REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA"

Transcript

1 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre 2009, n. 191, nominato con Deliberazione del Consiglio dei Ministri in data ) DCA n. 16 del 9 Aprile 2015 OGGETTO: Trasferimento UUOO della Fondazione Tommaso Campanella autorizzazione alle assunzioni presso la AOU "Mater Domini" e l'ao "Pugliese - Ciaccio" di Catanzaro. Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria n. del _ 1

2 REGIONE CALABRIA IL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre 2009, n. 191, nominato con Deliberazione del Consiglio dei Ministri in data ) VISTO l'articolo 120 della Costituzione; VISTO l'articolo 8, comma 1, della legge 5 Giugno 2003, n.131; VISTO l'articolo 4, commi I e 2, del decreto legge 1 Ottobre 2007, n. 159, convertito con modificazioni dalla legge 29 Novembre 2007, n. 222; VISTO l'accordo sul Piano di rientro della Regione Calabria, firmato tra il Ministro della salute, il Ministro dell'economia e delle finanze e il Presidente pro tempore della regione in data 17 dicembre 2009, poi recepito con DGR N. 97 del 12 febbraio 2010; RICHIAMATA la Deliberazione del 30 Luglio 2010, con la quale, su proposta del Ministro dell'economia e del/e finanze, di concerto con il Ministro della salute, sentito il Ministro per i rapporti con le regioni, il Presidente pro tempore del/a Giunta della Regione Calabria è stato nominato Commissario ad acta per la realizzazione del Piano di rientro dai disavanzi del Servizio sanitario di detta Regione e sono stati contestualmente indicati gli interventi prioritari da realizzare; RILEVATO che il sopra citato articolo 4, comma 2, del D.L. n. 159/2007, al fine di assicurare la puntuale attuazione del Piano di rientro, attribuisce al Consiglio dei Ministri - su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, sentito il Ministro per i rapporti con le regioni - la facoltà di nominare, anche dopo l'inizio della gestione commissariale, uno o più sub commissari di qualificate e comprovate professionalità ed esperienza in materia di gestione sanitaria, con il compito di affiancare il Commissario ad acta nella predisposizione dei prowedimenti da assumere in esecuzione dell'incarico commissariale; VISTO l'articolo 2, comma 88, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, il quale dispone che per le regioni già sottoposte ai piani di rientro e già commissariate alla data di entrata in vigore della predetta legge restano fermi l'assetto della gestione commissariale previgente per la prosecuzione del piano di rientro, secondo programmi operativi, coerenti con gli obiettivi finanziari programmati, predisposti dal Commissario ad acta, nonché le relative azioni di supporto contabile e gestionale. VISTI gli esiti delle riunioni di verifica dell'attuazione del Piano di rientro, da ultimo della riunione del 28 ottobre e del 12 novembre 2014 con particolare riferimento all'adozione dei Programmi operativi ; VISTO il Patto per la salute di cui all'intesa Stato-Regioni ed, in particolare l'articolo 12 di detta Intesa; del 10 luglio 2014 (Rep. n. 821CSR) VISTA la legge 23 dicembre 2014, n. 190 (in particolare, l'articolo 1, commi da 569 a 572) che recepisce quanto disposto dal Patto per la salute di cui alla citata Intesa Stato-Regioni del 10 luglio 2014 (Rep. n. 82ICSR) statuendo che la nomina a Commissario ad acta per cui è deliberazione è incompatibile con qualsiasi incarico istituzionale presso la regione soggetta a commissariamento; VISTA la nota prot. n.298/ucl397 del 20 marzo 2015 con la quale il Ministero dell'economia e delle Finanze ha trasmesso alla Regione Calabria la Deliberazione del Consiglio dei Ministri del con la quale è stato nominato l'ing. Massimo Scura quale Commissario ad acta per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, e successive modificazioni; VISTA la medesima Deliberazione del Consiglio dei Ministri in data con la quale è stato nominato il Dott. Andrea Urbani sub Commissario unico nell'attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi del SSR della regione Calabria con il compito di affiancare il Commissario ad acta nella predisposizione dei prowedimenti da assumere in esecuzione dell'incarico commissariale; RILEVATO che con la anzidetta Deliberazione è stato assegnato al Commissario ad acta per l'attuazione del Piano di rientro l'incarico prioritario di adottare e ed attuare i Programmi operativi e gli interventi necessari a garantire, in maniera uniforme sul territorio regionale, l'erogazione dei livelli essenziali di assistenza in condizioni di efficienza, appropriatezza, sicurezza e qualità, nei termini indicati dai Tavoli tec-

3 nici di verifica, nell'ambito della cornice normativa vigente, con particolare riferimento alle seguenti azioni ed interventi prioritari: 1. adozione del provvedimento di riassetto della rete ospedaliera, coerentemente con il Regolamento sugli standard ospedalieri di cui all'intesa Stato-Regioni del 5 agosto 2014 e con i pareri resi dai Ministeri affiancanti, nonché con le indicazioni formulate dai Tavoli tecnici di verifica; 2. monitoraggio delle procedure per la realizzazione dei nuovi Ospedali secondo quanto previsto dalla normativa vigente e dalla programmazione sanitaria regionale; 3. adozione del provvedimento di riassetto della rete dell'emergenza urgenza secondo quanto previsto dalla normativa vigente; 4. adozione del provvedimento di riassetto della rete di assistenza territoriale, in coerenza con quanto specificatamente previsto dal Patto per la salute ; 5. razionalizzazione e contenimento della spesa per il personale; 6. razionalizzazione e contenimento della spesa per l'acquisto di beni e servizi; 7. interventi sulla spesa farmaceutica convenzionata ed ospedaliera al fine di garantire il rispetto dei vigenti tetti di spesa previsti dalla normativa nazionale; 8. definizione dei contratti con gli erogatori privati accreditati e dei tetti dì spesa delle relative prestazioni, con l'attivazione, in caso di mancata stipulazione del contratto, di quanto prescritto dall'articolo 8- quinquies, comma 2-qulnquies, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e ridefinizione delle tariffe delle prestazioni sanitarie, nel rispetto di quanto disposto dall'art. 15, comma 17, del decretolegge n. 95 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 135 del 2012; 9. completamento del riassetto della rete laboratoristica e di assistenza specialistica ambulatoriale; 10. attuazione della normativa statale in materia di autorizzazioni e accreditamenti istituzionali, mediante adeguamento della vigente normativa regionale; 11. interventi sulla spesa relativa alla medicina di base; 12. adozione dei provvedimenti necessari alla regolarizzazione degli interventi di sanità pubblica veterinaria e di sicurezza degli alimenti; 13. rimozione, ai sensi di quanto previsto dall'art. 2, comma 80, della legge n. 191 del 2009, dei provvedimenti, anche legislativi, adottati dagli organi regionali e i provvedimenti aziendali che siano di ostacolo alla piena attuazione del piano di rientro e dei successivi Programmi operativi, nonché in contrasto con la normativa vigente e con i pareri e le valutazioni espressi dai Tavoli tecnici di verifica e dai Ministeri affiancanti; 14. tempestivo trasferimento delle risorse destinate al SSR da parte del bilancio regionale; 15. conclusione della procedura di regolarizzazione delle poste debitorie relative all'asp di Reggio Calabria; 16. puntuale riconduzione dei tempi di pagamento dei fornitori ai tempi della direttiva europea /UE del 2011, recepita con decreto legislativo n. 192 del 2012; DATO ATTO che con il DPGR n. 26/2012, il Commissario ad acta p.t. per l'attuazione del Piano di rientro, nel definire l'entità dei posti letto per acuzie, normalizzati da attribuire ai soggetti erogatori privati, suddivisi per area geografica con il DPGR n. 18/2010, ha collocato la Fondazione T. Campanella, costituita quale ente di diritto privato dai soci fondatori Regione Calabria è Università "Magna Grcecia", con atto notarile del 02/11/2004, tra le strutture private operanti nell'area Centro, assegnando alla stessa n. 35 p.1.per la cura delle patologie oncologiche; che la Fondazione T. Campanella è stata iscritta nel registro della Prefettura di Catanzaro in data 02104/2006 con conseguente riconoscimento della personalità giuridica; che con DPGR n , la Struttura Commissariale, nel prendere atto della deliberazione n. 677 del 29 agosto 2013 del Direttore Generale dell'asp di Catanzaro, ha autorizzato e accreditato la struttura sanitaria privata denominata Fondazione per la ricerca e cura dei Tumori ''Tommaso Campanella" con sede in Catanzaro - Località Germaneto, per la seguente specialità in regime di ricovero ordinario e/o diurno: Oncologia Medica e Chirurgica (cod. 64) per n. 35 (trentacinque) posti letto in ricovero ordinariopatologie oncologiche organizzate in modo dipartimentale; che nel citato DPGR n viene specificato che l'autorizzazione e l'accreditamento dovranno, comunque, essere confermati con successivo atto all'esito positivo della verifica effettuata dalla Commissione aziendale per l'autorizzazione e l'accreditamento competente ai sensi dei DD.P.GR n. 28/2010 e n. 23/2011 che dovrà anche procedere alla verifica dei requisiti di legge (L.R. n.24/2008 e Regolamento regionale n. 13/2009) per l'esercizio delle attività, da parte della struttura de qua, in re- L.

4 gime di ricovero diurno (DHIDS) nella misura prevista dal DPGR n. 26/2012 (n. 4 p.i.) nonché per l'attività di specialistica ambulatoriale riferita alla disciplina; VISTO il DPGR n. 22 del 20/02/2014 recante "Fondazione per la ricerca e cura dei Tumori Tommaso Campanella, cod. n Espressione parere sul possesso dei requisiti per l'autorizzazione e l'accreditamento istituzionale" con il quale /a Struttura Commissaria/e, nel prendere atto della deliberazione n. 990 del 31 dicembre 2013 del Direttore Generale dell'asp di Catanzaro, ha autorizzato e accreditato la Fondazione "Tommaso Campanella", per come espressamente specificato nel summenzionato DPGR n.122/2013, per le seguenti specialità: Oncologia Medica e Chirurgica (cod. 64) per complessivi n. 35 (trentacinque) posti letto in ricovero ordinario - patologie oncologiche organizzate in modo dipartimentale di cui n. 4 (quattro) posti letto in regime di ricovero diurno (DH/DS), nella misura già prevista dal summenzionato DPGR n. 26/2012 per complessivi 35 (trentacinque) posti letto, nonché per l'attività di specialistica ambulatoriale riferita alla disciplina; RICHIAMATA la Legge Regionale 13 dicembre 2012, n. 63 recante "Ridefinizione assetto giuridico della Fondazione Campanella", nel testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 21 marzo 2013, n. 6; VISTO il DOG n.17621/2005 recante "Autorizzazione attivazione e trasferimento strutture Azienda OSpedaliera Universitaria Mater Domini e Centro «Fondazione T. Campanella» presso i nuovi edifici di Germaneto di Catanzaro" ed in particolare l'allegato A) nel quale vengono individuate le UU.OO già operanti presso l'aou da trasferire al Centro, nonché le UU.OO. afferenti ad entrambi gli Enti (Azienda Ospedaliera e Fondazione) di nuova attivazione presso il Campus di Germaneto, tra cui l'u.o. di Medicina Nucleare; DATO ATTO che con DDG n del 23 luglio 2014 sono state trasferite dalla Fondazione all'aou "Mater Domini", con decorrenza 1 Agosto 2014, le Unità Operative non oncologiche di cui all'art. 2, dell'intesa stipulata in data 25/06/2013 tra di il Presidente della Regione Calabria p.t., nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del Piano di rientro, e il Rettore dell'università "Magna Graecia" di Catanzaro, già attivate nella Fondazione T. Campanella, nonché quelle in comune Fondazione-Azienda, dalla Fondazione T. Campanella alla AOU Mater Domini; che, in esecuzione del citato DDG n. 8935/2014, con Delibera n. 381/DG del 31/07/2015 dell'azienda Ospedaliero-Universitaria UMater Domini" di Catanzaro, sono state traferite le UU.OO. non oncologiche a direzione universitaria già attivate dalla Fondazione unita mente al personale già dipendente dell'aou e dell'università attivato assistenzialmente; che con Decreto n del 23/ , il Prefetto di Catanzaro, avendo accertato la mancanza di un patrimonio adeguato e, dunque, l'impossibilità per la Fondazione per la ricerca e la cura dei tumori utommaso Campanella" di raggiungere lo scopo per il conseguimento del quale l'ente era stato costituito, ha dichiarato l'estinzione della personalità giuridica della medesima Fondazione. espressamente disciplinata dal codice civile all'art. 27; ", che a seguito della comunicazione del predetto Decreto, il Presidente del Tribunale di Catanzaro, sentite le parti all'udienza di comparizione in data 31/03/2015 e letti gli atti della procedura n. 165/2015 V.G., in data 07/04/2015, ha nominato liquidatore della Fondazione T. Campanella; ESAMINATO il DCA n. 15 dell' 8 Aprile 2015 con cui, attesa \'imminente scadenza della proroga dei licenziamenti di tutto il personale dipendente della Fondazione T. Campanella, giusta comunicazione prot. n dell'08l04/2015 a firma del Direttore Sanitario della struttura interessata, al fine di garantire le prestazioni assistenziali ai malati oncologici in cura presso la Fondazione medesima, è stata disposta, con decorrenza 10 aprile 2015, l'assegnazione prowisoria: a. di n. 35 (trentacinque) posti letto, già previsti dal DPGR 26/2012, e le relative attività svolte dalle dismesse UU.OO. già operanti nella Fondazione T. Campanella, presso l'azienda Ospedaliero- Universitaria "Mater Domini" di Catanzaro, e di seguito elencate: ONCOLOGIA MEDICA (p.l14, di cui 4 in DH), con annesso Centro di riferimento per il counselling genetico e terapie innovative, e ONCOLOGIA CHIRURGICA (p.i. 21 DO);

5 b. delle sottoelencate attività di specialistica ambulatoriale, attualmente svolte dalla Fondazione. presso l'azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" di Catanzaro, secondo l'afferenza alle rispettive discipline: 1. MEDICINA NUCLEARE; 2. RADIOTERAPIA ONCOLOGIA; c. delle attività riferite alle discipline di CHIRURGIA TORACICA e GINECOLOGIA ONCOLOGICA, svolte dalla Fondazione T. Campanella, all'azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro; VISTA la nota prot.n. 841/DG del 31/ , con la quale il Direttore Generale ff dell'azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" di Catanzaro ha chiesto il rilascio della preventiva autorizzazione al reclutamento del personale necessario a garantire il corretto funzionamento delle UU.OO., già attivate assistenzialmente presso la Fondazione T. Campanella, per le quali era già in previsione il trasferimento presso il medesimo Presidio Ospedaliero, al fine di evitare l'interruzione delle cure e dell'assistenza ai malati oncologici, già in carico alla FTC; RITENUTO, quindi, di dover necessariamente autorizzare, in deroga alle procedure definite nel DCA 2/2015, l'azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" e l'azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" all'utilizzo di contratti di lavoro flessibile per lo svolgimento delle suddette attività assistenziali, aventi carattere indifferibile e urgente, con particolare riferimento ai profili direttamente correlati ai livelli essenziali di assistenza (LEA), a tutela dell'interesse primario della salute del cittadino, compatibilmente con gli obiettivi economici, in tema di assunzioni e di spesa del personale, fissati dalla normativa finanziaria statale e con gli specifici obiettivi previsti dal Programma Operativo; DECRETA Tutto quanto sopra esposto che qui s'intende integralmente ripetuto e confermato: DI AUTORIZZARE, in deroga alla procedura di cui al punto 2 dell'allegato A al DCA n. 2 del 26 marzo 2015, l'azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" e l'azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio', alla copertura dei posti, di cui al prospetto sinottico. che si allega al presente provvedimento per costituime parte integrante e sostanziale, attraverso l'utilizzo di forme contrattuali di lavoro flessibile ai sensi dell'art. 36, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i, per lo svolgimento delle attività assistenziali di cui al DCA n. 15 dell'a Aprile 2014, al fine di garantire la continuità nell'erogazione dei LEA e scongiurare l'interruzione di pubblico servizio, per la durata di sei mesi, eventualmente prorogabili previa espressa autorizzazione commissariale; DI DARE ATTO che le assunzioni delle figure in questione rientrano nei limiti di spesa di cui all'art. 2, comma 71, della L. 191/2009 e s.m.i. e che le stesse vanno a soddisfare. altresì, le richieste di personale già avanzate dalle suddette aziende; DI DARE ATTO che l'autorizzazione di cui al presente atto è rilasciata per ragioni d'urgenza e che entro il termine del semestre sarà effettuata una valutazione sulla dotazione organica delle Aziende interessate, anche alla luce della recente riorganizzazione della rete ospedal~ra di cui al DCA n. 9 del 2 Aprile 2015 oltrechè in relazione alla programmazione della spesa regionale rispetto ai limiti di cui alla suddetta l.191/2009 e s.m.i ; DI TRASMETTERE il presente decreto ai Ministeri competenti ai sensi dell'art. 3 comma 1 dell'accordo del Piano di rientro, ai Ministeri competenti; DI DARE MANDATO alla Struttura COmmissariale per la trasmissione del presente decreto all'azienda Ospedaliero-Universitaria "Mater Domini" e all'azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio di Catanzaro; DI DARE MANDATO al Dirigente Generale per la pubblicazione sul BURC telematico e sul sito web del Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria. IIDiri~te~ Dott. MJJtVJ /I sub com1 ' 1ariO ~tt. Hndre U ani / c)j\f- ~ 57 - Il Commissario ad acta I~t'i'!1 0 Scura, ~

6 Allegato al DCA rl, de.._.'.. _. Azienda ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro Azienda ospedaliero-universltaria " Mater Domini" di Catanzaro 10Ti\Lr

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del SSR Calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all' articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del SSR Calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all' articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del SSR Calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all' articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

DPGR - CA n. 69 del 29 maggio 2013

DPGR - CA n. 69 del 29 maggio 2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO

DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. n. 122 del 28 novembre 2011

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. n. 122 del 28 novembre 2011 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

n. 135 del 21 Dicembre 2011 OGGETTO: Individuazione dei siti per la realizzazione delle Case della Salute. Obiettivo G02.

n. 135 del 21 Dicembre 2011 OGGETTO: Individuazione dei siti per la realizzazione delle Case della Salute. Obiettivo G02. REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

DPGR - CA n. 118 del 2 Agosto 2013

DPGR - CA n. 118 del 2 Agosto 2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n.136 del 16/10/2013

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n.136 del 16/10/2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per I'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA. DPGR- CA n. 101 del 29 Luglio 2013

REGIONE CALABRIA. DPGR- CA n. 101 del 29 Luglio 2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria nominato

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n.142 del 16/10/2013

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n.142 del 16/10/2013 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per I'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

DCA o 6. NOV. 2015. - Autorizzazione alla voltura della e dell'accreditamento alla Società delibera n. 580 del 24.07.2015 del ASP di Catanzaro.

DCA o 6. NOV. 2015. - Autorizzazione alla voltura della e dell'accreditamento alla Società delibera n. 580 del 24.07.2015 del ASP di Catanzaro. DECRETO DEL (per l'attuazione del vigente Piano di dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, I "",~ 88, della legge 30 dicembre 2009, n. 191, nominato con Deliberazione

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 195 del 20 dicembre 2012

REGIONE CALABRIA. n. 195 del 20 dicembre 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualm. di Commissario ad acta per I'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO

DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del SSR Calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all' articolo 2, comma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n. 9 del 6 Febbraio 2014

REGIONE CALABRIA. DPGR - CA n. 9 del 6 Febbraio 2014 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

'l<..ellione Campania l{ CJ>re sù[e n te

'l<..ellione Campania l{ CJ>re sù[e n te 'lre sù[e n te Commissario ad acta per il Piano di rientro del Settore Sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri del 24/0412010) DECRETO COMMISSARIALE n. R del.jd I~L.9:>J-l

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012 A.G.C. 19 Piano Sanitario regionale e rapporti con le UU.SS.LL. Settore 1 Programmazione Oggetto dell'atto: NOMINA DEL DIRETTORE GENERALE DELLA AZIENDA

Dettagli

Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010)

Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) DECRETO n. OGGETTO: Recepimento accordi per la remunerazione del Policlinico Universitario

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 13 del l febbraio 2013. OGGETTO: Adempimenti L.E.A. Percorsi di screening dei tumori femminili e del colon retto.

REGIONE CALABRIA. n. 13 del l febbraio 2013. OGGETTO: Adempimenti L.E.A. Percorsi di screening dei tumori femminili e del colon retto. REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria, nominato

Dettagli

OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA

OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO n. 4 del 18 01 2010 OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO

DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 ottobre 2009)

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 ottobre 2009) DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO n. 13 15 02 2010 OGGETTO: ASL RM/A - parere positivo ai sensi l art. 3 Decreto Commissariale n. U0016 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA VISTA la Legge costituzionale

Dettagli

Direzione Regionale: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Area: INVEST. IN EDIL. SANIT., HTA E NUCLEO DI VALUTAZ. PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

Direzione Regionale: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Area: INVEST. IN EDIL. SANIT., HTA E NUCLEO DI VALUTAZ. PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. 176 DEL 28/04/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 6259 DEL 21/04/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Area: INVEST. IN EDIL.

Dettagli

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 33081 - Aviano (PN) - Italy Via Franco Gallini 2 C.F. - P.IVA 00623340932 Tel. 0434/6591 Fax 0434/652182 CRO A V I A N O Istituto di ricovero

Dettagli

REGIONECA(ABRIA n COMMISSARIO AD ACTA

REGIONECA(ABRIA n COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALAB~IA DCA n. _1.::;;;... _ del~t,7 6EN. 2016 Oggetto.; Contabilità analitica 1) Approvazione "Linee Guida per fa gestione della Contabilità analitica.$.per la c'ostruzi'onedel modello LAl'.e

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU proposta del Presidente della Regione Lazio; VISTO lo Statuto della Regione Lazio;

LA GIUNTA REGIONALE. SU proposta del Presidente della Regione Lazio; VISTO lo Statuto della Regione Lazio; OGGETTO: Assegnazione di fondi regionali alle Aziende Sanitarie, Ospedaliere e agli IRCCS pubblici destinati alla copertura finanziaria di interventi per la manutenzione straordinaria degli spazi funzionali,

Dettagli

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 14/02/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 14

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 14/02/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 14 Regione Lazio Decreti del Commissario ad Acta Decreto del Commissario ad Acta 6 febbraio 2013, n. U00014 Determinazione dei livelli massimi di finanziamento delle prestazioni con onere a carico del SSR

Dettagli

LA PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA. (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010)

LA PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA. (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) LA PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) decreto n. 27 del 2011 OGGETTO: Autorizzazione alla realizzazione di strutture che intendano erogare

Dettagli

24/03/2016 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 24 - Supplemento n. 1. Regione Lazio

24/03/2016 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 24 - Supplemento n. 1. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E POLITICHE SOCIALI Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 17 marzo 2016, n. G02533 Determinazione dirigenziale n. G01918 del 4 marzo 2016: "Offerta di servizi nefro

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA L ENTE LOCALE/REGIONE.

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA L ENTE LOCALE/REGIONE. ALLEGATO A MODELLO DI PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E L ENTE LOCALE/REGIONE. PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI RIGENERAZIONE

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELLA SALUTE. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 2 aprile 2015, n. 70 Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all'assistenza ospedaliera. (15G00084) (GU

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 2014/00195 del 26/05/2014 al Collegio Sindacale

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO:

DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE. Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria OGGETTO: REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO 7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI SETTORE 2 Procedure FESR, attività economiche: programmazione ed attuazione DECRETO DEL DIRIGENTE

Dettagli

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35 Regione Lazio Decreti del Commissario ad Acta Decreto del Commissario ad Acta 22 aprile 2014, n. U00140 Sistema di Educazione Continua in medicina della Regione Lazio: contributo alle spese dovuto dai

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014 R E G I O N E C A L A B R I A DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE N. 126 del 18 dicembre 2014 Oggetto: Variazione al Bilancio 2014. Assegnazioni di risorse dallo Stato in relazione a capitoli di pertinenza

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012 A.G.C. 20 Assistenza Sanitaria Settore 3 Interventi a favore di fasce socio-sanitarie particolarmente 'deboli' Oggetto dell'atto: "ADOZIONE DELLA SCHEDA

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO. (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 )

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO. (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 ) REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SETTORE 1 DECRETO (ASSUNTO IL 04 dicembre 2014 PROT. N.631 ) " Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria " N. 14806 del

Dettagli

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CITTÀ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA Provincia di Napoli Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 20. OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DEL FABBISOGNO DI PERSONALE TRIENNIO 2014/2016 Data 04/02/2014

Dettagli

OGGETTO SPAZI IN CUI SVOLGERE LA LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA

OGGETTO SPAZI IN CUI SVOLGERE LA LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA 1 OGGETTO SPAZI IN CUI SVOLGERE LA LIBERA PROFESSIONE INTRAMOENIA QUESITO (posto in data 20 aprile 2012) L'USL può imporre l'effettuazione della libera professione intramoenia nei locali dove viene svolta

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 9/21 DEL 10.3.2015

DELIBERAZIONE N. 9/21 DEL 10.3.2015 Oggetto: Disposizioni per il definitivo superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari in attuazione della legge n. 9/2012 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

n. 17 del 14 Marzo 2011 DECRETO n. 05 DEL 10.01.2011

n. 17 del 14 Marzo 2011 DECRETO n. 05 DEL 10.01.2011 Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 05 DEL 10.01.2011 OGGETTO:

Dettagli

A relazione dell'assessore Cavallera:

A relazione dell'assessore Cavallera: REGIONE PIEMONTE BU6 06/02/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 30 dicembre 2013, n. 23-6990 Definizione criteri e modalita' per la determinazione dei volumi di attivita' e dei tetti di spesa per

Dettagli

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 19/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 49

Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta 19/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 49 Regione Lazio Decreti del Commissario ad Acta Decreto del Commissario ad Acta 9 giugno 2014, n. U00192 Definizione del limite massimo di risorse assegnabili per l'anno 2013 per le prestazioni di riabilitazione

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 21 DEL 16 APRILE 2007

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 21 DEL 16 APRILE 2007 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 16 marzo 2007 - Deliberazione N. 437 - Area Generale di Coordinamento N. 19 - Piano Sanitario Regionale e Rapporti con le UU.SS.LL. - Approvazione dello

Dettagli

DISCIPLINA DELL ASSETTO ISTITUZIONALE, ORGANIZZATIVO E GESTIONALE DEGLI IRCCS BURLO GAROFOLO DI TRIESTE E C.R.O. DI AVIANO

DISCIPLINA DELL ASSETTO ISTITUZIONALE, ORGANIZZATIVO E GESTIONALE DEGLI IRCCS BURLO GAROFOLO DI TRIESTE E C.R.O. DI AVIANO DISCIPLINA DELL ASSETTO ISTITUZIONALE, ORGANIZZATIVO E GESTIONALE DEGLI IRCCS BURLO GAROFOLO DI TRIESTE E C.R.O. DI AVIANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 (Oggetto) 1. La presente legge riordina

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL CONSIGLIO DEI MINISTRI NELLA RIUNIONE DEL 10 APRILE 2015 VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Decreto del Commissario ad acta

Decreto del Commissario ad acta REGIONE LAZIO Decreto del Commissario ad acta (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) N. U00039 del 20/03/2012 Proposta n. 2806 del 17/02/2012 Oggetto: Assistenza territoriale. Ridefinizione

Dettagli

Segue decreto n. IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA (deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013)

Segue decreto n. IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA (deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013) OGGETTO: Voltura dell autorizzazione all esercizio dalla Società GE.CLI. spa alla Fondazione Roma Sanità, con sede legale in Via A. Poerio, 100 00152 Roma per il presidio Centro di cure palliative Fondazione

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012 A.G.C. 20 Assistenza Sanitaria Settore 3 Interventi a favore di fasce socio-sanitarie particolarmente 'deboli' Oggetto dell'atto: DISCIPLINA E DEFINIZIONE

Dettagli

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L.

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. 23.10.1992, n. 241, il quale prevede che le regioni e

Dettagli

Art. 3 (Relazione tra attività assistenziale, didattica e ricerca)

Art. 3 (Relazione tra attività assistenziale, didattica e ricerca) Legge Regionale 6 agosto 2009, n. 15 Disciplina dei rapporti tra la Regione e le università della Lombardia con facoltà di medicina e chirurgia per lo svolgimento di attività assistenziali, formative e

Dettagli

3. Gli atti di trasformazione e di 3. Identico.

3. Gli atti di trasformazione e di 3. Identico. Pag. 142-143 Decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, pubblicato nel supplemento ordinario n. 152/L alla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 25 giugno 2008. Testo del decreto-legge Testo del decreto-legge comprendente

Dettagli

n. 19 del 8 Aprile 2013 DECRETO n. 156 del 31.12.2012 rif. lettera r)

n. 19 del 8 Aprile 2013 DECRETO n. 156 del 31.12.2012 rif. lettera r) DECRETO n. 156 del 31.12.2012 rif. lettera r) Oggetto: - Determinazione delle tariffe per le prestazioni di pronto soccorso non seguito da ricovero e di trasporti con ambulanza ed elisoccorso (flusso G)

Dettagli

DECRETO DEL COMMISSARIO

DECRETO DEL COMMISSARIO REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui all'articolo 2, comma 88, della legge

Dettagli

DCA N. "126 DEL 24 NOV. 2015

DCA N. 126 DEL 24 NOV. 2015 DCA N. "126 DEL 24 NOV. 2015 Oggetto: Programma Operativo 2013-2015. Programma 11 - Sanità pubblica. Azioni 11.2.3, 11.2.4 ed 11.2.5 "Screening per il cancro della cervice" ~ integrazioni e modifiche DCA

Dettagli

Ordinanza n. 28 del 13 marzo 2013

Ordinanza n. 28 del 13 marzo 2013 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 28 del 13 marzo 2013 Attuazione del decreto-legge

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 26 ottobre 2010, n. 2268

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 26 ottobre 2010, n. 2268 30144 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 168 del 05-11-2010 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 26 ottobre 2010, n. 2268 Legge Regionale 24 settembre 2010, n.12 - Art. 3 Tetti di spesa -Liste

Dettagli

TRA PREMESSA TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1

TRA PREMESSA TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1 CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI STRUTTURE SANITARIE DELL'AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI PER L'ATTIVITA' DI FORMAZIONE E DI TIROCINIO DEGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI

Dettagli

n. 68 del 28 Ottobre 2011 DECRETO n. 40 del 27.05.2011

n. 68 del 28 Ottobre 2011 DECRETO n. 40 del 27.05.2011 Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 40 del 27.05.2011 Oggetto:

Dettagli

Il Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010)

Il Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) Regione Campania Il Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 30 del 18.03.2013 Oggetto: Razionalizzazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 36016 Thiene (VI VI) N. 27/2014 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Con l'assistenza dei signori: In data: 16/01/2014 Direttore Amministrativo Direttore Sanitario Direttore dei Servizi Sociali

Dettagli

DCAn. 13 del 06 NOV. 2015

DCAn. 13 del 06 NOV. 2015 DECRETO DEL (per l'attuazione del vigente Piano di..,.i"r.,. dai disavanzi del SSR calabrese, secondo i Programmi operativi di cui ao'articolo 2, 88, della legge 30 dicembre 2009, n. 191, nominato con

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DELIBERA N. 39 DEL 30.1.2014-OGGETTO: UOC GESTIONE DEL PERSONALE APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DELL AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 70 /G del 11/12/2014 ( CON I POTERI SPETTANTI ALLA GIUNTA COMUNALE) Oggetto: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE 2015-2017 - AP- PROVAZIONE =====================================================================================

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali.

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. (11A04974) IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 18 giugno 2009, n. 69, recante

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA n. 48 del 3 agosto 2009. Atti della Regione PARTE I

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA n. 48 del 3 agosto 2009. Atti della Regione PARTE I A.G.C. 19 - Piano Sanitario Regionale e Rapporti con le UU.SS.LL. - Deliberazione n. 1274 del 16 luglio 2009 Piano di rientro - Interventi per il raggiungimento dell obiettivo di razionalizzazione e contenimento

Dettagli

BASILICATA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE AVVISO AI LETTORI

BASILICATA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE AVVISO AI LETTORI BASLCATA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATVA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N. 70640 DEL 22.12.1997. Verbale delle deliberazioni dell'anno 2013

AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N. 70640 DEL 22.12.1997. Verbale delle deliberazioni dell'anno 2013 AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N. 70640 DEL 22.12.1997 Verbale delle deliberazioni dell'anno 2013 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE IN DATA 23/01/2013 N. 31 OGGETTO:

Dettagli

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 24 del 20/02/2014

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 24 del 20/02/2014 Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 24 del 20/02/2014 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO ACCREDITAMENTO E PROGRAMMAZIONE SANITARIA 17 febbraio 2014, n. 26 Associazione Airone Onlus di Taranto

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 17 dicembre 2008 Istituzione del sistema informativo per il monitoraggio dell'assistenza domiciliare (GU n. 6 del 9-1-2009 ) IL MINISTRO

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Anno 2013 N. 88 Data 15/03/2013 AFFIDAMENTO INCARICO LIBERO PROFESSIONALE ALLA DOTT.SSA ARCANGELI TIZIANA IN ESITO A PROCEDURA

Dettagli

AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Bortolo Simoni, nominato con D.P.G.R. n. 228 del 29.12.

AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Bortolo Simoni, nominato con D.P.G.R. n. 228 del 29.12. Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

ACCORDO FRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

ACCORDO FRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale REGIONE Il, :PIEMONTE Regione Piemonte Direzione Cultura, Turismo e Sport ACCORDO FRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 363 del 09/09/2013

Delibera della Giunta Regionale n. 363 del 09/09/2013 Delibera della Giunta Regionale n. 363 del 09/09/2013 A.G.C. 17 Istr. Educ. Form. Prof. Pol. Giov.le del Forum Regionale Ormel Settore 5 Formazione professionale Oggetto dell'atto: APPROVAZIONE DI PERCORSI

Dettagli

16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422. Regione Lazio

16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422. Regione Lazio 16/09/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 74 - Supplemento n. 1 Pag. 261 di 422 Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 12 Turismo, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili SETTORE PROMOZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SETTORE (assunto il 12 Dicembre

Dettagli

*** NORMATTIVA - Stampa ***

*** NORMATTIVA - Stampa *** *** NORMATTIVA - Stampa *** Pagina 1 di 8 DECRETO LEGISLATIVO 3 ottobre 2009, n. 153 Individuazione di nuovi servizi erogati dalle farmacie nell'ambito del Servizio sanitario nazionale, nonche' disposizioni

Dettagli

o 91.,1 6 61 U. 2016 DCA n del..

o 91.,1 6 61 U. 2016 DCA n del.. o 91.,1 6 61 U. 2016 DCA n del.. Oggetto : P.O. 2016-2018: azione 2.4 Efficientamento della spesa e 2.4.1 Contenimento della spesa farmaceutica: appropriatezza prescrittiva - rimodulazione DPGR-CA 37/2014

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut. DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003 Supplemento straordinario n. 2 al n. 20 del 16 ottobre 2008 PartiIeII-Anno XXXIX REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 317 DEL 28/12/2012 Oggetto: Art.15 septies co.1 D.Lgs.502/92 e ss.mm.ii. Rinnovo incarico di lavoro subordinato a tempo determinato di Dirigente Medico disciplina

Dettagli

A relazione dell'assessore Cavallera:

A relazione dell'assessore Cavallera: REGIONE PIEMONTE BU30 25/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 9 luglio 2013, n. 1-6045 D.G.R. N. 6-5519 del 14/03/2013 "Programmazione sanitaria regionale. Interventi di revisione della rete ospedaliera

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 33 del 24-3-2016

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 33 del 24-3-2016 15408 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA E SPECIALISTI- CA ACCREDITAMENTO 15 marzo 2016, n. 53 D.G.R. n. 485 del 13.03.2012. Corso Triennale di Formazione Specifica

Dettagli

I AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO

I AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO 1 1 LEGGE REGIONALE 12 ottobre 1998, n. 34 #LR-ER-1998-34# NORME IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE IN ATTUAZIONE DEL D.P.R. 14 GENNAIO 1997, NONCHE'

Dettagli

- il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie ;

- il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie ; REGIONE ABRUZZO DELIBERAZIONE NR. 742 DEL 12/11/2012 GIUNTA REGIONALE Omissis LA GIUNTA REGIONALE Visti - il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 98 del 28 Giugno 2012

REGIONE CALABRIA. n. 98 del 28 Giugno 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualità di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario della Regione Calabria nominato

Dettagli

Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino. Deliberazione n. 578 del 14/10/2014

Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino. Deliberazione n. 578 del 14/10/2014 Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino Deliberazione n. 578 del 14/10/2014 OGGETTO: CONFERIMENTO DI N. 2 INCARICHI A TEMPO DETERMINATO SU POSTI DI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA, LE UNIVERSITA DI FIRENZE PISA E SIENA E LE AZIENDE OSPEDALIERO-UNIVERSITARIE PER LA IMPLEMENTAZIONE DELL ATTIVITA DI DIDATTICA E DI RICERCA ALL INTERNO DELLE

Dettagli

Regione Campania. Il Presidente

Regione Campania. Il Presidente Regione Campania Il Presidente Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di rientro del settore sanitario (Deliberazione Consiglio dei Ministri 23/4/2010) DECRETO n. 107 del 01.10.2014 OGGETTO:

Dettagli

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s)

n. 79 del 24 Novembre 2014 DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) DECRETO n. 141 del 31.10.2014 Rif. lettera s) Oggetto: Rimodulazione delle misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria.. PREMESSO che: a) con delibera del Consiglio dei Ministri in data

Dettagli