Venerdì 22 novembre 2013 IMPIANTI RADIANTI DI NUOVA GENERAZIONE E SOLUZIONI APPLICATIVE NELLA POSA DEL PARQUET. AGGIORNAMENTO TECNICO/NORMATIVO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Venerdì 22 novembre 2013 IMPIANTI RADIANTI DI NUOVA GENERAZIONE E SOLUZIONI APPLICATIVE NELLA POSA DEL PARQUET. AGGIORNAMENTO TECNICO/NORMATIVO"

Transcript

1 Gli impianti radianti di nuova generazione: principi Ing. Clara Peretti, Coordinatrice Consorzio Q-RAD Parte 1

2 Contenuti Che cosa sono i sistemi radianti? I componenti di un sistema radiante Tipologie di sistemi radianti Sistemi radianti a pavimento alta inerzia Sistemi radianti a pavimento a basso spessore Progettare un sistema radiante I componenti dei sistemi radianti La barriera al vapore Lo strato isolante Lo strato di supporto I rivestimenti superficiali L inerzia nei sistemi radianti Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento

3 Che cosa sono i sistemi radianti? Esistono molti tipi di sistemi idronici radianti definiti, a seconda delle esigenze dell utenza. I sistemi tipici dei settori residenziale e terziario consistono in serpentine annegate nelle strutture normalmente isolate dai locali attigui. Sono sistemi in grado di lavorare a temperature relativamente basse in riscaldamento e a temperature alte in raffrescamento, rappresentando così una soluzione interessante per il possibile accoppiamento con sistemi di generazione ad elevata efficienza o con fonti rinnovabili.

4 I componenti di un sistema radiante circuito mandata ritorno Strato isolante Tubazione (materiale plastico) Collettore Regolazione

5 I componenti di un sistema radiante Zoccolino applicato alla parete e distaccato dal piano di pavimentazione Pavimento Massetto (ripartizione carichi) + tubi Isolante Materiale resiliente Magrone (sabbia e cemento) Solaio

6 Perché sono definiti sistemi radianti? Scambio termico convettivo e radiativo Scambio conduttivo

7 Lo scambio termico tra sistema radiante e ambiente 3) 2) 1)

8 Sistemi radianti Tipologie di sistemi radianti Sistemi sospesi (panels) Sistemi annegati (embedded)

9 Tipologie di sistemi radianti Sistema DEL radiante PARQUET. Prefabbricati e Costruiti in opera a parete Sistema radiante a soffitto Metallici, in cartongesso, Attivazione termica della massa Sistema radiante a pavimento A secco Con massetto fluido Tradizionali (alta inerzia) e basso spessore (bassa inerzia)

10 ISO CEN Gli impianti radianti di nuova generazione: principi Il contesto normativo nazionale ed internazionale Normativa ISO parte 1, 2, 3, 4, 5, 6 UNI EN 1264 parte 1, 2, 3, 4, 5 UNI EN parte1, 3 Applicazione - Sistemi annegati (pavimento, parete, soffitto) Riscaldamento e raffrescamento (la norma non si applica ai sistemi prefabbricati) - Sistemi di tipo A, B, C, D, E, F, pannelli prefabbricati in cartongesso Riscaldamento e raffrescamento - Sistemi di tipo A, B, C, D, E, F, G, pannelli prefabbricati in cartongesso, TABS (Thermo-Active Building Systems) Riscaldamento e raffrescamento EN parte 1, 2, 3 UNI EN Pannelli sospesi a soffitto Riscaldamento -Sistemi radianti di tipo B e pannelli prefabbricati in cartongesso Raffrescamento

11 I sistemi radianti a pavimento

12 Sistemi radianti a pavimento alta inerzia Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni vincolate allo strato di supporto tramite clip o tubazioni autofissanti Applicazione Edifici residenziali e terziario 1 cm 5 cm Da 3 a 7 cm Circa 9 cm Diametro esterno tubazione: 18 mm

13 Sistemi radianti a pavimento alta inerzia Tipologia sistema radiante a pavimento Applicazione Tubazione in pannelli prefabbricati sagomati (bugnato) Edifici residenziali e terziario

14 Sistemi annegati: un dettaglio Lastra preformata Tubazione Giunto di dilatazione Striscia perimetrale

15 Sistemi radianti a pavimento alta inerzia Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni fissate su rete metallica tramite clips Applicazione Edifici residenziali e terziario

16 Sistemi radianti a pavimento alta inerzia Diametro esterno tubazione: 25 mm Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni fissate alle barre Applicazione Edifici industriali Tubazioni fissate su rete elettrosaldata e traliccio di armatura Edifici industriali

17 Sistemi radianti a pavimento Sistemi con tubazione annegata nel massetto Sistemi a umido : Venerdì 22 TABS novembre 2013 Thermally Active Building Systems

18 Sistemi radianti a pavimento basso spessore

19 Sistemi radianti a pavimento basso spessore 1 cm 3 cm Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni inserite in pannelli prefabbricati sagomati Circa 6.5 cm Applicazione Edifici residenziali e terziario 2.5 cm Diametro esterno tubazione: 14 mm

20 Sistemi radianti a pavimento basso spessore Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni inserite in pannelli prefabbricati sagomati, finitura a secco Applicazione Edifici residenziali e terziario Diametro tubazione: 9.9 x 1 mm 1 cm Circa 2.5 cm 1.5 cm

21 Sistemi radianti a pavimento basso spessore Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni inserite in una gabbia metallica Applicazione Edifici residenziali e terziario

22 Sistemi radianti a pavimento basso spessore Tipologia sistema radiante a pavimento Tubazioni inserite in un supporto fresato Applicazione Edifici residenziali e terziario

23 Progettare un sistema radiante

24 Q-TECNICO è il nome della Venerdì collana di 22 guide novembre tecniche 2013 del Consorzio Q-RAD che affronteranno in una serie di manuali monografici le tematiche relative alla corretta installazione degli impianti, la loro progettazione e il quadro normativo di riferimento. Il primo Q-TECNICO si intitola "Approfondimenti per la progettazione di impianti radianti a bassa differenza di temperatura

25 Fenomeni di scambio termico e aspetti energetici Il benessere termoigrometrico negli impianti di riscaldamento e raffrescamento per radiazione Tipologie, componenti e descrizione dei sistemi radianti Calcolo della potenza in riscaldamento e in raffrescamento Dimensionamento dei sistemi radianti

26 Progettare un sistema radiante Corretta progettazione dell edificio (involucro e impianto) Rispetto dei requisiti di Legge Raggiungimento di un elevato livello di comfort Attenzione alla salute degli occupanti: garantire la qualità dell ambiente interno

27 Normative di riferimento: I parametri di comfort UNI EN ISO 7730 (1997), stabilisce i valori minimi da garantire per il comfort ambientale; UNI EN (2008), aiuta a classificare l edificio dal punto di vista del comfort ambientale da garantire mediante sistemi impiantistici.

28 I parametri di comfort

29 La temperatura superficiale IMPIANTI del RADIANTI DI NUOVA Pavimento con legno di pino pavimento Pavimento con legno di quercia

30 Progettare un sistema radiante Qual è il fabbisogno del mio edificio? Qual è il fabbisogno del mio appartamento? Qual è il fabbisogno della mia stanza? Dove mi trovo? Interpiano? A contatto con il terreno? In che zona climatica sono? Qual è la temperatura esterna di progetto?

31 La norma UNI EN 1264

32 La norma UNI EN 1264 UNI EN : Definizioni e simboli UNI EN : Riscaldamento a pavimento: metodi per la determinazione della potenza termica mediante metodi di calcolo e prove UNI EN : Dimensionamento UNI EN : Installazione UNI EN : Superfici per il riscaldamento e il raffrescamento integrate nei pavimenti, nei soffitti e nelle pareti - Determinazione della potenza termica

33 Progettare un sistema radiante Le prescrizioni secondo la norma UNI EN 1264 * per pareti e soffitto il valore è relativo alla parte attiva.

34

35

36 Che cos è la resa di un sistema radiante? Fattori APPLICATIVE che influenzano NELLA la POSA resa di un pannello radiante di tipo A UNI EN

37 Parametri da specificare per la valutazione della resa IMPIANTI Temperatura RADIANTI dell aria DI interna NUOVA Temperatura dell aria del locale adiacente o esterna Temperatura di mandata dell acqua o

38 Determinazione della resa di sistemi radianti Metodi sperimentali Metodi computazionali Il prodotto viene valutato direttamente dal punto di vista prestazionale in relazione alla camera di prova, prescindendo dai suoi dettagli costruttivi e termofisici. Per la previsione delle prestazioni termiche di una superficie soggetta a variabilità nelle caratteristiche dimensionali o costruttive o per verificare le prestazioni di un componente già installato. Tale approccio richiede però che siano note tutte le caratteristiche termofisiche necessarie al calcolo.

39 La resa di un sistema radiante: un esempio Rappresenta la potenza che un determinato sistema radiante (composto da isolante, tubazione, strato di supporto e rivestimento) può fornire, nelle condizioni di temperatura (dell aria e dell acqua) specificate.

40 Un esempio: appartamento interpiano Appartamento 60 m 2. Soggiorno, 2 camere, 1 bagno. Località: Venezia Pareti opache: U = 0.25 W/m 2 K Finestre: U = 1.5 W/m 2 K

41 Un esempio: appartamento interpiano IMPIANTI RADIANTI potenza termica DI NUOVA GENERAZIONE per singola stanza E SOLUZIONI ϕ/a [W/m APPLICATIVE NELLA 2 ] SOGGIORNO 48 POSA CAMERA DA 52 LETTO DOPPIA CAMERA DA 61 LETTO SINGOLA VENEZIA GG = 2345 (zona climatica E) BAGNO 51 INGRESSO 0 Determino la temperatura di mandata dell acqua per ogni circuito in modo da rispettare i limiti di temperatura superficiale.

42 Un esempio: appartamento interpiano potenza termica per singola stanza ϕ/a IMPIANTI RADIANTI [W/m DI NUOVA 2 ] GENERAZIONE SOGGIORNO E SOLUZIONI 48 CAMERA DA 52 APPLICATIVE LETTO DOPPIA NELLA POSA CAMERA DA 61 LETTO SINGOLA BAGNO 51 INGRESSO 0 VENEZIA GG = 2345 (zona climatica E) Superficie: 10m 2 Volume: 27 m 3 Rivestimento: parquet R tot : 1.33 m 2 K/W Passo: 10 cm T mandata : 35 C T ritorno : 30 C

43 I componenti dei sistemi radianti

44

45 Contenuti 1. Introduzione sistemi APPLICATIVE radianti NELLA POSA bassa differenza di temperatura 2. Elementi che compongono i 3. Tipologie di sistemi radianti a 4. Massetti, sistemi a secco e rivestimenti per sistemi radianti 5. Parametri caratteristici dell acqua dei circuiti a pannelli radianti

46 La barriera al vapore Barriera al vapore

47 La barriera al vapore secondo la norma UNI 11377

48 La barriera al vapore Deve essere presente se si posa un pavimento in legno Un esempio di barriera al vapore è il foglio in polietilene Deve essere risvoltato nelle pareti per almeno 10 cm Sovrapposizione dei fogli per almeno 25 cm + sigillatura

49 La barriera al vapore, sistemi tradizionali

50 La barriera al vapore, sistemi a basso spessore

51 La barriera al vapore, riqualificazione con sistemi a basso spessore

52 La barriera al vapore: cosa succede se non si posa correttamente UMIDITÀ DI RISALITA CONTINUA Cause principali: tale fenomeno si verifica in assenza di barriera al vapore per massetti realizzati direttamente su terrapieno. Modalità di ripristino: nel caso di umidità di risalita continua l unica soluzione è quella di realizzare un massetto su adeguata barriera al vapore. Tale massetto, a seconda degli spessori a disposizione, può essere realizzato in sovrapposizione o a seguito della rimozione di quello esistente.

53 Lo strato isolante

54 I materiali: un approfondimento Quali sono le caratteristiche che devo conoscere per valutare i materiali? 1) Conducibilità termica 2) Resistenza 3) Calore specifico 4) Densità 5) Spessore

55 I materiali: un approfondimento Le unità di misura 1) Conducibilità termica 2) Resistenza 3) Calore specifico 4) Densità 5) Spessore

56 I materiali: un approfondimento Un esempio: 1) Conducibilità termica 2) Resistenza 3) Calore specifico Isolante (fibra di Venerdì legno) 22 novembre 2013 Legno W/(mK) 0.1 W/(mK) 0.78 (m 3 K/W) 0.15 (m 3 K/W) 2100 J/(kgK) 2000 J/(kgK) 4) Densità 300 kg/m kg/m 3 5) Spessore 30 mm 15 mm

57 I materiali: un approfondimento Le grandezze derivate 1) Conducibilità termica 2) Resistenza La trasmittanza termica 3) Spessore

58 Tipologie di isolanti accoppiati ai sistemi radianti Gli isolanti posti dietro al sistema radiante hanno la funzione di riduzione del calore ceduto verso l ambiente retrostante.

59 c d e Es: porticato 20 C IMPIANTI a RADIANTI b DI NUOVA 10 C APPLICATIVE Es: NELLA garage POSA b b Es: porticato Piano terra riscaldato esterna 20 C SISTEMA RADIANTE A PAVIMENTO Ambiente riscaldato La norma UNI EN : i requisiti b dello strato isolante c 20 C esterna 20 C riscaldato a Piano terra riscaldato b 10 C Es: garage SISTEMA RADIANTE A SOFFITTO Ambiente Requisiti da norma a b c d e

60 Come riconoscere se lo strato isolante rispetta la UNI EN ? dove R è la resistenza termica [m 2 K/W] s lo spessore [m] lambda la conducibilità termica l [W/(mK)] c d e Es: porticato 20 C a esterna 20 C b Piano terra riscaldato b 10 C b Ambiente riscaldato Es: garage E SISTEMA RADIANTE A PAVIMENTO

61 L importanza dello strato isolante

62 Perché l isolante è importante? Pavimento in legno (8 mm) GENERAZIONE E Massetto SOLUZIONI Isolante (XPS) DEL 2.7 PARQUET. cm l= W/(mK) Solaio Pavimento in legno (8 mm) Massetto Solaio Intonaco Intonaco

63 Perché l isolante è importante? % resa verso l alto: 89.4% % resa verso l alto: 77%

64 E se volessi aumentare la resa verso l alto? Aumento l isolante (lo scelgo con conduttività più bassa oppure con spessore Venerdì più alto) 22 novembre 2013 Poliuretano espanso 2.7 cm l = W/(mK) XPS (4 cm) % resa verso l alto: 91.5% % resa verso l alto: 91.5%

65 E se volessi aumentare la resa verso l alto? scelgo l isolante con conduttività più bassa e aumento lo spessore Poliuretano espanso l = W/(m 2 K) Spessore 4 cm % resa verso l alto: 95%

66 Lo strato di supporto

67 Lo strato di supporto nei sistemi radianti Massetti tradizionali Sono costituiti da una parte legante (cemento, solfato di Calcio) e da inerti di vario tipo o con aggregati di dimensione massima di 6-8 mm miscelati con acqua. Gli impasti, normalmente con consistenza asciutta e/o plastica, possono essere realizzati con semplici betoniere da cantiere o con specifici miscelatori. Il massetto, posato e staggiato, ha normalmente uno spessore di 5 cm anche se esistono prodotti che consentono spessori inferiori, fino a 3.5 cm. Massetti fluidi o autolivellanti Sono caratterizzati da elevata scorrevolezza, fluidità e, una volta induriti, da alte resistenze meccaniche. Possono essere realizzati con spessori ridotti, fino a 3 cm. La scarsa resistenza al passaggio del calore li rende idonei per la copertura e l avvolgimento dei pannelli radianti a pavimento. Sono idonei a ricevere anche pavimentazioni incollate.

68 Lo strato di supporto nei sistemi radianti: I massetti tradizionali La resistenza meccanica del massetto, così come lo spessore, devono essere adeguati alla destinazione d uso ed al tipo di pavimento da posare Per ambienti civili R c N/mm 2 Per ambienti industriali o R c 30 N/mm 2 commerciali Il massetto deve inoltre avere uno spessore adeguato: deve essere maggiore di 3 cm sopra la tubazione

69 Errori di posa

70 Errori di posa

71 Fenomeno di curling dovuto a spessore inadeguato del massetto Errori di progettazione

72 L umidità residua deve essere conforme ai valori previsti per la posa dei pavimenti sensibili all umidità e uniforme in tutto lo spessore. L umidità residua Per massetti a base cemento o confezionati con leganti speciali: Parquet e resilienti: < 2-2,5 % < 1,7% nel caso di massetti riscaldanti Materiale lapideo sensibile all umidità < 3 % Resine: < 4 % Per sottofondi in anidrite: < 0,5 % < 0,3 % nel caso di massetti riscaldanti

73 L umidità residua dopo la fase di stagionatura

74 Il protocollo di primo avviamento La prova di primo avviamento ha inizio con una temperatura di mandata compresa tra i 20 C e i 25 C, che deve essere mantenuta per almeno 3 giorni (1 giorno per massetto a secco). Successivamente la temperatura di mandata viene impostata al valore massimo di progetto, che deve essere mantenuta per almeno 4 giorni (1 giorno per massetto a secco). Il processo di avviamento del riscaldamento deve essere documentato per iscritto. Il riscaldamento preliminare non garantisce che il massetto raggiunga l umidità residua richiesta per la completa maturazione. La completa maturazione del massetto deve essere verificata dalla ditta produttrice dello stesso.

75 Il protocollo di primo avviamento Nel caso la maturazione richiedesse il funzionamento dell impianto di riscaldamento, tale operazione deve essere effettuata secondo le disposizioni di messa a regime dell impianto stesso. Durante la procedura di primo avviamento si devono aerare e ventilare le stanze interessate. La procedura di primo avviamento deve essere regolata manualmente o mediante speciali programmi automatici di regolazione. La regolazione climatica può essere utilizzata nella prova funzionale di riscaldamento solo nel caso in cui sia possibile impostare ad un valore costante la temperatura di mandata, oppure sia presente un programma conforme alla normativa.

76 Il protocollo di primo avviamento Terminata la fase di primo avviamento si deve proteggere il massetto da correnti d aria e dal rischio di un rapido raffreddamento. La messa in esercizio dell impianto, dopo la posa del rivestimento definitivo, deve essere effettuata solo dopo l avvenuta autorizzazione della ditta produttrice del rivestimento.

77 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia Ridotto spessore, buona capacità di conduzione

78 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia Massetti a secco spessore: circa 25 mm Lastra in acciaio spessore: 1 mm Massetti fluidi o autolivellanti (con additivi) - 30 mm

79 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia

80 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia Lastra in calciosilicato spessore: 9 mm conduttività termica: 0.35 W/(mK) misure standard: 1.2 m x 1.2 m Lastra in acciaio: 2 x 1 mm

81 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia Lastra in fibrogesso spessore: da 18 a 25 mm conduttività termica: W/(mK) Temperatura limite: 45 C Lastra in acciaio: 2 x 1 mm

82 Lo strato di supporto nei sistemi radianti a bassa inerzia Lastra in acciaio Spessore ridottissimo (2 mm) elevatissima conduzione del calore Rapidità di posa costo più elevato rispetto ad un sistema tradizionale Lastra in acciaio: 2 x 1 mm

83 Quali sono le rese dei sistemi a basso spessore? IMPIANTI RADIANTI Pavimento DI in NUOVA legno GENERAZIONE (8 mm) E SOLUZIONI APPLICATIVE Massetto NELLA fluido POSA 3 mm Isolante 2.5 cm l= W/(mK) Pavimento in legno (8 mm) Lamine in acciaio (2 mm) Isolante 2.5 cm l= W/(mK) Solaio Solaio Intonaco Intonaco

84 Quali sono le rese dei sistemi a basso spessore? % resa verso l alto: 90% % resa verso l alto: 96%

85 E se volessi aumentare la resa verso l alto? Aumento lo spessore dell isolante % resa verso l alto: 98%

86 Il rivestimento superficiale

87 La posa dei rivestimenti in legno sui sistemi radianti Di norma su un impianto di riscaldamento e raffrescamento radiante è possibile posare qualsiasi tipo di pavimentazione. Già in fase di progettazione sono necessarie informazioni in merito alla tipologia e alle caratteristiche del rivestimento da posare. La conoscenza e la considerazione della resistenza termica del rivestimento finale permette un ottimale dimensionamento già durante la progettazione garantendo così un alto rendimento del sistema. La resistenza termica della pavimentazione (incluso lo strato di supporto) non dovrà superare il valore di 0.15 m 2 K/W. Maggiore è la resistenza termica, maggiore dovrà essere la temperatura di mandata dell acqua.

88 Le condizioni di posa Il sottofondo dovrà essere di spessore adeguato. Il sottofondo dovrà essere solido, senza fessure, piano e pulito e soprattutto completamente asciutto. prima della posa dovrà essere effettuato il primo avviamento dell impianto (come indicato dalla norma UNI EN ).

89 Le condizioni di posa Il collante Il tipo di collante va deciso in accordo con il posatore del pavimento in legno tra quelli idonei alla posa su sottofondi riscaldati. La colla impiegata deve conservare nel tempo una sufficiente elasticità, necessaria per assecondare i naturali movimenti del legno.

90 Le condizioni di posa La striscia perimetrale La striscia perimetrale non dovrà essere tagliata fino all ultimazione della posa del pavimento in legno. In questo modo si otterrà su tutto il perimetro del locale lo spazio necessario alla normale dilatazione del legno.

91 Rivestimenti sistema radiante a pavimento IMPIANTI RADIANTI Spessore DI NUOVA GENERAZIONE (mm) E SOLUZIONI Materiali di rivestimento Piastrelle in ceramica Conducibilità termica l [W/(m K)] Venerdì Resistenza 22 novembre 2013 termica R lb [m 2 K/W] 10 mm PVC 3 mm Parquet a mosaico Parquet a listelli Parquet multistrato 8 mm mm mm Laminato 9 mm

92 Rivestimenti sistema radiante a pavimento l W/(mK)

93 Resistenza m 2 K/W Rivestimenti sistema radiante a pavimento Piastrelle in ceramica PVC Parquet a mosaico Parquet a listelli Parquet multistrato Parquet multistrato Laminato

94 La posa del legno multistrato galleggiante sui sistemi radianti Simulazione FEM stratigrafia sistema radiante con pavimentazione in legno

95 La posa del legno multistrato galleggiante sui sistemi radianti Materassino anticalpestio Pannelli multistrato

96 L inerzia nei sistemi radianti

97 Che cos è l inerzia? L'inerzia termica dell'impianto può essere identificata come la "velocità" con la quale l'impianto segue le variazioni di temperatura ambiente. In termotecnica per inerzia termica si intende la capacità di un materiale o di una struttura di variare più o meno lentamente la propria temperatura come risposta a variazioni di temperatura esterna o ad una sorgente di calore/raffreddamento interno. Si possono definire due classi di sistemi radianti: 1) Sistemi ad alta inerzia 2) Sistemi a bassa inerzia

98 Che cos è l inerzia? Sistemi ad alta inerzia Sistemi a bassa inerzia

99 Quanto tempo impiega il pavimento a raggiungere la temperatura desiderata? Caratteristiche del sistema Temperatura iniziale Temperatura dell ambiente

100 Temperatura superficiale ( C) Temperatura superficiale - tempo Rivestimento superficiale: parquet in legno Sistema radiante tradizionale Sistema radiante basso spessore, massetto fluido 3 cm Sistema radiante basso spessore, T mandata 35 C Sistema radiante basso spessore, T mandata 30 C 0 0:00 1:00 2:00 3:00 4:00 5:00 6:00 7:00 8:00 9:00 10:00 11:00

101 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento

102 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento Il rumore da impatto si trasmette per via solida nel solaio e nelle pareti connesse ed è rigenerato dagli stessi elementi sotto forma di rumore aereo. L isolamento acustico del rumore da calpestio coinvolge tutti i solai di separazione tra gli ambienti ed è quindi un parametro di fondamentale importanza nell iter di progettazione, sia per gli edifici nuovi che per le riqualificazioni.

103 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento Infatti, in fase di pianificazione e di realizzazione del progetto edilizio una corretta progettazione deve mirare all isolamento acustico. La corretta posa dei prodotti è fondamentale per raggiungere l isolamento acustico richiesto (non esiste un isolante acustico ottimale, ma esiste un sistema corretto di isolamento acustico). Se opportunamente disaccoppiato dalle strutture, il sistema radiante a pavimento è di fatto un pavimento galleggiante. Quest ultimo attenua il livello di rumore di calpestio attraverso la creazione di una base flottante e di un materassino resiliente sotto la base flottante. Materiali tipici per la realizzazione di pavimentazioni galleggianti sono le gomme riciclate in materassini e pannelli (lineari e sagomati), il polistirene, il polietilene, le lane e le fibre minerali, i feltri multistrato.

104 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento: i rivestimenti

105 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento: i rivestimenti Prova di rumore al calpestio senza rivestimento Posa del parquet flottante a secco

106 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento: i rivestimenti

107 Prestazioni acustiche di sistemi radianti a pavimento: i rivestimenti 1. Lastra isolante 2. rivestimento 3. clip e tubazione 4. doppia striscia perimetrale 5. solaio

108 Grazie per l attenzione Domande? Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD

109 Gli impianti radianti di nuova generazione: principi Ing. Clara Peretti, Coordinatrice Consorzio Q-RAD Parte 2

110 Concetti importanti (1/2) La temperatura superficiale delle pavimentazioni in legno è legata ai limiti di comfort. Il valore massimo di temperatura superficiale è di 27 C (UNI CEN/TS 15717:2008). Parametro fondamentale per le pavimentazioni in legno è la resistenza termica R, espressa in m 2 K/W. Il valore di R deve essere inferiore a 0.15 m 2 K/W (UNI CEN/TS 15717:2008). La scelta della finitura superficiale deve essere tenuta in considerazione durante la fase di progettazione. Per valori elevati di resistenza si consiglia di aumentare lo spessore dell isolante.

111 Concetti importanti (2/2) Strato di supporto Resistenza meccanica, trasmissione del calore Lamine conduttive: Favoriscono il flusso di calore verso l alto Striscia perimetrale: spessore 5-10 mm Accompagna le dilatazioni del massetto Tubazione: diametro mm Trasporto del fluido termovettore Pellicola PE: Schermo al vapore Strato Isolante Riduzione flusso termico verso il basso 5) Foglio in PE: spessore 0.2 mm Protezione dell isolante, consentire il libero movimento e evitare possibili rumori dovuti a dilatazioni termiche.

112 La versatilità del legno Isolante Strutturale Decorativo Finitura Arredo Combustibile

113 La versatilità del legno Isolante Materassini rigidi, isolante in rotoli Listelli, listoni, prefiniti, laminati, parquet Rovere, Noce, Larice Finitura

114 Il comportamento delle pavimentazioni in legno

115 Il comportamento delle pavimentazioni in legno Le variazioni di umidità hanno diversi effetti in funzione delle dimensioni delle APPLICATIVE assi NELLA POSA

116 Il comportamento delle pavimentazioni in legno le assi parallele alla camera. L effetto combinato può essere contenuto collocando dimensione maggiore della Un pavimento in legno con bordi smussati aiuta a ridurre la comparsa di fessurazioni da ritiro.

117 Il comportamento delle pavimentazioni in legno Il laminato Le pavimentazioni in laminato forniscono soluzioni ai possibili problemi connessi con pavimento in legno da ¾ di pollice (circa 2 cm). Il vantaggio più significativo dei pavimenti laminati è la loro capacità di resistere al restringimento. Il ritiro e l imbarcamento che si verificano nei pavimento in legno non è probabile che si verifichi nei pavimenti in laminato, perché sono bi-orientato (similmente al compensato). Inoltre, pavimenti in legno laminato sono generalmente più sottili dei pavimenti in legno massello da ¾ di pollice, e hanno meno resistenza al calore radiante (valori di R più bassi).

118 La posa del parquet con un pavimento radiante Parquet incollato sul sottofondo Parquet fissato al massetto Parquet flottante

119 La posa del parquet con un pavimento radiante Parquet incollato sul sottofondo Parquet fissato al massetto (inchiodato) Parquet flottante

120 Caso studio 1: riqualificazione di un edificio storico

121 Fotografie di cantiere

122 Fotografie di cantiere

123 Dettagli pavimentazione

124 Dettagli pavimentazione

125 Installazione di un sistema radiante a basso spessore in un edificio residenziale

126 Fasi di installazione di un sistema radiante a basso spessore

127

128 Installazione strato isolante preformato

129 Installazione lamine conduttive Installazione tubazione

130 Installazione ripartitore di carico in fibre sintetiche = W/(mK) Spessore: 4 mm

131

132 Taglio della striscia perimetrale

133

134

135

136

137 Rivestimento superficiale in legno Listoncini 1.5 cm

138 Sistema radiante a pavimento a basso spessore in un sala espositiva con diverse finiture in legno

139

140 Posa foglio PE

141 Parquet Parquet prefinito rovere prefinito larice Parquet prefinito rovere Parquet prefinito doussiè

142

143

144 R = / 0.13 = 0.16 m 2 K/W R feltro = / = 0.09 m 2 K/W R totale: = 0.25 m 2 K/W

145 R = / 0.14 = 0.15 m 2 K/W R feltro = / 0.05 = 0.06 m 2 K/W R totale: = 0.21 m 2 K/W

146

147

148 40

149 R = / 0.14 = 0.15 m 2 K/W R cartone = / 0.05 = 0.06 m 2 K/W R totale: = 0.21 m 2 K/W

150 R = / 0.15 = 0.10 m 2 K/W R fibra legno = 0.01 / = 0.17 m 2 K/W R totale: = 0.27 m 2 K/W

151 Sistemi radianti + rivestimenti in legno = elevato comfort

152 Sistemi radianti + rivestimenti in legno = elevato comfort

153 Grazie per l attenzione Domande? Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli

L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI CON I SISTEMI RADIANTI A SECCO

L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI CON I SISTEMI RADIANTI A SECCO L'EFFICIENZA E IL COMFORT NELLE RIQUALIFICAZIONI Relatore: Ing. Alessandro Buzzoni - responsabile ufficio tecnico FloorTech CONSUMI ENERGETICI In Italia il SETTORE CIVILE è attualmente responsabile di

Dettagli

I SISTEMI DI PARTIZIONE INTERNA

I SISTEMI DI PARTIZIONE INTERNA Università degli Studi della Basilicata Facoltà di Architettura Laurea Specialistica in Ingegneria Edile-Architettura Tecnologia dell Architettura I prof. arch. Sergio Russo Ermolli a.a. 2010-2011 I SISTEMI

Dettagli

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE MISCELAZIONE E POSA IN OPERA CARNIVAL è un massetto minerale

Dettagli

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica eurothex HI-performance ad alta efficienza energetica Un sistema di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficenza energetica Thermoplus è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento ad

Dettagli

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK NUOVA FORMULAZIONE Da 10 anni il massetto specifico per sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. 10 anni di

Dettagli

I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni

I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni Pinerolo, 28 marzo 2008 I sistemi di riscaldamento a pavimento: i motivi della scelta e la soluzione per le ristrutturazioni Per. Ind. Massimo Fabricatore Direttore Generale velta italia Riscaldamento

Dettagli

IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI

IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI IL MODO CORRETTO PER ESEGUIRE LA POSA DEL PARQUET SU MASSETTO CON RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI E QUALI ACCORGIMENTI METTERE IN ATTO PER IL CORRETTO MANTENIMENTO

Dettagli

Sistema radiante Zehnder NIC

Sistema radiante Zehnder NIC Sistema radiante Zehnder NIC Il sistema di climatizzazione radiante Zehnder NIC è adatto sia per il riscaldamento che per il raffrescamento degli ambienti, ed è applicabile a soffitto o a parete. Altro

Dettagli

Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia)

Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia) Il calcolo della resa termica, dei sistemi radianti, secondo le nuove normative (Gianni Lungarini Direttore Tecnico Velta Italia) Quadro normativo La prima norma che trattava il dimensionamento di sistemi

Dettagli

velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni

velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni velta siccus / HD / klima Il sistema di riscaldamento nelle ristrutturazioni 2 La seguente documentazione ha validità dal 01.2011 fino alla prossima nuova edizione. Si riserva la possibilità di apportare

Dettagli

Isolamento acustico anticalpestio

Isolamento acustico anticalpestio Isolamento acustico anticalpestio Isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato Pavitema Rex è una gamma di isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato nata per rispondere alla

Dettagli

Q-DAY Expert Forum: Focus sul radiante 2012. Aggiornamenti e ricerche sui sistemi radianti in Italia

Q-DAY Expert Forum: Focus sul radiante 2012. Aggiornamenti e ricerche sui sistemi radianti in Italia Aggiornamenti e ricerche sui sistemi radianti in Italia Maria-Anna Segreto Marzio Platter radiante nell edilizia Presentazione Laboratorio LAERTE Efficienza energetica e sicurezza Responsabile Scientifico

Dettagli

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni 2 3 Riscaldamento a pavimento ciclo di preaccensione Operazione prevista dalle norme UNI 11371 e 1264.4 oltre al Manuale IL PARQUET Affinchè il risultato finale

Dettagli

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space

SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI. space SPACE NUOVI SISTEMI RADIANTI space SPACE Il sistema di riscaldamento radiante a pavimento LOEX SPACE, è studiato e progettato appositamente per l ottenimento del massimo comfort in stabilimenti produttivi,

Dettagli

AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO

AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO SISTEMI RADIANTI Pag. 14 PANNELLO RADIANTE PER PARETI E SOFFITTI COS È AktivBoard è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a parete

Dettagli

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT System pag. 2 INTRODUZIONE pag. 4 Mapesilent system pag. 4 PRESTAZIONI E POSA IN OPERA pag. 6 ESEMPIO DI CALCOLO ACUSTICO pag. 7 ESEMPIO DI CALCOLO TERMICO pag. 8 COMPONENTI

Dettagli

condizioni per la posa su massetto riscaldante

condizioni per la posa su massetto riscaldante condizioni per la posa su massetto riscaldante Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it

Dettagli

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP SISTEMA VERTICAL TOP SOFFITTO/PARETE SISTEMA VERTICAL TOP Struttura Modulo 2000x1200 Modulo 1000x1200 Mandata/Ritorno Raccordi Sistema radiante a soffitto/parete specifico per la climatizzazione degli

Dettagli

REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO

REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO 1. QUADRO NORMATIVO La scelta dei componenti di frontiera tra ambiente esterno ed interno o tra ambienti interni contigui è determinata dalla necessità

Dettagli

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI:

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI: CIRFONIC hp Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC HP è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI secondo UNI TS 11300-1 - UNI EN ISO 6946 - UNI EN ISO 13370

CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI secondo UNI TS 11300-1 - UNI EN ISO 6946 - UNI EN ISO 13370 CARATTERISTICHE TERMICHE E IGROMETRICHE DEI COMPONENTI OPACHI secondo UNI TS 11300-1 - UNI EN ISO 6946 - UNI EN ISO 13370 Descrizione della struttura: PARETE PERIMETRALE ESTERNA Codice: M1 Trasmittanza

Dettagli

basso consumo energetico

basso consumo energetico Impianti radianti a pavimento negli edifici a basso consumo energetico Verona, 4 ottobre 2012 Prof. Michele De Carli Dipartimento di 2 Dipartimento di Edifici a basso consumo, definizione: Edifici a basso

Dettagli

La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo.

