Vademecum Marchi e Brevetti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vademecum Marchi e Brevetti"

Transcript

1 INDICE 1. SCOPO 2 2. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 2 3. RIFERIMENTI NORMATIVI 2 4. MODULISTICA IN USO 2 5. REGISTRAZIONE MARCHIO DI IMPRESA INFORMAZIONI GENERALI MODALITÀ DI REGISTRAZIONE RINNOVAZIONE DELLA REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO MARCHIO COLLETTIVO 4 6. BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE INFORMAZIONI GENERALI MODALITÀ DI DEPOSITO 5 7. BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA INFORMAZIONI GENERALI MODALITÀ DI DEPOSITO 9 8. BREVETTO PER DISEGNI E MODELLI INFORMAZIONI GENERALI MODALITÀ DI DEPOSITO INVIO TELEMATICO 16 Pagina 1 di 16

2 1. SCOPO Scopo del presente vademecum è di rendere più fruibile l accesso al Servizio Marchi e della C.C.I.A.A. Di seguito sono trattate tutte le procedure previste per la registrazione ed il deposito di Marchi e. 2. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI CCIAA = Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Crotone U.I.B.M. = Ufficio Italiano e Marchi M.S.E. = Ministero dello Sviluppo Economico 3. RIFERIMENTI NORMATIVI Codice della Proprietà Industriale - D. Lgs. 10/02/2005, n. 30 Codice Civile dall art all art MODULISTICA IN USO Modulo C "Domanda di Registrazione per Marchio di Impresa" Modulo A "Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale" Modulo U Domanda di Brevetto per Modello di Utilità Modulo O Domanda di registrazione per Disegno o Modello Pagina 2 di 16

3 5. REGISTRAZIONE MARCHIO DI IMPRESA Informazioni Generali Il marchio d impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti o servizi che un impresa produce o mette in commercio. Possono costituire marchi d impresa i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, o le combinazioni o le tonalità cromatiche, purché siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di un impresa da quelli di altre imprese. Il titolare del marchio ha diritto di farne uso per contraddistinguere i propri prodotti o servizi e di vietarne l uso da parte di altri per prodotti o servizi identici o affini. I diritti nascenti dalla registrazione del marchio durano dieci anni dalla data di presentazione della domanda; la registrazione può essere rinnovata per periodi decennali purché la domanda venga presentata entro i dodici mesi precedenti la scadenza del decennio in corso, o nei sei mesi successivi con l applicazione di una soprattassa. Affinché uno dei segni sopra indicati possa essere registrato come marchio è necessario che esso abbia i seguenti requisiti: novità: assenza sul mercato di prodotti o servizi contraddistinti da segno uguale o simile. La novità non difetta qualora il marchio precedente sia scaduto da oltre due anni (tre se si tratta di marchio collettivo) o qualora sia decaduto per non uso da oltre cinque anni; capacità distintiva: capacità di contraddistinguere un prodotto o servizio da quello di altri; liceità: conformità all ordine pubblico e al buon costume Modalità di Registrazione Per ottenere la registrazione di un marchio d impresa di primo deposito occorre presentare i seguenti documenti: Modulo C (n. 1 originale + 4 copie) Allegati: Attestazione di pagamento delle tasse di concessione governativa Il pagamento delle tasse di concessione governativa deve essere effettuato sul conto corrente postale n , intestato all Agenzia delle Entrate Centro operativo di Pescara, indicando la causale del versamento. L importo dovuto è di 101,00 per la prima classe di prodotti e servizi, e di 34,00 per ogni eventuale successiva classe. Marche da Bollo 1 marca da bollo ordinaria da applicare sull originale del modulo C; 1 marca da bollo ordinaria da applicare sull eventuale copia conforme all originale da restituire al richiedente. Pagina 3 di 16

4 Diritti di Segreteria I diritti di segreteria per il deposito ammontano ad 40,00 in caso di domanda presentata con modello cartaceo e ad 15,00 in caso di domanda inviata per via telematica. Sono inoltre dovuti 3,00 per l eventuale rilascio della copia autentica della domanda con verbale di deposito. Il pagamento può essere effettuato direttamente presso i nostri uffici, ovvero tramite versamento sul conto corrente postale n intestato alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone, indicando la causale (diritti di segreteria per deposito domanda di registrazione marchio d impresa). Lettera di Incarico (Eventuale) La lettera d incarico, l atto di procura o la dichiarazione di riferimento a procura generale sono necessari se il deposito avviene a mezzo mandatario abilitato (consulente in proprietà intellettuale, iscritto in apposito albo professionale tenuto dall'uibm, o avvocato iscritto all'albo). In tal caso è dovuto il pagamento della tassa di concessione governativa di 34,00 che va conteggiata insieme alle altre tasse (con un unico versamento) e con le stesse modalità. Sul documento che conferisce l'incarico deve essere apposta una marca da bollo Rinnovazione della Registrazione di un Marchio La rinnovazione della registrazione del marchio è effettuata, nell ipotesi in cui non siano intervenute variazioni, tramite presentazione della sola domanda (modulo C) e dell attestazione di avvenuto pagamento delle tasse di concessione governativa (pari a 67,00 per la prima classe di prodotti e servizi e di 34,00 per eventuali successive classi) e dei diritti di segreteria sopra indicati Marchio collettivo I soggetti che svolgono la funzione di garantire l origine, la natura o la qualità di determinati prodotti o servizi, possono ottenere la registrazione di appositi marchi, detti marchi collettivi, che hanno la facoltà di concedere in uso a produttori e commercianti. Le procedure ed i limiti alla registrazione di tali marchi sono identici a quelli previsti per i marchi d impresa. Alla domanda di registrazione dovrà, peraltro, essere allegata copia dei regolamenti concernenti l uso dei marchi collettivi ed i relativi controlli e sanzioni. TASSE DI CONCESSIONE GOVERNATIVA PRIMO DEPOSITO (10 anni) RINNOVAZIONE (10 anni) 337,00 - tassa di registrazione per una o più classi 202,00 - tassa di rinnovazione per una o più classi Pagina 4 di 16

5 6. BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE Informazioni Generali L'invenzione industriale (sia essa un prodotto o un procedimento) è una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico, atta ad essere realizzata ed applicata in campo industriale. Chiunque intenda ottenere il riconoscimento della proprietà industriale della propria invenzione sul territorio italiano, può presentare apposita domanda ad uno qualsiasi degli Uffici presso le Camere di Commercio, personalmente ovvero eleggere un rappresentante (scelto tra i consulenti in proprietà intellettuale, iscritti in apposito albo professionale tenuto dall UIBM, o tra gli avvocati e procuratori legali iscritti nei rispettivi albi) attraverso una procura o lettera di incarico. Il brevetto per invenzione industriale dura 20 anni a partire dalla data di deposito. Le domande depositate presso la Camera di Commercio vengono trasmesse, entro 10 gg. dal deposito, all Ufficio Italiano e Marchi di Roma che provvede ad esaminarle secondo un ordine strettamente cronologico, al quale si può derogare solo in caso di vertenza giudiziaria in atto, comprovata dalla relativa iscrizione in ruolo. L UIBM effettua l esame del brevetto. A tale scopo, ha stipulato un accordo con l Ufficio Europeo dei (EPO) per l esecuzione della ricerca di anteriorità. L UIBM invia all EPO la richiesta del rapporto di ricerca entro cinque mesi dalla data della domanda; il rapporto di ricerca viene redatto entro nove mesi dalla data della suddetta domanda. (L UIBM, tuttavia, può non assoggettare alla ricerca di anteriorità le domande di brevetto per le quali l assenza dei requisiti di validità risulti assolutamente evidente in base alle stesse dichiarazioni ed allegazioni del richiedente oppure sia certa alla stregua del notorio. In tal caso, il richiedente viene informato che la sua domanda non può essere assoggettata alla ricerca di anteriorità e gli viene concesso un termine di due mesi per formulare osservazioni. Scaduto tale termine, qualora le osservazioni non vengano presentate o l UIBM ritenga di non poterle accogliere, la domanda è respinta in tutto o in parte). Ricevuto il rapporto di ricerca, l UIBM provvede all esame della domanda. Se l Ufficio rileva che per la domanda esaminata (tenuto conto del rapporto di ricerca e delle eventuali argomentazioni e modifiche apportate alle rivendicazioni e al testo dal richiedente) non può essere concesso il brevetto, emette una lettera interlocutoria di rifiuto motivata, concedendo il termine di 2 mesi per presentare osservazioni. Scaduto tale termine, qualora le osservazioni non vengano presentate o l UIBM ritenga di non poterle accogliere, la domanda è respinta in tutto o in parte. Contro la decisione è ammesso ricorso, entro 60 giorni dal suo ricevimento, alla Commissione dei ricorsi Modalità di Deposito Per effettuare il deposito dell'invenzione industriale occorre presentare i seguenti documenti: Modulo A (n. 1 originale + 4 copie) Allegati: Riassunto dell invenzione, firmato; Descrizione dell invenzione, siglata in ogni pagina e firmata nell ultima; Rivendicazioni in italiano, siglate in ogni pagina e firmate nell ultima; Pagina 5 di 16

6 Rivendicazioni in inglese, siglate in ogni pagina e firmate nell ultima; Disegni dell invenzione, se citati nella descrizione, da firmare in ogni pagina; Attestazione di pagamento dei diritti di deposito. Il riassunto e la descrizione devono essere scritti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 29,5 (A4), in modo indelebile a macchina a facciate alterne, numerate progressivamente senza alcuna intestazione di ditta. Il testo deve essere scritto lasciando un margine di almeno cm 2,5 alla sinistra del foglio e un adeguato margine di almeno cm 2,5 agli altri lati del foglio, nonché uno spazio tra le linee di 1,5 tale da consentire correzioni interlineari, con lettere maiuscole di altezza pari ad almeno cm 0,21. Tutte le pagine devono essere siglate dal richiedente e firmate nell ultimo foglio. Riassunto dell invenzione Il riassunto dell invenzione inizia con il titolo dell invenzione e le generalità del richiedente. Il titolo deve indicare in maniera sintetica, ma con la massima esattezza possibile, l oggetto dell invenzione. Non sono ammessi nomi di fantasia. Il riassunto deve specificare in modo sintetico le caratteristiche dell invenzione, ampliando quanto risulta dal titolo della medesima. Non deve contenere disegni, ma può fare riferimento alle figure più rappresentative dei disegni allegati alla domanda. Descrizione dell invenzione Dopo aver indicato il titolo dell invenzione e le generalità del richiedente, la descrizione deve, per quanto possibile anche in relazione alla natura dell'invenzione: a) specificare il campo della tecnica a cui l'invenzione fa riferimento; b) indicare lo stato della tecnica preesistente, per quanto a conoscenza dell'inventore, che sia utile alla comprensione dell'invenzione ed all'effettuazione della ricerca, fornendo eventualmente i riferimenti a documenti specifici; c) esporre l'invenzione in modo tale che il problema tecnico e la soluzione proposta possano essere compresi; d) descrivere brevemente gli eventuali disegni; e) descrivere in dettaglio almeno un modo di attuazione dell'invenzione, fornendo esempi appropriati e facendo riferimento ai disegni, laddove questi siano presenti; f) indicare esplicitamente, se ciò non risulti già ovvio dalla descrizione o dalla natura dell'invenzione, il modo in cui l'invenzione può essere utilizzata in ambito industriale. Rivendicazioni (in italiano e in inglese) Terminata la descrizione vera e propria, ad essa devono seguire (su una nuova pagina, ma proseguendo la numerazione delle pagine della descrizione) le cosiddette rivendicazioni. Le rivendicazioni definiscono le parti essenziali e nuove dell'invenzione per le quali si chiede protezione; ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola di tali parti. Le rivendicazioni devono essere indicate con numeri arabi progressivi. N.B. per le rivendicazioni in inglese: Il richiedente che all atto del deposito non alleghi le rivendicazioni in inglese, è tenuto al versamento di ulteriori 200,00 euro rispetto ai diritti previsti. Il richiedente dovrà inoltre versare 45 Euro per ogni rivendicazione ulteriore rispetto alla decima. Il mancato pagamento dei diritti per la ricerca al momento del deposito della domanda è inteso come riserva di invio della traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni. Detta riserva deve essere sciolta entro due mesi dal deposito della domanda di brevetto, decorsi i quali l UIBM Pagina 6 di 16

7 concede il termine improrogabile di un mese per produrre la traduzione o effettuare l integrazione dei diritti. Decorso tale termine, l Ufficio respinge la domanda. (eventuali) Disegni dell invenzione I disegni dell invenzione, devono essere eseguiti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 29,5 (A4), lasciando un margine di almeno 2,5 cm su tutti i lati del foglio; i disegni devono essere eseguiti a regola d arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati con esclusione di qualsiasi tinta o colore. Non sono ammessi disegni riprodotti su carta preparata con processi chimici, come ad esempio, processi cianografici, eliografici, fotografici e simili; sono, invece, ammesse le riproduzioni a mezzo XEROX. Le figure, anche quando sono comprese in una sola tavola, devono essere numerate progressivamente ed i numeri delle figure stesse, nonché le eventuali lettere che servono a contraddistinguere le varie parti, devono essere richiamate nel testo della descrizione nella quale dovrà essere, inoltre, adeguatamente illustrato ciò che le figure, come pure le varie parti di esse, rappresentano. Le tavole dei disegni non debbono contenere alcuna dicitura, ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata. I disegni devono essere firmati dal richiedente o dal suo mandatario. (eventuale) Designazione dell inventore Deve essere direttamente effettuata nella domanda di modello (punto E del modulo di domanda). In mancanza deve essere allegato alla domanda stessa un separato atto di designazione in carta bollata. (eventuale) Lettera d incarico La lettera d incarico, l atto di procura o la dichiarazione di riferimento a procura generale sono necessari se il deposito avviene a mezzo mandatario abilitato (consulente in proprietà intellettuale, iscritto in apposito albo professionale tenuto dall'uibm, o avvocato iscritto all'albo). Sul documento che conferisce l'incarico deve essere apposta una marca da bollo. Diritti di deposito e di mantenimento in vita del brevetto I diritti di deposito e mantenimento in vita del brevetto devono essere pagati, secondo gli importi di seguito indicati, sul conto corrente postale n , intestato all Agenzia delle Entrate Centro operativo di Pescara, indicando la causale del versamento. DIRITTI PER IL DEPOSITO DEL BREVETTO se descrizione, riassunto e tavole di disegno sono in formato elettronico 50,00 se descrizione, riassunto e tavole di disegno sono in formato cartaceo 120,00 e non superano le 10 pagine se descrizione, riassunto e tavole di disegno sono in formato cartaceo 160,00 e superano complessivamente le 10 pagine ma non le 20 pagine se descrizione, riassunto e tavole di disegno sono in formato cartaceo 400,00 e superano complessivamente le 20 pagine ma non le 50 pagine se descrizione, riassunto e tavole di disegno sono in formato cartaceo 600,00 e superano complessivamente le 50 pagine Per ogni rivendicazione oltre la decima 45,00 Gli importi sono comprensivi dei diritti di presentazione della domanda e del pagamento delle prime quattro annualità. Pagina 7 di 16

