2.4.2 La Prevenzione e la Diagnostica Ginecologica Precoce

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2.4.2 La Prevenzione e la Diagnostica Ginecologica Precoce"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO OSPEDALE LUIGI SACCO UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE DIRETTORE PROF. IRENE CETIN ANNO ) Premessa: i dati di base 2) La Clinica Ostetrica e Ginecologica. 2.1 Il Pronto Soccorso Ostetrico-Ginecologico 2.2. Ostetricia La Sala parto ed il Post-partum Attività ambulatoriali ostetriche di I livello La Patologia della Gravidanza La Diagnosi Prenatale Precoce 2.3. Le Attività per la Legge 194/ Ginecologia La Ginecologia Chirurgica La Prevenzione e la Diagnostica Ginecologica Precoce 2.5 Il Centro di Riproduzione Assistita 3) La Didattica 4) La Ricerca 5) Conclusioni e prospettive

2 2 1) PREMESSA: i DATI di BASE Nel 2011 sono stati sviluppati obiettivi clinici qualitativi in ambito ostetrico e ginecologico, per la riduzione dell invasività chirurgica e per la prevenzione del rischio in gravidanza ed in sala parto. E stato inoltre dato spazio allo sviluppo di protocolli per l ottimizzazione delle risorse, in particolare attraverso la razionalizzazione delle diverse competenze professionali e ad un miglior utilizzo dei farmaci. Si è promossa l umanizzazione del parto associata al monitoraggio del rischio. Sono state sviluppate collaborazioni con il territorio e con la ASL per favorire il contatto tra mamma e bambino e l allattamento al seno. I volumi di attività complessivi sono stati così ripartiti, in base ai dati ricavati dal Controllo di Gestione: ricoveri ordinari e day hospital con un ricavo di e prestazioni ambulatoriali con un ricavo di Nel complesso la nostra UO ha ricavato (-0,23% rispetto al 2010). Nel 2011, dopo il convegno organizzato alla fine del 2010 al Sacco su Il monitoraggio del rischio in Sala Parto: il Progetto REMINE, è proseguita la collaborazione con la Regione con l organizzazione di Corsi di Formazione Regionale su La gestione del rischio in Sala Parto. Nel 2011 sono state svolte 4 edizioni e sono in programma altre 4 edizioni nel Nel giugno del 2011 grazie alla collaborazione di tutto il personale anche di altre UO, è stato organizzato il Convegno di Chirurgia mini invasiva ginecologica con sessioni di chirurgia in diretta, con notevole partecipazione di personale medico, ostetrico ed infermierico interno ed esterno e con il patrocino della Regione e di diverse Società Scientifiche.. Per lo sviluppo della professionalità di tutto il personale, è proseguita la attività di razionalizzazione assistenziale, scientifica e didattica. In particolare: - è proseguita l attività di discussione e formazione sui protocolli clinici diagnostici e terapeutici e sono stati rivisti diversi percorsi; - si è concluso il Progetto Remine, Progetto della Comunità Europea per il Monitoraggio del Rischio in Sala Parto, di cui è stata partner la Regione Lombardia; L impegno nella divulgazione delle nostre attività e nel contatto con le Associazioni di pazienti è stato in diversi campi e in particolare si ricorda: - il blog di comunicazione tra operatori e pazienti; - il progetto Con-Tatto, con il Consultorio CEMP, con svolgimento di gruppi settimanali per mamme-neonati per favorire il contatto tra mamma e bambino e l allattamento al seno. L attività didattica si è svolta nei Corsi di Laurea di Medicina e Chirurgia e di Biotecnologie Mediche, nei Corsi di Specializzazione in

3 3 Ostetricia e Ginecologia e in Chirurgia Generale e nel Dottorato di Ricerca. Sono state seguite diverse tesi anche di studenti di altre sedi. L attività scientifica, svolta all interno del Dipartimento di Scienze Cliniche è proseguita nel contesto di collaborazioni internazionali e nazionali, con finanziamenti sia da enti pubblici che privati. Il Laboratorio di Ricerca Biomolecolare per lo studio e la cura delle patologie riproduttive, ha proseguito la sua attività nel Centro di Ricerche Fetali Giorgio Pardi.

4 4 2) LA CLINICA OSTETRICA E GINECOLOGICA 2.1 Il PRONTO SOCCORSO Ostetrico-Ginecologico L area dedicata alla Accettazione con funzioni di Pronto Soccorso è ubicata all ingresso del Reparto, in contiguità con l'area dedicata alla Sala Parto ed alla Sala Operatoria. In questo contesto vengono valutate tutte le pazienti che afferiscono per problemi ostetrici, compresi i travagli di parto, e per problemi ginecologici. Inoltre, vengono effettuate consulenze richieste dai medici del Pronto Soccorso Generale. 2.2 OSTETRICIA La Sala Parto ed il Post-Partum Nel 2011 sono nati 1194 neonati da 1175 parti (- 37 rispetto al 2010). I neonati trasferiti sono stati 5 (-8). Il 36,2% (-0,7%) delle partorienti era di origine straniera. 754 parti sono stati vaginali (64,4%, +0,9%), di cui 28 (3.7% sul totale dei parti vaginali) con ventosa ostetrica. 421 parti sono stati cesarei (35,6%; -0,8%). Le principali indicazioni al taglio cesareo elettivo sono state: pregresso TC (41,8%; -1,9%), presentazione anormale (23,3%; +5,6%), desiderio materno certificato (10,8%; -2,2%), HIV positività (9,7%; +2,9%), patologia della gravidanza e indicazioni mediche (8,7%; -2,1%), presentazioni anomale di un gemello in gravidanza gemellare (5,7%; -1,9%), I tagli cesarei urgenti sono stati effettuati per sofferenza fetale (40,3%; -19,3%), mancato impegno della parte presentata (19,4%; +6,8%), distocia cervicale (17,2%; +5,4%), fallimento induzione (16,4%; +0,4%), patologia della gravidanza e indicazioni mediche (5,3%; +5,3%), presentazione anomala (0,7%; +0,7%), richiesta materna in paziente che ha rifiutato la prosecuzione dell induzione (0,7%; +0,7%). E evidente che soltanto alcune di queste indicazioni possono essere ridotte, e che quindi non si può parlare genericamente di riduzione dei cesarei senza tener conto della specifica indicazione. Complessivamente i tagli cesarei sono stati eseguiti in elezione nel 46,7% e in urgenza nel 53,3%. Nel 2011 è stato reso di routine il protocollo per il parto nelle pazienti con precedente taglio cesareo. Su 20 pazienti ammesse al travaglio di prova, 10 (+5) pazienti hanno partorito per via vaginale previo consenso informato. Nel 20,1% (+2,9%) dei parti complessivi si è avuta una induzione del travaglio, esitato in parto vaginale nel 72% dei casi (-4,1 %). I tagli cesarei urgenti nelle pazienti sottoposte ad induzione del travaglio sono stati effettuati per sofferenza fetale (31,8%; -10,6%), fallimento induzione (33,3%; +1,1%),

5 5 distocia cervicale (21,3%; +11,1%), mancato impegno della parte presentata (6,1%; -2,4%), altre indicazioni (7,5; +0,8%). Sono state effettuate 217 analgesie al parto, quindi 28,8% (+4,9%) dei parti vaginali. In 30 (13,8%; +0,2%) pazienti in cui è stata effettuata l analgesia epidurale è stato necessario eseguire un taglio cesareo urgente e in 13 (5,9%; +3,2%)è stata applicata la ventosa ostetrica. La procedura è stata effettuata 24 ore su 24 per 7 giorni alla settimana, senza interruzioni nei giorni festivi e nel periodo estivo. Donazione del sangue cordonale Nel 2011 è proseguita la collaborazione con la Milano Cord Blood Bank della Fondazione IRCCS Policlinico per la raccolta del sangue cordonale. Nel corso dell anno sono state raccolte ed inviate alla banca 40 sacche di sangue Attività ambulatoriali ostetriche di I livello L ambulatorio di OSTETRICIA di I livello svolge attivita di diagnostica, counseling e terapia di base per pazienti gravide italiane e straniere che non necessitano l intermediazione culturale e per straniere con la copresenza della Intermediatrice culturale Cinese, Araba e Latino-americana (con ambulatori multiculturali dedicati). Sono state svolte in totale 1784 visite ostetriche di I livello. L ambulatorio di Ecografia Ostetrica di I livello effettua ecografie del I, II e III trimestre secondo le linee guida SIEOG. Nel 2010 sono state complessivamente effettuate 2187 ecografie ostetriche di I livello. Nell ambulatorio di GRAVIDANZA PRESSO IL TERMINE viene valutato il benessere materno e fetale attraverso la raccolta dell anamnesi, la visita ostetrica e la valutazione di peso e pressione, l esame ecografico per la valutazione della quantità di liquido amniotico e della presentazione fetale e la valutazione della frequenza cardiaca fetale attraverso la cardiotocografia, secondo un protocollo rivisto nel corso del Sono state codificate 281 visite, 268 ecografie e 239 monitoraggi cardiotocografici. Nell ambulatorio di PUERPERIO e POST ABORTO SPONTANEO vengono riviste le pazienti dopo circa 40 giorni dalla conclusione della gravidanza. 338 donne che hanno partorito presso la nostra struttura (29%) hanno partecipato al Corso di Preparazione al Parto. Questo corso, che si è svolto per 8 edizioni nel corso del 2011, consiste in 4 incontri teorici (con il ginecologo, la neonatologa, la psicologa) e 6 incontri teorico-pratici coordinati dalla Capo-ostetrica con la partecipazione delle Ostetriche. Nelle ultime 2 edizioni è stata introdotto un incontro coordinato da una figura medica che affronta le tematiche della sessualità e dell'educazione funzionale del pavimento pelvico. Inoltre, è stata avviata una collaborazione con l'unità di Riabilitazione che diventerà operativa dal prossimo marzo e che prevede la trattazione teorico-pratica di tematiche posturali.

