ENTE NAZIONALE per la MECCANIZZAZIONE AGRICOLA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENTE NAZIONALE per la MECCANIZZAZIONE AGRICOLA"

Transcript

1 ENTE NAZIONALE per la MECCANIZZAZIONE AGRICOLA La tassazione dei prodotti energetici nell'unione Europea, con particolare riferimento alla fiscalità relativa ai carburanti e ai combustibili impiegati in agricoltura

2 INDICE INTRODUZIONE... 3 IL QUADRO NORMATIVO COMUNITARIO... 3 Differenziazione dei livelli di tassazione... 6 Esenzioni e riduzioni d accisa... 6 Periodi transitori per l applicazione della direttiva... 7 TABELLE RIASSUNTIVE DEI LIVELLI DI TASSAZIONE E DI ACCISA APPLICATI NEI DIVERSI STATI MEMBRI DELL'UNIONE EUROPEA AI PRODOTTI ENERGETICI E ALL'ELETTRICITÀ Kerosene... 2 Olio pesante GPL : Gas di Petrolio liquefatto Gas naturale (Gas Metano)...29 Elettricità I CONSUMI ENERGETICI IN ITALIA L ANDAMENTO DEI PREZZI DEI PRODOTTI ENERGETICI IN ITALIA...36 IL QUADRO NORMATIVO DEI PRODOTTI ENERGETICI IN ITALIA GLI ASPETTI FISCALI LE AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA NORMATIVA IN ALCUNI STATI MEMBRI PER L'IMPIEGO DEI CARBURANTI E DEI COMBUSTIBILI IN AGRICOLTURA ITALIA...39 FRANCIA...4 SPAGNA REGNO UNITO...44 OLANDA GERMANIA...47 FINLANDIA CONCLUSIONI

3 INTRODUZIONE L utilizzo dell imposizione fiscale per il raggiungimento di alcuni obiettivi ambientali è stato al centro del dibattito per la definizione delle politiche comunitarie sin dai primi anni novanta, attraverso le cosiddette tasse verdi, la carbon tax, le tasse sulla circolazione delle autovetture o incentivi fiscali a automezzi meno inquinanti della media. Gli Stati Menbri dell'unione Europea presentano differenze sostanziali nei loro sistemi fiscali. Queste discrepanze sono rilevabili non solo con una diversa enfasi tra tassazione diretta ed indiretta, ma anche confrontando lo stesso tipo di tassa a causa della diversa definizione di base impositiva, tariffe, percentuali di tassazione ecc. Queste differenze si manifestano chiaramente anche nella tassazione dei mezzi tecnici impiegati in agricoltura (fertilizzanti, antiparassitari, carburanti ecc.). Il presente studio vuole fornire una panoramica della fiscalità dei prodotti energetici, in particolare di quelli impiegati in agricoltura, nell'ambito dei sistemi fiscali dei Paesi del Unione Europea. Va ricordato, valutando i differenti livelli di tassazione dei prodotti energetici, che le accise sono imposte in quantità, ovvero applicano un aliquota in somma fissa (e non una percentuale) ad ogni unità di quantità. Al contrario delle imposte ad valorem, dunque, le accise vedono ridurre la loro incidenza se non adeguate al tasso di incremento dei prezzi. Va inoltre ricordato che sui prodotti soggetti ad accisa grava anche l IVA, che, a differenza dell'accisa viene calcolata in percentuale sul valore dato dal costo industriale sommato all'accisa. Una panoramica del carico fiscale sui mezzi tecnici impiegati in agricoltura ed in particolare sui carburanti agricoli è di particolare interesse anche alla luce della crescente concorrenza interna del mercato agricolo comunitario conseguente all'adozione della moneta unica e all'allargamento dell'unione a quindici Stati Membri. In particolare, l'ingresso nell'unione di paesi a forte vocazione agricola quali la Polonia e la Romania (Paese candidato a far parte dell'ue), ha in parte reso necesario la rimodulazione della Politica Agricola Comunitaria e rappresenta una sfida per l'agricoltura nazionale soprattutto laddove livelli di tassazione più favorevoli dei mezzi tecnici impiegati in agricoltura incrementassero questa distorsione del mercato interno. IL QUADRO NORMATIVO COMUNITARIO La Conferenza delle Nazioni Unite sull ambiente e lo sviluppo svoltasi nel giugno 1992 a Rio de Janeiro (il cosiddetto Earth Summit) ha richiamato l attenzione sulla necessità e urgenza di una strategia mondiale per la riduzione dei gas ad effetto serra, anche attraverso l utilizzazione di strumenti economici. All epoca, la proposta della Commissione europea di una tassazione sul carbone e l energia armonizzata tra gli Stati membri finalizzata a stabilizzare le emissioni di CO 2 nel medio periodo trovò una forte opposizione nel Consiglio dei Ministri dell Economia e delle Finanze (il cd. ECOFIN). Si raggiunse pertanto un compromesso attraverso una proposta basata sull attuale sistema delle accise sugli oli minerali. La proposta, sottoposta nel 1997 (COM(97) 3) rispondeva alle istanze emerse con l Earth Summit di Rio ma sostanzialmente era stata concepita per rispondere alla necessità di assicurare un corretto funzionamento del mercato interno e preparava il terreno per l accordo raggiunto infine dall'ecofin del 27 ottobre 23 con la Direttiva 23/96/CE ("la direttiva"), entrata in vigore il 1 gennaio 24, che ristruttura il quadro comunitario sulla tassazione dei prodotti energetici e dell'energia elettrica, ampliando la portata della norma comunitaria, prima limitata agli oli minerali, 3

4 a tutti i prodotti energetici, incluso il carbone, gas naturale ed elettricità, aumentando i livelli minimi comunitari di tassazione per tali prodotti. La Direttiva 23/96/CE abroga le precedenti direttive 92/81/CEE (sull'armonizzaizone delle strutture delle accise sugli idrocarburi) e la 92/82/CEE (sull'armonizzazione dei tassi d'accisa degli idrocarburi). In particolare, la Direttiva è finalizzata a: - ridurre la distorsione della concorrenza che attualmente esiste tra Stati membri in ragione dei diversi livelli di tassazione sugli stessi prodotti energetici; - ridurre la distorsione della concorrenza tra gli oli minerali e gli altri prodotti energetici, in linea con gli obiettivi del Protocollo di Kyoto e della Comunità europea e che, finora, non erano stati assoggettati alla normativa sull armonizzazione della tassazione comunitaria; - accrescere gli incentivi all uso dell energia in maniera più efficiente, in modo da ridurre le importazioni e diminuire le emissioni di CO 2 ; - permettere agli Stati membri di offrire alle imprese incentivi in cambio di specifici impegni per la riduzione delle emissioni. In breve, i prodotti energetici e l'energia elettrica vengono tassati solo quando vengono utilizzati per azionare motori o come combustibile per il riscaldamento, ma non quando sono materie prime per processi industriali (come reazioni chimiche o processi elettrochimici o metallurgici). Sulla base di tale principio, la Direttiva fissa i livelli minimi della tassazione per i carburanti ad uso commerciale e industriale, per il combustibile per riscaldamento e per l'energia elettrica. I valori di accisa applicati da ciascuno Stato membro sui prodotti sopra ricordati non devono essere inferiori a quelli minimi stabiliti dalla Direttiva (si veda tabella seguente) Dati in /1 l accise minime a partire Accise minime dal Accise minime dal dal Benzina (/1 l) Benzina senza piombo (/1 l) Diesel (/1 l) Kerosene (/1 l) GPL (/1 l) Metano 1 (/1 kg) 2.6 (/gigajoule) 2.6 (/gigajoule) Al più tardi il , il Consiglio europeo, all'unanimità, deciderà i livelli minimi di accisa da applicare al gasolio dal 213. In virtù delle direttive 24/74/CE e 24/75/CE consentono agli Stati membri di applicare livelli di accisa inferiori per gli oli combustibili per periodi di tempo limitati e in considerazione di specifiche politiche di intervento. La direttiva consente agli Stati Membri di differenziare le accise sul gasolio utilizzato come carburante a seconda dell'uso cui è destinato, commerciale o meno, fatto salvo che sia rispettato il livello minimo comunitario della tassazione. 4

5 La direttiva specifica che i carburanti possono essere definiti "commerciali 1 " e "industriali" (e quindi ammessi a tassazione inferiore) se sono impiegati per: - lavori agricoli, l'allevamento e la piscicoltura, - motori fissi, - impianti e macchinari impiegati nelle costruzioni, nell'ingegneria civile e nei lavori pubblici. Questa distinzione ha consentito e consentirà anche in futuro agli Stati Membri di ridurre la differenza esistente tra il livello di tassazione applicabile al gasolio impiegato per le autovetture private (cioè per uso non commerciale) e il livello di tassazione della benzina, questo riallineamento dei livelli d'accisa viene motivato con il fatto che non vi è giustificazione di natura ammbientale o di altra natura che possa spiegare la tassazione inferiore di cui beneficiava il gasolio per le autovetture. I valori di accisa applicabili ai carburanti per usi industriali o commerciali sono i seguenti: dati in /1 l accise minime a partire dal 23 Accise minime dal Diesel (/1 l.) Kerosene (/1 l.) GPL (/1 kg.) Metano 36 (/1 kg).3 (/gigajoule) I valori minimi di accisa applicabili ai combustibili per riscaldamento e all elettricità sono i seguenti: (si veda tabella seguente) Dati in /1 l accise minime a partire dal 23 Accise minime dal (uso professionale) Diesel (/1 l.) Olio combustibile pesante (/1 kg.) Kerosene (/1 l) GPL (/1 l) Metano,15,3 Carbone e carbon-coke ( /gigajoule),15,3 Elettricità ( /MWh),5 1, Accise minime dal (uso familiare) 1 Viene definito dalla direttiva "gasolio commerciale utilizzato come carburante" il gasolio utilizzato come carburante per il trasporto su strada di beni, svolto per conto terzi o in proprio, da parte di veicoli a motore, anche con rimorchi, con un carico non inferiore a 7.5 tonnellate e per il trasporto di passeggeri, attraverso un servizio di linea o occasionale, con veicoli a motore di categoria M2 o M3, così come definite dalla Direttiva 7/156/CEE (relativa all'armonizzazione della normativa degli Stati Membri concernente la classificazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi). 5

6 Differenziazione dei livelli di tassazione Gli Stati Membri possono applicare sotto controllo fiscale (al fine di evitare frodi, evasioni o abusi), livelli differenziati di tassazione ai prodotti energetici di cui alla direttiva, fatto salvo il livello minimo di tassazione prescritto dalla direttiva medesima e il rispetto della normativa comunitaria, limitatamente ai casi di seguito descritti: - qualora la differenziazione dei livelli d accisa sia direttamente collegato alla qualità del prodotto; - qualora la differenziazione dei livelli d accisa dipenda da livelli quantitativi di consumo per il riscaldamento; - per gli usi seguenti: trasporto pubblico locale (inclusi i taxi), servizio di nettezza urbana, pubblica amministrazione e forze armate; trasporto di persone disabili e ambulanze. Esenzioni e riduzioni d accisa I seguenti casi possono comportare una esenzione dall accisa: - prodotti energetici utilizzati per produrre elettricità. Gli Stati Membri, per motivi di politica ambientale, sottopongono comunque questi prodotti a tassazione. - Carburanti per la navigazione aerea (esclusa quella a fini ricreativi). - Carburanti per la navigazione e la pesca in acque comunitarie (esclusa quella a fini ricreativi) compresa l energia elettrica autoprodotta a bordo. Gli Stati Membri possono limitare questi ultimi due casi di esenzione al trasporto internazionale e intracomunitario o, nel caso di trasporto aereo o marittimo all interno di uno Stato Membro o tra Stati Membri che hanno siglato un accordo bilaterale, possono fissare un livello di accisa inferiore al livello minimo stabilito dalla direttiva. Gli Stati Membri possono applicare esenzioni parziali o totali o riduzione dei livelli di tassazione a, inter alia: - Prodotti energetici usati sotto controllo fiscale in progetti pilota per lo sviluppo tecnologico o di prodotti meno impattanti sull ambiente o per lo sviluppo di carburanti da fonti rinnovabili. - Biocarburanti. - Energia solare, eolica, geotermica, da maree, o da biomasse o da rifiuti; - Carburanti per la navigazione e la pesca in acque comunitarie (esclusa quella a fini ricreativi) compresa l energia elettrica autoprodotta a bordo. - Gas metano e GPL usato come carburante. La direttiva tiene anche in considerazione la competitività delle imprese fornendo gli strumenti per alleviare il carico fiscale sulle attività produttive (produzioni industriali o servizi) energy 6

7 intensive 2 e/o sulle attività che intraprendono degli impegni per il raggiungimento di obiettivi di protezione dell ambiente o di aumento dell efficienza nell uso dell energia. La direttiva consente agli Stati Membri di rimborsare, in toto o in parte, le tasse pagate da quelle imprese che hanno investito nella razionalizzazione degli usi di energia. Il rimborso può essere pari al 1% in caso di attività produttive energy intensive o al massimo del 5% negli altri casi. Periodi transitori per l applicazione della direttiva La direttiva definisce per alcuni Stati Membri dei periodi transitori durante i quali essi sono tenuti a ridurre il gap tra i loro livelli di tassazione e i livelli minimi introdotti dalla direttiva stessa. L'applicazione di tali deroghe da parte degli Stati Membri è consentita fino al 31 dicembre Viene definito "energy-intensive business" un tipo di attività imprenditoriale dove l'acquisto di prodotti energetici e/o di energia elettrica ammontano ad almeno il 3 % del valore della produzione, ovvero l'ammontare delle tasse pagate sull'energia consumata (elettrica o da idrocarburi etc.) ammonti almeno allo,5% del valore aggiunto. 7

8 TABELLE RIASSUNTIVE DEI LIVELLI DI TASSAZIONE E DI ACCISA APPLICATI NEI DIVERSI STATI MEMBRI DELL'UNIONE EUROPEA AI PRODOTTI ENERGETICI E ALL'ELETTRICITÀ. Nelle tabelle seguenti vengono riportati i valori al delle accise e dell'iva applicati a diversi tipi di carburanti e combustibili in vigore nei 25 Stati Membri dell'unione Europea e nei due paesi candidati (Bulgaria e Romania), confrontati con il valore minimo di accisa stabilito dalla direttiva 23/96/CE relativa all'armonizzazione dei livelli di tassazione imposti su prodotti energetici e sull'elettricità 3. Il Trattato di adesione dei nuovi Stati Membri prevede degli accordi transitori e specifiche misure per due nuovi Stati Membri (Cipro e Polonia). Inoltre, sono state adottate dal Consiglio due Direttive (la Direttiva 24/74/CE e la Direttiva 24/75/CE) per specifiche disposizioni riguardanti Repubblica Ceca, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Slovenia, Slovacchia e Ungheria perché potessero applicare esenzioni temporanee o riduzioni nel livello delle accise in contrasto con quanto disposto dalla direttiva 23/96/CE. Abbreviazioni per gli Stati Membri: BE : Belgio CZ : Repubblica Ceca DK : Danimarca DE : Germania EE : Estonia EL : Grecia ES : Spagna FR : Francia IE : Irlanda IT : Italia CY : Cipro LV : Lettonia LT : Lituania LU : Lussemburgo NL : Paesi Bassi HU: Ungheria MT: Malta AT: Austria PL: Polonia SI: Slovenia SK : Slovacchia FI: Finlandia SE: Svezia UK: Regno Unito BG : Bulgaria RO : Romania Tassi di cambio con l Euro delle valute nazionali al 1 ottobre 23 4 Stato Membro Valuta nazionale valore di una unità di valuta nazionale espresso in Euro CZ CZK 31,618 DK DKK 7,444 EE EEK 15,6466 CY CYP,5755 LV LVL,6675 LT LTL 3,4528 HU HUF 246,25 MT MTL,4294 PL PLN 4,3634 SI SIT 239,99 SK SKK 4,75 SE SEK 9,288 UK GBP,6995 BG BGN 1,9559 RO ROL (Bulgaria e Romania sono nella lista dei Paesi candidati per il possibile accesso.) 3 Fonte dati: Commissione Europea, Direzione Generale Tasse e Unione doganale, Servizio Politiche fiscali. 4 Tassi pubblicati su GUUE - C 245 del 2/1/24). 8

9 9

10 Benzina Situazione al 1/1/25 I vari tipi di combustibili riportano anche i codici della Nomenclatura Combinata europea. Ulteriori informazioni sulla Nomenclatura Combinata (Taric) possono essere reperite sul sito ufficiale dell'agenzia delle Dogane. Benzina con piombo (CN , CN , CN ) * Benzina senza piombo (CN , CN , CN , CN ) Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 421 per 1 litri. 359 per 1 litri. 23/96/CE) Stato Mem bro Valuta nazionale ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale EURO % Valuta nazionale EURO % BE EURO 551,811 21, <98 oct 564,187 21, 7 >=98oct low s* 564,187 21, 7 >=98oct high 579,61 21, s* 3 CZ CZK 1371, 433,61 19, 1184, 374,47 19, DKK 4434, 595,94 25, 3789, 59,25 25, DK DE EUR 721, 16, >1mg/kg* 669,8 16, EE EEK 66, 421,73 18, EUR *337, 18, EL ES EUR 428,79 16, <=1mg/kg* 654,5 16, *45, 287,54 18, <=96,5oct.I.O *296, 18, >96,5oct.I.O *316, 18, <97oct.I.O 395,69 16, > =97 oct.i.o 426,92 16, FR EUR 639,6 19,6 <95 oct. 589,2 19,6 19,6 IE EUR 553,4 21, senza piombo 639,6 19,6 substitute petrol Normale Senza Pb 442,68 21, alto n ottani 547,79 21, IT EUR , 2, 199,8 347,18 15, 174,8 33,74 15, CY CYP LV LVL 281, 42,97 18, *192, 287,64 18,

11 LT LU 1454,14 421,15 18, LTL 15, EUR 494, ,98 287,1 18, 442, , BE : S* (= contenuto di zolfo o idrocarburi aromatici). DK: include la tassa sulla CO 2. DE: * contenuto di zolfo. EE: * cfr. Direttiva 24/74/CE. EL: * cfr. Direttiva 23/96/CE. CY: cfr. Direttiva 24/75/CE. LV: la benzina con piombo non viene più venduta. LV: benzina senza piombo: livelli d accisa ridotti per benzina con aggiunta di etanolo (dal 4,5 al 5,% in volume) o con ETBE (separatamente o insieme all etanolo dal 1,% al 12,% in volume) (LVL 182 EUR 272,66). LV: * cfr. Direttiva 24/74/CE. LT: * cfr. Direttiva 24/74/CE. LU: dal giugno 1999 la benzina con piombo non viene più venduta. segue Benzina Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stato Valuta nazionale Benzina con piombo (CN , CN , CN ) 421 per 1 litri. 359 per 1 litri Benzina senza piombo (CN , CN , CN , CN ) ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale EURO % Valuta nazionale EURO % 135, 42,3 25, HU HUF 1118, 454,1 25, CN * 1118, 454,1 25, CN , 459,57 25, *(154,) 358,64 18, *133, 39,73 18, MT MTL NL EUR 744, 19, 668,1 19, AT EUR <=1* 489, 2, <=1 mg/kg* 417, 2, >1* 54, 2, >1 mg/kg* 432, 2, PL PLN *1827, 418,71 22, 1645, 377, 22, 548,68 19, 522,6 19, PT EUR *SI SIT 1136, 421, 2, 9758, 46,3 2, SK SKK 18, 449,16 19, 155, 386,77 19,

12 FI EUR norm 614,1 22, Envir. friendly 587,6 22, 566, 626,88 25, SE SEK normale 614,1 22, Envir. friendly 587,6 22, Class1a 339, 375,47 25, Class1b 479, 53,52 25, UK GBP 562, 813,37 17,5 Class2 482, 533,85 25, ordin unl 51,9 726,39 17,5 ULSP 471, 681,67 17,5 Sulphur free *471, 681,67 17,5 2, BG BGN 495, 253,8 495, 253,8 2, , 319, 19, , 272, 19, RO ROL HU: * Per la benzina senza piombo (CN ) con un contenuto di zolfo superiore a 1 ppm (>1ppm) ed un contenuto di composti aromatici superiore al 35% (>35%), è possibile essere rimborsati dell accisa pagata per il bioetanolo e l ETBE fino al 15% in volume. MT: la benzina con piombo non viene più venduta, dal 23 è disponibile un prodotto sostitutivo LRP (Lead Replacement Petrol) MT: * cfr. Direttiva 24/74/CE. AT: *contenuto di zolfo (mg/kg). PL: * cfr. Direttiva 24/74/CE. PL: include la tassa sui carburanti *SI: mostra la situazione al FI: include la tassa sulla CO 2 e la strategic stockpile fee (tassa sulle scorte strategiche). SE: include la tassa sulla CO 2 SE: *la benzina Classe 1a è una benzina alchilata per motori a due tempi. UK: ULSP = Ultra Low Sulphur petrol (benzina a contenuto ultra basso di zolfo). la benzina con piombo è disponibile solo attraverso speciali licenze. NOTA BENE: UK: l IVA del 17,5% si riferisce all uso professionale. Per uso domestico fino a 23 litri è possible applicare l IVA del 5%. UK: l accisa differente per la benzina ad alto indice di ottano (benzina super senza piombo o di sostituzione della b. con piombo) è stata abolita nel 21. L accisa adesso viene applicata alla benzina senza piombo o alla benzina a contenuto ultra basso di zolfo. Il tasso d accisa inferiore per la benzina priva di zolfo è stato introdotto il 1/9/24. UK: il livello d accisa sul bioetanolo (GBP 271 per 1 l (EUR 392,21)) è in vigore dal 1/1/25. Benzina senza piombo: grafico riassuntivo delle accise in vigore negli Stati Membri UE Valori in al 1/1/24, Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE): 359 EUR per 1 litri

13

14 Gasolio Situazione al 1/1/25 Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Carburante (da CN a ) Gasolio Impiego industriale/commerciale/agricolo (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare (da CN a ) 32 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri Stato Membro BE Valuta nazionale EUR ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA >=5 mg/kg* Valuta nazionale 357,7826 <5 mg/kg* 332,99 CZ CZK 995, 314,69 DK DKK 314, 45,9 DE EUR >1 mg/kg* 485,7 <=1 mg/kg* EE EEK *384, 245,42 EL EUR *245, ES EUR *293,86 FR EUR 416,9 IE EUR *368,5 IT EUR 413, CY CYP *143, 248,48 LV LVL *164, 245,69 LT LTL *846,69 245,22 LU EUR <=5mg/kg non più in comm. <5mg/kg 21, 21, 19, 25, 16, 47,4 16, *265, , 18, 16, 19,6 21, 2, 15, 18, 18, 15, 15, Valuta nazionale Valuta nazionale Valuta nazionale e >=5* 21, 21, >=5* 18,485 21, 18,485 >=5* , <5* 21, 21, <5* 17,12 21, 15,719 <5* 2 21, 995, 19, 314,69 19, 995, 314,69 995, 314,69 19, 314, 45,9 25, 314, 45,9 25, 314, 45,9 25, 255,6 16, 53,17 69, 44,9 18, 69, 44,9 **245, 18, 16, 18, 18, 61,35 16, 69, 44,9 18, 245, 18, 84,71 16, 84,71 16, 84,71 16, 56,6 19,6 56,6 19,6 56,6 19,6 47,36 21, 47,36 21, 47,36 21, 12,96 2, 413, 113, 196,35 15, 113, 196,35 14, 2,97 18, 14, 2,97 846,69 245,22 18, 72,67 21,5 21, 15, **RDC ** 2, 15, 18, 18, 12, 413, 2, 113, 196,35 15, 14, 2,97 18, 72,67 21,5 18, **RDC ** 12,

15 BE/DE/IE/LU: *contentuto di zolfo (mg/kg). BE: vedi i commenti dopo la tabella. CZ: per il gasolio da riscaldamento si può richiedere il rimborso dell accisa pagata dimostrando l effettivo utilizzo per riscaldamento. EE: *Cfr. Direttiva 24/74/CE. DK: Include la tassa sulla CO 2. EL : in Grecia ogni anno viene definito un periodo invernale (di solito dal 15 ottobre al 3 aprile) durante il quale viene applicato una riduzione d accisa per il per il gasolio da riscaldamento. Il livello d accisa normale è pari a 245/1 litri. EL: **Cfr. Direttiva 23/96/CE. EL: ** viene concesso, sotto controllo fiscale, un rimborso d accisa ( 12 per 1 litri) per le industrie che impiegano gasolio nei loro processi produttivi. ** Riduzione d accisa prevista per gli impieghi in agricoltura. ES: * Cfr. Direttiva 23/96/CE. CY: * Cfr. Direttiva 24/75/CE. LV: Riduzione d accisa per il gasolio usato come carburante addizionato di biocarburante (olio di colza): dal 5% al 3% di olio di biodiesel = LVL 155 ( 232,2); oltre il 3% di biodiesel = LVL 114 ( 17,79); se il carburante è costituito esclusivamente da biodiesel = LVL (Direttiva 24/74/EC). LV: * Cfr. Direttiva 24/74/CE. LT: * Cfr. Direttiva 24/74/CE. LU: **per il gasolio da riscaldamento è prevista la (RDC = Redevance de contrôle) una tassa per il monitoraggio di 1 per 1 litri(articolo 9.2 della Direttiva 23/96/CE) vedi ulteriori commenti in seguito. LU: Il gasolio impiegato nell agricoltura e nell orticoltura sono esentati dall accisa. Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stato Membro Valuta nazionale Carburante (da CN a ) Gasolio Impiego industriale/commerciale/agricolo (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare (da CN a ) 32 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta Valuta nazionale % Valuta nazionale % nazionale % HU HUF 85, 345,18 25, 85, 25, 25, 345,18 85, 345,18 MT MTL *15, , 18, 15, , 15, m61, , NL EUR 364,91 AT EUR <=1 mg/kg* 32, >1 mg/kg* 317, PL PLN * ,811 19, 2, 2, 22, g1,4 24,22 f 46,56 <=1 * 32, >1* 317, 19, 2, 2, 46,56 98, ,811 22, 233, 53,4 19, 2, 22, Valuta nazionale % 85, 345,18 25, 15, , 46,56 19, 98, 2, 233, 53,4 22,

16 * ,52 * ,63 PT EUR 38,29 22, 22, 19, *SI SIT 8177, 34,72 2, , ,63 agricolo 76,4 4885, 17,36 SK SKK 145, 361,82 19, 68, 164,75 22, 22, 12, 2, 19, 89, , 94,56 68, 361,82 12, 2, 19, 89,65 12, 22694, 94,56 2, 68, 361,82 19, HU: l'accisa pagata può essere rimborsata nel caso di gasolio miscelato con il biodiesel fino al 5 %. MT: attività commerciali marittime e di piscicoltura. Il gasolio con esenzione parziale o totale è marcato dalle dogane secondo il disposto della direttiva 95/6/CE e la Decisione della Commissione n. 21/574/CE. MT: *Cfr. Direttiva 24/74/CE. NL: Gasolio per riscaldamento - tasse riscosse oltre alle accise: la c.d. tassa energy charge di 161,5. AT: *contenuto in zolfo (mg/kg). PL: per il gasolio impiegato come carburante per fini industriali/commerciali l'accisa è basata sul contenuto di zolfo[se 1) <=,1% (=PLN 148)], [2) >,1%<=,5% (=PLN 199)], [3) >,5%=PLN 118]. PL: carburante include la tassa sul carburante. PL: *Cfr. Direttiva 24/74/CE. PT: Prima del 1/1/23, il gasolio per riscaldamento non esisteva in Portogallo. PT: Dal 1/1/23 il gasolio agricolo ha il suo specifico livello di tassazione. SI: Gasolio per riscaldamento - include la tassa sulla CO 2. *SI: situazione al 4 gennaio 25. SK: la normativa slovacca non distingue tra gasolio "commercial use" and "non commercial use" come previsto dalla Direttiva 23/96/CE. SK: Per il gasolio pr uso commercial e industriale è prevista la colorazione secondo il disposto dalla Direttiva 95/6/EC e la Decisione della Commissione n. 21/574/CE. Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stato Mem bro Carburante (da CN a ) Gasolio Impiego industriale/commerciale (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale (da CN a ) Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare (da CN a ) 32 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri 21 per 1 litri Valuta nazionale ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale Val. nazional % Val. nazional % FI EUR norm 345,9 low sulphur 319,4 SE SEK Class , 43,71 22, 22, 25, 3344, 7,6 37,3 7 22, 25, Val. nazionali 3344, 37,37 % Val. nazionali % 7,6 22, 7,6 22, 25, 3344, 37,37 25,

17 Class , 43,62 25, Class 3 429, 466,17 UK GBP norm 532,7 77,97 25, 17,5 *ULSD 471, 681,67 17,5 ***52,2 75,55 **senzazolfo 471, 681,67 17,5 BG BGN 395, , 395, ROL , 19, , RO 17,5 52,2 75,55 2, 395, , 17, , 19, 52,2 75,55 17,5 2, 395, , , 19, FI: sono comrese la CO2-tax e la tassa sulle scorte strategiche. SE: è compresa la CO2-tax. SE: classi ambientali: *1 = Class 1; **2 = Class 2; ***Class 3. SE: Il gasolio impiegati per la produzione industrale è tassato con un'aliquota ridotta. SE: Il gasolio utilizzato in agricoltura, orticoltura e allevamento del pesce per altri impieghi diversi da carburante, viene tassato ad un tasso ridotto 547,89 (EUR 6,68) per m 3. Il gasolio utilizzato come carburante per alimentare trattori e altre macchine semoventi per le lavorazioni agricole, l'orticoltura e l'allevamento del pesce viene tassato ad un tasso ridotto: Class 1 SEK 163,61(EUR 18,12). SE: la tassa sullo zolfo sulla torba, carbone, petrolio coke e altri prodotti solidi o gassosi è fissata in SEK 3 ( 3,32) per kg di zolfo nel carburante. La tassa sullo zolfo nei carburanti, quali ad es. gasoli per autotrazione o gasolio per riscaldamento, diesel oils, olio combustibile per riscaldamento, è fissata in SEK 27 ( 2,99) per m 3 di olio. Comunque il gasolio il cui contenuto massimo in zolfo non supera lo,5 % è esentato dal pagamento delle tasse. UK: ** Gasolio senza zolfo (Sulphur free diesel). UK: ***se gasolio impiegato per motori per uso fuori strada: GPB 52,2 ( 75,55). UK: IVA del 17,5% - per usi non familiari. Per usi familiari per erogazioni inferiori a 23 litri - IVA del 5%. ULTERIORI ANNOTAZIONI BE: Gasolio per uso industriale/commerciale: Un'attività energy-intensive con accordi o disposizioni per obiettivi di miglioramento dell'ambiente: accisa = 1,5 (tutti i gasoli). Un'attività con accordi o disposizioni per obiettivi di miglioramento dell'ambiente: accisa = 15,75 (tutti i gasoli). BE: Gas oil heating business use: Un'attività energy-intensive con accordi o disposizioni per obiettivi di miglioramento dell'ambiente: accisa = 9,2427 (>= 5 mg/kg) o 8,5511 (< 5 mg/kg). Un'attività con accordi o disposizioni per obiettivi di miglioramento dell'ambiente: accisa = 13,8641 (>= 5 mg/kg) or 12,82665 (< 5 mg/kg). LU: tassa sul monitoraggio e controllo (RDC), si applica dunque una riduzione di 1 per 1 litres DE: Il gasolio impiegato in impianti combinati per la produzione di energia con un tasso di utilizzazione dell'impianto superiore al 7 % o gasolio inmpiegato in centrali elettriche combinate con una efficienza elettrica superiore al 57%. L'accisa è pari a. Per gasolio impiegato come nel caso precedente ma con una una efficienza elettrica superiore del 6 %: EUR 4,9. DK: In Danimarca vengono commercializati tre categorie di gasolio come carburante: normal, light and low sulphur. Quello low sulphur non supera i 5 ppm di zolfo. L'ammontare della tassa viene calcolata in base alla mineral oils tax e a quelle della CO2.. Gasolio impiegato come carburante: grafico riassuntivo delle accise in vigore negli Stati Membri UE Valori in al 1/1/24, Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE): 32 EUR per 1 litri

18 Gasolio impiegato come carburante: grafico riassuntivo delle accise in vigore negli Stati Membri UE Valori in al 1/1/24, Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE): 21 EUR per 1 litri

19 Gasolio impiegato come carburante: grafico riassuntivo delle accise in vigore negli Stati Membri UE Valori in al 1/1/24, Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE): 21 EUR per 1 litri

20 Kerosene Kerosene Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Carburante (CN , CN ) Impiego industriale/commerciale (CN , CN ) Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale CN , CN Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare (CN , CN ) 32 per 1 litri. 21 per 1 litri. per 1 litri. per 1 litri. Valut ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA ACISA IVA MS nazio Moneta Moneta Moneta Moneta nale nazionale nazionale nazionale nazionale BE EUR 58, , 21, 21, 17, , 17, , CZ CZK 995, 314,69 19, 995, 314,69 19, 995, 314,69 19, 995, 314,69 19, DK DKK 314, 45,9 25, 314, 45,9 25, 289, 28,76 25, 289, 28,76 25, DE EUR 654,5 16, 654,5 16, 654,5 16, 654,5 16, EE EEK 473, 32,24 18, 473, 32,24 18, 473, 32,24 18, 473, 32,24 18, EL EUR 245, 18, 245, 18, 245, 18, 245, 18, ES EUR 315,79 16, 315,79 16, 78,71 16, 78,71 16, FR EUR 416,9 19,6 25,4 19,6 56,6 19,6 56,6 19,6 IE EUR 368,5 21, 31,74 21, , , IT EUR 337,49 2, 11,25 2, 337,49 2, 337,49 2, CY CYP *143, 248,48 v15, 113, 196,35 vv15, 113, 196,35 15, 113, 196,35 15, LV LVL *164, 245,69 18, 14, 2,97 18, 14, 2,97 18, 14, 2,97 18, LT LTL *846,69 245,22 18, 846,69 245,22 18, 846,69 245,22 18, 846,69 245,22 18, LU EUR 32, 15, 21, 15, RDC* 15, RDC* 15,

21 Kerosene Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Carburante (CN , CN ) Impiego industriale/commerciale (CN , CN ) Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale CN , CN Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare (CN , CN ) 32 EUR per 1 litri 21 EUR per 1 litri. EUR per 1 litri. EUR per 1 litri. MS Valuta naziona ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA ACCISA IVA le HU HUF ,1 25, ,1 25, , 1 25, ,1 25, MT MTL 15, , 15, , *15, , *15, , NL EUR 364,91 19, 46,56 19, 46,56 19, 46,56 19, AT EUR 317, 2, 317, 2, 317, 2, 317, 2, PL PLN ,56 22, ,56 22, ,56 22, ,56 22, PT EUR 32, 19, 32, 19, 18,47 12, 18,47 12, 36238, 151, 125, 125, *SI SIT , 2, 5 2, 52,9 2, 52,9 2, SK SKK 145, 361,82 19, FI EUR 319,4 22, 59,6 22, 59,6 22, 59,6 22, SE SEK Class , 43,71 25, ,37 25, ,37 25, ,37 25, Class , 43,62 25, Class 3 429, 466,17 25, UK GBP 532,7 77,97 17,5 52,2 75,55 17,5 BG BGN 35, 178,95 2, 35, 178,95 2, 35, 178,95 2, 35, 178,95 2, RO ROL per kg 414, 19, 414, 19, 414, 19, 414, 19,

22 Kerosene "carburante"

23 Olio pesante Olio pesante Combustibile (Riscaldamento) Combustibile (Riscaldamento) impiego impiego industriale familiare CN to CN CN to CN Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stato mem bro Valuta nazionale 15 EUR per 1 kg 15 EUR per 1 kg ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale EUR % Valuta nazionale EUR % BE EUR 15, 21, 15, 21, 472, 14,93 19, 472, 14,93 19, CZ CZK 238, 319,8 25, 238, 319,89 25, DK DKK 9 DE EUR 25, 16, 25, 16, 235, 15,2 18, 235, 15,2 18, EE EEK EL EUR 19, 18, 19, 18, 14,43 16, *14,43 16, ES EUR 18,5 19,6 18,5 19,6 FR EUR * , * , IE EUR 9 128,2 2, 128,26 2, IT EUR 6 8,77 15,24 15, 8,77 15,24 15, CY CYP 1, 14,98 18, 1, 14,98 18, LV LVL 52, 15,6 18, 52, 15,6 18, LT LTL LU EUR 15, 15, 15, 15,

24 Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stato mem bro Valuta nazionale Olio pesante Combustibile (Riscaldamento) impiego industriale Combustibile (Riscaldamento) impiego familiare CN to CN CN to CN EUR per 1 kg 15 EUR per 1 kg ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale EUR % Valuta nazionale EUR % HU HUF *39 15,84 25, *39 15,84 25, **4 162,4 25, **4 162,44 25, ,2 25, ,21 25, 1 *6, 13,97 18, *6, 13,97 18, MT MTL NL EUR 32,51 19, 32,51 19, AT EUR 6, 2, 6, 2, *6, 13,75 22, *6, 13,75 22, PL PLN PT EUR 15, 12, 15, 12, SI SIT 2, 2, 114, 47,5 114, 47,5 SK SKK 8, 19,96 19, 8, 19,96 19, FI EUR 59,6 22, 59,6 22, 352, 389,8 25, 352, 389,86 25, SE SEK 6 UK GBP /1 48,2 69,76 17,5 /1 litres 48,2 69,76 5, l. BG BGN 25, 12,78 2, 25, 12,78 2, RO ROL,, 19,,, 19, HU: * tale accisa si applica all Olio contraddistinto dal codice CN con un contenuto di zolfo <=1 % e una viscosità maggiore a 4,5mm2 a 4 C (in altri casi l ammontare del accisa è pari a HUF 12,).

25 HU: ** tale accisa si applica all Olio contraddistinto dal codice CN con un contenuto di zolfo >1% e una viscosità maggiore a 4,5mm2 a 4 C (in altri casi l ammontare del accisa è pari a HUF 12,). MT: *Si veda Direttiva 24/74/CE. MT: (e) quando utilizzata per la generazione di energia elettrica. AT: esenzione d accisa nel caso di impiego di olio combustibile per la produzione di energia elettrica. PL: * Si veda Direttiva 24/74/CE. SI: Include la CO2-tax. SK: la legislazione slovacca non distingue tra commercial use e non commercial use. FI: sono comrese la CO2-tax e la tassa sulle scorte strategiche. SE: Include la CO2-tax. SE: L olio combustibile utilizzato per altri scopi rispetto al carburante per esempio nell industria e nei lavori agricoli, orticoli e di piscicoltura viene gravato di un accisa inferiore pari a SEK 547,89 (EUR 6,68) per m 3. UK: IVA del 17,5% - per usi non familiari. Si fa riferimento a utilizzi domestici quando la fornitura non supera i 23 litri, in tal caso l IVA è pari al 5%.

26 GPL : Gas di Petrolio liquefatto Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Carburante CN to CN , CN Impiego industriale/commerciale CN to CN GPL : Gas di Petrolio liquefatto Riscaldamento impiego industriale CN to CN EUR per 1 kg. 41 EUR per 1 kg. EUR per 1 kg. EUR per 1 kg. Riscaldamento impiego familiare CN to CN Stat o Valut ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA IVA % me a Valuta Valuta Valuta mbr nazio Valuta nazionale EUR naziona EUR naziona EUR naziona EUR o nale le le le BE EUR 21, 41, 21, butane 17,147 21, butane 17,14 21, 7 propane 17, ,352 propane 5 CZ CZK 3933, 124,39 19, 3933, 124,39 19, 19, 19, 348, 467,72 25, 348, 467,72 25, 2649, 356,3 25, 2649, 356,3 25, DK DKK DE EUR 18,32 16, 18,32 16, 46,58 16, 6,6 16, EE EEK *157 1,34 18, 157 1,34 18, , , EL EUR 1, 18, *,29 18, 13, 18, 13, 18, ES EUR 125, 16, 57,47 16, 16, 16, FR EUR *17,6 19,6 46,8 19,6 19,6 19,6 IE EUR per 1 litri 14,7 21, per 1 litri 35,86 21, 35,86 21, 35,86 21, IT EUR 284,77 2, 189,94 2, 189,94 2, 189,94 2, CY CYP 73,5 126,93 5, * 5, 5, 5, LV LVL 83, 127,34 18, 83, 127,34 18, 18, 18, LT LTL 432, 125,12 18, 432, 125,12 18, 18, 18, LU EUR *11,64 6, *37,184 6, 6, 6,

27 Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Carburante CN to CN , CN GPL : Gas di Petrolio liquefatto Impiego industriale/commerciale CN to CN Riscaldamento impiego industriale CN to CN Riscaldamento impiego familiare CN to CN EUR per 1 kg. 41 EUR per 1 kg. EUR per 1 kg. EUR per 1 kg. Stat o Valuta ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA IVA % mem nazion Valuta nazionale Valuta Valuta Valuta bro ale EUR nazionale EUR nazionale nazionale EUR HU HUF 479, 194,52 25, 15, 42,64 25, 15, 15, MT MTL * * 18, 15, , 15, , 15, , NL EUR *96,21 19, 182,38 19, 182,38 19, 182,38 19, AT EUR 261, 2, 261, 2, 43, 2, 43, 2, PL PLN 8, 183,34 22, - 22, 22, 22, PT EUR *12, 19, x- 19, 7,48 19, 7,48 19, SI SIT 322, 134,27 2, 161, 64,17 2, 87, 36,25 2, 87, 36,95 2, SK SKK 78, 194,64 19, 78, 194,64 19,, 19, 19, FI EUR * 22, * 22, 22, 22, SE SEK 135, 149,52 25, 2888, 319,87 25, 2888, 319,87 25, 2888, 319,87 25, UK GBP 9, 13,26 17,5 17,5 17,5 5, BG BGN 34, 173,83 2, 34, 173,83 2, 34, 173,83 2, 34, 173,83 2, RO ROL , 19, , 19, , 19, , 19, MT: *Non viene impiegato come carburante. NL: se il GPL è utilizzato come carburante, deve essere applicata un accisa. Se viene impiegato per altri impieghi non viene applicata l accisa ma una energy-tax. NL: L accisa sul GPL per i mezzi destinati al trasporto pubblico, raccolta spazzatura, nettezza urbana etc. è ridotta a EUR 49,43. NL: *Confronta la Direttiva 23/96/CE. AT: Esenzione d accisa per il GPL usato in mezzi destinati al trasporto pubblico o per la produzione di energia PL: Include fuel tax. PT: (x) In Portogallo esiste unicamente la distinzione tra il GPL da impiegare come carburante e non.

28 PT: *Confronta la Direttiva 23/96/CE. SI: Include CO2-tax. SK: : la legislazione slovacca non distingue tra commercial use e non commercial use. FI: *Confronta la Direttiva 23/96/CE. SE: il GPL combustibile utilizzato per altri scopi rispetto al carburante per esempio nell industria e nei lavori agricoli, orticoli e di piscicoltura viene gravato di un accisa inferiore pari a e: SEK 576, (EUR 63,82) per 1 kg. UK: il GPL viene gravato dall accisa quando impiegato su veicoli stradali (9 pence per Kg EUR,13). Per I motori o i mezzi off-road il ivello d accisa è pari a. Quando si impiega in utilizzazioni domestiche l IVA è pari al 5%, la fornitura non deve però superare i 23 litri.

29 Gas naturale (Gas Metano) Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stat o me mbr o Carburante CN , CN Impiego industriale/commerciale CN , CN Gas naturale (Gas Metano) Riscaldamento impiego industriale CN , CN Riscaldamento impiego familiare CN , CN ,6 EUR per gigajoule.,3 EUR per gigajoule.,15 EUR per gigajoule.,3 EUR per gigajoule. Valut a nazio nale ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA IVA % ACCISA Valuta nazion ale EUR Valut a nazio nale EUR BE CZ EUR CZK per MWh * 21, 19, per MWh * 21, 19, per MWh * 21, 19, per MWh * 21, 19, DK DKK 7,21 9,44 25, 7,21 9,44 25, 51,73 6,95 25, 51,73 6,95 25, DE EE EUR EEK 3,86 16, 18, 3,86 16, 18, - 1,12-16, 18, - 1,53-16, 18, EL EUR , , , , ES EUR 16, 16, 16, 16, FR IE EUR EUR *2,2-19,6 21,,335-19,6 21,,335-19,6 21, * - 19,6 21, IT EUR 2, 2, 2, 2, CY CYP 1,52 2,64 15, 1,52 2,64 15, 1,52 2,64 15, 1,52 2,64 15, LV LVL *- - 18, *- - 18, *- - 18, *- - 18, LT LTL * 18, * 18, * 18, * 18, LU EUR * 6, * 6, * 6, * 6, Valut a nazio nale EUR Valut a nazio nale EUR IVA %

30 Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Stat o me mbr o Valut a nazio nale Carburante CN , CN Gas naturale (Gas Metano) Impiego industriale/commerciale CN , CN Riscaldamento impiego industriale CN , CN Riscaldamento impiego familiare CN , CN ,6 EUR per gigajoule.,3 EUR per gigajoule.,15 EUR per gigajoule.,3 EUR per gigajoule. Valuta nazionale ACCISA EUR HU HUF per nm3 24,5,99 25, MT MTL Per gigajoule * * 18, NL EUR -5m3/m m3/m m >1.. m3 *,149 4 *,11 9 / m3 *,31 1 m3/ m3 *,11 5 /m3 *,1 7 IVA % ACCISA IVA % ACCISA Valuta Valuta naziona EUR nazion le ale per nm3 24,5,99 25, 56, Per *.6 *.14 18, Per *. gigajoule gigajoule 6 19, 19, 19, 19, 19, Same *,149 scheme 4 as the first *,11 9 column. *,31 1 *,11 5 *,7 6 19, 19, 19, 19, 19, Same scheme *,149 4 as the *,11 first 9 column *,31 1 IVA % ACCISA Valuta EUR naziona EUR le,23 15, - - IVA % 15, *.14 18, *.6 *.14 18, 19, 19, 19, 19, 19, *,11 5 *,7 6 per nm3 *,66 2, Same scheme as the first column AT EUR per nm3 *,66 2, per nm3 *,66 2, per nm3 *,66 2, PL PLN * 22, * 22, * 22, * 22, PT EUR per gigajoule 12, 19, - 19, - 19, - 19, SI SIT,3 2, 2,,3 2,,3 2, per nm3 *7,2 per nm3 *6,45,269 per nm3 *7,2 per nm3 *7,2 SK SKK *1, 2,5 19, 1, 2,5 19, *,, 19, *,, 19, *,53 22,,53 22,,53 22,,53 22, FI EUR 27,75 3,7 25, 54,8 6,7 25, 54,8 6,7 25, 54,8 6,7 25, SE SEK UK GBP 9, 13,26 17,5 17,5 * 17,5 * 5, 2, 2, 2, BG BGN , RO ROL , , , , *,149 4 *,11 9 *,31 1 *,11 5 *,1 7 19, 19, 19, 19, 19,

31 Elettricità Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Elettricità Impiego industriale CN 2716 Impiego non industriale CN 2716,5 EUR per MWh 1, EUR per MWh Stat o me mbr o Valuta nazional e ACCISA IVA ACCISA IVA Valuta nazionale EUR % Valuta nazionale EUR % BE EUR * 21, *1,988 21, CZ CZK * 19, * 19, DK DKK 666, 89,52 25, 61, 8,78 25, DE EUR 12,3 16, 2,5 16, - EE EEK 18, 18, - - EL EUR *- 18, *- 18, ES? EUR 16, 16, FR EUR * 19,6 * 19,6 IE EUR - 21, - 21, IT EUR 2, 2, CY CYP * 15, * 15, LV LVL 18, 18, LT LTL * 18, * 18, LU EUR 1 Kwh 2,36 < 6, <1 Kwh 2,36 6,

32 [1 1 ] Kwh 1,66 6, [1 to 1 mi Kwh 1,66 6, to mio ] o > 1 mio Kwh,25 6, >1 mio Kwh,25 6, BE: Viene prelevata un imposta sull elettricità (bassa tensione) pari a EUR 1,988 per MWh. BE: Viene prelevata un imposta sull elettricità (alta tensione) impiegata a fini produttivi di EUR 1,4485 per MWh. Accisa minima adotttata dal Consiglio il (Dir. 23/96/CE) Elettricità Impiego industriale CN 2716 Impiego non industriale CN 2716,5 EUR per MWh 1, EUR per MWh Stato mem bro Valuta nazionale ACCISA Valuta nazionale HU HUF 186, EUR IVA % ACCISA Valuta nazionale *,76 25, 25, - - MWh,1,23* 18, MWh,1,23 18, MT MTL NL EUR *,699 19, *,699 19, EUR IVA % **,263 19, **,263 19, ***,86 19, ***,86 19, ****,5 19, ****,1 19, AT EUR /kwh,15 2, /kwh,15 2, PL PLN 2, 4,58 22, 2, 4,58 22, PT EUR - 19, - 19, 2, 2, SI SIT *- 19, *- 19, SK SKK - - FI EUR 4,53 22, 7,43 22,

33 SEK 254, 28,13 25, 254, 28,13 25, SE UK GBP 17,5 5, 2, BG BGN , ROL 19, 19, RO

34 I CONSUMI ENERGETICI IN ITALIA In Italia i consumi energetici per fonti primarie (Milioni di tep) sono riassunti dalla seguente tabella: Mentre i consumi energetici suddivisi per settori di utilizzo (Milioni di tep) si evincono dalla tabella appresso: Per una suddivisione più dettagliata dei consumi di prodotti petroliferi per tipologia di prodotto si fa riferimento sempre ai dati dell Unione Petrolifera:

35

36 L ANDAMENTO DEI PREZZI DEI PRODOTTI ENERGETICI IN ITALIA Per quanto riguarda i prezzi medi mensili dei principali prodotti petroliferi nel 24:

37 IL QUADRO NORMATIVO DEI PRODOTTI ENERGETICI IN ITALIA GLI ASPETTI FISCALI. Tassazione idrocarburi - nazionale Nel corso del 24 non si sono registrate ulteriori variazioni dei livelli di tassazione di carburanti e dei combustibili rispetto a quelli di fine 23. Nel 25 il Governo, con il Decreto Legge 21 febbraio 25, n. 16, recante interventi urgenti per la tutela dell ambiente e per la viabilità, ha disposto l aumento della benzina da 558,64 a 564, euro per mille litri; del gasolio trazione da 43,21 a 413, euro per mille litri. Per le ditte di autotrasporto è previsto che l incremento dell imposta sul gasolio sia rimborsato attraverso una compensazione con altri tributi e/o contributi. Il suddetto provvedimento ha inoltre determinato un differenziale di imposta, tra il gasolio trazione e quello per riscaldamento, con il conseguente obbligo di denaturazione del prodotto ad uso riscaldamento. La Legge Finanziaria 25 ha disposto, tra l'altro, la proroga dell esenzione di accisa per il gasolio utilizzato nelle coltivazioni in serra. Tassazione idrocarburi - regionale La Regione Molise, seguendo la Regione Campania, ha istituito, con Legge Regionale del 31 dicembre 24, un imposta regionale sulle benzine vendute nel proprio territorio di,15494 /litro, a decorrere dal 1 gennaio 25. Il possibile ricorso di altre Regioni alla suddetta forma di tassazione mette in luce la necessità di individuare in modo univoco la base imponibile evitando possibili duplicazione d'imposte e, al tempo stesso, svantaggi competitivi per imprese di regioni diverse. Il gettito fiscale dei prodotti petroliferi Nel 24 le entrate fiscali complessive derivanti dai prodotti petroliferi sono state stimate in miliardi di euro (+2,3% rispetto al 23) dei quali 24.7 derivanti accise (+1,2%) e 1.55 dall IVA (+5,%). L andamento del gettito fiscale è schematizzato nella tabella seguente.

38

39 LE AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA NORMATIVA IN ALCUNI STATI MEMBRI PER L'IMPIEGO DEI CARBURANTI E DEI COMBUSTIBILI IN AGRICOLTURA ITALIA Come prima ricordato la Legge Finanziaria 25 ha prorogato l esenzione dall'accisa per il gasolio utilizzato nelle coltivazioni in serra, precedentemente introdotto con l'art. 24 della legge finanziaria 21 (Legge 23 dicembre 2, n. 388 che prevedeva che "il gasolio utilizzato nelle coltivazioni sotto serra e' esente da accisa. Per le modalita' di erogazione del beneficio si applicano le disposizioni di cui all'articolo 2, comma 127, secondo periodo, della legge 23 dicembre 1996, n. 662" ovvero "l'agevolazione è concessa mediante rimborso dell'accisa effettuato nei confronti degli esercenti depositi per la distribuzione dei prodotti petroliferi agevolati per uso agricolo limitatamente alle quantita' di gasolio agevolato per uso agricolo assegnate e prelevate per il riscaldamento delle serre adibite a colture floro-vivaistiche, mediante accredito dell'imposta ai sensi dell'articolo 14 del testo unico approvato con decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 54". Con il Decreto Ministeriale n. 454 del ("DM 454/21") è stato emanato il Regolamento concernente le modalità di gestione dell agevolazione fiscale per gli olii minerali impiegati nei lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica, pubblicato sulla G.U. del Per una interpretazione autentica del DM 454/21 è stata diramata una Circolare dell Agenzia delle Dogane (n. 49 /D del 29 luglio 22) che chiarisce alcuni punti del predetto decreto. In base all'articolo 2 del DM 454/21, l'agevolazione spetta agli agricoltori iscritti nel registro delle imprese e nell'anagrafe delle aziende agricole, alle cooperative di agricoltori iscritte nel registro delle imprese, aziende agricole delle istituzioni pubbliche, consorzi di bonifica e di irrigazione; imprese agromeccaniche (contoterzisti) L'art. 9 del DM 454/21 determina la riduzione delle aliquote di accisa: per il gasolio agricolo agevolato l'aliquota è pari al 22 % dell'aliquota normale mentre per la benzina l'accisa è pari al 49% dell'aliquota normale. Dal 1977, ai sensi dell'art. 76 del DPR 24 luglio 1977, n. 616, sono state trasferite alle regioni le funzioni amministrative di assistenza agli utenti di motori agricoli, di formazione e di insegnamento tecnico-pratico per gli agricoltori per l'incremento e la diffusione della meccanizzazione agricola, nonché i servizi ed i controlli che non siano di competenza del Ministero delle finanze riguardanti il prelievo e l'uso dei carburanti a prezzo agevolato per l'agricoltura. L'ufficio regionale o provinciale, ricevute le richieste di carburante agevolato, determina per ciascun soggetto beneficiario, entro trenta giorni dalla ricezione delle stesse, i quantitativi complessivi dei prodotti da ammettere all'impiego agevolato per i lavori da svolgere nell'anno solare, secondo i criteri fissati dal decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali.

40 Per la quantificazione di tali assegnazioni, è stato emanato il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali 26 febbraio 22. I consumi richiesti da operazioni non previste specificatamente dalle tabelle dell allegato al DM possono essere determinati dalle regioni; il DM prevede infatti all art. 1 comma 4, che I consumi relativi (omissis) ai lavori non previsti nell'allegato 1 sono determinati per i singoli interventi da apposite tabelle approntate da ciascuna regione o provincia autonoma, tenendo conto, per quanto possibile, dei consumi stabiliti nell'allegato 1, e comunicate al Ministero delle politiche agricole e forestali. FRANCIA Nel 23 gli agricoltori francesi hanno utilizzato per le attività agricole di litri di fioul domestique ovvero gasolio agevolato soggetto a limitazioni d'impiego, secondo i dati comunicati dalla Direzione Generale dell'energia e delle materie prime del Ministero dell'economia, delle Finanze e dell'industria. Secondo le stime 23 del Ministero dell'agricoltura, dell'alimentazione, della Pesca e delle Politiche Rurali un aumento del prezzo medio dei prodotti petroliferi utilizzati dalle aziende agricole, stimato al 12% per il 24, avrebbe rappresentato per l'imprenditoria agricola un costo di produzione supplementare di circa 22.. e una diminuzone dei profitti tra l1 e il 2%. Il decreto del 29 aprile 197 e successive modifiche fissa, in applicazione dell'articolo 265 B del Codice delle Dogane, le condizioni d'impiego del gasolio agevolato (fioul domestique), del GPL e del carboturbo, soggetti a limitazioni d'impiego che beneficiano della riduzione della TIPP (Taxe intérieure de consommation sur les produits pétroliers, tassa sul consumo dei prodotti petroliferi). I cambiamenti apportati dal decreto modificativo del 1 aprile 2 riguardano essenzialmente l'inclusione dell'emulsione dell'acqua in gasolio tra i carburanti che possono beneficiare di una riduzione d'imposta e per precisarne il suo utilizzo negli impieghi già previsti per il gasolio agevolato. I carburanti ad accisa ridotta (quali l'emulsione dell'acqua in gasolio, il gasolio ecc.) prima di essere immessi in commercio sono sottoposti all'aggiunta di un colorante rosso scarlatto e di due composti chimici che fungono da marcatori (I - colorante rosso scarlatto : ortotoluène, azoortotoluène, azo betanaftolo; II- composti marcatori : Difenilammina-furfurolo) 5. Il gasolio agevolato (ovvero ammesso al beneficio della riduzione della TIPP - tassa interna di consumo) può essere impiegato esclusivamente: A) come carburante - dei motori di propulsione dei trattori agricoli la cui velocità massima di marcia è fissata dal costruttore in 4 Km/h in piano; - delle macchine agricole semoventi e dei carrelli per il trasporto concepiti per usi agricoli e forestali su tutti i tipi di terreno, la cui velocità massima di marcia è fissata dal costruttore in 25 Km/h in piano; - delle macchine, attrezzature e motori agricoli per la preparazione e le lavorazioni del terreno, la coltivazione, la raccolta o dei lavori agricoli analighi, la cui velocità di marcia non possa superare i 25 Km/h; 5 Per maggiori dettagli vedere

41 B) come combustibile per riscaldamento. Secondo i dati della Direzione Generale delle Dogane e delle tasse indirette, vengono riassunti nelle tabelle seguenti la struttura e l'andamento dei prezzi al consumo nel 24 sui cinque principali prodotti petroliferi (valori in /1 litri). Super au potassium : Super sp 95 : benzina senza piombo 95 ottani; Super sp 98 : benzina senza piombo 98 ottani; Gazole : gasolio Fioul domestique : gasolio agevolato (utilizzabile anche nelle lavorazione agricole) Mese Prodotto Prezzo esentasse TIPP (1) TVA (2) Prezzo finale ( /1 l) Totale Tasse (1+2) Gennaio Super au potassium 26,58 63,96 17,75 18,29 81,71 75,45 Super sp 95 24,77 58,92 16,4 1,9 75,32 75,25 Super sp 98 26,59 58,92 16,76 12,27 75,68 74, Gazole 26,35 4,88 13,18 8,41 54,6 67,23 Fioul domestique 27,14 5,66 6,43 39,23 12,9 3,82 Febbraio Super au potassium 27,11 63,96 17,85 18,92 81,81 75,11 Super sp 95 25,3 58,92 16,51 1,73 75,43 74,88 Super sp 98 27,11 58,92 16,86 12,89 75,78 73,65 Gazole 25,43 41,69 13,15 8,27 54,84 68,33 Fioul domestique 25,99 5,66 6,2 37,85 11,86 31,34 Marzo Super au potassium 27,56 63,96 17,94 19,46 81,9 75,82 Super sp 95 25,79 58,92 16,6 11,31 75,52 74,55 Super sp 98 27,59 58,92 16,95 13,46 75,87 73,34 Gazole 26,29 41,69 13,32 81,3 55,1 67,67 Fioul domestique 27,23 5,66 6,45 39,34 12,11 3,78 Aprile Super au potassium 3,83 63,96 18,58 113,37 82,54 72,81 Super sp 95 29,12 58,92 17,25 15,29 76,17 72,35 Super sp 98 3,92 58,92 17,61 17,45 76,53 71,22 Gazole 29,17 41,69 13,89 84,75 55,58 65,58 Fioul domestique 29,2 5,66 6,8 41,48 12,46 3,3 Maggio Super au potassium 35,39 63,96 19,47 118,82 83,43 7,22 Super sp 95 33,63 58,92 18,14 11,69 77,6 69,62 Super sp 98 35,64 58,92 18,53 113,9 77,45 68,49 Gazole 31,85 41,69 14,41 87,95 56,1 63,79 Fioul domestique 3,74 5,66 7,13 43,53 12,79 29,39 Giugno Super au potassium 31,91 63,96 18,79 114,66 82,75 72,17 Super sp 95 3,17 58,92 17,46 16,55 76,38 71,69 Super sp 98 32,18 58,92 17,85 18,95 76,77 7,47 Gazole 3,7 41,69 14,6 85,82 55,75 64,97 Fioul domestique 29,93 5,66 6,97 42,56 12,63 29,69 Luglio Super au potassium 32,93 63,96 18,99 115,88 82,95 71,58 Super sp 95 31,29 58,92 17,68 17,89 76,6 71, Super sp 98 33,34 58,92 18,8 11,34 77, 69,79 Gazole 31,46 41,69 14,34 87,49 56,3 64,4 Fioul domestique 3,91 5,66 7,17 43,74 12,83 29,33 Agosto Super au potassium 33,16 63,96 19,4 116,16 83, 71,45 Super sp 95 31,64 58,92 17,75 18,31 76,67 7,79 Super sp 98 33,49 58,92 18,11 11,52 77,3 69,7 Gazole 34,66 41,69 14,96 91,31 56,65 62,5 Fioul domestique 33,57 5,66 7,69 46,92 13,35 28,45 Settembre Super au potassium 32,88 63,96 18,98 115,82 82,94 71,61 Super sp 95 31,17 58,92 17,66 17,75 76,58 71,7 Super sp 98 33,9 58,92 18,3 11,4 76,95 69,93 Gazole 35,24 41,69 15,8 92,1 56,77 61,7 Fioul domestique 34,51 5,66 7,87 48,4 13,53 28,17 Ottobre Super au potassium 35,35 63,96 19,46 118,77 83,42 7,24 Super sp 95 33,76 58,92 18,16 11,84 77,8 69,55 Super sp 98 35,56 58,92 18,52 113, 77,44 68,53 Gazole 39,58 41,69 15,93 97,2 57,62 59,28 Fioul domestique 39,66 5,66 8,88 54,2 14,54 26,83 Carico fiscale (%)

42 Novembre Super au potassium 32,87 63,96 18,98 115,81 82,94 71,62 Super sp 95 31,25 58,92 17,67 17,84 76,59 71,2 Super sp 98 33,16 58,92 18,5 11,13 76,97 69,89 Gazole 38,51 41,69 15,72 95,92 57,41 59,85 Fioul domestique 37,83 5,66 8,53 52,2 14,19 27,27 Dicembre Super au potassium 29,51 63,96 18,32 111,79 82,28 73,6 Super sp 95 27,67 58,92 16,97 13,56 75,89 73,28 Super sp 98 29,45 58,92 17,32 15,69 76,24 72,14 Gazole 37,41 41,69 15,5 94,6 57,19 6,46 Fioul domestique 35,16 5,66 8, 48,82 13,66 27,98 (1) TIPP (Taxe intérieure de consommation sur les produits pétroliers, tassa sul consumo dei prodotti petroliferi) (2) canone per l'istituto francese del petrolio. Secondo i dati della Direzione Generale delle Dogane e delle tasse indirette, vengono riassunti nelle tabelle seguenti la struttura e l'andamento dei prezzi al consumo nel 25 sui cinque principali prodotti petroliferi (valori in /1 litri). Mese prodotto prezzo esentasse TIPP TVA prezzo finale tasse totali Gennaio Super au potassium 31,18 63,96 18,65 113,79 82,61 72,6 Super sp 95 28,95 58,92 17,22 15,9 76,14 72,45 Super sp 98 3,83 58,92 17,59 17,34 76,51 71,28 Gazole 35,36 41,69 15,1 92,15 56,79 61,63 Fioul domestique 34,69 5,66 7,91 48,26 13,57 28,12 febbraio Super au potassium 33,78 63,96 19,16 116,9 83,12 71,1 Super sp 95 31,94 58,92 17,81 18,67 76,73 7,61 Super sp 98 33,77 58,92 18,17 11,86 77,9 69,54 Gazole 36,64 41,69 15,35 93,68 57,4 6,89 Fioul domestique 36,21 5,66 8,21 5,8 13,87 27,69 marzo Super au potassium 35,49 63,96 19,49 118,94 83,45 7,16 Super sp 95 33,66 58,92 18,14 11,72 77,6 69,6 Super sp 98 35,39 58,92 18,48 112,79 77,4 68,63 Gazole 41,58 41,69 16,32 99,59 58,1 58,25 Fioul domestique 4,87 5,66 9,12 55,65 14,78 26,56 aprile Super au potassium 38,78 63,96 2,14 122,88 84,1 68,44 Super sp 95 36,89 58,92 18,78 114,59 77,7 67,81 Super sp 98 38,76 58,92 19,14 116,82 78,6 66,82 Gazole 42,87 41,69 16,57 11,13 58,26 57,61 Fioul domestique 4,85 5,66 9,11 55,62 14,77 26,56 maggio Super au potassium 37,5 63,96 19,89 121,35 83,85 69,1 Super sp 95 35,24 58,92 18,45 112,61 77,37 68,71 Super sp 98 37,33 58,92 18,86 115,11 77,78 67,57 Gazole 4,66 41,69 16,14 98,49 57,83 58,72 Fioul domestique 38,36 5,66 8,63 52,65 14,29 27,14 giugno Super au potassium 39,53 63,96 2,28 123,77 84,24 68,6 Super sp 95 37,52 58,92 18,9 115,34 77,82 67,47 Super sp 98 39,66 58,92 19,32 117,9 78,24 66,36 Gazole 44,49 41,69 16,89 13,7 58,58 56,84 Fioul domestique 42,49 5,66 9,44 57,59 15,1 26,22 Luglio Super au potassium 43,97 63,96 21,15 129,8 85,11 65,94 Super sp 95 41,11 58,92 19,61 119,64 78,53 65,64 Super sp 98 44,27 58,92 2,23 123,42 79,15 64,13 Gazole 46,68 41,69 17,32 15,69 59,1 55,83 Fioul domestique 44,88 5,66 9,9 6,44 15,56 25,75 Super au potassium 47,67 63,96 21,88 133,51 85,84 64,29 Super sp 95 43,78 58,92 2,13 122,83 79,5 64,36 Agosto Super sp 98 48,2 58,92 2,96 127,9 79,88 62,46 Gazole 47,89 41,69 17,56 17,14 59,25 55,3 Fioul domestique 46,99 5,66 1,32 62,97 15,98 25,38 Super au potassium 54,99 63,96 23,32 142,27 87,28 61,34 Super sp 95 48,81 58,92 21,11 128,84 8,3 62,12 Settembre Super sp 98 54,22 58,92 22,18 135,32 81,1 59,93 Gazole 5,56 41,69 18,8 11,33 59,77 54,17 Fioul domestique 51,17 5,66 11,14 67,97 16,8 24,72 carico fiscale (%)

43 Mese ottobre prodotto prezzo esentasse TIPP TVA prezzo finale tasse totali Super au potassium 51,23 63,96 22,58 137,77 86,54 62,81 Super sp 95 44,17 58,92 2,21 123,3 79,13 64,17 Super sp 98 49,12 58,92 21,18 129,22 8,1 61,98 Gazole 5,68 41,69 18,11 11,48 59,8 54,12 Fioul domestique 5,26 5,66 1,96 66,88 16,62 24,85 carico fiscale (%) (1) TIPP (Taxe intérieure de consommation sur les produits pétroliers, tassa sul consumo dei prodotti petroliferi) (2) canone per l'istituto francese del petrolio. Anche dal grafico che evidenzia la ripartizione del carico fiscale in percentuale (ottobre 25), si nota come per il carburante agevolato spetta una riduzione d'accisa pari a circa il 5%. L IVA sul gasolio agricolo è pari a al 19,6% (percentuale uguale a quella degli altri carburanti). Riassumendo, la normativa francese prevede che Il fioul domestique rispetto al normale gasolio per autotrazione benefici di un tasso ridotto della tassa sul consumo dei prodotti petroliferi, ma può essere utilizzato unicamente per una serie di impieghi limitata ed è vietato il suo utilizzo come carburanti dei veicoli normalmente circolanti su strada o delle imbarcazioni impiegate per il tempo libero. A fronte del beneficio, gli importatori, i distributori e gli utilizzatori sono assoggettati a degli obblighi piuttosto rigidi. SPAGNA La legge n. 38 del 28 dicembre 1992 (legge sulle imposte speciali) all articolo 54 (proibizioni e limitazioni d uso) consente l utilizzazione come carburante del gasolio ad accisa ridotta («la tarifa 1ª») nei motori dei trattori e dei macchinari agricoli, autorizzati a circolare sulle strade e sui suoli pubblici, impiegati in agricoltura, inclusa l orticultura, l allevamento e la selvicoltura. Successivamente, con la legge n. 22 del 18 novembre 25 sono stati modificati gli importi delle accise gravanti sui carburanti e sui combustibili ; viene comunque fatta salva la riduzione d accisa nel caso d impiego del gasolio nel settore agricolo (in tal caso l accisa ammonta a 78,71 per 1. litri pari a circa il 3% rispetto all'accisa sul gasolio non agevolato).

44 L IVA sul gasolio agricolo è pari a al 16% (percentuale uguale a quella degli altri carburanti). L IVA viene calcolata sul prezzo costituito dal costo industriale più le accise. Sulla base delle previsioni della legge n. 22 del 25 viene riassunta di seguito l'imposizione fiscale gravante sui principali prodotti petroliferi (valori in /1 litri). Benzina con piombo: 44,79 /1 litri. Benzina senza piombo (indice di ottano 97 o superiore) 42,92 /1 litri. Altre benzine senza piombo: 371,69 /1 litri. Gasolio per uso generale: 269,86 /1 litri. Gasolio utilizzabile come carburante ad accisa ridotta per specifici impieghi (es. in agricoltura) previsti dal comma 2 dell'articolo 54 e, in generale, come combustibile per riscaldamento: 78,71 /1 litri. Fuelóleos: 13,43 /tonnellata. GPL per uso generale: 57,47 /tonnellata. GPL per usi diversi dall'autotrazione: /tonnellata. Gas metano per uso generale: 1,15 /GJoule. Gas metano per usi diversi dall'autotrazione, anche per l'impiego in motori stazionari: /GJoule. Kerosene per uso generale: 291,79 /1 litri. Kerosene per usi diversi da carburante: 78,71 /1 litri. Bioetanolo e biometanolo per uso come carburante: /1 litri. (a partire dal si applicheranno le accise previste per la benzina senza piombo, ovvero 371,69 /1 litri) Biodiesel per uso come carburante: /1 litri. (a partire dal si applicheranno le accise previste per il gasolio, ovvero 269,86 /1 litri) Biodiesel e biometanolo per uso come combustibile: /1 litri. (a partire dal si applicheranno le accise previste per il gasolio da impiegarsi come combustibile, ovvero 78,71 /1 litri). REGNO UNITO Il netto incremento delle accise sui carburanti nel Regno Unito è il risultato di un provvedimento introdotto nei primi anni novanta dal governo conservatore (il c.d. fuel duty escalator) che aveva fissato incrementi annuali del valore delle accise sui carburanti tra il 3% e il 5%. Il governo laburista ha inizialmente rafforzato questo provvedimento, prevedendo incrementi annuali del 6% in termini reali fino al 22, ma ha poi ceduto alle pressioni delle associazioni industriali, ridimensionando il provvedimento a incrementi decisi annualmente legati all inflazione e prevedendo un accantonamento del gettito. Il peso delle accise sui carburanti sul totale delle entrate nel 2 era pari al 6%.

45 La politica del Regno Unito in merito alle accise sui prodotti energetici, particolarmente accentuata rispetto ai partner europei negli ultimi anni, è stata naturalmente oggetto di ampio dibattito. Secondo alcuni analisti, tali interventi devono essere ricollegati più alla politica di gettito che alla politica ambientale dato che il valore molto contenuto dell elasticità dei chilometri percorsi dai cittadini alla variazione del prezzo (e dunque dell accisa) non giustifica tali incrementi come strumento di riduzione del consumo, che dovrebbe essere invece perseguito anche con altri tipi di prelievi o strumenti. Diviene dunque importante valutare attentamente le implicazioni complessive di una politica ambientale che si affida solo ai prelievi sulle benzine. Sicuramente è un dato di fatto che nella media dei paesi europei l incidenza delle accise sul prezzo industriale della benzina è molto aumentata, passando da valori prossimi al 5% di metà degli anni Ottanta, a valori superiori al 65% degli anni novanta. D altra parte tutti i Paesi hanno fatto ampio uso della possibilità di differenziare le accise per promuovere prima l utilizzo della benzina senza piombo e in questi anni il biodiesel e si può dire che la strategia fiscale ha accelerato il passaggio verso questi nuovi tipi di carburante. In base alla legge del 1979 sulla tassazione degli idrocarburi (Hydrocarbon Oils Duty Act, in breve HODA) non è consentita nessuna riduzione dell'accisa sui carburanti destinati ai veicoli circolanti su strada ("road vehicle"), dove per road vehicle si intende veicoli costrutiti o adattati per circolare su strada, esclusi comunque gli exempted vehicles ovvero le tipologie di veicoli esentati elencati nella tabella allegata alla legge in questione. Tali veicoli, circolando esclusivamente fuori strada o solo occasionalmente nelle strade e dunque non contribuendo alla loro usura o comunque non necessitando dei servizi pubblici collegati alle strade, furono esentati dal pagamento per intero della tassa sul carburante. Gli exempted vehicles (tra gli altri i trattori ed altre macchine agricole) dunque possono utlizzare carburante ad accisa ridotta (nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di gasolio) e utilizzano il cosiddetto red diesel ovvero gasolio appositamente marcato e sotto controllo fiscale. L'utilizzatore del red diesel paga all'erario un accisa di 52,2 sterline per 1 litri (ovvero 75,55; posto un cambio medio riferito al mese di gennaio sterlina/euro = 1,447 ) mentre chi utilizza il normale gasolio paga l'accisa intera pari a 471, sterline per 1 litri (ovvero 681,67). Al red diesel si applica dunque una riduzione dell'accisa pari a circa il 9%. È facile capire che una riduzione d'accisa di tale entità sia un forte incentivo a sfruttare ogni ambiguità o mancanza di chiarezza nella definizione di exempted vehicles, anche in considerazione del fatto che molte delle tipologie di veicoli considerati nella tabella della legge non sono più utilizzati o sono comparse sul mercato nuove tipologie di veicoli con caratteristiche tecniche non contemplati dalla legge. Tutto ciò ha comportato, secondo i dati del Ministero delle Finanze, frodi connesse all'uso illecito di carburante ad accisa ridotta con conseguente minor gettito fiscale pari a circa 5.. di sterline all'anno. Un'ulteriore preoccupazione deriva dal fatto che l'incremento di consumi del gasolio ad accisa ridotta comporta anche un maggiore danno all'ambiente; di solito, infatti, il red diesel ha un contenuto zolfo molto maggiore rispetto al gasolio utilizzato nelle strade (fino a 2. ppm contro il massimo di 1 ppm per il gasolio ad accisa intera).. Per i motivi sopra ricordati il Ministero delle Finanze inglese ha promosso nel dicembre 24 una consultazione pubblica per procedere a modifiche della lista dei veicoli per cui è possibile usare il carburante ad accisa ridotta. Una revisione legislativa che dovrebbe portare ad una diminuzione sensibile dei veicoli ammissibili all'uso del carburant ad accisa ridotta. I problemi si riscontrano principalmente per le macchine da cantiere e nel settore agricolo dove sono sotto esame i trattori di nuova generazione: veloci, sicuri con maggiore comfort a bordo, tanto da essere competitivi con i normali camion per il trasporto su strada delle derrate agricole e dei

46 mezzi tecnici; l'utilizzo continuato sulle strade di gasolio ad accisa ridotta da parte dei trattori, turberebbe la normale concorrenza con le imprese ti trasporto. Un ulteriore quesito riguarda l'uso di motori agricoli, che possono usufruire di gasolio agevolato, ma che nella vecchia legge del 1979 non erano minimamente definiti in dettaglio. OLANDA L'art. 27, n. 3, della Wet op de accijns (legge olandese sulle accise) del 31 ottobre 1991 prevede un'aliquota di accisa ridotta per il gasolio da impiegare per uno scopo diverso dalla locomozione di veicoli stradali a motore, a condizione che il gasolio sia munito dei marcatori prescritti. L'art. 4 della Uitvoeringsbesluit accijns (regolamento di esecuzione delle accise) del 2 dicembre 1991 precisa quindi la categoria di veicoli a motore esonerati, tra cui figurano i veicoli a motore destinati ad essere utilizzati come fuoristrada per l'agricoltura o la silvicoltura e che circolano sulla rete stradale pubblica solo per essere trasferiti da un cantiere all'altro. Sulla base delle previsioni normative citate l'imposizione fiscale gravante sul gasolio agevolato al , (per l'agricoltura, per il riscaldamento, per l'impiego industriale ecc.) prevede un'accisa ridotta del 9% pari a 46,56 /1 litri, a fronte di un'accisa per il carburante ordinario di 364,91 /1 litri. L'impiego del metano per il riscaldamento delle serre ha soppiantato da tempo l'uso del gasolio diffondendosi fin dal 1974, soprattutto in ragione del grado elevato d'inquinamento atmosferico prodotto dall'impiego di gasolio in orticoltura. Il governo olandese decise così di agevolare l'impiego del gas naturale in tale settore. Nel 1985 il consumo di metano rappresentava più del 95 % del consumo totale di energia nell'orticoltura olandese. Per quanto riguarda l'agevolazione fiscale prevista per l'impiego del gas metano in agricoltura, bisogna brevemente citare il caso Gasunie. Il caso riguarda gli aiuti, sotto forma di tariffe preferenziali, conferiti dal governo olandese agli orticoltori olandesi, attraverso l'operatore Gasunie. L'Olanda è leader europeo nel settore delle colture orticole protette (in particolare nelle produzioni in serre riscaldate), in cui il combustibile è utilizzato per riscaldare la serra e permettere le coltivazioni anche con temperature esterne basse. Nel mercato olandese il trasporto, l'importazione, l'esportazione e la vendita diretta ai principali clienti collegati. alla rete di distribuzione del metano erano effettuati dalla società Gasunie, che, pur essendo una società di diritto privato, era posseduta per il 5% dallo Stato Olandese. Quest'ultimo aveva inoltre il diritto di approvare i prezzi di vendita e le condizioni di fornitura e di approvare il programma di erogazione del gas. Il ministro degli Affari Economici disponeva, inoltre, di ampi poteri di controllo per la fornitura di gas naturale nel mercato interno dei Paesi Bassi e di fissare prezzi diversi per diverse categorie di gas. Nell'ottobre del 1981, venne applicata una tariffa preferenziale agli orticoltori olandesi, che venne definita dalla Commissione europea come aiuto di stato incompatibile con il mercato comune. In seguito a negoziati, la tariffa orticola fu allineata alla tariffa industriale con una maggiorazione del prezzo che tenesse conto della media dei prezzi correnti. Nel 1984, tuttavia, fu concluso un nuovo contratto che prevedeva il blocco del prezzo del gas per l'orticoltura al livello medio dell'anno 1983; la Commissione intervenne nuovamente bollando le tariffe come aiuti di Stato incompatibili con il buon funzionamento del mercato interno, in quanto avevano ridotto i costi di produzione (dato che il riscaldamento incide per un 25-3% sui costi di produzione degli ortaggi e fiori coltivati in serrre riscaldate), e determinando quindi una distorsione della concorrenza

47 incompatibile con il mercato comune, in quanto il divario tra questa tariffa e quelle praticate ad altri clienti industriali non erano giustificate da criteri oggettivi. Secondo la Commissione, una tariffa è da considerarsi preferenziale "quando possiede le tre seguenti caratteristiche: avvantaggia alcune imprese o alcune produzioni che siano in concorrenza con imprese o produzioni di altri Stati ed i cui prodotti siano oggetto di scambi intracomtmitari, è stata imposta dall'autorità pubblica, dia luogo ad un versamento compensativo alla società distributrice da parte dello Stato membro o ad una riduzione delle entrate statali". GERMANIA L'art. 19, n. 2, del Mineralölsteuergesetz (legge sulla tassa sugli oli minerali) del 21 dicembre 1992, come modificata dal Gesetz für Vorrang Erneuerbarer Energien (legge sulle fonti di energia rinnovabili) 29 marzo 2, prevede una riduzione d'accisa per il gasolio impiegato in veicoli agricoli e forestali. L'art. 26, n. 4, del Mineralölsteuergesetz vieta l'uso di gasolio marcato come carburante per azionare macchine agricole. La marcatura del gasolio viene applicata al gasolio impiegato per riscaldamento. È prevista una tassazione ridotta per il gasolio agricolo ("Agrardiesel"). FINLANDIA Le accise applicabili al gasolio sono disciplinate in Finlandia dalla legge 29 dicembre 1994, 1472/1994, relativa all'imposta di consumo sui combustibili liquidi, successivamente modificata dalla legge 59/1998 (in prosieguo: la «legge 1472/1994»). Ai sensi della legge 1472/1994 l'accisa sull'olio diesel e sull'olio combustibile per riscaldamento si compone di un'imposta di base e di un'imposta addizionale. L'imposizione totale ammonta 6 a 345,9 per 1. litri nel caso dell'olio diesel, e a 7,6 per 1. litri nel caso dell'olio combustibile per riscaldamento. Se il gasolio è utilizzato come carburante per motori, esso viene gravato dell'aliquota di accisa applicabile all'olio diesel. Ai sensi dell'art. 2 della legge 1472/1994 per olio diesel si intende gasolio fornito per essere utilizzato come carburante per motori diesel. Per olio combustibile per riscaldamento si intende gasolio fornito per essere utilizzato come combustibile per riscaldamento, reso riconoscibile in conformità delle disposizioni dell'art. 7 della legge e del decreto 1547/1995 (attraverso un colorante). La legge 722/1966, relativa all'imposta sui veicoli a motore, dispone, agli artt , che è dovuta un'imposta addizionale per tutti i veicoli utilizzati in Finlandia, siano essi ivi immatricolati o no, e il cui serbatoio del carburante sia riempito di olio combustibile per riscaldamento in luogo di olio diesel. Ai sensi dell'art. 16 di tale legge, l'importo dell'imposta addizionale viene calcolato in base all'importo dell'imposta sui veicoli a motore applicabile al veicolo di cui trattasi moltiplicato per 2. Ai sensi degli artt. 17 e 17a di tale legge sono soggetti all'imposta addizionale anche i trattori e le macchine per lavori pubblici. Sono previste eccezioni a questa regola principale, per i trattori, ove essi siano impiegati nell'agricoltura, nella silvicoltura o in attività strettamente connesse, e per le macchine per lavori pubblici, a meno che non siano utilizzate per attività diverse da quelle relative alla loro normale utilizzazione e svolte nel luogo dei lavori o delle costruzioni, per il trasporto del 6 Dati aggiornati al , fonte: Commissione Europea.

48 proprio carburante e dei propri lubrificanti, nonché per il loro spostamento da un cantiere all'altro. Tuttavia, qualora i trattori per uso agricolo o le macchine per lavori pubblici vengano utilizzati per il trasporto di merci, è obbligatoria l'utilizzazione di olio diesel. Ai sensi dell'art. 25 della legge 722/1966, l'applicazione di queste disposizioni viene controllata dalla polizia e dalle autorità doganali. Ai sensi dell'art. 28 queste autorità sono competenti ad effettuare nei depositi di carburante e sui veicoli a motore i necessari controlli in ordine al tipo di carburante utilizzato nei veicoli. Ai sensi di tale disposizione essi possono anche fermare i veicoli per effettuare controlli del genere. Se viene accertata la presenza di olio combustibile per riscaldamento nel serbatoio, in conformità con quanto stabilito all'art. 27 di tale legge esse devono mettere fuori circolazione il veicolo fino all'applicazione delle relative sanzioni. Il regime fiscale finlandese ha dunque in comune con i regimi degli altri Stati membri in materia di accise il fatto che il gasolio destinato ad essere utilizzato come carburante e quello destinato ad altri usi sono resi riconoscibili attraverso la colorazione rossa del gasolio destinato al riscaldamento e per altre utilizzazioni specifiche. La presenza di questo «olio combustibile per riscaldamento», anche fortemente diluito, nei serbatoi dei veicoli a motore può, come ammette anche la Commissione, essere facilmente accertata mediante controlli. L'utilizzazione di olio combustibile rosso per riscaldamento per usi non ammessi non è espressamente vietata dal regime finlandese, con corrispondenti sanzioni penali o amministrative, ma è assoggettata ad un insieme di imposizioni fiscali specifiche. L'utilizzazione in quanto tale non è espressamente vietata, è però vietata l'utilizzazione senza previa dichiarazione. La Commissione 7 ha contestato in passato al governo finlandese il fatto di essere carente nel controllo fiscale sui carburanti agevolati, prescritto dall'art. 8, nn. 2 e 3, della direttiva 92/81, segnatamente allo stadio della distribuzione. Il fatto che l'olio combustibile per riscaldamento sia liberamente ottenibile presso le stazioni di servizio condurrebbe ad abusi. Infine, la Commissione ritiene che il controllo sui veicoli a motore da parte delle autorità finlandesi sia effettuato in maniera troppo occasionale. CONCLUSIONI Le imposte sui carburanti, per quanto classificate generalmente nel gruppo dei prelievi sui prodotti energetici, costituiscono il più rilevante fattore di costo collegato al trasporto. Attualmente, anche in relazione alla stasi del processo di armonizzazione previsto dalla direttiva 23/96/CE, le accise sui carburanti vigenti a livello comunitario sono notevolmente diversificate, con i livelli più elevati in vigore nel Regno Unito sia per quanto riguarda le accise sulla benzina senza piombo (,72/litro) che sul gasolio (,77/litro). I livelli più bassi, viceversa, si riscontrano nelle Repubbliche Baltiche (Lituania, Lettonia, Estonia), a Cipro, Malta e in Grecia. Bisogna sottolineare come anche l'imposta sul valore aggiunto (IVA) sia applicata sugli stessi carburanti in percentuali estremamente variabili, per esempio, come risulta dalle tabelle delle pagine precedenti, in Lussemburgo l'iva sulla benzina è pari al 15% mentre in Danimarca e Svezia raggiunge il livello più elevato in Europa (25%). Bisogna sottolineare infine che i dati riportati nel presente studio fanno riferimento a dati ufficiali della Commissione Europea, aggiornati al 1/1/25 sulla base delle comunicazioni che gli Stati Membri inviano alla Commissione stessa. 7 Commissione delle Comunità europee contro République de Finlande. - Inadempimento di uno Stato - Direttive 92/81/CEE e 92/82/CEE - Aliquote di accisa sugli oli minerali - Controllo fiscale - Uso del gasolio come carburante. - Causa C-185/.

49 Altri dati, per esempio quelli diffusi dall Unione Petrolifera e riportati nelle tre tabelle seguenti, riportano livelli d accisa che non sempre concordano con i dati della Commissione

50

51 L Italia si colloca comunque in una posizione intermedia tra il gruppo dei paesi baltici, mediterranei e l Irlanda -che sono assestati su livelli molto inferiori alla media- e i paesi nordici e Francia e Germania più vicini al limite superiore individuato dal Regno Unito. Per il diesel comunque la distanza con i livelli del Regno Unito è sensibile per tutti i paesi confrontati. La tendenza degli ultimi anni non è stata tuttavia omogenea per i paesi membri: se da un lato l idea di introdurre imposte ambientali ha trovato via via crescente appoggio nell opinione pubblica, è anche vero che in molti stati membri un utilizzo più netto dello strumento fiscale è stato frenato dalla paura dei possibili effetti sull inflazione dell imposizione sui carburanti, soprattutto in relazione ai vincoli posti ai paesi che volevano aderire all unione monetaria. Come previsto dalla direttiva 23/96/CE, le accise sui carburanti possono essere differenziate (e quindi ridotte) in ragione dell'impiego che viene fatto del carburante e/o combustibile. Nell'ambito di questo studio è stato possibile evidenziare come l'impiego dei carburanti e dei combustibili impiegati in agricoltura comporti un regime fiscale differenziato volto ad agevolare gli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente

DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente Mobilita' sostenibile nelle aree urbane (GU n. 179 del 3-8-1998) Registrato alla Corte dei conti il 9 luglio 1998 Registro n. 1 Ambiente, foglio n. 212

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

D.P.R. del 30 settembre 1999, n. 361 (s.o. n. 183L alla G.U. del 19-10-1999, n. 246)

D.P.R. del 30 settembre 1999, n. 361 (s.o. n. 183L alla G.U. del 19-10-1999, n. 246) D.P.R. del 30 settembre 1999, n. 361 (s.o. n. 183L alla G.U. del 19-10-1999, n. 246) Regolamento recante norme per la riduzione del costo del gasolio da riscaldamento e del gas di petrolio liquefatto,

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 31.3.2015 COM(2015) 145 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Relazione sull'applicazione del regolamento (UE) n. 211/2011 riguardante l'iniziativa

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

CIRCOLARE N. 17/D. Roma, 28 maggio 2007. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 17/D. Roma, 28 maggio 2007. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI CIRCOLARE N. 17/D Roma, 28 maggio 2007 Protocollo: 3084 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Alle Circoscrizioni Doganali LORO

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

DIRETTIVA 92/12/CEE DEL CONSIGLIO del 25 febbraio 1992 relativa al regime generale, alla detenzione, alla circolazione ed ai controlli dei prodotti

DIRETTIVA 92/12/CEE DEL CONSIGLIO del 25 febbraio 1992 relativa al regime generale, alla detenzione, alla circolazione ed ai controlli dei prodotti DIRETTIVA 92/12/CEE DEL CONSIGLIO del 25 febbraio 1992 relativa al regime generale, alla detenzione, alla circolazione ed ai controlli dei prodotti soggetti ad accisa IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

Dettagli

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA la mobilità nella formazione dei docenti in europa LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA MIUR Direzione Generale per gli Affari Internazionali Eurydice Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 ottobre 2014. Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Ufficio delle Dogane di Ferrara Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Relatore: Simona Palazzi Ferrara, 16 settembre 2014 INDICE 1. L agevolazione fiscale - Genesi ed evoluzione

Dettagli

Veicoli più puliti e carburanti alternativi

Veicoli più puliti e carburanti alternativi O2 P o l i c y A d v i C E n ot e s L iniziativa CIVITAS è un azione europea che sostiene le città nell attuazione di una politica integrata dei trasporti sostenibile, pulita ed efficiente in termini energetici.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

(1) Pubblicata nella G.U.C.E. 27 ottobre 2001, n. L 283. Entrata in vigore il 27 ottobre 2001.

(1) Pubblicata nella G.U.C.E. 27 ottobre 2001, n. L 283. Entrata in vigore il 27 ottobre 2001. Dir. 27-9-2001 n. 2001/77/CE Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità. Pubblicata

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers Servizi che vi portano molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers L innovazione al servizio dell autotrasporto: AS 24 apre la strada 1 a rete europea di stazioni dedicate ai mezzi pesanti,

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 28.11.214 COM(214) 94 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO Relazione

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Recuperi, rimborsi e abbuoni

Recuperi, rimborsi e abbuoni Recuperi, rimborsi e abbuoni Ing. Donato Rosa Rimborsi Il rimborso in materia tributaria, rappresenta una applicazione dei principi civilistici della ripetizione dell indebito (art. 2033 c.c.). L imposta

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE COMUNE SULL'OCCUPAZIONE DELLA COMMISSIONE E DEL CONSIGLIO

PROGETTO DI RELAZIONE COMUNE SULL'OCCUPAZIONE DELLA COMMISSIONE E DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 28.11.2014 COM(2014) 906 final PROGETTO DI RELAZIONE COMUNE SULL'OCCUPAZIONE DELLA COMMISSIONE E DEL CONSIGLIO che accompagna la comunicazione della Commissione sull'analisi

Dettagli

Ha fatto notizia in queste

Ha fatto notizia in queste di Antonio Boschetti APPROFONDIMENTI Biodiesel e olio di colza, dov è la convenienza Ha fatto notizia in queste ultime settimane scoprire che alcuni automobilisti, a quanto pare soprattutto al Nord, stavano

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA TITOLO VII NORME COMUNI SULLA CONCORRENZA, SULLA FISCALITÀ E SUL RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 gennaio 2011, n. 20: Regolamento recante l'individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione,

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento Per I Trasporti Terrestri E Per I Sistemi Informativi E Statistici Ufficio di Coordinamento per la Lombardia Circolare interna n. 1 Milano 18/04/2004

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO

21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO 21.6.2005 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 157/29 PROTOCOLLO Relativo alle condizioni e modalità d'ammissione della Repubblica di Bulgaria e della Romania all'unione europea LE ALTE PARTI CONTRAENTI,

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

Ultimo aggiornamento: luglio 2008. TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU. Pagina 1

Ultimo aggiornamento: luglio 2008. TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU. Pagina 1 TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU Pagina 1 ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI E DEGLI ACRONIMI UTILIZZATI NEGLI ORIENTAMENTI DAU ACP CDC CCIP NC DG TAXUD CE UE EUR.1 Gruppo di Stati dell Africa, dei Caraibi

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria A cura di NE Nomisma Energia Srl Responsabile di Ricerca: Davide Tabarelli (Presidente), Carlo Bevilacqua Ariosti

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI

Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI COMMISSIONE EUROPEA Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI Libro bianco per una strategia e un piano di azione della Comunità INDICE 1 Premessa p.4 1.1

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011)

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento prodotto nell ambito della Rete Rurale Nazionale

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Vista la legge 31 luglio 2002, n. 179, recante disposizioni in materia ambientale;

Vista la legge 31 luglio 2002, n. 179, recante disposizioni in materia ambientale; D.Lgs. Governo n 387 del 29/12/2003 Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale IT 2014 n. 08 Relazione speciale La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? CORTE DEI CONTI EUROPEA CORTE DEI CONTI EUROPEA 12,

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli