COME GESU. don Fabio,Suor Felicita i Catechisti e gli Educatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COME GESU. don Fabio,Suor Felicita i Catechisti e gli Educatori"

Transcript

1 COME GESU Un nuovo anno Oratoriano seguendo Gesù Come hai visto dalla copertina del nuovo numero del nostro Giornalino, il nuovo anno oratoriano che stiamo iniziando ha per titolo: Come Gesù. Con settembre continuiamo il nostro cammino con più entusiasmo, per vivere ogni momento che verrà proposto e che ci aiuterà a seguire concretamente Gesù Le tappe dell anno scandiranno il nostro camminare insieme: il tempo dell inizio con la festa dell Oratorio, il tempo di Avvento e del Natale, il Tempo della Pace e della vita a gennaio-febbraio, il tempo di Quaresima e la Settimana Santa, il Tempo Pasquale e infine il Tempo Estivo La natura educativa dell oratorio e la sua funzione evangelizzatrice ci devono condurre a a prenderci sempre di più a cuore il nostro oratorio e la sua vita. Ciò esige una comunità cristiana capace di prendersi cura delle nuove generazioni, ma anche delle famiglie ben disposte e protagoniste della vita dell oratorio perché ogni ragazzo possa trovare e condividere pienamente la proposta di un oratorio accogliente, bello e coinvolgente. Ecco giungere un altro settembre, puntuale, come è puntuale il nostro Giornalino dell Oratorio che esce con questo nuovo numero che da inizio al nuovo anno oratoriano che ha per tema: Come Gesù. Lo scorso anno abbiamo vissuto tutto il cammino dell Oratorio all insegna del tema: solo insieme cercando di comprendere come è essenziale, importante e bello realizzare in oratorio qualcosa di bello e di buono, e questo lo potremo fare solo insieme! Quest anno ci viene proposto ci continuare il cammino insieme cercando di seguire Gesù è Lui il nostro Signore, il nostro riferimento, la nostra guida Egli è il nostro pastore e noi siamo chiamati a seguirlo, ad amarlo, per diventare come lui, per pensare e agire come Gesù! La festa dell Oratorio di quest anno ci aiuti a rilanciare il nostro Oratorio perché con l aiuto di tutti possa diventare sempre più luogo significativo per l educazione e la vita di tutti i nostri ragazzi. don Fabio,Suor Felicita i Catechisti e gli Educatori APERIODICO DEL NOSTRO ORATORIO Ma per poter realizzare questo è necessario avere come riferimento e guida il Signore Gesù, il suo Vangelo assimilare il pensiero di Cristo il suo modo di pensare e amare, il suo modo di progettare e agire, il suo modo di vivere. E importante allora lasciarci educare alla vita cristiana, al pensiero di Cristo, all agire cristiano. Come? Con docilità e passione, per vivere tutto con gioia e con fede, a partire dalla Messa domenicale alla quale non possiamo mancare. Ma qui ci vuole l impegno e la responsabilità di tutti! Partecipare alla catechesi settimanale significa impostare la nostra vita secondo il pensiero di Cristo, con la Messa, la Confessione, e le attività che l oratorio offre e propone ai ragazzi secondo il progetto educativo di quest anno. Vi chiediamo di partire bene! Un antico proverbio recita: chi ben inizia è a metà dell opera. Iniziamo questo nuovo anno oratoriano nel modo migliore: con la nostra presenza! E nella condivisione saremo in grado si seguire tutti, passo passo, il nostro buon pastore Gesù che chiede anche a ciascuno di noi: ma tu mi vuoi bene? Consulta il nostro sito troverai tutte le informazioni e le immagini del nostro oratorio e della nostra comunità don Fabio

2 CAMMINO ORATORIO ORATORIO San Giovanni Bosco e Sant Agnese Pontirolo 1.L ICONA EVANGELICA CHE CI ACCOMPAGNERA Quand ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?. Gli rispose: Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene. Gli disse: Pasci i miei agnelli. Gli disse di nuovo, per la seconda volta: Simone, figlio di Giovanni, mi ami? Gli rispose: Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene. Gli disse: Pascola le mie pecore. Gli disse per la terza volta: Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene? Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: Mi vuoi bene?, e gli disse: Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene. Gli rispose Gesù: Pasci le mie pecore. E, detto questo, aggiunse: Seguimi. L Icona evangelica dell anno oratoriano si riferisce al dialogo di Gesù risorto e dell apostolo Pietro sul Lago di Tiberìade, narrato nel capitolo 21 del Vangelo secondo Giovanni (Gv 21, b). L Icona di quest anno è l apice di un cammino, quello del discepolo che segue il suo maestro e, fidandosi di lui fin dal principio, cambia pian piano tutta la sua esistenza, il suo modo di pensare e di agire, i suoi sentimenti e si lascia educare. Accanto a questa Icona c è quindi il riferimento a tutti quei brani evangelici dove entra in gioco la figura di Pietro: dalla sua chiamata, alla sua vita accanto a Gesù che continuamente lo provoca e lo mette in discussione, dal suo entusiasmo nel voler condividere la vita del maestro, fino alle sue cadute e incomprensioni e al tradimento che, appunto, viene cancellato dalla forza dirompente dell amore del Risorto e dalla adesione di Pietro, che dimostra di volersi affidare fino in fondo. Gli episodi evangelici con Pietro possono fare tutti da sfondo e scandire il cammino che stiamo, chiedendo ai ragazzi e alle comunità educanti per quest anno. Il percorso di Pietro parla del discepolo che è chiamato ad essere come il maestro: è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore (Mt 10, 25). Ma, abbiamo visto proprio in Pietro, come nella nostra esperienza, non è sempre così: è facile perdere il riferimento, farsi prendere dal dubbio o ancor di più dalla paura e dal distacco, pensarla a modo proprio, avere la pretesa di dire sempre l ultima parola e di guidare anziché essere guidati e lasciarsi educare. Ma a Gesù importa il nostro amore e la nostra piena fiducia. Una risposta che siamo chiamati a dare esplicitamente, come ha fatto Pietro, per poi abbandonarsi alla volontà di Dio che è la sua risposta al nostro desiderio di realizzazione e di felicità. Emerge in questo percorso anche la nostra vocazione; essa è innanzitutto l accoglienza di un dono grande che è l amore di Dio ed è chiamata a vivere nel mondo come Gesù, affinché il mondo possa sapere che il suo amore, anzi la sua misericordia, è proprio per tutti e che vivere la vita buona del Vangelo è vivere da uomini e donne compiuti! 2.IL TEMA DI QUEST ANNO E Gesù il primo educatore, che parla al cuore dei più giovani con la verità che proviene dalla sua stessa vita e ci dimostra, ancora una volta, tutto il suo amore. Il suo pensiero, il pensiero di Cristo, è per noi la bussola che orienta il cammino, è lo sguardo che dà senso a tutta l esistenza e che ci fa essere autenticamente noi stessi. Avere il suo pensiero significa avere anche i suoi stessi sentimenti, è sforzarsi ogni giorno di donare, perdonare, mettersi al servizio, vivere pienamente la gioia della comunione, disposti anche al sacrificio, pur di amare senza misura. La conseguenza di una vita vissuta seguendo Gesù, educati dal suo pensiero, così come hanno fatto Pietro, gli apostoli e i suoi fedeli discepoli, in questi ultimi duemila anni, è il cambiamento, è testimoniare sempre più di essere diventati nuova creatura. Possiamo impegnarci ancora di più a formare delle comunità che abbiano il sapore del Vangelo e plasmare addirittura una società in cui ci sia un po più di bene, di accoglienza, di comprensione e di perdono. Non bisogna essere adulti per cambiare il mondo, fin da bambini, fin da ragazzi, si può scegliere di essere discepoli del Signore e trasformare la terra, come ha fatto lui. Potremmo procurare per il mondo che ci circonda una vera cultura della misericordia, da condividere con tutti, generando percorsi di pace e fraternità che possano contagiare molta gente, a partire dai più giovani per arrivare sino alle famiglie e, ancora di più, alle situazioni dove si vivono forme di disagio e sofferenza. È questo lo stile, l impegno e la responsabilità di chi decide di lasciarsi educare per essere Come Gesù. Il tema Come Gesù Non è una pretesa quella di indicare ai ragazzi la strada dell imitazione di Gesù. Per questo nell anno oratoriano useremo lo slogan Come Gesù. Si può davvero vivere, amare, desiderare, perdonare, servire come Gesù perché è lui stesso a darci questa possibilità. La sua grazia, quella che parte dalla sua scelta di amarci per primo, colma ogni distanza fra lui e noi. È così che possiamo chiedere ai ragazzi di seguirlo, lasciandosi entusiasmare e stupire dal suo messaggio e dalle azioni che ancora compie nella comunità dei credenti. Come Gesù è una proposta data all Oratorio che si richiama alle parole che il nostro Arcivescovo Angelo Scola ci consegna per il nuovo anno pastorale. L oratorio può assumere ancora più consapevolmente la forma del Vangelo; è un impegno, dato inizialmente alle comunità educanti (catechisti, educatori, animatoti, collaboratori) perché si mettano alla scuola dell unico Maestro e sappiano come plasmare l ambiente oratoriano e dell intera comunità, perché sia capace di trasmettere l entusiasmo della sequela e soprattutto sappia procurare gli strumenti per generare la cultura che nasce dalla fede. Che cos è cultura per l oratorio? Che cos è cultura, quando si tratta di lasciarsi educare al pensiero di Cristo? La proposta Come Gesù ci dice che nessun pensiero dovrebbe rimanere una semplice idea, che ogni buon proposito che ci viene suggerito dall Alto può realizzarsi, fino a diventare vita vissuta che sa diffondersi per contagio. È una grande responsabilità per l Oratorio e per ogni ambiente educativo contribuire a formare una mentalità nuova. La dimensione alta del Vangelo può essere per tutti una scuola di umanità così coinvolgente da trasformare la mente e il cuore dei più giovani e

3 invitarli a rimanere fedeli al Signore Gesù, rinnovando il più possibile in ogni situazione la fiducia in lui. Come farebbe Gesù? La vita stessa dell Oratorio, ch è capace di coinvolgere per tutto l anno e non solo in alcuni momenti, determinerà il passo. Non si tratterà di essere solo originali ma di dare nuova origine a tutto quello che già facciamo. La proposta Come Gesù ci spinge a chiederci come farebbe Gesù? Come accoglierebbe i ragazzi, come si prenderebbe cura delle loro famiglie? Quali parole userebbe oggi per chiamare ciascuno a spendersi per la missione del Vangelo? Come curerebbe ancora le ferite, quelle che anche i più giovani possono già avere? Quale sarebbe il suo annuncio da dare al mondo di oggi e come dovremmo fare per essere suoi annunciatori? Siamo chiamati a fare di queste e altre domande una costante della nostra esperienza oratoriana. Dovremmo darne la forma giusta, trovare il modo per comunicarci le risposte e per condividere il più possibile i passi che ne sorgeranno. Per questo la priorità è che ci sia modo di alimentare un pensiero comunitario, che si lasci guidare dallo Spirito Santo perché questo sia il pensiero di Cristo per il nostro oratorio! Sarebbe bello che questa stessa domanda - come farebbe Gesù? - diventasse il criterio con cui anche i ragazzi giudicano la realtà, valutano le proprie scelte, educano le proprie abitudini, sforzandosi ogni giorno di più di confrontarsi non solo con il pensiero di Cristo ma con Gesù stesso in tutta la sua persona. Ribadiamo come sia fondamentale plasmare la comunità cristiana perché solo in essa può avvenire un autentico incontro con Cristo. Il criterio esigente dello sforzarsi di vivere Come Gesù, nelle esperienze quotidiane e negli ambiti familiari per i ragazzi, implica un richiamo costante ai modi con cui si può realizzare il dono di sé. La croce è l elemento chiave che apre al sacrificio, grande o piccolo che sia, fatto per amore, al servizio che non si risparmia, alla carità come forma stessa della vita anche dei ragazzi. Non ci deve essere meno di questo nelle nostre proposte, con un elemento caratterizzante che è quello della gioia che proviene dalla risurrezione. La caratteristica della gioia, la santità dell Oratorio Quando si parla di gioia contagiosa non si può che pensare all Oratorio. Lo stesso Papa Francesco lo ha confermato, incontrando i ragazzi degli Oratori nella sua visita a Torino, per l ostensione della Sindone, nel bicentenario della nascita di Don Bosco: non dimenticatevi che una delle caratteristiche del vero oratoriano è la gioia. Un oratoriano con la faccia triste, con la faccia all aceto, non va Gioia, molta gioia. E con questa gioia cercare Gesù, amare Gesù, lasciarsi cercare da Gesù e incontrarlo tutti i giorni (21 giugno 2015). Gioia e Oratorio fanno parte dello stesso binomio. San Domenico Savio - ragazzo santo dell oratorio che ha imparato a desiderare la santità proprio in oratorio - già lo diceva circa centosessanta anni fa: Qui facciamo consistere la santità nello stare molto allegri. I santi sono coloro che nella vita hanno cercato di assomigliare al Maestro, di essere in fondo come Gesù. L oratorio può e deve impegnarsi ad essere sempre più una scuola di santità, proprio se riesce a proporsi come luogo in cui ciascuno possa condividere con gli altri la gioia del Vangelo, quella che riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù (Evangelii Gaudium). Lo stile dell'animazione è l'espressione vincente che fa dell'oratorio l'ambiente privilegiato della gioia. Nelle sue attività l'oratorio è chiamato a proporre la bellezza con l'obiettivo di destare allegria e anche un sano divertimento. Se non ci fosse animazione non ci sarebbe né l oratorio né la cultura dell oratorio. Con ottimismo ci si potrà avventurare in proposte che possano intercettare l'interesse dei ragazzi, puntando all'utilizzo di quei linguaggi che sono a loro familiari. È così che l'oratorio può fare cultura ed essere fucina di buone pratiche per il presente e per il futuro, generando il desiderio di vivere in ogni altro ambiente un po più come Gesù. La misura dell umiltà e del servizio Chi è il Signore Gesù per i nostri ragazzi? Come lo conoscono? Che esperienza ne hanno fatto? Che esperienza possono fare? L oratorio integra tutta l esperienza dell iniziazione cristiana (catechesi), della vita sacramentale (liturgia), della mistagogia (animazione), della scelta del servizio e della professione di fede di ciascuno dei ragazzi in crescita, fornendo per loro una casa, un luogo dove vivere da credenti e crescere come persone che accolgono e mettono in pratica la vita buona del Vangelo. Nel vissuto dell oratorio il Signore Gesù abita, nelle scelte che l oratorio fa per essere fedele alla sua missione viene in aiuto la forza dello Spirito Santo che ci fa conoscere l amore di Dio e ci insegna a chiamarlo con il nome di Padre. Occorre alimentare la dimensione spirituale di tutti coloro che sono impegnati in oratorio, con una necessaria gradualità che sia rispettosa del cammino di ognuno, ma con una più convinta determinazione delle motivazioni che ci spingono a lasciarci educare dal pensiero di Cristo e quindi, a nostra volta, ad educare alla sua scuola. Si impara a conoscere Gesù ponendosi da discepoli, stupiti di esserlo, in una forma di docilità che anche i ragazzi possono imparare. L umiltà di chi si mette dietro a Gesù per seguirlo ce la propone Cristo stesso quando dice: imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita (Mt 11,29). L oratorio può sempre più diventare scuola di servizio se tutti, a partire dai responsabili, da ogni membro della comunità educante e, quindi, dai più grandi ai più piccoli, assumono la pazienza, la tenerezza e l umiltà del Signore Gesù come modelli per plasmare il proprio carattere, dimensioni per costruire le proprie relazioni e misura di ogni giudizio sulla realtà. Chi si è umiliato facendosi servo, chi si è caricato della croce per la salvezza di tutti ci dà il criterio per costruire la vita dei nostri oratori, assicurandoci la forza e il ristoro necessari per procurare felicità attorno a noi. Lasciamoci educare come Pietro Al centro di questo nuovo anno pastorale ci sarà la dimensione del lasciarsi educare, che è una scelta di sequela di chi si mette alla scuola del Maestro e si fida di Lui, lo considera come riferimento essenziale, come fonte per la comprensione e il cambiamento, come opportunità per crescere e maturare fino alla realizzazione di sé. Il Signore Gesù è il vero educatore e, in quest arte meravigliosa, a cui la comunità educante, la comunità cristiana è chiamata per mandato, occorre che da lui impariamo come fare. Ci viene incontro l esperienza dell apostolo Pietro e degli altri discepoli che lo hanno seguito e sono stati testimoni della sua risurrezione. San Pietro è il discepolo per

4 eccellenza. Il suo incontro con Gesù si fonda e si alimenta su una fiducia incondizionata. Forse dovremmo imparare anche noi educatori, catechisti, genitori, a conquistare innanzitutto la fiducia dei ragazzi, puntando sulla credibilità, sulla coerenza e sulla richiesta di qualche scelta coraggiosa che incoraggia, sempre pronti a sorreggere e a orientare, nel rispetto della libertà dell altro. Gesù fa così con Pietro e quest ultimo si aggrappa al suo Maestro e da lui impara ad andare oltre la sua condizione di partenza. Sullo sfondo della proposta Come Gesù e dei temi che il nostro Arcivescovo ci presenta in questo anno pastorale, ci sarà l esperienza di Pietro, che raggiunge l apice del suo incontro con Cristo in quel dialogo con il Risorto sul lago di Tiberiade. In questo incontro l amore donato dal Maestro è capace di alimentare il proprio amore e di dare una risposta tale per cui la strada dell imitazione è ormai aperta ed è davvero possibile essere come Gesù. Il cammino di Pietro viene educato da Gesù. Lo sguardo della misericordia Il cammino con i ragazzi e le loro famiglie, con la comunità e la Chiesa intera ci orienta a vivere la bellezza della misericordia del Padre e a scoprire come il suo sguardo sia capace di abbracciare tutti e di dare una prospettiva nuova a situazioni e relazioni. Educheremo al perdono attraverso la pratica del perdono reciproco e l esercizio della misericordia che è amore applicato e che è accompagnata da gesti di amorevolezza da esercitare continuamente; lo faremo soprattutto durante i mesi del Giubileo Straordinario della Misericordia, voluto e indetto da papa francesco. Cercheremo di imparare a fare come Gesù, donando il perdono a chi ce lo chiede, senza riserve, e rivolgendo uno sguardo di misericordia che si traduce in opere buone verso tutti (opere di misericordia). Ci verrà in aiuto ancora l esperienza di san Pietro che ha imparato a perdonare fino a settanta volte sette (Mt 18, 21-22), ma soprattutto a sperimentare su di sé il perdono del Signore Gesù, dopo il suo tradimento e il suo pianto, che si comprende alla luce dell amore ricevuto e ridonato, secondo l Icona del nostro anno oratoriano. In particolare, saranno i nostri preadolescenti e adolescenti a raccogliere l invito di Papa Francesco a fare del pellegrinaggio uno stimolo alla conversione. I preado e gli ado sono invitati a partecipe al Giubileo dei ragazzi e delle ragazze a Roma dal 23 al 25 aprile 2016 (13-16 anni) e sperimenteranno il fatto che anche la misericordia è una meta da raggiungere e che richiede impegno e sacrificio. La carità globalizzata Veniamo dall esperienza dell Oratorio estivo Tuttiatavola che ci ha educato alla condivisione. I nostri ragazzi hanno capito che nell amore si nutre la vita e che, rivolgendosi a Dio, chiamandolo Padre proprio come Gesù si viene immersi nel dono di una vita piena e felice. L'esperienza di Expo e la presenza in essa della comunità ecclesiale e in particolare della Caritas ci impegna a non lasciar cadere l appello alla globalizzazione della solidarietà, che Papa Francesco ha chiesto proprio all inizio della Esposizione Universale. Anche i ragazzi sono coinvolti in questo cambiamento di mentalità che apre lo sguardo verso le periferie del mondo. In questo orizzonte, l oratorio è chiamato ad impegnarsi ancora una volta ad alimentare nei ragazzi il senso critico verso la realtà e l'interesse e l assistenza verso i poveri, anche nell ottica della pratica delle opere di misericordia. 3.UN ORATORIO CONDIVISO Con settembre, dunque, inizia un nuovo anno pastorale che vede il coinvolgimento di tutti nel vivere e gestire la vita dell Oratorio, a partire da uno stile e un metodo condiviso. Un gruppo di famiglie e di educatori si stanno trovando insieme per elaborare il PEO, il Progetto Educativo dell Oratorio, che ci deve orientare a vivere l oratorio come luogo educativo delle giovani generazioni. Questo ci spinge a fare dell Oratorio il luogo privilegiato dove crescere e sviluppare la persona con la sua fede. Per questo chiediamo a tutti voi, indistintamente, un maggiore coinvolgimento. Chi è già dentro, è già impegnato e crede nell oratorio, prosegua su questa strada. Chi è meno dentro, si lasci guidare e si impegni nel fare passi concreti e positivi di fiducia e partecipazione alla vita della comunità e dell oratorio. Chi si sente lontano, chi non è pienamente dentro queste dinamiche, si lascia convertire credendo e scommettendo sull oratorio, non da spettatori, ma da protagonisti. Potremo così perseguire un cammino di oratorio condiviso, nei suoi ideali, nelle sue scelte, nel suo percorso educativo, formativo e ricreativo, culturale e sociale, per una formazione integrale della persona: mente, anima e corpo. Un oratorio, diciamo, a Km Zero, dove non bisogna andare lontano per trovare l oratorio, ma l abbiamo sotto casa, nel nostro paese, nella nostra comunità. Occorre solamente riconoscerlo e praticarlo c è per questo un futuro e delle prospettive che dobbiamo condividere e vivere di più e meglio. Per questo invitiamo tutti (famiglie, ragazzi, educatori e catechisti, animatori, collaboratori e volontari, baristi ) a rendersi responsabilmente disponibili verso la comunità e il suo oratorio, per rendere sempre di più l oratorio vivo e frequentato. PREGHIAMO Padre buono, come è bello il mondo che hai creato e nel quale ci hai chiamato a vivere e ad amare! Quanti colori, sapori, rumori, quante proposte diverse, iniziative allettanti, prospettive seducenti la vita ci offre ogni giorno. Ma tutto ci fa bene? Tutto è per la nostra felicità? Spesso abbiamo l impressione che non sia così! E allora, come scegliere la via giusta tra le tanti voci del mondo? Chi potrà aiutarci, se non il Signore Gesù, il tuo figlio amato che hai inviato a noi per insegnarci ad avere fame della vita vera? Donaci il tuo Spirito Santo perché vivendo nella tua chiesa ci lasciamo educare ad amare come Gesù, a sentire come Gesù, a soffrire come Gesù a pensare come Gesù, a scegliere come Gesù. Amen. Vi chiediamo di accompagnare il cammino formativo dei vostri figli con interesse e con passione, e di esprimere il vostro sostegno e la vostra simpatia nei confronti della proposta che l Oratorio offre a voi come famiglia e ai vostri figli. Il contributo per i sussidi, la copertura assicurativa, l affiliazione alla Fom, il riscaldamento, la cancelleria e tutto il materiale è di 15 BUON CAMMINO da vivere insieme per essere come lui, come Gesù!

5 CALENDARIO IL CAMMINO ANNUALE A guidare il cammino dell Oratorio è l Anno Liturgico, l itinerario della Catechesi e il Calendario annuale con le sue proposte e attività che qui illustriamo a grandi linee. TEMPO DELL INIZIO SETTEMBRE- OTTOBRE 8-9 Presentazione alle famiglie delll anno 20-9 Festa dell Oratorio 27-9 Festa Patronale di San Michele 27-9 Laboratorio Madonnari 29-9 San Michele Mandato Catechisti Laboratorio di cucina con ospite Giornata Missionaria Castagnata TEMPO DI AVVENTO E NATALE NOVEMBRE- DICEMBRE 1-11Festa dei Santi 2-11 Ricordo dei nostri defunti Proposta Tempo di Avvento Giornata dell Amicizia Laboratorio di Natale 8-12 Mercatino di Natale Novena di Natale Presepe vivente Domenica del dono Confessioni natalizie Concorso Presepi Santo Natale Ultimo in Oratorio TEMPO DELLA PACE E DELLA VITA GENNAIO-FEBBRAIO Vacanza invernale 6-1 Epifania 10-1 Festa del Battesimo Settimana dell Educazione 21-1 Festa Sant Agnese 31-1 Festa di San Giovanni Bosco Gita sulla neve 7-2 Carnevale TEMPO DI QUARESIMA FEBBRAIO-MARZO 10-2 Ceneri e inizio della Quaresima Proposta Tempo di Quaresima Laboratorio domenicale 21-3 Festa del papà Giornata dell Amicizia Via crucis Prima Confessione Confessioni pasquali 20-3 Domenica delle Palme Settimana Santa 24-3 Giovedì Santo 25-3Venerdì Santo 26-3 Sabato Santo TEMPO DI PASQUA MARZO-APRILE-MAGGIO 27-3 Pasqua di Resurrezione 28-3 Gita di Pasquetta Proposta Tempo di Pasqua Pellegrinaggio 2 e 3 media Mese di maggio Festa della Mamma Ritiro Prima Comunione -5 Prima Comunione Ritiro Cresimandi Giornate Eucaristiche 29-5 Corpus Domini 31-5 Processione mariana a Fornasotto TEMPO ESTIVO GIUGNO-LUGLIO-AGOSTO 2-6 Incontro Cresimandi a San Siro 5-6 Cresima Proposta Tempo Estivo 13-6 Oratorio Estivo (Cre) Vacanza Estiva in montagna 11-8 Gita di ½ Estate 15-8 Festa dell Assunta TUTTI A TAVOLA L esperienza appena trascorsa dell Oratorio Estivo Quest estate dal 10 al 28 giugno ho partecipato all oratorio estivo il cui tema era TUTTI A TAVOLA ; mi è stato spiegato nei primi giorni che lo slogan è stato scelto in sintonia con Expo 2015 dove la grande tavola che il Signore prepara per noi serve a nutrire la propria vita! Con me c erano circa un centinaio di ragazzi dalla prima elementare in su. La giornata si svolgeva nel seguente modo: apertura ore 9:30, gioco libero seguito dalla preghiera e dai giochi di squadra. Intorno alle 12:30 suonava la campana per il pranzo, alcuni di noi pranzavano in mensa altri portavano il pranzo al sacco. Terminato il pranzo, dopo un oretta di gioco libero, il martedì e il giovedì si svolgevano i vari laboratori: danza, murales, cucito, basket, cartonaggio, giardinaggio, cucina, teatro, musica e altri laboratori creativi. I laboratori si svolgevano grazie all aiuto di alcune mamme aiutate dagli animatori. Il lunedì e il venerdì, invece, c erano i giochi di squadra. Dopo i giochi o i laboratori si faceva la merenda, molto varia e preparata dai ragazzi del laboratorio di cucina, seguita da altri giochi di squadra, che duravano fino alle 17:30. La giornata si concludeva con Suor Laura che ci radunava sul campo di basket per le indicazioni dei giorni successivi, la preghiera e il saluto finale. Vi sarete accorti che ho tralasciato il mercoledì, giorno dedicato all uscita in piscina. Sono state delle bellissime settimane e tutti quanti ci siamo divertiti molto a giocare e scherzare in compagnia degli amici. Bertocchi Sofia L'oratorio estivo di quest'anno è stata una bella esperienza, infatti io e molti miei amici siamo diventati animatori e ci siamo divertiti molto, avendo anche delle responsabilità sulle spalle. Far divertire tutti i bambini e farli giocare insieme non risulta sempre facile, specialmente con i bambini più piccoli che vogliono divertirsi in altri modi. La cosa più difficile è stato collaborare con gli animatori degli altri anni ma, dopo esserci conosciuti meglio ed esserci divisi i compiti, tutto è filato liscio. Tutto sommato quest'oratorio estivo è andato bene! L'anno prossimo spero che ci siano più bambini e ragazzi e spero inoltre di diventare un animatore migliore! P.S. No Suor Laura, no party ESTATE: VACANZE INSIEME Insieme sui monti austriaci Gabriele Carnevali Sabato 18 luglio gli oratori della comunità pastorale hanno incominciato una nuova avventura estiva dopo il grest : DESTINAZIONE AUSTRIA. Alle ore 7.00 i ragazzi e le ragazze di Pontirolo, Fara e Canonica si sono ritrovati per la partenza allʼoratorio San Luigi di Fara. Questa è forse la quarta volta che i ragazzi degli oratori sono partiti insieme per vivere una avventura estiva. A ospitare gli aspiranti UOMINI di VENTURA è stato scelto lʼalbergo SPORTPENSIONRAICH. Durante la settimana i ragazzi e le ragazze

6 hanno intrapreso, a giorni alternati camminate verticali, appassionanti salite in vetta e glaciali incontri spettacolari. Alla guida del gruppo cʼera suor Laura aiutata da un animatore di Canonica, Stefano Cortesi. La comunità ha visitato, così, molti luoghi stupendi, limpidi, incontaminati, estesi e verdissimi. Forse, la più bella passeggiata vissuta, è stata quella nel ghiaccio. Al suo interno cʼerano stalattiti di ghiaccio vecchie di secoli e un ruscello di acqua purissima. La temperatura era molto bassa e i suoi colori variavano dal bianco allʼazzurro. Unʼaltra bella passeggiata è stata quella che ha portato gli oratori alla vetta. Li si poteva vedere un spettacolare panorama: si poteva osservare tutta la valle e tutte le montagne vicino, anche il paese ai nostri piedi e lʼalbergo in cui alloggiavamo. Lʼesperienza non è stata solo unʼavventura nella natura ma anche un tempo di grande divertimento e di conoscenza. Nel corso della settimana sono nate molte amicizie. Alcune durante le passeggiate, il tempo libero e nelle ore dei pasti, altre durante i giochi. Per esempio, un giorno i ragazzi degli oratori hanno creato una squadra unica della comunità pastorale per giocare contro una squadra di ragazzi del posto. Durante la partita tra i giocatori è emerso lo spirito di gruppo: cʼera un avversario comune, e per vincere i ragazzi hanno usato tutte le loro energie per portare in trionfo la squadra, passare la palla, guardarsi, coordinarsi e parlare. IN CONCLUSONE la settimana trascorsa, come hanno detto in molti è stata molto bella. Non sono mancate passeggiate e momenti di divertimento e conoscenza. Insomma il tempo trascorso ha aiutato i ragazzi e le ragazze a sentirsi un poʼ più una comunità: unʼesperienza magnifica!!!! Luca Ripamonti La mia vacanza in Austria Il 18 luglio 2015 alle ore 7:00, alcuni ragazzi della nostra Comunità Pastorale si sono ritrovati a Fara per la partenza verso l Austria destinazione Feichten. Di Pontirolo eravamo in 8: Io, Francesco, Luca, Federico Paga, Federico, Thomas, Andrea e Roberto. Al nostro gruppo si è anche aggiunto Massimo (di Canonica). Durante il viaggio, abbiamo anche preso Suor Laura che si trovava a Solda con i ragazzi più grandi. Il viaggio è durato 7 ore, durante le quali abbiamo giocato, ascoltato musica e parlato. Arrivati a destinazione eravamo tutti contenti perché finalmente potevamo vedere chi era il nostro compagno di stanza. Quando siamo entrati nelle nostre camere abbiamo pensato che erano di lusso perché c era la televisione, i letti erano comodi ed il bagno era molto grande. Dalla finestra della mia camera c era una bella vista dalla quale si vedevano tutte le montagne. Quando tutti avevano sistemato le proprie cose, ci siamo ritrovati nel salone per la cena, abbiamo giocato e verso le 23:00 siamo andati a dormine nei nostri sacchi a pelo. Il giorno dopo era domenica e con Suor Laura siamo andati a Messa, solo che non abbiamo capito molto perché era in lingua tedesca.al rientro abbiamo giocato a calcio perché vicino all Hotel c era un campo di calcio ed altri ragazzi ed abbiamo organizzato una partia. (Italia Germania, vittoria dell Italia). Durante la settimana abbiamo fatto 3 escursioni: Una al ghiacciaio per una visita alla grotta di ghiaccio, una ad un Santuario dedicato alla Madonna e una ad un rifugio. Quella che mi è piaciuta di più è stata quella al ghiacciaio perché era una grotta naturale ricavata dal ghiaccio. Dopo la visita abbiamo giocato in un parco, pranzato al sacco e nel pomeriggio siamo rientrati. Siamo anche andati ad un lago che era come una piscina perché c era uno scivolo grande, in mezzo c era un isoletta e dall altra sponda del lago un gonfiabile sull acqua alto più o meno 3 metri da cui ci si poteva tuffare. Io e altri ragazzi abbiamo fatto un giro del lago sul pedalò. Le serate sono state tutte belle perché tutti assieme abbiamo giocato e riso, tante volte Suor Laura ci sgridava perché facevamo troppa confusione. E stata una bellissima esperienza perché oltre ad aver visto dei posti nuovi ho fatto amicizia con altri ragazzi di Canonica e Fara con i quali mi sono divertito moltissimo e ci siamo scambiati i numeri di telefono per poterci messaggiare anche una volta rientrati dalla vacanza. Anche se con l oratorio di Pontirolo siamo sempre andati in vacanza al mare, questa vacanza in montagna mi è piaciuta molto. Vacanza strabella. FAMIGLIA ATTIVA Per un cammino condiviso Gabriele Chiari Questo è un suggerimento, ma nello stesso tempo un consiglio, o forse è meglio dire un invito per tutti a riflettere sulla nostra partecipazione attiva al cammino che vogliamo volete fare insieme e alla scelta, come genitori di educare i figli Vi suggeriamo di pensarci! E di attuare una scelta che vi orienti veramente a condividere la fede, nella quale volete educare i vostri ragazzi, e nella quale anche voi dovete crescere e maturare. La MESSA domenicale è un elemento fondante, fondamentale per la nostra fede! La partecipazione, va incentivata. Invitiamo la vostra famiglia a vivere insieme questo momento e a garantire la partecipazione dei vostri ragazzi. Non una volta ogni tanto, cioè quasi mai! Ma sempre. C è ancora molto da lavorare nella nostra comunità! Suggeriamo la Messa delle in cui sono invitati in modo particolare i ragazzi ma abbiamo anche tante altre messe, in orari differenti. La CONFESSIONE. Tempo utile e il sabato pomeriggio dalle alle in chiesa, è sempre una occasione che però va accompagnata riscopriamo questo momento soprattutto in questo anno Santo La CATECHESI settimanale è un momento importante, di formazione che però perde il suo valore se non supportato da una pratica della fede, una messa in opera dei concetti e valori compresi nel gruppo. Ricordiamo che i vari dei gruppi si ritrovano in oratorio per seguire un itinerario specifico per età. Raccomandiamo la fedeltà e costanza nel compiere tale cammino. La vita in ORATORIO è uno degli elementi qualificanti la proposta cristiana per tutti i ragazzi con le sue proposte e attività, nel corso di tutto l anno, chiede ai ragazzi di vivere ciò che si è compreso nella catechesi e si è pregato nella liturgia. In particolare la domenica pomeriggio, a partire dalle 14.30, l oratorio offre uno spazio con le iniziative e attività di animazione, così come il sabato sera con giochi, tornei, laboratori e tante altre sorprese Durante l anno, nelle varie tappe, sono offerti momenti di festa e svago, di condivisione e solidarietà, di cultura e formazione, di gioco e vacanza, di preghiera e di e di tanto altro che ti invitiamo a condividere insieme a Km Zero.

7 SALUTO A SUOR LAURA Un grande grazie per la sua presenza L inizio di settembre vede la partenza di Suor Laura che ha trascorso tanti anni con noi, guidando con passione e determinazione il nostro oratorio Arrivata nel 2004 ha subito preso in mano le attività dell Oratorio e ha accompagnato diverse generazioni nel cammino di crescita cristiana attraverso la catechesi e le attività oratoriane Ora le vogliamo dire il nostro grazie per la sua presenza nella nostra comunità e un augurio di proseguire con gioia la sua missione nella nuova comunità nella quale il Signore la invia. "Cara Laura, non sono di molte parole, ma vorrei esprimere il mio semplice grazie per la tua presenza in mezzo a noi. Porto nel cuore, in modo particolare, il ricordo di questi ultimi quattro anni, dove lo stare vicina a te, sia per i campo scuola al mare, sia per l'oratorio estivo e i vari incontri di catechismo, mi han dato modo di conoscerti di più... Il tuo amore per il Signore che mi hai fatto subito percepire, quando, ancora incredula nell'accettare la tua richiesta come aiuto catechista, mi dicesti "Gesù ti guiderà il cammino", il tuo spirito giovane, il tuo essere così spontanea, il tuo gusto nel vestire, il tuo modo tutto speciale di dare "dritte" ai ragazzi anche chiamandoli simpaticamente "teste di quiz", "teste di caucciù" o "asinacci", sono ciò che ti rendono unica. Prego il Signore che lo Spirito Santo illumini costantemente il tuo cammino, affinché tu possa donare ancora a tante persone che andrai ad incontrare l'amore che ha fatto germogliare in te. Dio ti benedica. Ti voglio bene Cinzia." Cinzia Vorrei dirti un grande Grazie per questi due anni che ho trascorso con te a Pontirolo, carissima Suor Laura. Insieme abbiamo condiviso tante cose, a partire dalla nostra comune vocazione di donare la nostra vita per il bene della gente, in particolare dei ragazzi tu Suora, io prete ma nel comune cammino di santificazione che il Signore ci ha donato di vivere in questo tratto di strada fatto insieme. Abbiamo sempre iniziato la giornata nella preghiera vivendo insieme la Messa ogni giorno e poi condividendo il cammino dei ragazzi nella Catechesi e nella vita dell oratorio. Quanti momenti condivisi, attraverso giochi, attività, gite e tanti altri bei momenti. Abbiamo poi visitato ogni mese gli anziani e i malati della nostra comunità, e poi le benedizioni delle famiglie quanta strada, quante gioie Grazie di tutto! Grazie per la tua energia, per la tua testimonianza per tutto quello che abbiamo vissuto insieme. Auguri per il tuo cammino e per la tua nuova missione. don Fabio La vita è un viaggio verso la felicità. Grazie per aver fatto un pò di strada con noi. Arrivederci e grazie di tutto! Angelo e Mirella Scrivo queste poche righe per Salutare Suor Laura, che dopo questi anni trascorsi con noi ci lascia. Nel salutarla vorrei ringraziarla per tutto il tempo, la passione che in questi anni ci ha donato, nella catechesi, nell oratorio, con gli anziani e gli ammalati. Un augurio affinché il cammino che la porta lontano da noi sia ricco di Gioia per lei e per chi la incontrerà. Con affetto Renzo "Ciao Suor Laura, sei stata gentile, disponibile a volte severa ma solo perché ti facevamo arrabbiare. Mi dispiace che tu vai via ma almeno ci siamo conosciute". Laura (4 elem) Renzo ARRIVEDERCI SUOR LAURA!!! Il momento da tempo annunciato è arrivato. La seconda settimana di settembre suor Laura terminerà il suo servizio come responsabile dell'oratorio di Santa Agnese e San Giovanni Bosco. Provo un po' di dispiacere nel pensare di iniziare un nuovo anno pastorale senza di lei ma in questo momento prevale in me un forte sentimento di gratitudine per tutto quello che lascia nella comunità. L'oratorio è stato la sua seconda casa, sempre presente ad accogliere ed "educare alla vita buona del Vangelo". Il suo essere molto schietta non a tutti è piaciuto ma penso che pochi potranno negare il fatto che suor Laura ha sempre avuto una grande capacità di ascoltare soprattutto i bambini, poi anche i ragazzi e gli adulti. E stata vicina agli ammalati portando loro il conforto dell Eucarestia. Ho avuto il piacere di collaborare con lei durante parecchie vacanze estive e vi assicuro che sapeva conquistare il cuore dei bambini e dei ragazzi con la pazienza e la dolcezza che solo una persona innamorata di Gesù è capace di donare. Suor Laura è sempre stata premurosa e disponibile a sperimentare con le catechiste i nuovi percorsi d Iniziazione Cristiana proposti dalla Diocesi. Probabilmente con noi avrebbe desiderato poter fare di più, ascoltarci più spesso ma i nostri impegni ed i suoi nella comunità e nella diocesi (suor Laura è membro del Consiglio Pastorale Diocesano) hanno forse ostacolato un maggior dialogo. Suor Laura ha accompagnato la comunità durante il delicato e a tratti sofferto passaggio verso la formazione della comunità pastorale Giovanni XXIII. Ha desiderato rimanere con noi per condividere i non pochi cambiamenti di questi ultimi anni. Tutto questo lo ha fatto per la vita eterna! Spesso suor Laura mi rispondeva così quando le chiedevo come facesse a camminare con noi nonostante le fatiche che aveva nel cuore. Pensavo che suor Laura andasse in pensione invece la sorella maggiore delle ausiliarie diocesane le ha chiesto di aprire di una nuova casa. Sono certa che la sua giovinezza di spirito saprà guidarla in questa nuova esperienza. Noi qui a Pontirolo continueremo a tenerla nel nostro cuore e pregheremo perché il Signore continui a mandare nelle comunità cristiane donne capaci di annunciare Gesù in una testimonianza appassionata del suo Vangelo. GRAZIE SUOR LAURA!!! Simona Tanti ringraziamenti a Suor Laura per l impegno svolto in questi anni in Oratorio e nella comunità parrocchiale. Le auguro di intraprender un nuovo felice cammino Vittorina

8 Ricordo indelebile. Suor Laura, mentre ti scrivo questo saluto, ti rivedo in mezzo al mare sul pedalò e risento i tuoi rimproveri al catechismo ma posso garantire che nonostante l aspetto severo sei molto sensibile. Jonathan Grazie per tutte le volte che quando abbiamo chiamato suoraaa! lei ha risposto è morta!, ma poi è venuta lo stesso a darci una mano grazie per tutte le volte che ha finito quello che abbiamo lasciato a metà grazie per tutte le volte che ci ha chiamato bamba, asinacci e teste di quiz, ma sempre con un sorriso grazie per averci ripetuto che del signore prima o poi ne avrete bisogno grazie per le vacanze al mare, per le gite con l oratorio estivo, per le risate grazie perché sei stata la nostra Suora e lo sarai sempre. i tuoi asinacci Ciao Laura, Ti ringraziamo per tutte le esperienze che ci hai fatto vivere. Il tuo non arrenderti MAI ci ha insegnato che quando c'è un obbiettivo da raggiungere niente ci deve fermare. GRAZIE MILLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! i tuoi ragazzi Gabri, Ivan, Giulia, Sara GRAZIE Suor Laura per questi anni trascorsi con noi! Ci hai visto crescere e diventare grandi nella fede, anche per merito tuo. GRAZIE per la tua presenza in mezzo a noi, in oratorio, in chiesa, ai campi scuola, ai CRE: è stata fonte di sicurezza e un modello di fede cristiana da seguire nel cammino della vita. GRAZIE per la testimonianza che ci hai dato con la tua vita, il tuo esserci e sì a volte anche il tuo sgridarci! GRAZIE di tutto e ti auguriamo il meglio per il nuovo cammino che stai per intraprendere! Invitiamo tutti Giovedì 24 settembre in Oratorio per una grande festa di saluto a Suor Laura a partire dalle ritrovo in oratorio alle AperiCena e Festa alle in chiesa Preghiera conclusiva Betty, Angela e i ragazzi di I media FESTA DEGLI ORATORI Messaggio del nostro Vescovo Angelo Scola Cari amici, l estate appena trascorsa ci ha visti Tuttiatavola per imparare che non di solo pane vive l uomo, ma di ogni parola che viene da Dio e di ogni azione buona che doniamo o riceviamo. L anno scorso abbiamo vissuto la proposta Solo insieme, per educarci allo stile di Gesù, quello stile ben raccontato dall evangelista Marco: il Signore invitò coloro che sarebbero diventati i suoi primi testimoni (i dodici apostoli) a condividere la sua vita, a «stare con lui» (Mc 3,14). Ci siamo esercitati anche noi a costruire comunità che siano sempre più educanti, dove cioè l amore e la cura reciproca siano le prime modalità attraverso le quali testimoniare agli altri la bellezza di aver conosciuto il Signore Gesù. Nel prossimo anno vogliamo fare un passo in avanti. Ai vostri genitori ed educatori, insieme a tutti gli adulti della nostra diocesi, ho proposto di lasciarci educare «al pensiero di Cristo», secondo una bella espressione di san Paolo (1Cor 2,16). La conoscenza di Gesù non può limitarsi a sapere delle cose su di lui o a provare delle belle emozioni in alcuni momenti della vita. La nostra fede, la nostra amicizia con lui deve poco alla volta cambiare il nostro modo di pensare, di amare, di comportarci, di giudicare le cose che ci capitano. Forse un piccolo esempio ci può aiutare. Fin da piccoli siete stati abituati a vedere le croci nelle vostre case, magari sopra al vostro letto, qualcuno le porta contento al proprio collo. Ma se ci pensiamo bene la croce era, ai tempi di Gesù, un terribile strumento di morte. Se la morte in sé è una cosa orrenda ed è terribile pensare che un uomo possa dare volutamente la morte ad un altro, la croce aggiungeva dolore e infamia a colui che era condannato. Ma, allora, perché Gesù ha accettato di morire, perché ha addirittura anticipato ai suoi amici che sarebbe finita così la sua vita? Perché aveva giudicato ecco un parola importante! che era necessario arrivare fin lì per compiere la missione ricevuta dal Padre. E quando ha compreso questa necessità? La Lettera agli Ebrei dice che anch egli «imparò», attraverso quel dialogo costante col Padre, durante lunghe notti di preghiera, un dialogo intriso di «grida e lacrime» (cf Eb 5,7). Se dunque anche Gesù ha dovuto imparare, pure noi dobbiamo metterci alla sua scuola per accogliere il suo modo di vedere e giudicare la vita, le relazioni, gli affetti, la fatica. In questo ci sarà da guida san Pietro. Pensate, appena Gesù lo ha conosciuto gli ha detto: «Tu sei Simone, ti chiamerai Pietro perché su di te fonderò la mia Chiesa» (cf Mt 16,18). È bastato a Gesù uno sguardo per capire fino in fondo che dietro a quel pescatore un po burbero, a volte un po «testone», c era colui che avrebbe potuto «confermare i fratelli nella fede» (Lc 22,32). A Gesù è bastato uno sguardo, a Pietro invece è servito un lungo cammino, intriso di slanci generosi e di cadute rovinose. Seguendo lui quest anno impareremo anche noi a guardare il mondo con gli occhi di Gesù, con gli occhi misericordiosi di un Signore che regna appeso alla croce. In questo modo, camminando con il primo degli apostoli, vivremo l esperienza della misericordia a cui il successore di Pietro, il nostro papa Francesco, ci ha invitato in questo Anno santo.

9 Perché questo cammino sia autentico e reale, la condizione necessaria è che ciascuno di noi abiti davvero là dove risuona la parola viva di Gesù: nella Chiesa. Per voi, giovani amici, la Chiesa ha il volto rassicurante di mamma e papà, i colori e i rumori della vita oratoriana, i canti e i silenzi della celebrazione della messa alla domenica. È esperienza di Chiesa il cammino di iniziazione cristiana che fate insieme ai vostri catechisti, genitori, animatori e responsabili, come pure i cammini di crescita nella fede dedicati ai ragazzi preadolescenti e adolescenti, senza dimenticare l entusiasmante mondo dello sport. Per educatori e genitori l esperienza di Chiesa passa anche dal mettersi costantemente a servizio dei più piccoli, lasciandosi docilmente educare dalle circostanze concrete dell esistenza. Fondamentale rimane il tendere costantemente alla comunione, lavorando e lottando per comporre le distanze e valorizzando le differenze: il motto Solo insieme non perde quest anno la sua attualità. Quanto più convinti sarete nel vivere tutto quello che vi è proposto in oratorio, tanto più vi lascerete educare al pensiero di Cristo, così da poter imparare ad amare come Gesù, a sentire come Gesù, a soffrire come Gesù, a pensare come Gesù, a scegliere come Gesù, nella certezza di risorgere come Gesù. Come Gesù non è quindi solo lo slogan di quest anno oratoriano, ma un vero e proprio programma di vita. Aiutiamoci a viverlo insieme! THE KOLORS + Angelo Card. Scola Arcivescovo di Milano Buona musica che colora la vita Sono ormai da tante settimane in cima alla classifica e sono i The Kolors band che si è aggiudicata il primo posto all'edizione 2015 di "Amici" vincendo anche il premio della critica. I The Kolors si formano nel 2010 e sono: Stash Fiordispino (voce, chitarra, basso e synth), Daniele Mona (synth e percussioni) e Alex Fiordispino (batteria e percussioni). Presto cominciano a farsi conoscere suonando sia in Italia che all'estero fino ad aprire i concerti di artisti internazionali come Paolo Nutini, Gossip, Hurts e Atoms for Peace UN ANNO STRAORDINARIO Anno santo della Misericordia Papa Francesco ha indetto un Anno Santo! Per qualcuno di voi è il primo l ultimo è stato nel Questo però è un anno straordinario, un Anno Santo della Misericordia Avremo modo di iniziarlo e di viverlo in prima persona a partire dal prossimo 8 dicembre 2015, sino al 30 novembre E un dono per riscoprire e gustare la misericordia di Dio! PROGRAMMA FESTA DELL ORATORIO dal 14 al 20 Settembre 2015 INCONTRIAMO I GENITORI Presentazione Progetto Educativo dell Oratorio Martedì 8 settembre In Oratorio presentazione alle famiglie di tutti i ragazzi del Progetto di quest anno: Come Gesù. Durante la serata consegna del Giornalino dell Oratorio col Progetto Educativo, il Calendario annuale e il modulo per iscriversi al nuovo anno Oratoriano-Catechistico PREPARIAMOCI INSIEME ALLA FESTA Presentazione a tutti i ragazzi dell anno Oratoriano dal titolo Come Gesù Lunedì 14 settembre In Oratorio incontro per i ragazzi di 2 elementare Martedì 15 settembre In Oratorio incontro con gli Adolescenti delle Superiori Mercoledì 16 settembre In Oratorio incontro per i ragazzi di 1 media Giovedì 17 settembre In Oratorio incontro per i bambini di 4 elementare Venerdì 18 settembre In Oratorio incontro per i ragazzi di 2 e 3 media Sabato 19 settembre In Oratorio incontro per i ragazzi di 3 e 5 elementare In chiesa tempo per le Confessioni In Oratorio apertura dei Gonfiabili Ceniamo in Oratorio con gustose pizze, salamella e patatine Spettacolo per tutti i ragazzi e famiglie dal titolo: Circo Pasticcio proposto dalla Associazione Teatrale teatro Blu di Lecco Conclusione della serata col lancio delle Lanterne e infine spaghettata notturna per tutti partecipa anche tu allo Spettacolo in Oratorio sabato sera

10 FESTA DELL ORATORIO Come Gesù festa di apertura del nuovo anno Oratoriano Domenica 20 settembre Ritrovo in Oratorio per tutti i ragazzi S. Messa Solenne in Oratorio per l inizio dell Anno Oratoriano Pranzo comunitario per tutti con menù speciale: Pasta dei Puffi - Bocconcini di tacchino e patatine fritte - dolce Iscrizioni entro 18 settembre (10 8 ragazzi sino alla 3 media e animatori) Pomeriggio di Festa insieme: - Gonfiabili per tutti - Sfida di forza e di equilibrio - Stand con simpatici Giochi - Ruota della Fortuna - Patatine fritte e tante altre sorprese In oratorio troverai la Tessera per giocare e divertirti! Preghiera e lancio dei palloncini Premiazione Concorso della Cartolina 2014 e Merenda Invitiamo le mamme a preparare una torta da condividere! Conclusione giochi e Premiazione NEWS ti aspettiamo con la tua famiglia per il pranzo e per un pomeriggio di festa!!! Ti invitiamo a scrive un articolo sulla musica sull arte sull oratorio diventa anche tu un giornalista dal 3 ottobre aperto il sabato al sabato sera saranno organizzate attività per ragazzi e famiglie Ospite speciale domenica 18 ottobre in oratorio laboratorio di Cucina con un cuoco speciale! FESTA DI SAN MICHELE dal 21 al 30 Settembre 2015 PREPARIAMOCI INSIEME ALLA FESTA Incontro con i vari gruppi secondo questo calendario: Lunedì 21 settembre In chiesa incontro per i bambini di 2 elementare Martedì 22 settembre In Chiesa incontro con gli Adolescenti delle Superiori Mercoledì 23 settembre In chiesa incontro per i ragazzi di 1 media Giovedì 24 settembre In chiesa incontro per i ragazzi di 4 elementare Venerdì 25 settembre In chiesa incontro per i ragazzi di 2 e 3 media SABATO 26 settembre In chiesa incontro per i ragazzi di 3 e 5 elementare Tempo per le Confessione sino alle SOLENNITA DI SAN MICHELE Domenica 27 settembre Davanti alla chiesa esibizione dei Madonnari di Bergamo S. Messa Solenne con saluto a Suor Laura e rinfresco per tutti dopo la Messa Benedizione dei locali della Parrocchia ristrutturati Laboratorio del Gessetto per ragazzi i quali avranno a disposizione un cartoncino e una scatola di gessetti per realizzare una loro personale immagine. Iscrizioni in Oratorio! Vespri solenni e Processione con la statua di S. Michele accompagnata dal Complesso Bandistico Brembatese secondo questo percorso: piazza Marconi, via Rovelli, Radaelli, Verdi, Italia, Pascoli, Gavazzi e conclusione in piazza Marconi con la benedizione. Invitiamo tutti ad addobbare le vie e le case per la festa patronale. Martedì 29 settembre S. Messa Solenne presieduta da sua Ecc.za Mons. Pierantonio Tremolada e concelebrata dai sacerdoti del Decanato e che sono passati a Pontirolo Preghiera di invocazione a San Michele e benedizione per tutti i bambini e i ragazzi segue in piazza Spettacolo per tutti Asta dei Madonnari ed Estrazione della sottoscrizione a premi Mercoledì 30 settembre S. Messa per tutti i defunti della parrocchia e Processione della luce al cimitero con benedizione

11 COME SOGNO IL MIO ORATORIO Sognare è sempre possibile Chiamateli sogni, chiamateli parabole, date loro qualsivoglia altro nome che più vi garbi, io sono sicuro che raccontati faranno sempre del bene don Bosco comincia a sognare di come potrebbe essere bello fare questo e fare quello. Si potrebbe, perché poi è sempre molto difficile riuscire a realizzare quello che si vuole, ma come diciamo sempre a sognare che male c è? Non costa niente! e allora noi il nostro oratorio lo sogniamo un posto accogliente come una seconda casa, dove ci si può ritrovare con altre famiglie, ragazzi, adulti e bambini per un momento di gioco insieme, di condivisione di idee e di opinioni, dove ognuno possa sentirsi accolto e non giudicato, un luogo dove i nostri pre adolescenti e adolescenti possano trovare delle persone adulte pronte ad accoglierli e a rispondere alle loro domande senza nessun giudizio ma solo mettendo a loro disposizione la maturità e la consapevolezza che solo con gli anni arriva. Un posto dove i ragazzi della nostra comunità possano aver voglia di essere loro gli adulti che un giorno faranno l Oratorio e dove possano proporre le loro idee ed i loro progetti, per arruolare altri ragazzi e così via. Un posto dove gli adulti che partecipano alla vita dell Oratorio lo fanno perché credono in quello che rappresenta e credono agli insegnamenti di Gesù. Come tutte le case però anche l oratorio noi lo sogniamo con le sue regole di buona educazione, dove chiunque arrivi deve prendersene cura e avere rispetto per il luogo e quello che ne rappresenta. Come sarebbero le nostre case se non mettessimo delle regole di buona educazione da rispettare e dove ognuno pensa a se e mail all altro? Sempre sognando il nostro Oratorio come la nostra casa ci piacerebbe anche un giorno poter vedere realizzato un progetto di ristrutturazione generale, magari con dei giochi nuovi per i più piccoli, un bel campo per giocare a pallone e a basket, dei locali per i vari laboratori creativi e così via. Per il momento ci prepariamo a vivere questo mese di settembre carico di appuntamenti per i festeggiamenti di San Michele e sogniamo che con il tempo i nostri sogni si possano avverare. Tina e Andrea Come sogno il mio oratorio Anche io ho un sogno certamente non come quello di don Bosco, il mio è molto più piccolo, anche io vedo nell oratorio ragazzi che giocano che insieme pregano che ringraziano, ma tutto questo non da soli ma aiutati dagli adulti, genitori, educatori, catechisti,ragazzi più grandi che hanno a cuore la sorte del proprio oratorio, lo vedo non solo come punto d incontro ma anche come fonte di crescita, prima di tutto spirituale e poi umana, un luogo dove chi entra si senta subito accolto, dove parole e gesti dicano l amore che questa comunità ha per i suoi figli e per chi a lei si avvicina. dove vi siano regole chiare che tutti si sentano liberi di rispettarle, dove ognuno senta il dovere di proteggere l oratorio come se fosse casa sua, ma forse è solo un sogno. Renzo Ed eccoci di nuovo a settembre.che arriva come ogni anno con i festeggiamenti di San Michele e ci fa tornare dalle vacanze oltre che riposati anche con qualche speranza e sogno in più. Citando una canzone che ci ha accompagnato per l estate...prima che il tempo si porti via tutto e che Settembre ci porti una strana felicità. Si comincia a fare progetti per i prossimi mesi, alle attività da fare per coinvolgere i ragazzi nel nostro oratorio e si Nessun sogno è mai solamente un sogno Eyes Wide Shut ASPETTIAMO anche il tuo contributo Come sogni il tuo oratorio? Manda il tuo sogno all oppure scrivilo e dallo ai tuoi catechisti, verrà pubblicato sul prossimo numero del Giornalino.

12 DAI LA TUA ADESIONE COMPILA IL MODULO DI ISCRIZIONE PRANZO per la FESTA DELL ORATORIO - Domenica 20 Settembre Cognome Nome Classe Siamo in Telefono Adulti (10 ) n Ragazzi (8 ) n Versiamo la quota di Firma genitori LABORATORIO dei MADDONARI - Domenica 27 Settembre Cognome Nome Classe Elem. medie Sup Partecipo al Laboratorio e verso 3 Firma genitori

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI Ci prepariamo al Natale attraverso il cammino di Avvento con le sue quattro domeniche e con le iniziative che abbiamo pensato per vivere bene e con frutto

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 DOMENICA 1 MAGGIO II DI PASQUA In Albis depositis Domenica della Divina Misericordia "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30 Il Richiamo Parrocchia Ognissanti Milano Sabato 1 novembre - FESTA DI OGNISSANTI Vangelo del giorno: Matteo 5,1-12 In quel tempo. Vedendo le folle, il Signore Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

C O M U N I T A P A S T O R A L E AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO. La nostra Proposta per l

C O M U N I T A P A S T O R A L E AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO. La nostra Proposta per l C O M U N I T A P A S T O R A L E AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO La nostra Proposta per l Partiamo! Partiamo con l avventura di questo Oratorio Estivo, sempre ricco di0novità0e0di0voglia0di0amicizia. Il tema

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo

ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo ORATORIO BEATO PIER GIORGIO FRASSATI (AROLO - LEGGIUNO - SANGIANO) Vi presentiamo Fascicolo con la Proposta dell Estate 2015 Cari Genitori, sappiamo di offrirvi, con questo Fascicoletto, uno strumento

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Con noi divise il pane

Con noi divise il pane Comunità pastorale S. Martino in Lambrate - SS. Nome di Maria in Milano Con noi divise il pane Calendario del Percorso 2015-16 Cari genitori, di seguito avete il calendario di questo primo anno del percorso

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 Settembre 2013 17 martedì Inizio Catechismo, Inizio preghiera Gesù Risorto 18 mercoledì 19 giovedì Incontro Catechisti Ore 17,30 22 domenica Inaugurazione nuovo anno

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

«Il Padre vi darà un altro Paraclito»

«Il Padre vi darà un altro Paraclito» LECTIO DIVINA PER LA VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Il Padre vi darà un altro Paraclito» Gv 14,15-21 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,15-21) In quel tempo, Gesù disse

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Il Leader: discepolo di Gesù

Il Leader: discepolo di Gesù Il Leader: discepolo di Gesù Introduzione La dimensione del discepolato è essenziale nella vita cristiana, del battezzato e nel ministero di leader. Chi vuole annunciare il vangelo non può farlo se prima

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Anno Internazionale del Fanciullo

Anno Internazionale del Fanciullo Anno Internazionale del Fanciullo COMUNICATO DEL CONSIGLIO PERMANENTE In occasione dell'anno internazionale del fanciullo, sono molte le iniziative che si prendono da ogni parte anche nel nostro paese.

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Che cosa devo fare per avere la vita? Calendario del Percorso 2015-16 per i ragazzi di V elem. ed i loro genitori

Che cosa devo fare per avere la vita? Calendario del Percorso 2015-16 per i ragazzi di V elem. ed i loro genitori Comunità pastorale S. Martino in Lambrate - SS. Nome di Maria in Milano Che cosa devo fare per avere la vita? Calendario del Percorso 2015-16 per i ragazzi di V elem. (I anno in preparazione alla Cresima)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di.

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Le schede sono divise in due sezioni: La prima riporta la frase del Vangelo propria della domenica, il disegno da colorare relativo all opera

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA 1 INTRODUZIONE Carissimo, la Festa Diocesana degli Incontri, prevista per il 17 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport Palachicoli di Terlizzi, costituisce per i piccoli di Ac un occasione per sperimentare

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli