TECO 13 Il Tavolo per la crescita

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TECO 13 Il Tavolo per la crescita"

Transcript

1 Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune su innovazione, internazionalizzazione e qualità [ di Stefano Vitali ] Se è vero, com è vero, che e s i s t e un Italia manifatturiera sana, legata al fare, orientata all export, con spirito innovativo e rispetto della qualità, allora è opportuno che le imprese che la compongono mettano a fattore comune le proprie competenze per andare oltre il presente e puntare decisi, insieme, verso un futuro di successo in comune : è questo, in sintesi, il messaggio emerso da TECO 13, la giornata tecnico-economica organizzata presso l Università di Padova dalle tre principali associazioni dell industria italiana dei Sistemi di Trasmissione e Controllo, Movimento e Potenza. In quest occasione Tomaso Carraro, Amadio Bolzani e Giuliano Busetto (rispettivamente presidenti di Assiot, Assofluid e Anie Automazione) si sono ritrovati con l obiettivo di fare il punto della situazione sui rispettivi comparti e di orientare il futuro delle tre associazioni sulla condivisione di competenze chiave quali innovazione, internazionalizzazione e qualità. È nato così il cosiddetto Tavolo per la crescita, un percorso condiviso con lo scopo di con- 2 Commercio Italia Febbraio 2014

2 sentire alle aziende associate di mettere a fattore comune le leve strategiche fondamentali per competere. Un percorso condiviso Quale che sia la nostra industria, gli interessi sono i medesimi, hanno dichiarato i tre Presidenti. Siamo parte di una stessa filiera, che ha al proprio interno eccellenze che hanno dimostrato di aver superato il gap dovuto alla crisi del 2009 lavorando su solide basi per ripartire. Oggi avvertiamo l urgenza di stringere ulteriormente le nostre competenze affinché la rappresentanza dei nostri comparti abbia il giusto peso. Troppo spesso in Italia si è seguita la logica del campanilismo : non può più funzionare! Soprattutto per le realtà medio/piccole. Le cose funzionano in quei paesi che puntano su una forza coesa. Dove possibile faremo un percorso comune; altrove sfrutteremo sinergie altrettanto importanti che ci consentiranno di fare un passo in avanti per servire al meglio i nostri mercati. Gli interventi I dati di fatturato del primo semestre 2013 del comparto dell automazione industriale confermano la tenuta del settore nel confronto con lo stesso periodo del 2012 (-1,1%), ha dichiarato Giuliano Busetto, presidente di ANIE Automazione. Non si nota una ripresa, ma rispetto ad altri comparti i numeri sono incoraggianti. Il settore dell automazione industriale si caratterizza per una forte propensione all export, data sia dalla componente diretta che indiretta, che sommate valgono circa il 70% del fatturato totale del comparto. Da sinistra, Amadio Bolzani, Giuliano Busetto e Tomaso Carraro durante il loro intervento in occasione della giornata tecnico-economica organizzata presso l Università di Padova Il Tavolo per la crescita è un percorso condiviso con lo scopo di consentire alle aziende associate di mettere a fattore comune le leve strategiche fondamentali per competere Ad alimentare la componente indiretta sono i costruttori di macchine, il cui fatturato è polarizzato sulle esportazioni. Non dimentichiamo che l Italia resta il secondo mercato europeo dell automazione dietro alla Germania e che nel ranking mondiale occupiamo una delle prime posizioni. In base ai risultati emersi dall Indagine Congiuntu- Commercio Italia Febbraio

3 Componenti rale condotta da Assofluid e riferita ai primi nove mesi del 2013 nei confronti dello stesso periodo 2012, il settore della Potenza Fluida in Italia evidenzia alcuni risultati contrastanti, registrando una situazione migliore per il comparto pneumatico rispetto all oleoidraulico, anche se per quest ultimo l andamento positivo degli ordinativi, sia dal mercato nazionale che dall estero, garantisce margini di miglioramento, ha aggiunto Amadio Bolzani, I promotori Assiot, Assofluid e ANIE Automazione sono le tre realtà che rappresentano il settore dei Sistemi di Trasmissione e Controllo Movimento e Potenza in Confindustria. Assiot (Sistemi di Trasmissione Movimento e Potenza), costituita nel 1971, è il rappresentante istituzionale dell industria Italiana dei Sistemi di Trasmissione, Movimento e Potenza, di cui coordina, tutela e promuove gli interessi specifici presso istituzioni ed enti pubblici e privati a livello nazionale e internazionale. Associa oltre 100 aziende che, in totale, esprimono circa addetti, più del 60% del fatturato e quasi il 70% dell export di settore. Assofluid (Associazione Italiana dei Costruttori e Operatori del Settore Oleoidraulico e Pneumatico) nasce grazie ad aziende del settore che parteciparono nel 1962 alla costituzione del CETOP (Comitato Europeo delle Trasmissioni Oleoidrauliche e Pneumatiche) e si unirono, nel 1968, fondando l associazione. Oltre 190 le aziende associate, che rappresentano circa il 70% del mercato italiano, con un numero di addetti complessivo superiore alle unità. ANIE Automazione (Associazione Nazionale Automazione e Misura) da oltre 15 anni rappresenta, sostiene e tutela sul piano tecnico-economico le aziende operanti nel settore. presidente di Assofluid. La situazione non brillante che si era creata nel settore a inizio 2013 è andata migliorando nel corso dell anno con un lento (ma progressivo) recupero sia a livello di fatturato che di ordini. Il mercato italiano ricopre un ruolo di assoluto valore all interno del panorama internazionale essendo il secondo in Europa dopo la Germania e il quinto a livello mondiale. Il nostro paese può vantare la presenza di aziende di fama internazionale in grado di distinguersi per l eccellenza e l elevata tecnologia dei prodotti. Le previsioni legate al settore rappresentato da Assiot sono positive: A fronte di un contesto nazionale debole, il trend del nostro comparto per l anno in corso risulta allineato a quello del 2012, con segnali di ripresa che fanno ben sperare per il 2014, per il quale ci si aspetta una leggera crescita, ha concluso Tomaso Carraro, presidente di Assiot. L andamento del 2013 è simile a quello degli altri due settori affini, con una prima parte debole seguita da una ripresa decisa a partire da settembre, che ha tenuto anche nei mesi successivi. Export e consegne sul mercato interno, influenzate dalla componente export indiretto, mostrano un andamento simile evidenziando una ripresa che trova conferma anche dalle ultime rilevazioni tra gli associati. A livello europeo, l industria italiana delle trasmissioni meccaniche occupa la seconda posizione dopo la Germania nei confronti della quale, tuttavia, vantiamo un saldo della bilancia commerciale positivo che si è rafforzato negli anni più difficili. Siamo ottimisti per il futuro. 4 Commercio Italia Febbraio 2014

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7 Rapporto annuale n. 7 Direzione Studi e Ricerche Dicembre 214 Dicembre 214 Executive Summary 3 Introduzione 5 1. I bilanci dei distretti industriali italiani nel quinquennio 28-13 19 2. Internazionalizzazione,

Dettagli

Dal valore delle competenze, nuove opportunità per rimettere in moto il lavoro. Rapporto Finale

Dal valore delle competenze, nuove opportunità per rimettere in moto il lavoro. Rapporto Finale Dal valore delle competenze, nuove opportunità per rimettere in moto il lavoro Rapporto Finale Roma, febbraio 2014 INDICE Executive Summary 1 Parte prima I risultati dell indagine sulle imprese 11 1.

Dettagli

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014.

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015 anno esercizio centoventunesimo esercizio CXXI Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno - centoventunesimo esercizio Roma, 26 maggio 2015 Signori

Dettagli

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Il presente Rapporto è stato realizzato da un gruppo di ricerca congiunto

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

Introduzione... 3. Gli autori di questa ricerca... 5. Executive summary... 7. Le medie imprese italiane... 8. Il motore dell economia italiana...

Introduzione... 3. Gli autori di questa ricerca... 5. Executive summary... 7. Le medie imprese italiane... 8. Il motore dell economia italiana... Section title Indice Introduzione... 3 Gli autori di questa ricerca... 5 Executive summary... 7 Le medie imprese italiane... 8 Il motore dell economia italiana...10 Crescere nonostante tutto...12 Il cuore

Dettagli

Studi OCSE sul Turismo ITALIA ANALISI DELLE CRITICITÀ E DELLE POLITICHE

Studi OCSE sul Turismo ITALIA ANALISI DELLE CRITICITÀ E DELLE POLITICHE Studi OCSE sul Turismo ITALIA ANALISI DELLE CRITICITÀ E DELLE POLITICHE Studi OCSE sul Turismo: Italia ANALISI DELLE CRITICITÀ E DELLE POLITICHE Il presente studio è pubblicato sotto la responsabilità

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI PRIMO RAPPORTO SULLO STATO DELL INNOVAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI con il sostegno di Un ringraziamento a tutti i soci di Federcostruzioni che hanno contributo alla redazione del Primo rapporto

Dettagli

I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO

I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO INTRODUZIONE... 4 PARTE A - I DISTRETTI IN PROVINCIA DI TREVISO... 12 1. IL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO... 12 1.1 Caratteristiche ed

Dettagli

TRASPORTO MERCI SU STRADA

TRASPORTO MERCI SU STRADA TRASPORTO MERCI SU STRADA Analisi economico-statistica delle potenzialità e criticità di un settore strategico per lo sviluppo sostenibile Trasporto merci su strada è una pubblicazione a cura di: ANFIA

Dettagli

Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014

Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014 Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014 30 settembre 2014 Il Rapporto CNEL sul mercato del lavoro 2013-2014 è suddiviso in due sezioni realizzate da un gruppo

Dettagli

LE PMI ITALIANE: UN QUADRO INTRODUTTIVO (a cura di Cenciarini R.A., Dallocchio M., Dell Acqua A., Etro L.L.)

LE PMI ITALIANE: UN QUADRO INTRODUTTIVO (a cura di Cenciarini R.A., Dallocchio M., Dell Acqua A., Etro L.L.) cap 01 libro finanza 22-04-2005 11:22 Pagina 13 CAPITOLO PRIMO LE PMI ITALIANE: UN QUADRO INTRODUTTIVO (a cura di Cenciarini R.A., Dallocchio M., Dell Acqua A., Etro L.L.) INTRODUZIONE Le piccole e medie

Dettagli

RIUTILIZZO E RICICLO DEI RIFIUTI SOLIDI: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO

RIUTILIZZO E RICICLO DEI RIFIUTI SOLIDI: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO reusing&recycling RIUTILIZZO E RICICLO DEI RIFIUTI SOLIDI: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO Mo. Re. & Mo. Re. per una governance innovativa della gestione dei rifiuti. Programma LIFE08 ENV/IT/437 Azione

Dettagli

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE giugno 2013 Il presente rapporto è stato elaborato con le informazioni disponibili al 14 giugno 2013 da: Giulia

Dettagli

Competitività e occupazione: le leve strategiche per lo sviluppo e il rilancio del sistema produttivo Ciclo di audizioni

Competitività e occupazione: le leve strategiche per lo sviluppo e il rilancio del sistema produttivo Ciclo di audizioni Competitività e occupazione: le leve strategiche per lo sviluppo e il rilancio del sistema produttivo Ciclo di audizioni COMMISSIONE ISTRUTTORIA PER LE POLITICHE DEL LAVORO E DEI SISTEMI PRODUTTIVI (II)

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

TERZO RAPPORTO SULL ECONOMIA DEL MARE

TERZO RAPPORTO SULL ECONOMIA DEL MARE TERZO RAPPORTO SULL ECONOMIA DEL MARE Con il contributo tecnico-scientifico di: TERZO RAPPORTO SULL ECONOMIA DEL MARE Il presente Rapporto, realizzato da SI.Camera per Unioncamere (coordinatore Amedeo

Dettagli

Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe

Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe Maggio 2015 L Europa è la culla del Fair Trade: come e quanto è diffuso?

Dettagli

Rapporto sul primo anno di attuazione della normativa anticorruzione

Rapporto sul primo anno di attuazione della normativa anticorruzione Dicembre 2013 RAPPORTO SUL PRIMO ANNO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE N. 190/2012 Rapporto sul primo anno di attuazione della normativa anticorruzione Il Rapporto offre un primo bilancio dello stato di attuazione

Dettagli

Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE

Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE Documento programmatico UNA PROVINCIA UTILE Continuità nel buon governo e innovazione per la cura degli interessi della comunità locale. Introduzione Le elezioni amministrative del 2009 hanno rappresentato

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Un modello obsoleto? Crescita e specializzazione dell economia italiana

Un modello obsoleto? Crescita e specializzazione dell economia italiana Un modello obsoleto? Crescita e specializzazione dell economia italiana di Riccardo Faini (Università di Roma Tor Vergata e CEPR) e André Sapir (Université Libre de Bruxelles e CEPR) Maggio 2005 Questo

Dettagli

Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali ente bilaterale lavanderie industriali Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali Primo Rapporto ente bilaterale lavanderie industriali Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Recentemente sono stati introdotti numerosi importanti cambiamenti nella politica antitrust,

Recentemente sono stati introdotti numerosi importanti cambiamenti nella politica antitrust, La Politica antitrust tra l Italia e l Europa * di Giuseppe Colangelo ** e Gianmaria Martini *** 1. Introduzione Recentemente sono stati introdotti numerosi importanti cambiamenti nella politica antitrust,

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Ministro per l innovazione e le tecnologie. Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura

Ministro per l innovazione e le tecnologie. Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura Ministro per l innovazione e le tecnologie Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura Roma, giugno 2002 1 2 Presentazione La modernizzazione del Paese attraverso

Dettagli

Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria dei Migranti in Italia

Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria dei Migranti in Italia progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi Terzi migranti CITTADINANZA ECONOMICA SECONDO REPORT (2013) Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria

Dettagli

Il futuro che vale Per un partito democratico, solidale, europeo. Gianni Pittella

Il futuro che vale Per un partito democratico, solidale, europeo. Gianni Pittella . Il futuro che vale Per un partito democratico, solidale, europeo. Gianni Pittella 1 UN PAESE DA RICOSTRUIRE Sono almeno 25 anni che il nostro Paese si è sostanzialmente fermato e seduto. Ma tutto questo

Dettagli