8 DIRITTI PER IL MANTENIMENTO IN VIGORE DEL BREVETTO 5 anno 60,00 6 anno 90,00 7 anno 120,00 8 anno 170,00 9 anno 200,00 10 anno 230,00 11 anno 310,00 12 anno 410,00 13 anno 530,00 14 anno 600,00 15 anno e successivi fino al ,00 Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita del brevetto deve essere effettuato anticipatamente, entro l'ultimo giorno del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda. Trascorso detto periodo, il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l'applicazione del diritto di mora ( 100,00). Il pagamento è, altresì, ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di concessione del brevetto, ovvero nei sei mesi successivi dietro corresponsione della mora, per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento. Diritti di Segreteria I diritti di segreteria per il deposito ammontano ad 40,00 in caso di domanda presentata con modello cartaceo e ad 15,00 in caso di domanda inviata per via telematica. Sono inoltre dovuti 3,00 per l eventuale rilascio della copia autentica della domanda con verbale di deposito. Il pagamento può essere effettuato direttamente presso i nostri uffici, ovvero tramite versamento sul conto corrente postale n intestato alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone, indicando la causale (diritti di segreteria per deposito domanda di brevetto industriale). Marche da Bollo 1 marca da bollo ordinaria da applicare sull eventuale copia conforme all originale da restituire al richiedente. Pagina 8 di 16

9 7. BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA Informazioni Generali Il brevetto è un titolo in forza del quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento sul trovato oggetto del brevetto stesso consistente nel diritto esclusivo di realizzarlo, di disporne e di farne oggetto di commercio, nonchè di vietare a terzi di produrlo, usarlo, metterlo in commercio, venderlo o importarlo. Il modello di utilità è un trovato che fornisce a macchine o parti di esse, a strumenti, utensili od oggetti in genere, particolare efficacia o comodità di applicazione o d'impiego. Il brevetto per modello di utilità dura 10 anni dalla presentazione della domanda e non può essere rinnovato, né può esserne prorogata la durata. Al fine di ottenere il brevetto, il modello di utilità deve presentare i seguenti requisiti: essere nuovo, cioè non compreso nello stato della tecnica o, se lo è, deve essere in funzione di una nuova utilizzazione; per stato della tecnica si intende ciò che è stato reso accessibile al pubblico, in Italia o all estero, anteriormente alla domanda; consistere in un particolare efficacia o comodità di applicazione; avere applicazione industriale: il trovato deve poter essere oggetto di fabbricazione ed utilizzo in campo industriale. Il modello di utilità, inoltre, non deve: essere contrario all ordine pubblico o al buon costume; essere registrato da chi non ne ha il diritto, in quanto quest ultimo compete esclusivamente all autore del nuovo modello di utilità o ai suo aventi causa. La legge consente a chi richiede un brevetto per invenzione industriale di presentare contemporaneamente domanda di brevetto per modello di utilità da far valere nel caso in cui la prima non sia accolta o sia accolta solo parzialmente (art.4 L.1411/40). Entrambe le domande devono essere depositate, nello stesso giorno, nel medesimo Ufficio, e su ciascuna domanda deve essere fatta esplicita menzione del contemporaneo deposito dell altra Modalità di Deposito Per ottenere il brevetto di un modello di utilità occorre presentare i seguenti documenti: Modulo U (n. 1 originale + 4 copie) Prospetto U (n. 1 originale) Allegati: Descrizione, siglata in ogni pagina e firmata nell ultima; Disegni, se citati nella descrizione, da firmare in ogni pagina; Attestazione di pagamento dei diritti di deposito. Pagina 9 di 16

10 Descrizione La descrizione, corretta e tecnicamente appropriata, deve contenere tutti i particolari per poter realizzare l invenzione. Deve recare un intestazione contenente il titolo del modello ed il nome del richiedente. Deve essere compilata in lingua italiana, scritta in modo indelebile a macchina a facciate alterne, numerate progressivamente, su carta semplice, senza alcuna intestazione di ditta. Ogni foglio non deve contenere più di 25 linee di scrittura, lasciando un margine di cm 3 alla sinistra del foglio e un adeguato margine agli altri lati del foglio, nonché uno spazio tra le linee tale da consentire correzioni interlineari. Tutte le pagine devono essere siglate dal richiedente e firmate nell ultimo foglio. La descrizione si compone di: Riassunto, che ha solo fini d informazione tecnica, si deve limitare a quanto strettamente necessario per individuare il campo d applicazione del trovato e le sue caratteristiche essenziali. Qualora sia necessario, dovrà essere fatto riferimento alle figure più rappresentative dei disegni allegati alla domanda. Alla fine del riassunto, deve essere fatto un cenno sommario del modello d utilità, ampliando quanto risulta dal titolo della medesima ed una breve esposizione dello stato della tecnica nel momento in cui la descrizione è compilata. Descrizione vera e propria, corretta e tecnicamente appropriata, che deve contenere ogni possibile dettaglio, in modo da consentire ad una persona esperta del ramo di attuare il modello. Nel caso in cui si tratti di macchine, occorrerà indicare come esse sono costituite e quale è il loro funzionamento. Trattandosi di nuovi prodotti, occorrerà indicarne la composizione ed i caratteri dopo aver specificato il procedimento di produzione. Se l argomento si presta, la descrizione deve essere corredata da opportuni disegni, le cui parti, contrassegnate da numeri o lettere di riferimento devono essere richiamate nel contesto della descrizione. Rivendicazioni. Terminata la descrizione vera e propria, ad essa devono seguire (su una nuova pagina, ma proseguendo la numerazione delle pagine della descrizione) le cosiddette rivendicazioni. Le rivendicazioni definiscono le parti essenziali e nuove dell'invenzione per le quali si chiede protezione; ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola di tali parti. Le rivendicazioni devono essere indicate con numeri arabi progressivi. Disegni I disegni dell invenzione, devono essere eseguiti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 29,5 (A4), lasciando un margine di almeno 2,5 cm su tutti i lati del foglio; i disegni devono essere eseguiti a regola d arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati con esclusione di qualsiasi tinta o colore. Non sono ammessi disegni riprodotti su carta preparata con processi chimici, come ad esempio, processi cianografici, eliografici, fotografici e simili; sono, invece, ammesse le riproduzioni a mezzo XEROX. Le figure, anche quando sono comprese in una sola tavola, devono essere numerate progressivamente ed i numeri delle figure stesse, nonché le eventuali lettere che servono a contraddistinguere le varie parti, devono essere richiamate nel testo della descrizione nella quale dovrà essere, inoltre, adeguatamente illustrato ciò che le figure, come pure le varie parti di esse, rappresentano. Le tavole dei disegni non debbono contenere alcuna dicitura, ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata. I disegni devono essere firmati dal richiedente o dal suo mandatario. Lettera di Incarico (eventuale) La lettera d incarico, l atto di procura o la dichiarazione di riferimento a procura generale sono necessari se il deposito avviene a mezzo mandatario abilitato (consulente in proprietà intellettuale, iscritto in apposito albo professionale tenuto dall'uibm, o avvocato iscritto all'albo). Pagina 10 di 16

11 Sul documento che conferisce l'incarico deve essere apposta una marca da bollo. Diritti di deposito e di mantenimento in vita del modello di utilità I diritti di deposito e mantenimento in vita del brevetto per modello d utilità devono essere pagati, secondo gli importi di seguito indicati, sul conto corrente postale n , intestato all Agenzia delle Entrate Centro operativo di Pescara, indicando la causale del versamento. DIRITTI PER IL DEPOSITO DEL MODELLO DI UTILITA per descrizione, riassunto e tavole di disegno in formato elettronico 50,00 per descrizione, riassunto e tavole di disegno in formato cartaceo 120,00 Gli importi sono comprensivi dei diritti di presentazione della domanda e di mantenimento in vita per il primo quinquennio DIRITTI PER IL MANTENIMENTO IN VITA OLTRE IL QUINTO ANNO secondo quinquennio 500,00 Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita del modello di utilità deve essere effettuato anticipatamente, entro l'ultimo giorno del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda. Trascorso detto periodo, il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l'applicazione del diritto di mora ( 100,00). Il pagamento è, altresì, ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di concessione del modello di utilità, ovvero nei sei mesi successivi dietro corresponsione della mora, per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento. Diritti di Segreteria I diritti di segreteria per il deposito ammontano ad 40,00 in caso di domanda presentata con modello cartaceo e ad 15,00 in caso di domanda inviata per via telematica. Sono inoltre dovuti 3,00 per l eventuale rilascio della copia autentica della domanda con verbale di deposito. Il pagamento può essere effettuato direttamente presso i nostri uffici, ovvero tramite versamento sul conto corrente postale n intestato alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone, indicando la causale (diritti di segreteria per deposito domanda di brevetto per modello di utilità). Marche da Bollo 1 marca da bollo ordinaria da applicare sull eventuale copia conforme all originale da restituire al richiedente. Pagina 11 di 16

12 8. BREVETTO PER DISEGNI E MODELLI Informazioni Generali Per disegno o modello s intende l aspetto dell intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento. Si precisa che per prodotto si intende qualsiasi oggetto industriale o artigianale, compresi tra l altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le prestazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore; per prodotto complesso s intende un prodotto formato da più componenti che possono essere sostituiti, consentendo lo smontaggio ed un nuovo montaggio del prodotto. La registrazione del disegno o modello dura 5 anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda; è possibile chiedere la proroga della durata, per uno o più periodi di 5 anni, fino ad un massimo di 25 anni dalla data di presentazione della domanda. Al fine di ottenerne la registrazione, il modello o disegno deve essere nuovo (nessun disegno o modello identico deve essere stato divulgato anteriormente alla data di presentazione della domanda di registrazione) ed avere carattere individuale (l impressione che suscita nell utilizzatore informato deve differire dall impressione generale suscitata in tale utilizzatore da qualsiasi disegno o modello che sia stato divulgato prima della data di presentazione della domanda di registrazione). Un modello o disegno NON DEVE: essere contrario all ordine pubblico o al buon costume; essere in conflitto con un disegno o modello precedente che sia stato reso noto dopo la data di presentazione della domanda o, quando si rivendichi la priorità, dopo la data di quest ultima ma il cui diritto esclusivo decorre da una data precedente per effetto di registrazione comunitaria o nazionale ovvero per effetto della relativa domanda; consistere nelle caratteristiche dell aspetto del prodotto che sono determinate unicamente dalla funzione tecnica del prodotto stesso, e nei c.d. modelli di interconnessione (vd. art.8 1 e 2 comma D.Lgs. 95/2001); essere tale che il suo uso costituirebbe violazione di un segno distintivo ovvero di un opera dell ingegno protetta dal diritto d autore; essere registrato da chi non ha il diritto di ottenere la registrazione che spetta esclusivamente all autore del disegno o modello e ad i suoi aventi causa; costituire utilizzazione impropria di uno degli elementi elencati dall art.6 ter della Convenzione di Parigi del 1883 per la protezione della proprietà industriale. Un disegno o modello può essere singolo oppure multiplo, cioè un insieme di modelli con un massimo di 100, purchè tutti appartenenti alla medesima classe della classificazione internazionale di Locarno (è in tal modo possibile depositare con un unica domanda fino a 100 varianti dello stesso modello). Non esistono periodi di segretezza, ma è ammesso il differimento dell'accessibilità al pubblico per un totale di 12 mesi, periodo da indicare nell'apposito spazio del Modulo O. Pagina 12 di 16

13 L ISTANZA DI PROROGA, per i quinquenni successivi al primo, va presentata dal titolare della domanda di registrazione o dal suo avente causa, oppure dal suo mandatario; essa deve riportare i riferimenti al numero della domanda, alla data di deposito della stessa, al numero di brevetto o di registrazione (se già concesso o effettuata), al titolare ed al numero ordinale progressivo della proroga (l istanza deve essere presentata in duplice copia) Modalità di Deposito Per ottenere il brevetto di un modello di utilità occorre presentare i seguenti documenti: Modulo O (n. 1 originale + 4 copie) Allegati: Disegni / tavole / fotografie, da firmare in ogni pagina; Descrizione (eventuale), siglata in ogni pagina e firmata nell ultima; Attestazione di pagamento dei diritti di deposito. Disegni / tavole / fotografie I disegni dei modelli, che devono essere eseguiti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 30, lasciando un margine di almeno 2 cm; i disegni devono essere eseguiti a regola d arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati. I disegni possono essere sostituiti da riproduzioni fotografiche o litografiche del modello o, nel caso di modelli bidimensionali, dai campioni. Se il/i colore/i sono caratterizzanti del modello,la riproduzione deve essere eseguita nel/nei colore/i rivendicati. Le tavole dei disegni non debbono contenere alcuna dicitura, ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata. I disegni devono essere firmati dal richiedente o dal suo mandatario. Descrizione (eventuale) La descrizione deve essere allegata alla domanda, quando si ritiene utile per la realizzazione del modello o disegno; quindi per definire meglio le caratteristiche visibili che s intendono rivendicare. Deve essere compilata in lingua italiana, scritta in modo indelebile a macchina a facciate alterne, numerate progressivamente, su carta semplice, senza alcun intestazione di ditta. Ogni foglio non deve contenere più di 25 linee di scrittura, lasciando un margine di cm 3 alla sinistra del foglio e un adeguato margine agli altri lati del foglio, nonché uno spazio tra le linee tale da consentire correzioni interlineari. Tutte le pagine devono essere siglate dal richiedente e firmate nell ultimo foglio. La descrizione deve riportare nell intestazione il titolo del modello identico a quello riportato nella domanda e deve essere formulato in modo che da esso risultino con chiarezza le caratteristiche e lo scopo del modello, se trattasi di deposito multiplo, cioè più modelli o più disegni, iniziare il titolo con Gruppo di n. (citare il numero di modelli o disegni da brevettare) modelli/disegni. Il testo della descrizione deve ampliare quanto risulta dal titolo ed anticipare gli elementi fondamentali dei modelli o disegni che verranno successivamente illustrati nei dettagli e che rendono innovativo il modello proposto. A tal fine è necessario elencare le tavole relative alla rappresentazione grafica del modello, numerate progressivamente, e, riferendosi alle stesse, descrivere il modello in modo sufficientemente chiaro e completo. Pagina 13 di 16

14 Il testo deve concludersi con una o più rivendicazioni; ciascuna rivendicazione deve essere riferita ad una caratteristica ornamentale innovativa ed essenziale del modello e/o disegno. Le rivendicazioni determinano la portata ed i limiti della registrazione richiesto. Lettera di Incarico (eventuale) La lettera d incarico, l atto di procura o la dichiarazione di riferimento a procura generale sono necessari se il deposito avviene a mezzo mandatario abilitato (consulente in proprietà intellettuale, iscritto in apposito albo professionale tenuto dall'uibm, o avvocato iscritto all'albo). Sul documento che conferisce l'incarico deve essere apposta una marca da bollo. Diritti di deposito e di mantenimento in vita del modello di utilità I diritti di deposito e mantenimento in vita del disegno o modello devono essere pagati, secondo gli importi di seguito indicati, sul conto corrente postale n , intestato all Agenzia delle Entrate Centro operativo di Pescara, indicando la causale del versamento. DIRITTI DI REGISTRAZIONE PER DISEGNI E MODELLI Diritti di deposito in formato cartaceo 100,00 Diritti di deposito multiplo in formato cartaceo 200,00 Diritti di deposito in modalità telematica 50,00 Diritti di deposito multiplo in modalità telematica 100,00 Gli importi sono comprensivi dei diritti di presentazione della domanda e di mantenimento in vita per il primo quinquennio DIRITTI DI PROROGA QUINQUENNALE DELLA REGISTRAZIONE secondo quinquennio 30,00 terzo quinquennio 50,00 quarto quinquennio 70,00 quinto quinquennio 80,00 Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita del disegno o modello deve essere effettuato anticipatamente, entro l'ultimo giorno del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda. Trascorso detto periodo, il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l'applicazione del diritto di mora ( 100,00). Il pagamento è, altresì, ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di concessione della registrazione del disegno o modello, ovvero nei sei mesi successivi dietro corresponsione della mora, per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento. Diritti di Segreteria I diritti di segreteria per il deposito ammontano ad 40,00 in caso di domanda presentata con modello cartaceo e ad 15,00 in caso di domanda inviata per via telematica. Sono inoltre dovuti 3,00 per l eventuale rilascio dell eventuale copia autentica della domanda con verbale di deposito. Pagina 14 di 16

15 Il pagamento può essere effettuato direttamente presso i nostri uffici, ovvero tramite versamento sul conto corrente postale n intestato alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone, indicando la causale (diritti di segreteria per deposito domanda di brevetto per disegno / modello). Marche da Bollo 1 marca da bollo ordinaria da applicare sull eventuale copia conforme all originale da restituire al richiedente. Pagina 15 di 16

16 9. INVIO TELEMATICO L invio telematico delle domande di brevetti e marchi presenta diversi vantaggi: invio direttamente dal proprio ufficio o dalla propria abitazione, senza doversi recarsi presso la CCIAA; riduzione dei costi (sia dei diritti di deposito che dei diritti di segreteria); trasmissione delle domande anche in orari differenti da quelli di apertura dei competenti uffici; visualizzazione immediata sul proprio computer del verbale di deposito, redatto dall'ufficiale rogante, unitamente al Registro delle operazioni. Per inviare online una domanda di deposito è necessario: stipulare un contratto TELEMACOPAY (specificare nella casella "altro" del contratto: per brevetti e marchi) informazioni e moduli sono disponibili al seguente indirizzo: richiedere il dispositivo di firma digitale; registrarsi in rete nell'area di accesso dello Sportello Telematico (https://webtelemaco.infocamere.it/), richiedendo l'abilitazione a uno degli sportelli" attivi; scaricare il software per la compilazione dei moduli di deposito Simba offline (http://praticasimba.infocamere.it/ptbm/sport/public/sw_bm.jsp). Per le informazioni sul deposito telematico, è possibile inviare una a Pagina 16 di 16

TEL 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNO O MODELLO (DIS-RI)

TEL 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNO O MODELLO (DIS-RI) MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE- UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE Estratto del R.D. 25/08/1940 n.1411

CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE Estratto del R.D. 25/08/1940 n.1411 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO ORNAMENTALE

Dettagli

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI Chi intende ottenere una registrazione per disegni o modelli deve presentare apposita domanda presso

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO E MODELLO CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO Estratto del

Dettagli

UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI

UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MILANO UFFICIO BREVETTI ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI (D.Lgs. 10 Febbraio 2005, n 30 pubblicato

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA Normativa di riferimento: DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio 2005 n. 30 "Codice della proprietà industriale"; DECRETO 13 gennaio

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI

GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI GUIDA AL DEPOSITO DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE DI DISEGNI E MODELLI ORARIO RICEZIONE ATTI: DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.30 UFFICIO MARCHI E BREVETTI Camera di Commercio di Forlì-Cesena

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLI INDUSTRIALI DI UTILITA DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA COMMERCIO ARTIGIANATO AGRICOLTURA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA COMMERCIO ARTIGIANATO AGRICOLTURA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA COMMERCIO ARTIGIANATO AGRICOLTURA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UN BREVETTO PER MODELLI D UTILITA CHE COS E UN BREVETTO Il brevetto è un titolo in forza del quale viene conferito

Dettagli

INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI

INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO NAZIONALI AVVISI: Le domande ed istanze relative ai

Dettagli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Modelli di Utilità Ufficio Brevetti e Marchi Deposito: dal lunedì al venerdì ore 9,00-12,00 Centro Regionale Pat-Lib ISTRUZIONI PER LA DESCRIZIONE E

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UN BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE CHE COS E UN BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE Il brevetto è un titolo in forza

Dettagli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli

Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli Guida al deposito Domanda di Brevetto Nazionale per Disegni e Modelli Ufficio Brevetti e Marchi Deposito: dal lunedì al venerdì ore 9,00-12,00 Centro Regionale Pat-Lib ISTRUZIONI PER LA DESCRIZIONE E LE

Dettagli

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO)

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) MODELLI di UTILITA (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 INFORMAZIONI

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.it ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO Normativa di riferimento: Decreto legislativo 10 febbraio 2005 n. 30 "CODICE DELLA PROPRIETA INDUSTRIALE". DECRETO 13 gennaio 2010 n.

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA ISTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO D IMPRESA CHE COS E UN MARCHIO D IMPRESA Il marchio d impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere

Dettagli

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA

UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA UFFICIO BREVETTI E MARCHI ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER MARCHIO D IMPRESA Il marchio di impresa è un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti o i servizi

Dettagli

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito)

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito) Disegni e Modelli (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-554755 1 DISEGNI

Dettagli

Istruzioni per il deposito di domande di privativa per nuove varietà vegetali

Istruzioni per il deposito di domande di privativa per nuove varietà vegetali MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L'IMPRESA E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI Istruzioni per il deposito

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE DI BREVETTO PER INVENZIONI INDUSTRIALI Aggiornate agosto 2014 Le domande di brevetto per invenzione industriale, possono essere presentate presso l'ufficio Italiano

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO BI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI TEL: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA DOMANDA di REGISTRAZIONE PER MARCHIO di IMPRESA DOVE PRESENTARE LA DOMANDA Chi intende

Dettagli

INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA

INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER LA CONVALIDA DI UN BREVETTO EUROPEO IN ITALIA AVVISI: Le domande ed istanze relative ai

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE

MARCHIO D IMPRESA NAZIONALE 1 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TRAPANI UFFICIO BREVETTI E MARCHI CORSO ITALIA, 26 TRAPANI - III PIANO TEL. 0923 876-264 e-mail: caterina.badalucco@tp.camcom.it E CONSIGLIABILE

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UN BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE CHE COS E UN BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE Il brevetto è un titolo in forza

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO Aggiornate ad agosto 2014 Le domande di brevetto per marchio d'impresa di primo deposito o

Dettagli

disegni marchio modello di utilit registrazione proprietà industriale brevetto ricercare mpresa idea proprietà intellettual requisit novità invenzione

disegni marchio modello di utilit registrazione proprietà industriale brevetto ricercare mpresa idea proprietà intellettual requisit novità invenzione proprietà intellettual invenzione anteriorità marchio registrato produrre segni distintivi proprietà industriale disegni mpresa modello di utilit registrazione innovazione tecnologia disegnare Costi e

Dettagli

Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti

Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti Seminario di primo orientamento in tema di marchi e brevetti Ascoli Piceno, 4 giugno 2013 Dott. Filippo Re Collaboratore Unioncamere Marche nel Progetto per la valorizzazione e la tutela dei titoli di

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO MODULO C l. Istruzioni di carattere generale. La domanda e gli eventuali

Dettagli

I BREVETTI PER LA PROTEZIONE DELL INNOVAZIONE

I BREVETTI PER LA PROTEZIONE DELL INNOVAZIONE I BREVETTI PER LA PROTEZIONE DELL INNOVAZIONE Innovazione tecnologica e fattori abilitanti - FDIR 416 Informazioni e Servizi 30 Ottobre 2008 Giacomo Tosoni Gradenigo Confindustria Veneto Siav spa Tutelare

Dettagli

INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE

INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INSTRUZIONI PER LA REGISTRAZIONE E RINNOVAZIONE DI UN MARCHIO NAZIONALE AVVISI: Le domande ed istanze

Dettagli

INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18

INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18 Ultimo aggiornamento giugno 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE PAG. 4 2. ISTANZE DI TRASCRIZIONE PAG. 7 3. ISTANZE DI ANNOTAZIONE PAG. 12 4. SCIOGLIMENTO RISERVE PAG. 18 5. UFFICIO BREVETTI E MARCHI ORARI E CONTATTI

Dettagli

TEL. 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (MOD. MA-RI)

TEL. 0647055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI MARCHIO D IMPRESA (MOD. MA-RI) MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

DIRITTI DI SEGRETERIA E TARIFFE

DIRITTI DI SEGRETERIA E TARIFFE DIRITTI DI SEGRETERIA E TARIFFE MARCHIO D IMPRESA Commercio Primo deposito di una domanda di marchio Se si protegge una sola classe merceologica 101,00 Importo da aggiungere per ogni classe oltre la prima

Dettagli

MARCHI E BREVETTI. Guida pratica al deposito. Camera di Commercio Viterbo. Camera di Commercio Viterbo 1

MARCHI E BREVETTI. Guida pratica al deposito. Camera di Commercio Viterbo. Camera di Commercio Viterbo 1 MARCHI E BREVETTI Guida pratica al deposito Camera di Commercio Viterbo Camera di Commercio Viterbo 1 Indice Presentazione 5 Perché brevettare? 6 Proprietà Intellettuale 8 Punto di informazione brevettuale

Dettagli

Il campo Numero Elementi può essere compilato solo nel caso di Deposito Multiplo; occorre indicare il numero di elementi che compongono il deposito

Il campo Numero Elementi può essere compilato solo nel caso di Deposito Multiplo; occorre indicare il numero di elementi che compongono il deposito ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO O MODELLO E DEPOSITO MULTIPLO MODULO O l. Istruzioni di carattere generale La domanda gli eventuali

Dettagli

MARCHI E BREVETTI. Guida pratica al deposito. Camera di Commercio. Viterbo Viterbo 1

MARCHI E BREVETTI. Guida pratica al deposito. Camera di Commercio. Viterbo Viterbo 1 MARCHI E BREVETTI Guida pratica al deposito Camera di Commercio Viterbo Camera di Commercio Viterbo 1 Indice Presentazione 5 Perché brevettare? 6 Proprietà Intellettuale 8 Punto di informazione brevettuale

Dettagli

Ultimo aggiornamento: novembre 2015

Ultimo aggiornamento: novembre 2015 UFFICIO MARCHI E BREVETTI GUIDA AL DEPOSITO DELLE NUOVE VARIETA VEGETALI - NVV Ultimo aggiornamento: novembre 2015 INDICE NOTE DI CARATTERE GENERALE GUIDA PER IL DEPOSITO NAZIONALE o ELENCO DOCUMENTI DA

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 27 giugno 2008: Ricerca di anteriorita' relativamente alle domande di brevetto per invenzione industriale. (Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2008) IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Vista

Dettagli

Ultimo aggiornamento giugno 2013*

Ultimo aggiornamento giugno 2013* Ultimo aggiornamento giugno 2013* * N.B.:la presente guida pubblicata dalla CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA è stata parzialmente modificata a seguito delle novità introdotte dal DECRETO 26/01/2015 1 INDICE

Dettagli

La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione

La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione FACOLTÀ DI INGEGNERIA II 31 maggio 2011 La Proprietà Intellettuale Strategie di Protezione e valorizzazione Relatore: Ing. Giuseppe Quinterno Jacobacci & Partners S.p.A. 1 Proprietà Intellettuale e Industriale

Dettagli

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve Introduzione Le istanze connesse ai titoli di proprietà industriale, denominate anche seguiti brevettuali, vengono depositate successivamente alla domanda originaria. Sono necessarie in caso di trasferimenti

Dettagli

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito)

Disegni e Modelli. (Istruzioni e modalità di deposito) Disegni e Modelli (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-554755 1 DISEGNI

Dettagli

PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO

PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO Corso Meridionale 58, 80143 Napoli Ufficio Marchi e Brevetti Tel 081 7607704 ufficio.brevetti@na.camcom.it PASSA AL TELEMATICO..È PIÙ CONVENIENTE RISPARMI TEMPO E DENARO Napoli, Corso Meridionale, 58 2

Dettagli

ANNOTAZIONI. Istruzioni e modalità di deposito

ANNOTAZIONI. Istruzioni e modalità di deposito ANNOTAZIONI Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 ISTANZE DI ANNOTAZIONE

Dettagli

LA TUTELA DEI SISTEMI DI CONFEZIONAMENTO E DEL PACKAGING ATTRAVERSO IL BREVETTO ED IL DESIGN

LA TUTELA DEI SISTEMI DI CONFEZIONAMENTO E DEL PACKAGING ATTRAVERSO IL BREVETTO ED IL DESIGN LA TUTELA DEI SISTEMI DI CONFEZIONAMENTO E DEL PACKAGING ATTRAVERSO IL BREVETTO ED IL DESIGN Fabio D Angelo Consulente in Proprietà Industriale Mandatario abilitato Italiano, Europeo e Comunitario per

Dettagli

BREVETTI E MARCHI BREVETTO

BREVETTI E MARCHI BREVETTO BREVETTI E MARCHI BREVETTO La politica tecnologica ed industriale stimola l innovazione tecnologica, senza la quale non si può avere crescita economica durevole, crescita di industrie altamente qualificate

Dettagli

DISEGNI E MODELLI (legislazione italiana e comunitaria)

DISEGNI E MODELLI (legislazione italiana e comunitaria) DISEGNI E MODELLI (legislazione italiana e comunitaria) a cura di Forme di protezione Disegni e modelli registrati Disegni e modelli non registrati Definizione di disegno o modello Aspetto di un prodotto

Dettagli

GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI

GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI SETTORE TUTELA DEL MERCATO E AMBIENTE Unità Organizzativa Regolazione del Mercato Tel. 0523/386227-218 - 230 brevetti@pc.camcom.it GUIDA PER LA REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MARCHI La domanda per ottenere

Dettagli

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO)

(ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) MODELLI di UTILITA (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 INFORMAZIONI

Dettagli

SCIOGLIMENTO RISERVE

SCIOGLIMENTO RISERVE SCIOGLIMENTO RISERVE Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Guida al deposito della domanda di brevetto per invenzione industriale

Guida al deposito della domanda di brevetto per invenzione industriale Guida al deposito della domanda di brevetto per invenzione industriale Camera di Commercio di Forlì-Cesena C.so della Repubblica, 5 47121 Forlì Tel. 0543 713486 Fax 0543 713542 e-mail: ufficio.brevetti@fc.camcom.it

Dettagli

Norme di applicazione per i brevetti europei e per i brevetti comunitari (2) (3).

Norme di applicazione per i brevetti europei e per i brevetti comunitari (2) (3). D.P.R. 8 gennaio 1979, n. 32 (1). Norme di applicazione per i brevetti europei e per i brevetti comunitari (2) (3). ------------------------ (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 10 febbraio 1979, n. 41. (2)

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito)

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607704 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 MARCHIO

Dettagli

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito TRASCRIZIONI Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 1 Istanze di

Dettagli

Guida brevetto invenzione Uffici Brevetti

Guida brevetto invenzione Uffici Brevetti Guida brevetto invenzione Uffici Brevetti Camere di Commercio dell'emilia Romagna Guida aggiornata a giugno 2013 Redatto dal Gruppo Network Brevetti e Marchi di Unioncamere Emilia Romagna INDICE INFORMAZIONI

Dettagli

Brevetto come informazione: le fonti accessibili

Brevetto come informazione: le fonti accessibili Brevetto come informazione: le fonti accessibili 12 maggio 2015 Francesca Marinelli Camera di Commercio di Ancona www.an.camcom.gov.it IL RUOLO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA l Ufficio Brevetti e

Dettagli

INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO)

INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607704 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557

Dettagli

Brevetto come informazione: le fonti accessibili

Brevetto come informazione: le fonti accessibili Brevetto come informazione: le fonti accessibili 11 giugno 2014 Francesca Marinelli Camera di Commercio di Ancona www.an.camcom.gov.it IL RUOLO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA l Ufficio Brevetti e

Dettagli

CHE PREVEDE LA RICERCA DI ANTERIORITA

CHE PREVEDE LA RICERCA DI ANTERIORITA Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI I BREVETTI BIOTECNOLOGICI ELEMENTO

Dettagli

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI

LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO ARTISTICO REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI (Delibera del Consiglio d Istituto n 429 del 07/12/2012 ) (allegato 8 al Regolamento di Istituto) PREMESSA Il presente atto disciplina le modalità di esercizio del

Dettagli

STUDIO TORTA Beni immateriali: un patrimonio da valorizzare

STUDIO TORTA Beni immateriali: un patrimonio da valorizzare Beni immateriali: un patrimonio da valorizzare Ing. Corrado Modugno Studio Torta S.r.l. Il patrimonio intangibile di una azienda Contratti Accordi Know How Brevetti Design Marchi Tipologia di brevetti

Dettagli

Note relative al modulo per l istanza di trasformazione

Note relative al modulo per l istanza di trasformazione UFFICIO PER L'ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) Marchi, disegni e modelli Note relative al modulo per l istanza di trasformazione Osservazioni di carattere generale Il modulo per l istanza di trasformazione

Dettagli

via Molise, 19-00187 Roma Call center: +39 06 4705 5800 e-mail: callcenter@uibm.eu web: www.uibm.gov.it

via Molise, 19-00187 Roma Call center: +39 06 4705 5800 e-mail: callcenter@uibm.eu web: www.uibm.gov.it Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione generale per la lotta alla contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi via Molise, 19-00187 Roma Call center: +39 06 4705 5800 e-mail:

Dettagli

Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE

Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) Marchi, disegni e modelli Note esplicative sul modulo per l istanza di trasformazione di una registrazione internazionale ( RI ) che designa la CE

Dettagli

INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO)

INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) INVENZIONI INDUSTRIALI (ISTRUZIONI E MODALITA DI DEPOSITO) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607704 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557

Dettagli

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito TRASCRIZIONI Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 1 Istanze di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO DIGITALE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 14/4/2011 Depositato

Dettagli

Note sul modulo di domanda di disegno/modello comunitario registrato

Note sul modulo di domanda di disegno/modello comunitario registrato UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) (marchi, disegni e modelli) Note sul modulo di domanda di disegno/modello 1. Osservazioni generali 1.1 Uso del modulo Il modulo è fornito dall Ufficio

Dettagli

TUTELA DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE

TUTELA DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE UIBM_Copertine_080410.qxp:Layout 1 15-04-2010 16:40 Pagina 13 Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la lotta alla contraffazione - UIBM Via Molise, 19-00187 Roma

Dettagli

MARCHIO e BREVETTO. Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016. Avv. Elena Menotti

MARCHIO e BREVETTO. Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016. Avv. Elena Menotti MARCHIO e BREVETTO Alleanza delle Cooperative Italiane Imola Progetto Experiment Gennaio Febbraio 2016 DIRITTO DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE Diritto della proprietà intellettuale ( in senso stretto ) -

Dettagli

Cenni introduttivi sulla disciplina dei marchi e dei brevetti. (Traccia per la relazione)

Cenni introduttivi sulla disciplina dei marchi e dei brevetti. (Traccia per la relazione) Cenni introduttivi sulla disciplina dei marchi e dei brevetti. (Traccia per la relazione) Prof.ssa Patrizia Grosso Facoltà di Economia Università di Torino 1. Premessa. 2. La disciplina dei marchi. 3.La

Dettagli

Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti

Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti Snellito l iter di deposito e pagamento per istanze e diritti su marchi e brevetti Decreto del ministero dello Sviluppo economico 21 marzo 2013 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 luglio 2013 n.

Dettagli

BANDO AI FINI DELLA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER CONCILIAZIONI PARITETICHE

BANDO AI FINI DELLA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER CONCILIAZIONI PARITETICHE BANDO AI FINI DELLA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER CONCILIAZIONI PARITETICHE Iniziative a vantaggio dei consumatori, di cui all'articolo 148, comma 1, della legge 23 dicembre 2000, n.

Dettagli

STUDIO LEGALE SCAVO & ASSOCIATI LEGALE, COMMERCIALE E TRIBUTARIO

STUDIO LEGALE SCAVO & ASSOCIATI LEGALE, COMMERCIALE E TRIBUTARIO PROSPETTO PER LA REGISTRAZIONE DEL MARCHIO Redattore: dott. Alessandro Scavo Lo Studio Legale Scavo & Associati, attivo in Bari da più di 25 anni, si occupa con profitto di registrazioni marchi, brevetti

Dettagli

TABELLA A Allegata al decreto interministeriale 2 aprile 2007

TABELLA A Allegata al decreto interministeriale 2 aprile 2007 TABELLA A Allegata al decreto interministeriale 2 aprile 2007 IMPORTI DEI DIRITTI SUI BREVETTI PER INVENZIONE INDUSTRIALE E PER I MODELLI DI UTILITA A) BREVETTI PER INVENZIONI INDUSTRIALI Diritti di deposito

Dettagli

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario Osservazioni generali Uso del modulo Si può ottenere il presente modulo gratuitamente dall UAMI (per posta, fax o messaggio di posta elettronica)

Dettagli

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione)

GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) GUIDA Il marchio comunitario (Diritti, costi e fasi del procedimento di registrazione) Il marchio comunitario è un marchio unico valevole sull intero territorio dell Unione Europea. Il marchio comunitario

Dettagli

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario

Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (UAMI) (marchi, disegni e modelli) Note esplicative sul modulo di domanda di marchio comunitario Osservazioni generali Uso del modulo Il modulo di domanda

Dettagli

LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI

LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI LA PREPARAZIONE E L INVIO TELEMATICO DEL BILANCIO D ESERCIZIO E DELL ELENCO SOCI CON L UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA O ALTRI PROGRAMMI COMPATIBILI di Claudio Venturi Sommario: 1. Premessa. 2. Preparazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015.

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015. Il Responsabile del Registro delle Imprese ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEI CONSORZI - ANNO 2015. 1) SOGGETTI TENUTI E TERMINE DI PRESENTAZIONE Il termine di presentazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008 CIRCOLARE N. 58/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma 17 ottobre 2008 Oggetto: Trasferimento di quote di S.r.l. Art. 36 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni,

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 2868/95 DELLA COMMISSIONE Sommario (non fa parte del testo ufficiale)

REGOLAMENTO (CE) N. 2868/95 DELLA COMMISSIONE Sommario (non fa parte del testo ufficiale) Articolo 1 REGOLAMENTO (CE) N. 2868/95 DELLA COMMISSIONE Sommario (non fa parte del testo ufficiale) TITOLO I MODALITÀ PROCEDURALI DELLA DOMANDA Regola 1 Contenuto della domanda Regola 2 Elenco dei prodotti

Dettagli

Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL. Revisione 1.

Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL. Revisione 1. Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL Revisione 1. PROCEDURE ecolabel rev1 Premesso che : regolamento CE n. 1980/2000

Dettagli

Distinti saluti. Il Presidente (Geom. Fabrizio Puccini)

Distinti saluti. Il Presidente (Geom. Fabrizio Puccini) COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI LIVORNO Livorno, lì 20 marzo 2009 Prot. N. Oggetto: Esami di abilitazione alla professione di geometra sessione 2009 AI GEOMETRI ISCRITTI AL REGISTRO

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO PAG. 1 1404 Allegato alla determinazione dirigenziale n. 131/PM del 18/02/2014 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO BANDO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI PER L'INNOVAZIONE

Dettagli

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito)

MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) MARCHIO D IMPRESA (Istruzioni e modalità di deposito) Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607704 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 MARCHIO

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) INFORMAZIONI GENERALI PER LA GESTIONE RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) RIG.ECO srl via dell artigianato 14 1di 9 INDICE 1. PREMESSA...1 2. DEFINIZIONI...3 3. SCOPO DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara Iengo Foro di Bergamo

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara Iengo Foro di Bergamo Seminario IL BREVETTO LA PROTEZIONE DELLA CREATIVITÀ INTELLETTUALE NEL CAMPO DELL INVENZIONE INDUSTRIALE Lunedì 21 maggio 2007 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON LINE ENTE PARCO DEL BEIGUA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via G. Marconi 165 16011 Arenzano (GE) tel. 010 8590300 fax 010 8590064 e-mail e-mail: info@parcobeigua.it www.parcobeigua.it European

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

La tutela del marchio

La tutela del marchio La tutela del marchio INCREDIBOL! l Innovazione CREativa DI BOLogna Bologna, 9 giugno 2015 Avv. Raffaella Pellegrino 1 Requisiti validità (novità, capacità distintiva, liceità) Ricerche anteriorità Classi

Dettagli

PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONI PER IL DESIGN A FAVORE DELLE MICRO E PMI

PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONI PER IL DESIGN A FAVORE DELLE MICRO E PMI Fondazione Valore Italia PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONI PER IL DESIGN A FAVORE DELLE MICRO E PMI OBIETTIVI DEL PROGRAMMA A) accrescere la cultura della proprietà industriale, mediante il ricorso alla registrazione

Dettagli

Regio decreto 25 agosto 1940, n. 1411 (in Gazz. Uff., 21 ottobre 1940, n. 247)

Regio decreto 25 agosto 1940, n. 1411 (in Gazz. Uff., 21 ottobre 1940, n. 247) Regio decreto 25 agosto 1940, n. 1411 (in Gazz. Uff., 21 ottobre 1940, n. 247) TESTO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI BREVETTI PER MODELLI INDUSTRIALI (1). (1) La durata della protezione giuridica

Dettagli

Tipologia pagamento Conto corrente Deposito Tasse per il deposito di domande le cui descrizioni e tavole da disegno non superano le 10 pagine

Tipologia pagamento Conto corrente Deposito Tasse per il deposito di domande le cui descrizioni e tavole da disegno non superano le 10 pagine tavole da disegno non superano le 10 pagine Euro 120,00 tavole da disegno rientrano tra le 10 e le 20 pagine tavole da disegno rientrano tra le 20 e le 50 pagine tavole da disegno superano le 50 pagine

Dettagli

Regolamento di esecuzione del 7 dicembre 2006 della Convenzione sul brevetto europeo

Regolamento di esecuzione del 7 dicembre 2006 della Convenzione sul brevetto europeo Regolamento di esecuzione del 7 dicembre 2006 della Convenzione sul brevetto europeo (RE CBE 2000) RS 0.232.142.21; RU 2007 6541 Modifica del regolamento di esecuzione Approvata dal Consiglio d amministrazione

Dettagli

Cos e un disegno o un modello?

Cos e un disegno o un modello? Disegni e modelli La forte propensione all innovazione ed i repentini mutamenti di scenario, che caratterizzano il contesto economico attuale, rendono gli interventi di tutela e valorizzazione della Proprietà

Dettagli

ntrate FORMULARIO CONTENENTE I DATI DEGLI INVESTIMENTI IN ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Premessa

ntrate FORMULARIO CONTENENTE I DATI DEGLI INVESTIMENTI IN ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Premessa genzia ntrate FORMULARIO CONTENENTE I DATI DEGLI INVESTIMENTI IN ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO Articolo 1, commi da 280 a 283, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e successive modificazioni Decreto

Dettagli