COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015."

Transcript

1 COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre Approvato il risultato semestrale e deliberato l avvio di un programma di rafforzamento patrimoniale da conseguire principalmente attraverso un aumento di capitale previsto fino a milioni di euro da sottoporre all approvazione dell Assemblea Straordinaria dei soci. Entro settembre prevista l approvazione del nuovo Piano Industriale di rilancio e sviluppo della Banca Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza, riunitosi oggi, ha approvato i risultati consolidati del primo semestre 2015 ed ha avviato una decisa azione di rilancio per consentire al Gruppo BPVi di affrontare efficacemente i profondi cambiamenti strategici. Risultato netto negativo semestrale pari a milioni di euro, in massima parte conseguente a componenti valutative non ricorrenti tra cui: l'impairment sugli avviamenti (pari a 269 milioni di euro lordi, con impatto neutro sui ratios patrimoniali) relativi alle acquisizioni passate; un deciso incremento dei livelli complessivi di copertura, con rettifiche di valore su crediti pari a 703 milioni di euro (157 milioni di euro nel primo semestre 2014). L indice di copertura dei crediti deteriorati passa dal 35,1% del 31 dicembre 2014 al 39,6% del 30 giugno 2015 (+4,5 p.p.); rettifiche di valore nette delle attività finanziarie disponibili per la vendita e partecipazioni per 119,3 milioni di euro (27,4 milioni di euro al 30 giugno 2014); accantonamenti ai fondi per rischi ed oneri per 380,1 milioni di euro (7 milioni di euro al 30 giugno 2014), principalmente riferibili agli stanziamenti effettuati a fronte degli esiti della recente ispezione della BCE sul capitale sociale e della successiva attività di ricognizione degli assetti patrimoniali della Banca svolta dal management. Common equity Tier 1 pari a 6,81% (10,44% al 31 dicembre 2014) e Total Capital Ratio pari a 7,63% (11,55% al 31 dicembre 2014). I coefficienti patrimoniali risentono in particolare del risultato semestrale e dell appostazione di un filtro prudenziale pari a 622,2 milioni di euro, introdotto a seguito delle risultanze della citata ispezione della BCE e delle attività ricognitive svolte internamente sul capitale che non presenta requisiti di computabilità tra gli elementi di capitale primario di classe 1 in base agli artt. 28 e 36 del Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR), al netto delle rettifiche di valore per merito di credito e di quanto già appostato ai fondi per rischi ed oneri per specifici profili di anomalia e rischio. Buon andamento della gestione ordinaria. In miglioramento i risultati economici della gestione commerciale. I proventi operativi sono sostanzialmente invariati rispetto all anno precedente (-1,1%), ma con una buona crescita del margine di interesse al netto del contributo del portafoglio titoli 1 (+2,7%) e delle commissioni nette (+15,7%), con una flessione del risultato netto dei portafogli di proprietà (-9,9%). La base clientela cresce di altre 30 mila unità nel primo semestre 2015 (+2,2% su dicembre 2014). Mantenimento di un solido profilo di liquidità strutturale. Il rapporto impieghi/raccolta diretta al netto dei PCT con controparti centrali si posiziona su un equilibrato 98,2% (96,1% al 31 dicembre 2014), mentre l indicatore di liquidità a breve (LCR) è su livelli già superiori ai requisiti regolamentari richiesti da Basilea 3 per il La posizione di liquidità a tre mesi è stabile a 2,5 miliardi di euro. Il Consiglio di Amministrazione e il nuovo management hanno avviato una decisa azione di turnaround e rafforzamento patrimoniale per rilanciare il Gruppo BPVI. Deliberato programma di rafforzamento patrimoniale. Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di avviare un programma di rafforzamento patrimoniale, da conseguire principalmente attraverso un aumento di capitale per un importo previsto fino a 1,5 miliardi di euro entro la primavera I risultati delle suddette azioni potranno inoltre ulteriormente rafforzarsi in ragione dei positivi effetti connessi alla già pattuita cessione della partecipazione detenuta nell ICBPI, la cui esecuzione è attesa per fine anno. Tale programma di rafforzamento patrimoniale sarà sottoposto preventivamente ai competenti Organi di Vigilanza e Controllo. In corso di finalizzazione il nuovo Piano Industriale Il nuovo Piano di rilancio del Gruppo BPVi, che sarà approvato nel prossimo mese di settembre, riafferma con forza il ruolo di BPVi quale Banca del territorio nelle proprie aree core e delinea una Banca semplice e snella, focalizzata sul business tradizionale di banca commerciale. 1 Dato gestionale. 1

2 Principali risultati economici al 30 giugno semestre 2015 Var. % su 1 sem Margine di interesse 257,5 milioni -1,0% Margine di interesse (al netto contributo portafoglio titoli) 2 225,9 milioni +2,7% Commissioni nette 170,1 milioni +15,7% Proventi operativi 559,3 milioni -1,1% Oneri operativi 339,9 milioni +2,4% Risultato della gestione operativa 219,4 milioni -6,0% Rettifiche di valore 1.089,1 milioni n.s. Risultato netto ,9 milioni n.s. Cost Income 60,8% +2,1 p.p. Costo del credito 5,25% +420 bps Indice di copertura crediti deteriorati 39,6% +4,5 p.p. Principali risultati patrimoniali e strutturali al 30 giugno /06/2015 Var su 31/12/2014 Impieghi lordi con clientela 3 29,6 miliardi -0,7% Raccolta diretta 4 27,0 miliardi -5,6% Risparmio gestito e previdenziale 7,4 miliardi +12,4% Patrimonio netto (incluso risultato di periodo) milioni -20,8% CET 1 ratio 6,81% -3,63 p.p. Total Capital Ratio 7,63% -3,92 p.p. Sportelli 653 unità -0,2% Organico unità +0,1% Numero clienti ,2% 2 Dato gestionale 3 Al netto delle operazioni di PCT attivi e dei correlati margini di garanzia. 4 Al netto dell operatività con la Cassa di Compensazione e Garanzia. 2

3 Impatti economici e patrimoniali sul Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno derivanti dagli accertamenti ispettivi BCE e dai successivi approfondimenti realizzati dal management Il bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2015 tiene conto dei rilievi che il team ispettivo della BCE ha anticipato alla Banca, nonché delle ulteriori attività di ricognizione che il management della Banca ha svolto supportato da consulenti legali, finanziari, contabili e fiscali di primario standing. In particolare, le verifiche ispettive della BCE, i cui esiti non sono ancora stati formalizzati, e gli ulteriori accertamenti condotti dalla Banca hanno fatto emergere diverse posizioni nelle quali la sottoscrizione o l acquisto delle azioni della Banca da parte della clientela sono stati effettuati facendo ricorso a finanziamenti erogati dalla Banca. L importo complessivo dei finanziamenti erogati dalla Banca individuato a seguito delle analisi svolte come correlato all acquisto o alla sottoscrizione di azioni della Banca è pari a 974,9 milioni di euro. Con riferimento a tale fenomeno, il bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2015 evidenzia l iscrizione di una riserva indisponibile ai sensi dell art. 2358, comma 6, cod. civ. per un ammontare pari a tale capitale oggetto di operazioni di finanziamento, dedotte le rettifiche di valore per merito creditizio (pari a 23,5 milioni di euro) e gli specifici accantonamenti ai fondi per rischi ed oneri (pari ad 339,7 milioni di euro) che si è ritenuto di rilevare prudenzialmente in considerazione dei rischi associati a posizioni specifiche. L ammontare della predetta riserva indisponibile è pari quindi a 611,6 milioni di euro. Inoltre, le verifiche condotte hanno altresì fatto emergere altri profili di rischio in connessione con alcune posizioni specifiche, per un importo allo stato determinato in 26,5 milioni di euro, a fronte dei quali è stato prudenzialmente effettuato uno accantonamento al fondo per rischi ed oneri di 15,9 milioni di euro. Quanto sopra incide anche, e per l intero importo del capitale interessato dai fenomeni citati, sui Fondi Propri della Banca al 30 giugno 2015, cui - in coerenza con le indicazioni della BCE - è stato applicato un filtro prudenziale il cui importo, tenuto conto delle svalutazioni e degli accantonamenti effettuati, ammonta a 622,2 milioni di euro. Risultati consolidati Gli aggregati patrimoniali Al 30 giugno 2015 il prodotto bancario del Gruppo, costituito dalla raccolta totale e dagli impieghi per cassa con clientela, ammonta a 74,2 mld/, in flessione del 6,1% rispetto ai 79 mld/ del 31 dicembre La raccolta totale del Gruppo, costituita dalla somma della raccolta diretta e della raccolta indiretta ammonta, al 30 giugno 2015, a 47,4 mld/ ed è in flessione del 6,8% rispetto ai 50,9 mld/ del 31 dicembre Nel dettaglio, la raccolta diretta ammonta a 27,6 mld/, in flessione del 9% nel semestre per effetto, principalmente, della riduzione delle operazioni di pronti contro termine effettuate con controparti centrali, delle obbligazioni e, in misura minore, dei depositi vincolati. Al netto dell operatività con controparti centrali (Cassa di Compensazione e Garanzia) il calo della raccolta diretta scende al -5,6% rispetto a fine 2014 ed è legato principalmente all incremento del risparmio gestito e alle minori esigenze di funding connesse con il rallentamento dell attività creditizia. Buona la performance della raccolta indiretta che, al netto delle azioni BPVi in custodia ed amministrazione, segna un progresso del 2,2% sul 31 dicembre 2014 trainata in particolare dal positivo andamento del risparmio gestito e previdenziale (+12,4%). Gli impieghi lordi alla clientela, escluse le operazioni di pronti contro termine ed i correlati margini di garanzia, ammontano al 30 giugno 2015 a 29,6 mld/, risultando sostanzialmente stabili rispetto al valore di fine 2014 (-0,7%). Gli impieghi netti con clientela ammontano, al 30 giugno 2015, a 26,8 mld/, in riduzione del 4,7% sulle consistenze del 31 dicembre 2014, risentendo sia della contrazione delle operazioni di pronti contro termine di impiego effettuate con controparti centrali sia delle importanti rettifiche di valore effettuate dal Gruppo nel semestre sui crediti verso la clientela, che hanno ridotto l aggregato in esame. Al 30 giugno 2015, i crediti deteriorati netti verso clientela ammontano a 4,6 mld/, in crescita di 400 mln/. La relativa incidenza sul totale dei crediti verso clientela netti passa dal 14,95% del 31 dicembre 2014 al 17,18% del 30 giugno In miglioramento di quasi 4,5 punti percentuali l indice di copertura dei crediti deteriorati che, complessivamente, passa dal 35,10% del 31 dicembre 2014 al 39,57% del 30 giugno Includendo le cancellazioni parziali su crediti in procedura concorsuale ancora in corso alla data del 30 giugno 2015 (c.d. stralci ), l indice di copertura dei crediti deteriorati risulta pari al 41,75% rispetto al 37,90% del 31 dicembre Le sofferenze nette verso clientela ammontano a 1.778,1 mln/ e rappresentano il 6,64% del 3

4 totale dei crediti netti. La relativa percentuale di copertura, includendo gli stralci, si attesta al 59,56% in crescita di circa 5,5 punti percentuali su fine Al 30 giugno 2015, il rapporto impieghi verso clientela/raccolta diretta è pari al 96,9% (98,2% al netto dell operatività con controparti centrali) a fronte del 92,6% del 31 dicembre 2014 (96,1% al netto dell operatività con controparti centrali). L indicatore di liquidità a breve (LCR) si posiziona al 91,8%, su livelli ben superiori ai requisiti regolamentari richiesti da Basilea 3 per il Si precisa, inoltre, che al 31 luglio 2015 l indicatore LCR ha registrato un sensibile miglioramento, posizionandosi al 107,5%. L esposizione netta sul mercato interbancario, al 30 giugno 2015, ammonta a -2,4 mld/ in leggera riduzione rispetto a fine Il patrimonio consolidato di pertinenza del Gruppo, comprensivo del risultato di periodo, si attesta a mln/ a fronte dei 3.731mln/ di fine Ratios di vigilanza e programma di rafforzamento patrimoniale I Fondi propri computabili a fini di vigilanza al 30 giugno 2015 ammontano a 1.997,4 milioni di euro a fronte dei milioni di euro al 31 dicembre La suddetta variazione è principalmente ascrivibile alla perdita di periodo e al filtro prudenziale prima descritto, introdotto a seguito delle risultanze dell ispezione della BCE e delle attività ricognitive svolte internamente sulla parte del capitale che non presenta i requisiti di computabilità tra gli elementi di capitale primario di classe 1 in base al Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR). Il Common Equity Tier 1 Ratio e il Tier 1 Ratio si attestano entrambi al 6,81%, mentre il Total Capital Ratio risulta pari al 7,63%. Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di procedere all emissione di un prestito obbligazionario subordinato (Lower Tier 2) per un ammontare di 200 milioni di euro e alla realizzazione di un aumento di capitale previsto fino a 1,5 miliardi di euro da sottoporre all approvazione della prossima Assemblea Straordinaria dei soci. La Banca provvederà a sottoporre preventivamente tale piano di rafforzamento patrimoniale ai competenti Organismi di Vigilanza e Controllo. A tali interventi si aggiungerà la già pattuita cessione della partecipazione detenuta nell ICBPI, la cui esecuzione è attesa per fine anno. Il completamento di queste attività nell ambito del nuovo Piano Industriale , in corso di finalizzazione, consentirà al Gruppo di rispettare nel continuo gli stringenti vincoli regolamentari e, in chiave prospettica, di esprimere adeguati livelli di redditività. I risultati economici I risultati economici vengono illustrati, nel prosieguo, in ottica gestionale. Per il raccordo tra gli aggregati di seguito commentati e le voci che compongono lo schema del conto economico previsto dalla Circolare n. 262 della Banca d'italia, si rinvia alla legenda riportata in calce al conto economico riclassificato che è allegato al presente comunicato stampa. Il conto economico consolidato al 30 giugno 2015 evidenzia una perdita di 1.052,9 milioni di euro, principalmente per effetto delle rilevanti rettifiche di valore su crediti e su avviamenti nonché degli accantonamenti ai fondi per rischi e oneri effettuati. Il margine finanziario, al 30 giugno 2015, si attesta a 288,9 mln/ ed è in crescita del 3,6% rispetto al dato del 30 giugno In leggera flessione il margine di interesse che si attesta a 257,5 milioni di euro (-1% rispetto ai 260 milioni di euro del 30 giugno 2014). Positiva la dinamica dei dividendi (18,6 milioni di euro, +86,7%) e del risultato di periodo delle partecipazioni valutate al patrimonio netto (12,8 mln/ a fronte degli 8,9 mln/ del 30 giugno 2014). Le commissioni nette, al 30 giugno 2015, sono pari a 170,1 mln/ in crescita del 15,7% rispetto ai 147 mln/ del 30 giugno Sul fronte dei ricavi sono in crescita i proventi connessi ai servizi di gestione ed intermediazione e, in particolare, quelli legati al risparmio gestito e previdenziale. Sul fronte dei costi, sono in riduzione gli oneri pagati alla clientela per l operatività in prestito titoli ed è inoltre venuto meno il costo connesso alla garanzia rilasciata dallo Stato su obbligazioni di propria emissioni a seguito dell estinzione anticipata delle stesse avvenuta nel corso del mese di agosto Il risultato netto dei portafogli di proprietà è pari a 100,4 mln/ a fronte dei 111,5 mln/ del primo semestre 2014, mentre gli altri proventi netti, al 30 giugno 2015, sono negativi per 143 mila euro a fronte dei +28 mln/ del 30 giugno 2014 e risentono, tra l altro, del minore apporto della commissione di istruttoria veloce rispetto all esercizio scorso nonché di taluni oneri una tantum quasi integralmente riferibili ai riaccrediti 4

5 effettuati alla clientela nel semestre a ristoro di commissioni e recuperi di spesa addebitati negli esercizi passati. I proventi operativi si attestano quindi a 559,3 mln/, in flessione dell 1,1% sul corrispondente periodo del Gli oneri operativi ammontano complessivamente a 339,9 mln/, in crescita del 2,4% rispetto al dato del primo semestre Tale incremento é principalmente ascrivibile alle spese per il personale (+3,6%), in crescita in ragione principalmente di oneri dovuti per incentivi corrisposti al personale dimissionario e/o esodato, e alle altre spese amministrative (+1,1%), mentre gli ammortamenti flettono dell 1,5%. Il risultato della gestione operativa, al 30 giugno 2015, risulta pertanto pari a 219,4 mln/ ed è in flessione del 6% sul corrispondente periodo del 2014, con il cost/income 5 che sale al 60,8% in crescita di 2,1 punti percentuali rispetto al 58,7% del 30 giugno Le rettifiche di valore nette per deterioramento ammontano a 1.089,1 mln/ a fronte dei 187 mln/ del 30 giugno Le suddette rettifiche si riferiscono per 703 mln/ a crediti verso clientela (157,4 mln/ al 30 giugno 2014) con incremento di quasi 4,5 p.p. della copertura media delle esposizione deteriorate. Tale crescita riflette principalmente l evoluzione del credito anomalo e recepisce inoltre le novità del contesto normativo che ha modificato il concetto di esposizione deteriorata estendendo gli ambiti di valutazione delle possibili criticità. Al riguardo il Gruppo ha rivisto le proprie policy interne, anche alla luce dell esperienza maturata con l esercizio di Comprehensive Assessment condotto dalla BCE nel 2014, prevedendo l introduzione di nuovi trigger events per una identificazione più oggettiva delle patologie del credito che possono sfociare nell inadempienza o addirittura nell insolvenza nonché la revisione di alcuni criteri guida utilizzati per la quantificazione delle previsioni di perdita delle posizioni a sofferenze. La copertura dei crediti in bonis è invece rimasta sostanzialmente allineata a quella di fine 2014 (0,71% al 30 giugno 2015, 0,73% a fine 2014). Per effetto di quanto sopra, il credit cost 6 al 30 giugno 2015 si attesta al 5,25% su base annua, a fronte del 3,09% del 31 dicembre 2014 e dell 1,05% del 30 giugno Le rettifiche di valore nette delle attività finanziarie disponibili per la vendita e partecipazioni ammontano a 119,3 mln/ (27,4 mln/ al 30 giugno 2014) e sono state contabilizzate anche in applicazione della specifica policy adottata dal Gruppo in tema di identificazione delle perdite per riduzione di valore delle attività finanziarie disponibili per la vendita. Le rettifiche includono anche l impairment di 268,8 mln/ effettuato sugli avviamenti iscritti in bilancio relativi alla CGU Banca Popolare di Vicenza (per 213,8 mln/ ) e alla CGU Banca Nuova (per 55 mln/ ) - che si aggiungono alle rettifiche di 600 mln/ già effettuate nel bilancio che complessivamente sono stati svalutati dell 81,5% del loro valore residuo al 31 dicembre 2014 (avviamento rimanente pari a 61,1 mln/ ). Il risultato netto del primo semestre 2015 di ,9 milioni di euro risente infine della contabilizzazione di accantonamenti ai fondi per rischi ed oneri per 380,1 milioni di euro, principalmente riferibili agli stanziamenti (pari ad 355,6 mln) effettuati a fronte dei rischi connessi ai profili oggetto degli accertamenti ispettivi della BCE di cui si è riferito nel paragrafo iniziale del presente Comunicato Stampa. Nuovo Piano Industriale Entro settembre sarà approvato il Piano Industriale di rilancio e sviluppo della Banca per i prossimi 5 anni ( ). Le linee guida di tale Piano, già condivise dal Consiglio di Amministrazione, definiscono un percorso di rilancio che conferma il ruolo di BPVi come Banca del territorio a supporto di imprese e famiglie nelle proprie aree core. La Banca avvierà un percorso di semplificazione operativa e di focalizzazione sull attività tradizionale di banca commerciale, concentrandosi principalmente sulle attività di distribuzione e di servizio alla clientela. Il Piano consentirà a BPVi di esprimere livelli di redditività e di patrimonializzazione coerenti con il proprio grande potenziale, continuando a svolgere il ruolo di protagonista nel sostegno all economia locale che ha sempre svolto e che da sempre tutti le hanno riconosciuto. 5 L indicatore è calcolato rapportando gli oneri operativi ai proventi operativi. 6 L indicatore è calcolato annualizzando il rapporto tra le rettifiche di valore nette da deterioramento di crediti e gli impieghi netti a clientela. 5

6 Evoluzione prevedibile della gestione I prossimi mesi si caratterizzeranno per un contesto macro economico che seppur con qualche positivo segnale di recupero dovrebbe continuare a manifestare profili di elevata volatilità. In tale quadro, le prospettive di redditività del sistema bancario italiano, pur in crescita, dovrebbero restare ancora modeste e condizionate soprattutto dalla lenta crescita del margine di interesse, penalizzato dai bassi tassi di interesse, e dal flusso di rettifiche su crediti, il cui processo di normalizzazione sembra peraltro avviato. Quanto al Gruppo BPVi, i proventi operativi dovrebbero sostanzialmente riflettere l andamento del secondo trimestre I costi risentiranno dell andamento stagionale e della probabile contabilizzazione del fondo esuberi finalizzato alla riduzione degli organici, con riferimento al quale si prevede l avvio di un confronto con le OOSS dopo la prossima approvazione del Piano Industriale. Il costo del credito è previsto in netta riduzione, su livelli tendenzialmente fisiologici rispetto all attuale contesto di mercato. La Banca, inoltre, potrà beneficiare entro la fine dell esercizio della plusvalenza derivante dalla dismissione della partecipazione in ICBPI, attualmente al vaglio autorizzativo delle Autorità di vigilanza, con impatto positivo sul patrimonio di vigilanza anche in relazione a possibili ulteriori evidenze negative che dovessero emergere nella seconda parte dell anno dovute all approfondimento della ricognizione patrimoniale. Altre informazioni A fine giugno 2015 la rete di vendita del Gruppo conta 653 filiali bancarie (-1 rispetto al 2014), cui si aggiungono 14 negozi finanziari e 36 punti private, per un totale di 703 punti vendita (+2 rispetto al 2014). L'organico è pari a unità (+0,1% rispetto al 2014). Nel corso del 2014 è proseguita l'attività di sviluppo della clientela con un incremento nel semestre di 30 mila clienti (+2,2% rispetto al 2014). Il presente comunicato redatto ai sensi del Regolamento n approvato dalla Consob con delibera del 14 maggio 1999 e successive modifiche ( Regolamento Emittenti ) è disponibile sul sito La Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 verrà resa disponibile al pubblico entro i termini di legge presso la Sede sociale e pubblicata sul sito nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info all indirizzo Dichiarazione ex art. 154-bis comma 2 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Massimiliano Pellegrini, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. Vicenza, 28 agosto 2015 Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari F.to Massimiliano Pellegrini *** Si allegano prospetti riclassificati di Stato Patrimoniale, Patrimonio Netto e Conto Economico della Banca e del Gruppo, nonché taluni indicatori alternativi di performance. 6

7 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) ATTIVO 30/06/ /12/2014 Variazione assoluta % Crediti verso clientela , , ,7-4,7% Crediti verso banche 2.035, ,9-219,7-9,7% Attività finanziarie detenute per la negoziazione 4.283, , ,5-43,5% Altre attività finanziarie per cassa e derivati di copertura (1) 5.098, ,6-368,2-6,7% Partecipazioni 486,1 494,9-8,8-1,8% Attività materiali ed immateriali (2) 698,9 974,2-275,3-28,3% Altre voci dell attivo (3) 1.757, ,3 163,2 10,2% Totale dell attivo , , ,0-11,5% Le voci sopra riportate, quando non diversamente specificato, si riferiscono alle corrispondenti voci dello schema di stato patrimoniale previste dalla Circolare n. 262 della Banca d'italia. (1) Comprendono le voci di bilancio "30. Attività finanziarie valutate al fair value ", "40. Attività finanziarie disponibili per la vendita", "50. Attività finanziarie detenute sino a scadenza" e "80. Derivati di copertura". (2) Comprendono le voci di bilancio "120. Attività materiali" e "130. Attività immateriali". (3) Comprendono le voci di bilancio "10. Cassa e disponibilità liquide", "90. Adeguamento di valore delle attività finanziarie oggetto di copertura generica", "140. Attività fiscali" e "160. Altre attività". PASSIVO 30/06/ /12/2014 Variazione assoluta % Raccolta diretta (1) , , ,4-9,0% Debiti verso banche 4.429, ,8-328,4-6,9% Passività finanziarie di negoziazione 3.673, , ,4-38,3% Derivati di copertura 595,4 525,4 70,0 13,3% Altre voci del passivo (2) 1.841, ,6 710,5 62,8% Patrimonio netto (3) 2.954, ,5-777,3-20,8% - di cui utile (perdita) di pertinenza della Capogruppo ,9-758,5-294,4 n.s. Totale del passivo , , ,0-11,5% Le voci sopra riportate, quando non diversamente specificato, si riferiscono alle corrispondenti voci dello schema di stato patrimoniale previste dalla Circolare n. 262 della Banca d'italia. (1) Comprendono le voci di bilancio "20. Debiti verso clientela", "30. Titoli in circolazione" e "50. Passività finanziarie valutate al fair value ". (2) Comprendono le voci di bilancio "80. Passività fiscali", "100. Altre passività", "110. Trattamento di fine rapporto", "120. Fondi per rischi e oneri" e "210. Patrimonio di pertinenza di terzi". (3) Comprende le voci di bilancio "140. Riserve da valutazione", "160. Strumenti di capitale", "170. Riserve", "180. Sovrapprezzi di emissione", "190. Capitale", "200. Azioni proprie" e "220. Utile (perdita) d'esercizio". 7

8 IL PATRIMONIO NETTO Patrimonio netto (in milioni di euro) 30/06/ /12/2014 Variazione assoluta % Capitale 374,3 351,9 22,4 6,4% Sovrapprezzi di emissione 3.209, ,1 (155,6) -4,6% Riserve 237,5 608,9 (371,4) -61,0% Riserve da valutazione 209,9 186,8 23,1 12,4% Strumenti di capitale 1,4 3,2 (1,8) -56,3% Azioni proprie (25,5) (25,9) 0,4-1,5% Patrimonio 4.007, ,0 (482,9) -10,8% Utile (perdita) di periodo (1.052,9) (758,5) n.s. n.s. Patrimonio netto 2.954, ,5 (777,3) -20,8% - di cui riserve indisponibili ex art. 2358, c. 6, del cod.civ. 611,6 L attività di verifica sul capitale condotta dalla BCE, di cui si è riferito nello specifico paragrafo del presente Comunicato Stampa, ha evidenziato sussistere una correlazione tra acquisti/sottoscrizioni di azioni BPVi e finanziamenti erogati a taluni Soci/Azionisti. A tal riguardo si segnala che sulle riserve di patrimonio netto, come evidenziato nella tabella sopra esposta, è pertanto presente un vincolo di indisponibilità ai sensi dell ex art. 2358, comma 6, del codice civile pari a 611,6 milioni di euro 7 7 Oltre al predetto ammontare di 611,6 mln, risulta altresì iscritta tra le poste del patrimonio netto una riserva indisponibile ex art. 2358, comma 6, del cod. civ. di 66,2 mln a fronte delle due operazioni di aumento di capitale ordinario finalizzate all ampliamento della base sociale che offrivano ai nuovi Soci la possibilità di sottoscrivere azioni BPVi con risorse riveniente da un finanziamento messo a disposizione dalla Banca, nel rispetto di quanto disposto dall art del codice civile. 8

9 CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) 30/06/ /06/2014 Variazione assoluta % Margine di interesse 257,5 260,0-2,5-1,0% Dividendi e risultato delle partecipazioni valutate al PN 31,4 18,9 12,5 66,2% Margine finanziario 288,9 278,9 10,0 3,6% Commissioni nette 170,1 147,0 23,1 15,7% Risultato netto dei portafogli di proprietà 100,4 111,5-11,0-9,9% Altri proventi netti -0,1 28,0-28,1-100,5% Proventi operativi 559,3 565,3-6,0-1,1% Spese amministrative: -322,1-313,8-8,4 2,7% - spese per il personale -207,3-200,2-7,1 3,6% - altre spese amministrative -114,9-113,6-1,2 1,1% Ammortamenti -17,7-18,0 0,3-1,5% Oneri operativi -339,9-331,8-8,1 2,4% Risultato della gestione operativa 219,4 233,5-14,1-6,0% Rettifiche/riprese di valore per deterioramento ,1-187,0-902,1 482,4% - di cui su crediti -703,0-157,4-545,6 346,5% - di cui su attività finanziarie disponibili per la vendita e partecipazioni -119,3-27,4-92,0 336,0% - di cui impairment su avviamenti -268,8 0,0-268,8 n.s. Accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri -380,1-7,3-372,8 n.s. Risultato netto della cessione/valutazione di investimenti -0,5 0,0-0,5 n.s. Utile (perdita) lordo ,2 39, ,5 n.s. Imposte 198,0-16,7 214,6 n.s. Utile (perdita) di terzi -0,6-0,5-0,1 26,0% Utile (perdita) netto ,9 22, ,0 n.s. Utile base per azione (Euro) -11,127 0,268-11,395 n.s. Utile diluito per azione (Euro) -11,127 0,268-11,395 n.s. Si fornisce di seguito il raccordo delle voci del conto economico riclassificato con quelle previste nello schema della Circolare n. 262 della Banca d'italia. Legenda: Margine di interesse: voce 30 dello schema di conto economico. Dividendi e risultato delle partecipazioni valutate al PN: voci 70 e 240 dello schema di conto economico al netto delle rettifiche di valore da deterioramento ( mila euro al 30 giugno 2015, -556 mila al 30 giugno 2014). Commissioni nette: voce 60 dello schema di conto economico. Risultato netto dei portafogli di proprietà: voci 80, 90, 100 e 110 dello schema di conto economico. Altri proventi netti: voce 220 dello schema di conto economico, esclusi i "recuperi di imposte d'atto, bollo e affini" ( mila euro al 30 giugno 2015, mila euro al 30 giugno 2014) e gli "ammortamenti per spese di miglioria su immobili di terzi" ( mila euro al 30 giugno 2015, mila euro al 30 giugno 2014). Spese per il personale: voce 180 a) dello schema di conto economico. Altre spese amministrative: voce 180 b) dello schema di conto economico al netto dei proventi per "recuperi di imposte d'atto, bollo e affini" ( mila euro al 30 giugno 2015, mila euro al 30 giugno 2014). Ammortamenti: voci 200 e 210 dello schema di conto economico ed inclusi gli "ammortamenti per spese di miglioria su immobili di terzi" ( mila euro al 30 giugno 2015, mila euro al 30 giugno 2014). Risultato delle gestione operativa: "Proventi operativi" + "Oneri operativi" come sopra definiti. Rettifiche/riprese di valore per deterioramento: voce 130 e 260 dello schema di conto economico, incluse le rettifiche di valore da deterioramento delle Partecipazioni iscritte alla voce 240 dello schema di conto economico ( mila euro al 30 giugno 2015, -556 mila al 30 giugno 2014). Accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri: voce 190 dello schema di conto economico. Risultato netto della cessione/valutazione di investimenti: voci 250 e 270 dello schema di conto economico. Imposte sul reddito: voce 290 dello schema di conto economico. Utile di terzi: voce 330 dello schema di conto economico. 9

10 ALTRE INFORMAZIONI 30/06/ /12/2014 Organico Numero medio dipendenti (1) Numero punti vendita Numero sportelli bancari COEFFICIENTI DI VIGILANZA 30/06/ /12/2014 CET 1 ratio 6,81% 10,44% Total Capital Ratio 7,63% 11,55% INDICATORI DI STRUTTURA E DI PRODUTTIVITA' (2) 30/06/ /12/2014 Impieghi con clientela / raccolta diretta 96,9% 92,6% Totale attivo / Patrimonio netto (leva) 13,9 x 12,5 x Raccolta diretta per dipendente (in mln di euro) 5,2 5,7 Raccolta indiretta per dipendente (in mln di euro) 3,7 3,9 Impieghi con clientela per dipendente (in mln di euro) 5,1 5,3 Cost / Income (3) 60,8% 62,1% INDICI DI RISCHIOSITA' 30/06/ /12/2014 Crediti deteriorati netti/crediti netti 17,18% 14,95% Sofferenze nette/crediti netti 6,64% 6,03% Percentuale di copertura crediti deteriorati (4) 41,75% 37,90% Percentuale di copertura sofferenze (4) 59,56% 54,07% Costo annuo del credito (5) 5,25% 3,09% (1) Il numero medio dei dipendenti è calcolato conformemente alle indicazioni contenute nella Circolare della Banca d'italia n (2) Gli indici di produttività sono calcolati rapportando i diversi aggregati al numero medio dei dipendenti. (3) L indicatore è calcolato rapportando gli oneri operativi ai "proventi operativi" dello schema del Conto economico riclassificato. (4) La percentuale di copertura è determinata includendo le cancellazioni parziali su crediti in procedura concorsuale in corso alla data di riferimento (c.d. stralci ). (5) L indicatore è calcolato annualizzando il rapporto tra le rettifiche di valore nette da deterioramento di crediti e gli impieghi netti a clientela. 10

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015.

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015. COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del primo semestre 2015. Approvato il risultato semestrale e deliberato l avvio di un programma di rafforzamento

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 - Risultato economico netto consolidato dei primi sei mesi 2013 pari a -232 milioni di euro (perdita per l esercizio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: A SEGUITO DELL AVVENUTO CONFERIMENTO

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2014 NOTA:

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) ATTIVO 2012 2011

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) ATTIVO 2012 2011 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO RICLASSIFICATO (in milioni di euro) ATTIVO 2011 Crediti verso clientela 30.712,6 29.985,5 727,1 2,4% Crediti verso banche 4.341,4 3.491,8 849,6 24,3% Attività finanziarie

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: LA COMPARAZIONE

Dettagli

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Comunicato Stampa Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Utile netto consolidato a 7,6 milioni di Euro (+52,3% a/a) Ricavi consolidati a 44,8 milioni di Euro (+2,1% a/a) Risultato della gestione

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Bilancio consolidato ed il Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012: Raccolta complessiva

Dettagli

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE

VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE VENETO BANCA, IL CDA HA ESAMINATO GLI SCHEMI PRELIMINARI DI BILANCIO 2015 E APPROVATO L AGGIORNAMENTO DEL PIANO INDUSTRIALE DOPO L ESITO POSITIVO DELL ASSEMBLEA DEL 19 DICEMBRE 2015 E LA CONSEGUENTE TRASFORMAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO I RISULTATI PRELIMINARI DELL ESERCIZIO 1 AGOSTO 2014 31 DICEMBRE 2014 PRIMO BILANCIO D ESERCIZIO IN

Dettagli

CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A.

CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A. CREDEM, RISULTATI CONSOLIDATI: NEL PRIMO SEMESTRE 2015 UTILE +20,6% A/A, PROSEGUE LA CRESCITA DEI PRESTITI +5,3% A/A. IMPORTANTE SOSTEGNO ALL ECONOMIA Prestiti a clientela (1) : +5,3% a/a (vs sistema -0,6%

Dettagli

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013.

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013. Società cooperativa per azioni - fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio So - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

Banca IFIS, il CDA ha approvato il progetto di bilancio 2015. Proposto all Assemblea un dividendo di 0,76 euro per azione.

Banca IFIS, il CDA ha approvato il progetto di bilancio 2015. Proposto all Assemblea un dividendo di 0,76 euro per azione. COMUNICATO STAMPA RISULTATI ESERCIZIO 2015 Banca IFIS, il CDA ha approvato il progetto di bilancio 2015. Proposto all Assemblea un dividendo di 0,76 euro per azione. Mestre (Venezia), 02 febbraio 2016

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA:

BANCA POPOLARE DI VICENZA: COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI VICENZA: il Consiglio di Amministrazione approva all unanimità i risultati preliminari di bilancio al 31 dicembre 2014. Per adeguarsi al nuovo quadro regolamentare della

Dettagli

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014.

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014. Società cooperativa per azioni - Fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio SO - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005.

COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005. COMUNICATO STAMPA BANCA POPOLARE DI SPOLETO SPA: CIRCOLARE BANCA D ITALIA. BILANCIO 2005. In data 3 aprile u.s. la Banca d Italia ha emanato una circolare a tutti gli intermediari creditizi con cui disciplina

Dettagli

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008:

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: RISULTATO NETTO CONSOLIDATO: -42 MLN DI EURO (+9,1 MLN DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2007). IL DATO RISENTE DEL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA **********

COMUNICATO STAMPA ********** COMUNICATO STAMPA Il consiglio di Amministrazione di Dmail Group Spa approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 Settembre 2014 ********** Milano, 13 Novembre 2014 Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Allegato "14" Piero Luigi Montani Consigliere Delegato Contesto economico 2011 Scenario macroeconomico Economia mondiale 2011: crescita debole del PIL ed elevata instabilità finanziaria a causa delle tensioni

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008 Confermato l ottimo trend di crescita del Gruppo Utile netto semestrale consolidato a circa 7,0

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE GRUPPO ITALMOBILIARE RICAVI: 4.908,1 MILIONI DI EURO (+5,4) UTILE NETTO TOTALE:

Dettagli

BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009

BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009 BILANCIO DELL ESERCIZIO 2009 PROSPETTI DEL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2009 BANCA DI ROMAGNA SPA SEDE LEGALE IN FAENZA CORSO GARIBALDI 1. SOCIETÀ APPARTENENTE AL GRUPPO UNIBANCA SPA (ISCRITTO ALL'ALBO DEI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Utile netto a 5,0 milioni di euro (2,5 milioni di euro al 30 giugno 2006, +100%) Margine

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29%

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% Utile netto consolidato +28,1% a/a a 128,5 milioni di euro;

Dettagli

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle COMUNICATO STAMPA Il Consiglio d Amministrazione di Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale approva il nuovo Piano Industriale Triennale 2015 2017 e la Relazione Semestrale al 30 giugno 2015 Roma,

Dettagli

settembre 13 14 novembre 2013

settembre 13 14 novembre 2013 settembre 13 14 novembre 2013 risultati appendici Semestrale 2013 2 sintesi Margine d'intermediazione (mln) Costi operativi (mln) 710,1 737,2 +3,8% 358,4 392,2 +9,4% 449,8 459,4 +2,1% 141,8 143,6 +1,3%

Dettagli

BANCA POPOLARE VOLKSBANK IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA POPOLARE VOLKSBANK APPROVA I RISULTATI DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013

BANCA POPOLARE VOLKSBANK IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA POPOLARE VOLKSBANK APPROVA I RISULTATI DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013 BANCA POPOLARE VOLKSBANK IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA POPOLARE VOLKSBANK APPROVA I RISULTATI DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013 Utile lordo di Euro 35,6 mln e utile netto di 18,8 mln

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

Dati al 30 Giugno 2015

Dati al 30 Giugno 2015 Dati al 30 Giugno 2015 www.biverbanca.it info@biverbanca.it Sede Legale e Direzione Generale: 13900 Biella Via Carso, 15 Capitale Sociale euro 124.560.677,00 Registro delle Imprese di Biella Partita Iva

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

CONFERMATA LA CAPACITÀ DEL GRUPPO DI EROGARE CREDITO IN MODO SANO ED EQUILIBRATO

CONFERMATA LA CAPACITÀ DEL GRUPPO DI EROGARE CREDITO IN MODO SANO ED EQUILIBRATO CREDEM: RISULTATI PRELIMINARI (1) CONSOLIDATI 2015: UTILE +9,5% A/A, PRESTITI +5,3% A/A, ELEVATA SOLIDITA CON CET1 (2) A 13,52% AMPIAMENTE SOPRA AL REQUISITO MINIMO SREP (7%) COSTANTE REDDITIVITA E GENERAZIONE

Dettagli

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA

GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2006 1 INDICE Prospetti contabili pag. 03 Note di commento ed osservazioni degli Amministratori pag. 04 Nota informativa pag. 04 La struttura

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 VALORIZZATO IL RUOLO DI BANCA COMMERCIALE RADICATA SUL TERRITORIO, PUNTO DI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA * * *

COMUNICATO STAMPA * * * COMUNICATO STAMPA Si confermano solidi e in crescita gli indici patrimoniali Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 marzo 2015 pari al 12,45% (non include l autofinanziamento di periodo) rispetto al

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 15 aprile 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ALBA PRIVATE EQUITY APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2014 Bilancio Capogruppo:

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011

BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011 www.bpspoleto.it BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011 Spoleto, 24 Agosto 2011 CRESCITA DELLA BANCA REALE Base Clientela a 137.943 unità (+2,8% rispetto al 31/12/10) Conti Correnti

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Ricavi a 24,5 milioni (26,3 mln nel 2010) EBITDA 1 a -2,3 milioni (-4,0 mln

Dettagli

Comunicato stampa. BILANCIO CONSOLIDATO del Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio, esercizio 2015

Comunicato stampa. BILANCIO CONSOLIDATO del Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio, esercizio 2015 Società cooperativa per azioni - fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio So - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A Raccolta da clientela (1) +11,8% a/a a 56.235 milioni di euro, con un incremento in valore assoluto di circa sei miliardi di euro a/a; raccolta

Dettagli

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo Mediterraneo S.p.A.: Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Trimestre: gennaio 2008 marzo 2008 Margine di interesse pari a euro 327.660 Margine di intermediazione

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it COMUNICATO STAMPA APPROVAZIONE DEL RESOCONTO INTERMEDIO CONSOLIDATO DI GESTIONE PER IL PERIODO DI 9 MESI AL 31 GENNAIO 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Sesa S.p.A. riunitosi in data odierna ha approvato

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 Margine di intermediazione consolidato pari a Euro 4,14 milioni (Euro 5,96 milioni al IH2009) Perdita netta di competenza del gruppo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 COMUNICATO STAMPA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 Il documento declina le linee strategiche e operative del Piano di Ristrutturazione presentato il 7 ottobre 2013

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

Recesso a seguito dell approvazione di modifiche dello statuto ai sensi dell art. 2437, comma 1, lettera g) cod. civ.. Determinazione del valore di

Recesso a seguito dell approvazione di modifiche dello statuto ai sensi dell art. 2437, comma 1, lettera g) cod. civ.. Determinazione del valore di Recesso a seguito dell approvazione di modifiche dello statuto ai sensi dell art. 2437, comma 1, lettera g) cod. civ.. Determinazione del valore di liquidazione delle azioni ai sensi dell art. 2437-ter

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 COMUNICATO STAMPA Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 Bologna, 24 aprile 2013 Con comunicazione del 17 aprile 2013, la Consob ha richiesto ad Unipol

Dettagli

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 VENDITE NETTE: 222,6 milioni (+39,0%) - 160,2 milioni nel primo trimestre 2014 EBITDA: 43,5 milioni (+35,8%) pari al 19,5%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

GRUPPO BANCO DESIO. al 30 settembre 2006 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA

GRUPPO BANCO DESIO. al 30 settembre 2006 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2006 1 INDICE Prospetti contabili pag. 03 Note di commento ed osservazioni degli Amministratori pag. 04 Nota informativa pag. 04 La

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2014 (VS ESERCIZIO 2013)*: RICAVI NETTI: 426,1 MILIONI DI

Dettagli

Comunicato Stampa. Meridie S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2015 ***

Comunicato Stampa. Meridie S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2015 *** Comunicato Stampa Meridie S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2015 *** Principali risultati consolidati relativi al primo semestre dell esercizio

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Margine di intermediazione consolidato pari a 5,68 milioni di euro (4,14 milioni di euro al IH2010) Risultato della gestione operativa

Dettagli

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2013 Ricavi a 61,3 milioni (67,5 milioni nel 2012) EBITDA 1 a -2,1 milioni (-2,6 milioni nel 2012) EBIT 2 a -7,2 milioni (-8,0

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L utile di periodo evidenzia un sostanziale pareggio, al netto dell accantonamento per 87,5 /milioni a Fondo Rischi Finanziari Generali, destinato alla copertura del

Dettagli

- un nuovo piano industriale che tenga conto del deterioramento dell attuale scenario rispetto alle originarie previsioni, entro il 31/5/2016;

- un nuovo piano industriale che tenga conto del deterioramento dell attuale scenario rispetto alle originarie previsioni, entro il 31/5/2016; PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO DELLA BANCA E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2015 APPROVATA LA RELAZIONE SUL GOVERNO

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017 Milano, 25.03.2014 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 31.12.2013

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli