COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia"

Transcript

1 COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia Settore II Servizio Pubblica Istruzione Ufficio Pubblica Istruzione OBBLIGO DI PUBBLICITÀ DELLE INFORMAZIONI (art. 35 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33) DEFINIZIONE DEL PROCEDIMENTO : Prestito temporaneo di opere d'arte e/o reperti archeologici del Museo Civico G. Fiorelli scheda n. 2 / Ufficio MUSEO DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO : Concessione per finalità espositive in prestito temporaneo di opere d'arte e/o reperti archeologici del Museo Civico G. Fiorelli in occasione di eventi e mostre di particolare e rilevante interesse culturale. La richiesta di prestito, indirizzata al Direttore del Museo, deve pervenire almeno quattro mesi prima dell'inizio della mostra e dovrà essere corredata da un progetto scientifico dettagliato con indicazioni sugli enti promotori della manifestazione, dall'elenco dettagliato delle opere e/o materiali che si intendono esporre, da indicazioni sulla durata della mostra, sulle sedi espositive, sulle condizioni di sicurezza e di conservazione (facility report) delle stesse e sulle modalità di trasporto. Le richieste di prestito formulate dall'organizzatore a strutture museali di Enti locali devono inoltre essere trasmesse alla Soprintendenza competente per territorio che le recepisce e inoltra con motivato parere alla Direzione Generale del MIBAC. Al parere sono allegate le schede conservative delle opere contenenti i dati anagrafici del bene, il valore assicurativo e la documentazione fotografica, nonché il carteggio completo ricevuto dal richiedente. L'uscita temporanea per manifestazioni può essere autorizzata sempre che siano garantite l'integrità e la sicurezza delle opere. Restano esclusi i beni che potrebbero subire danni dal trasporto o dall'esposizione e le raccolte o le opere che costituiscono il fondo principale di un museo (D. Lgs. 22/01/2004 n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio" art. 66) La concessione del prestito, subordinata alle autorizzazioni della Giunta Comunale e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è soggetta alle seguenti condizioni: 1) rispetto di quanto indicato nel facility report ed in particolare presenza di impianti antincendio e antifurto, vigilanza diurna e notturna, climatizzazione dell'ambiente (temperatura con valore massimo in estate 23 C +/- 1 C, valore minimo in inverno 19 C +/- 1 C; parametri in relazione alla tipologia delle opere), tipo di illuminazione a luce fredda e comunque indiretta, non superiore a 150 lux per le opere e 50 lux per disegni; 2) le opere potranno essere consegnate nei giorni immediatamente precedenti l'inaugurazione della mostra e dovranno essere riconsegnate subito dopo la chiusura. In caso di proroga della mostra, ogni eventuale prolungamento del prestito deve essere richiesto tempestivamente al Servizio scrivente e deve essere assicurata la proroga della polizza assicurativa; 3) le opere dovranno essere esposte con l'indicazione di appartenenza; 4) la concessione del prestito potrà essere subordinata ad un intervento di manutenzione conservativa o di restauro sull'opera richiesta, a carico del richiedente; 5) le opere dovranno essere assicurate da "chiodo a chiodo", secondo i valori indicati dal Servizio, con la più ampia garanzia per ogni rischio, in particolare contro i rischi derivanti da: furto, rapina, atti di vandalismo, difetto o insufficienza di imballaggio, scioperi, guerre, sommosse, guerre civili, terrorismo, tumulti ed ogni tipo di causa maggiore. Non è ammessa possibilità di rivalsa contro il vettore o l'imballatore; 6) consegna e riconsegna delle opere verranno effettuate con l'assistenza di una ditta di trasporti/spedizioni specializzata, secondo le modalità richieste (eventuale presenza di accompagnatore); 7) le polizze assicurative, a totale carico del richiedente, dovranno pervenire in originale al Servizio scrivente; 8) tre copie del catalogo (o di altro materiale illustrativo, compresi CD-rom, videocassette, ecc.)

2 della mostra dovranno essere inviate alla Direzione del Servizio Pinacoteca e Musei; 9) nel caso presso l'archivio fotografico del Museo non sia conservata la riproduzione del materiale richiesto in prestito, la riproduzione verrà effettuata a spese del richiedente e copia dovrà essere consegnata al Servizio Pinacoteca e Musei. TERMINE DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO : entro 60 giorni dalla richiesta RIFERIMENTI NORMATIVI : D. Lgs. 22/01/2004 n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio", art. 48, ai sensi dell'art. 10 della L. 6/07/2002 n. 137, aggiornato con D.Lgs 24/03/2006 n. 156; L.R. n. 17 del 25 giugno UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL ISTRUTTORIA : UFFICIO MUSEO RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO : DIRETTORE DEL MUSEO recapiti telefonici :0881/ casella di posta elettronica ordinaria UFFICIO COMPETENTE AD ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO FINALE : responsabile dell ufficio : dott.ssa Lisa Pietropaolo responsabile per l adozione del provvedimento finale : dott.ssa Domenica Franchino recapiti telefonici : 0881/ casella di posta elettronica ordinaria : ATTI E DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL ISTANZA : Istanza curriculum del soggetto richiedente descrizione dettagliata della mostra o esposizione, progetto tecnico-scientifico della manifestazione e piano espositivo rapporto sui sistemi di sicurezza (facility report) della sede espositiva stipula della polizza assicurativa a copertura di eventuali danni, per il valore complessivo dei beni concessi in prestito curriculum della società/persona incaricata della sicurezza delle opere durante il periodo di prestito NATURA - IMPORTO E MODALITÀ DELLE SOMME DA CORRISPONDERE : Le spese di imballaggio, trasporto, installazione, assicurazione, oltre a quelle fotografiche ed eventualmente di restauro, sono a carico del richiedente. IL PROVVEDIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE SI PUÒ CONCLUDERE CON : SCIA - DIA - silenzio assenso UFFICIO AL QUALE CHIEDERE INFORMAZIONI: MUSEO CIVICO G. FIORELLI orari di accesso :10,00-13,00; 16,00-19,00 recapiti telefonici :0881/ casella di posta elettronica ordinaria UFFICIO AL QUALE PRESENTARE L ISTANZA: MUSEO CIVICO G.FIORELLI orari di accesso : recapiti telefonici : casella di posta elettronica ordinaria : MODALITÀ PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SUI PROCEDIMENTI IN CORSO : modelli : n. 1 STRUMENTI DI TUTELA IN FAVORE DELL INTERESSATO NEL CORSO DEL PROCEDIMENTO : STRUMENTI DI TUTELA IN FAVORE DELL INTERESSATO NEI CONFRONTI DEL PROVVEDIMENTO FINALE : STRUMENTI DI TUTELA IN FAVORE DELL INTERESSATO NEL CASO DI RITARDI NEL RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO FINALE :

3 LINK DI ACCESSO AL SERVIZIO ON-LINE : TITOLARE DEL POTERE SOSTITUTIVO E MODALITÀ PER L ATTIVAZIONE : recapiti telefonici : casella di posta elettronica ordinaria : RISULTATO DELL INDAGINE CIRCA LA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI SULLA QUALITÀ DEL SERVIZIO EROGATO : Nel precedente anno il risultato medio di soddisfazione degli utenti sul servizio erogato è risultato il seguente:

4 1. MODULO DI RICHIESTA DI PRESTITO PER FINALITÀ ESPOSITIVE Al Direttore del Museo Civico G.Fiorelli Via de Nicastri LUCERA Soggetto richiedente: Indirizzo... Tel:... Fax:... E- mail:... Natura del soggetto: Pubblico privato Responsabile del procedimento: Responsabile della custodia delle opere in prestito: Recapito dei responsabili: Materiale richiesto in prestito Titolo dell evento per il quale è richiesto il prestito: Periodo dell evento: Luogo di svolgimento: Periodo del prestito: Natura dell evento e breve descrizione:

5 Soggetto organizzatore: Soggetti patrocinanti: Soggetti finanziatori: Accesso a pagamento: si no Costo del biglietto (nel caso di accesso a pagamento): Data... Firma del richiedente... Il richiedente, a proprie spese, si obbliga a stipulare polizza assicurativa da chiodo a chiodo adeguata all importo del valore dell opera richiesta ed a consegnarne copia almeno 20 giorni prima della spedizione. La copertura assicurativa da chiodo a chiodo dovrà avere effetto dalla data di spedizione fino alla data di riconsegna, intendendosi per tale quella nella quale il campione rientrerà fisicamente al Museo. In caso di proroga del periodo del prestito il richiedente si obbliga a far pervenire al Museo copia dell appendice alla polizza assicurativa, di proroga della scadenza, almeno 5 giorni prima della scadenza prorogata. Il richiedente autorizza il trattamento dei propri dati personali ex D. Lgs. 196/2003. Firma. Alla presente richiesta vanno allegati: - curriculum del soggetto richiedente - descrizione dettagliata della mostra o esposizione, progetto tecnico-scientifico della manifestazione e piano espositivo - rapporto sui sistemi di sicurezza (facility report) della sede espositiva - stipula della polizza assicurativa a copertura di eventuali danni, per il valore complessivo dei beni concessi in prestito - curriculum della società/persona incaricata della sicurezza delle opere durante il periodo di prestito

Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni

Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio per mostre ed esposizioni L Archivio del Moderno concede il prestito di opere e di documenti conservati nei propri fondi e collezioni

Dettagli

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia Settore II Servizio Pubblica Istruzione Ufficio Pubblica Istruzione - Cultura OBBLIGO DI PUBBLICITÀ DELLE INFORMAZIONI (art. 35 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33) DEFINIZIONE

Dettagli

Regolamento di prestito per mostre

Regolamento di prestito per mostre Regolamento di prestito per mostre Il prestito temporaneo per mostre dei documenti dell Archivio Biblioteca della Quadriennale (ArBiQ) è concesso secondo le modalità previste dal presente Regolamento.

Dettagli

GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX. Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio

GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX. Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio All. B GABINETTO SCIENTIFICO LETTERARIO G.P. VIEUSSEUX Regolamento per il prestito temporaneo di opere e documenti di archivio Normativa di riferimento: Dlgs. 42/2004, Codice dei beni culturali e del paesaggio

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

ACCORDO DI PRESTITO. Titolo della mostra: Luogo: Date:

ACCORDO DI PRESTITO. Titolo della mostra: Luogo: Date: ACCORDO DI PRESTITO Parma, Rif. N. Titolo della mostra: Luogo: Date: Il sottoscritto (prestatore) accetta di prestare a L oggetto/gli oggetti indicato/i nell allegato n.1 (lista opere e documenti) sotto

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Deliberazione n. Rep. Gen. 258/2014 Atti n. 130032\10.3\2009\4 Oggetto: Prestito temporaneo al MART di Rovereto dell'opera fotografica di Alfredo

Dettagli

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) REGOLAMENTO del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) INDICE: 1. DENOMINAZIONE E SEDE 2. NATURA DI ORGANISMO PERMANENTE E SENZA SCOPO DI LUCRO 3. COMPITI E FINALITÀ 4. POSSESSO

Dettagli

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI QUESTIONARIO Nell'ambito del Dottorato in Scienze e Tecnologie per l'archeologia e i Beni Culturali dell Università

Dettagli

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI Approvato con deliberazione del consiglio comunale n 74 in data 26/11/2010.. Art. 1.

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF DIPARTIMENTO STRUTTURE SERVIZIO MUSEI LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF Ai sensi del D.L. 138/2003 Riordino dell'istituto Nazionale di Astrofisica (art. 3, comma 1, lettera i) e del

Dettagli

Platè Dott. Mauro Assessore X

Platè Dott. Mauro Assessore X Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 49 18 marzo 2015 Oggetto : Autorizzazione al prestito di un'opera di proprietà del Comune di Cremona e custodita presso

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO (art.5 e 7 D.P.R. 07/09/2010 n.160, art.19 L. 241/1990 e s.m.i.).

RICHIESTA ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO (art.5 e 7 D.P.R. 07/09/2010 n.160, art.19 L. 241/1990 e s.m.i.). Al Comune di n. Pratica SUAP Sportello Unico Attività Produttive del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO (art.5 e 7 D.P.R. 07/09/2010 n.160, art.19

Dettagli

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

Approvato con delibera n. 45/CC del 26.11.2008 TITOLO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E ORGANIZZAZIONE DEL MUSEO CAPO I NORME GENERALI

Approvato con delibera n. 45/CC del 26.11.2008 TITOLO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E ORGANIZZAZIONE DEL MUSEO CAPO I NORME GENERALI REGOLAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO COMUNALE COMUNE DI DICOMANO Provincia di Firenze (Legge Regionale 4 dicembre 1980, n. 89, D.M. 10 maggio 2001 Atto di indirizzo sui criteri tecnico scientifici e sugli

Dettagli

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti prevalentemente dal territorio relativo al comune di Supersano e i

Dettagli

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana

Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana - Servizio

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE. Art.

MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE. Art. MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE Art. 1 Oggetto Il presente atto determina modalità e criteri per la concessione in uso

Dettagli

CRITERI PER EROGAZIONE DI SUSSIDI IN DENARO PER ACQUISTO DEI LIBRI DI TESTO PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL OBBLIGO Anno Scolastico 2011/2012

CRITERI PER EROGAZIONE DI SUSSIDI IN DENARO PER ACQUISTO DEI LIBRI DI TESTO PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL OBBLIGO Anno Scolastico 2011/2012 CRITERI PER EROGAZIONE DI SUSSIDI IN DENARO PER ACQUISTO DEI LIBRI DI TESTO PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL OBBLIGO Anno Scolastico 2011/2012 OGGETTO: Assegnazione di sussidi a rimborso delle spese sostenute

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO Art. 1 Denominazione, definizione, sede Il Museo Civico di Bracciano è un organismo permanente, senza fini di lucro, istituito dal Comune di Bracciano con

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Responsabile del Servizio Amministrazione

PROVVEDIMENTO del Responsabile del Servizio Amministrazione VIII LEGISLATURA PROVVEDIMENTO del Responsabile del Servizio Amministrazione N. 13 DEL 15/01/2008 OGGETTO: Esposizione La vite e l olivo in Umbria. Piante di civiltà Palazzo Cesaroni 16 25 novembre 2007

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 29.03.2013 Indice: Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE...3

Dettagli

PROVINCIA. DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale. Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE

PROVINCIA. DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale. Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE PROVINCIA DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE versione integrale INDICE 1. INTRODUZIONE p. 3 2. SEDI E COLLEZIONI

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. DLG/2015/147 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. DLG/2015/147 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. DLG/2015/147 O G G E T T O Mostra temporanea Eurasia fino alle soglie della storia. Dai popoli del Caucaso alla civiltà nuragica, Cagliari

Dettagli

REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Visto l art. 121, 4 comma della Costituzione; Visto lo Statuto della Regione Campania; Vista l approvazione del regolamento da

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento.

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento Il Centro socio-culturale di Azzanello di Pasiano di Pordenone (di seguito nominato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO CIVICO AMEDEO LIA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO CIVICO AMEDEO LIA REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO CIVICO AMEDEO LIA Visti gli atti di liberalità rogati in Roma dal Notaio Leonardo Milone rispettivamente il 6.6.1995 ed il 12.06.1996 Visti i conseguenti atti di

Dettagli

Nipponbashi d Estate 2016

Nipponbashi d Estate 2016 Nipponbashi d Estate 2016 MODULO PRENOTAZIONE SPAZIO ESPOSITIVO Treviso - 15, 16 e 17 Luglio 2016 Il presente modulo dovrà essere consegnato presso Ikiya (Via Manzoni 52, 31100 Treviso), inviato via fax

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. ~ IL PRESIDENTE

PROVVEDIMENTO N. ~ IL PRESIDENTE A. Autorità Portuale,fA Livorno PROVVEDIMENTO N. ~ IL PRESIDENTE VISTO l'articolo 8, comma 3, letto n-bis), della legge 28 gennaio 1994, n.84 s.m.i.; VISTO il Protocollo d'intesa stipulato in data 12 aprile

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 105 del 04/07/2011 - OGGETTO: mostra fotografica . Sottoscrizione copertura assicurativa. Impegno di spesa. I L F U N Z I O N A

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA Il presente regolamento riguarda le norme e le condizioni

Dettagli

DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO Ufficio Beni Culturali

DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO Ufficio Beni Culturali DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO Ufficio Beni Culturali INDICAZIONI E DISPOSIZIONI SULLE PROCEDURE DA SEGUIRE PER INTERVENTI DI QUALSIASI NATURA SUI BENI CULTURALI IMMOBILI E MOBILI DI PROPRIETÀ

Dettagli

CHIARISSIMA. Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015)

CHIARISSIMA. Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015) CHIARISSIMA Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015) AVVERTENZA PRELIMINARE Si raccomanda di leggere con attenzione il Regolamento seguente. L'Espositore

Dettagli

"fg. ?ficupr.-i') REQUISITI PER L'AMMISSIBILITA' REQUISITI DELLA SEDE ESPOSITIVA

fg. ?ficupr.-i') REQUISITI PER L'AMMISSIBILITA' REQUISITI DELLA SEDE ESPOSITIVA ?ficupr.-i') "fg CONDIZIONI DI PRESTITO OPERE D'ARTE DI PROPRIETA'DEL COMUNE DI MILANO E/O DEPOSITATE PRBSSO La GALLERIA D'ARTE MODERNA, MUSEO PRESTATORE. PREMBSSA La richiesta non è accolta se l'iniziativa

Dettagli

Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. facility report

Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. facility report Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto facility report Galleria Civica La Galleria Civica di Trento è diventata dal 2012 uno degli edifici che ospitano l attività del Mart, Museo

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO Approvato con Delibera di C.C. n. 12 del 19 marzo 2012 ART. 1 Denominazione e sede Il Museo Civico di Palagiano denominato

Dettagli

Incarico n. 2 - Progetto «Archivi fotografici e sito istituzionale»

Incarico n. 2 - Progetto «Archivi fotografici e sito istituzionale» Allegato al decreto n. 1815/CULT. del 25 giugno 2014 Avviso di selezione tramite procedura comparativa per l affidamento di n. 4 incarichi professionali nel settore della catalogazione e della documentazione

Dettagli

Norme per prestito e riproduzione beni culturali Mercoledì 04 Novembre 2009 10:47 - Ultimo aggiornamento Martedì 30 Novembre 2010 16:55

Norme per prestito e riproduzione beni culturali Mercoledì 04 Novembre 2009 10:47 - Ultimo aggiornamento Martedì 30 Novembre 2010 16:55 Versione pdf NORME PER IL PRESTITO E LA RIPRODUZIONE DEI BENI CULTURALI DI PROPRIETÀ ECCLESIASTICA AVVERTENZA: In attesa di dotarsi di un proprio regolamento per il prestito e la riproduzione dei beni

Dettagli

C O M U N E D I SINNAI

C O M U N E D I SINNAI C O M U N E D I SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI AVVISO PUBBLICO INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA INFORMALE AI SENSI DELL ART. 30 DEL CODICE DEI

Dettagli

Regolamento esecutivo delle Disposizioni concernenti la concessione di contributi finanziari della C.E.I. per i beni culturali ecclesiastici

Regolamento esecutivo delle Disposizioni concernenti la concessione di contributi finanziari della C.E.I. per i beni culturali ecclesiastici Regolamento esecutivo delle Disposizioni concernenti la concessione di contributi finanziari della C.E.I. per i beni culturali ecclesiastici ART. 1 Destinazione dei contributi 1. I contributi finanziari

Dettagli

Ù Arte - Casa di Ù ACCORDO PER CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO SPAZI PER ATTIVITA' ESPOSITIVA

Ù Arte - Casa di Ù ACCORDO PER CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO SPAZI PER ATTIVITA' ESPOSITIVA Ù Arte - Casa di Ù ACCORDO PER CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO SPAZI PER ATTIVITA' ESPOSITIVA Art. 1) Ambito di applicazione Il presente regolamento individua e regola i criteri e le modalità per la concessione

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART.

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso temporaneo da parte di soggetti

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA Art. 1. Finalità La Camera di Commercio di Siracusa, al fine

Dettagli

Ruggeri Dott.ssa Maura Vice Sindaco X. Platè Dott. Mauro Assessore X

Ruggeri Dott.ssa Maura Vice Sindaco X. Platè Dott. Mauro Assessore X Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 106 3 giugno 2015 Oggetto : Autorizzazione al prestito di un'opera di proprietà del Comune di Cremona e custodita presso

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI Servizio Giuridico e Servizi al Cittadino Ufficio AA.GG. Segreteria Contratti e Contenzioso Prot. 18566 del 09/12/2013 AVVISO PUBBLICO AGGIORNAMENTO DELL ELENCO

Dettagli

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21

Cittadini. a1) Riferimenti normativi utili. D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 e ss.mm.ii. Codice dei Beni culturali e del paesaggio art. 21 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità ASSESSORATO: siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

PARTE I PRINCIPI GENERALI

PARTE I PRINCIPI GENERALI REGOLAMENTO PER L USO DELL ANFITEATRO ROMANO E DEL TEATRO ROMANO (approvato con delib. C.C. n 71 del 26.07.2006 modificato con delib. C.C. n 80 del 06.10.2008) PARTE I PRINCIPI GENERALI 1. FINALITA DEL

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica CONSERVATORIO DI MUSICA NICOLA SALA BENEVENTO

Ministero dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica CONSERVATORIO DI MUSICA NICOLA SALA BENEVENTO Ministero dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica CONSERVATORIO DI MUSICA NICOLA SALA BENEVENTO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI STRUMENTI E DELLE APPARECCHIATURE

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE

REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE Art. 1 AMMISSIONE ALLA FIERA Possono essere ammessi come espositori: a) Le aziende italiane ed estere

Dettagli

Torino Palermo Catanzaro Cagliari Viterbo Massa Lombarda Sesto Fiorentino Giulianova. L Associazione CULTURA NO STOP bandisce la I edizione 2016 del

Torino Palermo Catanzaro Cagliari Viterbo Massa Lombarda Sesto Fiorentino Giulianova. L Associazione CULTURA NO STOP bandisce la I edizione 2016 del L Associazione bandisce la I edizione 2016 del Premio di pittura L Incanto dell Arte Con il patrocinio del Comune di Collegno (TO) L arte, fin dalle sue origini, si pone in stretta relazione con l incanto

Dettagli

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013

Iscrizione nell'anagrafe della Sepel 2013 Nome campo Epigrafe Descrizione Iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente per immigrazione dall'estero: cittadino dell'unione Europea Breve descrizione del procedimento Riferimenti normativi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA GIURATA VOLONTARIA

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA GIURATA VOLONTARIA PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA GIURATA VOLONTARIA Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 14/31.01.2002 Modificato con deliberazione

Dettagli

Art. 1 Soggetti beneficiari del contributo

Art. 1 Soggetti beneficiari del contributo Allegato parte integrante Criteri Criteri e modalità per la concessione di contributi a soggetti organizzatori di manifestazioni fieristiche ai sensi dell articolo 67 della legge provinciale sul commercio

Dettagli

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE TELEFONIA MOBILE COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Sportello Unico Attività Produttive Polo di Rosignano Marittimo

Dettagli

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE Deliberazione della Giunta regionale 20 dicembre 2002 n -7/II643 (BURL-16 gennaio 2003-2 supp. Str.) recante i criteri e linee guida per il riconoscimento dei musei e delle raccolte museali in Lombardia,

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 69

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 69 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 69 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) INTERROGAZIONI 155ª seduta: mercoledì

Dettagli

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore Premessa Il Museo Palazzo Corte Metto (ex Museo della Flora, Fauna e Mineralogia) farà parte della costituenda rete museale

Dettagli

F. Concessione in uso degli ambienti monumentali

F. Concessione in uso degli ambienti monumentali F. Concessione in uso degli ambienti monumentali Conferenze, convegni, manifestazioni ed esposizioni temporanee La concessione in uso degli ambienti di Palazzo Vecchio per conferenze, convegni, manifestazioni

Dettagli

COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI?

COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI? COME CONSERVANO E VALORIZZANO I BENI NATURALISTICI MUSEALI? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE ESIGENZA DI CONSERVARE E VALORIZZARE LE PRESENTI

Dettagli

COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO

COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO (Provincia di Perugia ) MUSEO CIVICO COMUNALE ECOMUSEO DELLA DORSALE APPENNINICA UMBRA Regolamento (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 75 del 22.10.2014) Il

Dettagli

SPAZIO AUTORI PARTECIPA, CON GLI AUTORI E I LORO LIBRI, AL PREMIO BINDI 2011 (SANTA MARGHERITA LIGURE 8-9-10 LUGLIO

SPAZIO AUTORI PARTECIPA, CON GLI AUTORI E I LORO LIBRI, AL PREMIO BINDI 2011 (SANTA MARGHERITA LIGURE 8-9-10 LUGLIO SPAZIO AUTORI PARTECIPA, CON GLI AUTORI E I LORO LIBRI, AL PREMIO BINDI 2011 (SANTA MARGHERITA LIGURE 8-9-10 LUGLIO 2011) Promotore: Spazio Autori Realizzazione a cura di: STUDIO64 s.r.l. Manifestazione

Dettagli

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione

Tempistica di aggiornamento. Annuale e in relazione a delibere CiVIT. Tempestivo. Pubblicazione tempestiva. dell atto Entro 3 mesi dall adozione Centro di Riferimento Oncologico obblighi di pubblicazione : situazione al 31.12.2013 data di svolgimento della rilevazione: 24.01.2014 modalità seguite per la rilevazione: verifica sul sito istituzionale

Dettagli

ALLEGATO A. 1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Tipologia degli interventi ammessi a finanziamento

ALLEGATO A. 1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Tipologia degli interventi ammessi a finanziamento ALLEGATO A Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione di progetti per la nuova costruzione, ristrutturazione ed ampliamento delle aree sosta- artt. 3 e 4 l.r. 26/93-.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI

REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI ASSEGNATI ALLA FONDAZIONE TORINO MUSEI Approvato dal Consiglio Direttivo l 11 novembre

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 39 DEL 9 LUGLIO 2007

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 39 DEL 9 LUGLIO 2007 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 39 DEL 9 LUGLIO 2007 Regione Campania - Assessorato all Agricoltura e alle Attività Produttive - A.G.C. 12 - Settore 02 Sviluppo e Promozione delle Attività

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A CARATTERE REG.LE PRESIDENZA / ASSESSORATO: ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO DELLE FINANZE E DEL CREDITO Procedimento: Materia: Altro APPROVAZIONE STATUTI BANCHE A

Dettagli

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI Allegato A COMUNE DI FAENZA Assessorato alla Cultura SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI DISCIPLINARE D USO SERVIZIO CULTURA ART. 1 DESTINAZIONE D'USO 1. La Sala Conferenze, ubicata all

Dettagli

Oggetto: Il sottoscritto Legale rappresentante. Nome. Cognome Codice fiscale Nato a Residente in Comune di Indirizzo - CAP Telefono

Oggetto: Il sottoscritto Legale rappresentante. Nome. Cognome Codice fiscale Nato a Residente in Comune di Indirizzo - CAP Telefono Alla Provincia di Udine piazza Patriarcato, 3 33100 UDINE SERVIZIO POLITICHE SOCIALI U.O. SOLIDARIETÀ SOCIALI E GESTIONE CONTRIBUTI provincia.udine@cert.provincia.udine.it Spazio riservato al bollo Nota

Dettagli

Nipponbashi d estate 2015

Nipponbashi d estate 2015 Nipponbashi d estate 2015 MODULO PRENOTAZIONE SPAZIO ESPOSITIVO Treviso - 10, 11 e 12 Luglio 2015 Il presente modulo dovrà essere consegnato presso Ikiya (Via Manzoni 52, 31100 Treviso), inviato via fax

Dettagli

Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO

Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO Approvato con delibera C.C. n. 23 del 16 ottobre 2013 1 Art. 1 Oggetto 1. Il cinema

Dettagli

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM Il Consiglio Direttivo del due aprile 2012 visto il verbale di consegna da parte dell Ufficio Tecnico Erariale all Associazione per gli Studi di Storia e Architettura Militare

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Conservatorio Statale di Musica Francesco Venezze ROVIGO

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Conservatorio Statale di Musica Francesco Venezze ROVIGO Prot. N 4856/E3 Rovigo, 02/10/2015 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Regolamento per il prestito e utilizzo degli strumenti musicali di proprietà del Conservatorio IL PRESIDENTE Vista

Dettagli

COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport

COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport DISCIPLINARE PER L' UTILIZZO DELLO STADIO COMUNALE ERASMO IACOVONE ( allegato alla deliberazione GC n. 54 del 14/04/2014 ) Partite

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI

REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI REGOLAMENTO PER LA RIPRODUZIONE DEI BENI DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO, ARCHEOLOGICO E ARCHITETTONICO DEI MUSEI ASSEGNATI ALLA FONDAZIONE TORINO MUSEI Articolo 1 - Principi generali e finalità 1.1

Dettagli

INDAGINE DI MERCATO PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AGGIUNTIVI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE E PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO

INDAGINE DI MERCATO PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AGGIUNTIVI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE E PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO INDAGINE DI MERCATO PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AGGIUNTIVI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE E PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO (Approvato con Determina n. 1 del giorno 20.02.2015) Art. 1. NATURA DEL SERVIZIO

Dettagli

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE 1/6 STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE b. STANDARD MINIMI PER L ACCESSO AL PUBBLICO AVVERTENZA L argomento qui trattato è valido per tutti gli Istituti del Ministero (musei, archivi, biblioteche ),

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO BENI CULTURALI E IDENTITA' SICILIANA - SOPRINTENDENZA BENI

Dettagli

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Comune di Clusone Deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 27/12/2005 Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Art. 1 (Oggetto del Regolamento) E istituito il MAT

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A FOTORIPRODUZIONI

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A FOTORIPRODUZIONI BIBLIOTECA ARCHEOLOGICA E NUMISMATICA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE A FOTORIPRODUZIONI in sede, per opere di proprietà del: COMUNE DI MILANO - Servizio Biblioteca archeologica, Biblioteca d'arte DATA RICHIEDENTE

Dettagli

SOMMARIO ART. 1 - UTILIZZO DELLE SALE...2 ART. 2 - DESCRIZIONE SALE...2 ART. 3 - PRESCRIZIONI NORMATIVE...3 ART. 4 - MODALITA DI UTILIZZO...

SOMMARIO ART. 1 - UTILIZZO DELLE SALE...2 ART. 2 - DESCRIZIONE SALE...2 ART. 3 - PRESCRIZIONI NORMATIVE...3 ART. 4 - MODALITA DI UTILIZZO... REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE DI RAPPRESENTANZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PORDENONE IN DISPONIBILITA PER CONVEGNI, MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE DIVERSE SOMMARIO ART. 1 - UTILIZZO

Dettagli

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi

Determin.in ordine all' assegn. dei siti minerari L.R.17/91. Rapporti con relativo ente Parco Minerario per Area Fiumedinisi PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei beni culturali e dell'identità siciliana -Sopr. BBCC-

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEGLI ARCHIVI DEL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEL MUSEO DELL AGRICOLTURA E DEL MONDO RURALE (ARCHIVIO FOTOGRAFICO-ARCHIVIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA CORTE DI GIAROLA

REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA CORTE DI GIAROLA (Allegato alla delibera di Comitato Esecutivo n. del 30 maggio 2014) REGOLAMENTO PER L AFFITTO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA CORTE DI GIAROLA Art. 1. Disposizioni generali Le aree di pertinenza della Corte

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE 82 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 179/75 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 09/10/2006 CRITERI DI UTILIZZO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE (Approvato con delibera consiliare n. 23 del 15.02.2005) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE 1. OGGETTO 1.1 Le presenti condizioni generali di vendita online (di seguito "CGV") disciplinano il contratto (di seguito il "CONTRATTO") per la vendita dei prodotti

Dettagli

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER L ORGANIZZAZIONE DEL MERCATINO DELL ANTIQUARIATO E DEL COLLEZIONISMO NONCHE DEL MERCATINO DI NATALE -ANNI 2014-2016

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER L ORGANIZZAZIONE DEL MERCATINO DELL ANTIQUARIATO E DEL COLLEZIONISMO NONCHE DEL MERCATINO DI NATALE -ANNI 2014-2016 CITTA DI MELFI Area Servizi Amministrativi e Sviluppo Economico Tel. 0972 251273- Fax 0972151228 e.mail: catalani.a@comunemelfi.it MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER L ORGANIZZAZIONE DEL MERCATINO DELL ANTIQUARIATO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania

COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania COMUNE DI MISTERBIANCO Provincia di Catania Cod. Fisc. 80006270872 - Part. IVA 01813440870 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE

Dettagli

I servizi offerti dalla Biblioteca all utenza interna, esterna e alle biblioteche partner. Rev.3 Data Pubblicazione: 12-02-2015

I servizi offerti dalla Biblioteca all utenza interna, esterna e alle biblioteche partner. Rev.3 Data Pubblicazione: 12-02-2015 ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA ISPRA REGBIB Il presente regolamento disciplina l uso della Biblioteca ISPRA, l accesso dell utenza interna ed esterna, il servizio di consultazione e di prestito

Dettagli

COMUNE DI SEDINI Provincia di Sassari Via La Rampa,20-07035 Sedini Tel 079/589200 Fax 079/589216 C.F. 80003520907 P.

COMUNE DI SEDINI Provincia di Sassari Via La Rampa,20-07035 Sedini Tel 079/589200 Fax 079/589216 C.F. 80003520907 P. COMUNE DI SEDINI Provincia di Sassari Via La Rampa,20-07035 Sedini Tel 079/589200 Fax 079/589216 C.F. 80003520907 P.Iva 01257180909 E-mail ssociali@comune.sedini.ss.it www.comune.sedini.ss.it BANDO PER

Dettagli

al Comune di SUAP Pratica N. Logo SUAP RICHIESTA DI PROVVEDIMENTO AUTORIZZATIVO UNICO Protocollo Generale il/la sottoscritto/a(*) nato a Indirizzo(*)

al Comune di SUAP Pratica N. Logo SUAP RICHIESTA DI PROVVEDIMENTO AUTORIZZATIVO UNICO Protocollo Generale il/la sottoscritto/a(*) nato a Indirizzo(*) Pratica N. Logo SUAP RICHIESTA DI PROVVEDIMENTO AUTORIZZATIVO UNICO EX D.P.R. 20.10.1998 N. 447 e s.m.e.i al Comune di SUAP Protocollo Generale il/la sottoscritto/a(*) nato a il residente a (*) C.F. CAP.(*)

Dettagli

L Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno Dott. Andrea Maria Antonini

L Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno Dott. Andrea Maria Antonini Comune di Ascoli Piceno Medaglia d Oro al V.M. per Attività Partigiane Assessorato alla Cultura Gentile Ceramista, è con grande piacere che Le comunico che l Amministrazione Comunale in collaborazione

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI ALLEGATO A DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI Art. 1) Ambito di applicazione Il presente disciplinare individua e regola i criteri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SAN GIOVANNI LIPIONI (Provincia di CHIETI) Via Roma, 35-66050 SAN GIOVANNI LIPIONI (CH) * Codice Fiscale e Partita IVA: 00249220690 Telefono e Fax: 0873/952231-0873/952244 * Indirizzo E Mail:

Dettagli