6 La medicina materno-fetale All interno del Reparto di Ostetricia e Ginecologia, 6 letti sono dedicati ai RO di Patologia della Gravidanza. I ricoveri sono stati 400 nel 2011 (+ 49 rispetto al 2010). Le principali indicazioni al ricovero sono state le patologie da insufficienza placentare (preeclampsia, IUGR, oligoidramnios: n=120), le patologie materne (patologie autoimmuni, polmoniti, gravi anemie materne, etc: n=60) e la minaccia di parto prematuro (n=55). Sono state trasferite 5 pazienti per indicazioni urgenti al parto prima di 31 settimane di epoca gestazionale. Nell ultimo anno sono stati iniziati due ambulatori nuovi, per la prevenzione delle patologie della gravidanza. Il primo per la prevezione delle patologie nutrizionali e metaboliche legate al sovrappeso ed all obesità materna ed il secondo per il counselling e il monitoraggio delle gravidanze con patologie che necessitano di terapie psicofarmacologiche. Le prestazione dell ambulatorio di patologia della gravidanza nel 2011 sono state 696. Sono state inoltre eseguite 1457 ecografie ostetriche di II livello (vedi sotto). Sono anche state effettuate 50 consulenze psicologiche grazie alla presenza di una Dottoranda laureata in Psicologia. Inoltre esiste un percorso diagnostico-terapeutico specifico per le gravidanze associate ad infezione materna da HIV. Le prestazioni offerte comprendono: consulenza preconcezionale, visite ed ecografie ostetriche, diagnosi prenatale, contatto con gli infettivologi curanti per la esecuzione di esami e prescrizione terapie, prenotazione di esami preoperatori ed intervento di taglio cesareo, compilazione cartella clinica e consenso informato La diagnosi prenatale precoce e le malformazioni fetali La diagnosi prenatale precoce, per l identificazione di anomalie fetali genotipiche e fenotipiche congenite e acquisite, ha mantenuto un elevato volume di attività, così suddiviso: 1. Sono state effettuate 1457 ecografie ostetriche di II livello, con le seguenti indicazioni: Patologia della crescita fetale, Flussimetria feto-placentare alterata, Pregressa storia ostetrica sfavorevole, Patologie materne preesistenti e complicanti la gravidanza, gravidanze gemellari e presenza di infezioni in gravidanza. Inoltre sono state effettuate 110 ecocardiografie fetali per indicazioni malformative. 2. Sono state eseguite 352 procedure invasive complessive. 222 di queste sono state amniocentesi e 130 villocentesi, con successive consulenze insieme al genetista quando necessario per comunicare la diagnosi e la prognosi fetale e definire il trattamento post-diagnosi. E stata effettuata 1 funicolocentesi per diagnosi di anemia fetale in una gravidanza complicata da idrope fetale.

7 7 1. E' proseguita la attività di screening di anomalie cromosomiche fetali nell ambulatorio dedicato alla valutazione combinata di parametri ecografici e biochimici e sono stati eseguiti 423 bitest. Aree di eccellenza per le patologie materno-fetali La nostra Clinica rappresenta un centro di eccellenza internazionalmente riconosciuto nell ambito materno-fetale, sia per le malattie della gravidanza, che per la diagnosi prenatale delle malattie fetali. Il Centro di Ricerche Fetali Giorgio Pardi dell Università degli Studi di Milano ha sede presso di noi (Direttore Prof Irene Cetin). Questi sono alcuni ambiti specifici: Couselling su fattori di rischio preesistenti e/o insorgenti in gravidanza, diagnosi precoce e profilassi per patologie della gravidanza quali preeclampsia e parto prematuro. Progetto finanziato dal Ministero della Salute e dal MIUR (Coordinatore Prof Irene Cetin) Counselling su nutrizione e ruolo dei micronutrienti nella riproduzione e nella gravidanza, nell ambito del progetto Eurreca, approvato dalla Comunità Europea (Coordinatore Prof Irene Cetin). Particolare attenzione e percorsi individuali per pazienti sovrappeso ed obese o con diabete. Diagnosi prenatale ecografica precoce per l identificazione di anomalie fetali genotipiche e fenotipiche congenite e acquisite, e per lo studio fisiopatologico del feto in gravidanze complicate da patologie. Particolare attenzione all ambito legato agli psicofarmaci. Monitoraggio della gravidanza e assistenza al parto in donne HIV positive (Registro Nazionale ISS) 2.3 LE ATTIVITA' DELLA LEGGE 194/78 Sono state effettuate 440 interruzioni di gravidanza secondo la legge 194/78. Sempre in accordo con la legge 194/78, questa attività è svolta dai medici non obiettori, attualmente 6. Ogni singola prestazione prevede visita ginecologica, ecografia, stesura del certificato di richiesta di interruzione (se non già in possesso della paziente), compilazione della cartella clinica, del consenso informato, prenotazione intervento, invio per esecuzione di esami ematochimici e prenotazione visita anestesiologica. Nel corso del 2011 sono state effettuati 414 IVG entro la 12 settimana, di cui 404 mediante tecnica chirurgica e 10 con tecnica farmacologica (RU 486) entro la 7 settimana. Sono state effettuate 26 AT di cui 16 isterosuzioni tra settimane e 10 induzioni mediche di travaglio abortivo oltre la 16 settimana. Alle pazienti viene offerta la possibilità di eseguire i controlli post-intervento (prenotati al momento della dimissione) con esecuzione di visita ginecologica, ecografia transvaginale e discussione sulla contraccezione più idonea per la paziente.

8 8 2.4 GINECOLOGIA La Ginecologia Chirurgica La Sala Operatoria dell UO di Ostetricia e Ginecologia funziona tutti i giorni con una seduta programmata. Infatti, pur avendo a disposizione 2 sale operatorie, la necessità di mantenere una sala operatoria disponibile per eventuali urgenze ostetriche non consente di effettuare interventi programmati in contemporanea nelle 2 sale. La Sala Operatoria Centrale viene utilizzata per 2 mattine alla settimana per gli interventi ginecologici maggiori. Nella sala operatoria della Ginecologia viene effettuata la restante attività chirurgica dell UO, sia ostetrica che ginecologica, ad eccezione dei pick-up ovocitari e dei transfer che vengono effettuati nella sala operatoria presente nei locali della riproduzione assistita. Particolare attenzione è stata data ai tempi di degenza: le pazienti sottoposte ad interventi ginecologici in ricovero ordinario sono state ricoverate il giorno prima dell intervento avendo eseguito la preparazione all'intervento ambulatorialmente. I tempi di degenza postoperatori sono positivamente condizionati dal largo impiego della via vaginale e laparoscopica, nel pieno rispetto dell agio della paziente e con maggiore gradimento della stessa. Inoltre, da ottobre 2008, le pazienti sottoposte a taglio cesareo vengono ricoverate la mattina stessa dell intervento con riduzione della degenza media da 4 a 3 giorni. Nel corso dell anno 2011 sono stati effettuati complessivamente 1857 interventi ostetrici e ginecologici. Il confronto con l anno precedente vede un aumento diminuzione del numero degli interventi totali di 12 unità. Nel dettaglio, N Delta N con 2010 Tagli cesarei 421 (22,7%) -20-1,2% interventi ginecologici maggiori interventi ginecologici minori 216 (11,6%) +8 +3,6% 1220 (65,7%) ,9% Delta % con 2010

9 9 Gli interventi ginecologici maggiori (N=216), in base all approccio chirurgico, sono così distribuiti: N Delta N con 2010 Via laparotomica 36 (17%) -6-3% Via vaginale 60 (28%) 0-1% Via laparoscopica 120 (55%) % Delta % con Interventi laparoscopici sono stati eseguiti mediante chirurgia robotica. Gli interventi ginecologici minori in Day Surgery sono così distribuiti: Commento: Interventi isteroscopici Interventi per PMA (pick ovocitario, embryotransfert) N Legge Altro (revisioni uterine, conizzazioni, DTC, ecc) 246 Gli interventi ginecologici maggiori sono aumentati di 8 unità (+4%). E stato perseguito l'obiettivo di estendere l'impiego della chirurgia mini-invasiva rappresentata dalla via vaginale e da quella laparoscopica rispetto a quella laparotomica portando ad una ulteriore diminuzione degli interventi laparotomici del 3% rispetto al Attualmente gli interventi per via vaginale o laparoscopica rappresentano l 83% degli interventi ginecologici maggiori (vs 80% del 2010, 74% del 2009 e 67% del 2008). Questo miglioramento qualitativo ha però portato ad un prevedibile allungamento dei tempi chirurgici richiesti per effettuare interventi complessi come isterectomia e miomectomia per via laparoscopica e robotica.

