POWER CAR PERIODICO DI INFORMAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POWER CAR PERIODICO DI INFORMAZIONE"

Transcript

1 PERIODICO DI INFORMAZIONE PUBBLICAZIONE RISERVATA AI SOCI - ANNO I - Numero 1 - Marzo 2010 Direzione, redazione e amministrazione: POWER CAR - C.da Sant Angelo - Zona Ind.le Sud - Fasano (BR)- tel/fax Curatore del Notiziario: Lorenzo De Leonardis Buon compleanno Power Car Bilancio 2009 e Progetti 2010 H a compiuto da poco un anno. E, con i suoi 140 associati, rappresenta già un punto di riferimento per gli appassionati di auto sportive del territorio pugliese. Parliamo dell associazione POWER CAR, Sezione Motorsport della Federico II Eventi. L associazione fasanese guidata da Mimmo Bellini nasce il 18 gennaio 2009 dall esperienza dell ex pilota e meccanico specializzato in vetture sportive. In pochi mesi il sodalizio raccoglie numerose adesioni, organizza eventi e manifestazioni, portando sulla scena e sulla pista una nuova concezione di automobilismo. L idea di Power Car è quella di infondere, divertendosi, la cultura all educazione stradale e di far acquisire a ciascuno dei soci un rapporto sempre più confidenziale con la propria autovettura. L automobile diventa lo strumento di espressione del driver. Una passione per l automobilismo che coniuga il fascino della scoperta con la passione per la vettura, regina incontrastata degli eventi organizzati da Power Car: raduni, manifestazioni, gare di regolarità, gite. L Associazione coinvolge appassionati di ogni età e avvicina anche le donne alla bellezza irresistibile delle auto sportive. Così è accaduto, ad esempio, nel Rally fotografico che ha condotto circa 40 vetture alla scoperta delle Murge e della Valle d Itria. Alla guida, ladies e drivers muniti di macchina fotografica, pronti a riconoscere e immortalare gli angoli più suggestivi del territorio, i monumenti e le bellezze paesaggistiche e architettoniche che ci circondano. Gli associati Power Car si sono cimentati anche in prove di abilità alla guida presso l autodromo di Binetto (BA), all interno di una manifestazione che ha visto competere simpaticamente decine di super car. Il tutto senza interesse agonistico, con la sola voglia di condividere con amici le fibrillazioni della guida ad alta velocità. Spenta la prima candelina, già si pensa al futuro. Tra i progetti per il 2010, dichiara il Responsabile Bellini: «Allargare il territorio da esplorare, coprendo tutte le province pugliesi e superando i confini regionali. Ma anche organizzare nuove manifestazioni e replicare gli eventi più riusciti dello scorso anno, come il Rally fotografico». In cantiere, anche l idea di una gita all estero in compagnia delle inseparabili auto sportive. L ambizione di Power Car di diventare il centro aggregatore per gli appassionati di auto sportive dell Italia centromeridionale si fa sempre più vicina. Rosaria Pace

2 UN ANNO DI POWER CAR Intervista a Mimmo Bellini di Rosaria Pace C osa è stato realizzato nel 2009? Davvero molto, a giudicare dal numero di associati ormai 140 e dagli eventi organizzati. In partiparticolare, tra le manifestazioni si ricordano: 29 marzo 2009: assemblea dei soci alla Masseria Don Sante con pranzo e degustazione vini Ancella. 25/26 aprile 2009: Sportive in Calabria e Basilicata: visita e pranzo al Castello Federiciano di Roseto Capo Spulico (CS) ed a seguire Matera, con relax pomeridiano, cena di gala e pernottamento al Garden Inn Hotel - al mattino seguente prova di regolarità in salita a Ferrandina (MT) con cerimonia di premiazione dell Assessorato allo Sport e degustazione di prodotti tipici nel centro storico. Al Castello di Roseto Capo Spulico 9/10 maggio 2009: Porsche alla Fasano-Selva: parata di apertura della cronoscalata fasanese e due giorni in pit lane con pranzo ed open bar. Il paddok Porsche Power Car 4 ottobre 2009 Rally Fotografi co Trulli, Murge e Valle d Itria : i partecipanti, prima si sono cimentati in una prova di abilità alla guida (gimcana di regolarità) e poi, muniti di macchina fotografica e di una guida del percorso ( roadbook ), hanno fatto tappa in alcuni degli angoli più suggestivi del territorio tra Fasano, Locorotondo, Martina, Noci, Barsento, Alberobello, fino a giungere nella contrada Macchia di Monte (Monopoli). Nel corso delle diverse tappe, i piloti hanno scattato magnifiche fotografie alla propria auto in corrispondenza di monumenti e meraviglie architettoniche e naturalistiche. Al termine del percorso, Palma Salonna per le Ladies e Gianfranco Giorgio per i Gentlemans hanno conquistato il podio.

3 29 novembre 2009 Power Car all autodromo di Binetto (BA): i piloti si sono cimentati in una prova di abilità alla guida (gimcana a tempo). La migliore prova di guida è stata quella di Fabio Casavola (primo classificato), a bordo di una Mitsubishi Lancer Evo Fabio Casavola A seguire, Luigi De Gennaro con una Ferrari 348 e, al terzo posto Cosimo Margherita con una Porsche 911. Subito dopo la prova, giri liberi sul circuito dell autodromo in compagnia del pilota Gigi Ferrara. La parola per il bilancio dell anno al responsabile Mimmo Bellini. Di seguito l intervista nella quale racconta passato, presente e futuro dell Associazione. POWER CAR - Si può dire che lei abbia una conoscenza dell automobile a 360 gradi. Ci racconta la sua e- sperienza con la Porsche e con le vetture sportive? Il mio rapporto con le auto può definirsi davvero a 360 gradi. Non sono io ad aver cercato questa passione: se devo essere sincero, è lei che ha trovato me, ed io sono a sua completa disposizione. - Da dove nasce l idea dell associazione e cosa si propone? L associazione non è nata dal nulla. Si è sviluppata naturalmente, è stata l esito di un lungo lavoro precedente. Nel corso degli incontri con amici Porsche, abbiamo sentito l esigenza di ufficializzare un gruppo che si era già strutturato nel corso degli anni. Come tra un uomo e una donna c è un incontro, l innamoramento e la costituzione di una famiglia, così noi soci ci siamo incontrati, siamo diventati molto amici, e siamo diventati la famiglia Power Car, con i suoi 140 iscritti. - Power Car compie un anno: un bilancio dei primi dodici mesi di vita dell Associazione Ampiamente positivo. Abbiamo dato risposta a persone che inizialmente erano un po scettiche e che probabilmente non credevano nel successo dell iniziativa. Vincere lo scetticismo di tante persone che non credevano in noi è stata la soddisfazione più grande. Il bilancio è molto positivo per il numero di associati, per la riuscita degli eventi, per la grande partecipazione dei soci alle attività, per l impegno che abbiamo profuso in questi mesi all interno dell Associazione. - I propositi per il 2010 di Power Car Allargare il territorio da esplorare, arrivando oltre le province pugliesi e superando i confini regionali. In progetto c è anche l idea di una gita all estero. Ci impegneremo anche per organizzare nuove manifestazioni e per proporre nuove formule, mentre replicheremo gli eventi più riusciti dello scorso anno, come il rally fotografico. La parola passa ai vincitori del rally fotografico Palma (Mina) Salonna, Eva al volante della Power Car, descrive la Mina Salonna sua esperienza con le auto e con l Associazione. - Cosa ha significato per lei la vittoria come Eva al volante nel Trofeo Power Car 2009? È stata una vicenda simpatica, perché avevo acquistato la Porsche esattamente tre giorni prima della manifestazione ed era il primo giorno in cui ne sperimentavo la guida. Per me è stata una vittoria completamente inaspettata e molto gradita, perché sono una grandissima appassionata di auto sportive, soprattutto di Porsche, e un amante della velocità. - Donne e auto: un binomio vincente. Da dove nasce la passione per le auto sportive? Ho sempre amato le auto, sin da bambina possedevo un modellino di Porsche. In tono scherzoso,

4 ne rappresentavo uno scherzo della natura e che sarei dovuta nascere maschio. Ho un carattere dinamico, che mi fa apprezzare molto i motori, le macchine, la velocità e, soprattutto, le competizioni. Ho ereditato queste passioni da mio padre, che si avventurava in moto percorrendo il tratto Milano-Francavilla. - Un bilancio dell anno da associata Power Car: ci racconti la sua esperienza. Ho scoperto Power Car quasi casualmente, mentre accompagnavo un amico in officina a fare il tagliando per la sua Porsche. Ho incontrato Mimmo e Antonella, due persone meravigliose, ho conosciuto lo splendido ambiente dell Associazione. Così ho deciso di fare il tesseramento anche prima di avere la Porsche, per frequentare delle persone accomunate dalla mia stessa passione. - Power Car non è solo auto sportive: è anche conoscenza del territorio, scoperta dei luoghi e delle tradizioni enogastronomiche. Cosa apprezza di più di questa formula? Di Power Car apprezzo l organizzazione ottima: siamo sempre informati di tutto, l ambiente è molto familiare e le uscite insieme agli altri soci sono molto piacevoli. - Un desiderio per il nuovo anno nell Associazione Nel 2010 desidero partecipare a tutte le gare e vincerle. Per sfatare l idea che le donne non sanno guidare. Non poteva mancare l intervista al Driver dell anno 2009, Gianfranco Giorgio. Di seguito le sue risposte ai nostri quesiti: Gianfranco - Cosa ha significato per lei essere il Driver dell anno nel Trofeo Power Car 2009? Sono un appassionato e mi piaceva l idea di partecipare ad una gara che in realtà era simbolica, perché correvamo tra amici. Sono stato vincitore per la somma di punti acquisiti nelle varie manifestazioni a cui ho partecipato e sono soddisfatto di aver conquistato il primo posto con una macchina tra le più economiche di tutto il club e con un minor numero di cavalli. Si è trattato di una sfida con me stesso e sono davvero soddisfatto di averla vinta - Qual è la sua esperienza con le auto sportive? Quando è nata la sua passione? La mia passione è nata sin da bambino. Papà Tommaso era un corridore professionista, vincitore di campionati italiani. Da bambino lo seguivo nelle gare, quindi posso dire che per me si tratta di una passione nata e cresciuta in casa. - Un bilancio dell anno da associato Power Car: ci racconti la sua esperienza. Dell Associazione apprezzo soprattutto l ottima organizzazione, curata nei particolari. Molto spesso si tende a guardare soltanto gli aspetti negativi delle situazioni, mentre difficilmente se ne apprezzano gli elementi positivi. Io suggerisco ai soci di apprezzare questi aspetti. Mi piace l idea di ritrovare altri soci, persone che non conosci,

