EUROPA 2020 La strategia per la crescita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROPA 2020 La strategia per la crescita"

Transcript

1 periodico - anno 15 - numero 59 - estate 2014 NOTIZIARIO DI FINANZA AGEVOLATA E OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE E IL TERRITORIO 59 abigail Fotolia.com EUROPA 2020 La strategia per la crescita Editoriale Pag. 03 Incentivi per i macchinari Pag. 04 Credito di imposta per ricerca e sviluppo al 50% Pag milioni per le PMI turistiche e commerciali Pag. 05 Turismo e commercio, i Distretti dell attrattività Pag. 06 Case history Smart Cities: finanziato il progetto di Aecom Pag. 07 Le misure del Documento di Economia e Finanza Pag. 08 GRUPPO IMPRESA presenta lo studio sui finanziamenti regionali per le imprese in rete Pag. 09 L Unione europea promuove lo sviluppo sostenibile Pag. 10 Fondi europei per le PMI Pag. 11 Risparmio energetico: le opportunità per le imprese emiliane Pag. 12 Dal Programma Energia rinnovabile 100 milioni per il Sud Pag. 13 Fondo di Rotazione per le fonti rinnovabili Pag. 13 Fondazione Cariplo per il welfare e l innovazione sociale Pag. 14 Scadenzario Pag. 15 Spedizione in abbonamento postale 70% - Filiale di Brescia

2 2 Chi è Nel 1989 nasce a Brescia GRUPPO IMPRESA, società di consulenza gestionale e finanziaria. Dal 1995 GRUPPO IMPRESA, attraverso la società Gruppo Impresa Finance, si dedica al reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con la attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata, a sostegno delle imprese e del territorio. GRUPPO IMPRESA fornisce la propria assistenza dallo studio di fattibilità, alla presentazione e gestione delle pratiche di finanziamento e rappresenta una delle più importanti e qualificate realtà del settore. Da 25 anni GRUPPO IMPRESA accompagna imprese piccole, medie e grandi, start-up, consorzi, associazioni, enti locali, nella realizzazione dei loro progetti più ambiziosi che richiedono la passione, la creatività e la professionalità di un partner con cui condividere idee, progetti, traguardi. Con il supporto di GRUPPO IMPRESA sono stati realizzati investimenti in impianti produttivi e infrastrutture, risparmio energetico, ricerca e sviluppo, innovazione, trasferimento tecnologico, internazionalizzazione. GRUPPO IMPRESA ha inoltre collaborato alla realizzazione di importanti progetti di valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale e naturale e di sviluppo turistico. via F. Lippi, Brescia (Italia) tel fax la modalità on-line per essere sempre aggiornati Certificazione ottenuta per l erogazione di servizi per ottenimento di fondi pubblici o di altri enti e la gestione di progetti finanziati. Gruppo Impresa News Tribunale di Brescia - n.23 del 27/07/95 anno 15 - numero 59 Editore: Gruppo Impresa srl. - via Lippi, 11 - Brescia RI BS Direttore responsabile: Alessandra Teso Chiuso in redazione il 18/04/2014 Tiratura: copie Server provider: BT Italia Spa Indirizzo web: Coordinamento redazionale: Elisa Rizzi Hanno collaborato a questo numero: Marco Bortoli, Federica Calestani, Eleonora Marini, Luca Pellizzato, Elisa Rizzi, Marco Tabladini. Fotografie: Federica Calestani, Fotolia. Impaginazione e stampa: Tipografia Camuna Stampato su carta Riciclata 100%. Brevetto Philip Borman Italia. GRUPPO IMPRESA non assume alcuna responsabilità derivante dalla riproduzione e/o utilizzo da parte di terzi di materiale contenuto nella presente pubblicazione.

3 Editoriale 3 Nel mese di aprile i Paesi europei sono impegnati nella presentazione dei piani per il risanamento delle finanze pubbliche (programmi di stabilità o convergenza) e delle riforme e misure che intendono adottare per conseguire una crescita intelligente, sostenibile e solidale alla luce degli obiettivi di Europa I programmi sono poi valutati dalla Commissione europea che rivolge a ciascun paese una serie di raccomandazioni per la stesura dei bilanci preventivi per l anno successivo. Anche l Italia è coinvolta nelle attività del cosiddetto Semestre Europeo : l 8 aprile il Governo ha presentato il Documento di Economia e Finanza 2014, ora al vaglio del Parlamento, che individua lo scenario macroeconomico e le riforme nazionali necessarie per lo sviluppo. L economia italiana, come evidenziato nel Documento di programmazione, è entrata in una fase di ripresa, contrassegnata in prospettiva da dinamiche abbastanza favorevoli del commercio estero e da una graduale stabilizzazione della domanda interna. Si proietta una crescita del PIL dello 0,8 per cento per l anno in corso, con un graduale avvicinamento al 2,0 per cento nei prossimi anni. L ampio piano di riforme strutturali interviene su tre settori fondamentali: istituzioni, economia e lavoro, avviando così una profonda trasformazione del Paese. Novità importanti anche in tema di incentivi per le imprese e la pubblica amministrazione, a pagina 8 proponiamo un primo approfondimento in attesa dei provvedimenti di attuazione. SAVE THE DATE PROGRAMMI COMUNITARI: FINANZIAMENTI E CONTRIBUTI PER LE PMI Cremona, 8 maggio 2014 c/o Associazione Industriali Cremona Chiudono il 16 maggio le iscrizioni alla Seconda Edizione del Master ISUP, il master in economia e sviluppo dell idea di business, promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori dell Associazione Industriale Bresciana.

4 4 Legislazione nazionale CREDITO DI IMPOSTA PER RICERCA E SVILUPPO AL 50% Nel Piano Destinazione Italia è inserita la misura che prevede l istituzione di un credito d imposta nella misura del 50% delle spese incrementali in ricerca e sviluppo. L agevolazione massima per impresa è fissata a 2,5 milioni di euro con un budget totale pari a 200 milioni di euro annui, a valere sulla prossima programmazione dei fondi comunitari Gli incrementi di spesa devono essere ottenuti in ognuno dei tre anni ed è necessario che siano sostenute spese in ricerca e sviluppo per almeno 50 mila euro in ciascun periodo di imposta. L accesso all agevolazione avverrà tramite piattaforma informatica, per evitare graduatorie e rendere disponibile l esatto ammontare delle risorse utilizzabili. Sarà comunque un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico a stabilire le modalità di presentazione delle domande. INCENTIVI PER I MACCHINARI: LO SPORTELLO È APERTO La Nuova Legge Sabatini prevede finanziamenti per l acquisto o l acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché di hardware e software e tecnologie digitali. Lo strumento è rivolto alle piccole e medie imprese italiane operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca. A fronte del finanziamento è concessa un agevolazione nella forma di un contributo pari all ammontare complessivo degli interessi calcolati in via convenzionale su un finanziamento al tasso d interesse del 2,75%, della durata di 5 anni e d importo equivalente al finanziamento, compreso tra 20 mila euro e 2 milioni di euro. Sono oltre le domande già presentate dalle Pmi tramite le banche e gli intermediari convenzionati per un importo totale di finanziamenti pari a ,33 euro. Il contributo statale sugli interessi associato ai finanziamenti è pari a circa 52 milioni. Le imprese interessate possono presentare la domanda di accesso al contributo alla banca o all intermediario finanziario aderenti alla convenzione. A disposizione un plafond, costituito presso Cassa Depositi e Prestiti, di 2,5 miliardi di euro, incrementabili fino a 5 miliardi.

5 Regione Lombardia 5 10 MILIONI PER LE PMI TURISTICHE E COMMERCIALI Parte con una dotazione di 10 milioni di euro il Fondo della Regione Lombardia finalizzato a sostenere i nuovi investimenti delle piccole e medie imprese del turismo e del commercio in vista dell Esposizione Universale del 2015 che attirerà a Milano, e non solo, migliaia di visitatori. La misura promuove la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento qualitativo delle strutture ricettive lombarde alberghiere ed extra-alberghiere, del sistema della ricettività, nonché delle strutture adibite al commercio alimentare al dettaglio, sia a livello strutturale che dei servizi offerti. Possono ad esempio essere finanziate le spese sostenute per l ammodernamento e la ristrutturazione dei locali e delle strutture di servizio (opere edili e impiantistiche), per arredi funzionali all attività di impresa quali piscine, SPA e zone benessere, attrezzature, installazione di reti wi-fi per ospiti e clienti, interventi di efficientamento energetico degli edifici, mezzi di trasporto a basso impatto emissivo, impianti per la sicurezza, spese di progettazione, opere, arredi e attrezzature. Sono ammesse le fatture emesse e quietanzate dallo scorso 29 novembre Il bando prevede un abbattimento del 3% del tasso di interesse applicato dalla banca convenzionata, per progetti di investimento di importo minimo pari a 30 mila euro, e una garanzia agevolata attraverso i consorzi fidi. Bando aperto INNOVAZIONE NEL TERZIARIO Il bando per l innovazione del terziario stanzia contributi a favore di progetti innovativi che prevedono l adozione di servizi avanzati e qualificati da parte delle imprese del terziario, nei seguenti ambiti di intervento: extended enterprise; sistemi di pagamento elettronico; impatto ambientale ed energetico. È previsto un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili, con un contributo massimo di 25 mila euro. L impegno finanziario di Regione Lombardia ammonta a 1 milione e 828 mila euro, a cui vanno ad aggiungersi 780 mila euro messi a disposizione dal Sistema Camerale (Province: Brescia, Cremona, Lecco, Milano, Monza e Brianza e Varese). Domande dal 20 maggio al 26 giugno

6 6 Regione Lombardia per la PA TURISMO E COMMERCIO, I DISTRETTI DELL ATTRATTIVITÀ La Regione Lombardia ha stanziato 11 milioni di euro a valere sul bando I distretti dell attrattività per promuovere iniziative per l attrattività territoriale integrata turistica e commerciale anche in vista di Expo L obiettivo è di sviluppare, in collaborazione con i Comuni, e attraverso partenariati pubblico-privati, politiche integrate di valorizzazione delle eccellenze territoriali e dell attrattività territoriale turistica e commerciale della Lombardia. L iniziativa è articolata in due diverse linee di intervento. Comuni capoluogo 4 milioni di euro sono riservati alla prima linea rivolta ai Comuni capoluogo di Provincia (escluso il Comune di Milano che ha già beneficiato di tale intervento in via sperimentale). I Comuni possono coinvolgere con forme di intese e partenariati altri soggetti quali Camere di Commercio, fondazioni, consorzi pubblico/privati e altri organismi impegnati nello sviluppo economico del territorio. Possono ad esempio essere finanziate: sviluppo e valorizzazione dell offerta turistica e promozione di itinerari turistici; estensione e promozione dell offerta commerciale; progetti per i servizi di accoglienza dei visitatori e per la promozione dei luoghi di interesse; progetti per l animazione turistico-commerciale attraverso iniziative di city dressing ; progetti per il commercio e il turismo accessibili; riqualificazione e il miglioramento dei centri urbani, dell arredo urbano e della pubblica illuminazione; progetti di riqualificazione dei mercati e delle aree mercatali; valorizzazione della somministrazione e della ristorazione di qualità e di filiere; progetti per le imprese commerciali e turistiche finalizzati allo sviluppo di reti di servizi. Il Comune capoluogo deve cofinanziare l iniziativa per un importo pari al contributo regionale concesso, con conseguente raddoppio delle risorse a disposizione, con risorse di natura corrente per almeno il 75% della quota di spettanza comunale. Comuni non capoluogo Domande entro il 7 luglio 7 milioni di euro sono riservati alla seconda linea rivolta ai Comuni non capoluogo in aggregazione per la realizzazione di iniziative e interventi di area vasta. I programmi di intervento sono finanziati fino ad un massimo del 50% dalla Regione e devono prevedere l addizionalità da parte dei Comuni aggregati per il restante 50%. In apertura

7 Case history 7 SMART CITIES: FINANZIATO IL PROGETTO DI AEMCOM La Regione Lombardia ha assegnato 2,3 milioni di euro al progetto per l AssisTenza digitale e InnoVazione sociale in ambienti controllati, promosso da un partenariato lombardo con capofila Aemcom (ora Linea Com). L obiettivo è sperimentare nuovi modelli e strumenti che traducano in processi digitali la gestione dell intero ciclo di assistenza di una persona fragile (anziano e/o disabile) in strutture a differente intensità assistenziale e a domicilio. Il progetto coinvolge il Politecnico di Milano (con il Dipartimento di Ingegneria Gestionale e il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria), Consoft, GPI, Ancitel, Beta, Fluidmesh, Coop.Sinergie, e alcune imprese bresciane, quali Il Gabbiano, Microdevice e Studio Farma, con l assistenza tecnica di GRUPPO IMPRESA. Il progetto di ricerca e sviluppo si propone di attuare un reale scenario di innovazione sociale in ottica di smart cities and communities, ideando e sperimentando modelli e strumenti, organizzativi e ICT, che traducano in processi digitali la gestione dell intero ciclo di assistenza di una persona fragile (anziano e/o disabile) che necessita nel tempo di servizi assistenziali, sociali, sanitari e in genere di sostegno in strutture a differente intensità assistenziale e a domicilio. Dal punto di vista ICT dovranno ad esempio essere previsti scenari di integrazione degli strumenti informatici già esistenti nelle strutture sanitarie e socio-assistenziali e sul territorio, con nuovi sistemi di supporto (anche di domotica e di monitoraggio remoto) da introdurre ex novo a domicilio e/o presso strutture eroganti servizi residenziali e semiresidenziali. Il progetto si propone inoltre di studiare e realizzare un nuovo modello di piattaforma distribuita di servizi, ispirata al paradigma del hybrid cloud (composizione di cloud pubblico e infrastrutture private), per dare accesso in maniera sicura ai dati sanitari ed assistenziali e per consentire di realizzare nuove applicazioni per gli operatori della pubblica amministrazione (ASL, comuni, aggregazioni sovra-comunali, ) e per i soggetti che con essa collaborano (fondazioni, ambulatori, centri medicali, associazioni di volontariato, ecc.) e interagiscono (cittadini, imprese, liberi professionisti, ecc.). Il progetto intende quindi definire work flow, parametri di valutazione e linee guida per l elaborazione di piani assistenziali rivolti ad anziani e disabili, partendo dall analisi dei servizi e dell infrastruttura tecnologica utilizzata dalle ASL di Cremona e Mantova e dai comuni del loro territorio per la gestione della continuità assistenziale sul territorio. Partecipano al progetto le principali istituzioni di riferimento per i servizi socio-assistenziali nelle provincie di Cremona (ASL Cremona, Comune di Cremona, Azienda Sociale Cremonese), di Mantova (ASL Mantova, Comune di Mantova, Consorzio pubblico servizio alla persona Viadana, Comune di Suzzara) e di Brescia (Provincia di Brescia, Azienda Territoriale per i servizi alla persona Bassa Bresciana Centrale). Inoltre parteciperanno alla fase di valutazione dei risultati e degli scenari di estensioni ANCI, Comune di Pavia, Comune di Vigevano e Comune di Ardesio. La Commissione europea ha lanciato la Smart Cities Stakeholder Platform con l obiettivo di condividere e sviluppare azioni concrete per le Smart City. Maggiori informazioni al sito:

8 8 Legislazione nazionale LE MISURE DEL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Documento di Economia e Finanza (DEF). Dopo la deliberazione del Consiglio dei Ministri, toccherà al Parlamento esprimersi sul documento. Segnaliamo di seguito le misure di interesse contenute all interno del Programma Nazionale di Riforma all interno del DEF. Per le imprese Misure di facilitazione al rinnovo degli impianti produttivi come la nuova Sabatini. Rafforzamento di 670 milioni del Fondo Centrale di Garanzia per il credito alle piccole e medie imprese nel Rifinanziamento dell Aiuto Crescita Economica. Misure per favorire l assunzione dei ricercatori nelle aziende e rendere attrattiva l Italia per i ricercatori stranieri, costruendo una vera circolazione dei cervelli. Misure per massimizzare il potenziale innovativo della ricerca attraverso l immissione di capitale umano di eccellenza nelle imprese, come i dottorati industriali, sostenuti da un credito d imposta per i ricercatori raddoppiato di 600 milioni in tre anni. Estensione del credito d imposta per gli investimenti in R&S. Rafforzamento degli strumenti di internazionalizzazione specie di piccola e media dimensione (attraverso anche SIMEST e INVITALIA). Sostegno per il seed e venture capital e le nuove imprese innovative. Promozione del comparto agroalimentare mediante incentivi fiscali per gli investimenti nelle piccole e medie imprese condotte da under 40 e finanziamenti per l innovazione tecnologica, lo sviluppo dell agricoltura sociale e dei prodotti a filiera corta. Novità anche per le imprese che hanno sottoscritto un contratto di rete. È stato infatti stabilito il rifinanziamento del Fondo per il regime agevolato delle Reti d Impresa per 200 milioni, aumentando il limite degli utili accantonabili e semplificando il bilancio d impresa, nonché un beneficio fiscale triennale per le reti di impresa nel settore turistico. Per la Pubblica Amministrazione 2 miliardi per rendere le scuole più sicure, con interventi di messa in sicurezza, efficienza energetica, adeguamento antisismico e costruzione di nuove scuole, e per rilanciare l edilizia anche attraverso una riallocazione delle risorse non utilizzate. Istituzione di un fondo nazionale per la progettazione di opere in PPP (Fondo equity per pro-getti greenfield), al fine di consentire alle amministrazioni di definire progetti di qualità sul piano sia della sostenibilità economico-finanziaria sia della maturazione tecnica. Costituzione di un Fondo di 200 milioni per la delocalizzazione di impianti industriali pesanti siti nei centri densamente abitati. Migliorare la capacità di progettazione e investire sulle piccole opere ad esempio quelle per il Programma 6000 campanili, rivolto a piccoli Comuni per la realizzazione di interventi infrastrutturali con il coinvolgimento di piccole e medie imprese locali.

9 Reti di imprese 9 GRUPPO IMPRESA PRESENTA LO STUDIO SUI FINANZIAMENTI REGIONALI PER LE IMPRESE IN RETE È stato presentato lo scorso 20 febbraio a Roma in occasione della III Giornata delle reti d impresa di Confindustria lo studio Le Regioni a favore delle reti di impresa promosso da RetImpresa in collaborazione con GRUPPO IMPRESA e la Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni. Sono intervenuti per l apertura dei lavori Aldo Bonomi, Vice Presidente Confindustria per le Reti di Impresa e Presidente RetImpresa, Gian Mario Spacca, Presidente Regione Marche e Coordinatore Commissione Attività Produttive Conferenza delle Regioni e Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria. L analisi ha impegnato GRUPPO IMPRESA per la raccolta e l elaborazione delle informazioni relative agli interventi regionali a favore delle reti d impresa con l obiettivo di delineare un quadro completo delle agevolazioni attivate dalle Amministrazioni regionali nel periodo La Lombardia è risultata la Regione con il maggior numero di risorse assegnate alle imprese in rete, 21 milioni di euro, seguita da Toscana con 14,5 milioni ed Emilia-Romagna 13 milioni. Nel corso del quadriennio sono state finanziate ben 496 richieste di agevolazione presentate da aggregazioni di imprese costituite tramite contratto di rete. Ciò significa che circa il 40% dei contratti di rete ad oggi stipulati risulta beneficiario di contributo regionale. Il lavoro rientra nell ambito di un accordo più ampio tra RetImpresa e GRUPPO IMPRESA finalizzato al monitoraggio continuo e all analisi degli incentivi regionali dedicati alle reti di impresa. Rilevazione Interventi regionali a favore delle reti di impresa ( ) Totale Interventi censiti 77 Fondi stanziati milioni di euro Fondi concessi 584 milioni di euro Fondi concessi per progetti di rete 92 milioni di euro Progetti di rete finanziati 496 Imprese finanziate in contratto di rete Investimenti attivabili per contratti di rete 202 milioni di euro Lo studio è disponibile sul sito di RetImpresa al link: A lato un momento della presentazione del 20 febbraio a Roma

10 10 Fondi europei L UNIONE EUROPEA PROMUOVE LO SVILUPPO SOSTENIBILE È prevista il 16 giugno l uscita del nuovo bando LIFE 2014 finalizzato a tutelare l ambiente e lo sviluppo sostenibile con una dotazione finanziaria di 3,456 miliardi di euro. Promuove e divulga le soluzioni migliori e le buone pratiche incoraggiando tecnologie innovative in grado di produrre un impatto positivo dal punto di vista ambientale in determinate aree prioritarie. LIFE+ è uno dei pochi strumenti finanziari gestiti dalla Commissione europea che non richieda obbligatoriamente un partenariato internazionale. Le proposte potranno essere presentate da soggetti pubblici e privati, quali enti locali, imprese, ONG e organizzazioni no profit stabiliti negli Stati membri dell Ue, nei Paesi aderenti, candidati e potenziali candidati. Il nuovo Programma prevede alcune importanti novità, fra queste si segnalano: introduzione di una nuova categoria dei progetti integrati, che opereranno su larga scala territoriale e avranno lo scopo di attuare e integrare la politica ambientale e climatica con quelle di altri settori; aumento del tasso di cofinanziamento, che sarà compreso fra il 55% e il 100% secondo il sottoprogramma e la tipologia di progetto, e in base al programma pluriennale di lavoro; adozione di un approccio top-down flessibile, in base al quale le priorità individuate dalla Commissione non saranno esaustive in modo da consentire la presentazione di nuove proposte e idee. Inoltre sono previste due tipologie di finanziamento: sovvenzioni per l implementazione di varie tipologie di progetti (pilota, dimostrativi, best-practice, integrati, di assistenza tecnica, capacity-building, preparatori e d informazione, sensibilizzazione e disseminazione); sovvenzioni per il supporto di organizzazioni non-profit coinvolte nello sviluppo, nell implementazione e nel rafforzamento della legislazione e delle politiche europee. Domande entro ottobre E L INVECCHIAMENTO ATTIVO Care for the future è l iniziativa europea che si propone di stimolare la ricerca e lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche innovative che permettano ed aiutino le persone anziane a gestire le attività della vita quotidiana, ridisegnando l ambiente di vita domestico e migliorando l assistenza sanitaria. Le domande possono essere presentate da consorzi composti da almeno tre soggetti, fra imprese, università, istituti e organizzazioni di ricerca. Sono considerate ammissibili solo le spese relative ad attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale. Per l Italia è previsto un finanziamento complessivo di 3 milioni di euro, di cui un milione come contributo alla spesa e i restanti 2 milioni come finanziamento agevolato. Domande entro il 26 giugno save the date! SMART CITY WEEKS 2014 Torino dal 2 all 8 giugno COME FINANZIARE LA SMART CITY? Incontro di approfondimento in collaborazione con Fondazione Rosselli, Planum, Fare PA

11 Fondi europei 11 FONDI EUROPEI PER LE PMI Cosa fa l Unione europea per le PMI? Se ne è discusso il 17 aprile a Provaglio d Iseo nell incontro organizzato da AQM e GRUPPO IMPRESA sul tema dei fondi europei per la ricerca e l innovazione. Sul piatto vi sono quasi 80 miliardi di euro per i prossimi 7 anni. Sono intervenuti ad illustrare le opportunità offerte dall Unione europea Fabrizio Spada, direttore della Rappresentanza della Commissione europea a Milano, per la presentazione di Horizon 2020, il programma quadro per la ricerca e l innovazione, e Luca Pellizzato di GRUPPO IMPRESA per lo strumento dedicato alle PMI e le anticipazioni del nuovo programma LIFE per lo sviluppo sostenibile. Horizon 2020 è il programma principale dell Unione europea, dedicato non solo alle imprese ma anche alle università e ai professionisti, per sostenere progetti di ricerca e innovazione attraverso contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese sostenute per il personale impiegato, strumenti e attrezzature, materiali, consulenze generali. Per i piccoli imprenditori è inoltre attivo un canale ad hoc che consente di candidare una proposta, anche singolarmente, ed accedere ad un contributo fino a 50 mila euro per la preparazione del loro business plan e di uno studio di fattibilità. Il dibattito è proseguito con la testimonianza di Andrea Sbicego della Valsir, azienda del Gruppo Fondital, che ha portato la propria esperienza nella partecipazione a un bando europeo. Il progetto AutoPlast, candidato per il finanziamento comunitario e in fase di negoziazione, si propone di sviluppare un impianto pilota finalizzato al recupero dei rifiuti plastici provenienti dal settore automotive nonché lo sviluppo di una rete in provincia di Brescia per la raccolta differenziata di tali scarti. In conclusione dell evento l Amministratore Delegato di AQM, Gabriele Ceselin, ha presentato le possibilità di collaborazione con AQM, che potrà mettere a disposizione delle imprese i propri laboratori per prove prototipali ed i propri esperti per la valutazione ed il miglioramento dei processi e dei prodotti e la scelta dei materiali.

12 12 Regione Emilia-Romagna RISPARMIO ENERGETICO: LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE EMILIANE Sono attivi in Emilia-Romagna due strumenti di agevolazione a sostegno degli investimenti per la green economy: 7 milioni di euro per progetti innovativi finalizzati al risparmio energetico e all utilizzo di fonti rinnovabili di energia nei settori del turismo e del commercio. Possono presentare domanda le piccole e medie imprese, compresi i consorzi e/o le società consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d impresa, aventi sede operativa in Emilia-Romagna. Tra gli investimenti ammissibili figurano gli interventi integrati di risparmio energetico o di miglioramento dell efficienza energetica e impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, l installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Il contributo regionale è concesso nella misura massima del 40% delle spese ammesse e fino ad un massimo di 150 mila euro. Domande dal 5 maggio al 15 luglio 24 milioni di euro per il Fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy. Possono presentare domanda le PMI operanti dei settori dell industria, dell artigianato e dei servizi alla persona aventi localizzazione produttiva in Emilia. L obiettivo è incrementare gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso la produzione o l autoconsumo, nonché l utilizzo di tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del Fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali volti all efficienza energetica dei processi o a ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti. Fra le novità introdotte dalla delibera dello scorso novembre si segnala: il limite minimo finanziabile ridotto a 20 mila euro, il limite massimo esteso a un milione di euro e la durata massima del finanziamento estesa a 7 anni. Il 40% è erogato tramite fondi regionali e il restante 60% tramite risorse messe a disposizione dagli istituti di credito. Domande dal 14 aprile APERTO IL FONDO STARTER Parte con una dotazione finanziaria di 8,7 milioni di euro il Fondo StartER della Regione Emilia- Romagna. L iniziativa intende sostenere gli investimenti delle PMI emiliane, compresi consorzi, società consortili e società cooperative, costituite successivamente al 1 gennaio Ad essere finanziati gli interventi su immobili strumentali quali costruzione, acquisizione, ampliamento e/o ristrutturazione; l acquisto di terreni nel limite del 10% del progetto; l acquisizione di macchinari, impianti e attrezzature; l acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento; le consulenze tecniche e/o specialistiche; le spese del personale adibito al progetto nel limite del 30% del progetto; le spese per la produzione della documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda per un importo massimo pari a 10 mila euro. È previsto un finanziamento pari all 85% dell investimento, di cui l 80% a tasso zero e il 20% pari all Euribor a 3 mesi maggiorato di 5 punti percentuali. Il risultato per l impresa consiste in un tasso d interesse effettivo sul finanziamento concesso inferiore al 2%. L entità dei finanziamenti varia dai 25 mila euro ai 300 mila euro. Domande dal 4 aprile

13 Efficienza energetica 13 DAL PROGRAMMA ENERGIA RINNOVABILE 100 MILIONI PER IL SUD Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 100 milioni di euro per i progetti di efficienza energetica promossi dalle imprese delle Regioni Convergenza, ovvero Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le tipologie di intervento che possono essere ammesse a finanziamento sono: isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche; razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici; installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi; installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti per la produzione e la distribuzione dell energia termica ed elettrica. È previsto un finanziamento agevolato senza interessi, nel limite del 75% del costo ammissibile. Le agevolazioni sono concesse mediante una procedura di selezione a sportello. Le domande potranno essere compilate on-line tramite un apposita piattaforma informatica. Domande dal 29 aprile FONDO DI ROTAZIONE PER LE FONTI RINNOVABILI La Regione Veneto sostiene con 38,8 milioni di euro gli investimenti realizzati da PMI e finalizzati al contenimento dei consumi energetici attraverso il Fondo di rotazione a valere sul Programma Operativo Regionale POR FESR. L iniziativa è rivolta alle piccole e medie imprese venete, anche in forma associata (consorzi, contratti di rete, ATI). I progetti devono riguardare: il miglioramento del rendimento energetico degli impianti esistenti; la produzione combinata di energia termica ed elettrica in cogenerazione; la produzione di energia elettrica mediante celle a combustibile; la produzione di energia da fonti rinnovabili. Gli interventi possono, inoltre, avere ad oggetto nuove linee produttive. Le agevolazioni sono costituite da un contributo in conto capitale in misura non superiore al 23% del costo di investimento ammissibile, e da un finanziamento agevolato, tramite fondo di rotazione, fino a copertura dell importo del costo di investimento ammissibile. Domande entro il 30 giugno 2015 Nell ambito della convenzione con assorinnovabili, GRUPPO IMPRESA offre un supporto tempestivo ed affidabile per: l INFORMAZIONE sulle opportunità di agevolazione a livello regionale, nazionale, comunitario; l organizzazione di WORKSHOP e CONVEGNI in occasione dell apertura di bandi di particolare interesse, al fine di diffondere informazioni sui bandi e di promuovere partnership per la partecipazione a progetti di sistema; la CONSULENZA, su richiesta degli associati, per l assistenza e la gestione delle pratiche di finanza agevolata.

14 14 PA per Welfare e Cultura FONDAZIONE CARIPLO PER IL WELFARE E L INNOVAZIONE SOCIALE È stato lanciato a fine marzo il bando della Fondazione Cariplo Welfare di Comunità e Innovazione Sociale. L obiettivo è quello di raccogliere idee da reti di soggetti pubblici e privati attraverso le quali individuare soluzioni innovative ai problemi del welfare nei territori della Lombardia, di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola. In particolare il sostegno è volto all innovazione di servizi, processi e modelli per rispondere ai bisogni sociali, alla valorizzazione e alla connessione delle risorse delle persone, delle famiglie e del territorio in una prospettiva comunitaria, e, infine, allo sviluppo e al potenziamento di sistemi di governance territoriale. A disposizione una dotazione finanziaria per l anno 2014 pari a 10 milioni di euro. Il bando sarà, inoltre, replicato sia nel 2015 che nel Domande entro il 30 maggio FONDAZIONE CARIPLO PER PROGETTI CULTURALI Il bando intende promuovere la salvaguardia del patrimonio storico-architettonico e il miglioramento delle modalità di gestione dei beni. In particolare, le proposte progettuali dovranno riguardare la rifunzionalizzazione di beni di interesse storico-architettonico significativi per la comunità e il successivo avvio di attività in grado di garantire sostenibilità ai progetti e generare sviluppo e occupazione. I progetti e le relative attività dovranno avere durata biennale o triennale. Le attività dovranno avere natura culturale; a queste potranno essere affiancate anche attività non strettamente culturali, riguardanti i settori connessi (turismo, artigianato, attività didattiche e divulgative, ecc.). La richiesta di contributo alla Fondazione Cariplo non deve essere inferiore a euro e non superare il 60% dei costi totali del progetto. Domande entro dicembre 2014 LOMBARDIA PER LA CULTURA La Regione Lombardia ha approvato i criteri e le modalità di intervento per progetti in ambito culturale per l anno Promozione educativa e culturale: 850 mila euro per enti locali, università, soggetti pubblici e privati no profit Valorizzazione di biblioteche e archivi storici di enti locali o di interesse locale: 738 mila euro Valorizzazione del patrimonio e dei servizi di musei di enti locali o di interesse locale, sistemi museali locali e reti regionali di musei, e per la catalogazione del patrimonio culturale: 1,25 milioni di euro Promozione della musica, della danza, della cultura cinematografica e audiovisiva: 633 mila euro Domande dal 5 maggio al 9 giugno

15 Scadenziario 15 GRUPPO IMPRESA OSPITE A LA STANZA DEI BOTTONI Ma perché si costituisce un contratto d impresa? Secondo la ricerca, lo si fa bel 28,8% dei casi per ottenere sinergie sulle politiche commerciali, soprattutto sui mercati esteri, o per effettuare produzioni in comune (25,6%), condividere macchinari (17,4%) e fare ricerca (23,6%). Insomma, il contratto di rete può permettere alle aziende di crescere, diventare grandi e quindi internazionalizzarsi, ricercare nuovi stimoli e frontiere di sviluppo e presentarsi con un maggior appeal dinnanzi al sistema bancario o finanziario, restando autonome. Ospiti Marco Bortoli, Gruppo Impresa Finance Aldo Bonomi, Vice Presidente Confindustria e Presidente RetImpresa Fulvio D Alvia, Direttore RetImpresa Vittorio Ori, Presidente Rete Five For Foundry Pubblicazione Web da venerdì 24 aprile SCADENZARIO INTERVENTO Lombardia Fondo turismo e commercio (pag. 5) Bando per l innovazione del terziario (pag. 5) Distretti dell attrattività per Comuni capoluogo (pag. 6) Distretti dell attrattività per Comuni non capoluogo (pag. 6) Cariplo Welfare e innovazione sociale (pag. 14) Cariplo progetti culturali (pag. 14) Lombardia per i progetti culturali 2014 (pag. 14) Veneto Fondo di Rotazione per le fonti rinnovabili (pag. 13) SCADE IL Aperto 20/05/14 26/06/14 07/07/14 In apertura 30/05/14 dicembre 05/05/14-09/06/14 30/06/15 INTERVENTO Emilia-Romagna Bando energia per turismo e commercio (pag. 12) Fondo rotativo green economy (pag. 12) Fondo StartER (pag. 12) SCADE IL 05/05/14-15/07/14 Aperto Aperto Italia Nuova Legge Sabatini (pag. 4) Aperto Credito di imposta per la ricerca e In apertura lo sviluppo (pag. 5) Misure del Documento di Economia In apertura e Finanza (pag. 8) POI Efficienza energetica per le Da Regioni Convergenza (pag. 13) 29/04/14 Europa LIFE+ (pag. 10) Ottobre Care for future (pag. 10) 26/06/14 Horizon (pag. 11) Aperto SEGUICI SU:

16 Via Filippo Lippi, Brescia (Italia) Tel r.a. - Fax

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Newsletter Luglio 2014

Newsletter Luglio 2014 Newsletter Luglio 2014 Finanza Agevolata Notizie MACCHINARI E BENI STRUMENTALI GODRANNO DI UN CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% Macchinari e beni strumentali godranno di un credito d imposta del 15% di cui però

Dettagli

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali Obiettivo generale del POR FESR Abruzzo Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali ASSI PRIORITARI DI INTERVENTO: Ґ Ricerca

Dettagli

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI)

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) Avanzamento Attività Organismo Intermedio Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per gli incentivi alle imprese D.G.I.A.I Linee

Dettagli

TURISMO, BRAMBILLA: "400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO"

TURISMO, BRAMBILLA: 400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO TURISMO, BRAMBILLA: "400 ML PER I CONTRATTI DI SVILUPPO, PER LA PRIMA VOLTA SOSTEGNO CONCRETO DEL GOVERNO A INVESTIMENTI NEL TURISMO" "Per la prima volta in Italia, il governo dispone un concreto e significativo

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta 17 luglio 2014 LA STRATEGIA PER L ATTRATTIVITÀ Attivazione di iniziative per potenziare l attrattività del territorio

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI DIVIPLUS 2 SRL Via della Vittoria, 47 20025 Legnano (Mi) Telefono 0331.592931 0331.592720 Fax 0331.457504 Pec : diviplus@secmail.it Legnano, Ottobre 2014 Circolare Informativa n. 22/2014 A tutti i gentili

Dettagli

Innovare significa cogliere i cambiamenti, questo è il nostro DNA CHI SIAMO

Innovare significa cogliere i cambiamenti, questo è il nostro DNA CHI SIAMO CHI SIAMO Vendor propone soluzioni di Efficienza Energetica e Finanziaria per le imprese private e pubbliche, avvalendosi di un team composto da professionisti con esperienza decennale nel settore. In

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Descriviamo nel seguito alcune forme di credito agevolato attivabili anche tramite BNL

Descriviamo nel seguito alcune forme di credito agevolato attivabili anche tramite BNL Descriviamo nel seguito alcune forme di credito agevolato attivabili anche tramite BNL BEI La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) è l'istituzione finanziaria istituita nel 1958 con il Trattato di

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015 1. BANDI ATTIVI 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINALITA' Il bando ha l obiettivo di favorire lo sviluppo, il potenziamento

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Programma per la realizzazione di reti d Impresa denominato ERGON Azione

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Verona, 14 aprile 2014 Michele Pelloso Direttore Sezione Industria e Artigianato Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

Dettagli

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA

BANDI DI PROSSIMA SCADENZA Settembre 2015 BANDI DI PROSSIMA SCADENZA VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE Voucher a fondo perduto di importo pari 10mila Euro a fronte di una spesa minima di 13.000 Euro, può essere richiesto da micro,

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LE PMI IN LOMBARDIA

LE AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LE PMI IN LOMBARDIA LE AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LE PMI IN LOMBARDIA Milano, 19 Febbraio 2013 Giulia Podestà Esperta Finanza Agevolata ACF SpA ACF S.P.A. DIPARTIMENTO PIANIFICAZIONE FINANZIARIA E CONTROLLO DI GESTIONE

Dettagli

TOSCANA. TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA "Finanziamenti per l'area di Piombino" SCADENZA: giugno 2016

TOSCANA. TOSCANAMUOVE Creazione impresa A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA Finanziamenti per l'area di Piombino SCADENZA: giugno 2016 TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" Disponibile il fondo rotativo che intende sostenere attraverso agevolazioni (finanziamento agevolato a tasso zero e vocuher) per la realizzazione di progetti di investimento

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2

Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2 Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2 Protocollo di intesa (24/7/13) Realizzare sul territorio nuove iniziative volte allo sviluppo delle tematiche dell efficienza energetica,

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Torino, 30 ottobre 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione energetica di edifici esistenti Bando 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

I BANDI PER RICERCA SVILUPPO E INNOVAZIONE

I BANDI PER RICERCA SVILUPPO E INNOVAZIONE I BANDI PER RICERCA SVILUPPO E INNOVAZIONE GESTIONE IN ANTICIPAZIONE DEL POR FESR 2014-2020 Angelita Luciani Responsabile Ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico FINALITA DELL INTERVENTO

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

Innovare nel Life Science: opportunità europee e regionali

Innovare nel Life Science: opportunità europee e regionali Innovare nel Life Science: opportunità europee e regionali Gli incentivi regionali per l innovazione industriale e il nuovo bando R&S per le aggregazioni di PMI Speaker Pierluigi Bertolini - Responsabile

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

Agevolazioni a supporto dell internazionalizzazione. Brescia, 5 novembre 2015

Agevolazioni a supporto dell internazionalizzazione. Brescia, 5 novembre 2015 Agevolazioni a supporto dell internazionalizzazione Brescia, 5 novembre 2015 2 Agevolazioni a supporto dell internazionalizzazione Contributi a fondo perduto Voucher Export Manager Campo Libero Bando Reti

Dettagli

L innovazione nell economia lecchese: dati e valori

L innovazione nell economia lecchese: dati e valori Nota informativa n. 6 del 26 giugno 2015 L innovazione nell economia lecchese: dati e valori A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera di Commercio di Lecco Carlo Guidotti

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE ProgrammazioneUnitaria2014-2020 Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE INCENTIVI IMPRESE Stato attuazione procedure Programmazione Unitaria COMPETITIVITA

Dettagli

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico La Provincia di Lucca esercita le competenze in materia energetica assegnatele dalla normativa nazionale e regionale in materia sia nel

Dettagli

Il Fondo Kyoto finanzia i progetti in uno o più dei seguenti settori, elencati nella Parte Prima, Capitolo II, della Circolare:

Il Fondo Kyoto finanzia i progetti in uno o più dei seguenti settori, elencati nella Parte Prima, Capitolo II, della Circolare: Nota di approfondimento Il Fondo Kyoto Cambia la disciplina del Fondo rotativo Kyoto, istituito dalla Legge Finanziaria 2007 e originariamente regolamentato dal D.M. 25 novembre 2008 e s.m.i. e dalla relativa

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

20/10/2015 Esaurimento fondi

20/10/2015 Esaurimento fondi QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Bando Microcredito FSE 2015 Finanziamento Agevolato a tasso 0 max 25.000

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. CCIAA FERRARA "Contributi per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese femminili - ed. 2015"

EMILIA ROMAGNA. CCIAA FERRARA Contributi per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese femminili - ed. 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA "Contributi per la partecipazione a fiere" L'obiettivo è quello di promuovere i processi di internazionalizzazione delle imprese regionali con il sostegno a iniziative di partecipazione

Dettagli

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato Allegato 1 Invito alle banche a presentare manifestazione di interesse per la gestione di un plafond di 130 milioni di euro di provvista BEI da destinare a finanziamenti alle PMI della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 La presente scheda ha lo scopo di illustrare sinteticamente i contenuti del Programma di Cooperazione per il periodo 2014-2020, approvato dalla

Dettagli

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 2/2010 AGOSTO 2010 MICHELANGELO SCORDAMAGLIA D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 2/2010 AGOSTO 2010 MICHELANGELO SCORDAMAGLIA D O T T O R E C O M M E R C I A L I S T A 10122 Torino Via Sant Agostino, 12 10024 Moncalieri (TO) Via Real Collegio, 6 Tel. +39 011 4366646/6404991 - Fax +39 011 2274327 AGOSTO 2010 Pur essendo posta la massima cura nello studio e nella redazione

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/7 del 15.12.2015 PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

Dettagli

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO Fondo Crescita: bandi per progetti di R&S nei settori ICT e Industria Sostenibile Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 15 ottobre 2014, pubblicato nella

Dettagli

Codice 09/001. Oggetto

Codice 09/001. Oggetto Oggetto Codice 09/001 POR FESR ABRUZZO 2007 2013. Attività I.2.1. Sostegno a programmi di investimento delle Micro e PMI per progetti di innovazione tecnologica, di processo e della organizzazione dei

Dettagli

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Le organizzazioni di volontariato in Lombardia La Lombardia è la regione italiana che detiene il maggior numero di organizzazioni iscritte

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE A cura di Andrea Ventura Direzione Rete Organizzativa/Unità Finanziamenti START UP INNOVATIVA:

Dettagli

LAZIO. REGIONE LAZIO "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" SCADENZA: fino ad esaurimento risorse

LAZIO. REGIONE LAZIO Finanziamenti agevolati per efficienza energetica SCADENZA: fino ad esaurimento risorse "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" Pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI che investono in efficienza energetica e produzione di energia rinnovabile.

Dettagli

POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE

POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE SCHEDA SINTETICA BANDO 1. DESCRIZIONE Lo strumento intende

Dettagli

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Comitato di Sorveglianza - 12 maggio 2015 Gli Strumenti Finanziari nella Programmazione 2014-2020 (1/2) Il Contesto Europeo La Programmazione 2014-2020

Dettagli

La riforma della Legge 488/92

La riforma della Legge 488/92 Ministero delle Attività Produttive IPI Istituto per la Promozione Industriale La riforma della Legge 488/92 Nuovi criteri e modalità per la concessione delle agevolazioni ex lege 488/92 a seguito della

Dettagli

INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE

INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 Direzione Trasferimento di Conoscenza e Innovazione Dipartimento Centri e Reti

Dettagli

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI Bergamo, 8 Novembre 2011 CONVEGNO FRIM LINEA D INTERVENTO N 8 START UP D IMPRESA

Dettagli

IL PUNTO NUOVA IMPRESA

IL PUNTO NUOVA IMPRESA 1 IL PUNTO NUOVA IMPRESA Aree di competenza Lo Sportello Punto Nuova Impresa offre informazione sulla costituzione di nuove imprese; eroga informazioni sulle procedure burocratiche, amministrative e legislative

Dettagli

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire,

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, attraverso il supporto agli investimenti di organizzazioni

Dettagli

La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal

La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal settore al distretto e dal distretto alla filiera. Nella

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013

PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013 PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013 Premessa La regione Puglia, in linea con gli indirizzi per lo sviluppo delle politiche comunitarie nei suoi tre

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

via F. Lippi 11-25134 Brescia (Italia) tel +39 030 2306904 r.a. - fax +39 030 2306930 www.gruppoimpresa.it - gruppoimpresa@gruppoimpresa.

via F. Lippi 11-25134 Brescia (Italia) tel +39 030 2306904 r.a. - fax +39 030 2306930 www.gruppoimpresa.it - gruppoimpresa@gruppoimpresa. 1 Universo monitorato Interventi regionali attivati nel periodo 2010/2013 che prevedono esplicitamente tra i soggetti beneficiari anche le imprese aggregate sotto forma di contratto di rete. Metodo di

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 PRESENTAZIONE OPPORTUNITÀ NAZIONALI E REGIONALI Bando MISE Industria sostenibile e PNR Primi bandi regionali del POR MARCHE FESR 2014-2020 AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 POR MARCHE FESR 2014-2020

Dettagli

Come diventare imprenditore

Come diventare imprenditore REGNI M ODOETIA ITALIÆ SEDES EST M AGNI Come diventare imprenditore 4 Come diventare imprenditore 5 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 6 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 7 Il business

Dettagli

Dott. Jacopo Calvano. Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali

Dott. Jacopo Calvano. Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali Dott. Jacopo Calvano Dottore Commercialista e Revisore Legale dei conti Esperto in finanza comunitaria per imprese ed enti locali IT IMPRESA E TERRITORIO SRL Ufficio Finanziamenti e Incentivi 00199 Roma

Dettagli

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014 Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI Bergamo, Ottobre 2014 Agenda Interventi Nazionali Interventi Regione Lombardia Interventi Regione Piemonte Interventi Regione Puglia 2 Agenda Interventi

Dettagli

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma Universitas Mercatorum Università telematica delle Camere di Commercio Italiane Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI AGEVOLATI NUOVA SABATINI PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI, BENI STRUMENTALI, ATTREZZATURE NUOVE

Dettagli

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future

La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future La strategia per la sostenibilità ambientale nella regione Sardegna: azioni realizzate e future Roma - 25 novembre 2014 ing. Gianluca Cocco Direttore Servizio Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività - Linea di attività 6.2.1.b Programma di aiuti per Nuove Imprese Innovative NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE Giuseppe Serra Sardegna Ricerche Progetto cofinanziato

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Febbraio 2015 Invitalia: chi siamo Invitalia è l Agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per sostenere i settori strategici per lo sviluppo

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

MARCHE. REGIONE MARCHE "Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2"

MARCHE. REGIONE MARCHE Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2 "Pagamenti per il mantenimento dei metodi di produzione biologica - Sottomisura 11.2" L'obiettivo della misura è quello di mantenere le pratiche di agricoltura biologica anche per rispondere alla domanda

Dettagli

A V V I S O. Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO

A V V I S O. Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO A V V I S O Idee progettuali e manifestazioni di interesse per il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile (PISUS) del Comune di SPILIMBERGO Invito a contribuire alla formulazione del PISUS del Comune

Dettagli

Questi i bandi pubblicati: 1) PRESTITI PARTECIPATIVI:

Questi i bandi pubblicati: 1) PRESTITI PARTECIPATIVI: STARTUP LAZIO! punta a promuovere la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative, attraverso il finanziamento di 4 nuovi bandi: tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 sono stati stanziati complessivamente

Dettagli

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR)

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) Torino, 20 novembre 2014 Europa 2020 Europa 2020 è un documento

Dettagli

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011 LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011 15 giugno 2011 FINALITA E STANZIAMENTO 2011 Finalità: Agevolare l accesso al credito delle pmi milanesi attraverso l erogazione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, recante Misure urgenti per la crescita del Paese, e,

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2014 - Regione Toscana (scadenza 1 FASE 31/10/2014)

Programma Operativo Regionale FESR 2014 - Regione Toscana (scadenza 1 FASE 31/10/2014) Programma Operativo Regionale FESR 2014 - Regione Toscana (scadenza 1 FASE 31/10/2014) INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE Uffici di riferimento Per supporto alla presentazione del

Dettagli

Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese

Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese La Regione Toscana interviene sul sistema delle imprese artigiane ed industriali per supportarle

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili. Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente

Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili. Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente Promuovere gli investimenti locali in efficienza energetica ed energie rinnovabili Milano 30 gennaio 2013 Federico Beffa / Area Ambiente INDICE Risultati del bando Sostenibilità Energetica 2010-2012 Il

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_18985 ITALIA-Ultime-notizie-paee-efficienza-energetica-Efficienza-energetica-online-il-Pianodazione-2014-PAEE.-IL-TESTO-.html Efficienza energetica, online il

Dettagli