10 L attività ambulatoriale ginecologica a. Attività ambulatoriale di I livello Nell Ambulatorio di Ginecologia sono state effettuate 1126 visite ginecologiche e 1415 tamponi + Pap Test. Questo ambulatorio svolge attivita di diagnostica ginecologica, counseling e terapia di base per tutte le pazienti che vi afferiscono, nonche visite di follow-up a scopo di prevenzione. b. Diagnostica Ginecologica Precoce L'ambulatorio "centro di diagnosi e cura delle patologie del tratto genitale inferiore" ha effettuato nel 2011 un totale di 792 prestazioni. Questa attività ambulatoriale viene svolta secondo le linee guida della Società Italiana di Colposcopia e Patologia cervico vaginale (SICPCV). Vengono anche seguite in un ambulatorio dedicato le pazienti HIV positive. c. Ambulatorio di ecografia ginecologica Sono state effettuate un totale di 1490 ecografie ginecologiche, comprensive di I e II livello. Questo ambulatorio svolge attivita di diagnostica ecografica ginecologica secondo le linee guida SIEOG. La prevenzione ginecologica Particolare attenzione viene prestata ai percorsi diagnostici-terapeutici per la prevenzione delle malattie e dei tumori dell apparato genitale femminile. In particolare attraverso: Centro di Diagnosi Precoce delle patologie cervicali e vulvari da HPV. Questo Centro è parte del Progetto Regionale VALHIDATE (VALutazione e monitoraggio dell Infezione da HPV e delle patologie correlate in Donne ad elevato rischio per il carcinoma della cervice uterina. Centro di riferimento per le ecografie ginecologiche di II livello per la diagnosi della patologia endometriale, ovarica e di endometriosi profonda mediante utilizzo di ecografi tridimensionali, all interno di studi multicentrici europei. d. Attività ambulatoriale di Urodinamica Nel corso del 2011 sono state effettuati 207 visite e 227 prove urodinamiche nell Ambulatorio di Urodinamica rappresentati sia da invii per patologie di natura medica (Vescica iperattiva, urgenza sensitiva,difficoltà di svuotamento vescicale, infezioni urinarie ricorrenti) che per incontinenza urinaria da sforzo e prolasso genitale. Dopo l inquadramento clinico e strumentale, una percentuale elevata di pazienti sono state inviate alla terapia riabilitativa,effettuata in collaborazione con la unità di Recupero e Riabilitazione Funzionale E inoltre stata consolidata la collaborazione con la Chirurgia generale, per l inquadramento diagnostico ed il trattamento riabilitativo delle pazienti con contestuale incontinenza urinaria e fecale.

11 11 e. Ambulatorio di Oncologia Ginecologica In questo Ambulatorio viene effettuata la diagnosi dei tumori dell apparato genitale, vengono avviate le pazienti all intervento chirurgico, eventuale radio e chemioterapia e viene effettuato il follow-up. Nel 2011 sono state effettuate 290 visite e 72 ecografie. f. Ambulatorio di Menopausa e di Ginecologia Endocrinologica In questo Ambulatorio sono state effettuate 221 prestazioni nel corso del Particolare attenzione è stata dedicata alla menopausa che richiede un counselling mirato in base alle caratteristiche della paziente per la prevenzione del rischio oncologico, cardiovascolare, osteoporotico e dismetabolico. Ambulatorio Vaccinazioni HPV E proseguita l attività di vaccinazione HPV, iniziata nel 2010 sono state definite le linee guida a livello regionale, di cui si è fatta promotrice la nostra Clinica in collaborazione con lo IEO e la Regione. E stato quindi approntato il percorso per la vaccinazione delle donne di età tra 14 e 26 anni. Inoltre è iniziato un percorso collaborativo con le altre Aziende Ospedaliere di Milano che hanno realizzato un ambulatorio vaccinale (Azienda Ospedaliera V.Buzzi, Azienda Ospedaliera Macedonio Melloni, Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda, Azienda Ospedaliera San Carlo, Azienda Ospedaliera San Paolo, IEO) al fine di attuare percorsi comuni e una futura raccolta di dati epidemiologici. L ambulatorio Vaccinale è stato aperto alla fine di settembre 2010: da allora sono stati realizzati quattro incontri informativi (con cadenza mensile) che hanno visto la partecipazione di pazienti per seduta e sono state effettuate 70 prime dosi vaccinali.

12 IL CENTRO DI RIPRODUZIONE ASSISTITA Il Centro di Riproduzione Assistita, istituito nel 2000, è strutturato per la diagnosi e la cura dell'infertilità di coppia, con particolare attenzione ai pazienti con patologie infettive. Nel 2008 il Centro ha ricevuto l accreditamento formale come Centro di III livello. Nel 2011 il Centro ha effettuato 198 prelievi di ovociti (pick-up ovocitario) e 164 transfer di embrioni, per un totale di 362 ricoveri in Day Hospital (357 nel 2010). Sono state effettuate 5621 prestazioni ambulatoriali. Presso il Centro viene svolto un completo iter diagnostico (ormonale, ecografico, endoscopico) per entrambi i componenti della coppia e successivamente si effettuano tutte le procedure terapeutiche, incluse le procedure di Procreazione Medico Assistita. Vengono eseguite metodiche di I livello come il monitoraggio ecografico dell'induzione dell'ovulazione con temporizzazione dei rapporti, e di II e III livello, quali l'inseminazione intrauterina (IUI), la fertilizzazione in vitro standard con trasferimento embrionario (FIVET), la fertilizzazione in vitro con microiniezione dello spermatozoo (lcsi), il prelievo chirurgico degli spermatozoi dall'epididimo (MESA) o dal testicolo (TESE) in collaborazione con la Clinica Urologica, e la crioconservazione dei gameti, ai sensi della normativa sull infertilità di coppia (legge 40/2004). L attività clinica nel 2011 è consistita in: Monitoraggio ecografico dell ovulazione 1542 Inseminazioni intrauterine 730 Consulenze 452 Spermiogramma, swim up, Percoll 2693 Transfer di embrioni 164 Prelievo di ovociti 198 Isterosonografia 132 Congelamento di gameti 72 Assistenza riproduttiva a coppie con patologie infettive Il Centro rappresenta il centro di riferimento per le coppie con patologia infettiva, in particolare da HIV: è il primo servizio pubblico in Italia ed ancor oggi uno dei pochi sul territorio nazionale, che ha organizzato il trattamento del liquido seminale nelle coppie con partner maschile sieropositivo. Vengono anche seguite coppie con patologie infettive da HCV.

13 13 3) LA DIDATTICA La nostra U.O. promuove un attività di formazione, sia in ambito nazionale che internazionale. Sono presenti studenti, specializzandi, dottorandi, assegnisti e borsisti con una visione che consente in modo integrato di acquisire il sapere, il saper fare e il saper essere a tutti i livelli della discenza. In particolare, gli specializzandi seguono un percorso teorico-pratico che li porta, al termine della specialità, all apprendimento dei percorsi diagnostico-terapeutici in ambito ostetrico e ginecologico. Il volume dell attività didattica è indicato dagli insegnamenti espletati: Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Corso di Specializzazione in Ginecologia ed Ostetricia Dottorato di Ricerca (Scienze fisiopatologiche, neuropsicobiologiche e assistenziali del ciclo di vita) Laurea triennale in Ostetricia Laurea triennale in Biotecnologie Mediche Laurea specialistica in Scienze infermieristiche ed ostetriche Laurea specialistica in Biotecnologie mediche e medicina molecolare oltre a numerose altre attività in altri Corsi di Laurea e di Specializzazione. Inoltre è stato svolto un programma didattico riconosciuto dalla Direzione Sanitaria con incontri settimanali di reparto con ECM. Sono stati organizzati due convegni nazionali nell Aula Magna del Sacco a cui hanno partecipato ginecologi, ostetriche ed infermieri: - 29 ottobre Corso di aggiornamento: Il monitoraggio del rischio in Sala Parto: il Progetto Remine, patrocinato da Ospedale Sacco, Università di Milano e Regione Lombardia dicembre Convegno su: Nuove raccomandazioni per la diagnosi del Diabete Gestazionale, patrocinato da Ospedale Sacco, Università di Milano e Società Lombarda di Ostetricia e Ginecologia (SLOG).

