Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE)

il nuovo Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) il nuovo Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli Nel testo della manovra D.L. 201/2011 (Decreto Salva Italia), convertito nella Legge

Dettagli

Fiscal Flash N. 308. Il nuovo Isee. La notizia in breve 04.12.2013. Premessa. Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria: Prestazioni sociali

Fiscal Flash N. 308. Il nuovo Isee. La notizia in breve 04.12.2013. Premessa. Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria: Prestazioni sociali Fiscal Flash La notizia in breve N. 308 04.12.2013 Il nuovo Isee Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria: Prestazioni sociali Nel Consiglio dei Ministri di ieri 3 dicembre il governo ha approvato

Dettagli

Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art.

Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art. Allegato B Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art. 1 Terminologia Ai fini del presente regolamento viene adottata,

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

COMUNE DI BAZZANO REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) COMUNE DI BAZZANO REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) approvato con deliberazione consiglio comunale n.62 del 22.7.2002 REGOLAMENTO SUI

Dettagli

- Ai Soci della Consulta Nazionale Caf LORO SEDI. Roma, 23 gennaio 2015 Prot. 016/2015

- Ai Soci della Consulta Nazionale Caf LORO SEDI. Roma, 23 gennaio 2015 Prot. 016/2015 - Ai Soci della Consulta Nazionale Caf LORO SEDI Roma, 23 gennaio 2015 Prot. 016/2015 Servizi fiscali n. 012/2015 Oggetto: -------------------------------------------------- Indicazioni su gestione attività

Dettagli

Istruzioni e Moduli Riforma dell ISEE INDICE

Istruzioni e Moduli Riforma dell ISEE INDICE Istruzioni e Moduli Riforma dell ISEE INDICE 1.0 Definizioni: articolo 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159; 1.1 Cos è e a cosa serve la Dichiarazione Sostitutiva

Dettagli

CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA

CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA CITTA DI CORBETTA Provincia di Milano ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA PER COSA TI SERVE L I.S.E.E.? 1. DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO (mod. MB1 + mod.mb2 + mod.

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER COMUNE DI CARANO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER Approvato con deliberazione C.C. nr. 28 dd. 29.11.2007. In vigore

Dettagli

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente)

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 4 del 18 febbraio 2002 Modificato

Dettagli

Il nuovo Isee: illustrazione decreto

Il nuovo Isee: illustrazione decreto Il nuovo Isee: illustrazione decreto Seminario Lecce, 3 aprile 2014 Alessandro Geria Dipartimento Politiche Sociali e della Salute L indicatore della situazione economica equivalente L Isee consiste in

Dettagli

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità 21 aprile 2015 Biblioteca Comunale Erba La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità Analisi approfondita degli articoli più rilevanti della nuova normativa, principi

Dettagli

CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015

CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015 CONVEGNO IL NUOVO ISEE Quale impatto sulle famiglie e gli enti locali? Firenze, 14 luglio 2015 GLI EFFETTI DELLA RIFORMA SULLE FAMIGLIE TOSCANE Letizia Ravagli e Nicola Sciclone Sulla crisi, il welfare

Dettagli

La Riforma dell ISEE: Maggiore equità ed efficacia nella valutazione economica della famiglia.

La Riforma dell ISEE: Maggiore equità ed efficacia nella valutazione economica della famiglia. La Riforma dell ISEE: Maggiore equità ed efficacia nella valutazione economica della famiglia. della condizione La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo

Dettagli

Tutte le informazioni necessarie per la redazione della Dichiarazione ISEE sono contenute nell apposita Circolare ISEE 2015 qui di seguito allegata.

Tutte le informazioni necessarie per la redazione della Dichiarazione ISEE sono contenute nell apposita Circolare ISEE 2015 qui di seguito allegata. Rette scuole dell infanzia comunali Anno Scolastico 2015/16 Gentile famiglia, anche per l anno scolastico 2015/16 le rette mensili per l utenza delle scuole dell infanzia comunali di Cesena saranno determinate

Dettagli

Comune di Avigliana. Provincia di Torino

Comune di Avigliana. Provincia di Torino Comune di Avigliana Provincia di Torino REGOLAMENTO Per le prestazioni sociali e per l applicazione dell I.S.E.E. (Indicatore Situazione Economica Equivalente) Approvato dal Consiglio Comunale in data

Dettagli

Il nuovo ISEE tassa la casa

Il nuovo ISEE tassa la casa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 341 21.11.2014 Il nuovo tassa la casa L abbattimento di 1/3 non compensa l abolizione della franchigia Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CRITERI UNIFICATI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI CITTADINI CHE RICHIEDONO SERVIZI COMUNALI A COSTO AGEVOLATO, AI SENSI

Dettagli

Manuale operativo Eway.CAF. (Release 2.0a - 13/03/2012)

Manuale operativo Eway.CAF. (Release 2.0a - 13/03/2012) Manuale operativo Eway.CAF (Release 2.0a - 13/03/2012) Sommario 1 Accesso al sito... 5 2 Inserimento nuova pratica... 8 2.1 Prestazioni Sociali... 8 2.2 Nucleo Familiare... 9 2.2.1 Anagrafica... 10 2.2.2

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ASSISTENZA DOMICILIARE PER L UTENTE VERSIONE 2.0

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ASSISTENZA DOMICILIARE PER L UTENTE VERSIONE 2.0 Pagina 1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ASSISTENZA DOMICILIARE PER L UTENTE VERSIONE 2.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA...

Dettagli

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0 MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2 AUTENTICAZIONE...

Dettagli

Guida all ISEE 2015/2016

Guida all ISEE 2015/2016 Guida all ISEE 2015/2016 Disegni di Oretta Giorgi Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 novembre 2014).

Dettagli

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l applicazione dell ISEE (Indicatore

Dettagli

Nuovo ISEE 2015 Introduzione. Il perché e i contenuti della riforma. Le definizioni.

Nuovo ISEE 2015 Introduzione. Il perché e i contenuti della riforma. Le definizioni. Nuovo ISEE 2015 Introduzione Il perché e i contenuti della riforma. Le definizioni. ISEE CONTENUTI DELLA RIFORMA La comunicazione prende in esame: La normativa Isee attualmente in vigore e definita da

Dettagli

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9 Modello ISEE 2016 Istruzioni operative CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia, 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 814 www.opendotcom.it info@cafdoc.it 1/9 Sommario 1. PREMESSA...3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le modalità di determinazione della quota

Dettagli

COMUNE DELLA SPEZIA. Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente

COMUNE DELLA SPEZIA. Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente COMUNE DELLA SPEZIA Regolamento Comunale per l applicazione dell ISEE indicatore della situazione economica equivalente Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 27/03/2015 1 INDICE Art.

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

La circolare che guida passo passo al conseguimento degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al conseguimento degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al conseguimento degli adempimenti N. 46 09.12.2013 Il nuovo Isee Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria: Prestazioni sociali A cura di Devis

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DELLE PERSONE SEGUITE DAL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DELL ULSS 6 VICENZA INSERITE

REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DELLE PERSONE SEGUITE DAL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DELL ULSS 6 VICENZA INSERITE REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DELLE PERSONE SEGUITE DAL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DELL ULSS 6 VICENZA INSERITE IN COMUNITA ALLOGGIO E GRUPPI APPARTAMENTO Approvato dalla Conferenza

Dettagli

COMUNE DI FABRO Provincia di Terni. Regolamento Comunale

COMUNE DI FABRO Provincia di Terni. Regolamento Comunale COMUNE DI FABRO Provincia di Terni Regolamento Comunale Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 15.10.2003 P R E M E S S A Con il presente regolamento si intende dare attuazione alle

Dettagli

NUOVA ISEE MODELLI E ISTRUZIONI

NUOVA ISEE MODELLI E ISTRUZIONI NUOVA ISEE MODELLI E ISTRUZIONI DSU MINI NELLA MAGGIOR PARTE DELLE SITUAZIONI PER OTTENERE IL CALCOLO DELL ISEE STANDARD E SUFFICIENTE COMPILARE LA DSU MINI CHE SI COMPONE DEI SEGUENTI MODELLI: -MODELLO

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

Il nuovo Isee (DPCM 159/2013) e la non autosufficienza

Il nuovo Isee (DPCM 159/2013) e la non autosufficienza Il nuovo Isee (DPCM 159/2013) e la non autosufficienza Raffaele Fabrizio Direzione generale Sanità e politiche sociali Regione ER Bologna 3 aprile 2014 Cosa prevede il DPCM 159/2013 per le prestazioni

Dettagli

I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U.

I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U. CAAF FABI - VERONA Vicolo Ghiaia, 5-37122 Verona Tel. 045 8006114 - Fax 045 8009165 e-mail: sab.vr@fabi.it I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U. Il CAAF Fabi Verona è in grado di provvedere alla compilazione

Dettagli

DOMANDA ONLINE PER L ISCRIZIONE AI NIDI CAPITOLINI E ALLE SEZIONI PONTE ANNO EDUCATIVO 2015/16

DOMANDA ONLINE PER L ISCRIZIONE AI NIDI CAPITOLINI E ALLE SEZIONI PONTE ANNO EDUCATIVO 2015/16 DOMANDA ONLINE PER L ISCRIZIONE AI NIDI CAPITOLINI E ALLE SEZIONI PONTE ANNO EDUCATIVO 2015/16 Guida per il cittadino Pagina 1 di 23 SOMMARIO Premessa 3 Domanda online - iscrizione nidi capitolini e sezione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE - I.S.E.E. Approvato con deliberazione consiliare n. 85 del

Dettagli

La riforma dell ISEE: maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE: maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia La riforma dell ISEE: maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Che cosa è l ISEE L ISEE è l indicatore, in vigore dal 1998, che serve per valutare e confrontare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05. REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE I.S.E.E. - APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.05.2015 - INDICE Pag. ART. 1 OBIETTIVO. 3 ART. 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ART.

Dettagli

MANUALE UTENTE Domanda web Programma Itaca Versione 1.0 Pagina 1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA WEB PROGRAMMA ITACA VERSIONE 1.

MANUALE UTENTE Domanda web Programma Itaca Versione 1.0 Pagina 1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA WEB PROGRAMMA ITACA VERSIONE 1. Pagina 1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA WEB PROGRAMMA ITACA VERSIONE 1.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE

Dettagli

MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA

MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2 AUTENTICAZIONE...

Dettagli

Articolo 1 Articolo 2

Articolo 1 Articolo 2 Articolo 1 Definizioni 1. Ai soli fini del presente decreto valgono le seguenti definizioni: ISEE : indicatore della situazione economica equivalente; Scala di equivalenza : la scala di cui all Allegato

Dettagli

BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI

BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale entrate Drezione centrale sistemi informativi e tecnologici BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI Guida alla procedura di iscrizione

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA.

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. Premessa Sul territorio del Distretto n.5 Sebino sono più di 180 i bambini che frequentano

Dettagli

Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Art. 1 Oggetto del regolamento 1.Il presente regolamento è lo strumento per la disciplina

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DI CAGLIARI Allegato A REGOLAMENTO RECANTE MODALITA D INSERIMENTO IN STRUTTURA DI ADULTI, ANZIANI E DISABILI INDICE Art. 1 Oggetto Art 2 Destinatari Art. 3 Requisiti Art. 4 Valutazione del bisogno

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Premessa. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 04-04-2014 Messaggio n. 3870 Allegati n.3 OGGETTO: Pensioni delle

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO Provincia di Perugia

COMUNE DI CORCIANO Provincia di Perugia COMUNE DI CORCIANO Provincia di Perugia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETERMINAZIONE DEI CRITERI E DELLE SOGLIE MASSIME I.S.E.E. PER L ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI GESTITI IN FORMA ASSOCIATA E AL SERVIZIO

Dettagli

COME SI CALCOLA L ISEE

COME SI CALCOLA L ISEE Introdotto dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n.109, successivamente modificato dal decreto legislativo n.130 del 3 maggio 2000 è lo strumento necessario per poter accedere ad una serie di prestazioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) INDICE 1. Oggetto e riferimenti legislativi 2. Ambiti di applicazione 3. Determinazione

Dettagli