Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS. Guida per i candidati. PARTE 1 Informazioni generali. Commissione europea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS. Guida per i candidati. PARTE 1 Informazioni generali. Commissione europea"

Transcript

1 Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS Guida per i candidati PARTE 1 Informazioni generali Commissione europea

2 Commissione europea Direzione generale Istruzione e cultura

3 INDICE Pagina LA GUIDA... 3 PARTE PRIMA: CARATTERISTICHE PRINCIPALI DI TEMPUS... 5 Che cos'è Tempus?... 5 Che cosa fa Tempus?... 5 Come opera Tempus?... 6 Chi vi partecipa?... 7 Chi gestisce Tempus e come viene finanziato?... 8 Come sono selezionate le proposte di progetto ed assegnati i finanziamenti?... 9 Come sono controllati i progetti? Quadro di riferimento Partenariato Dialogo Pari opportunità Parte I Pagina 1

4

5 La Guida La presente Guida è destinata ad un pubblico eterogeneo. Per maggiore semplicità di consultazione, le varie parti sono contrassegnate con colori diversi. Tutte le informazioni essenziali sono ricavabili dalla versione cartacea della Guida. Tuttavia, la versione elettronica [http://www.etf.eu.int/tempus] contiene collegamenti ad altre svariate informazioni e consente ai potenziali candidati di scaricare e compilare i moduli di domanda. La Guida può essere modificata nel caso in cui si dovessero verificare importanti variazioni. Per essere sicuri che si sta consultando la versione più aggiornata, si invita a visitare il sito web. La parte prima (gialla) si rivolge al lettore generico che desidera conoscere le principali caratteristiche del programma Tempus. La parte seconda (grigia) si propone di dare al lettore interessato informazioni più specifiche. Descrive con dovizia di particolari le attività finanziate dal programma e i requisiti di partecipazione. La parte terza (blu) contiene le condizioni di ammissibilità per i paesi e le istituzioni partecipanti e le priorità nazionali concordate annualmente dalla Commissione europea e i paesi partner. La parte quarta (bianca) si rivolge a coloro che desiderano partecipare al programma. Contiene i moduli di domanda e le linee guida per la compilazione dei moduli. È gradito qualsiasi commento e/o suggerimento per migliorare la presente Guida. Al riguardo, si prega di scrivere alla Commissione europea, DG EAC, B-7 6/65, B-1049 Bruxelles. Parte I Pagina 3

6 Modalità per ottenere ulteriori informazioni e i moduli di domanda per via elettronica Si possono ottenere informazioni sul programma e sui moduli di domanda consultando i seguenti siti web: La parte quarta della Guida per i candidati (linee guida e moduli di domanda) può essere scaricata dal sito: o richiesta su carta scrivendo a: Parte I Pagina 4

7 Parte prima: caratteristiche principali di Tempus Che cos'è Tempus? Tempus è uno dei numerosi programmi dell'unione europea destinato ad agevolare il processo di riforma sociale ed economica e/o lo sviluppo nei paesi partner 1. Per maggiori informazioni, consultare i siti web indicati in calce. Il programma Tempus si incentra sullo sviluppo dei sistemi d'istruzione superiore nei paesi partner attraverso la cooperazione con le istituzioni degli Stati membri dell'unione europea. Il programma si basa sull'idea che i sistemi d'istruzione superiore siano particolarmente importanti per i processi di transizione economica e sociale, nonché per lo sviluppo culturale; essi costituiscono inoltre un bacino di conoscenze tecniche e di risorse umane e forniscono formazione alle nuove generazioni di dirigenti. Il primo programma Tempus è durato dal 1990 al Il programma è stato consolidato e rinnovato per i periodi e e successivamente per il periodo Abitualmente tali periodi vengono indicati rispettivamente come Tempus I, Tempus II, Tempus II bis e Tempus III. Che cosa fa Tempus? Il programma Tempus è inteso ad agevolare il processo di transizione e di riforma attraverso un ampio ventaglio di meccanismi destinati al settore dell'istruzione superiore. Nota: nell'ambito di Tempus, il termine università indica tutti gli istituti d'istruzione superiore riconosciuti dallo Stato. Il programma: contribuisce ad elaborare nuovi corsi o a riformare quelli già esistenti. Tempus può contribuire ad elaborare un nuovo programma d'insegnamento universitario in giurisprudenza, per esempio, o può aiutare un istituto medico a creare un nuovo corso. Può agevolare l'introduzione di moderne metodologie d'insegnamento orientate allo studente; aiuta la ristrutturazione degli istituti di istruzione superiore. Tempus può aiutare le università a riformare una facoltà di ingegneria o a introdurre tecniche moderne per la gestione dell'università e la programmazione accademica; 1 htm Parte I Pagina 5

8 sostiene gli istituti e gli individui che partecipano all'istruzione superiore nella definizione e nell'attuazione delle politiche di riforma e nello sviluppo di strategie. Per esempio, Tempus può contribuire allo sviluppo e all'introduzione di un sistema di crediti accademici o di una strategia di cooperazione università-azienda a livello universitario e/o nazionale; incoraggia le istituzioni (accademiche e non) a lavorare insieme su una particolare materia. Per esempio, Tempus può aiutare le istituzioni a creare delle reti sulla tecnologia di progettazione d'impianti per il gas ed il petrolio; aiuta gli istituti d'istruzione superiore a favorire il processo di transizione in una comunità sociale, economica e politica più ampia, al di fuori del terreno accademico strettamente definito ad esempio sviluppando, organizzando e dispensando corsi di formazione per i funzionari delle dogane; fornisce un aiuto materiale, ma solo, si sottolinea, se ciò è necessario per raggiungere gli obiettivi dei progetti stanziati da Tempus. Tempus, ad esempio, può aiutare le biblioteche a ricostituirsi mediante la sottoscrizione di abbonamenti a riviste accademiche, l'acquisto di computer ed altro materiale d'insegnamento. Va osservato che il programma Tempus non è destinato a sostenere la ricerca. Come opera Tempus? Il programma Tempus opera in tre modi distinti ma tra loro collegati: cofinanziando, attraverso borse di studio, progetti ed attività; incoraggiando la cooperazione fra istituti e fra paesi; incoraggiando gli scambi di persone e di conoscenze fra gli Stati membri e i paesi partner e fra i paesi partner stessi. Il programma Tempus prevede l'assegnazione di tre tipi di finanziamento: progetti europei comuni: sono progetti strutturati volti al raggiungimento di obiettivi chiaramente definiti su un periodo di due o tre anni e per i quali sono concessi finanziamenti in primo luogo ai gruppi di istituti - università - che cooperano insieme ( consorzi ). Rappresentano l'attività principale del programma Tempus; misure strutturali e complementari: sono attività di sostegno a breve termine, mirate ad esigenze specifiche, i cui finanziamenti sono concessi attraverso una selezione e una procedura di assegnazione relativamente semplici. Tali attività possono durare da poche settimane fino ad un anno; Parte I Pagina 6

9 borse individuali di mobilità: sono concesse ad individui - professori, docenti, membri del personale o funzionari di ministeri- per aiutarli a viaggiare in altri paesi onde realizzare lavori inerenti ad un particolare processo di riforma. I finanziamenti possono coprire progetti di una durata variabile da una a otto settimane. L'assistenza finanziaria viene fornita in conformità delle norme e dei regolamenti definiti in vari documenti di base: la Guida per i candidati; l'accordo per il finanziamento fra la Commissione europea e i consorzi, istituti o singoli (i modelli standard sono disponibili sul sito: linee guida pubblicate, se del caso, insieme con l'accordo per il finanziamento (i modelli standard sono disponibili sul sito: Chi vi partecipa? Al programma Tempus partecipano due gruppi principali di paesi: gli Stati membri dell'unione europea (attualmente quindici Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno Unito); i paesi partner, che comprendono attualmente i paesi dei Balcani occidentali (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Serbia e Montenegro 2 ), i paesi dell'europa orientale e dell'asia centrale (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Kazakhistan, Kirgizstan, Moldavia, Mongolia, Federazione russa, Tagikistan, Turkmenistan, Ucraina e Uzbekistan) e i partner mediterranei (Algeria, Egitto, Israele 3, Giordania, Libano, Marocco, Autorità palestinese, Siria e Tunisia). Ai progetti Tempus possono partecipare, autofinanziandosi, gli istituti dei seguenti gruppi di paesi: i paesi candidati in via di adesione (attualmente dieci Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria); i paesi candidati dell'europa centrale e orientale hanno partecipato a Tempus nel periodo come paesi partner ed hanno acquisito un patrimonio di esperienze e di risultati positivi che potrebbero essere utili ai fini della creazione dei consorzi; 2 Il Kosovo è guidato da un'amministrazione civile internazionale provvisoria, in conformità alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'onu n del 10 giugno Poiché non beneficia dei finanziamenti bilaterali a titolo del programma MEDA, la partecipazione di Israele prevede l'autofinanziamento. Parte I Pagina 7

10 i rimanenti paesi candidati (attualmente tre - Bulgaria, Romania e Turchia); anche Bulgaria e Romania hanno partecipato a Tempus nel periodo in qualità di paesi partner ed hanno acquisito un patrimonio di esperienze e di risultati positivi che potrebbero essere utili ai fini della creazione dei consorzi; i membri del G-24 che non fanno parte dell'unione europea (attualmente Australia, Canada, Islanda, Giappone, Liechtenstein, Norvegia, Nuova Zelanda, Svizzera e Stati Uniti d'america). Gli istituti e le organizzazioni che possono partecipare al programma Tempus spaziano dagli istituti d'istruzione superiore alle istituzioni non accademiche, quali organizzazioni non governative, aziende, industrie ed autorità pubbliche. Chi gestisce Tempus e come viene finanziato? Il programma Tempus è gestito dalla Commissione europea (Direzione generale Istruzione e cultura), con sede a Bruxelles, Belgio. L'assistenza tecnica viene dispensata alla Commissione europea dal Dipartimento Tempus dell'etf, con sede a Torino, Italia. La Commissione europea conta sulla seguente rete di uffici e di funzionari negli Stati membri e nei paesi partner: ogni Stato membro dell'unione europea designa un punto di contatto nazionale che agisce quale punto di riferimento, diffonde informazioni, aiuta gli istituti partecipanti di quel particolare Stato membro e facilita la cooperazione con i paesi partner; nei Balcani occidentali, nell'europa orientale e nell'asia centrale, la Commissione europea e le autorità locali hanno creato insieme uffici Tempus nazionali affinché svolgano un ruolo analogo. Nella regione mediterranea la creazione di tali uffici è attualmente in corso. Nella definizione degli orientamenti politici complessivi, la Commissione europea è assistita dal comitato Tempus, composto da rappresentanti degli Stati membri. All'interno della Commissione europea, sono coinvolti nello sviluppo delle politiche e dell'assistenza tecnica sottostanti al programma Tempus tre diversi interlocutori: la Direzione generale Istruzione e cultura è incaricata del programma nel suo insieme; la Direzione generale Relazioni Esterne coordina le attività riguardanti le relazioni esterne della Commissione europea; l'ufficio di cooperazione EuropeAid, un servizio della Commissione europea fondato nel 2000, è responsabile dell'attuazione della maggior parte degli strumenti di aiuto esterno della Commissione europea. Parte I Pagina 8

11 Il finanziamento del programma Tempus è definito dai tre programmi generali di assistenza per le regioni interessate (cfr. quadro di riferimento sotto riportato), in conformità di quanto approvato dalle due autorità di bilancio parallele dell Unione europea, il Parlamento europeo ed il Consiglio. Per quanto riguarda le specifiche priorità dei paesi, le autorità dei paesi partner partecipano attivamente all'individuazione di quelle priorità che soddisfano al meglio le esigenze nazionali. Il programma Tempus coinvolge un gran numero di richiedenti. Tuttavia, di norma, una parte degli altri membri di un consorzio, un'istituzione o singoli partecipanti hanno contatti solo con la Commissione europea e il Dipartimento Tempus dell'etf. Come sono selezionate le proposte di progetto ed assegnati i finanziamenti? I termini per la presentazione delle domande sono indicati nella presente Guida: una volta l'anno per i progetti europei comuni, due volte l'anno per le misure strutturali e complementari e tre volte l'anno per le borse individuali di mobilità. Progetti europei comuni Le domande pervenute entro i termini sono controllate per accertare che siano stati soddisfatti tutti i requisiti e i criteri di base e che sia stata trasmessa tutta la documentazione di supporto necessaria. Sono stabiliti criteri di selezione per valutare la capacità del richiedente il finanziamento a portare a termine il progetto proposto. I criteri di esclusione, di selezione e di assegnazione per i progetti europei comuni sono descritti nella parte quarta della presente Guida. La Commissione europea adotta una decisione definitiva in merito all'assegnazione dei finanziamenti, dopo avere consultato i ministeri dei paesi partner e tenendo conto delle valutazioni dei panel accademici e del Dipartimento Tempus dell'etf. Misure strutturali e complementari Le domande pervenute entro i termini sono controllate per accertare che siano stati soddisfatti tutti i requisiti e i criteri di base e che sia stata trasmessa tutta la documentazione di supporto necessaria. Sono stabiliti criteri di selezione per valutare la capacità del richiedente il finanziamento a portare a termine il progetto proposto. I criteri di esclusione, di selezione e di assegnazione per i progetti europei comuni sono descritti nella parte quarta della presente Guida. Parte I Pagina 9

12 La Commissione europea adotta una decisione definitiva in merito all'assegnazione dei finanziamenti, dopo avere consultato i ministeri dei paesi partner. Borse individuali di mobilità La procedura di assegnazione e i relativi criteri sono descritti nella parte quarta della presente Guida. La Commissione europea adotta la decisione definitiva. PROCEDURA DI SELEZIONE E DI ASSEGNAZIONE PER I PROGETTI EUROPEI COMUNI Presentazione del progetto Dipartimento Tempus dell'etf Verifica di ammissibilità Valutazioni accademiche indipendenti Qualità della cooperazione accademica Dipartimento Tempus dell'etf Direzione generale Istruzione e cultura della Commissione europea Direzione Generale Istruzione e cultura della Commissione europea Commissione europea Valutazione tecnica Graduatoria delle domande Consultazioni! Autorità dei paesi partner! Direzione generale Relazioni esterne! Ufficio di cooperazione EuropeAid! Delegazioni della Commissione europea nei paesi partner (se pertinente) Proposta di graduatoria definitiva Decisione sull'assegnazione del finanziamento Parte I Pagina 10

13 Come sono controllati i progetti? La Commissione attua la propria politica di controllo dei progetti in svariati modi: verifica preliminare del progetto, verifica a tavolino, verifica finanziaria e controllo dei progetti in loco (verifica sul posto). Lo scopo della politica di controllo dei progetti è duplice: fornire ai progetti assistenza e consulenza al fine di ottimizzare l'organizzazione delle attività e raggiungere risultati sostenibili in linea con gli obiettivi del progetto; fornire alla Commissione europea uno strumento per garantire che la spesa per le borse di studio soddisfi le regole contrattuali del programma Tempus. La gamma di procedure di controllo alle quali può essere sottoposto un progetto è la seguente: Assistenza preventiva al progetto: su specifica richiesta del contraente/coordinatore del progetto e attraverso comunicazioni scritte, la Commissione europea, su base regolare, fornisce la propria assistenza a livello di interpretazione delle regole per l'assegnazione delle borse e la propria consulenza sulle attività del progetto e la pianificazione caso per caso; Valutazione dei progetti in corso: in fasi predeterminate durante il ciclo di vita del progetto, si invitano i partecipanti a presentare varie relazioni sul progresso delle attività essenziali realizzate. Viene offerta l'opportunità di presentare una programmazione anticipata in relazione ai risultati del progetto e al bilancio disponibile. Sulla base di tali relazioni, sono analizzati e valutati i progressi realizzati verso il raggiungimento degli obiettivi del progetto. Valutazione finanziaria: durante il ciclo di vita del progetto, la gestione finanziaria è controllata sulla base dei documenti forniti dal beneficiario del finanziamento. La valutazione di tali documenti ha lo scopo di accertare se le spese coperte dal finanziamento Tempus concesso siano conformi alle regole per l'assegnazione del sussidio. Oltre alla valutazione finanziaria, la Commissione europea organizza controlli finanziari in loco a campione presso i beneficiari del finanziamento onde valutare e verificare la gestione del progetto; Controllo dei progetti in loco (verifica sul posto): la Commissione europea organizza missioni in loco per ottenere dati sui progressi e sui risultati e per fornire un'assistenza diretta e pratica al fine di risolvere i potenziali problemi a livello di attuazione. Parte I Pagina 11

14 Quadro di riferimento Il programma Tempus rappresenta parte dell'assistenza dell'unione europea al processo di transizione nei paesi partner, che è governata in generale da tre programmi: CARDS per i Balcani occidentali: see/docs/cards/sp02_06.pdf MEDA per i paesi del Mediterraneo: index.htm e Tacis per l'europa orientale e l'asia centrale: europa.eu.int/comm/external_relations/ceeca/tacis/reg99_00.pdf L'assistenza fornita nell'ambito dei programmi CARDS, MEDA e Tacis assume varie forme, compreso il sostegno alla riforma istituzionale, giuridica ed amministrativa attraverso il trasferimento di conoscenze e formazione e contribuisce ad una maggiore comprensione di culture diverse. Chiaramente è importante lavorare in modo complementare per quanto riguarda tutte le attività di assistenza e di cooperazione dell'unione europea. La complementarità del programma Tempus con il quadro più ampio della transizione è garantito da tre meccanismi: in primo luogo, le attività sostenute dal programma Tempus devono essere conformi alle priorità e agli obiettivi globali stabiliti dai regolamenti CARDS, MEDA e Tacis; in secondo luogo, le attività sostenute dal programma devono essere conformi alle priorità e agli obiettivi fissati: negli accordi di stabilizzazione e di associazione (CARDS): nel partenariato euromediterraneo (MEDA): htm negli accordi di partenariato e di cooperazione (Tacis): europa.eu.int/ comm/ external_relations/ ceeca/ pca/ index.htm in terzo luogo, nel caso di alcuni paesi partner, le attività supportate dal programma devono essere in linea con le priorità indicative definite dalla Commissione europea d'accordo con le autorità di quei paesi. Parte I Pagina 12

15 Il contesto CARDS Il processo di stabilizzazione e di associazione offre ad Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, e Serbia e Montenegro una prospettiva di integrazione europea, basata su un approccio progressivo adattato alla situazione di ciascun paese [http://europa.eu.int/comm/ external_relations/see/index.htm]. Questi paesi hanno concordato di indirizzare il loro sviluppo politico, economico ed istituzionale verso i valori e i modelli su cui si basa l'unione europea, con particolare attenzione alla democrazia, al rispetto dei diritti umani ed all'economia di mercato. L Unione europea li sosterrà e li assisterà nell'introduzione delle riforme necessarie per il progresso in queste zone, in particolare mediante il programma CARDS. Il patto di stabilità, varato su iniziativa dell'unione europea nel giugno 1999, ha lo scopo di portare la pace, la stabilità e lo sviluppo economico nella regione (http://www.stabilitypact.org). Il patto di stabilità comprende i paesi dell'area, nonché altri paesi ed organizzazioni, europee ed extraeuropee. Il coordinamento delle attività del patto di stabilità nei settori dell'istruzione e della gioventù è garantito dal processo di Graz, un'iniziativa della Presidenza austriaca dell'unione europea varata nell'ottobre 1998 (http://www.see-educoop.net). Il processo di Graz ha creato diversi gruppi di lavoro, compreso uno sull'istruzione superiore, che servono da piattaforma ai fini della discussione, del coordinamento delle politiche e dello sviluppo e della promozione del coordinamento dell'istruzione con l'europa sud-orientale. Il contesto MEDA Il Mediterraneo meridionale e orientale e il Medio Oriente costituiscono insieme un'area di importanza strategica fondamentale per l'unione europea. La politica dell'unione europea nei confronti della regione mediterranea è governata dal partenariato euromediterraneo, promosso alla conferenza di Barcellona del 1995 tra l'unione europea e i suoi partner mediterranei. La dichiarazione di Barcellona adottata nel corso della Conferenza riconosce anche il contributo essenziale che la società civile può apportare al processo di sviluppo del partenariato euromediterraneo, promovendo la comprensione e la vicinanza fra i popoli e l'importanza di incoraggiare i contatti e gli scambi fra i giovani nel contesto di programmi di cooperazione decentrata. L'estensione di Tempus ai partner mediterranei (2002) è stata vista come un rafforzamento di questo processo globale e come parte di una strategia più ampia intesa a rafforzare il dialogo fra popoli e culture nell'unione europea e nel Mediterraneo. Il programma MEDA è il principale strumento finanziario dell'unione europea per l'attuazione del partenariato euromediterraneo. La base giuridica del programma MEDA è il regolamento MEDA del Il regolamento è stato modificato nel novembre Abitualmente il regolamento modificato è indicato come MEDA II. Parte I Pagina 13

16 Il contesto Tacis Sin dall'inizio degli anni '90, l'ue ha sviluppato un rapporto molto più formale e politico con 13 paesi dell'europa orientale e dell'asia centrale: la creazione di forti legami commerciali è un obiettivo primario, ma lo scopo generale è la promozione di legami politici, economici e culturali durevoli, in modo da garantire la pace e la sicurezza. Per garantire il coordinamento di tutte le attività dell'unione europea e dei suoi Stati membri, l'ue ha elaborato strategie comuni, fissando orientamenti politici generali per le attività con singoli paesi 4. L'ufficializzazione delle relazioni bilaterali fra l'ue e i singoli paesi partner è stata raggiunta attraverso il negoziato degli accordi di partenariato e di cooperazione (PCA), attualmente in vigore in dieci paesi dell'europa orientale e dell'asia centrale 5. Lanciato dalla CE nel 1991, il programma Tacis fornisce assistenza tecnica finanziata ai 13 paesi dell'europa orientale e dell'asia centrale (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Kazakhistan, Kirgistan, Moldavia, Mongolia, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Ucraina e Uzbekistan) ed è essenzialmente inteso a migliorare il processo di transizione in questi paesi. Quando Tacis è stato avviato, l'assistenza tecnica rappresentava un'attività autonoma, mentre adesso il programma fa parte delle complesse e fluide relazioni con ciascuno dei 13 paesi interessati. Partenariato Il programma Tempus è più di una semplice forma di cooperazione. Ha insita una forte componente di partenariato. Tempus incoraggia la formazione di legami e di reti e l'abitudine alla collaborazione in modo da superare problemi comuni quali, ad esempio, il reciproco riconoscimento dei diplomi e dei crediti accademici e la messa a disposizione di infrastrutture a favore della mobilità degli studenti. Molte di queste forme di collaborazione e di queste abitudini continueranno ad esistere ed a svilupparsi anche quando cesserà il finanziamento specifico di Tempus. Il programma pertanto è di vantaggio reciproco per tutti i paesi e gli istituti coinvolti. 4 Le strategie comuni sono un'innovazione del trattato di Amsterdam (articolo 13 del trattato sull'unione europea). Esse sono decise dal Consiglio europeo, su raccomandazione del Consiglio, in settori in cui gli Stati membri hanno importanti interessi. Ciascuna strategia specifica i propri obiettivi, la durata e le risorse che dovranno essere fornite dall'ue e dagli Stati membri. Il Consiglio procede alla loro attuazione adottando azioni comuni e posizioni comuni. La prima strategia comune, concernente la Russia, è stata adottata nel giugno Un'altra strategia comune è stata adottata nel dicembre 1999 per l'ucraina: 5 I PCA sono strumenti giuridici, basati sul rispetto dei principi democratici e dei diritti dell'uomo, e definiscono i rapporti politici, economici e commerciali fra l'ue e i paesi partner. Ciascun PCA è un trattato bilaterale decennale firmato e ratificato dall'ue e dal singolo Stato: Parte I Pagina 14

17 Dialogo Ad un più ampio livello, il programma Tempus mira a promuovere la comprensione e il ravvicinamento delle culture e dei popoli attraverso partenariati e il dialogo strutturato. Pari opportunità I potenziali candidati possono rilevare come il programma Tempus sia fermamente impegnato a realizzare il principio delle pari opportunità al fine di garantire che nessun gruppo di cittadini sia escluso dalle sue attività. Si chiede pertanto ai promotori dei progetti di prevedere il rispetto e la promozione delle pari opportunità per tutti i gruppi di cittadini. Parte I Pagina 15

18

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 20 marzo 2015 (OR. en) EUCO 11/15 CO EUR 1 CONCL 1 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Riunione del Consiglio

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO

21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO 21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO Relativo alle condizioni e modalità d'ammissione della Repubblica di Bulgaria e della Romania all'unione europea LE ALTE PARTI CONTRAENTI,

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE 1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE Per secoli l Europa è stata teatro di conflitti, tensioni e divisioni, ma dopo gli orrori della seconda Guerra Mondiale il continente ha visto risorgere

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 17/10 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 20.1.2015 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Linee guida EACEA 03/2015 Iniziativa Volontari dell Unione

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati.

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. I TRASPORTI INTERNAZIONALI Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. Per effettuare trasporti internazionali di merci su strada

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti LG00000NEW.bmp Foglio Informativo n. CC90 Aggiornamento n. 035 Data ultimo aggiornamento 01.10.2014 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA TITOLO VII NORME COMUNI SULLA CONCORRENZA, SULLA FISCALITÀ E SUL RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

L Europa in 12 lezioni. di Pascal Fontaine

L Europa in 12 lezioni. di Pascal Fontaine L Europa in 12 lezioni di Pascal Fontaine Potete trovare questo opuscolo e altre chiare e brevi spiegazioni sull Unione europea sul sito ec.europa.eu/publications/ Commissione europea Direzione generale

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE Il più grande evento del mondo. Un brand universale (4 expo ogni 10 anni in 5 Continenti). Un evento nazionale e non locale. Un organizzazione non-profit degli Stati Nazionali

Dettagli

di dott.ssa Letizia Massa

di dott.ssa Letizia Massa 1 Il diritto alla cultura nel diritto comunitario di dott.ssa Letizia Massa SOMMARIO: -1. Premessa generale; -2. L'Unione Europea e l'istruzione; -3. Diritti umani nell'ue; diritto all'istruzione come

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 10 Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti Un nuovo quadro comparativo della povertà infantile in alcuni paesi a reddito medio-alto La Innocenti

Dettagli

Il contenuto di questa pubblicazione può essere riprodotto per fini non commerciali, citando chiaramente la fonte. Contatti: redazionellp@indire.

Il contenuto di questa pubblicazione può essere riprodotto per fini non commerciali, citando chiaramente la fonte. Contatti: redazionellp@indire. Elena Maddalena Agenzia nazionale LLP, Unità Comunicazione Coordinamento editoriale: Sara Pagliai, Coordinatrice Agenzia nazionale LLP Pubblicazione a cura di: Elena Maddalena Elaborazione dati: Paolo

Dettagli

Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione

Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione Linee guida dell'ocse sulla sicurezza dei sistemi e delle reti d'informazione VERSO UNA CULTURA DELLA SICUREZZA ORGANIZZAZIONE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO ECONOMICO ORGANIZZZIONE PER LA COOPERAZIONE

Dettagli

Gazzetta ufficiale. Comunicazioni e informazioni

Gazzetta ufficiale. Comunicazioni e informazioni Gazzetta ufficiale dell Unione europea ISSN 1725-2466 C 83 Edizione in lingua italiana Comunicazioni e informazioni 53 o anno 30 marzo 2010 Numero d'informazione Sommario Pagina 2010/C 83/01 Versione consolidata

Dettagli

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE Sintesi comparativa Rapporto 103 ETUI-REHS RESEARCH Department La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Gioventù in Azione Guida al Programma

Gioventù in Azione Guida al Programma Gioventù in Azione Guida al Programma Valida dal 1 gennaio 2013 Sommario INTRODUZIONE... 1 SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE... 3 1. Quali sono gli obiettivi, le priorità

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Si invita il Consiglio ad adottare, quali conclusioni del Consiglio, il testo riportato nell'allegato della presente nota.

Si invita il Consiglio ad adottare, quali conclusioni del Consiglio, il testo riportato nell'allegato della presente nota. Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 10 ottobre 2014 (OR. en) 14141/14 NOTA PUNTO "A" Origine: Destinatario: Oggetto: presidenza Consiglio JAI 765 ASIM 88 FRONT 215 RELEX 826 COMIX 544 Progetto di

Dettagli

UNIONE EUROPEA TRATTATI CONSOLIDATI CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI

UNIONE EUROPEA TRATTATI CONSOLIDATI CARTA DEI DIRITTI FONDAMENTALI UNIONE EUROPEA TRATTATI CONSOLIDATI CARTA DEI DIRTI FONDAMENTALI MARZO 2010 30.3.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 83/1 T U E VERSIONE CONSOLIDATA T F U E DEL TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA E

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Nuove tecnologie per l inclusione

Nuove tecnologie per l inclusione Nuove tecnologie per l inclusione Sviluppi e opportunità per i paesi europei EUROPEAN AGENCY for S p e c ia l N e e d s a n d I n c lus i ve Ed u cati o n NUOVE TECNOLOGIE PER L INCLUSIONE Sviluppi e

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO 26.4.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 120/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 aprile 2013 sull'istituzione di una garanzia

Dettagli

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti Traduzione 1 Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti 0.105 Conclusa a Nuova York il 10 dicembre 1984 Approvata dall Assemblea federale il 6 ottobre 1986

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

XIV legislatura I NEGOZIATI RELATIVI ALLA RIAMMISSIONE NELL'AMBITO DEL PROCESSO DI BARCELLONA. Contributi di Istituti di ricerca specializzati

XIV legislatura I NEGOZIATI RELATIVI ALLA RIAMMISSIONE NELL'AMBITO DEL PROCESSO DI BARCELLONA. Contributi di Istituti di ricerca specializzati XIV legislatura I NEGOZIATI RELATIVI ALLA RIAMMISSIONE NELL'AMBITO DEL PROCESSO DI BARCELLONA Contributi di Istituti di ricerca specializzati Settembre 2005 XIV legislatura I NEGOZIATI RELATIVI ALLA RIAMMISSIONE

Dettagli

Figli della recessione

Figli della recessione UNICEF Innocenti Report Card 12 La condizione dell'infanzia nei paesi ricchi Figli della recessione L'impatto della crisi economica sul benessere dei bambini nei paesi ricchi La Innocenti Report Card 12

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale

Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale Traduzione 1 Convenzione internazionale sull eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale 0.104 Conclusa a New York il 21 dicembre 1965 Approvata dall Assemblea federale il 9 marzo 1993 2 Istrumento

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Quando può cominciare?

Quando può cominciare? Quando può cominciare? L Europa sociale Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Quando può cominciare? Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Direzione generale

Dettagli

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli