Il contratto di assicurazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il contratto di assicurazione"

Transcript

1 1 Il contratto di assicurazione Nozione L assicurazione è il contratto con il quale un soggetto (l assicuratore) dietro il pagamento di una somma di denaro (il premio), si obbliga a rivalere un altro soggetto (l assicurato), entro i limiti convenuti nel contratto stesso, del danno ad esso arrecato da un certo evento (il sinistro), oppure a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana (art c.c.). Da questa definizione si evince il doppio scopo del contratto assicurativo: a) il reintegro di eventuali perdite patrimoniali; b) la costituzione dei mezzi necessari a soddisfare le esigenze economiche legate all esistenza degli individui. Il contratto di assicurazione ha come causa la tutela di un interesse dell assicurato da un rischio aleatorio, dietro il versamento di un premio. Proprio il rischio, cioè la probabilità che un determinato evento dannoso futuro ed incerto relativo ad un certo interesse di un soggetto determinato si verifichi causando un pregiudizio patrimoniale, costituisce la causa di tale tipologia contrattuale. È, infatti, il rischio ad essere trasferito, per mezzo del contratto, dall assicurato all assicuratore il quale lo assume su di sé facendovi fronte mediante la sua organizzazione tecnica, attraverso la quale riesce a ripartire tra i vari soggetti assicurati, sottoposti alle medesime alee, l onere di quelle che si realizzano. Il rischio dovrà essere: a) possibile, cioè dovrà avere una concreta possibilità di manifestarsi, misurabile attraverso la probabilità; qualora il verificarsi del danno fosse impossibile il contratto sarebbe nullo per inesistenza della causa (art c.c.); b) incerto, cioè entrambe le parti devono ignorare sia se l evento si verificherà, sia quando si manifesterà, poiché se l incertezza non fosse obiettiva il contratto di assicurazione si trasformerebbe in una semplice scommessa; c) dannoso, cioè lesivo di un interesse; tale specifica caratteristica del rischio si riscontra nelle assicurazioni ramo danni, ma non in tutte le tipologie di assicurazioni ramo vita dove non necessariamente il rischio si identifica con un evento dannoso per l assicurato (si pensi al rischio di sopravvivenza nelle polizze caso vita). 1.2 La formazione del contratto di assicurazione Le parti I soggetti nel contratto di assicurazione sono almeno due: l assicuratore e l assicurato. L assicuratore è il soggetto che presta la garanzia assicurativa all atto del verificarsi dell evento dannoso. L art c.c. stabilisce che l impresa di assicurazione non può essere esercitata che da un istituto di diritto pubblico o da una società per azioni,

2 I contratti assicurativi e finanziari 10 con l osservanza delle disposizioni sancite dalle norme speciali. Questa limitazione all esercizio assicurativo è mirata all ottenimento di una consistente massa di premi, attraverso la quale i pagamenti promessi agli assicurati possono essere debitamente garantiti; inoltre, soltanto un organizzazione su larga scala può essere in grado di offrire prestazioni adeguate, celeri e complete. L assicurato è invece colui a favore del quale la prestazione dovrà essere eseguita e che, in genere, assume l obbligo di pagare il premio. Talvolta l assicurato non si obbliga alla controprestazione, cioè al pagamento del premio, in tal caso subentra una terza figura, il contraente, cioè il soggetto che stipula il contratto e paga il premio. Se il contraente stipula il contratto in nome proprio ma per conto altrui o di chi spetta (art c.c.), esso non si identifica con l assicurato, ed assume su di se l obbligo del pagamento del premio e gli altri oneri contrattuali tipici del contraente, mentre il destinatario dell eventuale indennizzo è il terzo assicurato. Le due tipologie contrattuali si distinguono per il fatto che mentre nell assicurazione per conto terzi l assicurante conosce e dichiara il nome dell assicurato (si veda l esempio dell assicurazione di beni in deposito), nell assicurazione per conto di chi spetta l assicurato non è individuabile al momento della stipula del contratto, poiché il titolare del diritto alla prestazione varia nel corso del rapporto (si veda l esempio dell assicurazione delle autovetture ricoverate in un autorimessa). Nel caso in cui il contraente stipuli un contratto assicurativo come semplice rappresentante dell assicurato siamo di fronte all assicurazione in nome altrui. In questo caso, in base alle regole generali sulla rappresentanza (artt ss. c.c.) 1, i diritti e gli obblighi contrattuali si producono direttamente in capo al rappresentato. L art c.c. disciplina poi il caso in cui il contraente stipula l assicurazione in nome altrui senza averne il potere, dando la facoltà all interessato di ratificare il contratto anche dopo la scadenza o il verificarsi del sinistro 2. Fino al momento in cui l assicuratore ha notizia della ratifica il contraente è tenuto personalmente ad osservare gli obblighi derivanti dal contratto compreso il pagamento del premio; nel caso in cui la ratifica venga rifiutata, il rappresentante resterà obbligato in proprio e dovrà risarcire all assicuratore gli eventuali danni subiti (art c.c.). Infine le assicurazioni di persone, come quelle sulla vita o contro gli infortuni limitatamente al caso morte, possono essere contratte a favore di un terzo (art Nella rappresentanza un soggetto, il rappresentante, partecipa alla conclusione del contratto con una propria dichiarazione di volontà, mentre un altro soggetto, il rappresentato, subisce gli effetti giuridici della dichiarazione di volontà del rappresentante, acquistando i diritti e assumendo le obbligazioni che dal contratto derivano. ( ) L effetto rappresentativo si attua solo se il rappresentante è investito del potere di rappresentanza. ( ) Nella rappresentanza volontaria il potere deriva dalla dichiarazione di volontà del rappresentato, che è la procura. Questa è un atto unilaterale, con il quale un soggetto investe un altro soggetto del potere di rappresentarlo (F. GALGANO). 2 Se qualcuno contratta come rappresentante altrui senza averne i poteri (cd. falsus procurator) da origine ad un contratto inefficace, del tutto improduttivo di effetti. La persona in nome della quale il falso procuratore ha contrattato ha però la facoltà con una successiva dichiarazione unilaterale di volontà, la ratifica, di sanare l originario difetto di potere rappresentativo di chi ha contratto. La ratifica ha effetto retroattivo, cioè ha effetto dal momento della stipula del contratto, senza però poter pregiudicare i diritti nel frattempo acquisiti dai terzi.

3 c.c.), il beneficiario, designato dal contraente come il destinatario della prestazione da parte dell assicuratore nel caso di morte dello stesso contraente-assicurato. A differenza dei casi precedenti, il titolare dell interesse assicurato è lo stipulante e non il terzo: a quest ultimo saranno opponibili le eccezioni relative al contratto, ma non quelle personali allo stipulante. Fino al momento in cui il terzo non comunica la sua accettazione sia allo stipulante che all assicuratore (art.1411 c.c.) la stipulazione è revocabile, ed in caso di revoca o di rifiuto da parte del terzo, beneficiario resta lo stipulante o eventualmente i suoi eredi 3. Nell assicurazione contro i danni questa figura si utilizza per esempio nella clausola di vincolo, attraverso la quale l assicuratore si obbliga ad effettuare la prestazione nei confronti di un soggetto vincolatario, che di norma è una persona che potrebbe vantare diritti nei confronti dell assicurato in seguito al verificarsi del sinistro (per esempio un istituto di credito che eroga un mutuo per una civile abitazione) La formazione della polizza L art c.c. stabilisce che la proposta scritta diretta all assicuratore rimane ferma per il termine di quindici giorni o di trenta giorni quando occorre una visita medica. Il termine decorre dalla data della consegna o della spedizione della proposta 4. Il contratto di assicurazione, di norma, si conclude con la formazione del consenso, cioè nel momento in cui il proponente viene a conoscenza dell accettazione dell altra parte. La figura del proponente viene assunta dall assicurando, il quale compilando il questionario predisposto dall assicuratore risponde a domande relative alle circostanze che possono influire sulla valutazione del rischio dal quale intende essere garantito e di cui specifica le caratteristiche e gli estremi (la proposta può avvenire anche in altre forme, attraverso il telefono, per corrispondenza o via Internet). L assicuratore, ricevuta la proposta, valuta l entità e le caratteristiche del rischio ed in seguito esprime il suo giudizio sull assicurabilità del rischio stesso e sull entità del premio da richiedere. Può capitare che la compagnia dia la sua accettazione apportando qualche modifica alla proposta originaria, la quale, così variata, assumerà la forma di una controproposta, e per la conclusione del contratto sarà necessaria una nuova accettazione da parte dell assicurando. L accettazione della proposta avviene con la sottoscrizione della polizza che sancisce anche la conclusione del contratto. L esame della proposta, a volte, comporta un certo tempo, al fine di avviare indagini, consultazioni o sopralluoghi; per evitare che in questo lasso temporale l assicurato 3 La natura giuridica di questa figura è quella del contratto a favore di terzi, dove lo stipulante, cioè chi contratta a favore del terzo, concorda con il promittente una determinata prestazione a carico di quest ultimo e a favore di un terzo, la cui accettazione non è necessaria ai fini della validità del contratto per effetto della stipulazione a suo favore. Prerogativa per la validità di tale tipologia contrattuale è l interesse dello stipulante, che nella fattispecie in oggetto è costituita dalla possibilità di evitare certe responsabilità o, quanto meno, da un intento liberale. 4 Per i contratti del ramo vita e capitalizzazione, l art. 112 d.lgs. 174/1995 prevede la possibilità di revocare la proposta; in tal caso, le somme già versate dal contraente dovranno essere rimborsate dall assicuratore entro trenta giorni dalla notifica della revoca. Alla compagnia spettano soltanto le spese eventualmente sostenute per emettere il contratto.

4 12 resti sfornito di tutela, si utilizza la copertura provvisoria. Questa è una clausola aggiunta alla proposta, che dà efficacia al contratto dal momento della proposta stessa. La predisposizione di tale clausola non obbliga l assicuratore alla stipula del contratto definitivo, ma fa si che in caso di sinistro l assicurando sia coperto. La copertura provvisoria non va confusa con la nota di copertura che può essere emessa al momento dell accettazione e ha funzione meramente probatoria in attesa della documentazione definitiva La forma del contratto e le condizioni generali I contratti assicurativi e finanziari Il contratto di assicurazione, pur non essendo legato all osservanza di forme costitutive, deve comunque essere provato per iscritto (art c.c.). Il documento probatorio del contratto assicurativo è la polizza di assicurazione, che consiste, normalmente, in un modulo predisposto dall assicuratore in più copie che viene sottoscritto dal contraente. La polizza di assicurazione normalmente è nominativa, ma in rari casi può anche essere all ordine (assicurazioni marittime) o al portatore (assicurazioni vita). Accanto alla polizza è possibile trovare una serie di altri documenti come la proposta e la nota di copertura provvisoria (di cui si è già detto), l appendice (cioè una scrittura privata tra le parti atta a documentare ogni fatto modificativo del contratto intervenuto dopo la stipula), o il certificato di assicurazione (ovvero il documento contenente gli estremi dell assicurazione). Il contratto assicurativo rientra nella categoria dei contratti di massa, per adesione, e contiene quindi un insieme di clausole generali e stabili predisposte dall assicuratore e valide per tutti i contratti di quel tipo (condizioni generali di polizza), un insieme di clausole specifiche frutto della libera contrattazione tra l assicuratore ed il cliente (condizioni particolari), e delle clausole predisposte dall assicuratore ma applicabili soltanto se esplicitamente richiamate (condizioni aggiuntive). L ANIA (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) stabilisce attraverso un contratto-standard con cadenza annuale le modalità di stipula e le clausole a cui possono ispirarsi gli aderenti all associazione. Tale stampato non ha carattere vincolante per le imprese, ma può costituire un riferimento in grado di favorire la diffusione di trattamenti omogenei nei confronti dei clienti. Partendo dallo stampato ANIA, le compagnie predispongono le condizioni generali di contratto che saranno applicabili se opportunamente pubblicizzate dall imprenditore anche se non richiamate nel contratto (art c.c.), purché in linea con i dettami delle leggi e dei regolamenti che disciplinano la materia. Il secondo comma dell art c.c. stabilisce che tra le condizioni generali di contratto non hanno effetto se non vengono approvate per iscritto quelle che prevedono: la limitazione di responsabilità dell assicuratore; la facoltà, per l assicuratore, di recedere dal contratto o di sospenderne l esecuzione;

5 la decadenza dell assicurato dai suoi diritti; limitazioni alla facoltà di opporre eccezioni; restrizione alla libertà contrattuale nei rapporti coi terzi; proroga o rinnovazione tacita del contratto; clausole compromissorie; deroghe alla competenza dell autorità giudiziaria. Inoltre le clausole aggiunte al modulo a stampa, contenente le condizioni predisposte, prevalgono su queste ultime quando risultano con esse incompatibili, anche se le clausole contraddette non sono state cancellate. 13 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Art. 1 Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente e dell Assicurato relative a circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo nonché la stessa cessazione dell assicurazione ai sensi degli artt. 1892, 1893 e 1894 del Codice Civile. Art. 2 Pagamento del premio e decorrenza della garanzia L assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza se il premio o la prima rata di premio è stato pagato; altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. I premi devono essere pagati all Agenzia alla quale è assegnata la polizza oppure alla Società. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del quindicesimo giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno di pagamento, ferme le successive scadenze. Trascorsi 15 giorni da quello della scadenza del premio la Società ha diritto o di dichiarare con lettera raccomandata la risoluzione del contratto, fermo il diritto ai premi scaduti, oppure di esigerne giudizialmente l esecuzione. Art. 3 Modifiche dell assicurazione Le eventuali modificazioni dell assicurazione devono essere provate per iscritto. Art. 4 Aggravamento del rischio Il Contraente o l Assicurato deve dare comunicazione, con lettera raccomandata inviata alla Società ovvero all Agenzia alla quale è assegnata la polizza, di ogni aggravamento del rischio. Gli aggravamenti di rischio non noti o non accettati dalla Società possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo nonché la stessa cessazione dell assicurazione ai sensi dell art del Codice Civile. Art. 5 Diminuzione del rischio Nel caso di diminuzione del rischio la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successivi alla comunicazione del Contraente o dell Assicurato ai sensi dell art del Codice Civile e rinuncia al relativo diritto di recesso. Art. 6 Recesso in caso di sinistro Dopo ogni sinistro denunciato a termini di polizza e fino al sessantesimo giorno dal pagamento o rifiuto dell indennizzo la Società può recedere, con preavviso di trenta giorni, dall assicurazione. La riscossione dei premi venuti a scadenza dopo la denuncia del sinistro o qualunque altro atto della Società, non potranno essere interpretati come rinuncia alla facoltà di recesso. Trascorso il preavviso, entro quindici giorni dalla data di efficacia del recesso, la Società rimborsa, salvo che il premio sia stato convenuto, in tutto o in parte, in base ad elementi di rischio variabili, per ciascuna polizza la parte di premio, al netto delle imposte, relativa al periodo di rischio non corso.

6 14 Art. 7 Indicizzazione Se il premio non è convenuto in base ad elementi di rischio variabili, somme assicurate, massimali, limiti di indennizzo (esclusi quelli espressi in percentuale), premio, sono collegati all indice del costo della vita (indice generale nazionale ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati). Nel corso di ogni anno solare sarà adottato, come indice iniziale e per gli adeguamenti successivi, l indice del mese di agosto dell anno precedente. Alla scadenza di ogni periodo di assicurazione se si sarà verificata una variazione dell indice iniziale o di quello dell ultimo adeguamento, somme assicurate, massimali, limiti d indennizzo (esclusi quelli espressi in percentuale), premio, varieranno proporzionalmente a decorrere dalla medesima scadenza di rata. In caso di ritardata pubblicazione dell indice verrà fatto riferimento all ultimo indice mensile conosciuto dell anno precedente. È in facoltà di ciascuna delle Parti di rinunciare all adeguamento inviando raccomandata all altra Parte almeno 90 giorni prima della scadenza annuale. Art. 8 Proroga dell assicurazione e periodo di assicurazione In mancanza di disdetta, mediante lettera raccomandata spedita almeno tre mesi prima della scadenza, l assicurazione di durata non inferiore ad un anno è prorogata per un anno e così successivamente. Per i casi nei quali la legge o il contratto si riferisce al periodo di assicurazione, questo si intende stabilito nella durata di un anno, salvo che l assicurazione sia stata stipulata per una minore durata, nel qual caso esso coincide con la durata del contratto. Art. 9 Assicurazioni presso diversi assicuratori Se per i medesimi rischi coesistono più assicurazioni, il Contraente o l Assicurato deve dare a ciascun assicuratore comunicazione degli altri contratti stipulati. In caso di sinistro il Contraente o l Assicurato deve darne avviso a tutti gli assicuratori ed è tenuto a richiedere a ciascuno di essi l indennizzo dovuto secondo il rispettivo contratto autonomamente considerato. Qualora la somma di tali indennizzi escluso dal conteggio l indennizzo dovuto dall assicuratore insolvente superi l ammontare del danno, la Società è tenuta a pagare soltanto la sua quota proporzionale in ragione dell indennizzo calcolato secondo il proprio contratto, esclusa comunque ogni obbligazione solidale con gli altri assicuratori. Art. 10 Oneri Tutti gli oneri, presenti e futuri, relativi al premio, agli indennizzi, alla polizza ed agli atti da essa dipendenti, sono a carico del Contraente anche se il pagamento ne sia stato anticipato dalla Società. Art. 11 Foro competente Foro competente, a scelta della parte attrice, è quello del luogo di residenza o sede del convenuto ovvero quello del luogo ove ha sede l Agenzia cui è assegnata la polizza. Art. 12 Rinvio alle norme di legge Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge. I contratti assicurativi e finanziari Clausole vessatorie e clausole dubbie Di recente, in seguito al recepimento di alcune direttive comunitarie, la tutela degli assicurati è stata innalzata al fine di garantire il giusto equilibrio fra le posizioni contrattuali. Gli artt bis-sexies c.c. (introdotti dalla l. n. 52 del 6 febbraio 1996 che ha dato attuazione alla direttiva comunitaria sulle clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori) sanzionano le clausole vessatorie (quelle che determinano a carico del

7 consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi che derivano dal contratto e che violano il principio di buona fede) inserite nei contratti, rendendole parzialmente o totalmente inefficaci. Secondo l art quarter c.c. tutte le clausole proposte al consumatore per iscritto devono sempre essere redatte in modo chiaro e comprensibile, e qualora il significato di una clausola risulti ambiguo, prevale l interpretazione più favorevole al consumatore. L art quinquies elenca un insieme di clausole che, sebbene oggetto di trattativa, sono da considerarsi inefficienti. Queste sono: a) le clausole che escludono o limitano la responsabilità dell impresa in caso di morte o danno alla persona del consumatore, quando questa derivi da un fatto o da un omissione dell impresa; b) le clausole che escludono o limitano le azioni del consumatore nei confronti dell impresa o di un altra parte, nel caso in cui l impresa stessa sia totalmente o parzialmente inadempiente o il suo adempimento sia inesatto; c) le clausole che prevedono l accettazione da parte del consumatore di condizioni a lui di fatto sconosciute prima della conclusione del contratto. Da un intesa tra l ANIA e i rappresentanti dei consumatori, alcune clausole contrattuali, largamente adottate nel mercato assicurativo, sono state etichettate come vessatorie ed inefficaci. Le clausole che invertono l onere della prova, addossando all assicurato il compito di dimostrare l inesistenza di cause che escludono il rischio oggetto di assicurazione, sono inefficaci (ne costituiscono un esempio i casi in cui viene richiesta la prova che il danno non è stato originato da dolo o colpa grave dell assicurato). Le clausole che sanciscono la decadenza del diritto all indennità per inosservanza di obblighi non previsti dalla legge a carico dell assicurato sono vessatorie (ad esempio in alcune polizze incendio sul mercato l assicurato decade dal diritto all indennizzo nel caso in cui non abbia comunicato alla compagnia di aver stipulato un altra assicurazione contro l incendio). Sono altresì vessatorie le clausole di recesso dell assicuratore in caso di sinistro (spesso contenute nelle polizze malattia). Nell ultimo periodo il mercato si sta muovendo riconoscendo anche all assicurato il diritto di recesso in caso di danno, comunque sul piano dell equilibrio sostanziale gli effetti del recesso dell assicuratore risultano di gran lunga più deleteri per l assicurato di quelli che un eventuale recesso da parte di un cliente normalmente sgradito provocano alla compagnia. Le clausole che pongono un limite di età assicurabile, oltrepassato il quale la garanzia decade (in genere 75 anni per le polizze infortuni e malattia) sono vessatorie. Sono inoltre vessatorie, in quanto comportano una restrizione della libertà contrattuale, le clausole che vietano di assicurare presso altre compagnie scoperti e franchigie. Se le clausole anzidette sono state pacificamente riconosciute inefficaci, forti dubbi restano in ordine alla vessatorietà di quelle che seguono. 15

8 16 Secondo le associazioni dei consumatori le clausole che prevedono la riduzione della somma assicurata in caso di sinistro nelle polizze furto contrasterebbero con l art bis, nn. 4, 11, 20 c.c., in quanto darebbero l opportunità all assicuratore di prestare in misura ridotta o di non prestare affatto la copertura in corso di contratto. Per l ANIA tale clausola non è vessatoria in quanto la riduzione di garanzia è subordinata al verificarsi di condizioni oggettive indipendenti dalla volontà delle parti. Anche le clausole compromissorie (quelle che in caso di controversia tra le parti prevedono obbligatoriamente l arbitrato) sarebbero abusive per le associazioni dei consumatori in quanto derogherebbero alla competenza dell autorità giudiziaria (art bis, c. 3, n. 18). Le clausole di indicizzazione, che prevedono un adeguamento proporzionato, al variare di determinati indici di riferimento, del premio, della somma assicurata e a volte di eventuali scoperti o franchigie, sono considerate abusive, anche se per il mercato assicurativo queste risulterebbero legittime in quanto ricostituirebbero ad ogni variazione un nuovo equilibrio economico a vantaggio dell assicurato. Per finire sono pacificamente ritenute non vessatorie le clausole che autorizzano l assicuratore ad esigere il pagamento del premio per l intera annualità anche quando è decorso il termine di 15 giorni o addirittura dopo la risoluzione contrattuale decorsi 6 mesi dal mancato pagamento (art c.c., c. 3). La proroga tacita del contratto e i termini per la disdetta sono legittimi se il termine per comunicare la disdetta al fine di evitare la prosecuzione del contratto è di 90 giorni prima della scadenza. I contratti assicurativi e finanziari 1.3 Il rischio Delimitazione del rischio ed esclusioni Come si accennava in precedenza, il rischio non è altro che un eventuale situazione sfavorevole legata all attività umana o alla vita delle persone. Non tutti i rischi possono essere assicurati. Le parti determinano le cose o le persone cui l evento considerato deve riferirsi, il tempo ed eventualmente anche il luogo in cui esso deve prodursi attraverso il contratto di assicurazione. Questa delimitazione contrattuale del rischio deve tener conto di una vasta gamma di situazioni escluse per legge dall assicurazione. Secondo l art c.c. i rischi relativi a movimenti tellurici, guerre, insurrezioni e tumulti popolari, in quanto di norma colpiscono una pluralità di entità, con un intensità tale da rendere inadeguate le ordinarie possibilità risarcitorie che si basano sul riparto dei rischi, possono essere assunti soltanto dietro patto espresso ed a condizioni molto più gravose delle normali. L assicuratore non risponde inoltre (sempre salvo patto contrario) dei danni causati da difetti della cosa assicurata che non gli siano stati denunciati dall assicurato (art c.c. e art. 525 cod. nav.).

9 Sono infine esclusi in ogni caso (art c.c.) i sinistri cagionati con dolo o colpa grave dal contraente, dall assicurato o dal beneficiario. Ciò si giustifica per il fatto che l evento-sinistro deve essere e rimanere estraneo alla volontà dell assicurato, per far si che sia l alea a governare la trasformazione del rischio in danno. Per il c. 2 dell art c.c. però l obbligo dell assicuratore permane quando il sinistro è causato da persone delle quali l assicurato deve rispondere. La norma risulta derogabile limitatamente alla colpa grave, anche se il terzo comma dell art c.c. stabilisce che l assicuratore resta obbligato anche per il dolo nel caso in cui l interessato abbia agito in adempimento di doveri di solidarietà umana o per tutelare interessi comuni all assicuratore. Possono rientrare nella fattispecie anche i casi in cui l interessato agisca per legittima difesa (art c.c.) o in stato di necessità (art. 2045) Il mutamento del rischio assicurato Essendo il contratto di assicurazione un contratto di durata, nell arco della sua esistenza il rischio può subire molteplici variazioni, in relazione al modificarsi della situazione di fatto esistente al momento della stipula. Alcuni di questi mutamenti sono irrilevanti, altri invece si ripercuotono in maniera concreta nel rapporto fra le parti, che saranno allora costrette ad adeguare i reciproci impegni alle nuove situazioni. La cessazione del rischio è contemplata dall art c.c. che la suddivide in due ipotesi differenti. Nel caso in cui il contratto abbia già iniziato ad avere efficacia, con il manifestarsi della cessazione del rischio, esso viene risolto ex nunc ed il premio è dovuto per intero per tutto il periodo assicurativo in corso e, comunque, finché la cessazione non sia stata comunicata all assicuratore o questi non ne sia venuto a conoscenza in altro modo. Se la cessazione si verifica durante l intervallo tra la stipula del contratto e l inizio della sua efficacia (il caso più ricorrente è quello in cui non sia stato ancora pagato il premio), all assicuratore spetta soltanto il rimborso delle spese. Il caso concernente l alienazione della cosa coperta dalla garanzia assicurativa è regolamentato dall art c.c., secondo il quale l alienazione non è causa di scioglimento del contratto di assicurazione. Così se l assicurato non comunica all assicuratore l avvenuta alienazione ed all acquirente l esistenza del contratto, resta obbligato a pagare i premi successivi alla data della compravendita. Entro 10 giorni dalla scadenza del primo premio successivo all alienazione, l acquirente ha la possibilità di comunicare, tramite raccomandata, all assicuratore la sua intenzione di non voler subentrare nel contratto. Senza tale comunicazione l acquirente assume tutti i diritti e gli obblighi dell assicurato. Anche l assicuratore ha la facoltà di recedere dal contratto (con un preavviso di 15 giorni) mediante comunicazione da effettuarsi entro 10 giorni dalla notizia dell avvenuta alienazione.

10 18 La diminuzione del rischio non è causa di risoluzione di diritto del contratto. In tal caso il contraente, con decorrenza dalla scadenza successiva alla comunicazione della diminuzione del rischio, ha diritto ad ottenere una corrispondente riduzione del premio (art c.c.). Qualora l assicuratore non voglia accordare tale riduzione, ha la facoltà di recedere dal contratto con preavviso di un mese (affinché l assicurato possa nel frattempo provvedere al reperimento di un altra copertura assicurativa). Più articolata risulta, invece, la disciplina dell ipotesi di aggravamento del rischio (art c.c.). In tal caso il contraente deve dare avviso immediato all assicuratore di tutti quei mutamenti atti ad aggravare il rischio. L assicuratore ha la facoltà di recedere dal contratto, dandone avviso per iscritto all assicurato, entro un mese dal giorno in cui è venuto a conoscenza del mutamento del rischio. Tale recesso ha efficacia immediata se l aggravamento è tale che, se fosse stato conosciuto al momento della conclusione del contratto, l assicuratore non lo avrebbe stipulato. Nel caso in cui, malgrado l aggravamento, il rischio permane assicurabile anche se con premio maggiore, il recesso ha effetto soltanto dopo 15 giorni. All assicuratore spettano sempre i premi relativi al periodo di assicurazione in corso. Naturalmente, in seguito ad un congruo incremento di premio, le parti possono accordarsi per mantenere in vita il contratto. Frequente è il caso in cui il sinistro si verifica prima o senza che l aggravamento del rischio venga denunciato dall assicurato, oppure dopo la denuncia ma prima che sia decorso il termine di decadenza spettante all assicuratore per esercitare il recesso. In queste circostanze il quinto comma dell art c.c. fissa la seguente disciplina: Se, in seguito all aggravamento, il rischio risulta non assicurabile, cioè la nuova situazione è tale che se fosse stata conosciuta dall assicuratore al momento della conclusione del contratto questi non lo avrebbe stipulato, nessun indennizzo è dovuto all assicurato. Qualora, invece, il nuovo stato di cose avrebbe comunque portato alla conclusione del contratto con un premio maggiore, l assicuratore ha diritto ad una riduzione dell indennizzo dovuto, commisurata al rapporto tra il premio che è stato pagato e quello che si sarebbe dovuto pagare La durata dell assunzione del rischio I contratti assicurativi e finanziari Il contratto di assicurazione è un contratto di durata, cioè il rapporto che esso sancisce si protrae nel tempo. Normalmente la polizza acquista efficacia dalla mezzanotte del giorno della sua firma; l art c.c., infatti, stabilisce che l assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno della conclusione del contratto alle ore 24 dell ultimo giorno della durata stabilita nel contratto stesso. Questa norma è derogabile, quindi le parti possono stabilire che il contratto abbia un termine iniziale di efficacia diverso, in tal caso però esso dovrà contenere la data e l ora di decorrenza della copertura assicurativa.

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE ORGANI ISTITUZIONALI E AA.GG. Servizio Provveditorato ASSICURAZIONE GLOBALE CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ASSICURATIVO GLOBALE ART. 1. OGGETTO 1.A.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE INFORTUNI SINDACO E CONSIGLIO ENTE CONTRAENTE: COMUNE DI B I B B I E N A Decorrenza: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 Scadenza: alle ore 24 del 30 Giugno 2012 1 DEFINIZIONI

Dettagli

9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione;

9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione; '(),1,=,21, Nel testo che segue si intendono per: 9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 3ROL]]D: il documento che prova l assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione;

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SETTORE AVVOCATURA SERVIZIO APPALTI CONTRATTI E ASSICURAZIONI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA R.C.A. E INFORTUNIO DEL CONDUCENTE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono:

Dettagli

UDA. Assicurazioni e contratto assicurativo: schema riassuntivo. Il concetto di assicurazione e gli eventi assicurabili

UDA. Assicurazioni e contratto assicurativo: schema riassuntivo. Il concetto di assicurazione e gli eventi assicurabili Assicurazioni e contratto assicurativo: schema riassuntivo Il concetto di assicurazione e gli eventi assicurabili La percezione dei rischi e i bisogni assicurativi i principi generali che regolano l assicurazione

Dettagli

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE A.N.U.S.C.A.

CONDIZIONI GENERALI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE A.N.U.S.C.A. CONDIZIONI GENERALI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE A.N.U.S.C.A. Art. 1 Oggetto dell Assicurazione La Società si obbliga a tenere indenne gli Assicurati,associati di A.N.U.S.C.A., di quanto questi sia tenuti

Dettagli

ASSICURAZIONE TEMPORANEA MONOANNUALE DI GRUPPO PER IL CASO DI MORTE E Dl INVALIDITA TOTALE E PERMANENTE

ASSICURAZIONE TEMPORANEA MONOANNUALE DI GRUPPO PER IL CASO DI MORTE E Dl INVALIDITA TOTALE E PERMANENTE ASSICURAZIONE TEMPORANEA MONOANNUALE DI GRUPPO PER IL CASO DI MORTE E Dl INVALIDITA TOTALE E PERMANENTE Polizza Collettiva N. Agenzia Taormina GT ASSISERVICE s.r.l. - Cod. 642 - Tra la Spett.le A.I.G.A.

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE PER LE SPESE LEGALI E PERITALI NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE PER LE SPESE LEGALI E PERITALI NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE PER LE SPESE LEGALI E PERITALI DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono: per "assicurazione": il contratto di assicurazione; per "polizza": il documento che prova l'assicurazione;

Dettagli

Tutela Professione POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE

Tutela Professione POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE A r e a P r o t e z i o n e P r o f e s s i o n e Tutela Professione POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE COMMERCIALISTI, AVVOCATI, CONSULENTI DEL LAVORO, NOTAI, AMMINISTRATORI DI STABILI CONDOMINIALI,

Dettagli

Condizioni di assicurazione

Condizioni di assicurazione Mod. 5251 RCA - Ed. 08/14 Autovetture Condizioni di assicurazione 1 di 96 2 di 96 1.1 DECORRENZA DELLA GARANZIA E PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dal giorno e dall ora indicati in polizza

Dettagli

R.C. PATRIMONIALE CONSULENTI E QUADRI DIRETTIVI

R.C. PATRIMONIALE CONSULENTI E QUADRI DIRETTIVI R.C. PATRIMONIALE CONSULENTI E QUADRI DIRETTIVI 1. OGGETTO DELL ASSICURAZIONE GARANZIA PERDITE PATRIMONIALI La Società si obbliga a tenere indenni gli Assicurati di quanto questi siano tenuti a pagare

Dettagli

COMUNE di RAGUSA. Capitolato Polizza di Assicurazione DANNI ACCIDENTALI VEICOLI. Lotto n. 3

COMUNE di RAGUSA. Capitolato Polizza di Assicurazione DANNI ACCIDENTALI VEICOLI. Lotto n. 3 COMUNE di RAGUSA Capitolato Polizza di Assicurazione DANNI ACCIDENTALI VEICOLI Lotto n. 3 DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono: per ASSICURAZIONE: Il contratto di assicurazione; per POLIZZA: Il

Dettagli

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto POLIZZA NAUTICA per l assicurazione di unità da diporto Condizioni di Assicurazione Sommario 1 Definizioni 2 Condizioni Generali di Assicurazione valide per tutte le garanzie 3 Garanzie: Responsabilità

Dettagli

A. INFORMAZIONI RELATIVE ALL IMPRESA DI ASSICURAZIONE

A. INFORMAZIONI RELATIVE ALL IMPRESA DI ASSICURAZIONE La presente Nota Informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall ISVAP, ma il suo contenuto non è soggetto alla preventiva approvazione dell ISVAP. Il Contraente e l Assicurato devono prendere

Dettagli

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE A.- POLIZZA R.C. PROFESSIONALE 1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE POLIZZE. La polizza Assicuratrice Milanese spa regolamenta il profilo in esame all art. 16 n. 2 delle condizioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

SKIPPERASSICURATO. Condizioni Generali di Assicurazione relative alla Responsabilità Civile NATANTI

SKIPPERASSICURATO. Condizioni Generali di Assicurazione relative alla Responsabilità Civile NATANTI SKIPPERASSICURATO Condizioni Generali di Assicurazione relative alla Responsabilità Civile NATANTI Definizioni Nel testo che segue si intendono: per Alienazione: trasferimento a qualsiasi titolo della

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE PRODOTTO RC Vita Privata in convenzione con la BANCA VERONESE CREDITO COOPERATIVO DI CONCAMARISE Società Cooperativa Il presente fascicolo informativo contenente

Dettagli

POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3

POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3 POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3 NORME CHE REGOLANO L'ASSICURAZIONE IN GENERALE 5 Il presente fascicolo è redatto

Dettagli

del 27/02/2007 n. 184

del 27/02/2007 n. 184 D E T E RMINAZI ONE DEL DIRIGENTE del 27/02/2007 n. 184 I X S E T T O R E T u t e l a d e l l A m b i e n t e Oggetto: Approvazione schemi per la stipulazione delle garanzie finanziarie relative alle attività

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE COMPAGNIA ASSICURATRICE: MILANO DIVISIONE SASA Numero di polizza Sostituisce la polizza Broker/Agenzia Codice ==== RELA BROKER s.r.l. CONTRAENTE RELA

Dettagli

Condizioni generali di Assicurazione

Condizioni generali di Assicurazione Schema di Polizza Fidejussoria a garanzia degli obblighi derivanti dalla gestione operativa dell impianto di discarica controllata per rifiuti non pericolosi ubicato in contrada Autigno Comune di Brindisi

Dettagli

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro.

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro. Condizioni di Assicurazione della Polizza per l Assicurazione sul Credito a garanzia delle perdite patrimoniali derivanti dalla Contraente in caso di perdita dell impiego del mutuatario relativa a prestiti

Dettagli

ASSICURAZIONE TUTELA GIUDIZIARIA DEGLI AMMINISTRATORI, DEI DIRIGENTI E DEI DIPENDENTI DEFINIZIONI

ASSICURAZIONE TUTELA GIUDIZIARIA DEGLI AMMINISTRATORI, DEI DIRIGENTI E DEI DIPENDENTI DEFINIZIONI ASSICURAZIONE TUTELA GIUDIZIARIA DEGLI AMMINISTRATORI, DEI DIRIGENTI E DEI DIPENDENTI DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono: - per Assicurazione : il contratto di assicurazione; - per Polizza :

Dettagli

COMUNE DI LECCO CAPITOLATO SPECIALE DI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI PUBBLICI INCARICATI DELLA PROGETTAZIONE DI LAVORI.

COMUNE DI LECCO CAPITOLATO SPECIALE DI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI PUBBLICI INCARICATI DELLA PROGETTAZIONE DI LAVORI. COMUNE DI LECCO CAPITOLATO SPECIALE DI POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE DEI DIPENDENTI PUBBLICI INCARICATI DELLA PROGETTAZIONE DI LAVORI. (Garanzia assicurativa ai sensi delle disposizioni della

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia

NOTA INFORMATIVA. Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia Contratto di Assicurazione malattia/invalidità permanente da malattia Invalidità permanente da malattia/mod. X0420.0 Edizione 11/2007 Assicurazione malattia/ipm La presente Nota Informativa è redatta secondo

Dettagli

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO L anno, il giorno del mese di in Roma Via TRA La FONDAZIONE ENASARCO, con sede in Roma, Via Antoniotto Usodimare

Dettagli

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI ROMA, 12 GIUGNO 2014 1. I reclami concernenti l accertamento dell osservanza delle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 disciplinanti la trasparenza e le modalità di offerta al

Dettagli

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE La presente polizza è stipulata tra COMUNE DI ACQUI TERME e Decorrenza ore 24.00 del 31/3/2008 Scadenza ore 24.00 del 31/3/2011

Dettagli

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI.

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. 1 LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. Art. 1372 c.c.: forza vincolante del contratto. Contenuto: autonomia privata + fonti di integrazione: legge (anche buona fede), usi ed equità,

Dettagli

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO Nel testo che segue, si deve intendere per: DEFINIZIONI ASSICURATO ASSICURAZIONE BROKER CONTRAENTE ASSICURATI INDENNIZZO INDENNITÀ LIMITE DI INDENNIZZO PERIODO DI ASSICURAZIONE

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1 T I T O L O VIII Usi negoziali CREDITO AL CONSUMO Sommario A) Prestito finalizzato Modalità di stipulazione del contratto» 2 Rimborso del finanziamento» 3 Divieto di versamenti al venditore» 4 Richiesta

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO ASSICURAZIONE INVALIDITA' PERMANENTE DA MALATTIA Anno 2004 PRESTAZIONI Art. 1 - Assicurati Art. 2 - Prestazioni SOMMARIO DELIMITAZIONE DELL ASSICURAZIONE Art. 3 Limiti

Dettagli

CONVENZIONE N. 1013020

CONVENZIONE N. 1013020 CONVENZIONE PER L ASSICURAZIONE TEMPORANEA DI GRUPPO PER LA GARANZIA CONTRO IL RISCHIO DI MORTE PER ISCRITTI AL FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DEL GRUPPO BANCARIO INTESA Il FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE

Dettagli

RC Natanti. Edizione 03/06. MRA - Mod. 3004. Il presente allegato forma parte integrante della polizza MRA - Mod. 3003 - Ed. 03/03

RC Natanti. Edizione 03/06. MRA - Mod. 3004. Il presente allegato forma parte integrante della polizza MRA - Mod. 3003 - Ed. 03/03 RC Natanti MRA - Mod. 3004 Edizione 03/06 Il presente allegato forma parte integrante della polizza MRA - Mod. 3003 - Ed. 03/03 INDICE DEFINIZIONI pag. 1 CONDIZIONI GENERALI pag. 2 CONDIZIONI SPECIALI

Dettagli

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario 1raccolta provinciale degli usi 21-07-2005 10:10 Pagina 226 Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO Sommario Sezione I Usi generali Definizione Art. 1 Sezione II Prestito finalizzato Definizione 2 Modalità di

Dettagli

ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA CAPITOLATO TUTELA LEGALE DIRIGENTI

ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA CAPITOLATO TUTELA LEGALE DIRIGENTI ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA CAPITOLATO TUTELA LEGALE DIRIGENTI DEFINIZIONI Nel testo che segue s intendono: per Contraente: per Assicurato: per Società: per Polizza: per Premio: per Rischio: per Sinistro:

Dettagli

NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO

NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO DIREZIONE OPERATIVA venerdì 13 settembre 2013 NOTA TECNICA E NORMATIVO PRODOTTO AFFITTO SERENO OGGETTO DELLA COPERTURA Affitto Sereno è una polizza che rientra nel ramo ministeriale 16 (perdite pecuniarie)

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Alleanza Assicurazioni S.p.A. appartenente al Gruppo Generali Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Condizioni Contrattuali Regolamento Gestione interna separata

Dettagli

Responsabilità Civile Natanti a Motore

Responsabilità Civile Natanti a Motore Responsabilità Civile Natanti a Motore Condizioni Generali di Assicurazione L Impresa assicura, in conformità alle norme della Legge e del Regolamento, i rischi della responsabilità civile per i quali

Dettagli

CORSO ORDINARIO MAGISTRATURA 2015/2016 ROMA-MILANO-ONLINE NOME E COGNOME TELEFONO CELL.. E-MAIL.. CODICE FISCALE/P.IVA..

CORSO ORDINARIO MAGISTRATURA 2015/2016 ROMA-MILANO-ONLINE NOME E COGNOME TELEFONO CELL.. E-MAIL.. CODICE FISCALE/P.IVA.. CORSO ORDINARIO MAGISTRATURA 2015/2016 ROMA-MILANO-ONLINE NOME E COGNOME INDIRIZZO.. CITTA.. TELEFONO CELL.. FAX. E-MAIL.. CODICE FISCALE/P.IVA.. SEDE DI ROMA EURO 1.220,00 IVA INCLUSA SEDE DI MILANO EURO

Dettagli

ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO

ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO INDICE 1. PREMESSA 3 2. SCOPI DEL PIANO 3 3. OGGETTO DEL PIANO 3 4. GESTIONE DEL PIANO 4 5. PARTECIPAZIONE ELEGGIBILITÀ 4

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

MINI MASTER SUGLI APPALTI PUBBLICI ROMA 2015

MINI MASTER SUGLI APPALTI PUBBLICI ROMA 2015 MINI MASTER SUGLI APPALTI PUBBLICI ROMA 2015 NOME COGNOME INDIRIZZO CITTA TELEFONO CELL. FAX E-MAIL Codice Fiscale/P.IVA modalità dal vivo ed on line: 600,00 IVA INCLUSA modalità PREMIUM : 915,00 IVA INCLUSA

Dettagli

del contratto assicurativo

del contratto assicurativo Le basi giuridiche del contratto assicurativo Il contratto di assicurazione in generale Le vicende del contratto di assicurazione. 1 Esercitazione Obiettivo: conoscere i termini del contratto Attività:

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione

La Nota Informativa non sostituisce quanto regolamentato dalle Condizioni di Assicurazione Pag. 1 di 5 NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DEL RAMO CREDITO (predisposta in conformità dell art. 185 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 - Codice delle assicurazioni private) Avvertenza La

Dettagli

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003.

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003. Nota esplicativa dello schema di contratto a progetto Lo schema di contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto prevede, nell ambito delle singole clausole, alcune soluzioni alternative

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva di glossario Condizioni di Assicurazione

Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva di glossario Condizioni di Assicurazione CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A GARANZIA DI PRESTITO CONTRO CESSIONE E/O DELEGAZIONE DI PAGAMENTO DI QUOTE DELLO STIPENDIO Cessione Quinto Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

Contratto di Infortuni

Contratto di Infortuni Contratto di Infortuni Edizione 2012 NOTA INFORMATIVA POLIZZA INFORTUNI ISCRITTI AL SI. R. BO (Sindacato Ragionieri Commercialisti di Bologna) appartenenti alle categorie commercialisti e praticanti. La

Dettagli

Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940

Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 Filo diretto Assicurazioni S.p.A. - Via Paracelso, 14-20864 Agrate Brianza (MB) - Tel. 039.6056804 - Fax 039.6899940 - www.filodiretto.it

Dettagli

RECESSO DEL SOCIO DI SOCIETA DI PERSONE. A cura di Andrea Silla e Flavia Silla

RECESSO DEL SOCIO DI SOCIETA DI PERSONE. A cura di Andrea Silla e Flavia Silla RECESSO DEL SOCIO DI SOCIETA DI PERSONE A cura di Andrea Silla e Flavia Silla Generalità I soci possono recedere dalla società di persone in qualsiasi momento: se la società è a tempo indeterminato; quando

Dettagli

A. INFORMAZIONI SULL'IMPRESA DI ASSICURAZIONE.

A. INFORMAZIONI SULL'IMPRESA DI ASSICURAZIONE. NOTA INFORMATIVA POLIZZA CONVENZIONE FIDI XXX La presente Nota Informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall ISVAP, ma il suo contenuto non è soggetto alla preventiva approvazione dell ISVAP.

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza Bisogn0 di gestione dei rischi puri Assicurazione previdenza Bisogni e prodotti BISOGNI PRODOTTI Assicurazione (unità in surplus) Previdenza (unità in surplus) Assicurazione (unità in deficit) Polizze

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

ASSICURAZIONI. Polizza R.C. della navigazione

ASSICURAZIONI. Polizza R.C. della navigazione 9052/1 ASSICURAZIONI Polizza R.C. della navigazione NATANTI A MOTORE PARTE A - EDIZIONE 01/07/2003 2 Polizza R.C. Natanti a Motore Prodotto 9052/1 INDICE DEFINIZIONI...............................................

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Articolo 1 - Oggetto 1.1. Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci in conformità all'articolo 7 dello statuto sociale. 1.2. Tale

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale)

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) ALLEGATO 1 (Carta intestata della Banca/Assicurazione) Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) POLIZZA FIDEJUSSORIA/FIDEJUSSIONE BANCARIA PER L ANTICIPO DELL AIUTO PREVISTO DAL REG. CE N. 1698/2005, PER IL SOSTEGNO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO CHE COS È LA La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale che viene rimborsata dal soggetto finanziato (Cliente) mediante la cessione pro solvendo alla Banca di

Dettagli

LA LOCAZIONE, IL CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO D AZIENDA E LA GESTIONE ALBERGHIERA

LA LOCAZIONE, IL CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO D AZIENDA E LA GESTIONE ALBERGHIERA LA LOCAZIONE, IL CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO D AZIENDA E LA GESTIONE ALBERGHIERA LE SOMIGLIANZE E LE DIFFERENZE TRA LE FORME NEGOZIALI DI MAGGIOR UTILIZZO NEL MERCATO DEGLI AFFITTI Avv. Riccardo Delli

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il,

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il, CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE GENERALE DI AA.OO.UU. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono presenti i sigg. : On.le Stefano Caldoro, nato a il, nella sua qualità di Presidente

Dettagli

1. REQUISITI PER L AVVIO DELLA COLLABORAZIONE

1. REQUISITI PER L AVVIO DELLA COLLABORAZIONE CONTRATTO Tra La GDE Edizioni Musicali di Farina Vincenzo con sede legale 00139 Roma, via Monviso, 3 Codice Fiscale FRNVCN62C16G315Y Partita Iva: 09505521006, (di seguito denominata GDE Edizioni ) e, con

Dettagli

PARTE GENERALE. Art. 1 Oggetto

PARTE GENERALE. Art. 1 Oggetto Capitolato di gara (Polizza generale) per l assicurazione della responsabilità civile professionale dei dipendenti del Comune di Firenze incaricati della progettazione dei lavori ai sensi degli art. 90

Dettagli

UNIDROIT CONVENZIONE UNIDROIT. sul FACTORING INTERNAZIONALE. (Ottawa, 26 maggio 1988)

UNIDROIT CONVENZIONE UNIDROIT. sul FACTORING INTERNAZIONALE. (Ottawa, 26 maggio 1988) UNIDROIT ISTITUTO INTERNAZIONALE PER L UNIFICAZIONE DEL DIRITTO PRIVATO ============================================================= CONVENZIONE UNIDROIT sul FACTORING INTERNAZIONALE (Ottawa, 26 maggio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini avranno il significato di seguito

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

CONVENZIONE N. 1013021

CONVENZIONE N. 1013021 CONVENZIONE PER L ASSICURAZIONE TEMPORANEA DI GRUPPO PER LA GARANZIA CONTRO IL RISCHIO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE per ISCRITTI AL FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE DEL GRUPPO BANCARIO INTESA Il FONDO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Capitolato LOTTO 2 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI DURATA DELL APPALTO L appalto ha la durata di 3

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

Contratto tipo di Agenzia

Contratto tipo di Agenzia Contratto tipo di Agenzia LETTERA D INCARICO D AGENZIA 1 In relazione alle intese intercorse, vi confermiamo, con la presente, l incarico di promuovere stabilmente, per nostro conto, la vendita dei prodotti

Dettagli

DELIBERA N. 664/06/CONS

DELIBERA N. 664/06/CONS DELIBERA N. 664/06/CONS Regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza (Proposta di modifiche) Articolo

Dettagli

Agevolazioni al trasferimento del portafoglio e del personale delle imprese di assicurazione poste in liquidazione coatta amministrativa

Agevolazioni al trasferimento del portafoglio e del personale delle imprese di assicurazione poste in liquidazione coatta amministrativa D.L. 26 settembre 1978, n. 576 convertito, con modificazioni, nella L. 24 novembre 1978, n. 738 (G.U. 28 settembre 1978, n. 272; G.U. 25 novembre 1978, n. 330) Agevolazioni al trasferimento del portafoglio

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare con MCC S.p.A. (di seguito MCC) devono attenersi per la concessione delle agevolazioni previste

Dettagli

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA

POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Contraente / Ente POLIZZA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO LIBRO MATRICOLA Partita I.V.A. COMUNE DI GUALTIERI 00440630358 sede legale c.a.p. Località Piazza Bentivoglio 26 42044 GUALTIERI

Dettagli

per le organizzazioni di volontariato

per le organizzazioni di volontariato Le per le organizzazioni di volontariato A cura del Dott. Emidio Valeri Broker assicurativo e Consulente del C.S.V. di Teramo Prima Edizione maggio 2004 Seconda Edizione maggio 2013 Terza Edizione giugno

Dettagli

CONVENZIONE AMINTA S.r.l. POLIZZA R.C. AMMANCHI DI CASSA R.C. PERDITE PATRIMONIALI

CONVENZIONE AMINTA S.r.l. POLIZZA R.C. AMMANCHI DI CASSA R.C. PERDITE PATRIMONIALI CONVENZIONE AMINTA S.r.l. POLIZZA R.C. AMMANCHI DI CASSA R.C. PERDITE PATRIMONIALI DEFINIZIONI Nel testo che segue si intendono per: Assicurazione: il contratto di assicurazione; Polizza: il documento

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO ARTICOLO 1 In attuazione dell art. 4 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni del Comitato

Dettagli

COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI. Amministrazione: il Comune di Rosignano Marittimo, Contraente della polizza;

COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI. Amministrazione: il Comune di Rosignano Marittimo, Contraente della polizza; COPERTURA ASSICURATIVA DELLE SPESE LEGALI E PERITALI Definizioni: Nel testo che segue, si intende per: Amministrazione: il Comune di Rosignano Marittimo, Contraente della polizza; Assicurato: il soggetto,

Dettagli

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO in collaborazione con e con l adesione di Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura SCHEMA

Dettagli

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA.

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA. INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - ART. 1 - CONFERIMENTO DI INCARICO Con il presente contratto TRA,...nato a...il...c.f......e residente a...via......n..., tel..., oppure Società.,

Dettagli

QUESITO. Il Comune gestisce in proprio il servizio di erogazione idrico ai propri cittadini. Siamo a

QUESITO. Il Comune gestisce in proprio il servizio di erogazione idrico ai propri cittadini. Siamo a ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI Associazione Regionale del Piemonte QUESITO Si riscontra il seguente quesito: Il Comune gestisce in proprio il servizio di erogazione idrico ai propri cittadini.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI

CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CAPITOLATO SPECIALE PER LA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE E NATANTI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA ASSICURAZIONE NELLA FORMA LIBRO MATRICOLA 1 SEZ. 1

Dettagli

CONTRATTO DI ORDINI PER ACQUISTO DI TITOLI ATTRAVERSO OPERAZIONI DI PRESTITO E RIPORTO

CONTRATTO DI ORDINI PER ACQUISTO DI TITOLI ATTRAVERSO OPERAZIONI DI PRESTITO E RIPORTO Spett.le CONTRATTO DI ORDINI PER ACQUISTO DI TITOLI ATTRAVERSO OPERAZIONI DI PRESTITO E RIPORTO Con la presente io/noi sottoscritto/i, nel dichiararvi che è mia/nostra esigenza ottenere in prestito

Dettagli

POLIZZA COLLETTIVA INFORTUNI e MALATTIA

POLIZZA COLLETTIVA INFORTUNI e MALATTIA POLIZZA COLLETTIVA INFORTUNI e MALATTIA NOTA INFORMATIVA PER I CONTRATTI DI ASSICURAZIONE INFORTUNI E MALATTIA Nota Informativa Mod. 5002002140/S ed. 2011-03 Ultimo aggiornamento 01/03/2011 Ai sensi dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Regime legale della successione mortis causa della partecipazione liquidare

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. R C Natanti

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. R C Natanti CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE R C Natanti Definizioni Termini assicurativi ed espressioni tecniche ai quali le Parti attribuiscono, nell ambito del presente contratto, il significato qui precisato: Assicurato:

Dettagli