NORME DOGANALI PER LE PERSONE FISICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORME DOGANALI PER LE PERSONE FISICHE"

Transcript

1 NORME DOGANALI PER LE PERSONE FISICHE Le informazioni si basano sulla legislazione doganale vigente con il promemoria in uso per i passeggeri dei voli internazionali che passano il confine doganale dell unione doganale (lettera del Servizio Federale delle dogane della Russia del N 16-26/55640), Avviso per i passeggeri dei treni del traffico internazionale che passano per il confine doganale dell'unione doganale, e l Avviso per le persone fisiche che passano la frontiera doganale dell unione doganale sui veicoli stradali (lettera Servizio Federale delle dogane della Russia del N 04-30/34327). L'ordine di circolazione delle merci per uso personale è regolato in base alle disposizioni del capitolo 49 del codice doganale dell unione doganale (CD dell UD) Accordo del 18 giugno 2010 "sull ordine di circolazione delle merci di privati per uso personale attraverso la dogana di confine dell Unione doganale e operazioni doganali connesse con la loro emissione". La disponibilità di mezzi monetari e (o) strumenti monetari delle persone fisiche attraverso la frontiera doganale dell unione doganale è regolata dal Trattato "Sull ordine di circolazione degli strumenti monetari delle persone fisiche e (o) strumenti monetari oltre il confine doganale dell unione doganale", 5 luglio Prendere conoscenza più in particolare con le norme doganali è possibile sul sito ufficiale della Commissione dell unione doganale (www.tsouz.ru). In caso di eventuali modifiche nei regolamenti dal momento della pubblicazione di questo opuscolo, vi informeremo immediatamente di questi cambiamenti sul sito web della compagnia "CASTO" (www.castospb.ru o касто.рф). INFORMAZIONI GENERALI Allo stato attuale, la Federazione Russa è un paese membro dell Unione doganale (UD), un unico territorio doganale costituito dalla Repubblica di Bielorussia, Kazakistan e la Federazione Russa. I confini del territorio unico doganale UD sono la frontiera doganale dell'unione doganale. La circolazione delle merci attraverso il confine doganale dell'unione doganale è regolata dalla normativa doganale della UD. Le leggi doganali dell unione doganale determinano i seguenti concetti. La merce è un bene mobile, trasportata attraverso il confine doganale, compresi i veicoli informativi, la moneta nazionale i membri dell Unione doganale, titoli e (o) beni valutari, travellers cheques, ecc. I beni per uso personale sono beni destinati alla persona, famiglia, e altri non connessi all attività imprenditoriale, i beni delle persone fisiche transitano attraverso il confine doganale insieme ai bagagli o in altro modo. I bagagli al seguito sono beni per uso personale, compresi i bagagli a mano, trasportati direttamente dalla persona fisica che attraversa la frontiera doganale. I bagagli non al seguito sono beni per uso personale, di proprietà di una persona fisica, trasferiti o dati al vettore in virtù di un contratto di trasporto internazionale (spedizioni) per l attraverso di fatto del confine doganale in relazione all'ingresso di quella persona sul territorio dell'unione doganale o la sua partenza dal territorio doganale della UD. I beni indivisibili per uso personale sono beni per uso personale, del peso di oltre 35 kg, costituiti da una unità o di una serie di prodotti, trasportati smontati, non montati, incompleti o non finiti, a condizione che il prodotto possiede le proprietà di bene assemblato, completo o di un prodotto finito. Veicoli per uso personale: auto, mezzo a motore, rimorchio, nave o aeromobile insieme ai pezzi di ricambio per esso e le sue forniture abituali e attrezzature, insieme ai comuni serbatoi di carburanti e lubrificanti di proprietà o posseduti da una persona fisica che trasporta questi veicoli attraverso il confine doganale esclusivamente per fini personali e non per il trasporto di persone dietro compenso o prodotti industriali o commerciali dietro compenso o gratuitamente. I beni per uso personale possono transitare attraverso il confine doganale UD con o senza bagagli al seguito, in qualità di beni consegnati dal vettore, così come la posta internazionale. Le operazioni doganali in materia di beni per uso personale sono effettuate secondo i bisogni di transito nei luoghi di arrivo nel territorio doganale o di partenza dal territorio o all autorità doganale dello Stato membro dell unione doganale nel cui territorio risiede la persona fisica in modo permanente (o temporaneo) con diritto di agire come dichiarante di tali beni. SISTEMA DEL DOPPIO CORRIDOIO Nei luoghi di arrivo nel territorio doganale o partenza dal territorio ai fini della dichiarazione doganale di beni per uso personale può essere applicato il sistema del doppio Corridoio. Esso prevede una scelta autonoma della persona fisica che attraversa il confine doganale, la dichiarazione doganale per iscritto degli oggetti per uso personale e il corridoio corrispondente ("verde" o "rosso") per l espletamento delle operazioni doganali. 1

2 Il corridoio "verde" è particolarmente indicato nei luoghi di arrivo o di partenza per il transito delle persone attraverso il confine doganale insieme ai beni per uso personale, non soggetti a dichiarazione doganale, in caso di assenza di bagagli non accompagnati da tali persone. Il corridoio rosso è un corridoio appositamente designato nei luoghi di arrivo o di partenza di un luogo progettato per il transito delle persone attraverso il confine doganale insieme ai bagagli soggetti a dichiarazione doganale e anche prodotti per i quali la dichiarazione è fatta su richiesta della persona fisica. DICHIARAZIONE SCRITTA Per l attraversamento della frontiera doganale dell'unione doganale, deve essere compilata la dichiarazione in dogana (si compila la dichiarazione doganale dei passeggeri): 1) per le merci importate, il cui valore in dogana supera i euro equivalenti, e (o) il peso totale superiore a 50 kg; 2) per mezzi monetari in contanti importati ed esportati (banconote, tesoreria, monete, con l'eccezione delle monete di metallo prezioso), e (o) assegni per un totale dell equivalente di oltre dollari USD; 3) per strumenti finanziari importati ed esportati (cambiali, assegni, titoli); 4) per metalli preziosi: importati temporaneamente, esportati (ad esclusione dei gioielli temporaneamente esportati); 5) per i gioielli: temporaneamente importati, esportati smeraldi, rubini, zaffiri, alessandrite, perle naturali in forma grezza (naturale) ed elaborate, uniche formazioni di ambra; 6) per i valori culturali; 7) per premi di stato esportati dalla Federazione Russa; 8) per gli animali e le piante che sono specie minacciate, dalle loro parti, così come i prodotti derivanti; 9) per armi e munizioni; 10) per bevande alcoliche importate in eccesso di 3 litri; 11) per stupefacenti e sostanze psicotrope come droghe per ragioni mediche in presenza di documentazione pertinente; 12) per mezzi di radio-elettronica e (o) dispositivi civili ad alta frequenza, compresi quelli incorporati o inclusi con altre merci; 13) per i mezzi tecnici che hanno la funzione di crittografia; 14) per i beni per uso personale, ricevuti in eredità, a condizione che ci siano prove documentate di tali beni in eredità; 15) per i beni per uso personale, importati nei bagagli al seguito, se la persona trasportante ha dei bagagli non al seguito; 16) per i veicoli per l uso personale fatta eccezione per i veicoli per uso personale, registrati nello Stato membri dell Unione doganale che temporaneamente esportano dal territorio doganale dell'unione doganale e reimportano in tale territorio; 17) per altri beni determinati dalla normativa doganale dell'unione doganale. Una persona fisica può, a sua richiesta dichiarare per iscritto merci non soggette a dichiarazione doganale per iscritto. Il dichiarante transitante attraverso il confine doganale con merci può agire come persona giuridica membro dell'unione doganale, così come i cittadini stranieri. La dichiarazione in dogana delle merci per l uso personale della persona fisica che non ha raggiunto l età di 16 anni, è espletata dalla persona, il suo tutore (un genitore, un genitore adottivo, tutore o curatore di quella persona, e in caso di viaggio organizzato (ingresso) di un gruppo di minori, dal responsabile del gruppo). La mancata presentazione della dichiarazione in dogana per le merci di cui sopra è considerata come una dichiarazione che il singolo soggetto non è in possesso di beni soggetti a dichiarazione doganale. Il rilevamento, in seguito a un controllo doganale selettivo, delle merci soggette a dichiarazione doganale, comporta al passeggero una responsabilità penale in conformità con le leggi dello Stato membro dell'unione doganale. L avviso nella dichiarazione doganale dei passeggeri di informazioni false è punito secondo le leggi dello Stato, membro dell'unione doganale. PRESENTAZIONE DEI DOCUMENTI La presentazione della dichiarazione doganale dei passeggeri deve essere accompagnata alle autorità doganali da documenti che confermano i dati dichiarati in essa. Questi documenti sono: 1) il documento di identità (inclusi i minori); 2) il documento di adozione, tutela o affidamento di un minore; 2

3 3) la documentazione attestante il valore dichiarato dei beni per uso personale 4) i documenti di trasporto (spedizione); 5) documentazione attestante il diritto di benefici sul pagamento dei dazi doganali, compresi la conferma dell'importazione temporanea (export) dei singoli elementi per uso personale, oltre a confermare lo status di rifugiato per persone fisiche, costretti allo spostamento o trasferite nella residenza permanente; 6) la documentazione attestante il rispetto delle restrizioni, tranne che per regolamenti non tariffari e tecnici; 7) i documenti contenenti le informazioni necessarie per identificare il veicolo per uso personale; 8) i documenti attestanti la proprietà, uso e (o) la disponibilità dei veicoli per uso personale; 9) altri documenti e informazioni in conformità alla legislazione doganale dell'unione doganale. In assenza delle merci soggette a dichiarazione doganale, i documenti di cui sopra sono presentati a richiesta del doganiere. IL BAGAGLIO AL SEGUITO E NON, È ESENTE DA DOGANA Nel territorio doganale dell'unione doganale in esenzione dai dazi doganali si possono importare beni per uso personale: 1) per un valore in dogana non superiore a euro (per le merci trasportate per via aerea il valore doganale che non superano i euro), pari a (o) il cui peso totale non superi i 50 kg; 2) bevande alcoliche e birra non più di 3 litri per una persona fisica oltre i 18 anni di età; 3) tabacco e prodotti affini: 200 sigarette o 50 sigari (sigari) o 250 grammi di tabacco o prodotti indicati assortiti con un peso complessivo di non più di 250 g per una persona di età superiore ai 18 anni; 4) beni usati importati da rifugiati, costretti all immigrazione, così come un veicolo e un rimorchio di proprietà di tali persone; 5) beni ricevuti in eredità, così come un veicolo e un rimorchio, in condizione di prove documentali di ricevimento di tali beni, auto e rimorchio in eredità; 6) beni importati da funzionari diplomatici, impiegati, personale amministrativo e tecnico della rappresentanza diplomatica o consolare e loro familiari; 7) beni importati da privati, trasferiti a lavorare negli organi statali in uno stato straniero, che rimangono al di fuori del territorio doganale dell'unione doganale per una durata non inferiore a 11 mesi (soggetti a prove documentali); 8) beni importati da persone temporaneamente residenti all estero per almeno 1 anno (soggetti a prove documentali), il cui valore in dogana non superi l equivalente di euro (per le merci trasportate per via aerea, il cui valore doganale non superi un importo pari a euro ); 9) beni reimportati nel territorio doganale dell'unione doganale in condizioni ininalterabili, previa conferma della loro esportazione da parte dell'unione doganale; 10) i valori culturali, a condizione della loro conformità con le leggi dell Unione doganale; 11) l urna con le ceneri (ceneri), le bare con i corpi (resti) dei morti; 12) veicoli per uso personale temporaneamente importati dalle persone fisiche di Stati, membri dell'unione doganale, registrati nel paese straniero per un periodo non superiore a 6 mesi, previo pagamento dei dazi doganali, tasse; 13) importazione di veicoli per uso personale temporanea da parte di persone fisiche straniere, registrati nel paese straniero, per la durata del suo soggiorno temporaneo nel territorio dell'unione doganale, ma non più di 1 anno; 14) beni usati importati temporaneamente da parte di persone fisiche straniere nel territorio doganale dell'unione doganale: - gioielleria (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - articoli per l'igiene personale (in una quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - fotocamere, videocamere, macchine fotografiche (non più di una unità) e accessori (per un importo necessario per l'utilizzo durante un soggiorno temporaneo); - proiettori portatili, proiettori per diapositive (non più di una unità) e accessori (per un importo necessario per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - videoregistratori portatili (non più di una unità); - registrazione portatile e apparecchi di riproduzione (tra cui i registratori), DVD-player (non più di una unità) e accessori (per un importo necessario per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - giradischi (non più di una unità) e grammofoni (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - supporti di registrazione audio, senza e con registrazione (per una quantità necessaria per l utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - radio portatili, lettori flash (non più di una unità) e accessori (per un importo necessario per l utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - TV con diagonale dello schermo non superiore a 42 cm (non più di una unità); 3

4 - macchine da scrivere portatili (non più di una unità); - binocolo (non più di una unità); - telefoni cellulari (fino ad un massimo di due unità); - PC portatile (notebook) (non più di una unità) e accessori (per un importo necessario per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - strumenti musicali portatili (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - passeggini (in una quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - seggiolino per bambini fissato sul sedile dell auto (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - sedie a rotelle per disabili (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - attrezzature e accessori per lo sport, il turismo e la caccia, palloncini (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - dializzatori portatili e relativi dispositivi medici, così come i materiali di consumo (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo); - animali domestici, compresi quelli destinati alla caccia, lo sport (nella quantità necessaria per l'utilizzo durante il soggiorno temporaneo). Se la merce è consegnata dal vettore a una persona fisica, o inviata per posta internazionale, l'importazione per uso personale è esente da dogana (con l eccezione di alcol etilico, bevande alcoliche, birra e beni indivisibili) importata (inviata) entro il mese di calendario all indirizzo del destinatario, e il valore in dogana non supera l equivalente di euro, e il peso non superiore ai 31 kg. VERSAMENTO DOGANALE PER L IMPORTAZIONE Quando le merci sono importate per uso personale da parte di persone fisiche nel territorio doganale dell'unione doganale, si applicano le seguenti tariffe doganali: 1) un aliquota fissa del 30% del valore doganale dei beni, ma non meno di 4 euro per 1 kg di peso, nelle parti eccedenti il costo di euro (per merci trasportate per via aerea nelle parti eccedenti il costo di euro ) nell equivalente e (o) di 50 kg di peso nel caso di importazione di beni per uso personale, il cui valore in dogana supera l equivalente di euro (per merci trasportate per via aerea il cui valore in dogana superi i euro), e (o) del peso superiore a 50 kg; 2) i pagamenti doganali totali nel caso d importazione di beni indivisibili per uso personale; 3) un aliquota unica di 22 euro per 1 litro in caso di importazione di alcool etilico per un importo fino a 5 litri; 4) un aliquota unica di 10 euro nelle parti in eccesso della norma di tre litri nel caso di importazione di bevande alcoliche e birra in quantità da 3 a 5 litri compresi; 5) un aliquota unica del 30% del valore doganale della merce, ma non meno di 4 euro per 1 kg di peso, nelle parti in eccesso del valore equivalente di euro nel caso di importazione di merci da parte di persone fisiche temporaneamente residenti all'estero per almeno 1 anno (con riserva di prove documentali), il cui valore in dogana supera l equivalente di euro (per le merci trasportate per via aerea il cui valore doganale supera l equivalente di euro ). Se la merce è consegnata al vettore all indirizzo di una persona fisica, o è inviata per posta internazionale, si applica l aliquota unica del 30% del valore in dogana, ma non meno di 4 euro per 1 kg di peso nelle parti eccedenti il costo di euro equivalenti, e (o) del peso di 31 kg nel caso dell importazione di beni per uso personale, il cui valore in dogana supera l'equivalente di euro e (o) il peso supera i 31 kg. ESPORTAZIONE DI BENI I beni per uso personale che vengono esportati dal territorio dell Unione doganale da parte di persone fisiche, i dazi doganali, le tasse con un unica aliquota e le spese doganali totali non sono tassate. NON È POSSIBILE ESPORTARE Per l uso personale la persona fisica non può esportare dal territorio dell'unione doganale: 1) pesce e frutti di mare (tranne uova di storione) superiore a 5 kg; 2) caviale di storione di peso superiore a 250 g; 3) combustibile in quantità superiore a 10 litri, situato in un contenitore separato. Nota: alla lettera b del paragrafo 36 del Regolamento per l importazione nel territorio doganale dell'unione doganale della Comunità economica eurasiatica e l esportazione dal territorio doganale dei metalli preziosi, pietre preziose e prodotti contenenti metalli preziosi, è scritto che il valore totale delle 4

5 esportazioni dei metalli preziosi e pietre preziose (eccetto l esportazione temporanea) non deve superare l importo di dollari USD. Tuttavia, conformemente al paragrafo 25 deciso dall Unione doganale della Commissione N 689 l esportazione dal territorio doganale dell unione doganale di metalli preziosi e pietre preziose per uso personale da parte di persone fisiche è regolato senza limiti quantitativi e costi. CRITERI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE MERCI PER USO PERSONALE La classificazione delle merci trasportate da una persona fisica attraverso il confine doganale a beni per uso personale è determinata dalle autorità doganali, sulla base di: - dichiarazioni individuali delle merci trasportate (in forma orale o scritta con la dichiarazione doganale del passeggero); - natura e quantità dei beni; - frequenza di incrocio di una persona fisica e (o) spostamento dei suoi beni attraverso il confine doganale. Le seguenti merci non sono beni per uso personale: 1) diamanti naturali; 2) merci esportate, per le quali sono stabiliti dazi per l esportazione; 3) caldaie per il riscaldamento centrale; 4) tagliaerba (eccetto tagliaerba per prati), macchine per la lavorazione del fieno, ecc.; 5) lampade abbronzanti; 6) attrezzatura medica (eccetto per ragioni mediche particolari) ecc. Nel caso di classificazione delle merci trasportate da un individuo attraverso il confine doganale, a merci non per l'uso personale le operazioni doganali nei confronti di tali beni (compresa la dichiarazione doganale) vengono eseguite secondo le modalità previste per i partecipanti dell attività economica estera. PERMESSO PER LA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI Per i beni di uso personale delle persone fisiche, circolati attraverso i confini della Federazione Russa è consentita l'autorizzazione delle autorità statali: - armi, le sue parti principali, munizioni è necessario disporre dell'autorizzazione del Ministero degli Interni; - valori culturali si richiede il permesso che consente l esportazione di beni culturali rilasciato dall ente governativo che controlla il traffico di beni culturali; - gli animali e le piante che sono minacciati di estinzione, le loro parti, così come i prodotti da essi derivati il permesso SITES rilasciato dal Servizio Federale per la protezione della natura (Rosprirodnadzor); - radio-elettronica e (o) dispositivi civili ad alta frequenza permesso del Servizio Federale nella sfera delle Comunicazioni e delle tecnologie informative (Roskomnadzor); - mezzi tecnici con funzione crittografica è necessario la notifica (avviso), registrazione presso il Centro russo FSB sulle licenze, certificazione e tutela di segreti di Stato. L elenco di notifiche registrate (avvisi), preparati dal produttore o persona autorizzata alla produzione dei prodotti, è possibile trovarlo sul sito MOVIMENTO DEL DENARO CONTANTE E (O) DEGLI STRUMENTI MONETARI I mezzi monetari in contanti banconote in forma di banconote e monete, con l eccezione di monete di metallo prezioso sono in circolazione e hanno corso legale negli stati membri dell unione doganale, o paesi stranieri (gruppo di Stati esteri), compresi quelli confiscati o ritirati dalla circolazione, ma scambiati con denaro in circolazione. Gli strumenti monetari travellers cheque, cambiali, assegni (assegni bancari), nonché i titoli in forma di certificato comprovante l obbligo per l emittente (debitore) di versare mezzi monetari, in cui non è specificato la persona a cui il pagamento è effettuato. L importazione di denaro da una persona fisica e (o) di assegni di viaggio nel territorio doganale dell'unione doganale è regolata senza limitazioni nel seguente ordine: - l importazione una tantum di denaro contante e (o) i travellers cheque per un ammontare complessivo uguale o non superiore all equivalente di dollari USD, tali fondi e (o) di assegni di viaggio non sono soggetti a dichiarazione doganale per iscritto; - l importazione una tantum di denaro contante e (o) di travellers cheque per un ammontare superiore all'equivalente di dollari USD, tali fondi e (o) gli assegni di viaggio sono soggetti a dichiarazione doganale per iscritto presentando una dichiarazione doganale del passeggero per l'intero importo del denaro contante importato e (o) assegni. 5

6 L importazione di strumenti monetari da parte di persone fisiche, fatta eccezione per i travellers cheque, è soggetta a dichiarazione doganale per iscritto, mediante la dichiarazione doganale del passeggero. L esportazione di mezzi monetari da parte di una persona fisica e (o) assegni di viaggio dal territorio doganale dell unione doganale è regolata senza limitazioni nel seguente ordine: - l esportazione una tantum di denaro contante e (o) i travellers cheque per un ammontare complessivo uguale o non superiore all equivalente di dollari USD, tali fondi e (o) di assegni di viaggio non sono soggetti a dichiarazione doganale per iscritto; - l esportazione una tantum di denaro contante e (o) di travellers cheque per un ammontare superiore all'equivalente di dollari USD, tali fondi e (o) gli assegni di viaggio sono soggetti a dichiarazione doganale per iscritto presentando una dichiarazione doganale del passeggero per l intero importo del denaro contante importato e (o) assegni. L esportazione di strumenti monetari da parte di persone fisiche, fatta eccezione per i travellers cheque, è soggetta a dichiarazione doganale per iscritto, mediante la dichiarazione doganale del passeggero. Al fine di contrastare la legalizzazione (riciclaggio) dei proventi ottenuti illegalmente e il finanziamento del terrorismo, i movimento di mezzi o strumenti monetari da parte di persone fisiche attraverso il confine doganale dell'unione doganale, sono soggetti a dichiarazione obbligatoria in forma scritta, e nella dichiarazione doganale dei passeggeri devono essere aggiunte le seguenti informazioni: 1) la data e il luogo di nascita della persona fisica, i requisiti del documento che conferma il diritto di un cittadino straniero o la persona senza cittadinanza al soggiorno (residenza) nel territorio dello Stato membro dell Unione doganale, indirizzo di residenza o luogo di residenza nel territorio dello Stato membro dell Unione doganale; 2) le informazioni concernenti gli strumenti finanziari fatta eccezione per i travellers cheque (il tipo di strumento monetario, denominazione dell emittente, la data di emissione e il numero di identificazione se in possesso); 3) le informazioni sulla fonte dei mezzi monetari e (o) strumenti monetari, i loro proprietari (nel caso in cui il movimento di denaro contante e (o) strumenti monetari non sono proprietà del dichiarante) così come l uso proposto; 4) le informazioni sul percorso e le modalità di trasporto (o tipo di trasporto) di denaro contanti e (o) strumenti monetari. ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE Le autorità doganali applicano il controllo sui proprietari di veicoli per l assicurazione di responsabilità civile per l'ingresso di veicoli nella Federazione Russa, così come per l'uscita dei veicoli provenienti dalla Russia verso altri paesi che utilizzano il sistema assicurativo internazionale. In caso di non presentazione dei documenti pertinenti (certificato di assicurazione Carta Verde o la polizza di assicurazione obbligatoria di responsabilità civile del proprietario del veicolo) è consentito il transito a tali veicoli nella Federazione Russa, e i loro proprietari sono invitati ad acquistare i documenti necessari nelle compagnie di assicurazione autorizzate aventi il diritto di effettuare l assicurazione obbligatoria di responsabilità civile dei proprietari di veicoli. ESPLETAMENTO DEI DOCUMENTI DEI VEICOLI Ai sensi del decreto del governo del N 609 Sull approvazione dello speciale regolamento tecnico sui requisiti per le emissioni di autoveicoli prodotti in circolazione nel territorio della Federazione Russa, sostanze nocive (inquinanti) (in seguito Regolamento Tecnico) oggetti del regolamento tecnico sono gli autoveicoli circolanti prodotti nel territorio della Federazione Russa, in cui sono installati motori a combustione interna in termini di emissioni. In conformità con la normativa sui libretti dei veicoli e libretti del telaio dei veicolo, approvata per ordine del Ministero degli Affari Interni della Russia, il Ministero russo dell Industria ed Energia, Ministero dello Sviluppo Economico della Russia dal N 496/192/134, le autorità doganali forniranno il libretto di circolazione dell autoveicolo al fine di regolamentare la circolazione dei veicoli sul territorio della Federazione Russa, il rafforzamento del controllo della circolazione dei veicoli attraverso il confine doganale della Federazione Russa e il puntuale pagamento dei dazi doganali per l importazione di veicoli nella Federazione Russa. Secondo le disposizioni del paragrafo 70 in caso di non conformità ambientale del veicolo (telaio) alle richieste particolari tecniche del regolamento Sui requisiti per le emissioni prodotte dagli autoveicoli in circolazione nel territorio della Federazione Russa, sostanze nocive (inquinanti), approvato dal governo della Federazione Russa del N 609, il libretto di circolazione dell autoveicolo non verrà rilasciato. 6

7 Dal 1 gennaio 2010 è stata introdotta una normativa tecnica sulle emissioni per i veicoli a motore, classe ambientale 4 (Euro 4). Le autorità doganali che rilasciano il libretto di circolazione dell autoveicolo effettuano un controllo ambientale dei veicoli sulla base delle informazioni fornite dal Ministero russo dell'industria e dell Energia, e in sua assenza si consiglia agli interessati di confermare la classe ambientale dell autoveicolo con certificati di conformità rilasciati da organismi di certificazione accreditati Rosteh regolamentazione. Le informazioni contenute nei certificati di conformità Approvazione del tipo del veicolo, e Conclusioni sulla conformità del telaio secondo le richieste (di seguito Database), sono pubblicati e regolarmente aggiornati sul web server Servizio Federale delle dogane Russia nella sezione Informazioni per i partecipanti VED. Il formato e il database sul web server Servizio Federale delle dogane Russia è analogo al data base sul sito ufficiale dell Agenzia Federale di Regolamentazione Tecnica e Metrologia (Rostehregulirovanie) nella sezione Norme tecniche in vigore. Per ricevere chiarimenti sulla definizione della classe ambientale degli autoveicoli è necessario rivolgersi a Rostehregulirovanie. A cura di I.V. Petrov Studio legale "CASTO" 7

Norme di viaggio per i passeggeri

Norme di viaggio per i passeggeri Norme di viaggio per i passeggeri Condizioni di fornitura dei servizi di trasporto di passeggeri, bagagli a mano e altri bagagli sui treni Aeroexpress. 1. Disposizioni generali 1. Le presenti Norme sono

Dettagli

Ordinanza concernente le agevolazioni tributarie nel traffico viaggiatori

Ordinanza concernente le agevolazioni tributarie nel traffico viaggiatori Ordinanza concernente le agevolazioni tributarie nel traffico viaggiatori (Ordinanza sul traffico viaggiatori) 631.251.1 del 30 gennaio 2002 (Stato 12 marzo 2002) Il Consiglio federale svizzero, visti

Dettagli

ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA

ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA Settore agroalimentare Ottobre 2010 Ufficio di Oslo Henrik Ibsens gate 60A N-0255 Oslo T + 47 22 54 05 40 F +47 22 54 05 41 oslo@ice.it http://www.ice.it/paesi/europa/norvegia/

Dettagli

Dogana Svizzera. Disposizioni doganali. Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano

Dogana Svizzera. Disposizioni doganali. Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano Dogana Svizzera Disposizioni doganali Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano Compiti La riscossione dei tributi (dazi, IVA, imposta sugli oli minerali, sugli

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

0.741.619.665. Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Federazione Russa relativo ai trasporti internazionali su strada

0.741.619.665. Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Federazione Russa relativo ai trasporti internazionali su strada Traduzione 1 0.741.619.665 Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Federazione Russa relativo ai trasporti internazionali su strada Concluso il 20 ottobre 2014 Entrato in vigore mediante

Dettagli

CIRCOLARE n. 43/D. Roma, 28 novembre 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. e, p.c. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE n. 43/D. Roma, 28 novembre 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. e, p.c. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI CIRCOLARE n. 43/D Protocollo: 56947 Roma, 28 novembre 2008 Rif.: Allegati: uno Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI e, p.c. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI All Ufficio Audit

Dettagli

946.231.127.6 Ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea

946.231.127.6 Ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea Ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea del 25 ottobre 2006 (Stato 31 ottobre 2006) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 2 della

Dettagli

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Primo Corso Base di Contabilità Bilancio e Diritto Tributario 2011 11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Territorialità art.

Dettagli

Legislazione societaria: tipi di società

Legislazione societaria: tipi di società Legislazione societaria: tipi di società La creazione di un'impresa in Bosnia-Erzegovina è disciplinata da: Legge sulle imprese della FBiH Legge sulle imprese della RS Legge sull acquisizione di società

Dettagli

IL MINISTRO DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELL'INTERNO

IL MINISTRO DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELL'INTERNO D.M. 24 novembre 1978 (1). Modalità per assicurare l'effettiva uscita dal territorio dello Stato delle armi destinate all'esportazione nonché per disciplinare l'esportazione temporanea, da parte di persone

Dettagli

Attraversare la dogana svizzera con un veicolo

Attraversare la dogana svizzera con un veicolo Inverno 2014/2015 www.ezv.admin.ch Info dogana Traffico turistico Attraversare la dogana svizzera con un veicolo Info dogana Importazione di auto da parte di privati residenti in Svizzera Info dogana Importazione

Dettagli

ANEK LINES Condizioni Generali

ANEK LINES Condizioni Generali ANEK LINES Condizioni Generali Condizioni di trasporto I Passeggeri, i Loro bagagli ed i veicoli sono trasportati in conformità alle seguenti direttive : a) Convenzione Internazionale di Atene del 1974

Dettagli

È utilizzabile esclusivamente nei paesi che aderiscono alla Convenzione ATA.

È utilizzabile esclusivamente nei paesi che aderiscono alla Convenzione ATA. ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEL CARNET ATA e CPD CHINA-TAIWAN IL CARNET ATA Il carnet ATA è un documento di cauzione doganale (istituito dalla Convenzione di Ginevra del 6.12.1961, ratificata dall Italia

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005) Marca da Bollo 14,62 ALLA PROVINCIA DELLA SPEZIA UFFICIO TRASPORTI Via V. Veneto, n 2 19100 LA SPEZIA tel.0187-742217 fax. 0187-742359 DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo Z2 : Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e dell'art. 39, comma 9, del D.P.R. n. 394/99 e successive modifiche

Dettagli

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato»

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato» Adempimenti Iva Il nuovo modello F24 «IVA immatricolazione auto UE» In attuazione dell art. 1, commi 9 e 10, del D.L. 3 ottobre 2006, n. 262 (convertito dalla L. 24 novembre 2006, n. 286), il Direttore

Dettagli

SUPERFAST FERRIES & BLUE STAR FERRIES

SUPERFAST FERRIES & BLUE STAR FERRIES SUPERFAST FERRIES & BLUE STAR FERRIES TERMINI & CONDIZIONI / INFORMAZIONI GENERALI Il trasporto dei passeggeri e dei rispettivi bagagli e veicoli al seguito è soggetto a a) la Convenzion di Atene relative

Dettagli

Circolare N.74 del 18 Maggio 2012

Circolare N.74 del 18 Maggio 2012 Circolare N.74 del 18 Maggio 2012 Movimenti transfrontalieri: le modifiche dell apparato sanzionatorio apportate dal DL semplificazioni fiscali Movimenti transfrontalieri: le modifiche all apparato sanzionatorio

Dettagli

Il/La sottoscritto/a inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

Il/La sottoscritto/a inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO C Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

I docenti sono professionisti del settore quindi le lezioni avranno un carattere pratico e non solo nozionistico.

I docenti sono professionisti del settore quindi le lezioni avranno un carattere pratico e non solo nozionistico. PROGETTAZIONE corso ACCOMPAGNATORE TURISTICO 60 ORE Dott.ssa Riboni Antonella L accompagnatore turistico garantisce a diverse tipologie di utenza la corretta attuazione dei servizi che compongono un viaggio

Dettagli

Modulo di richiesta (si apre nella nuova finestra/scheda. Documento PDF)

Modulo di richiesta (si apre nella nuova finestra/scheda. Documento PDF) Visti in Russia Documenti: 1. Passaporto con validà di almeno 90 giorni alla data di scadenza del visto richiesto. 2. Per ottenere il visto d affari serve l invito dell azienda/ditta residente in Russia.

Dettagli

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 2014 Edizione Italiana EURO AEGEAN Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 NOTIZIE IMPORTANTI Documenti E responsabilità esclusiva del passeggero avere in regola tutti i documenti personali e dell eventuale veicolo

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

SPESOMETRO: dal 1 luglio l obbligo di comunicazione delle operazioni di importo superiore a 3.600

SPESOMETRO: dal 1 luglio l obbligo di comunicazione delle operazioni di importo superiore a 3.600 STUDIO BAMPO Dott. MARIO BAMPO Dott. GIANCARLO DE BONA Dott. ALESSANDRO BAMPO Dott. FEDERICA MONTI Dott. SABRINA TORMEN Dott. MATTEO MERLIN Dott. MASSIMO COMIS Belluno, lì 11 luglio 2011 Circolare n. 13-2011

Dettagli

HERMES EXPRESS s.r.l.

HERMES EXPRESS s.r.l. ALLEGATO A TARIFFE GENERALI Italia continentale Italia isole 1 Paese di destinazione Ucraina Regioni: Ivano Frankivsk Lviv Volyn Rivne Ternopil Zakarpattya Khmelnytskyi Chernivzi Al Collo Al KG. Al Collo

Dettagli

Prot. n. 8161/R.I. IL DIRETTORE

Prot. n. 8161/R.I. IL DIRETTORE Prot. n. 8161/R.I. IL DIRETTORE Visto il Decreto Legislativo 30 luglio 1999 n. 300, di riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997 n. 59; Visto il Decreto Legislativo

Dettagli

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO A Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 2014 Edizione Italiana WEST AFRICA Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 NOTIZIE IMPORTANTI Documenti E responsabilità esclusiva del passeggero avere in regola tutti i documenti personali e dell eventuale veicolo

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012 3 febbraio 2012 Gennaio 2012 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di gennaio, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo dei

Dettagli

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ),

Articolo 2 Ai fini del regolamento (CE) n. 484/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 ), L 75/60 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.3.2005 DECISIONE N. 2/2004 DEL COMITATO DEI TRASPORTI TERRESTRI COMUNITÀ/SVIZZERA del 22 giugno 2004 che modifica l allegato 1 dell accordo fra la Comunità

Dettagli

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 2014 Edizione Italiana EURO MED Edizione 01/14 CDF 07/10/2013 NOTIZIE IMPORTANTI Documenti E responsabilità esclusiva del passeggero avere in regola tutti i documenti personali e dell eventuale veicolo

Dettagli

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32).

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32). DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA D AUSTRIA IN MATERIA IN MATERIA DI COOPERAZIONE DI POLIZIA, FATTO A VIENNA

Dettagli

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF /10/2013

Edizione Italiana. Edizione 01/14 CDF /10/2013 201 Edizione Italiana SUD AMERICA Edizione 01/14 CDF /10/2013 NOTIZIE IMPORTANTI Documenti E responsabilità esclusiva del passeggero avere in regola tutti i documenti personali e dell eventuale veicolo

Dettagli

Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità

Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità Ordinanza concernente il controllo dei movimenti transfrontalieri di liquidità dell 11 febbraio 2009 Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 130 della legge del 18 marzo 2005 1 sulle dogane (LD),

Dettagli

Data rilascio: 07/11/2007

Data rilascio: 07/11/2007 Riepilogo Informativo Il veicolo con targa risulta immatricolato in Italia in data 01/06/2005, ha una carrozzeria di tipo due volumi per un numero massimo di posti disponibili pari a 5. Omologato come

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna 2008

Annuario Statistico della Sardegna 2008 Annuario Statistico della Sardegna 2008 TRASPORTI Trasporti interni Le statistiche sui trasporti interni pubblicate in questa sezione costituiscono il risultato di un insieme di rilevazioni curate direttamente

Dettagli

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona.

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona. Timbro dello studio di consulenza automobilistica o dell associazione di categoria Marca da bollo 16,00 Marca da bollo 16,00 Alla Provincia di Verona Settore trasporti traffico mobilità Unità operativa

Dettagli

Il Presidente dell Autorità di Informazione Finanziaria

Il Presidente dell Autorità di Informazione Finanziaria REGOLAMENTO N.4 DELL AUTORITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA DISCIPLINANTE IL CONTENUTO DEGLI OBBLIGHI IN MATERIA DI TRASFERIMENTO DI FONDI AI SENSI DELL ARTICOLO 38, COMMA 4 DELLA LEGGE N. CXXVII DEL 30

Dettagli

Il/La sottoscritto/a inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

Il/La sottoscritto/a inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO B Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

REGOLAMENTO N.2 RELATIVO AL TRASPORTO AL SEGUITO DI DENARO CONTANTE E STRUMENTI FINANZIARI IN ENTRATA O USCITA DALLO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

REGOLAMENTO N.2 RELATIVO AL TRASPORTO AL SEGUITO DI DENARO CONTANTE E STRUMENTI FINANZIARI IN ENTRATA O USCITA DALLO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO REGOLAMENTO N.2 RELATIVO AL TRASPORTO AL SEGUITO DI DENARO CONTANTE E STRUMENTI FINANZIARI IN ENTRATA O USCITA DALLO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO Il Presidente dell Autorità di Informazione Finanziaria

Dettagli

FOCUS KAZAKISTAN. Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO. Torino, 18 maggio 2015

FOCUS KAZAKISTAN. Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO. Torino, 18 maggio 2015 Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO Torino, 18 maggio 2015 ACCORDI INTERNAZIONALI Accordi Internazionali: Commonwealth of Indipendent States (CIS) Convenzione TIR Eurasian Economic Union (EAEU) HS

Dettagli

QUESTIONARIO: CONSTATAZIONE DELLO STATUS DI RESIDENTE PARTENZA DALLA REPUBBLICA DI SLOVENIA

QUESTIONARIO: CONSTATAZIONE DELLO STATUS DI RESIDENTE PARTENZA DALLA REPUBBLICA DI SLOVENIA QUESTIONARIO: CONSTATAZIONE DELLO STATUS DI RESIDENTE PARTENZA DALLA REPUBBLICA DI SLOVENIA Dati e informazioni personali Nome e cognome: Codice fiscale: Anno fiscale: Indirizzo nella Repubblica di Slovenia

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31

COMUNE DI FORLÌ. AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31 COMUNE DI FORLÌ AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31 Prot. N. 0008412 AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTO RIVOLTO A FAMIGLIE CON 4 O PIU FIGLI MINORI (COMPRESI

Dettagli

Regime Tributario. I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti.

Regime Tributario. I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti. Regime Tributario I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti. L'ordinamento tributario prevede un imposta unica sui redditi per individui

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Regolamento dell imposta di soggiorno

Regolamento dell imposta di soggiorno COMUNE DI MONTEGROTTO TERME PROVINCIA DI PADOVA Regolamento dell imposta di soggiorno Approvato con Deliberazione di C.C. n. 38 del 27/11/2012. Modificato con Deliberazione di C.C. n. 16 del 29.04.2014.

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Lavorare in Russia Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 6 LAVORARE IN RUSSIA 6.1 Persone giuridiche nella Federazione Russa La normativa Russa offre alle aziende estere

Dettagli

Esportazione. Tecniche degli scambi internazionali ESPORTAZIONE. Le esportazioni si possono distinguere tra:

Esportazione. Tecniche degli scambi internazionali ESPORTAZIONE. Le esportazioni si possono distinguere tra: Tecniche degli scambi internazionali Esportazione ESPORTAZIONE Le esportazioni si possono distinguere tra: 1. esportazioni dirette (art. 8 Comma 1 lettera a - DPR 633/72) 2. cessioni ad esportatori non

Dettagli

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n.

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n. DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALL EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO/TRASFORMAZIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA SOSTITUZIONE DI VECCHIE CALDAIE PER RISCALDAMENTO CON NUOVE CALDAIE

Dettagli

ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA

ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA Settore del vino Gennaio 2013 Ufficio di Oslo Inkognitogata 7 N-0244 Oslo T + 47 23 13 16 30 F +47 23 13 16 31 oslo@ice.it http://www.ice.it/paesi/europa/norvegia/

Dettagli

nel campo Codice Ufficio (il codice dell ufficio destinatario ovvero dell ufficio che ha emesso l atto) indicare

nel campo Codice Ufficio (il codice dell ufficio destinatario ovvero dell ufficio che ha emesso l atto) indicare Dal 1 Gennaio 2015 il modello "F24 Elide" sostituirà definitivamente il più noto Modello F23, oggi utilizzato per il pagamento dell imposta di registro, dei tributi speciali, dell imposta di bollo e delle

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO OGGETTI RINVENUTI

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO OGGETTI RINVENUTI Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO OGGETTI RINVENUTI Approvato con deliberazione del C.C. n. 84 del 8.9.2005 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI PUBBLICITA DEL RITROVAMENTO

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria

Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria Traduzione 1 Accordo concernente le aviolinee tra la Svizzera e l Austria 0.748.127.191.63 Conchiuso a Vienna il 19 dicembre 1949 Approvata dall Assemblea federale il 26 aprile 1951 2 in vigore: 19 dicembre

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 25391/A.E.P. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA DIFFUSIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE 1. Presentazione Il presente bando disciplina le procedure per la presentazione

Dettagli

Articolo 1. Ai fini del presente regolamento si intende per:

Articolo 1. Ai fini del presente regolamento si intende per: MYANMAR/BIRMANIA - REGOLAMENTO (UE) N. 401/2013 del 2 maggio 2013 concernente misure restrittive nei confronti del Myanmar/Birmania e che abroga il regolamento (CE) n. 194/2008 Ai fini del presente regolamento

Dettagli

Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale LORO SEDI

Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale LORO SEDI Roma, 20/10/2014 Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Interprovinciale LORO SEDI Protocollo: Rif.:a nota prot.n. Allegati: 117274.RU E p.c. Direzione Centrale antifrode e controlli Direzione Centrale

Dettagli

STEP 1 Preparazione dei documenti necessari per la richiesta di visto

STEP 1 Preparazione dei documenti necessari per la richiesta di visto STEP 1 Preparazione dei documenti necessari per la richiesta di visto 1. Di seguito si possono trovare i documenti base, necessari per la richiesta di QUALSIASI tipologia di visto: (1) Passaporto Passaporto

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI Le presenti CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO si applicano ai servizi di trasporto di concessione Ministeriale

Dettagli

DECRETO 19 dicembre 2012

DECRETO 19 dicembre 2012 DECRETO 19 dicembre 2012 Aggiornamento degli importi delle tariffe e dei diritti spettanti al Ministero della salute per le prestazioni rese a richiesta ed utilita' dei soggetti interessati. IL MINISTRO

Dettagli

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale MDN001 L'indennizzo di usura per la circolazione dei mezzi d'opera è quantificato A in proporzione alla portata utile F B

Dettagli

F 23 F 24 ELIDE Imposta di registro prima registrazione - Imposta di registro per contratti di

F 23 F 24 ELIDE Imposta di registro prima registrazione - Imposta di registro per contratti di Dal 1 Gennaio 2015 il modello "F24 Elide" sostituirà definitivamente il più noto Modello F23, oggi utilizzato per il pagamento dell imposta di registro, dei tributi speciali, dell imposta di bollo e delle

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Economia, Promozione della città e servizi al cittadino INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA CECA LA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE

CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA CECA LA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA CECA E LA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE La Repubblica Ceca e La Repubblica Italiana animate dal desiderio di regolare i rapporti tra i due Stati in materia

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

CIRCOLARE n. 22/D. Roma, 5 maggio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici Tecnici di Finanza LORO SEDI

CIRCOLARE n. 22/D. Roma, 5 maggio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici Tecnici di Finanza LORO SEDI CIRCOLARE n. 22/D Roma, 5 maggio 2004 Protocollo: 6215/V Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici Tecnici di Finanza LORO SEDI Alle Direzioni Circoscrizionali

Dettagli

Roma,, 13 FEB 2006. OGGETTO: Regolamenti (CE) n. 273/2004, n. 111/2005 e n. 1277/2005. Alla Farmindustria Piazza Pietra 34 00186 ROMA

Roma,, 13 FEB 2006. OGGETTO: Regolamenti (CE) n. 273/2004, n. 111/2005 e n. 1277/2005. Alla Farmindustria Piazza Pietra 34 00186 ROMA Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELL INNOVAZIONE DIREZIONE GENERALE DEI FARMACI E DEI DISPOSITIVI MEDICI Ufficio Centrale Stupefacenti N. DGFDM/VIII/I.6.b.h/5910. Risposta al Foglio del.. N...... OGGETTO:

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 25 Ottobre 2006 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria

Dettagli

ACCORDO PERMESSI STUDIO BOZZA FARNESINA OTTOBRE 2009

ACCORDO PERMESSI STUDIO BOZZA FARNESINA OTTOBRE 2009 ACCORDO PERMESSI STUDIO BOZZA FARNESINA OTTOBRE 2009 Tra il Governo della Repubblica Italiana e io Governo della Repubblica di Belarus sulle procedure per realizzare soggiorni studio nella repubblica italiana

Dettagli

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE COMUNE DI ANACAPRI (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE Approvato con delibera di C.C. n. 23 del 21.04.2010 Art. 1 - Esercizio di noleggio

Dettagli

Divisione Cargo LISTINO. Trenitalia Divisione Cargo Listino > 1

Divisione Cargo LISTINO. Trenitalia Divisione Cargo Listino > 1 Divisione Cargo LISTINO Trenitalia Divisione Cargo Listino > 1 INDICE SEZIONE I CAMPO DI APPLICAZIONE E NORME D IMPIEGO Paragrafo 1 - Campo di applicazione Paragrafo 2 - Calcolo del corrispettivo Paragrafo

Dettagli

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto trimestre 2012. Appuntamento al 31 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto

Dettagli

0.748.127.195.45 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta concernente i trasporti aerei regolari

0.748.127.195.45 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta concernente i trasporti aerei regolari Traduzione 1 0.748.127.195.45 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Malta concernente i trasporti aerei regolari Conchiuso il 4 ottobre 1977 Approvato dall Assemblea federale il 27

Dettagli

Dogane. Base giuridica

Dogane. Base giuridica Dogane Introduzione La politica doganale costituisce uno dei fondamenti dell'unione europea (UE) ed è essenziale per il funzionamento del mercato interno, il quale non può funzionare correttamente se non

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA RICHIESTA DI UN VISTO PER MOTIVI DI AFFARI 1. Invito su carta intestata da parte di una Ditta italiana compilato rigorosamente secondo il facsimile allegato. La presente

Dettagli

Tutto ciò premesso, nel trasmettere in allegato l elenco tradotto dei 55 mezzi e macchine indicati nel

Tutto ciò premesso, nel trasmettere in allegato l elenco tradotto dei 55 mezzi e macchine indicati nel MISURE INTRODOTTE DAL DECRETO GOVERNATIVO RUSSO N. 84 DEL 31 GENNAIO 2015 Il 3 febbraio è stato pubblicato il Decreto del Governo della Federazione Russa n. 84 del 31 gennaio 2015 (Decreto 84), che emenda

Dettagli

Premesse (OMISSIS) Articolo 1 (Oggetto e finalità)

Premesse (OMISSIS) Articolo 1 (Oggetto e finalità) STRALCIO DELL ACCORDO DI PROGRAMMA SOTTOSCRITTO IN DATA 30/06/2009 TRA IL MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE LA CONFINDUSTRIA ANCMA (Associazione Nazionale Cicli, Motocicli

Dettagli

Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari

Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari Ordinanza del DDPS sull equipaggiamento personale dei militari (OEPM-DDPS) 514.101 del 9 dicembre 2003 (Stato 1 gennaio 2010) Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

Accordo tra la Confederazione Svizzera e lo Stato del Qatar concernente il traffico aereo di linea

Accordo tra la Confederazione Svizzera e lo Stato del Qatar concernente il traffico aereo di linea Traduzione 1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e lo Stato del Qatar concernente il traffico aereo di linea Concluso l 11 luglio 1995 Entrato in vigore mediante scambio di note il 30 maggio 2002 Considerando

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA COME SI ENTRA 1. COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN 2. COME SI ENTRA IN ITALIA 3. IL VISTO 4. CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO 5. LA FRONTIERA COME SI ENTRA (1) Gli accordi puntano a realizzare uno spazio

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu 1 REGOLAMENTO PIANO URBANO PARCHEGGI PARCHEGGIO A PAGAMENTO NON CUSTODITO - STRISCE BLU INDICE

Dettagli

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa.

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa. 35272&2//2',17(6$ 75$/$3529,1&,$',02'(1$(/($662&,$=,21,',&$7(*25,$3(5/$35202=,21( '(// 862'(,02725,$*3/(0(7$123(5$87275$=,21( La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da, autorizzato alla firma del presente

Dettagli

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo

Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo Tutela del viaggiatore e dell azienda cliente: normative e diritti nel trasporto aereo QUALI TUTELE SONO PREVISTE IN CASO DI CANCELLAZIONE DEL VOLO? (Regolamento 281/2004) RIMBORSO del prezzo del biglietto

Dettagli

P. A. HELP FOR CHILDREN BRESCIA ONLUS

P. A. HELP FOR CHILDREN BRESCIA ONLUS C O M U N I C A T O ACCOGLIENZA BAMBINI BIELORUSSI ESTATE 2015 In allegato Vi invio la normativa ed i moduli da compilare per l accoglienza Estate 2015, i periodi sono : GIUGNO LUGLIO LUGLIO / AGOSTO AGOSTO

Dettagli

Nuova legislazione: Emendamenti al regolamento INN e al relativo regolamento di applicazione

Nuova legislazione: Emendamenti al regolamento INN e al relativo regolamento di applicazione ADDENDUM AL MANUALE DI APPLICAZIONE PRATICA DEL REGOLAMENTO INN Il presente documento costituisce un addendum alla prima edizione del «Manuale di applicazione pratica del regolamento (CE) n. 1005/2008

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo LS2 : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi degli articoli 26 e 9 T.U. Immigrazione

Dettagli

Missioni estive in Messico. Consigli pratici

Missioni estive in Messico. Consigli pratici Missioni estive in Messico Consigli pratici bagagli Chiudete bene i bagagli e mettete un etichetta con il vostro nome e indirizzo, in modo che compagnia aerea e servizi aeroportuali sappiano dove recapitarli

Dettagli

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INCENTIVAZIONE ALL ACQUISTO DI AUTO ELETTRICHE, VEICOLI ELETTRICI E BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA ELETTRICAMENTE Visto il Decreto 27 Marzo 1998 del Ministero

Dettagli

REGOLAMENTO OGGETTI RINVENUTI. APPROVATO: con delibera di Consiglio Comunale n. 147 in data 10/12/2002

REGOLAMENTO OGGETTI RINVENUTI. APPROVATO: con delibera di Consiglio Comunale n. 147 in data 10/12/2002 REGOLAMENTO OGGETTI RINVENUTI 2002 APPROVATO: con delibera di Consiglio Comunale n. 147 in data 10/12/2002 REGOLAMENTO OGGETTI RINVENUTI DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 L Ufficio Oggetti Rinvenuti, ha

Dettagli

THAILANDIA NORMATIVA

THAILANDIA NORMATIVA THAILANDIA NORMATIVA In Thailandia può essere liberamente importata la maggior parte delle merci. Ciònonostante, alcune categorie di beni sono soggette a controlli e devono essere importate con una licenza

Dettagli

MILITERNI & ASSOCIATI INCENTIVI DELLA REPUBBLICA SERBA NELLE PROCEDURE DI INVESTIMENTO. Serbian Desk

MILITERNI & ASSOCIATI INCENTIVI DELLA REPUBBLICA SERBA NELLE PROCEDURE DI INVESTIMENTO. Serbian Desk MILITERNI & ASSOCIATI INCENTIVI DELLA REPUBBLICA SERBA NELLE PROCEDURE DI INVESTIMENTO Serbian Desk STUDIO LEGALE MILITERNI & ASSOCIATI LA FORZA DI UNO STUDIO LEGALE BUSINESS ORIENTED La consulenza e l

Dettagli

Data rilascio: 23/05/2008

Data rilascio: 23/05/2008 Riepilogo Informativo Il veicolo con targa risulta immatricolato in Italia in data 29/07/1998, ha una carrozzeria di tipo chiusa 4 porte per un numero massimo di posti disponibili pari a 5. Omologato come

Dettagli

RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA

RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA POLIZZA NR.: COMPAGNIA: B50/07/0001508 ITALIANA ASSICURAZIONI SPA Soci della Cassa Rurale Alta Vallagarina titolari di conto corrente e loro familiari conviventi MASSIMALI:

Dettagli

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione Circolare n. 1 del 4 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuovi obblighi di fatturazione... 2 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti passivi

Dettagli

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) introduce numerose novità in materia

Dettagli

RIMBORSI E TRASFERTE

RIMBORSI E TRASFERTE Studio Associato Diana di Mauro Sottili e Angelo Pizzocri Consulenza del lavoro Crema, Gennaio 2014 RIMBORSI E TRASFERTE DIPENDENTI - COLLABORATORI - AMMINISTRATORI Caratteristiche rimborsi e trasferte

Dettagli