CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini di qualità. Il riferimento normativo è costituito dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, recante Principi sull erogazione dei servizi pubblici e dal D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 195, recante Attuazione della direttiva 2003/4/CE, sull'accesso del pubblico all'informazione ambientale. La carta dei servizi individua gli obblighi del gestore rispetto alle modalità di esecuzione del servizio e definisce i diritti degli utenti. La carta dei servizi assicura quattro principi fondamentali: - sicurezza, continuità e regolarità nell erogazione del servizio; - tempestività nell evasione delle richieste di esecuzione dei lavori o di prestazione dei servizi; - accessibilità al servizio e trasparenza nei rapporti con gli utenti; - correttezza nella misura delle prestazioni erogate e nella loro fatturazione La gestione dei servizi cimiteriali in Comune di Carbonera è affidata, dal , al Consorzio Intercomunale Priula (del quale è socio anche il Comune di Carbonera), con sede in via Donatori del Sangue, Fontane di Villorba (TV). Dal la gestione è in capo a Contarina S.p.A. società diretta e controllata dal Consorzio Intercomunale Priula e dal Consorzio Intercomunale TV3. Per qualsiasi informazione è disponibile un referente di zona contattabile mediante: - telefono oppure (dal lunedì al sabato compreso dalle 8,30 alle 12,30) - telefax

2 PARTE I: INFORMAZIONI GENERALI Sportello dei Servizi Cimiteriali Ha sede in via Roma, 129 a Carbonera (nei pressi dell Ufficio Postale) nello stesso locale dove vengono erogati i servizi ambientali di Contarina S.p.A.. E aperto al pubblico nel seguente orario: MARTEDI Dalle 8,30 alle 12,30 Per urgenze il personale referente è reperibile ai seguenti numeri: oppure Sede dei Servizi Cimiteriali di Contarina S.p.A. Attualmente si trova in Via Donatori del Sangue, 1 a Fontane di Villorba. Il personale dedicato può essere contattato mediante: telefono (dal lunedì al sabato compreso, dalle 8,30 alle 12,30) telefax Tale Servizio espleta tutti gli adempimenti necessari per assicurare il seppellimento delle salme nel tempo più breve possibile. Il Servizio si occupa di: o rilascio e rinnovo delle concessioni cimiteriali o inumazione, tumulazione, esumazione, estumulazione e traslazione delle salme o manutenzione e gestione dei locali della camera mortuaria o interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria o cura del verde o pulizia delle aree cimiteriali o gestione del servizio di illuminazione votiva Cimiteri comunali Il Comune di Carbonera è dotato di n. 5 cimiteri: - Cimitero di Carbonera capoluogo - Cimitero di Vascon - Cimitero di Mignagola - Cimitero di Pezzan - Cimitero di San Giacomo di Musestrelle Orario di apertura dei cimiteri I cimiteri sono aperti nei seguenti orari: Estivo: dal 1 Aprile al 30 Settembre dalle ore 8,00 alle ore 20,00 Invernale: dal 1 Ottobre al 31 Marzo dalle ore 8,00 alle ore 17,00 2

3 PARTE II: PRINCIPI CUI SI ATTIENE IL GESTORE NELL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Uguaglianza Nessuna discriminazione nell erogazione delle prestazioni può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psicofisiche e socioeconomiche. Possibili prestazioni differenziate sono legate all'eliminazione di disuguaglianze di fatto. E garantita la parità di trattamento, a parità di condizioni del servizio prestato, tra le diverse aree geografiche di utenza, anche quando le stesse non sono facilmente raggiungibili, e tra le diverse categorie e fasce di utenza. Imparzialità Il comportamento del gestore nei confronti degli utenti deve ispirarsi a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. In funzione di tale obbligo si interpretano le singole clausole delle condizioni generali e specifiche di erogazione del servizio e le norme regolatrici del settore. Continuità L erogazione del servizio deve essere svolta con continuità, regolarità e senza interruzioni, in modo conforme a quanto previsto dalle disposizioni statali, regionali, provinciali e comunali, nonché dal disciplinare tecnico di gestione. Nel caso di problemi sul funzionamento, il gestore deve provvedere ad informare tempestivamente gli utenti sulle misure adottate per ridurre al minimo il disagio loro conseguente. Diritto di scelta Il gestore, qualora sia possibile un offerta differenziata in ordine alle modalità di attuazione del servizio o parte del medesimo, garantisce agli utenti un informazione preventiva e il diritto di scelta. Partecipazione ed informazione Il gestore garantisce agli utenti la massima informazione e la tutela dei diritti di partecipazione. In particolare, il gestore garantisce l accesso alle informazioni sulla gestione dei servizi secondo le disposizioni in materia di Informazioni agli utenti, contenute nella direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, recante Principi sull erogazione dei servizi pubblici. Efficienza ed efficacia Il gestore garantisce che i servizi rispettino gli standard determinati dal Regolamento nazionale di Polizia Mortuaria D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285, e del corrispondente Regolamento comunale. Garantisce altresì che tali servizi siano erogati con le modalità organizzative individuate nella convenzione e nel disciplinare tecnico per la gestione dei servizi cimiteriali definiti approvati con deliberazione del Consiglio Comunale n. 63 del 22/12/

4 PARTE III: STRUMENTI 1) Guardiania e vigilanza Nei cimiteri comunali è assicurata una vigilanza in occasione delle ordinarie e straordinarie operazioni cimiteriali. Per ogni segnalazione il personale dedicato è reperibile ai seguenti numeri telefonici: oppure ) Operazioni cimiteriali FASI FRA IL DECESSO E LA SEPOLTURA E SOGGETTI COINVOLTI Descrizione Denuncia di morte Denuncia causa di morte Accertamento morte Periodo di osservazione Permesso di seppellimento Chiusura del feretro Autorizzazione al trasporto Trasporto funebre Sepoltura cimitero Pratica della cremazione Soggetto familiare o impresa funebre medico di base su modello ISTAT medico necroscopo 24 ore Ufficio comunale di Stato Civile delega all'impresa funebre Ufficio comunale di Stato Civile impresa funebre incaricato addetto al Servizio Cimiteriale Ufficio comunale di Stato Civile FORME DI SEPOLTURA: l'ordinamento giuridico contempla tre tipologie di sepoltura delle salme: l inumazione, la tumulazione e la cremazione. INUMAZIONE: pratica di sepoltura mediante la quale la salma, contenuta nel cofano funebre, è calata in una fossa di adeguate dimensioni, in uno spazio cimiteriale adibito specificatamente a tali sepolture. La mineralizzazione del cadavere avviene normalmente nel periodo di dieci anni non rinnovabili; i resti mortali della salma una volta esumati potranno essere tumulati in loculi ossari (cellette), o in altri manufatti cimiteriali, se così richiesto da parte dei familiari, o collocati nell ossario comune. TUMULAZIONE: pratica di sepoltura mediante la quale la salma, contenuta in feretro composto di cassa in zinco chiusa con saldatura e cofano funebre in legno, viene deposta in loculo di adeguate dimensioni per un periodo di anni trenta (nel caso di loculi), a conclusione del quale è possibile rinnovare la concessione per un ulteriore periodo di anni dieci (nel caso di loculi). Nel caso in cui la salma non sia completamente decomposta sarà inumata in terra per un periodo di cinque anni prima della tumulazione in una celletta. Alla fine i resti mortali, se così richiesto da parte dei familiari, vengono deposti in una celletta per trenta anni, non rinnovabili. CREMAZIONE: pratica di sepoltura mediante la quale la salma, contenuta nel cofano funebre, è sottoposta ad un processo di combustione. Le ceneri residue sono raccolte in apposita urna per la tumulazione o per il deposito nel cinerario comune. La cremazione può essere disposta mediante testamento olografo o mediante adesione alle società di Cremazione. La cremazione può altresì essere disposta, al momento del decesso, da parte del familiare più prossimo individuato nel coniuge, i figli, i genitori, e che sia a conoscenza che il defunto aveva manifestato il desiderio di essere cremato, mediante autorizzazione del Sindaco. 4

5 3) Canoni concessioni manufatti e tariffe operazioni CANONI CONCESSIONI CIMITERIALI Sono quelli stabiliti con Deliberazione di Giunta Comunale n. 34 del 25/03/2013. Tipologia di concessioni cimiteriali (le più ricorrenti) Canoni Iva 10% Loculi 30 anni su qualsiasi fila /cad 2.351,69 235, ,86 Rinnovo decennale della concessione di loculo /cad 783,90 78,39 862,29 Loculo per ossario di famiglia 40 anni (cimiteri di Mignagola e San Giacomo) /cad 1.363,64 136, ,00 Loculo per ossario di famiglia 40 anni - cimitero di Carbonera /cad 1.636,36 163, ,00 Cellette ossario/cinerarie 30 anni /cad 800,00 80,00 880,00 Aree per tomba di famiglia per 60 anni /mq 2.017,67 201, ,44 Aree per cappelle gentilizie per 60 anni /mq 2.220,40 222, ,44 TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI Sono quelle stabilite con Deliberazione di Giunta Comunale n. 34 del 25/03/2013. Prestazioni tecniche di Polizia Mortuaria Scritturazione contratti di concessione /cad.a 10,62 2,23 12,85 Istruttoria autorizzazione per collocazione lapidi, copritomba /cad.a 15,93 3,35 19,27 ed iscrizioni su fosse campo comune Istruttoria autorizzazione per collocazione di iscrizione su /cad.a 10,62 2,23 12,85 tombe loculi e ossari/cinerari Copia concessione con ricerca d'archivio /cad.a 10,62 2,23 12,85 Copia concessione con ricerca d'archivio autenticata (escluso bolli) Subentri: /cad.a 12,74 2,68 15,42 Divisioni e riconoscimenti all'uso /cad.o 6,37 1,34 7,71 Sepolture individuali loculi ed ossari /cad.o 6,37 1,34 7,71 Tombe di Famiglia /cad.o 12,74 2,68 15,42 Edicole di Famiglia e/o Cappelle Gentilizie /cad.o 15,93 3,35 19,27 5

6 OPERAZIONI CIMITERIALI INUMAZIONI Inumazione in fossa di salma (per persona con età uguale o maggiore a 10 anni) Inumazione in fossa di salma (per persona con età inferiore a 10 anni) Inumazione in fossa di salma di resto mortale (nel campo degli indecomposti), compresa eventuale apertura della cassa in zinco Maggiorazione per non residenti nel Comune (esclusi i cadaveri delle persone già residenti nel Comune che hanno dovuto stabilire la propria residenza presso strutture socioassistenziali situate fuori Comune). TUMULAZIONI TUMULAZIONI IN LOCULO /cad.a 209,73 44,04 253,77 /cad.a 125,84 26,43 152,26 /cad.a 157,96 33,17 191,13 /cad.a 221,68 46,55 268,23 Tumulazione in loculo a forno (frontale) per qualsiasi altezza e /cad.a 95,57 20,07 115,64 per qualsiasi numero di feretro/cassetta/urna Tumulazione in loculo a cassetto (laterale) per qualsiasi /cad.a 173,89 36,52 210,41 altezza e per qualsiasi numero di feretro/cassetta/urna cineraria TUMULAZIONI IN TOMBA DI FAMIGLIA INTERRATE Tumulazione di feretro in tomba di famiglia interrata /cad.a 169,02 35,50 204,52 Tumulazione di cassette e/o urne cinerarie in tomba di famiglia interrata Movimentazione feretri esistenti per attività da eseguire all'interno della tomba di famiglia. Compenso per ogni feretro movimentato. TUMULAZIONI IN CAPPELLA GENTILIZIA Tumulazione in loculo a forno (frontale) per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di feretro/cassetta/urna Tumulazione in loculo a cassetto (laterale) per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di feretro/cassetta/urna cineraria TUMULAZIONI IN NICCHIA OSSARIO/CINERARIA Tumulazione in nicchia ossario/cineraria di resto mortale in cassetta o ceneri in urna cineraria per qualsiasi altezza, per qualsiasi numero di cassetta e/o urne da tumulare /cad.a 126,55 26,57 153,12 /cad.o 36,73 7,71 44,44 /cad.a 180,53 37,91 218,44 /cad.a 259,29 54,45 313,74 /cad.a 52,21 10,96 63,18 6

7 ESUMAZIONI Esumazione straordinaria salma adulto in campo di sepoltura a terra eseguita CON MEZZO MECCANICO Esumazione straordinaria salma adulto in campo di sepoltura a terra eseguita A MANO. Esumazione straordinaria salma bambino in campo di sepoltura a terra eseguita CON MEZZO MECCANICO. Esumazione straordinaria salma bambino in campo di sepoltura a terra eseguita A MANO. Esumazione ordinaria salme programmata dagli uffici eseguita CON MEZZO MECCANICO. Esumazione resto mortale per successiva tumulazione, compreso il recupero dei resti ed esclusa la fornitura di cassetta in zinco Esumazione resti mortali non riducibili per successivo avvio a cremazione, con esclusione della cassa biodegradabile e della relativa barriera ESTUMULAZIONI ESTUMULAZIONI DA LOCULO Estumulazione da loculo a forno (frontale) di feretro per qualsiasi altezza Estumulazione da loculo a forno (frontale) di resto mortale in cassetta, e/o di urna cineraria, per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di cassette/urne da estumulare Estumulazione feretro/cassetta/urna cineraria in loculo a cassetto (laterale), per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di cassette/urne da estumulare /cad.a 515,50 108,26 623,76 /cad.a 618,60 129,91 748,51 /cad.a 263,71 55,38 319,09 /cad.a 274,77 57,70 332,48 /cad.a 211,50 44,42 255,92 /cad.a 438,93 92,18 531,11 /cad.a 347,34 72,94 420,28 /cad.a 185,84 39,03 224,86 /cad.a 54,42 11,43 65,85 /cad.a 265,48 55,75 321,23 ESTUMULAZIONI DA TOMBA DI FAMIGLIA INTERRATA Estumulazione da tomba di famiglia interrata di feretro /cad.a 211,50 44,42 255,92 Estumulazione da tomba di famiglia interrata di resti mortali in cassetta e/o di urna cineraria, per qualsiasi numero di cassette e/o urne cinerarie da estumulare /cad.a 137,17 28,80 165,97 7

8 ESTUMULAZIONI DA CAPPELLA GENTILIZIA Estumulazione di feretro da loculo a forno (frontale) in cappella gentilizia Estumulazione da loculo a forno (frontale) in cappella gentilizia di resto mortale in cassetta e /o urna cineraria, per qualsiasi numero di cassetta/urna da estumulare Estumulazione feretro/cassetta/urna cineraria in loculo a cassetto (laterale), per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di cassette/urne da estumulare ESTUMULAZIONI DA NICCHIA OSSARIO/CINERARIA Estumulazione da nicchia ossario/cineraria di resto mortale in cassetta o ceneri in urna cineraria per qualsiasi altezza e per qualsiasi numero di cassetta/urne da estumulare TRASPORTO RESTO MORTALE A CREMAZIONE Trasporto resto mortale presso impianto di cremazione, successivo ritiro dell'urna cineraria e sua collocazione presso la cella mortuaria del cimitero di competenza. Impianto di cremazione di TREVISO Trasporto resto mortale presso impianto di cremazione, successivo ritiro dell'urna cineraria e sua collocazione presso la cella mortuaria del cimitero di competenza. Impianto di cremazione FUORI PROVINCIA Collocazione, in forma indistinta, di resti mortali ossei o ceneri in ossario o in cinerario comune SERVIZI DIVERSI /cad.a 351,23 73,76 424,99 /cad.a 102,86 21,60 124,46 /cad.a 501,76 105,37 607,13 /cad.a 44,69 9,38 54,07 /cad.o 46,46 9,76 56,22 /cad.o 61,06 12,82 73,88 /cad.o 33,19 6,97 40,15 Riduzione in resti per tutti i tipi di estumulazione cad.a 115,48 24,25 139,74 Apertura loculo a forno (frontale - di punta) per ispezione, su /cad.o 42,03 8,83 50,86 richiesta del concessionario Apertura loculo a cassetto (laterale) per ispezione, su richiesta /cad.o 78,76 16,54 95,30 del concessionario Apertura tomba di famiglia interrata per ispezione, su richiesta /cad.a 98,67 20,72 119,39 del concessionario Presenza personale cimiteriale per interventi diversi./ora 16,81 3,53 20,34 Sostituzione lapide /cad.a 111,06 23,32 134,38 Rimozione copritomba, cornici, testate fosse in occasione delle esumazioni ordinarie e straordinarie, compresi carico, trasporto e smaltimento per n. 1 fossa /cad.a 76,99 16,17 93,16 Sosta feretro camera mortuaria cimitero al giorno./giorno 6,19 1,30 7,50 Sosta ceneri o resti in camera mortuaria al giorno./giorno 1,77 0,37 2,14 8

9 Fornitura materiale edile per chiusura n. 1 loculo in tomba o /cad.o 38,49 8,08 46,58 edicola a mattoni e forate (escluso il lavoro) Sovrapprezzo per estumulazione e ritumulazione di feretro % 25% per motivi igienici Fornitura cassone in zinco per avvolgimento /cad.o 172,12 36,15 208,27 Fornitura cassone in zinco per avvolgimento rinforzato /cad.o 229,64 48,22 277,87 (Circolare 24/93 Ministero Sanità) Suggellazione in zinco comprensiva di assistenza personale /cad.a 53,54 11,24 64,78 Piastra di chiusura in c.a. (loculi e tombe di famiglia) cadauna /cad.a 16,81 3,53 20,34 Elettropompa per prosciugamento tomba con operatore./ora 16,81 3,53 20,34 tariffa oraria Allacciamento ed uso acqua potabile per lavori cimiteriali da./giorno 10,62 2,23 12,85 parte di ditte esterne (per edificazione, pulizia, giardinaggio) al giorno Prestazioni di mezzi meccanici (autocarro, miniescavatore)./ora 39,38 8,27 47,65 comprensivi di operatore. Tariffa oraria Rimozione provvisori, cornici, testate, materiale di risulta A forfait 111,06 23,32 134,38 lasciato dai marmisti artigiani Manutenzione ordinaria del verde e pulizia su area privata /cad.a 334,07 70,15 404,22 (secondo condizioni stabilite da foglio oneri) Potatura o asportazione piante a basso fusto fino a 90 cm. Da /cad.a 30,53 6,41 36,94 fosse o aree. Conteggiata per pianta. Potatura o asportazione piante a basso fusto fino a 200 cm. /cad.a 32,30 6,78 39,08 Da fosse o aree. Conteggiata per pianta. Pulizia, tinteggiatura e attività periodica di manutenzione di /cad.a 111,06 23,32 134,38 tomba di famiglia. Sostituzione fiori settimanale /cad.a 10,62 2,23 12,85 Cofanetti ossario per composizione resti mortali /cad.o 23,01 4,83 27,84 Cassa in legno /cad.a 293,36 61,61 354,96 Cassa in Mater B /cad.a 107,52 22,58 130,10 9

10 Inserzione di annuncio o necrologio nel sito Recupero salma in pubblica via in orario diurno (festivo compreso) Recupero salma in pubblica via in orario notturno (festivo compreso) Apertura cella mortuaria per deposito temporaneo di feretro/cassetta/urna o per invio ad altra destinazione. Personale operativo a carico della IOF. Apertura cella mortuaria per deposito temporaneo di feretro/cassetta/urna o per invio ad altra destinazione. Personale operativo a carico del gestore. Traslazione resti mortali inconsunti in cofano di cellulosa per successivo invio a cremazione (esclusa la cassa in cellulosa). Sono altresì comprese le operazioni di raccolta, confezionamento e stoccaggio dei relativi rifiuti cimiteriali. /cad.a 17,70 3,72 21,42 /cad.a 269,02 56,49 325,52 /cad.a 370,79 77,87 448,66 cad.a 41,24 8,66 49,90 cad.a 87,04 18,28 105,31 cad.a 75,00 15,75 90,75 4) Illuminazione elettrica votiva E possibile chiedere l attivazione del servizio di illuminazione votiva rivolgendosi direttamente al gestore del servizio cimiteriale Contarina Spa (dal 01/01/2013). Le tariffe per l allacciamento ed il canone per l erogazione del servizio in vigore sono quelle stabilite con Deliberazione di Giunta Comunale n. 34 del 25/03/2013 e successiva rettifica. Il nuovo canone applicato dalla Contarina S.p.A. non é annuale ma riferito ad un periodo di 18 mesi ( ) contributo di allacciamento iniziale su loculo/ossario/fossa 27,09 (pari a 22,39 + IVA); contributo di allacciamento iniziale in tomba di famiglia 41,23 (pari a 34,07 + IVA); contributo di allacciamento iniziale su edicola privata su preventivo canone annuo di illuminazione elettrica votiva 17,35 (pari a 14,34 + IVA); Trasferimento lampada votiva ad altro loculo/ossario 20,56 (pari a 16,99 + IVA); Interruzione e riallacciamento lampada votiva 34,69 (pari a 28,67 + IVA); 10

11 5) Rifiuti La raccolta differenziata dei rifiuti prodotti nei cimiteri dagli utenti viene gestita da Contarina S.p.A. mediante gli appositi contenitori posti all interno del cimitero. Il conferimento deve avvenire in maniera differenziata ponendo il rifiuto umido (fiori veri, foglie, terra) all interno dei bidoni di colore marrone posti vicino all ingresso, e il rifiuto secco (fiori finti, lumini, fiocchi, vasi vuoti, confezioni floreali non biodegradabili) all interno dei bidoni di colore verde posti vicino all ingresso. E severamente vietato conferire all interno dei contenitori del cimitero rifiuti di qualsiasi tipo introdotti dall esterno: a chi non rispetta tali prescrizioni saranno applicate le sanzioni previste dal Regolamento consortile di gestione rifiuti. Lo smaltimento dei rifiuti derivanti dalle operazioni cimiteriali è anch esso gestito direttamente da Contarina S.p.A.. 6) Manutenzione del verde Le superfici erbose e le piante presenti nei cimiteri vengono curate da Contarina S.p.A.. 7) Divieti E fatto divieto di usare energia elettrica dei cimiteri per eseguire lavori di manutenzione sui manufatti cimiteriali. E fatto divieto di asportare scale, scope, palette, bagnafiori o qualsiasi altra attrezzatura in dotazione ai cimiteri. E altresì vietato far traboccare l acqua dai vasi, abbandonare vasi di fiori o lumini. PARTE IV: TUTELA DEGLI UTENTI E diritto del cittadino segnalare la violazione della presente Carta di servizi e inoltrare memorie e documentazione sulla gestione del servizio. Il gestore dovrà rispondere al cittadino entro 30 giorni dal ricevimento delle segnalazioni, dando conto delle azioni eventualmente intraprese se ritenute necessarie. 11

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Comune di Quinto di Treviso CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015 Comune di Ravenna AZIMUT SpA TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI del Comune di Ravenna anno 2015 2 3- ATTIVITA' CIMITERIALI Attività - inumazione salme indigenti _ - inumazione salme e/o resti mortali 227,02

Dettagli

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TRASPORTO SALME / CADAVERI 2014 2015 Trasporto salme / cadaveri (vedi rilascio autorizzazione al trasporto) Accoglienza salme / cadaveri

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE TARIFFARIO SERVIZI CIMITERIALI ISTITUZIONALI delibera del C.d.A. di AGEC n 44 del 22/12/2007 delibera del C.d.A. di AGEC n 140 del 21/10/2008 delibera del C.d.A. di AGEC n 157 del 25/11/2008 delibera del

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi ALLEGATO A TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI 2012 1 Concessione quarantennale di loculo di 1.610,00 punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento

Dettagli

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015 COPERTINA TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI + IVA 22% OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA 2014 TARIFFA 2015 Tumulazione di feretro in loculo comunale o in tomba di famiglia,

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago, Vigo-Vangadizza, San Vito e Canove) ALLEGATO A) OPERAZIONI

Dettagli

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE

Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE Circolare Sefit n. 4548 del 15.10.2001 INDAGINE STATISTICA DELL ANCI SUL SISTEMA TARIFFARIO FUNEBRE E CIMITERIALE In All. 1 si riporta la nota dell ANCI, con la quale si è avviata una indagine statistica

Dettagli

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI Allegato E alla DGC n del CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI CONCESSIONI LOCULI 40 anni 30 anni 20 anni LOCULI NUOVI 1ª fila dal basso 3.370,00 2.737,00 2.448,00

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

Ente proprietario. Gestione Tecnico-Operativa. AZIMUT S.p.A.

Ente proprietario. Gestione Tecnico-Operativa. AZIMUT S.p.A. Ente proprietario Comune di BAGNACAVALLO Gestore HERA S.p.A. Gestione Tecnico-Operativa AZIMUT S.p.A. TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI del Comune di Bagnacavallo. Dal 01/01/2015 Note al tariffario Per

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI \\cluster\settore4\p_paoli\cimitero38\garaservizicimiteriali\2011 nuova gara\determina approvazione disciplinare\elenco

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA IN EURO Inumazioni meccaniche di salme non residenti 104,00 Inumazioni manuali di salme

Dettagli

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI:

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Si riporta il prospetto delle nuove tariffe approvate con Delibera di Giunta n 2010/G/00012 del 4 febbraio 2010 e Delibera di Consiglio 2010/C/00011 del 4 aprile 2010.: TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Contributo

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI. RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 TARIFFE CONCESSIONI

SERVIZI CIMITERIALI. RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 TARIFFE CONCESSIONI RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 SERVIZI CIMITERIALI TARIFFE CONCESSIONI LOCULI TRENTENNALI (IVA 10% esclusa) 1 fila 1.435,45 2 fila 2.467,27 3 fila 2.180,91

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO

REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Regione Lazio Provincia di Rieti COMUNE di BORGOROSE REALIZZAZIONE COMPLESSO COSTITUITO DA IMPIANTO DI CREMAZIONE E SALA DEL COMMIATO Realizzazione con il sistema del promotore art. 153 e seguenti del

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Delib. C.C. n. 91 del 30/11/2007) ART. 1 - AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali COMUNE DI PADOVA Servizi Cimiteriali approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010 Tariffe anno 2011 Manufatti ed aree cimiteriali servizi cimiteriali ed illuminazione votiva cremazioni autorizzazioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE. Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE. Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. Il presente titolo disciplina la cremazione,

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA TESTO EMENDATO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Lìbero Consorzio di Trapani) REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12=_ del MM/ZO^Ì^ Art. 1 DEFINIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali Art. 1 Ambito di applicazione Indice Art. 2 La cremazione di salme e resti mortali e ossei Art. 3 La cremazione disposta

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Manutenzioni Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014 Elenco offerta prezzi unitari Data 3.11.2010 Il Responsabile del Procedimento

Dettagli

Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione

Art. 1 Oggetto  Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione PROVINCIA DI CUNEO INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Autorizzazione alla cremazione Art. 3 Identità delle ceneri Art. 4 Feretri per la cremazione Art. 5 Insufficienza sepolture. Cremazioni Art. 6 Caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia ORDINANZA N. 17 Data 17-02-2014 IL SINDACO VISTI gli artt. 82 e 85 del D.P.R. 285/1990 che attribuiscono al Sindaco i compiti di regolazione, in

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE Cimitero Comunale di Valle Armea,Cimitero Monumentale della Foce, Cimiteri frazionali

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di MOMBELLO MONFERRATO Provincia di ALESSANDRIA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO ALLEGATO O PROGETTO Piano Regolatore Cimiteriale Settembre 2012 COMMITTENTE: Comune di Castano Primo presso Villa Rusconi Corso Roma 20022

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE COMUNE DI PEREGO Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE Contenuti del Piano Cimiteriale Comunale Il Piano Cimiteriale Comunale è redatto ai sensi dell art. 6 del Regolamento

Dettagli

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere autorizzata dal Comune (2) ove è avvenuto il decesso,

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di GRINZANE CAVOUR Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO MODIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 T A R I F F E Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 CIMITERIALI approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013 IN VIGORE DAL 01.01.2014 Tariffe Cimiteriali in vigore dal

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

I SERVIZI CIMITERIALI

I SERVIZI CIMITERIALI I SERVIZI CIMITERIALI Agec cura i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi cimiteriali Agec sono certifi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI I N D I C E Art. DESCRIZIONE Art. DESCRIZIONE 1 CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Pistoia TARIFFE CIMITERIALI 2011 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 5 CREMAZIONE

Comune di Pistoia TARIFFE CIMITERIALI 2011 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 5 CREMAZIONE Comune di Pistoia Assessorato all Edilizia Residenziale e Cimiteriale TARIFFE CIMITERIALI 2011 1 OPERE E SERVIZI CIMITERIALI 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 3 4 ILLUMINAZIONE VOTIVA 5

Dettagli

Comune di LOMBRIASCO

Comune di LOMBRIASCO Comune di LOMBRIASCO Provincia di TORINO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato

Dettagli

Allegato. Comune di Campogalliano

Allegato. Comune di Campogalliano Allegato Comune di Campogalliano REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con delibera di C.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 08.04.2008

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE C O M U N E DI G E N O L A Provincia di Cuneo REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE COMUNE DI MOTTA VISCONTI PROVINCIA DI MILANO _ PIANO REGOLATORE CIMITERIALE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE (Approvato con deliberazione di C.C. n. -- del --.--.----) Sommario ART.1 - APPLICAZIONE DEL PIANO...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI VILLAR FOCCHIARDO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n.20) Art. DESCRIZIONE Art.

Dettagli

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI

SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI SETTORE A10: ONORANZE FUNEBRI COFANI: Esercizio 2010 a) Cofano in larice liscio 1.320,00 b) Cofano in larice stampato 1.320,00 c) Cofano in larice con immagini sacre 1.801,00 d) Cofano in abete economico

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA COPIA COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA N 38 dell 08/02/2013 Tariffe Servizi Cimiteriali anno 2013. OGGETTO L anno duemiladodici, addì 08 del mese di febbraio in Gaeta e nella

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE L AFFIDAMENTO - - LA CONSERVAZIONE LA DISPERSIONE - DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Delib. CC n. 13/8.5.08 Esecutivo dal 28/5/08

Dettagli

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO Allegato A) alla delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 24/04/2013. COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DI DESTINAZIONE DELLE CENERI. ART. 1 Oggetto

Dettagli

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA via F. Baracca 11 41031 Camposanto (MO) tel.: 0535 80905 fax: 0535 80917 (Cod. Fisc.: 82000370369 P. IVA: 00697150365) e mail: attività.produttive@comune.camposanto.mo.it

Dettagli

Comune di Pistoia Servizio Cimiteri

Comune di Pistoia Servizio Cimiteri Comune di Pistoia Servizio Cimiteri Carta dei Servizi Cimiteriali del Comune di Pistoia - 1 - Carta dei Servizi Cimiteriali La Carta dei Servizi Cimiteriali si configura come un impegno del Comune di Pistoia

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI CITTA DI BORDIGHERA Provincia di Imperia R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione

Dettagli

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI COMUNE SAN MARTINO BUON ALBERGO (PROVINCIA DI VERONA) UFFICIO POLIZIA CIMITERIALE IMPORTI & TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI & CONCESSIONI ANNO 2012 APPROVATE CON DELIBERE DI G.C. NN. 99-100-101 - DEL 08.06.2012

Dettagli

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M M A R I O CAPO I - NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del regolamento CAPO II

Dettagli

UNITA' DI PROGETTO DECENTRAMENTO FUNZIONI CIMITERIALI

UNITA' DI PROGETTO DECENTRAMENTO FUNZIONI CIMITERIALI UNITA' DI PROGETTO DECENTRAMENTO FUNZIONI CIMITERIALI TARIFFE 2015 Colombari Pag. 1 Concessioni salma resti e ceneri All'aperto Per una salma Per due salme Per tre salme Per quattro salme Per sei salme

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade Votive 7. Reclami

Dettagli

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Art.61 Oggetto e finalità 1. Il presente Capo disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI ISOLA D ASTI Provincia di Asti REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con delibera di C.C. n. 35 del 27.11.2008. REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto U.O. 3/I Settore - Servizi Demografici e Statistici Responsabile del coordinamento Dr. Silvano Costantini COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto Regolamento relativo all affidamento, conservazione e

Dettagli

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47

Dettagli

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BUSCA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M M A R I O Art. DESCRIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI ALESSANDRIA Comune di OZZANO MONFERRATO Via S. Maria nr. 1 Cap.15039 Ozzano Monferrato Tel. 0142/487153 Fax 0142/487038 Servizio Cimiteriale REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO Approvata con deliberazione di G.C. n. del 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 3. GLI STANDARD DI QUALITÀ DEI SERVIZI... 4 4. IMPEGNI

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) VERBALE delle DELIBERAZIONI della GIUNTA COMUNALE (DELIBERAZIONE N 34 del 13/02/2014) OGGETTO: TARIFFE LOCULI E AREE CIMITERIALI, LAMPADE VOTIVE,

Dettagli

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 14 marzo 2011 In vigore dal 19

Dettagli

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE IL TECNICO ESTENSORE IL SINDACO IL SEGRETARIO COMUNALE IN ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL PIANO REGOLATORE CIMITERIALE Comune di GENIVOLTA Provincia di Cremona Allegato n. : B Titolo : 1 NORME TECNICHE DI

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18)

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) COMUNE DI RAGUSA REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

C O M U N E D I U R B I N O

C O M U N E D I U R B I N O C O M U N E D I U R B I N O REGOLAMENTO RELATIVO ALLE CREMAZIONI, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione di C.C. n. 26

Dettagli

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 - Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la cremazione, l'affidamento,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 04 DD. 29/01/2015 SCADENZA 12/02/2015. OGGETTO: Determinazione delle tariffe dei servizi cimiteriali comunali - anno 2015.

DELIBERAZIONE N. 04 DD. 29/01/2015 SCADENZA 12/02/2015. OGGETTO: Determinazione delle tariffe dei servizi cimiteriali comunali - anno 2015. DELIBERAZIONE N. 04 DD. 29/01/2015 SCADENZA 12/02/2015 OGGETTO: Determinazione delle tariffe dei servizi cimiteriali comunali - anno 2015. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - La legge 28 febbraio 2001 n.

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI (APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 33 DEL 4 AGOSTO 2005) Art. 1 Oggetto

Dettagli