5 ma di cui sai di essere amico perché condividi con loro la stessa passione. Le manifestazioni di Power Car offrono attrattive che vanno al di là dell automobilismo e permettono di trascorrere belle giornate agli associati e agli accompagnatori. Non c è niente di più bello che seguire una passione con la propria donna. - Power Car non è solo auto sportive: è anche conoscenza del territorio, scoperta dei luoghi e delle tradizioni enogastronomiche. Cosa apprezza di più di questa formula? Io ho esplorato molto la Puglia e Power Car mi dà la possibilità di rivisitare posti che già conoscevo, ma anche di scoprire nuovi luoghi in compagnia. Stare insieme, guidare, incontrare altra gente: sono tutte belle occasioni offerte dalle manifestazioni Power Car. - Un desiderio per il nuovo anno nell Associazione. Che l organizzazione rimanga sempre efficiente come lo è stata POWER CAR nell anno appena trascorso. Inoltre, spero che si organizzino Sabato 13 marzo più eventi, anche nel periodo estivo. Sconvolt Quiz con LE IENE Sabato 3 aprile D.J. PROVENZANO Radio M2O Ex S.S Km FASANO (BR) Non prendere impegni per il 25 Aprile!!!!! Stiamo organizzando un evento indimenticabile. Non mancare

6 Intervista a Gigi Ferrara Campione Italiano 2008 Porsche Carrera Cup Pilota Porsche nel Mondiale 2009 e 2010 a cura di Rosaria Pace P er il primo compleanno di Power Car, abbiamo l onore di parlare anche con Gigi Ferrara, straordinario pilota italiano, vincitore di competizioni nazionali e mondiali. Ci racconta i suoi successi professionali e il suo impegno per l Associazione - Tu sei un pilota e profondo conoscitore di auto sportive. Ci racconti la sua esperienza con le fiammanti autovetture? La mia carriera è iniziata nel 1992 alla guida dei kart, con una gara nel campionato regionale vinto al debutto. È seguita una vittoria ai campionati italiani nel 1996 e, l anno successivo il secondo posto ai campionati europei. Nel 1998 ho partecipato al campionato mondiale, arrivando sesto assoluto. Nel 1999 ho partecipato ad un campionato di kart a Montecarlo, vincendolo. Nel 2000 ho debuttato nelle monopo- AUTO CONSULTING S.a.S. di Cofano A. & C. Via Dell Industria, 131/A Fasano (BR) tel/fax

7 sto con la Formula Campus Renault, vincendo il campionato. Poi dal 2001 al 2004 c è stata la lunga carriera con la Formula Renault 2000 e un quarto posto in quel campionato. Nel 2005, la partecipazione al campionato italiano di Formula 3, che ho vinto. Nel 2007, invece, ho partecipato al campionato di Formula Master, arrivando settimo in campionato. Il 2008 è stato l anno del debutto alla guida della Porsche nel campionato italiano, al Porsche Carrera Cup Italia. Nel 2009, infine, all interno del campionato mondiale Porsche, ho conseguito come miglior risultato il sesto posto nella gara di Dubai. - Come hai conosciuto Power Car? Ho conosciuto Mimmo Bellini portando la macchina in officina per il tagliando. Poi ne è nata un amicizia e la stretta collaborazione per gli eventi dell Associazione. - Descrivici in poche battute il mondo delle auto sportive È una passione che ho nel sangue, senza la quale non riesco a vivere. La velocità dà un ebbrezza indescrivibile. Del settore delle auto sportive apprezzo molto anche il contatto con personalità di rilievo, anche del settore della Formula 1. È un mondo molto affascinante, nel quale ho trovato tanti amici.. - Qual è il tuo contributo agli appassionati piloti del territorio? Metto a disposizione degli appassionati del territorio, soprattutto dei soci Power Car, molti consigli, la mia esperienza, tante curiosità. A questo aggiungo l impegno personale nell organizzazione di e- venti, prove in pista, corsi di guida. - La tua idea sull operato e sulla filosofia dell Associazione Trovo che l Associazione abbia buone idee e sono certo che molti altri appassionati si avvicineranno a Power Car. Gli eventi sono ben organizzati e offrono ai soci un approccio vero con il mondo dell automobilismo sportivo, anche avvicinandoli agli autodromi e alle competizioni ufficiali. - Cosa consigli a Power Car per il futuro? Di continuare ad organizzare questi eventi e di proseguire l ottimo lavoro iniziato. - Previsioni e speranze per il tuo futuro professionale? Punterò alla vittoria del campionato mondiale Porsche 2010, anche se la competizione sarà molto difficile. Per la gara che si terrà a Monza nel settembre 2010 spero di invitare i soci Power Car. Sarò l unico pilota italiano e spero nel tifo degli amici di Power Car, che potranno assistere anche al Gran Premio di Formula 1. - In bocca al lupo, allora. Crepi.

