GIARDINI REALI DI VENEZIA piazza san marco

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GIARDINI REALI DI VENEZIA piazza san marco"

Transcript

1 GIARDINI REALI DI VENEZIA piazza san marco PROGETTO DI RESTAURO A CURA DELLA Venice Gardens Foundation Venice Gardens Foundation Onlus Tel

2

3 La Venice Gardens Foundation Onlus si dedica, nella città di Venezia, al restauro dei Giardini Reali di San Marco, alla loro conservazione, manutenzione e gestione, per un periodo di 19 anni rinnovabili, in virtù dell Atto di Concessione dell Agenzia del Demanio dello Stato italiano sottoscritto, anche dal Comune di Venezia, in data 23 dicembre 2014 con il favore della Soprintendenza dei Beni architettonici e paesaggistici. I Giardini Reali si estendono su una superficie di circa metri quadrati, circondata dall acqua, delimitata dal rio della Zecca e dal Bacino di San Marco, sulla quale si affacciano il Palazzo Reale-Procuratie Nuove e la storica Biblioteca Marciana. L intervento, nelle sue diverse componenti architettoniche e botaniche, rispetta la stratificazione storica evidenziando la matrice del disegno originario del giardino. Restaurato l ottocentesco pergolato ormai in rovina, il Padiglione neoclassico di Lorenzo Santi, realizzata la nuova serra, demoliti gli edifici incongrui in stato di grave abbandono e l ingombrante bunker, i Giardini Reali, attraverso lo storico ponte levatoio ripristinato, saranno di nuovo direttamente connessi a Piazza San Marco. E sognando si può immaginare un giardino dell abbondanza e di frescure, ricco e lussureggiante Per lo più non sarà un giardino fiorito, ad eccezione dei vecchi glicini e di piccoli gruppi di ortensie, ma un trionfo di foglie e di fronde, un gioco di verdi, di trasparenze e di penombre. Foglie di tutti i tipi, sottili e nastriformi, flessuose ed allargate, lucide, coriacee o lanuginose ed opache: sarà un giardino traboccante e rigoglioso in qualsiasi momento dell anno (Paolo Pejrone - Architetto di giardini)

4

5 INDICE Progetto di Restauro dei Giardini Reali a Venezia Venice Gardens Foundation Onlus 6 Sintesi del Progetto 7 Cenni storici dei Giardini Reali 9 Piante e Immagini storiche 13 Immagini attuali 19 Il Progetto di Restauro 27 Proposta per il giardino di Paolo Pejrone 29 Principali interventi 31 Stima dei costi del Restauro 43

6 VENICE GARDENS FOUNDATION La Venice Gardens Foundation Onlus, con sede in Venezia, persegue tra le proprie finalità statutarie: il restauro, la promozione della tutela, la valorizzazione, la cura della natura e dell ambiente, dei giardini, dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico; l attività di studio e ricerca scientifica di particolare interesse sociale e ambientale con attenzione all innovazione, alla riduzione dei consumi energetici e alla gestione sostenibile dei beni paesaggistici; la promozione della cultura e dell arte nei settori correlati agli scopi statutari. I Fondatori Adele Re Rebaudengo (Presidente) Chiara Bertola Alvise di Canossa Anna Cuculo Maria Cristina Fatta Del Bosco Marie-Rose Kahane Gesine Lübben Agostino Re Rebaudengo Roberto Spada 6

7 SINTESI DEL PROGETTO FINALITÀ DEL PROGETTO Restauro dei Giardini Reali di San Marco Restauro del Padiglione ottocentesco del Santi Realizzazione della Serra Manutenzione e gestione dell intero compendio, condotta senza scopo di lucro, per 19 anni Attività di studio e ricerca scientifica ENTE GESTORE Venice Gardens Foundation Onlus DIREZIONE DEL PROGETTO Adele Re Rebaudengo TEMPI DI REALIZZAZIONE 2015 / 2017 INTERVENTI DEL RESTAURO Restauro botanico del giardino (Progetto Paolo Pejrone) Restauro del Padiglione ottocentesco del Santi Realizzazione della Serra (Progetto Aymonino-Barbini) Restauro del pergolato Restauro del ponte levatoio Collegamento dei Giardini Reali a Piazza San Marco e al Sistema Marciano attraverso i cortili di Palazzo Reale 7

8 INTERVENTI DEL RESTAURO Demolizione del bunker e dei fabbricati incongruenti privi di valore storico Restauro dei cancelli, cancellate, pilastri e balaustre Realizzazione degli impianti tecnologici e di irrigazione ATTIVITÀ FUTURE Manutenzione e gestione dei Giardini Reali per 19 anni Studio e ricerca scientifica nel contesto delle nuove tecniche, della riduzione dei consumi energetici e della gestione sostenibile dei beni paesaggistici Realizzazione di programmi culturali e didattici in collaborazione con le Università ed Enti di ricerca, le Biennali d Arte e di Architettura e il sistema dei Musei civici e statali presenti nell Area Marciana nonché con i principali Enti e Fondazioni internazionali di riferimento STIMA DEI COSTI Euro ,00 8

9 CENNI STORICI DEI GIARDINI REALI La storia dei Giardini Reali è ormai lunga più di duecento anni. I suoi inizi risalgono al progetto di riforma dell area Marciana e del più generale piano per Venezia voluto da Napoleone al principio dell Ottocento. Nati come spazi riservati della Corona, essi furono aperti alla cittadinanza poco dopo la metà del XIX secolo. Nel 1806, in seguito alla designazione delle Procuratie Nuove a Palazzo Reale, l architetto regio Giovanni Antonio Antolini elaborò i primi progetti per la residenza, poi rivisti anche dall architetto Giuseppe Mezzani, che doveva essere dotata di un giardino, da allestirsi su un terreno affacciato sul Bacino di San Marco già occupato dai granai di Terra Nova. Contornato da bassi muretti e cancellate, orientato verso il sole e scandito dal susseguirsi di una serie di elementi compositivi che riportavano al classico disegno all italiana, il giardino fu concepito come il prolungamento esterno delle Procuratie Nuove, da cui era separato da un canale, da un basso muro e da una cancellata. Disegnato dalle geometrie delle siepi di bosso, veniva attraversato da lunghi percorsi e da un filare di alberi ad alto fusto, posti ai tre lati come a concludere l area e a segnare l eventuale presenza di un secondo accesso all acqua e di un piccolo Casino. In occasione della visita di Napoleone a Venezia nel 1807 furono realizzate due revisioni del disegno da parte di Luigi Canonica e Giovanni Maria Soli. Tutti i progetti esprimevano comunque la volontà di conferire al giardino funzioni multiple. Da un lato esso doveva formare una sorta di cortile d onore tra il Palazzo Reale e il Bacino di San Marco e offrire un affaccio qualificato alle e dalle sale dei nuovi appartamenti reali, dall altro gli spazi verdi dovevano essere un luogo più privato, intimo e di ritiro dagli spazi di rappresentanza. Con la caduta di Napoleone e il ritorno degli austriaci, le vicende dei Giardini Reali 9

10 ricevettero nuovi e fondamentali impulsi concretatisi in occasione del viaggio a Venezia dell imperatore Francesco I nel Francesco, appassionato di giardini, fece realizzare infatti ai margini est e ovest due piccoli boschetti che riflettevano la moda del giardino all inglese. Nel tempo il progetto dell Antolini subì numerose modifiche. Le entrate principali del giardino vero e proprio vennero segnate da due viali alberati perpendicolari alla riva e un asse longitudinale, che attraversava quasi nel mezzo il giardino, rifigurava il segno per il futuro pergolato in ghisa. Contestualmente i limiti del giardino verso la laguna venivano delineati dalle costruzioni di una serra sul ponte della Zecca e, sul lato opposto, da una elegante Coffee House, entrambe progettate dall architetto Lorenzo Santi ( ). Un ponte levatoio sul rio della Zecca fu poi realizzato per collegare gli spazi verdi direttamente alle Procuratie, al fine di permetterne l uso come giardino di palazzo con passeggiata sull acqua. Le cronache narrano che la riservatezza e la spettacolarità di questo giardino sulla laguna fossero particolarmente gradite a Sissi in occasione del suo viaggio a Venezia con l Imperatore Francesco Giuseppe nel Tuttavia questa fu per i Giardini l ultima occasione per dimostrare le loro qualità di giardino di Palazzo. In effetti, nel settembre 1857, il fratello dell Imperatore e Viceré del Lombardo Veneto Massimiliano cercò di conquistare la simpatia dei veneziani con la concessione del passeggio nel Giardino Reale di dietro il Palazzo Imperiale. In occasione del decimo anniversario dei moti del 1848 e della proclamazione della Repubblica, i Giardini divennero il luogo di rifugio e di protesta di quella parte 10

11 della popolazione veneziana che non intendeva partecipare alle manifestazioni conciliatorie organizzate in Piazza San Marco. Anche il famoso arresto del pittore e patriota Ippolito Caffi il 7 luglio 1860 avvenne nel giardino. Per assolvere la nuova funzione di parco pubblico fu realizzata la cancellata per separare i Giardini dalla fondamenta in riva al Bacino. Dagli anni 50 del secolo scorso i Giardini Reali si trasformarono incredibilmente in spazio di risulta, perdendo completamente il rapporto e il dialogo con le architetture e le istituzioni limitrofe come la Zecca e le Procuratie, che attualmente ospitano la Biblioteca Nazionale Marciana, il Museo Correr, il Museo Archeologico Nazionale e diversi uffici del Mibact e dell Unesco. Oggi i Giardini Reali versano in stato di abbandono e di degrado per la insufficiente manutenzione e per il mancato coinvolgimento di figure tecniche con competenze specifiche nella cura dei parchi storici. Il disegno originale è ormai quasi illeggibile, sia nelle sue geometrie che nella componente vegetale arborea e arbustiva. L insieme di questi fattori ha offuscato e trasformato il significato storico, urbano, sociale e paesaggistico dei Giardini, che, isolati dal Sistema Marciano di cui erano parte integrante, stanno vivendo un periodo di forte declino. 11

12 12

13 PIANTE E IMMAGINI STORICHE 13

14 Progetto Giovanni Antonio Antolini 1806 Adattamento delle Procuratie Nuove a Palazzo Reale 14

15 Rilevamento planimetrico ca

16 Catasto Austriaco

17 17

18 18

19 IMMAGINI ATTUALI 19

20 20

21 21

22 22

23 23

24 24

25 25

26 26

27 IL PROGETTO DI RESTAURO L intervento di restauro e di valorizzazione dei Giardini Reali di San Marco, promosso dalla Venice Gardens Foundation, ha come finalità la restituzione alla città di Venezia e al mondo di un luogo simbolo di alto valore storico e paesaggistico, riconosciuto dall Unesco Patrimonio dell Umanità. Il Progetto interessa un area dalla superficie di circa metri quadrati complessivi, delimitata a nord, est e ovest dal Rio della Zecca, sul quale si affacciano il Palazzo Reale e la storica Biblioteca Marciana, e a sud dalla Fondamenta dei Giardini Reali sul Bacino di San Marco. Il Progetto di restauro del giardino (Progetto Paolo Pejrone), nelle sue diverse componenti architettoniche e botaniche, rispetta la stratificazione storica evidenziando e valorizzando la matrice del suo disegno originario, organizzato in funzione di due assi trasversali. Oltre al recupero delle storiche geometrie è previsto l inserimento di un corredo vegetale di valore botanico composto di arbusti da fiore, erbacee e fioriture perenni, scelti sulla base degli elenchi e repertori botanici del periodo, al fine di restituire un atmosfera in grado di evocare l ordine neoclassico e lo spirito romantico ottocenteschi. L intervento rispetterà il tempo lungo del giardino, il suo evolversi, unendo in un disegno chiaro e regolare l esistente e i nuovi inserimenti, facendo riemergere le tracce degli strati più antichi; il luogo manterrà da un lato l assetto monumentale degli storici Giardini Reali, che si articola intorno ai parterre formali e al lungo pergolato che attraversa il giardino per tutta la sua lunghezza e saprà dall altro essere intimo e accogliente, ricco di angoli freschi e tranquilli in cui i visitatori potranno riposarsi. Sarà un giardino ricco di specie botaniche, verranno salvaguardate e integrate le piante d alto fusto esistenti e realizzato un sottobosco, in particolare di erbacee da foglia, che con il tempo si moltiplicherà fino a occupare, in modo uniforme e visivamente spettacolare, aiuole e bordure. Sarà un giardino dall aspetto antico, affascinante e 27

28 venerabile, ma al contempo moderno, semplice e coraggioso. Il restauro, conservativo e di riqualificazione, si estende anche all elegante Padiglione neoclassico, progettato dall architetto Lorenzo Santi nei primi anni dell Ottocento e a tutto l arredo funzionale e decorativo di valore storico e artistico del giardino. Il Progetto prevede inoltre la demolizione degli elementi e degli edifici incongrui e in stato di abbandono, fortemente dequalificanti, compreso il bunker costruito durante la seconda guerra mondiale e mai rimosso. Sul lato ovest, nell area ora occupata da strutture edilizie dismesse e allo stato di rudere, verrà realizzata una Serra (Progetto Aymonino - Barbini) come prolungamento trasparente del Padiglione del Santi. Al suo interno, oltre alle piante rare da collezione e a quelle che durante l estate orneranno i diversi ambiti del giardino, troveranno posto le attività culturali, didattiche e di ricerca, attraverso la realizzazione di un Programma collegato alla rete delle principali Università ed Enti di ricerca sul giardino e sul paesaggio, alle Biennali d Arte e di Architettura e al sistema dei Musei civici e statali presenti nell Area Marciana, nonché ai principali Enti e Fondazioni internazionali di riferimento. Le attività saranno gestite dalla Fondazione secondo principi filantropici, senza scopo di lucro. Dopo aver provveduto alla manutenzione e valorizzazione dei Giardini Reali, eventuali rimanenze di bilancio saranno devolute per il restauro di altre aree verdi pubbliche della città di Venezia. Infine una corretta lettura e fruizione dei Giardini Reali sarà garantita grazie al ripristino dello storico ponte levatoio che, attraverso i cortili delle Procuratie Nuove, ovvero di Palazzo Reale, restituirà al sito il suo antico dialogo con Piazza San Marco. In questo modo i Giardini Reali riacquisteranno il loro rapporto storico con gli appartamenti Vicereali del Museo Correr, recentemente restaurati, e, più in generale, si inseriranno armoniosamente nel sistema dell Area e dei Musei Marciani. 28

29 Proposta per il giardino di Paolo Pejrone I Giardini Reali di Venezia sono forse tra i più visitati al mondo: non c è vaporetto che non approdi proprio lì davanti, sulle storiche Fondamenta di San Marco, dove ombreggia un lungo e tormentato filare di pini domestici dalle radici vecchie e nodose, che sembrano giocare con il selciato. Chiome che avvolgono i Giardini come nuvole, proteggendoli dai venti freddi e salmastri della laguna: un luogo unico, sospeso nel tempo, veneziano nella sua essenza più intima. Pur essendo visitatissimo, e spesso abusato, conserva un aura di segretezza e di mistero. E purtroppo di fastidiosa trasandatezza... Per fortuna quei vecchi alberi, quelle folte siepi, il lungo pergolato ormai in rovina sono ancora capaci di fare sognare. E sognando si può immaginare un giardino dell abbondanza e di frescure, ricco e lussureggiante, un giardino di foglie e di ombre, morbide e vellutate, dai colori tenui e dai rumori felpati. Fitti boschetti cingono i Giardini lungo i rii laterali, secondo l antico disegno asburgico, creando angoli romantici ed appartati in un giardino altrimenti molto, forse troppo, ordinato e formale. Le spesse cortine di arbusti sempreverdi, bellissime ed imponenti nella loro prorompente vitalità, continueranno a proteggere i Giardini dalla vita frenetica del Bacino: i grandi pittosfori, gli allori e gli eleagni saranno custodi di soste ambitissime e di silenzi ormai rari in una città come Venezia. Per lo più non sarà un giardino fiorito, ad eccezione dei vecchi glicini e di piccoli gruppi di ortensie, ma un trionfo di foglie e di fronde, un gioco di verdi, di trasparenze e di penombre. Foglie di tutti i tipi, sottili e nastriformi, flessuose ed allargate, 29

30 lucide, coriacee o lanuginose ed opache: sarà un giardino traboccante e rigoglioso in qualsiasi momento dell anno, che occhieggia al passato pur mostrandosi coraggioso e contemporaneo. I Giardini Reali di San Marco rifletteranno la grande storia di Venezia, la sua tradizionale apertura al mondo bizantino, l essere stata per secoli luogo di incontro tra culture lontane e diversissime: una grande porta verso le raffinate proposte botaniche dell Oriente. Saranno giardini vitali, prosperosi ed esuberanti, ma allo stesso tempo facili ed accoglienti. Abolito il vecchio bunker, l enfilade di aiuole e di vialetti riacquisterà la sua originale ed equilibrata geometria, dipanandosi intorno ai due assi principali del giardino: il lunghissimo pergolato di ghisa e l accesso alle Procuratie Nuove, al ponte levatoio che, una volta restaurato e rimesso in funzione, collegherà il giardino ai cortili del Museo Correr, ricchi di storia e dimenticati. E da lì direttamente a Piazza San Marco... Paolo Pejrone Architetto di giardini 30

31 PRINCIPALI INTERVENTI 31

32 RESTAURO BOTANICO DEL GIARDINO 32

33 RESTAURO DEL PADIGLIONE OTTOCENTESCO DEL SANTI - ANTICA COFFEE HOUSE 33

34 DEMOLIZIONE DEI FABBRICATI PERICOLANTI E REALIZZAZIONE DELLA SERRA 34

35 PROGETTO DELLA SERRA 35

36 RESTAURO DEL PERGOLATO 36

37 RESTAURO DEL PONTE LEVATOIO E COLLEGAMENTO DEI GIARDINI REALI A PIAZZA SAN MARCO E AL SISTEMA MARCIANO ATTRAVERSO I CORTILI DI PALAZZO REALE 37

38 ACCESSO DAI GIARDINI AI CORTILI ATTRAVERSO IL PONTE LEVATOIO I CORTILE CORTILI DI PALAZZO REALE 38

39 II CORTILE ACCESSO A PIAZZA SAN MARCO DAI CORTILI CORTILI DI PALAZZO REALE 39

40 DEMOLIZIONE DEL BUNKER 40

41 RESTAURO DELLE CANCELLATE 41

42 RESTAURO DELLE BALAUSTRE IN MURATURA E IN PIETRA 42

43 STIMA DEI COSTI DEL RESTAURO Valuta in Euro Restauro botanico del giardino ,00 Restauro del Padiglione Santi ,00 Realizzazione della Serra ,00 Restauro del pergolato ,00 Restauro del ponte levatoio ,00 Demolizione del bunker e dei fabbricati pericolanti ,00 Restauro dei cancelli, cancellate e balaustre in muratura e in pietra ,00 Realizzazione degli impianti tecnologici ,00 Coordinamento e spese generali ,00 Imprevisti ,00 Totale ,00 43 Graphic Concept: Niklas Events

Progetto di Restauro dei Giardini Reali di Venezia Piazza San Marco. Conferenza stampa di presentazione Venerdì 7 Aprile 2017 ore 12:30

Progetto di Restauro dei Giardini Reali di Venezia Piazza San Marco. Conferenza stampa di presentazione Venerdì 7 Aprile 2017 ore 12:30 Venice Gardens Foundation Onlus www.venicegardensfoundation.org info@venicegardensfoundation.org T +39 041 8876621 Progetto di Restauro dei Giardini Reali di Venezia Piazza San Marco Lara Facco P&C press@larafacco.com

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 64 DEL 16 APRILE 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE CONCORSO DI IDEE: REALIZZAZIONE DI UN PARCO URBANO E DI UN AREA ATTREZZATA

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE CONCORSO DI IDEE: REALIZZAZIONE DI UN PARCO URBANO E DI UN AREA ATTREZZATA COMUNE DI SAN LUCA 89030 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C.so Corrado Alvaro n. 2, 89030 San Luca Provincia di Reggio Calabria Partita IVA 00818910804/Codice Fiscale 81002990802 Tel. 0964/985012 Fax 0964/985720

Dettagli

EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA

EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA PROGRAMMA DI VALORIZZAZIONE EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA Attività relative al Programma di valorizzazione ex art. 5, comma 5 del D.Lgs.85/2010 Aprile 2016 Direzione Patrimonio, Demanio, Impiantistica

Dettagli

I BENI GESTITI DA ITALIA NOSTRA TORRE CANAI SANT ANTIOCO (CI)

I BENI GESTITI DA ITALIA NOSTRA TORRE CANAI SANT ANTIOCO (CI) SANT ANTIOCO (CI) Nel territorio del Comune di Sant Antioco (Provincia di Carbonia Iglesias), sull omonima isola, la sezione locale di Italia Nostra gestisce la Torre Canai, una torre costiera del XVIII

Dettagli

RELAZIONE GENERALE (l intervento sull impianto di irrigazione sarà effettuato da ditta individuata dalla Committenza) forniti dalla Committenza;

RELAZIONE GENERALE (l intervento sull impianto di irrigazione sarà effettuato da ditta individuata dalla Committenza) forniti dalla Committenza; RELAZIONE GENERALE Il Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale ha previsto l esecuzioni dei seguenti lavori di completamento e adeguamento dei giardini: Creazione di un boschetto sul lato

Dettagli

1 percorso: In centro, alla scoperta della natura Lunghezza del percorso: 6,8 Km Durata in bici: 30 min Durata a piedi: 1h 40 min

1 percorso: In centro, alla scoperta della natura Lunghezza del percorso: 6,8 Km Durata in bici: 30 min Durata a piedi: 1h 40 min 1 percorso: In centro, alla scoperta della natura Lunghezza del percorso: 6,8 Km Durata in bici: 30 min Durata a piedi: 1h 40 min Il percorso culturale alla scoperta di parchi e giardini nel cuore cittadino

Dettagli

Indice N.T.A. Art. 1 GENERALITÀ. Art. 2 AMBITO INTERESSATO DAL PIANO DI RECUPERO. Art. 3 ELENCO DEGLI ELABORATI COSTITUENTI IL PIANO DI RECUPERO.

Indice N.T.A. Art. 1 GENERALITÀ. Art. 2 AMBITO INTERESSATO DAL PIANO DI RECUPERO. Art. 3 ELENCO DEGLI ELABORATI COSTITUENTI IL PIANO DI RECUPERO. Indice N.T.A Art. 1 GENERALITÀ. Art. 2 AMBITO INTERESSATO DAL PIANO DI RECUPERO. Art. 3 ELENCO DEGLI ELABORATI COSTITUENTI IL PIANO DI RECUPERO. Art.4 DISCIPLINA DELL EDIFICATO STORICO. Art. 5 DISCIPLINA

Dettagli

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 In questo documento vengono presentati in forma sintetica dati e informazioni

Dettagli

COMITATI DEI CITTADINI FIRENZE

COMITATI DEI CITTADINI FIRENZE Pagina 1 di 6 COMITATI DEI CITTADINI FIRENZE ACCADE NEL CENTRO STORICO DI FIRENZE UN AGGIORNAMENTO AL DICEMBRE 2007 (1) GIARDINO DELLA GHERARDESCA VIALE MATTEOTTI/B. GO PINTI Procede la trasformazione

Dettagli

ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA

ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA ANTEPRIMA DI UN AGENDA IN COSTRUZIONE Paolo Verri Direttore contenuti espositivi e palinsesto eventi 10 aprile 2014 Il Sito Espositivo AREE

Dettagli

Particolare di una mappa di Santena del 1728 Legenda: C = Castello e giardino dei Benso T =Castello e giardino dei Tana X = Chiesa parrocchiale

Particolare di una mappa di Santena del 1728 Legenda: C = Castello e giardino dei Benso T =Castello e giardino dei Tana X = Chiesa parrocchiale Particolare di una mappa di Santena del 1728 Legenda: C = Castello e giardino dei Benso T =Castello e giardino dei Tana X = Chiesa parrocchiale B =Torrente Banna b = Rio Santenassa S = Strada principale,

Dettagli

L Orto botanico di Padova

L Orto botanico di Padova L Orto botanico di Padova Docente: Dott. Arch. Antonuccio Carmelo Antonino Cenni artistici e storici Padova, Antica Città Medievale Tra i più antichi orti o giardini botanici del mondo si ricordano quelli

Dettagli

COMUNE DI SEDRINA PRATOMANO - 1

COMUNE DI SEDRINA PRATOMANO - 1 COMUNE DI SEDRINA PRATOMANO - 1 IDENTIFICAZIONE Ubicazione: via Pratomano N civico: Descrizione elementi tipologici generali porzione di blocco a schiera, accesso attraverso area di pertinenza non recintata.

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2016 Linee programmatiche Il 2015 ha segnato un ulteriore tappa nel percorso di consolidamento dell attività della Fondazione con la realizzazione di alcuni significativi obiettivi

Dettagli

4) Il progetto di ampliamento degli insediamenti presenti in tessuti urbani consolidati dovrà dimostrare:

4) Il progetto di ampliamento degli insediamenti presenti in tessuti urbani consolidati dovrà dimostrare: PRONTUARIO DI ATTENZIONE AMBIENTALE Art. 35 - NORME GENERALI PER IL DISEGNO URBANO Tale P.A.A. costituisce elemento di guida, ove non vi sia presenza di elementi caratterizzanti diversi, per un corretto

Dettagli

Corners Sud Ovest. giu. 14

Corners Sud Ovest. giu. 14 Corners Sud Ovest giu. 14 Allegato Tecnico Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI

Dettagli

Restauro di casa Rossi-Petronio Pisa 1991 Massimo e Gabriella Carmassi

Restauro di casa Rossi-Petronio Pisa 1991 Massimo e Gabriella Carmassi Restauro di casa Rossi-Petronio Pisa 1991 Massimo e Gabriella Carmassi I due edifici si affacciano su un cortile interno di un grande isolato del centro storico, in prossimità del lato nord delle mura.

Dettagli

Proposte per una riqualificazione urbana dell Area degli ex Baraccamenti Cattolica e Caserma Mezzacapo in Taranto

Proposte per una riqualificazione urbana dell Area degli ex Baraccamenti Cattolica e Caserma Mezzacapo in Taranto Forum Beni demaniali e Riqualificazione delle Aree Urbane Proposte per una riqualificazione urbana dell Area degli ex Baraccamenti Cattolica e Caserma Mezzacapo in Taranto LEGAMBIENTE Circolo di Taranto

Dettagli

Parco agricolo e cintura verde per la grande Bergamo

Parco agricolo e cintura verde per la grande Bergamo Strategie e politiche regionali per l ambiente e lo sviluppo rurale Parco agricolo e cintura verde per la grande Bergamo Paolo Lassini Dg. Agricoltura Agricoltura e realtà metropolitana: situazione attuale

Dettagli

MUST SCIENZA è CULTURA

MUST SCIENZA è CULTURA MUST SCIENZA è CULTURA WWW.MUSEOSCIENZA.ORG 0 CHI SIAMO Il MUST, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, fondato nel 953, è il più grande museo tecnicoscientifico in Italia,

Dettagli

Parco Alfredo Albanese (Bissuola) a Mestre

Parco Alfredo Albanese (Bissuola) a Mestre Parco Alfredo Albanese (Bissuola) a Mestre Direzione dei Lavori di Completamento zone nord e sud - opere a verde Importo dei lavori a base d'asta: lire 1.232.877.760= IL PROGETTO L idea di realizzare il

Dettagli

LA CASA DEI TRE OCI. Un progetto di Con In collaborazione con

LA CASA DEI TRE OCI. Un progetto di Con In collaborazione con LA CASA DEI TRE OCI La Casa dei Tre Oci è una splendida testimonianza dell architettura veneziana di inizio 900; fu disegnata dall artista Mario De Maria (Marius Pictor) e costruita nel 1913 in un momento

Dettagli

COMUNE DI NUGHEDU SAN NICOLO. Provincia di Sassari

COMUNE DI NUGHEDU SAN NICOLO. Provincia di Sassari COMUNE DI NUGHEDU SAN NICOLO Provincia di Sassari RECUPERO E SISTEMAZIONE AREA CIRCOSTANTE CHIESA DI S.ANTONIO ABATE PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA 1 Premessa L intervento in progetto

Dettagli

MUST SCIENZA è CULTURA

MUST SCIENZA è CULTURA MUST SCIENZA è CULTURA WWW.MUSEOSCIENZA.ORG 0 CHI SIAMO Il MUST, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, fondato nel 953, è il più grande museo tecnicoscientifico in Italia,

Dettagli

Progetto n. 3 di AmicoAlbero: gli argini dell Osellino

Progetto n. 3 di AmicoAlbero: gli argini dell Osellino Progetto n. 3 di AmicoAlbero: gli argini dell Osellino Descrizione progetto L idea del progetto di riqualifica degli argini del canale Osellino è venuta ad AmicoAlbero cercando spazi per l impianto di

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo rurale 1.1 Territorio rurale: analisi degli insediamenti e degli edifici isolati di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N.

Dettagli

Il nome del progetto, Manifesto House, rappresenta. MANIFESTO HOUSE tra riciclo ed energia verde

Il nome del progetto, Manifesto House, rappresenta. MANIFESTO HOUSE tra riciclo ed energia verde MANIFESTO HOUSE tra riciclo ed energia verde 68 85% DI MATERIALI EDILI RICICLATI, RIUSO DI CONTAINER E PALLET, SISTEMI DI VENTILAZIONE NATURALE E PANNELLI SOLARI TERMICI SONO ALLA BASE DEL PROGETTO DELLO

Dettagli

Concediti una giornata di vacanza alla Reggia di Venaria: nella magnificenza dell architettura e del paesaggio, mostre d arte e di storia, musica e

Concediti una giornata di vacanza alla Reggia di Venaria: nella magnificenza dell architettura e del paesaggio, mostre d arte e di storia, musica e Concediti una giornata di vacanza alla Reggia di Venaria: nella magnificenza dell architettura e del paesaggio, mostre d arte e di storia, musica e spettacolo, passeggiate, piaceri del cibo, giochi e relax

Dettagli

PIANO ATTUATIVO REALIZZAZIONE DI UNA AUTORIMESSA PRIVATA INTERRATA CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO DI UN MAGAZZINO *** RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA

PIANO ATTUATIVO REALIZZAZIONE DI UNA AUTORIMESSA PRIVATA INTERRATA CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO DI UN MAGAZZINO *** RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA COMUNE DI ORVIETO PROVINCIA DI TERNI PIANO ATTUATIVO REALIZZAZIONE DI UNA AUTORIMESSA PRIVATA INTERRATA CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO DI UN MAGAZZINO *** RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA PROPRIETA': La Sig.ra

Dettagli

BOSCO DI CARPANEDA Un parco agro-forestale a Vicenza

BOSCO DI CARPANEDA Un parco agro-forestale a Vicenza 7 BOSCO DI CARPANEDA Un parco agro-forestale a Vicenza Descrizione Il Bosco di Carpaneda necessita di un importante azione di riqualificazione viste le potenzialità ambientali, didattiche e sportive del

Dettagli

LE MAXI-AFFISSIONI AFFISSIONI PUBBLICITARIE SUL CANAL GRANDE PALAZZO CA VENDRAMIN CALERGI PALAZZO CA GIUSTINIAN

LE MAXI-AFFISSIONI AFFISSIONI PUBBLICITARIE SUL CANAL GRANDE PALAZZO CA VENDRAMIN CALERGI PALAZZO CA GIUSTINIAN LE MAXI-AFFISSIONI AFFISSIONI PUBBLICITARIE SUL CANAL GRANDE PALAZZO CA VENDRAMIN CALERGI PALAZZO CA GIUSTINIAN Essere partner di Venezia per una visibilità mondiale Oltre 18 milioni di visitatori annui,

Dettagli

Programma Integrato d'area CA 04 Cod. PIA CA AA. Provincia di Cagliari. Decimoputzu. R.A.S.: ,00 Cap. SC (UPB S07.10.

Programma Integrato d'area CA 04 Cod. PIA CA AA. Provincia di Cagliari. Decimoputzu. R.A.S.: ,00 Cap. SC (UPB S07.10. Cod. PIA CA 04.40.AA Strada di collegamento Decimoputzu - SS 196 Provincia di Cagliari Decimoputzu Costo del progetto: 1.200.000,00 R.A.S.: 1.200.000,00 Cap. SC07.1264 (UPB S07.10.005) L opera consiste

Dettagli

UN OASI NEL CUORE DI JESOLO

UN OASI NEL CUORE DI JESOLO UN OASI NEL CUORE DI JESOLO 4 UN OASI NEL CUORE DI JESOLO UN OASI A CONTATTO CON IL BENESSERE Nel cuore di Jesolo prende forma l'oasi per le tue vacanze. Isola Blu, dove bellezza e tranquillità si fondono

Dettagli

Gli interventi connessi al turismo

Gli interventi connessi al turismo Proposta Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Gli interventi connessi al turismo 26 novembre 2014 Euromeeting 2014 28/11/14 1 MISURE DIRETTAMENTE CONNESSE 6.4.1 DIVERSIFICAZIONE DELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli

La Venaria Reale Una Corsa da Re. IV edizione. Domenica 18 ottobre. Reggia di Venaria Parco La Mandria Città di Venaria Reale

La Venaria Reale Una Corsa da Re. IV edizione. Domenica 18 ottobre. Reggia di Venaria Parco La Mandria Città di Venaria Reale La Venaria Reale 2015 Una Corsa da Re IV edizione Domenica 18 ottobre Reggia di Venaria Parco La Mandria Città di Venaria Reale 2 Una Corsa da Re IV edizione Domenica 18 ottobre 2015 Dopo il successo delle

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA 2 1. Parco Lungo 2. Mercato a 0 Km 1.5 Riqualificazione piazza Sciesa 3.1 Parcheggio di Interscambio 3.2 Approdo Nave bus 4. Accesso al Parco di Ponente 5.

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo rurale 1.1 Territorio rurale: analisi degli insediamenti e degli edifici isolati di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N.

Dettagli

Colle Oppio - Terme di Traiano

Colle Oppio - Terme di Traiano - Terme di Traiano Criptoportico ed Esedra Recupero e allestimento dell area archeologica Valore dell intervento 2.250.000,00 Terme di Traiano: Criptoportico ed Esedra Terme di Traiano: Criptoportico ed

Dettagli

Navigli di Milano! di Silvia Parisotto I navigli che adesso sono rimasti A MILANO SONO tre: Naviglio Grande Naviglio Pavese Naviglio della Martesana 1

Navigli di Milano! di Silvia Parisotto I navigli che adesso sono rimasti A MILANO SONO tre: Naviglio Grande Naviglio Pavese Naviglio della Martesana 1 Navigli di Milano! di Silvia Parisotto I navigli che adesso sono rimasti A MILANO SONO tre: Naviglio Grande Naviglio Pavese Naviglio della Martesana 1 Storia: La realizzazione del primo tratto navigabile

Dettagli

Sant Erasmo Difesa e riqualificazione del territorio

Sant Erasmo Difesa e riqualificazione del territorio 87 Sant Erasmo Difesa e riqualificazione del territorio Obiettivi generali Protezione locale dei centri urbani lagunari; riqualificazione urbana e ambientale (in Accordo di programma tra Magistrato alle

Dettagli

BOLOGNA CITY NIGHT TRAIL ediz.0 3 dicembre 2016

BOLOGNA CITY NIGHT TRAIL ediz.0 3 dicembre 2016 BOLOGNA CITY NIGHT TRAIL ediz.0 3 dicembre 2016 La corsa nella Storia... per gli antichi sentieri... Come i pellegrini che attraverso l Arco del Meloncello salgono al Colle della Guardia per venerare la

Dettagli

mq di area totale. 147 Paesi Partecipanti PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI AREE DI SERVIZIO AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI

mq di area totale. 147 Paesi Partecipanti PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI AREE DI SERVIZIO AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI set. 14 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI CLUSTER PALAZZO ITALIA CARDO set. 14 2 set. 14 3 La

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I A

C O M U N E D I C E R V I A C O M U N E D I C E R V I A INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DI VIALE MATTEOTTI DA PIAZZA I MAGGIO ALLA I TRAVERSA PREMESSA L opera in oggetto si inquadra all interno degli interventi per il completamento

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLATO via Matteotti, 1 - Fontanellato

COMUNE DI FONTANELLATO via Matteotti, 1 - Fontanellato COMUNE DI FONTANELLATO fase di progetto PROGRAMMA DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE "IL LISTONE" COMUNE DI FONTANELLATO via Matteotti, 1 - Fontanellato Il Sindaco Maria Grazia

Dettagli

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano Indice Aree di trasformazione di interesse pubblico...3 TRP Area per la localizzazione di servizi per l istruzione...4 TRP - Nuova area a servizi tecnologici

Dettagli

Italia Nostra Onlus. Sezione di Palermo. Proposta migliorativa per lo schema di massima della variante generale al P.R.G. della città di Palermo N.

Italia Nostra Onlus. Sezione di Palermo. Proposta migliorativa per lo schema di massima della variante generale al P.R.G. della città di Palermo N. Italia Nostra Onlus Sezione di Palermo Proposta migliorativa per lo schema di massima della variante generale al P.R.G. della città di Palermo N. 6 Completamento dell'asse stradale Domino-Fattori- Cervantes,

Dettagli

Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice

Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice Forte San Felice Per informazioni: Comitato per il Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice www.comitatofortesanfelice.it info@comitatofortesanfelice.it erminiobibi@hotmail.com Originariamente

Dettagli

RIFLESSIONI. Creazione dell itinerario percorso d acqua - architettura dei luoghi AMBITO 09 - Cimitero. architetture

RIFLESSIONI. Creazione dell itinerario percorso d acqua - architettura dei luoghi AMBITO 09 - Cimitero. architetture Rapporti con l intorno Una vista della nicchia in cui è sita la fontana del cimitero. Lo spazio dello slargo e della fontana deve essere momento di sosta nel percorso che dal paese va verso il cimitero.

Dettagli

La Venaria Reale Dati e gestione

La Venaria Reale Dati e gestione La Venaria Reale Dati e gestione 2007-2015 A cura di: Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale Comunicazione e Stampa PREMESSA. I RISULTATI DI 8 ANNI DI GESTIONE p. 3 LA VENARIA REALE p.

Dettagli

SCHEDA DI ANAGRAFE DELLA RICERCA (SSD ICAR 19)

SCHEDA DI ANAGRAFE DELLA RICERCA (SSD ICAR 19) SCHEDA DI ANAGRAFE DELLA RICERCA (SSD ICAR 19) (si prega di voler compilare una scheda per ogni linea di ricerca presente all interno della struttura, della quale si prega di specificarne la natura. Ad

Dettagli

Il Centro di Alta Formazione del DTC

Il Centro di Alta Formazione del DTC Il Centro di Alta Formazione del DTC Giovanni Fiorentino Università degli studi della Tuscia Marilena Maniaci Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale La rete A partire dal 2014 2015 cinque

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA. MATTEOTTI 1 stralcio - Ristrutturazione della copertura del corpo centrale

SCHEDA INFORMATIVA. MATTEOTTI 1 stralcio - Ristrutturazione della copertura del corpo centrale COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Assessorato ai Lavori Pubblici, Mobilità e Patrimonio SCHEDA INFORMATIVA Ultimo aggiornamento 26/05/2011 RIQUALIFICAZIONE DELLA GALLERIA MATTEOTTI 1 stralcio

Dettagli

PIANO DI RECUPERO. RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ED AMPLIAMENTO DI UN EDIFICIO AD USO SINGOLA ABITAZIONE ai sensi dell'art.3 della L.R.

PIANO DI RECUPERO. RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ED AMPLIAMENTO DI UN EDIFICIO AD USO SINGOLA ABITAZIONE ai sensi dell'art.3 della L.R. COMUNE DI ROVIGO PROVINCIA DI ROVIGO PIANO DI RECUPERO B ubicazione: committente: RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ED AMPLIAMENTO DI UN EDIFICIO AD USO SINGOLA ABITAZIONE ai sensi dell'art.3 della L.R. 13/11

Dettagli

LANDSCAPE ERBA SINTETICA D ARREDO

LANDSCAPE ERBA SINTETICA D ARREDO LANDSCAPE ERBA SINTETICA D ARREDO LANDSCAPE ERBA SINTETICA D ARREDO per vivere sempre circondati da straordinari paesaggi DRENANTE Elimina ogni problema di drenaggio grazie alla foratura reticolata ed

Dettagli

L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali. Simonetta Armondi Roberto Raimondi

L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali. Simonetta Armondi Roberto Raimondi L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali L area Gres a Sorisole. Esplorazioni progettuali La specificità

Dettagli

Interventi di manutenzione delle alberature cittadine

Interventi di manutenzione delle alberature cittadine Interventi di manutenzione delle alberature cittadine Conferenza stampa Lunedì 28 dicembre 2015 Settore Verde, Tutela rischio idrogeologico e Parchi Il verde cittadino Elemento di primaria importanza per

Dettagli

ALLEGATO C VERDE PUBBLICO: Relazione tecnica

ALLEGATO C VERDE PUBBLICO: Relazione tecnica A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

Corso di formazione per Giardiniere d arte per giardini e parchi storici alla Venaria Reale

Corso di formazione per Giardiniere d arte per giardini e parchi storici alla Venaria Reale Corso di formazione per Giardiniere d arte per giardini e parchi storici alla Venaria Reale Corso di formazione per Giardiniere d arte per giardini e parchi storici alla Venaria Reale 2 Sempre di più La

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo rurale 1.1 Territorio rurale: analisi degli insediamenti e degli edifici isolati di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N.

Dettagli

OUTDOOR 1 GIARDINO SEGRETO LEZIONI

OUTDOOR 1 GIARDINO SEGRETO LEZIONI OUTDOOR LEZIONI 1 GIARDINO SEGRETO Organizzazione della pianta, schema dei percorsi e dei punti verdi Il profilo direttore longitudinale sezione del terreno e sfondo percezione dello sfondo come quinta

Dettagli

Forum Lanserhaus Raiffeisen

Forum Lanserhaus Raiffeisen Forum Lanserhaus Raiffeisen Alla fine degli anni 90 il Comune di Appiano ha rilevato l intero complesso completo di un area verde risanandolo per mezzo di lavori di riedificazione durati due anni e conclusisi

Dettagli

Villa Albizia Svizzera Magliaso (Lago di Lugano) Ref. V240

Villa Albizia Svizzera Magliaso (Lago di Lugano) Ref. V240 Villa Albizia Svizzera Magliaso (Lago di Lugano) Ref. V240 Marco Tedeschi Luxury Homes P.zza Garibaldi N.22 53048 Bettolle Sinalunga (Siena) Skype: marcotedeschi1966 Mob. +39 3356232386 E-mail: marco@marcotedeschi.it

Dettagli

COMUNE DI SEDRINA DAMIANI - 1 Provincia di Bergamo

COMUNE DI SEDRINA DAMIANI - 1 Provincia di Bergamo COMUNE DI SEDRINA DAMIANI - 1 Provincia di Bergamo IDENTIFICAZIONE Ubicazione: via Sedrina Descrizione elementi tipologici generali N civico: blocco di schiera ortogonale alla viabilità antica Datazione

Dettagli

2. INSERIMENTO URBANO

2. INSERIMENTO URBANO 1. PREMESSA L oggetto della presente relazione consiste nella descrizione del progetto che prevede la realizzazione del Centro civico polivalente presso il Comune di Barete, nell area attualmente occupata

Dettagli

CITTÁ DI ALGHERO - Provincia di Sassari

CITTÁ DI ALGHERO - Provincia di Sassari 1 CITTÁ DI ALGHERO - Provincia di Sassari Allegato A1 delibera di C.C. n. del 1. Piazza Sulis dentro le mura spazio addossato ai corpi fabbrica dei locali a uso commerciale fino ad una distanza da questi

Dettagli

Roma - Via Libero Leonardi, 130 scala E int. 6 piano 2

Roma - Via Libero Leonardi, 130 scala E int. 6 piano 2 Roma - Via Libero Leonardi, 130 scala E int. 6 piano 2 2. Descrizione e identificazione dell unità immobiliare 2.1 Caratteristiche estrinseche dell immobile L unità immobiliare è un appartamento ubicato

Dettagli

Il mio intervento farà una panoramica dei contenuti del progetto di valorizzazione del paesaggio della provincia di Milano con alcuni approfondimenti

Il mio intervento farà una panoramica dei contenuti del progetto di valorizzazione del paesaggio della provincia di Milano con alcuni approfondimenti Il mio intervento farà una panoramica dei contenuti del progetto di valorizzazione del paesaggio della provincia di Milano con alcuni approfondimenti su alcuni progetti specifici in corso di definizione

Dettagli

Elenco informazioni e documentazione per Vetrina Web

Elenco informazioni e documentazione per Vetrina Web Elenco informazioni e documentazione per Vetrina Web Nome commerciale dell immobile Palazzo Archinto Indirizzo via Olmetto 6, 20123 Milano Milano - Tipologia immobile - destinazione d uso immobile storico,

Dettagli

Il GIARDINO dei GIUSTI ad Abbiategrasso

Il GIARDINO dei GIUSTI ad Abbiategrasso presenta Il GIARDINO dei GIUSTI ad Abbiategrasso in collaborazione con Nel rugby non conta il singolo giocatore ma la squadra. Cerchiamo di trasmettere ai nostri ragazzi un educazione al gioco, al rispetto,

Dettagli

Dettaglio 1 fase

Dettaglio 1 fase Comune di Savona Concorso di progettazione per la riqualificazione urbana degli spazi tra via Nizza e il mare nel tratto tra le Fornaci e Zinola e per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale litoraneo

Dettagli

UN, DUE, TRE, STELLA!

UN, DUE, TRE, STELLA! 8 UN, DUE, TRE, STELLA! Descrizione Il progetto ridisegna gli spazi del cortile della scuola primaria di Laghetto rendendoli più funzionali alle esigenze dei bambini. Obiettivi L edificio scolastico, dopo

Dettagli

I servizi educativi dei musei lombardi. Maria Grazia Diani - Regione Lombardia Valorizzazione e riconoscimento degli istituti culturali

I servizi educativi dei musei lombardi. Maria Grazia Diani - Regione Lombardia Valorizzazione e riconoscimento degli istituti culturali I servizi educativi dei musei lombardi Maria Grazia Diani - Regione Lombardia Valorizzazione e riconoscimento degli istituti culturali Musei i processi di riconoscimento o accreditamento regionale, a partire

Dettagli

Residenza Zinnia Park. Appartamenti in affitto

Residenza Zinnia Park. Appartamenti in affitto Residenza Zinnia Park Appartamenti in affitto Ci sono dei luoghi ai quali torniamo. Dopo una vacanza, dopo il lavoro o dopo tanto tempo, ci torniamo con piacere. Luoghi e dintorni nei quali, i nostri sensi

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo rurale 1.1 Territorio rurale: analisi degli insediamenti e degli edifici isolati di interesse storico Frazione : CAPOLUOGO Toponimo: FONTANA IL CANONE

Dettagli

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia LINEE GUIDA - STUDIO DI FATTIBILITÀ Artt. 128 e 153 del D.LGS 163/2006 AFFIDAMENTO IN PROJECT FINANCING

Dettagli

IL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE della PROVINCIA di PRATO

IL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE della PROVINCIA di PRATO IL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE della PROVINCIA di PRATO IL PARCO DEL BARGO NELL AREA PROTETTA DELLE CASCINE DI TAVOLA Si tratta di un piccolo bosco posto fra il centro storico di Poggio a Caiano e la frazione

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO Comunicato stampa giornate di studio 5-6 maggio 2016 Le giornate di studio La chiesa di San Giovanni e la cappella dei marchesi di Saluzzo: materiali, tecniche e geometrie di un cantiere medievale. Studi

Dettagli

30 ENERGIA IN COMUNE Descrizione Obiettivi Dove Budget indicativo Proponente

30 ENERGIA IN COMUNE Descrizione Obiettivi Dove Budget indicativo Proponente 30 ENERGIA IN COMUNE Descrizione La proposta prevede l installazione presso il parcheggio in concessione a cooperativa sociale Insieme di n. 3 colonnine destinate alla ricarica di automobili e biciclette

Dettagli

SVILUPPI URBANI E RIVALUTAZIONE DELLA ZONA

SVILUPPI URBANI E RIVALUTAZIONE DELLA ZONA AUTOSTRADA A4 MILANO TANGENZIALE EST SVILUPPI URBANI E RIVALUTAZIONE DELLA ZONA TANGENZIALE OVEST DomuS academy MUSEO DELLA MODA I Loft di via Quaranta sono situati a Milano all inizio di via Ripamonti,

Dettagli

PARAMETRI FUNZIONALI: UNITA DI MISURA stanze DESTINAZIONE RESIDENZIALE DESTINAZIONE DI SERVIZIO DESTINAZIONE RICETTIVA

PARAMETRI FUNZIONALI: UNITA DI MISURA stanze DESTINAZIONE RESIDENZIALE DESTINAZIONE DI SERVIZIO DESTINAZIONE RICETTIVA PRUSST RIVIERA DEL BRENTA VARIANTE URBANISTICA SCHEDA INTERVENTO 102 RIPRISTINO TIPOLOGICO AD USO RESIDENZA D'EPOCA DI VILLA VENIER - VELLUTI COMUNE DOLO PROGETTO PRUSST N 2 NAVIGLIO BRENTA SOTTOPROGETTO

Dettagli

Patti per il Sud. Amministrazione Falcomatà. Città metropolitana di Reggio Calabria

Patti per il Sud. Amministrazione Falcomatà. Città metropolitana di Reggio Calabria Amministrazione Falcomatà Città metropolitana di Reggio Calabria Patto per Reggio Calabria: si parte! La Corte dei Conti ha registrato in data 2 novembre 2016 le delibere relative al riparto per aree tematiche

Dettagli

Il benessere equo e sostenibile in Emilia-Romagna: un confronto temporale con l Italia. Paesaggio e patrimonio culturale

Il benessere equo e sostenibile in Emilia-Romagna: un confronto temporale con l Italia. Paesaggio e patrimonio culturale Il benessere equo e sostenibile in : un confronto temporale con l Paesaggio e patrimonio culturale Settembre 216 N.B. Per agevolare la lettura, nei casi in cui il grafico presenti indicatori chiaramente

Dettagli

Proposta di PERCORSO PEDONALE sotto LE MURA tra Porta S. AGOSTINO e Porta S. LORENZO

Proposta di PERCORSO PEDONALE sotto LE MURA tra Porta S. AGOSTINO e Porta S. LORENZO 1 Proposta di PERCORSO PEDONALE sotto LE MURA tra Porta S. AGOSTINO e Porta S. LORENZO Motivazione: Valorizzazione di un primo tratto delle Mura Venete del XVI secolo mediante apertura di nuove visuali

Dettagli

VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli

VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, L. n 10/2013: cosa significa per i Comuni? Dott.ssa for. Francesca Ceres

Dettagli

DENOMINAZIONE INTERVENTO

DENOMINAZIONE INTERVENTO PROGETTO INTEGRATO TERRITORIALE PROVINCIA DI IMPERIA: " Sistema difensivo nella storia del Ponente Ligure" COMUNE DI VENTIMIGLIA 2014 Forte dell' annunziata: restauro e rifunzionalizzazione - opere di

Dettagli

Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona

Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona Michele Ambrosin Allen Dudine Valentina Fernetti Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona Il Piano del verde Il Piano del Verde Grande attenzione alla risistemazione

Dettagli

La Prima località che abbiamo scelto è: PALERMO

La Prima località che abbiamo scelto è: PALERMO La Prima località che abbiamo scelto è: PALERMO A Palermo possiamo andare a vedere Museo delle marionette Il museo internazionale delle marionette è stato istituito nel 1975 dall'associazione per la conservazione

Dettagli

TESTO DELLA SEGNALAZIONE

TESTO DELLA SEGNALAZIONE PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE (PTCP) DI MONZA E BRIANZA SEGNALAZIONE PRESENTATA DA: OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA SEGNALAZIONE A cura di Comune di Desio Data: 05/12/2011 TESTO

Dettagli

STORIA E ARTE PAESAGGI E NATURA TRADIZIONI E GASTRONOMIA

STORIA E ARTE PAESAGGI E NATURA TRADIZIONI E GASTRONOMIA STORIA E ARTE PAESAGGI E NATURA TRADIZIONI E GASTRONOMIA SAN SEVERINO MARCHE È UNO SCRIGNO PREZIOSO E INATTESO: PAESAGGI, NATURA, STORIA, ARTE, TRADIZIONI E GASTRONOMIA, PER VACANZE ALTERNATIVE NELL ITALIA

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER LA GESTIONE DEI BENI CULTURALI E IL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI.

L ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER LA GESTIONE DEI BENI CULTURALI E IL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI. L ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER LA GESTIONE DEI BENI CULTURALI E IL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI. L organizzazione dell amministrazione centrale E nata con la legge n. 5 del 29 gennaio

Dettagli

ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA

ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA ASPETTANDO EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI DI PADIGLIONE ITALIA ANTEPRIMA DI UN AGENDA IN COSTRUZIONE Paolo Verri Direttore contenuti espositivi e palinsesto eventi 15 aprile 2014 Il Sito Espositivo AREE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO Riqualificazione Area verde in Via Lucio Mario Perpetuo (Giardino Nicolò Blois ed Area cani), a cura del Comitato 3NO

SCHEDA PROGETTO Riqualificazione Area verde in Via Lucio Mario Perpetuo (Giardino Nicolò Blois ed Area cani), a cura del Comitato 3NO Pag. 1 Premessa Il Comitato 3NO è un comitato di cittadini nato nell estate del 2012 a seguito dell iniziativa spontanea e volontaria di cittadini residenti nei Municipi V e VII (ex Municipi VI, IX e X),

Dettagli

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 OGLIASTRA QUADRO TERRITORIALE URBANO DI RIFERIMENTO CONTESTO URBANO E STRATEGICO DEL PROGETTO PLANIMETRIE GENERALI

Dettagli

U.M.I. 29 LEGENDA. Perimetrazione ed identificazione U.M.I.

U.M.I. 29 LEGENDA. Perimetrazione ed identificazione U.M.I. LOCALIZZAZIONE Fg 36 Mapp 300 scala 1:1.000 LEGENDA Perimetrazione ed identificazione Possibili lotti o fasi distinte di attuazione degli interventi all'interno della Perimetrazione ed identificazione

Dettagli

La presente Relazione Tecnica riguarda il sito n 10 del PIT ricadente nel Comune di Empoli (FI).

La presente Relazione Tecnica riguarda il sito n 10 del PIT ricadente nel Comune di Empoli (FI). RELAZIONE TECNICA SITO N 10 ALLEGATO A7 PONTORME NEL COMUNE DI EMPOLI (FI) DEL PIANO DI INDIRIZZO TERRITORIALE CON VALENZA DI PIANO PAESAGGISTICO (PIT) La presente Relazione Tecnica riguarda il sito n

Dettagli

LE SISTEMAZIONI SUPERFICIALI

LE SISTEMAZIONI SUPERFICIALI LE SISTEMAZIONI SUPERFICIALI L opera è stata suddivisa in quattro lotti funzionali con progetti esecutivi approvati dalla Giunta Comunale nel mese di febbraio 2014. Nel mese di novembre 2014, dopo la conversione

Dettagli

OSSERVAZIONI DELL ASSOCIAZIONE COMITATO MURA DI PADOVA AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELLE AREE COMPRESE NEL SISTEMA PRATO DELLA VALLE

OSSERVAZIONI DELL ASSOCIAZIONE COMITATO MURA DI PADOVA AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELLE AREE COMPRESE NEL SISTEMA PRATO DELLA VALLE Spettabile Comune di Padova OSSERVAZIONI DELL ASSOCIAZIONE COMITATO MURA DI PADOVA AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELLE AREE COMPRESE NEL SISTEMA PRATO DELLA VALLE G. Valle, disegno preparatorio della Pianta

Dettagli

IL MUSEO E LA CITTà Vicende artistiche pistoiesi dalla metà del XII secolo alla fine del Duecento

IL MUSEO E LA CITTà Vicende artistiche pistoiesi dalla metà del XII secolo alla fine del Duecento IL MUSEO E LA CITTà Vicende artistiche pistoiesi dalla metà del XII secolo alla fine del Duecento 4 5 Il presente volume è promosso e realizzato da Sommario in collaborazione con Università degli Studi

Dettagli

Forme di governo del territorio: il piano urbanistico/1

Forme di governo del territorio: il piano urbanistico/1 Università degli Studi di Roma La Sapienza Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni CdL URBANISTICA E SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI FONDAMENTI DI URBANISTICA 2005 Prof. Giovanna Bianchi Forme

Dettagli