QUINDICINALE DI ATTUALITA, CULTURA, SPORT E TRADIZIONI. l Altopiano. La voce degli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUINDICINALE DI ATTUALITA, CULTURA, SPORT E TRADIZIONI. l Altopiano. La voce degli"

Transcript

1 QUINDICINALE DI ATTUALITA, CULTURA, SPORT E TRADIZIONI l Altopiano La voce degli ASIAGO CONCO ENEGO FOZA GALLIO LUSIANA ROANA ROTZO Comuni I SAPORI DELLA TRADIZIONE N ANNO XI - EURO 1,50 IL PRIMO ED UNICO GIORNALE DELL ALTOPIANO SABATO 25 LUGLIO 2009 Cediamo gratis le quote dell aeroporto di Asiago La Provincia non crede nel rilancio della struttura Il sindaco Andrea Gios ribatte: Prendiamo atto, ma prima Palazzo Nievo saldi i suoi debiti Barriere sul ponte dei suicidi RACCOLTA RIFIUTI Etra sorride, ma per gli utenti il servizio va molto migliorato Pag. 15 Arte Filatelica Il premio Asiago assegnato alla Polonia Pag. 19 Si studia una soluzione per scongiurare altri gesti estremi Pag Formaggio Vecchio e stravecchio di malga, premiata l eccellenza. Tutte le fasi della produzione Pag. 10 Consorzio Turistico In un catalogo tutta l offerta altopianese ASIAGO Servizi sociali, tante iniziative prossime alla scadenza Pag. 3 GALLIO Una settimana di cinema italiano con la vetrina delle opere prime ROANA Nuova giunta, ma in consiglio permangono le vecchie tensioni. Nominati gli assessori Pag. 11 pagina 6 HOCKEY GHIACCIO Tra nuovi arrivi e graditi ritorni, l Asiago aspetta Strazzabosco Pagina 24 Pag. 3 Pag. pag. 3 Grafica Altopiano

2 ATTUALITA l Altopiano 2 La Provincia pronta a cedere (gratis) le quote dell aeroporto di Asiago Gios: Peccato, finalmente con questo Cda si vedrà il rilancio dell aerostazione Batti e ribatti sull aeroporto di Asiago tra il presidente della provincia di Vicenza Attilio Quattro gatti sotto la Croce: con l avvertenza, tra l altro, di non accoppiarsi con nessuna volpe. Perchè il Regno dei cieli dista mille miglia esatte dal paese dei balocchi dove una strada apparentemente amica nasconde le vestigia di briganti appostati come su quella carreggiata che da Gerusalemme scendeva pericolosa verso Gerico. Eppure dietro quel miagolio qualcosa di sovversivo vi abita se tanta attenzione, vestita d ironica maestria, le viene sovente riservata. Il cristianesimo - del quale il Papa ne è l immagine somma e sacra - e la cultura moderna sono un binomio inscindibile e nello stesso tempo laborioso da far convivere sotto la stessa storia dell uomo. Inscindibile perchè il cristiano, pur non essendo del mondo, vive nel mondo. Laborioso il loro accostamento germoglia all incrocio di due sogni diversi: crescere con Dio e crescere senza Dio. Per un cristiano la Rivelazione di Dio inserisce nella storia una prospettiva della quale non può farne a meno se vuol giungere alla piena conoscenza del mistero del suo essere. E nel fatto cristiano la prospettiva è chiara: parlando di Dio come Creatore, all uomo gli si indica la sua posizione di creatura. Tutt altro che passiva, inerme e inutile in lei si danno appuntamento le potenziali della creatività, il riflesso dell immagine di Dio e la scommessa di scaldare il cuore dei fratelli con la credibilità della vita. Eppure sembra che in quest epoca serpeggi ancora quel dramma di cui fecero esperienza Adamo ed Sapor d acqua natìa Quando quattro gatti fanno la differenza Eva: il dramma del sospetto, ovvero che Dio stia nascondendo all uomo qualcosa che gli impedisca di poter raggiungere la felicità completa. E d essere pienamente uomo. A guardarla con gli occhi della fede questa è un epoca che di modernità riveste pure una delle categorie antiche e nobili del cristianesimo: il martirio. C era un tempo quello di Policarpo e dei primi cristiani: grate, fiamme e coltelli per tacciare il solo nome di Dio. Oggi il martirio è diventato elegante nella sua danza: nel primo mondo non promette più lance, frecce e ghigliottine. Ma lascia parlare, es primersi, profetizzare: salvo poi non dare ascolto alcuno. Si lascia parlare ma s è già deciso di non ascoltare. Uno stile nuovo d indifferenza, ben lungi dalle grandi battaglie portate avanti dai sistemi atei che combatterono secoli fa il cristianesimo dei nostro avi. La finezza dell indifferenza si fa forza nella silenziosa apatia che, come una pioggerellina primaverile, c inzuppa senza che ce ne accorgiamo. E l avvertiamo oggi mentre stiamo pagando un prezzo sproporzionato ai guadagni. Da noi è possibile e incentivata una svendita - con relativa rottamazione - di una millenaria cultura che non ha precedenti nel mondo del pensiero. Il tutto sotto la copertura e la vigilanza della libertà dell arte e della satira che permette di calpestare i sentimenti religiosi e spesso dileggiare i simboli cristiani. Impoverendone la capacità d evocazione. Il credere e il non credere sono sfaccettature di uno stesso cammino di fede che esige rispetto e stupore: solo l indifferenza è atea. Quell indifferenza che, incapace di ridestare nell animo voci dimenticate e aneliti ingombranti, decide di accasarsi con la volpe di Fedro che, tentata invano l impresa, si vide costretta alla rinuncia convincendosi che l uva era acerba. Rimane la biblica certezza che da un piccolo resto riparte sempre la storia. Sotto la Croce quel meriggio pre-pasquale erano ancora meno. Perchè in certi attimi della storia essere in quattro è già tanto. O forse troppo: occorre crederci oltre che esserci. Resta il fastidio di quel miagolio nella confusione delle metropoli moderne. Un miagolio da zittire al più presto perchè ricorda all uomo che l umano, scollegato dal divino, rischia la disumanizzazione. Don Marco Pozza Schneck e il sindaco di Asiago Andrea Gios. Il presidente provinciale, nel reiterare la sua intenzione di uscire dalla società di gestione dell aeroporto, ha affermato: Siamo pronti a cedere le nostre quote anche gratuitamente. Qualunque sia il destino dell aeroporto, qualunque sia la vocazione di questa infrastruttura, la Provincia appoggerà scelte di rilancio; ma non tenendo in piedi una società in perdita. La Pubblica Amministrazione deve offrire servizi ai cittadini dimostrando di sapersi gestire con le stesse regole che segue il buon padre di famiglia, facendo sempre quadrare i conti. Dichiarazione che sembra mettere fine a ogni ripensamento di Palazzo Nievo. Dichiarazione a cui il sindaco Gios risponde: Se la Provincia vuole uscire dalla società Aeroporto di Asiago ci dispiace ma ne prendiamo atto. In ogni modo, come il buon padre di famiglia, prima di lasciare andare un suo figlio nel mondo lo deve mettere in condizioni di poterlo fare quindi che paghi il 40% dei debiti contratti dalla società e poi cercheremo altri partners oppure continueremo da soli perché siamo fermamente convinti che l aeroporto potrà avere un futuro florido. Ci dispiace che la Provincia voglia uscire dalla società aeroportuale perché siamo convinti che questo nuovo cda, composto da professionisti e tecnici, potrà rimettere l aeroporto in sesto - conclude Gios - In ogni modo la Provincia deve saldare i suoi debiti anche perché è sempre stata la Provincia che ha deciso ed imposto il suo candidato alla presidenza della società così come la Camera di Commercio ha sempre nominato il vicepresidente quindi qualche responsabilità della Provincia, se ci sono stati sforamenti del bilancio, c è. Il 40% del debito corrisponde alla quota societaria detenuta dalla Provincia, una quota che deriva da quelle originarie assegnate alla Provincia sommate a quelle originariamente di proprietà della Azienda autonoma i soggiorno, ente turistico poi assorbito nello IAT. Gli altri soci sono la Camera di Commercio, i Comuni di Asiago, Gallio e Roana e la Comunità Montana. Il problema è che, a quanto pare, il debito contratto continui a lievitare. Pur non riscontrando conferme ufficiali, sembra che nell ultimo incontro del cda della società aeroportuale asiaghese sia stato rilevato un passivo pari quasi al doppio di quanto comunicato all insediamento del nuovo consiglio. Quella del debito è una questione che, finché non sarà risolta, peserà su tutte le decisioni ed i programmi. E un circolo vizioso: solo se viene saldato il debito, la società potrà ripartire con gli investimenti previsti da un piano industriale in dirittura d arrivo tra cui la concretizzazione, con la Federazione Volo a Vela,di un loro centro nazionale. Se si creasse il centro federale volo a vela, l aeroporto avrebbe quella credibilità per attirare nuovi partners. Ma senza la riduzione del debito la federazione difficilmente investirà sull aeroporto anche se i suoi rappresentati, in seguito ad un sopralluogo, si sono dichiarati entusiasti del sito. Intanto con il contributo straordinario deliberato recentemente dai Comuni la gestione ha potuto pagare le utenze così da avere energia elettrica, telefono e servizio antincendio. E con quelli è anche ripartita l attività sia volovelistica sia turistico sportiva tanto che durante la manifestazione di aeromodelli tenuto domenica scorsa il campo gara è stato spostato per il traffico aereo in arrivo ed in partenza. Gerardo Rigoni

3 ATTUALITA Le numerose iniziative dei servizi sociali di Asiago Numerose le scadenze all ufficio dei servizi sociali di piazzetta Alpini ad Asiago. Il 27 luglio scadono i termini per la presentazione della domanda per svolgere attività del Servizio Civile Nazionale. Due posti, con un compenso mensile di circa 450 euro, per vivere un anno in stretto contatto con la propria realtà paesana e per avvicinarsi al mondo del lavoro abituandosi ad assumere le proprie responsabilità in un ambiente comunque sereno e famigliare. Un anno in cui ragazzi dai 1 ai 2 anni sono a disposizione per coadiuvare le attività giornaliere dell ufficio dedicandosi alle visite ai malati e agli anziani, a fare la spesa per chi non può uscire, espletare compiti di ufficio, aiutare a compilare tutte le domande necessarie perché ai bisognosi sia garantita l assistenza prevista dal Comune e dallo Stato. Il 2 luglio iniziano invece le prenotazioni per i soggiorni climatici per gli anziani che si terranno dal 1 al 15 settembre a Bellaria e Cervia. Un appuntamento che vede un crescente numero di partecipanti. Il 31 luglio poi scadono i termini per la presentazione della domanda di assegnazione dei posti letto per l anno accademico 2009/2010 nell appartamento comunale a Padova. Prosegue inoltre il progetto della messa in rete della biblioteca civica con la rete bibliotecaria provinciale promosso dalla Bertoliana con un sistema di catalogazione dei libri che permetterà all utente di cercare un libro anche dal pc di casa. Un progetto che vede la partecipazione anche dei Comuni di Gallio e Lusiana. In più, grande successo hanno riscosso le visite delle malghe e dei boschi comunali rivolto agli anziani residenti ad Asiago. Un evento proposto da qualche anno, con partecipazione gratuita, che vede ogni volta un gran numero di partecipanti che oltre a far vedere zone di Asiago che magari gli anziani non vedevano da tempo costituisce anche un momento di ritrovo. Insomma un attività frenetica, un attività a favore di tutti. Gerardo Rigoni Qual è la situazione del turismo sull Altopiano? I dati raccolti nell inverno 200 non evidenziano un calo del flusso di visitatori particolarmente significativo. Si registra un aumento del 25% di presenze nelle strutture alberghiere ed affini ma, di contro, il settore delle case-vacanza sembra attraversare un momento veramente critico (30% in meno negli ultimi 5 anni): un trend negativo che, tuttavia, non desta particolare stupore considerato il periodo di crisi generale. C è, in sostanza, ancora molto da fare per ottenere risultati che possano definirsi veramente soddisfacenti. Il Consorzio Turistico Asiago 7 Comuni da anni si occupa della promozione dell Altopiano: il suo compito è quello di far conoscere il nostro territorio nell ambito di eventi e manifestazioni di varia natura (fiere, workshop, educational tematici, incontri diretti con il pubblico nelle piazze, ecc ), organizzati autonomamente o in collaborazione con gli altri Consorzi (Padova, Bibione, Dolomiti e Garda, per citarne alcuni) e con la Regione Veneto. ¾ una realtà attiva e propositiva il cui potenziale, quando non addirittura ignorato, viene l Altopiano 3 Il gruppo di minoranza in consiglio Tutto l Altopiano in cinquanta pagine L uscita a settembre di un catalogo illustrativo è tra le importanti iniziative del Consorzio Turistico nell ambito di un progetto di durata triennale. E fondamentale la fattiva partecipazione di tutti troppo spesso sottovalutato. Proprio la promozione è, invece, uno degli strumenti indispensabili per un continuo miglioramento in termini di presenze: è un dato di fatto che chi non ci conosce, chi non sa quanto possiamo offrire e a quali condizioni, difficilmente verrà a visitarci. ¾ vero anche che l Altopiano ha un suo bacino d utenza di fedelissimi su cui sa di poter contare con una certa sicurezza, ma è palese che questo non può essere sufficiente. Siamo una piccola realtà con i suoi innegabili limiti, ma ci sono aspetti non ancora valorizzati adeguatamente, nuovi mercati ad oggi inesplorati e nuove formule e soluzioni da sperimentare. In quest ottica il Consorzio ha deciso di intraprendere importanti iniziative, nell ambito di un progetto di durata triennale. In primis la redazione di un catalogo illustrativo, in uscita a settembre, rinnovato nei contenuti e nella grafica, che verrà distribuito capillarmente alle numerose manifestazioni fieristiche in programma per i prossimi mesi in Italia e all estero. Una cinquantina di pagine a disposizione delle strutture ricettive (hotels, Bed & Breakfast, agriturismi, appartamenti vacanza, ecc..), dei servizi (agenzie immobiliari, agenzie di viaggi, centri fondo ed impianti di risalita) e di tutte le ditte associate che vorranno pubblicizzare il proprio prodotto. Parallelamente anche il sito il sito web avrà un immagine del tutto nuova, più intuitiva e razionale, e verrà inserito a breve nel portale Dolomiti e Montagna Veneta. Particolare attenzione verrà dedicata alla sezione relativa al booking on-line ed alle offerte di pacchetti turistici creati ad hoc dalle struttu- re ivi inserite, una formula che sta riscontrando un successo sempre maggiore. Inoltre, con l acquisizione di altri domini (come e che sono prioritariamente segnalati dai più noti motori di ricerca), per tutti gli esercizi che aderiranno verrà garantita estrema visibilità. Gli incaricati del Consorzio stanno contattando in questi giorni tutti coloro che possono trarre vantaggio da queste iniziative. La partecipazione collettiva in ogni Comune dell Altopiano, così come quella delle Amministrazioni Pubbliche e delle Categorie, è assolutamente essenziale per la buona riuscita del progetto: è un investimento che porterà dei frutti solo se esiste una vera collaborazione, un unità di intenti e di obbiettivi. È una sfida che il Consorzio invita a cogliere con ottimismo e spirito di iniziativa. Giulia Scaggiari l Altopiano L Altopiano srl - Società unipersonale Via Monte Sisemol, Asiago (Vi) Registrazione n. 10/02 del 04/12/2002 presso il tribunale di Bassano del Grappa Telefono servizio lettori: Telefono servizio abbonati Telefono per inserzioni pubblicitarie Direttore responsabile: Stefania Longhini Segretaria di redazione: Silvana Bortoli In redazione: Cesare Pivotto, Luigi Frigo Bettinado, Egidio Zampese, Martina Rossi, Gerardo Rigoni, Stefano Angonese, Stefania Simi, Giovanni Rattini, Beppa Rigoni Scit, Giovanni Dalle Fusine Hanno collaborato: don Marco Pozza, Giulia Panozzo, Claudio Savelli, Sergio Bonato, Virginia Gianello, Aurora Carli, Giulia Scaggiari, Amerigo Baù, Silvia Penner, Damiano Barbati Responsabile grafico e impaginazione: Fabrizio Favaro Impaginazione: Davide Degiampietro - Grafica Altopiano Foto: Foto Bergamaschi - Archivio Giornale Stampa: Centro Stampa delle Venezie Via Austria, 19/b Padova Ditelo al giornale Bagni pubblici chiusi, monta la protesta dei turisti La questione non è nuova. Già in passato abbiamo pubblicato lettere di turisti che protestavano per l indisponibilità ormai cronica (dura infatti da due anni) dei bagni pubblici in centro ad Asiago. E possibile si chiedono in molti, che hanno scritto e telefonato alla nostra redazione - che una rinomata località turistica come Asiago, non offra questo servizio e costringa chi è spinto da necessità ad entrare sempre in qualche bar per poter andare in bagno? Allo stupore iniziale, oggi, visto il protrarsi della situazione, si aggiunge la rabbia che monta in protesta. Specialmente a giugno e a luglio ci dice al telefono, un operatrice di Milano che da anni viene ad Asiago con un gruppo di anziani si vede un turismo legato alle famiglie e soprattutto agli anziani. Tanti in questo periodo gli ospiti che hanno più di settant anni, che soffrono dei normali disturbi legati all età, per i quali l amministrazione dovrebbe avere molta più attenzione. Telefono alla vostra redazione perché al Comune mi sono già rivolta senza alcun risultato. Vorrei si capisse che non è un capriccio, ma una necessità. Se i bagni non possono essere riaperti a breve, si valuti la soluzione di alcuni bagni chimici da posizionare in qualche punto del centro, non sarà il massimo, ma è meglio di niente. Analoghe le rimostranze di altri turisti che sempre tramite telefono e via , hanno sollecitato più volte la nostra redazione. Sull argomento le spiegazioni dell assessore ai lavori pubblici Giampaolo Rigoni: I bagni sono stati chiusi perché impraticabili, anche per ragioni di sicurezza, a causa dei lavori di rafforzamento delle fondamenta del municipio, un intervento importante del costo di 550 mila euro. L opera è purtroppo ferma da cir- ca un anno a causa di un contenzioso con la ditta appaltatrice di non facile soluzione. In questi giorni sembra che si riesca a sbrogliare la matassa, per cui i lavori dovrebbero riprendere per concludersi, speriamo, entro l autunno. Ci rendiamo conto di aver creato un disagio ai nostri turisti, abituati da sempre a poter disporre di questo servizio pubblico e ce ne scusiamo. In attesa di poter riaprire i bagni pubblici, come suggerito da qualcuno, provvederemo a posizionare, in prossimità del centro storico, probabilmente nella zona vicina al campanile del duomo, dei bagni chimici. Sappiamo che non è il massimo, ma per il momento ci si dovrà accontentare. Stefania Longhini