8 Flavio Gentile Socio a due ruote di Lorenzo A ppena rientrato da Almeria (Spagna) dove ha effettuato i test con la sua Ducati 1098 RS, abbiamo incontrato Flavio Gentile, ventottenne pilota motociclistico fasanese, distintosi negli anni scorsi in Italia ed all estero tanto da meritare il salto di qualità per la stagione agonistica che sta per iniziare. L occasione è stata utile per consegnarli la tessera di Socio Power Car. Gli abbiamo rivolto qualche domanda per presentarlo a chi non ha avuto ancora il piacere di conoscerlo. - Flavio, come nasce la tua passione per le moto? Ho cominciato, poco più che bambino, seguendo le orme di mio fratello maggiore, Francesco, che correva in motocross; infatti la mia prima moto è stata una minicross. Poi, guardando in TV le gare in pista, fui attratto da quel modo di guidare particolare, da quei centauri che piegavano tanto da toccare l asfalto con le ginocchia e decisi che era quello che volevo fare. - Chi era allora il tuo idolo? Senz altro Cadalora; quando poi smise di correre, diventai un fan di Max Biaggi. - Ma.. allora quest anno te lo troverai contro Per la prossima stagione parteciperò al Campionato Italiano Superbike con la Ducati 1098 RS ufficiale affidata al Team Althea Racing (ndr. per la prima volta la DUCATI ha un Team satellite) ed ad una o più prove del Mondiale Superbike, nelle cosiddette tappe Wild-Card. Quindi mi troverò a correre con Max Biaggi che quest anno guiderà un Aprilia ufficiale, con livrea Alitalia. - Chi saranno i tuoi compagni di scuderia? Le altre due Ducati 1098 RS, che correranno il Mondiale, avranno in sella Carlos Checa e Shine Byrne (foto sotto). - Sei appena tornato da Almeria (Spagna) dove hai effettuato i test con la Ducati su pneumatici DUN- LOP, di cui ci risulta tu sia il collaudatore ufficiale. Nella tua carriera hai guidato un po tutte le moto; conosci Yamaha, Honda, Aprilia, Kawasaki. Ma quali differenze trovi con Ducati? E una moto completamente diversa; l engeneering giapponese è completamente differente da quella italiana: telaio, motore, assetto, gomme e soprattutto elettronica.

9 Inoltre l organizzazione e le gerarchie tecniche in Ducati sono curate nei minimi particolari: ognuno sa perfettamente quello che deve e non deve fare. Credo che per questo da anni la Ducati è vincente. - Questo balzo in avanti della tua carriera credi che ti abbia cambiato? Tu mi vedi cambiato? - No, per niente. Ho solo più impegni. Il centro sportivo che dirigo con i miei fratelli (ndr. Flavio è istruttore di nuoto FIN e responsabile della piscina) richiede particolare attenzione, ma ho ottimi collaboratori. Inoltre mi sposto due o tre volte a settimana a Barletta ove mi sottopongo a specifica preparazione atletica e tecnica con moto da cross e supermotard. - Quali sono i tuoi prossimi impegni? Il 12 marzo sarò a Misano Adriatico per dei nuovi test. - Quando la prima gara? Il Campionato comincia il 18 aprile a Vallelunga. - Flavio, è un piacere averti fra noi quale socio Power Car. Contiamo di vederti alla guida di una quattro ruote durante qualche nostra manifestazione. Puoi contarci. - Allora in bocca al lupo. Crepi.

10 PASSIONE MOTORI Rubrica riservata a soci Power Car e lettori del Notiziario ( Raccontaci della tua passione o di un episodio particolare) In questo numero: la mia PASSIONE PORSCHE A ll età di sette anni, nell ormai lontano 1966, vidi parcheggiata in una strada del centro, nella mia Fasano, una bellissima auto sportiva, che non avevo mai visto prima, e fu amore a prima vista. Era una Porsche 356 B doppia griglia di colore bianco e la mia curiosità fu proprio attratta da quella particolare griglia posteriore. Chiesi a mio padre, grande appassionato di auto sportive nonché ex meccanicocollaudatore Lancia, cosa vi fosse dietro quel cofano particolare. Mi raccontò quello che significava Porsche e quale fosse la differenza fra un motore raffreddato ad acqua ed uno raffreddato ad aria; e poi già si sapeva dei successi sportivi della Casa di Stoccarda. Ricordo che le mie zie, considerato che ero il maggiore dei nipoti, mi promettevano spesso che ai miei 18 anni, mi avrebbero regalato la 500; ma io, deciso, rispondevo ogni volta: << Quando sarò grande, lavorerò e mi comprerò una Porsche!>>. E così gli anni passarono, ed anche parecchi, fino a quel giorno del 1990 in cui, entrato in una officina meccanica di un maestro dei motori della mia Città (Mimì Pezzolla), chiesi notizie su una 924 Turbo del 1981 a cui stavano sostituendo le pastiglie freni; era in vendita e non mi feci scappare l occasione. In quel momento era la sola Porsche accessibile per le mie tasche e lì ci misi i miei risparmi. Oggi, dopo 19 anni, non ci ho fatto tanti chilometri, ma i suoi 177 CV, ogni tanto, scalpitano ed allora sciolgo le briglie, senza però esagerare. Nell ottobre 2005, ho comprato la mia seconda Porsche, una Targa del 76 e mi è sembrato di tradirla (la 924 T), ma ero pure convinto che non si sarebbe trattato mai di un caso di bigamia. Credo di aver trasmesso al mio piccolo Christian, di sette anni, la mia stessa passione, visto che si lascia fotografare volentieri solo vicino a belle Porsche e colleziona tutti i modellini della Casa di Stoccarda. Oggi, l amicizia che mi lega a Mimmo Bellini, noto meccanico mago dei motori di Stoccarda, mi ha consentito di espandere la mia passione Porsche collaborando attivamente con lui nell organizzazione di eventi riservati ad auto sportive. Lorenzo De Leonardis

11 Curiosità Non tutti sanno che.. a cura di Lorenzo De Leonardis L e due senza dubbio più prestigiose Case costruttrici, Porsche e Ferrari, tante volte rivali in pista nelle più svariate competizioni e che da sempre dividono gli appassionati nonché il mercato dell auto sportiva, hanno fin dalle loro rispettive origini, una cosa in comune. E non di poco conto, trattandosi dell elemento più importante del loro simbolo: il cavallino. E cosa certa ormai che trattasi del cavallino rampante simbolo della città tedesca di Stoccarda. Infatti Ferry Porsche fece incastonare lo scudetto Porsche sul pulsante del clacson delle vetture consegnate a partire dal 1953 (ed ancora oggi); esso mostra lo stemma di Stoccarda (il cavallino rampante) e quello del Wurttemberg, rispettivamente città e regione ove ha sede la Casa tedesca. Per quanto attiene invece la Casa di Maranello, il cavallino nero figura sulle vetture Ferrari dalla nascita dell'azienda nel lontano 1947, ma già nel 1932, precisamente il 9 luglio durante la 24 Ore di Spa -Francorchamps come Scuderia Ferrari e nel 1940, come Auto Avio Costruzioni, Ferrari lo mise in evidenza sulle Sue vetture. Ma come mai Enzo Ferrari avesse scelto un cavallino rampante quale simbolo della sua Casa costruttrice, non si sapeva fino a quando fu Lui stesso a rivelarlo, fra le altre, in una famosissima intervista rilasciata allo scrittore e giornalista Enzo Biagi nel La memoria storica ci riporta nel 1923, il 17 giugno al 1 Circuito del Savio, gara composta da 6 giri di 44,533 km per un totale di 267 km, vinta dalla coppia Enzo Ferrari e Giulio Ramponi, a bordo dell' Alfa Romeo RLTF n 28. Sulle tribune, tra gli ospiti illustri, si trovava il Conte Enrico Baracca, padre dell'asso dell'aviazione Italiana Francesco Baracca (caduto in battaglia aerea sul Montello di Treviso). Quel giorno tra il giovane pilota e l'anziano gentiluomo nacque una stima ed amicizia che ha per conseguenza un gesto, di cui ancora oggi si trova traccia su ogni automobile Ferrari. Infatti la Contessa Paolina, madre dell eroe Francesco Baracca, in un successivo incontro, consegnò al giovane pilota Enzo una fotografia del figlio con tanto di dedica, invitandolo ad esporre sulle sue macchine il cavallino

12 rampante, simbolo onorifico dell asso dell aviazione, come portafortuna: << Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampante del mio figliolo, le porterà fortuna>>. Ferrari lo fece qualche anno dopo, aggiungendo il fondo giallo canarino che è il colore di Modena. Ma il perché vi sia una identità tra il cavallino di Ferrari e quello della Porsche, in quanto entrambi desunti dallo stesso stemma della città di Stoccarda, è spiegato dalla circostanza che Francesco Baracca avesse a- dottato l'emblema del cavallino rampante, per il suo aeroplano e per la sua squadriglia, dopo avere abbattuto sul cielo di Tolmezzo, il 25 Novembre 1916, il suo quinto apparecchio nemico, quasi certamente un Albatros B.II. Secondo il rituale bellico-cavalleresco del tempo, la quinta vittima consentiva al pilota da caccia di assumere la qualifica di asso, ed era usanza che, a ricordo dell'avvenimento, venisse adottata come insegna quella dell'ultimo nemico abbatt u t o Fu così che Baracca scelse il cavallino, emblema di uno sconosciuto nemico, probabilmente originario di Stoccarda.

13 CLASSIC & SPECIAL LANCIA 037 EVOLUZIONE E CONTINUITA Q uando nel 1980 la FIAT vinse il suo ultimo mondiale marche can la 131 Abarth, già si era affacciata alla ribalta delle competizioni l AUDI quattro a trazione integrale, che rappresentava il futuro delle competizioni rallystiche. Nel gruppo FIAT vi era già

14 da tempo questa consapevolezza e si e- rano già pianificate le scelte successive. Varie le ipotesi: una Ritmo con motore centrale, come aveva fatto la Renault con la Super 5 turbo, oppure ritornare con il marchio LANCIA; ma bisognava fare in fretta. Per non perdere tempo si decise di avviare la realizzazione di una nuova Lancia basata sulla Beta Montecarlo Turbo, questa volta con motore centrale longitudinale anzicchè trasversale, mantenendo la trazione sul posteriore. Il motore posto longitudinalmente avrebbe consentito bracci più lunghi alle sospensioni e di poter, in gara, intervenire più facilmente sul cambio, tant è che fu possibile sostituirlo in soli 12 minuti. Allo studio le soluzioni telaistiche di Dallara, di Marchesi e di Pininfarina; si decise per il Progetto 037 di Farina. Una Beta Montecarlo dell epoca condotta in gara da Mimmo Bellini

