Piceno in bici. 30 itinerari, luoghi e leggende per passeggiare, allenarsi e scoprire...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piceno in bici. 30 itinerari, luoghi e leggende per passeggiare, allenarsi e scoprire..."

Transcript

1

2 Piceno in bici 30 itinerari, luoghi e leggende per passeggiare, allenarsi e scoprire... PROVINCIA DI ASCOLI PICENO Medaglia d oro al Valor Militare per attività partigiana Assessorato al Turismo, Attività Produttive, Parchi e Agricoltura

3

4 Il tempo che ci caratterizza non è un tempo naturale, ci è imposto da un sistema di relazioni e attività che ci siamo inflitti e di cui siamo prigionieri. Però ci sono vie d uscita, soluzioni che aiutano a riconciliarsi con la natura e il cadenzato susseguirsi delle stagioni. Una, praticata per fortuna da sempre più persone, è quella di usare la bicicletta per spostarsi: nella vita di tutti giorni, certamente, ma soprattutto durante i periodi di vacanza, quando la mente e il corpo hanno necessità di staccare. Come è stato scritto, la bicicletta permette di osservare il paesaggio senza essere chiusi dentro una scatola di lamiera ma muovendosi alla stessa velocità del nostro pensiero. Questa Guida cicloturistica della Provincia di Ascoli Piceno è in realtà una Guida al benessere perché contiene una serie di suggerimenti, redatti da esperti, per utilizzare le bellezze paesaggistiche del Piceno come terapia disintossicante. Naturalmente, ognuno potrà utilizzare questi suggerimenti secondo le proprie inclinazioni: vi troveranno indicazioni utili sia coloro che scelgono la bicicletta come unico mezzo di spostamento, raggiungendo quindi la nostra terra con le due ruote, sia coloro che se ne serviranno per conoscere meglio il paesaggio in occasione di escursioni e passeggiate. La guida è parte di un progetto che nasce da un idea forte, quella che una mobilità alternativa è possibile, che non è utopia concepire un sistema di trasporti validamente alternativo all uso massiccio dell auto privata. Un idea che la Provincia di Ascoli persegue attraverso diverse azioni. Alcune proiettate in un prossimo futuro, come la metropolitana di superficie che colleghi frequentemente e comodamente tutti i centri della costa e della vallata del Tronto; altre di immediata attuazione, e che infatti cominciano a funzionare, come una rete di bike hotel in grado di caratterizzare la propria offerta per dare ospitalità a quanti viaggiano in bicicletta o ne fanno richiesta per visitare luoghi e territorio. Questo è il territorio delle qualità che pensiamo debba essere la nostra Provincia: le vacanze in bici nel Piceno, lungo i dolci saliscendi delle sue strade immerse nella natura, a contatto con piccoli e incantevoli centri ricchi di espressioni artistiche, storiche ed enogastronomiche, a poca distanza dalle grandi spiagge della costa sono una risposta ideale per tutti coloro, e sono sempre di più, che da una vacanza si attendono non solo risposo ma anche occasioni per curare la persona e lo spirito. Il Presidente della Provincia Massimo Rossi L Assessore al Turismo Avelio Marini

5 indice Introduzione pag 5 Gli itinerari 1 Da Amandola ad Amandola per Montemonaco pag 9 2 Da Amandola all Ambro pag 15 3 Amandola - Smerillo - Santa Vittoria in Matenano - Amandola pag 21 4 Da Ascoli a Casteltrosino pag 27 5 Ascoli - Montegallo - Ascoli pag 33 6 Ascoli - Ceppo - Ascoli pag 39 7 Trisungo - Forca Canapine - Castelluccio - Trisungo pag 45 8 Il giro del Galluccio da Trisungo pag 51 9 Da Comunanza a Foce pag Montefortino - Montemonaco - Montefortino pag Ascoli - San Marco - San Giacomo pag Ascoli - San Vito - San Giacomo - Ascoli pag Ascoli - Ripe - San Giacomo - Ascoli pag Da Ascoli a Umito pag Castel di Lama - Offida - Castignano - San Benedetto pag Fermo - S. Elpidio Morico - Montottone - Fermo pag Girola - Belmonte - Servigliano - Girola pag Montegiorgio - Torre San Patrizio - Montegiorgio pag Da Pedaso al Muro di Ortezzano pag Pedaso - Campofilone - Montalto - Pedaso pag Porto San Giorgio - Torre di Palme - Petritoli - Porto San Giorgio pag San Benedetto - Acquaviva - San Benedetto pag San Benedetto - Ripatransone - Offida - San Benedetto pag L antica via Salaria Picena pag MTB Da San Giacomo alla Croce di Monte Piselli pag MTB Casteltrosino - Rifugio Paci - Casteltrosino pag MTB L Infernaccio, San Leonardo e Capo Tenna pag MTB Il sentiero dei mietitori da Valle Grascia pag MTB Da Montemonaco alla Sibilla pag MTB Da Colle a Colle per Macera della Morte pag 183 Le piste ciclabili del Piceno pag Altri itinerari nella Provincia pag 191

6 introduzione Trenta itinerari piceni, luoghi e leggende per passeggiare, allenarsi e scoprire. Montagne e mare, salite e discese, tornanti e rettilinei interminabili, boschi e single track, strade levigate come velluto e le pietraie dei Sibillini. C è tutto, eppure potrebbe esserci di più. Infinitamente di più... Quando è nata l idea di realizzare questa Guida, la fase di scelta dei percorsi è stata la più lunga. Più ancora del tempo necessario per raccogliere il materiale. E anche quando siamo giunti alla lista definitiva, abbiamo avuto tutti la sensazione che ce ne fossero trenta e altri trenta ancora che avrebbero meritato di esserci. Il Piceno in bici è la giusta dimensione del turismo. Lento. Poetico. Aspro. Prudente. Curioso. Sfrontato. Profumato. Ghiotto. Silenzioso, ma in certi passaggi fragoroso. Rilassante e adrenalinico. Ci sono la strada e la mountain bike, anche se in questa pubblicazione alle ruote da fuoristrada è stato dedicato poco più di un assaggio. C è l attenzione per le piccole cose e accanto l immensità di paesaggi possenti quanto dolci. Ci sono posti in Italia e di certo molti di 5

7 più nel mondo così sconosciuti da pensare che neppure esistano. Vivono nella percezione di chi li abita e nel passa parola dei pochi che hanno avuto l intuizione o la fortuna di esplorarli. Il Piceno è fra questi ma, come spesso accade, chi vi nasce ha spesso la pessima abitudine di guardare l erba del vicino. A 18 anni cominci a pensare che non valga la pena restarci. Le sirene delle metropoli hanno un fascino squillante. Le università più famose si trovano a centinaia di chilometri. Confondi l essenziale con il poco. Il tempo di pensare con la noia. Il futile col giusto. E spesso metti le radici in posti che non ti appartengono. PROVINCIA DI ASCOLI PICENO cartografia del Touring Club Italiano Autorizzazione 3 ottobre 2007 Touring Editore

8 E il bello è che lo sai. C è sempre qualcosa che ti manca. È quell accento che ti fa voltare ogni volta che lo senti o la targa dell auto davanti che ti strappa un sorriso. L orgoglio di un vino o di quell oliva ripiena che nessuno è in grado di capire. Il Piceno non te lo togli di dentro neppure se ti impegni: il tempo che impieghi per rendertene conto è ciò che fa la differenza tra una vita da esule e un felice ritorno. LEGENDA da strada Ce n è per tutti i gusti, tutte le gambe e tutte le stagioni. L inverno porta la neve ma non impedisce le uscite sul mare, mentre la torrida estate sconsiglia la pianura e ci spinge sui colli. Ma c è anche chi sfida la montagna d inverno e si arrampica sui fondi ghiacciati o sull asfalto bordato di neve, ma per prudenza lasceremo all inventiva e alla preparazione dei singoli le scelte più audaci. E poi c è la Salaria, l antica strada madre, la Route 66 d Italia, un luogo del pensiero prima che un nastro d asfalto. Collega Roma all Adriatico, il caos al silenzio, i pamountain bike facile medio impegnativo Il Piceno in bici però è affare per ciclisti veri. Ci sono sì le ciclabili e gli infiniti chilometri di lungomare, ma quando la strada si rizza sotto i pedali, la bicicletta ritrova la sua ragione d essere e nel Piceno di strade piatte ce ne sono davvero poche. Poi c è la storia che fa il resto. Colpa dei briganti, si direbbe, che a un certo punto si misero a imperversare e convinsero la gente di valle che fosse più sicuro costruirsi la casa sulla collina e cingerla di mura. Nacquero così paesi fortificati e fortezze che oggi, proprio come scrigni, custodiscono tesori da scoprire. Ci sono le salite. Quelle di collina: corte e ripidissime che ti fanno morire di crepacuore e crampi. E quelle di montagna: lunghe oltre i dieci chilometri, che mettono alla prova gambe e testa, cuore e polmoni. Leggerete di itinerari brevi e di altri decisamente più severi. Poi leggerete di veri e propri viaggi da un paese all altro e di uscite che richiedono molte ore sui pedali, partendo magari dal mare e arrivando a lambire il cielo dei passi di montagna. Volutamente non vi proponiamo distanze da campioni. Rimarremo per questo sotto i cento chilometri, pur sapendo che per dislivello alcune delle proposte vi metteranno a dura prova. 7

9 lazzoni ai silenziosi borghi. Pedalare fino alle porte di Ascoli il più delle volte diventa un viaggio nell anima: 185 chilometri durante i quali con il sudore puntualmente si sciolgono anche le sovrastrutture della metropoli. Dopo sette ore a spingere e pensare, ti guardi dentro e scopri che è rimasto soltanto l essenziale. Con la bici è così. Quando il cervello si concentra sullo sforzo, taglia da sé i pensieri inutili, li sfoca e poi li perde. È la forza di questa macchina così antica eppure così moderna, ma è anche la forza di questa terra, che ora può diventare un marchio di qualità. Ecco perché è nata l idea di investire su questa idea e farne un prodotto turistico per una nicchia di intenditori. Ci saranno alberghi a misura di cicloturista e punti di assistenza lungo i percorsi. Ci sarà ciò che serve per entrare in sintonia con questa terra antica e magica. Il Piceno e la bicicletta parlano la stessa lingua: quella della fatica e della conquista. Parlano a bassa voce. Per questo dopo aver percorso anche soltanto uno degli itinerari che qui vi proponiamo, sentirete il bisogno di assaggiare il successivo. E in men che non si dica avvertirete anche voi molto forte la voglia di non andare più via. Enzo Vicennati 8

10 DA AMANDOLA AD AMANDOLA 41,4 chilometri La strada medievale L elegante salotto, il solleone e i colori delle montagne 1 Risalendo dalle spiagge di Porto San Giorgio o Pedaso, rivolgendo la prua verso le montagne, dopo una trentina di chilometri la strada si inerpica su una dolce collina sulla cui sommità sorge la... comoda Amandola. Odore di montagna e sapore di mare, abbiamo pensato di partire da qui per un giro più culturale che atletico, più gastronomico che sportivo. Pedaleremo, certo, perché su certe strade non se ne può fare a meno. Affronteremo salite e discese, ma in ciascuna delle tre tappe di questo viaggio, scopriremo storie e tradizioni che richiederanno successivi approfondimenti. È il versante fermano dei Sibillini, le cittadine che toccheremo sono quelle di Amandola, Montefortino e Montemonaco e per ciascuna di esse, sia per la storia sia per il mito, ci sarebbe da raccontare per giorni...

11 1 DA AMANDOLA AD AMANDOLA Il punto di partenza è davanti alla più celebre delle porte cittadine, quella di San Giacomo, che vale la visita e la foto ricordo. Amandola nacque come Comune nel 1248, quando i castelli Leone, Agello e Marrabbione decisero di unirsi e confluirono prima sotto il controllo dei Malatesta, poi degli Sforza, infine sotto lo Stato della Chiesa. Forse Amandola è uno dei migliori punti di accesso al Parco dei Monti Sibillini, ma sfoggia anche tradizioni nella lavorazione del legno, abilità gastronomiche relative a funghi, tartufi, miele, formaggi e vini. Ne terremo certamente conto al rientro. Per ora si inizia a pedalare in lieve discesa e senza troppa fretta alla volta di Montefortino. La strada è orlata di querce, lecci e aceri, mentre in alto si riconosce il più tipico pascolo di montagna. La discesa termina dopo un paio di chilometri, poi inizia la risalita verso la prima tappa del viaggio, Montefortino, che si raggiunge dopo 4 chilometri scarsi e a capo di una blanda salitella (rapporti agili solo per salvare la gamba, altrimenti un 39x17 sarebbe più che sufficiente) tutta all ombra: dato ancor più apprezzabile nelle calde estati picene. Nonostante i 497 metri di quota, i mesi più caldi sono diventati insopportabili anche qui. Lo scenario è da rimanere senza fiato. Dopo aver pedalato in un contesto di campagna, ci si trova di colpo al centro di un anfiteatro di montagne vere, con cime che superano i metri, come ad esempio Pizzo Berro e la stessa Sibilla. Basta andare un po a zonzo per leggere la storia rurale di queste montagne. Ci sono il bosco e la pastorizia, ma c è anche l agricoltura, su cui si cominciò a spingere dopo il 1400, quando gli investimenti derivanti dal commercio diedero i loro frutti e vennero reinvestiti nella coltivazione dei cereali. Risale a quel periodo anche la costruzione delle case torri, possenti e curiose, con la stalla al piano terra, l appartamento al primo piano e l allevamento dei colombi nel sottotetto. Proprio dai colombi veni- Si parte dal cuore elegante di Amandola. 10

12 DA AMANDOLA AD AMANDOLA 1 va ricavata la colombina, il fertilizzante poi impiegato nei campi. Esaurita la visita alle aspre viuzze del paese, magari dopo aver fatto una sosta al Palazzo Leopardi che è sede della ricca Pinacoteca, si riempie la borraccia e si prende la via per Montemonaco. Tutta in salita, sia pure dolce. Tutta sotto il sole, spesso spietato. Tutta con una visuale mozzafiato sulle montagne. Montemonaco sorge a quota 961, Montefortino non raggiunge i 500 metri: il dislivello è sostanzioso, ma i chilometri sono 10,3, quindi la pendenza è ben distribuita. L unico tratto davvero impegnativo lo si incontra nella coppia di curve dopo il LUNGHEZZA 41,4 chilometri DISLIVELLO metri TOTALE CHILOMETRI SALITA 18,3 TOTALE CHILOMETRI DISCESA 23,3 PERCORRIBILITÀ In assenza di neve INDICE DIFFICOLTÀ medio RAPPORTI SUGGERITI 39-53/12-25

13 1 DA AMANDOLA AD AMANDOLA Camping Montespino. Per il resto si sale regolari. Di Montemonaco si sa ben poco, data la povertà di testimonianze archeologiche, ma visto che la zona era abitata già in epoca romana e che i coloni si spingevano fino alle montagne, non è difficile immaginare che il centro esistesse già a quei tempi. Fu nel XII-XIII secolo che la posizione dominante su un altura (facilmente difendibile), la vicinanza di boschi e pascoli, oltre all abbondanza d acqua determinarono la scelta del sito su cui far nascere l attuale Montemonaco. Vuole la tradizione che il nucleo originario del paese sia sorto attorno ad un monastero di benedettini posto sul punto più alto del colle. Si arriva al paese con un ultimo strappo proprio in coincidenza con il bivio per Ascoli Piceno. Una chiesetta in pietra sulla destra dice che la salita è finita (per il momento) e che la meta (parziale) è stata raggiunta. Il piazzale all arrivo è dominato da un bar, il centro storico sta alle spalle e merita una visita. Ci sono le mura ad esempio, che circondano completamente il paese: sono intervallate da solenni torrioni e hanno tre aperture in prossimità delle uniche tre porte: Porta San Giorgio, San Biagio, San Lorenzo. La fortificazione si narra che sia stata eseguita da artigiani lombardi, sfuggiti alla distruzione di Milano del 1162 ad Opera di Federico Barbarossa. Non siamo ancora a metà percorso, avendo pedalato per appena 14 chilometri, ma il grosso della fatica è già andato. Il percorso prevede ora una lun- 12

14 DA AMANDOLA AD AMANDOLA 1 Il lago di Gerosa: il tratto giusto per tirare il fiato. ghissima discesa fino alla ss 78, con l unico tratto pianeggiante per costeggiare il lago artificiale, ma ugualmente affascinante, di Gerosa, la cui diga si incontra dopo 10 chilometri giusti dalla ripartenza da Montemonaco, seguendo le indicazioni per Comunanza. Prima di dover stringere nuovamente i denti sarà perciò necessario attendere il chilometro 32,5, quando da Comunanza si riprenderà la via di Amandola. La strada sale per 3 chilometri, passando da quota 463 a 545, ma è ben poca cosa. Le montagne sono improvvisamente lontane e tornano visibili quando si termina la seconda scalata, di un chilometro quindi ancora meno... dolorosa, dal chilometro 38. Poi rimarranno discesa e la lenta risalita per le vie di Amandola fino al punto di partenza, con 41,4 chilometri nelle gambe. Chi sarà stato bravo potrà a questo punto sedersi con pieno diritto a uno dei tanti ristoranti meritevoli di attenzione. Cosa mangiare? Il cinghiale è sovrano, l agnello dei Sibillini non è da meno. Oppure le cucciòle (lumache) d alta montagna, cucinate all antica con le erbe aromatiche di montagna. Tartufi (nero e bianco) e funghi dai porcini, russole e semplici prataioli. Non c è che l imbarazzo della scelta, oltre a quello - più simile a rimorso - di reintegrare sin troppo facilmente le calorie lasciate lungo la strada... 13

15 FROM AMANDOLA TO AMANDOLA 41,4 Kilometers 1 The elegant country town and the mountain pastures A long climb from Montefortino to Montemonaco is the hardest size of this tour through the social history of this mountain district Along the walls of Montefortino. The tour starts from the most famous city door, the San Giacomo s one, that you have absolutely to visit and photograph. Amandola became a common in 1428, when three castles (Leone, Agello and Marrabione) joined themselves and went under the leadership of Malatesta family first, than under the Sforza s one and at last under the Vatican s control. May be Amandola is the most amazing point of access to the Mount Sibillini National Park, but it s already famous for the art of wood working and cooking specialities like mushrooms, truffles, honey, cheese and wine. When we start our tour, the road goes down and without hurry to Montefortino. Oaks, holm oaks and maples are all along the way, while looking higher you can see the typical mountain pasture. The descent ends after a couple of kilometres, then the road keeps climbing to the first tour step, Montefortino, that you will reach in about 4 kilometres and after an easy and shaded climb (short gears will be useful just to save your legs). Remember that shade will be very fine in summer: even if the altitude is about 500 metres, summer months are really very hot... Now you fall in the middle of a hard mountain theatre, with tops higher than metres, like Pizzo Berro and Sibilla. There are woods and pastures, but there is also the farming, that was the main investing after year At that time, a lot of tower-houses were built, strong and remarkables, with the cowshed at the ground floor, the home in the middle and the dove breeding under the roof. From the doves, farmers did draw out the columbine fertilizer for their fields. After a tour through the small town ways, giving a look to Palazzo Leopardi, you just have to refill the bottle and keep on pushing to Montemonaco: from now to the new destination (10 kilometres), the road will always be climbing. It s not so steep, but there is no tree shade, even if the scenery is so wonderful... Montemonaco is on a 961 meters hill and you understand that the climb is over when you see a small stone church on your right side. We aren t still at the half tour, because we just made 14 kilometres, but the most tiring part is over. The route is going down now, with a long descent to the 78 national road and a flat size along the Gerosa lake. After the Comunanza village, 32,5 kilometres after the start, the road will begin to climb again to Amandola. The hill is 3 kilometres long and the altitude goes from 463 to 545 metres above the sea. A second climb (one thousand metres, from 38th to 39th kilometer) will bring us in front of Amandola and now we just have a short descent to go back to the start place, after 41,4 kilometres. A good lunch with typical good foods will close the day in the best way... 14

16 DA AMANDOLA ALL AMBRO 9,6 chilometri 2 Un viaggio nell anima Scalata al Santuario del bosco incantato maggio del mille la Vergine Santissima, cinta di straordinario splendore, apparve in questa sacra roccia all umile pastorella Santina, Nel muta dalla nascita. La fanciulla ottenne il dono della parola in premio alle preghiere ed offerte di fiori silvestri che ogni giorno faceva all immagine della Madonna posta in una cavità di un faggio.... Sono le parole scritte su una lapide alle spalle dell altare della cappella del Santuario. Si arriva a 680 metri di quota, giusto ai piedi della scalinata che conduce al portale, ma la salita da affrontare è ben poca cosa al confronto con le imponenti scalate possibili nei dintorni. Una passeggiata, nulla più di una piacevole passeggiata con lo sguardo fisso alle montagne e quel misticismo che solo certi paesaggi sanno portare nell anima...

17 2 DA AMANDOLA ALL AMBRO Una passeggiata. Questo e poco altro è il percorso che in poco meno di 10 chilometri porta da Amandola al Santuario della Madonna dell Ambro, incastonato tra i metri della Priora e i del monte Amandola. Per questo si può scegliere di affrontarla con una bici da corsa o anche con un ibrida purché dotata di rapporti sufficientemente agili (sviluppo di almeno 3,6 metri) per superare l ostacolo più aspro che è la salitella fino alle porte di Montefortino. Appuntamento dunque ad Amandola, magari proprio nel caffè accanto a Porta San Giacomo, facilmente raggiungibile in auto o in pullman dalla riviera fermana, che dista circa 56 chilometri. I più allenati potrebbero addirittura partire in bici dal mare, per un giro che non propone grandi difficoltà altimetriche ma che alla fine svilupperà circa 130 chilometri. La strada prende subito a scendere per il breve tratto necessario ad uscire dall abitato, poi volta a destra in direzione Montefortino-Ambro e inizia subito a salire in modo però blando per 300 metri e poi si tuffa in discesa verso l inizio del tratto, quasi tutto a salire, che dopo 3 chilometri (4,5 dalla partenza) condurrà alle porte di Montefortino. La strada è in ottimo stato e il traffico tutto sommato molto... magro. Si passa davanti al vecchio stabilimento delle Acque Gallo e Si parte da porta San Giacomo ad Amandola. 16

18 DA AMANDOLA ALL AMBRO 2 poi la strada si infila in un tunnel di alberi, procedendo per strappi. Quando non si sale si scende, mentre scarseggiano i tratti di vera pianura. Ai lati della carreggiata campi di fieno appena mietuto sono popolati da simpatiche balle rotonde lasciate ad asciugare, in attesa che un camion venga a portarle via. L andatura è blanda, trattandosi di passeggiata, e allora fa comodo mettersi a ricordare ciò che si è letto sulle guide a proposito del Santuario dell Ambro, la cui Madonna è la protettrice dei Monti Sibillini e della loro gente. Ci fu un miracolo, pare, all origine della costruzione del Santuario: alla pastorella Santina fu restituito il dono della parola e così i fedeli decisero di ringraziare co- LUNGHEZZA 9,6 chilometri DISLIVELLO 253,1 metri TOTALE CHILOMETRI SALITA 6,48 TOTALE CHILOMETRI DISCESA 7,81 PERCORRIBILITÀ In assenza di neve INDICE DIFFICOLTÀ facile RAPPORTI SUGGERITI 39-53/12-21 Prevedendo il rientro in bici, ( i valori vanno moltiplicati per due Il fieno in balle lasciato ad asciugare dopo la mietitura.

19 2 DA AMANDOLA ALL AMBRO struendo un tempio nel bosco solcato dal torrente Ambro. Non si hanno notizie precise sulla data effettiva della costruzione, ma è certo che nel 1073 l Abate di un monastero vicino, quello di Sant Anastasio, decise di abbellirlo con donazioni da parte dei feudatari della zona. Dopo Montefortino, che si raggiunge davvero in un soffio, la strada scende e propone allo sguardo lo scenario delle montagne, che dalla Sibilla passano alla Priora e poi a Pizzo Berro e al Monte Amandola. Ora si risale il corso dell Ambro, infilandosi in una gola che non è certo strettissima, ma comunque profonda e incassata in pareti di roccia e bosco da cui schizzano spesso cascatelle che rallegrano lo sguardo e rimpinguano il corso del torrente. Dall inizio del falsopiano conclusivo fino all ingresso nel piazzale dell Ambro ci sono Il torrente Ambro, giusto accanto al Santuario.

20 DA AMANDOLA ALL AMBRO 2 4,5 chilometri, durante i quali la strada passa da quota 516 a quella finale di 680, per una pendenza media del 3,6 per cento che non ha strappi o impennate. L arrivo è silenzioso, come silenzioso è il luogo se si sceglie di visitarlo nei giorni infrasettimanali, mentre al contrario, in caso di festività religiose, può trasformarsi in un concentrato di bancarelle e turisti più chiassosi e desiderosi di fresco che credenti. Breve salita per Montefortino prima del finale. Ciò che si vede al primo sguardo (cioè il porticato e il campanile) in realtà è stato costruito nel ventesimo secolo, dopo lavori di ristrutturazione che iniziarono addirittura nel 1603 e andarono avanti per oltre trent anni, durante i quali fu eseguita anche la decorazione della Cappella della Madonna con opere di pittori e scultori quali Martino Bonfini da Patrignone (XVII secolo), Domenico Malpiedi (1634), Virginio Parodi della scuola Vaticana (1928). Dal 1897, ininterrottamente, il Santuario è custodito e retto dai Cappuccini, che hanno negli anni provveduto al restauro della chiesa e alla sistemazione del piazzale e delle aree circostanti. Trattandosi di passeggiata, visitata la Cappella, nulla vieta una sosta rilassante nel bosco, magari cercando refrigerio nell acqua del torrente, oppure la visita a uno dei ristoranti del piazzale per approfondire la conoscenza con la cucina della zona. 19

21 FROM AMANDOLA TO AMBRO 9,6 Kilometers 2 A soul trip to the old Sanctuary in the wood The road is very easy. The tour starts from Amandola and after Montefortino goes to the Ambro Sanctuary. A story of miracles and legends Ashort way to the holy place called Santuario dell Ambro, where the dumb shepherd girl Santina began to talk again as a grace for her prayers. The story is written on a stone just behind the altar. Just a short tour (less than 20 kilometres) from Amandola to Ambro and then back. All around you will see the legendary mountains, with their tops and stories. But if you are well trained and want to cycle some more, you can start your trip from the sea - Porto San Giorgio or Pedaso - and pedal all along the Val d Aso: 56 kilometres far from Amandola. Meeting point on the top of Amandola, drinking a coffee before leaving the town. The road begins to go down by the city centre, then starts climbing turning right to Montefortino. The real hill is going to begin 4,5 kilometres after Amandola. The asphalt is pretty good and traffic doesn t exist at all. Just have a look to the old mineral water Acqua Gallo factory, then the way goes on between pastures and hay bales just waiting for a truck to bring them away. You get to Montefortino in a breath, even if sometimes the climb could seem steep. When Montefortino is in the back, the way goes down for a short while and you can look at the mountains, from Sibilla to Priora, then Pizzo Berro and Mount Amandola. From Montefortino to Santuario dell Ambro it takes 4,5 kilometres. The road goes sweetly climbing (3,6 %) without steep stretches. Pushing slowly, you just think of the holy legend of the dumb shepherd Santina. The miracle was the reason why people decided to build the Sanctuary, even if we don t have the right date of the building beginning. What s sure is that in 1703 the monks of Sant Anastasio abbey, in a place close to here, decided to make it better with the presents of noblemen all around. When you get to the large square in front of the church, you just can feel the silence and the sacred atmosphere, but in the holydays everything will be covered by the noise of stalls and tourists. The first things you see are the portico and the bell tower. This one was built in XX century, during the public works begun in At the end of the holy visit, especially in summer, you can have a walk in the wood and refresch your feet in the icy torrent, then eat some good foods in the restaurants in the square. The way back to Amandola makes the kilometres double, but it hasn t any steep stretch. 20

22 AMANDOLA - SMERILLO - S. VITTORIA IN MATENANO AMANDOLA 48,2 chilometri La via dei fossili Antiche mura e chiese. Salite cattive e profumo di mare 3 Andare in salita dove un tempo c era il mare. Affrontare scalate sino a quote più basse rispetto alle vette appenniniche, ma ugualmente severe. Godere di scenari rurali al cui confronto altre regioni hanno poco da gonfiare il petto. Assaporare quell aria di tempi passati che ti assale ogni volta che metti piede in questi borghetti di legno e pietra sulla cima del colle, in cui l arrivo del forestiero viene ancora visto come un singolare evento. Il punto di partenza per questo itinerario non certo facile ma ricco di spunti è ancora una volta Amandola, accessibile dall ascolano e dal fermano e punto d incontro ai piedi dei Sibillini. Ma per un giorno volteremo le spalle ai Monti Azzurri e prenderemo la via verso il mare. Poi la salita farà il resto...

23 3 AMANDOLA - SMERILLO - S. VITTORIA - AMANDOLA Prenderemo la via verso il mare, da Amandola lungo la Val Tenna, almeno fino al primo bivio, circa 5 chilometri dopo il via. Poi leggeremo direzione Smerillo e la strada che prende subito a salire sarà un richiamo troppo forte... Perché Smerillo? Perché circa cinque milioni di anni fa, prima che l apertura dello Stretto di Gibilterra (dovuto al distacco tra l Europa e l Africa) riportasse acqua nel Mediterraneo morente, la catena appenninica si era già delineata, dando all Italia la conformazione di una serie di isole. Da queste parti probabilmente un fiume si riversava nel mare. Lo dicono le rocce e i fossili che sono esposti nel museo di Smerillo e i luoghi visitabili, come la Fessa: una profonda fessura nella roccia in cui passa un solo uomo per volta e che mette in evidenza una stratificazione di arenarie spessa una ventina di metri. Lo studio dei fossili, in prevalenza conchiglie e resti di organismi ancora viventi nel Mediterraneo, ha detto che i sedimenti furono trasportati da possenti correnti d acqua e che le rocce su cui sorge Smerillo si formarono in un ambiente marino (che ora si trova a quasi 50 chilometri di distanza), ma che fino a tre milioni di anni fa era ancora qui. Lo scenario cambia subito. I Sibillini sono alle spalle.

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

L ultima cosa che ho visto

L ultima cosa che ho visto L ultima cosa che ho visto Cinzia Politi L ULTIMA COSA CHE HO VISTO www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Nome Autore Tutti i diritti riservati Dedicato a Sara, una giovane, grande donna CAPITOLO

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli