AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014"

Transcript

1 AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE POTENZA 21 OTTOBRE 2014

2 SPECIFICHE TECNICHE DEGLI INTERVENTI AGEVOLABILI E PROCEDURE AMMINISTRATIVE Dipartimento Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca Ufficio ENERGIA

3 Modalità attuative dell avviso pubblico Ambito di applicazione Specifiche degli interventi agevolabili Procedure amministrative Spese ammissibili

4 Ambito di applicazione

5 Ambito di applicazione dell avviso pubblico Beneficiari: persone fisiche residenti nell unità abitativa oggetto dell intervento, di cui devono essere proprietari o titolari di diverso diritto reale o personale di godimento alla data del 01/10/2014. Unità abitativa deve essere, alla data del 01/10/2014: già esistente e ubicata nel territorio della Regione Basilicata; classificata, ai sensi del D.P.R. 412/1993, come categoria E1 "edifici adibiti a residenza ed assimilabili" appartenenti alle categorie catastali da A2 ad A7 e A11. Per ciascun nucleo familiare rilevante ai fini dell ISEE potrà essere presentata una sola domanda di contributo a valere su una sola unità abitativa individuata catastalmente. Non sono ammissibili domande di contributo per unità abitative in corso di realizzazione o per unità abitative non accatastate.

6 Quantificazione del contributo Importo del contributo concedibile: è ottenuto applicando al costo dell intervento una percentuale, calcolata in funzione del valore dell ISEE, variabile tra: 100% per reddito ISEE 2013 fino a , 40% per reddito ISEE 2013 superiore a , Per ogni di reddito ISEE 2013 superiore a si ha una decurtazione del 3% della percentuale di contributo, fino al 40% per reddito ISEE 2013 superiore a Ordine progressivo delle domande di contributo sarà determinato in funzione del valore ISEE dichiarato, approssimato a due cifre decimali. Iniziative aventi lo stesso valore ISEE: Minore valore della rendita catastale dell unità abitativa oggetto dell intervento, Maggior numero di componenti lo stato di famiglia, Sorteggio pubblico tra i soggetti interessati.

7 Specifiche degli interventi agevolabili

8 Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Art. 3, comma 1 lettera A

9 Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Art. 3 comma 1 lett. A Installazione di impianti fotovoltaici, eventualmente con sistemi di accumulo, anche con funzionamento in isola, da realizzarsi esclusivamente sulle superfici esistenti dell unità abitativa, o dell edificio cui l unità abitativa appartiene, o delle relative pertinenze Impianto fotovoltaico: insieme composto da un generatore, costituito dai moduli a conversione fotovoltaica, e dagli altri componenti tali da consentire di produrre energia elettrica e fornirla alle utenze elettriche e/o di immetterla nella rete di distribuzione Producibilità, espressa in ore equivalenti, non inferiore alle ore/anno

10 Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Art. 3 comma 1 lett. A REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI MODULI FOTOVOLTAICI Garanzia di prodotto contro il difetto di fabbricazione Garanzia di prestazione: Potenza erogata dai moduli risulti non inferiore al 90%, al decimo anno di vita Potenza erogata dai moduli risulti non inferiore all 80%, al ventesimo anno di vita Prodotti da un produttore che: Aderisce a un sistema o consorzio europeo che garantisca il riciclo dei moduli fotovoltaici utilizzati al termine della vita utile dei moduli In possesso delle certificazioni ISO 9001:2008 e ISO in possesso di certificato di ispezione di fabbrica rilasciato da un organismo di certificazione accreditato Prodotti in Paesi che risultino membri dell Unione europea o che sono parte dell Accordo sullo Spazio Economico Europeo SEE (Islanda, Liechtestein, Norvegia) CONVERTITORI (INVERTER) Garanzia di prodotto contro il difetto di fabbricazione per almeno cinque anni Prodotti da un produttore che sia in possesso di certificato di ispezione di fabbrica rilasciato da un organismo di certificazione accreditato Prodotti in Paesi che risultino membri dell Unione europea o che sono parte dell Accordo sullo Spazio Economico Europeo SEE (Islanda, Liechtestein, Norvegia)

11 Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Art. 3 comma 1 lett. A DOCUMENTAZIONE SPECIFICA PER LA RENDICONTAZIONE I. Relazione tecnica specialistica del progetto as-built, corredata di schede tecniche dei materiali utilizzati e delle relative certificazioni richieste, timbrata e firmata da un tecnico abilitato II. Documentazione fotografica attestante lo stato di fatto delle superfici e dei locali oggetto di intervento come si presentano post operam (almeno 4 fotografie rappresentanti viste di insieme e di dettaglio utili alla caratterizzazione dell intervento).

12 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio Art. 3, comma 1 lettera B

13 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio Art. 3 comma 1 lett. B Interventi che prevedono il miglioramento della prestazione energetica degli elementi costituenti l involucro edilizio rispetto alla situazione ante operame nel rispetto dei limiti stabiliti dalle pertinenti normative Involucro edilizio: elementi e componenti integrati di un edificio che ne separano gli ambienti riscaldati dall'ambiente esterno o da ambienti non riscaldati. Costituiscono l involucro edilizio le strutture opache ed i serramenti. Strutture opache: Elementi fissi, con funzione strutturale o di semplice tamponatura, delimitanti il volume riscaldato dall ambiente esterno e/o dai volumi interni non riscaldati, che possono essere sia verticali che orizzontali o inclinate Serramenti: chiusure delimitanti il volume riscaldato dall ambiente esterno e/o dai volumi interni non riscaldati, costituite da elementi opachi (telaio e controtelaio) ed eventualmente elementi trasparenti. Possono essere apribili, parzialmente apribili o fissi.

14 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio Art. 3 comma 1 lett. B REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI Componenti Zona C Zona D Zona E Coperture Pavimenti Pareti perimetrali 0,27 0,33 0,28 0,22 0,28 0,24 0,20 0,25 0,23 Serramenti 1,75 1,67 1,50

15 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio Art. 3 comma 1 lett. B DOCUMENTAZIONE SPECIFICA PER LA RENDICONTAZIONE I. Relazione tecnica illustrativa degli interventi effettuati sull involucro edilizio, timbrata e firmata da un tecnico abilitato, in originale, con indicazione delle stratigrafie ante e post operam, nel caso di interventi sulle strutture opache, e certificazione di prestazione energetica fornita dal produttore, nel caso di interventi sui serramenti e quantificazione delle prestazioni energetiche dell involucro edilizio ottenute II. Documentazione fotografica attestante lo stato di fatto delle superfici e dei locali oggetto di intervento come si presentano post operam (almeno 4 fotografie rappresentanti viste di insieme e di dettaglio utili alla caratterizzazione dell intervento).

16 Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari Art. 3, comma 1 lettera C

17 Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari Art. 3 comma 1 lett. C Interventi che prevedono l installazione di sistemi basati sullo sfruttamento dell energia solare per la produzione di acqua calda per usi sanitari, ad integrazione di sistemi esistenti o ad intera copertura dei fabbisogni dell unità abitativa. Impianto solare termico: Sistema in grado di produrre calore sfruttando la radiazione solare. Collettori solari termici: elementi dell impianto solare termico deputati alla captazione della radiazione solare per il riscaldamento di un fluido. Fabbisogno per ACS: Fabbisogno termico annuale per la produzione di acqua calda ad usi sanitari calcolato secondo la norma UNI-TS 11300

18 Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari Art. 3 comma 1 lett. C REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI Fabbisogno per ACS: soddisfacimento di almeno il 50% del fabbisogno termico annuale dell unità abitativa. Collettori solari: garantiti per almeno cinque anni contro i vizi di fabbricazione certificazione di qualità conforme alla norme UNI EN e UNI EN Prodotti in Paesi che risultino membri dell Unione europea o che sono parte dell Accordo sullo Spazio Economico Europeo SEE (Islanda, Liechtestein, Norvegia). Componenti accessori (accumuli, apparecchiature elettriche, elettromeccaniche, elettroniche): garantiti per almeno due anni contro i vizi di fabbricazione

19 Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari Art. 3 comma 1 lett. C DOCUMENTAZIONE SPECIFICA PER LA RENDICONTAZIONE I. Relazione tecnica illustrativa dell intervento effettuato con calcolo del fabbisogno di energia termica per usi sanitari e calcolo della quota di energia fornita dalla fonte solare, timbrata e firmata da un tecnico abilitato, in originale II. Documentazione fotografica attestante lo stato di fatto delle superfici e dei locali oggetto di intervento come si presentano post operam (almeno 4 fotografie rappresentanti viste di insieme e di dettaglio utili alla caratterizzazione dell intervento).

20 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3, comma 1 lettera D

21 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3 comma 1 lett. D Interventi di sostituzione, integrazione ed adeguamento, integrale o parziale, dell impianto termico esistente a servizio dell unità abitativa. Sostituzione del generatore di calore esistente Adeguamento, sostituzione o nuova installazione di impianti di distribuzione del calore Installazione di sistemi automatizzati di regolazione e contabilizzazione del calore Installazione di sistemi di generazione a pompa di calore per riscaldamento anche con funzione di raffrescamento degli ambienti interni

22 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3 comma 1 lett. D REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI Caldaie alimentate a combustibili liquidi o gassosi: caratterizzate dalla classe energetica a 4 stelle (****) di cui al D.P.R. 15/11/1996, n Sistemi di contabilizzazione del calore: errore inferiore a ±5 % Coibentazione delle tubazioni: grado di isolamento termico raggiunto superiore a quanto stabilito dalle normative vigenti per le nuove installazioni Pompa di calore: coefficiente di prestazione (COP ovvero GUE) almeno pari ai pertinenti valori riportati nelle Tabelle 1 e 2 di cui all Allegato II al D.M. 28/12/2012.

23 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3 comma 1 lett. D REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI

24 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3 comma 1 lett. D REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI

25 Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Art. 3 comma 1 lett. D DOCUMENTAZIONE SPECIFICA PER LA RENDICONTAZIONE I. Relazione tecnica illustrativa dell intervento effettuato timbrata e firmata da un tecnico abilitato, in originale, corredata di schede tecniche dei materiali e delle apparecchiature utilizzate e delle relative certificazioni richieste. Nella relazione sarà necessario evidenziare e quantificare il miglioramento delle prestazioni energetiche dell impianto di climatizzazione invernale. II. Documentazione fotografica attestante lo stato di fatto delle superfici e dei locali oggetto di intervento come si presentano post operam (almeno 4 fotografie rappresentanti viste di insieme e di dettaglio utili alla caratterizzazione dell intervento).

26 Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili Art. 3, comma 1 lettera E

27 Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati da biomasse combustibili -Art. 3 comma 1 lett. E Interventi di installazione di sistemi di produzione del calore alimentati da biomasse combustibili. Biomasse combustibili: Le biomasse combustibili ricadenti tra quelle elencate dal D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, Parte V, Allegato X, Parte II, sezione 4.

28 Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati da biomasse combustibili -Art. 3 comma 1 lett. E REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI Caldaie a biomassa di potenza termica nominale inferiore o uguale a 500 kwt: Certificazione di un organismo accreditato di conformità alla norma UNI EN classe 5 Rendimento termico utile (%) non inferiore a 87+log(PN) dove PN è la potenza nominale dell apparecchio Emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 11 - Allegato II, D. M. 28/12/2012 Stufe e termocamini a pellets: Certificazione di un organismo accreditato di conformità alla norma UNI EN 14785; Rendimento termico utile (%) non inferiore all 85%; Emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 11 - Allegato II, D. M. 28/12/2012 Termocamini a legna: Installati esclusivamente in sostituzione di camini aperti Certificazione di un organismo accreditato di conformità alla norma UNI EN 13229; Rendimento termico utile (%) non inferiore all 85%; Emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 11 - Allegato II, D. M. 28/12/2012 Stufe a legna: Certificazione di un organismo accreditato di conformità alla norma UNI EN 13240; Rendimento termico utile (%) non inferiore all 85%; Emissioni in atmosfera non superiori a quanto riportato nella Tabella 11 - Allegato II, D. M. 28/12/2012

29 Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati da biomasse combustibili -Art. 3 comma 1 lett. E REQUISITI TECNICI MINIMI DEI COMPONENTI

30 Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati da biomasse combustibili -Art. 3 comma 1 lett. E DOCUMENTAZIONE SPECIFICA PER LA RENDICONTAZIONE I. Relazione tecnica illustrativa dell intervento effettuato timbrata e firmata da un tecnico abilitato, in originale, corredata di schede tecniche dei materiali utilizzati e delle relative certificazioni richieste. II. Documentazione fotografica attestante lo stato di fatto delle superfici e dei locali oggetto di intervento come si presentano post operam (almeno 4 fotografie rappresentanti viste di insieme e di dettaglio utili alla caratterizzazione dell intervento).

31 Procedure amministrative

32 Procedure amministrative Registrazione al portale basilicatanet: l interessato non ancora abilitato, in qualsiasi momento, potrà accedere al seguente indirizzo internet e, seguendo le istruzioni del sistema, registrarsi per l accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione regionale. Compilazione della domanda, una volta ritirato il PIN per l accesso ai servizi sarà possibile: accedere al servizio Centrale Bandi tramite connessione al sito istituzionale: > Pubblicità Legale > Avvisi e Bandi inserire il nome utente e la password scelti nella fase di registrazione prendere visione della documentazione del bando compilare online la domanda di partecipazione inoltrare la domanda La compilazione della domanda telematica sarà possibile a partire dalle ore 8:00 del 17/11/2014 fino alle ore 13:00 del 15/01/2015

33 Procedure amministrative Entro il 25/01/2015 sarà pubblicato sul portale della Regione Basilicata l elenco provvisorio delle domande presentate secondo l ordine progressivo conseguito. Saranno indicati i potenziali beneficiari che rientrano nella dotazione finanziaria. Nei 20 giorni successivi alla pubblicazione dell elenco provvisorio, verrà pubblicato sul BUR e sul portale della Regione Basilicata, l elenco definitivo dei potenziali beneficiari che rientrano nella dotazione finanziaria Entro 45 giorni dalla data di pubblicazione sul BUR dell elenco definitivo solo i potenziali beneficiari che risultano rientrare nella dotazione finanziaria e che intendono confermare la domanda telematica di contributo dovranno far pervenire al Soggetto Gestore (Società Energetica Lucana S.p.A.) la documentazione necessaria.

34 Procedure amministrative La documentazione da inviare dovrà essere composta da: Stampa della domanda compilata on line Dichiarazione sostitutiva attestante il possesso dei requisiti previsti dall Avviso Pubblico Informativa ai sensi del D.Lgs. n. 196/03 Copia di un documento d'identità del richiedente Attestazione ISEE per l anno 2013 Copia del titolo relativo al diritto di proprietà o altro diritto reale o personale di godimento sull unità abitativa Scheda tecnica dell intervento (Allegato C) Documentazione preventiva relativa all intervento atta a comprovare la conformità dello stesso ai requisiti di cui all Allegato A (es. preventivi, parcelle, schede tecniche dei materiali o apparecchiature) Specificazione dei relativi costi e separata evidenziazione delle spese tecniche.

35 Procedure amministrative La documentazione dovrà essere inviata a: SOCIETÀ ENERGETICA LUCANA S.p.A. Corso Umberto I, n Potenza Oppure via PEC Oggetto NOME COGNOME richiedente AVVISO PUBBLICO RISPARMIO ENERGETICO I documenti che necessitano di firma dovranno essere firmati digitalmente. Non saranno accettati documenti in formato elettronico trasmessi da indirizzi di posta elettronica non certificata

36 Procedure amministrative FASE DI ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE a cura del Soggetto Gestore Verifica della rispondenza della documentazione inviata con quanto dichiarato nella domanda telematica Verifica del rispetto di quanto previsto dall Avviso Pubblico Possibilità di richiedere chiarimenti e/o integrazioni necessari ai fini della completa valutazione della domanda. Provvedimento di concessione del contributo(in caso di verifica positiva) Rigetto dell istanza(in caso di esito negativo) Gli interventi dovranno essere ultimati entro 180 giorninaturali e consecutivi dalla data di notifica del provvedimento di concessione.

37 Procedure amministrative RENDICONTAZIONE DEGLI INTERVENTI a cura dei Beneficiari Richiesta di erogazione del contributo spettante Documentazione finanziaria: Fatture/giustificativi della spesa sostenuta Copia dei bonifici o altri giustificativi di pagamento Documentazione tecnica: Asseverazione di un tecnico abilitato circa la data di ultimazione e la rispondenza dell intervento ai requisiti minimi richiesti di cui all allegato A Documentazione specifica per tipologia d intervento Attestato di prestazione energetica redatto, in conformità alle norme vigenti, successivamente alla ultimazione degli interventi entro 60 giorni dalla data di ultimazione dell intervento

38 Procedure amministrative DELEGA AL PAGAMENTO Il beneficiario al quale è stato riconosciuto un contributo pari al 100% del costo sostenuto, potrà delegare il Soggetto Gestore al pagamento del contributo direttamente al/ai fornitore/i della prestazione resa, in nome e per conto del beneficiario. Per accedere alla modalità di delega di pagamento il beneficiario dovrà presentare al Soggetto Gestore la seguente documentazione: Fatture/giustificativi della spesa relativa alla prestazione resa; Delega del soggetto beneficiario, redatta nelle forme di legge, a pagare il fornitore/i, comprensiva della liberatoria piena del Soggetto Gestore e della Regione Basilicata relativamente alle eventuali controversie tra le parti interessate; Indicazione dell IBAN del conto corrente del fornitore/i.

39 Spese ammissibili

40 Spese ammissibili Sono ammissibili a contributo esclusivamente: le spese, comprensive di IVA, effettuate successivamente al 17/11/2014 strettamente riferibili alla specifica tipologia di intervento e riconducibili alle seguenti fattispecie fornitura e posa in opera dei materiali e dei componenti necessari a realizzare gli interventi sull involucro e sull impiantistica dell unità abitativa eventuali ulteriori opere strettamente necessarie e connesse agli interventi agevolati spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione nella misura massima del 10% del costo dell intervento

41 Spese ammissibili Installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell'involucro edilizio Installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari Interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale Installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili

42 Spese ammissibili Nel caso in cui il costo dell intervento sia superiore al costo massimo ammissibile per la tipologia di intervento di interesse, il contributo sarà calcolato riferendolo al costo massimo ammissibile Ogni domanda potrà riguardare più tipologie di intervento tra quelle previste. In tal caso il costo massimo complessivo ammissibile è dato dalla somma dei costi massimi ammissibili dei singoli interventi, e comunque non potrà essere superiore a

43 Procedure amministrative FAQ La Regione Basilicata ha istituito sul portale una sezione dedicata alle FAQ (Frequently Asked Questions) nella quale sono fornite le risposte in merito ai quesiti di interesse generale inoltrati dai richiedenti; si intendono integrative del contenuto dell Avviso Pubblico

44 Procedure amministrative

45 Procedure amministrative

46 Procedure amministrative

47 GRAZIE PER L ATTENZIONE

ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI

ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE ALLEGATO A SPECIFICHE DELLE TIPOLOGIE E DEI REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI INTERVENTI ALLEGATO

Dettagli

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI Oggetto: Schede tecniche degli interventi. Il/la

Dettagli

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi

Allegato B. Specifiche e requisiti tecnici minimi degli interventi AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESONE DI FINANZIAMENTI DI INTERVENTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE DESTINATA ALL AUTOCONSUMO A SERVIZIO DEL SETTORE COMMERCIALE - ARTIGIANALE - INDUSTRIALE -

Dettagli

Misure e incentivi per l efficienza energetica

Misure e incentivi per l efficienza energetica Misure e incentivi per l efficienza energetica Docente incaricato in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento B.E.S.T. - Politecnico di Milano Indice 1. Finanziaria 2007. Agevolazioni per il risparmio

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

conto energia termico

conto energia termico conto energia FV FER TO certificati verdi detrazioni fiscali 50% e 65% certificati bianchi o TEE conto energia termico decreto ministeriale 28 dicembre 2012 incentivazione della produzione di energia termica

Dettagli

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni PRIVATI, tipologia e

Dettagli

RM Impianti Via delle case Rosse, 16 Loc. Tuori, 52040, Civitella in Val di Chiana Arezzo Tel.: +390575441292 Fax : +390575441385

RM Impianti Via delle case Rosse, 16 Loc. Tuori, 52040, Civitella in Val di Chiana Arezzo Tel.: +390575441292 Fax : +390575441385 Requisiti necessari per accedere alla detrazione Irpef del 65% per l installazione di caldaia a biomassa REQUISITI GENERALI CHE L IMMOBILE OGGETTO D INTERVENTO DEVE POSSEDERE PER POTER USUFRUIRE DELLE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE

AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE

Dettagli

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Milano, 10 Gennaio 2012 Cos è il Conto Termico? Un decreto Legislativo che è entrato

Dettagli

Il nuovo Conto Termico

Il nuovo Conto Termico FORLENER 2015 PELLET DAY I mercati del pellet Aspetti tecnici e filiere alternative Gli incentivi Il nuovo Conto Termico Gli incentivi Antonio Panvini LINGOTTO FIERE TORINO Sala Verde Sabato 26 settembre

Dettagli

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI

INTERVENTO SUGLI INVOLUCRI DEGLI EDIFICI ESISTENTI 1 RISPARMIO ENERGETICO NEGLI EDIFICI ESISTENTI Legge finanziaria 2007 (L.296/2006 art. 1 comma 344-348); prorogata dalla Finanziaria 2008 (ART. 1, COMMA 20 e 24, 286, L.244 del 24 dicembre 2007) DM del

Dettagli

Circolare N.73 del 2 Maggio 2013

Circolare N.73 del 2 Maggio 2013 Circolare N.73 del 2 Maggio 2013 Conto termico, via agli incentivi Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che sono state pubblicate sul sito della GSE le regole tecniche per beneficiare

Dettagli

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO

LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO LINEE GUIDA DEL NUOVO CONTO TERMICO CONTO TERMICO POMPE DI CALORE ELETTRICHE E A GAS A) Requisiti necessari per accedere all'incentivo per pompe di calore elettriche o a gas Sostituzione parziale o integrale

Dettagli

Conto Termico 2013. Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Vic Energy

Conto Termico 2013. Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Vic Energy Conto Termico 2013 Incentivi per l efficienza e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili Introduzione Questo decreto nasce con lo scopo di incentivare interventi di piccole dimensioni per

Dettagli

Finanziaria e detrazioni del 55%

Finanziaria e detrazioni del 55% Finanziaria e detrazioni del 55% Le detrazioni del 55% saranno valide fino al 31 dicembre 2012 alle stesse condizioni. In dettaglio ecco cosa prevede la normativa a sostegno degli interventi di risparmio

Dettagli

ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI -

ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI - ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI - A. INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE COMPLESSIVA DELL EDIFICIO...2 A) VALORI LIMITE...2 B) COSTI AMMISSIBILI...3 C) CONTENUTO DELL ASSEVERAZIONE...3 B. INTERVENTI SU STRUTTURE

Dettagli

20 88,30 25 88,40 30 88,48 35 88,54

20 88,30 25 88,40 30 88,48 35 88,54 La sostituzione della caldaia rientra ai fini del D.M. 28 dicembre 2012 nella tipologia di interventi elencati all art. 4, comma2, lettera b): sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI. RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO RELATORE: Dott. Ing. Giuseppe Michele Rivituso Obiettivi INTERVENTI AMMESSI CHE CONSENTONO DI ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia

Studio Associato di Consulenza Aziendale. Rosa Baranzini Brambilla. Bonus energia Bonus energia PREMESSA La Finanziaria per il 2007 ha previsto una serie di interventi piuttosto ampia a favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano investimenti volti a ridurre il consumo

Dettagli

REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE

REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE LE PARTI MODIFICATE SONO RIPORTATE IN CORSIVO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena UDP Ambiente-Territorio-Edilizia Privata

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena UDP Ambiente-Territorio-Edilizia Privata COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena UDP Ambiente-Territorio-Edilizia Privata IL SINDACO Quintino Sabattini REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 (e modifiche del Gennaio 2009) - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) Indice: pagina 3: le diverse possibilità di intervento

Dettagli

1 Associazione Nazionale per l Isolamento Termico e acustico www.anit.it. Milano, 24 gennaio 2012 FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012

1 Associazione Nazionale per l Isolamento Termico e acustico www.anit.it. Milano, 24 gennaio 2012 FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012 COSA SONO LE DETRAZIONI DEL 55%? FAQ 55%- REVISIONE GENNAIO 2012 Rappresentano un iniziativa per promuovere gli interventi di riqualificazione e valorizzazione energetica del patrimonio edilizio esistente.

Dettagli

presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO

presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO presentazione DOMESTIC soluzioni energetiche CONTO TERMICO di cosa si tratta? E il Decreto Ministeriale del 28 Dicembre 2012 che disciplina l incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l incremento

Dettagli

Conto termico, via agli incentivi

Conto termico, via agli incentivi CIRCOLARE A.F. N. 73 del Maggio 013 Ai gentili clienti Loro sedi Conto termico, via agli incentivi Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che sono state pubblicate sul sito della GSE le

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D IL RISPARMIO ENERGETICO

IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D IL RISPARMIO ENERGETICO IMPOSTE DIRETTE: : NUOVE DETRAZIONI D IMPOSTA D PER IL RISPARMIO ENERGETICO Normativa: Art. 1, commi da 344 a 349 della Legge n. 296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007); Decreti Ministeriali attuativi

Dettagli

DIRETTAMENTE dalle PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI INDIRETTAMENTE tramite ESCO

DIRETTAMENTE dalle PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI INDIRETTAMENTE tramite ESCO INTERVENTO ART. 4, COMMA 1, LETTERA a) Isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato ES. ISOLAMENTO COPERTURA TRASMITTANZA DA OTTENERE: Zona Climatica E (Polverara): U 0,20

Dettagli

CONTO TERMICO. Rif. Generatori di calore a biomassa. (stufe e termocamini)

CONTO TERMICO. Rif. Generatori di calore a biomassa. (stufe e termocamini) CONTO TERMICO Rif. Generatori di calore a biomassa (stufe e termocamini) AMBITO DI APPLICAZIONE Il DM 28/12/12, in vigore dal 03/01/2013, c.d. decreto Conto Termico, prevede l incentivazione di interventi

Dettagli

ALLEGATO B MODELLO DI DOMANDA TELEMATICA

ALLEGATO B MODELLO DI DOMANDA TELEMATICA REGIONE BASILICATA AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTI PER INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO SU UNITA ABITATIVE PRIVATE ALLEGATO B MODELLO DI DOMANDA TELEMATICA MODELLO DI DOMANDA TELEMATICA GENERATA DAL SISTEMA

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE

DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE DETRAZIONI FISCALI SU CAMINETTI E STUFE Periodo in cui sono sostenute le spese Fino al 25/06/2012 Dal 26/06/2012 al 31/12/2012 Dal 01/01/2013 al 30/06/2013 Dal 01/07/2013 Opere finalizzate al risparmio

Dettagli

Conto Termico: arrivano le regole applicative per accedere agli inventivi

Conto Termico: arrivano le regole applicative per accedere agli inventivi Conto Termico: arrivano le regole applicative per accedere agli inventivi Il D.M. 8 dicembre 01, cosiddetto "Conto Termico" (v. articolo BibLus-net "Conto Energia Termico: arrivano incentivi fino al 40%

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65%

GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% Comune di CASSINA RIZZARDI Provincia di Como GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% A cura della: Commissione Ambiente e Tecniche del Risparmio Energetico del Comune di Cassina Rizzardi Aggiornamento del

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013 Conto Energia Termico San Paolo d Argon 6 maggio 2013 AGENDA Inquadramento generale Finalità e ambito di applicazione Soggetti ammessi Interventi incentivabili Incentivi Casi studio Pannelli solari termici

Dettagli

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%:

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: aggiornamento del 13/5/2008 SINTESI DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE riguardanti gli INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO E LE DETRAZIONI 55%: NORME PRINCIPALI DI RIFERIMENTO: - Legge n. 296/2006 (legge Finanziaria

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi 1. Metodologia di calcolo per interventi di piccole dimensioni di incremento dell efficienza energetica di cui all articolo 4, comma 1 1.1 Per gli interventi

Dettagli

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008

Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e del Decreto Attuativo del 7 aprile 2008 Pagina 1 di 5 L OPUSCOLO HA CARATTERE PURAMENTE INFORMATIVO, POTREBBE CONTENERE ERRORI O ESSERE MANCANTE DI EVENTUALI AGGIORNAMENTI. Aggiornato sulla base del Decreto Ministeriale dell 11 marzo 2008 e

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Scheda sintetica del bando relativo a: Concessione di contributi per la rimozione dell amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l installazione

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 65% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 65% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni dall imposta IRPEF /

Dettagli

Conto Energia Termico

Conto Energia Termico Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Conto Energia Termico A partire dal 2013 è entrato in vigore il Conto Energia Termico Categoria: Agevolazioni Sottocategoria: Varie Il GSE (Gestore

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI REGIONE LAZIO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Art. 1 (Finalità e dotazione finanziaria) La Regione

Dettagli

Tutti gli incentivi per i cittadini come da:

Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Finanziaria 2008 Tutti gli incentivi per i cittadini come da: - Nuovo Conto Energia per il Fotovoltaico (Febbraio 07) - Certificati Verdi e le nuove incentivazioni per la produzione di energia elettrica

Dettagli

All. A LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

All. A LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO PROMOZIONE DEGLI INTERVENTI DI UTILIZZO DI FONTI DI ENERGIE RINNOVABILI, CALDAIE ALIMENTATE A BIOMASSA BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL COMUNE DI VICOPISANO Anno 2012 LA RESPONSABILE DEL

Dettagli

7 MAGGIO 2013 OBBLIGHI ED OPPORTUNITA NORMATIVE PER IMPIANTI TERMICI: LE PROPOSTE DI ARISTON

7 MAGGIO 2013 OBBLIGHI ED OPPORTUNITA NORMATIVE PER IMPIANTI TERMICI: LE PROPOSTE DI ARISTON CONTO ENERGIA TERMICO LE PROPOSTE DI ARISTON CONTO ENERGIA TERMICO COS E IL CONTO ENERGIA TERMICO E un sistema di incentivazione, con contributo in conto capitale, per chi sostiene spese per interventi

Dettagli

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa

BANDO ROTTAMAZIONE CALDAIE 2008/09. Premessa DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA UFFICIO ATTIVITÀ TECNICHE ECOLOGICHE Servizio Politica Energetica Qualità dell Aria Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico Rischio Ambiente SINA Via Passolanciano,

Dettagli

CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012

CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012 CONTO TERMICO Decreto 28 dicembre 2012 Nella Gazzetta Ufficiale n 1 del 2 gennaio 2013, supplemento ordinario n 1, è stato pubblicato il Decreto 28 dicembre 2012 del Ministero dello Sviluppo Economico

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7. INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.2015 1. Obbligo di dotazione e allegazione dell Attestato di Prestazione

Dettagli

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Gli interventi ammessi a contributo. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti LINEE GUIDA ALLEGATE AL BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA Premessa Il presente

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA La strategia italiana per l'efficienza energetica arch. Mario NOCERA GREEN JOBS E NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO NELL AMBITODELL EFFICIENZA ENERGETICA: STRUMENTI, INNOVAZIONI E BUONE

Dettagli

VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007)

VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007) VADEMECUM PER L USO: CALDAIE A BIOMASSA (Art.1, comma 344 della legge finanziaria 2007) (aggiornato al 26 novembre 2013) REQUISITI GENERALI CHE L IMMOBILE OGGETTO D INTERVENTO DEVE POSSEDERE PER POTER

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SOSTITUZIONE SERRAMENTI DETRAZIONE 55%: istruzioni per l uso È stato finalmente pubblicato il decreto che contiene le istruzioni definitive e complete relative

Dettagli

Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Risoluzione 340/E 1/8/2008 dell Agenzia delle Entrate

Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Risoluzione 340/E 1/8/2008 dell Agenzia delle Entrate 2 Gli interventi realizzati da un impresa di costruzione sugli immobili merce non possono beneficiare della detrazione del 55% (ora 65%) Risoluzione 303/E-15/7/2008 dell Agenzia delle Entrate Una Società

Dettagli

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO Allegato alla deliberazione della G.C. n. 327 del 12/12/2013 BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA TUTELA DELL ATMOSFERA

Dettagli

Conto Energia Termico 2012

Conto Energia Termico 2012 Studio Bernardi di Andrea Per.Ind. Bernardi Progettazione impianti tecnologici, antincendio e consulenze energetiche Conto Energia Termico 2012 Versione 1 21/11/2012 Via Roma, 223/B 30038 Spinea (VE) -

Dettagli

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007

DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 DECRETO ATTUATIVO DEL 19 FEBBRAIO 2007 RELATIVO AGLI ARTICOLI DA 344 A 349 DELLA LEGGE FINANZIARIA 2007 Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di

Dettagli

La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali

La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali La «soluzione 55%» : aspetti tecnici e procedurali Dr. Arch. Amalia Martelli ENEA - Gruppo di Lavoro Efficienza Energetica Una politica per la riqualificazione energetico-ambientale delle nostre città:

Dettagli

IL NUOVO CONTO TERMICO

IL NUOVO CONTO TERMICO IL NUOVO CONTO TERMICO Secondo il Decreto Ministeriale del 28/12/2012 G.U. n 1 del 2 gennaio 2013 Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica

Dettagli

La Legge finanziaria 2007

La Legge finanziaria 2007 La Legge finanziaria 2007 Prevede detrazioni dall imposta lorda per una quota pari al 55% delle spese effettivamente rimaste a carico del contribuente, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Dettagli

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Il DM 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, ridefinisce le modalità di incentivazione per la produzione di energia

Dettagli

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO CONTO TERMICO DECRETO del MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 28/12/2012 e PUBBLICATO sulla GAZZETTA UFFICIALE n. 1 del 02/01/2013 Regole Attuative elaborate e pubblicate dal GSE Gestore Servizi Energetici

Dettagli

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI

Una serata EDIFICIO RIMEDI NATURALI OGGI POSSIAMO ACCEDERE A DETRAZIONI FISCALI Una serata..energetica ADEGUAMENTO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE SECONDO STANDARD DI RISPARMIO ENERGETICO SU BASE DI INTERVENTI SPECIFICI VOLTI A MIGLIORARE IL BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO EDIFICIO

Dettagli

A DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE E INTESTATARIO DELLA FORNITURA

A DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE E INTESTATARIO DELLA FORNITURA ALLEGATO 1 ALLA DETERMINA 20 MAGGIO 2014, 9/2014 DIUC Modulo per l inoltro della richiesta di ADESIONE alla sperimentazione tariffaria riservata a coloro che utilizzano pompe di calore elettriche come

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa

Le agevolazioni fiscali per la tua casa Nel primo video abbiamo parlato di: Introduzione alle agevolazioni fiscali In cosa consiste Chi può usufruirne Cumulabilità con altre agevolazioni Aliquota IVA applicabile 1 Cosa vediamo nel secondo video

Dettagli

ISTRUZIONI PER. Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa. Ver. 29 aprile 2013

ISTRUZIONI PER. Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa. Ver. 29 aprile 2013 ISTRUZIONI PER L USO Conto Termico per apparecchi e caldaie a biomassa Ver. 29 aprile 2013 Sommario: Oggetto dell incentivo: Sostituzioni Beneficiari Requisiti tecnico-ambientali per gli apparecchi domestici

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28

1.3. La situazione attuale e le prospettive per il 2011 e 2012... 28 Indice PREMESSA... 11 1. IL QUADRO LEGISLATIVO... 17 1.1. Provvedimenti legislativi... 21 1.2. Il dibattito sul 55% a seguito delle modifiche del decreto anticrisi del gennaio2009... 23 1.3. La situazione

Dettagli

La riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica La riqualificazione energetica Come funzionano le detrazioni CASA DOLCE CASA è un progetto realizzato con il contributo di Che cos è la riqualificazione energetica Si parla di riqualificazione energetica

Dettagli

CONTO TERMICO 2013 Rev.1 del 11.04.2013 Incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni Fonti: -D.M. 28 dicembre

Dettagli

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Provincia di Pisa Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Riapertura del bando per la concessione di contributi per l innovazione del parco caldaie nella direzione del risparmio energetico

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SOLARI TERMICI IN IMMOBILI RESIDENZIALI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SOLARI TERMICI IN IMMOBILI RESIDENZIALI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area IV - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA

DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA DIREZIONE PARCHI, TERRITORIO, AMBIENTE, ENERGIA UFFICIO ATTIVITÀ TECNICHE ECOLOGICHE Servizio Politica Energetica Qualità dell Aria Inquinamento Acustico ed Elettromagnetico Rischio Ambiente SINA Via Passolanciano,

Dettagli

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie;

ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE; L ENERGIA E L AMBIENTE ENEA. Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; Ente pubblico di ricerca ENEA Opera nei settori dell energia, dell ambiente e delle nuove tecnologie; E a supporto delle politiche di competitività e dello sviluppo sostenibile in campo energetico-ambientale

Dettagli

30.000, pari ad una spesa totale di 54.545

30.000, pari ad una spesa totale di 54.545 Pompe di calore: Incentivi fiscali La legge finanziaria 2008 proroga al 2010 le agevolazioni tributarie per interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente; A differenza della

Dettagli

Informazioni utili sul conto termico

Informazioni utili sul conto termico Informazioni utili sul conto termico Il punto di partenza Nella Gazzetta Ufficiale n 1 del 2 gennaio 2013, supplemento ordinario n 1, è stato pubblicato il Decreto 28 dicembre 2012 del Ministero dello

Dettagli

Bando pubblico per i Cittadini

Bando pubblico per i Cittadini Bando pubblico per i Cittadini 1. - Oggetto Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati dalla Provincia e dalle Banche di Credito Cooperativo di Carugate

Dettagli

Il Conto Termico 2.0

Il Conto Termico 2.0 Il Conto Termico 2.0 Il Conto Termico 2.0 potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dal decreto 28/12/2012, che incentiva interventi per l incremento dell efficienza energetica e la

Dettagli

FONDO SPERIMENTALE PER IMPIANTI A BIOMASSA PER LE FAMIGLIE DELLA PROVINCIA DI UDINE FSB3 CRITERI DI DETTAGLIO PER L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI

FONDO SPERIMENTALE PER IMPIANTI A BIOMASSA PER LE FAMIGLIE DELLA PROVINCIA DI UDINE FSB3 CRITERI DI DETTAGLIO PER L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI FONDO SPERIMENTALE PER IMPIANTI A BIOMASSA PER LE FAMIGLIE DELLA PROVINCIA DI UDINE FSB3 CRITERI DI DETTAGLIO PER L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI art. 1 Finalità 1. Il presente testo disciplina le procedure

Dettagli

COMUNE DI POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara 3^ Area Gestione del Territorio Servizio Ambiente

COMUNE DI POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara 3^ Area Gestione del Territorio Servizio Ambiente Prot. n. 11454 COMUNE DI POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara 3^ Area Gestione del Territorio Servizio Ambiente BANDO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA COMPRENDENTE

Dettagli

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI

ALLEGATO 2 - REQUISITI TECNICI MINIMI DEGLI IMPIANTI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI PER L INSTALLAZIONE NELLA PRIMA CASA DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA DA FONTI RINNOVABILI E DI SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA

Dettagli

ALLEGATO I - Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi per gli interventi di incremento dell efficienza energetica

ALLEGATO I - Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi per gli interventi di incremento dell efficienza energetica ALLEGATO I - Criteri di ammissibilità e calcolo degli incentivi per gli interventi di incremento dell efficienza energetica 1. Criteri di ammissibilità Nelle tabelle sottostanti si riportano i requisiti

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), il / /,

Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), il / /, Enel Servizio Elettrico Servizio di maggior tutela MODULO PER L INOLTRO DELLA RICHIESTA DI ADESIONE ALLA SPERIMENTAZIONE TARIFFARIA RISERVATA A COLORO CHE UTILIZZANO POMPE DI CALORE ELETTRICHE COME UNICO

Dettagli

La presente Convenzione disciplina le condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di

La presente Convenzione disciplina le condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di Convenzione di Partnerariato per la costituzione di un dispositivo innovativo di credito co-finanziato tra la Provincia di Milano e La Banca Popolare di Milano (Parte A Rapporti Provincia/ Banche /Clienti)

Dettagli

CONTO TERMICO. per apparecchi domestici

CONTO TERMICO. per apparecchi domestici CONTO TERMICO per apparecchi domestici AGGIORNATO AL: 14/05/2013 COS'È IL CONTO TERMICO (I) Il Decreto 28 dicembre 2012, attuativo dell articolo 28 del D.lgs 28/2011, prevede dei meccanismi di incentivazione

Dettagli

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Pistoia 11-13 13 Settembre 2008 INCENTIVI E POMPE DI CALORE GEOTERMICHE Ing.Patrizio Pastacaldi PERCHE LE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE? - Aspetti ambientali: - Aspetti economici: - l energia geotermica

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 IMPIANTI TERMICI 1 Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 2 Esercizio dell impianto termico ai sensi del D.Lgs 192/2005 L esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

ALLEGATO I. (Articolo 11)

ALLEGATO I. (Articolo 11) ALLEGATO I. (Articolo 11) REGIME TRANSITORIO PER LA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI 1. Per tutte le categorie di edifici, così come classificati in base alla destinazione d uso all articolo 3 del

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA Focus Detrazioni 65%: Le sostituzioni di impianti di climatizzazione invernale ai sensi del comma 347 arch. Mario NOCERA WORKSHOP L evoluzione degli impianti alla luce dell efficienza

Dettagli

REGIONE LIGURIA. Ufficio Politiche dell Energia

REGIONE LIGURIA. Ufficio Politiche dell Energia REGIONE LIGURIA Ufficio Politiche dell Energia BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE A SOGGETTI PUBBLICI DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALIMENTATI DA FONTI

Dettagli

L efficienza energetica negli edifici

L efficienza energetica negli edifici L efficienza energetica negli edifici Il nuovo conto termico (G.U. 02/03/2016): opportunità e obblighi per l efficientamento del patrimonio edilizio della P.A. Giovanni Puglisi Sala Merini, Spazio Oberdan

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI

AGEVOLAZIONI FISCALI AGEVOLAZIONI FISCALI Finanziaria 2007 D.M. 07/04/2008 (Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica) + D.M. 19/02/2007 (modificato da D.M. 26/10/2007) D.M. 11/03/2008

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI - COMUNE DI TERNI

PROVINCIA DI TERNI - COMUNE DI TERNI PROVINCIA DI TERNI - COMUNE DI TERNI ASSESSORATI ALL AMBIENTE CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI AMMODERNAMENTO, MIGLIORAMENTO E RICONVERSIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL SETTORE

Dettagli