La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo. La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo. Maggiore efficienza energetica sistema radiante = maggiore comfort, minori consumi Lo scopo di tutti

Dettagli

Abitazioni tradizionali ecosostenibili

Abitazioni tradizionali ecosostenibili Abitazioni tradizionali ecosostenibili & analisi caratteristiche termofisiche e ciclo di vita Una abitazione ecosostenibile non può prescindere da: strategie passive per la termoregolazione (rapporto superficie/volume

Dettagli

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento

Perdite stimate di energia causate da inadeguato isolamento Isolamenti, termo cappotto e case di legno L isolamento dell involucro Isolare in maniera ottimale un edificio consente un risparmio dei consumi di energia dal 40 fino ed oltre il 70%. Investire nel miglioramento

Dettagli

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO CARATTERISTICHE TECNICHE: Solidone è un legante idraulico formulato con cementi speciali ad alta resistenza

Dettagli

L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano.

L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano. Laterlite 38 tecnologia L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano. Soluzioni per vespai isolati contro terra Le novità contenute nel Decreto requisiti minimi

Dettagli

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI IMPIANTI DI DI RISCALDAMENTO E E RAFFRESCAMENTO RADIANTE S CHEDA TECNICA 2 11 IMPIANTI CIVILI SLIMINNOVATION SPECIALE RISTRUTTURAZIONI SISTEMA CON MASSETTO a basso spessore PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI

Dettagli

mflor e il riscaldamento a pavimento

mflor e il riscaldamento a pavimento mflor e il riscaldamento a pavimento Gli impianti di riscaldamento a pavimento stanno acquistando sempre più popolarità, poiché oltre ad elevati livelli di comfort offrono numerosi altri vantaggi. Questo

Dettagli

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA:

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CIRFONIC SPECIAL Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC SPECIAL è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

PAVIFOND REVOLUTION. novità MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO

PAVIFOND REVOLUTION. novità MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO LINEA novità 0 PAVIFOND REVOLUTION CONDUCIBILITÀ TERMICA λ 0,09 W/mK È UN PRODOTTO ECO ECOSOSTENIBILE MASSETTO PREMISCELATO SUPER LEGGERO E ISOLANTE A BASE DI VETRO ESPANSO PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO

Dettagli

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft Pavitema Isolamento acustico dei sottopavimenti Pavitema rappresenta la soluzione pratica ed economica per risolvere il problema dell isolamento anticalpestio. L offerta della Maxitalia è costituita da

Dettagli

DELLA TRASMITTANZA TERMICA PER

DELLA TRASMITTANZA TERMICA PER Impianti di Climatizzazione e Condizionamento a.a. 2011-12 - Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti 1 CALCOLO DEI CARICHI TERMICI E DELLA TRASMITTANZA TERMICA PER ALCUNI CASI DI STUDIO Il

Dettagli

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento Sistemi di posa - comfort e risparmio energetico Sistemi di posa - Sistema Easy Sistemi di posa - Sistema Easy Tech ribassato Easy 50 - Pannello isolante Easy Tech 50R - Pannello isolante ribassato Tubo

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo

DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo DLGS 192 Interventi per il controllo del surriscaldamento estivo 1-Efficaci elementi di schermatura delle superfici vetrate ( esterni o interni) 2-Ottimizzare la ventilazione naturale 3-Eventuale ventilazione

Dettagli

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio Non fanno una piega Sottofondi a Secco Brio Sistema Costruttivo a Secco 10/2006 Sottofondi a Secco Brio Leggeri, resistenti e semplici da posare Un passo avanti nella tecnologia delle lastre per sottofondi

Dettagli

Buono Microclima confortevole

Buono Microclima confortevole Temperatura superficiale della parete radiante 45 40 35 30 25 Comfort termico mediante convezione e irradiazione (secondo Dr. Ledwina). Tratto dal materiale didattico del Corso di Architettura Bioecologica

Dettagli

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA

SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO A PAVIMENTO PANNELLO ISOLANTE THERMOCONCEPT RIBASSATO SCHEDA TECNICA PANNELLO ISOLANTE SCHEDA TECNICA UNI EN 13163 PANNELLO ISOLANTE CARATTERISTICHE TECNICHE Il pannello Ribassato nasce dalla migliore tecnologia di stampaggio e accoppiamento a caldo del polistirene espanso.

Dettagli

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO DI COSA SI TRATTA LITHOTHERM è un sistema radiante a pavimento a bassa temperatura con un breve tempo di reazione: questo

Dettagli

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013 Componenti SISTEMA A PAVIMENTO RADIANTE A SECCO Descrizione Sistema a pavimento radiante in esecuzione a secco, senza l impiego di malta cementizia come strato di supporto della finitura superficiale e

Dettagli

SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA

SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA SISTEMI RADIANTI PARETE E SOFFITTO DRY CLIMA DryClima 1. Profilo seconda orditura 2. Raccordo a T 20/10/10 ad innesto rapido 3. Tubo tondo diametro 20x2 mm multistrato preisolato 6 mm 4. Tubo Pe-x 8-10

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO UNI UNI EN EN 1264/1-2-3-4 Presentazione a cura di: RDZ S.p.A. Configurazione della norma Configurazione della norma UNI UNI EN

Dettagli

2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3

2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3 INDICE GENERALE: 1. Introduzione pag. 3 2. Inquadramento Legislativo e Normativo pag. 3 3. Stratigrafia del divisorio di copertura e caratteristiche tecniche dei prodotti pag. 5 4. Calcolo della trasmittanza

Dettagli

Fonisocal e Fonisocal Plus

Fonisocal e Fonisocal Plus I massetti nelle costruzioni civili e commerciali Fonisocal e Fonisocal Plus Caratteristiche e vantaggi ing. Alessandra Tonti Pescara, Calcestruzzi 26/05/2011 - Italcementi Group Title a.tonti@calcestruzzi.it

Dettagli

ImpIantI radianti a pavimento posa e progettazione 09-07

ImpIantI radianti a pavimento posa e progettazione 09-07 Impianti radianti a Pavimento Posa e progettazione 09-07 IMPIANTI GEOTERMICI - GEOTHERMAL PLANTS INDICE Impianti radianti a Pavimento Posa e progettazione Impianti ad uso civile pg. 5 Impianti ad uso

Dettagli

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro 1 Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro Amministratore Delegato KLIMIT Srl Rappresentante Esclusivo Herz per l Italia 2 1 Come funziona un

Dettagli

SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA

SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA ORA VEDREMO IN SINTESI LE POSSIBILI SOLUZIONI TECNICHE RELATIVE A: 1. Isolamento acustico per via aerea mediante sistemi in cartongesso per

Dettagli

SUPER SABBIA E CEMENTO

SUPER SABBIA E CEMENTO LINEA SUPER SABBIA E CEMENTO novità Da oggi fibrorinforzato FIBRORINFORZATO MASSETTO TRADIZIONALE FIBRORINFORZATO PREDOSATO A MEDIO/RAPIDA ASCIUGATURA PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO DA AGGREGATO SILICEO,

Dettagli

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali EPS 10/2013 Knauf Therm Pavimenti Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali Knauf Therm: soluzioni isolanti per l isolamento civile ed industriale Elevate

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

avvio della procedura di scelta del contraente ELABORATI AMMINISTRATIVI E TECNICI

avvio della procedura di scelta del contraente ELABORATI AMMINISTRATIVI E TECNICI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PROVINCIALE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO OPERE CIVILI Progetto : Fase : Categoria : Titolo: RICERCA DI UN PARTNER PRIVATO PER LA REALIZZAZIONE DI UN INTERVENTO FINALIZZATO

Dettagli

L isolante termico anticalpestio. Isolamento termoacustico dei solai

L isolante termico anticalpestio. Isolamento termoacustico dei solai L isolante termico anticalpestio Isolamento termoacustico dei solai L isolante termico anticalpestio Un doppio problema: requisiti acustici e rendimento energetico dei solai Le normative italiane stabiliscono

Dettagli

Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO)

Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO) Edilizia ecologica ed a basso consumo energetico Casa unifamigliare a Givoletto (TO) Progettazione bioclimatica ed architettonica, direzione lavori: Ing. Clemente Rebora ProAere Avigliana (TO) pag. 1 Principi

Dettagli

SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE. Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti. Fino al 20 %

SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE. Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti. Fino al 20 % SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti Fino al 20 % di risparmio sui costi di riscaldamento COMFORT, RISPARMIO E BENESSERE I motivi per scegliere

Dettagli

Guida alle applicazioni

Guida alle applicazioni Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Divisione Isolanti Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Introduzione 04 Strutture

Dettagli

Schlüter -BEKOTEC. Soluzioni innovative per massetti

Schlüter -BEKOTEC. Soluzioni innovative per massetti Schlüter -BEKOTEC Soluzioni innovative per massetti Vantaggi Stratigrafia di basso spessore Riduzione dei pesi e dei materiali Pavimenti privi di fessurazioni. Garantito. Garanzia completa Schlüter-Systems

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE Hanno funzione portante t secondaria cioè non garantiscono la sicurezza statica complessiva dell edificio ma devono assicurare la protezione e l incolumità

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam Pregyver sistema lastre- Pregyroche PANNELLI ACCOPPIATI I PANNELLI ACCOPPIATI SINIAT I pannelli preaccoppiati Siniat

Dettagli

Attacco in fondazione della muratura: soluzioni

Attacco in fondazione della muratura: soluzioni Attacco in fondazione della muratura: soluzioni Roberto Calliari Chi ben comincia è a metà dell opera! Questo detto popolare si può correttamente applicare nella costruzione di un edificio efficiente.

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Sistema per pavimenti

Sistema per pavimenti Schlüter -BEKOTEC Sistema per pavimenti 9.1 struttura in basso spessore a ridotta deformazione concava e convessa Scheda tecnica Applicazione e funzione Schlüter -BEKOTEC è un sistema sicuro che permette

Dettagli

Isolamento acustico al calpestio

Isolamento acustico al calpestio Acustica in edilizia Isolamento acustico al calpestio In materia di inquinamento acustico fa testo la legge quadro n.447 del 26 ottobre 1995 che: fissa le competenze di Stato, Regioni, Province, Comuni

Dettagli

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA TERMICODEMOLIZIONE ISOLA CON Sistemi e soluzioni per l isolamento termico in argilla espansa ai sensi del nuovo Decreto 26 giugno 2015 sull efficienza energetica in edilizia (NZEB - edifici a energia quasi

Dettagli

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Controllo del comportamento termoigrometrico nelle chiusure verticali opache AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Approfondimenti tecnici prestazione termoigrometrica spunti progettuali analisi ed esempi applicativi

Dettagli

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO SEYBILASTIK ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI OTTIMA LAVORABILITÀ RAPIDO ANTISCIVOLO DEFORMABILE GRANDI

Dettagli

Piani di posa riscaldanti e raffrescanti

Piani di posa riscaldanti e raffrescanti Piani di posa riscaldanti e raffrescanti Tra le tecnologie di più recente applicazione si è diffusa quella di utilizzare i massetti, siano essi a base cemento, di leganti idraulici o a base di solfato

Dettagli

Sistema a pavimento. euroslim. Sviluppato per la ristrutturazione

Sistema a pavimento. euroslim. Sviluppato per la ristrutturazione IT Sistema a pavimento Sviluppato per la ristrutturazione Sviluppato per le ristrutturazioni Sistema ideale nella lavorazione a secco sul quale è possibile applicare lastre a secco in sostegno del rivestimento

Dettagli

Categoria A. Categoria B. Categoria C. Categoria D. Categoria E. Categoria F. Categoria G. Categorie di cui alla Tabella A. R w D 2m,n,T,w L n,w

Categoria A. Categoria B. Categoria C. Categoria D. Categoria E. Categoria F. Categoria G. Categorie di cui alla Tabella A. R w D 2m,n,T,w L n,w Pavigran Il tappeto ecologico in gomma per anticalpestio Pavigran è una gamma di tappeti isolanti in gomma per lo smorzamento delle vibrazioni, da installare sotto il pavimento per risolvere i problemi

Dettagli

SOMMARIO 1. PARETI... 5 2. COPERTURE... 25 3. SOLAI INTERMEDI... 33 4. DETTAGLI COSTRUTTIVI... 37

SOMMARIO 1. PARETI... 5 2. COPERTURE... 25 3. SOLAI INTERMEDI... 33 4. DETTAGLI COSTRUTTIVI... 37 Rev.7 MAPPA TECNICA SOMMARIO 1. PARETI... 5 1.1 PARETE ESTERNA A TELAIO SENZA VANO TECNICO... 6 1.2 PARETE ESTERNA A TELAIO CON VANO TECNICO... 8 1.3 PARETE ESTERNA A TELAIO REI 60... 10 1.4 PARETE ESTERNA

Dettagli

EchoSTOP. Tublex. Gruppo. Isolanti acustici fonoimpedenti. L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari

EchoSTOP. Tublex. Gruppo. Isolanti acustici fonoimpedenti. L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari EchoSTOP Isolanti acustici fonoimpedenti Tublex L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari Gruppo EchoSTOP Isolanti acustici fonoimpedenti La gamma EchoSTOP racchiude una serie di prodotti,

Dettagli

PAVIMENTO SOPRAELEVATO RADIANTE. Tech

PAVIMENTO SOPRAELEVATO RADIANTE. Tech PAVIMENTO SOPRAELEVATO RADIANTE Tech I sistemi radianti a secco non necessitano di massetto cementizio per la distribuzione del calore. Sono leggeri, veloci da posare, immediatamente calpestabili e hanno

Dettagli

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico Schlüter -BEKOTEC-EN 18 FTS Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico 9.4 Struttura per massetto di basso spessore privo di tensioni, a ridotta deformazione. Particolarmente indicato per

Dettagli

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Impianti di riscaldamento Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Sono i sistemi più utilizzati nell edilizia residenziale dove spesso sono di solo riscaldamento, ma possono

Dettagli

SISTEMA NAVI CERCOL CERCOL

SISTEMA NAVI CERCOL CERCOL Introduzione All interno di imbarcazioni, dagli yacht privati alle grandi navi da crociera, gli acciai strutturali ed inossidabili costituiscono la grande maggioranza dei sottofondi degli ambienti comuni

Dettagli

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA Prima della posa in opera è fondamentale l indagine tecnica preventiva per verificare la situazione del cantiere ed effettuare le misurazioni necesarie. Stato del cantiere

Dettagli

I sistemi radianti RDZ per l edilizia scolastica

I sistemi radianti RDZ per l edilizia scolastica I sistemi radianti RDZ per l edilizia scolastica SCUOLA RDZ Company Profile RDZ, azienda leader in Italia nei sistemi radianti di riscaldamento e raffrescamento, certificata ISO 9001:2008, da oltre 35

Dettagli

UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE PROVE IN OPERA

UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE PROVE IN OPERA Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE

Dettagli

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema:

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema: S I S T E M I A C A P P O T T O D E S C R I Z I O N E L'isolamento a cappotto consiste nell'applicazione, sull'intera superficie esterna verticale di un edificio, di pannelli isolanti che vengono poi coperti

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

Sistema a pavimento. ecoplus. la natura a casa tua

Sistema a pavimento. ecoplus. la natura a casa tua IT Sistema a pavimento la natura a casa tua La natura a casa tua Creare luoghi significativi per aiutare l uomo ad abitare, ciò attraverso la comprensione ed il rispetto del Genius Loci, lo spirito del

Dettagli

Sistema a pavimento. ecoplus. la natura a casa tua

Sistema a pavimento. ecoplus. la natura a casa tua IT Sistema a pavimento la natura a casa tua La natura a casa tua Creare luoghi significativi per aiutare l uomo ad abitare, ciò attraverso la comprensione ed il rispetto del Genius Loci, lo spirito del

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile,

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile, Massetti leggeri Perliking : Polistirene macinato e perla vergine per massetti in CLS leggero Tipo PKM Polistirene espanso macinato a granulometria variabile PKM/ADD Polistirene espanso macinato a granulometria

Dettagli

RISCALDAMENTO ELETTRICO A PAVIMENTO

RISCALDAMENTO ELETTRICO A PAVIMENTO a secco a umido RISCALDAMENTO ELETTRICO A PAVIMENTO TENERE CLASSIC Serpentine riscaldanti per pavimenti a umido a umido TENERE CLASSIC è un cavo riscaldante posto già a serpentina su un tappetino di rete

Dettagli

well-built for better living gruppo attiva SISTEMI RADIANTI MAGGIO 2015 ITALIANO

well-built for better living gruppo attiva SISTEMI RADIANTI MAGGIO 2015 ITALIANO well-built for better living gruppo attiva SISTEMI RADIANTI MAGGIO 2015 ITALIANO KLIMADRY PANNELLI RADIANTI IN FIBRA DI LEGNO SISTEMI RADIANTI Pag. 2 RISCALDAMENTO A PAVIMENTO A SECCO KLIMADRY è un sistema

Dettagli

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ Soluzioni speciali I.2.2 Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ L ultra-takk è una valida alternativa nel caso di grandi superfici sulle quali va montato un riscaldamento a pavimento. Srotolare a posare:

Dettagli

Soluzioni per pareti e solai ISOTEX. Metodo costruttivo in legno-cemento. Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto

Soluzioni per pareti e solai ISOTEX. Metodo costruttivo in legno-cemento. Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto Soluzioni per pareti e solai ISOTEX Metodo costruttivo in legno-cemento Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto La documentazione della ditta C & P Costruzioni è stata analizzata

Dettagli

Cantiere Galassi-Varmo

Cantiere Galassi-Varmo Cantiere Galassi-Varmo Riccardo Berti 27 ottobre 2014 1 1 Norme tecniche di riferimento UNI 10351 Materiali da costruzione. Conduttività termica e permeabilità al vapore; UNI 10355 Murature e solai. calcolo;

Dettagli

Pannelli isolanti Akustic SD30 e SD20

Pannelli isolanti Akustic SD30 e SD20 Akustic SD30 e SD20 TECEradiant - Pannello preformato AKUSTIC Descrizione: pannello preformato termoacustico per abbattimento rumore da calpestio, in polistirene espanso sinterizzato, doppia densità, conforme

Dettagli

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.

sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm. sistema euromax Eurotherm SpA Pillhof 91 I-39010 Frangarto BZ Tel. 0471 63 55 00 Fax 0471 63 55 1 1 mail@eurotherm.info www.eurotherm.info sistema euromax Alta resistenza nel minimo spessore Il sistema

Dettagli

CENED + : ANALISI DI UN CASO STUDIO

CENED + : ANALISI DI UN CASO STUDIO SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED CENED + : ANALISI DI UN CASO STUDIO Clara PISTONI - Giovanna CARIA IMPIANTO DATI GENERLI CENED + : ANALISI DI UN CASO STUDIO INFORMAZIONI INTRODUTTIVE 2 COMUNE CERMENATE

Dettagli

In attesa e nella speranza che il D.P.C.M. 5.12.97 venga rivisitato e aggiornato, dobbiamo riferirci inevitabilmente ai requisiti acustici che il

In attesa e nella speranza che il D.P.C.M. 5.12.97 venga rivisitato e aggiornato, dobbiamo riferirci inevitabilmente ai requisiti acustici che il Progettazione, scelte tecniche e controlli dell isolamento acustico tra unità abitative, corretta posa in opera di solai, tamponamenti e pareti divisorie Ing. Paolo Giacomin Vice Presidente Commissione

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/1990 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/1998 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

UNI 11371 - Massetti per parquet e pavimentazioni di legno - proprietà e caratteristiche prestazionali

UNI 11371 - Massetti per parquet e pavimentazioni di legno - proprietà e caratteristiche prestazionali RETTONDINI p.i. PAOLO Via Stazione, 10 39030 Chienes (BZ) C.F.: RTTPLA55M24I105Y P.I.: 02512570215 Tel. e Fax: +39 0474565425 Cell.: +39 334 6844931 E-mail: rettondini@tin.it E-Mail posta certificata:

Dettagli

BetonRadiant. Sistema modulare per pavimenti radianti LISTINO PREZZI PAVIMENTO RADIANTE BETONRADIANT 2016

BetonRadiant. Sistema modulare per pavimenti radianti LISTINO PREZZI PAVIMENTO RADIANTE BETONRADIANT 2016 2016 BetonRadiant Sistema modulare per pavimenti radianti Sistemi costruttivi a secco per la bioedilizia LEGENDA Sistemi modulari per pavimenti radianti BetonRadiant 1. Sistemi per pavimenti radianti con

Dettagli

Calcolo della trasmittanza di una parete omogenea

Calcolo della trasmittanza di una parete omogenea Calcolo della trasmittanza di una parete omogenea Le resistenze liminari Rsi e Rse si calcolano, noti i coefficienti conduttivi (liminari) (o anche adduttanza) hi e he, dal loro reciproco. (tabella secondo

Dettagli