PROCEDURE CONCORSUALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURE CONCORSUALI"

Transcript

1 MASTER PART TIME PROCEDURE CONCORSUALI 2015 QUINTA EDIZIONE CARPI

2 SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con i più autorevoli e apprezzati brand nel campo dell editoria specializzata, del software per professionisti e dell informazione professionale Fin dal 1970 quando è nata, la Scuola ha saputo cogliere i cambiamenti di un mercato in continua evoluzione, che impone a professionisti e uomini d impresa di aggiornare e ampliare le proprie competenze, puntando su una formazione di qualità. L offerta annuale, oltre 600 corsi di formazione e più di 40 master, si contraddistingue per la metodologia didattica pratico operativa e l illustre corpo docente. Grazie a questa consolidata esperienza, la Scuola rappresenta oggi uno dei più autorevoli punti di riferimento per la formazione e l aggiornamento di professionisti e giovani laureati, in ambito fiscale, giuridico, giuslavoristico, gestionale e manageriale.

3 IL MASTER Approfondire la normativa vigente, con particolare riferimento alle ultime novità, e le principali problematiche applicative che la legge presenta anche a causa dei numerosi dubbi interpretativi. Affrontare i quesiti più attuali e problematici in materia offendo corrette risposte e soluzioni attraverso l analisi di casi concreti e recenti pronunce di merito e legittimità. Individuare le migliori opportunità e le finalità perseguibili in modo da suggerire le migliori linee guida sulle quali gli operatori possano agevolmente indirizzarsi. Confrontarsi con professionisti di elevata professionalità ed esperienza sul campo in grado di far apprezzare gli interventi nelle procedure e nelle questioni applicative aperte, con particolare riferimento alle implicazioni procedurali, fiscali e agli impatti a livello penale. Il Master è rivolto alle seguenti categorie professionali: Avvocati e praticanti Dottori commercialisti ed Esperti Contabili e praticanti Curatori fallimentari Uffici legali Banche Amministratori di impresa Manager di azienda Gestori del credito Laureati in giurisprudenza ed economia Il Master si sviluppa nell arco di 24 ore di aula, suddivise in 6 unità formative. Le lezioni si svolgono nelle giornate di venerdì pomeriggio e sabato mattina. 6 MODULI 6 Sede: Hotel Carpi Via delle Magliaie, 2 4 Carpi Modena DIPLOMA DI MASTER Per il conseguimento del Diploma finale è necessario aver frequentato almeno l 80% delle lezioni ORE CREDITI FORMATIVI Avvocati/Dottori Commercialisti Il programma è stato inoltrato agli enti competenti per l accreditamento.

4 LA STRUTTURA Crisi e risanamento Piano attestato Accordi di ristrutturazione dei debiti Concordato preventivo: presupposti ed effetti Concordato preventivo: fasi procedurali Sovraindebitamento del debitore IL CALENDARIO Carpi FEBBRAIO 13 venerdì 14 sabato 20 venerdì 21 sabato MARZO 13 venerdì 14 sabato Le lezioni si terranno, come da calendario, il venerdì pomeriggio e il sabato mattina con i seguenti orari: venerdì: dalle ore 14:30 alle ore 18:30 sabato: dalle ore 9:30 alle ore 13:30

5 IL PROGRAMMA I UNITÀ FORMATIVA Informativa sulla Raccomandazione del 12 marzo 2014 adottata dalla Commissione europea nei confronti degli Stati membri per affrontare la crisi delle imprese Le crisi delle imprese e le loro soluzioni Nuova concezione dell impresa e nuove finalità Innovazioni sulle azioni di ricostruzione del patrimonio del debitore nel concorso I finanziamenti e la responsabilità delle banche Concordati stragiudiziali Convenzioni bancarie I nuovi presupposti soggettivi ed oggettivi di accesso alle procedure concorsuali Stato di crisi, stato di temporanea difficoltà, stato di insolvenza, stato di indebitamento Connotazioni del piano nella procedure preventive Il concetto di crisi Caduta della capacità di reddito Squilibrio dei flussi finanziari Perdita della competizione nel mercato Crisi congiunturale Crisi per perdita di competitività (carenza produttiva, tecnologia degli impianti, livello dei costi) Crisi strutturale Crisi finanziaria Strumenti di recupero imprenditoriale Individuazione del mezzo prescelto Documentazione (situazione aggiornata economico patrimoniale, dati degli ultimi bilanci, stato analitico delle attività, elenco nominativo dei creditori, elenco dei titolari di diritti reali de personali, valore dei beni e dei crediti, ecc.) Raccolta dei dati e delle informazioni sull impresa Cenni storici della vita dell impresa Cause e circostanze dello stato di crisi Piano industriale e gestionale Piano economico Piano finanziario Prospetto dei flussi di cassa Piano di liquidazione alternativo o sostitutivo Stabilizzazione dello status dell impresa Recupero della creditibilità aziendale Sostegno degli stakeholders Operazioni strategiche (disinvestimenti, nuova definizione degli affari, nuovi investimenti) Mutamenti organizzativi Miglioramento dei processi industriali Ristrutturazione finanziaria La nuova figura del professionista Requisiti Responsabilità Attestazione sulla veridicità dei dati aziendali e orientamenti interpretativi Fattibilità del piano ed orientamenti interpretativi Accertamenti del professionista sulla situazione patrimoniale economica e finanziaria

6 II UNITÀ FORMATIVA Piano attestato Strumento di recupero imprenditoriale o esimente della revocatoria Natura di procedura concorsuale Soggetti legittimati (imprenditori individuali, societari, di gruppo) Qualità di imprenditore assoggettabile Stato di crisi o di insolvenza Riequilibrio economico o finanziario Contenuto del programma e raffronto con gli accordi di ristrutturazione Atti coperti dall esenzione dalla revocatoria Durata Forma Pubblicità Assenza di sindacato del giudice Deroghe in caso di istruttoria prefallimentare Attestazione del professionista Indipendenza del professionista Responsabilità contrattuale ed extracontrattuale Responsabilità penale art. 236 bis l. fall. Idoneità e ragionevolezza del piano Fondamento giuridico dell esenzione Riferibilità agli atti Prova nel giudizio di ragionevolezza Consecuzione di procedimenti Esercitazioni pratiche Formulazione di piano attestato Attestazione del piano da parte del professionista III UNITÀ FORMATIVA Accordi di ristrutturazione dei debiti Le ultime novità normative di cui al D. L. 23 dicembre 2013 n. 145 convertito in L. 21 febbraio 2014 n. 9 Natura di procedura non concorsuale ed evoluzione verso la concorsualità Natura di sotto tipo del concordato preventivo Applicazione della disciplina dei contratti Soggetti legittimati Assenza di stato di crisi Iniziativa esclusiva del debitore Forma scritta Ricorso e documentazione Natura giuridica dell accordo Struttura e contenuto dell accordo Accordo, piano e percentuale minima Registrazione dell accordo Accordo e domanda di concordato preventivo Conservazione degli effetti e prolungamento della durata delle procedure Adesione dei creditori Creditori estranei Classi di creditori Crediti per finanziamenti in funzione ed in esecuzione Prededucibilità e riferimento nel decreto del tribunale Finanziamenti ed acquisto della qualità di socio Relazione e responsabilità del professionista Attestazione generale ed attestazioni specifiche Pagamento integrale e non regolare dei creditori estranei Pagamenti di crediti anteriori per prestazioni di beni e servizi Anticipazione e sospensione delle azioni esecutive e cautelari Divieto di acquisto di titoli di prelazione

7 Sospensione delle operazioni sul capitale sociale Opposizione Omologazione dell accordo Reclamo Effetti dell omologazione dell accordo Esecuzione dell accordo Scostamenti dal piano Esercitazioni pratiche Formulazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti Attestazione del professionista Raffronto tra attestazione generale ed attestazioni specifiche IV UNITÀ FORMATIVA Concordato preventivo Le ultime novità normative di cui al D. L. 23 dicembre 2013 n. 145 convertito in L. 21 febbraio 2014 n. 9 Presupposti soggettivi (soggetti a fallimento) Presupposti oggettivi (crisi e insolvenza) Presupposti personali Ricorso, proposta e piano Documentazione (situazione patrimoniale, stato analitico, valore dei beni, tempi di adempimento) Piano concordatario Ristrutturazione dei debiti e soddisfazione dei crediti Contenuti del piano concordatario Suddivisione dei creditori in classi Correttezza nella formazione delle classi Trattamenti differenziati Giudizio del tribunale sulla corretta formazione delle classi Creditori assistiti da prelazione e pagamento parziale Dilazione dei pagamenti dei creditori assistiti da prelazione Compiti del professionista Attestazione del professionista e rapporto con le attestazioni specifiche Attestazione e modifiche sostanziali della proposta o del piano Veridicità dei dati aziendali (orientamenti interpretativi) Fattibilità del piano (orientamenti interpretativi) Responsabilità del professionista Deliberazione societaria Competenza Sede dell impresa Modifica della proposta Rapporti tra fallimento e concordato Domanda con riserva Termine e proroga Termini e proroga in pendenza di istanza di fallimento Domanda di accordo in alternativa Precedente presentazione di domanda con riserva Atti di ordinaria e straordinaria amministrazione Obblighi informativi Prededuzione dei crediti I finanziamenti e la prededuzione Sospensione delle azioni esecutive ed individuali Divieto di acquisto di titoli di prelazione Iscrizione di ipoteche giudiziali Domanda con continuità aziendale Indicazioni specifiche nel piano Attestazione specifica del professionista Moratoria del pagamento ai creditori assistiti da prelazione Mantenimento dei contratti con le pubbliche amministrazioni Inefficacia dei patti contrari

8 Prosecuzione dei contratti pubblici e attestazione del professionista Effetti per le società cessionarie o conferitarie di azienda o di rami d azienda Cancellazione delle iscrizioni e trascrizioni Assegnazione di contratti pubblici e attestazione del professionista Esercizio d impresa pregiudizievole per i creditori e disciplina ex art. 173 l. fall. Procedimento di ammissione Natura del procedimento Decreti Reclami Effetti per i creditori Limiti temporali Azioni esecutive individuali e cautelari Sospensione delle prescrizioni e decadenze Acquisto di diritti di prelazione Disciplina di cui agli artt. 45, 55, 56, 57, 58, 59,60, 61, 62, 63 l. fall. Mancato richiamo degli artt. 51, 52, 53, 54 l. fall. Preducibilità dei crediti I finanziamenti e la prededuzione Azioni di accertamento e di condanna (falcidia concordataria) Soci finanziatori, postergazione e limiti della disciplina societaria Creditori coobbligati, fideiussori ed obbligati in via di regresso Soci illimitatamente responsabili Effetti per il debitore Spossessamento attenuato del debitore Limiti temporali Abrogazione della direzione del giudice delegato Vigilanza del commissario giudiziale Atti di ordinaria e di straordinaria amministrazione Autorizzazione del giudice delegato Pagamento di crediti concorsuali Crediti sorti in procedura Atti inefficaci Effetti sui rapporti giuridici preesistenti Disciplina della riforma e modifiche del D.L. 83/2012 Scioglimento e sospensione dei contratti in corso Clausola compromissoria Lavoro subordinato V UNITÀ FORMATIVA Deliberazione della proposta Adunanza Partecipazione dei creditori Dibattito Prosecuzione delle operazioni Votazione Formazione delle maggioranze Adesioni dei creditori Dissenso dei creditori nei venti giorni successivi Assenso per presunzione Approvazione e mancata approvazione Omologazione Natura del procedimento Contenuto del procedimento Mutamento delle condizioni di fattibilità del piano Costituzione in giudizio dei creditori e modifica del voto Costituzione delle parti, dei creditori e di ogni altro interessato Opposizioni Attività istruttorie Creditori dissenzienti in presenza ed in assenza di classi Giudizio e accoglimento

9 Contenuto del controllo del tribunale (soluzione delle Sezioni unite 1521/2013) Provvedimenti accessori Giudizio e rigetto Dichiarazione di fallimento Chiusura del procedimento Provvedimenti in caso di cessione dei beni Reclamo Sospensione delle operazioni sul capitale Durata del concordato preventivo Esecuzione Contenuto della proposta Ristrutturazione dei debiti Soddisfazione dei crediti Assenza di pagamenti Operazioni societarie Affidamento al debitore Liquidazione giudiziale ed attribuzione al debitore Provvedimenti giurisdizionali sulla gestione della liquidazione Risoluzione Soggetti legittimati Inadempimento di scarsa importanza Termine di scadenza Assunzione degli obblighi da parte del terzo con liberazione del debitore Applicabilità della disciplina del concordato fallimentare Annullamento Dolosa esagerazione del passivo Dissimulazione di parte rilevante dell attivo Termine di scadenza Esenzioni dai reati di bancarotta Falso in attestazioni e relazioni Esercitazioni pratiche Formulazione di proposta di concordato Attestazione del professionista Attestazioni specifiche del professionista: Il miglior soddisfacimento dei creditori Prestazioni essenziali per la prosecuzione dell impresa Conformità al piano e ragionevole capacità di adempimento del contratto VI UNITÀ FORMATIVA Sovraindebitamento Analisi storica dell istituto e le sue leggi (il D.L. 18 ottobre 2012 conv. In L. 17 dicembre 2012 n. 221) Raffronto con gli altri istituti Riserva dell iniziativa al debitore Presupposti Inassoggettabilità a procedure diverse Ricorso a precedente procedura di sovra indebitamento Intervento di provvedimenti di risoluzione, revoca e cessazione Impossibile ricostruzione contabile Soggetti legittimati Debitore Consumatore Imprenditori agricoli Enti pubblici Soci illimitatamente responsabili Start up Sovraindebitamento e insolvenza Accordo e piano Classi di creditori Creditori assistiti da prelazione

10 Liquidazione di beni e nomina di gestore Ristrutturazione dei debiti e soddisfazione dei crediti Garanzie di terzi Deposito della domanda di accordo Deposito della proposta di piano del consumatore Sospensione del decorso degli interessi Procedimento Comunicazione ai creditori Fissazione dell udienza Sospensione delle azioni esecutive e cautelari Revoca del provvedimento di comunicazione Consenso dei creditori Novazione delle obbligazioni Fideiussioni e coobbligazioni Pagamenti alle amministrazioni pubbliche Pagamenti di tributi (risorse europee) Pagamenti agli istituti di previdenza e assistenza Atti di frode Omologazione dell accordo Relazione dell organismo di composizione Contestazioni dei creditori Attestazione definitiva dell organismo di composizione Giudizio di merito Natura del procedimento Durata del procedimento Reclamo Effetti obbligatori Prededuzione Esenzione da revocatoria Omologazione del piano del consumatore Assenza di adesioni dei creditori Fissazione dell udienza Sospensione delle esecuzioni pregiudizievoli Accertamenti del giudice Giudizio di merito Cessione di immobili e mobili registrati Durata del procedimento Effetti per i creditori Cessazione degli effetti Esecuzione dell accordo e del piano Liquidazione di beni vincolati Controllo dell organismo di composizione Tutela giurisdizionale Cancellazione delle trascrizioni ed iscrizioni Prededuzione Atti inefficaci Modificazione della proposta Risoluzione ed annullamento dell accordo Presupposti della risoluzione Presupposti dell annullamento Termine Reclamo Revoca e cessazione del piano del consumatore Inadempimento di specifiche obbligazioni Aumento o diminuzione del passivo Sottrazione o dissimulazione di parte rilevante dell attivo Inadempimento agli obblighi Mancata costituzione delle garanzie Impossibilità del piano Termine del ricorso Diritti dei terzi in buonafede Natura del procedimento

11 Reclamo Liquidazione Presupposti Domanda e documentazione Beni oggetto della liquidazione Sospensione della decorrenza degli interessi Conversione in procedura liquidatoria Apertura e provvedimenti conseguenti Inventario ed elenco dei creditori Partecipazione dei creditori alla liquidazione Formazione del passivo Programma di liquidazione Realizzo dei beni Prededuzione dei crediti Beni sopravvenuti Raffronto con la liquidazione del concordato preventivo Esdebitazione Presupposti Inapplicabilità a specifici crediti Provvedimento del giudice Reclamo Revoca del provvedimento di esdebitazione Raffronto con l esdebitazione fallimentare Organismi di composizione della crisi Requisiti e compimento delle formalità di iscrizione Tramonto della natura transitoria della nomina dei professionisti Adempimento dell incarico Comunicazioni ed adempimenti informatici Accesso all anagrafe tributaria ed alla Centrale rischi Riserve sulla creazione degli organismi di composizione Sanzioni penali Le sanzioni per il debitore Le sanzioni per gli organismi di composizione Criticità e raffronto con la tutela penale concorsuale Esercitazioni pratiche Formulazione di proposta di composizione della crisi da sovraindebitamento Il programma potrebbe subire variazioni per particolari esigenze.

12 LA FACULTY IL COORDINAMENTO SCIENTIFICO Giovanni Lo Cascio Procuratore Generale Onorario presso la Suprema Corte di Cassazione IL CORPO DOCENTE Bruno Bartoli Dottore Commercialista in Reggio Emilia Laura De Simone Giudice delegato ai fallimenti presso il Tribunale di Mantova Vittorio Zanichelli Presidente Tribunale di Modena LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA Giovanna Piccoli Direttore della Scuola di Formazione Ipsoa Paola Maiorana Responsabile progettazione Scuola di formazione Ipsoa Manuela Deamici Responsabile progettazione Area legale Claudia Alessio Coordinamento didattico e organizzativo IL MATERIALE DIDATTICO I TESTI PROFESSIONALI Nel corso del Master saranno distribuiti testi professionali, in formato digitale, del gruppo Wolters Kluwer Italia attinenti agli argomenti affrontati e individuati sulla base delle novità normative e giurisprudenziali in materia. Il materiale non è sostituibile LE DISPENSE A supporto dell attività di studio saranno disponibili delle dispense in formato elettronico realizzate esclusivamente per i partecipanti al Master sulla base delle indicazioni bibliografiche fornite dai docenti. Il materiale didattico sarà disponibile on line attraverso l inserimento in una sezione dedicata del sito formazione.ipsoa.it LA CARD SCONTI Tutti i partecipanti riceveranno una card nominativa per usufruire di alcune condizioni particolarmente vantaggiose per l acquisto di prodotti editoriali Ipsoa e per la partecipazione alle iniziative della Scuola di Formazione.

13 LA FORMAZIONE FINANZIATA FINANZIA LA FORMAZIONE DEI DIPENDENTI ATTRAVERSO I FONDI INTERPROFESSIONALI Gli studi professionisti e le aziende hanno la possibilità di accedere ai finanziamenti per la formazione continua dei proprio dipendenti La Scuola di Formazione IPSOA (ente certificato UNI EN ISO 9001:2008 settore EA37) può attuare i piani finanziati dalla maggior parte dei Fondi Interprofessionali ed è in grado di supportare le aziende e il singolo professionista nella gestione di tutte le fasi del Piano formativo, dall analisi alla rendicontazione. La Scuola di formazione IPSOA è accreditata da Fondoprofessionisti

14 LE INFORMAZIONI QUOTE DI PARTECIPAZIONE 900,00 + IVA listino SPECIALE SCONTO SCONTO 10% 800,00 + IVA riservato a. chi si iscrive entro il 30 gennaio chi iscrive più di un partecipante dello stesso studio o azienda QUOTA RISERVATA 600,00 + IVA riservata a Avvocati e Dottori Commercialisti BORSE DI STUDIO Le borse di studio, a copertura totale e/o parziale della quota di partecipazione, sono previste a favore di giovani professionisti e con votazione di laurea non inferiore a 100/110. L assegnazione delle borse sarà effettuata ad insindacabile giudizio della Struttura Organizzativa in base a criteri di merito. Per concorrere all assegnazione delle borse di studio è necessario allegare alla scheda d iscrizione: curriculum vitae con foto copia del certificato di laurea lettera di motivazione eventuali certificazioni di abilitazione professionale Tale documentazione dovrà pervenire via fax o via mail entro il 30 gennaio 2015 attraverso le seguenti modalità: Fax: 02/ Mail: Agenzia di zona MODALITÀ DI ISCRIZIONE L iscrizione al Master è consentita ad un numero massimo di 50 partecipanti. Prima di inviare la scheda di iscrizione è necessario verificare il numero di posti disponibili, contattando la Segreteria Organizzativa. L accettazione dell iscrizione è subordinata a conferma della Segreteria Organizzativa Per formalizzare l iscrizione è, inoltre, necessario inviare, via fax o via all indirizzo il proprio curriculum vitae con foto. L iscrizione può essere effettuata secondo le seguenti modalità: on line compilando l apposito form disponibile sul sito via fax, inviando al numero 02/ la scheda di iscrizione cartacea rivolgendosi all Agenzia di fiducia

15 La Scuola di Formazione Ipsoa si riserva la facoltà di annullare il Master qualora non si raggiungesse il numero minimo di partecipanti previsto per il suo svolgimento

16

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART-TIME FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI 2014 TRENTESIMA EDIZIONE ----------------- LIVORNO NAPOLI SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer,

Dettagli

PROCEDURE CONCORSUALI

PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART-TIME PROCEDURE CONCORSUALI 2014 QUARTA EDIZIONE ----------------- BOLOGNA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento MASTER PART-TIME RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento Con il patrocinio di 2015 ----------------- REGGIO EMILIA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La

Dettagli

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME REGGIO EMILIA

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME REGGIO EMILIA MASTER PART TIME JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti 2015 REGGIO EMILIA LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione IPSOA fa parte del Gruppo Wolters Kluwer,

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA

ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA SOMMARIO CAPITOLO 1 ASPETTI GENERALI SULLA COMPOSIZIONE PRI- VATISTICA DELL INSOLVENZA 1. Le ragioni della gestione privatistica dell insolvenza... 1 1.1. I rischi della negoziazione privata dell insolvenza

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI. GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI. GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI IPSOA MASTER RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI ACCREDITATI ODCEC ed AVVOCATI IN

Dettagli

Scuola per il Praticante Dottore commercialista ed Esperto contabile

Scuola per il Praticante Dottore commercialista ed Esperto contabile MASTER MASTER PART-TIME PART-TIME Scuola per il Praticante Dottore commercialista ed Esperto contabile PALERMO LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPOSA LAA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters

Dettagli

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO MASTER IN COLLABORAZIONE CON:

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO MASTER IN COLLABORAZIONE CON: IPSOA MASTER RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI IL RUOLO DEL CONSULENTE NELL EVITARE IL FALLIMENTO GENOVA, DAL 14 DICEMBRE 2015 AL 22 FEBBRAIO 2016 6 INCONTRI 36 ORE FORMATIVE IN COLLABORAZIONE

Dettagli

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento

RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento MASTER PART-TIME RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento 2015 ----------------- REGGIO EMILIA dal 27 Marzo al 15 Maggio 2015 Con il patrocinio di

Dettagli

Corso Avanzato di Formazione Professionale

Corso Avanzato di Formazione Professionale Corso Avanzato di Formazione Professionale GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI Diritto dei Contratti, Diritto Fallimentare e Crisi D impresa MODULO 1: Diritto dei Contratti

Dettagli

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase

Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase Allegato n. 1 II Report Area Giuridica Progetto Allert II Fase STRUMENTI DI SOLUZIONE DELLA CRISI D IMPRESA ALTERNATIVI AL FALLIMENTO Con la riforma del diritto fallimentare ad opera della l. n. 80 del

Dettagli

MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE

MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE MASTER IN DIRITTO FALLIMENTARE Pesaro, 16, 17, 23, 24 ottobre 2015 Obiettivi Il Master si propone di fornire un approfondito aggiornamento professionale in materia di procedura di fallimento. E destinato

Dettagli

UNIPROF Consorzio Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il:

UNIPROF Consorzio Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il: Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato il: 1 I CORSO DI ALTA FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Dettagli

IL CONCORDATO PREVENTIVO

IL CONCORDATO PREVENTIVO GIOVANNI LO CASCIO IL CONCORDATO PREVENTIVO SESTA EDIZIONE V \ MILANO - DOTT. A. GIUFFRfe EDITORE - 2007 INDICE Prefazione. CAPITOLO I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 1. Evoluzione del sistema normativo

Dettagli

ALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

ALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER Master di specializzazione IL PROFESSIONISTA DELLA CRISI D IMPRESA FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI ESECUZIONI IMMOBILIARI I Edizione 2015 ----------------- Lucca CON IL PATROCINIO ORDINE DEI

Dettagli

L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA

L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA Pubblicità L IMPATTO DEL D.L. SVILUPPO SULLA CRISI D IMPRESA PIANO ATTESTATO DI RISANAMENTO Il piano attestato di risanamento può essere pubblicato nel r.i. su richiesta del debitore. CONCORDATO PREVENTIVO

Dettagli

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right MASTER PART TIME FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI 2 0 1 4 TRENTESIMA EDIZIONE LIVORNO N A P O L I When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di formazione IPSOA fa parte del Gruppo

Dettagli

FOCUS. Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali. Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014

FOCUS. Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali. Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014 FOCUS Esercitazioni pratiche sulle procedure concorsuali Bologna, dal 21 al 28 novembre 2014 Programma I incontro 21 novembre CONCORDATO PREVENTIVO Ricorso per l ammissione al concordato preventivo Concordato

Dettagli

GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA PROCEDURE CONCORSUALI

GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA PROCEDURE CONCORSUALI UNIPROF CONSORZIO Università degli Studi di Roma Tor Vergata O.D.C.E.C. di Roma Università di Roma Tor Vergata e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha attivato, nell ambito

Dettagli

Master FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI

Master FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI Master FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI Vicenza dal 19 ottobre al 10 novembre 2012 Formula PART-TIME Con la riforma fallimentare, iniziata con il D.L. 35/2005 e proseguita con successive modifiche normative

Dettagli

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Forum srl organizza per il periodo Maggio/Luglio 2014 CRISI D IMPRESA, CONCORDATI E FALLIMENTO MASTER DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DIREZIONE SCIENTIFICA Cons. Fabrizio Di Marzio Magistrato

Dettagli

LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA IL CONCORDATO PREVENTIVO

LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA IL CONCORDATO PREVENTIVO LE FASI DEL CONCORDATO PREVENTIVO ALLA LUCE DELL ULTIMA RIFORMA LEGISLATIVA STEP 1: presentazione della domanda Presentazione al Tribunale competente dell istanza per accedere alla procedura di concordato

Dettagli

ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE DEL MODELLO 231 MASTER PART TIME. When you have to be right

ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE DEL MODELLO 231 MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE DEL MODELLO 231 2 0 1 4 PRIMA EDIZIONE M I L A N O When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di formazione IPSOA fa parte del Gruppo

Dettagli

MASTER TUIR PART-TIME 2015/2016 PRIMA EDIZIONE NAPOLI 03/06/15

MASTER TUIR PART-TIME 2015/2016 PRIMA EDIZIONE NAPOLI 03/06/15 MASTER PART-TIME TUIR 2015/2016 PRIMA EDIZIONE NAPOLI LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPOSA LAA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con

Dettagli

ASSOCIAZIONE UNIJURIS

ASSOCIAZIONE UNIJURIS ASSOCIAZIONE UNIJURIS ILCASO.IT IL CONCORDATO PREVENTIVO CON RISERVA E CON CONTINUITA E CONTRATTI IN CORSO DI ESECUZIONE Gli incentivi alle procedure di composizione di crisi dell impresa Prof. Sido Bonfatti

Dettagli

Master 2013. Fallimento e procedure concorsuali. Vicenza. Formula part - time

Master 2013. Fallimento e procedure concorsuali. Vicenza. Formula part - time Master 2013 Fallimento e procedure concorsuali Vicenza Formula part - time Le borse di studio sono offerte da In collaborazione con rivista fallimento Con la riforma fallimentare, iniziata con il D.L.

Dettagli

Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale

Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale Sovraindebitamento di famiglie e imprese. Recenti normative e proposte per affrontare la crisi finanziaria e sociale Avv. Paola Moreschini Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di

Dettagli

Fallimento e Procedure concorsuali. Milano Roma Verona

Fallimento e Procedure concorsuali. Milano Roma Verona 2014 Fallimento e Procedure concorsuali Milano Roma Verona Le borse di studio sono offerte da In collaborazione con rivista fallimento A seguito della riforma fallimentare, iniziata con il D.L. 35/2005

Dettagli

Corso di alta specializzazione

Corso di alta specializzazione Corso di alta specializzazione Come gestire e superare la crisi d impresa Catania, 13-14-20-21-27-28 Marzo 2015 Sede: Ordine dei Dottori Commercialisti Catania - Via Grotte Bianche n. 150 www.odcec.ct.it

Dettagli

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE

CENTRO STUDI DI DIRITTO FALLIMENTARE DI SIRACUSA CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE CORSO DI DIRITTO FALLIMENTARE dal 9 ottobre al 12 dicembre 2015 Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa Salone Gaspare Conigliaro - Viale Santa Panagia n.141/e I GIORNATA

Dettagli

CATANIA 27 febbraio 22 aprile 2015 FORMULA BREVE

CATANIA 27 febbraio 22 aprile 2015 FORMULA BREVE CATANIA 27 febbraio 22 aprile 2015 FORMULA BREVE LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con i più autorevoli

Dettagli

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Art. 182bis e 182 ter R.D. 16 marzo 1942, n. 267 Paolo Bonolis Fabrizio Spagnolo Federico Raffaelli Roma, GLI ACCORDI EX ART. 182 BIS LEGGE FALLIMENTARE Istituto

Dettagli

Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO ODCEC Torino Scheda introduttiva alle PROCEDURE DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO 1 PREMESSA Quanto segue rappresenta una prima analisi della normativa. Tale analisi è stata necessariamente

Dettagli

INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13. PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa

INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13. PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa INTRODUZIONE INTRODUZIONE di Sido Bonfatti 13 ANALISI PARTE PRIMA La composizione negoziale delle crisi d'impresa CAPITOLO 1 LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO DI RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE NELLE PROCEDURE DI

Dettagli

MASTER SCUOLA SUPERIORE DEL DIFENSORE TRIBUTARIO IPSOA. Genova, dall 8 maggio al 27 giugno 2015 I EDIZIONE. www.formazione.ipsoa.

MASTER SCUOLA SUPERIORE DEL DIFENSORE TRIBUTARIO IPSOA. Genova, dall 8 maggio al 27 giugno 2015 I EDIZIONE. www.formazione.ipsoa. MASTER IPSOA SCUOLA SUPERIORE DEL DIFENSORE TRIBUTARIO Genova, dall 8 maggio al 27 giugno 2015 I EDIZIONE www.formazione.ipsoa.it LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di formazione IPSOA fa parte del

Dettagli

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME PARMA

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME PARMA MASTER PART TIME JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti 2015 PARMA LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione IPSOA fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE www.pg.camcom.gov.it CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE MANUALE OPERATIVO PER GLI ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE IN MATERIA DI FALLIMENTO,

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO. 20 settembre 2013. education

PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO. 20 settembre 2013. education PROGRAMMA DIDATTICO 3 CORSO 20 settembre 2013 education GESTIONE DEL FALLIMENTO E STRUMENTI PER RISANARE E RILANCIARE L AZIENDA Un aggiornamento su tutti gli strumenti introdotti dalla Legge Fallimentare

Dettagli

SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO

SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO SEMINARIO DI FORMAZIONE D ECCELLENZA IL NUOVO DIRITTO FALLIMENTARE E IL DIRITTO DELLA CRISI DI IMPRESA E DEL SOVRAINDEBITAMENTO Ottobre - Dicembre 2013 Il Seminario offre un ampia panoramica della procedura

Dettagli

Concordato preventivo

Concordato preventivo Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre CONCORDATO PREVENTIVO 63 CAPITOLO 4 Concordato preventivo SOMMARIO I. Chi può proporlo e a quali condizioni. 324 II. Schema generale della procedura... 330 III. Piano di

Dettagli

AGGIORNAMENTO TRIBUTARIO

AGGIORNAMENTO TRIBUTARIO PERCORSO DI IPSOA AGGIORNAMENTO TRIBUTARIO PARMA, 14 OTTOBRE 2015 29 APRILE 2016 XVI EDIZIONE www.ipsoa.it/percorsitributari PERCORSO DI AGGIORNAMENTO TRIBUTARIO Da sedici anni l appuntamento dedicato

Dettagli

Circolare n. 33 del 25 ottobre 2010

Circolare n. 33 del 25 ottobre 2010 5 Novembre 2010, ore 11:18 Circolare n. 33 e 34 di Assonime Fallimento e ristrutturazione delle imprese in difficoltà, le indicazioni di Assonime Assonime fornisce nelle Circolare n. 33 e 34 dello scorso

Dettagli

Documento per la consultazione

Documento per la consultazione VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA Documento per la consultazione I PROCEDIMENTI DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO E DI LIQUIDAZIONE PER I SOGGETTI NON FALLIBILI. RIFLESSI SULLA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014

seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 seconda edizione sede dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Verona Verona, Via Tezone n. 5 gennaio aprile 2014 Ordine degli Avvocati di Verona E un corso promosso dagli Ordini

Dettagli

I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO PREVENTIVO

I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO PREVENTIVO I FINANZIAMENTI NEGLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE E NEL CONCORDATO LE PRINCIPALI TAPPE DI UN PROCESSO DI RISTRUTTURAZIONE 2 CRISI DI IMPRESA: L ACQUISIZIONE DI NUOVE RISORSE FINANZIARIE In vista del risanamento

Dettagli

IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO

IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO Alla procedura di concordato preventivo possono accedere quei soggetti - già imprenditori commerciali privati non piccoli - cui è riservata la procedura di fallimento. Presupposto

Dettagli

Indice. Concordato preventivo (a cura di Massimo Ferro) pag. Elenco degli Autori. Presentazione. Capitolo Primo

Indice. Concordato preventivo (a cura di Massimo Ferro) pag. Elenco degli Autori. Presentazione. Capitolo Primo Indice Elenco degli Autori XI Presentazione Le procedure concorsuali riformate nelle interpretazioni giuridiche e nei dati aziendali delle imprese proponenti: l analisi dei primi quattro anni della riforma

Dettagli

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER. Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento EDIZIONE. www.formazione.ipsoa.

IPSOA RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER. Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento EDIZIONE. www.formazione.ipsoa. IPSOA MASTER RISANAMENTO AZIENDALE E PROCEDURE CONCORSUALI Il ruolo del consulente nell evitare il fallimento Bologna, dal 23 ottobre all 11 dicembre 2015 Roma, dal 23 ottobre al 27 novembre 2015 Napoli,

Dettagli

Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. 134/2012

Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. 134/2012 2 ottobre 2012 Practice Group: Restructuring & Bankruptcy Le ultime riforme alla legge fallimentare: la legge n. Di Andrea Pinto (A) Introduzione La Legge n. 134 del 7 agosto 2012, pubblicata sulla Gazzetta

Dettagli

Crisi d impresa e ristrutturazione aziendale

Crisi d impresa e ristrutturazione aziendale Crisi d impresa e ristrutturazione aziendale La redazione del piano e la sua attestazione Masiani Consulting Consulenze di direzione 1. 2. 3. Perdite economiche costanti e/o rilevanti Insufficienza patrimoniale

Dettagli

Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti

Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti Fallimento del consumatore e sovraindebitamento: procedura di liberazione dai debiti La procedura di liberazione dai debiti per il consumatore dopo le modifiche della legge 179/2012: ecco come funziona

Dettagli

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE SOMMARIO A - FALLIMENTO B - CONCORDATO FALLIMENTARE C - CONCORDATO PREVENTIVO D - LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2016 dal 27 Maggio al 1 Luglio 2016 REGGIO EMILIA When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Fallimento e procedure concorsuali

Fallimento e procedure concorsuali 2012 Fallimento e procedure concorsuali Bologna Milano Roma Formula part-time T Le borse di studio sono offerte da Fallimento e procedure concorsuali Bologna Milano Roma Con il contributo editoriale della

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Milano, 27, 28 febbraio, 6, 7, 13, 14, 20, 27, 28 marzo, 17 aprile 2015 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con l obiettivo

Dettagli

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI

GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI GESTIRE EFFICACEMENTE IL DEBITO: CONCORDATI STRAGIUDIZIALI, PIANI DI RISTRUTTURAZIONE E TRANSAZIONI FISCALI Milano, 15 settembre 2009 Dott. Matteo Durola INDICE Introduzione Il piano di risanamento ex

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Gli strumenti per il superamento della crisi d impresa. Massimiliano Bonamini Verona, 25 Novembre 2010

Gli strumenti per il superamento della crisi d impresa. Massimiliano Bonamini Verona, 25 Novembre 2010 Gli strumenti per il superamento della crisi d impresa Massimiliano Bonamini Verona, 25 Novembre 2010 Agenda Gli strumenti per il superamento della crisi d impresa: - Ristrutturazioni in bonis - Piani

Dettagli

IPSOA GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER. Bologna, dal 23 ottobre al 27 novembre 2015 EDIZIONE

IPSOA GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER. Bologna, dal 23 ottobre al 27 novembre 2015 EDIZIONE IPSOA MASTER GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI Bologna, dal 23 ottobre al 27 novembre 2015 V EDIZIONE www.formazione.ipsoa.it LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Composizione della crisi da sovraindebitamento

Composizione della crisi da sovraindebitamento Periodico informativo n. 68/2015 Composizione della crisi da sovraindebitamento Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la Legge n. 3 del

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... V Profilo Autori... VII Introduzione... 1. Capitolo 1 Autonomia privata e negozi di destinazione

SOMMARIO. Prefazione... V Profilo Autori... VII Introduzione... 1. Capitolo 1 Autonomia privata e negozi di destinazione SOMMARIO Prefazione... V Profilo Autori... VII Introduzione... 1 Capitolo 1 Autonomia privata e negozi di destinazione 1. I negozi di destinazione patrimoniale... 6 1.1. La disciplina del trust secondo

Dettagli

2. Ambito applicativo e requisiti di accesso alla nuova composizione della crisi

2. Ambito applicativo e requisiti di accesso alla nuova composizione della crisi SOVRAINDEBITAMENTO, LA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI PER IL DEBITORE NON SOGGETTO A PROCEDURE CONCORSUALI: LA LEGGE 27 GENNAIO 2012, N. 3 a cura di Marcello Pollio e Pietro Paolo Papaleo 1. Premessa

Dettagli

La Crisi da Sovraindebitamento

La Crisi da Sovraindebitamento La Crisi da Sovraindebitamento Procedure di composizione della crisi e ruolo del Gestore della crisi VIA DEL ROTOLO 42/A CATANIA LEGGE 27 GENNAIO 2012, N. 3 entrata in vigore delle modifiche: 18 gennaio

Dettagli

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte)

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte) Gli accordi di ristrutturazione dei debiti (prima parte) http://www.commercialistatelematico.com/nuoviarticoli/private/43517... 1 di 6 23/06/2010 12:39 A-PDF Merger DEMO : Purchase from www.a-pdf.com to

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA LAA

LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA LAA ASTER PART Master Part Time FISCALITA' INTERNAZIONALE Vicenza Dal 25 marzo al 22 Aprile 2015 LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA LAA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

Master Bancario in Credit Restructuring

Master Bancario in Credit Restructuring Master Bancario in Credit Restructuring Sa - REA: MI1807105 Certificazione ISO Settore EA:37. Cert-DNV 17328-2006-AQ-MIL-SINCER - www.trainermkt.it info@trainermkt.it mod. ALT rev. 1 2 Premessa La difficoltà

Dettagli

L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione

L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione L apporto di nuova finanza nel Concordato con continuità aziendale e requisiti per il beneficio della prededuzione DOTT. ALBERTO GUIOTTO Bergamo, 5 febbraio 2013 STUDIO AGFM CONCORDATO PREVENTIVO E NUOVA

Dettagli

La nuova procedura per la composizione delle crisi da sovraindebitamento

La nuova procedura per la composizione delle crisi da sovraindebitamento La nuova procedura per la composizione delle crisi da sovraindebitamento delle PMI SOMMARIO: 1. Introduzione. 2. Sovraindebitamento. Presupposti di ammissibilità. 4. Contenuto dell accordo. 5. Procedimento.

Dettagli

di Massimo Gabelli, Roberta De Pirro - Dottori commercialisti, Studio Legale e Tributario Morri Cornelli e Associati

di Massimo Gabelli, Roberta De Pirro - Dottori commercialisti, Studio Legale e Tributario Morri Cornelli e Associati 28 Dicembre 2011, ore 09:14 Per fronteggiare la crisi Sovraindebitamento: quali rimedi a disposizione per il debitore? Nell ambito dell attuale contesto economico, caratterizzato da una significativa crisi

Dettagli

Corso di aggiornamento. Verona, 26 maggio 2016

Corso di aggiornamento. Verona, 26 maggio 2016 Corso di aggiornamento Aspetti legali del recupero dei crediti dei clienti e degli avvocati Verona, 26 maggio 2016 Obiettivi Il corso ha la finalità, in un momento ormai strutturale di crisi economica,

Dettagli

Gli Accordi di Ristrutturazione dei debiti ex art. 182 BIS L.F. a cura di Avv. Giuseppe de Filippo Avv. Elena Garda Art. 182 bis L.F. I comma L imprenditore in stato di crisi può domandare, depositando

Dettagli

La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo

La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo Evento formativo La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo Firenze, 7 febbraio 2013 Milano, 8 febbraio 2013 Brescia, 14 febbraio 2013 Padova, 15 febbraio 2013 ORARIO 14.30 18.30 PROGRAMMA

Dettagli

FISCALITA INTERNAZIONALE

FISCALITA INTERNAZIONALE MASTER PART TIME PART TIME FISCALITA INTERNAZIONALE TORINO PARMA LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPOSA LAA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN CONDOMINIO FINALITA E OBIETTIVI l corso si propone di approfondire la disciplina sostanziale e processuale degli istituti propri del condominio anche alla luce dei recenti

Dettagli

Le procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento. FELICE RUSCETTA Presidente Fondazione ADR Commercialisti Cesena, 9 giugno 2015

Le procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento. FELICE RUSCETTA Presidente Fondazione ADR Commercialisti Cesena, 9 giugno 2015 Le procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento FELICE RUSCETTA Presidente Fondazione ADR Commercialisti Cesena, 9 giugno 2015 1 FONTI NORMATIVE DI RIFERIMENTO Capo II della Legge n 3 del

Dettagli

La gestione delle crisi di Impresa

La gestione delle crisi di Impresa La gestione delle crisi di Impresa L'ottica della banca nella crisi d'impresa: valutazioni e rischi connessi ai crediti pregressi e alla "nuova finanza" Marco Cavazzutti Responsabile Restructuring Italy

Dettagli

LE NOVITÀ IN TEMA DI CONCORDATO PREVENTIVO. RIFLESSI SULLA CLASSIFICAZIONE PER QUALITÀ DEL CREDITO DEI DEBITORI.

LE NOVITÀ IN TEMA DI CONCORDATO PREVENTIVO. RIFLESSI SULLA CLASSIFICAZIONE PER QUALITÀ DEL CREDITO DEI DEBITORI. VIGILANZA BANCARIA E FINANZIARIA LE NOVITÀ IN TEMA DI CONCORDATO PREVENTIVO. RIFLESSI SULLA CLASSIFICAZIONE PER QUALITÀ DEL CREDITO DEI DEBITORI. DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE Eventuali osservazioni,

Dettagli

Composizione della crisi da sovraindebitamento (L. 3/2012, come modificata dal D.L. 179/2012 conv. con mofic. dalla L. 221/2012)

Composizione della crisi da sovraindebitamento (L. 3/2012, come modificata dal D.L. 179/2012 conv. con mofic. dalla L. 221/2012) Gennaio 2013 Composizione della crisi da sovraindebitamento (L. 3/2012, come modificata dal D.L. 179/2012 conv. con mofic. dalla L. 221/2012) Dott. Marcello Pollio Commercialista Revisore legale dei conti

Dettagli

E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009

E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009 E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009 Chiara Nappini Assegnista di ricerca in diritto commerciale nell Università di Siena

Dettagli

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA DOTT.SSA MARINA SCANDURRA Via Filippo Corridoni, 25 00195 Roma Tel. 06-3700077 Fax: 06-37352202 m.scandurra@dgsassociati.it Dati personali e istruzione Nata a Roma il 15 dicembre 1969, coniugata. Laureata,

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE

SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE SOMMARIO DEL PRESENTE FASCICOLO (3-4/2014) Parte Prima ARTICOLI, BIBLIOGRAFIA, LEGISLAZIONE, RASSEGNE Marco Aiello, L accordo di risanamento fondato sul piano attestato: la fattispecie e le prassi negoziali...

Dettagli

Domanda di concordato. Introduzione. Concordato Preventivo

Domanda di concordato. Introduzione. Concordato Preventivo 21 giugno 2012 Modifiche apportate dal c.d. Decreto Legge Crescita alla disciplina del concordato preventivo e degli accordi di di Alberto Picciau, Andrea Pinto (A) Introduzione Il c.d. Decreto Legge Crescita,

Dettagli

Capitolo 2 La nuova procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento

Capitolo 2 La nuova procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento Edizioni Simone - Vol. 9/1 Compendio di diritto fallimentare Capitolo 2 La nuova procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento Sommario 1. La nuova procedura per il debitore non fallibile:

Dettagli

Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali

Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali Gestire efficacemente il debito: concordati stragiudiziali, piani di ristrutturazione e transazioni fiscali Martedì 19 Gennaio 2010 Avv.to Paolo Manzato, Avv.to Patrizia Pietramale e Dott. Italo Vitale

Dettagli

Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa

Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi d'impresa Aggiornato al d.l. 83/2015 (c.d. decreto fallimenti) Vicenza dal 19 febbraio al 18 marzo 2016 Palazzo delle

Dettagli

GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE ART. 182 bis L.F..

GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE ART. 182 bis L.F.. GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE ART. 182 bis L.F.. Avv. Alessio Marchetti Pia Monza, 04 febbraio 2010 Esigenza Con l entrata in vigore del D.L. 14 marzo 2005 n.35 convertito in Legge 14 maggio 2005 l istituto

Dettagli

RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE

RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE MASTER RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE Napoli, 25 settembre, 9, 23 ottobre, 6 e 20 novembre 2015 Obiettivi Il Master ha la finalità di fornire agli operatori

Dettagli

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 491 Prefazione... p. 9 Capitolo I IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 1. Premessa...» 11 2. Il titolo esecutivo, definizione e funzione (art. 474 c.p.c.)...» 11 2.1 Contenuto del titolo esecutivo...» 12

Dettagli

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE DAL DECRETO SVILUPPO BIS (DECRETO-LEGGE 18 OTTOBRE 2012 N. 179)

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE DAL DECRETO SVILUPPO BIS (DECRETO-LEGGE 18 OTTOBRE 2012 N. 179) Senni Boero Galli & Partners l a w f i r m SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE DAL DECRETO SVILUPPO BIS (DECRETO-LEGGE 18 OTTOBRE 2012 N. 179) 1. Oggetto della modifica Definizione di sovraindebitamento.

Dettagli

ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI

ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI (di Gianluca Tarantino) La legge fallimentare è stata negli ultimi anni oggetto di diversi interventi legislativi (si fa riferimento ai vari interventi operati dalla

Dettagli

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA

LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA LA SCUOLA DEI PROFESSIONISTI DELLA CRISI DI IMPRESA Modena, 23 settembre, 3, 10, 24 ottobre, 7, 14, 15, 21, 28 e 29 novembre 2014 Obiettivi La Scuola dei Professionisti della crisi di impresa nasce con

Dettagli

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis l.fall. alla luce delle novità introdotte dall art. 48 del DL n.

Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis l.fall. alla luce delle novità introdotte dall art. 48 del DL n. Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis l.fall. alla luce delle novità introdotte dall art. 48 del DL n. 78/2010 Avv. Domenico Benincasa d.l. n. 35/2005 I. Il debitore può depositare,

Dettagli

LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE REGOLE SULL EQUILIBRIO DEI GENERI E SULLA TRASPARENZA DEGLI INCARICHI Milano, giovedì 27 giugno 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto

Dettagli

Composizione della crisi da sovraindebitamento

Composizione della crisi da sovraindebitamento Riforme Composizione della crisi da sovraindebitamento LEGGE 27 gennaio 2012, n. 3 Disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento. (G.U. n. 24,

Dettagli