PROGETTO DEFINITIVO D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO DEFINITIVO D APPALTO"

Transcript

1 VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI SETTORE EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA NUOVE OPERE MANUTENZIONE STRAORDINARIA STABILI DI EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA SITI IN SETTIMO T.SE VIA FOGLIZZO 2-20 E C.SO PIEMONTE PROGETTO DEFINITIVO D APPALTO Gruppo di lavoro: Progettista opere architettoniche: Collaboratori: Progettista opere impiantistiche: Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione: Responsabile del Procedimento e Dirigente di Settore: Ing. Michele MOCCIOLA Arch. Sabina CALI Geom. Luca D ERRICO Arch. Cristian TARASCO P.I. Diego BOSSO Arch. Paola MONTRESOR Arch. Tiziana SCAVINO RELAZIONE DI DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IMPIANTO FOGNARIO Novembre 2008

2 Premessa La presente relazione idraulica svolge la funzione di progetto e verifica della rete di smaltimento delle acque meteoriche situata nel piazzale antistante i civici 46A, 46B, 48A e 48B di c.so Piemonte, nel comune di Settimo Torinese (TO). Descrizione dell area interessata dal nuovo intervento L area oggetto dell intervento di sistemazione si trova nel Comune di Settimo Torinese, a ridosso dell incrocio tra via Foglizzo e c.so Piemonte. In particolare l area in questione è destinata a parcheggio. Dal punto di vista altimetrico il terreno è pianeggiante. Con l intervento si prevede di effettuare il rifacimento del manto stradale del piazzale. Pertanto si provvederà anche a realizzare le pendenze necessarie per convogliare le acque meteoriche nei rispettivi punti di raccolta. A tal proposito la pendenza minima che dovrà avere il manto stradale sarà del 2%. Descrizione della rete di raccolta ed allontanamento delle acque meteoriche La rete di raccolta ed allontanamento delle acque meteoriche in progetto prevede la realizzazione di un collettore centrale disposto lungo la direttrice Sud-Nord dotato di una pendenza longitudinale dello 0.8%. Gli elementi superficiali di raccolta delle acque piovane sono costituiti da una serie di griglie in ghisa sferoidale su pozzetti aventi dimensioni interne 50x50 cm. Inoltre il collettore andrà a raccogliere le acque provenienti dai pluviali dell edificio e quelle provenienti dai tubi di drenaggio situati nella scarpata a ridosso dell edificio stesso. Procedendo verso nord all aumento delle aree di competenza corrisponde un incremento del diametro della tubazione del collettore. Le acque così raccolte verranno convogliate nel collettore fognario comunale situato su via Foglizzo. La scelta di tale collettore rispetto a quello su c.so Piemonte è stata determinata dalla scarsa profondità di quest ultimo oltre che dalla presenza di numerosi sottoservizi sul tratto di strada in questione. Portata di progetto Il dimensionamento della canalizzazione è stato calcolato basandosi sulla determinazione della portata pluviale da smaltire nelle condizioni più sfavorevoli. Trattandosi di un bacino di modesta estensione, si è adottato un metodo semplificato di calcolo delle portate assumendo una portata di progetto data dall espressione Q ϕ A u ψ d in cui d = d Q è la portata di progetto su cui sarà effettuato il dimensionamento della nostra rete ( m 3 / s) ϕ è il coefficiente di afflusso, funzione della tipologia dell area (più o meno impermeabile) 2 A è l area sottesa ( m ) u d è l intensità della pioggia ψ è il coefficiente di ritardo, pari nel nostro caso a 0.80, dedotto da letteratura. Intensità della pioggia Per valutare l intensità della pioggia ci si è riferiti ai dati statistici forniti dall Autorià di Bacino del fiume Po. In particolare, partendo da una serie storica di precipitazioni intense, sono stati determinati i valori delle curve di probabilità pluviometrica per tempi di ritorno pari a 20, 50, 100, 200 e 500 anni in alcune stazioni di rilevamento dislocate principalmente lungo il fiume Po. Tali curve sono della forma n h = a t in cui h è l altezza della pioggia espressa in mm t è la durata della pioggia espressa in ore a e n sono due coefficienti che caratterizzano la curva.

3 Partendo da tali dati è stata effettuata un interpolazione spaziale discretizzando il territorio dell intero bacino idrografico del fiume Po con una maglia quadrata di 2 km di lato. Per ogni cella sono stati assegnati così valori di a ed n specifici. L area oggetto delle relazione fa parte della cella AZ101. Per un tempo di ritorno pari a 20 anni, abbiamo una valore di a pari a ed un valore di n pari a Per una durata della pioggia critica pari a 15 minuti, otteniamo un intensità di progetto pari a n 1 ( ) u = a t = (0.25) = 124.9mm / h = 347.2ls ha d / Coefficiente di deflusso La determinazione del coefficiente di deflusso rappresenta il punto di maggiore incertezza nella determinazione della portata in quanto risulta difficile assegnare un valore ad un area con certe caratteristiche, inoltre fissate delle aree tipiche, è difficile stabilire a quale categoria esse appartengano per il fatto che risultano essere l insieme di tante aree minori di caratteristiche differenti. Babbit fornisce i seguenti valori: - Superfici di tetti impermeabili Pavimenti di asfalto ben tenuti Pavimenti in pietra, laterizi e legno con buone connessure a cemento Pavimenti in pietra, laterizi e legno con giunti aperti o non cementati Pavimenti a blocchi di non buona fattura Vie a macadam Strade e viali con ghiaietto Superfici non pavimentate, terreni non costruiti Parchi, giardini, prati, etc Aree boscose o foreste Sulla base di quanto sopra riportato, per i tetti si è assunto un coefficiente di deflusso pari a 0.95, per i pavimenti di asfalto un coefficiente pari a Per le scarpate a ridosso degli edifici si è assunto prudenzialmente un coefficiente pari a 0.4. Capacità di deflusso tubazioni Nel presente progetto saranno impiegati tubazioni in PVC conformi alla norma UNI EN , forniti di giunto a bicchiere con anello elastomerico, classe di resistenza SN pari a 4 kn/m 2. La capacità di deflusso delle tubazioni in PVC è stata calcolata applicando la formula di Chezy, secondo la quale Q = A v = A c R i i in cui: A è l area di deflusso v è la velocti`a di deflusso R i è il raggio idraulico i è la pendenza della tubazione, che nel nostro caso, per il collettore principale, è pari a 0.8%, per le diramazioni è pari all 1%. c è il coefficiente di attrito, dato da c = 100 m + R R i i in cui m è il coefficiente di scabrosità di Kutter che prudenzialmente nel nostro caso è stato assunto pari a Applicando tali formule, tubazione per tubazione sono state calcolate le tabelle allegate (vedi tabelle A1, A2, A3, A4 e A5) Nel dimensionamento della rete imponiamo che l altezza dell acqua nelle tubazioni sia inferiore al 70% del diametro interno della tubazione, di modo da avere un ulteriore margine di sicurezza. Prendendo per ciascuna tubazione i valori delle portate corrispondenti ad un altezza del 70 %, otteniamo la seguente tabella riepilogativa Tipologia DE [mm] i Q d [l/s] PVC % 6.63 PVC % 13.22

4 PVC % PVC % PVC % PVC % Progetto e verifica della rete di scarico La tabella B riporta per ciascun tratto della rete le superfici di competenza e le portate affluenti massime. Confrontando i valori delle portate affluenti con le capacità di deflusso delle tubazioni è stato possibile dimensionare la nostra rete di scarico. Di conseguenza, dal confronto con la tabella di cui al precedente paragrafo, è stato scelto il diametro della tubazione. L elaborato planimetrico riassume quanto sopra esposto. Allegati - Tabelle A1, A2, A3, A4, A5 - Tabella B - Planimetria rete smaltimento acque meteoriche

5 tabella A1 CALCOLO CAPACITA' DI SMALTIMENTO TUBO IN PVC DE 125 (SN 4 kn/m 2 ) r (raggio interno) [m] 0,0593 d (diametro interno) [m] 0,1186 m (coefficiente di scabrosità di Kutter) - sup liscia 0,25 i (pendenza) [%] 1,00% H max [m] 0,1186 h (altezza pelo a (Angolo al a (Angolo al Pb (Contorno A (area di deflusso) Ri (raggio c (coefficente di v (velocità di Q (portata) libero) [m] centro) [rad] centro) [ ] bagnato) [m] [m] idraulico) [m] attrito) deflusso) [m/s] [m3/s] Q (portata) [l/s] 0 0 0,00 0,0000 0,0000 0,0000 0,000 0,000 0, ,000 0, , ,68 0,0535 0,0002 0, ,906 0,124 0, ,026 0, , ,74 0,0763 0,0006 0, ,771 0,224 0, ,129 0, , ,15 0,0943 0,0010 0, ,568 0,310 0, ,322 0, , ,26 0,1100 0,0016 0, ,358 0,387 0, ,609 0, , ,00 0,1242 0,0022 0, ,533 0,455 0, ,984 0, , ,84 0,1375 0,0028 0, ,287 0,517 0, ,440 0, , ,08 0,1502 0,0034 0, ,731 0,572 0, ,970 0, , ,93 0,1624 0,0041 0, ,935 0,621 0, ,561 0, , ,52 0,1744 0,0048 0, ,942 0,664 0, ,202 0,0593 3, ,00 0,1863 0,0055 0, ,785 0,702 0, ,879 0, , ,48 0,1982 0,0062 0, ,485 0,735 0, ,578 0, , ,07 0,2102 0,0069 0, ,058 0,763 0, ,282 0, , ,92 0,2224 0,0076 0, ,511 0,786 0, ,974 0, , ,16 0,2351 0,0083 0, ,849 0,803 0, ,634 0, , ,00 0,2484 0,0089 0, ,073 0,815 0, ,241 0, , ,74 0,2626 0,0095 0, ,174 0,820 0, ,770 0, , ,85 0,2783 0,0100 0, ,137 0,818 0, ,188 0, , ,26 0,2963 0,0105 0, ,923 0,807 0, ,451 0, , ,32 0,3191 0,0108 0, ,438 0,782 0, ,480 0,1186 6, ,00 0,3726 0,0110 0, ,785 0,702 0, ,758

6 Q (portata) [m 3 /s] 0, , , , , , , , , , ,02 0,04 0,06 0,08 0,1 0,12 0,14

7 tabella A2 CALCOLO CAPACITA' DI SMALTIMENTO TUBO IN PVC DE 160 (SN 4 kn/m 2 ) r (raggio interno) [m] 0,076 d (diametro interno) [m] 0,152 m (coefficiente di scabrosità di Kutter) - sup liscia 0,25 i (pendenza) [%] 1,00% H max [m] 0,152 h (altezza pelo a (Angolo al a (Angolo al Pb (Contorno A (area di deflusso) Ri (raggio c (coefficente di v (velocità di Q (portata) libero) [m] centro) [rad] centro) [ ] bagnato) [m] [m] idraulico) [m] attrito) deflusso) [m/s] [m 3 /s] Q (portata) [l/s] 0 0 0,00 0,0000 0,0000 0,0000 0,000 0,000 0, ,000 0,0076 0, ,68 0,0686 0,0003 0, ,958 0,154 0, ,052 0,0152 1, ,74 0,0978 0,0009 0, ,215 0,277 0, ,262 0,0228 1, ,15 0,1209 0,0017 0, ,216 0,383 0, ,653 0,0304 1, ,26 0,1409 0,0026 0, ,130 0,476 0, ,229 0,038 2, ,00 0,1592 0,0035 0, ,389 0,558 0, ,980 0,0456 2, ,84 0,1762 0,0046 0, ,201 0,632 0, ,893 0,0532 2, ,08 0,1924 0,0057 0, ,687 0,698 0, ,949 0,0608 2, ,93 0,2082 0,0068 0, ,921 0,756 0, ,127 0,0684 2, ,52 0,2235 0,0079 0, ,952 0,808 0, ,403 0,076 3, ,00 0,2388 0,0091 0, ,812 0,854 0, ,749 0,0836 3, ,48 0,2540 0,0102 0, ,525 0,893 0, ,136 0,0912 3, ,07 0,2694 0,0114 0, ,107 0,927 0, ,534 0,0988 3, ,92 0,2851 0,0125 0, ,567 0,954 0, ,907 0,1064 3, ,16 0,3013 0,0136 0, ,911 0,974 0, ,217 0,114 4, ,00 0,3183 0,0146 0, ,137 0,988 0, ,423 0,1216 4, ,74 0,3366 0,0156 0, ,240 0,994 0, ,473 0,1292 4, ,85 0,3566 0,0164 0, ,202 0,992 0, ,307 0,1368 4, ,26 0,3797 0,0172 0, ,986 0,979 0, ,836 0,1444 5, ,32 0,4090 0,0178 0, ,494 0,949 0, ,904 0,152 6, ,00 0,4775 0,0181 0, ,812 0,854 0, ,498

8 Q (portata) [m 3 /s] 0, , , , , , , , , , ,02 0,04 0,06 0,08 0,1 0,12 0,14 0,16

9 tabella A3 CALCOLO CAPACITA' DI SMALTIMENTO TUBO IN PVC DE 200 (SN 4 kn/m 2 ) r (raggio interno) [m] 0,0951 d (diametro interno) [m] 0,1902 m (coefficiente di scabrosità di Kutter) - sup liscia 0,25 i (pendenza) [%] 0,80% H max [m] 0,1902 h (altezza pelo a (Angolo al a (Angolo al Pb (Contorno A (area di deflusso) Ri (raggio c (coefficente di v (velocità di Q (portata) libero) [m] centro) [rad] centro) [ ] bagnato) [m] [m] idraulico) [m] attrito) deflusso) [m/s] [m3/s] Q (portata) [l/s] 0 0 0,00 0,0000 0,0000 0,0000 0,000 0,000 0, ,000 0, , ,68 0,0858 0,0005 0, ,939 0,168 0, ,089 0, , ,74 0,1224 0,0015 0, ,539 0,300 0, ,444 0, , ,15 0,1513 0,0027 0, ,711 0,413 0, ,103 0, , ,26 0,1764 0,0040 0, ,725 0,511 0, ,067 0, , ,00 0,1992 0,0056 0, ,048 0,598 0, ,323 0, , ,84 0,2205 0,0072 0, ,903 0,676 0, ,845 0, , ,08 0,2408 0,0089 0, ,418 0,745 0, ,602 0, , ,93 0,2605 0,0106 0, ,673 0,807 0, ,560 0, , ,52 0,2797 0,0124 0, ,718 0,861 0, ,677 0,0951 3, ,00 0,2988 0,0142 0, ,588 0,909 0, ,908 0, , ,48 0,3178 0,0160 0, ,308 0,950 0, ,208 0, , ,07 0,3371 0,0178 0, ,895 0,984 0, ,522 0, , ,92 0,3567 0,0196 0, ,358 1,013 0, ,796 0, , ,16 0,3770 0,0212 0, ,704 1,034 0, ,967 0, , ,00 0,3984 0,0229 0, ,932 1,048 0, ,964 0, , ,74 0,4212 0,0244 0, ,035 1,055 0, ,706 0, , ,85 0,4462 0,0257 0, ,997 1,053 0, ,092 0, , ,26 0,4751 0,0269 0, ,780 1,039 0, ,979 0, , ,32 0,5117 0,0279 0, ,285 1,008 0, ,106 0,1902 6, ,00 0,5975 0,0284 0, ,588 0,909 0, ,817

10 Q (portata) [m 3 /s] 0, , , , , , , ,02 0,04 0,06 0,08 0,1 0,12 0,14 0,16 0,18 0,2

11 tabella A4 CALCOLO CAPACITA' DI SMALTIMENTO TUBO IN PVC DE 250 (SN 4 kn/m 2 ) r (raggio interno) [m] 0,1188 d (diametro interno) [m] 0,2376 m (coefficiente di scabrosità di Kutter) - sup liscia 0,25 i (pendenza) [%] 0,80% H max [m] 0,2376 h (altezza pelo a (Angolo al a (Angolo al Pb (Contorno A (area di deflusso) Ri (raggio c (coefficente di v (velocità di Q (portata) libero) [m] centro) [rad] centro) [ ] bagnato) [m] [m] idraulico) [m] attrito) deflusso) [m/s] [m3/s] Q (portata) [l/s] 0 0 0,00 0,0000 0,0000 0,0000 0,000 0,000 0, ,000 0, , ,68 0,1072 0,0008 0, ,023 0,205 0, ,170 0, , ,74 0,1529 0,0023 0, ,949 0,362 0, ,835 0, , ,15 0,1890 0,0042 0, ,273 0,495 0, ,065 0, , ,26 0,2203 0,0063 0, ,373 0,611 0, ,859 0,0594 2, ,00 0,2488 0,0087 0, ,746 0,714 0, ,186 0, , ,84 0,2754 0,0112 0, ,633 0,805 0, ,001 0, , ,08 0,3008 0,0138 0, ,169 0,885 0, ,245 0, , ,93 0,3254 0,0166 0, ,436 0,957 0, ,853 0, , ,52 0,3494 0,0194 0, ,489 1,021 0, ,751 0,1188 3, ,00 0,3732 0,0222 0, ,364 1,076 0, ,856 0, , ,48 0,3970 0,0250 0, ,087 1,124 0, ,083 0, , ,07 0,4211 0,0278 0, ,675 1,164 0, ,336 0, , ,92 0,4456 0,0305 0, ,139 1,197 0, ,513 0, , ,16 0,4710 0,0332 0, ,485 1,222 0, ,501 0,1782 4, ,00 0,4976 0,0357 0, ,713 1,238 0, ,172 0, , ,74 0,5261 0,0380 0, ,816 1,246 0, ,379 0, , ,85 0,5575 0,0402 0, ,778 1,243 0, ,935 0, , ,26 0,5935 0,0420 0, ,561 1,227 0, ,581 0, , ,32 0,6393 0,0435 0, ,065 1,192 0, ,845 0,2376 6, ,00 0,7464 0,0443 0, ,364 1,076 0, ,713

12 Q (portata) [m 3 /s] 0, , , , , , , ,05 0,1 0,15 0,2 0,25

13 tabella A5 CALCOLO CAPACITA' DI SMALTIMENTO TUBO IN PVC DE 315 (SN 4 kn/m 2 ) r (raggio interno) [m] 0,1498 d (diametro interno) [m] 0,2996 m (coefficiente di scabrosità di Kutter) - sup liscia 0,25 i (pendenza) [%] 0,80% H max [m] 0,2996 h (altezza pelo a (Angolo al a (Angolo al Pb (Contorno A (area di deflusso) Ri (raggio c (coefficente di v (velocità di Q (portata) libero) [m] centro) [rad] centro) [ ] bagnato) [m] [m] idraulico) [m] attrito) deflusso) [m/s] [m3/s] Q (portata) [l/s] 0 0 0,00 0,0000 0,0000 0,0000 0,000 0,000 0, ,000 0, , ,68 0,1351 0,0013 0, ,316 0,250 0, ,330 0, , ,74 0,1928 0,0037 0, ,559 0,439 0, ,610 0, , ,15 0,2383 0,0066 0, ,021 0,597 0, ,959 0, , ,26 0,2778 0,0100 0, ,192 0,734 0, ,370 0,0749 2, ,00 0,3137 0,0138 0, ,604 0,855 0, ,783 0, , ,84 0,3473 0,0178 0, ,513 0,962 0, ,107 0, , ,08 0,3793 0,0220 0, ,060 1,057 0, ,232 0, , ,93 0,4103 0,0263 0, ,332 1,141 0, ,033 0, , ,52 0,4406 0,0308 0, ,386 1,215 0, ,370 0,1498 3, ,00 0,4706 0,0352 0, ,261 1,279 0, ,093 0, , ,48 0,5006 0,0397 0, ,982 1,335 0, ,037 0, , ,07 0,5309 0,0442 0, ,567 1,382 0, ,029 0, , ,92 0,5619 0,0485 0, ,029 1,420 0, ,875 0, , ,16 0,5939 0,0527 0, ,372 1,449 0, ,367 0,2247 4, ,00 0,6275 0,0567 0, ,598 1,468 0, ,267 0, , ,74 0,6634 0,0605 0, ,701 1,477 0, ,301 0, , ,85 0,7029 0,0639 0, ,663 1,474 0, ,123 0, , ,26 0,7484 0,0668 0, ,448 1,455 0, ,250 0, , ,32 0,8061 0,0692 0, ,955 1,414 0, ,804 0,2996 6, ,00 0,9412 0,0705 0, ,261 1,279 0, ,185

14 Q (portata) [m 3 /s] 0, , , , , , , ,05 0,1 0,15 0,2 0,25 0,3 0,35

15 tabella B CALCOLO PORTATA DI PROGETTO Pozzetto A' [m 2 ] A [m 2 ] ϕ A red [m 2 ] Portata [l/s] DE [mm] C ,9 101,7 2, C ,9 183,6 5, C ,9 82,8 2, C ,9 166,5 4, C ,6 C ,5 C ,9 98,1 2, pl ,95 74,1 2, P ,3 14, C ,9 86,4 2, C ,9 169,2 4, P ,3 C ,2 dren ,4 6,4 0, P ,9 19, C ,9 86,4 2, C ,9 171,9 4, P ,9 C ,9 pl ,95 146,3 4, dren ,4 31,2 0, P ,3 29, C ,9 101,7 2, C ,9 202,5 5, P ,3 C ,5 P ,8 34, C ,9 100,8 2, C , , C ,9 86,4 2, C ,9 172,8 4, P ,8 C C ,8 dren ,4 31,2 0, pl , , P ,9 1775,8 49, P ,8 dren ,4 31,2 0, pl , , P , C ,9 81,9 2, C ,9 163,8 4, P ,8 C ,8 C ,9 101,7 2, C ,9 72 2, pl ,95 72,2 2, dren ,4 6,4 0, P ,9 2191,9 60,

RELAZIONE IDRAULICA 1. Generalità

RELAZIONE IDRAULICA 1. Generalità RELAZIONE IDRAULICA 1. Generalità Oggetto della presente relazione è il dimensionamento delle rete di fognatura delle acque bianche proveniente dalla realizzazione di un nuovo piazzale all interno del

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO D APPALTO

PROGETTO DEFINITIVO D APPALTO VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI SETTORE EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA NUOVE OPERE MANUTENZIONE STRAORDINARIA STABILI DI EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA SITI IN SETTIMO T.SE VIA FOGLIZZO -0 E C.SO PIEMONTE

Dettagli

RELAZIONE IDROLOGICA IDRAULICA

RELAZIONE IDROLOGICA IDRAULICA RELAZIONE IDROLOGICA IDRAULICA 1. PREMESSA In relazione ai lavori di realizzazione della nuova rotatoria sulla S.S. 16 Adriatica al km 326+040 in corrispondenza dell intersezione con la S.P. 24 Bellaluce

Dettagli

PREMESSA... 3 INQUADRAMENTO IDRAULICO DELL AREA... 5 CALCOLO DELLA PORTATA TOTALE (METEORICA + NERA)... 8 DIMENSIONAMENTO TUBAZIONI...

PREMESSA... 3 INQUADRAMENTO IDRAULICO DELL AREA... 5 CALCOLO DELLA PORTATA TOTALE (METEORICA + NERA)... 8 DIMENSIONAMENTO TUBAZIONI... RELAZIONE IDRAULICA per il dimensionamento del sistema di smaltimento delle acque miste (meteoriche e reflue) derivanti da nuova lottizzazione in Loc. Viustino, San Giorgio piacentino (PC) INDICE PREMESSA...

Dettagli

AMBITO CENTRO STORICO

AMBITO CENTRO STORICO COMUNE DI CERVIA Provincia di Ravenna AMBITO CENTRO STORICO COORDINAMENTO GENERALE DIREZIONE DELLE SALINE RETI DI SCARICO ACQUE METEORICHE E NERE C O M U N E D I C E R V I A INTERVENTO EX DIREZIONE DELLE

Dettagli

COMUNE DI TROFARELLO PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA REGIONE PIEMONTE. Novembre 2016 Rev. 0

COMUNE DI TROFARELLO PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA REGIONE PIEMONTE. Novembre 2016 Rev. 0 REGIONE PIEMONTE SISTEMAZIONE IDRAULICA DI VIA DUCA DEGLI ABRUZZI, VIA VITTORIO VENETO, VIE INTERNE VIA TORINO E LARGO DONATORI DI SANGUE E PRESCRIZIONI SULLE RELATIVE SISTEMAZIONI STRADALI LOTTO D RELAZIONE

Dettagli

Impianto di scarico meteorico - Calcoli esecutivi

Impianto di scarico meteorico - Calcoli esecutivi 1. PREMESSA...2 2. RETI DI SCARICO ACQUE METEORICHE...3 2.1 Norme di riferimento...3 2.2 Portata di scorrimento di acque meteoriche...3 2.3 Intensità di precipitazione, r...3 2.4 Valutazione del coefficiente

Dettagli

ADEGUAMENTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA EX SS

ADEGUAMENTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA EX SS PROVINCIA DI CHIETI PROGETTO ESECUTIVO ADEGUAMENTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA EX SS 524 LANCIANO FOSSACESIA CON SISTEMAZIONE INTERSEZIONE A RASO NELL ABITATO DI MOZZAGROGNA ataengineering via Alto Adige,

Dettagli

MODIFICHE AL TRACCIATO DELLA S.S.

MODIFICHE AL TRACCIATO DELLA S.S. INDICE PREMESSA 1 1. MODIFICHE AL TRACCIATO DELLA S.S. 125 2 1.1 Dimensionamento e verifica dei tubolari... 2 2. PROLUNGAMENTO DELLA PISTA AEROPORTUALE 4 2.1 Schemi di calcolo, dimensionamenti e verifiche...

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA PROGETTO DEFINITIVO VERIFICHE IDROGEOLOGICHE. I e II TRATTO ING. MARIO ADDARIO ARCH. ORAZIA TRIBASTONE SCALA DATA

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA PROGETTO DEFINITIVO VERIFICHE IDROGEOLOGICHE. I e II TRATTO ING. MARIO ADDARIO ARCH. ORAZIA TRIBASTONE SCALA DATA PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA PROGETTO: SISTEMAZIONE DELLA S.P. 45 "BUGILFEZZA - POZZALLO. TRATTI COMPRESI DAL KM 5+250 AL KM 5+550 E DAL KM 6+800 AL KM 7+000". PROGETTO DEFINITIVO TITOLO: VERIFICHE IDROGEOLOGICHE.

Dettagli

CITTÀ DI ARONA Provincia di Novara

CITTÀ DI ARONA Provincia di Novara CITTÀ DI ARONA Provincia di Novara SETTORE 2 - GESTIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Servizio I Manutenzioni e Lavori Pubblici AREA PARCHEGGIO EX SCALO FERROVIARIO Realizzazione lavori PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

INTERVENTI URGENTI PER LA SICUREZZA E PER IL RIPRISTINO DI INFRASTRUTTURE PER OPERE PUBBLICHE DANNEGGIATE DALL'ALLUVIONE DEL NOVEMBRE 2013

INTERVENTI URGENTI PER LA SICUREZZA E PER IL RIPRISTINO DI INFRASTRUTTURE PER OPERE PUBBLICHE DANNEGGIATE DALL'ALLUVIONE DEL NOVEMBRE 2013 COMUNE DI SOLARUSSA INTERVENTI URGENTI PER LA SICUREZZA E PER IL RIPRISTINO DI INFRASTRUTTURE PER OPERE PUBBLICHE DANNEGGIATE DALL'ALLUVIONE DEL 18-19 NOVEMBRE 2013 PROGETTO DEFINITIVO ALL. C RELAZIONE

Dettagli

POLIGONALE ESTERNA DI BARI S.P. 92 "BITRITTO - MODUGNO" ADEGUAMENTO FUNZIONALE ED AMPLIAMENTO DEL TRATTO DAL KM AL KM 1+250

POLIGONALE ESTERNA DI BARI S.P. 92 BITRITTO - MODUGNO ADEGUAMENTO FUNZIONALE ED AMPLIAMENTO DEL TRATTO DAL KM AL KM 1+250 S.P. 92 "BITRITTO - MODUGNO" ADEGUAMENTO FUNZIONALE ED AMPLIAMENTO DEL TRATTO DAL KM 0+000 AL KM 1+250 RELAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA 1. PREMESSA Nella presente relazione viene riportato lo studio

Dettagli

RELATIVO ALLA SCHEDA NORMA 7.9 PER AREE DI TRASFORMAZIONE POSTA IN PISA VIA VENEZIA GIULIA

RELATIVO ALLA SCHEDA NORMA 7.9 PER AREE DI TRASFORMAZIONE POSTA IN PISA VIA VENEZIA GIULIA P A S Q U A L E C O V I E L L O I N G E G N E R E P I A N O A T T U A T I V O RELATIVO ALLA SCHEDA NORMA 7.9 PER AREE DI TRASFORMAZIONE POSTA IN PISA VIA VENEZIA GIULIA di proprietà Ferrari Bruno ed altri

Dettagli

COMUNE DI NOLE (Capofila)

COMUNE DI NOLE (Capofila) COMUNE DI NOLE (Capofila) Provincia di Torino INTEGRZIONE CONNESSIONE CICLOPEDONLE LUNGO L FSCI FLUVILE STUDIO IDROLOGICO IDRULICO TRTTO DI CUNETT STRDLE INTUBT IN COMUNE DI CIRIE FRZIONE VSTLL * * * *

Dettagli

RELAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA

RELAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA RELAZIONE DI COMPATIBILITA IDRAULICA 1. PREMESSA Nella presente relazione viene riportato lo studio idrologico ed idraulico relativo al reticolo idrografico interferente con la strada di collegamento tra

Dettagli

OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE

OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE Comune di ARQUA POLESINE Comune di VILLAMARZANA OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE VARIANTE MARZO 2014 INTERNA ALLA ZONIZZAZIONE DEL PIANO PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DENOMINATO MACROAREA S.S. 434-TRANSPOLESANA

Dettagli

COMUNE DI JESOLO. OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr.

COMUNE DI JESOLO. OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr. COMUNE DI JESOLO OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr.11, Ambito 44 DIMENSIONAMENTO RETE ACQUE BIANCHE Il Tecnico Studio

Dettagli

Doc. ES RSC-IF. Relazione Specialistica e Calcoli Esecutivi. Dirigente Settore LL.PP. Ing. Silvano TEMPO

Doc. ES RSC-IF. Relazione Specialistica e Calcoli Esecutivi. Dirigente Settore LL.PP. Ing. Silvano TEMPO UFFICIO PROGETTAZIONE SETTORE LL.PP. CIMITERO COMUNALE AMPLIAMENTO EST REALIZZAZIONE BLOCCO LOCULI L2 - CAMPO 9 Doc. ES RSC-IF Relazione Specialistica e Calcoli Esecutivi DATA 01 Ottobre 2015 SCALA - REV.

Dettagli

RISANAMENTO FOGNARIO RIMINI ISOLA 1^ INTERVENTO URGENTE PER IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO IN VIA CARLO ZAVAGLI RELAZIONE IDROLOGICO - IDRAULICA

RISANAMENTO FOGNARIO RIMINI ISOLA 1^ INTERVENTO URGENTE PER IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO IN VIA CARLO ZAVAGLI RELAZIONE IDROLOGICO - IDRAULICA RISANAMENTO FOGNARIO RIMINI ISOLA 1^ INTERVENTO URGENTE PER IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO IN VIA CARLO ZAVAGLI RELAZIONE IDROLOGICO - IDRAULICA AREA DA DRENARE... 3 CALCOLO DELLE PORTATE... 3 INTERVENTO IN

Dettagli

definizione della curva di probabilità pluviometrica;

definizione della curva di probabilità pluviometrica; Indice 1 Premessa... 1 2 Calcolo della portata massima delle acque meteoriche... 1 3 Modello di trasformazione afflussi/deflussi... 3 4 Rete per l allontanamento delle acque bianche... 5 1 Premessa Per

Dettagli

SCHEMI TIPICI DI PIANIFICAZIONE

SCHEMI TIPICI DI PIANIFICAZIONE Allegato 5 CRITERI PER IL DIMENSIONAMENTO E LA GESTIONE DELLE OPERE DI LAMINAZIONE E POTENZIAMENTO DELLA RETE, PER NUOVI INSEDIAMENTI, INDUSTRIALI, COMMERCIALI E RESIDENZIALI. Questo documento può essere

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE. AdT 4

OPERE DI URBANIZZAZIONE. AdT 4 Comune di MONIGA DEL GARDA Provincia di Brescia OPERE DI URBANIZZAZIONE AdT 4 COMM. SIG. VEZZOLA IMER STEFANO DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IDRAULICA RETE FOGNARIA RELAZIONE TECNICA - MARZO 2015- 1. PREMESSA

Dettagli

Adozione C.C. n. 51 del

Adozione C.C. n. 51 del Adozione C.C. n. 51 del 05.08.2008 Approvazione C.C. n. 5 del 05.03.2009 RELAZIONE GENERALITA I partecipanti al P.O.C. della frazione Scipione Ponte hanno affidato l incarico allo scrivente per la redazione

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE DELLA RETE DI RACCOLTA DELLE ACQUE METEORICHE DEL PARCHEGGIO DI PROGETTO...

INDICE 1. PREMESSA CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE DELLA RETE DI RACCOLTA DELLE ACQUE METEORICHE DEL PARCHEGGIO DI PROGETTO... INDICE 1. PREMESSA... 2 2. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE DELLA RETE DI RACCOLTA DELLE ACQUE METEORICHE DEL PARCHEGGIO DI PROGETTO... 3 3. METODO DI CALCOLO UTILIZZATO PER LA VERIFICA DELLE TUBAZIONI... 4

Dettagli

Portate di tempo asciutto / acque luride o nere

Portate di tempo asciutto / acque luride o nere Portate di tempo asciutto / acque luride o nere Le portate di tempo asciutto sono quelle che provengono: dagli scarichi delle utenze servite dall acquedotto civile (domestiche, pubbliche, commerciali,

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA DESCRIZIONE DELLE OPERE IN PROGETTO CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI SMALTIMENTO DIMENSIONAMENTO FOGNATURE...

INDICE 1. PREMESSA DESCRIZIONE DELLE OPERE IN PROGETTO CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI SMALTIMENTO DIMENSIONAMENTO FOGNATURE... INDICE 1. PREMESSA...2 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE IN PROGETTO...3 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI SMALTIMENTO...5 4. DIMENSIONAMENTO FOGNATURE...7 4.1 DEFINIZIONE DELLA CURVA DI POSSIBILITÀ PLUVIOMETRICA...7

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA SU AREA DI PROGETTO S1.B4.02 E S1.B4 PROGETTO PRELIMINARE

COMUNE DI MONTESCUDO PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA SU AREA DI PROGETTO S1.B4.02 E S1.B4 PROGETTO PRELIMINARE Studio di ingegneria Ing. Paradisi Mario Ing. Rossi Andrea Ing. Talacci Andrea COMUNE DI MONTESCUDO PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA SU AREA DI PROGETTO S1.B4.02 E S1.B4 PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE LEGGE 457/78 7 Biennio Ex Programma di intervento n.7071-7111

PROGRAMMA REGIONALE LEGGE 457/78 7 Biennio Ex Programma di intervento n.7071-7111 Tav: Revisione: AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI TORINO Corso Dante, 14-10134 Torino P. I.V.A.: 00499000016 C0727001 1 Internet: http:// www.atc.torino.it E-mail: costruzioni@atc.torino.it

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale

COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale INTERVENTI URGENTI PER DISSESTO IDROGEOLOGICO DEL TERRITORIO (LOCALITA VERGIANO)

Dettagli

STUDIO TERMOTECNICO PANINI P.I. GIULIANO

STUDIO TERMOTECNICO PANINI P.I. GIULIANO STUDIO TERMOTECNICO PANINI P.I. GIULIANO Via Emilia Est n.575, 41122 Modena (MO) - Tel./Fax 059/364477 - Cell. 335/5241284 Mail: studio.panini@gmail.com - Pec: giuliano.panini@pec.eppi.it - www.studiopanini.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DIMENSIONAMENTO DI MASSIMA DI UNA VASCA DI LAMINAZIONE SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRENTO

ISTRUZIONI PER IL DIMENSIONAMENTO DI MASSIMA DI UNA VASCA DI LAMINAZIONE SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRENTO ISTRUZIONI PER IL DIMENSIONAMENTO DI MASSIMA DI UNA VASCA DI LAMINAZIONE SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRENTO Versione Gennaio 2011 SERVIZIO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA Ufficio Reti Idrauliche 1. Introduzione

Dettagli

INDICE RELAZIONE DI CALCOLO PREMESSE DESCRIZIONE OPERE E CARATTERISTICHE DIMENSIONALI CALCOLO VASCA DI LAMINAZIONE...

INDICE RELAZIONE DI CALCOLO PREMESSE DESCRIZIONE OPERE E CARATTERISTICHE DIMENSIONALI CALCOLO VASCA DI LAMINAZIONE... INDICE RELAZIONE DI CALCOLO... 3 1. PREMESSE... 3 2. DESCRIZIONE OPERE E CARATTERISTICHE DIMENSIONALI... 3 3. CALCOLO VASCA DI LAMINAZIONE... 4 3.1.1 TRATTO 01... 4 3.1.2 TRATTO 02... 5 3.1.3 TRATTO 03...

Dettagli

Fissata una riserva pari a 12 ore, dimensionare il volume del serbatoio cittadino.

Fissata una riserva pari a 12 ore, dimensionare il volume del serbatoio cittadino. Lo schema di acquedotto esterno allegato alimenta un insediamento urbano di nuova realizzazione. La popolazione prevista è di 7560 abitanti. Viene stabilita una dotazione idrica giornaliera di 400 lt pro

Dettagli

MA NEI PICCOLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE O DI NUOVA COSTRUZIONE O ADDIRITTURA DI QUAL E IL SISTEMA PIU EFFICACE E IMMEDIATO?

MA NEI PICCOLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE O DI NUOVA COSTRUZIONE O ADDIRITTURA DI QUAL E IL SISTEMA PIU EFFICACE E IMMEDIATO? MA NEI PICCOLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE O DI NUOVA COSTRUZIONE O ADDIRITTURA DI DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE QUAL E IL SISTEMA PIU EFFICACE E IMMEDIATO? 1 Realizzare una vasca di prima pioggia, i

Dettagli

C O M U N E D I A C Q U A L A G N A Provincia di Pesaro e Urbino

C O M U N E D I A C Q U A L A G N A Provincia di Pesaro e Urbino C O M U N E D I A C Q U A L A G N A Provincia di Pesaro e Urbino REALIZZAZIONE IMPIANTO DI VERNICIATURA INDUSTRIALE A POLVERE PROCEDIMENTO UNICO VIA - IPPC Committente : METALLI PLASTIFICATI S.r.l. RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale

COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale COMUNE DI RIMINI Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Settore Infrastrutture e Grande Viabilità U.O. Qualità Ambientale REALIZZAZIONE DI CANALE SCOLMATORE DA VIA SANTA MARIA IN CERRETO FINO ALLO

Dettagli

COMUNE DI AREZZO AREA STRATEGICA DI TRASFORMAZIONE ATS 0602 ANTRIA

COMUNE DI AREZZO AREA STRATEGICA DI TRASFORMAZIONE ATS 0602 ANTRIA COMUNE DI AREZZO AREA STRATEGICA DI TRASFORMAZIONE ATS 0602 ANTRIA PROGETTO DELLE OPERE DI APPROVVIGIONAMENTO IDRICO, DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE NERE E DELLE ACQUE PIOVANE RELAZIONE TECNICA GENERALE L

Dettagli

RELAZIONE E CALCOLO INVARIANZA

RELAZIONE E CALCOLO INVARIANZA COMUNE DI CESENA (Provincia di Forlì - Cesena) TAV 26 Oggetto: RELAZIONE E CALCOLO INVARIANZA allegata alla presentazione del Piano Attuativo di iniziativa privata. Aree di connessione dei margini urbani

Dettagli

DIMENSIONAMENTO IDROLOGICO IDRAULICO DEI PRINCIPALI CANALI ED ATTRAVERSAMENTI IN CONDOTTA DI PROGETTO

DIMENSIONAMENTO IDROLOGICO IDRAULICO DEI PRINCIPALI CANALI ED ATTRAVERSAMENTI IN CONDOTTA DI PROGETTO DIMENSIONAMENTO IDROLOGICO IDRAULICO DEI PRINCIPALI CANALI ED ATTRAVERSAMENTI IN CONDOTTA DI PROGETTO Il rapporto tra l intervento di realizzazione del ciclodromo progettato e l assetto idrografico di

Dettagli

COMUNE DI ORTACESUS PROVINCIA DI CAGLIARI. Oggetto:

COMUNE DI ORTACESUS PROVINCIA DI CAGLIARI. Oggetto: COMUNE DI ORTACESUS PROVINCIA DI CAGLIARI STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA - DOTT. ING. GIUSEPPE FANNI Via Ogliastra n. 37-09121 CAGLIARI TEL. / FAX 070-285855 - CELL.3497823004 Oggetto: REALIZZAZIONE DI UN

Dettagli

Dimensionamento secondo la norma europea UNI EN

Dimensionamento secondo la norma europea UNI EN 1 PREMESSA Dimensionamento secondo la norma europea UNI EN 12056-3 Il dimensionamento dei sistemi di captazione, raccolta e smaltimento delle acque meteoriche ha come obiettivo una corretta gestione delle

Dettagli

NUOVO CENTRO CIVICO - BIBLIOTECA COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

NUOVO CENTRO CIVICO - BIBLIOTECA COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO Città di Arese ( MI ) OPERA PUBBLICA IN ATTUAZIONE CONVENZIONE DEL 28-12-2012 RELATIVA AL PIANO ATTUATIVO DEL SUB AMBITO C 1 / B NUOVO CENTRO CIVICO - BIBLIOTECA COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA RETE DI RACCOLTA ACQUE METEORICHE E RETE ACQUE NERE

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA RETE DI RACCOLTA ACQUE METEORICHE E RETE ACQUE NERE All. 06 DUE s.r.l. PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT 04 CORTE BASSA/SP 115 UMI 2 RELAZIONE TECNICA IDRAULICA RETE DI RACCOLTA ACQUE METEORICHE E RETE ACQUE NERE 1 STUDIO DI ARCHITETTURA ROZZA

Dettagli

1 PREMESSA. Quadrilatero Marche-Umbria Maxilotto 1 1 Sublotto 2.1

1 PREMESSA. Quadrilatero Marche-Umbria Maxilotto 1 1 Sublotto 2.1 1 PREMESSA La presente relazione riporta la verifica idraulica dei tombini idraulici posti lungo il Ramo H (strada di collegamento tra la S.S. 7 e la S.P. 441 in prossimità dell abitato di Colfiorito).

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA IMPIANTO IDRICO-SANITARIO E DI SCARICO FOGNARIO IMPIANTO INNAFFIAMENTO GIARDINI... 4

INDICE 1. PREMESSA IMPIANTO IDRICO-SANITARIO E DI SCARICO FOGNARIO IMPIANTO INNAFFIAMENTO GIARDINI... 4 INDICE 1. PREMESSA... 2 3. IMPIANTO IDRICO-SANITARIO E DI SCARICO FOGNARIO... 2 4. IMPIANTO INNAFFIAMENTO GIARDINI... 4 1. PREMESSA La presente relazione tecnica descrive gli impianti elettrici, idrico-sanitari,

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA OPERE DI REALIZZAZIONE DELL'UNDICESIMO LOTTO DI LOCULI CIMITERIALI PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI

COMUNE DI VOLVERA OPERE DI REALIZZAZIONE DELL'UNDICESIMO LOTTO DI LOCULI CIMITERIALI PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI COMUNE DI VOLVERA PROVINCIA DI TORINO OPERE DI REALIZZAZIONE DELL'UNDICESIMO LOTTO DI LOCULI CIMITERIALI PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO (DPR 05.10.2010 n.207) 04 CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI DATA DOTT.ARCH.

Dettagli

A.1. PREMESSA. Lo scopo del Piano di Manutenzione è quello di costituire uno strumento di guida agli

A.1. PREMESSA. Lo scopo del Piano di Manutenzione è quello di costituire uno strumento di guida agli A.1. PREMESSA A.1.1. SCOPI E FINALITÀ DEL PIANO DI MANUTENZIONE Lo scopo del Piano di Manutenzione è quello di costituire uno strumento di guida agli interventi necessari al mantenimento ed alla salvaguardia

Dettagli

COMUNE DI JESOLO. OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr.

COMUNE DI JESOLO. OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr. COMUNE DI JESOLO OPERE ESECUTIVE DI URBANIZZAZIONE Piano Urbanistico Attuativo redatto ai sensi dell art.19 della L.R. 23 Aprile 2004 nr.11, Ambito 44 DIMENSIONAMENTO RETE ACQUE NERE Il Tecnico Studio

Dettagli

15 b PROGETTISTA ASSOCIATI P.B ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA

15 b PROGETTISTA ASSOCIATI P.B ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA LA COMMITTENZA PROGETTISTA ARCHITETTONICO PROGETTISTI COMPATIBILITA' IDRAULICA PROGETTISTI ASSOCIATI ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA PROGETTO Corso della Vittoria 36-37045 - Legnago (VR)

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA)

COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) PROGETTO DEFINITIVO PER LA REALIZZAZIONE DI COLLETTORI PRINCIPALI DI FOGNA BIANCA A SERVIZIO DEL TERRITORIO URBANO DI SAN GIOVANNI ROTONDO SECONDO LOTTO RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO

COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO PIANO PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE Legge 18 Aprile 1962 n. 167 PROGETTO DI VARIANTE AZZONAMENTO E TIPOLOGICA DEL COMPARTO P.E.E.P. DI VIA MATTEOTTI Approvato con delibera

Dettagli

Il progetto in studio prevede la sistemazione dell esistente tramite allargamenti e sistemazioni delle carreggiate.

Il progetto in studio prevede la sistemazione dell esistente tramite allargamenti e sistemazioni delle carreggiate. Sommario 1. PREMESSA... 2 2. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 3. DRENAGGIO DELLE ACQUE DI PIATTAFORMA... 4 4. DIMENSIONAMENTO DEL SISTEMA DI DRENAGGIO... 5 4.1. Tempi di ritorno... 5 4.2. Curve di possibilità

Dettagli

INDICE 1. - CRITERI DI PROGETTAZIONE... 13 1.1. ANALISI UTENZE... 14 1.2. SCARICO ACQUE SUPERFICIALI... 15

INDICE 1. - CRITERI DI PROGETTAZIONE... 13 1.1. ANALISI UTENZE... 14 1.2. SCARICO ACQUE SUPERFICIALI... 15 INDICE 1. - CRITERI DI PROGETTAZIONE... 13 1.1. ANALISI UTENZE... 14 1.2. SCARICO ACQUE SUPERFICIALI... 15 RELAZIONE TECNICA 1. - CRITERI DI PROGETTAZIONE Nella definizione della nuove reti fognarie, si

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I A

C O M U N E D I C E R V I A C O M U N E D I C E R V I A INTERVENTO DI REALIZZAZIONE EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE VIA PINARELLA PROGETTO DEFINITVO PREMESSA Le opere in oggetto riguardano la realizzazione di due edifici destinati

Dettagli

Realizzazione rete fognaria del Piano Attuativo PARTAGAS S.p.A, in Comune di URGNANO (BG)

Realizzazione rete fognaria del Piano Attuativo PARTAGAS S.p.A, in Comune di URGNANO (BG) COMUNEDI URGNANO PROVINCIA DI BERGAMO Realizzazione rete fognaria del Piano Attuativo PARTAGAS S.p.A, in Comune di URGNANO (BG) RELAZIONE IDRAULICA Data: Gennaio 2013 PROGETTISTA: Dott. Ing. Gianangelo

Dettagli

# # % & (( ) ! # % & ( ) ) ) ) ) +,

# # % & (( ) ! # % & ( ) ) ) ) ) +, !! # # % & (( )! # % & ( ) ) ) ) ) +, Premesse Calcolo del Bacino di laminazione con il metodo delle sole pioggie Per il dimensionamento del bacino di invaso si utilizza il metodo di laminazione delle

Dettagli

Il Metodo Cinematico lineare, comunemente anche detto Metodo della Corrivazione, si basa su alcune considerazioni:

Il Metodo Cinematico lineare, comunemente anche detto Metodo della Corrivazione, si basa su alcune considerazioni: Teoria del metodo Cinematico Il Metodo Cinematico lineare, comunemente anche detto Metodo della Corrivazione, si basa su alcune considerazioni: - gocce di pioggia cadute contemporaneamente in punti diversi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA rete fognaria acque bianche

RELAZIONE TECNICA rete fognaria acque bianche RELAZIONE TECNICA rete fognaria acque bianche Premessa L ambito d intervento del P.P.I.P riguarda un area a destinazione residenziale (d ora in poi denominata bacino) di 3.440 m², così suddivisa: PLANIMETRIA

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI LECCE LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI IMMOBILI ERP, SITI IN CASARANO IN CONTRADA BOTTE E VIA UNGARETTI. IBU 01208 01209 01210 01210 PROGETTO

Dettagli

Progetto fognatura di Trigoria

Progetto fognatura di Trigoria UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in INGEGNERIA CIVILE Progetto fognatura di Trigoria Tesi di Laurea di Gaetano Passaro Relatori: Prof. G. Calenda Prof. C. P. Mancini

Dettagli

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IDRAULICA DELLE CONDOTTE

DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IDRAULICA DELLE CONDOTTE 1 DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IDRAULICA DELLE CONDOTTE Il dimensionamento dello speco, consiste nel determinare le dimensioni da assegnare al diametro della condotta tali che la portata di progetto Q p

Dettagli

LINEE GUIDA E INDIRIZZI OPERATIVI PER L ATTUAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA INVARIANZA IDRAULICA

LINEE GUIDA E INDIRIZZI OPERATIVI PER L ATTUAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA INVARIANZA IDRAULICA PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AUTORITA DI BACINO REGIONALE DELLA SARDEGNA LINEE GUIDA E INDIRIZZI OPERATIVI PER L ATTUAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA INVARIANZA IDRAULICA (articolo 47 delle NTA del PAI) Allegato

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA VERIFICA FUNZIONALITA SFIORATORE... 2

INDICE 1. PREMESSA VERIFICA FUNZIONALITA SFIORATORE... 2 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. VERIFICA FUNZIONALITA SFIORATORE... 2 2.1. Calcolo portata media nera giornaliera... 2 2.2. Calcolo portata limite... 3 2.3. Calcolo coefficiente di diluizione e verifica funzionalità

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO PAVIMENTAZIONE STRADALE

RELAZIONE DI CALCOLO PAVIMENTAZIONE STRADALE RELAZIONE DI CALCOLO PAVIMENTAZIONE STRADALE 1.a CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DELLA PAVIMENTAZIONE Il dimensionamento della pavimentazione stradale, intesa quest'ultima come il complesso degli strati che

Dettagli

PROGETTO DELLA RETE FOGNARIA ACQUE NERE

PROGETTO DELLA RETE FOGNARIA ACQUE NERE Dott. Ing. GIUSEPPE BERGOMI Studio Tecnico Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lodi n. 6900 LODI Via P. Gorini, Tel. 370-387999 e-mail studioingbergomi@virgilio.it e-mail PEC giuseppe.bergomi@ingpec.eu

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI STOCCAGGIO TEMPORANEO E RIUTILIZZO ACQUE DI SCOLO CAMPO DA GIUOCO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI STOCCAGGIO TEMPORANEO E RIUTILIZZO ACQUE DI SCOLO CAMPO DA GIUOCO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI STOCCAGGIO TEMPORANEO E RIUTILIZZO ACQUE DI SCOLO CAMPO DA GIUOCO RISTRUTTURAZIONE, ADEGUAMENTO FUNZIONALE E MESSA A NORMA DELL IMPIANTO SPORTIVO CAMPO COMUNALE DI VIA MARCHE,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA

RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA RELAZIONE TECNICA DELLA FOGNATURA RELATIVAMENTE ALLE ACQUE NERE E METEORICHE INERENTI IL PROGETTO DI P.U.A., IN ZONA D3.1, AD INIZIATIVA PRIVATA Il presente Piano Urbanistico Attuativo, si pone l obbiettivo

Dettagli

Allegato 1 alla domanda di scarico delle acque meteoriche ed industriali.

Allegato 1 alla domanda di scarico delle acque meteoriche ed industriali. Spett. AVS Thiene Allegato 1 alla domanda di scarico delle acque meteoriche ed industriali. Oggetto: Relazione tecnica per lo scarico delle acque della ditta Dal Maistro per il sito di via Z.A.I., Comune

Dettagli

PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL 12/07/2011 N. 106 E s.m.i.

PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL 12/07/2011 N. 106 E s.m.i. Regione Provincia Comune Piemonte Cuneo Alba PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA IN BASE ALLA LEGGE DEL 12/07/2011 N. 106 E s.m.i. RECUPERO DI COMPARTO INDUSTRIALE DISMESSO PROGETTO DI REGIMAZIONE DELLE ACQUE

Dettagli

ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA. Allegato C2-CIG Z120C3638B N

ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA. Allegato C2-CIG Z120C3638B N ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA Servizio Territoriale di Tempio Pausania Elenco materiale ( Materiale idraulico) adeguamento impianti reflui. Allegato C2-CIG Z120C3638B N Descrizione 1 2 3 4 5 6 7 8 CURVE

Dettagli

Tubi e raccordi in PVC e PVC-U per sistemi di canalizzazione e scarico LISTINO PREZZI 2013/1 EDILIZIA - FOGNATURA - DRENAGGIO

Tubi e raccordi in PVC e PVC-U per sistemi di canalizzazione e scarico LISTINO PREZZI 2013/1 EDILIZIA - FOGNATURA - DRENAGGIO Tubi e raccordi in PVC e PVC-U per sistemi di canalizzazione e scarico LISTINO PREZZI 2013/1 EDILIZIA - FOGNATURA - DRENAGGIO EDILIZIA Ø esterno 32* 40* 50* 63* 80* 82* 100 125 140 160 200 250 315 400

Dettagli

I NOSTRI CATALOGHI. ARREDO URBANO IN GRANITO Cordoli stradali in granito, cubetti e produzioni speciali

I NOSTRI CATALOGHI. ARREDO URBANO IN GRANITO Cordoli stradali in granito, cubetti e produzioni speciali TUBI IN: PP / PEAD / PVC DEPURAZIONE / ACCUMULO ACQUE 2/2010 I NOSTRI CATALOGHI MANUFATTI IN CEMENTO per edilizia e lavori stradali CHIUSINI E CADITOIE in ghisa sferoidale e ferro zincato ARREDO URBANO

Dettagli

Stazione di pompaggio by-pass

Stazione di pompaggio by-pass Stazione di pompaggio by-pass Mario Gatti 07/05/09 Definizione di by-pass Sistema by-pass E una deviazione controllata usata per trasferire un liquido pompandolo da un luogo ad un altro. Normalmente è

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... il... residente a... in Via... in qualità di: proprietario dell insediamento titolare legale rappresentante

Il sottoscritto... nato a... il... residente a... in Via... in qualità di: proprietario dell insediamento titolare legale rappresentante Allegato A - Parte Prima D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 DICHIARAZIONE SULLE ATTIVITÀ SVOLTE NELLE AREE SCOPERTE IN RELAZIONE AI DISPOSTI DELLA DGR 286/05 E DGR 1860/06, SULL ASSOGGETTAMENTO ALLA DGR 286/05

Dettagli

RII PROGETTO ESECUTIVO COMUNE DI BISCEGLIE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA RETE DI FOGNATURA PLUVIALE. Barletta - Andria - Trani

RII PROGETTO ESECUTIVO COMUNE DI BISCEGLIE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA RETE DI FOGNATURA PLUVIALE. Barletta - Andria - Trani COMUNE DI BISCEGLIE Barletta - Andria - Trani LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA RETE DI FOGNATURA PLUVIALE PROGETTO ESECUTIVO Elaborato: RII RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA Scala: - - - Data: Luglio 2014

Dettagli

COMUNE DI ANDORA. proponenti Ambrogio Margherita e c s.a.s. Via Giannone 1, Torino P.I tel

COMUNE DI ANDORA. proponenti Ambrogio Margherita e c s.a.s. Via Giannone 1, Torino P.I tel COMUNE DI ANDORA Provincia di Savona PROGETTO URBANISTICO OPERATIVO Riqualificazione urbana delle aree e dei volumi inclusi nel sub-ambito Re-Co5 del P.U.C. proponenti Ambrogio Margherita e c s.a.s. Via

Dettagli

COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Provincia di Torino COMPLETAMENTO LAVORI NELLA FRAZIONE PASTA PROGETTO ESECUTIVO PE/A.1 RELAZIONE GENERALE

COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Provincia di Torino COMPLETAMENTO LAVORI NELLA FRAZIONE PASTA PROGETTO ESECUTIVO PE/A.1 RELAZIONE GENERALE COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Provincia di Torino PROGETTO ESECUTIVO PE/A.1 Ottobre 2014 1 PREMESSA Il Comune di Rivalta di Torino, con determina del Dirigente del Settore Opere Pubbliche n 310 del 27/06/2014,

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DELLA FOGNATURA BIANCA

DIMENSIONAMENTO DELLA FOGNATURA BIANCA DIMENSIONAMENTO DELLA FOGNATURA BIANCA Sollecitazione meteorica di progetto L.S.P.P. P con T r =10 25 anni Ipotesi di funzionamento autonomo e sincrono: Autonomo: ogni tratto di condotta non risente delle

Dettagli

RELAZIONE IDRAULICA. Premessa

RELAZIONE IDRAULICA. Premessa RELAZIONE IDRAULICA Premessa Nell ambito della realizzazione dell intersezione a raso sulla SS18 (Tirrena inferiore) al Km 386 + 00, nonostante la limitatezza del bacino interessato, una certa complessità

Dettagli

Internet: http:// www.atc.torino.it E-mail: costruzioni@atc.torino.it

Internet: http:// www.atc.torino.it E-mail: costruzioni@atc.torino.it AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI TORINO Corso Dante, 14-10134 Torino P. I.V.A.: 00499000016 Internet: http:// www.atc.torino.it E-mail: costruzioni@atc.torino.it Tav: Revisione: C0729001

Dettagli

FOGNATURE FOGNATURA SEPARATA FOGNATURA MISTA

FOGNATURE FOGNATURA SEPARATA FOGNATURA MISTA FOGNATURE Reti di condotte e canali artificiali aventi lo scopo di allontanare dagli abitati le acque di pioggia (acque bianche) e le acque reflue di scarico civili (acque nere o luride) e industriali

Dettagli

Relazione idrico/fognario

Relazione idrico/fognario Relazione idrico/fognario Premessa L acqua è una risorsa soltanto in apparenza illimitata; le risorse idriche naturali infatti stanno diventando sempre più scarse, sia a causa del cambiamento climatico

Dettagli

COMUNE DI OLBIA INTEGRAZIONI DI CUI ALLA NOTA DEL 5/10/2015 ARPAS RELAZIONE DI CALCOLO DEGLI IMPIANTI

COMUNE DI OLBIA INTEGRAZIONI DI CUI ALLA NOTA DEL 5/10/2015 ARPAS RELAZIONE DI CALCOLO DEGLI IMPIANTI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI OLBIA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA DARSENA PESCHERECCI A SERVIZIO DELL'IMPIANTO DI STOCCAGGIO E TRASFORMAZIONE DEL PESCATO I INTEGRAZIONI DI CUI ALLA NOTA

Dettagli

1. PREMESSA... 2 2. PARAMETRI IDROLOGICI DI PROGETTO... 3 3. VERIFICHE IDRAULICHE... 5

1. PREMESSA... 2 2. PARAMETRI IDROLOGICI DI PROGETTO... 3 3. VERIFICHE IDRAULICHE... 5 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. PARAMETRI IDROLOGICI DI PROGETTO... 3 3. VERIFICHE IDRAULICHE... 5 PROGETTO ESECUTIVO 1/9 1. PREMESSA La presente relazione descrive gli aspetti idraulici connessi con lo smaltimento

Dettagli

Evento alluvionale del 12/13 Novembre 2014

Evento alluvionale del 12/13 Novembre 2014 via Nino Dall Oro 4-269 LODI tel. 37-4289 r.a. fax 37-5393 email: cmuzza@muzza.it Evento alluvionale del 2/3 Novembre 24 Analisi idrologica relativa al Bacino del colatore Venere Studio Interno preliminare

Dettagli

VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE ZONA D6 RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE

VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE ZONA D6 RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE PROVINCIA DI ANCONA COMUNE DI CAMERANO VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE ZONA D6 RELAZIONE TECNICA OPERE DI URBANIZZAZIONE a cura di: Dott. Arch. Pasquale Piscitelli Via I Maggio 142/b - 60131 - Ancona

Dettagli

1. AREA PERGOLA - PARCO BASSO

1. AREA PERGOLA - PARCO BASSO RELAZIONE GENERALE PREMESSA Il progetto in oggetto ha come obiettivo principale il completamento dello spazio degli orti, denominati nella toponomastica dei giardini Potager Royal. L'area in oggetto, situata

Dettagli

\\Server\archivio principale\lavori\lavori 2013\1308\Testi\Relazioni\ _consorziodibonifica.rti.doc 1

\\Server\archivio principale\lavori\lavori 2013\1308\Testi\Relazioni\ _consorziodibonifica.rti.doc 1 PIANO DI LOTTIZZAZIONE MANDRIOLA - VIA SAN BELLINO - STRALCIO 1 ZONA C2/6 IN MANDRIOLA DI ALBIGNASEGO- PADOVA RELAZIONE SULLA SITUAZIONE IDRAULICA DEL SITO E SUL VOLUME DI INVASO DI PROGETTO \\Server\archivio

Dettagli

PREMESSA TOMBINATURA DEL RIO GRAZZANO... 2

PREMESSA TOMBINATURA DEL RIO GRAZZANO... 2 Indice PREMESSA... 2 1. TOMBINATURA DEL RIO GRAZZANO... 2 2. SISTEMA DI CAPTAZIONE DELLE ACQUE METEORICHE CHE INSISTONO SULLA PIATTAFORMA STRADALE... 3 2.1. RELAZIONE IDROLOGICA... 5 2.1.1. curve di possibilità

Dettagli

I.T.A. CANTONI TREVIGLIO I.S.I.S. RUBINI ROMANO DI LOMBARDIA INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER RIFACIMENTO COPERTURE PROGETTO ESECUTIVO

I.T.A. CANTONI TREVIGLIO I.S.I.S. RUBINI ROMANO DI LOMBARDIA INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER RIFACIMENTO COPERTURE PROGETTO ESECUTIVO I.T.A. CANTONI TREVIGLIO I.S.I.S. RUBINI ROMANO DI LOMBARDIA INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER RIFACIMENTO COPERTURE PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE La Provincia di Bergamo nell ambito delle proprie

Dettagli

a 17,438 n 0,506 k 100 2,37

a 17,438 n 0,506 k 100 2,37 Si riportano i dati del Bacino del Chisone: Dove: - Ψ= coefficiente di afflusso del bacino - v= velocità - L= lunghezza dell asta principale Esercitazione di Idrologia z medio 1739 m z max 3234 m z min

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO 1 PREMESSE... 2 2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE... 3

PROGETTO DEFINITIVO 1 PREMESSE... 2 2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE... 3 INDICE 1 PREMESSE... 2 2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE... 3 3 ANALISI IDROLOGICA... 4 3.1 EVENTO 26 SETTEMBRE 2007 (FONTE ANALISI METEO-CLIMATICA DELL EVENTO PLUVIOMETRICO DEL 26 SETTEMBRE 2007 )... 4 3.2

Dettagli

COMUNE DI SIZIANO. Piano particolareggiato Porte Rosse Piano di Coordinamento residenziale. Realizzazione di un nuovo complesso residenziale

COMUNE DI SIZIANO. Piano particolareggiato Porte Rosse Piano di Coordinamento residenziale. Realizzazione di un nuovo complesso residenziale COMUNE DI SIZIANO Piano particolareggiato Porte Rosse Piano di Coordinamento residenziale Realizzazione di un nuovo complesso residenziale RELAZIONE CALCOLI IDRAULICI ACQUE BIANCHE ACQUE NERE 0. GENERALITA

Dettagli

I N D I C E 1. LOCALIZZAZIONE DELL OPERA SEZIONE STRADALE DESCRIZIONE DEL TRACCIATO DELLA VIABILITA VCS

I N D I C E 1. LOCALIZZAZIONE DELL OPERA SEZIONE STRADALE DESCRIZIONE DEL TRACCIATO DELLA VIABILITA VCS I N D I C E 1. LOCALIZZAZIONE DELL OPERA... 2 2. SEZIONE STRADALE... 3 3. DESCRIZIONE DEL TRACCIATO DELLA VIABILITA VCS 42... 4 4. OPERA D ARTE CAVALCAVIA VCV 19... 6 5. BARRIERE STRADALI, PARAPETTI...

Dettagli

Piano di Lottizzazione relativo all Area di Trasformazione AT_R20, da realizzarsi in Comune di Fossò, Foglio 4, Mappali 215-1155-1156-1290

Piano di Lottizzazione relativo all Area di Trasformazione AT_R20, da realizzarsi in Comune di Fossò, Foglio 4, Mappali 215-1155-1156-1290 studio SALMASO & ASSOCIATI d o t t. S a l m a s o i n g. L o r e n z o d o t t. S a l m a s o i n g. P i e r v i t t o r i o B o r t o l o t t o g e o m. G i a n p a o l o COMUNE DI FOSSÒ PROVINCIA DI

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MANUTENZIONE RETE IDRICA E FOGNARIA RELAZIONE GENERALE SETTORE SERVIZI TECNICI E GESTIONE DEL TERRITORIO

PROGETTO ESECUTIVO MANUTENZIONE RETE IDRICA E FOGNARIA RELAZIONE GENERALE SETTORE SERVIZI TECNICI E GESTIONE DEL TERRITORIO PROGETTO ESECUTIVO MANUTENZIONE RETE IDRICA E FOGNARIA RELAZIONE GENERALE SETTORE SERVIZI TECNICI E GESTIONE DEL TERRITORIO Progettista: Geom. Pietro Girgenti Sign. Giovanna matranga Sign. Vita Maria Tamburello

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MADAMA PROGETTO ESECUTIVO DI UN PARCHEGGIO PUBBLICO IN LOCALITA STALLONE

COMUNE DI CASTEL MADAMA PROGETTO ESECUTIVO DI UN PARCHEGGIO PUBBLICO IN LOCALITA STALLONE COMUNE DI CASTEL MADAMA PROGETTO ESECUTIVO DI UN PARCHEGGIO PUBBLICO IN LOCALITA STALLONE TIVOLI GENNAIO 2016 RELAZIONE SPECIALISTICA SMALTIMENTO ACQUE Studio Tecnico Associato Ricci Via Michelangelo 41.B

Dettagli

CANTIERE: Via Foglizzo n.2/20 e Corso Piemonte nn.46-48, Settimo Torinese (TO)

CANTIERE: Via Foglizzo n.2/20 e Corso Piemonte nn.46-48, Settimo Torinese (TO) ALLEGATO A Comune di Settimo Torinese Provincia di TO DIAGRAMMA DI GANTT Cronoprogramma dei lavori (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 100 e Allegato XV) OGGETTO: Manutenzione straordinaria di stabili di

Dettagli

Idraulica e idrologia: Lezione 9

Idraulica e idrologia: Lezione 9 Idraulica e idrologia: Lezione 9 Agenda del giorno - Relazioni per la stima della portata al colmo; - Tempo di corrivazione di un bacino; - Metodo razionale. 1 LINEA SEGNALATRICE DI PROBABILITA PLUVIOMETRICA

Dettagli