15 Per il propulsore si scartò l idea di quello della Ferrari 308 ed altre ipotesi quali un 2000 FIAT con Volumex o un 1750 turbo; alla fine si optò per il motore della 131 Abarth senza grossi cambiamenti. Già nello stesso 1980 si effettuarono i primi test, dai quali emerse sostanzialmente che la futura 037 era sottosterzante in accelerazione e sovrasterzante in decelerazione. Gli ingegneri predisposero ben quattro tipi di sospensioni a quadrilateri anteriori e posteriori, facilmente sostituibili, a seconda delle esigenze di gara. Nel 1982 fu quindi presentata al Salone di Torino, la Lancia 037 stradale, giusto in tempo per l omologazione propedeutica alla partecipazione al Rally di Costa Smeralda. Lancia 037 stradale Nel Rally di Corsica il noto pilota Attilio Bettega fu vittima di un grave incidente riportando la frattura di entrambe le gambe e di conseguenza i tecnici Lancia adottarono soluzioni per rinforzare il telaio. Dal Rally dei Mille Laghi in poi fu utilizzata la 037 Evoluzione 1 con iniezione Bosch al posto dei carburatori e la potenza salì a 305 CV. Comunque la 037 continuava a dare problemi, soprattutto di surriscaldamento per il sistema di lubrificazione inadeguato per l Evoluzione 1, sistema che fu tempestivamente modificato e migliorato. Il 1983 iniziò bene per la Lancia 037, con la vittoria di Rohrl al Rally di Montecarlo, soprattutto per aver messo dietro l AUDI quattro e poi l OPEL Ascona. Il famoso pilota di F1 Carlos Reuteman, che provò la 037 prima del Rally d Argentina, ebbe a definirla una vettura di Formula 1 studiata per i rally. Altri successi e piazzamenti d onore consentirono alla Lancia di aggiudicarsi il mondiale marche rally per il 1983 con 118 punti contro i 116 dell AUDI e gli 87 della OPEL. Fu l ultimo anno in cui una due ruote motrici avrebbe vinto un mondiale marche rally. Nel 1984 fu messa in strada la versione Evoluzione 2, con propulsore da 325 CV, che fu in grado di conquistare solo una vittoria, al Rally di Corsica; fu l ultima volta che la 037 saliva sul gradino più alto del podio. Il 1985 segnò il declino di questa splendida vettura da corsa, che comunque riuscì a conquistare piazzamenti d onore. Purtroppo nel Rally di Corsica, Attilio Bettega perse la vita in un tragico incidente; pensare che tre anni prima, nella stessa Attilio Bettega nel 1985

16 Anche oltre il campionato mondiale la Lancia 037 fu in grado di conquistare notevoli successi. Dal 1982 al 1985 infatti seppe aggiudicarsi 3 titoli italiani, 3 titoli europei, 1 titolo europeo femminile. Si può affermare, concludendo questa ricostruzione storica del prestigioso modello di Corso Marche, che la Lancia 037 fu la vettura giusta al momento giusto; una due ruote motrici ancora competitiva contro il crescente strapotere delle trazioni integrali. Il gruppo FIAT puntò infatti subito dopo sulla Delta S4. Fulvia HF L hanno preceduta FIAT 131 Abarth Stratos DATI TECNICI LANCIA 037 Gruppo B Motore Centrale longitudinale 4 cilindri per 1995 cc Alesaggio e corsa 84 x 90 mm Rapp. compress. 7,5:1 Potenza max 300 CV a 8000 giri Coppia max 30 kgm a 5000 giri Alimentazione a iniezione indiretta Weber-Marelli con compres.volumetrico Distribuzione Bialbero a camme in testa 4 valvole x cil. Raffreddamento Acqua a circ. forzata Lubrificazione A carter secco Trasmissione Traz. Posteriore Cambio ZF 5 marce Differenziale Autobloccante dal 45 al 70 % Freni A disco autoventil. Serbatoio 2 serbatoi da 70 litri Pneumatici ant. 210/ Post. 265/40 16 Lunghezza 3915 mm Larghezza 1850 mm Passo 2445 mm Altezza 1245 mm Carreggiata ant mm post mm Peso 960 kg Velocità max 176 km/h con rapporti corti 220 Km/h la versione Stradale Esemplari costruiti 260 Prezzo nel 1983 lire versione stradale Il motore

17 IL GIUDIZIO DEGLI ESPERTI LANCIA 037 Markku Allen, pilota finlandese che con la 037 vinse il Rally di Sanremo nel 1983 ed il Tour de Corse nel 1983 e 1984; poi un secondo posto nel Montecarlo ed all Acropoli nell 83 e nel Rally del Portogallo, in Nuova Zelanda ed al Mille Laghi nell 84: La 037 è una vettura assolutamente fantastica. Molto meglio della Stratos. Grande comodità di guida, al contrario della Stratos; grande aderenza, grande trazione, ottima frenata. Una vera bomba. Anche il cruscotto, ricco di o- gni spia possibile, era di grande aiuto, specialmente al mio navigatore. Dalle prime prova con la Evoluzione 1 ad iniezione e con 305 CV, capii che avrei potuto tener testa alle AUDI quattro. Walter Rohrl, che nel 1983 vinse con la 037 il Rally di Montecarlo, l Acropoli ed in Nuova Zelanda; secondo a Sanremo, in Corsica ed in Portogallo: Grande elasticità del motore; anche in quinta marcia si riusciva a marciare con una certa vigoria ai bassi regimi. Cominciava ad entrare in coppia a 3500 rpm e dava il meglio di se a partire dai 5000 giri. Frenata ben bilanciata, impostazione di guida corretta. Grande maneggevolezza e tenuta di strada, praticamente priva di rollio. Leggermente sovrasterzante in accelerazione e sottosterzante in entrata delle curve strette, ma facilmente correggibile grazie alla prontezza e precisione dello sterzo. Ottime le sospensioni, specie per la loro grande escursione sullo sconnesso. Attilio Bettega, (come già ricordato prima, il pilota italiano perse la vita nel 1985 alla guida della 037 nel Rally di Corsica). Aveva detto della 037: Vettura equilibrata, con notevole trazione ed ottima frenata. Motore molto elastico fin dai bassi regimi. Sullo sterrato, rispetto alla 131 Abarth, ha qualche difficoltà di inserimento in curva. Complessivamente il mio giudizio è positivo. Adartico Vudafieri. Il pilota veneto, dapprima scettico sulla possibilità di una trazione posteriore di competere con le AUDI quattro, dopo le prime prove con la 037 ebbe a dire di lei: Una vettura da non sottovalutare; ha un motore impressionante, incredibilmente pronto, che permette notevoli prestazioni grazie al compressore volumetrico. Sull asfato la preferisco alla Ferrari 308. E proprio una vettura nata per i rally. C.so Vitt. Emanuele, 30/32 FASANO (BR) tel/fax

18 LA PAROLA ALL ESPERTO Rubrica di aggiornamento ed approfondimento normativo sul Codice della Strada e di educazione stradale In questo numero:..per Bacco!!!!!... La guida in stato di ebbrezza Intervista al Cap.no Stefano ROSATI Comandante la Polizia Municipale di Fasano. Il Paese europeo in cui si verifica il maggior numero di incidenti stradali è, ahimè, l Italia, con un tasso praticamente doppio rispetto a Paesi come Svezia, Olanda, Gran Bretagna. Sulle strade italiane muoiono mediamente 15 persone al giorno mentre circa 1000 sono i feriti con lesioni più o meno gravi. Le direttive della Commissione Europea, già nel 2001, chiedevano agli stati membri di introdurre nella legislazione vigente, norme di forte impronta repressiva al fine di arginare questo dilagante fenomeno. Si aggiunge che nei numerosi documenti presentati dalle varie istituzioni dell Unione europea in materia di circolazione stradale emerge, in modo inequivocabile, la rilevanza dell alcool nel verificarsi dei sinistri stradali. Per quanto riguarda l Italia, l ISTAT calcola nel 2% il tasso degli incidenti stradali direttamente addebitabili all ingestione di sostanze alcoliche o stupefacenti da parte del conducente. E per fortuna, poiché è indubitabile infatti come tali sostanze alterino in modo spesso significativo lo stato psico-fisico del guidatore, costituendo così un serio fattore di rischio per la sicurezza stradale. Progressivamente il legislatore, presa coscienza del fenomeno, è intervenuto a più riprese con una legislazione costituita da plurimi interventi che non sempre si sono distinti per efficacia, poiché scarsamente coordinati. Dal 1 gennaio 1993, data in cui è entrato in vigore

19 il nuovo Codice della Strada, ben cinquantotto interventi normativi hanno mutato profondamente la struttura originaria del codice. A volte alcune modifiche sono state oggetto di ripensamento, non avendo sortito i risultati sperati. Questa disordinata tecnica normativa presta il fianco a critiche di vario genere, generando incertezze procedurali negli operatori di polizia e, ancor più, nei cittadini chiamati a rispettarla. Lo stato di ebbrezza è una condizione psicofisica transitoria dovuta all ingestione di bevande alcoliche che induce nell individuo uno stato di alterazione dei processi cognitivo-reattivi, tale da annebbiare semplicemente le facoltà mentali, incidendo sulla prontezza dei riflessi, senza che ciò debba importare necessariamente la perdita, totale o parziale, della capacità di intendere o di volere, ovvero la degradazione completa della personalità. Gli effetti dell ingestione di sostanze alcoliche variano da soggetto a soggetto, essendo strettamente connesse alla sua corporatura, alla tolleranza individuale, al sesso, al metabolismo, al tipo di sostanza alcolica ingerita, alle modalità di assunzione (se a stomaco pieno o a digiuno). Perciò, per la valutazione dello stato di ebbrezza, il riferimento non è rappresentato dalla quantità POWER CAR d alcool assunta, ma da quella assorbita nel sangue, misurata in g/l (grammi x litro). Abbiamo chiesto al Capitano Stefano Rosati, Comandante la Polizia Municipale di Fasano ed esperto di infortunistica stradale, alcuni chiarimenti sulle sanzioni alle quali si va incontro qualora si venga sorpresi alla guida di un veicolo in stato di ebbrezza. - Capitano, Fasano, pur non essendo una grande città, si trova in una posizione geografica particolarmente interessata da intenso traffico veicolare, quindi con numeri sicuramente sproporzionati rispetto al territorio stesso. Ci dica della sua esperienza nella materia di cui stiamo trattando. Il nostro territorio trovasi al crocevia fra la grande direttrice nord-sud costituita dalla SS e la SS 172 dir cosiddetta dei trulli, normalmente trafficate e con flussi viari che si quadruplicano addirittura nel periodo estivo per la vocazione turistica della nostra Regione. Nella nostra attività di polizia stradale, ci siamo imbattuti più volte in casi di conducenti che avevano assunto sostanze alcoliche, anche in corrispondenza di incidenti. -Quali sono le sanzioni per chi viene trovato alla guida in stato di ebbrezza? Vorrei premettere che, nel tentativo di arginare le cosiddette stragi del sabato sera e contenere l aumento di vittime di incidenti stradali, il legislatore ha provveduto ad introdurre un elemento di straordinaria novità ed importanza,rappresentato dalla previsione di tre fasce di ebbrezza alcolica, cui corrispondono conseguenze sanzionatorie diverse in relazione al tasso di concentrazione etilica accertato. Il testo di legge vigente può essere così schematizzato:

20 mico accertato sia superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l), è prevista l ammenda da euro 500 a euro 2000 e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di giuda da tre a sei mesi. 2) Qualora il tasso alcolemico accertato sia superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 g/l, è prevista l ammenda da euro 800 a euro 3200 e l arresto fino a sei mesi, con la sanzione amministrativa accessoria della sospensione dalla patente da sei mesi ad un anno. 3) Quando invece il tasso alcolemico accertato è superiore a 1,5 g/l, è prevista l ammenda da euro 1500 a euro 6000, l arresto da tre mesi ad un anno e la sospensione della patente da uno a due anni. Se il reato è commesso da conducente di autobus o veicolo di massa superiore a 35 q.li, la patente viene revocata come pure a chi sia recidivo nel biennio successivo alla prima violazione. Inoltre il veicolo con il quale è stata commesso il reato, viene confiscato, sempre che non sia di proprietà di persona estranea al reato. -Quindi, Capitano, non è una semplice violazione amministrativa, come il superamento del limite di velocità o il passaggio col rosso, ma un vero e proprio reato. Certamente, di cui si risponde innanzi al Giudice POWER CAR Penale. Si è così, almeno in parte, adeguata la nostra normativa a quella dei Paesi comunitari, anche in conseguenza di una presa d atto dei pericoli connessi all abuso di bevande alcoliche, tra i quali non solo u- na minore abilità nella guida dovuta ad un rallentamento dei riflessi, quanto soprattutto alla tendenza a guidare a velocità più sostenuta, effetti che si verificano anche a bassi tassi alcolemici ed in assenza di segni clinici evidenti. -Quali sono, a livello comportamentale, le c o n s e g u e n z e dell assunzione di alcool sul conducente di un veicolo? Scientificamente è dimostrato che il raggiungimento di un tasso di alcolemia pari a 0,2 g/l comporta una maggiore socievolezza ed espansività; al superamento dei 0,5 g/l consegue una diminuzione dei freni inibitori per azione sulla corteccia cerebrale, disinibizione, euforia, apparenza normale; ad un tasso compreso fra 0,8 ed 1,2 g/l si verifica una vera e propria azione depressiva sui centri motori, perdita di controllo e disturbi dell equilibrio; ed infine, ad un tasso uguale o maggiore di 1,5 g/l si può parlare di vera e propria ubriachezza, con gravi ripercussioni sulle condizioni psico-fisiche del conducente. -Quali sono le metodologie di accertamento dello stato di ebbrezza da parte degli agenti preposti? In base all art. 379 del Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice della Strada, l accertamento si effettua mediante l analisi dell aria alveolare espirata: qualora in base al valore della concentrazione di alcool nell aria alveolare e- spirata, la concentrazione alcolemica corrisponda o superi 0,5 g/l, il soggetto viene ritenuto in stato di ebbrezza. In caso di incidente strada- La prova con l etilometro

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie.

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie. ENTRA IN VIGORE LA PATENTE UNICA EUROPEA (parte generale) 19 gennaio 2013: entra in vigore la patente dell Unione Europea, unica ed uguale per tutti i cittadini europei, in formato card, con la foto digitale

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Accendi le luci. Ora anche di giorno.

Accendi le luci. Ora anche di giorno. Accendi le luci. Ora anche di giorno. Più luce, maggiore sicurezza. I veicoli che circolano con le luci anabbaglianti o di marcia diurna accese vengono riconosciuti prima, riducendo così notevolmente il

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI LUGLIO 2012 LISTINO PREZZI Volt CHIAVI IN MANO CON IVA MESSA SU STRADA PREZZO DI LISTINO CON IVA PREZZO LISTINO (IVA ESCLUSA) 44.350 ALLESTIMENTI 1.400,00 42.950,00 35.495,87 SPECIFICHE

Dettagli

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY E l anima sportiva di SEAT, l icona del marchio, la massima espressione dei valori del brand: design accattivante, tecnologia all avanguardia

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 ANNO 16. N. 10 (726), 14 marzo 2015. Poste Italiane

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Radio Caterina Remake

Radio Caterina Remake Radio Caterina Remake Come dice il titolo trattasi di una ricostruzione della radio clandestina, forse la più famosa, costruita nei campi di concentramento nazisti, durante la seconda guerra mondiale,dai

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli