ART. 186 C.D.S. SINTESI DELLE PROCEDURE OPERATIVE ALLA LUCE DELLA PIU RECENTE GIURISPRUDENZA. Maurizio Marchi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART. 186 C.D.S. SINTESI DELLE PROCEDURE OPERATIVE ALLA LUCE DELLA PIU RECENTE GIURISPRUDENZA. Maurizio Marchi"

Transcript

1 ART. 186 C.D.S. SINTESI DELLE PROCEDURE OPERATIVE ALLA LUCE DELLA PIU RECENTE GIURISPRUDENZA Maurizio Marchi Comandate Corpo P.M. Gambettola SESSIONE SPECIALE SULPM Mercoledì 17 Settembre, pomeriggio

2 1 Art Guida sotto l'influenza dell'alcool tra sintomatico, confisca e rifiuti Marchi Maurizio Comandante Polizia Municipale Gambettola E uno dei reati che ha subito le maggiori modifiche negli ultimi anni. Intanto prima del 13 agosto 2003 la competenza ad irrogare la pena era del Giudice di Pace mentre ora è competente il tribunale. Ma vediamo di approfondire la questione in una sorta di domanda e risposta Competenza: Maggiorenni: Tribunale Minori di anni 18: Tribunale per i Minori Altre segnalazioni Alla Prefettura con trasmissione patente ritirata Alla D.T.T. (ex MCTC) per la revisione della patente di guida Qual è il tasso alcoolemico? Chi conduce un veicolo è considerato in stato di ebbrezza qualora risulti un valore corrispondente ad un tasso alcoolemico superiore a 0,5 grammi per litro (g/l). Lo stabilisce il comma 6 dell articolo 186 cds Attenzione però! L articolo 186 comma due distingue tre fasce sanzionatorie e precisamente alle lettere: a) qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l) b) qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l) c) qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l) Conseguenze pratiche su strada Al fine di acquisire elementi utili per motivare l obbligo di sottoposizione agli accertamenti previsti dal comma 4 dell articolo 186, gli organi di polizia stradale, secondo le direttive fornite dal Ministero dell Interno, nel rispetto della riservatezza personale e senza pregiudizio per l integrità fisica, possono sottoporre i conducenti ad accertamenti qualitativi non invasivi o a prove, anche attraverso apparecchi portatili. A chi può essere chiesto di sottoporsi alla prova per l accertamento del tasso alcoolemico? A chiunque conduce un veicolo (non necessariamente a motore): il primo comma dell articolo 186 parla infatti di divieto di guidare in stato di ebbrezza. Che cosa è un veicolo? È spiegato nell articolo 46 del cds dove si dice che si intendono per veicoli tutte le macchine di qualsiasi specie, che circolano sulle strade guidate dall'uomo. Non rientrano nella definizione di veicolo quelle per uso di bambini o di invalidi, anche se asservite da motore, purchè non superino determinati limiti indicati nel regolamento di esecuzione. È possibile richiedere ad un passeggero di sottoporsi alla prova alcoolemica? No in quanto la norma è rivolta solamente a chi guida un veicolo E se il conducente si sta esercitando alla guida con persona al suo fianco in funzione di istruttore? In questo caso è possibile sottoporre qualora ne ricorrano le condizioni a prova alcolemica entrambi: il conducente in quanto guida un veicolo

3 2 il passeggero anteriore in quanto come istruttore deve, a tutti gli effetti, vigilare sulla marcia del veicolo, intervenendo tempestivamente ed efficacemente in caso di necessità. Nel caso di superamento dei limiti alcoolemici però: se è il conducente a superare i limiti, questi risponderà del reato previsto dall articolo 186 cds. se è il passeggero a superarli, quest ultimo non risponderà di alcun reato, ma il conducente sarà sanzionabile in via amministrativa come se si stesse esercitando senza avere al fianco istruttore in quanto accompagnato da persona non idonea a tale funzione (in pratica sanzione amministrativa e fermo amministrativo del veicolo per tre mesi) Se si resta coinvolti in un incidente stradale? Indipendentemente dall eventuale responsabilità nell evento, se il conducente si rivolge per le cure ad una struttura sanitaria, l'accertamento del tasso alcolemico viene effettuato, su richiesta degli organi di polizia stradale di cui all'articolo 12, commi 1 e 2, da parte delle strutture sanitarie di base o di quelle accreditate o comunque a tali fini equiparate. Le strutture sanitarie rilasciano agli organi di polizia stradale la relativa certificazione, estesa alla prognosi delle lesioni accertate, assicurando il rispetto della riservatezza dei dati in base alle vigenti disposizioni di legge (come previsto dall articolo 186/5). Se non si rivolge a struttura sanitaria per le cure, può comunque essere sottoposto a prova alcoolemica come stabilito dal comma 4 dell articolo 186 cds Riepilogando, quando gli organi di polizia stradale possono invitare una persona a sottoporsi a prova alcoolemica? In tre casi: 1. quando gli accertamenti qualitativi di cui al comma 3 hanno dato esito positivo; 2. in ogni caso d incidente; quando si abbia motivo di ritenere che il conducente del veicolo si trovi in stato di alterazione psicofisica derivante dall'influenza dell'alcool, anche accompagnandolo presso il più vicino ufficio o comando. Dove può essere effettuata la prova alcoolemica? Quella con gli strumenti anche portatili propedeutica a quella ufficiale ovunque e pertanto anche su strada, purchè nel rispetto delle riservatezza personale e senza pregiudizio per l integrità fisica. Quella con gli strumenti e procedure previsti dal regolamento (in pratica con l etilometro), anche accompagnandolo presso il più vicino ufficio o comando. Presso le strutture sanitarie in caso di incidente stradale se la persona è stata sottoposta a cure mediche Quali le conseguenze per chi conduce veicoli qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l)? ammenda da euro 500 a euro 2000 (ammessa pertanto oblazione) sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi Come previsto dall articolo 223 cds, l'agente od organo accertatore della violazione ritira immediatamente la patente e la trasmette, unitamente al rapporto, entro dieci giorni, tramite il proprio comando o ufficio, alla prefettura del luogo della commessa violazione Il prefetto, ricevuti gli atti, dispone la sospensione provvisoria della validità della patente di guida.

4 3 Se il ritiro immediato non è possibile, per qualsiasi motivo, il verbale di contestazione è trasmesso, senza indugio, al prefetto che ordina all'autore della violazione di consegnare la patente entro cinque giorni dalla comunicazione dell'ordinanza, presso il proprio ufficio Il veicolo, qualora non possa essere guidato da altra persona idonea, può essere fatto trainare fino al luogo indicato dall'interessato o fino alla più vicina autorimessa e lasciato in consegna al proprietario o gestore di essa con le normali garanzie per la custodia Per la violazione è prevista la DECURTAZIONE DI PUNTI 10. Per le patenti rilasciate successivamente al 1º ottobre 2003 a soggetti che non siano già titolari di altra patente di categoria B o superiore, i punti sono raddoppiati qualora le violazioni siano commesse entro i primi tre anni dal rilascio Trattandosi di violazione che comporta la sospensione o revoca della patente, non è applicabile il disposto dell articolo 126 bis comma 1 bis sulla decurtazione massima di quindici punti nel caso di più violazioni accertate contemporaneamente. Con l ordinanza con la quale viene disposta la sospensione della patente, il prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita medica ai sensi dell'articolo 119, comma 4, che deve avvenire nel termine di sessanta giorni. Qualora il conducente non vi si sottoponga entro il termine fissato, il prefetto può disporre, in via cautelare, la sospensione della patente di guida fino all'esito della visita medica Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le pene di cui al comma 2) sono raddoppiate ed e' disposto il fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni ai sensi del Capo I, sezione II, del titolo VI, salvo che il veicolo appartenga a persona estranea al reato. E' fatta salva in ogni caso l'applicazione delle sanzioni accessorie previste dagli articoli 222 e 223 Non è esclusa la possibilità di accertamento di reato per guida in stato di ebbrezza con accertamento sintomatico (cioè con la descrizione dei sintomi da parte degli operatori di polizia stradale che procedono). In questo caso però Nel caso di accertamento sintomatico la pena sarà però quella della (omissis) fattispecie meno grave, quella di cui al secondo comma lett. a) dell'art. 186 Cod. Strad., imponendosi per le ipotesi più gravi l'accertamento tecnico del livello effettivo di alcol nel sangue (omissis). Cassazione penale Sezione Quarta Penale Sentenza n del 11 aprile depositata il 15 maggio 2008 Se il veicolo utilizzato è un ciclomotore oppure un motoveicolo, è prevista la confisca per effetto dell'articolo 213 comma 2-sexies del vigente cds. (omissis) È sempre disposta la confisca del veicolo in tutti i casi in cui un ciclomotore o un motoveicolo sia stato adoperato per commettere un reato, sia che il reato sia stato commesso da un conducente maggiorenne, sia che sia stato commesso da un conducente minorenne (omissis) con conseguente necessità di sequestro amministrativo. Sulla questione è intervenuta la Corte Costituzionale che - con SENTENZA N. 345 anno con riferimento all'articolo 213 cds ha ritenuto non fondata la questione di legittimità costituzionale della confisca del ciclomotore o motoveicolo utilizzato per commettere reato, specificando che appare applicabile anche nella fattispecie della guida in stato di ebbrezza. 1 Se il veicolo condotto è un ciclomotore è possibile il ritiro della patente di guida o del certificato di idoneità alla guida, come precisato con circolare Circolare Ministero dell'interno - Dip. affari interni e territoriali 20/2/2007 n. 6 prot.m/2413/5 2 Quali le conseguenze per chi conduce veicoli qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l)? l'ammenda da euro 800 a euro e l'arresto fino a sei mesi (non è pertanto ammessa oblazione

5 4 sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno Come previsto dall articolo 223 cds, l'agente od organo accertatore della violazione ritira immediatamente la patente e la trasmette, unitamente al rapporto, entro dieci giorni, tramite il proprio comando o ufficio, alla prefettura del luogo della commessa violazione Il prefetto, ricevuti gli atti, dispone la sospensione provvisoria della validità della patente di guida. Se il ritiro immediato non è possibile, per qualsiasi motivo, il verbale di contestazione è trasmesso, senza indugio, al prefetto che ordina all'autore della violazione di consegnare la patente entro cinque giorni dalla comunicazione dell'ordinanza, presso il proprio ufficio Il veicolo, qualora non possa essere guidato da altra persona idonea, può essere fatto trainare fino al luogo indicato dall'interessato o fino alla più vicina autorimessa e lasciato in consegna al proprietario o gestore di essa con le normali garanzie per la custodia Per la violazione è prevista la DECURTAZIONE DI PUNTI 10. Per le patenti rilasciate successivamente al 1º ottobre 2003 a soggetti che non siano già titolari di altra patente di categoria B o superiore, i punti sono raddoppiati qualora le violazioni siano commesse entro i primi tre anni dal rilascio Trattandosi di violazione che comporta la sospensione o revoca della patente, non è applicabile il disposto dell articolo 126 bis comma 1 bis sulla decurtazione massima di quindici punti nel caso di più violazioni accertate contemporaneamente. Con l ordinanza con la quale viene disposta la sospensione della patente, il prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita medica ai sensi dell'articolo 119, comma 4, che deve avvenire nel termine di sessanta giorni. Qualora il conducente non vi si sottoponga entro il termine fissato, il prefetto può disporre, in via cautelare, la sospensione della patente di guida fino all'esito della visita medica Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le pene di cui al comma 2) sono raddoppiate ed e' disposto il fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni ai sensi del Capo I, sezione II, del titolo VI, salvo che il veicolo appartenga a persona estranea al reato. E' fatta salva in ogni caso l'applicazione delle sanzioni accessorie previste dagli articoli 222 e 223 Non è esclusa la possibilità di accertamento di reato per guida in stato di ebbrezza con accertamento sintomatico (cioè con la descrizione dei sintomi da parte degli operatori di polizia stradale che procedono). In questo caso però Nel caso di accertamento sintomatico la pena sarà però quella della (omissis) fattispecie meno grave, quella di cui al secondo comma lett. a) dell'art. 186 Cod. Strad., imponendosi per le ipotesi più gravi l'accertamento tecnico del livello effettivo di alcol nel sangue (omissis). Cassazione penale Sezione Quarta Penale Sentenza n del 11 aprile depositata il 15 maggio 2008 Se il veicolo utilizzato è un ciclomotore oppure un motoveicolo, è prevista la confisca per effetto dell'articolo 213 comma 2-sexies del vigente cds. (omissis) È sempre disposta la confisca del veicolo in tutti i casi in cui un ciclomotore o un motoveicolo sia stato adoperato per commettere un reato, sia che il reato sia stato commesso da un conducente maggiorenne, sia che sia stato commesso da un conducente minorenne (omissis) con conseguente necessità di sequestro amministrativo. Sulla questione è intervenuta la Corte Costituzionale che - con SENTENZA N. 345 anno con riferimento all'articolo 213 cds ha ritenuto non fondata la questione di legittimità costituzionale della confisca del ciclomotore o motoveicolo utilizzato per commettere reato, specificando che appare applicabile anche nella fattispecie della guida in stato di ebbrezza. 3 Se il veicolo condotto è un ciclomotore è possibile il ritiro della patente di guida o del certificato di idoneità alla guida, come precisato con circolare Circolare Ministero dell'interno - Dip. affari interni e territoriali 20/2/2007 n. 6 prot.m/2413/5 4

6 Quali le conseguenze per chi conduce veicoli qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l)? ammenda da euro a euro 6.000, l'arresto da tre mesi ad un anno (non è pertanto consentita oblazione) sanzione amministrativa accessoria della sospensione patente di guida da uno a due anni se la violazione è commessa dal conducente di un autobus o di un veicolo di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, ovvero di complessi di veicoli, con la sentenza di condanna è disposta la revoca della patente di guida Con la sentenza di condanna ovvero di applicazione della pena a richiesta delle parti, anche se è stata applicata la sospensione condizionale della pena, è sempre disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato ai sensi dell articolo 240, secondo comma del codice penale, salvo che il veicolo stesso appartenga a persona estranea al reato. Trattasi di un sequestro effettuato ai sensi dell art. 321 cpp che non può MAI essere effettuato da un agente di PG (si rimanda alla tabella più avanti) il veicolo sottoposto a sequestro può essere affidato in custodia al trasgressore, salvo che risulti che abbia commesso in precedenza altre violazioni della disposizione di cui alla presente lettera Come previsto dall articolo 223 cds, l'agente od organo accertatore della violazione ritira immediatamente la patente e la trasmette, unitamente al rapporto, entro dieci giorni, tramite il proprio comando o ufficio, alla prefettura del luogo della commessa violazione Il prefetto, ricevuti gli atti, dispone la sospensione provvisoria della validità della patente di guida. Se il ritiro immediato non è possibile, per qualsiasi motivo, il verbale di contestazione è trasmesso, senza indugio, al prefetto che ordina all'autore della violazione di consegnare la patente entro cinque giorni dalla comunicazione dell'ordinanza, presso il proprio ufficio L articolo 186 comma 2 lettera c) prevede che il veicolo possa essere affidato esclusivamente al TRASGRESSORE. Ne consegue che, non essendo al momento dell accertamento del reato idoneo alla custodia (alcool terza fascia), il veicolo sarà SEMPRE affidato a depositeria per eventuale SUCCESSIVA variazione custodia. Trattandosi di sequestro PENALE, la variazione di custodia può essere concessa/disposta solo dall autorità giudiziaria, restando pertanto esclusa la possibilità di cambio custodia su iniziativa da parte di agenti/ufficiali di PG Per la violazione è prevista la DECURTAZIONE DI PUNTI 10. Per le patenti rilasciate successivamente al 1º ottobre 2003 a soggetti che non siano già titolari di altra patente di categoria B o superiore, i punti sono raddoppiati qualora le violazioni siano commesse entro i primi tre anni dal rilascio Trattandosi di violazione che comporta la sospensione o revoca della patente, non è applicabile il disposto dell articolo 126 bis comma 1 bis sulla decurtazione massima di quindici punti nel caso di più violazioni accertate contemporaneamente. Con l ordinanza con la quale viene disposta la sospensione della patente, il prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita medica ai sensi dell'articolo 119, comma 4, che deve avvenire nel termine di sessanta giorni. Ai sensi dell articolo 186/9, avendo accertato un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, ferma restando l'applicazione delle sanzioni di cui ai commi 2 e 2- bis, il prefetto, in via cautelare, dispone la sospensione della patente fino all'esito della visita medica di cui al comma 8 Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le pene di cui al comma 2) sono raddoppiate ed e' disposto il fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni ai sensi del Capo I, sezione II, del titolo VI, salvo che il veicolo appartenga a persona 5

7 6 estranea al reato. E' fatta salva in ogni caso l'applicazione delle sanzioni accessorie previste dagli articoli 222 e 223 Non è esclusa la possibilità di accertamento di reato per guida in stato di ebbrezza con accertamento sintomatico (cioè con la descrizione dei sintomi da parte degli operatori di polizia stradale che procedono). In questo caso però Nel caso di accertamento sintomatico la pena sarà però quella della (omissis) fattispecie meno grave, quella di cui al secondo comma lett. a) dell'art. 186 Cod. Strad., imponendosi per le ipotesi più gravi l'accertamento tecnico del livello effettivo di alcol nel sangue (omissis). Cassazione penale Sezione Quarta Penale Sentenza n del 11 aprile depositata il 15 maggio 2008 Se il veicolo utilizzato è un ciclomotore oppure un motoveicolo, è prevista la confisca per effetto dell'articolo 213 comma 2-sexies del vigente cds. (omissis) È sempre disposta la confisca del veicolo in tutti i casi in cui un ciclomotore o un motoveicolo sia stato adoperato per commettere un reato, sia che il reato sia stato commesso da un conducente maggiorenne, sia che sia stato commesso da un conducente minorenne (omissis) con conseguente necessità di sequestro amministrativo. Sulla questione è intervenuta la Corte Costituzionale che - con SENTENZA N. 345 anno con riferimento all'articolo 213 cds ha ritenuto non fondata la questione di legittimità costituzionale della confisca del ciclomotore o motoveicolo utilizzato per commettere reato, specificando che appare applicabile anche nella fattispecie della guida in stato di ebbrezza. 5 In questa ipotesi è necessario distinguere: se il veicolo NON è di proprietà del trasgressore, si procederà con il sequestro per la confisca ex articolo 213 cds (agente PG), se il veicolo E di proprietà del trasgressore, si procederà invece con il sequestro ex articolo 321 cpp (ufficiale PG) Se il veicolo condotto è un ciclomotore è possibile il ritiro della patente di guida o del certificato di idoneità alla guida, come precisato con circolare Circolare Ministero dell'interno - Dip. affari interni e territoriali 20/2/2007 n. 6 prot.m/2413/5 6 Rifiuto di sottoporsi alla prova con etilometro od altri strumenti stabiliti dal regolamento. Quali le conseguenze? Quella del rifiuto di sottoporsi alla prova alcolemica (così come quella del rifiuto alla prova stupefacenti) è una storia che parte da lontano. Fino ad alcuni anni fa la competenza penale era del Giudice di Pace, poi è passata al Giudice Monocratico del Tribunale e poi depenalizzata col decreto legge 117 dell estate Col decreto legge 92 del maggio scorso il comportamento di chi si rifiuta di sottoporsi alle prove previste dagli articoli 186 e/o 187 tornava fattispecie penale sanzionata, nel caso dell articolo 186 dal comma 7, mentre nel caso dell articolo 187 dal comma 8 che, per quanto concerne le sanzioni rimandava all articolo 186 comma 7. E evidente che, con la formulazione di maggio 2008 degli articoli 186 e 187 chi consapevole di essere in stato di forte ebbrezza oppure sotto l effetto di stupefacenti o sostanze psicotrope aveva convenienza a rifiutare la prova per non rischiare la confisca del veicolo A luglio 2008 la svolta! Con le modifiche apportate in sede di conversione del decreto legge (LEGGE 24 luglio 2008, n. 125 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 maggio 2008, n. 92, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica. (GU n. 173 del ) si prevede la confisca con conseguente applicazione del sequestro ex articolo 321 cpp anche per il rifiuto 7 di sottoporti alle prove previste dall articolo 186 cds (ad esclusione del caso in cui il veicolo non sia di proprietà del conducente 8 ). Anche nell ipotesi di rifiuto, qualora ricorrano i sintomi, non è esclusa la possibilità di accertamento di reato per guida in stato di ebbrezza con accertamento sintomatico (cioè con la descrizione dei sintomi da parte degli operatori di polizia stradale che procedono). In questo caso però Nel caso di accertamento sintomatico la pena sarà però quella della (omissis) fattispecie meno grave, quella di cui al secondo comma lett. a) dell'art. 186 Cod. Strad., imponendosi per le ipotesi più gravi l'accertamento tecnico del livello effettivo di alcol nel sangue (omissis). Cassazione penale Sezione Quarta Penale Sentenza n del 11 aprile depositata il 15 maggio In pratica nell ipotesi di rifiuto con accertamento sintomatico, il trasgressore risponderà delle violazioni previste e sanzionate dall articolo 186/7 (rifiuto) sanzionato dal comma 2 lettera C e dal comma 2 lettera A (per il sintomatico)

8 7 E obbligatorio sottoporre preventivamente la persona a prova veloce su strada? No. Si tratta di una possibilità per rendere più snello il lavoro degli organi di polizia stradale che possono così effettuare più controlli E obbligatorio sottoporre la persona a prova con etilometro? No. In quanto l accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza può essere effettuato anche con descrizione dei sintomi da parte degli operatori di polizia stradale che procedono E prevista la sospensione della patente qualora il reato sia accertato alla guida di bicicletta? La sospensione della patente di guida è prevista solamente se necessaria per condurre il veicolo alla guida del quale è stato trovato il responsabile dell infrazione di guida in stato di ebbrezza e pertanto non può essere sospesa (e quindi ritirata) al conducente di veicolo per la guida del quale non necessita patente Per lo stesso principio non è prevista la decurtazione di punti E possibile disporre comunque la revisione della patente di guida della quale si è titolare. Questo perché il legislatore si è preoccupato di tutelare la sicurezza della circolazione prevedendo che può essere disposta la revisione della patente anche nei casi in cui la condotta di guida che ha ingenerato i dubbi si sia verificata conducendo un veicolo per il quale il titolo abilitativi alla guida non sia necessario.questo in quanto è sufficiente che il comportamento irregolare di guida dia adito ad incertezza logica in ordine all idoneità del conducente, nel senso che sussista la possibilità logica che siano venuti meno i requisiti psicofisici o l idoneità tecnica prescritti per il possesso della patente. Ne consegue che, mentre nei confronti di chi conduca in stato di ebbrezza da bevande alcoliche un veicolo per la guida del quale non è prevista patente alcuna, non può essere applicata la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, che presuppone un abuso dell autorizzazione amministrativa,, può essere disposta la revisione della patente di guida nei confronti di coloro che, pur conducendo un veicolo per il quale non è richiesto titolo autorizzatorio alla guida, sono titolari di patente di guida. Persona coinvolta in incidente stradale: possibile il rifiuto al prelievo e/o utilizzo del sangue? La Corte di Cassazione ha precisato che, mentre non è possibile obbligare un soggetto a farsi prelevare il sangue, è legittimo l'accertamento dello stato di ebbrezza eseguito tramite l'esame del sangue prelevato per finalità medico diagnostiche a seguito di sinistro 9. L affidamento del veicolo a seguito di accertamento reato articolo 186, fra requisiti, confisca amministrativa e confisca penale: come agire? Le modifiche apportate nell estate 2008, se da un lato non presentano particolari difficoltà interpretative dal punto di vista dell accertamento del reato (sia essa l ebbrezza nelle sue tre fasce oppure il rifiuto di sottoporti alle prove), si prestano però a rischi di errori applicativi da parte degli operatori di polizia al momento di decidere (in base a quanto stabilito dalla legge) la destinazione del veicolo che, a seconda dei casi e/o della tipologia può essere consegnato a persona idonea, affidato a depositeria, sottoposto a sequestro amministrativo ex articolo 213 cds, sottoposto a sequestro penale ex articolo 321 cpp. A complicare le cose poi il fatto che in alcuni casi è sufficiente la qualifica di agente, mentre in altri è invece necessaria la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria. Nell'intento di facilitare l'attività degli operatori su strada, è stata redatta questa tabella che, pur trattando solamente della guida in stato di ebbrezza, è facilmente adattabile anche alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

9 8 IPOTESI TIPO VEICOLO AFFIDAMENTO POSSIBILE? RIFERIMENTI ED ISTRUZIONI QUALIFICA NECESSARIA CICLOMOTORE MOTOCICLO MAI SEQUESTRO Arti. 213 cds PREVISTA CONFISCA Primi 30 gg obbligatoriamente in depositeria poi eventuale cambio custodia AGENTE ALCOL SINTOMATICO Articolo 186 comma 2 lettera A MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO ALTRO VEICOLO Anche NON a motore SE REPERITA PERSONA IDONEA SE REPERITA PERSONA IDONEA SEQUESTRO Arti. 213 cds PREVISTA CONFISCA Il veicolo può essere affidato all avente titolo purchè idoneo alla custodia e sobrio NON è necessario sia il trasgressore NESSUN PROVVEDIMENT O SUL VEICOLO Articolo 186/ 2 quinquies Salvo che non sia disposto il sequestro ai sensi del comma 2, il veicolo, qualora non possa essere guidato da altra persona idonea, può essere fatto trasportare fino al luogo indicato dall interessato o fino alla più vicina autorimesa e lasciato in consegna al proprietario o al gestore di essa con le normali garanzie per la custodia. Le spese per il recupero ed il trasporto sono interamento a carico del trasgressore. AGENTE AGENTE

10 9 ALCOL PRIMA FASCIA Articolo 186 comma 2 lettera A CICLOMOTORE MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO ALTRO VEICOLO Anche NON a motore MAI SE REPERITA PERSONA IDONEA SE REPERITA PERSONA IDONEA SEQUESTRO Arti. 213 cds PREVISTA CONFISCA NESSUN PROVVEDIMENTO SUL VEICOLO Primi 30 gg obbligatoriamente in depositeria poi eventuale cambio custodia Il veicolo può essere affidato all avente titolo purchè idoneo alla custodia e sobrio NON è necessario sia il trasgressore Articolo 186/ 2 quinquies Salvo che non sia disposto il sequestro ai sensi del comma 2, il veicolo, qualora non possa essere guidato da altra persona idonea, può essere fatto trasportare fino al luogo indicato dall interessato o fino alla più vicina autorimesa e lasciato in consegna al proprietario o al gestore di essa con le normali garanzie per la custodia. Le spese per il recupero ed il trasporto sono interamento a carico del trasgressore. AGENTE PG

11 10 ALCOL SECONDA FASCIA Articolo 186 comma 2 lettera B CICLOMOTORE MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO ALTRO VEICOLO Anche NON a motore MAI SE REPERITA PERSONA IDONEA SE REPERITA PERSONA IDONEA SEQUESTRO Arti. 213 cds PREVISTA CONFISCA NESSUN PROVVEDIMENTO SUL VEICOLO Primi 30 gg obbligatoriamente in depositeria poi eventuale cambio custodia Il veicolo può essere affidato all avente titolo purchè idoneo alla custodia e sobrio NON è necessario sia il trasgressore Articolo 186/ 2 quinquies Salvo che non sia disposto il sequestro ai sensi del comma 2, il veicolo, qualora non possa essere guidato da altra persona idonea, può essere fatto trasportare fino al luogo indicato dall interessato o fino alla più vicina autorimesa e lasciato in consegna al proprietario o al gestore di essa con le normali garanzie per la custodia. Le spese per il recupero ed il trasporto sono interamento a carico del trasgressore. AGENTE PG

12 11 ALCOL TERZA FASCIA Articolo 186 comma 2 lettera C CICLOMOTORE MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO MAI CONFISCA PENALE Articolo 321 cpp L articolo 186 comma 2 lettera c) prevede che il veicolo possa essere affidato esclusivamente al TRASGRESSORE. Ne consegue che, non essendo al momento dell accertamento del reato idoneo alla custodia (alcool terza fascia), il veicolo sarà SEMPRE affidato a depositeria per eventuale SUCCESSIVA variazione custodia. Trattandosi di sequestro PENALE, la variazione di custodia può essere concessa/disposta solo dall autorità giudiziaria, restando pertanto esclusa la possibilità di cambio custodia su iniziativa da parte di agenti/ufficiali di PG UFFICIALE PG

13 12 ALCOL RIFIUTO QUALSIASI MOTIVAZIONE (rifiuto seguito sospetto, rifiuto dopo positivo pre/test, rifiuto a segutio coinvolgimento in sinistro stradale, rifiuto struttura ospedaliera seguito cure conseguenti incidente stradale) Articolo 186 comma 7 sanzionato da articolo 186 comma 2 lettera C CICLOMOTORE MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO MOTOVEICOLO diverso dal MOTOCICLO MAI CONFISCA PENALE Articolo 321 cpp L articolo 186 comma 2 lettera c) prevede che il veicolo possa essere affidato esclusivamente al TRASGRESSORE. Ne consegue che, non essendo al momento dell accertamento del reato idoneo alla custodia (alcool terza fascia), il veicolo sarà SEMPRE affidato a depositeria per eventuale SUCCESSIVA variazione custodia. Trattandosi di sequestro PENALE, la variazione di custodia può essere concessa/disposta solo dall autorità giudiziaria, restando pertanto esclusa la possibilità di cambio custodia su iniziativa da parte di agenti/ufficiali di PG UFFICIALE PG

14 13 MODULISTICA: esempio - Il rifiuto di sottoporsi alle prove COMANDO OGGETTO: Verbale di sequestro preventivo, redatto ai sensi dell articolo 321, comma 3-bis c.p.p., del veicolo targato di proprietà di nato a ( ) il e residente a ( ) in via n., condotto da nato a ( ) il e residente a ( ) in via n. per il reato di cui all articolo del Codice della Strada. L anno, il giorno del mese di, alle ore il sottoscritto Ufficiale di Polizia Giudiziaria appartenente al Comando di dà atto di procedere al SEQUESTRO PREVENTIVO, ai sensi dell articolo 321, comma 3-bis c.p.p., del veicolo targato condotto da, meglio in oggetto generalizzato, per il reato di cui all articolo del Codice della Strada commesso alle ore del al km/cv di via località territorio del comune di ( ), Si applica la procedura del sequestro preventivo in in quanto: (barrare l ipotesi che ricorre) pericolo che la libera disponibilità del mezzo pertinente al reato possa aggravare o protrarre le conseguenze di esso ovvero agevolare la commissione di altri reati prevista confisca per violazione art. 186/2 lettera C prevista confisca per violazione art. 186/7 sanzionato da art. 186/ 2 lettera C prevista confisca per violazione articolo 187/1 sanzionato da art. 186/2 lettera C prevista confisca per violazione articolo 187/8 8 sanzionato da art. 186/7 cds altro (1) All esecuzione del sequestro è presente/non è presente l avvocato del Foro di quale difensore di fiducia nominato dall indagato Il veicolo oggetto del sequestro viene affidato in custodia a presso in località ed assicurato con apposita segnalazione di sequestro penale Il custode viene avvertito dell obbligo di conservazione del veicolo nelle medesime condizioni in cui gli è stato affidato e delle conseguenze penali previste per chiunque disperde, distrugge, sottrae o utilizza senza autorizzazione, il bene che gli è stato affidato in custodia Il custode deve consentire che gli organi di Polizia possano verificare, in qualsiasi momento lo ritengano opportuno, anche accedendo alla sua proprietà privata, l osservanza degli obblighi di custodia di cui agli artt. 334 e 335 del Codice Penale Il presente verbale viene letto, confermato e sottoscritto dagli intervenuti alle ore IL CONDUCENTE IL CUSTODE I VERBALIZZANTI (1) = Descrivere il motivo per il quale si procede al sequestro preventivo del veicolo ai sensi dell articolo 321 c.p.p.

15 14 Rifiuto sottoporsi accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche 186 comma 2, 4 e 7 INTESTAZIONE DELL UFFICIO Verbale di elezione di domicilio, nomina del difensore, ricevuta della patente di guida e consegna del veicolo Anno giorno mese ora Al km della strada località Comune di Provincia di I sottoscritti Nel corso di servizio di è stato accertato quanto segue PERSONA SOTTOPOSTA AD ACCERTAMENTI Cognome e nome Nato/a a ( ) il Residente a ( ) in Patente categ. nr. rilasciata il Prefettura MCTC Nelle circostanze di tempo e di luogo di cui sopra, nell immediatezza del controllo del veicolo, condotto dal sopra nominato il quale ha violato l articolo 186 comma 2, 4 e 7 in quanto: Rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche in base ai seguenti elementi: ; noi sottoscritti Ufficiali/Agenti di PG diamo atto che lo stesso dichiara di eleggere il proprio domicilio legale in via telefono e di nominare [ ] difensore di fiducia [ ] difensore d ufficio (rich. Call Center nr. ): Avv.to del Foro di con studio in via telefono Si dà atto che la persona sottoposta alle indagini è stata invitata a dichiarare o eleggere il proprio domicilio per le notificazioni a norma dell'art.161 C.P.P. con avviso che deve comunicare ogni mutamento del domicilio dichiarato o eletto per le notificazioni e che in caso di mancanza, di insufficienza, di inidoneità della dichiarazione o della elezione, le successive notificazioni verranno eseguite nel luogo in cui l'atto è stato notificato ovvero, in mancanza di precedente notificazione, mediante consegna al difensore. Diamo atto altresì che [ ] si è proceduto [ ] non si è proceduto al ritiro della patente di guida di cui il nominato in oggetto risulta essere titolare per il successivo inoltro alla Prefettura di ai fini dell applicazione della sanzione accessoria di cui all art Per quanto concerne il veicolo si da atto che: Non essendo di proprietà del trasgressore è stato affidato in custodia al Sig. nato a in data e residente in via titolare di patente di cat. nr. la cui idoneità alla guida è stata verificata, che si impegna a condurre il veicolo in nome e per conto del conducente al medesimo conducente previa nuova verifica dei requisiti psico-fisici alle ore del che potrà condurlo fino a in custodia all impresa con deposito in via secondo le indicazioni fornite dallo stesso trasgressore con oneri e spese relative interamente a suo carico. Essendo di proprietà del conducente con atto a parte si è provveduto a sequestro ex articolo 321 cpp essendo prevista la confisca penale ai sensi articolo 186 comma 7 cds Diamo atto, infine, che il conducente è stato reso edotto della circostanza che per la violazione è prevista la decurtazione di punti dalla patente di guida e che è possibile inoltrare opposizione al provvedimento di sospensione della patente di guida al Giudice di Pace di entro 30 gg dalla data di notifica dello stesso. IL TRASGRESSORE IL CUSTODE GLI ACCERTATORI

16 15 Rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche 186 comma 2, 4 e 7 INTESTAZIONE DELL UFFICIO Prot., OGGETTO:, nato a, il,, residente a, Via, identificato con patente di guida categoria numero, rilasciata dalla Prefettura di, il, FATTI CONTESTATI: Articolo 186/2 4 e 7 sanzionato da articolo 186/2 cds Rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche PREFETTURA DIREZIONE TRASPORTI TERRESTRI Si trasmette per quanto di competenza l allegata patente di guida precisando che: L infrazione è stata accertata con le modalità indicate nell allegata relazione di servizio Come disposto dal dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'interno, con circolare del 2 dicembre 2004, non è stato elevato il verbale di infrazione trattandosi di reato, ma solo compilato un verbale di ritiro patente Si precisa che, per quanto concerne il veicolo: Essendo di proprietà di persona diversa rispetto al conducente, è stato affidato in custodia a Essendo di proprietà del conducente è stato sottoposto a sequestro penale ex articolo 321 cpp essendo prevista confisca ai sensi articolo 186 comma 7 cds ALLEGATI: patente di guida (per la Prefettura) Verbale di elezione di domicilio, nomina del difensore, ricevuta della patente di guida e consegna del veicolo Relazione di servizio Il Comandante

17 16 Rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche 186 comma 2, 4 e 7 INTESTAZIONE DELL UFFICIO Prot., OGGETTO:, nato a, il,, residente a, Via, identificato con patente di guida categoria numero, rilasciata dalla Prefettura di, il, FATTI CONTESTATI: Articolo 186/2 4 e 7 sanzionato da articolo 186/2 cds Rifiuto di sottoporsi ad accertamento con etilometro nonostante ricorresse sospetto di assunzione di sostanze alcoliche PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO TRIBUNALE di Si trasmette per quanto di competenza la presente informativa precisando che: L infrazione è stata accertata con le modalità indicate nell allegata relazione di servizio Come disposto dal dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'interno, con circolare del 2 dicembre 2004, non è stato elevato il verbale di infrazione trattandosi di reato, ma solo compilato un verbale di ritiro patente Si precisa che, per quanto concerne il veicolo: Essendo di proprietà di persona diversa rispetto al conducente, è stato affidato in custodia a Essendo di proprietà del conducente è stato sottoposto a sequestro penale ex articolo 321 cpp essendo prevista confisca ai sensi articolo 186 comma 7 cds ALLEGATI: relazione di servizio Verbale di elezione di domicilio, nomina del difensore, ricevuta della patente di guida e consegna del veicolo Originali documentazione rilasciata dalla struttura ospedaliera attestante il rifiuto Relazione sinistro stradale Verbale sequestro veicolo ex articolo 321 cpp qualora ne ricorra l ipotesi Il Comandante

18 17 Circolari di interesse tratte da 1. Art. 186 Codice della strada. Applicabilità dele sanzioni concernenti la patente di guida nei confronti dei cittadini stranieri 2. Revisione della patente ex artt. 126 bis e 128 del Codice della Strada. 3. Ulteriori disposizioni per l applicazione della disciplina della patente a punti. 4. Articoli 186 e 187 del Codice della Strada come modificati dalla Legge , n Applicazione artt. 186 e 187 Codice della Strada. Riduzione periodo validità patente. 6. Sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada. Guida di ciclomotori in stato di ebbrezza ed in stato di alterazione psicofisica dovuta all'uso di sostanze stupefacenti e psicotrope. 7. Decreto Legge 3 agosto 2007 recante modifiche al Codice della Strada. Prime disposizioni operative per garantirne applicazione. 8. Modifiche al Codice della Strada. Decreto Legge 23 maggio 2008 n. 92. Articoli 186, 187, 189 e 222. Prime disposizioni operative. 9. Modifiche al Codice della Strada. 10. Decreto legislativo 30 aprile 1992, n Codice della strada. Artt. 223 e 224. Sospensione provvisoria della patente di guida. Ordinanze nn. 167, 168, 169, 170 della Corte Costituzionale. 11. Guida in stato di ebbrezza. Questione di legittimità costituzionale dell art. 186, comma 4, C.d.S Art. 128 del D.L.vo 285/92. Revisione della patente di guida. MINISTERO DELL'INTERNO DIREZIONE GENERALE PER L'AMMINISTRAZIONE GENERALE E PER GLI AFFARI DEL PERSONALE Ufficio studi e Ufficio del contenzioso Prot. M/2413/5 Roma, 4 settembre 2003 OGGETTO: Art. 186 Codice della strada. Applicabilità delle sanzioni concernenti la patente di guida nei confronti dei cittadini stranieri. Le misure, non strettamente sanzionatorie, previste dal Codice della strada in materia di limitazione della disponibilità e dell utilizzo dei documenti di guida, si applichino anche nei confronti dei cittadini stranieri non residenti in Italia. Senza un espressa previsione di legge che ne limiti il campo di applicazione, infatti, l art. 186, comma 8, C.d.s. deve ritenersi applicabile a qualsiasi trasgressore e quindi anche al cittadino straniero. Ciò in quanto gli adempimenti prescritti dalla norma possono essere considerati quali ulteriori conseguenze, diverse dalla sanzione accessoria vera e propria, riconducibili all accertamento della violazione. In altri termini, la violazione dell art. 186 C.d.s. (guida sotto l influenza dell alcool), modificato dalla legge 1 agosto 2003, n. 214, comporta l applicazione della pena principale e della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, unitamente all invito di sottoporsi a visita medica ai sensi dell art. 119, comma 4, C.d.s.. L esigenza di salvaguardia della sicurezza della circolazione stradale e della incolumità delle persone è stata pure avvertita dalla convenzione sulla circolazione stradale, firmata a Vienna l 8 novembre 1968 e ratificata dalla legge 5 luglio 1995, n L art. 42 del citato atto internazionale, riconosce, infatti, la possibilità di ritirare e di sospendere la patente straniera, che può essere restituita solo quando il trasgressore lasci il territorio nazionale. L allontanamento del cittadino straniero, pertanto, non fa venir meno l efficacia delle prescrizioni impartite dall autorità amministrativa, per cui al suo eventuale rientro nel territorio nazionale non potrà condurre veicoli senza aver ottemperato agli adempimenti previsti dall art. 186, comma 8, C.d.s.. IL DIRETTORE DELL UFFICIO Ubaldi

19 18 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione generale della motorizzazione e della sicurezza del trasporto terrestre Prot. n. 321/04 Roma, 24 marzo 2004 OGGETTO: Revisione della patente ex artt. 126 bis e 128 del Codice della Strada. Come è noto l articolo 7 del D.L.vo 15 gennaio 2002, n. 9, attraverso l inserimento dell articolo 126 bis nel decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, ha introdotto nel codice della strada, a decorrere dal 30 giugno c.a., la c.d. patente a punti, ossia l attribuzione alla patente di guida di un punteggio che subisce decurtazioni a seguito della violazione di alcune norme di comportamento e determina, al suo esaurimento, l obbligo a carico del titolare della patente stessa di sottoporsi a nuovo esame di idoneità tecnica (pena la sospensione a tempo indeterminato della patente stessa). Il citato articolo 126 bis disciplina compiutamente l iter procedimentale finalizzato alla annotazione nell Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida di ogni variazione del punteggio ed alla adozione dei provvedimenti conseguenti alla perdita totale del punteggio stesso. Codesti Uffici dispongono quindi, su comunicazione della citata Anagrafe, la revisione tecnica della patente nel caso di esaurimento del punteggio e sospendono poi a tempo indeterminato la patente di guida dei conducenti che non si sottopongano agli esami di idoneità tecnica nel termine stabilito (30 gg. dalla notifica del provvedimento). Entrambi tali provvedimenti (revisione e sospensione a tempo indeterminato) non sono suscettibili di impugnativa in sede gerarchica. II) Ciò premesso in ordine alla revisione tecnica ex articolo 126 bis ed avuto riguardo alla perdurante vigenza della revisione della patente disciplinata dall articolo 128 si ritiene opportuno richiamare l attenzione di codesti Uffici sul diverso presupposto e sulla diversa natura degli atti di cui trattasi. Il primo trova origine, salvo fattispecie particolari, in reiterate infrazioni alle norme del codice della strada e non comporta alcuna valutazione discrezionale: il legislatore stesso ha già preso in considerazione le singole infrazioni alle norme di comportamento e ne ha graduato la gravità ai fini della revisione tecnica, che deve essere disposta allorché il conducente ha perduto l intero punteggio sopra accennato. Il secondo invece trova il suo fondamento nei dubbi - sulla permanenza dei prescritti requisiti di idoneità - determinati da un comportamento gravemente irregolare, sintomatico di una insufficiente conoscenza delle norme che disciplinano la circolazione stradale ovvero di imperizia nella guida, ed è espressione di una valutazione discrezionale, da effettuarsi caso per caso. E evidente peraltro che non sempre le infrazioni alle norme di comportamento assumono la valenza sintomatica di cui sopra; e quindi l applicazione dell art. 128 richiede - come peraltro condiviso dal Ministero dell interno - la presenza di peculiari ulteriori elementi, che, adeguatamente esternati, giustifichino con chiarezza l insorgenza dei dubbi di cui sopra ed i motivi per cui nel caso specifico si renda necessario prescindere dalla perdita dell intero punteggio di cui al 126 bis e disporre l immediato invito a revisione. A tal fine potranno essere di ausilio, particolarmente significativo, eventuali considerazioni formulate in proposito dagli organi di polizia che hanno rilevato i comportamenti irregolari. Resta poi ferma la facoltà di utilizzare la norma di cui all articolo 128 con riguardo ai dubbi che possono insorgere da altre circostanze, non connesse con la violazione delle norme di comportamento (ad es. dall accertato mancato esercizio dell attività di guida per un lungo periodo di tempo). III) Dalla verifica dei requisiti di idoneità tecnica, disposta ai sensi dell art. 128, discende comunque la (ri)attribuzione dell intero punteggio iniziale (20 punti) al conducente riconosciuto idoneo e le infrazioni commesse precedentemente a detta verifica, in qualsiasi momento comunicate al Dipartimento per i trasporti terrestri (Anagrafe degli abilitati alla guida), non determinano alcuna decurtazione di punti. Infatti appare logico ritenere, in generale, che ogni qualvolta un conducente, per qualsiasi motivo (anche, ad esempio, a seguito di rigetto del ricorso avverso il provvedimento di revisione disposto prima dell entrata in vigore delle nuove norme), sia sottoposto a revisione tecnica con esito positivo, il punteggio riacquistato non possa subire riduzioni per violazioni poste in essere prima della effettuata revisione. IV) La portata dell art. 128, relativamente ai dubbi circa la permanenza dei requisiti psicofisici prescritti per il possesso della patente di guida - dubbi che, se adeguatamente motivati, consentono di esigere la

20 19 verifica presso le competenti Commissioni mediche - subisce una limitazione per effetto non delle norme sulla patente a punti, bensì della modifica all articolo 186 del codice introdotta con l articolo 5 del decreto legge 27 giugno 2003, n. 151, convertito nella legge 1 agosto 2003, n. 214, che attribuisce al Prefetto la competenza in materia. V) In esito poi a specifico quesito di un Ufficio Provinciale, si ritiene che la mancanza di un espressa previsione normativa unitamente alle particolari garanzie poste a favore del conducente dalle nuove norme, ed in particolare dal comma 2 dell art. 126 bis, impediscano di estendere alle revisioni disposte ex art. 128 la disposizione che introduce la sospensione della patente a tempo indeterminato per coloro che non ottemperino alla revisione tecnica conseguente alla perdita dell intero punteggio. VI) Da ultimo, con riferimento alle direttive impartite con la nota n. 3410/03 del circa l osservanza, per quanto concerne i provvedimenti ex art. 128, delle disposizioni in materia di comunicazione dell avvio del procedimento di cui agli artt. 7 e ss., della legge n. 241/1990, si coglie l occasione per sottolineare che le eventuali argomentazioni difensive, svolte dagli interessati oralmente o a mezzo di memorie scritte, possono giustificare la richiesta di chiarimenti agli organi di polizia soltanto ove siano evidenziati profili oggettivamente rilevanti ed effettivamente suscettibili di accertamento presso i predetti organi. Quando invece, come accade frequentemente anche in sede di ricorso gerarchico, sono prospettate ricostruzioni dei fatti e delle loro modalità di svolgimento basate su mere valutazioni del conducente oppure sono invocate circostanze prive di obiettivi riscontri, la richiesta di cui sopra è cenno si tradurrebbe in un inutile appesantimento procedimentale a tutto danno dell efficienza e dell economicità dell azione amministrativa. IL CAPO DEL DIPARTIMENTO dott. ing. Amedeo Fumero

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcooliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto non

Dettagli

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 OGGETTO: Modifiche al Codice della Strada. Legge 17 agosto 2005, n. 168, di conversione con modificazioni del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115 recante

Dettagli

Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni

Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni Errata applicazione dell articolo 126 bis al titolare di patente rilasciata da uno Stato estero All atto di rilascio della patente viene attribuito un

Dettagli

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Procedura Accertamento della violazione da cui consegue decurtazione di punteggio (1)

Dettagli

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE SOSPENSIONE A TEMPO INDETERMINATO La patente viene sospesa a tempo indeterminato quando il candidato è assente all esame di revisione o non lo prenota nei tempi prescritti.

Dettagli

I CONTRIBUTI PROFESSIONALI

I CONTRIBUTI PROFESSIONALI I QUADERNI ANVU I CONTRIBUTI PROFESSIONALI ARTICOLO 186 CODICE DELLA STRADA: DISPOSIZIONI OPERATIVE E PROSPETTIVE FUTURE a cura di Marco Massavelli Vice Comandante Polizia Municipale di Druento (TO) ANVU

Dettagli

ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA. Cronologico atti da espletare

ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA. Cronologico atti da espletare ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA Cronologico atti da espletare 1. Fermare i veicoli da sottoporre a controllo nei modi previsti dalla Legge; 2. farsi consegnare i documenti di guida del

Dettagli

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986?

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986? Traccia 1 1. Il Sindaco ha competenza in materia di ordine e sicurezza pubblica? A) No; B) Si, ma solo nei Comuni con meno di 1.000 abitanti; C) Si: 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza

Dettagli

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti Articolo 16 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti 1. All'atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio, annotato nell'anagrafe

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 121 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Riforma C.d.S. Legge 15 luglio 2009, n. 94

Dettagli

ALCOL E PATENTI. Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo

ALCOL E PATENTI. Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo ALCOL E PATENTI Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo Cosa dice la legge? Art. 119 CdS: Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente

Dettagli

ALCOOL E IDONEITÁ ALLA GUIDA

ALCOOL E IDONEITÁ ALLA GUIDA ALCOOL E IDONEITÁ ALLA GUIDA Dott.ssa Alessandra De Palma Direttore U.O. di Medicina Legale e Gestione del Rischio Azienda U.S.L. di Modena Collaboratrice Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali

Dettagli

MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Prot. n. 300/A/1/42175/109/42 Roma, 29 dicembre 2005 OGGETTO: Articoli 186 e 187 del Codice della Strada come modificati dalla Legge 1.8.2003,

Dettagli

GESTIONE DELL ACCETTAZIONE Allegato Catena di custodia per droghe e sostanze d abuso

GESTIONE DELL ACCETTAZIONE Allegato Catena di custodia per droghe e sostanze d abuso Istruzione Operativa GESTIONE DELL ACCETTAZIONE Allegato Catena di custodia per droghe e sostanze d abuso Sistema Qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:00 Funzione Tipo di operazione Nome e Cognome

Dettagli

Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori

Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori PROGRAMMA STRATEGIE DI PREVENZIONE SOSTANZE D ABUSO IN MATERIA DI SICUREZZA STRADALE, in collaborazione con il Comune di Firenze - Assessorato alle

Dettagli

Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi*

Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi* Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi* Soffermiamoci prima di tutto sulle parole circolazione, veicoli a motore e rimorchi. Circolazione: tenuto conto

Dettagli

LA PATENTE A PUNTI CITTA DI CIRIE. Provincia di Torino

LA PATENTE A PUNTI CITTA DI CIRIE. Provincia di Torino CITTA DI CIRIE Provincia di Torino P. IVA 02084870019 C.F. 83000390019 www.comune.cirie.to.it Comando Polizia Municipale CAP 10073 Corso Nazioni Unite nr. 32 Tel. 011 9218190 - Fax 011 9205554 e-mail:

Dettagli

Maggioli Editore. Manuale della Circolazione Stradale 3/2010. Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti

Maggioli Editore. Manuale della Circolazione Stradale 3/2010. Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti Manuali elettronici Patente a punti Maggioli Editore Manuale della Circolazione Stradale 3/2010 Page 1 of 10 Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti Quanti punti si hanno a disposizione?

Dettagli

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90.

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90. STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90 Caso pratico Individuo trovato in possesso di un piccolo quantitativo

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 3 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese VITO DATTOLICO Coordinatore Giudici di Pace di Milano Milano, 7

Dettagli

Oggetto: Nuove disposizioni della Procura in relazione all accertamento del reato di cui all articolo 187 CdS. Procedura di prima applicazione.

Oggetto: Nuove disposizioni della Procura in relazione all accertamento del reato di cui all articolo 187 CdS. Procedura di prima applicazione. CIRCOLARE n. 16 26 luglio 2012 GDV/fp Oggetto: Nuove disposizioni della Procura in relazione all accertamento del reato di cui all articolo 187 CdS. Procedura di prima applicazione. Con nota dello scorso

Dettagli

CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285

CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285 LEGGE 29 luglio 2010, n. 120 Disposizioni in materia di sicurezza stradale. CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285 Art. 23. (Modifiche agli articoli

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

www.vigilaresullastrada.it

www.vigilaresullastrada.it Com è noto, la lettera d) del 1 comma dell articolo 54 c.d.s. definisce gli autocarri come veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all'uso o al trasporto delle cose stesse. Per questo

Dettagli

Decreto Bianchi: nuove sanzioni per limiti di velocità, cellulari, alcool e stupefacenti Decreto Legge 03.08.2007 n. 117, G.U. 04.08.

Decreto Bianchi: nuove sanzioni per limiti di velocità, cellulari, alcool e stupefacenti Decreto Legge 03.08.2007 n. 117, G.U. 04.08. Decreto Bianchi: nuove sanzioni per limiti di velocità, cellulari, alcool e stupefacenti Decreto Legge 03.08.2007 n. 117, G.U. 04.08.2008 Il governo ha varato alcune misure, in vigore dal 4 agosto 2007,

Dettagli

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale REGIONE PIEMONTE SEGRETERIA PROVINCIALE ALESSANDRIA e_mail: alessandria@sulpm.net SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia

Dettagli

LA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI. Ferdinando Longobardo Polizia Locale Milano

LA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI. Ferdinando Longobardo Polizia Locale Milano LA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA DEI CONDUCENTI PROFESSIONALI Ferdinando Longobardo Polizia Locale Milano Articolo 186 C.d.S. 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche.

Dettagli

Come è cambiata la norma

Come è cambiata la norma Come è cambiata la norma Articolo 116 Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. 1. Non si possono

Dettagli

Le modifiche sono evidenziate in azzurro

Le modifiche sono evidenziate in azzurro LE MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA APPORTATE DALLA LEGGE N. 94 DEL 15.07.2009 (Disposizioni in materia di Sicurezza Pubblica) IN VIGORE DAL 08.08.2009 (Gazz. Uff. n. 170 del 24.07.09) Le modifiche sono

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE.

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE. VADEMECUM ALCOOL DEF:Layout 1 15/02/11 10:57 Pagina 1 Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici Polizia di Stato ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI

Dettagli

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano TERMINE: 60gg dalla contestazione o dalla notificazione, sia per verbali con sanzioni pecuniarie, sia con aggiunta di sanzioni accessorie SOGGETTI

Dettagli

Legge 15 luglio 2009 n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica) Modifiche al Codice della Strada

Legge 15 luglio 2009 n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica) Modifiche al Codice della Strada Prefettura di Reggio Emilia Ufficio Territoriale del Governo Legge 15 luglio 2009 n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica) Modifiche al Codice della Strada 4 agosto 2009 Prefettura di Reggio

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 1 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese CHIARA SOMARE Avvocato STUDIO LEGALE I - 20122 MILANO - VIA CURTATONE,

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA TRIBUNALE DI BRESCIA Sezione Riesame N. 81/10 mod. 18 N. 1470/10 RGNR N. 9839/10 RG GIP A carico di G. N. F. Il Tribunale di Brescia, Sezione per il riesame dei provvedimenti restrittivi della libertà

Dettagli

GUIDA SENZA PATENTE, REVOCATA O NON RINNOVATA Arresto fino a un anno, se recidivo nel biennio, oltre ad ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro.

GUIDA SENZA PATENTE, REVOCATA O NON RINNOVATA Arresto fino a un anno, se recidivo nel biennio, oltre ad ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro. DECRETO BIANCHI: NUOVE SANZIONI PER LIMITI DI VELOCITÀ, CELLULARI, ALCOOL E STUPEFACENTI Decreto Legge, testo coordinato 03.08.2007 n 117, G.U. 03.10.2008 Tra le numerose e rilevanti novità del Decreto

Dettagli

Art. 116. Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori 1. Non si possono guidare autoveicoli e motoveicoli

Dettagli

DIZIONARIO. Contraente: il soggetto che stipula l assicurazione. Relativamente alla presente Polizza esso è identificato come il Co.E.S.

DIZIONARIO. Contraente: il soggetto che stipula l assicurazione. Relativamente alla presente Polizza esso è identificato come il Co.E.S. Polizza Tutela giudiziaria ad personam e Indennità di sospensione/perdita punti della patente (polizza n. 58/30.314.506 e appendice n. 31.631.543) DIZIONARIO Alle seguenti denominazioni le parti attribuiscono

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE

LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE di Diego Porta 04/02/2013 Modifiche al D.Lgs. 18/04/2011, n. 59 (Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Timbro Comando. marca... Modello... Targa... telaio...

Timbro Comando. marca... Modello... Targa... telaio... VERBALE di sequestro amministrativo e affidamento in custodia giudiziale al custode acquirente del sottonotato veicolo per guida sotto l influenza di alcool/stupefacenti : marca... Modello... Targa.....

Dettagli

LA FASE STRAGIUDIZIALE

LA FASE STRAGIUDIZIALE INDICE SOMMARIO Presentazione... 5 Normativa di riferimento LA FASE STRAGIUDIZIALE 1. Provv. (Isvap) 13 dicembre 2002, n. 2136. Approvazione del modulo di denuncia di sinistro per l assicurazione obbligatoria

Dettagli

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Al Responsabile S.O.T. Funz. Attilio De Vita Al Responsabile S.O.S. Funz. Fabiana Briganti Al Responsabile Servizio Polizia Mortuaria Funz. Enrico

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL 24.11.2014 a seguito della Circolare Ministeriale del 1 Agosto 2014 e tenendo conto delle linee guida della Prefettura di Milano Redatti dal: V. Commissario della Polizia

Dettagli

Le multe per infrazioni al Codice della Strada

Le multe per infrazioni al Codice della Strada Le multe per infrazioni al Codice della Strada Riferimenti normativi Nuovo codice della strada (D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni); Regolamento di esecuzione e di attuazione del

Dettagli

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00

5 da 84,00 a 335,00. 3 da 168,00 a 674,00. 6 da 527,00 a 2.108,00. 10 da 821,00 a 3.287,00. 10 da 318,00 a 1.272,00. 4 da 41,00 a 168,00 Art. 141 Comma 9, 3 periodo Articolo Norma violata Punti Velocità non regolata in relazione alle condizioni ambientali Non più operativo abrogato dalla Legge 214/2003 Sanzione amministrava 5 da 84,00 a

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VALDUCCI, VELO, BIASOTTI, BERGAMINI, GAROFALO, NIZZI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VALDUCCI, VELO, BIASOTTI, BERGAMINI, GAROFALO, NIZZI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5361 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VALDUCCI, VELO, BIASOTTI, BERGAMINI, GAROFALO, NIZZI Modifiche al codice della strada, di

Dettagli

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE CELLE LIGURE (SV) 2 OTTOBRE 2014 SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE dott. Marco Massavelli Vice Comandante P.M. Druento (TO) CONTROLLO DEI DOCUMENTI E INVITO A PRESENTARLI

Dettagli

Campagna di Informazione e Prevenzione degli Abusi di Prodotti Alcolici per chi Guida

Campagna di Informazione e Prevenzione degli Abusi di Prodotti Alcolici per chi Guida e e Reparto Incidenti Stradali - Centrale operativa Campagna di Informazione e Prevenzione degli Abusi di Prodotti Alcolici per chi Guida Questo opuscolo specifico per i partecipanti al Corso per Sommelier

Dettagli

TRIBUNALE DI AVELLINO Sezione dei Giudici per le indagini preliminari

TRIBUNALE DI AVELLINO Sezione dei Giudici per le indagini preliminari Trib. Avellino, Sez. GIP, ud. 18 maggio 2011 Proc. pen. n. 2146/2011 R. GIP Proc. pen. n. 2851/2011 RGNR TRIBUNALE DI AVELLINO Sezione dei Giudici per le indagini preliminari ORDINANZA DI NON CONVALIDA

Dettagli

Incidenti stradali: le nuove disposizioni

Incidenti stradali: le nuove disposizioni INCONTRO DI STUDIO PER OPERATORI DI POLIZIA LOCALE LE NOVITA LEGISLATIVE PER LA P.M. FAENZA (RA) - 19 maggio 2006 Incidenti stradali: le nuove disposizioni LEGGE 21 febbraio 2006, n. 102 Disposizioni in

Dettagli

RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO RIFLESSI SULLA GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO Fonti normative Accertamento assenza tossicodipendenza in lavoratori addetti a mansioni comportanti rischi per la sicurezza, la incolumità e la salute dei

Dettagli

I REATI IN MATERIA DI CODICE DELLA STRADA 14 GENNAIO 2015 DR. EZIO DOMENICO BASSO PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VERCELLI

I REATI IN MATERIA DI CODICE DELLA STRADA 14 GENNAIO 2015 DR. EZIO DOMENICO BASSO PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VERCELLI I REATI IN MATERIA DI CODICE DELLA STRADA 14 GENNAIO 2015 DR. EZIO DOMENICO BASSO PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VERCELLI Contenuto Art. 186 comma 2 C.d.S. in genere; Art. 186 C.d.S. Accertamenti strumentali;

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò La verbalizzazione Legge di depenalizzazione 24/11/1981 nr. 689 Modifiche al sistema

Dettagli

Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante

Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante Chi ha compiuto 17 anni potrà esercitarsi alla guida con a fianco un istruttore. I paletti posti dal decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti Tra

Dettagli

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH)

Allegato A 2. Alla S.A.S.I. SpA c.a. Coordinamento Operativo Via Zona Industriale n 5 66034 LANCIANO (CH) Allegato A 2 DOMANDA DICHIARAZIONE PER L ISCRIZIONE NELL ALBO IMPRESE DI FIDUCIA PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA OVVERO IN ECONOMIA - CLASSE DI IMPORTO: inferiore a 150.000,00

Dettagli

Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013.

Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013. MINISTERO DELL'INTERNO Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013. Al Sig. COMANDANTE Polizia Provinciale di AVELLINO Ai Sigg.ri COMANDANTI POLIZIE MUNICIPALI dei Comuni della Provincia

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada PROVINCIA DI ROMA Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 25 del 25 luglio 2011 ART. 1 Oggetto e scopo del regolamento.

Dettagli

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario Il 1 luglio 1996 è entrata in vigore la Direttiva n. 91/439/CEE del 29 luglio 1991, recepita

Dettagli

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA

* * * Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA Prot. 300/A/4628/11/101/3/3/9 Prot. 12409 del 18 maggio 2011 18 maggio 2011 R.U. USCITA - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE - ALLE ZONE POLIZIA DI FRONTIERA - AI

Dettagli

Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna

Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna Pievesestina 14 giugno 2013 Laboratorio unico di Area Vasta Romagna Unità Operativa CORELAB Settore di Farmaco Tossicologia Afferiscono

Dettagli

ATTI DI P.G. ISPEZIONE ART. 103 D.P.R. 9.10.1990 n. 309

ATTI DI P.G. ISPEZIONE ART. 103 D.P.R. 9.10.1990 n. 309 ISPEZIONI PERSONALI IN MATERIA DI STUPEFACENTI Norme di riferimento Art. 103 D.P.R. 309/90 Organo procedente Documentazione Garanzie di difesa Utilizzabilità Ufficiali di p.g. Delle operazioni è redatto

Dettagli

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore Pag. 1 di 10 Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore DCRUO Relazioni Industriali Settembre 2005 Pag. 2 di 10 INDICE Scopo e campo di applicazione pag. 3 Principi generali pag. 3 Riferimenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011 CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 6 luglio 2011 OGGETTO: Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell autotrasporto di cose per conto di terzi - Applicazione

Dettagli

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 31 28.03.2012-31/GPF/FS/om TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

Dettagli

SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale

SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale SANZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA CON TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE A 1,5 Avendo provocato un incidente stradale Soggetti diversi da quelli di cui ai due punti successivi a due anni - Sospensione cautelare

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 82 Operativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Modifiche al C.d.S. Art.

Dettagli

istruttore di autoscuola

istruttore di autoscuola Standard formativo relativo alla formazione iniziale propedeutica per il conseguimento dell abilitazione e formazione periodica istruttore di autoscuola ai sensi Decreto ministeriale 26 gennaio 2011, n.

Dettagli

ORDINANZA N. 429 ANNO 2008

ORDINANZA N. 429 ANNO 2008 ORDINANZA N. 429 ANNO 2008 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: - Giovanni Maria FLICK Presidente - Francesco AMIRANTE Giudice - Ugo DE SIERVO "

Dettagli

Circolare Ministero dell'interno, Uffici Demografici, 28 novembre 2014, n. 19

Circolare Ministero dell'interno, Uffici Demografici, 28 novembre 2014, n. 19 Circolare Ministero dell'interno, Uffici Demografici, 28 novembre 2014, n. 19 OGGETTO: Adempimenti degli ufficiali dello stato civile ai sensi degli articoli 6 e 12 del decreto-legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno CIRCOLARE N. 35/07 Prot. n. M/6326/50-17 (All. n. 5) Roma, 21 settembre 2007 - AI SIGG. PREFETTI LORO SEDI - AL SIG. COMMISSARIO DI GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO - AL SIG. COMMISSARIO DI GOVERNO PER

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06 MOD.A DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO APERTO DI OPERATORI ECONOMICI PER LE PROCEDURE DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS N. 163/06 (apposizione marca da bollo - ai sensi del DPR 642/72, allegato A, tariffa

Dettagli

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa...

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa... MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di legale rappresentante... procuratore... dell impresa... con sede legale

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel., chiede di essere iscritto/a al Registro Praticanti Avvocati per trasferimento dall Ordine

Dettagli

Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI

Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI Facendo seguito alla informativa trasmessa dalla scrivente Direzione

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede di essere iscritto/a al Registro dei Praticanti Avvocati. Il/La sottoscritto/a consapevole

Dettagli

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (la presente dichiarazione, rilasciata anche ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA (Approvato con deliberazione consiliare n. 92 del 19.11.2012)

Dettagli

La connessione obiettiva di un illecito amministrativo ambientale con un reato

La connessione obiettiva di un illecito amministrativo ambientale con un reato La connessione obiettiva di un illecito amministrativo ambientale con un reato A cura della Dott.ssa Stefania Pallotta L art. 24 della legge 24 novembre 1981, n. 689 disciplina la connessione obiettiva

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha pronunciato la presente (Sezione Seconda Quater) SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 3344

Dettagli

La patente a punti. All'atto del rilascio della patente viene attribuito al titolare un punteggio di 20 punti (per

La patente a punti. All'atto del rilascio della patente viene attribuito al titolare un punteggio di 20 punti (per La patente a punti Come funziona la patente a punti? All'atto del rilascio della patente viene attribuito al titolare un punteggio di 20 punti (per chi aveva la patente il punteggio è stato attribuito

Dettagli

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO RIFERIMENTO NORMATIVO D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. SETTORE VIGILANZA SERVIZIO: VIGILANZA RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DELL ISTRUTTORIA CASSINELLI AGENTI DI PM ISTANZA DEL

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 22 ottobre 2010 Nuove disposizioni in materia di gestione del punteggio sulla carta di qualificazione del conducente e del certificato di abilitazione

Dettagli

Polizia Locale. Catalogo dei corsi 2014. Corsi e Formazione professionale per la

Polizia Locale. Catalogo dei corsi 2014. Corsi e Formazione professionale per la Corsi e Formazione professionale per la Polizia Locale Catalogo dei corsi 2014 "Chiunque smetta di imparare è un vecchio, che abbia 20 anni o 80. Chi continua ad imparare, giorno dopo giorno, resta giovane.

Dettagli

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel)

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) MINISTERO DEI TRASPORTI DECRETO 7 febbraio 2007 Gestione dei punti della carta di qualificazione del conducente. IL CAPO DEL DIPARTIMENTO per i trasporti

Dettagli

ALLE PREFEITURE - UFFICI TERRlTORJALl DEL AI COMMISSARIATI DEL GOVERNO PER LE PROVINCE

ALLE PREFEITURE - UFFICI TERRlTORJALl DEL AI COMMISSARIATI DEL GOVERNO PER LE PROVINCE MOO SG DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Dipartimento Pubblica Sicure~ I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO 'tit ~e~~r~!~ l. ~~~~~_3 Stradale P,o 3w;n06~1~10111M1/11111I[111~IIIIIII 209678 OGGETTO:

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n. 13647 del 2.5.2011

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A REGOLAMENTO PER LE DIFESE D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA approvato all adunanza del 1 luglio 2015 e integrato

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE Mod. A Alla AMS srl Via dei Drappieri, snc 58043 - Castiglione della Pescaia (GR) Oggetto: Servizi assicurativi per Polizza RCT- RCO ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

Il comma 7 7) I commi 9, 10 e 11 I commi 13, 14 e 15, Il comma 18

Il comma 7 7) I commi 9, 10 e 11 I commi 13, 14 e 15, Il comma 18 ALLEGATO 2 Innovazioni introdotte in materia di contrasto alla criminalità organizzata dall articolo 2 della legge 15 luglio 2009, n. 94, recante Disposizioni in materia di sicurezza pubblica, 1) Il comma

Dettagli

Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida.

Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida. Come è cambiata la norma Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida. 1. Non può ottenere la patente di guida o l'autorizzazione ad esercitarsi alla guida di cui

Dettagli

- MODELLO A - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (resa ai sensi degli artt. 46 e 47, del D.P.R. 445/2000)

- MODELLO A - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (resa ai sensi degli artt. 46 e 47, del D.P.R. 445/2000) - MODELLO A - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (resa ai sensi degli artt. 46 e 47, del D.P.R. 445/2000) da sottoscriversi a cura di ciascuno dei soggetti individuati dall art. 38 D.Lgs. n.163/2006 e s.m.i. il

Dettagli

NUOVO TESTO PROPOSTO DALLE COMMISSIONI PERMANENTI 2ª E 3ª RIUNITE

NUOVO TESTO PROPOSTO DALLE COMMISSIONI PERMANENTI 2ª E 3ª RIUNITE Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1908-A/R Relazione orale Relatori Mazzatorta e Bettamio NUOVO TESTO PROPOSTO DALLE COMMISSIONI PERMANENTI 2ª E 3ª RIUNITE (2ª GIUSTIZIA) (3ª AFFARI ESTERI, EMIGRAZIONE)

Dettagli

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE.

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. ALLEGATO A VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. Verbale n.. / (anno) L'anno il giorno del mese di nei locali /area all aperto di pertinenza della scuola, alle

Dettagli

CITTA DI GALLIPOLI. (Provincia di Lecce) IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Area N 2 - Polizia Comunale e amministrativa IL DIRIGENTE

CITTA DI GALLIPOLI. (Provincia di Lecce) IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Area N 2 - Polizia Comunale e amministrativa IL DIRIGENTE CITTA DI GALLIPOLI (Provincia di Lecce) IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Area N 2 - Polizia Comunale e amministrativa IL DIRIGENTE Ordinanza n. 332 del 07/12/2007 Oggetto: Rimozione di impianto pubblicitario

Dettagli

Circolare N.132 del 5 Settembre 2013

Circolare N.132 del 5 Settembre 2013 Circolare N.132 del 5 Settembre 2013 Sconto del 30% se si pagano le multe entro 5 giorni dalla contestazione dell infrazione Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la legge di conversione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO FUNZIONE MOTORIZZAZIONE CIVILE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTT DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione

Dettagli