14 14 4) LA RICERCA Obiettivi e attività di ricerca anno 2011 Nel 2011, la Clinica Ostetrica e Ginecologica ha coordinato e partecipato a numerosi protocolli di studio multicentrici nazionali ed internazionali, tra cui: - Progetto COFINanziato MIUR: Valutazione di potenziali markers clinici e biochimici di parto prematuro: infiammazione, stress ossidativo, microrganismi orali e malattia parodontale. - Progetto Strategico del Ministero della Salute su: Ruolo di nuove molecole infiammatorie nelle patologie della gravidanza e nella salute materno-neonatale - Network Of Excellence approvato dalla Comunità Europea: Harmonising Nutrient recommendations across Europe with Special Focus on Vulnerable Groups and Consumer Understanding (EURRECA) - Progetto PUR dell Università degli Studi di Milano: Correlazione tra genotipo e fenotipo materno e neonatale in gravidanze con decorso fisiologico ed in gravidanze con uso di anticoagulanti: osservazione degli effetti sulla patologia emorragica e trombotica neonatale. - Progetto ReMINE approvato dalla Comunità Europea su: High performances prediction, detection and monitoring platform for patient safety risk management. - Progetto Internazionale Studio IOTA (International Ovarian Tumor Analysis) - Progetto Internazionale Studio IETA (International Endometrial Tumor Analysis) - Progetto Internazionale ESGE-ESHRE ConUtA (Congenital Uterine Anomalies) Study Group. Sono stati inoltre presentati tramite la Direzione Generale dell Ospedale L. Sacco i progetti Sofferenza fetale in travaglio a basso e alto rischio per il bando Ricerca Indipendente Regione Lombardia, in fase di valutazione e Inflammation and ossidative stress in preeclampsia: role of the maternal endothelium and of the placenta potential role in early markers development per il bando Ricerca Finalizzata 2010 del Ministero della Salute anch esso in fase di valutazione. Sono stati ottenuti finanziamenti anche dalle seguenti Fondazioni: - ASM Associazione per lo Studio delle Malformazioni - Fondazione Giorgio Pardi - Fondazione RICERCA DONNA E FETO - NPS Network Persone Sieropositive - COPEV Prevenzione e cura delle Epatiti Virali Pfizer ha contribuito all attivazione di un contratto di ricerca per il reparto di PMA per il 2012.

15 15 Sono in corso collaborazioni con le seguenti Associazioni di Pazienti: - NPS Network Persone Sieropositive - Associazione SOS Infertilità - Associazione ONLUS Sulle ali di un angelo. Centro Universitario di Ricerche Fetali Giorgio Pardi Il Centro di Ricerche Fetali Giorgio Pardi è stato istituito presso il Dipartimento di Scienze Cliniche Luigi Sacco, grazie ad un finanziamento di ASM (Associazione per lo Studio delle Malformazioni). Il Centro è stato registrato sul portale della Regione Lombardia QUESTIO. Il Centro si propone le seguenti finalità: - promuovere e favorire studi sperimentali e clinici sulla fisiologia e patofisiologica fetale e placentare; - promuovere e favorire studi sperimentali e clinici sulle malattie malformative fetali e sulla chirurgia fetale; - favorire e sviluppare contatti di carattere accademico e scientifico con studiosi di ogni Paese e con Istituzioni nazionali ed internazionali aventi analoghi fini, allo scopo di valorizzare l'importanza dell'argomento sia a livello accademico che sociale; - promuovere ed organizzare convegni e seminari nonchè corsi di informazione ed aggiornamento su questi argomenti; - promuovere studi e ricerche sulle metodologie e sulle strumentazioni biomedicali inerenti questi argomenti. Gli interessi scientifici del Centro sono integrati nell attività clinica in modo da perseguire dei risultati che promuovano l eccellenza all interno delle attività assistenziali. Nell ambito del Centro di Ricerche Fetali Giorgio Pardi è attivo il Laboratorio di Ricerca Biomolecolare per lo studio e la cura delle patologie riproduttive, situato nel LITA, a cui collaborano dottori di ricerca ed assegnisti dell Università di Milano. Nel Laboratorio vengono svolte ricerche biomolecolari utilizzando tecnica Real-Time. Nel corso del 2011, grazie ad un finanziamento della Fondazione Giorgio Pardi, sono stati acquistati nuovi strumenti tra cui un incubatore CO2/02 Galaxy, una cabina Ruskinn in-vivo 2, un transilluminatore, un contenitor per l azoto, un microscopio dotato di telecamera, un ph-metro da banco. Newsletter: è stata preparata una newsletter, inviata sia a colleghi nazionali che internazionali, intitolata Re search for life che vi alleghiamo. L attività scientifica dell U.O. è testimoniata dalle pubblicazioni che nel 2011 hanno seguito i seguenti filoni: 1. Nutrizione materna e fetale - Ossigenazione e metabolismo feto placentare. 2. Patologie della gravidanza e alterazioni della crescita fetale 3. Riproduzione nelle coppie con patologia infettiva 4. Tecniche ecografiche per la diagnosi delle patologie endometriali ed ovariche

16 16 Si elencano di seguito le pubblicazioni prodotte nel 2011 su riviste internazionali dotate di impact factor: Nutrizione materna e fetale - Ossigenazione e metabolismo feto placentare Mandò C, Tabano S, Colapietro P, Pileri P, Colleoni F, Avagliano L, Doi P, Bulfamante G, Miozzo M, Cetin I. Transferrin receptor gene and protein expression and localization in human IUGR and normal term placentas Placenta 2011;32:44-50 Ramenghi LA, Martinelli A, De Carli A, Brusati V, Mandia L, Fumagalli M, Triulzi F, Mosca F, Cetin I Cerebral Maturation in IUGR and Appropriate for Gestational Age preterm babies. Reprod Sci 2011;18: Cetin I, Berti C, Mandò C, Parisi F Placental iron transport and maternal absorption Annals of Nutrition and Metabolism 2011;59:55-58 Cetin I, Barberis B, Brusati V, Brighina E, Mandia L, Aruighi A, Radaelli T, Biondetti P, Bresolin N, Pardi G Lactate detection in the brain of growth-restricted fetuses with magnetic resonance spectroscopy Am J Obstet Gynecol 2011;205:350.e1-7 Berti C, Biesalski HK, Gartner R, Lapillonne A, Pietrzik K, Poston L, Redman C, Koletzko B, Cetin I Micronutrients in pregnancy: current knowledge and unresolved questions Clin Nutr 2011; 30: Cetin I, Mandò C, Mazzocco M, Cardellicchio M Placental oxygenation and respiration in preeclampsia. Pregnancy Hypertension: An International Journal of Women's Cardiovascular Health 2011; 1:241 Patologie della gravidanza e alterazioni della crescita fetale Cetin I, Huppertz B, Burton G, Cuckle H, Gonen R, Lapaire O, Mandia L, Nicolaides K, Redman C, Soothill P, Spencer K, Thilaganathan B, Williams D, Meiri H Pregenesys pre-eclampsia markers consensus meeting: What do we require from markers, risk assessment and model systems to tailor preventive strategies? Placenta 2011;32:S4-S16

17 17 Meiri H, Huppertz B, Cetin I Development of early non-invasive markers and means for the diagnosis and progression monitoring of pre-eclampsia and tailoring putative therapies ( project Pregenesys ) Placenta 2011;32:44-50 Della Bella S, Giannelli S, Cozzi V, Signorelli V, Cappelletti M, Cetin I, Villa ML Incomplete activation of peripheral blood dendriditic cells during healthy human pregnancy Clin Exp Immunol 2011;1:960-2 Villa A, Abati S, Strohmenger L, Cargnel M, Cetin I Self-reported oral hygiene habits and periodontal postpartum women Arch Gynecol Obstet :245-9 symptoms among Facchinetti F, Alberico S, Benedetto C, Cetin I, Cozzolino S, Di Renzo GC, del Giovane C, Ferrari F, Mecacci F, Menato G, Tranquilli AL, Baronciani D, Italian Stillbirth Group A multi center, case-control study on risk factors for antepartum stillbirth J Matern Fetal Neonatal Medicine 2011;24: Riproduzione nelle coppie con patologia infettiva Floridia M, Pinetti C, Ravizza M, Tibaldi C, Sansone M, Fiscon M, Guaraldi G, Guerra B, Alberico S, Spinillo A, Castelli P, Dalzero S, Cavaliere AF, Tamburini E. Italian Group on Surveillance on Antiretroviral Treatment in Pregnancy Rubella susceptibility profile in pregnant women with HIV Clin Infect Dis 2011;52:960-2 Tarq S, Townsend CL, Cortina-Botja M,Doung T, Elford J, Thorne C, Tookey PA, European collaborative study. Use of zidovudine-sparing HAART in pregnant HIV-infected women in Europe: J Acquir Immune Defic Syndrome 2011; 57: Italian HIV guidelines Working group. Italian guidelines for the use of antiretroviral agents and the diagnosticclinical menagment of HIV-1 infected persons. New Microbiol. 2011; 34: European Collaborative Study. Insufficient antiretroviral therapy in pregnancy: missed opportunities for prevention of mother-to child transmission of HIV in Europe. Antivir Ther 2011; 16:

18 18 Tecniche ecografiche per la diagnosi delle patologie endometriali ed ovariche Guerriero S, Testa AC, Timmerman D, Van Holsbeke C, Ajossa S, Fischerova D, Franchi D, Leone FPG, Domali E, Alcazar JL, Parodo G, Mascilini F, Virgilio B, Demidov VN, Lipatenkova J, Valentin L. Imaging of gynecological disease (6): clinical and ultrasound characteristics of ovarian dysgerminoma. Ultrasound Obstet Gynecol 2011;37: Van Den Bosch T, Van Schoubroeck D, Luts J, Bignardi T, Condous G, Epstein E, Leone FPG, Testa AC, Valentin L, Van Huffel S, Bourne T, Timmerman D. Effect of gel-instillation sonography on Doppler ultrasound findings in endometrial polyps. Ultrasound Obstet Gynecol 2011;38:355-9 Valentin L, Ameye L, Savelli L, Fruscio R, Leone FPG, Czekierdowski A, Lissoni AA, Fischerova D, Guerriero S, Van Holsbeke C, Van Huffel S, Timmerman D. Adnexal masses difficult to classify as benign or malignant using subjective assessment of gray-scale and Doppler ultrasound findings: logistic regression models do not help. Ultrasound Obstet Gynecol 2011;38: Lavori pubblicati o in press nel 2012 Angela B, Reina JJ, Ottria R, Sutkeviciute I, Antonazzo P, Sanchez-navarro M, Chabrol E, Biasin Ma, Trabattoni D, Cetin I, Rojo J, Fieschi F, Bernardi A, Clerici M A glycomimetic compound inhibits DC-SIGN-mediated HIV infection in cellular and cervical explant models AIDS 2012; 26: Martinelli I, Ruggenenti P, Cetin I, Pardi G, Perna A, Vergani P, Acaia B, Facchinetti F, La Sala GB, Bozzo M, Rampello S, Marozio L, Diadei O, Gherardi G, Carminati S, Remuzzi G, Mannucci PM Heparin in pregnant women with previous placenta-mediated pregnancy complications: a prospective, randomized, multi center, controlled clinical trial Blood accepted 2012 epub ahead of print 5 april 2012 Leone FPG Should the myometrial free margin still be considered a limiting factor for hysteroscopic resection of submucous fibroids? A possible answer to an old question. Fertil Steril. 2012;97:e1-2. Leone FPG, Calabrese S, Marciante C, Cetin I, Ferrazzi E.

19 19 Feasibility and long-term efficacy of hysteroscopic myomectomy for myomas with intramural development by the use of non-electrical cold loops. Gynecol Surg, DOI: /s in press Radaelli T, Boito S, Taricco E, Cozzi V, Cetin I Estimation of fetal oxygen uptake in human term pregnancies J Maternal Fetal Neonatal Med 2012;25:174-9 Monari F, Alberico S, Abagliano L, Cetin I, Cozzolino S, Gargano G, Marozio L, Mecacci F, Neri I, Tranquilli F Relation between maternal thrombophilia and stillbirth according to causes/associated conditions of death Early Hum Dev 2012;88:251-4 Cetin I, Pileri P, Villa A, Calabrese S, Ottolenghi L and Abati S Pathogenic mechanisms linking periodontal diseases to adverse pregnancy outcomes. Reproductive Sciences accepted 2011 epub Savasi V, Laoreti A, Elli M, Brambilla T, Federici A, Cetin I First report of reproductive assistance in a woman affected by May-Hegglin anomaly Arch Gynecol Obstet 2012;285: Cetin I, Parisi F, Berti C, Mandò C, Desoye G Placental fatty acid transport in maternal obesity Developmental Origins of Health and Disease accepted 2012 in press Capitoli di libri Cetin I, Taricco E Il benessere fetale (Cetin / Taricco) cap 27 in Giorgio Bolis Manuela di Ginecologia e Ostetricia EdiSES Srl 2011 Cetin I, Pileri P Ipertensione e preeclampsia cap 36 in Giorgio Bolis Manuela di Ginecologia e Ostetricia EdiSES Srl 2011 Antonazzo P, Cetin I Complicanze del parto e del puerperio cap 40 in Giorgio Bolis Manuale di Ginecologia e Ostetricia EdiSES Srl 2011 Cetin I, Mandò C Stable Isotope Methodologies for the Study of Transport and Metabolism In Vivo In: The placenta: from development to disease. Editors: H Kay, DM Nelson, Y Wang. Publisher: Wiley-Blackwell (an imprint of John Wiley & Sons Ltd), 2011

20 20 5) CONCLUSIONI E PROSPETTIVE Nel 2011 si è lavorato bene, per il bene delle nostre pazienti, le quali hanno testimoniato con numerosi messaggi la loro soddisfazione. L attività didattica è proseguita sia su corsi di Laurea che Post-Laurea, e si è ottenuta una significativa produzione scientifica supportata da finanziamenti nazionali ed internazionali. Tutto ciò si è svolto avendo posto al centro della assistenza e della gestione la donna, grazie a dei bravissimi medici, ostetriche, infermiere, biologhe, psicologhe, nutrizionisti ed a tutto il personale. Ed anche grazie alla presenza degli studenti, specializzandi, assegnisti e dottorandi, che sono al tempo stesso motivo e fonte di aggiornamento continuo. Nel 2012 ci aspettano diverse sfide, in primis verrà ristrutturata gran parte del reparto e questo comporterà difficoltà che dovranno essere prevenute con il lavoro e la collaborazione di tutti. Sempre più ci rendiamo conto che il nostro è un lavoro di squadra e la collaborazione di tutte le figure professionali è fondamentale per la buona riuscita dei progetti di miglioramento. E importante nel 2012 continuare a porre un attenzione specifica al miglioramento della qualità, sia per l umanizzazione e la riduzione dell invasività che in ambito preventivo e di monitoraggio del rischio. Obiettivi concreti saranno: a) Il mantenimento del numero dei parti e la riduzione dei tagli cesarei grazie a protocolli ed a percorsi specifici durante il trasferimento delle sale operatorie per la prevenzione del rischio in sala parto; b) La prosecuzione del progetto Ospedale amico del bambino per la promozione dell allattamento al seno; c) il collegamento con il territorio attraverso la creazione di percorsi specifici tra consultori ed ospedale; d) l attività di prevenzione, diagnosi precoce e counselling delle malattie in ambito riproduttivo ed oncologico; e) l ulteriore sviluppo delle eccellenze in ambito di chirurgia ginecologica miniinvasiva f) la valorizzazione delle competenze professionali e la formazione del personale (medico, ostetrico ed infermieristico) con la rotazione su tutti gli ambiti dell UO. L attività didattica e di ricerca svolta sia con personale universitario che ospedaliero proseguirà nell ambito della ricerca traslazionale, promuovendo l integrazione tra studi di base e studi clinici, grazie all integrazione tra Ospedale ed Università. Milano, 4 aprile 2012 Prof. Irene Cetin

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno.

Dettagli

2.4.2 La Prevenzione e la Diagnostica Ginecologica Precoce

2.4.2 La Prevenzione e la Diagnostica Ginecologica Precoce UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO OSPEDALE LUIGI SACCO UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE DIRETTORE PROF. IRENE CETIN ANNO 2010 1) Premessa: i dati di base

Dettagli

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione

INTRODUZIONE. Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali esterni Genitali interni Test di autovalutazione INTRODUZIONE Capitolo 1 Anamnesi e visita ginecologica Anamnesi ostetrico-ginecologica Visita ginecologica Visita ostetrica Esami diagnostici strumentali Capitolo 2 Anatomia della pelvi femminile Genitali

Dettagli

Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica

Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica Audizione del Prof. Salvatore Dessole Direttore Struttura Complessa Clinica Ostetrica e Ginecologica dell Università di Sassari Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita

Dettagli

Nome Irene Cetin Indirizzo Via Friuli 23 20137 Milano Telefono Uff. 02 50319804 0250319805 02 39042818 Fax 02 50319806 E-mail irene.cetin@unimi.

Nome Irene Cetin Indirizzo Via Friuli 23 20137 Milano Telefono Uff. 02 50319804 0250319805 02 39042818 Fax 02 50319806 E-mail irene.cetin@unimi. F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Irene Cetin Indirizzo Via Friuli 23 20137 Milano Telefono Uff. 02 50319804 0250319805 02 39042818 Fax 02 50319806 E-mail irene.cetin@unimi.it

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009 Unità Operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Unità Operativa di Ostetricia Ginecologia Monoblocco - Terzo piano Direttore:

Dettagli

SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI

SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI NUMERO MONOGRAFICO Notiziario gennaio 2010 SI RINNOVANO LA GINECOLOGIA E L OSTERICIA PRESSO LA SEDE DI VIA RESPIGHI a cura del dr.moreno Dindelli Specialista in Ginecologia e Ostetricia Dall autunno 2009,

Dettagli

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa dott. Marco Galbusera STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri dott. Graziano Gabetta

Dettagli

normativa ed organizzazione

normativa ed organizzazione L ambulatorio di I e II livello: normativa ed organizzazione C. Tabanelli, A.P. Ferraretti Reproductive Medicine Unit - Via Mazzini, 12-40138 Bologna sismer@sismer.it I Centri di PMA in Italia Ripartizione

Dettagli

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale Il percorso nascita dell'ausl di Rimini U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi Rete Consultoriale Provinciale Risorse e Organizzazione dell U.O. 43 Letti di Ostetricia 12 Letti di Ginecologia 8 Letti DH 6 Sale

Dettagli

Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA)

Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA) Requisiti specifici per l'accreditamento dei Centri di procreazione medicalmente assistita (PMA) Nell ambito della procreazione medicalmente assistita le prestazioni possono essere divise in tre diverse

Dettagli

Servizi per la gestione del diabete in gravidanza e del diabete pre-gravidico

Servizi per la gestione del diabete in gravidanza e del diabete pre-gravidico I Bollini Rosa sono il riconoscimento Onda che, l'osservatorio nazionale sulla salute della donna, attri Nel è possibile sito consultare le www.bollinirosa.it schede di tutti gli ospedali con i relativi

Dettagli

Sonia Librizzi. Dati personali

Sonia Librizzi. Dati personali Sonia Librizzi Dati personali Stato civile: coniugata con n. 2 figli Nazionalità: italiana Data di nascita: 05-07-72 Luogo di nascita: Palermo Residenza: Via Eugenio L Emiro, 7-90135 - Palermo Tel. 091217271

Dettagli

OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI BRONI-STRADELLA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa Dr Ezio Pozzi (f.f.) STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri Dr.ssa De Paoli

Dettagli

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Indice Definizione Epidemiologia Etiopatogenesi Diagnosi Terapia PMA Presentazione, attività e risultati del Centro per la Diagnosi e la Terapia

Dettagli

BRUNO FERRARI CURRICULUM VITAE

BRUNO FERRARI CURRICULUM VITAE BRUNO FERRARI CURRICULUM VITAE 1 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Laureato in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Parma il 13/3/1974. Medico interno universitario con compiti assistenziali

Dettagli

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza.

1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 1) Docente, dal 1985, del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Aspetti della patologia fetale in gravidanza. 2) Docente, dal 1995, della Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia. - Diagnosi

Dettagli

OSPEDALE E TERRITORIO dedicati alla donna

OSPEDALE E TERRITORIO dedicati alla donna 18 Congresso Nazionale Associazione Ginecologi Universitari Italiani (AGUI) 1 Congresso Nazionale Associazione Ginecologi Italiani in Formazione (AGIF) Congresso Annuale LAMM Congresso Interregionale Federazione

Dettagli

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei Servizi. Ospedale di Pieve di Cadore

Sistema di gestione per la Qualità Carta dei Servizi. Ospedale di Pieve di Cadore CARTA DEI SERVIZI UNITA OPERATIVA DI OSTETRICIA GINECOLOGIA E CENTRO DI PROCREAZIONE MEDICO ASSISTITA Ospedale di PIEVE DI CADORE Struttura Unità operativa/servizio Sistema di gestione per la Qualità Carta

Dettagli

OSTETRICIA E GINECOLOGIA

OSTETRICIA E GINECOLOGIA Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord OSTETRICIA E GINECOLOGIA Ubicazione OSPEDALE S. CROCE PADIGLIONE C - PRIMO PIANO Direttore Dott. CLAUDIO CICOLI Equipe Dott.ssa CARLETTI

Dettagli

Monica Prina PROFILO ESPERIENZE LAVORATIVE. Via Europa Unita 1, Linarolo 27010 Pavia Cell. 3294373878 monica.prina@ymail.com

Monica Prina PROFILO ESPERIENZE LAVORATIVE. Via Europa Unita 1, Linarolo 27010 Pavia Cell. 3294373878 monica.prina@ymail.com Monica Prina Via Europa Unita 1, Linarolo 27010 Pavia Cell. 3294373878 monica.prina@ymail.com PROFILO Nazionalità: Italiana Luogo e data di nascita : Pavia, 21/03/1981 Genere: Femminile Stato civile: Coniugata

Dettagli

Responsabile - S.C. Ostetricia e Ginecologia.

Responsabile - S.C. Ostetricia e Ginecologia. INFORMAZIONI PERSONALI Nome Meir Yoram Jacob Data di nascita 01/12/1955 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico ASL DI BASSANO D. GRAPPA Responsabile

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. COREA DOMENICO Data di nascita 06/05/1956. Dirigente ASL II fascia - SOC OSTETRICIA E GINECOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. COREA DOMENICO Data di nascita 06/05/1956. Dirigente ASL II fascia - SOC OSTETRICIA E GINECOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome COREA DOMENICO Data di nascita 06/05/1956 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO

Dettagli

U.O. Ostetricia e Ginecologia. Documento di presentazione della U.O. Ostetricia e Ginecologia

U.O. Ostetricia e Ginecologia. Documento di presentazione della U.O. Ostetricia e Ginecologia Pag. 1/6 di presentazione della U.O. Ostetricia e Ginecologia 1. Emissione... 1 2. Presentazione... 1 3. Mission... 3 4. Vision... 4 5. Obiettivi generali... 5 1. Emissione Rev. 0 Descrizione modifiche

Dettagli

XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA

XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA XI CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA Palermo 20-22 Ottobre 2014 Mattino (9.00-13.00) Lunedì 20 ottobre 9.00 Introduzione - A. Allegra 9.20 Fisiologia del ciclo ovarico

Dettagli

- Buona capacità nell'uso del computer - Buona capacità nell'uso dell'ecografo

- Buona capacità nell'uso del computer - Buona capacità nell'uso dell'ecografo CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Marsili Laila Maria Data di nascita 15/08/53 Qualifica Dottore in Medicina e chirurgia Specialista in Ginecologia e ostetricia Amministrazione ASL Roma C Incarico

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. GIUSEPPE F. BONAVITA. Il Dottor Bonavita Giuseppe Francesco è nato a Siderno (RC) il 15/settembre/1955.

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. GIUSEPPE F. BONAVITA. Il Dottor Bonavita Giuseppe Francesco è nato a Siderno (RC) il 15/settembre/1955. CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. GIUSEPPE F. BONAVITA Il Dottor Bonavita Giuseppe Francesco è nato a Siderno (RC) il 15/settembre/1955. Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso

Dettagli

Direttore Unità Operativa Complessa. Coordinatori Infermieristici

Direttore Unità Operativa Complessa. Coordinatori Infermieristici EQUIPE SANITARIA Direttore Unità Operativa Complessa (foto) CICCIARELLA RAFFAELE 041 5294697 BERTOLDINI MARGHERITA CALTAROSSA ELENA CARUSO LAURA CAVOLI DANIELE CODROMA ANNA ESPOSITO CHIARA MOLIN FRANCESCO

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Io sottoscritta Chiapparini Iolanda nata a Lodi il 14.04.1966 residente a Lodi in viale Italia n. 71 consapevole delle sanzioni penali, previste dall art. 76 del T.U.

Dettagli

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET)

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) TECNICHE DI II - III LIVELLO Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) È una tecnica di PMA in cui i gameti (ovocita per la donna e spermatozoo per l uomo) si incontrano all esterno del

Dettagli

LEZIONI OSTETRICIA E GINECOLOGIA

LEZIONI OSTETRICIA E GINECOLOGIA OTTOBRE 2011 3 LU 4 MA dalle 11.30 alle 12.15 GAMETOGENESI - FECONDAZIONE PLACENTAZIONE D'ANTONA 5 ME dalle 12.30 alle 13.15 FUNZIONI PLACENTARI - MODIFICAZIONI MATERNE IN GRAVIDANZA D'ANTONA dalle 13.30

Dettagli

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo

Azienda USL Valle d Aosta. Informazioni ostetriche sul. Parto Cesareo Azienda USL Valle d Aosta Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo Informazioni ostetriche sul Parto Cesareo In Italia e in Valle d Aosta, il parto cesareo (PC) riguarda ormai un caso di parto su tre.

Dettagli

PRESENTAZIONE PODALICA

PRESENTAZIONE PODALICA 1 2 3 INDICE 4 PRESENTAZIONE PODALICA 4% delle gravidanze a termine (CeDAP 2008) Nel 2000 è stato pubblicato un Trial multicentrico randomizzato internazionale (Term Breech trial) che ha dimostrato che

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN OSTETRICIA. www.unipg.it INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA IN OSTETRICIA

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN OSTETRICIA. www.unipg.it INFORMAZIONI DI CONTATTO CORSO DI LAUREA IN OSTETRICIA INFORMAZIONI DI CONTATTO Sede del corso Dipartimento Scienze Chirurgiche e Biomediche Piazza Lucio Severi, 1 - Edificio B - 1 Piano 06132 Perugia tel. 075 5858022 - Fax 075 5858433 email: cdl-triennale.ostetricia@unipg.it

Dettagli

Medicina-Ostetricia e Ginecologia. Medico Ostetrico-Ginecologo; Attività didattica e di ricerca in ambito biomedico

Medicina-Ostetricia e Ginecologia. Medico Ostetrico-Ginecologo; Attività didattica e di ricerca in ambito biomedico Europass curriculum vitae Informazioni personali Cognome/i e nome/i Nazionalità/e Data e luogo di nascita Codice Fiscale Impiego ricercato / Settore di competenza Locatelli Anna Italiana 02/19/1964 Milano

Dettagli

giuliaganco@libero.it DICHIARA SOTTO LA PROPRIA PERSONALE RESPONSABILITA, IL SEGUENTE CURRICULM VITAE:

giuliaganco@libero.it DICHIARA SOTTO LA PROPRIA PERSONALE RESPONSABILITA, IL SEGUENTE CURRICULM VITAE: La sottoscritta: Nome GANDOLFI COLLEONI GIULIA E-mail giuliaganco@libero.it Data di nascita 24 AGOSTO, 1974 DICHIARA SOTTO LA PROPRIA PERSONALE RESPONSABILITA, IL SEGUENTE CURRICULM VITAE: ISTRUZIONE Maggio

Dettagli

-E stato medico frequentatore presso il reparto di Ostetricia e ginecologia dell ospedale civile di Verona dal 1-2-1994 al 24-10-1995.

-E stato medico frequentatore presso il reparto di Ostetricia e ginecologia dell ospedale civile di Verona dal 1-2-1994 al 24-10-1995. ! "# $ " % $ % & ' # " " " ( "!)* " " "! +!!, -,, -. / +!!, -,, 0 1 % # ( ( " 2 ) 3 & $ $ 4 5 $ 5 6 $ $ " ( "! ( # # -E stato assistente incaricato a tempo pieno presso il reparto di ostetricia e ginecologia

Dettagli

- Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi. - Ginecologia Ostetricia di Melzo. Dott. Michele Barbato

- Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi. - Ginecologia Ostetricia di Melzo. Dott. Michele Barbato - Ginecologia Ostetricia di Vizzolo Predabissi - Ginecologia Ostetricia di Melzo Dott. Michele Barbato Reparto: U.O Ginecologia OstetriciaDirettore: Dott. Michele Barbato Sede: Vizzolo Predabissi Caposala:

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009 Ambulatorio Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Ospedale di Villafranca Monoblocco - Primo piano Direttore: dott. Alberto Ottaviani

Dettagli

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE

FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE FO R M AT O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VI T AE Informazioni personali Nome / Cognome Agnese Catallo Domicilio Via Nazario Sauro, 1- Cisterna di Latina - 04012 - LT- Residenza Via Nazario

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA.

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. Partecipanti al gruppo di redazione Serra Giovanni, direttore U.O. Patologia Neonatale-Centro Neonati a Rischio, Istituto G.Gaslini,

Dettagli

NUOVE LINEE DI INDIRIZZO OPERATIVE E DEFINIZIONE DEL REGIME EROGATIVO PER L ATTIVITÀ DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA.

NUOVE LINEE DI INDIRIZZO OPERATIVE E DEFINIZIONE DEL REGIME EROGATIVO PER L ATTIVITÀ DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Delibera 16 luglio 2012, n. 1113 Nuove Linee di indirizzo operative e definizione del regime erogativo per l'attività di procreazione medicalmente assistita ALLEGATO: Parte integrante della deliberazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAZZUCA AMALIA Indirizzo 21 Via G. De Rada 87100 COSENZA ITALIA Telefono 3683407444 Fax E-mail amazzuca@alice.it

Dettagli

DI PAOLA ROSSANA Via Molise, 60, CAP 86021, Boiano (CB), Italia. rossanadipaola@yahoo.it

DI PAOLA ROSSANA Via Molise, 60, CAP 86021, Boiano (CB), Italia. rossanadipaola@yahoo.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DI PAOLA ROSSANA Via Molise, 60, CAP 86021, Boiano (CB), Italia Telefono cell. 3357739241 Fax E-mail rossanadipaola@yahoo.it

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA La sottoscritta e il sottoscritto acconsentono liberamente di sottoporsi al trattamento di procreazione medico-assistita FIVET (Fertilizzazione

Dettagli

Scheda Curriculum Vitae Dott.ssa Giulia Bonelli

Scheda Curriculum Vitae Dott.ssa Giulia Bonelli INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 02/06/1972 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell Ufficio/U.O./Servizio GIULIA BONELLI Dirigente Medico Azienda Ospedaliera Mellino

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail BRUNA PASINI Nazionalità italiana Data di nascita 15/07/1958 Luogo di nascita

Dettagli

DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA OSTETRICIA E GINECOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA

DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA OSTETRICIA E GINECOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA Allegato 1 al bando struttura complessa 4/2015 DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA OSTETRICIA E GINECOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA (Ruolo: Sanitario; Profilo professionale: Medici;

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RODOLFI MARINA TERESA Indirizzo 23017 MORBEGNO (SO) VIA VANONI 53 Telefono 0342 613 990 339 3311581 Fax E-mail

Dettagli

Dal 1 settembre 1992 a tutt oggi ASP Pa Distretto 10 Via G Cusmano n 24 90141 (PA)

Dal 1 settembre 1992 a tutt oggi ASP Pa Distretto 10 Via G Cusmano n 24 90141 (PA) in relazione a quanto previsto dal comma 1 dell art.21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69 AUSL 6 Palermo INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome Guarino Maria Data di nascita 10/08/1955 Posto di lavoro e indirizzo

Dettagli

X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA

X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA X CORSO DI MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E TECNICHE DI RIPRODUZIONE ASSISTITA Palermo 21-23 Ottobre 2013 Mattino (9.00-13.30) 9.00 Introduzione - A. Allegra Lunedì 21 ottobre 9.20 Fisiologia del ciclo ovarico

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI CORSO 1 SIMP SIEOG Diagnosi e counselling delle malformazioni cardiache feto-neonatali Screening ecografico in utero Di Luzio

Dettagli

Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica. Miriam Guana

Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica. Miriam Guana Il monitoragggio della gravidanza: autonomia dell ostetrica Miriam Guana oggi.. La (professione) disciplina ostetrica (SSD MED 47) si confronta con rilevanti riforme -RI-AFFERMAZIONE -SOCIALE -NUOVE PROSPETTIVE

Dettagli

TRATTAMENTI DI PRIMO LIVELLO

TRATTAMENTI DI PRIMO LIVELLO Il presente documento fornisce le informazioni relative ai costi per le varie prestazioni di PMA. Gli oneri di ogni trattamento di PMA sono suddivisi per tipologia e frazionati nelle varie tappe del percorso

Dettagli

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE

UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA - OSPEDALE DI BENTIVOGLIO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Come si accede Per le prestazioni ambulatoriali si prenota: - attraverso il punto CUP, con la richiesta

Dettagli

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29

Consultare : http://www.ginecologia.unipd.it/ http://www.sanita.padova.it/reparti/ostetricia-e-ginecologia-clinica,1001,29 Pagina 1 di 14 Indice Presentazione pag. 2 Attività ambulatoriale pag. 3 Ambulatorio ed orari pag. 6 Modalità di accesso pag. 8 Modulo soddisfazione pag. 14 Gentile Signora, il Personale Sanitario desidera

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA

CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CARTA DEI SERVIZI IL PERCORSO NASCITA CHI SIAMO Il Dipartimento Materno Infantile dell Ospedale Sacco garantisce l erogazione di prestazioni che tutelano la salute della donna e del bambino. L Unità di

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gueli Lina Maria Indirizzo n 4, Via Borgese 95122 Catania, Telefono 095/7143030, 3466062329 CODICE FISCALE

Dettagli

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI GHIRETTI GIORGIA ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Sesso Femminile Data

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DIRIGENTE MEDICO A.S.L. CASERTA Matr. n. 7617 ( ex 301202 )

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DIRIGENTE MEDICO A.S.L. CASERTA Matr. n. 7617 ( ex 301202 ) CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE DIRIGENTE MEDICO A.S.L. CASERTA Matr. n. 7617 ( ex 301202 ) COGNOME NOME LUOGO E DATA DI NASCITA DATI PERSONALI SARNO PASQUALE SESSA AURUNCA ( fraz. Cellole) 15/06/1957

Dettagli

UMBRIA. Ospedale Santa Maria della Misericordia

UMBRIA. Ospedale Santa Maria della Misericordia Ospedale Santa Maria della Misericordia Via S. Andrea delle Fratte 06129 S. Sisto (PG) Tel. 075 5781 Prenotazioni 075 5782935 urp@ospedale.perugia.it www.ospedale.perugia.it Direttore Generale Dott. Walter

Dettagli

IL TAGLIO CESAREO. Commissione Nascita Sottogruppo taglio cesareo

IL TAGLIO CESAREO. Commissione Nascita Sottogruppo taglio cesareo IL TAGLIO CESAREO ELETTIVO: INDICAZIONI Commissione Nascita Sottogruppo taglio cesareo Marcella Falcieri 2011 TAGLIO CESAREO ELETTIVO INDICAZIONI DA EBM/EBO LG ISS 2011 RCOG 2011 REALTA ASSISTENZIALE Tasso

Dettagli

L Inseminazione Intrauterina

L Inseminazione Intrauterina L Inseminazione Intrauterina Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA FONDAZIONE IRCCS IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO PAD. REGINA ELENA VIA M. FANTI,

Dettagli

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU)

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) ISTRUZIONI PER LA COPPIA Iniezione intrauterina del liquido seminale Aggiornamento 15.01.2013

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo RASSU GEMMA ANNA MARIA VIA LOMBARDIA - 09012 - CAPOTERRA (CA) - ITALIA Telefono +39070721477 Fax Amministrazione Incarico attuale E-mail

Dettagli

Dirigente - U.O.C. Ostetricia e Ginecologia, Ospedale "G. Fracastoro", San Bonifacio (VR), ULSS 20 VR

Dirigente - U.O.C. Ostetricia e Ginecologia, Ospedale G. Fracastoro, San Bonifacio (VR), ULSS 20 VR INFORMAZIONI PERSONALI Nome Merola Arcangelo Raffaele Data di nascita 09/09/1976 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente medico ASL DI VERONA Dirigente - U.O.C.

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

SARDEGNA. A.O. G. Brotzu

SARDEGNA. A.O. G. Brotzu A.O. G. Brotzu Via G. Peretti 09134 Cagliari Tel. 070 5391 Prenotazioni 070 539680 e-mail urp@aobrotzu.it www.aobrotzu.it Direttore Generale Dott. Giorgio Sorrentino Direttore Sanitario Dott. Roberto Sequi

Dettagli

12 Commissione Igiene e sanità del Senato della Re pubblica

12 Commissione Igiene e sanità del Senato della Re pubblica Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita con riguardo all individuazione di criticità specifiche circa la tutela della salute della donna e del feto e sulle modalità

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Indirizzo istituzionale VIA M. COPPINO 26, 12100 CUNEO Telefono istituzionale 0171/642726 Fax istituzionale 0171/642260 E-mail istituzionale

Dettagli

Il test combinato del primo trimestre:

Il test combinato del primo trimestre: CORSO DI ECOGRAFIA CLINICA: SCREENING DEL I TRIMESTRE e SCREENING GINECOLOGICO PRECHIRURGICO Il test combinato del primo trimestre: interpretazione e gestione del referto A.Visentin M.Segata Azienda USL

Dettagli

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe PER LA VOSTRA SALUTE GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): Servizio Sanitario Nazionale: tel. 02 86 87 88 89 A pagamento, con Fondi e/o Assicurazioni: tel. 02 999 61 999 Per orari e caratteristiche

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Programma di ricerca sulle cause patologiche, psicologiche, ambientali e sociali dei fenomeni della sterilità e della infertilità Legge 19 febbraio

Dettagli

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico

La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico La fecondazione artificiale sul piano biologico e medico FERTILITA UMANA CAPACITA FISIOLOGICA DI UNA COPPIA, FORMATA DA UN UOMO E DA UNA DONNA, DI CONCEPIRE IN QUESTA FUNZIONE NON SONO COINVOLTI SOLO GLI

Dettagli

Prof. Valerio Mais Corso di Laurea in Ostetricia Docente di Ginecologia e Ostetricia Coordinatore Consiglio di Classe in Ostetricia

Prof. Valerio Mais Corso di Laurea in Ostetricia Docente di Ginecologia e Ostetricia Coordinatore Consiglio di Classe in Ostetricia Presentazione CdL in Ostetricia Prof. Valerio Mais Corso di Laurea in Ostetricia Docente di Ginecologia e Ostetricia Coordinatore Consiglio di Classe in Ostetricia Presso l Università degli Studi di Cagliari,

Dettagli

Regione. Liguria. Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86

Regione. Liguria. Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86 Regione Liguria Genova (GE) - Ospedale Villa Scassi... Pag. 85 Pietra Ligure (SV) - Ospedale Santa Corona... Pag. 86 Genova (GE) - Ente Ospedaliero Ospedali Galliera... Pag. 87 Lavagna (GE) - Ospedali

Dettagli

corso di laurea in INFERMIERISTICA

corso di laurea in INFERMIERISTICA corso di laurea in INFERMIERISTICA a.a. 00/005 Corso di laurea triennale in Infermieristica INFORMAZIONI GENERALI Classe di appartenenza: Professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria

Dettagli

Un centro medico innovatore e completo per la donna di oggi proiettato internazionalmente

Un centro medico innovatore e completo per la donna di oggi proiettato internazionalmente Un centro medico innovatore e completo per la donna di oggi proiettato internazionalmente Ref. 120 / Març 2008 Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Riproduzione Gran Via Carles III 71-75 08028 Barcelona,

Dettagli

Management Software for medically assisted procreation

Management Software for medically assisted procreation Management Software for medically assisted procreation Il software destinato ai Centri di procreazione assistita per : / Gestione attività mediche / Gestione attività amministrative / Attività di ricerca

Dettagli

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3

Indice generale. Unità 1. Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1. 1 La donna, la famiglia, la comunità e la salute 3 Indice generale Indice dei riferimenti on-line Prefazione alla seconda edizione Autori e collaboratori Unità 1 XIII XVII XXIII Introduzione all assistenza in area materno-infantile 1 1 La donna, la famiglia,

Dettagli

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari Ingressi L ingresso al percorso può essere: - Sanità Territoriale: PUA, servizio sociale distrettuale, consultorio famigliare e materno infantile, servizio dipendenze, DSM - Territorio (sociale): Servizi

Dettagli

Lomonico Sebastiano. Dirigente Medico. Medico specialista frequentatore. Contratto Medico specialista Borsista. Medico specialista frequentatore

Lomonico Sebastiano. Dirigente Medico. Medico specialista frequentatore. Contratto Medico specialista Borsista. Medico specialista frequentatore Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Lomonico Sebastiano ESPERIENZA PROFESSIONALE 01 aprile 2008 alla data attuale Dirigente Medico Azienda Ospedaliera San Paolo Milano Università degli Studi di Milano

Dettagli

Unità Operativa Semplice Dipartimentale PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami

Unità Operativa Semplice Dipartimentale PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Unità Operativa Semplice Dipartimentale PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Attività sanitaria Descrizione Il Centro offre un servizio completo per la diagnosi

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza La rosolia nella donna in gravidanza ROSOLIA Trasmissione materno-fetale Trasmissione transplacentare Nel corso della fase viremica con o senza manifestazioni cliniche L infezione fetale dopo reinfezione

Dettagli

Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico

Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico Rita Laccoto CURRICULUM VITAE Nata a Brolo il 28/05/1950 Dal 1971 a tutt oggi in servizio presso la Clinica Ostetrica Ginecologica del Policlinico Universitario di Messina con la qualifica di Coordinatore

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA

AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA AZIONI A SOSTEGNO DELLA CONIUGALITA E GENITORIALITA Dr.ssa Rosa Nunzella Dirigente Medico U.O.C. Ginecologia e Ostetricia P.O. Giovanni Paolo II - Policoro Dr.ssa Antonella Dragonetti Dirigente Medico

Dettagli

Unità Operativa Complessa OSTETRICIA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami

Unità Operativa Complessa OSTETRICIA. Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Unità Operativa Complessa OSTETRICIA Numeri di telefono per prenotare visite ed esami Attività sanitaria Descrizione Le dimensioni, la complessità organizzativa e la presenza di una forte componente universitaria

Dettagli

NOVARA 13 FEBBRAIO 2014 STERILITA DI COPPIA E TECNICHE DI PROCREAZIONE ASSISTITA DOTT. CESARE TACCANI 1 DEFINIZIONE STERILITÀ: INCAPACITÀ BIOLOGICA TRANSITORIA O PERMANENTE DI CONCEPIRE PRIMITIVA: COPPIA

Dettagli

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile

INDICE. Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile Autori Presentazione XI XIV PARTE PRIMA Aspetti generali dell assistenza infermieristica in area materno-infantile capitolo 1 QUADRO TEORICO CONCETTUALE DELL INFERMIERISTICA 3 Danilo Cenerelli La disciplina

Dettagli

L interpretazione e la gestione del test

L interpretazione e la gestione del test LO SCREENING DEL I TRIMESTRE : TECNICHE, RUOLI E PROSPETTIVE Imola 14 Settembre 2013 L interpretazione e la gestione del test combinato del I trimestre : come e chi? A.Visentin Azienda USL di Bologna U.O.

Dettagli

Posizione Organizzativa - Ostretricia. Titolo di studio Diploma di ostetrica con la votazione di 50/50 Altri titoli di studio e professionali

Posizione Organizzativa - Ostretricia. Titolo di studio Diploma di ostetrica con la votazione di 50/50 Altri titoli di studio e professionali INFORMAZIONI PERSONALI Nome CATALDI PATRIZIA Data di nascita 30/09/1962 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio POSIZIONE ORGANIZZATIVA ASL DI SPEZZINO Posizione Organizzativa

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

Università degli Studi di Roma Sapienza Master di I livello In PAVIMENTO PELVICO E RIABILITAZIONE I Edizione

Università degli Studi di Roma Sapienza Master di I livello In PAVIMENTO PELVICO E RIABILITAZIONE I Edizione Università degli Studi di Roma Sapienza Master di I livello In PAVIMENTO PELVICO E RIABILITAZIONE I Edizione Direttore del Master: Prof. Fabio GAJ Comitato Scientifico: Dott.ssa Susanna Sodo, Dott.ssa

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA Dirigente - UO Ostetricia e ginecologia ad ind. oncologico univ

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA Dirigente - UO Ostetricia e ginecologia ad ind. oncologico univ INFORMAZIONI PERSONALI Nome Luchi Carlo Data di nascita 02/04/1967 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA Dirigente

Dettagli