4 ASIAGO l Altopiano 4 Vacanza studio per undici studenti di quarta superiore Ancora una volta a Totnes Continua di anno in anno l esperienza culturale lanciata dall Assessorato alla cultura di Asiago Ancora una volta, il Comune di Asiago ha dato la possibilità a undici giovani studenti di quarta superiore di recarsi per due settimane a Totnes, così da poter affinare le proprie capacità linguistiche, in un contesto adatto all apprendimento. Dopo un bando per la selezione degli studenti, a partire il 26 giugno sono stati sette ragazzi del liceo scientifico, uno dell artistico, un altro del liceo linguistico, uno dell ITC e uno del- l istituto professionale. Si tratta di Giulia Savioli, Arianna Rossi, Katiuscia Rivolt, Andrea Rigoni, Nicolò Rossi, Giulia Costa, Giulia Rigoni, Claudia Rigoni, Serena Rigoni, Silvia Bianchi e Marta Marsetti. L Assessorato alla Cultura di Asiago ha provveduto ad avvisare tutti gli studenti di quarta superiore residenti nel comune di Asiago. La preferenza, in sede di selezione, è andata a chi non ha mai partecipato alle iniziative proposte nell ambito di tale progetto ed è stata data la possibilità di partecipare anche a una ragazza del Comune di Roana. Gli studenti, arrivati nel Regno Unito, sono stati divisi in due gruppi a seconda del loro livello linguistico, in modo da proporre un corso generale nella prima settimana e uno intensivo nella seconda, differenziando le esigenze dei ragazzi. Al via la stagione dei funghi È partita sotto buoni auspici la raccolta dei miceti sulle nostre alture, tant è che gli appassionati dei funghi hanno finalmente potuto in questi giorni dar sfogo alla ricerca tra boschi e pascoli; ottimali si presentano ora le temperature che, accompagnate dalle abbondanti piogge cadute fino a qualche settimana fa, agevoleranno la fioritura di boleti e finferli. Il primo calo di luna di luglio Tremila euro a favore del Patronato Gli Amici di Antonio Pertile e Sonia Sartori per il patronato di Asiago. L associazione presieduta da Roberto Sartori ha consegnato a don Federico tremila euro quale contributo per la ristrutturazione del centro giovanile, oggetto in questi mesi di un importante e costosa opera di rinnovo locali, tra cui anche il bar. La donazione rappresenta una parte del ricavato del 1^ maggio di solidarietà svoltosi in piazza ad Asiago con il contributo di tanti amici e di tante ditte altopianesi. Nella foto da sinistra: Roberto Sartori, don Federico, Silvana Forte e Lorenzo Longhini. sembra aver offerto buone ragioni per lunghe passeggiate col cesto sottobraccio. Unica contrarietà, a detta dei fungaioli, è data dalle disastrose condizioni in cui si presentano i boschi, dove, a causa delle copiose nevicate del passato inverno, punte di abete e maestose conifere cadute a terra hanno finito col rendere impraticabili molte zone. Considerato il lungo periodo necessario alla naturale decomposizione delle resinose, ci vorranno più stagioni prima di poter rivedere il sottobosco libero da ostacoli visivi. G.D.F. Lilt in convegno La sezione provinciale della Lilt (Lega Italiana Lotta ai Tumori) in collaborazione con il comune di Asiago organizza per il giorno 3 agosto il convegno: Attualità sulla prevenzione del tumore del collo dell utero. L appuntamento è nella sala dei quadri del municipio di Asiago dalle alle 17. Questo il programma: saluto del presidente della Lilt sezione di Vicenza Domenico Innecco; saluto del sindaco di asiago Andrea Gios; saluto della autorità; relazione del dott. Roberto Sposetti direttore sanitario Lilt. L ingresso è libero. La cittadinanza è invitata a partecipare. I nostri giovani sono stati ospiti di alcune famiglie selezionate e si sono tutti trovati a meraviglia grazie alla loro accoglienza, se non fosse stato per il cibo. Nonostante i loro palati non abbiano apprezzato la cucina, senz altro questo è stato un modo per riuscire a conoscere appieno una cultura che si discosta notevolmente dalla nostra. Il viaggio, conclusosi l 11 di questo mese, ha dato loro una notevole opportunità di apprendimento della lingua inglese, sia a livello teorico che pratico (grazie al prof Chris), ma è stato soprattutto un esperienza di vita che li ha segnati e uniti, riproducendo, come loro stessi hanno dichiarato, un modello in scala della nostra società, tanto che Giulia Savioli, per Ecco le proposte e gli appuntamenti per l estate! Si tratta di occasioni uniche di crescita, di amicizia e di fraternità. Grazie fin d ora a quanti si sono impegnati e si impegneranno per rendere possibile e bello tutto questo! Per le iscrizioni al Grest rivolgersi presso la Cooperativa Il Faggio. Per i capiscuola in Malga, in Patronato o in Canonica. A tutti una buona estate! Un estate davvero ricca Dal 6 al 31 Luglio: Grest Parrocchiale per i ragazzi dalla prima elementare alla terza media Dal 9 al 15 giugno: Campo ad Assisi per le ragazze dell Under 1 dello Slegar Volley Club Dal 20 giugno a 1 luglio: Capo estivo del Reparto Scout Dal 29 giugno al 2 Luglio: Campo in Malga per le ragazze dell Under13 e Under14 dello Slegar Volley Club Dal 3 al 5 Luglio: Week-end in Malga del Piccolo Coro San Matteo. Dal 6 luglio al 10 Luglio: Campo in Malga per i ragazzi di 3ª-4ª-5ª elementare Dal 13 al 1 luglio: Campo per i ragazzi di 3ª media a Salutio (AR) Dal 3 al 7 Agosto: Campo in Malga per i ragazzi di 1ª-2ª media Dal 13 al 16 Agosto: Campo in Malga per il Gruppo Famiglie Dal 31 Agosto al 5 Settembre: Campo a Rimini (Comunità Giovanni XXIII) per i ragazzi di 4ª- 5ª superiore Dal 4 al 6 Settembre: Campo in Malga per i ragazzi e i giovani del Gruppo Cinema Dal 31 Agosto al 5 settembre: Campo a Villa d Adda (BG) (Comunità Shalom) per i ragazzi di 1ª-2ª-3ª superiore PATRONIGHT 2009 l e il 9 Agosto Sabato : dalle ore 16 alle 1 laboratori per i ragazzi delle elementari Domenica 9: LUNEDI 10: la sua sagacia, è stata eletta Assessore del gruppo. Non essendo stati accompagnati, gli undici giovani hanno dovuto camminare sulle loro gambe, organizzando da soli anche le varie visite che hanno poi effettivamente svolto, tra cui una a Londra, di cui, più che Tower Bridge, ricordano l Hard Rock e Harrods, oltre che il gay pride che si teneva proprio quel giorno nella City; l esperienza, anche se indubbiamente comica, ha fatto notare loro il livello di libertà patronato di ASIAGO ore 1 Santa Messa nella Chiesetta del Patronato ore 19 semifinali dei tornei e apertura dello stand gastronomico ore 21 musica - esibizione di gruppi giovanili emergenti del patronato ore dimostrazione con i cani da soccorso da parte dell Associazione Nazionale Carabinieri ore 1 finale dei tornei ore 19 apertura dello stand gastronomico dalle ore 20 musica con i BLACK OUT premiazione dei tornei ed estrazione della lotteria Serata musicale per giovani comportamentale raggiunta dagli inglesi, che, pur europei come noi, sembrano proiettati in un altra dimensione, dove noi arriveremo forse tra qualche anno. La positività di queste esperienze non può che dare soddisfazione all Assessore Roberto Rigoni, promotore dell iniziativa e intanto i giovani propongono: cosa visiteranno la prossima volta? La Barcellona di Gaudì o la Parigi degli artisti? Martina Rossi Per i tornei contattare: Pallavolo - Beatrice Tel Basket -Roberto Tel o Calcio - Luciano Tel

5 ASIAGO l Altopiano 5 Premi agli appartamenti di qualità Dino Secco, Vice pres. della Provincia: Sinceramente si sperava in una maggior partecipazione Su migliaia di appartamenti presenti in Altopiano solo meno di un centinaio ha aderito alla proposta Ecco cosa fare se si trova un cucciolo di riccio L Enpa dell Altopiano, dopo il ritrovamento recente di alcuni cuccioli di riccio, desidera tramite il nostro giornale dare delle informazioni su questo simpatico animaletto, in modo che se capitasse di ritrovarne di feriti o di neonati, si sappia come comportarsi. Va subito detto che il riccio è un animale selvatico, tutelato e protetto da diverse leggi, per cui non è possibile detenerlo nè trasformarlo in un animale da compagnia! E molto importante, però, in caso di bisogno, prestargli le necessarie cure prima di lasciarlo nuovamente libero. I ricci sono animaletti onnivori, sono utilissimi perché sono nemici delle vipere e nutrendosi anche di topi contribuiscono a limitarne la proliferazione. Se una volta a Pollicino bastava una manciata di sassolini a rassicurarlo che avrebbe ritrovato la strada di casa, oggi che la tecnologia ha indossato i famosi stivali delle sette leghe, l eventualità di perdersi nel bosco è totalmente scongiurata. Ne sanno qualcosa anche all hotel Da Barba ad Asiago, dove le fiabe sono di casa e la tecnologia riesce a convivere e interagire naturalmente con esse. Nell atrio dell albergo è stato infatti installato in questi giorni un nuovo sistema di cartografia satellitare, consultabile da tutti grazie ad una postazione con monitor da 17 pollici con display touch screen, il primo strumento di questo tipo sull Altopiano. La precisione ormai millimetrica delle informazioni contenute che riguardano i sentieri outdoor, le piste da sci, le strade percorribili, i percorsi per mountain bike e gli itinerari cicloturistici, i punti di interesse, l idrografia, la morfologia del terreno e le Possiamo trovare dei ricci nelle vicinanze di legnaie, pollai, orti, e giardini, non sono portatori di malattie e non fanno danni in questi luoghi, inoltre convivono bene con i gatti e altri animali domestici. Vanno maneggiati usando dei guanti e facendo molta attenzione, tra le cose fondamentali per la loro sopravvivenza c è il fatto di non somministrare latte vaccino, che li ucciderebbe. Questo è il periodo delle nascite commentano i volontari locali dell Enpa e può succedere di trovare dei cuccioli di riccio, in tal caso prima di prendere iniziative è possibile contattarci per avere delle indicazioni su cosa fare. Si può inoltre visitare il sito S.O.S. Ricci, di un associazione onlus di Reggio Emilia, dove è spiegato in modo chiaro e completo come aiutare questi piccoli animali quando serve. Noi possiamo inoltre fornire il latte in polvere che curve di livello, sono il risultato della sinergia del software dell azienda produttrice, dell utilizzo delle carte dell Istituto Geografico Militare con le tracce dei sentieri del CAI che in pochi luoghi in Italia sono segnati con tanta precisione come sull Altopiano. A questo si deve però aggiungere la passione decennale per la cartografia che ha portato Alvise Basso, guida e istruttore di biketrekking a percorrere e memorizzare con certosina pazienza i percorsi a piedi e in bicicletta (circa 1000 chilometri segnalati sui 3000 esistenti). Il risultato di un lavoro di gruppo che potrà fornire a tutti gli può servire per alimentarli, perché assolutamente non bisogna dare del latte vaccino, piuttosto un po d acqua e zucchero. Questo vale anche per gli altri cuccioli, compresi i gattini ai quali invece verrebbe spontaneo somministrare del latte. L Enpa si può contattare nel caso di ritrovamento di cani, gatti o altri animaletti abbandonati, oppure se si desidera adottarne uno. L estate, è tristemente risaputo, è periodo di maggior abbandono di animali domestici, e purtroppo recentemente c è stato un incremento soprattutto dell abbandono di cani di grossa taglia, il cui mantenimento rappresenta un costo che alcuni non si sentono più di sostenere, per questo si raccomanda a chi ama gli animali e avesse intenzione di prenderne uno, di valutare la possibilità di scegliere fra quelli che sono stati temporaneamente affidati ai volontari dell Enpa, in attesa di trovare una nuova casa. Per contattare i volontari locali dell Enpa potete telefonare al o il Silvana Bortoli Nuove tecnologie per non perdersi interessati le informazioni più dettagliate sul territorio vicentino, arrivando ad osservare, naturalmente con precisione decrescente, l intero Nord-est. Quanti saranno interessati a questo nuovo servizio, così preciso da indicare in ogni punto del percorso prescelto sia latitudine che longitudine, potranno consultarlo on line pianificare l itinerario, stamparlo o trasferirlo al navigatore GPS, impreziosito anche da un sistema parlato, che potrà essere noleggiato al momento. A quel punto perdersi non sarà più un gioco da ragazzi. Giovanni Rattini Consegnati nella Sala della Reggenza, in Comunità Montana ad Asiago, gli attestati relativi al Marchio di qualità per appartamenti di vacanza sull Altopiano. L iniziativa, giunta alla terza edizione, è promossa da Promoveneto, Camera di Commercio e Provincia, con il Consorzio Vicenza è. Dopo tre anni speravamo in una maggiore partecipazione ha detto il vice presidente della Provincia Dino Secco Gli appartamenti che hanno aderito alla proposta sono stati meno di un centinaio su migliaia presenti in questo territorio. Dovremo fare una riflessione insieme agli enti locali, per perfezionare il progetto e far sì che ci siano maggiori adesioni. E una iniziativa che presenta senz altro grandi potenzialità ha sottolineato il presidente della Comunità Montana Giancarlo Bortoli sottoporsi alla certificazione di qualità è poi garanzia di buon risultato sul mercato. In questo senso, gli enti pubblici stanno lavorando per un generale miglioramento legato anche all aspet- Torna anche per quest estate il tradizionale appuntamento con la Festa dell Anziano che si terrà sabato 1 agosto nel Palatenda allestito nel parcheggio antistante Villa Rosa. Organizzata dall Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Asiago e dalla Fondazione Opera Immacolata Cocnezione, in collaborazione È fissata per il prossimo 30 agosto la 5a Festa Campestre per l AVIS provinciale. L evento, aperto a tutti i donatori, famigliari e simpatizzanti, è ottimo spunto per ritrovarsi in allegria e trascorrere una giornata all aria aperta. Per i più sportivi e amanti della mountain-bike sono previste una camminata e una pedalata in compagnia di gui- to energetico. Sembra che la Regione possa tentare una legge ad hoc per l altopiano con finanziamenti particolari volti all incentivazione dell uso delle energie rinnovabili. La valorizzazione del nostro patrimonio edilizio (solo nella conca tra Roana, Asiago e Gallio si contano oltre 20 mila appartamenti per vacanze) è senz altro uno dei modi per migliorare l aspetto del nostro territorio. Franco Sella, assessore del Comune di Asiago, ha messo l accento sulla necessità, evidenziata proprio da questa iniziativa, di dover lavorare tantissimo per migliorare in questo settore: sono moltissimi ancora gli appartamenti che non raggiungono standard qualitativi accettabili e non rispondono più alle esigenze del turista di oggi. Su 5 appartamenti dislocati nei comuni di Asiago, Roana e Gallio, per i quali i proprietari (immobiliari e privati) hanno fatto esplicita richiesta di valutazione presso lo Iat di Asiago, 26 non hanno ricevuto il marchio. Gli altri sono stati classificati su tre livelli di qualità: standard (21), comfort (7) e deluxe (4), individuati in base a precise procedure, norme e parametri. Gli appartamenti migliori, che hanno ottenuto il marchio deluxe, sono tutti di proprietà dell Asiago Immobiliare. Stefania Longhini Serata per la sclerosi multipla La sezione A.I.S.M. di Vicenza organizza una serata di sensibilizzazione sulla sclerosi multipla, malattia che è la prima causa di invalidità tra i giovani dopo gli incidenti stradali. Si tratta di una malattia cronica e a volte disabilitante che colpisce il sistema nervoso centrale. L A.I.S.M. insieme alla sua Fondazione (F.I.S.M.) si colloca primo finanziatore della ricerca in Italia, terzo tra le principali associazioni nel mondo: solo nel 200 sono stati finanziati 27 progetti di ricerca, 6 borse di studio e 5 progetti speciali per un importo che va oltre i 3,9 milioni di euro. Tutto que- La festa dell Anziano a Villa Rosa con l A.N.A. di Asiago, la Festa, la cui partecipazione è gratuita, è aperta oltre che agli ospiti delle residence O.I.C. anche a tutti gli anziani residenti e ai loro familiari. Il programma della giornata prevede alle ore la S. Messa, alle il pranzo con pasta, salsicce, sopressa, polenta e contorni vari, e il pomeriggio dalle 5a Festa Campestre per l AVIS sto grazie all insostituibile e prezioso lavoro di volontariato. L ottima musica Gospel Blues proposta, sarà magicamente interpretata dalla Bassano Blues Spiritual Band : settanta componenti che regaleranno una magnifica serata. L A.I.S.M. non è solo raccolta di fondi, ma concretezza nel sostegno dell ammalato e dei suoi famigliari. Durante la serata si potranno avere informazioni sulla sezione di Vicenza e sui servizi convenzionati con le U.L.S.S. A fine serata si avrà la possibilità di sostenere questa associazione con un offerta libera. 14 alle 1 animazione musicale con I bambini della Scuola dell Infanzia di Roana, il gruppo folkloristico I Grutzigar e la Villa Rosa Band con il proprio repertorio di brani vari. In occasione della Festa dell Anziano funzionerà un servizio navetta dal centro di Asiago a Villa Rosa e ritorno. S.B. de, partenza ore.30 da Campofilone (sarà rilasciato il permesso per la raccolta funghi). Sempre alle,30 verrà officiata la S. Messa presso il Tempio del Donatore a Canove, quindi ritrovo a Malga Bosco Secco per il pranzo, a cui seguirà un breve dibattito e scambio di idee con il presidente AVIS del Veneto dr. Alberto Argentoni. Fino al termine della festa, previsto per le ore 17.30, si potrà partecipare a giochi e divertimenti vari predisposti per adulti e bambini. Il costo per ogni partecipante è di 5 euro; informazioni ed iscrizioni (fino ad esaurimento posti) presso i capigruppo dell AVIS Altopiano e i presidenti dei Donatori dell Associazione provinciale di Vicenza. Info: G.D.F.

6 l Altopiano 6 Discorsi sull economia Radicati nel territorio, vicini alle famiglie e alle imprese Intervista a Loris Cantele direttore della filiale di Asiago della Banca Popolare di Vicenza Quali sono i punti di forza della Banca Popolare di Vicenza ad Asiago e nell Altopiano? La nostra è una banca popolare con forte radicamento nei territori - oggi il nostro gruppo bancario dispone di oltre 430 sportelli nel Nord Italia e circa 650 sul territorio nazionale e con una attività prettamente di banca commerciale attenta a sostenere le famiglie e le imprese. Abbiamo le dimensioni giuste per riuscire ad offrire servizi e prodotti di qualità, in linea con quelli dei grandi gruppi, ma allo stesso tempo disponiamo di un processo decisionale veloce e di un forte legame col territorio. Oltre alla filiale di Asiago, siamo presenti nell Altopiano a Canove di Roana, a Gallio e a Lusiana. E un momento delicato e difficile per l economia. Cosa può offrire la vostra banca al nostro territo- rio? Siamo un Istituto liquido, solido e molto ben patrimonializzato, quindi continueremo a sostenere fortemente sia le aziende che le famiglie. La crescita dei nostri impieghi nello scorso anno (+ 10%) dimostra che siamo rimasti a fianco sia degli imprenditori che dei privati, fornendo loro il supporto di cui hanno bisogno. Ma in questo 2009 volgiamo fare di più: il consiglio di amministrazione ha infatti stanziato ulteriori due miliardi e mezzo di euro per finanziare le aziende e le famiglie. E essenziale ridurre al minimo le ripercussioni della crisi finanziaria sull economia reale. E per farlo c è bisogno di fiducia. Per le famiglie quali prodotti proponete? L Istituto mette a disposizione una notevole varietà di prodotti in grado di soddisfare le esigenze più diverse. Si tratta di prodotti fortemente innovativi, pensati su misura per i singoli segmenti di clientela, in funzione dei loro differenti bisogni. Per le famiglie abbiamo lanciato i nuovi conti correnti Semprepiù suddivisi in Rendimento, Risparmio, Famiglia e Online 24 su 24. Un offerta completa di quattro differenti conti in grado di coprire a 360 gradi le necessità di tutta la clientela: giovani, famiglie, professionisti, piccole e medie imprese. Per i giovani inoltre abbiamo ideato il conto Feel Free, in grado di rispondere alle loro esigenze reali quali il contenimento dei costi, condizioni favorevoli per mutui e finanziamenti, carte internazionali, utilizzo gratuito dei canali remoti come l internet banking e servizi extrabancari aggiuntivi. E per le nostre imprese? Le imprese sono l asse portante di ogni crescita economica e garanzia di mantenimento dell occupazione e del tenore di vita dei lavoratori e delle loro famiglie. Con questa consapevolezza, proprio il sostegno all economia locale e alle imprese è al centro della nostra attività, a conferma della vocazione della nostra banca ad essere, come dice il suo slogan, a servizio del territorio. Quest anno, in particolare, viene lanciato un nuovo sistema d offerta che va a soddisfare in modo specifico le esigenze peculiari delle piccole e medie imprese e dello small business, universo estremamente variegato in termini di comportamenti e di bisogni. Nuovi prodotti e servizi, ma cambia anche il vostro rapporto con i risparmiatori e gli imprenditori di Asiago? Sono convinto che si tratta di un ritorno alle origini, quando veniva premiato il rapporto personale e di fiducia. Oggi i direttori delle filiali sono l interlocutore privilegiato della nostra clientela con poteri e deleghe per poter risolvere i problemi velocemente e direttamente. Ci sono banche, come la nostra, che le origini non le hanno mai perse e hanno mantenuto costante il rapporto con il territorio: siamo e saremo una banca al servizio dell economia reale che non fa mancare i finanziamenti al territorio in cui opera. E che cosa viene fatto per il sociale? Attraverso un Comitato Locale di Sconto, elargiamo annualmente circa 20/25 mila euro a vari enti, associazioni o iniziative culturali e sportive; inoltre, tramite la Direzione Generale di Vicenza, supportiamo altri notevoli progetti, sia con la pubblicazione di importanti volumi sull Altopiano distribuiti in tutta Italia in varie decine di migliaia di copie, e sia economicamente con la contribuzione nell organizzazione di importanti avvenimenti o notevoli investimenti in attrezzature turistiche come ad esempio la Roolba, macchina che pulisce il ghiaccio all interno dello stadio di Asiago. Servizio redazionale Più di 1,6 miliardi di persone non hanno accesso all elettricità e il pianeta affronta un cambio climatico dovuto all abuso di combustibili fossili; una doppia realtà che obbliga l ONU a promuovere una rivoluzione energetica per aprire il mondo all uso di energie pulite. Creare una agenzia mondiale che permetta questa trasformazione è l obiettivo dei 500 esperti che a giugno si sono riuniti a Vienna per tentare di disegnare un futuro con meno emissioni contaminanti e con più giustizia energetica. Questa la richiesta di Kandeh Yumkella, direttore generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (ONUDI), nel discorso di apertura dei lavori. Il diplomatico sierraleonese ha chiarito la differenza tra povertà economica e povertà energetica e ha assicurato che l accesso all energia è l obiettivo prioritario all interno degli Obiettivi del Millenio dell ONU per ridurre la povertà e lo sviluppo prima del Yumkella ha affermato che l accesso all energia e il cambio climatico sono le due L ONU pretende una rivoluzione energetica contro il cambio climatico e la povertà Kandeh Yumkella, direttore generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale facce delle stessa medaglia e si è riferito alla necessità di una rivoluzione energetica che dia agli abitanti dei paesi in via di sviluppo accesso all energia, potenziando le fonti alternative, incluso il nucleare. In questo senso, indicò tra gli obiettivi del ONUDI quello di evitare che i paesi in via di sviluppo commettano gli stessi errori che hanno commesso le nazioni ricche nel loro processo di industrializzazione. Si tratterebbe di una rivoluzione che deve drammatica e che deve avvenire al più presto, come ha opinato Rajendra Pachauri, presidente del gruppo intergovernamentale per il cambio climatico (IPCC) dell ONU. Questa transizione dovrà essere effettuata con estrema urgenza, già che, secondo alcuni esperti, se si vuole stabilizzare l aumento della temperatura (del pianeta) in 2 gradi centigradi, la crescita di emissioni di gas con effetto raffreddante deve ridursi prima del Tuttavia, ha ricordato, che oggi giorno ci sono già molti paesi in via di sviluppo che appena possono permettersi il prezzo del petrolio. Gli esperti riconoscono che in questo cambio la attuale crisi economica avrà un impatto molto severo e che già si è notato una riduzione, in alcuni casi fino al 40 %, di investimenti nelle energie rinnovabili. E un dato così preoccupante, che il direttore dell ONUDI indico che queste riduzioni di investimenti industriali possono tardare fino a cinque per poter essere recuperate. Per questo diciamo che il domani è oggi. Dobbiamo cominciare adesso, ha avvertito Yumkella, che vede anche nella crisi economica una opportunità per questa rivoluzione dell energia verde. Dal canto suo, Pachauri, che nel 2007 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace a nome dellipcc, ha ricodato che, se si continua ad ignorare i segnali di quello che sta succedendo, si andranno a produrre aree di crisi in diverse aree del mondo. Ancor più, ambedue i rappresentanti delle Nazioni Unite hanno insistito nel dire che l investimento in energie rinnovabili è una buona fonte di affari e l occupazione che può creare può aiutare il processo di recupero economico. Pachauri ha stimato in circa 40 miliardi di all anno l investimento necessario per sviluppare nuove forme di accesso energetico, una quantità di denaro che vari partecipanti alla conferenza considerano minima, in confronto alla quantità di denaro che è stato speso dalle banche dei governi occidentali per evitare la bancarotta di diverse aziende e di diverse banche avvenuti proprio in questi mesi. Il prestigioso economista ha segnalato che si tratta che i paesi sviluppati stabiliscano le loro priorità e ha avvisato che il mondo dovrà affrontare situazioni molto peggiori se non si prendono immediatamente contromisure. Non possiamo continuare a pretendere che il nostro stile di vita sia sostenibile, ha sentenziato. In tutto questo processo, Yumkella ha espresso la sua speranza che nella conferenza dell ONU che si celebrerà il prossimo dicembre a Copenhagen, si redica un accordo internazione per limitare le emissioni di gas ad effetto serra e citò il Brasile come un esempio nell applicazione delle nuove tecnologie per ridurre le stesse. Claudio Savelli

7 ROTARY l Altopiano 7 E Mario Colpo il nuovo presidente del Rotary Club di Asiago Un convegno al Millepini per il Meeting dell Amicizia Si terrà ad Asiago il prossimo 3 agosto, come ormai tradizione, il Meeting dell Amicizia giunto quest anno alla sua 1^ edizione; l appuntamento rotariano sull Altopiano, frutto della sinergia fra i Rotary Club di Bassano del Grappa ed Asiago, proporrà quest anno un convegno, patrocinato dal Cune di Asiago e dalla Spettabile Reggenza dei Sette comuni, sul tema Montanari e foresti: insieme per un nuovo modo di fare turismo che verrà ospitato nella nuovissima struttura del Millepini a partire dalle ore 17. I nostri due Rotary Club precisa il Presidente dell R.C. di Bassano, il collega Giandomenico Cortese - intendono affrontare il tema del turismo montano (estivo ed invernale) secondo un approccio diverso da quelli tradizionali, mettendo a confronto il mondo dei turisti con la comunità locale. L Altopiano di Asiago - per la sua vicinanza al principale bacino di utenza, le città della pianura veneta - è caratterizzato dalla presenza assolutamente predominante delle seconde case, con un target turistico centrato essenzialmente sulle famiglie, sugli anziani e sui bambini. Ville ed apparta- menti di proprietà, temporaneamente abitati dai cittadini i foresti che frequentano l altopiano con continuità, da molti e spesso da moltissimi anni, per un periodo di almeno un mese all anno. E chiaro che il modo di abitare del turista è radicalmente diverso da quello del residente stabile, come diverse sono le sue esigenze ed i modi di rapportarsi con il territorio e l ambiente. Come è altrettanto indiscutibile che la responsabilità delle decisioni sull avvenire del territorio spetti ai cittadini residenti ed alle loro istituzioni. Ma poiché il turismo è diventato ormai da tempo la principale fonte di reddito degli abitanti, sembra sempre più opportuno e forse inevitabile che i montanari instaurino un dialogo con i foresti. Questi non tanto nella logica di una ricerca mercato ce ne sono fin troppe quanto piuttosto coinvolgendo gli abitanti temporanei nelle scelte che li riguardano, rendendoli almeno in parte compartecipi ed interessati alle problematiche del territorio. In conclusione si vorrebbe costruire insieme un nuovo rapporto di convivenza e partecipazione, in particolare ricercando modi non consueti e desueti di uso e tutela delle risorse ambientali e paesaggistiche. Dopo i saluti del Sindaco di Asiago, Andrea Gios, i lavori, coordinati da Giandomenico Cortese, prevedono le relazioni di: Giovanni Santoro COSES Introduzione sul turismo montano; Dionisio Vianello R.C. Bassano del Grappa; Giancarlo Bortoli, Presidente Comunità Montana Asiago; Bepi Pellegrinon, alpinista e scrittore; Mario Isnenghi, Storico Università di Venezia; Roberto Rigoni, Ass. al Turismo Comune di Asiago; Dino Secco, Vice Presidente della Provincia di Vicenza. Conclusioni di Mario Colpo, Presidente R.C. Asiago. Sono stati invitati l 0n. Maria Vittoria Brambilla, Ministro del Turismo, e Matteo Marzotto, Presidente ENIT. In serata si terrà l incontro conviviale all Hotel Gaarten di Gallio. Cesare Pivotto Cambia la presidenza del Rotary Club Asiago Altopiano Sette Comuni; a conclusione dell anno rotariano 200/09, come da regolamento, l avvicendamento al vertice del giovane club altopianese con il presidente uscente Fabio Finco passare le consegne al nuovo presidente Mario Colpo, 53enne funzionario di banca di Conco, che sarà dunque il quarto presidente dopo Pietro Hyvoz (primo presidente dall aprile 2006 al giugno 2007), Giovanni Costacurta (luglio giugno 200) e Fabio Finco (luglio giugno 2009). Nei giorni scorsi la serata con cui si è formalizzata, di fatto, questa successione al vertice e che ha visto la numerosa e partecipata presenza di soci e consorti; Finco ha ripercorso i momenti salienti dell annata della sua presidenza in cui sono stati molti i service portati a termine; molti, in particolare, quelli che hanno visto il club asiaghese impegnato in services con altri club, in uno spirito di condivisione che è recentemente valso, nel corso del congresso distrettuale di Riva del Garda, all oggi ormai ex presidente Finco il Paul Harris Fellow, istituito nel 1957 quale più alta onorificenza conferibile ad un rotariano e divenuto nel tempo uno speciale riconoscimento che viene attribuito per particolari meriti a Club, persone e gruppi (anche non rotariani). Raccogliendone il testimone, Mario Colpo (affiancato dalla moglie Lorella) ha quindi rivolto ai presenti il suo saluto, ringraziando Finco per l attività svolta e ripercorrendo quelle che nelle sue intenzioni saranno le tappe fondamentali del programma del suo <mandato> anno in cui - ha tenuto a precisare - ho voluto affidare a ciascun socio un ruolo attivo; nessuno si dovrà però sentire obbligato, ma potrà fare quello che si sentirà, secondo il suo spirito rotariano di servizio e di condivisione. Auguro a tutti un anno di amicizia e, perché no, di allegria. La cerimonia del passaggio delle consegne ha visto lo scambio dei distintivi, la consegna da parte del nuovo Presidente Colpo del martello, simbolo della presidenza, al suo predecessore e di una splendida rosa gialla colombiana a tutte le signore presenti. La magnifica arte tessile del patchwork in mostra ad Asiago dall 1 al 9 agosto Sarà inaugurata sabato 1 agosto alle ore presso la Sala della Reggenza in Via Stazione 1 ad Asiago la mostra di patchwork e manufatti tessili un po di noi.., organizzata dall Associazione QuiltArte di Venezia, in collaborazione con il Rotary Club Altopiano dei 7 Comuni e la Comunità Montana Spettabile Reggenza dei 7 Comuni. Per la prima volta approdano sull Altopiano i lavori di questa associazione no profit che riunisce un gruppo di donne dai 22 ai 70 anni che condividono la passione per il patchwork, organizzando delle mostre che, oltre allo scopo di far vedere i lavori prodotti, ha anche un fine benefico. I visitatori della mostra, ad ingresso libero, potranno acquistare dei biglietti per partecipare poi al- l estrazione di uno dei lavori, destinato allo scopo, e il ricavato della lotteria andrà al Rotary Club dell Altopiano che lo destinerà in beneficienza. Nata nel settembre del 2006, la QuiltArte è attualmente formata da quattordici signore che si ritrovano una volta al mese per scambiarsi idee e lavorare insieme, in vista di una successiva mostra, dopo che ne è stato lanciato il tema, che ognuna svolge con la tecnica che predilige. L appuntamento di Asiago è intitolato.un po di noi proprio perché proporrà una parte dei lavori realizzati e precedentemente proposti in due mostre a Venezia, nel 2007 quando il tema fu Scorci di laguna, e nel 200 con Pensieri a colori. L arte del patchwork non è semplice cucito, che tra l altro può essere fatto a mano o a macchina, ma è soprattutto manualità, creatività, fantasia nel progettare il disegno, scegliere i tessuti e i colori, con cui si possono realizzare, mediante tanti moduli da unire, coperte, cuscini, pannelli, tovaglie, vestiti Visitando la mostra, oltre che ammirare dei veri capolavori di originalità e unicità, si potrà conoscere un po meglio il patchwork e la sua storia; le tecniche di base usate derivano da quelle antichissime utilizzate dagli Amish, che, emigrati in Pennsylvania, diedero vita al cosiddetto crazy patchwork ritagliando da cose vecchi i pezzi di tessuto ancora buoni. La mostra rimarrà aperta fino al 9 agosto nei seguenti orari: dalle 10 alle e dalle 16 alle Silvana Bortoli

8 GALLIO l Altopiano Una settimana di cinema italiano Al via il Festival Opere Prime, vetrina unica per i giovani autori di casa nostra. Tredici le pellicole in concorso. Una sezione speciale per i documentari che verrà aperta da Terra Madre Il Festival del cinema Italiano Opere prime di Gallio è giunto all edizione numero 13, tante quante sono le pellicole quest anno in concorso. La kermesse cinematografica patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con la collaborazione del Comune di Gallio, il Consorzio Turistico Asiago 7 Comuni e la Comunità Montana e la Provincia di Vicenza, prenderà il via sabato 25 luglio per concludersi dopo una settimana, quando verranno assegnati i sei premi in palio: quello per la miglior sceneggiatura, la regia, il film, l attore e l attrice e l immancabile riconoscimento da parte del pubblico. Il cinema italiano torna sull Altopiano per una delle più importanti rassegne del panorama cinematografico nazionale, un vero e proprio trampolino di lancio per giovani autori al debutto nel lungometraggio. Gallio dunque si conferma oltre che piacevole località turistica, anche vetrina unica per i giovani autori del cinema italiano, garantendo alle loro opere prime una notevole visibilità. Il festival verrà inaugurato con la proiezione del film Una storia semplice, occasione per ricordare lo scrittore Leonardo Sciascia dal cui libro la pellicola è stata tratta e l indimenticabile protagonista Gian Maria Volontè. Ospite della serata il regista Emidio Greco, ormai di casa sull Altopiano da quando è saldamente al timone della giuria del festival. La domenica, quasi ad augurare un briciolo di fortuna ai giovani autori in concorso, Terra Madre, l ultimo documentario di Ermanno Olmi, prima dell inizio della gara vera e propria che si articolerà su un paio di proiezioni al giorno. Sullo schermo del Cineghel sfileranno Un altro pianeta, di Stefano Tummolini, La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi, La siciliana ribelle, di Marco Amenta, Aria di Valerio D Annunzio, Non lo so di Alessandro e Cristiano Di Felice, Dall altra parte del mare, di Jean Sarto insieme a pellicole accompagnate sull Altopiano direttamente dagli autori come L estate d inverno di Davide Sibaldi, Una notte di Toni D Angelo, Mar Nero, di Federico Bondi, Rumore Bianco di Alberto Fasulo, Tre lire primo giorno di Andrea Pellizzer, Zoè di Giuseppe Varlotta e Terre Rosse del giornalista vicentino Dennis Dellai. Due gli eventi speciali inseriti nel cartellone del festival. L immancabile retrospettiva di un grande maestro alle prese con la sua opera prima, quest anno dedicata a Florestano Vancini, autore nel 1960 de La lunga notte del 43" e il film Il soffio dell anima, tratto dall omonimo libro di Valentina Lippi Bruni che verrà presentato dall autore Victor Rambaldi. Vetrina dei primi lungometraggi, il festival di Gallio sarà un impedibile appuntamento anche per tutti gli appassionati di documentari. Ogni giorno l ultimo spettacolo sarà riservato alla proiezione di uno di questi, a partire dal già ricordato lavoro di Ermanno Olmi e poi ancora Cimap! Cento italiani matti a Pechino, di Giovanni Piperno, L ora d amore di Andrea Appetito e Christian Carmosino, Noi che siamo ancora vive di Daniele Cini, Earthquake 6 gente di Gibellina di Emanuele Svezia e Bambini in affitto di Giorgio Diritti, già vincitore del festival nel 2006 con Il vento fa il suo giro. Tutte le proiezioni si terranno presso la Sala Cineghel. Emozioni sul Monte Ongara Giovedì mattina, 16 luglio scorso, sul monte Ongara è stata celebrata la S.Messa per il 21 anniversario della sosta, inaspettata ed improvvisa, in quella storica cima del nostro Altopiano, di Papa Giovanni Paolo II. Nell estate del 19 c è stata la prima e, finora, unica volta di un Papa visto camminare sulla nostra terra; è stata anche la mia prima volta sull Ongara, subito mi sono pentito di aver perso tante occasioni negli anni passati. Ho scoperto un ambiente bellissimo, poco oltre alla Casara Ongara di dietro verso nord, che invita alla calma anzi alla meditazione. Ho scoperto l amore per questa terra di Gaetano (Maestri), che coinvolgendo anche la sua famiglia, ha arredato questo sito per farne un angolo di Pace proprio perché attorniato, a 360, dalle montagne che furono teatro, nel , di una guerra impressionante e gravida di inimmaginabili dolori per la nostra gente. Qui diventa anche più facile pregare - dice Don Lauderio, arciprete di Gallio - qui ogni preghiera sembra arrivare prima in cielo, non solo per i metri di altezza. Qui si sente quasi la presenza dello spirito del Grande Papa, un Papa che ha suscitato tanto stupore ed ammirazione; tanta speranza e tanto amore ma anche tanto odio di chi ha cercato di assassinarlo. Un Papa di una personalità così forte, quasi mistica tanto da abbattere i sistemi totalitari comunisti sovietici senza bisogno di guerre. Forse non è stata così causale nemmeno la Sua breve sosta su queste nostre montagne che hanno visto centinaia di migliaia di soldati affrontarsi e morire. Totus tuus è stato il suo motto da Papa per il suo attaccamento alla Madonna fin da quando, giovanissimo, lavorava nella cave di pietra polacche e la Madonna c è l ha preservato a lungo. Dice don Lauderio: Ogni anno vedo sempre più gente, consola che vicino ad anziani ci siano anche tanti bambini; questo ci dà speranza affinché questo incontro annuale, concomitante la festa del Monte Carmelo, diventi tradizionale per la Comunità gallese ; magari coinvolgendo, a mio parere, anche l amministrazione comunale, la Pro loco e i Gruppi Alpini di Gallio e Stoccareddo. Al Cippo di monte Ongara, al Sentiero del Silenzio, all Ortigara, al Riparo Dalmeri non andateci per caso, ma con la certezza di trovarvi una dimensione spirituale che vi aleggia e ti coinvolge. Il corpo ha bisogno di ritemprarsi all aria salubre dell altopiano, ma anche lo spirito necessita di vivere emozioni e momenti magici. Buone vacanze. Amerigo Baù

9 l Altopiano 9 Arti per via Quando la strada diventa museo e il museo diventa spettacolo! Domenica 2 agosto alle 17, Gallio animerà le proprie vie e piazze con una perfetta ricostruzione d epoca, un museo che vive e che al tempo stesso si propone come uno spettacolo nuovo e divertente. Il gruppo Le Arti per Via di Bassano del Grappa è autore e attore di una proposta culturale nuova, un efficacia spettacolare che in questi anni ha interessato e stupito il pubblico di tutto il mondo in molte occasioni. Museo itinerante, teatro di strada: un riuscito amalgama di attrezzature, costumi, grida, gesti, canti, manualità! L obbiettivo del gruppo era Intensamente storica! Il Comune di Gallio anche quest anno punta sulla cultura, la storia e l arte! Con un aggettivo assolutamente appropriato alla Mostra dell Archivio Dal Molin, intitolata Gallio, ieri e oggi, il Comune aprirà le porte della Sala Verde del Municipio dal 25 luglio al 23 agosto con orario di apertura dalle 16 alle 19 per proporre grandi novità! Un esposizione L antica arte di allevare e addestrare alla caccia gli uccelli rapaci, in special modo il falcone, animale che in passato occupava i blasoni nobiliari, verrà presentata nel Parco della Fratellanza a Gallio, sabato agosto alle 17.00, per il terzo anno consecutivo, grazie all ampio consenso ricevuto negli scorsi anni. Una giornata che sarà, non solo divertimento, ma anche conoscenza di un mondo, per certi versi ancora misterioso e molto affascinante. Infatti, esperti falconieri del Museo Ornitologico di Marostica, non solo daranno dimostrazione del forte legame che ancora oggi lega uomini e rapaci, ma anche una concreta possibilità per il pubblico di avvicinarsi al mondo dell ornitologia, con prove d addestramento in volo degli uccelli da preda e con laboratori didattico-creativi rivolti ai più piccoli. Pagina a cura del GOL quello di percorrere la strada esattamente opposta a quella dei musei etnografici: non la gente che va in visita ad un simulacro ben ricostruito delle tradizioni locali, ma le tradizioni locali che, ricostruite, rivissute, reinterpretate e rese concrete dal movimento e dall interloquire di personaggi, vanno in mezzo alla gente. Il nucleo fondatore del gruppo si è mosso ritrovando o ricostruendo i vecchi costumi, scovando le vecchie attrezzature (alcune sono dei veri e propri pezzi d antiquariato), ripristinando attraverso la memoria degli anziani, attraverso le stampe e altri strumenti di ricerca, i gesti e le grida tipici di alcuni mestieri riproposti. Finora sono stati ricostruiti e vengono esposti al pubblico durante le esposizioni 40 personaggi (artigiani e venditori) che avevano appunto come comune denominatore il posto di lavoro nelle vie e nelle piazze: Banditore, Fioraie, Lattara (lattaia), Dressare (intrecciatrici di paglia per sedie e cappelli), Moleta (affilatore di coltelli e altre lame), Stagnaro, Stramassaro (materassaio), Venditrice di aglio ed erbe aromatiche, Spazzacamini, Ombrellaro, Gelataio, Torniante, Veraro, Lavandare, Cuccaro.. e tanti altri. Ciascun personaggio è rappresentato singolarmente o in gruppo, in linea con quanto risulta dalla ricerca storica (ad esempio: gli Spazzacamini si muovevano con dei bambini piccoli e magri, il Moleta con un aiutante, l Impajacareghe con tutta la famiglia, e così via). Domenica 2 agosto, alle 17, dunque, il brio e l allegria dei figuranti vi condurranno in un mondo antico assolutamente da non perdere. Gallio intensamente storica Una mostra sul paese ieri e oggi che tratta il confronto tra quel che c era e quel che c è!, un suggestivo accostamento di colori e immagini, il bianco e nero e il colore, il vecchio e il nuovo, appunto ieri e oggi! Le immagini impresse sulla pellicola sono molto efficaci, rendono sempre più forte l emozione, un sentimento che cresce man mano che si entra nel silenzio assoluto della nuova sede in cui verrà posta la rassegna, un L occhio del Falco background più realistico proprio per avvicinare lo spettatore a quello che il nostro paese ha dovuto affrontare durante l orrore della Grande Guerra. Il Comune di Gallio si è, inoltre, contraddistinto per aver cercato di mantenere viva la memoria di questi avvenimenti storici, imprimendo sul terreno la traccia de Il Sentiero del Silenzio, di cui se ne potrà carpire il significato proprio insieme alla mostra Gallio, ieri e oggi, assaporandone passo dopo passo il connubio appunto, tra quello che c era e quello che c è! Ma soprattutto quello che vogliamo resti per sempre. La Memoria!. La mostra si snoda dunque tra passato, memoria e future generazioni, punto quest ultimo molto importante, si auspica, infatti, un grande afflusso di giovani, in modo che non sia solo un utopia, ma un attuale realtà! Torneo di scacchi, una mossa vincente! Dopo tanti anni d inattività scacchistica un gruppo di affiatati giocatori, ha deciso di riprendere l attività dilettantistica iscrivendosi alla Federazione dando vita al Circolo Scacchistico Altopiano dei Sette Comuni. L Ufficio Turistico di Gallio ha pertanto pensato di impiegare questa importante risorsa per organizzare diverse manifestazioni: l esordio è avvenuto lo scorso 19 luglio in Piazzetta Giardini, con una entusiasmante simultanea per bambini, riscontrando un notevole successo, in cui un gruppo ben fornito di 15 ragazzi si è battuto fino all ultima mossa contro Marco Baschirotto valido rappresentante altopianese. Il vincitore è risultato Alessandro Villanova del gruppo scacchistico di Luisana. Un altro importante appuntamento - commenta Vinicio Rigoni, vicepresidente del Circolo Scacchistico - si terrà domenica 26 luglio alle 16 in Piazzetta Giardini, in cui si potrà ammirare un confronto in simultanea con 25 sfidanti, appartenenti a diversi circoli scacchistici nazionali, che cercheranno di vincere contro l allievo del Grande Maestro Igor Efimov, Daniele Genocchio, che attualmente occupa la quarta posizione nazionale. Domenica 9 agosto, alle 11, dopo l ampio consenso riscontrato lo scorso anno, verrà proposto il II Palio di Scacchi Giganti, con la particolarità che i pezzi utilizzati, sono degli scacchi, fatti artigianalmente, di ben 90 cm di altezza! Il programma si aprirà alle 10 con uno spettacolo musicale bandistico e di majorettes a cura del complesso Bellini di Povolaro che sfilerà assieme agli sfidanti per le vie del centro, fino ad arrivare presso la Terrazza Comunale dove si terranno gli incontri. Infine, a conclusione di questa ricca rassegna scacchistica, domenica 23 agosto, alle 17, sempre alla Terrazza Comunale, si terrà l esordio del Trofeo Altopiano contro Villeggianti, le cui iscrizioni sono ancora aperte. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l Ufficio Informazioni Tiristiche del Comune di Gallio (Tel. & fax Incontri con Sveva Casati Modignani e Magdi Allam Nella meravigliosa cornice di Gallio prosegue, dopo diversi anni di grandi successi, la rassegna culturale degli Incontri con l Autore organizzata dal Comune di Gallio in collaborazione con la Libreria Giunti al Punto di Asiago. Domenica 26 luglio alle ore 17.30, nel nuovo Auditorium, la protagonista sarà Sveva Casati Modignani, scrittrice di fama internazionale, che presenterà il suo ultimo libro Il gioco delle verità : una storia di legami profondi e passioni intense in cui l autrice, attraverso il sofferto confronto tra due generazioni di donne, racconta come eravamo e come siamo. Ancora, sabato agosto alle ore 17.30, continuando le attività culturali degli Incontri con l Autore non poteva, anche per quest anno, mancare l appuntamento con il fondatore del Partito Protagonisti Per l Europa Cristiana, ex vicedirettore ad personam del «Corriere della Sera», Magdi Cristiano Allam. In tale avvenimento, l autore presenterà la sua ultima fatica: Europa Cristiana Libera, un opera in cui emerge l esortazione con cui Allam chiama a raccolta per difendere i principi che sostanziano la nostra civiltà (Verità e Libertà, Fede e Ragione, Valori e Regole), contro i pericoli che la insidiano dall interno.

10 ROANA In autunno il Tar deciderà il futuro dell amministrazione Prevista per il 22 ottobre la sentenza sul riconteggio delle schede elettorali In chiusura di giornale, è giunta la notizia che il Tar ha fissato per il 22 ottobre l udienza sul ricorso promosso dal candidato Davide Bolzon in merito alle ultime elezioni amministrative. L ultima tornata elettorale aveva visto vincere con soli due voti di scarto Valentino Frigo della lista Iniziativa civica Roana sullo stesso Bolzon della lista Insieme. L ex sindaco, per indagare su presunti brogli elettorali e schede contestabili, aveva promosso un doppio ricorso al Tar e alla Prefettura di Vicenza. Il 22 ottobre il Tribunale amministrativo regionale si pronuncerà sull ammissione o meno del riconteggio delle schede elettorali. La sentenza del Tar sarà inappellabile. «Siamo ottimisti - spiega il candidato sindaco Davide Bolzon anche perché l udienza è stata fissata in tempi brevi considerando le tempistiche ordinarie. Ora non resta che attendere il pronunciamento del Tar». Nel caso in cui in Tar dovesse pronunciarsi per il riconteggio, tutte le schede andrebbero ricontate e gli elettori potrebbero anche essere richiamati alle urne. In caso contrario la situazione rimarrebbe immutata e il sindaco Valentino Frigo, che ha già ricevuto la nomina, continuerebbe ad amministrare con pieni poteri. L.F.B. Un problema annoso che ha sempre trovato ostacoli etici ed architettonici Barriere anti-suicidio, se ne discute in giunta Ci proverà Valentino Frigo, neo eletto sindaco del comune di Roana, a mettere la parola fine alla lunga scia di suicidi che hanno funestato negli anni il ponte di Roana. L ultimo atto estremo, che ha portato alla ribalta l annoso problema, è stato messo in atto da Giuliano Zorzi il 13 luglio scorso quando dopo 3 ore di indecisione, alle ha deciso di porre fine alla propria vita gettandosi nel vuoto tra gli occhi increduli e le urla delle forze dell ordine e dei soccorritori accorsi. Un ponte unico nel suo genere, anche per le fattezze storico architettoniche che lo contraddistinguono. Ma proprio queste peculiarità sono state la causa dei numerosi insuccessi del tentativo di collocare barriere anti-suicidio sulla struttura. «Sono anni, anzi decenni, che si cerca di trovare una soluzione per il ponte spiega Valentino Frigo ed ora è giunto il momento di puntare l Altopiano 10 i piedi e trovare una soluzione condivisa. Mi sono fatto spedire dalla Provincia l ultimo progetto di cinque anni fa e martedì in giunta sarà affrontata la questione». Di progetti negli anni ne sono stati discussi parecchi, ma nemmeno uno stralcio è mai passato. «C è sempre stato qualcuno che si è messo di traverso racconta Mario Porto, sindaco del comune di Roana dal 190 al 195 e dal 2004 al ; per ben tre volte il problema è stato affrontato senza che si riuscisse a raggiungere un intesa condivisa. Ogni volta c era una motivazione diversa, sia etica che architettonica o ambientale. Credo che il problema non troverà una facile soluzione anche perché, chi volesse compiere l estremo gesto, lo farebbe comunque da un altra parte». «Rispetto la decisione, seppur tragica, di chi vuole togliersi la vita gettandosi dal ponte continua Valentino Soci e clienti della Cassa Rurale ed Artigiana di Roana anche quest anno hanno la possibilità di partecipare ai viaggi organizzati dal Consiglio di Amministrazione nei prossimi mesi. I viaggi organizzati dalla Cassa Rurale ed Artigiana di Roana sono diventati una tradizione che vede percorsi e mete interessanti, momenti particolari di svago e cultura, occasioni di unione e di amicizia. Si sa che la Cassa Rurale ed Artigiana di Roana è una Banca differente, con un bilancio non solo economico e finanziario, ma anche Sociale, in favore dei soci e del territorio in cui opera. Tra le finalità Frigo ma dobbiamo anche considerare i danni d immagine che questi gesti determinano per Roana. Oramai quel ponte è noto solo per i suicidi e non per le peculiarità storiche che lo caratterizzano». Anche sotto l amministrazione Bolzon il problema si era fatto sentire, anzi forse più forte che in altri tempi. «La Provincia aveva anche stanziato una quota parte insieme al comune di Roana e alla Comunità Montana per la posa di barriere anti-suicidio racconta Davide Bolzon, sindaco dal 1995 al 2004 ma in quell occasione la sovrintendenza ai beni culturali si era opposta e non se ne fece più nulla». Le soluzioni certo non sono mancate ma nemmeno i problemi a concretizzarle. Durante il primo mandato Bolzon erano stati installati dei pannelli in plexiglas che I viaggi sociali della Cassa Rurale non hanno superato le prove di stabilità. Pare che determinassero una sorta di vela, per il forte vento che soffia costantemente nella Val d Assa, che avrebbe potuto far crollare parte del ponte. Nemmeno il progetto di barriere in ferro battuto passò: troppo pesanti. I piastrini del ponte non avrebbero retto il peso, con il rischio di crolli, e nemmeno l ipotesi di ancorarle sotto alla struttura passò. In molti promossero la posa di grandi reti alla base del ponte, all altezza della sommità degli abeti sottostanti, ma anche questa soluzione fece la fine delle precedenti. Ora ci proverà il nuovo sindaco. Martedì la giunta affronterà la questione per mettere la parola fine ai suicidi dal ponte di Roana. Luigi Frigo Bettinado dello Statuto, è previsto espressamente lo sviluppo umano e culturale dei soci. E tra i numerosi e diversi ambiti di intervento sociali e culturali, c è anche l organizzazione di viaggi che sono stati sempre molto apprezzati e molto partecipati. Da ricordare negli scorsi anni i viaggi in: Russia, Tour del Portogallo, in Egitto, negli Stati Uniti a Parigi e Praga, oltre a mete più vicine, ma sempre attraenti. Per quest anno la Cassa Rurale ed Artigiana di Roana propone i seguenti itinerari: 1 giorno (12 sett.) a Ferrara, Comacchio e Abbazia di Pomposa con pranzo a base di pesce (gratuita per i Soci); giorni dal 26/09 al 3/10 Tour della Grecia con Meteore e Minicrociera Isole Saroniche (con prezzo ridotto per i Soci). I programmi dettagliati dei due viaggi potranno essere visionati sul sito internet o ritirati presso la Sede e le Filiali della Cassa dove si potranno chiedere informazioni in merito ed effettuare le eventuali iscrizioni. Benvenuti a Canove.. E l augurio espresso dai simpatici personaggi immortalati nella foto! Una coppia perfetta: distinto e baffuto lui, con tanto di gilet, papillon e bombetta, più casalinga lei con foulard e grembiule a fiori, questi due giganti di fieno se ne stanno lì pronti, all entrata del paese, ad accogliere con un saluto chiunque arrivi o passi per strada. L originale idea della Pro Canove è piaciuta subito, tanto che sono molti coloro che sostano vicino ai due pupazzoni per una simpatica foto ricordo. E loro se ne stanno lì, giorno e notte, felici di svolgere al meglio il loro dovere di accoglienza! S.B.

11 ROANA l Altopiano 11 Roana ha i suoi nuovi assessori Tensione e diffidenza: questa l atmosfera respirata in consiglio comunale. Le questioni di sempre, soprattutto urbanistica e gestione della Roana Servizi, al centro delle discussioni Prove tecniche di attività amministrativa nell ultimo consiglio comunale di Roana, con piccole aperture delle due parti consigliari per cercare qualche forma di dialogo. Un consiglio dove sono stati nominati gli assessori con le relative competenze, Insieme vinceremo la medaglia d oro della vita. E lo slogan che accompagna la Pedalata della solidarietà, appuntamento ormai fisso dell estate altopianese, programmata per sabato agosto. L invito a montare in sella per una buona causa arriva dal campione olimpico Enrico Fabris la cui immagine campeggia sui volantini che pubblicizzano la manifestazione e che sarà, come sempre è successo negli ultimi anni, in prima fila per questo importante appuntamento organizzato dall Associazione Malattie Rare Mauro Baschirotto di Longare alla quale andranno i proventi, impiegati poi per la ricerca scientifica. In memoria della piccola Angela, che una malattia rara ha strappato alla vita, ma in cui si è parlato di bilancio e si sono affrontate questioni urbanistiche. Un consiglio nuovo dove però sono emersi i problemi di sempre, si sono visti i soliti punti di tensione, l atmosfera di diffidenza che è proseguita là dove si era fermata con la precedente amministrazione. D altronde la questione delle irregolarità elettorali ha veleggiato nella sala consigliare per tutta la seduta e è emersa fin dal primo punto dell ordine del giorno in cui si approvavano i verbali delle sedute precedenti. Antonella Pedalata della solidarietà 2009 Con Enrico Fabris per la ricerca sulle malattie rare anche per continuare a dare un aiuto concreto a tanti altri malati rari dell Altopiano, come ad esempio Roberto, un altro giovanissimo del quale racconteremo la storia nel prossimo numero del nostro giornale. La pedalata non è solo raccolta fondi, è anche e soprattutto sensibilizzazione dell opinione pubblica sulle problematiche delle malattie definite rare quasi sempre caratterizzate da difficoltà diagnostiche e terapeutiche a volte insormontabili e tali da imporre un elevatissimo impegno ai malati, ai loro familiari e agli operatori sanitari. Questi dunque gli intenti con cui sabato agosto alle si partirà, in tanti si spera, dal piazzale del Consorzio fra i caseifici di Asiago per un percorso, facilmente pedalabile, lungo 25 chilometri che attraverserà Asiago, Canove, Camporovere, di nuovo Asiago con arrivo a Gallio, ai giardini davanti al Municipio. La quota di iscrizione, che si può effettuare anche poco prima della partenza, è di euro. In caso di maltempo, la pedalata verrà rinviata a domenica 9 agosto. Artemusica, ancora tanti appuntamenti Sarà che la musica può degnamente accompagnare le sere d estate, sarà che l associazione Artemusica ha confezionato anche quest anno un programma corposo ed eterogeneo, fatto sta che la prima parte della stagione concertistica iniziata il 13 luglio ha già registrato un notevole successo. Ma c è ancora molta carne al fuoco e non solo per le esibizioni sulle note di un pentagramma. Martedì 2 luglio alle 21 nella chiesa di Mezzaselva il prof. Davide Apolloni riproporrà un percorso suddiviso in quattro tappe, già sperimentato con successo lo scorso anno intitolato I martedì dell arte. Le pennellate musicali quest anno andranno alla scoperta di Andrea Mantegna, Piero della Francesca e Andrea Palladio. Un viaggio guidato che passerà anche da Roana il 4 agosto alle 21 nella chiesa Parrocchiale e nella sala Santa Giustina l 11 e il 1 agosto alle Aperitivo d autore è un altra rassegna inserita tra le attività culturali di Artemusica. Il 2 agosto alle l incontro letterario sarà con Ilaria Panozzo, la giovanissima autrice di Forte Corbin, una piccola guida scritta dalla figlia dei proprietari di una delle fortezze più estese e meglio conservate dell Altopiano. Quale migliore ambientazione per la presentazione del libro se non quella struttura della prima Guerra Mondiale, restaurata a partire dal 192? Last but not least la musica. La chiesa di Roana ospiterà lunedì 27 luglio alle 21 il concerto per clavicembalo e viola di Marco Vincenzi e Andrea Maini, docenti rispettivamen- Nicola Lamon te al conservatorio di Verona e Potenza. Ancora in chiesa, questa volta a Camporovere il 6 agosto con il concerto per voce e organo. Ospiti la soprano Sara Bino diplomatasi in canto lirico al conservatorio B. Marcello di Venezia dal quale è uscito anche Nicola Lamon, con il massimo dei voti e lode in organo, composizione organistica e in clavicembalo. Ma uno dei concerti più attesi dell intera stagione riguarda il violinista Fulvio Luciani che già lo scorso anno ebbe modo di incantare il numerosissimo pubblico accorso al Teatro Palladio di Cesuna. Stesso palcoscenico, ma accanto al violino, un antico strumento costruito da Lorenzo Storioni, quest anno ci sarà il pianoforte di Massimiliano Motterle, vincitore nella sua carriera di 21 tra concorsi nazionali e internazionali. L appuntamento con un duo straordinario e con Schubert è per sabato agosto alle 21. Per maggiori informazioni Giovanni Rattini Cocco, neo capogruppo di opposizione, ha chiesto di vederci chiaro sul discorso delle incompatibilità o ineleggibilità legate alla dichiarazione del sindaco Valentino Frigo che aveva una causa legale aperta con il Comune per una questione legata ad un taglio di alberi non autorizzato, causa poi lasciata cadere dai legali del sindaco solamente dopo la sua elezione. Il primo cittadino ha nominato la sua giunta che sarà composta dal vicesindaco e assessore al Bilancio e Finanze Carlo Stefani, da Luigi Martello che reggerà ancora l assessorato allo Sport, Cultura e Turismo, mentre Urbanistica, Opere Pubbliche e Trasporti vanno a Dario Frigo e Elvio Schivo riavrà i Servizi Sociali assieme al nuovo incarico dei Lavori Pubblici; ad Ezio Angius spetterà il Patrimonio, mentre Marisa Zotti avrà competenze su Ambiente, Ecologia, Energie Rinnovabili e Edilizia Privata. Capelli forti e giovani con Stemcell Therapy, il trattamento anti età a base di cellule staminali vegetali attive centro tricologico - infoltimento - extension - nano tecnologia Da sempre molto attento nella cura del capello, il Salone Anthony e Mara ha recentemente introdotto il trattamento cellulare anti-età per capelli. Con l innovativa tecnologia del trattamento cellulare Stemcell e la sua formula ricca di ingredienti preziosi, si apre una nuova strada per ritardare l incanutimento precoce e per la cura delle calvizie, grazie all estratto naturale di cellule staminali attive che favoriscono l autorigenerazione del bulbo, oltre che l azione anti caduta, attraverso la stimolazione del microcircolo cutaneo e del follicolo pilifero. Scopri come ringiovanire i tuoi capelli con l innovativo trattamento a base di cellule staminali vegetali attive, ti aspettiamo al Salone Antony e Mara in Piazzetta della Croce 10 ad Asiago, tel Salone Durante la discussione su una variazione di bilancio gli animi si sono nuovamente accesi per 47 mila euro destinati a coprire i debiti della Roana Servizi che l opposizione segnalava come l ennesimo esempio di cattiva gestione della società partecipata del Comune. Un accusa che l assessore al Bilancio Stefani non ha digerito chiedendo che l opposizione dica per intero la verità ovvero che la società perdeva oltre 150 mila euro quando l abbiamo ereditata dall amministrazione Bolzon, adesso le perdite sono dimezzate. Poi, ad animi più rasserenati, entrambe le fazioni hanno concordato che all interno della Roana Servizi ci sono delle competenze delegate dal Comune quali manutenzioni, abbellimenti dei paesi, opere di pulizia e di giardinaggio, che incidono molto sul bilancio per cui bisogna concepire un modo diverso di gestione. Infine tensione nuovamente alle stelle quando sono state deliberate due nuove lottizzazioni per quasi metri quadrati, una a Mezzaselva per metri cubi di edificato ed uno a Tresché Conca per quasi 2000 metri cubi di edificato di cui 600 metri cubi riservato a residenti. Per la votazione l opposizione ha abbandonato l aula. Il sindaco Valentino Frigo Gerardo Rigoni Piazzetta della Croce, 10 - ASIAGO - tel

12 El Gigi del Kubelek Vedi Napoli e poi Cesuna Il Rifugio Kubelek sta al Gigi, come Gigi sta al Kubelek. Sembra una formula matematica un po contorta, invece è solo un paradosso adatto a spiegare come il ristorante situato sul monte Zovetto e il suo gestore siano ormai due cose inscindibili tra loro. Gigi, al secolo Luigi Guida, classe 1951, è quel personaggio baffuto e leggermente scapigliato (niente a che vedere con gli aderenti alla corrente artistico-letteraria affermatasi poco oltre la metà del 100) che da tempo siamo abituati a veder trafficare attorno al grande focolare. Difficile quantificare i milioni di salsicce, costicine, fette di polenta e braciole che son passate su quelle griglie, leccornie capovolte magistralmente dalle sue esperte mani. Già dal cognome si evince che non è nativo dell Altopiano, la sua terra d origine è nel napoletano, precisamente Vico Equense. Giunse quassù nel 1973 all età di 22 anni, pochi soldi in tasca, un po di esperienza acquisita con impieghi stagionali a Jesolo e Abano Terme, ma tanta voglia di tirarsi su le maniche e lavorare. Cercavo un ambiente per mettermi in proprio confessa il simpatico ristoratore su un giornale lessi l inserzione che vicino ad una malga si affittava una baita. All inizio avevo un socio che poi liquidai, potevo disporre di 40/50 coperti perché gli spazi erano molto ridotti, tutto ruotava attorno al grande camino che fungeva pure da struttura portante dell intero edificio. Nel 1976 venne esposto all entrata il cartello Vendesi o Affittasi, dopo sei mesi nessuno si era fatto A misura d uomo è lo spettacolo letterario-teatrale che si terrà presso Forte Corbin nella giornata di sabato 25 luglio. Si tratta di un evento sperimentale organizzato dalla famiglia Panozzo, al quale seguiranno altri appuntamenti che coniugano il tema della Grande Guerra con pubblicazioni a carattere storico. La manifestazione Il Kubelek in costruzione avanti, quindi versai 1000 lire di caparra e aprii un mutuo per avere il resto della somma necessaria all acquisto. Erano anni di sacrifici, ma adottammo sin da subito la politica delle portate abbondanti al prezzo giusto, senza variazioni stagionali. La clientela cominciò ad affezionarsi, a tornare volentieri per una grigliata; mi piace sottolineare la continuità data da quei bambini che salivano a mangiare con la famiglia, oggi sono adulti e ci vengono in compagnia dei coetanei, è un ciclo che dà soddisfazione. Il turismo invernale, poi, era meno esigente di oggi, queste nostre piste situate vicino ai centri di pianura erano prese d assalto da molti sciatori, sia nei weekend che per le settimane bianche. Oggi invece si preferisce fare tre ore in auto per andare sulle nevi dell Alto Adige e Lombardia. I tempi cambiano. I tempi cambiano ma il Kubelek è sempre qua, periodicamente si aggiunge qualcosa, si amplia la capienza, è rimasto ben poco di quel primario rifugio sulla cima del monte. Teatro al forte Corbin In scena A misura d uomo vedrà Loris Rampazzo impegnato nella recitazione e rilettura di alcuni brani tratti da opere di Rigoni Stern, Lussu, Zanzotto e Pavese, il tutto accompagnato dal sottofondo musicale di due flauti. Rampazzo è un giovane attore e scrittore, già diplomato all Accademia Teatrale Veneta, laureando in linguaggi e tecniche di scrittura presso l Università di Padova. A misura d uomo è una riflessione ad alta voce- afferma l artista- una riflessione che prende il via dalle radici dell uomo: una terra, una casa, un paese d origine. E dall origine di ogni uomo alla scoperta della propria essenza. Un essenza smarrita. Nella scommessa più crudele, persa in partenza: la guerra. La creatura più mostruosa a cui l uomo abbia mai potuto pensare finisce per annientare il suo stesso artefice. Ci si ritrova sconfitti, in esilio da se stessi a dall origine. Smarriti e frastornati. Poveri dentro. L inizio della rappresentazione è previsto per le ore G.D.F. l Altopiano 12 Quando acquistai il locale, proprietaria era Gabriella Rigoni da Camporovere, imparai ad usare il badile e la cazzuola, per risparmiare molti lavori andavano fatti in proprio. Quindi allargammo la struttura andando per stadi, con la veranda, le stanze per l abitazione, fino alla grande nuova sala che ha portato la capienza a 400/500 posti. La vostra azienda, nonostante il numeroso personale, si può ancora considerare a conduzione familiare. Camerieri, cuochi e addetti alla pulizia sono necessari per sveltire il lavoro, cosa molto importante in questo settore è non far attendere il cliente oltre il lecito. Ma è vero, tutto gira intorno alla famiglia, con i miei tre figli e la moglie Rosa a supervisionare e lavorare a fianco dei collaboratori. Un po di nostalgia per quel grande focolare però è rimasta. È naturale, mi ci sono affezionato. È una istituzione e lo considero la mia fossa dei ricordi, gli devo molto ma gli ho anche dato tanto. C ho passato gli anni là sotto ed è anche l unico manufatto rimasto della struttura iniziale, oggi è giusto che quel braciere aperto sui quattro lati si goda la meritata pensione, scaldando chi gli si siede accanto per un caffè o un digestivo. L azienda Guida sembra non sentire la crisi, quell inflazione che negli ultimi anni costringe le famiglie a limitare le spese superflue. Quassù non vengono a pranzare solo gli altopianesi residenti o i villeggianti proprietari di seconde case. Ho clienti affezionati da fuori provincia e pure dalle regioni confinanti col Veneto. Certo il panorama che si gode dal monte Zovetto ha i suoi meriti, tant è che prima o dopo mangiato viene naturale far quattro passi nei paraggi del ristorante. E Gigi ha il tempo per le passeggiate? Per carità! Con tutto quel che ho da fare: la legna da tagliare, preparare la carne ogni giorno. D inverno con la neve bisogna tener sempre la strada percorribile, e poi la tenuta a Pramaggiore dove produciamo il vino. No, troppi impegni. Piuttosto aspetto i periodi di bassa stagione per ricaricare le batterie andando qualche giorno al mare. Mentre Gigi apre al Giornale i suoi ricordi, qualcuno dalla cucina lo chiama a gran voce, d un tratto per le chiacchiere non c è più tempo. Si avvicina mezzogiorno e dal camino l odore di maiale abbrustolito già cala sul grande parcheggio per le automobili. Sarà il profumo invitante, sarà l aria salubre e frizzante che accarezza questi pascoli, tutto concorre a stimolare un certo appetito. Il baffuto cuoco è già sul braciere ad alimentare il fuoco, lancia a voce tonante qualche anatema comprensibile solo al personale di sala, i camerieri affrettano il passo senza scomporsi più di tanto. Fà tutto parte del gioco, e agli ospiti sembra far piacere, un po di coreografia non guasta mai. G. Dalle Fusine

13 l Altopiano 13 L alfabeto per leggere il mondo: la forza e il gusto delle parole di don Marco Pozza Una parola - rubata alla britannica lingua - quegli adolescenti conoscono bene, pronuncia compresa: cool. Parola che si dice per apprezzare, convalidare, esprimere una conferma. Trasportata nella lingua italiana è emblematico il risultato: fresco. L unica caratteristica concessa alle azioni umane e, forse, anche alle parole: non possono mai permettersi d essere calde o di mantenersi calde. Sono appetibili finchè rimangono cool ed essere tali significa essere ok. Che le parole riscaldino significa ammettere la loro identità d ammaliatrici e muse, di seduttrici e guerriere, di streghe, poetesse e incantatrici. Il loro potere di coinvolgere e sorprendere. Se sono così non sono fresche, quindi non sono cool e, di conseguenza, non sono ok. Ma nemmeno entusiasmano. Lo studioso Ignacio Ramonet ha calcolato che negli ultimi trent anni siano state prodotte nel mondo più informazioni che nei cinquemila anni precedenti, mentre un solo numero domenicale del New York Times contiene più informazioni di quante ne poteva consumare un erudito del Settecento in tutta la sua vita. Straziante la conseguenza: fiumi di parole hanno anestetizzato il potere della parola che - moltiplicata, clonata e svuotata - è diventata cool. Nel nostro percorso emerge subito un ostacolo da rimuovere per far esplodere la pienezza dell essere giovane: oggi le parole pronunciate o digitate non raccontano più il viaggio della scoperta spirituale. Parlano ma non comunicano, scrivono ma non creano, chiacchierano ma non scavano. Basti pensare ai tanti slogans e frasi fatte di cui ogni giorno facciamo nervosa esperienza negli autobus, nella metro, lungo le vie di paese. O di città. Il malessere del senso comune ha straripato anche nel campo della razionalità e dell interiorità: impoverendole. Ma l offesa e lo sprezzo della parola crea disagio alla Parola. Dal mio piccolissimo osservatorio temo che anche il discorso sulla comunicazione della fede non sia estraneo a questa osservazione. E mi perdoni il mio lettore s avverto un po di svolazzante verità nelle parole di quell anonimo curato reso celebre dalla penna di George Bernanos: La parola di Dio! È un ferro rovente la parola di Dio. E tu che la insegni vorresti pigliarla con le molle per non bruciarti, non la afferreresti a piene mani? Lasciami ridere: un prete che scende un po ringalluzzito ma contento dal pulpito di Verità, con la bocca a culo di gallina, non ha predicato, ha fatto le fusa se mai ( ) Dico soltanto che quando per caso il Signore mi cava fuori una parola che è utile alle anime, la capisco dal male che mi fa ( Diario di un curato di campagna ). «Fare le fusa» è diverso da «parlare»: la prima addormenta compiacendo, la seconda infastidisce dispiegandosi. Perché la parola risveglia, provoca, fa nascere. Interpella, scuote, accende la creatività, spalanca gli orizzonti, dischiude i passi. Mette in piedi. Non sarà un caso se pure l Eterno un giorno si decise ad usare la parola per comunicare Se Stesso: altissima dignità a conferma di un altissima potenzialità. E il Figlio dell Uomo s aggrappò pure alla parola per rimettere in piedi esistenze smarrite. Parole piene, traboccanti, tuonanti. Di quel tuono che saetta fiamme di fuoco, scuote la steppa, scuote il deserto di Kades, fa partorire le cerve e spoglia le foreste (Sal 29). Parole che raccontavano di un viaggio interiore. Oggi tanti mostrano la necessità di una nuova forma di catechesi. Salvo poi scoprire che i campanili sono muti e alla loro ombra gracchia ancora quella forma di catechesi messa alla berlina dal convertito francese Charles Peguy: siamo stati obliterati, annullati, intontiti, abituati, smussati da anni e secoli, da generazioni di catechismo, d insegnamento, più o meno ecclesiastico, generalmente universitario, generalmente scolastico ( Getsemani ). Non si spiegherebbe altrimenti la stanchezza mesta che s avverte di fronte a parole fulminanti come Dio, Cielo, Eternità. Trinità, Incarnazione, Giudizio Universale. Vangelo, Scrittura, Ascesi. Quaresima, digiuno e astinenza. Virtù, precetti e opere di misericordia. Conversione, pentimento, innamoramento. Sacro Cuore, Immacolata, Pentecoste. Peccato e desiderio. Parole sintesi che faticano a trattenere il Mistero stesso. Eppure ai tempi di Cristo le medesime parole sciolsero cuori restii alle fusa: quello del centurione romano, di Nicodemo, di Zaccheo. Della moglie di Pilato, di peccatori e demòni. Se la fonetica o il timbro della voce possono cambiare, è la passione che sveglia, risvegli a, innalza. E l esempio della conchiglie che le onde trasportano sulla riva del mare: non parlano ma riallacciano tra di loro echi lontani e conquistano gli occhi infanti. Per Karl Rahner è proprio questa la differenza: tra le parole che sono come farfalle morte, infilzate nelle vetrine dei vocabolari, e le parole viventi, che esistono da sempre che quasi per miracolo, rinascono continuamente [ ] lasciano trasparire l infinita gamma della realtà, simili a conchiglie dentro le quali risuona il vasto mare dell infinità. Sono esse che ci illuminano e non noi ad illuminarle [ ] sono doni di Dio e non invenzioni umane, anche se è grazie alla tradizione degli uomini, che sono potute giungere sino a noi. Le chiese si svuotano. Ma le piazze si riempiono. Forse che in piazza s intercettano ancora parole che richiamano - a modo loro - il mistero? Parole come fiori, notte, stella e giorno, radice e fonte, vento e sorriso, rosa, sangue e terra, fanciullo, bacio, fulmine, respiro, quiete? Parole che custodiscono quella frequenza eterna di desiderio che ancora riesce a penetrare nell abisso del cuore facendo sì che l uomo tenda l orecchio all Eterno. Queste parole - delle quali la comunicazione di massa e il mondo pubblicitario dimostrano di tenere meravigliosa e sublime padronanza - faticano a trovare spazio dentro le cattedrali della liturgia e del pensiero. Sono viste con sospetto perché non definibili, non ammaestrabili, passibili di ulteriori balzi. Evocatrici di bellezza. E la fuga della teologia dalla bellezza ha lasciato come traccia l incapacità di parlare di quella Verità che non attrae più. Perché non tocca il cuore. E l esperienza a raccontarcelo. Basti pensare a quello stuolo di manager che d estate vanno a rinchiudersi nel silenzio dei monasteri di clausura; a quei giovani che, zaino in spalla e vesciche nei piedi, s incamminano sotto la canicola d agosto verso Santiago de Compostela, la comunità di Bose, l Eremo delle Carceri di Assisi, la comunità di Taizè alla sudata ricerca di parole aprenti, ospitanti, bibliche. O a tutti quegli adolescenti che, ignari, chiedono un giorno intero di deserto nei campeggi estivi delle parrocchie. Manager, giovani e adolescenti cercano quello che l ombra del campanile - o del Cupolone - dovrebbe offrire nel quotidiano come segno e anticipo della sua novitas. Eppure in questi luoghi silenziosi il trucco non gode di diritti d autore ma si offre a chi è interessato: sono parole che nascono in ginocchio e che chiedono il prezzo del raccoglimento. Sono versi di Scrittura nuda, frasi ripetute - magari al tocco di una cetra, di un violino o dell arpa -, silenzi preparati, parole calate dal Cielo senza interferenza. E si esce unificati : il puzzle è ricomposto. O, almeno, c è traccia di possibilità. Non per nulla una delle cause che qualcuno adduce per parlare dell irrilevanza del cristianesimo oggi è proprio l insignificanza del linguaggio cristiano. E dei suoi simboli che hanno perso il potere di trafiggere l anima: di rendere inquieti, ansiosi, disperati, gioiosi, estatici, recettivi nei confronti del significato. Spicca l esempio del Gesù dalla voce gentile, emaciato, sentimentalizzato, la cui immagine è appesa nelle aule di catechismo e nelle pareti laterali delle chiese. Questo Gesù non ha nulla da dire ai forti della nostra epoca. Ma, al di là di questo, la parola Gesù non comunica più nel profondo. E diventata incomprensibile. Come oggi in troppi oratori: una parola del Vangelo - semplice per natura tanto che la devono intendere pure i bambini - la si riveste di un bans stile associazionismo. Il bans lo si spiega attraverso un disegno. Il disegno lo si anticipa con una spiegazione. La spiegazione viene subito dopo l introduzione che, stranamente, parte sempre da sponde lontane di misticismo più o meno ortodosso. Il tutto per paura che la Parola sia di difficile interpretazione: cioè che lo Spirito Santo abbia bisogno di interpreti. E così si passa una vita a sgomitolare tutta questa matassa per scoprire il Vangelo a due passi. E non aver avuto il tempo d entrarci. Peccato fosse la Buona Novella unificatrice, le cui parole - rammentava Sergio Quinzio - vanno ascoltate, da chi può ascoltarle, d impeto, nella loro totalità, senza analisi interminabili, attraverso le quali mai la Maddalena sarebbe andata a Gesù ( Cristianesimo dell inizio e della fine ). Ma come ritrovare il sapore della parola, anche di una sola parola che come un semplice punto aiuti a comprendere l infinito? Stupisce e accende la riflessione che la perdita di sapore delle parole - e della Parola - coincida con un dis-innamoramento della lettura e dello studio della letteratura e della poesia. Sembrano un po i tempi della Repubblica di Platone: per i poeti e gli artisti non c è posto. E l accusa è sempre la stessa: a che serve perdere tempo a giocare con le parole? La letteratura nasconde una potenza enorme: quella di concentrare in una rima, in una sillaba, in un muto accento interi tratti dell esistenza. Marcel Proust paragonava la letteratura ad uno strumento ottico che permette al lettore di sviluppare delle fotografie scattate giorno dopo giorno che forse, senza il libro, non avrebbe mai osservato. La nostra vita come una collezione di lastre oscure da sviluppare. Ecco la creativa possibilità di uno scrittore che scatena in noi nello spazio di un ora tutte le possibili gioie e sventure che, nella vita, impiegheremmo anni interi a conoscere in minima parte. Come i suoi pomeriggi passati sotto la pergola a leggere libri che contenevano più avvenimenti drammatici di quanti non ne contenga, spesso, un intera vita ( Alla ricerca del tempo perduto, I, La strada di Swann ). Pure la Scrittura è un prezioso testo di letteratura. Al quale s aggiunge il di più datole dalla Provenienza verticale: lo Spirito è creativo e all opera nel mondo. Essere cittadini del Vangelo significa essere ciechi, zoppi, ricchi epuloni e prostitute, pescatori e notabili, scribi e farisei nel medesimo istante perché la lettura del testo legge la tua vita, la coscienza di chi legge è parte integrante dell opera. Cosicchè anche un opera apparentemente atea possa divenire tale in quanto stimola la ricerca in chi la frequenta: quello che attraversiamo ci cambia. Ecco perché - accettata la faticosa abitazione e in-abitazione della Parola - riuscirebbe ad incantare pure giovinezze distratte e apparentemente disinteressate. Perché tra i suoi sentieri scoprirebbero l alfabeto per leggere il mondo: la grandezza di un capolavoro che dice brutalmente e senza contraccettivi la nuda verità della vita e della morte, l eros e la violenza, l incanto e il sapore di cenere, l altezza cui possono arrivare gli uomini salendo al di sopra di se stessi fino a scorgere un Dio che li trascende, li sorregge o li annienta. E la bassezza cui quegli stessi uomini possono giungere. Liberate le parole! Per poter tornare a viaggiare «su ali d aquile» (Es 19,4) (nel prossimo numero I giovani e il tempo)

14 ENEGO Grande afflusso al Sacello di Monte Frizzon Un appuntamento molto sentito quello che nella 3^ domenica di luglio anima la chiesetta e i bei prati verdi di Monte Frizzon a Enego: la commemorazione del dei caduti e dispersi in guerra. L oratorio di Frizzon, che nasce da un voto fatto nel 137 dagli abitanti, in seguito alla peste che l anno prima aveva sterminato la contrada, è divenuto nel tempo un piccolo sacrario, che raccoglie le spoglie ed il ricordo di circa 00 fra caduti e dispersi nella tremenda e suicida campagna di Russia, svoltasi nel corso dell ultima guerra mondiale. Una giornata dedicata al ricordo, che ha raccolto centinaia di persone, che fin dalla prima mattinata hanno affollato la contrada di Frizzon, un folto pubblico che tuttavia è stato ben coordinato dalla polizia locale e dalla protezione civile di Enego, che hanno inoltre organizzato bus navetta dalla piazza del paese a Frizzon. Come ogni anno, sono stati presenti alla commemorazione: i sindaci dei paesi della Provincia di Vicenza, e i rappresentanti della Comunità Montana dei 7 Comuni. Notevole la partecipazione istituzionale da parte dei sindaci delle provincie di Belluno, Padova, Vicenza, oltre una ventina, e dei presidenti delle sezioni ANA; inoltre hanno raccolto l invito l Assessore alle Politiche sociali della provincia di Vicenza Maria Nives Stevan, l euro parlamentare Mara Bizzotto, il Presidente provinciale dall associazione nazionale delle famiglie dei caduti e dei dispersi in guerra: A.N.F.C.D.G. Cav. Gaetanello Meggiorin, e non è mancato l apprezzato intervento di Gianni Rigoni Stern figlio dell indimenticabile e amatissimo Mario, che visse in prima persona la campagna di Russia, lasciandoci nei suoi romanzi le cronache sempre vive e commoventi di quei disperatissimi mesi nell inferno russo. Il saluto di apertura lo ha tenuto il sindaco di Enego Igor Rodeghiero, emozionato nel vedere tanta partecipazione da parte delle famiglie dei dispersi, ma anche delle istituzioni, e di molta gente che ritiene comunque doveroso e utile tener viva la memoria storica. Rodeghiero ha quindi ricordato l importanza di non dimenticare nemmeno l impegno nel sociale, ognuno come può, le amministrazioni stesse, come possono, dando vita ad azioni più che a parole. S.S. Anche quest anno il club Ghenebe 4x4, in collaborazione con il Comune di Enego, offre ai turisti, per tutto il mese di agosto, nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì, un servizio navetta a bordo di confortevoli fuoristrada 4x4, guidati da istruttori della Federazione Italiana fuoristrada, per scoprire alcuni angoli caratteristici del comprensorio eneghese. Istruttori qualificati che accompagneranno gli escursionisti in suggestivi itinerari che avranno come scopo la conoscenza del territorio, sotto il punto di vista storico, naturalistico e culinario. Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, gli organizzatori hanno ritenuto opportuno proporre due nuovi itinerari: forte Coldarco che è stato da l Altopiano 14 In 4x4 tra boschi, storia, tradizioni e prodotti tipici poco messo in sicurezza, per scoprire come erano le fortezze della Grande Guerra; Valgoda e Godeluna, per rivalutare ed apprezzare le antiche contrade, un tuffo nel passato per riscoprire gli antichi modi di vivere in quei luoghi a picco sulla Valsugana. Naturalmente restano come proposte, dato il successo della passata estate, l itinerario di forte Lisser e la Strada degli Alpini. Si raggiunge il vecchio forte attraverso la strada militare, un luogo bellissimo che offre un panorama a 360, che spazia dall Altopiano alle Dolomiti fino a mostrare la Laguna. Con visita guidata si potrà ammirare l architettura militare di questo baluardo della prima guerra. Su strade silvo pastorali si raggiungeranno Mga Campetti, Chempele e Mga Primo Lotto dove si potranno fare ghiotti assaggi di formaggi e salumi. Infine l itinerario Strada degli Alpini ancora una volta, ancora di più, un percorso nei luoghi della Grande Guerra. Malga Fossetta, sacello degli alpini, piaz- zale Lozze, senza tuttavia rinunciare ad una sosta in malga per un delizioso assaggio di bontà locali, e a scattare qualche foto alle simpatiche marmotte. Per chiunque sia interessato è comunque a disposizione il numero: Stefania Simi Domenica la 50 Cup Trophy Wanni Zarpellon, instancabile e vulcanico presidente di Ghenebe 4x4, oltre agli itinerari in fuoristrada, quest anno propone per la seconda volta, la 50 Cup Trophy. Domenica prossima 26 luglio, partiranno da Enego circa 10 equipaggi, e spaziando in tutto il territorio altopianese, per ore, questo il tempo a disposizione, tali equipaggi dovranno scovare e fotografare 50 punti precisi, punti a cui dovranno giungere utilizzando i gradi di longitudine e latitudine forniti dall organizzazione. Una sorta di orienteering che Zarpellon ha ideato circa quattro anni fa quando organizzò la prima edizione della 50 Cup. Un iniziativa divertente ed intelligente che propone un modo alternativo di conoscere e vivere la montagna. Al fronte con Paolo Monelli, una mostra su i luoghi e i volti de Le scarpe al sole Sabato 1 luglio scorso, a Enego, a cura dell assessorato alla cultura, è stata inaugurata la mostra fotografica su Paolo Monelli dal titolo al fronte con Paolo Monelli, Valsugana - Lagorai Ortigara, i luoghi ed i volti de Le scarpe al sole. Una mostra ideata da Pino Ielen, Luca Girotto, Fulvio Alberini e Massimo Libardi, dell Associazione Storico Culturale della Valsugana Orientale e del Tesino di Borgo Valsugana, che con la loro passione ed il continuo lavoro, hanno scoperto per caso queste foto, nel sito della biblioteca statale Baldini di Roma, riuscendo, cosa fondamentale, a catalogarle. L inaugurazione a cui le voci del coro la Rondine Enego hanno dato una giusta atmosfera, è stata particolarmente interessante proprio perché i protagonisti di questa incredibile scoperta hanno raccontato la loro avventura, non trascurando naturalmente di presentare Paolo Monelli, scrittore e grande reporter del 900 e autore di quello che viene definito come una pietra miliare della letteratura sulla grande guerra che è appunto Le scarpe al sole. Una fantastica ed emozionante mostra fotografica, che espone gli scatti, la gran parte dei quali ancora inediti, che Paolo Monelli, fece dei luoghi e dei commilitoni che lo circondarono durante i duri anni della 1^ guerra mondiale, che lui combatté, con i gradi di ufficiale, fra i paesi della Valsugana, le cime trentine del Lagorai e l Ortigara. La mostra è stata presentata per la prima volta, lo scorso novembre, presso lo spazio Klien nel municipio di Borgo valsugana, fino al 16 agosto prossimo invece, sarà visitabile ad Enego presso la Palazzina Turistica con orario sabato e domenica anche la mattina dalle 10 alle 12; una ghiotta occasione per gli appassionati di storia ma non solo. Chi è stato infatti semplicemente lettore del libro di Monelli, Le scarpe al sole, qui troverà tutte quelle immagini, quei volti, quei luoghi e situazioni che l abile scrittore ha descritto nel suo libro, coinvolgendo anche il fruitore meno appassionato. Per chi non ha mai letto il libro è un invito a scoprirlo, chi invece l ha già fatto, potrà rileggerlo e riscoprirlo, confortato finalmente nel poter dare un volto ed una collocazione a tanti nomi e a tanti episodi. Molti luoghi e persone hanno trovato un nome, finalmente ciò che è raccontato nel libro, in forma di diario, è visibile, prende la forma di tante meravigliose immagini. Una mostra che ha dello straordinario e che merita quindi una visita, oltre 200 immagini bellissime, tra le quali anche foto che ricordano i tragici 20 giorni sull Ortigara del 17, una battaglia sanguinosissima e tremenda alla quale Monelli partecipò con il Battaglione di skiatori Monte Marmolada, battaglione che venne definitivamente sciolto nel dicembre del 17, per le enormi perdite subite proprio qui in Altopiano. Infine è da ricordare che, tra le serate storiche organizzate dal comune di Enego, per questa estate 2009, quella di giovedì 30,sarà a cura di Luca Girotto, e avrà come tema proprio Paolo Monelli e le battaglie tra Lagorai e Ortigara, in cui si trovò coinvolto tra il 1916 ed il 191. Restando sempre nell ambito del primo conflitto mondiale, Venerdì 30 luglio, sempre a Enego, alle 21.00, andrà in scena la rappresentazione teatrale Mato de Guera un monologo interpretato da Gigi Mardegan. Stefania Simi

15 l Altopiano 15 Rifiuti: la raccolta va migliorata Comune di Asiago ed Etra concordano nuove azioni per ottimizzare il servizio Avranno forse voluto dire stop all abbandono incontrollato dei rifiuti coloro che hanno buttato nel cassonetto della fotografia il segnale stradale? Ne dubitiamo, visto che i responsabili dell atto di vandalismo devono essersi stupidamente divertiti nel prelevare il cartello e gettarlo nelle immondizie, dopo aver anche dato alle fiamme due vicini contenitori per l umido e il secco. Ma che ci sia bisogno di dare un freno all imperversare di pessimi comportamenti nel disfarsi di cose che non servono più, lo testimoniano le numerose foto che abbiamo ancora una volta scattato in diverse zone del territorio. Sembra che improvvisamente tanta gente si sia accorta di avere in casa una montagna di roba inutilizzata da buttare via. Nei pressi di cassonetti per la raccolta di materiale riciclabili si vede di tutto: materassi, gomme d auto, sedie e mobili vecchi, ciclomotori, elettrodomestici, ombrelli, passeggini e un sacco di altre cose. E il servizio per il ritiro degli ingombranti? Possibile che ci sia ancora chi non ha capito che lo si può richiedere gratuitamente? Probabilmente c è ancora troppa gente che trova più facile abbandonare i propri rifiuti sul territorio, deturpando ciò che è di tutti, basta vedere anche i molti scatoloni di cartone che invece di essere ripiegati e posti negli appositi contenitori vengono abbandonati ai lati dei normali cassonetti. Avrebbe il suo bel daffare qui l assessore all ambiente di un paese del trevigiano passato alla ribalta delle cronache per aver riportato a una famiglia di suoi concittadini il divano vecchio che avevano abbandonato vicino ad un cassonetto delle immondizie, invitandoli a smaltirlo correttamente, dopo aver anche pagato una multa. Certo non si può negare che quanto si è visto recentemente in Altopiano richieda una presa di posizione anche da parte di amministrazioni comunali e gestori del servizio e che un miglioramento dei sistemi di raccolta sia urgente e necessario, e infatti nei giorni scorsi il Comune di Asiago ha chiesto un incontro con Etra per provvedere all ottimizzazione del servizio, alla luce anche delle esigenze espresse da più parti. I recenti disservizi relativi al sistema di raccolta differenziata dichiara l assessore Ivan Baù - sono stati prontamente affrontati. Il passaggio all alta stagione turistica ha comportato l accumularsi di rifiuti in alcune isole ecologiche. Abbiamo chiesto ad Etra di provvedere prontamente ridefinendo i cicli di raccolta e migliorando la comunicazione anche in vista dell arrivo del picco turistico che comporta un aumento notevole della produzione di rifiuti. La popolazione sta reagendo bene alle regole di separazione dei rifiuti, anche se si raccomanda di cercare, per quanto possibile, di conferire all interno degli appositi contenitori. Stiamo inoltre studiando un Ecocentro che funzionerà da valvola di sfogo per quei rifiuti, anche ingombranti, che oggi è più difficile conferire. Ricordo comunque che telefonando al numero verde di Etra è possibile prenotare la raccolta a domicilio degli ingombranti e che il servizio è gratuito. Dopo pochi mesi abbiamo riscontrato una diminuzione del secco del 30% ed ora faremo il possibile per ottimizzare il sistema, che certo non è perfetto continua Baù ma ci ha permesso di mantenere la tariffa invariata anche per quest anno. Provvederemo fin da subito al dialogo con quelle categorie economiche che hanno segnalato l esigenza di modificare alcuni aspetti. Sono sicuro che Asiago e l Altopiano, anche con una realtà turistica così complessa, sapranno vincere questa sfida ambientale. Silvana Bortoli Ecco le azioni più importanti concordate da Etra e Amministrazione comunale di Asiago Svuotare più frequentemente i contenitori dei rifiuti differenziati, in particolare nelle zone centrali dove si riempiono più velocemente. Effettuare sopralluoghi di verifica in tutto il territorio per garantire un intervento tempestivo in caso di abbandono di rifiuti e offrire contestualmente informazioni relative all organizzazione del servizio, raccogliendo segnalazioni o suggerimenti dagli utenti. Intensificare, soprattutto nei fine settimana, il servizio dell addetto allo svuotamento dei cestini e la pulizia del territorio. Poiché i rifiuti abbandonati attorno alle campane sono spesso i cosiddetti ingombranti, saranno avviate iniziative per informare i cittadini sulla disponibilità del ritiro gratuito a domicilio su prenotazione (n. verde ). Sarà infine attivato un servizio di raccolta per verde, ingombranti ed elettrodomestici attraverso un cassone che verrà posizionato in base a un calendario da concordare nei prossimi giorni. Il decoro urbano e la comodità di conferimento dei rifiuti rappresentano delle priorità per Etra dichiarano dalla società pubblica che gestisce il servizio su incarico del Comune. - Perciò si è discusso anche sugli orari di esposizione dei rifiuti. La definizione dell orario ottimale è una questione complessa, poiché il gestore deve tenere conto delle esigenze, non sempre coincidenti, di molteplici interlocutori: dai negozi agli alberghi, dalle famiglie agli uffici. Per quanto concerne i rifiuti raccolti con il servizio porta a porta presso le utenze non domestiche del centro, la soluzione individuata,di concerto con l Amministrazione comunale, è il passaggio per la raccolta alle 9, in modo che gli esercizi commerciali e le altre attività possano esporre i rifiuti la mattina stessa, evitando così l accumularsi di rifiuti alla sera lungo le aree pedonali. Tutte le utenze saranno tempestivamente informate di questa soluzione da incaricati di Etra. Il progetto di riorganizzazione della raccolta differenziata punta nel complesso a caratterizzare l Altopiano di Asiago come una comunità dalla grande sensibilità ambientale e dal forte impegno nella riduzione degli impatti ambientali, a cominciare da quelli generati dai rifiuti- conclude Stefano Svegliado, Presidente di Etra- I primi risultati sono incoraggianti. Il dialogo e il confronto continuo consentiranno di perfezionare gli ultimi dettagli. S.B.

16 l Altopiano 16 Produrre buon formaggio un arte! GASTRONOMIA A malga Porta Manazzo con Toni Rodeghiero, malghese e produttore pluripremiato, per scoprire tutte le fasi della lavorazione con cui nasce l inimitabile stravecchio di malga Innanzitutto, nell ordine, gli elementi basilari del complesso malga: i pascoli, le pozze d alpeggio, i malgari, il casaro e le bestie. (Tutte le operazioni da podio corredate di breve spiegazione, vanno lette come in un film). Il latte viene munto due volte al giorno. Quello della sera, viene versato e lasciato a riposare negli appositi contenitori di acciaio, quindi scremato dalla parte grassa, per fare il burro. Il latte munto al mattino, viene invece utilizzato intero e unitamente allo scremato della sera prima, messo nella caldiera, dove viene riscaldato fino a 3. Ai circa 400 litri lavorati alla volta, viene addizionato il caglio (un piccolo misurino sciolto in un litro d acqua). Subito si forma la cagliata che viene rimescolata col triso o spino (una volta era fatto di un ramo di pino, ora d acciaio), fino a ridurne la grana a un chicco di riso, quindi lasciata riposare per 20 minuti. La caldiera viene di nuovo riscaldata a 4 e la cagliata rimescolata e lasciata a maturare per altri 20 minuti. La massa viene infine raccolta e composta a mano e tagliata col filo, in 4 parti, perchè questa è la proporzione: 100 litri di latte corrispondono ad 1 forma di formaggio. Il casaro, che si affida all istinto e all esperienza di anni per produrre formaggio, (in questo caso, tanti...toni ne ha 0!), valutando la temperatura e l umidità dell aria e tutte le variabili note a lui solo, abilmente raccoglie le 4 parti della cagliata e le deposita nelle fascere, che ricopre con una rete (oggi sintetica, una volta, di crine di cavallo intrecciato). Le 4 fascere vengono quindi impilate per favorire la fuoriuscita del liquido in eccedenza e poi lasciate a scolare, per circa 20 ore. Nel frattempo, vanno eseguite a mano, quotidianamente, le operazioni di salatura delle forme collocate in una zona apposita ed areata; di girata delle forme poste sui bancali di invecchiamento, onde prevenire muffe oltre alla lavatura a mano delle forme. Di tutte le forme di Vezzena Stravecchio prodotte in una stagione a Malga Porta Manazzo, solo 200 vengono selezionate per inviarle in mercati, come...gli Usa e il Giappone. Stravecchio, lo diventa il formaggio dai 24 mesi in su di stagionatura, che più si prolunga, più caratterizza il prodotto, in gusto profumo aromi di erbe e fiori...sì, come il vino o l olio! Altrimenti lo si definisce mezzano o vecchio. Produrre formaggio fresco richiede solo giorni di asciugatura, sempre attenendosi alla tecnica sovradescritta; produrre tosella, richiede una mescolatura col triso fino a portare la grana della cagliata alla dimensione di un fagiolo, che viene lavorata in una caldiera più piccola; produrre burro (cosa che viene effettuata una volta in settimana circa) richiede l uso di un particolare cilindro azionato elettricamente (buratto) mentre una volta veniva prodotto a mano, con la sesola; produrre ricotta...è un arte, come ha confidato Toni. Essa viene estratta dall ultimo residuo grasso, quasi invisibile a occhio nudo, rimanente dalla lavorazione del formaggio e portando il liquido (scoro) alla temperatura di 0. Ciò che affiora è ricotta. Ma non è finita...lo scoro viene amalgamato con altri prodotti per nutrire i maiali, che poi produrranno insaccati. Davvero la malga è un azienda super-ecologica: non si butta via niente! E deve far bene anche allo spirito, perchè i malgari sono gente serena, che tratta con affetto i bovini che li seguono come cagnolini, lavorano dall alba al tramonto e seguendo i ritmi immutabili del passato: passare di là per una fetta di Stravecchio e polenta, fa star meglio anche te. Beppa Rigoni Scit Cure Abbeverata Antimosche Al pascolo Mungitura Col triso Impara l arte e portala in Valle d Aosta L esperienza di una studentessa valdostana arrivata in Altopiano per capire i segreti della produzione del formaggio. E stata ospite per circa un mese della famiglia Rigoni Camplan Caldai Accesa Dalla Valle d Aosta all Altopiano per imparare come fare formaggio. E non solo, anche per capire come amministrare una malga con agriturismo, gestire il territorio, curare le forme di formaggio fino alla loro maturazione. E quanto ha cercato di apprendere nel suo mese scarso sull Altopiano la studentessa valdostana Martine Peretto che è stata ospitata da Alberto Rigoni Camplan e famiglia nella malga Campomezzavia dove la ragazza ha seguito ogni fase della vita in malga: il risveglio di buon ora, la mungitura, la cura degli animali e soprattutto l arte del casaro, ovvero come nasce il formaggio. La ragazza frequenta l Institut Agricole Régional di Aosta dove, nell anno scolastico appena passato, si è guadagnata sul campo una borsa di studio regionale grazie ad una media voti di,9. L Institut Agricole prepara gli studenti alla gestione di un azienda agricola e nella produzione agroalimentare che oramai accompagna il lavoro agricolo tanto da avere tra le sue aule persino un alpeggio. Per i ragazzi di quarta la scuola prevede uno stage da svolgersi in un azienda agricola situata fuori regione. Ho scelto Asiago perché nella mia ricerca su internet è stata la località che più mi ha colpito spiega Martine Poi, al primo contatto con la famiglia Rigoni, ho deciso grazie alla loro gentilezza. In loro ho trovato una famiglia che mi ha accolta nel migliore dei modi insegnandomi molto, senza nascondere nulla dell arte casearia, dimostrando una grande generosità. La scelta di Asiago è stata favorita anche da un suo insegnante di origini asiaghesi, Alberto Stella (Seco). Per l occasione l allevatore asiaghese Alberto Rigoni ha chiamato come professore Florindo Zambotto di Camisano, casaro in pensione, considerato tra i migliori per il formaggio Asiago. Non che non ci fosse un giusto interscambio, all ultimo giorno di lavoro la ragazza ha insegnato come si produce la Fontina, forma che sarà pronta tra tre mesi, attesa da tutti. Infatti la famiglia della ragazza ha un azienda agricola a Pont St. Martin, attività che la ragazza vorrebbe portare avanti assieme al fratello di 4 anni più giovane. Gerardo Rigoni Cagliata Cagliata nelle fascere Stagionatura Lavaggio Taglio cagliata Salatura

17 l Altopiano 17 Asiago di malga, premiata l eccellenza dei formaggi prodotti in alpeggio Sette malghe in competizione e tredici forme di Asiago stagionato: Malga di Porta Manazzo e Malga Pusterle vincono la terza edizione del concorso Sono Malga di Porta Manazzo e Malga Pusterle i due alpeggi vincitori della terza edizione del concorso per il Miglior Formaggio Asiago d Allevo Vecchio e Stravecchio prodotto in malga, organizzato dal Consorzio Tutela Formaggio Asiago in collaborazione con la Comunità Montana Spettabile Reggenza dei 7 Comuni di Asiago. E la categoria dell Asiago Vecchio che premia finalmente le attese dello storico malghese Antonio Rodeghiero, detto Nickel, che nella sua Malga di Porta Manazzo, la più alta dell Altopiano, ha coraggiosamente proseguito la tradizione della monticazione anche in quegli anni, peraltro spesso e volentieri definiti favolosi, in cui la tradizione dell alpeggio sembrava fosse definitivamente destinata al declino. E a questo grande vecchio della monticazione che l Asiago dedica finalmente una vittoria molto bella, con rispetto e gratitudine. Malga Pusterle, alpeggio in località Ghertele curato dalla famiglia di Mario Basso di Canove di Roana, si è aggiudicata la vittoria nella categoria dell Asiago Stravecchio, oggetto anche di presidio Slow Food. E confermato il giudizio della giuria del concorso dell anno scorso, quando la malga aveva vinto il primo premio con lo stesso formaggio, del 2007, all epoca Vecchio. Dalla giuria, riunita a porte chiuse nello storico caseificio Pennar, è emerso che la scelta tra gli Stravecchi è stata davvero ardua, ad ulteriore testimonianza dell eccellenza raggiunta dalla caseificazione in alpeggio nella terra dell Asiago. Hanno partecipato alla terza edizione del concorso: Malga II Lotto Marcésina (Enego - Az. Agr. Lorenzo Tognon); Malga I Lotto Valmaron (Enego - Az. Agr. Andrea e Paolo Dalla Palma); Malga Verde (Conco - Az. Agr. Maurizio Cortese); Malga Pusterle (Roana - Az. Agr. Sergio Basso); Malga Larici (Lusiana - Az. Agr. Roberto Frigo); Malga Porta Manazzo (Asiago - Az. Agr. Antonio Rodeghiero); Malga Mazze Superiori (Lugo Vic.no - Az. Agr. La Vecchia Fattoria ). La commissione era composta da Bruno Morara e Giancarlo Coghetto per l ONAF, Alfonso Loddo e Daniele Checchetto per Veneto Agricoltura e Piero Mario Basso, Fabio Finco e Giancarlo Bortoli - foto di Jimmy Pessina Sardo per la Fondazione Slow Food per la Biodiversità. L Asiago, prodotto nel più grande comprensorio di malghe attive dell arco alpino, quarto formaggio vaccino italiano a Denominazione di Origine Protetta, vanta una tradizione antichissima. Se ne distinguono due tipi: l Asiago Pressato, chiamato anche Asiago fresco, prodotto con latte intero, che si consuma fresco dopo soli venti/trenta giorni dalla produzione, ricchissimo di fermenti vivi, e l Asiago d Allevo, ottenuto da latte parzialmente scremato e destinato ad essere stagionato. Questo si suddivide in Mezzano (dai quattro ai sei mesi di stagionatura), Vecchio (oltre dieci mesi) e Stravecchio (oltre quindici mesi e più, fino a diventare formaggio anche Wimerio Rodeghiero foto di M. Grassi molto duro, da grattugia e da meditazione). L Asiago Allevo è un formaggio di colore da paglierino ad ambrato, di forma regolare. Si caratterizza per un gusto caratteristico e gradevole, dolce e latteo nelle stagionature brevi, saporito o leggermente piccante per il Vecchio, da molto saporito a piccante per lo Stravecchio. All olfatto l odore risulta intenso, di erbe aromatiche di montagna e frutta secca, con note di pane caldo e nocciola. Le produzioni di Asiago la cui filiera risieda interamente in territorio montano, possono fregiarsi della menzione aggiuntiva di Prodotto della Montagna, distinzione consentita dalla legge che il Consorzio Tutela Formaggio Asiago ha introdotto nel proprio disciplinare per primo nel panorama dei formaggi italiani a Denominazione di Origine Protetta.

18 LUSIANA Madonna del Lazzaretto, i vincitori del concorso Sono stati assegnati ex-aequo alle classi 4.a e 5.a della scuola primaria di Lusiana i premi riservati al concorso sulla storia della Madonna del Lazzaretto, organizzato dal comitato per mettere in evidenza la storia e le tradizioni di una festa radicata nei secoli che vedeva protagonista il Traversano o Colonnello superiore. La classe 4.a ha rivissuto la festa di molti anni fa attraverso i racconti dei nonni, cogliendo il senso della collettività che si stringeva attorno alle tradizioni di un tempo, anche quando veniva portato in dono anche solo un bastoncino di zucchero. La 5.a ha recuperato la storia della campana posta sul campaniletto del Traversano che veniva suonata per sottolineare grandi eventi. Il premio per le classi 1.a e 2.a è andato alla scuola primaria di Lusiana i cui alunni hanno espresso i loro pensieri verso la Madonna con una serie di cuori legati da un filo. E.Z. Il settino in gara a Malga Turra Il nonnino Dario Valente di Gallio ha vinto la gara di settino di malga Turra, organizzata dal barbiere Sergio Pesavento, relegando al secondo posto Sandro Broglio di Lusiana. Al terzo posto si è piazzato Antonio Sartori e al quarto Marco Cantele. E.Z. I primi 4 classificati alla gara di malga Turra Domenica 14 giugno in contrà Valle di Sotto, Lusiana, in un ariosa giornata, più di 200 persone si sono godute l esperienza dell incontro con attività e luoghi legati al nostro passato. In occasione della presentazione del libro Trodi mulini roste cristiani. Storie di vita e di economia di una valle pedemontana veneta, la Valle del Ciòn, Lusiana di Lorena Ida Garzotto, sono stati aperti il mulino, il maglio, con visite guidate da parte di Amedeo e Armido Garzotto, mentre nell aria si spandeva il profumo del pane fatto da Antonio Abriani nel forno comunitario dei Gardotti. Grandi e piccini hanno potuto gustarlo appena uscito, dorato e croccante. Davanti al casèlo Raffaele Busa ha fatto la tosella nella vecchia caliera, nello stesso modo in cui la faceva in malga tanti anni fa. Nel casèlo una piccola mostra fotografica e di oggetti ha ricordato come eravamo: l Altopiano 1 Una contrada in festa per il libro di Lorena Garzotto sui mulini il derlo (la gerla) di Gianni e di Toneti ancora conservano le croste di letame che si portava a ingrassare i campi. Per l occasione sono arrivate donne del mulino del Ciòn che vivono in Francia, paese in cui il 14 giugno è la giornata dei mulini, e molti che non avevano mai visto queste zone, e ne sono rimasti incantati. In questa valle ricca di acque nel secolo scorso funzionavano almeno 10 mulini e pestarini per l orzo, grazie alle roste costruite dalla comunità. Il neoeletto sindaco di Lusiana, Antonella Corradin, ha sottolineato la ricchezza del patrimonio ambientale e umano delle nostre zone, mentre l arch. Antonio Cantele, che ha curato l appendice storico-tecnica del volume, ha dato un contributo sulla storia geologica della zona; l editore Alberto Brazzale (La Serenissima) ha sostenuto l idea della creazione di un parco aperto, su modello nordico. Il cantastorie Squinz (Ezio Pesavento) ha allietato il pomeriggio con i suoi canti, concluso con sopressa, pancetta, formaggio locali, e tante chiacchiere. Molto bella la mescolanza di giovani e meno giovani a dividere lavoro e ciàcole. Tracce di un architetto Il libro di Diego Morlin Egidio Zampese Sabato 25 luglio Ballo liscio con l Orchestra ENRICO MARCHIANTE Domenica 26 luglio Ballo liscio con l Orchestra I VECCHI TEMPI Venerdì 31 luglio SERATA ALPINA (ore 19)- seguirà spettacolo con il Gruppo Folkloristico EL CANFIN Sabato 1 agosto Ballo liscio con KATTY e l Orchestra PIVA Domenica 2 agosto Ballo liscio con l Orchestra CAVALIERI DEL LISCIO ALLE ORE 23 ESTRAZIONE SOTTOSCRIZIONE A PREMI 1 PREMIO VIAGGIO PER 2 PERSONE 7 GIORNI A SHARM EL SHEIKH Al teatrino del parco del Sojo natura e arte del Covolo di Lusiana è stato presentato il libro Tracce di un architetto, scritto dall arch. Diego Morlin ideatore del parco che racchiude un centinaio di creazioni artistiche di autori europei e americani. Erano presenti lo stesso Morlin, l editore Brazzale, l assessore Sabrina Passuello, il manager e scrittore Sebastiano Dopo le moto arrivano le 500 Un centinaio di centauri hanno preso parte al Primo motogiro organizzato a Lusiana con partenza da piazza IV Novembre, organizzato dalla pasticceria Sette Stelle. I motociclisti, dopo la benedizione dei mezzi a Lusiana, hanno compiuto un giro per l Altopiano di Asiago toccando i centri di Sasso, Stoccareddo, Gallio e Asiago per tornare a Lusiana. Prossimo appuntamento, dopo il flop del raduno di macchine americane, annullato per le cattive condizioni del tempo, sarà il ritrovo delle Fiat 500 in programma l agosto. E.Z. Zanolli e il prof. Universitario Amerigo Restucci; ha coordinato gli interventi Bruno Cera. L opera dell appassionato d arte novese è stata definita un Morlinosauro, un libro in movimento con grafica accattivante e innovativa che nasce da 20 anni di esperienza nel creare progetti e dare movimento ai protagonisti e ai soggetti da realizzare, proiettati verso nuovi orizzonti e che nasce dalla cultura estetica ed artistica della ceramica di Nove trapiantata sulle sponde del Chiavone dove le creazioni artistiche rievocano con la loro forza espressiva la cultura che echeggia nei libri di Mario Rigoni Stern e Mario Meneghello che hanno fatto diventare grandi anche le cose considerate normali. E.Z. Lo trovi nelle librerie di Asiago

19 l Altopiano 19 Incoronato il re dei francobolli ARTE L Asiago filatelico alla Polonia Nella cerimonia per il 39^ Premio Internazionale d arte filatelica, tenutasi il 19 luglio, riconoscimenti a Olanda, Irlanda e Spagna. Quest anno nella giuria anche Gian Antonio Stella E polacco il miglior francobollo del mondo emesso nel corso del 200. A decretarlo il 39 Premio internazionale Asiago d arte filatelica, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta domenica 19 luglio nella sala dei Quadri del Municipio. Il dentello vincitore, al quale va anche la Medaglia del Presidente della Repubblica italiana, che da anni per l importante manifestazione concede anche l Alto Patronato, porta la firma dall Amministrazione postale della Polonia che ha emesso il foglietto da 3 zloty per celebrare l Assemblea Planetaria di Postereuropa, tenutasi a Cracovia proprio lo scorso anno. Il francobollo raffigura, in Nel suggestivo spazio del Museo Le Carceri, dal 25 luglio al 30 agosto, saranno esposti circa 60 dipinti di uno dei più importanti protagonisti della Figurazione italiana, a testimoniare 40 anni di lavoro, dagli anni 60 sino a oggi. Una mostra particolare, in uno spazio di grande fascino, voluta dal Comune di Asiago in collaborazione con la Associazione Alberto Buffetti, che vuole essere anche un piccolo omaggio nato per festeggiare gli ottant anni del maestro vicentino. Giorgio Scalco, artista nato a Schio nel 1929, utilizza nei suoi lavori un linguaggio figurativo di grande potere evocativo nel raffigurare nature morte, interni con figure e paesaggi dell altopiano di Asiago:composizioni semplici dai colori caldi e avvolgenti prevalentemente eseguiti a olio su tela, con grande pa- elegante sintesi grafica, l evoluzione della posta e la conferma della sua attualità quale pubblico servizio, mediante il logo della penna di pavone quale naturale antico strumento di scrittura che, unito all immagine della busta, diventa inconfondibile simbolo del Dal 25 luglio al 30 agosto 2009 Asiago celebra Giorgio Scalco con una mostra al museo le carceri 60 opere del grande maestro della figurazione che raccontano la delicatezza della vita dronanza tecnica. Le sue nature morte, che caratterizzano la produzione degli anni Ottanta, non sono semplici assemblaggi di oggetti d uso comune o frutti, sono le cose che realmente gli sono intorno nella vita e che gli appartengono. Più che ritrarre dal vero, il pittore sembra ritrarre il suo vero. Nei paesaggi l artista racconta le sue terre, con immagini dell altopiano di Asiago o della campagna intorno a Roma, dove ora vive. Sono vedute romantiche, alla scoperta dell anima delle cose. Le figure sono poste fuori dal tempo, dove la famiglia è un tema fondamentale, i soggetti prediletti sono giovani donne, ragazzi, la figlia Ginny (la sua modella preferita), tutti immobili, senza emozioni visibili sui volti. A volte, come per sottolineare ancora di più questo aspetto, Scalco realizza un quadro nel quadro: il soggetto si ripete nel quadro che gli fa da sfondo. L inaugurazione della mostra è fissata per sabato 25 luglio alle 1. legame sempre necessario e oggi più che mai invocato per la pacifica convivenza fra gli uomini. Per quanto riguarda gli altri tre riconoscimenti la Giuria - composta da Franco Filanci, Ermanno Olmi, Lorenzo Pellizzari, Gianantonio Stella e Maurizio Stella, quest ultimo presidente Circolo filatelico Sette Comuni ed organizzatore del premio - ha deciso di assegnare la Medaglia dell Accademia Olimpica di Vicenza all Amministrazione Postale di Spagna per il francobollo da 0,43 euro della serie Valori Civici su cui viene evidenziata e nobilitata la diversità culturale dei valori civici con la raffigurazione di cinque dita che formano un unica mano, simbolo dell intraprendenza di ogni essere umano. Il Premio Asiago per il Turismo è stato attribuito all Amministrazione Postale dell Olanda che con due foglietti mostra luoghi suggestivi che, utilizzando la tecnica della perforazione punteggiata per evidenziare la scritta Bella Olanda, invitano con gentile lusinga a visitare i paesaggi e la storia di quelle terre. A due francobolli rotondi come la Terra la Giuria ha infine assegnato il Premio per l ecologia che l Amministrazione Postale dell Irlanda ha emesso per celebrare nel corso del Blu Cobalto non è solo un colore... Blu Cobalto è un Associazione di artisti dilettanti veneti, riuniti localmente in: Gruppo Arte Insieme (Altopiano di Asiago), Artinsieme, Dimensione Arte, Dipintori Luparesi, Gloriart, Gruppo Arti Creative Castelfranco Veneto, Gruppo Arti Visive Vittorio Veneto, Gruppo Artisti Zugliano, Incontrarte, La Costola e Lungarte. Opere di rappresentanti delle varie 200 l Anno Internazionale del Pianeta Terra: i francobolli premiati sono stati realizzati da due ragazzi di 11 anni durante un seminario di educazione ecologica. Stefania Longhini associazioni che fanno parte del gruppo sono state esposte domenica 12 luglio nei giardini in centro ad Asiago. Per Arte Insieme era presente Igea Boccardo, da molti anni pittrice, presidente fondatrice dell Associazione assieme a Teresa Rarogewicz, Aldo Sartori, Hélène Foata, Andreina Fincati. Hanno esposto le loro opere, molti artisti in rappresentanza delle varie associazioni venete, tutti molto soddisfatti di essere presenti anche quest anno ad Asiago. Tenere la mostra ai giardini, si è dimostrata una bella iniziativa, che ha attirato anche grazie ad un meteo clemente, visitatori e curiosi, movimentando finalmente un po la piazza. Nelle foto: seduti, Carlo Setti, organizzatore delle mostre itineranti Blu Cobalto, pittore, e Igea Boccardo; in piedi, Andreina Fincati e Teresa Rarogewicz; turisti e la pittrice Giuliana Cecchetto, all opera. Beppa Rigoni Scit

20 l Altopiano 20 Asiagofestival, la musica classica trova casa al Palazzo Millepini Dalla storica fondazione negli anni 60 all odierna 43^ edizione, l intervista a Roberto Brazzale ripercorre le tappe fondamentali del Festival AsiagoFestival nasce alla fine degli anni 60 dalla passione di Fiorella Benetti Brazzale organista concertista, Direttrice del Conservatorio di Vicenza e fondatrice dell Istituto Musicale città di Thiene. Asiago, suo luogo natale, era città che grazie all importante flusso turistico e tradizione storico- culturale presentava tutte le condizioni adatte alla nascita di un importante Festival, con lo scopo dichiarato di diffondere la conoscenza e l amore per la musica classica. Gli anni 0 con l affermazione internazionale dell evento che ha visto anche diverse edizioni invernali e ospitato alcuni tra i più importanti organisti del Novecento vedono nascere l odierna dicitura di Asiago Festival che sostituisce la precedente di Festival Organistico. Dopo la scomparsa di Fiorella Benetti, nel 1992 l Associazione Amici della Musica di Asiago affida la direzione artistica a Julius Berger, violoncellista di fama internazionale mentre il figlio della fondatrice Roberto Brazzale mantiene la presidenza coadiuvato da Matthias Mayer di Bolzano, professio- nista del settore e direttore organizzativo del Festival di Lochhouse, uno tra i più importanti al mondo. Doveroso ricordare l impegno di don Antonio Bortoli della Comunità Cristiana dell Altopiano, figura fondamentale per l organizzazione delle edizioni del Festival e la proficua collaborazione dell Amministrazione Civica di Asiago che da sempre sostiene la manifestazione. In omaggio e su ispirazione dello storico evento asiaghese, nasce nel 2006 l Asiago Festival Korea organizzato dalla moglie di Julius Berger, Hyun Jung Berger e da un gruppo di artisti coreani di fama internazionale, festival tenuto alla fine di agosto nel centro storico di Seuol nella celebre Asiago Art Hall, sala da concerto polivalente inaugurata nel 2006 alla presenza degli ambasciatori italiano e tedesco in Korea. AsiagoFestival, che conta all attivo oltre 600 concerti, si caratterizza per la partecipazione di grandi esecutori, ma anche per la presenza in residence di un compositore di fama internazionale incaricato di creare ed eseguire un brano in prima assoluta ispirato alla tradizione, alla storia e alla cultura popolare di Asiago; la più importante compositrice vivente russa Sofia Goubaidonina ha accettato l invito, come sua unica presenza in Italia, in occasione dell apertura dell edizione del L avvocato Brazzale sottolinea come la massima libertà concessa agli artisti nelle loro esecuzioni, elemento raro in seno ad altre manifestazioni, comporti una frequenza di ritorni notevole e grazie altresì alla particolare profondità di pensiero del direttore artistico Julius Berger il Festival si svolge all interno di un unica, grande parabola emotiva presentando non una successione di concerti itineranti, ma eventi unici e ricchi di significato. Di questa particolarità è consapevole soprattutto il pubblico, costituito prevalentemente da appassionati, pubblico esigente che ama spesso essere provocato con proposte nuove di altissimo livello e che partecipa agli appuntamenti con spirito quasi religioso. Iniziativa che conferisce al Festival sapore particolare è Asiago mini Festival, invito a porte chiuse ad un concerto speciale dove adulti e bambini suonano assieme dei brani da realizzare in estemporanea, preparati durante l anno. Grazie alla creazione del nuovo sito del Festival (www.asiagofestival.it) nel quale è stato inserito un grande archivio, è possibile inoltre ascoltare e vedere i concerti, scegliere dei brani per tipologia di esecutore, accedere ad una galleria fotografica e scaricare il programma completo della manifestazione in formato pdf. Il Festival, che da sempre ha sofferto della carenza di spazi e di auditorium adatti ad ospitare le esecuzioni, da quest anno potrà usufruire di una nuova adeguata sala nel Palazzo del Turismo Millepini di Asiago, dove giovedì 6 agosto alle ore 21 il violoncellista Julius Berger e il gruppo di esecutori del Cello Passionato inaugureranno la presenza di AsiagoFestival nel Palazzo della Musica. Il compositore ospite dell edizione AsiagoFestival 2009 sarà il giapponese Keiko Harada che domenica 9 agosto alle ore 21 presenterà due pezzi in esecuzione assoluta: un trio per giovani musicisti per pianoforte, violino e violoncello ispirato ai temi tipici della tradizione cimbra altopianese e una sonata per violoncello e fisarmonica. Un vivo ringraziamento va rivolto quindi alla famiglia Brazzale che da anni si occupa dell organizzazione di tale manifestazione anche dal punto di vista economico, continuando così la passione musicale trasmessa dalla fondatrice Fiorella Benetti Brazzale, esprimendo con questo impegno quell importante senso di divulgazione della conoscenza della musica classica che è dovere civico e crea quelle solide premesse che sono di invito affinché anche le nuove generazioni possano essere il futuro di questa storica tradizione. Silvia Penner Uscito l ultimo cd di Bruno Conte E la terza fatica per il cantante, noto anche sui palcoscenici altopianesi come eccellente interprete del repertorio di Lucio Battisti Canzoni di guerra e d amore Omaggio a Mario Rigoni Stern Bruno Conte è da qualche anno un habitué dei palcoscenici estivi altopianesi, ambito in cui si è saputo ritagliare un ruolo di prestigio per le sue doti canore ed interpretative che incantano un pubblico sempre numeroso e partecipe ai suoi concerti. Cresciuto musicalmente grazie a una lunga esperienza maturata nel mondo del jazz e dello swing e con importanti collaborazioni in ambito jazz e pop, definito qualche anno fa uno dei più qualificati artisti italiani tra coloro che hanno dedicato un tributo a Lucio Battisti, Conte ha saputo non limitarsi a proporre cover dei successi immortali di un cantautore amato come Battisti ma della sua musica è stato ed è interprete profondo, attento ad ogni sottolineatura, capace di interiorizzare e riproporre i contenuti con grande co- municativa e partecipazione e con un indiscussa professionalità che incanta le platee. Conte, attento e capace anche nell avvalersi sempre della collaborazione di musicisti e cantanti di grande qualità e professionalità, negli ultimi anni ha firmato alcuni inediti vestendo anche i panni di cantautore. La sua voce non somiglia a quella di Battisti o di altri autori ma sa usarla con grande maestria e padronanza con cui sa comunque non far rimpiangere gli originali ; sul palcoscenico (lo rivedremo sicuramente durante l estate a Tresché Conca) Conte non si limita a cantare ma crea le atmosfere di ogni singolo brano, racconta i perché delle storie, entra nell essenza e fa assaporare i toni delle parole e della musica, comunica e trasmette, innescando quasi un rapporto di complicità con il suo pubblico. Dopo due Cd intermente dedicati a Battisti («Bruno Conte interpreta Battisti» del luglio 2001, una raccolta dei migliori brani live tratti da precedenti concenti, e «I volti dell Amore» del maggio 2005, che raccoglie canzoni dall omonimo concerto registrato dal vivo con un orchestra di 14 elementi) nei mesi scorsi ha pubblicato «L Aria di Aprile», un viaggio che porta a riscoprire con sonorità e toni diversi e nuovi 12 brani della canzone d autore italiana (da Battisti a Tenco, passando per Fontana, Graziani, Bennato, De Andrè, Dalla, Fossati, De Gregori, Modugno e Ranieri), introdotti dall inedito che dà il titolo al Cd e che è firmato da un ormai collaudato sodalizio, quello fra lo stesso Conte e Patrizio Baù. Cesare Pivotto E stata una delle più belle serate del Festival Cimbro, l Hoga Zait, organizzato dal Comune di Roana nelle diverse frazioni. Un omaggio nuovo, originale a Mario Rigoni Stern deceduto l anno scorso. La Sala Palladio di Cesuna era affollata da un pubblico attento e coinvolto, con la presenza di Alberico, figlio dello scrittore, della nuora Adriana e della sorella Maria. Dopo il saluto dell assessore comunale Luigi Martello e del presidente della Pro Loco di Cesuna Giulio Valente, è stato presentato il CD con le tredici canzoni ispirate tutte direttamente a racconti, figure, temi, tratti dalle opere dello scrittore di Asiago. Come si legge nel libretto che accompagna il Cd con i testi delle canzoni, Mario Rigoni Stern non ha finito di raccontare i suoi ricordi, la natura del suo altopiano, il dolore e la felicità della vita. Non ha finito di raccontare le sue storie finchè lettori sensibili come Maurizio Pagiaro musicista, Alessandra Viola scrittrice, Giorgio Gobbo interprete, ce lo fanno sentire vicino, vivo, con quelle sue parole sempre vere, con quel qualcosa di forte e di dolce che assicura e rende felici Canzoni di Guerra e d Amore, per dissacrare e condannare ogni guerra, per affermare ed esaltare l amore, l amicizia, la fraternità nei rapporti personali, come nei rapporti tra i popoli. Le canzoni sono state introdotte con riferimenti puntuali alle opere di Mario Rigoni Stern, ed eseguite con sonorità intense, accompagnate oltre che dalla chitarra del compositore Maurizio Pagiaro, dai sassofoni di Mauro Silvestrin e dal flauto traverso di Franco Silvestrin. Tra i testi delle canzoni, tutti significativi, si può ricordare: Riprendiamoci il cielo stanotte, Restiamo a nominare le stelle, usciamo a rivederle più belle, spegnendo le luci che han fatto il buio dell anima. Rivedremo gli dei e gli eroi e le più grandi storie d amore. Un tema ripetuto spesso da Mario Rigoni Stern su giornali, riviste, in incontri a ogni livello, con una vena critica verso la televisione. Come da ricordare è anche la canzone Al sole di maggio, in cui sono ricordati due vecchi di Asiago, Bepi dei Pune e l Angelo. Di Bepi si dice: Un bicchiere di vino, una partita a scopone, gli amici, i pascoli, i silenzi del bosco, cattedrali di abeti che svettavano al cielo. Non parole di libri dedicate a Maria, ma una corona d abete era la sua poesia E l Angelo che non ha voluto il trattore, perché con quello non poteva parlare. Con un cavallo si può, sorrideva e riaffondava l aratro. Con le mani penetrava la terra e al sole la bionda avena nasceva. Si è sentita raramente la verità e la poesia dell altopiano, come in queste canzoni. Il CD Canzoni di guerra e d amore è disponibile nelle librerie di Asiago. Sergio Bonato

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014 LAST SIPE Appunti Livorno 21 giugno 2014 SAPERE, FARE, FAR SAPERE Ho sentito questo slogan per la prima volta da Gianni Bassi, grande Governatore del Distretto 2070, appassionato rotariano, con una visione

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli