Una grande vittoria per il Sei di Sesto!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una grande vittoria per il Sei di Sesto!"

Transcript

1 Sei di Sesto VITA NUOVA, SEI DI SESTO! N. 6 anno IV, maggio 2012 Una grande vittoria per il Sei di Sesto! Il 20 aprile a Chianciano Terme (Si) il giornalino scolastico dell Istituto di Istruzione Superiore C.A. Dalla Chiesa di Sesto Calende, il Sei di Sesto, così chiamato per la sua periodicità (esce circa 6 volte in un anno scolastico) e per la sua appartenenza, ha ricevuto un Diploma di Merito nell ambito del Meeting Nazionale di Alboscuole, Associazione Nazionale di Giornalismo Scolastico - Targa d argento del Presidente della Repubblica. Tale Diploma viene rilasciato in forma ufficiale alle prime 100 redazioni studentesche a livello nazionale tra gli oltre 2000 giornali scolastici selezionati in tutte le scuole di ogni ordine e grado. La Dirigente Scolastica dell Istituto, Professoressa Renata Santarossa, ha sostenuto il progetto e segnalato alla redazione del Sei la prestigiosa competizione nazionale. Il Sei di Sesto è ormai giunto, pur con alcune modifiche e i necessari passaggi di consegne, al suo quarto anno di vita nell Istituto: potete leggerne una completa rassegna dell a.s su a destra della homepage, sezione Studenti, Giornalino. Riceviamo questo divertente articolo che bonariamente descrive una situazione capitata nel nostro Istituto ad un alunno. E firmato Gandalf il grigio. Riteniamo che i toni siano piuttosto garbati e non sconvenienti. Ci permettiamo pertanto di inserirlo nel nostro Sei, anche se invitiamo a firmare con coraggio i vostri contributi; lo inseriamo nella convinzione che chi si riconoscerà nel testo ne trarrà occasione per farsi una risata e al massimo una riflessione. NON APRITE QUELLA PORTA!!! Se c è un consiglio che mi sento di dare alle matricole di questa scuola o a tutti gli alunni che la frequentano è quello di non dimenticarvi mai il vocabolario di italiano quando avete un tema oppure quello di latino quando dovete fare una versione di verifica. Il motivo è semplice: se dimenticate il dizionario dovete andarlo a chiedere in prestito alla scuola, in apposito ufficio del piano terra del lotto A. Ebbene, una volta entrati in quell ufficio, le possibilità di sopravvivenza sono esigue. Proprio così. Vi chiederete cosa alberghi dietro a quell apparentemente innocua e normalissima porta. Ve lo dico subito: c è lei, la Signora. La chiameremo così. Si tratta di una donna dall aspetto carino e gentile di una comune signora di mezz età: ma è in grado di sferrare attacchi micidiali ai poveri studenti malcapitati. Vi racconto quello che mi è accaduto al mio secondo anno di liceo.

2 Era una fredda mattinata invernale, avevamo la versione di latino e io, disgraziatamente, dimenticai il mio fedele vocabolario Castiglioni-Mariotti a casa. Non avevo altra scelta, dovevo recarmi nell ufficio famigerato e chiederne uno alla Signora, povero me. Entrai timidamente e pronunciai le fatidiche parole: Buongiorno, avrei bisogno di un vocabolario di latino, per favore e lei, con uno sguardo di ghiaccio, mi disse: Questi ragazzi d oggi, non si ricordano mai nulla, ma io non lo so Diciamo che una giornata di nervosismo in cui hai bisogno di sfogarti con qualcuno capita a tutti e io non me l ero di certo presa con la Signora. Tuttavia da quel giorno mi ero convinto del fatto che sarebbe stato meglio non dimenticare mai più il vocabolario a casa nei giorni di verifica per evitare altre incomprensioni. Ebbi la conferma dei miei sospetti qualche mese dopo, quando un mal di pancia fortissimo mi colpì durante l ora di disegno e decisi di andare a casa. Per telefonare ai genitori, il regolamento vuole, sciaguratamente, che tu telefoni dall apparecchio che si trova nel suddetto ufficio. Pertanto mi recai ancora una volta in loco. Salve, dovrei telefonare a casa, non mi sento molto bene... Con totale noncuranza delle mie fitte alla pancia, mi fu indicato il telefono. Io non sono un ragazzo molto pratico delle tecnologie e quello era un telefono piuttosto insolito, non ne avevo mai visto uno così, era uno di ultima generazione, uno di quelli pieni di tasti che si utilizzano anche per spedire i fax e cose del genere. Dopo qualche vano tentativo non ero ancora riuscito a capire come si telefonava. Chiesi aiuto alla Signora. Fu la fine. Si alzò repentinamente dalla sedia, furibonda Ma com è possibile che alla vostra età non sappiate usare un telefono?! Ma come diavolo vuoi che funzioni un telefono?! Preso dal panico e con la fronte sudata digitai nuovamente il numero e poi schiacciai il pulsante che la Signora mi aveva mostrato; dopo tre squilli a casa mia non rispondeva ancora nessuno, cominciavo a temere il peggio, non volevo dover rifare un altra volta la telefonata, volevo solo andarmene da quella stanza, grazie al cielo al quinto squillo mia mamma alzò la cornetta all altro capo e così le dissi di venirmi a prendere: era la salvezza. Uscii dalla stanza e pensai che forse la celebre frase di Dante posta all inizio dell Inferno Lasciate ogni speranza voi che entrate non ci sarebbe stata male appesa sulla porta di quel sito. Beh, cari alunni del Dalla Chiesa, spero abbiate imparato la lezione: non aprite quella porta!!!! ******************************************************************************** Progetto Giovani Alianti 2012: la mafia Quest anno il consueto appuntamento per condividere i prodotti del progetto Giovani Alianti, che è nato con lo scopo di promuovere e diffondere i valori sociali del volontariato e l impegno verso i bisognosi da parte degli studenti delle scuole superiori, si è tenuto mercoledì 29 febbraio al Teatro Apollonio di Varese. Alcuni ragazzi delle classi 2AL, 3AL e 3BL, in rappresentanza degli altri giovani che hanno aderito al progetto, hanno partecipato all XI conferenza riguardante il tema della lotta alla mafia e della legalità. La manifestazione, patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Varese e dall associazione Il Cantiere della solidarietà onlus, era dedicata a La memoria come fondamento della cittadinanza. La scelta della tematica è legata al trentesimo anniversario dell omicidio del generale Dalla Chiesa e al ventesimo dei giudici Falcone e Borsellino. Oltre al nostro Istituto, le scuole coinvolte nel progetto sono gli Istituti di Varese e Provincia, il Liceo Scientifico Ferraris, il Liceo Artistico Frattini, il Liceo Linguistico Manzoni, l ISIS Daverio e l IPC Einaudi, unite al Liceo Artistico Medardo Rosso di Lecco e all ISIS Europa di Pomigliano d Arco. Durante la mattinata gli studenti si sono alternati sul palco per presentare i loro lavori realizzati utilizzando vari strumenti della comunicazione come video, lavori in PowerPoint, letture, performance musicali rap e rock anche unite alla danza e cortometraggi come quelli presentati dal nostro istituto, sul tema della oppressione mafiosa e dell omertà.

3 La classe 2AL ha presentato un cortometraggio ispirato al romanzo di L. Sciascia Il giorno della civetta. La classe 3AL ha realizzato un'ipotetica intervista ad un pentito di mafia, avente lo scopo di mettere in evidenza come un giovane possa prima scegliere e poi rifiutare l'appartenenza alla criminalità organizzata. Gli ospiti presenti, tra i quali Don Aniello Manganiello (ex parroco anticamorra di Scampia già ospite in novembre dell'isis Dalla Chiesa), hanno affrontato i temi della malavita al nord e al sud, sottolineando che la mafia e la delinquenza trovano maggiore spazio dove c è disagio sociale e disoccupazione. E stato comunque da tutti evidenziata l'importanza di continuare a combattere queste piaghe sociali senza arrendersi. Al contrario di quanto era stato annunciato, Salvatore Borsellino e Giulio Cavalli non hanno potuto purtroppo presenziare ed offrire le loro testimonianze. La mafia, la legalità e la forza di combattere la delinquenza senza omertà sono state affrontate con entusiasmo grazie alla vivacità e all allegria dei numerosi studenti presenti. Il progetto Giovani Alianti ha sicuramente il merito di coinvolgere i giovani in questioni sociali che non possono e non devono mai passare in secondo piano. Elena Gianetti, 3AL L angolo della Scienza a cura di Marco Diani (5 BL) Corpi che possono essere onde? Il dualismo onda corpuscolo Una delle teorie che stanno alla base della meccanica quantistica è rappresentata dal dualismo ondacorpuscolo della luce. Innanzitutto, che cos è la luce esattamente? Un fascio di onde di natura elettromagnetica, certo, ma non soltanto: essa può anche essere considerata come uno sciame di quanti interessanti, chiamati fotoni. Un fotone è una particella che trasporta energia ma che non ha massa! Sostanzialmente si tratta di energia quantizzata, ma per comodità è meglio dire che essi sono dei pacchetti di energia che si propagano alla velocità della luce. Questi fotoni e, quindi, la stessa luce, sono onde o corpuscoli, allora? Entrambi o, talvolta, solo uno dei due: si dice che in ciascun esperimento essi si comportano, all occorrenza, come onde o come particelle. Da una parte, ovvero come onde, essi manifestano proprietà ondulatorie come l interferenza o la rifrazione; dall altra parte, cioè come particelle, hanno una propria quantità di moto e si fermano quando urtano una superficie, facendo così proiettare un ombra dietro di essa. Per anni si è dibattuto a lungo sulla natura della luce, fino a che si è deciso di conciliare la sua natura ondulatoria con quella corpuscolare, risolvendo il problema. La faccenda finisce qui? No! Udite, udite: anche la materia ha proprietà ondulatorie! Per la precisione, la lunghezza d onda di ogni corpo è stabilita in base alla massa e alla velocità del corpo stesso. Affinché, però, tale lunghezza d onda non sia trascurabile (e cioè si abbiano proprietà ondulatorie in forma evidente), la massa del corpo in questione deve essere molto piccola, pressappoco come quella di un elettrone o giù di lì. Di conseguenza, le reali proprietà ondulatorie della materia si limitano ai soli corpuscoli, come le particelle subatomiche (elettroni, neutrini, mesoni, bosoni, eccetera). Un esempio di ciò è il cosiddetto decadimento alfa, che consiste nell emissione di radiazioni composte da nuclei di atomi di elio (che, a differenza dei fotoni, possiedono una massa). Ecco quindi il famoso dualismo onda-corpuscolo, che interessa onde come la luce e particelle come i leptoni, che presentano aspetti quasi complementari. In base poi all energia trasportata, le onde si suddividono in onde radio (le meno potenti), microonde, infrarosse, luce visibile (tutti i colori dell iride dal rosso fino al violetto), ultraviolette, raggi X, e raggi γ (gamma, le più potenti). Come si può notare, la luce che noi vediamo occupa il giusto livello energetico intermedio. Bisogna inoltre precisare che, sebbene i fotoni viaggino alla massima velocità (quella della luce, appunto), l energia che essi trasportano può a volte essere inferiore a quella di un onda associata ad una particella, ma d altronde non paragoneremmo mai un fotone di un raggio γ con un neutrino elettronico che viaggia a solo un decimo della velocità della luce, giusto!?

4 Una gita a Londra: tante classi e un unica città Londra ha sempre aperto le sue porte ai turisti di tutto il mondo ed è ormai la capitale europea dove si scelgono i nuovi trend e dove la vita culturale è più vivace. Quest anno le sue porte sono state aperte a noi, alunni delle classi quinte dell Istituto, a cui la scuola ha offerto un occasione per visitare una città stupenda, particolarmente viva e interessante sotto il profilo culturale, storico e artistico grazie ai suoi affascinanti monumenti e musei. Londra è una capitale che offre un sacco di attrattive per i giovani e il ritmo della vita è molto frenetico; infatti è una città dove si corre, dove tutti sembrano di fretta. Abbiamo passato quattro giorni ricchi e intensi. Siamo partiti il 13 Marzo dall aeroporto di Linate e, una volta arrivati a Heathrow, ci siamo spostati all hotel con il bus. Subito siamo rimasti colpiti dal modo di guidare: d impatto sembrava che tutti viaggiassero contromano! Abbiamo cenato in un ristorante convenzionato con l hotel e siamo andati a fare quattro passi in centro dove abbiamo visto il Big Ben illuminato e la London Eye, una grandissima ruota panoramica, il tutto avvolto in un atmosfera quasi cinematografica. Per spostarci avevamo una tessera per i mezzi pubblici che ci permetteva di utilizzare l autobus e la metro ogni volta che ne avevamo bisogno. I mezzi pubblici sono eccezionali: sempre puntuali e mai stracarichi. Il giorno seguente, dopo la colazione in hotel, siamo andati a fare una visita al British Museum: un museo enorme dove è possibile ammirare oggetti di ogni tipo, manoscritti, stampe e disegni e conoscere la storia di Egitto, Grecia, Roma, del vicino Oriente, dell'estremo Oriente, delle Americhe e dall'asia. Nel pomeriggio abbiamo fatto la passeggiata lungo la Queen Walk, sulla riva del Tamigi, abbiamo camminato sul Tower Bridge e visto il Globe Theatre e Saint Paul s Cathedral. Visitando la città abbiamo avuto l impressione che passato, presente e futuro insieme facessero emergere un contrasto tra quella che è la modernità e una tradizione che porta con sé la storia passata. Tornati all hotel, abbiamo cenato e la sera siamo andati a visitare l Hard Rock Cafè. Mercoledì, dopo la colazione, abbiamo visitato la National Gallery, dove abbiamo visto diverse opere d arte di alcuni tra i pittori più importanti quali Van Gogh, Leonardo, Caravaggio, Turner e molti altri ancora. Il pomeriggio è stato dedicato allo shopping. Abbiamo camminato fino a Buckingham Palace, passeggiando per Green Park, ammirando la vivacità dei colori dei giardini e giocando con gli scoiattoli; abbiamo raggiunto la cattedrale di Westminster e poi siamo tornati all hotel. L ultima serata siamo stati in un caratteristico pub poco distante dall hotel. L ultimo giorno, dopo aver preparato le valigie, abbiamo preso il bus per andare a Notting Hill, Kengsington Gardens, Kengsington Palace e la zona dei musei. Ci siamo allora divisi in gruppi e abbiamo scelto di visitare uno dei tre musei: Natural History Museum, Science Museum, Victoria and Albert Museum. Dopo gli ultimi acquisti presso il negozio di Harrods, siamo tornati all albergo e abbiamo preso il pullman per Heathrow, dove ci aspettava l aereo che ci avrebbe riportato a casa. Con grande sorpresa, all arrivo a Linate, abbiamo scoperto che sul nostro volo c era il famoso giocatore di calcio Mario Balotelli e, per concludere in bellezza, abbiamo fatto una foto con lui. Alla fine della nostra gita, siamo tornati tutti felici alla nostra piccola cittadina di Sesto. Londra è una città dove tutto è ordinato e si respirano ancora oggi le tipiche tradizioni britanniche, a partire dalla guida a destra, dalle strade sempre illuminate, dal tè alle cinque, dal verde dei prati, fino alle tipiche cabine telefoniche rosse e alla Royal Family. Un ringraziamento ai prof. che ci hanno accompagnato e hanno permesso la realizzazione di questa gita. Jessica Carù classe 5^ BP

5 *INSERTO INTERVISTE* Un intervista speciale: Marco, il nostro tecnico dell informatica Intervistatore (Giacomo Bassetti, 5AL): Ciao! Per cominciare, presentati brevemente ai nostri lettori. Come trascorre la tua vita privata? Come ti definiresti dal punto di vista del carattere? Quali sono state le tue esperienze di studio e di lavoro, fino ad adesso? E così via! Marco: Ciao, sono Marco, ho 43 anni Sono sempre disponibile e condivido ogni cosa che so con tutti (ad esempio, condivido pienamente la filosofia hacker!). Ho studiato in questa scuola quando l ITIS era ancora una sezione staccata a Gallarate, quindi il triennio ho dovuto farlo lì: a Sesto Calende c era solo il biennio (anni ). Poi, dopo il diploma, mi sono iscritto all Università di Milano ma, purtroppo, non ho concluso gli studi; nel frattempo sono stato chiamato ad insegnare, sempre qui! Sono stato docente di Elettronica, Sistemi ed Informatica fino al 1994 poi sono dovuto partire per la leva militare (ma come servizio civile). Al mio rientro nel 1995 ho iniziato il lavoro di Assistente Tecnico presso diversi Istituti in provincia fino al I: Quando sei venuto a lavorare nella nostra scuola? Da quanto tempo sei qui? Come ci sei arrivato? M: Sono arrivato in questo Istituto nel , anzi direi ritornato! Ci sono arrivato facendo domanda di avvicinamento, perché nel frattempo mi sono sposato con Maria, che lavora negli uffici del Dalla Chiesa. I: Che cosa significa, esattamente, essere un tecnico di un laboratorio d informatica? Precisamente, di che cosa ti occupi, anche oltre all assistenza nel laboratorio? M: Fare l assistente di laboratorio prevede, secondo il contratto di lavoro in essere, di occuparsi della preparazione, della manutenzione e della gestione dei laboratori; dobbiamo anche partecipare alla vita scolastica degli allievi che vi accedono e collaborare con i docenti alla gestione dei computer. Per esempio installare un software, tenere aggiornati gli antivirus o controllare che non si facciano danni alle attrezzature. Io mi occupo di TUTTI i laboratori del Plesso A o, meglio, della parte informatica di ogni laboratorio. Considerando che i computer sono ovunque, in totale ho una decina di aule da seguire ogni giorno! Sotto il mio diretto controllo ho circa 85 computer su un totale di 130 circa. Nella mia giornata lavorativa mi occupo di tutte queste cose e in più mantengo i computer degli uffici, i software di gestione ed il Server del Plesso A, collaboro con il mio collega Raffaele alla gestione del server del Plesso B perché dipendono da me gli accessi e le limitazioni. Ho un computer basato su una distribuzione linux (IPCOP) che si prende carico di farvi navigare tutti insieme con una semplice linea 7 Mega di beh, non facciamo pubblicità! I filtri invece sono gestiti esternamente da OPENDNS, mentre io tengo memorizzato in un LOG ogni vostro comportamento su internet I: Quanti siete in tutta la scuola a ricoprire questo incarico? M: L incarico per gli uffici è solo mio, per i server dei due plessi (perché i server sono due) siamo in due ad occuparcene. I: Come hai cominciato il tuo lavoro come tecnico dell informatica? M: Ho iniziato a programmare in BASIC nel 1983, ancora da studente, poi ho imparato il Fortran e il Modula 2 all Università ma non ho mai approfondito questo ramo ; mi sono sempre

6 appassionato alla parte fisica (hardware) ed alla gestione (server) Diciamo che il mio lavoro è soprattutto passione per l informatica e per i giovani. Mi ci sono trovato quasi per caso: ho fatto domanda in provveditorato e ho avuto immediatamente il posto. I: Di preciso, quale pensi che sia la funzione di un laboratorio d informatica all interno di una scuola? Perché credi che sia importante avere struttura come questa nel nostro istituto? M: Qui l intervista pone una domanda chiave! NON si deve confondere l informatica con il computer: l informatica è tutto ciò che riguarda la comunicazione, mentre il personal computer (PC) è solo uno strumento Esso cambierà nel tempo, come già è cambiato nel corso degli anni, ma l informatica è sempre presente: Pensate ai cellulari (o, più correttamente, agli Smartphone), ai tablet, alla televisione che permette di interagire con essa Questa è informatica Informatica è anche condivisione di conoscenza e di idee Anche il P2P (Peer to Peer) è informatica!!! I: Di solito, che cosa prevalentemente fanno i ragazzi delle varie classi (o età) quando vengono nel tuo laboratorio? Quale tra gli indirizzi di questo istituto utilizza maggiormente i computer? M: Più o meno tutte le classi accedono ai laboratori, per imparare l uso del pc, per imparare a scrivere con Word o ad usare Excel. Molti di voi, credo, usino più la tastiera della penna! Posso dire chi vedo di meno, e me ne spiaccio: il liceo frequenta poco il laboratorio! I: Già, purtroppo Come vedi il rapporto dei ragazzi con il computer (oppure come dovrebbe essere, secondo te, se il tuo punto di vista non corrisponde alla realtà)? M: Qualche anno fa era un legame meccanico, forse banale; oggi lo vedo più costruttivo, più poliedrico: i ragazzi usano con dimestichezza e facilità tutti gli strumenti per arrivare allo scopo: PC, Tablet, Smartphone I: Che cosa ti piace di più in questo servizio che svolgi? Oppure un episodio in particolare che ti è piaciuto in modo speciale M: Sicuramente il contatto con voi ragazzi, il rapporto di pariteticità che cerco con voi Non ci sono episodi particolarmente belli: un vostro grazie mi soddisfa ogni giorno ed è stupendo! I: Cosa invece non ti piace più di tanto? Oppure un episodio in particolare che non ti è stato gradito M: Beh, sicuramente l ultimo incidente successo nel laboratorio di Informatica Due o Multimediale: i danneggiamenti alle tastiere e al computer del laboratorio mi hanno infastidito! Chiariamo questo punto: io ho deciso di pubblicare un video dell accaduto sul mio profilo di Facebook (dove fra l altro ho molti studenti come amici), per far capire che danneggiare uno strumento NON è solo un atto vandalico deprecabile ma soprattutto una violenza verso il prossimo, verso lo studente che poi non ha potuto lavorare su quella macchina. Il danno di per sé è stato da me risolto come al solito, ma il gesto è rimasto! I: Qual è il tuo rapporto con i ragazzi? E con gli insegnanti? Con le altre persone che lavorano nell istituto? M: Mah, secondo me buono Spetta però a voi giudicarmi ogni giorno! A volte i docenti sono più discoli di voi studenti Non posso aggiungere altro ;-) Con il resto del personale la collaborazione è sempre positiva, seppure con molti colleghi, per motivi di diversità di incarichi, non ci vediamo praticamente mai. I: Vorresti dire qualcosa in particolare a qualcuno che pensi possa leggere questa pagina? M: Beh, la cosa fondamentale è non fermarsi all apparenza delle cose, non ascoltare solo una campana ma ascoltare sempre il più possibile prima di dare un giudizio! I: Per concludere, un bel saluto! Un grazie a voi per avermi dato voce Molti, forse, neppure mi conoscono ma sappiate che qualsiasi cosa facciate sui pc di questo istituto è anche grazie a me che lo potete fare! Un ciao a tutti quelli che quest anno se ne andranno con il Diploma in mano pensando di aver raggiunto la libertà È solo allora che inizia la vera vita: fuori la vita è veramente dura! Un in bocca al lupo! a chi deve fare i compiti in classe (ed una mano per i bigini c è sempre!) e un benvenuto ai nuovi. Grazie.

Alcuni studenti raccontano.

Alcuni studenti raccontano. Alcuni studenti raccontano. Soggiorno a Londra di Valentina Tornesi III B Il giorno 19 settembre 2010 noi, alcuni alunni della mia Scuola Media di San Francesco, e quattro nostri professori siamo partiti

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza.

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza. Le metafore della scienza di Tommaso Castellani Un dialogo tra: F. Un fisico che fa ricerca all università. I. Un fisico che si occupa di insegnamento a scuola. S. Uno studente sulla strada della fisica.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte

Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte INFORMATICA PER LA SCUOLA PRIMARIA di Manlio Monetta Mi presento : io sono PC Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte Il primo approccio degli alunni con il

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Giorno 1. Bella la vista a nord della città

Giorno 1. Bella la vista a nord della città Londra 2014 Dopo anni di esitazione, siamo a Londra! Alice fa di tutto per stupirci: taxi in aeroporto e albergo 4 stelle. Il Lancaster Terrace si affaccia su Hyde Park, propriamente sui Giardini italiani,

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Con la Fotografia Panoramica digitale dalla F alla A

Con la Fotografia Panoramica digitale dalla F alla A 1 Dal portale: www.conlafotografia.com Con la Fotografia Panoramica digitale dalla F alla A Un fotografo ingegnere chi è? 1. Chi è Giuseppe Circhetta? Sono un ingegnere, classe 1979 ed abito a Milano da

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in Più volte ho provato a descrivere la realtà cinese, la frenetica realtà cinese, con il suo progresso e con il suo attaccamento alla tradizione, con i suoi colori e i suoi odori. Più volte ho provato e

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Indice Pasta per due... pag. 5 Scheda culturale - Le carte... pag. 42 Esercizi... pag. 45 Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma.

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra Eventi / Nailympics Londra a cura della redazione foto: Trebosi Susanna And the champion Beretta is...» Uno stiletto d argento Susanna Beretta, 23 anni a gennaio, Nail Technician Trebosi, ha vinto la medaglia

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

- 1 reference coded [1,06% Coverage]

<Documents\bo_min_1_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [1,06% Coverage] - 1 reference coded [1,06% Coverage] Reference 1-1,06% Coverage Ti lega il computer? Sì. Io l ho sempre detto. Io ho una visione personale. Anche quelli che vanno a cercare

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO)

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Il paese delle meraviglie 26 febbraio 2015 OFFICINE MINGANTI 1 fiera interattiva

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

LE CLASSI V RACCONTANO IL SOGGIORNO IN INGHILTERRA DAL 23 AL 28 MAGGIO 2011...

LE CLASSI V RACCONTANO IL SOGGIORNO IN INGHILTERRA DAL 23 AL 28 MAGGIO 2011... LE CLASSI V RACCONTANO IL SOGGIORNO IN INGHILTERRA DAL 23 AL 28 MAGGIO 2011... IL VIAGGIO A LONDRA. Quest anno grazie al Progetto Comenius ho avuto la possibilità di fare un viaggio a Londra di sei giorni.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui.

Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui. 2 Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui. Probabilmente ti stai chiedendo se posso aiutarti, la risposta è sì se: vuoi raccontare qualcosa di te o di quello che fai; vuoi dei testi che descrivano

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc..

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. ******************************************************** * Sessione

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico

W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE. Struttura del Viaggio fotografico W P E VIAGGIO FOTOGRAFICO CHERNOBYL, LA ZONA PROIBITA 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE Questo workshop fotografico ci porterà all interno della zona di esclusione di Chernobyl, un luogo entrato tragicamente nella

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti (riflessione di un giovane) Considerazioni in merito agli incontri con giovani di una Scuola Media della Lombardia PRIMA DELL INCONTRO Secondo

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

..parlattare tra genitori

..parlattare tra genitori 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE..parlattare tra genitori Cari amici e care amiche, vi presentiamo una chiacchierata che abbiamo avuto il piacere di raccogliere dai genitori che partecipano a Parlattando

Dettagli

Digiscuola2.0 Aula virtuale. ondividere e collaborare

Digiscuola2.0 Aula virtuale. ondividere e collaborare Digiscuola2.0 Aula virtuale ondividere e collaborare BYOD - Bring Your Own Device Porta il tuo dispositivo a scuola, porta la tua tecnologia Il BYOD impone di andare oltre le peculiarità dei singoli

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo.

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo. Unità 3 Una nuova professione: il mediatore culturale CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti in cui si parla della figura del mediatore culturale parole relative alla mediazione

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Index PROGETTO PON C5 2014 PROGETTO PON C1 2014. Work experience a Londra. Stage linguistico a Londra. Stage linguistico a Dublino

Index PROGETTO PON C5 2014 PROGETTO PON C1 2014. Work experience a Londra. Stage linguistico a Londra. Stage linguistico a Dublino Index Work experience a Londra PROGETTO PON C5 2014 21 giorni/ 20 notti...page 2 - Sistemazione in famiglia, hotel o campus - 28 giorni/ 27 notti...page 15 - Sistemazione in famiglia - 28 giorni/ 27 notti...page

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli