VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME"

Transcript

1 VOLONTARIATO AL PARCO NATURALE ALPI MARITTIME Un numero sempre maggiore di cittadini, per lo più donne e giovani, sono impegnati quotidianamente nella salvaguardia della flora e della fauna, attivi ogni giorno sul territorio per la sensibilizzazione, l informazione e l educazione ambientale, per la raccolta dei rifiuti abbandonati, per la lotta contro gli incendi boschivi, per la tutela del patrimonio ambientale. Con la legge 11 agosto 1991, n. 266 "Legge quadro sul volontariato", si è dato riconoscimento a questo volontariato organizzato quale importante forma di solidarietà da anni operante nel Paese. Il Parco Naturale Alpi Marittime ha scelto di puntare fortemente sul volontariato e di accogliere i cittadini di tutta l Europa che, spontaneamente e senza alcun fine di lucro, vogliano collaborare nei modi più diversi alle numerose e multiformi del Parco, offrendo loro un esperienza unica di vita e di lavoro a contatto con l ambiente naturale della montagna. La recente costituzione dell Associazione di volontariato AMICO PARCO ha creato l opportunità per avviare una proficua collaborazione fra l universo del volontariato e l Ente Parco, ponendosi come naturale interlocutrice fra l Istituzione e le persone di buona volontà. Ispirandosi ai principi della solidarietà sociale, AMICO PARCO si prefigge principalmente due finalità: promuovere il volontariato inteso come partecipazione personale, spontanea e gratuita, e realizzare ed iniziative volte alla tutela ed alla conoscenza della natura e dell ambiente, con particolare riferimento al territorio del Parco Naturale Alpi Marittime. Le persone che intendono svolgere di volontariato presso il Parco Naturale Alpi Marittime dovranno pertanto aderire dell Associazione AMICO PARCO ed essere inseriti in elenchi dei volontari attivi, come previsto dalle norme vigenti. Il Parco, tramite apposite convenzioni con l Associazione, potrà attingere da questi elenchi per reperire volontari da impiegare in conformi alle finalità statutarie dell Ente Parco e dell Associazione stessa. BANDO PER LA RICERCA DI VOLONTARI - ANNO 2008 Per l anno 2008 il Parco Naturale Alpi Marittime è alla ricerca di volontari disponibili ad assumere gli incarichi e a svolgere le descritti nelle seguenti schede.

2 MANUTENTORE SENTIERI E INFRASTRUTTURE Data di inizio Data di fine Periodo minimo Contatti Tipo di Descrizione dell 15 giugno settembre settimane Manutenzione sentieri e infrastrutture I volontari verranno impiegati nella manutenzione del territorio e delle infrastrutture del Parco, sotto la direzione dei tecnici e degli operai dell Ente. Le lavorative prevedono la pulizia e la sistemazione dei sentieri (taglio di arbusti, allontanamento dei massi, sistemazione di muretti e gradoni), lo sfalcio dei prati, la sistemazione di passerelle, bacheche, staccionate e casotti di servizio. Tutte la si svolgono all aperto e in territorio montano; la sistemazione dei sentieri prevede talvolta la necessità di marce di avvicinamento al punto di intervento. Sono previste 4 giornate lavorative ogni settimana, dal lunedì al giovedì, con turni di lavoro di 8-9 ore - adattabilità a lavorare all aperto in ambiente montano; - discrete capacità fisiche, manuali ed escursionistiche; - equipaggiamento da montagna adatto alla stagione (scarponi o pedule, giacca a vento, indumenti da lavoro, zaino). - perizia nell uso di motosega e attrezzi da taglio; - disponibilità ad utilizzare il proprio veicolo per gli spostamenti di servizio (solo su strade asfaltate), previo rimborso chilometrico delle percorrenze. Nozioni sul territorio, l ambiente e l organizzazione dei servizi del Parco. Nozioni di primo soccorso sanitario. Nozioni sull uso dell attrezzatura tecnica in uso. Nelle giornate libere i volontari potranno, se lo desiderano, visitare il Parco accompagnando i Guardiaparco nel pattugliamento del territorio o nelle altre in programma. facile Scheda 1

3 RANGER AUSILIARIO tipo di dell 15 giugno settembre settimane Informazione e assistenza ai visitatori e agli escursionisti Pattuglie di 2-3 volontari percorreranno quotidianamente il territorio del Parco con l incarico di fornire ai visitatori informazioni sull area protetta, sulle rete dei sentieri e delle strade, sulle in programma e sulle norme di comportamento. I volontari forniranno anche, specie sui percorsi di alta quota, assistenza a escursionisti eventualmente in difficoltà. In tutte le situazioni problematiche sarà compito dei volontari richiedere l intervento dei Guardiaparco o comunque dei soccorsi, fornendo loro informazioni e sostegno. Sono previste 4 o 5 giornate lavorative ogni settimana (sempre sabato, domenica e festivi, con riposi nei giorni feriali) con turni di lavoro di 7-9 ore - adattabilità a lavorare all aperto in ambiente montano; - buone capacità fisiche ed escursionistiche; - buone capacità comunicative e disposizione al contatto col pubblico; - equipaggiamento individuale da montagna completo e adatto alla stagione. - capacità alpinistiche; - abilitazione al primo soccorso sanitario; - disponibilità ad utilizzare il proprio veicolo per gli spostamenti di servizio (solo su strade asfaltate), previo rimborso chilometrico delle percorrenze. Nozioni sul territorio, l ambiente e l organizzazione dei servizi del Parco, con particolare attenzione alla rete dei sentieri e dei rifugi alpini. Nozioni di primo soccorso sanitario. Regolamentazione del Parco e norme di tutela ambientale. del Parco nelle varie in programma. media Scheda 2

4 COLLABORATORE SCIENTIFICO tipo di dell 15 febbraio dicembre settimane secondo l Monitoraggio e ricerca su fauna e su flora Monitoraggio del gipeto (individui stanziali); periodo: da febbraio a aprile e da ottobre a dicembre. Censimento fagiano di monte (conteggio in arena); periodo: dal 20 aprile al 20 maggio. Catture ungulati (camoscio e stambecco); periodo: aprile-maggio Censimento stambecco; periodo: maggio Censimento della flora; periodo: maggio-giugno Censimento coturnice (transetti con play-back); periodo: maggio. Monitoraggio Passeriformi (transetti standard); periodo: maggio-giugno. Campionamento fauna ittica; periodo: giugno-agosto. Campionamento invertebrati acquatici: periodo: giugno-agosto. Rilascio gipeto; periodo: dal 20 maggio al 20 agosto. Studio della migrazione dei rapaci; periodo: dal 20 agosto al 30 settembre. Censimento camoscio; periodo: ottobre - adattabilità a lavorare all aperto in ambiente montano; - buone capacità fisiche ed escursionistiche; - buone capacità nel lavorare in gruppo; - buone conoscenze naturalistiche; - equipaggiamento individuale da montagna completo e adatto alla stagione. - laurea o corso di studi in materie naturalistiche; - precedente esperienza in ricerche scientifiche o naturalistiche sul campo; - disponibilità ad utilizzare il proprio veicolo per gli spostamenti di servizio (solo su strade asfaltate), previo rimborso chilometrico delle percorrenze. Nozioni sul territorio, l ambiente e l organizzazione dei servizi del Parco, con particolare attenzione alla gestione e conservazione naturalistica. del Parco nelle varie in programma. media Scheda 3

5 ARCHIVISTA tipo di dell A piacere Due settimane Archiviazione articoli e materiali editoriali sul Parco L impegno è legato alla selezione e all archiviazione, secondo criteri e categorie predefinite, di: - materiali editoriali prodotti dal Parco; - articoli, saggi, note dedicati al Parco; - articoli, saggi, note di carattere generale che per l argomento trattato possono risultare di utile consultazione. - Conoscenze informatiche di base - Nozioni di ambiente, flora, fauna Utilizzo dei mezzi informatici a disposizione dell ente; illustrazione di criteri e categorie. del Parco nelle varie in programma. facile Scheda 4

6 TECNICO FOTOGRAFICO tipo di dell A piacere 2 settimane Gestione immagini Il Parco dispone di migliaia di diapositive che necessitano di essere trasferite su supporto digitale. L consiste nella selezione delle immagini, nella scansione delle stesse, nell archiviazione secondo criteri da stabilire con il personale che già si occupa di tale operazione. Indispensabili - Buona conoscenza di programmi (in particolare Photoshop) e tecniche per ottenimento di immagine scansionata a partire da diapositiva. Preferibili - Conoscenza del territorio del Parco, nozioni di flora e fauna. Presentazione attrezzatura messa a disposizione del Parco, illustrazione procedure. Collaborazione continua in sede di archiviazione. del Parco nelle varie in programma. media Scheda 5

7 COLLABORATORE TURISTICO tipo di dell Metà giugno Metà settembre Due settimane Collaborazione in di animazione turistica locale L impegno è legato alla partecipazione ad azioni di promozione, comunicazione, gestione dei servizi di accoglienza e di animazione turistica programmate dall Ente Parco e dai Comuni in periodo estivo. In collaborazione con i responsabili dell associazione Ecoturismo in Marittime, della società GESAM, e degli addetti al turismo dell Ente Parco, vengono sviluppate in particolare azioni di informazione presso i centri visita e le altre strutture gestite dal Parco. Un impegno specifico va previsto nella trasmissione di materiali (manifesti, locandine, pieghevoli) dalla sede del Parco ai vari punti informativi distribuiti all interno dei Comuni dell area protetta. REQUISITI - Utilizzo di mezzo di trasporto proprio. - Conoscenza del territorio del Parco Utilizzo dei mezzi informatici a disposizione dell ente; illustrazione di criteri e categorie. del Parco nelle varie in programma. MEDIA Scheda 6

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FRANCESCHINA JESSICA VIA SANTELLONE 7, CAP 23032 BORMIO (SONDRIO) Telefono 349-3984744 Fax E-mail

Dettagli

SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA

SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA È guida ambientale escursionistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nella visita

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI TORINO DI SANGRO Codice di accreditamento: NZ02655 Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa sociale Area Azzurra a r.l. 2) Codice di accreditamento: NZ01031 3) Albo e classe

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICO PARCO. E costituita a Valdieri (CN) l Associazione di volontariato

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICO PARCO. E costituita a Valdieri (CN) l Associazione di volontariato STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AMICO PARCO Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata E costituita a Valdieri (CN) l Associazione di volontariato denominata AMICO PARCO, con sede legale

Dettagli

Oasi naturalistica del Parco del Roccolo

Oasi naturalistica del Parco del Roccolo AMICI DEL PARCO DEL ROCCOLO Organizzazione di volontariato - C.F. : 93034320163 Sede Legale: via San Martino 11, 24047 Treviglio (BG). Sede operativa: Parco del Roccolo, Via del Bosco, Treviglio (BG).

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale Informazioni aggiuntive per i cittadini: Sede centrale: Indirizzo:

Dettagli

IMMAGINE. L anno duemilaquattordici addì. del mese di febbraio, in esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. del..

IMMAGINE. L anno duemilaquattordici addì. del mese di febbraio, in esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. del.. CONVENZIONE PER L ACCOGLIENZA A FINI EDUCATIVI E CULTURALI SUL TERRITORIO COMUNALE DA PARTE DEI VOLONTARI dell ARCHEOCLUB D ITALIA SEDE DI MONDOLFO PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO COMUNALE ECOMUSEO DI MONDOLFO

Dettagli

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI presentazione a cura di Valerio Bozza Vicepresidente CAI Salerno Responsabile Manutenzione Sentieri Dalla vecchia alla nuova carta L edizione del 1994 Scala 1:30.000

Dettagli

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015)

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015) ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015) Per informazioni e prenotazioni: http:///iscriversi.html Email: info@friultrekandtrout.com - Cellulare: 3453597254 PER POTER PARTECIPARE ALLE SINGOLE ATTIVITÀ

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE Anno 2015

MODULO DI ISCRIZIONE Anno 2015 MODULO DI ISCRIZIONE Anno 2015 Il/la sottoscritto/a (a nome di chi esercita la potestà): nato/a a (Prov. ) il in qualità di residente in Via/Piazza Comune (Prov. ) C.A.P. Telefono (obbligatorio) E-mail

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

NOI CITTADINI COME VOI

NOI CITTADINI COME VOI TITOLO DEL PROGETTO: NOI CITTADINI COME VOI SETTORE E AREA D INTERVENTO Assistenza - Disabili LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CODICE SEDE ATTUAZIONE N. VOLONTARI

Dettagli

A.A.A. CERCASI VOLONTARIO

A.A.A. CERCASI VOLONTARIO A.A.A. CERCASI VOLONTARIO ONESEA alliance è un organizzazione ambientalista che si occupa della salvaguardia, monitoraggio e recupero di ecosistemi marini e loro organismi. Le attività che svolgiamo sono

Dettagli

PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Ambiente Ufficio Parchi

PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Ambiente Ufficio Parchi PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Ambiente Ufficio Parchi BANDO PER UN CORSO SULLE TECNICHE DI CONDUZIONE DI VISITE E ATTIVITA EDUCATIVE IN AMBITO ESCURSIONISTICO La Provincia di Viterbo, Ente Gestore delle

Dettagli

DIRETTIVE E LINEE GUIDA PER L ESERCIZIO DELLEPROFESSIONI TURISTICHE DI GUIDA AMBIENTALE-ESCURSIONISTICA E Di GUIDA TURISTICA SPORTIVA AI SENSI DELLA

DIRETTIVE E LINEE GUIDA PER L ESERCIZIO DELLEPROFESSIONI TURISTICHE DI GUIDA AMBIENTALE-ESCURSIONISTICA E Di GUIDA TURISTICA SPORTIVA AI SENSI DELLA Allegato alla Delib.G.R. n. 39/ 12 del 3.10.2007 DIRETTIVE E LINEE GUIDA PER L ESERCIZIO DELLEPROFESSIONI TURISTICHE DI GUIDA AMBIENTALE-ESCURSIONISTICA E Di GUIDA TURISTICA SPORTIVA AI SENSI DELLA L.R.

Dettagli

Linee Guida Commissioni

Linee Guida Commissioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE di COSENZA GIOVANNI BARRACC0 Linee Guida Commissioni Approvate dal Consiglio Direttivo in data 11/11/2008 GLI ORGANI TECNICI PERIFERICI (OTP) Art. 4 dello Statuto della Sezione:

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C MISURA 312 I BANDI Sostegno allo sviluppo di attività economiche Le opportunità disponibili da Lunedì 11 Ottobre 1 Beneficiari: : Microimprese (Partita iva e Registro Imprese Camera Commercio) Obiettivi:

Dettagli

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009)

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Articolo 1 Finalità e oggetto della legge 1. La Regione,

Dettagli

SAFARI ALPINO PROGRAMMA DI APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2016 Facili escursioni con l'obiettivo di avvicinarsi agli animali del Parco Gran Paradiso

SAFARI ALPINO PROGRAMMA DI APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2016 Facili escursioni con l'obiettivo di avvicinarsi agli animali del Parco Gran Paradiso SAFARI ALPINO PROGRAMMA DI APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2016 Facili escursioni con l'obiettivo di avvicinarsi agli animali del Parco Gran Paradiso APRILE Domenica 3 Aprile SAFARI ALPINO essere fotografati, fischi

Dettagli

Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio

Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio Direzione regionale di Protezione Civile Lucrezia Casto Nella Regione Lazio il Volontariato di Protezione Civile è disciplinato da due Leggi regionali:

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.)

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) Provincia di Varese Atto costitutivo Sommario Art. 1. Premessa... 1 Art. 2. Costituzione, finalità e ambiti di competenza del

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto:

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto: ENTE 1) Ente proponente il progetto: Ente Capofila: COMUNE DI CELLOLE Enti partecipanti: NZ0316 COMUNE DI PIETRAMELARA NZ007 COMUNE DI MARZANO APPIO NZ0492 CONSORZIO TURISTICO BALNEARE BAIA DOMIZIA NZ04736

Dettagli

Funzionario Responsabile della Vigilanza Numero tel. dell ufficio 0142/927120 Fax dell uffico 0141/927800 E-mail istituzionale

Funzionario Responsabile della Vigilanza Numero tel. dell ufficio 0142/927120 Fax dell uffico 0141/927800 E-mail istituzionale CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Franco Andreone Data di nascita 29/09/1959 Qualifica Guardiaparco Amministrazione Ente di Gestione dei Sacri Monti Incarico attuale Funzionario Responsabile

Dettagli

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA

TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI. AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Art. 1 E costituita l associazione: TITOLO I DENOMINAZIONE-SEDE-SCOPI AccompagNatur GUIDE ESCURSIONISTICHE AMBIENTALI DELLA VAL D OSSOLA Associazione fra Guide Escursionistiche Ambientali o Accompagnatori

Dettagli

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni Programma inverno 2014/15 Attività per tutta la famiglia. Limite età bimbi Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni ACTIVITY

Dettagli

Oggetto: promozione iniziativa "Workcamps on sale!" Informagiovani Comune di Venezia.

Oggetto: promozione iniziativa Workcamps on sale! Informagiovani Comune di Venezia. Prot. N. Circolare n. 410/P ai docenti e agli studenti delle classi quarte e quinte e, p.c. al DSGA agli uffici ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 3 maggio 2012 Oggetto: promozione iniziativa "Workcamps

Dettagli

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Verbale Forum 18 settembre 2012 a cura di Michele Merola (Ambiente Italia per Federparchi) Carta Europea per il Turismo Sostenibile

Dettagli

STRALCIO PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

STRALCIO PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA REGIONE SICILIANA STRALCIO PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1. Titolo del progetto: Il Parco sottotitolo laboratorio per il futuro 2. Descrizione del progetto e tipologia

Dettagli

Campi di volontariato ambientale nei Parchi Nazionali realizzati in collaborazione con l associazione Vol.un.t.a.s. - Estate 2009

Campi di volontariato ambientale nei Parchi Nazionali realizzati in collaborazione con l associazione Vol.un.t.a.s. - Estate 2009 L.S.S. R.CACCIOPPOLI di Napoli in rete con l IPIA F. Enriques di Portici e con l ITC Mario Pagano di Napoli Campi di volontariato ambientale nei Parchi Nazionali realizzati in collaborazione con l associazione

Dettagli

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra il Consorzio di gestione del Parco regionale delle Orobie Bergamasche, di seguito

Dettagli

GLI INCIDENTI STRADALI CON COINVOLGIMENTO DI FAUNA

GLI INCIDENTI STRADALI CON COINVOLGIMENTO DI FAUNA GLI INCIDENTI STRADALI CON COINVOLGIMENTO DI FAUNA SELVATICA: UN FENOMENO DA NON SOTTOVALUTARE Il Piemonte è una delle Regioni in cui le popolazioni di fauna selvatica di grossa taglia sono tra le più

Dettagli

Definizione della rete sentieristica regionale e mappatura dei sentieri

Definizione della rete sentieristica regionale e mappatura dei sentieri Definizione della rete sentieristica regionale e mappatura dei sentieri Paolo Caligaris Direzione regionale OO.PP. Difesa del suolo Economia Montana e Foreste Telemobility 2008 1 1 La strategia generale

Dettagli

COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI

COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.35 del

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA)

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento(composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal

Dettagli

LUGLIO 2005. 2-3 luglio EE. Sentiero P.G. Frassati CAI Penne. 3 luglio EE. Pizzo Camarda - dalla Valle del Chiarino CAI Ascoli Piceno

LUGLIO 2005. 2-3 luglio EE. Sentiero P.G. Frassati CAI Penne. 3 luglio EE. Pizzo Camarda - dalla Valle del Chiarino CAI Ascoli Piceno Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga CE.D.A.P. - CENTRO DOCUMENTAZIONE AREE PROTETTE POLO PER LA DIDATTICA AMBIENTALE PUNTO INFORMATIVO DEL PARCO Palazzo Patrizi - via Beretra, 1 64046 Montorio

Dettagli

G.E.V. GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DELLA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO

G.E.V. GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DELLA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO Associazione G.E.V. GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE DELLA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO Dichiarazione di Identità e missione Il gruppo di lavoro Il presente documento è stato redatto con la partecipazione di

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA

UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA OBIETTIVO: Avviare un processo verso un turismo accessibile, per rendere il territorio montano a cavallo

Dettagli

Comune di Casatenovo

Comune di Casatenovo Comune di Casatenovo (Provincia di Lecco) Piazza della Repubblica 7, 23880 Casatenovo, P.I. 00631280138 Tel. : 039-9235.1 / 9235.212 - Fax : 039-9207098 SETTORE AFFARI GENERALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione)

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA ART. 1 (Denominazione) Nel giorno di martedì 1 luglio 2008 è costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia

Dettagli

*C.E.A. riconosciuto dalla Regione Abruzzo come Centro di Interesse Regionale (L.R. n. 122 del 29/11/1999)

*C.E.A. riconosciuto dalla Regione Abruzzo come Centro di Interesse Regionale (L.R. n. 122 del 29/11/1999) Majambiente S.C.arl Centro Visita Valle dell Orfento, via del vivaio, - 65023 Caramanico Terme (Pescara) ( +39 085 92 23 43 - www.majambiente.it - majambiente@pec.it - info@majambiente.it Escursioni, Trekking

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE

DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE 1) Cosa è un attività Turistica Ricettiva? DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE Si definisce attività Ricettiva Turistica quella diretta alla produzione ed all offerta al pubblico di

Dettagli

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento (composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal Consiglio Comunale

Dettagli

INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE

INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE CTS PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE Il Centro Turistico Studentesco e giovanile (CTS) fondato nel 1974 - è un Associazione

Dettagli

Corsi di avvicinamento alla Montagna Appendice al Quaderno n. 2 Corsi di escursionismo

Corsi di avvicinamento alla Montagna Appendice al Quaderno n. 2 Corsi di escursionismo Corsi di avvicinamento alla Montagna Appendice al Quaderno n. 2 Corsi di escursionismo Questa appendice introduce due iniziative informative destinate a tutti coloro che si avvicinano alla montagna: -

Dettagli

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO

ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO ECOLABEL EUROPEO PER IL SERVIZIO DI RICETTIVITÀ TURISTICA E DI CAMPEGGIO: IL FIOR FIORE DEL TURISMO Seminario di sensibilizzazione per la promozione del marchio Europeo Ecolabel per il servizio di ricettività

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina Indirizzo: Via E. Mach, 2 38010 San Michele all Adige (TN) Recapito telefonico: 0461-650314

Dettagli

ALPI CARNICHE, NELLA ZONA DELLE

ALPI CARNICHE, NELLA ZONA DELLE ANPEFSS CULTURA e SPORT Ente Nazionale per la Formazione e l Aggiornamento dei Docenti Qualificato dal Ministero Istruzione Università e Ricerca ai sensi della Direttiva n. 90/2003 Iscritto Ufficialmente

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA RETE

PRESENTAZIONE DELLA RETE Progetto LIFE11/NAT/IT/000187 TEN Trentino Ecological Network IL PROGETTO LIFE+TEN E LE RETI DI RISERVE: la rete ecologica del Trentino in azione Rete di Riserve Alpi Ledrensi : azioni e programmi Paolo

Dettagli

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Archivio Storico Comunale Conservazione e tutela di tutti i documenti

Dettagli

PROGRAMMA GITE ANNO 2011

PROGRAMMA GITE ANNO 2011 CAI SAT PROGRAMMA GITE ANNO 2011 GENNAIO Venerdì 14 Domenica 16 Sabato 22 Sabato 29 Domenica 30 Domenica 30 SERATA NEVE E VALANGHE CIASPOLADA + DIMOSTRAZIONE SOCCORSO ASSEMBLEA ORDINARIA ALLE ORE 20.30,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

ALLEGATO N. 1 alla D.D. n. 334 del 23/12/2013. Definizione attività specifiche delle aree. Conto consuntivo e rendicontazioni

ALLEGATO N. 1 alla D.D. n. 334 del 23/12/2013. Definizione attività specifiche delle aree. Conto consuntivo e rendicontazioni ALLEGATO N. 1 alla D.D. n. 334 del 23/12/2013. Definizione attività specifiche delle aree Titolo AREA BILANCIO Titolo AREA AFFARI GENERALI Attività Specifiche Trattamento economico del personale, degli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELL ASSOCIAZIONE ARCHIVIO STORICO OLIVETTI

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELL ASSOCIAZIONE ARCHIVIO STORICO OLIVETTI CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELL ASSOCIAZIONE ARCHIVIO STORICO OLIVETTI Aggiornata a gennaio 2013 Indirizzo: Via Miniere 31 - Tel. 0125.641238 Amministrazione: segreteria@arcoliv.org Posta elettronica:

Dettagli

Nella speranza di rinnovare la collaborazione con Voi, ci rendiamo disponibili per eventuali incontri nei vostri istituti.

Nella speranza di rinnovare la collaborazione con Voi, ci rendiamo disponibili per eventuali incontri nei vostri istituti. Cari insegnanti, per la nuova stagione invernale la scuola Sci Stella Alpina Mottarone propone il progetto scuole sulla neve. Da anni operiamo in collaborazione agli istituti scolastici del territorio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 13.01.1998 Revisioni: NOTE: 1 TITOLO I FINALITA DELLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ART. 1 - FINALITA

Dettagli

TUTELA AMBIENTE MONTANO. Noi e il CAI

TUTELA AMBIENTE MONTANO. Noi e il CAI TUTELA AMBIENTE MONTANO Noi e il CAI TEMI TRATTATI Posizione del CAI Cosa possiamo fare noi TAM http://www.cai-tam.it/ Posizione e impegno Tema importante per la montagna protezione dell'ecosistema montano

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Gestione

Deliberazione del Consiglio di Gestione Deliberazione del Consiglio di Gestione Numero 17 del 28-04-2015 Oggetto: APPROVAZIONE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PER L'AN= NO 2015 L'anno duemilaquindici il giorno ventotto del mese di aprile alle ore

Dettagli

BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE CITTA DI OMEGNA BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Scheda di sintesi dei progetti e dei posti disponibili TITOLO PROGETTO : UN PARCO EUROPEO SEDE DI SERVIZIO ENTE PARCO NAZIONALE VAL GRANDE Vogogna 2 Parchi

Dettagli

REGOLAMENTO RIFUGIO CHIEREGO

REGOLAMENTO RIFUGIO CHIEREGO REGOLAMENTO RIFUGIO CHIEREGO Il Regolamento del Rifugio Chierego è un insieme di norme definite dall Unione Montana del Baldo Garda e non sostituisce o integra le norme legislative vigenti emanate dagli

Dettagli

ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI FIESOLE. ANNO 2014/2015 (aggiornato al 6 ottobre 2015)

ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI FIESOLE. ANNO 2014/2015 (aggiornato al 6 ottobre 2015) ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI FIESOLE. ANNO 2014/2015 (aggiornato al 6 ottobre 2015) Albo delle Associazioni 2014/2015 adottato con provvedimento del Sindaco n. 30 del 19 dicembre 2014. Numero

Dettagli

24 PARCHI IN LOMBARDIA, PIÙ DI 120 INIZIATIVE PER VIVERE NELLA NATURA

24 PARCHI IN LOMBARDIA, PIÙ DI 120 INIZIATIVE PER VIVERE NELLA NATURA 24 PARCHI IN LOMBARDIA, PIÙ DI 120 INIZIATIVE PER VIVERE NELLA NATURA dal 24 maggio al 5 giugno 2009 IN OCCASIONE DELLA GIORNATA EUROPEA DEI PARCHI E DELLA GIORNATA MONDIALE PER L AMBIENTE, LA REGIONE

Dettagli

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Comune di Riofreddo Provincia di Roma Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 03 del 08 Febbraio 1 Premessa L istituzione di un gruppo di volontari nel

Dettagli

Programma Febbraio 2016 GuardieEcologicheVolontarie di Faenza

Programma Febbraio 2016 GuardieEcologicheVolontarie di Faenza Programma Febbraio 2016 GuardieEcologicheVolontarie di Faenza Devolvi il tuo 5 per mille a favore della nostra Associazione utilizzando il nostro Codice Fiscale 90007800395 Premessa: Procedono, le pubblicazioni

Dettagli

La Carta Europea del turismo sostenibile nelle aree protette e l esperienza del Parco Alpi Marittime

La Carta Europea del turismo sostenibile nelle aree protette e l esperienza del Parco Alpi Marittime Caderzone, PNAB, 15 maggio 2009 1 Workshop Nazionale Carta Europea del Turismo sostenib ile Esperienze a confronto e nuove opportunità La Carta Europea del turismo sostenibile nelle aree protette e l esperienza

Dettagli

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti Centro donna CGIL Cagliari - Ascolto e accoglienza per le donne in stato di disagio o con difficoltà di vario genere (personali, familiari, relative ad abusi, maltrattamenti e violenza fisica e psicologica)

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

La Rete della Mobilità Dolce ed il Catasto dei Sentieri. Vivere le Marche. Alfredo Fermanelli alfredo.fermanelli@regione.marche.it

La Rete della Mobilità Dolce ed il Catasto dei Sentieri. Vivere le Marche. Alfredo Fermanelli alfredo.fermanelli@regione.marche.it La Rete della Mobilità Dolce ed il Catasto dei Sentieri per Vivere le Marche Alfredo Fermanelli alfredo.fermanelli@regione.marche.it Al confine dell Impero Mark terra di confine dell immenso Impero di

Dettagli

Regione Emilia Romagna- legge regionale n.4 del 2000 NORME PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ TURISTICHE DI ACCOMPAGNAMENTO

Regione Emilia Romagna- legge regionale n.4 del 2000 NORME PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ TURISTICHE DI ACCOMPAGNAMENTO Regione Emilia Romagna- legge regionale n.4 del 2000 NORME PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ TURISTICHE DI ACCOMPAGNAMENTO Art. 1 Finalità Indice Art. 2 - Definizione delle professioni turistiche di accompagnamento

Dettagli

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO Allegato A Linee generali per la presentazione del progetto di gestione dei servizi di promozione e tutela della donna : CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

Dettagli

PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 21 DICEMBRE AL 13 MARZO

PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 21 DICEMBRE AL 13 MARZO PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 21 DICEMBRE AL 13 MARZO LUNEDI Andalo h. 10,00 / 15,00 -SCI: corso tempo pieno dal lunedì al venerdì Kids 6+ Corso di sci tenuto da Maestri di sci e Guide Alpine per dare ai tuoi

Dettagli

A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO. Richiesta di finanziamento 30.000,00. Art. 12, comma 4, del vigente Regolamento di Attuazione degli A.T.C.

A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO. Richiesta di finanziamento 30.000,00. Art. 12, comma 4, del vigente Regolamento di Attuazione degli A.T.C. A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO SERVIZIO VOLONTARIO VIGILANZA VENATORIA, AMBIENTALE, AUSILIO AI CENSIMENTI, AL MONITORAGGIO ED ALLE IMMISSIONI DI FAUNA SELVATICA, AVVISTAMENTO INCENDI BOSCHIVI, ASSISTENZA

Dettagli

I requisiti riguardano i seguenti aspetti ad ognuno dei quali è assegnato un peso:

I requisiti riguardano i seguenti aspetti ad ognuno dei quali è assegnato un peso: all. D Il presente Disciplinare riporta i requisiti che i rifugi escursionistici in Lombardia devono soddisfare per acquisire il marchio Ospitalità Italiana. Tale documento è stato sviluppato ISNART e

Dettagli

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna *********** REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEI REGISTRI COMUNALI DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E DEL VOLONTARIATO SINGOLO Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

PROGETTO VETTA. Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote

PROGETTO VETTA. Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote PROGETTO VETTA Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie ed Alte quote Tecnologie a servizio della qualità delle attività escursionistiche IL PROGETTO VETTA

Dettagli

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Approvato con deliberazione Giunta Comunale n 97 del 23.04.2013 Sommario: PREMESSA Art. 1 DEFINIZIONE DI VOLONTARIO Art. 2- DEFINIZIONE

Dettagli

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico LEGGE SPORT VENETO COME LEGGERLA? La legge sullo sport da poco approvata è di facile consultazione se ne si conosce la struttura : l articolo 2 infatti è come un indice, che rimanda agli articoli successivi

Dettagli

Curriculum Associazione Belluno-DONNA

Curriculum Associazione Belluno-DONNA Curriculum Associazione Belluno-DONNA 1. L Origine dell Associazione L Associazione Belluno-DONNA onlus è nata nel 2003 dal Gruppo di lavoro sulla violenza alle donne che nel 2001, insieme ai Medici di

Dettagli

STATUTO. omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che

STATUTO. omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che STATUTO omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che approvate all unanimità dai soci fondatori, sono trascritte nel presente atto per formarne parte integrante.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE TRAMA DI TERRE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE TRAMA DI TERRE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE TRAMA DI TERRE Titolo I Denominazione, sede e durata Art. 1 E costituita l Associazione di promozione sociale ex legge 383/2000 denominata Trama di Terre.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE Comune di GIOIOSA JONICA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVICO VOLONTARIO COMUNALE Approvato con Delibera C.C. n. 10 del 21/05/2014 INDICE PREMESSA Art. 1 - DEFINIZIONE

Dettagli

scopri l altro piano di Asiago

scopri l altro piano di Asiago scopri l altro piano di Asiago ASIAGO TREKKING L ALTRO PIANO DI ASIAGO Una vastissima rete di sentieri e mulattiere finalmente alla portata di tutti. Una rete di rifugi organizzati per scoprire l anima

Dettagli

PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 7 AL 20 DICEMBRE

PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 7 AL 20 DICEMBRE PROGRAMMA SETTIMANALE DAL 7 AL 20 DICEMBRE SABATO 5 DICEMBRE Andalo h. 14,00 / 16,30 - CIASPOLE: escursione con le Racchette da neve in quota in Paganella. family10+ Camminare fuori dai sentieri battuti

Dettagli

Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione

Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione Il turismo e le aree protettein Italia. Verso gli Stati generali Fabriano 8-9 ottobre 2014 Turismo e Rete Natura 2000. Obiettivi di tutela e valorizzazione Giuseppe Dodaro Realizzazione di un approfondimento

Dettagli

Curriculum Vitae Formato Europeo. Informazioni personali. Telefono 3930637090. vivianabobbio@gmail.com. Data di nascita 5 giugno 1966

Curriculum Vitae Formato Europeo. Informazioni personali. Telefono 3930637090. vivianabobbio@gmail.com. Data di nascita 5 giugno 1966 Curriculum Vitae Formato Europeo Informazioni personali Cognome Nome Bobbio Viviana Telefono 3930637090 E-mail Cittadinanza vivianabobbio@gmail.com Italiana Data di nascita 5 giugno 1966 Sesso Femmina

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA AREA 1^ AMMINISTARTIVA

PROVINCIA DI MATERA AREA 1^ AMMINISTARTIVA UFFICIO TURISMO VIA RIDOLA, 60-75100 MATERA PROVINCIA DI MATERA AREA 1^ AMMINISTARTIVA BANDO DI ESAME Pubblicato sul BUR di Basilicata n. 37 del 16.10.2012 per il conseguimento dell abilitazione all esercizio

Dettagli

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità REGIONE CALABRIA LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012 Istituzione di Ecomusei in Calabria Art. 1 Definizione e finalità 1. La Regione Calabria prevede, al fine del recupero e della valorizzazione

Dettagli

Proposte dedicate alle Scuole Elementari, Medie e Superiori, CAI & promosse in collaborazione con l A.S.D. ViviMottarone

Proposte dedicate alle Scuole Elementari, Medie e Superiori, CAI & promosse in collaborazione con l A.S.D. ViviMottarone Proposte dedicate alle Scuole Elementari, Medie e Superiori, CAI & promosse in collaborazione con l A.S.D. ViviMottarone Cari insegnanti, per l imminente stagione invernale vi proponiamo le offerte formative

Dettagli

PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO

PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO REGOLAMENTO Delibera Commissariale n. 2 del 16 febbraio 2011 PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO Art. 1 Finalità Il

Dettagli

MANAGEMENT PLAN. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia

MANAGEMENT PLAN. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia MANAGEMENT PLAN TITOLO PROGETTO: Petromyzon And River Continuity ACRONIMO: P.A.R.C. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia BENEFICIARIO COORDINATORE: Ente Parco

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA.

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE N. 25 del 1 settembre 2006 IL

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010) COMUNE DI CASTELLINA MARITTIMA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI LOCALI E DELLE STRUTTURE COMUNALI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

Dettagli

le ragioni del progetto

le ragioni del progetto 1 2 le ragioni del progetto Il progetto mira a mettere in luce la complessità del mondo della cooperazione allo sviluppo, spesso confusa dall opinione pubblica con più superficiali atteggiamenti solidaristici

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA tra

PROTOCOLLO D'INTESA tra PROTOCOLLO D'INTESA tra VAS Onlus Global Diving Agency NADD Europe Federazione Nazionale A.C.T.Italia RISORSA MARE FONTE DI BIODIVERSITÀ DA TUTELARE E PRESERVARE Eudi Show Bologna, 13 febbraio 2010 Premesso

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA SUI SENTIERI DEI LUPI, DEGLI ORSI E DEI SANTI EREMITI CAMPO DI VOLONTARIATO DESCRIZIONE PROGETTO Il Parco Nazionale della Majella (Abruzzo) è uno dei 24 parchi nazionali italiani.

Dettagli