Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011"

Transcript

1 Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011 Casellario Centrale Infortuni Roma - Via Roberto Ferruzzi, INAIL - Direzione Centrale Comunicazione Roma - P.le Giulio Pastore, Rapporto Statistico 2011

2 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011

3 Il Casellario Centrale Infortuni E una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore. (Decreto legislativo n. 38 del 23 febbraio 2000 Capo IV). Componenti Comitato di Gestione del Casellario Centrale Infortuni Lorenzo FANTINI Claudio MERCURI Vittorio VERDONE Antonietta MUNDO Roberta BENCINI Cristiano TEMPESTA Ester ROTOLI Michele LEPORE Gianna BARBIERI Presidente Dirigente responsabile del Casellario In rappresentanza dell'ania In rappresentanza dell'inps In rappresentanza dell'ipsema In rappresentanza dell'enpaia In rappresentanza dell'inail Esperti in materia di assicurazione e di discipline statistiche INAIL - Casellario Centrale Infortuni Roma Via Roberto Ferruzzi, Rapporto Statistico 2011 Si ringrazia per la collaborazione la Consulenza Statistico Attuariale INAIL Finito di stampare nel mese di Novembre 2011 dalla Tipografia INAIL di Milano

4 Indice Pag. Premessa 9 Struttura 11 Nota Metodologica 13 PARTE PRIMA INFORTUNI COMPLESSIVI E MALATTIE PROFESSIONALI Tav. 1.0 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e per tipologia di copertura assicurativa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.1 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.2 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.3 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.4 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento/manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE SECONDA INFORTUNI DA RESPONSABILITA' CIVILE AUTO Tav. 2.1 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.2 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.3 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.4 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.5 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali

5 Tav. 2.6 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.7 Sinistri con Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.8 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Media Infortunati per Sinistro Tav. 2.9 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti e Frequenza Relativa di Infortunio per Parco Veicolare Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione TESTA Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione COLLO Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI SUPERIORI Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione BUSTO Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI INFERIORI Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per sesso, classe di età e regione di accadimento Grado Medio d'invalidità

6 Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione COLPO DI FRUSTA e regione di accadimento - Valori Assoluti PARTE TERZA INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA Tav. 3.1 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.2 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.3 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.4 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.5 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.6 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.7 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.8 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.9 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno ed agente materiale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali

7 Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per sede della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per classe di grado d'invalidità e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per agente materiale e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE QUARTA INFORTUNI LAVORATIVI Tav. 4.1 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.2 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.3 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.4 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.5 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.6 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.7 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.8 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.9 Infortuni Lavorativi IN ITINERE avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni Lavorativi STRADALI avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali

8 Tav Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e settore di attività - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE QUINTA MALATTIE PROFESSIONALI Tav. 5.1 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.2 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.3 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.4 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e mese di manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.5 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e tipo di malattia - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.6 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e settore di attività - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE SESTA TEMPI DI DEFINIZIONE Tav. 6.1 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno di accadimento/manifestazione ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.2 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.3 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.4 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati

9 Tav. 6.5 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno di manifestazione ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati

10 PREMESSA Il Rapporto Statistico 2011 del Casellario Centrale Infortuni, giunto ormai alla sua terza edizione, si propone di far conoscere al sistema di welfare nel suo complesso il nostro patrimonio informativo, elaborato in forma aggregata. La pubblicazione evidenzia, nel periodo di osservazione 2006/2010, i danni alla persona derivanti dagli eventi infortunistici accaduti sia in ambito professionale sia extraprofessionale, con particolare riferimento a quelli tutelati dalla assicurazione RC Auto. Così come già chiarito nella precedente edizione, la Banca Dati del CCI non restituisce una rilevazione degli infortuni avvenuti - non pervengono infatti le singole denunce di infortunio - ma degli eventi che hanno causato postumi di invalidità permanente e che sono effettivamente riconosciuti e/o indennizzati dagli enti assicuratori pubblici e privati. Le risultanze statistiche pertanto - dissimili da quelle di altre Banche Dati che rispondono a criteri e finalità diverse - devono essere lette tenendo presente la loro peculiarità. Con questa analisi il Casellario si propone di fornire al sistema istituzionale, all utenza pubblica e privata, agli enti di ricerca, agli addetti ai lavori, uno strumento utile sopratutto per le politiche pubbliche in materia di prevenzione degli eventi monitorati, con particolare riferimento agli incidenti stradali. Proprio la rilevazione dei danni permanenti derivanti dagli incidenti stradali, dagli infortuni sul lavoro e dagli infortuni generici, consente al Casellario - oggi - di proporre una lettura che, attraversando le diverse tipologie di infortunio, contribuisce alla illustrazione di un fenomeno complessivo sul quale non può dirsi operante una strategia globale condivisa tra i soggetti competenti, a livello statistico e/o operativo e che, in prospettiva, potrà costituire uno specifico aspetto del sistema di prevenzione (SINP), previsto dal decreto legislativo 81/2008 e garantito dall INAIL per gli aspetti tecnici ed informatici. In questa terza edizione del Rapporto, come nella precedente, si è data una particolare evidenza alla tipologia di lesioni derivanti dagli incidenti sulla strada, con una attenta analisi sia della natura che della sede della lesione. Inoltre, l edizione 2011 è stata arricchita con rappresentazioni grafiche che rendono con più immediatezza l andamento anche temporale dei diversi fenomeni analizzati. Le politiche di prevenzione del rischio strada, per essere efficaci, richiedono di essere supportate da ulteriori informazioni, quali ad esempio: le denunce, le modalità di accadimento degli incidenti, la determinazione dello status del danneggiato, l incidenza stessa dell ambiente stradale, informazioni che allo stato non sono ancora patrimonio disponibile della Banca Dati del Casellario ma che lo potranno diventare in futuro, in attuazione di specifica norma delegata (art. 2 della Legge 183 del 4 novembre 2010, c.d. collegato lavoro ) che prevede la riorganizzazione strutturale del Casellario. Anche in tale prospettiva di riforma, la nostra struttura si propone di contribuire sia ad indirizzare le politiche di sicurezza stradale e di prevenzione sia a formulare le strategie per diminuire le frodi assicurative derivanti dai danni prodotti dagli incidenti stradali. In altri termini un Casellario inteso non solo come raccoglitore statistico ma come un canale di supporto alla prevenzione e all antifrode. E in questa direzione che vanno ricercate tutte le sinergie possibili con le Organizzazioni e le Istituzioni che sono interessate alla materia, al fine di incidere sul sempre troppo alto tributo di vite umane e di danni alla salute che ogni anno si deve registrare. Alla organizzazione tutta del Casellario e a tutti coloro che hanno fornito la propria competente collaborazione per la preparazione del Rapporto, va il mio ringraziamento. Lorenzo Fantini 9

11

12 STRUTTURA Il presente Rapporto Statistico è articolato in 6 parti, in ciascuna delle quali sono riportati i dati relativi agli Infortuni avvenuti e alle Malattie Professionali manifestatesi nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il Causa i tempi tecnici di definizione necessariamente prolungati, alla data di rilevazione sussistono (in particolare per quanto riguarda l'anno 2010) quote consistenti di casi in corso di definizione, non presenti, quindi, in questo elaborato. Le tabelle sono espresse sia in Valori Assoluti che in Valori Percentuali. Nella prima parte, dove sono riportati i dati relativi agli Infortuni Complessivi (Infortuni da RC Auto, Infortuni da Assicurazione Facoltativa ed Infortuni Lavorativi) ed alle Malattie Professionali, si è voluto fornire un quadro generale dell ambito infortunistico. E stata prodotta una prima tabella di sintesi ove vengono illustrati, per tipologia di copertura assicurativa, l insieme dei dati oggetto del Rapporto Statistico; le successive tabelle sono state generate: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità e per mese di accadimento/manifestazione. Nella seconda parte vengono presi in considerazione i dati relativi agli Infortuni da Responsabilità Civile Auto, per i quali sono state generate le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione e per nazionalità di nascita. Si è provveduto a realizzare due tabelle, entrambe per regione di accadimento, una con il numero dei sinistri (con infortuni), l altra con la media degli infortunati per sinistro. E stato effettuato uno studio della frequenza relativa di infortunio, su base regionale, sia con riferimento alla Popolazione Residente (di fonte ISTAT) che al Parco Veicolare (di fonte ACI). Per gli anni 2009 e 2010, si è provveduto ad effettuare uno studio per natura della lesione e sede della lesione. Per quanto riguarda, invece, il solo 2010, sono state sviluppate tabelle con il grado medio di invalidità: per sede della lesione, natura della lesione e regione di accadimento e per sesso, classe di età e regione di accadimento. Infine, si è analizzata l incidenza del colpo di frusta sul totale degli infortuni su base regionale. La terza parte contiene i dati relativi agli Infortuni da Assicurazione Facoltativa, per i quali sono state generate le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione, per natura della lesione, per qualifica professionale, per il tipo di causa dell evento, per agente materiale e per nazionalità di nascita. Per gli anni 2009 e 2010, si è provveduto ad effettuare ulteriori studi: per natura della lesione e sede della lesione, per natura della lesione e tipo di causa, per sede della lesione e tipo di causa, per classe di grado d invalidità e tipo di causa, per agente materiale e tipo di causa. La quarta parte prende in esame i casi di Infortuni Lavorativi, per i quali si è provveduto a generare le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione, per natura della lesione, per qualifica professionale e per settore di attività. Inoltre, è stato effettuato uno studio sugli Infortuni in Itinere (ovvero quegli infortuni avvenuti nel tragitto casa-lavoro-casa) e sugli Infortuni Stradali, per giorno della settimana di accadimento. I dati di provenienza INAIL sono aggiornati alla data di definizione del La quinta parte si occupa di statisticare le Malattie Professionali, essa si compone delle tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di manifestazione, per tipo di malattia e per settore di attività. I dati di provenienza INAIL sono aggiornati alla data di definizione del Nella sesta ed ultima parte sono studiati i Tempi di Definizione degli Infortuni e/o delle Malattie Professionali producendo delle tabelle ove vengono rappresentati i dati per anno di accadimento/manifestazione e per anno di definizione. Tali tabelle sono espresse in: Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati. 11

13

14 NOTA METODOLOGICA Si riportano di seguito le note esplicative redatte dagli esperti statistici del Comitato di Gestione del CCI, dell Ania e della Consulenza Statistica dell Inail. INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Nella presente pubblicazione statistica, i dati relativi agli Infortuni sul Lavoro e alle Malattie Professionali si riferiscono agli eventi avvenuti/manifestatesi nel periodo e definiti con un grado di menomazione uguale o superiore all 1%. Occorre precisare per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro che il dato statistico necessita di un periodo di consolidamento che si quantifica in un triennio di osservazione rispetto all anno di avvenimento entro il quale si definiscono oltre il 99% dei casi. Pertanto, se il triennio è da ritenere sufficientemente consolidato, il biennio necessita ancora, a causa dei tempi tecnici di definizione, di un periodo di osservazione congruo. I dati sono elaborati considerando le gestioni assicurative dell Industria e Servizi, dell Agricoltura e dei Dipendenti del Conto Stato. Le statistiche sono aggiornate alla data di rilevazione del 30 aprile 2011 che coincide con la data di rilevazione della base dati del Rapporto Annuale INAIL e del primo aggiornamento semestrale della Banca Dati Statistica INAIL. Infortunio sul lavoro Secondo il DPR 1124 del 30/06/1965 Testo unico delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali : all art. 2 L assicurazione comprende tutti i casi di infortunio avvenuti per causa violenta in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero un inabilità temporanea assoluta che comporti l astensione dal lavoro per più di tre giorni. Il nuovo Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro del 30 aprile 2008 n. 81 richiederà all INAIL di raccogliere e registrare a fini statistici anche gli infortuni di durata superiore ad un giorno. Nella pubblicazione sono presi in esame gli infortuni e le malattie professionali definiti per i quali si è concluso positivamente l iter sanitario e amministrativo e che hanno prodotto un grado di inabilità superiore o pari all 1%. Sono quindi compresi i casi che hanno dato luogo ad un indennizzo per inabilità temporanea, permanente o morte ed i cosiddetti regolari senza indennizzo (casi riconosciuti dall Istituto per i quali non è prevista una prestazione economica). Tipo di Definizione: Temporanea: sono casi che hanno comportato una inabilità temporanea assoluta per un periodo limitato, superiore a tre giorni, durante il quale è erogata una indennità giornaliera fino alla completa guarigione clinica. Nella pubblicazione sono considerate solo le temporanee che presentano un grado di menomazione da 1% a 5%. Permanente: Menomazione che comporta una riduzione dell integrità psicofisica con postumi permanenti di grado uguale o superiore al 6% (art. 13 del D.L.gs. 38/2000). Per la menomazione permanente di grado compreso tra il 6% e il 15% è prevista l erogazione di un capitale per l indennizzo del danno biologico. Per la menomazione permanente di grado pari o superiore al 16% è prevista l erogazione di una rendita che si compone di due quote: una per l indennizzo del danno biologico, l altra per l indennizzo del danno patrimoniale. Mortale con o senza superstiti: si tratta di soggetti deceduti in seguito all infortunio sul lavoro o alla malattia professionale. Regolari senza indennizzo: pur trattandosi di eventi riconoscibili come veri e propri infortuni sul lavoro, l INAIL non ha erogato prestazioni economiche; si tratta di casi particolari, per esempio, di dipendenti dello Stato che hanno avuto un infortunio che ha determinato assenza dal lavoro ma non postumi permanenti o la morte (soltanto in questi ultimi due casi l INAIL indennizza l assicurato; se si determina soltanto un periodo di inabilità temporanea l indennizzo è a carico dello Stato) o ancora le punture d ago del personale sanitario. 13

15 Infortunio in itinere Si tratta di infortunio avvenuto nel tragitto tra sede del lavoro e abitazione (casa-lavoro-casa) salvo il caso di interruzione o deviazione del tutto indipendente dal lavoro o, comunque, non necessitata. Se non c è un servizio mensa aziendale comprende anche lo spostamento dal luogo di lavoro a quello del pasto. L interruzione o la deviazione è necessitata quando è dovuta a causa di forza maggiore, ad esigenze essenziali ed improrogabili o all adempimento di obblighi penalmente rilevanti. Comprende anche l uso del mezzo di trasporto privato purché necessitato; in questo caso sono esclusi gli infortuni cagionati direttamente dall abuso di alcolici, psicofarmaci e stupefacenti. Con l attuazione del D.L.gs 38/2000 art.12 l infortunio in itinere rientra tra gli infortuni indennizzabili quando si presentano le condizioni su esposte. Infortunio in occasione di lavoro Si tratta di infortunio strettamente collegato all attività lavorativa. Sono, pertanto, tutti gli infortuni al netto di quelli in itinere. Infortunio stradale Per infortunio stradale rilevato dall INAIL si intende l evento correlato all uso di mezzi di trasporto terrestre non su rotaie, ossia infortunio avvenuto nella pubblica via e causato da circolazione stradale, indipendentemente che si tratti di infortunio occorso nell esercizio di un attività lavorativa o in itinere. E compreso, pertanto, in questo concetto sia l incidente capitato all autotrasportatore nell esercizio della sua attività che l investimento del pedone da parte di un autoveicolo se riguarda un lavoratore che si sta recando al lavoro (in itinere). Non deve, invece, essere considerato come incidente stradale, l incidente fra autoveicoli o causato da autoveicoli all interno di un cantiere di lavoro in quanto lo stesso non può considerarsi incidente stradale in senso stretto, né legato a particolare rischio da circolazione di autoveicoli. A partire dall anno 2004, all atto dell acquisizione della denuncia di infortunio l operatore delle unità territoriali dell INAIL è obbligato a valorizzare l informazione se incidente stradale o meno, per proseguire l iter amministrativo che porta all eventuale azione di surroga. Malattia professionale Secondo il DPR 1124 del 30/06/1965 Testo unico delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali : all art. 3 L assicurazione è altresì obbligatoria per le malattie professionali indicate nella tabella allegato n. 4, le quali siano contratte nell esercizio e a causa delle lavorazioni specificate nella tabella stessa ed in quanto tali lavorazioni rientrino tra quelle previste nell art. 1. Per la presente pubblicazione sono state elaborate le malattie professionali manifestatesi nel quinquennio che hanno comportato un riconoscimento di un grado di inabilità pari o superiore all 1%. Per epoca di manifestazione della malattia professionale non si intende il momento dell insorgenza della malattia; se questa ha determinato assenza dal lavoro, coincide con il primo giorno di assenza, in caso contrario con la data di attestazione di probabile malattia professionale da parte del medico curante. Natura della lesione Tipo di pregiudizio psicofisico conseguente ad un azione lesiva. Sede della lesione Parte del corpo interessata dalla lesione. INFORTUNI DA RC AUTO E ASSICURAZIONE FACOLTATIVA I dati presentati in questo rapporto e relativi al settore assicurativo privato riguardano: gli infortuni subiti da individui non responsabili a seguito di incidenti stradali (ossia conducenti non responsabili, terzi trasportati e passanti), che vengono coperti dall assicurazione obbligatoria della responsabilità civile verso terzi. 14

16 gli infortuni professionali ed extra-professionali che a seguito di copertura volontaria e facoltativa vengono risarciti dal settore assicurativo privato. La copertura volontaria per gli infortuni copre cioè l assicurato sia per i danni derivanti dallo svolgimento dell attività professionale sia per i danni subiti durante ogni altra attività che non abbia carattere professionale (es. tempo libero, attività sportiva dilettantistica, ecc ). Fra questi rientrano anche gli infortuni dei conducenti di veicoli che, pur essendo responsabili dell incidente, vengono risarciti sulla base di una copertura facoltativa aggiuntiva alla RC Auto. Va precisato che, in caso di infortunio sul lavoro per il quale oltre alla copertura dell INAIL vi sia anche una copertura su base volontaria, l assicurato verrà risarcito da entrambi gli enti assicurativi (pubblico e privato). in entrambi i casi (assicurazione RC Auto obbligatoria e assicurazione infortuni facoltativa) la normativa vigente stabilisce che le imprese forniscano al Casellario Centrale Infortuni (CCI) i soli casi di danni con invalidità permanente o con esito mortale. Sono quindi esclusi tutti i casi di individui che pur avendo subito una lesione, risolvono l evento con una inabilità temporanea. Inoltre la comunicazione del dato da parte delle imprese al CCI avviene solo dopo che la lesione è stata completamente definita. Questo significa che il numero degli infortuni riportato nei vari anni non è espressione del numero degli infortuni accaduti, ma di quelli che alla data di osservazione sono stati definiti. Si ricorda, peraltro, che nel caso di danni fisici i tempi necessari per la completa definizione del danno sono generalmente molto lunghi (anche oltre 10 anni). Occorrerà pertanto un ampio numero di anni di osservazione per avere la corretta quantificazione degli infortuni accaduti nei vari anni. oltre a questo aspetto, occorre tenere presente che l alimentazione della banca dati da parte delle imprese, soprattutto per quanto concerne gli infortuni da RC Auto è migliorata progressivamente nel tempo e, quindi, un numero via via crescente di casi è stato inviato al CCI. Quanto precede implica che eventuali valutazioni di trend fra anni diversi risulterebbero poco significative. i confronti temporali sul numero di infortuni risarciti dal settore assicurativo vanno inoltre interpretati in relazione al momento di osservazione degli stessi. Infatti, il numero di infortuni accaduti nei vari anni (dal 2006 al 2010) e liquidati al 30 aprile 2011 possono risentire di una diversa estensione del periodo di osservazione rispetto all anno di accadimento. 15

17

18 Parte Prima Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e (*) e comunicati/e al C.C.I. a tutto il dati di provenienza Imprese Assicuratrici Inail Ipsema Enpaia Inpgi (*) Infortuni e Malattie che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati/e accertati/e da un Istituto Assicuratore 17

19 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e tipologia di copertura assicurativa - Valori Assoluti e Valori Percentuali TIPOLOGIA DI COPERTURA ASSICURATIVA INFORTUNI DA RC AUTO INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA INFORTUNI LAVORATIVI di cui INAIL (*) INFORTUNI COMPLESSIVI (1) MALATTIE PROFESSIONALI di cui INAIL (*) TOTALE (2) VALORI PERCENTUALI TIPOLOGIA DI COPERTURA ASSICURATIVA INFORTUNI DA RC AUTO 65,0% 62,6% 65,3% 66,9% 63,7% INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA 14,6% 17,5% 18,3% 17,8% 16,0% INFORTUNI LAVORATIVI 18,7% 18,0% 14,7% 13,4% 17,0% di cui INAIL (3) 99,6% 99,7% 99,7% 99,6% 99,8% INFORTUNI COMPLESSIVI 98,3% 98,1% 98,3% 98,1% 96,7% MALATTIE PROFESSIONALI 1,7% 1,9% 1,7% 1,9% 3,3% di cui INAIL (4) 99,6% 99,6% 99,6% 99,6% 99,8% (*) Gli Infortuni Lavorativi e le Malattie Professionali di INAIL sono da considerarsi definiti a tutto il (1) E' la somma degli "Infortuni da RC Auto", "Infortuni da Assicurazione Facoltativa" e "Infortuni Lavorativi" (2) E' la somma tra gli "Infortuni Complessivi" e le "Malattie Professionali" (3) Percentuale calcolata sui soli "Infortuni Lavorativi" (4) Percentuale calcolata sulle sole "Malattie Professionali" 18

20 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE

21 Segue Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 14 1,7% 1,8% 1,9% 1,8% 1,7% Da 15 a 24 15,5% 16,1% 17,0% 17,3% 15,8% Da 25 a 54 66,1% 65,3% 64,4% 63,6% 64,1% Oltre 54 16,4% 16,5% 16,6% 17,0% 18,1% Non Determinata 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% TOTALE (*) 62,8% 62,6% 61,8% 61,3% 60,9% Femmine Fino a 14 2,1% 2,2% 2,2% 2,2% 2,0% Da 15 a 24 16,1% 16,1% 16,7% 16,8% 16,1% Da 25 a 54 63,0% 62,4% 61,7% 61,5% 62,3% Oltre 54 18,9% 19,3% 19,4% 19,5% 19,6% Non Determinata 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% TOTALE (*) 37,2% 37,4% 38,2% 38,7% 39,1% Maschi + Femmine Fino a 14 1,8% 2,0% 2,0% 2,0% 1,8% Da 15 a 24 15,7% 16,1% 16,9% 17,1% 15,9% Da 25 a 54 65,0% 64,2% 63,4% 62,8% 63,4% Oltre 54 17,3% 17,6% 17,7% 18,0% 18,7% Non Determinata 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,2% Nota 1: Le percentuali sono calcolate a meno di arrotondamenti dei decimali Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infort. e delle Mal. Prof. dei "Maschi" Nota 3: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infort. e delle Mal. Prof. delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni e delle Malattie Professionali di "Maschi + Femmine" 20

22 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE

23 Segue Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 17 4,3% 4,7% 4,7% 4,6% 4,0% Da 18 a 29 24,5% 24,2% 25,3% 25,5% 24,0% Da 30 a 41 30,3% 29,6% 28,9% 28,4% 27,9% Da 42 a 53 22,8% 23,3% 22,8% 22,7% 24,1% Da 54 a 65 12,5% 12,6% 12,5% 12,8% 13,9% Da 66 a 77 4,6% 4,6% 4,7% 4,8% 4,9% Oltre 77 0,9% 0,9% 1,0% 1,0% 0,9% Non Determinata 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% TOTALE (*) 62,8% 62,6% 61,8% 61,3% 60,9% Femmine Fino a 17 4,6% 4,9% 4,8% 4,8% 4,3% Da 18 a 29 25,3% 24,6% 25,1% 25,1% 24,6% Da 30 a 41 27,6% 27,3% 26,8% 26,3% 25,9% Da 42 a 53 22,1% 22,3% 22,3% 22,6% 23,8% Da 54 a 65 13,4% 13,5% 13,4% 13,8% 14,5% Da 66 a 77 5,7% 5,8% 6,0% 5,8% 5,4% Oltre 77 1,4% 1,5% 1,6% 1,5% 1,4% Non Determinata 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% TOTALE (*) 37,2% 37,4% 38,2% 38,7% 39,1% Maschi + Femmine Fino a 17 4,4% 4,7% 4,8% 4,7% 4,1% Da 18 a 29 24,8% 24,3% 25,2% 25,4% 24,2% Da 30 a 41 29,3% 28,7% 28,1% 27,6% 27,1% Da 42 a 53 22,5% 23,0% 22,6% 22,7% 24,0% Da 54 a 65 12,8% 13,0% 12,8% 13,2% 14,2% Da 66 a 77 5,0% 5,0% 5,2% 5,2% 5,1% Oltre 77 1,0% 1,1% 1,2% 1,2% 1,1% Non Determinata 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,2% Nota 1: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infort. e delle Mal. Prof. dei "Maschi" Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infort. e delle Mal. Prof. delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni e delle Malattie Professionali di "Maschi + Femmine" 22

24 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a MORTI TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' ,2% 31,9% 32,2% 35,2% 38,9% 2 28,2% 27,5% 28,1% 27,8% 26,9% 3 12,2% 12,2% 12,3% 11,9% 11,2% 4 7,0% 7,1% 7,2% 6,6% 6,4% 5 3,2% 3,3% 3,5% 3,2% 2,6% 6 4,7% 4,8% 4,4% 4,0% 4,3% 7 2,2% 2,3% 2,2% 2,0% 1,8% 8 1,9% 2,0% 1,9% 1,8% 1,6% 9 1,2% 1,3% 1,2% 1,1% 0,9% 10 1,2% 1,2% 1,1% 1,0% 0,9% Da 11 a 15 2,2% 2,3% 2,4% 2,2% 1,8% Da 16 a 25 2,1% 2,2% 1,9% 1,7% 1,4% Da 26 a 35 0,5% 0,6% 0,5% 0,4% 0,3% Da 36 a 50 0,3% 0,3% 0,2% 0,2% 0,1% Da 51 a 75 0,2% 0,2% 0,1% 0,1% 0,1% Da 76 a 100 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% MORTI 0,7% 0,6% 0,6% 0,6% 0,6% 23

25 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e mese di accadimento/manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali MESE DI ACCADIMENTO/ MANIFESTAZIONE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO/ MANIFESTAZIONE GENNAIO 8,0% 8,2% 7,4% 8,5% 11,6% FEBBRAIO 7,4% 7,2% 7,3% 8,0% 11,0% MARZO 8,1% 8,4% 7,7% 9,1% 11,6% APRILE 7,8% 8,0% 8,0% 8,4% 10,9% MAGGIO 8,9% 8,9% 8,5% 9,1% 10,7% GIUGNO 8,5% 8,6% 8,2% 8,6% 9,4% LUGLIO 8,7% 9,0% 8,8% 8,8% 8,9% AGOSTO 6,9% 6,7% 6,9% 6,5% 6,1% SETTEMBRE 8,7% 8,5% 8,8% 8,2% 6,8% OTTOBRE 9,4% 9,2% 9,9% 8,7% 5,8% NOVEMBRE 9,1% 8,8% 9,4% 7,9% 4,3% DICEMBRE 8,6% 8,5% 9,0% 8,1% 2,9% 24

26 Parte Seconda Infortuni da Responsabilità Civile Auto avvenuti nel periodo definiti (*) e comunicati al C.C.I. a tutto il dati di provenienza Imprese Assicuratrici (*) Infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore 25

27 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE

28 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 14 2,1% 2,3% 2,3% 2,2% 2,0% Da 15 a 24 20,8% 22,0% 22,6% 23,0% 22,0% Da 25 a 54 62,0% 61,1% 60,8% 60,7% 61,2% Oltre 54 15,1% 14,6% 14,3% 14,1% 14,9% TOTALE (*) 57,2% 56,5% 56,7% 56,8% 55,9% Femmine Fino a 14 2,2% 2,4% 2,3% 2,3% 2,1% Da 15 a 24 19,0% 19,4% 19,8% 20,1% 19,9% Da 25 a 54 61,4% 60,8% 60,5% 60,8% 61,4% Oltre 54 17,4% 17,5% 17,3% 16,8% 16,6% TOTALE (*) 42,8% 43,5% 43,3% 43,2% 44,1% Maschi + Femmine Fino a 14 2,1% 2,3% 2,3% 2,2% 2,0% Da 15 a 24 20,0% 20,9% 21,4% 21,8% 21,1% Da 25 a 54 61,8% 60,9% 60,7% 60,7% 61,3% Oltre 54 16,1% 15,9% 15,6% 15,3% 15,6% Nota 1: Le percentuali sono calcolate a meno di arrotondamenti dei decimali Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 3: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 27

29 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE

30 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 17 5,7% 6,3% 6,1% 5,9% 5,2% Da 18 a 29 31,0% 31,1% 32,0% 32,6% 31,9% Da 30 a 41 29,8% 29,2% 28,9% 28,7% 28,8% Da 42 a 53 17,5% 17,8% 17,7% 17,7% 18,2% Da 54 a 65 9,8% 9,5% 9,3% 9,3% 10,0% Da 66 a 77 5,0% 4,8% 4,6% 4,5% 4,7% Oltre 77 1,3% 1,3% 1,4% 1,3% 1,3% TOTALE (*) 57,2% 56,5% 56,7% 56,8% 55,9% Femmine Fino a 17 5,1% 5,6% 5,5% 5,4% 4,9% Da 18 a 29 29,2% 28,8% 29,0% 29,3% 29,7% Da 30 a 41 28,2% 27,9% 27,6% 27,5% 27,4% Da 42 a 53 19,0% 19,1% 19,4% 19,7% 20,1% Da 54 a 65 10,9% 10,8% 10,7% 10,9% 11,0% Da 66 a 77 5,9% 6,0% 5,9% 5,5% 5,2% Oltre 77 1,7% 1,8% 1,8% 1,7% 1,6% TOTALE (*) 42,8% 43,5% 43,3% 43,2% 44,1% Maschi + Femmine Fino a 17 5,5% 6,0% 5,9% 5,7% 5,1% Da 18 a 29 30,2% 30,1% 30,7% 31,2% 30,9% Da 30 a 41 29,1% 28,6% 28,3% 28,2% 28,2% Da 42 a 53 18,1% 18,3% 18,4% 18,6% 19,0% Da 54 a 65 10,3% 10,1% 9,9% 10,0% 10,4% Da 66 a 77 5,4% 5,3% 5,1% 4,9% 4,9% Oltre 77 1,5% 1,5% 1,6% 1,5% 1,5% Nota 1: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 29

31 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a MORTI TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' ,4% 40,3% 39,9% 43,8% 50,6% 2 32,0% 31,4% 32,2% 31,7% 30,2% 3 11,4% 11,6% 11,8% 11,1% 9,7% 4 5,2% 5,3% 5,4% 4,6% 3,8% 5 2,9% 3,0% 3,0% 2,6% 1,9% 6 1,7% 1,8% 1,7% 1,3% 1,0% 7 1,1% 1,2% 1,1% 0,9% 0,6% 8 0,9% 1,0% 0,9% 0,7% 0,4% 9 0,7% 0,8% 0,7% 0,5% 0,2% 10 0,5% 0,5% 0,4% 0,4% 0,2% Da 11 a 15 1,3% 1,4% 1,4% 1,1% 0,6% Da 16 a 25 0,9% 0,9% 0,8% 0,6% 0,2% Da 26 a 35 0,3% 0,3% 0,2% 0,2% 0,1% Da 36 a 50 0,2% 0,2% 0,1% 0,1% 0,0% Da 51 a 75 0,1% 0,1% 0,1% 0,0% 0,0% Da 76 a 100 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,0% MORTI 0,3% 0,3% 0,4% 0,4% 0,2% 30

32 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO 7,6% 8,2% 7,1% 8,2% 12,1% FEBBRAIO 7,2% 6,9% 6,9% 8,0% 11,4% MARZO 7,9% 8,2% 7,7% 9,2% 11,8% APRILE 8,0% 8,1% 7,9% 8,7% 11,4% MAGGIO 9,0% 8,9% 8,5% 9,2% 11,0% GIUGNO 8,5% 8,7% 8,1% 8,6% 9,6% LUGLIO 8,7% 9,1% 8,8% 8,8% 8,8% AGOSTO 7,0% 6,6% 6,9% 6,5% 6,1% SETTEMBRE 8,7% 8,5% 8,9% 8,2% 6,7% OTTOBRE 9,4% 9,1% 10,1% 8,7% 5,4% NOVEMBRE 9,1% 8,9% 9,8% 7,9% 3,6% DICEMBRE 9,0% 8,9% 9,4% 8,0% 2,0% 31

33 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' 14,8% 15,4% 15,0% 15,5% 15,4% MARTEDI' 14,9% 14,7% 15,4% 14,8% 15,1% MERCOLEDI' 14,6% 15,0% 15,2% 15,2% 14,9% GIOVEDI' 15,2% 14,7% 14,8% 15,3% 14,8% VENERDI' 15,4% 15,5% 15,2% 15,1% 15,8% SABATO 13,6% 13,6% 13,5% 13,3% 13,5% DOMENICA 11,5% 11,2% 10,9% 10,8% 10,6% 32

34 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE VALLE D'AOSTA LOMBARDIA LIGURIA TRENTINO ALTO ADIGE BOLZANO-BOZEN TRENTO VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA NON DETERMINATA NORD-OVEST NORD-EST CENTRO SUD ISOLE NON DETERMINATA ITALIA ESTERO TOTALE

35 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 5,6% 5,8% 5,3% 5,6% 5,9% VALLE D'AOSTA 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% LOMBARDIA 12,5% 12,3% 11,6% 11,4% 12,4% LIGURIA 1,9% 1,8% 1,7% 1,6% 1,4% TRENTINO ALTO ADIGE 0,9% 0,8% 0,7% 0,6% 0,6% BOLZANO-BOZEN 0,4% 0,3% 0,2% 0,2% 0,2% TRENTO 0,5% 0,5% 0,4% 0,4% 0,4% VENETO 7,5% 7,2% 6,7% 6,2% 5,9% FRIULI VENEZIA GIULIA 1,4% 1,3% 1,1% 0,9% 0,8% EMILIA ROMAGNA 8,8% 8,4% 7,3% 7,1% 7,6% TOSCANA 8,0% 7,6% 7,7% 8,2% 8,8% UMBRIA 1,7% 1,6% 1,5% 1,6% 1,6% MARCHE 4,0% 3,6% 3,5% 3,5% 3,8% LAZIO 11,8% 11,0% 10,9% 10,7% 10,0% ABRUZZO 2,4% 2,2% 2,4% 2,5% 2,5% MOLISE 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% CAMPANIA 10,2% 11,9% 12,6% 11,5% 10,1% PUGLIA 7,4% 8,4% 9,6% 10,9% 11,4% BASILICATA 0,6% 0,6% 0,7% 0,8% 0,9% CALABRIA 3,6% 3,6% 3,8% 3,8% 3,4% SICILIA 8,3% 8,8% 10,3% 10,3% 10,0% SARDEGNA 3,1% 2,7% 2,6% 2,6% 2,6% NON DETERMINATA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% NORD-OVEST 20,1% 20,0% 18,8% 18,8% 19,7% NORD-EST 18,6% 17,7% 15,8% 14,7% 14,9% CENTRO 25,5% 23,7% 23,5% 23,9% 24,2% SUD 24,4% 27,0% 29,2% 29,7% 28,6% ISOLE 11,4% 11,6% 12,8% 12,9% 12,6% NON DETERMINATA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% ITALIA 99,9% 99,8% 99,9% 99,8% 99,7% ESTERO 0,1% 0,2% 0,1% 0,2% 0,3% Nota: Le percentuali delle varie regioni italiane sono calcolate sul Totale degli Infortuni accaduti in "ITALIA" 34

36 Tavola Sinistri con Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE VALLE D'AOSTA LOMBARDIA LIGURIA TRENTINO ALTO ADIGE BOLZANO-BOZEN TRENTO VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA NON DETERMINATA NORD-OVEST NORD-EST CENTRO SUD ISOLE NON DETERMINATA ITALIA ESTERO TOTALE

37 Segue Tavola Sinistri con Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 5,7% 5,8% 5,3% 5,7% 6,0% VALLE D'AOSTA 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% LOMBARDIA 12,7% 12,6% 12,1% 12,1% 13,2% LIGURIA 1,9% 1,9% 1,9% 1,8% 1,6% TRENTINO ALTO ADIGE 0,9% 0,8% 0,7% 0,6% 0,6% BOLZANO-BOZEN 0,4% 0,3% 0,2% 0,2% 0,2% TRENTO 0,6% 0,5% 0,5% 0,4% 0,4% VENETO 7,6% 7,4% 6,9% 6,4% 6,2% FRIULI VENEZIA GIULIA 1,4% 1,4% 1,2% 1,0% 0,9% EMILIA ROMAGNA 8,9% 8,5% 7,6% 7,3% 7,9% TOSCANA 8,0% 7,6% 7,8% 8,4% 8,9% UMBRIA 1,7% 1,6% 1,5% 1,6% 1,7% MARCHE 3,9% 3,5% 3,4% 3,5% 3,8% LAZIO 11,8% 11,2% 11,0% 10,8% 10,0% ABRUZZO 2,4% 2,2% 2,3% 2,5% 2,5% MOLISE 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% CAMPANIA 10,2% 11,8% 12,3% 11,0% 9,3% PUGLIA 7,1% 7,8% 8,7% 9,8% 10,3% BASILICATA 0,6% 0,6% 0,6% 0,7% 0,8% CALABRIA 3,5% 3,4% 3,5% 3,5% 3,3% SICILIA 8,4% 8,8% 10,3% 10,3% 10,1% SARDEGNA 3,0% 2,7% 2,5% 2,5% 2,5% NON DETERMINATA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% NORD-OVEST 20,4% 20,5% 19,4% 19,7% 20,9% NORD-EST 18,8% 18,1% 16,3% 15,3% 15,6% CENTRO 25,5% 23,9% 23,7% 24,3% 24,4% SUD 23,9% 26,0% 27,7% 27,8% 26,6% ISOLE 11,4% 11,5% 12,8% 12,8% 12,6% NON DETERMINATA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% ITALIA 99,9% 99,9% 99,9% 99,8% 99,7% ESTERO 0,1% 0,1% 0,1% 0,2% 0,3% Nota: Le percentuali delle varie regioni italiane sono calcolate sul Totale dei Sinistri accaduti in "ITALIA" 36

38 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Media Infortunati per Sinistro REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 1,10 1,20 1,24 1,25 1,22 VALLE D'AOSTA 1,07 1,16 1,16 1,16 1,14 LOMBARDIA 1,09 1,17 1,19 1,20 1,18 LIGURIA 1,07 1,12 1,12 1,13 1,11 TRENTINO ALTO ADIGE 1,10 1,15 1,16 1,15 1,13 BOLZANO-BOZEN 1,09 1,13 1,16 1,15 1,11 TRENTO 1,10 1,16 1,16 1,15 1,15 VENETO 1,10 1,18 1,20 1,22 1,20 FRIULI VENEZIA GIULIA 1,08 1,13 1,16 1,15 1,12 EMILIA ROMAGNA 1,10 1,18 1,20 1,23 1,21 TOSCANA 1,10 1,19 1,22 1,24 1,23 UMBRIA 1,10 1,18 1,21 1,23 1,21 MARCHE 1,13 1,24 1,26 1,28 1,27 LAZIO 1,11 1,18 1,23 1,25 1,26 ABRUZZO 1,11 1,20 1,26 1,29 1,25 MOLISE 1,10 1,19 1,27 1,23 1,21 CAMPANIA 1,11 1,21 1,27 1,32 1,36 PUGLIA 1,15 1,29 1,37 1,41 1,39 BASILICATA 1,14 1,26 1,31 1,39 1,36 CALABRIA 1,15 1,28 1,32 1,34 1,33 SICILIA 1,10 1,20 1,24 1,27 1,25 SARDEGNA 1,14 1,23 1,26 1,30 1,30 NON DETERMINATA 1,08 0, NORD-OVEST 1,09 1,17 1,20 1,21 1,19 NORD-EST 1,10 1,17 1,20 1,22 1,20 CENTRO 1,11 1,19 1,23 1,25 1,25 SUD 1,13 1,24 1,31 1,35 1,35 ISOLE 1,11 1,21 1,24 1,28 1,26 NON DETERMINATA 1,08 0, ITALIA 1,11 1,20 1,24 1,27 1,26 ESTERO 1,27 1,29 1,33 1,41 1,33 37

39 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti e Frequenza Relativa di Infortunio per Parco Veicolare FREQUENZA RELATIVA DI INFORTUNIO PER RESIDENTI (i dati sono espressi per residenti) REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 47,13 45,63 53,48 62,32 39,86 VALLE D'AOSTA 28,92 28,18 33,53 33,55 22,69 LOMBARDIA 47,54 44,20 53,27 57,12 37,91 LIGURIA 41,99 39,17 47,49 49,09 26,45 TRENTINO ALTO ADIGE 32,87 27,08 28,80 26,89 16,39 BOLZANO-BOZEN 26,14 18,42 20,91 20,28 12,19 TRENTO 39,35 35,41 36,38 33,23 20,42 VENETO 57,25 52,05 60,99 61,62 36,50 FRIULI VENEZIA GIULIA 41,41 36,97 39,47 34,69 19,42 EMILIA ROMAGNA 76,17 68,22 75,35 78,98 51,94 TOSCANA 80,00 71,29 92,45 107,78 70,88 UMBRIA 70,90 61,48 73,76 84,87 53,71 MARCHE 93,62 79,82 98,15 111,24 73,62 LAZIO 78,20 68,93 86,11 92,07 53,04 ABRUZZO 66,48 58,60 78,76 91,79 56,46 MOLISE 22,56 20,88 27,96 33,54 25,08 CAMPANIA 64,07 71,30 96,77 96,56 52,42 PUGLIA 65,77 71,26 104,41 131,56 84,63 BASILICATA 37,25 36,87 50,91 66,62 47,13 CALABRIA 65,57 62,69 83,78 91,90 52,02 SICILIA 60,37 60,97 90,80 100,61 60,03 SARDEGNA 67,76 56,93 68,53 75,90 47,77 NORD-OVEST 46,71 43,96 52,58 57,57 37,18 NORD-EST 60,50 54,31 61,25 62,26 38,77 CENTRO 80,27 70,56 88,77 98,98 61,38 SUD 62,93 66,29 91,96 102,87 61,20 ISOLE 62,21 59,97 85,26 94,46 56,97 ITALIA 61,53 58,23 74,28 81,36 50,07 Nota: Il numero dei residenti utilizzato per il calcolo della "Frequenza Relativa" è di fonte ISTAT 38

40 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti e Frequenza Relativa di Infortunio per Parco Veicolare FREQUENZA RELATIVA DI INFORTUNIO PER PARCO VEICOLARE (i dati sono espressi per veicoli) REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 57,87 56,02 65,19 76,63 48,91 VALLE D'AOSTA 19,65 18,53 21,86 21,95 15,48 LOMBARDIA 61,95 57,57 69,08 74,97 49,54 LIGURIA 52,33 48,26 58,06 59,93 31,99 TRENTINO ALTO ADIGE 45,11 37,04 39,20 36,85 22,26 BOLZANO-BOZEN 38,17 26,90 30,32 29,63 17,60 TRENTO 51,04 45,66 46,75 42,99 26,24 VENETO 74,05 67,13 78,31 79,78 46,96 FRIULI VENEZIA GIULIA 52,00 46,13 48,94 43,25 24,02 EMILIA ROMAGNA 91,53 81,88 90,46 96,08 62,97 TOSCANA 92,23 81,79 105,61 123,56 80,45 UMBRIA 81,42 70,44 84,01 97,70 61,40 MARCHE 110,74 93,94 115,04 130,86 85,72 LAZIO 90,75 79,15 97,72 105,58 60,78 ABRUZZO 83,64 73,06 96,99 112,18 67,83 MOLISE 29,62 26,76 35,12 41,57 30,52 CAMPANIA 88,71 96,90 129,13 127,73 68,65 PUGLIA 98,91 105,26 151,63 189,62 119,67 BASILICATA 53,15 51,47 69,63 89,78 62,19 CALABRIA 92,14 86,63 113,41 122,43 67,99 SICILIA 78,08 77,02 112,52 123,25 72,34 SARDEGNA 93,05 76,71 91,09 100,73 62,55 NORD-OVEST 59,14 55,55 66,09 73,05 47,02 NORD-EST 76,20 68,22 76,73 78,74 48,77 CENTRO 93,11 81,25 101,40 113,90 70,26 SUD 88,51 91,62 124,85 138,31 81,05 ISOLE 81,63 76,95 107,46 117,97 70,05 ITALIA 78,54 73,65 93,04 102,20 62,38 Nota: Il numero dei veicoli utilizzato per il calcolo della "Frequenza Relativa" è di fonte ACI 39

41 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali NAZIONALITA' DI NASCITA TOTALE ALBANIA ROMANIA MAROCCO GERMANIA EX JUGOSLAVIA (*) SVIZZERA TUNISIA UCRAINA FRANCIA POLONIA ALTRE TOTALE VALORI PERCENTUALI NAZIONALITA' DI NASCITA ALBANIA 13,6% 13,3% 14,3% 15,0% 15,8% ROMANIA 9,8% 12,7% 13,8% 15,1% 16,5% MAROCCO 14,3% 13,9% 12,7% 12,2% 11,6% GERMANIA 5,9% 5,9% 6,1% 6,1% 6,0% EX JUGOSLAVIA (*) 4,6% 4,6% 4,8% 4,5% 4,6% SVIZZERA 5,1% 4,6% 4,3% 4,2% 4,0% TUNISIA 3,0% 2,7% 2,7% 2,4% 2,6% UCRAINA 1,7% 2,0% 2,1% 2,3% 2,3% FRANCIA 2,4% 2,4% 2,1% 1,8% 1,7% POLONIA 1,9% 1,8% 1,9% 1,9% 1,7% ALTRE 37,5% 36,2% 35,3% 34,6% 33,2% (*) Costituita dalle attuali: Bosnia-Erzegovina, Croazia, Macedonia, Montenegro, Serbia e Slovenia 40

42 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali SEDE DELLA LESIONE TESTA COLLO BUSTO ARTO SUPERIORE DESTRO ARTO SUPERIORE SINISTRO ARTO INFERIORE DESTRO ARTO INFERIORE SINISTRO ALTRE E INDETERMINATE TOTALE VALORI PERCENTUALI SEDE DELLA LESIONE TESTA 6,2% 5,3% 4,4% 4,1% COLLO 71,2% 67,4% 68,9% 72,3% 75,3% BUSTO 4,4% 4,2% 3,8% 3,8% ARTO SUPERIORE DESTRO 4,0% 4,8% 4,9% 4,4% 3,8% ARTO SUPERIORE SINISTRO 3,4% 4,0% 3,9% 3,6% 3,2% ARTO INFERIORE DESTRO 4,8% 5,3% 5,2% 4,6% 3,9% ARTO INFERIORE SINISTRO 4,2% 4,7% 4,6% 4,1% 3,4% ALTRE E INDETERMINATE 12,3% 3,1% 3,1% 2,7% 2,5% Nota: Dal 1 Gennaio 2007 è stata introdotta una nuova codifica della "Sede della Lesione" 41

43 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDET TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TESTA 0,0% 10,7% 7,8% 0,1% 19,5% 43,4% COLLO 99,5% 15,1% 1,7% 84,6% 39,4% 3,8% ARTO SUPERIORE 0,0% 27,2% 37,1% 4,1% 12,4% 21,3% BUSTO 0,0% 9,0% 14,9% 4,0% 6,9% 4,6% ARTO INFERIORE 0,0% 28,3% 33,5% 6,0% 15,0% 22,1% ALTRE E INDET. 0,5% 9,7% 5,0% 1,3% 6,8% 4,7% 42

44 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDET TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TESTA 0,0% 10,8% 8,0% 0,1% 19,0% 50,4% COLLO 99,5% 17,1% 1,5% 87,8% 43,8% 3,2% ARTO SUPERIORE 0,0% 25,9% 38,6% 2,9% 11,2% 18,9% BUSTO 0,0% 9,0% 16,9% 3,8% 7,6% 2,4% ARTO INFERIORE 0,0% 26,6% 30,4% 4,5% 13,0% 20,6% ALTRE E INDET. 0,5% 10,5% 4,6% 0,9% 5,4% 4,5% 43

45 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione TESTA - Grado Medio d'invalidità SEDE DELLA LESIONE TESTA GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE NATURA DELLA LESIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE lesioni TESTA PIEMONTE A.O. 3,16 6,68 N.S. 3,83 3, VALLE D'AOSTA A.O. A.O. N.S. A.O. N.S. N.S. 11 LOMBARDIA A.O. 2,57 8,96 N.S. 3,56 3, LIGURIA A.O. 3,36 7,00 N.S. 5,23 N.S. 257 TRENTINO AL. AD. A.O. 2,57 N.S. A.O. 2,88 N.S. 84 BOLZANO-BOZEN A.O. N.S. N.S. A.O. N.S. N.S. 34 TRENTO A.O. N.S. N.S. A.O. 3,41 N.S. 50 VENETO A.O. 2,78 5,39 N.S. 4,69 4, FRIULI VEN. GIUL. A.O. 3,41 N.S. A.O. 5,86 N.S. 73 EMILIA ROMAGNA A.O. 2,72 5,76 N.S. 4,32 3, TOSCANA A.O. 2,59 6,48 N.S. 3,66 3, UMBRIA A.O. 3,09 N.S. A.O. 3,37 N.S. 112 MARCHE A.O. 2,49 6,25 A.O. 3,82 2, LAZIO A.O. 1,95 6,33 N.S. 3,06 1, ABRUZZO A.O. 2,13 3,96 N.S. 3,98 2, MOLISE A.O. 1,81 N.S. A.O. 3,50 N.S. 82 CAMPANIA A.O. 1,92 4,16 N.S. 2,54 2, PUGLIA A.O. 1,62 4,26 N.S. 2,45 2, BASILICATA A.O. 2,35 N.S. N.S. 2,32 2, CALABRIA A.O. 1,74 3,52 N.S. 2,14 2, SICILIA A.O. 2,75 4,50 N.S. 3,41 3, SARDEGNA A.O. 2,56 4,85 A.O. 3,88 N.S. 155 NORD-OVEST A.O. 2,79 8,24 N.S. 3,85 3, NORD-EST A.O. 2,78 5,71 N.S. 4,41 4, CENTRO A.O. 2,21 6,21 N.S. 3,40 1, SUD A.O. 1,82 4,16 2,38 2,56 2, ISOLE A.O. 2,74 4,54 N.S. 3,46 3, ITALIA A.O. 2,30 5,44 2,84 3,34 2, ESTERO A.O. N.S. N.S. A.O. 3,52 A.O. 30 TOTALE A.O. 2,30 5,45 2,84 3,34 2, N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) A.O.: Assenza di Osservazioni 44

46 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione COLLO - Grado Medio d'invalidità SEDE DELLA LESIONE COLLO GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE NATURA DELLA LESIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE lesioni COLLO PIEMONTE 1,76 1,68 N.S. 1,71 1,68 N.S VALLE D'AOSTA 1,57 N.S. N.S. 1,56 N.S. N.S. 216 LOMBARDIA 1,75 1,84 16,41 1,70 1,70 N.S LIGURIA 1,67 4,49 N.S. 1,96 2,53 N.S TRENTINO AL. AD. 1,77 1,86 N.S. 1,91 1,85 N.S BOLZANO-BOZEN 1,58 N.S. N.S. 1,79 N.S. N.S. 392 TRENTO 1,84 N.S. N.S. 1,97 1,90 N.S. 830 VENETO 2,18 2,24 N.S. 2,33 2,09 N.S FRIULI VEN. GIUL. 2,36 2,00 N.S. 2,20 2,72 A.O EMILIA ROMAGNA 1,91 1,97 N.S. 2,04 2,04 N.S TOSCANA 1,73 1,84 8,57 1,92 1,79 N.S UMBRIA 2,01 2,38 N.S. 2,07 1,95 N.S MARCHE 2,19 1,75 N.S. 1,73 1,87 N.S LAZIO 1,65 1,43 N.S. 1,65 1,64 1, ABRUZZO 1,53 1,22 N.S. 1,60 1,54 N.S MOLISE 1,54 N.S. N.S. 1,43 N.S. A.O. 572 CAMPANIA 1,66 1,37 N.S. 1,40 1,41 N.S PUGLIA 1,31 1,23 6,23 1,27 1,26 N.S BASILICATA 1,53 1,35 N.S. 1,59 1,32 N.S CALABRIA 1,46 1,30 N.S. 1,45 1,34 N.S SICILIA 1,60 1,62 N.S. 1,82 1,68 N.S SARDEGNA 1,42 1,48 N.S. 1,38 1,39 A.O NORD-OVEST 1,75 1,91 14,05 1,72 1,78 N.S NORD-EST 2,04 2,08 9,35 2,17 2,07 N.S CENTRO 1,80 1,61 7,98 1,80 1,77 1, SUD 1,47 1,33 6,37 1,37 1,33 1, ISOLE 1,55 1,61 7,67 1,72 1,66 N.S ITALIA 1,71 1,54 9,47 1,72 1,63 1, ESTERO 1,65 N.S. A.O. 1,55 2,25 A.O. 835 TOTALE 1,71 1,54 9,47 1,72 1,63 1, N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) A.O.: Assenza di Osservazioni 45

47 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI SUPERIORI - Grado Medio d'invalidità SEDE DELLA LESIONE ARTI SUPERIORI GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE NATURA DELLA LESIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE lesioni ARTI SUP. PIEMONTE A.O. 1,98 4,97 3,71 2,60 3, VALLE D'AOSTA A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 21 LOMBARDIA A.O. 2,02 5,37 4,29 2,55 2, LIGURIA A.O. 2,13 5,11 3,38 2,95 N.S. 454 TRENTINO AL. AD. A.O. 2,63 5,26 N.S. 2,38 N.S. 127 BOLZANO-BOZEN A.O. 2,77 4,54 N.S. N.S. N.S. 64 TRENTO A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 63 VENETO A.O. 2,39 5,88 4,06 2,97 2, FRIULI VEN. GIUL. A.O. 2,38 6,81 4,84 N.S. N.S. 138 EMILIA ROMAGNA A.O. 2,40 5,36 3,72 2,68 1, TOSCANA A.O. 2,23 5,06 3,20 2,93 2, UMBRIA A.O. 2,84 6,12 3,53 2,76 N.S. 218 MARCHE A.O. 1,96 7,49 3,87 3,72 N.S. 425 LAZIO A.O. 2,30 4,77 3,21 2,40 2, ABRUZZO A.O. 1,76 4,27 2,82 2,56 N.S. 379 MOLISE A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 44 CAMPANIA A.O. 2,11 3,64 2,90 2,69 2, PUGLIA A.O. 1,67 3,68 2,73 2,00 2, BASILICATA A.O. 2,17 3,57 N.S. N.S. N.S. 127 CALABRIA A.O. 1,92 3,54 3,66 2,28 2, SICILIA A.O. 2,22 4,16 3,11 2,51 2, SARDEGNA A.O. 1,83 4,25 2,89 2,21 N.S. 268 NORD-OVEST A.O. 2,02 5,21 3,99 2,65 2, NORD-EST A.O. 2,41 5,65 3,91 2,77 2, CENTRO A.O. 2,27 5,24 3,30 2,77 2, SUD A.O. 1,96 3,68 2,94 2,43 2, ISOLE A.O. 2,20 4,17 3,10 2,47 3, ITALIA A.O. 2,12 4,57 3,33 2,58 2, ESTERO A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 52 TOTALE A.O. 2,13 4,58 3,33 2,58 2, N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) A.O.: Assenza di Osservazioni 46

48 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione BUSTO - Grado Medio d'invalidità SEDE DELLA LESIONE BUSTO GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE NATURA DELLA LESIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE lesioni BUSTO PIEMONTE A.O. 1,62 4,68 2,03 3,95 N.S. 522 VALLE D'AOSTA A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. A.O. 9 LOMBARDIA A.O. 1,91 6,43 2,23 2,46 N.S LIGURIA A.O. 1,96 5,23 2,02 5,79 N.S. 304 TRENTINO AL. AD. A.O. 1,93 5,07 3,11 N.S. N.S. 92 BOLZANO-BOZEN A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. A.O. 34 TRENTO A.O. N.S. N.S. 3,48 N.S. N.S. 58 VENETO A.O. 2,38 4,99 2,99 2,86 N.S. 863 FRIULI VEN. GIUL. A.O. 2,10 5,84 2,46 3,59 N.S. 135 EMILIA ROMAGNA A.O. 2,00 5,82 2,81 2,69 N.S TOSCANA A.O. 1,93 5,17 1,77 2,84 N.S UMBRIA A.O. 2,37 5,94 2,43 3,83 A.O. 179 MARCHE A.O. 1,87 7,65 1,73 2,29 N.S. 438 LAZIO A.O. 1,79 5,17 1,86 2,64 N.S. 922 ABRUZZO A.O. 1,90 5,65 1,60 2,52 N.S. 285 MOLISE A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 33 CAMPANIA A.O. 1,55 3,63 1,77 1,94 N.S PUGLIA A.O. 1,39 3,65 1,52 1,73 N.S. 962 BASILICATA A.O. N.S. 4,08 2,15 2,40 A.O. 94 CALABRIA A.O. 1,56 4,65 1,66 1,87 N.S. 484 SICILIA A.O. 2,38 4,03 2,28 2,29 N.S. 903 SARDEGNA A.O. 1,88 4,98 1,93 2,72 N.S. 224 NORD-OVEST A.O. 1,85 5,79 2,14 3,16 N.S NORD-EST A.O. 2,14 5,49 2,89 2,78 N.S CENTRO A.O. 1,88 5,62 1,82 2,72 N.S SUD A.O. 1,53 4,09 1,67 1,91 4, ISOLE A.O. 2,32 4,23 2,20 2,40 N.S ITALIA A.O. 1,84 5,11 2,12 2,55 4, ESTERO A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. A.O. 40 TOTALE A.O. 1,84 5,10 2,12 2,55 4, N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) A.O.: Assenza di Osservazioni 47

49 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI INFERIORI - Grado Medio d'invalidità SEDE DELLA LESIONE ARTI INFERIORI GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE NATURA DELLA LESIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE lesioni ARTI INF. PIEMONTE A.O. 2,10 6,17 2,82 2,47 3, VALLE D'AOSTA A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 19 LOMBARDIA A.O. 2,23 7,00 3,42 2,33 5, LIGURIA A.O. 2,28 5,91 3,56 3,11 4, TRENTINO AL. AD. A.O. 1,82 5,47 3,23 N.S. N.S. 113 BOLZANO-BOZEN A.O. 1,58 N.S. N.S. N.S. N.S. 70 TRENTO A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. N.S. 43 VENETO A.O. 2,16 6,41 3,71 3,32 6, FRIULI VEN. GIUL. A.O. 2,19 7,89 3,14 N.S. N.S. 159 EMILIA ROMAGNA A.O. 2,34 7,92 3,60 2,93 2, TOSCANA A.O. 2,06 6,74 2,96 2,53 3, UMBRIA A.O. 2,19 5,47 3,62 3,05 N.S. 210 MARCHE A.O. 1,91 7,54 3,25 2,61 N.S. 389 LAZIO A.O. 2,19 5,65 2,93 2,51 3, ABRUZZO A.O. 1,84 5,43 2,76 3,25 N.S. 366 MOLISE A.O. 1,57 N.S. N.S. N.S. N.S. 60 CAMPANIA A.O. 2,18 4,26 2,67 3,34 2, PUGLIA A.O. 1,64 4,30 2,81 2,22 2, BASILICATA A.O. 2,38 5,95 3,00 2,18 N.S. 149 CALABRIA A.O. 1,85 3,98 2,80 2,41 2, SICILIA A.O. 2,25 4,16 2,82 2,51 2, SARDEGNA A.O. 2,02 5,22 2,68 2,39 N.S. 272 NORD-OVEST A.O. 2,21 6,62 3,33 2,51 4, NORD-EST A.O. 2,24 7,25 3,58 3,03 3, CENTRO A.O. 2,13 6,19 3,00 2,55 3, SUD A.O. 1,96 4,33 2,76 2,80 2, ISOLE A.O. 2,25 4,24 2,81 2,50 2, ITALIA A.O. 2,11 5,35 2,97 2,68 3, ESTERO A.O. N.S. N.S. N.S. N.S. A.O. 32 TOTALE A.O. 2,11 5,35 2,97 2,68 3, N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) A.O.: Assenza di Osservazioni 48

50 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per sesso, classe di età e regione di accadimento - Grado Medio d'invalidità GRADO MEDIO D'INVALIDITA' REGIONE DI ACCADIMENTO CLASSI DI ETA' Fino a 14 Da 15 a 24 Da 25 a 54 Oltre 54 Maschi Femmine Maschi Femmine Maschi Femmine Maschi Femmine PIEMONTE 1,64 1,38 1,82 1,71 1,93 1,84 2,64 3,01 VALLE D'AOSTA N.S. N.S. 2,12 1,40 1,85 2,11 3,11 3,57 LOMBARDIA 2,75 1,56 2,08 1,85 2,08 1,83 2,70 2,96 LIGURIA N.S. 1,59 2,33 1,93 2,57 2,15 3,74 3,41 TRENTINO AL. AD. N.S. N.S. 2,44 1,88 2,24 2,13 3,48 2,81 BOLZANO-BOZEN N.S. N.S. 3,02 1,69 2,12 2,05 3,76 2,77 TRENTO N.S. N.S. 2,09 1,95 2,30 2,19 3,30 2,83 VENETO 1,68 1,80 2,30 2,18 2,51 2,34 3,12 3,28 FRIULI VEN. GIUL. N.S. N.S. 2,47 2,59 2,65 2,40 3,42 3,62 EMILIA ROMAGNA 2,10 2,06 2,19 1,93 2,26 2,14 3,04 3,22 TOSCANA 1,62 1,40 1,86 1,79 2,04 1,96 2,52 2,80 UMBRIA 1,73 1,85 2,22 2,06 2,24 2,19 2,87 3,11 MARCHE 1,45 1,58 2,04 2,08 2,17 2,11 2,88 3,08 LAZIO 1,42 1,33 1,83 1,63 2,10 1,80 2,32 2,56 ABRUZZO 1,90 1,77 1,75 1,61 1,83 1,66 2,07 2,40 MOLISE N.S. N.S. 1,83 1,79 2,14 1,47 2,39 2,86 CAMPANIA 1,84 1,64 1,98 1,82 2,02 1,80 2,10 2,24 PUGLIA 1,61 1,44 1,51 1,38 1,58 1,37 1,92 1,88 BASILICATA 1,41 1,47 1,86 1,65 1,77 1,62 1,96 2,44 CALABRIA 1,74 1,50 1,75 1,47 1,85 1,62 2,27 2,37 SICILIA 1,98 1,84 2,19 1,99 2,25 1,90 2,66 2,79 SARDEGNA 1,60 1,28 1,56 1,39 1,67 1,51 2,12 2,41 NORD-OVEST 2,44 1,51 2,01 1,81 2,06 1,86 2,79 3,03 NORD-EST 1,91 1,93 2,25 2,06 2,38 2,24 3,11 3,25 CENTRO 1,51 1,44 1,89 1,78 2,10 1,94 2,54 2,79 SUD 1,72 1,54 1,74 1,58 1,80 1,58 2,05 2,16 ISOLE 1,95 1,75 2,09 1,85 2,13 1,81 2,54 2,70 ITALIA 1,84 1,60 1,92 1,77 2,05 1,86 2,57 2,79 ESTERO N.S. N.S. 1,71 2,01 1,92 1,89 2,94 2,53 TOTALE 1,84 1,60 1,92 1,77 2,05 1,86 2,57 2,79 N.S.: Non Significativo (con un numero di osservazioni inferiore a 20) 49

51 Tavola Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel 2010, definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione COLPO DI FRUSTA e regione di accadimento - Valori Assoluti NATURA DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA REGIONE DI ACCADIMENTO TOTALE COLPI DI FRUSTA TOTALE INFORTUNI COLPI DI FRUSTA / TOTALE INFORTUNI (a) (b) (a) / (b) PIEMONTE ,52 VALLE D'AOSTA ,46 LOMBARDIA ,50 LIGURIA ,31 TRENTINO ALTO ADIGE ,41 BOLZANO-BOZEN ,34 TRENTO ,46 VENETO ,43 FRIULI VENEZIA GIULIA ,42 EMILIA ROMAGNA ,45 TOSCANA ,46 UMBRIA ,49 MARCHE ,50 LAZIO ,41 ABRUZZO ,38 MOLISE ,34 CAMPANIA ,33 PUGLIA ,40 BASILICATA ,51 CALABRIA ,33 SICILIA ,36 SARDEGNA ,59 NORD-OVEST ,49 NORD-EST ,44 CENTRO ,45 SUD ,37 ISOLE ,41 ITALIA ,43 ESTERO ,68 TOTALE ,43 50

52 Parte Terza Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti (*) e comunicati al C.C.I. a tutto il dati di provenienza Imprese Assicuratrici Inpgi Enpaia (*) Infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore 51

53 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE

54 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 14 2,8% 2,7% 2,5% 2,5% 3,1% Da 15 a 24 9,8% 10,7% 10,7% 10,5% 10,2% Da 25 a 54 67,2% 66,0% 65,2% 63,7% 62,5% Oltre 54 20,1% 20,7% 21,7% 23,4% 24,3% TOTALE (*) 68,0% 67,6% 67,6% 67,1% 66,1% Femmine Fino a 14 3,7% 3,2% 2,9% 2,9% 3,6% Da 15 a 24 9,5% 9,9% 10,1% 9,8% 10,0% Da 25 a 54 59,9% 59,3% 58,2% 56,7% 55,6% Oltre 54 27,0% 27,5% 28,8% 30,6% 30,7% TOTALE (*) 32,0% 32,4% 32,4% 32,9% 33,9% Maschi + Femmine Fino a 14 3,1% 2,9% 2,6% 2,6% 3,3% Da 15 a 24 9,7% 10,4% 10,5% 10,3% 10,1% Da 25 a 54 64,9% 63,8% 62,9% 61,4% 60,2% Oltre 54 22,3% 22,9% 24,0% 25,7% 26,4% Nota 1: Le percentuali sono calcolate a meno di arrotondamenti dei decimali Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 3: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 53

55 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE

56 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 17 5,2% 5,1% 4,8% 4,7% 5,3% Da 18 a 29 16,3% 16,6% 16,8% 16,0% 15,4% Da 30 a 41 30,0% 29,0% 28,0% 26,8% 25,6% Da 42 a 53 26,6% 26,8% 26,9% 27,1% 27,5% Da 54 a 65 15,7% 15,8% 16,2% 17,4% 17,6% Da 66 a 77 5,7% 6,0% 6,6% 7,2% 7,7% Oltre 77 0,5% 0,6% 0,7% 0,7% 0,9% TOTALE (*) 68,0% 67,6% 67,6% 67,1% 66,1% Femmine Fino a 17 5,5% 5,2% 4,7% 4,6% 5,4% Da 18 a 29 16,0% 15,6% 16,1% 15,5% 15,4% Da 30 a 41 24,4% 24,2% 23,4% 22,0% 20,8% Da 42 a 53 25,0% 25,5% 25,0% 25,2% 25,5% Da 54 a 65 20,0% 19,8% 19,9% 20,9% 20,9% Da 66 a 77 8,4% 8,8% 9,7% 10,5% 10,6% Oltre 77 0,8% 1,1% 1,2% 1,4% 1,5% TOTALE (*) 32,0% 32,4% 32,4% 32,9% 33,9% Maschi + Femmine Fino a 17 5,3% 5,2% 4,8% 4,7% 5,3% Da 18 a 29 16,2% 16,3% 16,6% 15,8% 15,4% Da 30 a 41 28,2% 27,5% 26,5% 25,3% 24,0% Da 42 a 53 26,1% 26,4% 26,3% 26,5% 26,8% Da 54 a 65 17,1% 17,1% 17,4% 18,6% 18,7% Da 66 a 77 6,6% 6,9% 7,6% 8,3% 8,7% Oltre 77 0,6% 0,8% 0,9% 0,9% 1,1% Nota 1: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 55

57 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a MORTI TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' ,5% 28,6% 26,3% 26,9% 31,3% 2 21,5% 21,1% 20,5% 20,3% 21,2% 3 12,4% 12,4% 12,6% 12,7% 12,8% 4 9,1% 9,1% 9,7% 10,0% 10,0% 5 6,1% 5,9% 6,7% 6,8% 6,4% 6 4,9% 4,8% 5,3% 5,2% 4,8% 7 3,4% 3,5% 3,6% 3,7% 3,2% 8 3,0% 3,0% 3,1% 3,2% 2,6% 9 1,7% 1,9% 2,0% 1,9% 1,5% 10 2,0% 1,9% 2,0% 1,9% 1,5% Da 11 a 15 3,5% 3,4% 3,9% 3,6% 2,5% Da 16 a 25 2,0% 2,2% 2,1% 1,8% 0,9% Da 26 a 35 0,6% 0,7% 0,6% 0,5% 0,2% Da 36 a 50 0,4% 0,4% 0,3% 0,2% 0,1% Da 51 a 75 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,0% Da 76 a 100 0,3% 0,3% 0,3% 0,2% 0,1% MORTI 0,6% 0,6% 0,7% 1,0% 0,9% 56

58 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO 8,5% 8,0% 7,8% 9,7% 13,4% FEBBRAIO 7,5% 7,4% 8,1% 8,2% 11,9% MARZO 7,9% 8,3% 8,0% 9,4% 12,5% APRILE 7,3% 8,1% 7,9% 8,2% 11,2% MAGGIO 8,5% 8,7% 8,5% 9,3% 10,9% GIUGNO 8,3% 8,3% 8,0% 8,5% 9,4% LUGLIO 8,6% 8,7% 8,6% 8,3% 8,8% AGOSTO 7,4% 7,2% 7,7% 7,1% 6,5% SETTEMBRE 8,6% 8,5% 8,3% 7,7% 5,8% OTTOBRE 9,4% 9,1% 9,2% 8,3% 4,8% NOVEMBRE 9,1% 8,7% 8,7% 7,4% 3,1% DICEMBRE 9,0% 9,0% 9,1% 8,1% 1,7% 57

59 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' 15,1% 15,4% 15,0% 15,2% 15,3% MARTEDI' 14,4% 14,3% 14,4% 14,0% 14,4% MERCOLEDI' 14,2% 14,5% 14,5% 14,5% 14,4% GIOVEDI' 14,5% 14,3% 14,2% 14,5% 14,0% VENERDI' 14,9% 14,6% 14,5% 14,5% 14,9% SABATO 14,1% 13,9% 14,2% 14,3% 14,3% DOMENICA 12,9% 13,0% 13,1% 13,1% 12,7% 58

60 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE VALLE D'AOSTA LOMBARDIA LIGURIA TRENTINO ALTO ADIGE BOLZANO-BOZEN TRENTO VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA INDETERMINATA NORD-OVEST NORD-EST CENTRO SUD ISOLE INDETERMINATA ITALIA ESTERO TOTALE

61 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 8,4% 8,9% 8,6% 9,0% 9,1% VALLE D'AOSTA 0,6% 0,6% 0,6% 0,6% 0,6% LOMBARDIA 22,6% 21,6% 22,1% 22,8% 23,7% LIGURIA 3,2% 3,3% 3,5% 3,4% 3,0% TRENTINO ALTO ADIGE 2,7% 2,5% 2,5% 2,7% 2,9% BOLZANO-BOZEN 1,0% 1,0% 1,0% 1,1% 1,2% TRENTO 1,7% 1,5% 1,5% 1,6% 1,7% VENETO 10,6% 10,4% 10,6% 10,4% 10,2% FRIULI VENEZIA GIULIA 2,4% 2,2% 2,0% 2,0% 2,0% EMILIA ROMAGNA 13,1% 13,6% 12,7% 13,2% 14,1% TOSCANA 7,3% 7,4% 8,1% 7,9% 8,1% UMBRIA 2,2% 2,9% 3,0% 2,8% 2,6% MARCHE 3,7% 3,8% 4,1% 3,9% 3,8% LAZIO 10,5% 10,4% 9,6% 8,8% 7,9% ABRUZZO 1,9% 1,8% 1,8% 1,7% 1,7% MOLISE 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% CAMPANIA 2,0% 2,0% 2,0% 2,0% 1,9% PUGLIA 2,4% 2,2% 2,1% 2,0% 1,8% BASILICATA 0,3% 0,3% 0,3% 0,3% 0,2% CALABRIA 1,1% 1,0% 1,0% 1,1% 1,0% SICILIA 3,0% 3,1% 3,5% 3,2% 3,0% SARDEGNA 1,8% 1,8% 1,9% 2,0% 2,0% INDETERMINATA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% NORD-OVEST 34,8% 34,3% 34,8% 35,9% 36,5% NORD-EST 28,9% 28,8% 27,7% 28,3% 29,2% CENTRO 23,7% 24,5% 24,8% 23,3% 22,5% SUD 7,8% 7,5% 7,3% 7,3% 6,8% ISOLE 4,8% 4,9% 5,4% 5,2% 5,1% INDETERMINATA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% ITALIA 99,0% 99,0% 99,1% 99,1% 99,0% ESTERO 1,0% 1,0% 0,9% 0,9% 1,0% Nota: Le percentuali delle varie regioni italiane sono calcolate sul Totale degli Infortuni accaduti in "ITALIA" 60

62 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali SEDE DELLA LESIONE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE DESTRO ARTO SUPERIORE SINISTRO BUSTO ARTO INFERIORE DESTRO ARTO INFERIORE SINISTRO ALTRE E INDETERMINATE TOTALE VALORI PERCENTUALI SEDE DELLA LESIONE TESTA 5,3% 5,7% 5,5% 5,4% 5,2% COLLO 28,4% 28,2% 28,4% 29,1% 30,6% ARTO SUPERIORE DESTRO 13,5% 13,5% 13,9% 14,3% 14,7% ARTO SUPERIORE SINISTRO 11,9% 12,0% 12,3% 12,7% 13,1% BUSTO 6,1% 6,3% 6,6% 6,8% 6,8% ARTO INFERIORE DESTRO 14,7% 14,5% 15,0% 14,7% 14,0% ARTO INFERIORE SINISTRO 13,4% 13,9% 14,0% 13,9% 13,1% ALTRE E INDETERMINATE 67% 6,7% 5,9% 59% 4,3% 43% 3,2% 32% 2,6% 26% 61

63 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali NATURA DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE CORPO ESTRANEO FERITA FRATTURA LESIONI DA SFORZO-ERNIE LESIONI DA USTIONI-CALORE-RADIAZIONE LUSSAZIONE-DISTORSIONE-DISTRAZIONE PERDITA ANATOMICA-AMPUTAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERMINATE TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA 17,8% 17,4% 16,6% 15,3% 16,3% CONTUSIONE 6,6% 6,6% 7,9% 7,9% 8,1% CORPO ESTRANEO 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% FERITA 3,1% 2,9% 2,9% 2,9% 3,1% FRATTURA 29,4% 29,9% 30,8% 31,7% 30,8% LESIONI DA SFORZO-ERNIE 0,3% 0,3% 0,3% 0,3% 0,3% LESIONI DA USTIONI-CALORE-RADIAZIONE 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% LUSSAZIONE-DISTORSIONE-DISTRAZIONE 24,9% 24,9% 25,7% 28,0% 27,9% PERDITA ANATOMICA-AMPUTAZIONE 0,7% 0,8% 0,6% 0,6% 0,6% TRAUMA 13,4% 15,8% 14,2% 12,6% 11,9% ALTRE E INDETERMINATE 3,5% 1,1% 0,6% 0,6% 0,6% 62

64 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e qualifia professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali QUALIFICA PROFESSIONALE AGRICOLTORE APPARTENENTE FORZE ARMATE ARTIGIANO CASALINGA DISOCCUPATO LAVORATORE DIPENDENTE MARITTIMO PENSIONATO PROFESSIONISTA RELIGIOSO O CLERO IN GENERALE SPORTIVO IN GENERALE STUDENTE TECNICO NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI QUALIFICA PROFESSIONALE AGRICOLTORE 1,9% 1,8% 1,4% 1,3% 1,4% APPARTENENTE FORZE ARMATE 1,9% 1,7% 1,4% 1,2% 1,1% ARTIGIANO 10,9% 10,8% 10,8% 10,2% 10,8% CASALINGA 4,5% 4,5% 4,9% 4,5% 4,5% DISOCCUPATO 1,6% 1,9% 2,4% 2,3% 2,4% LAVORATORE DIPENDENTE 39,0% 40,0% 39,0% 37,1% 35,9% MARITTIMO 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% PENSIONATO 8,7% 8,7% 9,1% 9,7% 10,0% PROFESSIONISTA 12,6% 12,9% 12,7% 11,9% 11,7% RELIGIOSO O CLERO IN GENERALE 0,2% 0,2% 0,1% 0,1% 0,1% SPORTIVO IN GENERALE 0,5% 0,6% 0,6% 0,6% 0,7% STUDENTE 8,1% 8,4% 7,8% 7,7% 8,4% TECNICO 0,3% 0,3% 0,3% 0,2% 0,2% NON DETERMINATA 9,6% 8,2% 9,1% 13,2% 12,7% 63

65 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali TIPO DI CAUSA CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI TIPO DI CAUSA CADUTA 29,5% 27,0% 34,7% 37,3% 37,7% COLPITO DA 21,0% 26,6% 9,1% 5,6% 6,3% HA URTATO CONTRO 2,4% 2,3% 2,9% 2,9% 3,0% INCIDENTE A BORDO DI 6,0% 5,9% 7,9% 7,8% 7,3% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 29,9% 27,3% 32,1% 32,5% 32,1% INVESTITO DA 2,2% 2,2% 2,6% 2,1% 1,7% PUNTO DA 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% SCIVOLAVA 5,5% 5,0% 6,2% 7,5% 7,7% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 1,2% 1,3% 1,5% 1,4% 1,4% TRAVOLTO DA 0,7% 0,7% 0,8% 0,8% 0,8% URTATO DA 1,6% 1,6% 2,0% 1,9% 1,8% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,1% 0,2% 0,2% 64

66 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno ed agente materiale - Valori Assoluti e Valori Percentuali AGENTE MATERIALE AMBIENTE ATTREZZATURE E APPARECCHIATURE IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE MACCHINE MATERIALI, SOSTANZE E RADIAZIONI MEZZI DI TRASPORTO E SOLLEVAMENTO PARTI DI MACCHINE, IMPIANTI PERSONE, ANIMALI, VEGETALI RECIPIENTI E CONTENITORI NON DETERMINATO TOTALE VALORI PERCENTUALI AGENTE MATERIALE AMBIENTE 16,2% 14,9% 16,5% 18,6% 19,0% ATTREZZATURE E APPARECCHIATURE 2,2% 1,8% 1,9% 1,9% 2,3% IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% MACCHINE 6,3% 6,5% 5,5% 4,0% 3,8% MATERIALI, SOSTANZE E RADIAZIONI 0,6% 0,6% 0,4% 0,3% 0,4% MEZZI DI TRASPORTO E SOLLEVAMENTO 27,6% 26,3% 23,0% 22,5% 22,2% PARTI DI MACCHINE, IMPIANTI 0,2% 0,3% 0,2% 0,2% 0,2% PERSONE,ANIMALI,VEGETALI 6,1% 5,6% 5,9% 5,9% 5,8% RECIPIENTI E CONTENITORI 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% NON DETERMINATO 40,5% 43,8% 46,4% 46,3% 46,0% 65

67 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali NAZIONALITA' DI NASCITA TOTALE SVIZZERA ROMANIA ALBANIA GERMANIA MAROCCO FRANCIA EX JUGOSLAVIA (*) ARGENTINA BRASILE TUNISIA ALTRE TOTALE VALORI PERCENTUALI NAZIONALITA' DI NASCITA SVIZZERA 12,2% 10,4% 10,1% 9,5% 10,2% ROMANIA 5,8% 8,0% 8,3% 8,7% 10,5% ALBANIA 6,0% 7,2% 8,0% 8,9% 8,8% GERMANIA 7,4% 7,6% 6,5% 7,4% 6,0% MAROCCO 6,7% 7,3% 7,4% 6,9% 6,2% FRANCIA 6,2% 5,9% 6,1% 5,3% 5,1% EX JUGOSLAVIA (*) 5,1% 5,2% 5,6% 5,5% 4,1% ARGENTINA 3,4% 3,0% 2,4% 2,7% 3,0% BRASILE 2,2% 1,8% 2,4% 2,4% 2,7% TUNISIA 2,2% 2,3% 2,6% 2,0% 2,3% ALTRE 42,9% 41,3% 40,6% 40,7% 41,1% (*) Costituita dalle attuali: Bosnia-Erzegovina, Croazia, Macedonia, Montenegro, Serbia e Slovenia 66

68 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TESTA 0,0% 0,8% 1,5% 0,0% 2,3% 0,8% COLLO 15,2% 0,8% 0,3% 10,8% 1,8% 0,1% ARTO SUPERIORE 0,0% 2,5% 14,4% 5,0% 2,8% 2,3% BUSTO 0,0% 0,9% 3,8% 0,7% 1,1% 0,2% ARTO INFERIORE 0,0% 2,3% 10,7% 11,1% 3,7% 0,8% ALTRE E INDETERM. 0,1% 0,5% 0,9% 0,3% 0,9% 0,4% 67

69 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE SEDE DELLA LESIONE COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZIONE DISTORSIONE DISTRAZIONE TRAUMA ALTRE E INDETERM. TESTA 0,0% 0,8% 1,4% 0,0% 2,2% 0,8% COLLO 16,2% 1,0% 0,3% 11,2% 1,7% 0,1% ARTO SUPERIORE 0,0% 2,5% 14,9% 4,8% 2,8% 2,7% BUSTO 0,0% 0,9% 3,9% 0,7% 1,1% 0,2% ARTO INFERIORE 0,0% 2,3% 9,7% 10,9% 3,3% 0,8% ALTRE E INDETERM. 0,1% 0,5% 0,7% 0,2% 0,8% 0,4% 68

70 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 NATURA DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZ. DISTORS. DISTRAZ. TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZ. DISTORS. DISTRAZ. TRAUMA ALTRE E INDETERM. CADUTA 0,5% 3,1% 17,0% 10,8% 4,9% 0,9% COLPITO DA 0,2% 0,5% 1,8% 0,7% 0,9% 1,5% HA URTATO CONTRO 0,2% 0,3% 1,1% 0,5% 0,4% 0,4% INCIDENTE A BORDO DI 2,5% 0,6% 1,2% 2,4% 0,9% 0,2% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 11,3% 2,2% 5,5% 9,5% 3,4% 0,5% INVESTITO DA 0,2% 0,3% 0,7% 0,4% 0,4% 0,1% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,1% SCIVOLAVA 0,0% 0,6% 3,2% 2,5% 0,9% 0,2% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,0% 0,1% 0,3% 0,4% 0,3% 0,3% TRAVOLTO DA 0,0% 0,1% 0,3% 0,2% 0,2% 0,1% URTATO DA 0,2% 0,2% 0,5% 0,4% 0,2% 0,2% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,1% 0,1% 0,0% 0,0% 69

71 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per natura della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 NATURA DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZ. DISTORS. DISTRAZ. TRAUMA ALTRE E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA COLPO DI FRUSTA CONTUSIONE FRATTURA LUSSAZ. DISTORS. DISTRAZ. TRAUMA ALTRE E INDETERM. CADUTA 0,6% 3,3% 17,3% 10,8% 4,7% 0,9% COLPITO DA 0,2% 0,5% 2,1% 0,8% 1,0% 1,7% HA URTATO CONTRO 0,1% 0,3% 1,2% 0,5% 0,4% 0,5% INCIDENTE A BORDO DI 2,5% 0,6% 1,0% 2,3% 0,8% 0,2% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 12,4% 2,2% 4,3% 9,5% 3,2% 0,5% INVESTITO DA 0,2% 0,2% 0,5% 0,4% 0,3% 0,1% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,1% SCIVOLAVA 0,0% 0,7% 3,3% 2,7% 0,8% 0,2% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,0% 0,1% 0,3% 0,3% 0,2% 0,4% TRAVOLTO DA 0,0% 0,1% 0,3% 0,1% 0,1% 0,1% URTATO DA 0,2% 0,2% 0,5% 0,4% 0,2% 0,3% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 70

72 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per sede della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 SEDE DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI SEDE DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM. CADUTA 1,7% 1,7% 13,4% 3,0% 16,6% 1,0% COLPITO DA 0,9% 0,4% 2,6% 0,2% 1,3% 0,1% HA URTATO CONTRO 0,3% 0,3% 1,2% 0,1% 1,0% 0,0% INCIDENTE A BORDO DI 0,4% 4,8% 0,9% 0,5% 0,8% 0,3% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 1,4% 20,6% 3,9% 1,8% 3,4% 1,3% INVESTITO DA 0,2% 0,5% 0,5% 0,2% 0,6% 0,2% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% SCIVOLAVA 0,2% 0,2% 2,5% 0,6% 3,8% 0,1% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,0% 0,0% 0,8% 0,1% 0,3% 0,0% TRAVOLTO DA 0,1% 0,1% 0,3% 0,1% 0,3% 0,1% URTATO DA 0,1% 0,5% 0,7% 0,1% 0,5% 0,0% NON DETERMINATA 0,0% 0,1% 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% 71

73 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per sede della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 SEDE DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI SEDE DELLA LESIONE TIPO DI CAUSA TESTA COLLO ARTO SUPERIORE BUSTO ARTO INFERIORE ALTRE E INDETERM. CADUTA 1,7% 1,7% 14,1% 3,2% 16,1% 0,9% COLPITO DA 0,9% 0,4% 3,2% 0,2% 1,4% 0,1% HA URTATO CONTRO 0,2% 0,3% 1,3% 0,1% 1,0% 0,0% INCIDENTE A BORDO DI 0,3% 4,9% 0,9% 0,4% 0,6% 0,2% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 1,3% 21,9% 3,4% 1,7% 2,8% 0,9% INVESTITO DA 0,2% 0,5% 0,4% 0,1% 0,4% 0,1% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% SCIVOLAVA 0,2% 0,2% 2,7% 0,6% 3,8% 0,1% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,1% 0,0% 0,8% 0,1% 0,3% 0,0% TRAVOLTO DA 0,1% 0,1% 0,3% 0,1% 0,2% 0,1% URTATO DA 0,1% 0,4% 0,7% 0,1% 0,5% 0,0% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 72

74 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per classe di grado d'invalidità e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' TIPO DI CAUSA Da 1 a 2 Da 3 a 5 Da 6 a 15 Da 16 a 50 Da 51 a 100 MORTE TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' TIPO DI CAUSA Da 1 a 2 Da 3 a 5 Da 6 a 15 Da 16 a 50 Da 51 a 100 MORTE CADUTA 12,9% 13,2% 10,4% 0,9% 0,1% 0,0% COLPITO DA 2,8% 1,7% 0,9% 0,2% 0,0% 0,0% HA URTATO CONTRO 1,7% 0,8% 0,4% 0,0% 0,0% 0,0% INCIDENTE A BORDO DI 4,8% 1,8% 0,9% 0,2% 0,0% 0,0% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 20,2% 7,4% 3,8% 0,8% 0,1% 0,0% INVESTITO DA 0,7% 0,7% 0,6% 0,1% 0,0% 0,0% PUNTO DA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% SCIVOLAVA 2,5% 2,9% 1,9% 0,2% 0,0% 0,0% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,7% 0,5% 0,2% 0,0% 0,0% 0,0% TRAVOLTO DA 0,2% 0,2% 0,2% 0,0% 0,0% 0,0% URTATO DA 1,0% 0,5% 0,3% 0,0% 0,0% 0,0% NON DETERMINATA 0,1% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 73

75 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per classe di grado d'invalidità e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' TIPO DI CAUSA Da 1 a 2 Da 3 a 5 Da 6 a 15 Da 16 a 50 Da 51 a 100 MORTE TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' TIPO DI CAUSA Da 1 a 2 Da 3 a 5 Da 6 a 15 Da 16 a 50 Da 51 a 100 MORTE CADUTA 14,5% 13,5% 9,0% 0,5% 0,0% 0,2% COLPITO DA 3,4% 1,8% 0,9% 0,1% 0,0% 0,1% HA URTATO CONTRO 1,8% 0,8% 0,3% 0,0% 0,0% 0,0% INCIDENTE A BORDO DI 4,9% 1,6% 0,6% 0,1% 0,0% 0,1% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 22,0% 6,7% 2,7% 0,3% 0,0% 0,4% INVESTITO DA 0,7% 0,5% 0,4% 0,1% 0,0% 0,0% PUNTO DA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% SCIVOLAVA 3,0% 3,0% 1,6% 0,1% 0,0% 0,0% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,8% 0,4% 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% TRAVOLTO DA 0,3% 0,2% 0,2% 0,0% 0,0% 0,1% URTATO DA 1,0% 0,5% 0,3% 0,0% 0,0% 0,0% NON DETERMINATA 0,1% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 74

76 Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per agente materiale e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2009 AGENTE MATERIALE TIPO DI CAUSA AMBIENTE ATTREZZAT. APPARECCH. MACCHINE MEZZI DI TRASPORTO SOLLEVAM. PERSONE ANIMALI VEGETALI ALTRO E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI AGENTE MATERIALE TIPO DI CAUSA AMBIENTE ATTREZZAT. APPARECCH. MACCHINE MEZZI DI TRASPORTO SOLLEVAM. PERSONE ANIMALI VEGETALI ALTRO E INDETERM. CADUTA 11,7% 0,3% 0,2% 1,2% 2,1% 21,7% COLPITO DA 0,5% 0,9% 0,3% 0,2% 0,8% 2,9% HA URTATO CONTRO 0,7% 0,2% 0,1% 0,2% 0,2% 1,5% INCIDENTE A BORDO DI 0,5% 0,0% 0,6% 3,2% 0,3% 3,2% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 1,3% 0,0% 2,4% 16,2% 1,4% 11,1% INVESTITO DA 0,2% 0,0% 0,2% 0,7% 0,2% 0,9% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,1% SCIVOLAVA 3,2% 0,1% 0,0% 0,2% 0,4% 3,5% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,2% 0,2% 0,1% 0,1% 0,1% 0,7% TRAVOLTO DA 0,1% 0,1% 0,0% 0,1% 0,1% 0,4% URTATO DA 0,2% 0,1% 0,1% 0,4% 0,2% 0,9% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,2% 75

77 Segue Tavola Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per agente materiale e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali ANNO DI ACCADIMENTO 2010 AGENTE MATERIALE TIPO DI CAUSA AMBIENTE ATTREZZAT. APPARECCH. MACCHINE MEZZI DI TRASPORTO SOLLEVAM. PERSONE ANIMALI VEGETALI ALTRO E INDETERM. TOTALE CADUTA COLPITO DA HA URTATO CONTRO INCIDENTE A BORDO DI INCIDENTE ALLA GUIDA DI INVESTITO DA PUNTO DA SCIVOLAVA SOLLEVANDO-SPOSTANDO TRAVOLTO DA URTATO DA NON DETERMINATA TOTALE VALORI PERCENTUALI AGENTE MATERIALE TIPO DI CAUSA AMBIENTE ATTREZZAT. APPARECCH. MACCHINE MEZZI DI TRASPORTO SOLLEVAM. PERSONE ANIMALI VEGETALI ALTRO E INDETERM. CADUTA 12,0% 0,4% 0,1% 1,2% 1,9% 22,0% COLPITO DA 0,6% 1,1% 0,3% 0,3% 1,0% 3,1% HA URTATO CONTRO 0,8% 0,3% 0,1% 0,2% 0,2% 1,4% INCIDENTE A BORDO DI 0,5% 0,0% 0,5% 2,9% 0,2% 3,2% INCIDENTE ALLA GUIDA DI 1,1% 0,0% 2,3% 16,4% 1,4% 10,8% INVESTITO DA 0,1% 0,0% 0,2% 0,6% 0,1% 0,7% PUNTO DA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,1% SCIVOLAVA 3,4% 0,1% 0,1% 0,2% 0,4% 3,6% SOLLEVANDO-SPOSTANDO 0,2% 0,2% 0,1% 0,1% 0,1% 0,7% TRAVOLTO DA 0,1% 0,0% 0,0% 0,1% 0,1% 0,3% URTATO DA 0,2% 0,1% 0,1% 0,3% 0,2% 0,9% NON DETERMINATA 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,2% 76

78 Parte Quarta Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti (*) a tutto il e comunicati al C.C.I. dati di provenienza Inail Ipsema Enpaia (*) Infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore 77

79 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 14 (+) Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Femmine Fino a 14 (+) Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Maschi + Femmine Fino a 14 (+) Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Nota: Gli Infortuni Lavorativi di IPSEMA ed ENPAIA sono da considerarsi definiti e comunicati al CCI a tutto il (+) Infortuni occorsi a Studenti 78

80 Segue Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 14 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Da 15 a 24 7,2% 7,4% 7,2% 6,2% 5,9% Da 25 a 54 77,5% 77,3% 77,0% 76,6% 76,9% Oltre 54 14,9% 14,9% 15,4% 16,5% 16,6% Non Determinata 0,4% 0,5% 0,5% 0,6% 0,6% TOTALE (*) 77,2% 77,1% 76,0% 74,2% 73,1% Femmine Fino a 14 0,0% 0,0% 0,0% 0,1% 0,1% Da 15 a 24 5,2% 4,9% 4,4% 3,6% 3,5% Da 25 a 54 75,1% 75,7% 75,7% 74,7% 74,1% Oltre 54 19,6% 19,2% 19,7% 21,4% 22,1% Non Determinata 0,1% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% TOTALE (*) 22,8% 22,9% 24,0% 25,8% 26,9% Maschi + Femmine Fino a 14 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Da 15 a 24 6,7% 6,8% 6,5% 5,6% 5,2% Da 25 a 54 76,9% 76,9% 76,7% 76,1% 76,2% Oltre 54 16,0% 15,9% 16,4% 17,8% 18,1% Non Determinata 0,3% 0,4% 0,4% 0,5% 0,5% Nota 1: Le percentuali sono calcolate a meno di arrotondamenti dei decimali Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 3: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 79

81 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre Non Determinata TOTALE

82 Segue Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSI DI ETA' Maschi Fino a 17 0,5% 0,5% 0,4% 0,3% 0,3% Da 18 a 29 15,6% 15,5% 15,0% 13,6% 13,0% Da 30 a 41 33,5% 32,9% 32,2% 31,3% 30,5% Da 42 a 53 32,8% 33,4% 34,1% 35,1% 36,4% Da 54 a 65 15,0% 15,2% 15,7% 17,0% 17,1% Da 66 a 77 2,2% 2,1% 2,2% 2,2% 2,1% Oltre 77 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Non Determinata 0,4% 0,5% 0,5% 0,6% 0,6% TOTALE (*) 77,2% 77,1% 76,0% 74,2% 73,1% Femmine Fino a 17 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,1% Da 18 a 29 12,6% 11,8% 10,9% 9,5% 9,2% Da 30 a 41 27,9% 28,2% 27,1% 25,8% 25,4% Da 42 a 53 36,5% 37,2% 38,2% 39,0% 39,0% Da 54 a 65 21,2% 21,1% 22,1% 23,8% 24,6% Da 66 a 77 1,6% 1,4% 1,4% 1,5% 1,4% Oltre 77 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Non Determinata 0,1% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% TOTALE (*) 22,8% 22,9% 24,0% 25,8% 26,9% Maschi + Femmine Fino a 17 0,4% 0,4% 0,3% 0,3% 0,2% Da 18 a 29 14,9% 14,6% 14,0% 12,5% 12,0% Da 30 a 41 32,2% 31,8% 31,0% 29,9% 29,1% Da 42 a 53 33,6% 34,3% 35,1% 36,1% 37,1% Da 54 a 65 16,4% 16,5% 17,2% 18,7% 19,1% Da 66 a 77 2,0% 1,9% 2,0% 2,0% 2,0% Oltre 77 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Non Determinata 0,3% 0,4% 0,4% 0,5% 0,5% Nota 1: Le percentuali delle varie classi di età dei Maschi sono calcolate sul Totale degli Infortuni dei "Maschi" Nota 2: Le percentuali delle varie classi di età delle Femmine sono calcolate sul Totale degli Infortuni delle "Femmine" (*) Percentuale calcolata sul Totale degli Infortuni di "Maschi + Femmine" 81

83 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a MORTI TOTALE VALORI PERCENTUALI CLASSI DI GRADO D'INVALIDITA' ,0% 8,6% 8,2% 8,1% 9,5% 2 22,3% 22,1% 21,8% 21,6% 24,1% 3 14,8% 14,6% 14,6% 15,0% 16,2% 4 11,5% 11,4% 11,8% 12,0% 12,2% 5 2,1% 1,7% 1,5% 1,5% 1,4% 6 13,7% 14,2% 14,1% 13,9% 13,8% 7 4,7% 4,8% 4,8% 4,8% 4,2% 8 4,2% 4,4% 4,4% 4,6% 4,0% 9 2,2% 2,3% 2,4% 2,6% 2,0% 10 2,4% 2,5% 2,6% 2,7% 2,2% Da 11 a 15 3,8% 3,9% 4,4% 4,8% 3,7% Da 16 a 25 5,9% 5,9% 5,8% 5,5% 4,3% Da 26 a 35 1,2% 1,2% 1,4% 1,2% 0,9% Da 36 a 50 0,6% 0,6% 0,6% 0,5% 0,3% Da 51 a 75 0,3% 0,3% 0,3% 0,2% 0,1% Da 76 a 100 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,1% MORTI 1,3% 1,2% 1,1% 1,0% 1,1% 82

84 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO 9,0% 8,5% 8,3% 8,5% 9,1% FEBBRAIO 7,9% 7,9% 8,2% 7,8% 9,2% MARZO 8,7% 8,9% 7,6% 8,5% 10,2% APRILE 7,1% 7,8% 8,3% 7,6% 8,9% MAGGIO 9,1% 9,3% 8,8% 8,6% 9,4% GIUGNO 8,7% 8,7% 8,6% 8,5% 9,0% LUGLIO 9,0% 9,2% 9,4% 9,3% 9,4% AGOSTO 6,3% 6,5% 6,3% 6,2% 6,1% SETTEMBRE 8,9% 8,4% 9,1% 9,0% 8,0% OTTOBRE 9,3% 9,4% 9,6% 9,1% 7,5% NOVEMBRE 8,8% 8,4% 8,4% 8,3% 7,0% DICEMBRE 7,2% 7,0% 7,4% 8,5% 6,1% 83

85 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' 18,5% 19,0% 18,4% 19,2% 19,1% MARTEDI' 17,5% 17,6% 18,3% 17,5% 17,8% MERCOLEDI' 17,6% 17,6% 18,0% 18,0% 16,8% GIOVEDI' 18,0% 17,4% 17,2% 17,4% 17,5% VENERDI' 17,2% 17,4% 17,0% 16,6% 17,5% SABATO 8,2% 8,0% 8,0% 7,9% 8,1% DOMENICA 3,0% 3,0% 3,1% 3,4% 3,2% 84

86 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE VALLE D'AOSTA LOMBARDIA LIGURIA TRENTINO ALTO ADIGE BOLZANO-BOZEN TRENTO VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA NON DETERMINATA NORD-OVEST NORD-EST CENTRO SUD ISOLE NON DETERMINATA ITALIA ESTERO TOTALE

87 Segue Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI REGIONE DI ACCADIMENTO PIEMONTE 6,3% 6,4% 6,1% 6,0% 5,9% VALLE D'AOSTA 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% 0,2% LOMBARDIA 14,2% 14,3% 13,8% 14,1% 14,3% LIGURIA 4,2% 4,1% 4,0% 4,0% 4,0% TRENTINO ALTO ADIGE 2,1% 2,0% 2,0% 2,0% 1,9% BOLZANO-BOZEN 0,9% 0,8% 0,9% 0,9% 0,8% TRENTO 1,2% 1,2% 1,1% 1,1% 1,1% VENETO 11,2% 10,8% 10,6% 10,2% 9,9% FRIULI VENEZIA GIULIA 2,1% 2,0% 2,1% 1,8% 1,7% EMILIA ROMAGNA 10,9% 10,9% 11,6% 11,8% 10,8% TOSCANA 9,6% 9,5% 9,4% 9,6% 10,2% UMBRIA 2,6% 2,4% 2,2% 2,3% 2,4% MARCHE 3,9% 3,7% 4,1% 3,7% 3,3% LAZIO 6,7% 6,8% 6,8% 7,1% 7,3% ABRUZZO 3,1% 3,0% 3,0% 2,8% 3,0% MOLISE 0,5% 0,5% 0,5% 0,5% 0,6% CAMPANIA 4,9% 4,9% 4,9% 4,9% 5,3% PUGLIA 5,0% 5,2% 5,0% 4,7% 4,9% BASILICATA 0,9% 1,0% 1,0% 1,0% 1,1% CALABRIA 3,0% 3,0% 3,2% 3,1% 3,4% SICILIA 5,3% 6,0% 6,3% 6,5% 6,6% SARDEGNA 3,3% 3,3% 3,3% 3,3% 3,2% NON DETERMINATA 0,1% 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% NORD-OVEST 24,9% 25,0% 24,0% 24,4% 24,3% NORD-EST 26,3% 25,8% 26,2% 25,9% 24,4% CENTRO 22,8% 22,4% 22,5% 22,7% 23,2% SUD 17,4% 17,6% 17,5% 17,1% 18,3% ISOLE 8,5% 9,3% 9,6% 9,8% 9,9% NON DETERMINATA 0,1% 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% ITALIA 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% ESTERO 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Nota: Le percentuali delle varie regioni italiane sono calcolate sul Totale degli Infortuni accaduti in "ITALIA" 86

88 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali SEDE DELLA LESIONE TESTA COLLO ARTO SUPERIORE DESTRO ARTO SUPERIORE SINISTRO BUSTO ARTO INFERIORE DESTRO ARTO INFERIORE SINISTRO ALTRE E INDETERMINATE TOTALE VALORI PERCENTUALI SEDE DELLA LESIONE TESTA 8,9% 8,6% 8,2% 8,1% 7,9% COLLO 7,5% 7,5% 7,6% 7,9% 8,1% ARTO SUPERIORE DESTRO 18,4% 18,7% 18,3% 17,6% 17,8% ARTO SUPERIORE SINISTRO 18,0% 18,0% 17,9% 17,8% 18,3% BUSTO 17,9% 18,0% 18,5% 18,6% 18,9% ARTO INFERIORE DESTRO 14,3% 14,1% 14,3% 14,4% 14,1% ARTO INFERIORE SINISTRO 13,4% 13,2% 13,5% 13,6% 13,3% ALTRE E INDETERMINATE 16% 1,6% 1,8% 18% 1,7% 17% 2,0% 20% 1,7% 17% 87

89 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali NATURA DELLA LESIONE Contusione Corpi estranei Ferita Frattura Lesioni da agenti infettivi e parassitari Lesioni da altri agenti Lesioni da sforzo Lussazione, distorsione, distrazione Perdita anatomica Altre e Indeterminate TOTALE VALORI PERCENTUALI NATURA DELLA LESIONE Contusione 14,9% 14,9% 14,9% 15,1% 15,0% Corpi estranei 0,4% 0,4% 0,4% 0,3% 0,3% Ferita 11,6% 11,6% 11,4% 11,0% 10,7% Frattura 45,4% 44,9% 45,1% 44,6% 45,2% Lesioni da agenti infettivi e parassitari 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% 0,0% Lesioni da altri agenti 1,2% 1,1% 1,1% 1,2% 1,1% Lesioni da sforzo 0,5% 0,5% 0,5% 0,5% 0,5% Lussazione, distorsione, distrazione 21,4% 21,7% 22,1% 22,8% 23,0% Perdita anatomica 3,0% 3,0% 2,8% 2,3% 2,6% Altre e Indeterminate 1,6% 1,8% 1,7% 2,0% 1,7% 88

90 Tavola Infortuni Lavorativi IN ITINERE avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' 18,0% 18,0% 17,5% 18,5% 18,7% MARTEDI' 17,9% 17,9% 18,9% 18,4% 18,4% MERCOLEDI' 17,8% 18,4% 18,6% 18,5% 17,2% GIOVEDI' 18,5% 17,9% 17,9% 17,8% 17,4% VENERDI' 18,0% 17,8% 17,6% 17,0% 18,7% SABATO 7,1% 7,1% 6,7% 6,8% 6,9% DOMENICA 2,7% 2,8% 2,8% 3,0% 2,8% 89

91 Tavola Infortuni Lavorativi STRADALI avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali GIORNO DI ACCADIMENTO Stradali IN ITINERE LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE Stradali NON IN ITINERE LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE Stradali Complessivi LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE

92 Segue Tavola Infortuni Lavorativi STRADALI avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO Stradali IN ITINERE LUNEDI' 17,9% 17,8% 17,2% 18,5% 17,9% MARTEDI' 17,7% 17,8% 18,8% 18,0% 18,8% MERCOLEDI' 17,9% 18,6% 18,6% 18,7% 17,3% GIOVEDI' 18,6% 17,8% 17,9% 18,1% 17,6% VENERDI' 17,9% 17,9% 17,8% 17,1% 18,5% SABATO 7,4% 7,2% 6,8% 6,6% 7,0% DOMENICA 2,7% 2,8% 2,9% 3,0% 2,9% TOTALE (*) 67,6% 70,1% 70,1% 70,1% 70,4% Stradali NON IN ITINERE LUNEDI' 18,2% 18,7% 17,4% 18,1% 19,0% MARTEDI' 17,0% 17,6% 19,2% 17,5% 17,0% MERCOLEDI' 17,3% 18,5% 18,4% 18,6% 16,8% GIOVEDI' 19,7% 17,0% 17,7% 18,2% 18,2% VENERDI' 18,2% 17,8% 17,3% 17,2% 19,3% SABATO 7,2% 8,1% 7,7% 8,0% 7,3% DOMENICA 2,4% 2,3% 2,2% 2,4% 2,4% TOTALE (*) 32,4% 29,9% 29,9% 29,9% 29,6% Stradali Complessivi LUNEDI' 18,0% 18,1% 17,3% 18,4% 18,2% MARTEDI' 17,4% 17,8% 18,9% 17,9% 18,3% MERCOLEDI' 17,7% 18,6% 18,5% 18,7% 17,2% GIOVEDI' 18,9% 17,5% 17,9% 18,1% 17,8% VENERDI' 18,0% 17,9% 17,6% 17,1% 18,8% SABATO 7,3% 7,5% 7,1% 7,0% 7,1% DOMENICA 2,6% 2,6% 2,7% 2,8% 2,7% (*) Percentuale calcolata sul Totale "Stradali Complessivi" Nota 1: Le percentuali dei vari giorni della settimana degli Stradali IN ITINERE sono calcolate sul Totale "Stradali IN ITINERE" Nota 2: Le percentuali dei vari giorni della settimana degli Stradali NON IN ITINERE sono calcolate sul Totale "Stradali NON IN ITINERE" 91

93 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali QUALIFICHE PROFESSIONALI 2008 (*) IMPIEGATO AMMINISTRATIVO MURATORE COLTIVATORE DIRETTO AUTISTA MECCANICO MANUTENTORE MAGAZZINIERE COMMESSO DI NEGOZIO ADDETTO ATTIVITA' OPERATIVE INFERMIERE PROFESSIONALE INSERVIENTE - ADDETTO ALLE PULIZIE FALEGNAME BRACCIANTE GIORNALIERO O STAGIONALE MANOVALE EDILE ELETTRICISTA INSTALLATORE - MONTATORE MECCANICO POSTINO PULITORE NELLE INDUSTRIE OPERATORE ECOLOGICO - NETTURBINO AUTOTRASPORTATORE AUSILIARIO SANITARIO - PORTANTINO CARPENTIERE IN FERRO INSEGNANTE ELEMENTARE MECCANICO RIPARATORE DI VEICOLI CARPENTIERE IN LEGNO ED EDILE COLLABORATORE SCOLASTICO - BIDELLO FACCHINO - PORTABAGAGLI CONFEZIONATORE IDRAULICO CAMERIERE SALDATORE ASSISTENTE - ACCOMPAGNATORE PER DISABILI BRACCIANTE AGRICOLO FISSO COMMERCIANTE BARISTA ALTRE NON DETERMINATA TOTALE (*) La distribuzione dei dati per l'anno 2008 risente dell'introduzione del nuovo mansionario delle professioni avvenuta il 21 Luglio

94 Segue Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI QUALIFICHE PROFESSIONALI IMPIEGATO AMMINISTRATIVO 3,2% 7,6% 7,7% MURATORE 2,7% 5,7% 5,1% COLTIVATORE DIRETTO 2,2% 5,1% 5,0% AUTISTA 2,1% 4,8% 5,0% MECCANICO MANUTENTORE 2,1% 4,6% 4,5% MAGAZZINIERE 1,3% 2,9% 2,7% COMMESSO DI NEGOZIO 1,1% 2,6% 2,7% ADDETTO ATTIVITA' OPERATIVE 0,8% 2,2% 2,7% INFERMIERE PROFESSIONALE 1,0% 2,2% 2,4% INSERVIENTE - ADDETTO ALLE PULIZIE 0,8% 2,2% 2,5% FALEGNAME 0,9% 2,1% 2,1% BRACCIANTE GIORNALIERO O STAGIONALE 1,0% 2,0% 2,1% MANOVALE EDILE 0,9% 2,1% 1,9% ELETTRICISTA 0,9% 1,9% 2,0% INSTALLATORE - MONTATORE MECCANICO 0,6% 1,5% 1,4% POSTINO 0,6% 1,3% 1,4% PULITORE NELLE INDUSTRIE 0,7% 1,3% 1,1% OPERATORE ECOLOGICO - NETTURBINO 0,6% 1,2% 1,3% AUTOTRASPORTATORE 0,6% 1,2% 1,1% AUSILIARIO SANITARIO - PORTANTINO 0,4% 1,1% 1,2% CARPENTIERE IN FERRO 0,5% 1,1% 1,1% INSEGNANTE ELEMENTARE 0,5% 1,0% 1,1% MECCANICO RIPARATORE DI VEICOLI 0,4% 1,0% 1,0% CARPENTIERE IN LEGNO ED EDILE 0,5% 0,9% 1,0% COLLABORATORE SCOLASTICO - BIDELLO 0,4% 1,0% 1,0% FACCHINO - PORTABAGAGLI 0,4% 0,9% 0,9% CONFEZIONATORE 0,4% 0,8% 0,8% IDRAULICO 0,3% 0,9% 0,8% CAMERIERE 0,3% 0,8% 0,8% SALDATORE 0,3% 0,8% 0,7% ASSISTENTE - ACCOMPAGNATORE PER DISABILI 0,3% 0,7% 0,8% BRACCIANTE AGRICOLO FISSO 0,4% 0,6% 0,6% COMMERCIANTE 0,3% 0,7% 0,7% BARISTA 0,3% 0,6% 0,7% ALTRE 14,0% 32,0% 32,0% NON DETERMINATA 56,0% 0,4% 0,2% 93

95 Tavola Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo , definiti a tutto il e comunicati al CCI, per anno e settore di attività - Valori Assoluti e Valori Percentuali SETTORE DI ATTIVITA' AGRICOLTURA ARTIGIANATO INDUSTRIA CONTO STATO NON DETERMINATO (*) TOTALE VALORI PERCENTUALI SETTORE DI ATTIVITA' AGRICOLTURA 10,3% 9,5% 9,6% 10,2% 10,0% ARTIGIANATO 22,1% 21,6% 20,7% 20,0% 19,1% INDUSTRIA 64,0% 65,2% 65,6% 65,5% 66,5% CONTO STATO 3,2% 3,4% 3,7% 3,9% 4,2% NON DETERMINATO (*) 0,4% 0,3% 0,3% 0,4% 0,2% (*) Vi confluiscono i dati relativi ad ENPAIA ed IPSEMA 94

96 Parte Quinta Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite (*) a tutto il e comunicate al C.C.I. dati di provenienza Inail Ipsema Enpaia (*) Malattie che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono state accertate da un Istituto Assicuratore 95

97 Tavola Malattie Professionali manifestatesi nel periodo , definite a tutto il e comunicate al CCI, per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali CLASSI DI ETA' Maschi Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Femmine Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Maschi + Femmine Da 15 a Da 25 a Oltre Non Determinata TOTALE Nota: Le Malattie Professionali di IPSEMA ed ENPAIA sono da considerarsi definite e comunicate al CCI a tutto il

Rapporto Statistico 2014

Rapporto Statistico 2014 Rapporto Statistico 2014 Casellario Centrale Infortuni Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono

Dettagli

Rapporto Statistico 2015

Rapporto Statistico 2015 Rapporto Statistico 2015 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2015 Casellario Centrale Infortuni Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni

Dettagli

LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto

LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto Andrea Bucciarelli Mantova, 16 novembre 2015 Indice: - Alcuni dei canali informativi on-line sui dati Inail - Open

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 casellario@inail.it http://casellario.inail.it INAIL

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni

Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2012 Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono

Dettagli

PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE. INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione

PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE. INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione DEFINIZIONI INFORTUNIO SUL LAVORO (art. 2 D.P.R. 1124/1965) E infortunio sul lavoro quello

Dettagli

I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI

I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI Relazione annuale 2016 del Presidente I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI Roma, 5 luglio 2017 Infortuni sul lavoro Sono state poco meno di 642mila le denunce di infortunio registrate

Dettagli

Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro

Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro Gli infortuni sul lavoro denunciati FOCUS novembre 2016 Gli infortuni sul lavoro: analisi regionale e temporale delle denunce INAIL Premessa:

Dettagli

LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO

LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO Le coperture assicurative degli infortuni sul lavoro Durata: 09 14 DATORE DI LAVORO: RESPONSABILITÀ CIVILE E TUTELA ASSICURATIVA DEI LAVORATORI LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO Le coperture

Dettagli

Relazione Annuale 2015

Relazione Annuale 2015 Relazione Annuale 2015 del Presidente Appendice statistica Roma, 22 giugno 2016 Relazione Annuale 2015 del Presidente Appendice statistica Roma, 22 giugno 2016 ANALISI DELLA NUMEROSITÀ DEGLI INFORTUNI

Dettagli

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209;

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; Istruzioni per la compilazione dei registri assicurativi, dei moduli di vigilanza allegati al bilancio di esercizio e dei prospetti di vigilanza da allegare alla relazione semestrale nonchè per la trasmissione

Dettagli

La tutela INAIL e il danno differenziale

La tutela INAIL e il danno differenziale La tutela INAIL e il danno differenziale Prof. Manuel Ranieri Ambito di operatività della tutela L INAIL sovrintende alla tutela degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali dei lavoratori

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: "F" Costruzioni

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: F Costruzioni INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: "F" Costruzioni Fonte: Open data/banca dati Statistica dati rilevati al 30.04.2016 Gina Romualdi Inail - Consulenza Statistico Attuariale

Dettagli

LA SITUAZIONE DEL MONDO DEL LAVORO NEI DATI DELL INAIL

LA SITUAZIONE DEL MONDO DEL LAVORO NEI DATI DELL INAIL Relazione annuale 2014 del Presidente LA SITUAZIONE DEL MONDO DEL LAVORO NEI DATI DELL INAIL INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI Roma, 9 luglio 2015 Infortuni Prosegue l andamento decrescente della serie

Dettagli

INAIL INFORTUNATO E PERSONA INAIL. Varese 24 giugno 2009 L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

INAIL INFORTUNATO E PERSONA INAIL. Varese 24 giugno 2009 L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI INAIL INFORTUNATO E PERSONA Varese 24 giugno 2009 CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI - FONDAMENTO: ART. 38 DELLA COSTITUZIONE D.P.R. 1124 del 30.06.65 - FINALITÀ: GARANTIRE: -

Dettagli

LAVORO-BICI-SICURI Parte II

LAVORO-BICI-SICURI Parte II LAVORO-BICI-SICURI Parte II ISPRA 12 Maggio 2016 Roma, via Vitaliano Brancati, 48 http://www.isprambiente.gov.it/it/events/workshop-ispra-lavoro-bici-sicuri-parte-ii IL COLLEGATO AMBIENTALE 2015 per la

Dettagli

Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro

Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro Sezione 5 Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro Il raffronto del n degli infortuni avvenuti negli anni 2007 e 2008 in ambiente di lavoro ordinario 1 e di quelli causati da

Dettagli

Decreto Legislativo n. 38 del 23 febbraio 2000, art. 13 Danno biologico ;

Decreto Legislativo n. 38 del 23 febbraio 2000, art. 13 Danno biologico ; DIREZIONE CENTRALE SERVIZI ISTITUZIONALI Ex IPSEMA INAIL Ai direttori compartimentali ex Ipsema loro sedi Oggetto:Linee guida riguardanti l aumento in via straordinaria dell indennità per indennizzo del

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI Aspetti di rilevanza amministrativa

MALATTIE PROFESSIONALI Aspetti di rilevanza amministrativa MALATTIE PROFESSIONALI Aspetti di rilevanza amministrativa Seminario Organismo Provinciale di Lucca per la Prevenzione nei Luoghi di Lavoro Camaiore, 2 dicembre 2011 Sebastiano Mongioì direttore Inail

Dettagli

Decessi droga correlati

Decessi droga correlati DECESSI DROGA-CORRELATI I seguenti dati sui decessi droga correlati, che rappresentano uno dei cinque indicatori chiave rilevati dall Osservatorio Europeo di Lisbona, si riferiscono alle informazioni rilevate

Dettagli

Circolare Inail n. 50 del 10 ottobre 2013

Circolare Inail n. 50 del 10 ottobre 2013 Circolare Inail n. 50 del 10 ottobre 2013 Prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale: settore industria, agricoltura, medici radiologi e tecnici sanitari di radiologia autonomi.

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2011

RAPPORTO ANNUALE 2011 Nel 2011 sono stati denunciati 51mila infortuni in meno rispetto al 2010, con una flessione del 6,6% (da 776mila a 725mila) pari alla media del calo degli infortuni sia in occasione di lavoro (-6,5%),

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n art.18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n.81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n art.18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n.81) DENUNCIACOMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30061965 n.1124 - art.18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09042008 n.81) Numero Denuncia-Comunicazione di infortunio Numero Registro Infortuni Aziendale

Dettagli

DENUNCIA DI SINISTRO INFORTUNI (DA INVIARE AL PIÙ PRESTO REDATTA IN MODO COMPLETO)

DENUNCIA DI SINISTRO INFORTUNI (DA INVIARE AL PIÙ PRESTO REDATTA IN MODO COMPLETO) ALL AGENZIA PRINCIPALE DI DENUNCIA DI SINISTRO INFORTUNI (DA INVIARE AL PIÙ PRESTO REDATTA IN MODO COMPLETO) RISERVATO AGENZIA RAMO N. DANNO ESERCIZIO CODICE AGENZIA DENUNCIA PERVENUTA IN AGENZIA IL 05

Dettagli

RSPP INCIDENTI, INFORTUNI E INFORTUNI MANCATI. Definizioni, obblighi e sanzioni. Corso di aggiornamento 14 ore 2.2

RSPP INCIDENTI, INFORTUNI E INFORTUNI MANCATI. Definizioni, obblighi e sanzioni. Corso di aggiornamento 14 ore 2.2 RSPP Corso di aggiornamento 14 ore INCIDENTI, INFORTUNI E INFORTUNI MANCATI Definizioni, obblighi e sanzioni 2.2 Incidenti e mancati infortuni Infortuni, incidenti e mancati infortuni RSPP - Corso di aggiornamento

Dettagli

Il dato INAIL sugli Infortuni in Itinere e le possibili azioni di prevenzione (OT/24)

Il dato INAIL sugli Infortuni in Itinere e le possibili azioni di prevenzione (OT/24) Il dato INAIL sugli Infortuni in Itinere e le possibili azioni di prevenzione (OT/24) Convegno AIFOS Ambiente Lavoro Mario Longo Direzione Regionale Bologna, 19 ottobre 2016 INAIL Direzione Regionale Definizione

Dettagli

Gli infortuni sul lavoro in Umbria Anni Regione Umbria

Gli infortuni sul lavoro in Umbria Anni Regione Umbria Gli infortuni sul lavoro in Anni 21-214 Regione 1 Gli infortuni sul lavoro in Anni 21-214 A cura di: Gabriella Madeo Osservatorio Infortuni e Malattie Professionali Servizio Prevenzione, Sanità Veterinaria

Dettagli

La prevenzione degli infortuni stradali Report annuale 2011 sulle fonti di dati disponibili

La prevenzione degli infortuni stradali Report annuale 2011 sulle fonti di dati disponibili [2011] La prevenzione degli infortuni stradali Report annuale 2011 sulle fonti di dati disponibili Unità Organizzativa Governo della Prevenzione e Tutela Sanitaria DG Sanità La prevenzione degli infortuni

Dettagli

INAIL: sconto sui premi 2013/2014 al 14,17%

INAIL: sconto sui premi 2013/2014 al 14,17% CIRCOLARE A.F. N. 46 del 27 Marzo 2014 Ai gentili clienti Loro sedi INAIL: sconto sui premi 2013/2014 al 14,17% Premessa Con la determina n. 67 del 11.03.2014, l INAIL ha fornito precisazioni in relazione

Dettagli

TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2016

TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2016 Fonte Dati Regione Lombardia TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2016 * Le tabelle comprendono solo i dati degli infortuni avvenuti nel posto di lavoro e che hanno

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza semestrale. Regione Campania. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1

Tabelle regionali con cadenza semestrale. Regione Campania. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Tabelle regionali con cadenza semestrale Regione Campania Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Dati rilevati al 30 aprile 2017 Nota metodologica Sono considerate le malattie

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

INCIDENTI IN ITINERE OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO. Dott. Ing. Daniele Longo. Coordinatore AIAS - Bari

INCIDENTI IN ITINERE OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO. Dott. Ing. Daniele Longo. Coordinatore AIAS - Bari 1 INCIDENTI IN ITINERE OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO Bari, 12/09/2016 Dott. Ing. Daniele Longo Coordinatore AIAS - Bari 2 INCIDENTI IN ITINERE COSA DICE LA LEGGE??? COSA DEVE FARE IL DATORE

Dettagli

Rapporto annuale regionale

Rapporto annuale regionale Rapporto annuale regionale 2014 - Sicilia Appendice statistica Dati rilevati al 31 ottobre 2015 Sommario Tabelle regionali con cadenza semestrale relative agli infortuni 1 Tabelle regionali con cadenza

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ANNUALE SICUREZZA LAVORO: IMPEGNO PER LA SICUREZZA SUL E DEL LAVORO

COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ANNUALE SICUREZZA LAVORO: IMPEGNO PER LA SICUREZZA SUL E DEL LAVORO COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ANNUALE SICUREZZA LAVORO: IMPEGNO PER LA SICUREZZA SUL E DEL LAVORO Viene presentata oggi, mercoledì 1 giugno 2011, la nuova edizione del Rapporto sulla Sicurezza e Salute nei

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

Grafici incidenti stradali area urbana Messina

Grafici incidenti stradali area urbana Messina Incidenti stradali per tipo anno 213 Con lesioni 691 Con solo danni 557 Mortali 5 TOTALE 1253 Incidenti stradali per tipo anno 213 Con lesioni Con solo danni Mortali Incidenti stradali per persone coinvolte

Dettagli

Grafici incidenti stradali area urbana Messina

Grafici incidenti stradali area urbana Messina Incidenti stradali per tipo anno 214 Con lesioni 723 Con solo danni 522 Mortali 1 TOTALE 1255 Incidenti stradali per tipo anno 214 Con lesioni Con solo danni Mortali Incidenti stradali per persone coinvolte

Dettagli

PARTE PRIMA PREVENZIONE

PARTE PRIMA PREVENZIONE XV Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE....................... IX PARTE PRIMA DEFINIZIONE, DATI STATISTICI, PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI 1. Infortunio, infortunio sul lavoro

Dettagli

POLIZZA OBBLIGATORIA R.C. PROFESSIONALE AVVOCATI NUOVE REGOLE DECRETO n. 238 DELL 11 Ottobre 2016 entrata in vigore 11 Ottobre 2017

POLIZZA OBBLIGATORIA R.C. PROFESSIONALE AVVOCATI NUOVE REGOLE DECRETO n. 238 DELL 11 Ottobre 2016 entrata in vigore 11 Ottobre 2017 POLIZZA OBBLIGATORIA R.C. PROFESSIONALE AVVOCATI NUOVE REGOLE DECRETO n. 238 DELL 11 Ottobre 2016 entrata in vigore 11 Ottobre 2017 POLIZZA RC PROFESSIONALE AVVOCATI OGGETTO DELL ASSICURAZIONE: la polizza

Dettagli

Circolare n. 50. Roma, 10 ottobre 2013

Circolare n. 50. Roma, 10 ottobre 2013 Direzione generale Direzione centrale prestazioni Circolare n. 50 Roma, 10 ottobre 2013 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

a cura dell'ufficio SaluteSicurezzaAmbiente - Camera del Lavoro di Brescia

a cura dell'ufficio SaluteSicurezzaAmbiente - Camera del Lavoro di Brescia Relazione Inail 2014 alcuni dati e considerazioni a cura dell'ufficio SaluteSicurezzaAmbiente - Camera del Lavoro di Brescia Premessa La pubblicazione della relazione annuale dell'inail cd. Relazione Inail

Dettagli

MALATTIE PROFESSIONALI

MALATTIE PROFESSIONALI PER GLI ENTI DI PATRONATO 1 MALATTIE PROFESSIONALI ASPETTI DI RILEVANZA AMMINISTRATIVA: ISTRUTTORIA E DOCUMENTAZIONE Relatore: Sig.ra Ida LEONARDI DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI MALATTIE PROFESSIONALI:

Dettagli

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di.

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 26: aggiornamento al 29/2/26 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER STUDENTI DELL ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI IN MATERIA DI SICUREZZA ED IGIENE DEL LAVORO NEL COMPARTO EDILE

CORSO DI FORMAZIONE PER STUDENTI DELL ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI IN MATERIA DI SICUREZZA ED IGIENE DEL LAVORO NEL COMPARTO EDILE CORSO DI FORMAZIONE PER STUDENTI DELL ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI IN MATERIA DI SICUREZZA ED IGIENE DEL LAVORO NEL COMPARTO EDILE Sergio PIAZZOLLA ASL della Provincia di Bergamo Servizio Prevenzione

Dettagli

Tabelle nazionali con cadenza semestrale. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1

Tabelle nazionali con cadenza semestrale. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Tabelle nazionali con cadenza semestrale Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Dati rilevati al 31 ottobre 2016 Nota metodologica Sono considerate le malattie professionali denunciate

Dettagli

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere.

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 216: aggiornamento al 1//216 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE ED ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI

PROGRAMMA TRIENNALE ED ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI PROGRAMMA TRIENNALE ED ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI Le elaborazioni seguenti, frutto della collaborazione tra i Settori della Giunta Regionale della Campania Opere Pubbliche e Sistemi Informativi,

Dettagli

STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE

STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE STATISTICHE SULL INCIDENTALITÀ STRADALE 1 L incidentalità stradale in Sardegna Le strade, le persone e un confronto storico Premessa Le statistiche sugli incidenti stradali sono costruite dall Istat a

Dettagli

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di.

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/08/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

e la gestione di infortuni e malattie professionali

e la gestione di infortuni e malattie professionali e la gestione di infortuni e malattie professionali Ing. Dario Malena Settembre 2012 1 Dati tratti da opuscoli INAIL Si parla delle informazioni di base per spiegare ai lavoratori i loro diritti principali

Dettagli

PROVVEDIMENTO 13 dicembre 2002 (G.U. 30 dicembre 2002, n. 304)

PROVVEDIMENTO 13 dicembre 2002 (G.U. 30 dicembre 2002, n. 304) PROVVEDIMENTO 13 dicembre 2002 (G.U. 30 dicembre 2002, n. 304) Approvazione del modulo di denuncia di sinistro per l assicurazione obbligatoria della R.C. autoveicoli. (Provvedimento n. 2136) L ISTITUTO

Dettagli

Roma, 21 ottobre 2016

Roma, 21 ottobre 2016 Direzione generale Direzione centrale rapporto assicurativo Circolare n. 37 Roma, 21 ottobre 2016 Al Ai e p.c. a: Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali Organi

Dettagli

Marta Clemente INAIL-Comitato Unico di Garanzia

Marta Clemente INAIL-Comitato Unico di Garanzia La sicurezza in ottica di genere Marta Clemente INAIL-Comitato Unico di Garanzia Salute e sicurezza sul lavoro, una questione anche di genere Leggere i dati, analizzarli, produrre statistiche in ottica

Dettagli

INAIL: un breve profilo

INAIL: un breve profilo INAIL: un breve profilo L INAIL (Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) è un organismo pubblico, non economico e finanziariamente indipendente, che gestisce in Italia l

Dettagli

Automobile Club Italia AUTO - TREND. Analisi statistica sulle tendenze del mercato auto in Italia. Gennaio 2014 DIREZIONE STUDI E RICERCHE

Automobile Club Italia AUTO - TREND. Analisi statistica sulle tendenze del mercato auto in Italia. Gennaio 2014 DIREZIONE STUDI E RICERCHE Automobile Club Italia AUTO - TREND Analisi statistica sulle tendenze del mercato auto in Italia Gennaio 2014 A cura di: AREA STATISTICA DIREZIONE STUDI E RICERCHE PRESENTAZIONE L evoluzione tecnologica

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 3//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Infortuni sul lavoro Anni

Infortuni sul lavoro Anni Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE STATISTICA E OSSERVATORI N. 2 - Luglio 2008 L INAIL produce annualmente un rapporto sulle denunce di infortuni sul lavoro. I dati sono derivati da archivi gestionali

Dettagli

D.P.R. n. 448 del 27 aprile 1968: criteri per il calcolo della retribuzione dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato in agricoltura.

D.P.R. n. 448 del 27 aprile 1968: criteri per il calcolo della retribuzione dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato in agricoltura. Circolare n. 1 del 5 gennaio 2011 Oggetto: Prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale: settore industria, agricoltura, medici radiologi e tecnici sanitari di radiologia autonomi.

Dettagli

Le malattie professionali - andamento statistico

Le malattie professionali - andamento statistico Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, Bologna 21 ottobre 2016 Malattie professionali: relazioni tra territorio e patologie, con focus su amianto Le malattie professionali - andamento statistico

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 627 DEL 04 /10/2012

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 627 DEL 04 /10/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 627 DEL 04 /10/2012 OGGETTO: RISARCIMENTO DANNI BIOLOGICI PATITI

Dettagli

D.P.R. n. 448 del 27 aprile 1968 : criteri per il calcolo della retribuzione dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato in agricoltura.

D.P.R. n. 448 del 27 aprile 1968 : criteri per il calcolo della retribuzione dei lavoratori subordinati a tempo indeterminato in agricoltura. Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI Documento: Circolare n. 5 del 23 gennaio 2008. Oggetto: Prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale: settore

Dettagli

SEDE DI LUCCA Direttore: Dott. C. Cervo

SEDE DI LUCCA Direttore: Dott. C. Cervo SEDE DI LUCCA Direttore: Dott. C. Cervo INFORTUNIO evento accaduto per causa violenta, in occasione di lavoro, da cui è derivata la morte o l inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero

Dettagli

ANALISI DEL FENOMENO INFORTUNISTICO

ANALISI DEL FENOMENO INFORTUNISTICO ANALISI DEL FENOMENO INFORTUNISTICO Il fenomeno infortunistico occupazionale è misurato secondo indicatori che ne valutano frequenza e gravità, nonché le forme di accadimento e quindi le possibili cause.

Dettagli

Circolare n. 49. Roma, 16 dicembre Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali

Circolare n. 49. Roma, 16 dicembre Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali Direzione generale Direzione centrale rapporto assicurativo Circolare n. 49 Roma, 16 dicembre 2016 Al Ai e p.c. a: Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO. Ing. Ester Rotoli - Direzione Centrale Prevenzione. Milano, 8 marzo 2016

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO. Ing. Ester Rotoli - Direzione Centrale Prevenzione. Milano, 8 marzo 2016 ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ing. Ester Rotoli - Direzione Centrale Prevenzione Milano, 8 marzo 2016 DATI INFORTUNISTICI E TECNOPATICI AL FEMMINILE DONNE E LAVORO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione...

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione... pag. Prefazione.... XIII Capitolo 1 NATURA DELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DELLA R.C. AUTO 1.1. Matrice contrattuale del rapporto assicurativo... 1 1.2. Riaffermazione della matrice contrattuale nel nuovo

Dettagli

SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE ED INCIDENTI. Esempi: Gli incidenti stradali: Dove procurarsi i dati Alcuni sistemi di rilievo Come utilizzare i dati

SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE ED INCIDENTI. Esempi: Gli incidenti stradali: Dove procurarsi i dati Alcuni sistemi di rilievo Come utilizzare i dati Gli incidenti stradali: Cosa sono Perché studiarli Come studiarli Dove procurarsi i dati Alcuni sistemi di rilievo Come utilizzare i dati Esempi: Esempi: Cosa sono Definizione ufficiale Definizione impossibile

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DENOMINAZIONE NUMERO (identifica il modulo) DESCRIZIONE Certificazione Medica di Infortunio Lavorativo Mod. 1 SS Certificato medico (primo, continuativo, definitivo, riammissione

Dettagli

I dati Inail sugli infortuni e le malattie professionali del comparto

I dati Inail sugli infortuni e le malattie professionali del comparto Pisa, 25 Giugno 2014 CONVEGNO NAZIONALE LA SALUTE E LA SICUREZZA NEI TERRESTRI: RUOLO DEGLI OPERATORI DELLA SALUTE DELLE PARTI SOCIALI E DELLE ISTITUZIONI I dati Inail sugli infortuni e le malattie professionali

Dettagli

QUOTA MERCATO UE PREMI UE***

QUOTA MERCATO UE PREMI UE*** Anno I n 4 mese marzo Executive Summary Dati al IV trimestre Alla fine del IV trimestre i premi totali (imprese italiane e rappresentanze) del portafoglio diretto italiano sono stati pari a 36,7 mld e

Dettagli

Infortuni lavorativi stradali

Infortuni lavorativi stradali Sicurezza stradale nelle Province della Costa emiliano romagnola: dalla lettura dei dati alle azioni di promozione Infortuni lavorativi stradali Ausl di Ravenna Dimensione del fenomeno Negli ultimi anni,

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 166 09.09.2016 La corretta gestione degli infortuni sul lavoro: tra semplificazione e criticità Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria:

Dettagli

4. Prevenire gli infortuni e le malattie professionali

4. Prevenire gli infortuni e le malattie professionali 4. Prevenire gli infortuni e le malattie professionali Referenti tecnici: Giulia Ciralli, Oscar Argentero, Fabrizio Ferraris, Roberto Zanelli Razionale e modello logico La programmazione delle attività

Dettagli

INDICE GENERALE. Presentazione... pag. V Introduzione...» IX. Parte Prima ASPETTI GENERALI DEL DANNO ALLA PERSONA

INDICE GENERALE. Presentazione... pag. V Introduzione...» IX. Parte Prima ASPETTI GENERALI DEL DANNO ALLA PERSONA INDICE GENERALE Presentazione... pag. V Introduzione...» IX Parte Prima ASPETTI GENERALI DEL DANNO ALLA PERSONA Cap. I: NOZIONE DI DANNO E PRINCIPI GENERALI DEL RISARCIMENTO DEL DANNO... pag. 3 1. Nozione

Dettagli

visto il decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, e successive modificazioni;

visto il decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, e successive modificazioni; Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro Determinazione 22 maggio 2017, n.245 Rivalutazione dal 1 luglio 2017 delle prestazioni economiche per infortuni sul lavoro e malattia

Dettagli

DENUNCIA DI ISCRIZIONE DITTA - DATI ANAGRAFICI

DENUNCIA DI ISCRIZIONE DITTA - DATI ANAGRAFICI INAIL - Mod. Quadro A - L.O Premi Data Inizio Attività DENUNCIA DI ISCRIZIONE DITTA - DATI ANAGRAFICI Ragione Sociale: NATURA GIURIDICA: Tipo Natura Giuridica: Iscrizione alla C.C.I.A.A. di: dal: Data

Dettagli

La Guida alle C O P E R T U R E

La Guida alle C O P E R T U R E La Guida alle C O P E R T U R E INDICE 1. Infortuni Professionali 2. Infortuni Extra Professionali 3. Long Term Care 4. Inabilità 5. Ex aderenti Fondo Previdenza CARIVE 6. R.C. Famiglia iscritti a LIBERO

Dettagli

le PRESTAZIONI MINORI

le PRESTAZIONI MINORI le PRESTAZIONI MINORI la presentazione è stata elaborata e conclusa a gennaio 2015 ogni successiva disposizione normativa e amministrativa che ne modifichi significativamente i contenuti dovrà essere tenuta

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT. Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova

RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT. Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova RILEVAZIONE STATISTICA DEGLI INCIDENTI STRADALI ISTAT Angelo Cortellazzi Provincia di Mantova RILEVAZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI Modello Istat CTT.INC PRIMA DEL 1999 Forze dell Ordine ISTAT DAL 1999

Dettagli

TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2015

TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2015 Fonte Dati Regione Lombardia TABELLA DATI INFORTUNI MORTALI A CAUSA DI LAVORO IN REGIONE LOMBARDIA ANNO 2015 * Le tabelle non comprendono i dati degli infortuni avvenuti «IN ITINERE» A cura del Dipartimento

Dettagli

DL Liberalizzazioni, interventi regolatori di Isvap, prospettive e considerazioni. Prof. Sara Landini - Università di Firenze

DL Liberalizzazioni, interventi regolatori di Isvap, prospettive e considerazioni. Prof. Sara Landini - Università di Firenze DL Liberalizzazioni, interventi regolatori di Isvap, prospettive e considerazioni Il noto aforisma descrive la transizione da una burocrazia unitaria, centralizzata e statuale a una formulazione di politiche

Dettagli

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini I dati generali sulla sicurezza stradale Marco Giustini MORTI 7.500 INVALIDI 20.000 RICOVERI 150.000 ACCESSI AL PRONTO SOCCORSO 1.500.000 MORTI PER INCIDENTI STRADALI IN ITALIA PERIODO 1969-2000, PER SESSO

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/10/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

QUOTA MERCATO UE PREMI UE***

QUOTA MERCATO UE PREMI UE*** Anno II n 6 mese settembre Executive Summary Dati al 30 giugno 2016 Alla fine del I semestre 2016 i premi totali (imprese italiane e rappresentanze) del portafoglio diretto italiano sono stati pari a 18,1

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/11/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

AUTORITRATTO. Periodicità: La pubblicazione è edita entro il mese di ottobre di ciascun anno con dati riferiti all anno precedente.

AUTORITRATTO. Periodicità: La pubblicazione è edita entro il mese di ottobre di ciascun anno con dati riferiti all anno precedente. AUTORITRATTO Pubblicazione che contiene, suddivise in diverse sezioni, tutte le statistiche riguardanti il parco veicolare al 31 dicembre dell anno di riferimento nonché i principali dati di flusso nel

Dettagli

Il numero di lavoratori sui cantieri è in diminuzione: a dicembre 2005 è di 1.759, il 72% con qualifica di operaio o apprendista.

Il numero di lavoratori sui cantieri è in diminuzione: a dicembre 2005 è di 1.759, il 72% con qualifica di operaio o apprendista. G L I A D D E T T I Il numero di lavoratori sui cantieri è in diminuzione: a dicembre 2005 è di 1.759, il 72% con qualifica di operaio o apprendista. L impiego di imprese locali è pari al 52%; i lavoratori

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull`autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull`autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Presentazione... pag. 7 Note sull`autore...» 8 Avvertenza.......................................................» 9 Abbreviazioni...» 11 Il nuovo «codice delle assicurazioni» 1. D.L.vo 7 settembre 2005,

Dettagli

Soggetti assicuranti...pag. 14 Particolari tipologie di assicuranti...» 14 Esercenti di macchine...» 15 Esercenti lavori in economia...

Soggetti assicuranti...pag. 14 Particolari tipologie di assicuranti...» 14 Esercenti di macchine...» 15 Esercenti lavori in economia... INDICE Sezione Prima - IL RAPPORTO ASSICURATIVO Attività protette...pag. 10 Quali sono le attività protette...» 10 Definizione di addetti alle macchine e ai lavori...» 11 Ulteriori settori soggetti all

Dettagli

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale I documenti contenuti in questo manuale hanno la funzione esclusivamente informativa, non

Dettagli

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0013403.23-11-2016 Direzione generale Direzione centrale rapporto assicurativo Circolare n. 44 Roma, 21 novembre 2016 Al Dirigente Generale Vicario Ai Responsabili

Dettagli

TRAFFICO ED INCIDENTI

TRAFFICO ED INCIDENTI TRAFFICO ED INCIDENTI Andamento sulla rete autostradale italiana 1968/1998 Aiscat, l'associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori, pubblica sul proprio notiziario informazioni varie

Dettagli

I PROFILI DI RISCHIO NEI COMPARTI PRODUTTIVI DELL ARTIGIANATO, DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PUBBLICI ESERCIZI. COMPARTO: CHIMICO (TRASFORMAZIONE).

I PROFILI DI RISCHIO NEI COMPARTI PRODUTTIVI DELL ARTIGIANATO, DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PUBBLICI ESERCIZI. COMPARTO: CHIMICO (TRASFORMAZIONE). 1 Ellisse-Ricerca in convenzione con l ISPESL I PROFILI DI RISCHIO NEI COMPARTI PRODUTTIVI DELL ARTIGIANATO, DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PUBBLICI ESERCIZI. COMPARTO: CHIMICO (TRASFORMAZIONE). Ricerca:

Dettagli