Gruppo di lavoro La comunicazione sociale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo di lavoro La comunicazione sociale"

Transcript

1 Gruppo di lavoro La comunicazione sociale Il mondo Afsai è in fermento, con nuove attività e nuovi progetti. In occasione dell Assemblea Generale vorremmo quindi raccogliere proposte per organizzare i nuovi strumenti di comunicazione dell associazione. Ci interessa migliorare sia le comunicazioni interne (verso i soci, i volontari stranieri, le organizzazioni ospitanti ed i partner consolidati), sia le comunicazioni esterne (verso le istituzioni, i possibili finanziatori, e verso tutte le persone ed i partner che potrebbero essere interessati a collaborare con l Afsai o a partecipare alle sue attività). Programma Introduzione Prima fase: I destinatari Durata: 1 ora Seconda fase: I mezzi Terza fase: Preparazione Durata: 1 ora Quarta fase: Presentazione Presentazione del workshop. Aspettative dei partecipanti ed eventuali domande. I partecipanti al workshop si metteranno nei panni delle persone e delle istituzioni che partecipano alla vita dell Afsai o che potrebbero parteciparvi (destinatari): rifletteranno su quali notizie, quali storie e quali informazioni vogliono ricevere (contenuti); si interrogheranno su quali siano i mezzi di comunicazione più adatti a loro (mezzi) ed infine immagineranno come questi strumenti si possano presentare, ovvero che tipo di formato dovrebbero avere, che stile, che grafica e che frequenza (modalità). Le idee verranno scritte sui cartoncini delle idee. Pausa Durata: 10 minuti I cartoncini delle idee verranno utilizzati e combinati insieme per definire le caratteristiche dei mezzi di comunicazione dell Afsai. I mezzi di comunicazione dell Afsai potrebbero essere la newsletter, la pubblicazione, il sito e i Cd-Rom. Incollando i cartoncini delle idee, verranno preparati dei cartelloni, che serviranno per sintetizzare i risultati del workshop e per facilitare la presentazione di fronte all assemblea generale. Le idee proposte durante il workshop verranno presentate a tutta l assemblea generale. Anche le persone che non hanno partecipato al workshop potranno quindi proporre i loro commenti ed i loro suggerimenti scrivendoli sui post-it delle nuove idee ed aggiungendoli ai cartelloni. In questa fase si raccoglieranno anche i nomi delle persone interessate a collaborare per rendere le comunicazioni dell Afsai ancora più efficaci. La comunicazione sociale gruppo di lavoro a cura di Daniele Bizzotto e Iolanda Pensa. Pagina 1

2 Gruppo di lavoro La comunicazione sociale Il mondo Afsai ha bisogno di mezzi di comunicazione esattamente come un pianeta ha bisogno di mezzi di trasporto per collegare i suoi abitanti. Ma proprio per capire quale sia il mezzo di comunicazione più efficace, è necessario conoscere gli abitanti del pianeta Afsai. Istruzioni per l uso I destinatari State impersonando i destinatari delle comunicazioni dell Afsai. CHI SIETE? Cercate di capire chi sono le persone che fanno parte del vostro gruppo e scrivete sui cartoncini rosa/rossi i vari tipi di destinatari. COSA VI INTERESSA DALL AFSAI? IN CHE MODO PARTECIPATE ALLA VITA DELL AFSAI? IN CHE MODO POTETE PARTECIPARE? DI CHE TIPO DI INFORMAZIONI AVETE BISOGNO? QUALI INFORMAZIONI VI MANCANO? Cercate di capire che cosa vorreste leggere o sapere dall Afsai e scrivete sui cartoncini blu/azzurri i tipi di contenuti che vorresti dalle comunicazioni dell Afsai. IN CHE MODO VOLETE ESSERE INFORMATI? OGNI QUANTO TEMPO? VI BASTA UNA COMUNICAZIONE RAPIDA ED INFORMALE? VOLETE CHE IL FORMATO SIA PIÙ FORMALE ED ELEGANTE? IN CHE LINGUA AVETE BISOGNO DI ESSERE INFORMATI? Riflettete sulle modalità con cui vorreste essere raggiunti dalle comunicazioni dell Afsai e scrivete i vostri suggerimenti sui cartoncini verdi. La comunicazione sociale gruppo di lavoro a cura di Daniele Bizzotto e Iolanda Pensa. Pagina 2

3 Istruzioni supplementari per la gestione del workshop Materiale occorrente 1. Scatole prima fase 2. Carta colorata (gialla, rosa, blu, verde) prima fase 3. Penne per compilare le schedine prima fase 4. Buste seconda fase 5. Tre cartelloni per ogni strumento (newsletter, pubblicazione, sito-cd-rom) per le presentazioni finali, incollando le schedine colorate seconda fase e terza fase 6. Colla seconda e terza fase 7. Post-it per aggiungere altre proposte quarta fase 8. Computer per sintetizzare i risultati quarta fase Introduzione (20 minuti) Nella presentazione del workshop è fondamentale che vengano chiariti gli obiettivi (le immagini dei diversi obiettivi sono nella cartellina). Il primo obiettivo del workshop è decidere quali saranno i mezzi di comunicazione dell Afsai e come saranno. Per fare questo durante il workshop si partirà dall analisi dei destinatari, per approfondire poi i contenuti più importanti per i diversi tipi di destinatari e le modalità migliori per raggiungerli. Nella prima parte del workshop andranno anche suddivisi i partecipanti in tre gruppi, in base al tipo di persone che rappresentano e al tipo di interessi che hanno (vedi cartellone delle aspettative). I tre gruppi possono essere ripartiti in base a diversi criteri, a seconda delle esigenze e delle aspettative dei partecipanti. 1. Soci (volontari attivi - animatori, volontari stranieri, volontari che hanno partecipato ad attività, comunità ospitanti) 2. Persone interessate (che non sono soci e che non conoscono l Afsai, ma che volgiamo raggiungere) 3. Istituzioni (che già conoscono l Afsai o che non la conoscono ancora) Un altro criterio può essere: 1. Persone tra i 18 e i 25 anni (partecipanti) 2. Persone oltre i 25 anni (animatori o volontari attivi) 3. Istituzioni (organizzazioni ospitanti, possibili finanziatori, partner) La comunicazione sociale gruppo di lavoro a cura di Daniele Bizzotto e Iolanda Pensa. Pagina 3

4 Prima fase. Destinatari (1 ora) Ad ogni gruppo verrà data una scatola e delle schedine di tre colori (rosse, blu e verdi). Sulla scatola sarà incollata l immagine del gruppo che rappresentano. Sulle schedine dovranno scrivere le loro idee sui destinatari, sui contenuti e sulle modalità per raggiungerli. Sulle schedine potranno anche mettere dubbi, domande e note. Seconda fase. I mezzi (20 minuti) Una volta raccolte le informazioni sui destinatari, sui contenuti e sulle modalità di comunicazione, queste informazioni devono essere ridistribuite in base ai mezzi di comunicazione di cui dispone o di cui potrebbe disporre l Afsai. I mezzi di comunicazione dell Afsai potrebbero essere: 1. Newsletter 2. Pubblicazione 3. Sito e Cd-Rom (il Cd-Rom può essere anche una presentazione dell associazione da proiettare o da stampare) Ogni gruppo dovrà prendere in mano le schedine e riflettere su quali mezzi di comunicazione sono più adatti per soddisfare le esigenze dei destinatari che hanno analizzato (anche un solo mezzo di comunicazione); collocheranno quindi le schede in buste diverse in base ai mezzi di comunicazione che scelgono. I gruppi potranno anche mettere da parte le schede che ritengono meno importanti (in un altra busta). Anche durante questa fase i gruppi potranno aggiungere schede, ma è fondamentale che sia una fase rapida, perché la discussione precisa sui diversi mezzi di comunicazione avverrà in plenaria. Terza fase. Preparazione (1 ora) Per ogni mezzo di comunicazione verrà creato un cartellone. L idea è che incollando le schedine preparate dai partecipanti ed aggiungendone altre, per ogni mezzo di comunicazione verranno quindi indicati (le immagini sono nella cartellina): Destinatari Contenuti Modalità Si comincerà da un mezzo di comunicazione e tutti i partecipanti del workshop apriranno a turno le buste relative a quel mezzo di comunicazione. Tutte le schede verranno posizionate sul cartellone (il cartellone steso a terra) e poi insieme si deciderà quali togliere, spostare e incollare. La comunicazione sociale gruppo di lavoro a cura di Daniele Bizzotto e Iolanda Pensa. Pagina 4

5 Quarta fase. Presentazione (20 minuti) I cartelloni già sintetizzeranno i risultati del workshop. Durante la presentazione non si farà altro che leggerli. Si chiederà comunque ai tutti i partecipanti all assemblea di aggiungere se lo ritengono opportuno altre idee e suggerimenti, usando dei post-it. Responsabili (giallo) Sarebbe utile durante la fase di presentazione indagare se qualcuno dei soci dell Afsai è disponibile per collaborare nel miglioramento dei mezzi di comunicazione dell associazione. Di cosa abbiamo bisogno 1. Correzioni del sito 2. Reportage e articoli di scambi e attività 3. Lettere (ultimo vagone?) 4. Incoraggiare le proposte: promotore di idee (coordinatore di corrispondenti) 5. Mandare fotografie I responsabili possono comunicare la loro disponibilità indicando: Nome e Cognome Numero di telefono ed indirizzo Disponibilità di tempo Cosa si vuole e cosa si può fare La comunicazione sociale gruppo di lavoro a cura di Daniele Bizzotto e Iolanda Pensa. Pagina 5

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Questa guida è stata redatta per gli insegnanti amministratori che entrano in TwinSpace per la prima volta. Vi aiuterà a:

Questa guida è stata redatta per gli insegnanti amministratori che entrano in TwinSpace per la prima volta. Vi aiuterà a: Benvenuti Guida a TwinSpace Questa guida è stata redatta per gli insegnanti amministratori che entrano in TwinSpace per la prima volta. Vi aiuterà a: - Accedere al vostro TwinSpace - Modificare il vostro

Dettagli

Attività Descrizione Materiali utilizzati

Attività Descrizione Materiali utilizzati Voglio un(a) Prato per giocare: ragazzina, colorata e accogliente Percorso di pianificazione partecipata e comunicativa per la definizione di linee guida per il nuovo Piano Strutturale del Comune di Prato

Dettagli

LEZIONE: Pensiero Computazionale. Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: 15 Minuti.

LEZIONE: Pensiero Computazionale. Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: 15 Minuti. 3 LEZIONE: Pensiero Computazionale Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: 15 Minuti. Obiettivo Principale: Introdurre il modello del Pensiero Computazionale come metodo per la risoluzione

Dettagli

Abitantionline. Il social network per la casa e il costruito. Per chi è Cosa offre Lancio e partner. creato

Abitantionline. Il social network per la casa e il costruito. Per chi è Cosa offre Lancio e partner. creato Abitantionline Il social network per la casa e il costruito Abitantionline mette in contatto tutte le professioni e i servizi che ruotano attorno al mondo della casa. Fa parlare, conoscere e discutere.

Dettagli

Linee guida riguardanti la documentazione dell apprendimento

Linee guida riguardanti la documentazione dell apprendimento Linee guida riguardanti la documentazione dell apprendimento Giardiniera / Giardiniere CFP Indirizzo professionale: Produzione di piante Indice 1. Introduzione nella documentazione dell apprendimento 2

Dettagli

per scrivere un articolo da prima pagina! per inviare una newsletter Come si crea Comunicazione Anfaa Edizione 4a.2013

per scrivere un articolo da prima pagina! per inviare una newsletter Come si crea Comunicazione Anfaa Edizione 4a.2013 per scrivere un articolo da prima pagina! Quando si vuole inserire un articolo che compaia nel riquadro Ultime notizie della home page, si deve impostare la categoria Ultime notizie, in aggiunta a quella

Dettagli

Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP

Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP PRESENTAZIONE DEL PROGETTO La CISL ha organizzato questo incontro perché

Dettagli

STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ

STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ STATUTO PER IL SITO INTERNET DELL ENCJ Introduzione Il sito www.encj.net è il sito internet della Rete Europea dei Consigli di Giustizia (ENCJ). È stato stilato uno statuto redazionale al fine di regolare

Dettagli

Tutela della privacy Introduzione

Tutela della privacy Introduzione Tutela della privacy Introduzione Noi di HardwarePcJenny e le nostre società affiliate worldwideare, si impegnano a rispettare la privacy online e riconoscono la necessità di un'adeguata protezione per

Dettagli

Nel regno di Si Piuh

Nel regno di Si Piuh Nel regno di Si Piuh Progetto di Informatica Scuola dell Infanzia Bertolini Direzione Didattica di Zola Predosa Bologna Referente Progetto Filomena Milena Paglia E_mail: milopa74@yahoo.it Introduzione

Dettagli

Tempo Abilità Tipologie di lavoro contenuto/contenuti? Lavoro individuale, a coppie o di gruppo della visita aziendale. 1 settimana Leggere

Tempo Abilità Tipologie di lavoro contenuto/contenuti? Lavoro individuale, a coppie o di gruppo della visita aziendale. 1 settimana Leggere CONTENUTI DEL MODULO Gli alunni prima della visita aziendale cercano informazioni sulla loro impresa partner su internet o nella loro cerchia di conoscenze e predispongono su questa base il testo di un

Dettagli

Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso

Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso www.reteorientamento.it Per informazioni ed assistenza Mediaera srl Tel 06 8559926 MANUALE D USO MAP-0 MANUALE D USO MAP-0... 1 Premessa... 2 Requisiti

Dettagli

da 2 a 5 giocatori, dai 10 anni in su, durata 30 minuti

da 2 a 5 giocatori, dai 10 anni in su, durata 30 minuti da 2 a 5 giocatori, dai 10 anni in su, durata 30 minuti OBIETTIVO Il vincitore è colui che, dopo due round di gioco, delle sue 11 ordinazioni, ne ha consegnate il maggior numero. CONTENUTO DELLA SCATOLA

Dettagli

per le persone in formazione del ramo di formazione e d esame <inserire il ramo>

per le persone in formazione del ramo di formazione e d esame <inserire il ramo> Commissione svizzera d esame per la formazione commerciale di base Esame finale di tirocinio per impiegati di commercio 2013 Serie 2013/01 - profilo B per le persone in formazione del ramo di formazione

Dettagli

LA PSICOLOGIA SUL TERRITORIO DELLA CITTA DI MILANO

LA PSICOLOGIA SUL TERRITORIO DELLA CITTA DI MILANO LA PSICOLOGIA SUL TERRITORIO DELLA CITTA DI MILANO Integrazione al progetto. Il progetto presentato prima dell estate prevedeva la realizzazione della prima fase di un percorso più articolato che vede

Dettagli

FONDAZIONE ZANETTI ONLUS

FONDAZIONE ZANETTI ONLUS FONDAZIONE ZANETTI ONLUS LINEE GUIDA PER RICHIEDERCI UN SOSTEGNO PER IL 2016 (Le richieste devono pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2015) FONDAZIONE ZANETTI ONLUS Linee guida per la presentazione,

Dettagli

I siti delle Sezioni Regionali AMD. Appunti per i Presidenti Regionali

I siti delle Sezioni Regionali AMD. Appunti per i Presidenti Regionali I siti delle Sezioni Regionali AMD Appunti per i Presidenti Regionali Cari amici, da oltre dieci anni AMDcomunicAzione mette a disposizione di ciascuna Sezione Regionale un sito web. L indice dei siti

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: I CONFLITTI KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: I CONFLITTI KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: I CONFLITTI KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema dei conflitti è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Insegnare può essere facile

Insegnare può essere facile Insegnare può essere facile Raccomandazioni per lo staff della formazione permanente per rendere i loro corsi accessibili Inclusion Europe Prodotto all'interno del progetto Creazione di percorsi di formazione

Dettagli

Light CRM. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio

Light CRM. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio Documento Tecnico Light CRM Descrizione delle funzionalità del servizio Prosa S.r.l. - www.prosa.com Versione documento: 1, del 11 Luglio 2006. Redatto da: Michela Michielan, michielan@prosa.com Revisionato

Dettagli

SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI

SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI Le statistiche attuali mostrano un numero impressionante di bambini che, in tutto il mondo, vivono in condizioni di vita precarie e,

Dettagli

A cura di Giorgio Mezzasalma

A cura di Giorgio Mezzasalma GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R. 2007-2013 E DEI RELATIVI PIANI OPERATIVI DI COMUNICAZIONE ANNUALI A cura di Giorgio Mezzasalma

Dettagli

SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO

SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO servizi sempre attivi 1 Edizione Settembre 2013 RETE DI CENTRI SANITARI PRIVATI CesarePozzo sviluppa accordi con strutture sanitarie private a livello nazionale

Dettagli

Mercoledì degli Associati. Opportunità di business per le Aziende UCIF. Milano, 20 novembre 2013. Federata

Mercoledì degli Associati. Opportunità di business per le Aziende UCIF. Milano, 20 novembre 2013. Federata Mercoledì degli Associati Opportunità di business per le Aziende UCIF Milano, 20 novembre 2013 Federata Nascita del progetto UCIF rappresenta da 40 anni il settore italiano della Finitura, tramite i relativi

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

IL CICLO DI VITA DEL PROGETTO. Elementi essenziali di progetto. Fasi e tappe Gli Approcci

IL CICLO DI VITA DEL PROGETTO. Elementi essenziali di progetto. Fasi e tappe Gli Approcci UNIVERSITA MILANO BICOCCA Corso di laurea di primo livello in servizio sociale anno accademico 2009-2010 Progettare il sociale Prof. Dario A. Colombo IL CICLO DI VITA DEL PROGETTO Elementi essenziali di

Dettagli

La posta elettronica

La posta elettronica La posta elettronica Aprire un programma di Posta Elettronica. Milioni di utenti utilizzano ormai la Posta Elettronica o e-mail soprattutto perché non solo è possibile scambiarsi informazioni testuali

Dettagli

Informazioni da considerare da parte dei genitori quando si prepara un piano genitoriale

Informazioni da considerare da parte dei genitori quando si prepara un piano genitoriale Piani genitoriali Informazioni da considerare da parte dei genitori quando si prepara un piano genitoriale La separazione può essere dolorosa per tutti coloro che ne sono coinvolti, in particolare i bambini.

Dettagli

Saluti e presentazione iniziale

Saluti e presentazione iniziale PEER EDUCATORS e DATA CLASSE N alunni Saluti e presentazione iniziale Chi siamo cos è la peer education Presentare il tema dell incontro: la cannabis (scelto perché ci siamo accorti che esistono luoghi

Dettagli

Informatica pratica. File e cartelle

Informatica pratica. File e cartelle Informatica pratica File e cartelle Riassunto della puntata precedente Abbiamo visto a cosa serve un word processor: Quali sono i suoi benefici rispetto alla macchina da scrivere tradizionale Quali sono

Dettagli

FORMULARIO DI RICHIESTA S U P P O R T Versione 2007 Sostegno ai progetti di promozione della salute realizzati da immigrati e immigrate

FORMULARIO DI RICHIESTA S U P P O R T Versione 2007 Sostegno ai progetti di promozione della salute realizzati da immigrati e immigrate FORMULARIO DI RICHIESTA S U P P O R T Versione 2007 Sostegno ai progetti di promozione della salute realizzati da immigrati e immigrate Nome del progetto Prevenzione Africa Richiedente Nome Imed Omrane

Dettagli

Area Albergatori HotelManager

Area Albergatori HotelManager Area Albergatori HotelManager Presentare dettagliatamente il vostro hotel Predisporre statistiche Creare widgets personalizzati Costruite la vostra reputazione online con: www.holidaycheck.it/area_albergatori

Dettagli

LA RACCOLTA FONDI bandi e progetti, partnership, sponsor

LA RACCOLTA FONDI bandi e progetti, partnership, sponsor FORMAZIONE IN CORSO Iniziativa co-finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ai sensi della legge 383/2000, art. 12, lett d) annualità 2009 LA RACCOLTA FONDI bandi e progetti, partnership,

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN CLASSE SECONDA

LA MOLTIPLICAZIONE IN CLASSE SECONDA LA MOLTIPLICAZIONE IN CLASSE SECONDA Rossana Nencini, 2013 Le fasi del lavoro: 1. Proponiamo ai bambini una situazione reale di moltiplicazione: portiamo a scuola una scatola di biscotti (. ) e diamo la

Dettagli

ARCHIVING PapER. Con BvLArchivio avete la possibilità di archiviare documenti cartacei in modo manuale o automatizzato.

ARCHIVING PapER. Con BvLArchivio avete la possibilità di archiviare documenti cartacei in modo manuale o automatizzato. Archiviare carta Digital Archiving ARCHIVING PapER Con BvLArchivio avete la possibilità di archiviare documenti cartacei in modo manuale o automatizzato. Entrambi i procedimenti sono possibili in BvLArchivio,

Dettagli

ProgettoFuori Corso TESI DI LAUREA

ProgettoFuori Corso TESI DI LAUREA Università degli Studi di Urbino Carlo Bo DIPARTIMENTO DI STUDI INTERNAZIONALI (DISTI) SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE ProgettoFuori Corso TESI DI LAUREA Cos èla tesi di laurea? Alla fine del

Dettagli

C.O. normale. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : cartina p. 7. Piano p. 8. Base: testimone p.

C.O. normale. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : cartina p. 7. Piano p. 8. Base: testimone p. Contenuto Svolgimento p. 2 Tempi p. 5 Lista del materiale p. 6 Esempio : cartina p. 7 Piano p. 8 Base: testimone p. 9 Lista di partenza p. 10 Verbale d arrivo p. 11 Classifica p. 12 1 Svolgimento Idea

Dettagli

Indice FAQ 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23. 24. 25. 26. 27. 28. 29. 30. 31.

Indice FAQ 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23. 24. 25. 26. 27. 28. 29. 30. 31. Indice FAQ 1. Chi può partecipare a Gioventù in Azione? 2. Se ho già compiuto 30 anni posso partecipare? 3. Un ragazzo/a da solo/a può partecipare a Gioventù in Azione? 4. Un giovane che non ha la cittadinanza

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

Introduzione alla scrittura sul web

Introduzione alla scrittura sul web Una miniguida di Anna Colagè - Web content editor e content strategist Introduzione alla scrittura sul web Impara i fondamentali per scrivere in modo scorrevole per lo schermo partendo col piede giusto

Dettagli

QUAL E IL TUO MOTIVO?

QUAL E IL TUO MOTIVO? AVVICINARE NUOVE SCUOLE: Perché farlo? QUAL E IL TUO MOTIVO? hai un candidato proveniente da una scuola che non ci conosce c è una famiglia ospitante che abita vicino ad una scuola che sarebbe proprio

Dettagli

Aggiornamento del Database Distrettuale: guida per i segretari dei club

Aggiornamento del Database Distrettuale: guida per i segretari dei club Aggiornamento del Database Distrettuale: guida per i segretari dei club 1 settembre 2014 Gentilissimi segretari dei Rotary Club del Distretto 2050, dopo aver a lungo lavorato per realizzare l interfaccia

Dettagli

C.O. fotografica. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : foglio con foto p. 7. Base: foglio per foto p.

C.O. fotografica. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : foglio con foto p. 7. Base: foglio per foto p. Contenuto Svolgimento p. 2 Tempi p. 5 Lista del materiale p. 6 Esempio : foglio con foto p. 7 Base: foglio per foto p. 8 Piano p. 9 Base: testimone p. 10 Lista di partenza p. 11 Verbale d arrivo p. 12

Dettagli

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Ai Dirigenti amministrativi e tecnici della Direzione Generale di Venezia Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali del Veneto Ai dirigenti scolastici

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Vederci Chiaro!

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Vederci Chiaro! ADM Associazione Didattica Museale Progetto Vederci Chiaro! Chi siamo? Dal 1994 l'adm, Associazione Didattica Museale, è responsabile del Dipartimento dei Servizi Educativi del Museo Civico di Storia Naturale

Dettagli

Provincia di Cremona

Provincia di Cremona Provincia di Cremona REGOLAMENTO DELLA CONSULTA PROVINCIALE PER IL COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI CREMONA Approvato con Delibera di Consiglio Provinciale N 17 del

Dettagli

Formattazione. ü Introduzione

Formattazione. ü Introduzione Formattazione ü Introduzione Abbiamo fatto un bel po' di lavoro con Mathematica, vero? Abbiamo visto come creare, valutare, semplificare, disegnare, programmare, cucinare, pescare, ed anche come sfilare

Dettagli

Le Reti di professionisti :

Le Reti di professionisti : 9-10 DICEMBRE 2013 Istitiuto Nazionale Tumori regina Elena Le Reti di professionisti : Che cos è? Creato da Reid Hoffman, Allen Blue, Konstantin Guericke, Eric Ly e Jean-Luc Vaillant LinkedIn è un servizio

Dettagli

Progetto Da donna a donna

Progetto Da donna a donna Progetto Da donna a donna Un mosaico di iniziative in occasione dei 40 anni del Circolo BNL Presentato dalla Sezione Palcoscenico CCRS BNL di Roma in collaborazione con Il circolo BNL Nel cuore La fase

Dettagli

GUIDA ALLE SELEZIONI DEI VOLONTARI 2010 1 CONSIGLIO 2 CONSIGLIO 3 CONSIGLIO

GUIDA ALLE SELEZIONI DEI VOLONTARI 2010 1 CONSIGLIO 2 CONSIGLIO 3 CONSIGLIO GUIDA ALLE SELEZIONI DEI VOLONTARI 2010 N essuno sa com è, eppure si sa che c è. Come funziona insomma la selezione al servizio civile? Innanzitutto diciamo che ogni ente si regola in maniera diversa sui

Dettagli

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing Scheda Informativa Verizon Net Conferncing Net Conferencing 1.1 Informazioni generali sul Servizio Grazie a Net Conferencing Verizon e alle potenzialità di Internet, potrete condividere la vostra presentazione

Dettagli

Modulo: I. Mi presento Livello: Alto

Modulo: I. Mi presento Livello: Alto 1. Mi presento Scrivere i propri dati, parlare di sé, ripasso basi di grammatica e ortografia Saluti, nome, cognome, parlare di sé e della propria personalità basi di ortografia Facsimile carta d identità

Dettagli

Supporto all avvio di progetti imprenditoriali. GAL media Valle d Aosta

Supporto all avvio di progetti imprenditoriali. GAL media Valle d Aosta Supporto all avvio di progetti imprenditoriali GAL media Valle d Aosta Questo manuale è parte del progetto LEADER Agir pour l innovation rurale Scopo del manuale Sostenere le neo imprese rurali o le imprese

Dettagli

Guida al colloquio d esame

Guida al colloquio d esame Guida al colloquio d esame Allegato A3 Requisiti e disposizioni per le candidate e i candidati così come indicatori e criteri per la valutazione dell esame orale: colloquio d esame (guida al colloquio

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

La rete per la promozione della salute in Lombardia

La rete per la promozione della salute in Lombardia La differenza che vale Gli ospedali di ANDREA: amici del bambino e della sua famiglia Bosisio Parini (LC) - 12-14 Novembre 2009 - IRCCS E. MEDEA La rete per la promozione della salute in Lombardia Giancarlo

Dettagli

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia Utilizzo del Forum NEWS Il forum news è stato pensato per dare ad ogni associazione la possibilità di pubblicare una pagina di novità all intero del proprio sito (scheda o pagina autocomposta). E la sezione

Dettagli

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Lezione 1: Cosa significa confrontare due lunghezze? Attività n 1 DOMANDA N 1 : Nel vostro gruppo qual è la matita più lunga? DOMANDA N

Dettagli

Regolamento degli interventi educativi territoriali per i minori con disabilità

Regolamento degli interventi educativi territoriali per i minori con disabilità Regolamento degli interventi educativi territoriali per i minori con disabilità Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 07.07.2014 ed entrato in vigore il 01.10.2014 I 20099 Sesto

Dettagli

L'esame orale per il livello C1

L'esame orale per il livello C1 L'esame orale per il livello C1 In cosa consiste l esame? E' una prova orale durante la quale dovete esprimervi nella lingua dell esame: - in una situazione informale della vita universitaria in cui dovete

Dettagli

Green City Milano si svolgerà nei giorni 2-3-4 ottobre 2015.

Green City Milano si svolgerà nei giorni 2-3-4 ottobre 2015. Concept Green City Milano è un evento diffuso, partecipato, dedicato al verde, che mette in rete istituzioni, associazioni, cittadini e l'intera città di Milano per valorizzare le eccellenze già presenti

Dettagli

Project Cycle Management La programmazione della fase di progettazione esecutiva. La condivisione dell idea progettuale.

Project Cycle Management La programmazione della fase di progettazione esecutiva. La condivisione dell idea progettuale. Project Cycle Management La programmazione della fase di progettazione esecutiva. La condivisione dell idea progettuale. Il presente materiale didattico costituisce parte integrante del percorso formativo

Dettagli

Nell Header posto nella parte superiore della pagina, possiamo trovare informazioni che identificano l organizzazione

Nell Header posto nella parte superiore della pagina, possiamo trovare informazioni che identificano l organizzazione GUIDA ALL USO Il sito del Consorzio Proximo è stato concepito per due diverse finalità: una grafica accattivante per rispondere alle esigenze di vetrina su internet e invogliare potenziali clienti a richiedere

Dettagli

OBIETTIVO CONTENUTO DELLA SCATOLA. Reinhard Staupe (traduzione curata da Michele Mura michelemura@libero.it) OBIETTIVO

OBIETTIVO CONTENUTO DELLA SCATOLA. Reinhard Staupe (traduzione curata da Michele Mura michelemura@libero.it) OBIETTIVO Reinhard Staupe (traduzione curata da Michele Mura michelemura@libero.it) Edel, Stein & Reich Come titolare dell impresa commerciale Edel, Stein & Reich ciascun giocatore dovrà seguire l andamento delle

Dettagli

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas

www.domuslandia.it Il portale dell edilizia di qualità domuslandia.it è prodotto edysma sas domuslandia.it è prodotto edysma sas L evoluzione che ha subito in questi ultimi anni la rete internet e le sue applicazioni finalizzate alla pubblicità, visibilità delle attività che si svolgono e di

Dettagli

1. LE REGOLE EDUCAZIONE ALLA LEGALITA OBIETTIVI

1. LE REGOLE EDUCAZIONE ALLA LEGALITA OBIETTIVI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA 1. LE REGOLE OBIETTIVI Sapere: Che la convivenza tra soggetti diversi ha bisogno di regole. Conoscere il significato della parola Regola della forte connessione tra regole e valori.

Dettagli

Indirizzo: Telefono: Fax: Indirizzo E-Mail:

Indirizzo: Telefono: Fax: Indirizzo E-Mail: GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2015 MODULO DI PARTECIPAZIONE Compilate il modulo in tutte le sue parti in stampatello. Il modulo dovrà pervenire via e-mail all indirizzo info@gjc.it o per posta o via fax entro

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Pulvirenti Antonella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Pulvirenti Antonella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero GRAMMATICA AL CONTRARIO Competenza/e da Saper mettere in relazione ed associare; Sapersi concentrare, saper usare sviluppare l attenzione selettiva; Saper procedere in modo logico e coerente; Saper comunicare

Dettagli

S- magari si potrebbe dire la prima riga, la seconda riga UNITÀ DIDATTICA: TESTO POETICO. Obiettivi

S- magari si potrebbe dire la prima riga, la seconda riga UNITÀ DIDATTICA: TESTO POETICO. Obiettivi UNITÀ DIDATTICA: TESTO POETICO Obiettivi - Confrontare due testi poetici - Trovare le differenze e le somiglianze - Osservare le differenze e coglierne le caratteristiche. ATTIVITÀ L argomento presentato

Dettagli

L indirizzo per accedere alla piattaforma carpooling è https://www.carpoolworld.com/chums

L indirizzo per accedere alla piattaforma carpooling è https://www.carpoolworld.com/chums L indirizzo per accedere alla piattaforma carpooling è https://www.carpoolworld.com/chums 1. clicca su Iscriviti ; 2. Nella sezione Contatto, inserisci - il tuo indirizzo email del lavoro. ATTENZIONE:

Dettagli

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare Percorso formativo per Dirigenti Scolastici e Docenti

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare Percorso formativo per Dirigenti Scolastici e Docenti Per accedere a Mindomo, digitare nella barra degli indirizzi: www.mindomo.com Quindi cliccare su Registrati n alto a destra Apparirà la finestra di registrazione a Mindomo: Inserire, Nome, Cognome e indirizzo

Dettagli

Tutti votano! Con la busta elettorale rossa per pensione e salute.

Tutti votano! Con la busta elettorale rossa per pensione e salute. Tutti votano! Con la busta elettorale rossa per pensione e salute. Che cosa sono le elezioni sociali? Più di 30 milioni di contribuenti e pensionati determinano, con il loro voto nelle elezioni sociali,

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un applicativo Web Annunci Immobiliari

Progettazione e realizzazione di un applicativo Web Annunci Immobiliari Corso di Gestione dell Informazione Studenti NON frequentanti A.A. 2009/2010 Progettazione e realizzazione di un applicativo Web Annunci Immobiliari 1 Scopo del progetto Si vuole realizzare un applicazione

Dettagli

OOPYRIGHT. inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016

OOPYRIGHT. inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016 OOPYRIGHT b inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016 INTRO La cooperazione è un elemento importante della storia della nostra città e molte delle maggiori

Dettagli

Gli attrezzi indispensabili.

Gli attrezzi indispensabili. I Servizi di per le ASSOCIAZIONI. Gli attrezzi indispensabili. Gli attrezzi per le associazioni Lo Spazio di Coworking propone un set di servizi realizzati dalle aziende e dai professionisti che operano

Dettagli

I libri di testo. Carlo Tarsitani

I libri di testo. Carlo Tarsitani I libri di testo Carlo Tarsitani Premessa Per accedere ai contenuti del sapere scientifico, ai vari livelli di istruzione, si usa comunemente anche un libro di testo. A partire dalla scuola primaria, tutti

Dettagli

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Uno degli obiettivi istituzionali del Progetto Avvocato di Strada è quello di esportare il proprio modello nelle città dove

Dettagli

S.A.I.? Servizio Accoglienza e Informazione. Roberta Speziale Responsabile ufficio stampa, comunicazione e S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale

S.A.I.? Servizio Accoglienza e Informazione. Roberta Speziale Responsabile ufficio stampa, comunicazione e S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale S.A.I.? Servizio Accoglienza e Informazione Roberta Speziale Responsabile ufficio stampa, comunicazione e S.A.I.? Anffas Onlus Nazionale Carta dei Servizi Anffas Onlus Milano, dicembre 2004 Per le Associazioni

Dettagli

Manifestando l adesione all iniziativa, è possibile partecipare ad attività quali workshop, incontri collettivi ed individuali di approfondimento.

Manifestando l adesione all iniziativa, è possibile partecipare ad attività quali workshop, incontri collettivi ed individuali di approfondimento. Raccolta di manifestazioni di interesse e proposte di idee progettuali nell ambito delle attività di Animazione e sensibilizzazione Misura I.1.1 del POR FESR MOLISE 2007-2013 1. Finalità dell iniziativa

Dettagli

Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi.

Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi. 5. Processi Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi. Il criterio vuole approfondire come l azienda agrituristica

Dettagli

MANUALE DEL GESTIONALE CICLORADUNI UISP

MANUALE DEL GESTIONALE CICLORADUNI UISP MANUALE DEL GESTIONALE CICLORADUNI UISP Aprire google chrome (consigliato per la velocità) e digitare nella barra degli indirizzi in alto: http://cicloraduni.evoluzioniweb.it ; apparirà la finestra come

Dettagli

COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE.

COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE. COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE. UNA METAFORA PER SPIEGARE I DSA La psicologa americana ANIA SIWEK ha sviluppato in anni di pratica professionale un modo semplice ed efficace di spiegare i DSA ai bambini,

Dettagli

PLIDA PARLARE. Livello. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. giugno 2011

PLIDA PARLARE. Livello. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. giugno 2011 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

(fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/fatturazione +elettronica+pa+-+regole+generali/ )

(fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/fatturazione +elettronica+pa+-+regole+generali/ ) Fattura elettronica: cos è? È un tipo di fattura in formato XML e non un semplice.pdf o scansione della solita fattura. Il formato XML garantisce la conversione dei file per l elaborazione con i principali

Dettagli

Regole da Ricordare. - Non è ammesso ricevere una ferita volontariamente usando energia che non si ha. (Pagina IV, seconda nota)

Regole da Ricordare. - Non è ammesso ricevere una ferita volontariamente usando energia che non si ha. (Pagina IV, seconda nota) Regole da Ricordare - Quando ricevete una tessera cibo, fate attenzione a dove la posizionate: nel riquadro foraggio o nella riserva. Non confondete questi due concetti! (Pagina III, descrizione del tabellone)

Dettagli

Joomla! 2.5:Utenti e permessi - Il wiki di Joomla.it

Joomla! 2.5:Utenti e permessi - Il wiki di Joomla.it Pagina 1 di 6 Joomla! 2.5:Utenti e permessi Da Il wiki di Joomla.it. Traduzione (http://cocoate.com/it/j25it/utenti) dal libro Joomla! 2.5 - Beginner's Guide (http://cocoate.com/j25/users-permissions)

Dettagli

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova)

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Pag. 1 di 9 OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) PREMESSA Per prima cosa, appare ovvio

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

L AQUILONE vola alto

L AQUILONE vola alto onlus PROGETTO CULTURA L AQUILONE vola alto intrecciamo le nostre vite per poterle vivere al meglio. Scuole primarie PREMESSA Far cultura è uno dei fini statutari dell Associazione. Nel rispetto di tale

Dettagli

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT Lo scopo di questa guida è di indicare ai Soci di Adutei le funzioni presenti nell area riservata. Alcune indicazioni possono sembrare ovvie,

Dettagli

Richiesta di finanziamento per sedute informative sul tema Migrazione e vecchiaia 2013 in Svizzera Romanda e in Ticino.

Richiesta di finanziamento per sedute informative sul tema Migrazione e vecchiaia 2013 in Svizzera Romanda e in Ticino. Richiesta di finanziamento per sedute informative sul tema Migrazione e vecchiaia 2013 in Svizzera Romanda e in Ticino. Incontri informativi per far conoscere la guida Invecchiare in Svizzera. Guida alla

Dettagli

www.filoweb.it STAMPA UNIONE DI WORD

www.filoweb.it STAMPA UNIONE DI WORD STAMPA UNIONE DI WORD Molte volte abbiamo bisogno di stampare più volte lo stesso documento cambiando solo alcuni dati. Potremmo farlo manualmente e perdere un sacco di tempo, oppure possiamo ricorrere

Dettagli

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda.

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda. www.gentletude.com Impara la Gentilezza 5 FARE COMPLIMENTI AGLI ALTRI Guida Rapida Obiettivi: i bambini saranno in grado di: di identificare i talenti e i punti di forza propri e degli altri, e scoprire

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

LA STRUTTURA DEL SITO

LA STRUTTURA DEL SITO LA STRUTTURA DEL SITO è molto semplice: Nella parte superiore c è il logo di Radio Maria il tasto per ASCOLTARE la diretta online - il link a World Family dove troverete le Radio Maria sparse in tutto

Dettagli

Guida informatica per l associazione #IDEA

Guida informatica per l associazione #IDEA Guida informatica per l associazione #IDEA Questa guida vi spiegherà come utilizzare al meglio gli strumenti informatici che utilizza l associazione #IDEA in modo da facilitare il coordinamento con tutti

Dettagli

1. Conoscere l importanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo.

1. Conoscere l importanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo. OBIETTIVI 1. Conoscere l importanza del diritto al cibo e della giusta alimentazione in tutto il mondo. In particolare in parti del mondo in via di sviluppo. 2. Conoscere ed incontrare altre culture del

Dettagli