Elogio della (dis)continuità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elogio della (dis)continuità"

Transcript

1 SCUOLA APERTA PER I FUTURI ALUNNI DELLE CLASSI PRIME SABATO 26 GENNAIO 2013 DALLE ALLE Oggixdomani Notizie, idee, opinioni, iniziative della Scuola F.lli Pizzigotti - Castel S. Pietro Terme Redazione:via XVII Aprile 1 Castel S.Pietro Terme (Tel. 051/941127) RESPONSABILE AI SENSI DI LEGGE GIAN MARIA GHETTI Elogio della (dis)continuità Gennaio 2013 Oggixdomani anno 13 n. 3 La continuità è e rimane un valore essenziale nel campo dell istruzione. Continuità è una parola dai molti significati e il concetto di continuità viene invocato su più fronti nel mondo della scuola: continuità richiesta a gran voce dalle famiglie per gli insegnanti sulle classi, continuità dell offerta scolastica sul territorio, continuità nelle scelte da parte dell istituzione scolastica, continuità nei passaggi tra i vari ordini di scuola. Quest ultima declinazione del concetto di continuità è sicuramente quello che in questo momento mi interessa analizzare. Questo numero del giornalino verrà distribuito oltre che all interno della scuola secondaria F.lli Pizzigotti, anche alle studentesse e agli studenti delle classi quinte delle scuole primarie del territorio: infatti è il numero dedicato alle iscrizioni (con importanti notizie riguardanti le novità delle iscrizioni on line) con la consueta presentazione della scuola secondaria fatta dagli alunni delle attuali classi prime. Un numero quindi solitamente dedicato ad una consolante continuità tra gli ordini di scuola, ma in quest occasione vorrei sottolineare anche una ineliminabile e, credo, produttiva discontinuità. I vari ordini di scuola sono necessariamente diversi tra loro, voler eliminare o negare questo scalino, questo gap tra la scuola primaria e la secondaria (ma discorso analogo può essere fatto anche per gli altri passaggi) deluderebbe per primi gli alunni, che si aspettano u- na scuola diversa, un dislivello, una crescita, un cambiamento, o meglio, citando Giancarlo Cerini che ha redatto con altri le recenti Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione, una differenziazione delle abilità, un ampliamento del patrimonio conoscitivo, un affinamento di linguaggi e codici. Quindi non possiamo dire che sarà tutto uguale, ma che ci saranno differenze produttive e cambiamenti significativi: elementi di positiva discontinuità in un quadro di continuità. Ovviamente aspettiamo le studentesse, gli studenti e le loro famiglie all open day e alla riunione: a presto! Il Dirigente Scolastico Gian Maria Ghetti Il modo migliore per predire il futuro è inventarlo. Alan Kay Sommario Organizzazione scuola 2-3 Borse di studio e concorsi 4 INCONTRO CON IL DIRIGENTE PER LE FAMIGLIE DELLE ALUNNE E DE- GLI ALUNNI DELLE FUTURE PRIME PALESTRA SCUOLA F.LLI PIZZIGOTTI MARTEDI 29 GENNAIO 2013 ORE Scuola aperta 5 Dalle classi prime 6-11 Iscrizioni 12 Codici scuole secondarie II grado 13 E mail del Dirigente Scolastico: Lo dico al preside 14

2 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 2 LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE Ecco in sintesi cosa succederà nella nostra Scuola TUTTE le classi avranno lo stesso orario obbligatorio: ciò ci consentirà di organizzare gruppi di lavoro e gruppi tematici utilizzando al meglio le professionalità degli insegnanti e rispondendo meglio alle esigenze dei ragazzi e delle ragazze. Durante le attività facoltative ed opzionali si costruiranno gruppi appositi diversi dalle classi. Il servizio trasporto con Scuolabus continuerà a funzionare come di consueto: sarà nostra cura organizzare le attività in modo che tutti coloro che lo vogliono possano usufruire di questo servizio. SE CAMBIASSERO LE CONDIZIONI? SE CI FOSSERO DATI MENO INSEGNANTI DI QUELLI NECESSARI? Se cambiassero le condizioni previste e qui descritte si troverà insieme la strada migliore, ad esempio se non ci fosse la possibilità di accogliere tutte le domande di attività opzionali si cercherà un criterio (si faranno graduatorie? Si faranno a rotazione? Si chiederà un contributo integrativo?). Saranno il Collegio dei Docenti ed il Consiglio di Istituto (dove sono rappresentati i genitori) a decidere. DI TUTTI QUESTI TEMI SI DISCUTERÀ APPROFONDITAMENTE DURANTE GLI INCONTRI CON I GENITORI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PUO ESSERE LETTO INTEGRALMENTE COLLEGANDOSI AL SITO: COSA PREVEDE LA LEGGE Sono obbligatorie 30 ore di lezione COME CI ORGANIZZIAMO NOI Il Consiglio di Istituto, su proposta del Collegio dei Docenti intende distribuire l orario settimanale di 30 ore in questo modo: 5 mattine dal lunedì al venerdì più 2 pomeriggi, dalle 14 alle 16, più un giorno con UNA SESTA ORA e uscita alle ore 14. E previsto che il servizio mensa sia vigilato dagli insegnanti ma, poiché le ore NON sono previste dalla legge e quindi non possiamo utilizzare l orario di cattedra, tale servizio sarà attivato contro il pagamento di una quota ANNUALE di 70 euro per le 2 giornate. IN ALTERNATIVA GLI ALUNNI POTRANNO USCIRE ALLE 13 E RIENTRARE ALLE 14 E possibile frequentare il tempo prolungato per 2 pomeriggi aggiuntivi. Oltre all orario obbligatorio si potrà scegliere: TEMPO prolungato 2 pomeriggi settimanali fino alle 16, con mensa e vigilanza dalle 13 alle 14. Dalle 14 alle 16 ci saranno: assistenza allo studio, ai compiti ed approfondimenti sulle materie curriculari con l assistenza di insegnanti di lettere e matematica. LA SCELTA DEL TEMPO PROLUNGATO VALE PER TUTTI E TRE GLI ANNI!!! La vigilanza alla mensa in questo caso è affidata agli insegnanti: non è da prevedersi nessun costo aggiuntivo Non sono più previsti programmi nazionali, ogni Scuola, sulla base di indicazioni nazionali, si organizza. Valutazione Abbiamo già fissato i nostri obiettivi formativi e li abbiamo organizzati in piani di studio. In ogni caso i percorsi che abbiamo creato prevedono una sostanziale eguaglianza di risultati e di successo formativo per tutti gli alunni. La scheda di valutazione alla fine di ogni quadrimestre sarà accompagnata da due valutazioni di metà quadrimestre ( pagellini ); i voti sono espressi in decimi ORARI SETTIMANALI ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA, 9 ORE + 1 DI APPROFONDIMENTO MATEMATICA E SCIENZE 6 ORE INGLESE 3 ORE SECONDA LINGUA STRANIERA 2 ORE TECNOLOGIA 2 ORE MUSICA 2 ORE ARTE 2 ORE CORPO MOVIMENTO SPORT 2 ORE RELIGIONE CATTOLICA (O ATTIVITA ALTERNATIVE) 1 ORA

3 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 3 COSA PREVEDE LA LEGGE E previsto lo studio di 2 lingue straniere COME CI ORGANIZZEREMO NOI CI SARA L INGLESE PER TUTTI, SI POTRA SCEGLIERE POI TRA FRANCESE, TEDESCO E SPAGNOLO. In particolare se si formeranno sette classi prime si faranno tre sezioni di francese, tre sezioni di tedesco e una di spagnolo. Nel caso in cui si dovessero formare invece solo sei classi prime si faranno tre classi di francese e tre di tedesco. Nel caso in cui, come nell anno scolastico in corso, si dovessero formare 8 classi prime, oltre alle tre di francese, alle tre di tedesco e alla classe di spagnolo, l ottava classe prima avrà come seconda lingua quella maggiormente richiesta dalle famiglie. Nel probabile caso in cui le richieste per una o più lingue fossero superiori al numero di posti disponibili si procederà alla assegnazione della seconda lingua tramite sorteggio. In sintesi, l offerta formativa per l anno scolastico vedrà confermata la struttura del tempo scuola, che si svolgerà come l anno in corso, dal lunedì al venerdì, con il sabato a casa, secondo il seguente orario: 2 giorni alla settimana dalle 8 alle 13: lunedì e mercoledì 2 giorni alla settimana dalle 8 alle 16: martedì e giovedì 1 giorno alla settimana dalle 8 alle 14: venerdì Se verrà confermato l organico dei docenti attuale, sarà possibile scegliere due rientri opzionali, che prolungherebbero le due giornate dalle 8 alle 13 fino alle ore 16, un tempo opzionale che nel momento in cui verrà scelto diventerà obbligatorio, entrando quindi a far parte del monte ore di presenza dell alunno ed e- ventuali assenze verranno conteggiate per l ammissione o meno alla classe successiva. GRAZIE GRAZIE GRAZIE Ringraziamo di cuore il corpo bandistico di Castel San Pietro diretto dal prof. Giuseppe Lentini che il 19 dicembre scorso, insieme al coro dei nostri ragazzi, ci ha offerto il concerto di Natale. Grazie anche all agenzia Santerno che ha offerto i premi della lotteria. GRAZIE ALL ASS. BATUCADA, AI GENITORI ORGANIZZATORI ED AI RA- GAZZI PARTECIPANTI ALLA FESTA IN DISCOTECA: CON IL RICAVATO FI- NANZIEREMO ACQUISTI IMPORTANTI PER GLI ALUNNI E PER LA SCUOLA (LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI, COMPUTER, LIBRI ) GRAZIE A TUTTE LE FAMIGLIE CHE, CON DONAZIONI, ATTENZIONI E COR- TESIE CI SOSTENGONO E CI AIUTANO Un sentito grazie per il loro insostituibile lavoro ai mercatini di Natale durante i ricevimenti generali degli insegnanti agli alunni: Ivan Davalle 1 C, Emma Galeotti 1 D, Sofia Graziani 1 C, Yasmine Lazzari 1 C Laura Marrano 1 C, Ludovica Schiavo 1 C, Yasmin Zahaf 1 C

4 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 4 Borse di studio e concorsi Borsa di studio Silvia Lucchese UN OPPORTUNITA PER I RAGAZZI DELLE TERZE Anche quest anno è stata indetta la Borsa di studio «Silvia Lucchese». Silvia, che era di Castel San Pietro Terme, collaborava con il settimanale «Sabato Sera». Dopo la sua scomparsa, avvenuta il 4 aprile 1996, i suoi genitori hanno deciso di istituire la Borsa di studio, in collaborazione con il «Sabato Sera» e rivolta agli alunni delle classi terze della scuola media statale «F.lli Pizzigotti» di Castel San Pietro Terme. I ragazzi che parteciperanno al «concorso» dovranno intervistare una persona a loro scelta residente a Castel San Pietro Terme su un tema prescelto. Il vincitore si aggiudicherà la Borsa di studio che al momento della sua istituzione era di un milione di lire (pari a 516,46 euro). Nel corso degli anni l importo è stato rivalutato, in base alle variazioni accertate dall Istat dell indice dei prezzi al consumo. In base al regolamento gli alunni dovranno consegnare l intervista entro le ore 13 di giovedì 7 marzo. Gli elaborati dovranno risultare assolutamente anonimi, per cui l intervista, che sarà consegnata anche su supporto informatico, sarà inserita in una busta al cui interno dovrà essere introdotta un altra busta chiusa contenente esclusivamente un foglio con indicati i dati del concorrente (nome, cognome, classe e sezione). Le interviste saranno giudicate dal «Comitato Borsa di studio». La premiazione avverrà nel corso di una cerimonia pubblica che si terrà presso la palestra della Scuola alle ore dell 11 aprile Il tema prescelto quest anno è il cerimoniale del fidanzamento. LIONS CLUB CASTEL SAN PIETRO TERME SI PREMIA LA CULTURA Il Concorso Cavazza del Club Lions è, ormai, una consolidata tradizione per le alunne e gli alunni della nostra scuola. Essere vicino ai giovani, aiutandoli a interrogarsi in modo attivo sui bisogni della società, sul bene civico, culturale, sociale e morale è da considerarsi sicuramente un obiettivo comune e condivisibile. Alla luce di tutto ciò anche quest anno i ragazzi delle classi seconde, guidati dai loro docenti, si metteranno alla prova per realizzare testi su una tematica forte e purtroppo di grande attualità: la violenza sulle donne e sui minori. La premiazione degli elaborati migliori avverrà CON UNA CERIMONIA PUBBLICA AL TEATRO CASSERO IL 18 Maggio 2013.

5 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 5 Invito a scuola: Open day e incontro con Dirigente 570 alunni, 23 classi, 55 docenti, 15 tra personale di segreteria e collaboratori scolastici: sono questi i numeri della corazzata Pizzigotti che da circa 60 anni istruisce, educa e forma gran parte dei giovani di Castel San Pietro. Numeri in crescita, peraltro, come dimostrano i dati delle iscrizioni degli ultimi 10 anni che hanno registrato un costante aumento degli studenti, provenienti sia dal territorio comunale sia da altri comuni vicini. Una scuola che cresce, dunque e che offre alle famiglie numerose occasioni per coniugare un istruzione solida e tradizionale con diverse opportunità che forniscono ai ragazzi stimoli culturali diversificati nei contenuti e nelle modalità. Da diversi anni ormai la scuola si caratterizza per due momenti forti distribuiti nell anno scolastico: la settimana delle gite e dei viaggi di istruzione, e le giornate speciali. Durante la settimana dei viaggi i ragazzi partecipano a gite (da due a quattro giorni) e hanno la possibilità di vivere un esperienza molto particolare: gli scambi e i soggiorni linguistici (riservati agli alunni delle classi terze) che si svolgono in Francia, Germania e Gran Bretagna. Le giornate speciali offrono invece l opportunità di approfondire alcune tematiche particolarmente significative (sicurezza, intercultura, educazione alimentare ) usufruendo della collaborazione di esperti e del ricco mondo dell associazionismo locale. Nelle giornate speciali trovano posto anche i tornei sportivi (basket, pallavolo..) sempre molto apprezzati sia dagli alunni che dai docenti. Nel corso dell anno gli alunni possono partecipare a corsi di recupero e potenziamento svolti dai docenti dell istituto e gratuiti per le famiglie, mentre, a partire dalla classe seconda, sono previste alcune lezioni con una lettrice madrelingua inglese. Al momento dell iscrizione, inoltre, è possibile scegliere di svolgere due pomeriggi in più rispetto ai due obbligatori previsti in cui i ragazzi svolgono i compiti assistiti da alcuni docenti della scuola, senza alcun costo aggiuntivo per le famiglie. L attività didattica dei docenti si avvale del laboratorio linguistico multimediale, del laboratorio di informatica, di scienze, di musica e arte nonché della presenza di un numero, anche questo crescente, di LIM (Lavagne Interattive Multimediali) per una didattica speriamo sempre più laboratoriale e sempre più efficace. La nostra scuola insomma cresce: nonostante i tagli, nonostante la fatica, nonostante la sfiducia dalla quale ogni tanto ci si sente prendere in questi tempi difficili per tutti. E cresce perché ha al centro le persone, piccole e grandi, sulle quali investe, alle quali dedica tempo, forza ed energia nell azione quotidiana da parte di chi nelle persone ci crede. Invitiamo quindi tutte le alunne e tutti gli alunni delle future classi prime, insieme alle loro famiglie a venire a visitare la nostra/vostra scuola Sabato 26 gennaio 2013 dalle ore alle ore dove vi accoglieranno docenti, collaboratori, studentesse e studenti e vi invitiamo anche a partecipare alla riunione con il dirigente scolastico Martedì 29 gennaio 2013 alle ore nella palestra della scuola

6 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 6 L articolo della 1 Armstrong Cari bambini e bambine, vi vorremmo raccontare qualcosa sulla scuola media. Sappiate che in questa scuola serve molta organizzazione e soprattutto molta responsabilità. Ricordate che non bisogna avere paura, i prof. sono molto buoni e i compiti sono un po' più di quelli delle elementari. Rispetto alle elementari si può andare in discoteca, si può usare l'armadietto, ma sfortunatamente la ricreazione diventa più corta. Se volete vedere un film si va nell'aula Magna dove c'è un grande televisore e molte sedie e infine ci sono le giornate speciali con i tornei o attività alternative. La scuola media non è difficile come pensate, ci vuole solo dell'impegno e dell'organizzazione. Devi essere rispettoso nei confronti dei professori e dare del lei e alzarsi in piedi quando entrano. Durante la settimana, in alcuni giorni si rimane a scuola per fare il potenziato dove si fanno i compiti. Se non si vuole rimanere alla mensa si può andare a mangiare con gli amici. A Natale si va in discoteca e al concerto. Alla scuola media non si devono usare le mani con i compagni, né per carezze né per picchiarsi, non si può tenere acceso il cellulare o fare atti di bullismo. Ci saranno nuove materie come tecnologia,epica, cittadinanza, antologia e un'altra lingua straniera. Si va dal preside quando non obbedisci alle regole e lui ti aiuta a non farlo più. Tutti pensano che le medie siano il terrore per tutti, ma non è così, basta dare il 100%. farete un salto gigantesco, diventerete più responsabili. Buona fortuna per la nuova scuola! Vi diamo un consiglio: preparatevi a concentrarvi e a studiare intensamente! Opinioni della 1 Buscaglione Ciao ragazzi, scommetto che i vostri cinque anni di scuole elementari sono trascorsi molto velocemente: adesso è l ora della scuola media! Probabilmente avete paura per i troppi compiti o per altre cose, io ad esempio mi sentivo piccola rispetto agli altri, invece in questi primi mesi mi sono integrata e le cose sono andate meglio. Ho una bella classe, tanti amici e tutti i miei professori sono comprensivi, alcuni anche divertenti. Un consiglio che mi sento di darvi è quello di fare i compiti tutti i giorni perché sono di più rispetto alle scuole elementari, anche perché siamo più grandi e abbiamo maggiori responsabilità. Comunque non sconfortatevi: la scuola secondaria è un opportunità per crescere e fare nuove esperienze. Matilde Zezza, IB I miei primi mesi alla scuola media sono trascorsi bene. La mia grande paura era di non poter fare le gite, non potere partecipare alle giornate speciali e non andare in discoteca perché pensavo di avere un brutto voto nel comportamento, invece non è stato così e ho potuto partecipare a queste iniziative, almeno fino ad ora. Rispetto all anno precedente sono cambiate molte cose, per esempio si fanno più verifiche e meno uscite, le prof. sono più severe e non vogliono interruzioni quando spiegano; quindi vi consiglio di non disturbare, non parlare o interrompere senza permesso. Le cose positive sono che si incontrano nuovi amici e si studiano nuove materie interessanti: tecnologia, antologia, epica. Insomma le scuole medie non sono poi così tanto impegnative: basta attivare la mente, studiare, comportarsi bene in classe, eseguire ciò che viene chiesto dai prof. Giovanni Bacchin, IB Ciao ragazzi, so che è dura lasciare le divertenti scuole elementari. Ora però siete più grandi e dovete partire per una nuova avventura: la scuola media. All inizio io mi vergognavo perché non conoscevo quasi nessuno e avevo paura di come i professori si sarebbero comportati durante le lezioni. Mi sentivo anche molto piccola e indifesa rispetto ai ragazzi di seconda e di terza. Ma in questi mesi ho fatto molto in fretta a orientarmi in questo nuovo ambiente così diverso. Alcuni consigli utili: se avete difficoltà rivolgetevi ai vostri professori che saranno sempre pronti ad aiutarvi cercate sempre di rispettare gli adulti e i compagni i compiti saranno sempre al vostro livello, l importante è farli Insomma non abbiate ansia perché le scuole medie sono un opportunità per crescere, conoscere nuovi amici, e, perché no, divertirsi anche un po. Costanza Mazzoli, IB

7 Oggixdomani anno 13 n. 3 Le impressioni della 1 Chaplin Pagina 7 Cari bambini, anche voi dovrete venire alle medie, io mi trovo benissimo! I miei professori sono molto simpatici e divertenti; rispetto alle insegnanti delle elementari inoltre sono tantissimi. Ogni giorno con loro facciamo cose diverse. Con la professoressa di italiano andiamo nella biblioteca della scuola, con la professoressa di inglese in laboratorio, con il professore di francese in altre classi in cui si trovano lavagne luminose e con la professoressa di musica andiamo a suonare e cantare nel suo laboratorio. Vi consiglio di non portare il cellulare a scuola perché potreste perderlo, oppure portatelo ma non dovete assolutamente accenderlo durante la lezione per non disturbare; inoltre vi dovete ricordare di prendere tutti i libri e fare tutti i compiti perché altrimenti vi danno una nota. La scuola F.lli Pizzigotti è molto grande, ci sono tantissime classi e laboratori. Il giardino è gigantesco, anche il corridoio, per non parlare della palestra. Io qui ho tantissimi amici e persone che ho conosciuto da poco. Nel giardino incontrerete comunque tutti i vostri ex-compagni delle elementari. Per questo non preoccupatevi. Le mie migliori amiche si chiamano Laura e Ludovica. Noi stiamo sempre insieme e abbiamo tante cose in comune. Un altro consiglio è di stare molto attenti ai ragazzi più grandi perché alcuni dicono parolacce, rispondono male, danno spintoni e fanno cadere. Fortunatamente qui ce ne sono pochissimi. Le giornate più divertenti delle medie sono le giornate speciali in cui si gioca tutto il giorno e si fanno esperienze molto particolari; la serata in discoteca organizzata dalla scuola in cui si incontrano di nuovo tutti gli amici degli anni scorsi, le gite e la festa di Natale in cui si canta. I nomi dei professori si possono abbreviare con prof. e per una forma di rispetto verso gli adulti, si dà del lei. Dimenticavo ricordatevi di arrivare in orario la mattina. Vi auguro di divertirvi molto in questi tre anni sia con i professori sia con i vostri compagni e studiate! Lisa Martucci 1 C -Brr...che paura le medie!- pensavo in quinta elementare; poi ho scoperto la verità: le medie che mi sembravano molto difficili e con professori molto severi, non sono poi così male! Il primo giorno di scuola ero un po' emozionata e anche impaurita, ma poi, appena entrata in classe, è svanita la mia paura e mi sono sentita subito a mio agio. I primi giorni i professori non hanno iniziato subito a spiegare ma ci hanno fatto conoscere l' edificio scolastico a noi nuovo portandoci nelle aule, nei laboratori, in palestra e in tutta la scuola. Nella mia classe siamo in 24 alunni tra cui alcuni di loro erano i miei compagni delle elementari e con gli altri, già il secondo giorno di scuola, ho fatto amicizia. Alcuni dei miei compagni delle elementari, che adesso non sono in classe con me, li rivedo durante la ricreazione o nell' interscuola e quindi non ci siamo persi di vista. Rispetto alle elementari ho più professori al giorno e quindi più materie che corrispondono a più libri. Per diminuire il peso degli zaini la scuola ha messo a disposizione di noi alunni degli armadietti dove possiamo riporre e lasciare a scuola i libri che non sono necessari nella giornata. Ai professori bisogna dare del "lei" come forma di rispetto e per imparare a parlare con gli adulti, questo però non significa che i professori non siano disponibili, anzi. loro ci incentivano sempre a chiedere spiegazioni quando c'è qualcosa che non abbiamo capito. Alle medie si studia un' altra lingua straniera oltre all' inglese ed io ho scelto il francese. Anche i compiti sono aumentati ma bisogna cercare di organizzarsi e di mettersi avanti per tutta la settimana nei giorni festivi. La scuola organizza delle giornate ludiche per rendere più piacevole l' anno scolastico ed anche per farci meglio conoscere tra di noi e quindi allargare le nostre amicizie; alcune di queste sono: la discoteca, il concerto di natale, i tornei, le gite e le giornate speciali durante le quali non si fa lezione normale ma un altro tipo di attività. In questi tre mesi di scuola ho capito che le medie sono un passaggio importante di cui non bisogna avere paura e che aiutano a conoscere nuovi argomenti e ad affrontare la vita diventando sempre più grandi. Ludovica Schiavo 1C Venendo da Dozza io non conoscevo nessuno dei miei nuovi compagni; gli altri, almeno a gruppetti, già si conoscevano. Le ultime settimane prima di andare a scuola pensavo: E se poi non ce la faccio con lo studio? E se i ragazzi più grandi fanno i bulli con me?. Alla fine ho pensato che non dovevo fare caso a tutto quello che sentivo sulle medie perché era pur sempre una scuola, non un carcere! I primi giorni aspettavo con impazienza il suono della campanella; i primi ragazzi che ho conosciuto in classe sono stati Fabio e Pietro. Pietro in realtà è il figlio di un collega di mia mamma e quindi lei, qualche giorno prima che iniziasse la scuola, me lo ha fatto conoscere; se non altro almeno una faccia nota in classe c era! È stato faticoso abituarsi al nuovo ambiente: nuovi e svariati professori, ricreazione corta, gestione dei materiale nei cambi di ora, volti ovunque completamente sconosciuti e soprattutto numerosi!!! La difficoltà è stata più emotiva che pratica. Un paio di settimane più tardi conoscevo tutti i miei prof.: Marchionno lettere, Diano matematica, Biancoli inglese, Fiorini tecnologia, Fabrizio francese, Lobozzo religione, Castellari ginnastica, Soldati arte, Viperini musica e soprattutto loro conoscevano un pochino me. Un mese più tardi avevo conosciuto anche qualche compagno: Bogdanel un ragazzo della Romania e Ivan un ragazzino molto simpatico e allegro. A molti miei compagni piacciono giochi d azione e se dobbiamo giocare a qualcosa insieme, giochiamo a quelli. Con alcuni di essi vado d accordo, con altri un po meno, ma nessuno mi è proprio antipatico cerco di essere amico di tutti! Alcuni sono poco maturi, altri molto di più. Tutto sommato a scuola ora mi trovo bene e ho capito che molto poco di quello che mi avevano raccontato sulle medie, era vero: fin ora non sono stato vittima di vero bullismo e ce la sto facendo bene con lo studio. Mi sono integrato nella classe prima di quanto pensassi, soprattutto da quando ho conosciuto meglio Ivan e Pietro e se non fosse per Ivan non avrei amici durante il tempo potenziato del pomeriggio. Ora finalmente alla mattina provo una sensazione positiva nell andare a scuola, ovviamente non sono contentissimo di andarci, come tutti; ma rispetto ai primi mesi mi sembra un sogno. Sono molto contento della mia classe perché siamo diversissimi e tutti abbiamo qualcosa da insegnarci reciprocamente. Pietro Zucchini 1C

8 Oggixdomani anno 13 n. 3 Notizie dalla 1 Dalla Pagina 8 Cari amici, le vostre insegnanti vi avranno già parlato delle scuole medie, e avrete sicuramente capito che bisogna impegnarsi un pochino di più, ma niente paura, le scuole medie sono un esperienza bellissima, sono il passaggio di livello che vi aiuterà a crescere. Bisogna studiare di più, è vero, ma ci saranno anche momenti per divertirsi, come le numerose gite che farete ogni anno (ma solo se avrete un bel voto in condotta ), e gli entusiasmanti tornei di educazione motoria che si terranno nella palestra. Ci sono, però, alcune regole da rispettare come ad esempio, il rispetto per i professori dando loro del lei e stando attenti in classe mentre stanno spiegando (ma questo bisognerebbe farlo anche alle elementari). Il primo giorno ero un po impaurita anch io, ma i professori ci hanno rassicurato e la maggior parte di noi ha realizzato che le medie non sono così terribili come alcuni ci raccontavano! Al prossimo anno! Emma Galeotti Carissimi studenti della quinta elementare, è un'alunna delle scuole medie che vi parla. Siete molto emozionati o spaventati per l'avventura che state per intraprendere? Scommetto che vi sentite molto impauriti e che adesso vi state ponendo domande come:"i professori saranno buoni o severi? Quanti compiti ci daranno? Le scuole medie sono più belle delle elementari?"e così via. Beh, anch'io, l'anno scorso, quando avevo la vostra età, mi ponevo queste domande,ma non c'è bisogno di preoccuparsi così tanto! Le scuole medie, in realtà, sono molto simili alle elementari! Le uniche cose che cambieranno saranno i compagni (non tutti, qualcuno, forse, capiterà in classe con voi!),gli insegnanti, a cui dovete dare del LEI e dovete chiamare professori o professoresse (abbreviato, prof.) e i compiti, ce ne saranno un po' di più. Non piangete come ho fatto io, perché credevo che sarebbe stato un inferno!!! Le gite saranno molto più belle ed emozionanti, si dormirà alla notte in un albergo! Ed in terza media, ci sarà una novità! Come i vostri genitori già sapranno, alle medie studierete due lingue straniere: l'inglese, che è obbligatorio e la seconda lingua, che sarà una scelta tra spagnolo, francese e tedesco. Quindi, ritornando alla novità, se volete, in terza, si farà "lo scambio". E voi ora vi starete chiedendo:"cos'è "lo scambio"?.beh, lo scambio è quando un alunno che ha studiato tanto le lingue straniere, per esempio il tedesco, andrà nella famiglia del ragazzo tedesco in Germania, e il ragazzo straniero verrà direttamente a casa vostra a comunicare con voi e i vostri genitori in italiano. Fantastico, vero? Ci sono anche delle giornate speciali in cui ci saranno tornei sportivi, serate in discoteca ecc. In discoteca, però, ci può andare solo chi ha preso più di sette in comportamento!quindi, bisogna comportarsi bene e questa è una cosa giusta. Spero che le scuole medie vi piacciano. Se succede il contrario, venite da me, ne parliamo insieme! Sono in ID! Ci vediamo il prossimo anno Giulia Strada Il primo giorno di scuola è stato molto emozionante. Noi alunni di prima siamo stati accolti in palestra da più professori, che ci hanno fatto sedere per terra già divisi per classe. Una volta sistemati, il preside ha incominciato a parlarci di come doveva essere il nostro comportamento nell'ambito scolastico nei successivi tre anni, raccomandandosi soprattutto del rispetto nei confronti dei professori, del personale scolastico, degli arredi e dei compagni. A fine discorso il preside ci ha salutato ed augurato un buon proseguimento. Ogni prima è stata accompagnata in classe da un professore. Arrivati in classe siamo stati accolti da altri insegnanti che avrebbero avuto lezione con noi nella giornata; dopo la loro presentazione ci hanno illustrato il regolamento scolastico ed hanno fatto presentare ognuno di noi al resto della classe. Le classi seconde sono andate "ospiti" nelle classi prime dove hanno risposto alle nostre domande su come era stato il loro primo anno di scuola media. I primi giorni di scuola non mi sentivo molto a mio agio con i compagni di classe e i professori, ma dalla seconda settimana queste impressioni sono svanite ed ora mi sento completamente a mio agio. All'inizio lo studio delle varie materie è molto pesante ed impegnativo. Con il passare dei giorni ed un impegno costante posso dire però che tutto è diventato un po' più facile. Il passaggio dalla scuola elementare alla scuola media è stato come quello dalla scuola materna alla scuola elementare: all'inizio un po' traumatico,ma dopo un po' ci si fa l'abitudine e si vivono nuove esperienze. Elisa Fini I D

9 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 9 Pensieri dalla 1 Einaudi Bimbi, penso che in questi pochi mesi di scuola vi siate chiesti: "Come sarà la prima media?? Io vi dirò tutta la verità (o quasi). Quando stai per entrare il primo giorno di scuola sembri un folletto, così basso accanto ai ragazzi di seconda o di terza che ti chiedi se è un sogno: se sei in questa situazione ti tiri uno schiaffo per vedere se è vero, allora entri e ti accolgono gentilmente, nessuno è contro di te. Fino a qui tiri un sospiro di sollievo. Vai in classe e fai conoscenza con i compagni. Ma già al terzo giorno non vedi l ora di uscire da questa specie di manicomio di gente intelligente dove ti riempiono la testa di cose da fare e da studiare. Notizie varie per voi: rigate dritto, soprattutto perché altrimenti entrate in una porticina graziosa e appena varcate la soglia capite che in fondo non è così tanto graziosa: è chiamata Presidenza! Non fatemi parlare dell intervallo: troppo corto, se volete sopravvivere volate in bagno appena suona la campana, sempre se avete le ali; nei dieci minuti di ricreazione poi dovete fare quasi a pugni per passare per il corridoio. Non prendete meno di sette in condotta o vi perderete tutte le gite e il resto del divertimento. Ma molto in fondo (ma molto molto) le Pizzigotti sono una bella scuola (a parte il primo quattro che prenderete ammesso che sia l ultimo!) Lorenzo Zotti e gli altri zombie della prima E Cari bambini, sono passato anche io dalle elementari alle medie, ma se scrivo questa lettera vuol dire che non sono morto durante il passaggio. Io già alla vostra età iniziavo a scocciarmi in quinta, era sempre tutto uguale. Voi starete sicuramente pensando che le medie sono troppo difficili, pure io lo credevo, ma non è vero: alle medie ci si diverte un mondo, ci sono molti professori gentilissimi che ti aiuteranno nel tuo cammino. Ci sono un sacco di laboratori (linguistico, informatico, tecnico, musicale artistico) e, se si studia, una carrellata di bellissimi voti. Ci sono giornate speciali in cui si salta un giorno di lezione e si gioca contro le altre classi, oppure delle gite...le gite durano vari giorni in cui si scoprono veramente molte nozioni in più. I compiti sono abbastanza, bisogna solamente organizzarsi e mettersi avanti. L unico piccolo problema è che la ricreazione dura dieci minuti, però è molto divertente, perché ti ritrovi con i tuoi amici e puoi parlare di come è andata, se hai avuto verifiche. Durante l'intervallo approfittatene per andare in bagno. Volete un consiglio???? Alla scuola media cercate di non usare le mani tra di voi, perché se vi vede una prof. vi porterà ad una porta con scritto Presidenza... e lì sono dolori!! Lamieri Lorenzo 1 E Cari bambini, oggi vi voglio fare un anteprima di come si sta alle medie. Voi pensate che le medie siano una galera senza fine, che vi metteranno una palla di piombo legata al piede, o cose del genere, invece no. La ricreazione, è vero, è di dieci minuti, ma ricordatevi di andare in bagno, di mangiare e siete a posto. Un consiglio che vi do, un consiglio da amica, è non usare le mani fra di voi perché se una professoressa vi vede volano note a cascata! I compiti vi usciranno dal diario come una bomba innescata, ma ci farete l abitudine. La scuola è abbastanza grande e a me ha dato l impressione di un labirinto, anche peché ha molti laboratori come quello di musica, arte, tecnologia, computer e altri. Ma parliamo dei professori, sono buoni, su questo non ci piove, ma se li affrontate diventano delle belve, da farvi uscire dalla classe piangendo e urlando Mammaaaaaaaaaaaaa! ; però basta non farlo e tutto passerà liscio. Be' cosa vi devo dire??? Auguro buona tortura a tutti. P.S. Consiglio per i maschi: se siete dei galletti abbassate la cresta perché non potrete vivere molto in questa scuola. Guarino Mariafelicia 1E

10 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 10 Cosa pensa la 1 Falcone Cari amici di V, sono passati ormai tre mesi dall inizio del nuovo anno scolastico alla scuola media. In questo periodo sono cambiate tantissime cose: innanzitutto i compiti e lo studio, che non sono più limitati al fine settimana ma sono distribuiti durante tutta la settimana. Infatti tutti gli insegnanti di ogni materia, ogni giorno, ci assegnano qualcosa da fare su ciò che viene spiegato in classe. Un altra differenza è che alla fine di ogni ora suona la campanella e bisogna cambiare in fretta i materiali per l insegnante che sta arrivando. Ci sono materie più divertenti e altre più impegnative. La ricreazione è molto diversa da quella cui eravamo abituati: infatti, mentre prima ci potevamo divertire per più di mezz ora, adesso dobbiamo fare merenda in fretta e, a volte, a causa della fila, non possiamo nemmeno andare in bagno e dobbiamo chiedere di uscire durante le lezioni. Nonostante queste differenze, la scuola è molto interessante perché ci sono più materie e più argomenti da trattare e ci sono più insegnanti con cui lavorare. E bello specialmente quando ci portano nei laboratori di musica, arte o scienze e anche quando ci sono giornate dette speciali che hanno un tema ogni volta diverso. Può succedere che durante l anno ci sia qualche imprevisto; infatti a noi è capitato di dover cambiare la professoressa di matematica alla quale eravamo già molto affezionati. Al suo posto è arrivato un collega al quale ci dobbiamo ancora abituare e che ha un metodo molto diverso dalla prof. precedente. In conclusione il cambio di scuola è stato positivo ma spero che non ci siano altri imprevisti perché troppi cambiamenti rendono secondo me un po difficile concentrarsi e svolgere programmi che già sono molto estesi. Francesca Romoli, IF Cari ragazzi di quinta, il passaggio dalla quinta elementare alla prima media non è troppo traumatico, anzi, ce n è bisogno! Vi chiederete che cosa vuol dire. Ora ve lo spiego: restare troppo allo stesso punto può essere noioso, per questo c è questo piccolo salto. Naturalmente non è facile lasciare compagni, maestre e pochi compiti, ma,dopo un po, ci fai l abitudine. Andare in prima media (dal mio punto di vista) è bello perché ti fa sentire grande e responsabile. Nei primi giorni ti senti disorientato e non sai cosa fare e dove andare, ma per fortuna ci sono i professori e le professoresse che ti aiutano; i due giorni iniziali si chiamano di accoglienza, proprio per il fatto che vi ho spiegato prima. In questi giorni non si fa molto ma ci si ambienta, poi, nei giorni seguenti, si inizia a lavorare. Riguardo ai compiti, dovete sapere che aumentano gradualmente nei giorni normali, ma nelle vacanze ne danno veramente pochi, in confronto a quanti ce ne davano alle elementari. Ai prof bisogna dare del lei e non del tu e sono un po più severi quando si tratta di lavorare, ma ancora accettabili! Bene, allora vi ho detto tutto sulla prima media. Ah! un ultima cosa: i ragazzi più grandi di voi vi chiameranno primini, ma non vi preoccupate, quando avrete la loro età potrete chiamare i ragazzi più piccoli nello stesso modo. Francesca Rita Schena Cari bambini delle elementari, io mi chiamo Matteo e frequento la prima media alle Pizzigotti di Castel San Pietro Terme. Vi scrivo questa lettera per farvi sapere come realmente sono le scuole medie. Come tutti vi avranno detto la scuola elementare non è come la scuola media e questo passaggio è molto difficile perché cambiano molte cose. La prima cosa importante da sapere è che l insegnante che voi chiamate maestra/o alle medie viene chiamato professore o professoressa, con abbreviazione Prof., in quanto rappresenta una forma di rispetto nei loro confronti. In classe, quando entra un professore bisogna alzarsi e salutarlo dicendo: Salve Prof. o Buon giorno Prof. rivolgendosi in terza persona, cioè dando del Lei. Durante le lezioni bisogna stare molto attenti così si riesce a capire meglio quello che i professori ci spiegano, in questo modo si è più facilitati nello studio a casa. Bisogna essere sinceri e rispettosi con i professori e i bidelli, amichevoli con i propri compagni. La seconda cosa importante da sapere è che se parli nello stesso momento in cui i professori spiegano ti possono mettere una nota poi, dopo tante note, chiamano i genitori e successivamente ti sospendono, cioè non puoi andare a scuola per una settimana o alcuni giorni, in base alla gravità della cosa che è stata fatta. La stessa cosa succede se picchi un alunno. Una delle cose che cambiano è che la ricreazione dura solo dieci minuti, a differenza delle elementari dove dura un ora. Per poter andare in bagno bisogna chiedere il permesso: ci si può andare solo dopo la seconda ora, durante la ricreazione e dalla quarta ora in poi. Nel caso in cui fosse urgente ci si può andare in qualsiasi momento. A differenza delle elementari gli armadietti sono esterni alla classe e si possono aprire solo con la chiave. Ci si possono mettere solo oggetti scolastici e ci si può andare solo in determinate ore della giornata per poter fare il cambio dei libri. Una delle cose più belle delle medie è che ritrovi i tuoi vecchi compagni delle elementari e ne conosci di nuovi. La scuola media, presa a piccole dosi, è bella. Matteo Marino IF

11 Oggixdomani anno 13 n. 3 Dalla 1 Germain Pagina 11 Lasciare la quinta elementare è stato difficile perchè ho dovuto salutare molti amici con cui ho passato dei bellissimi momenti. Sono partito per questa nuova avventura con molta paura e un pò di speranza di incontrare qualche vecchio amico, ma anche con tanto entusiasmo al pensiero di conoscere nuovi compagni. I primi mesi di scuola mi hanno fatto sentire più grande perchè ho dovuto affrontare un sacco di cose nuove. Per primo il viaggio in autobus da Osteria Grande a Castel san Pietro, stipati in un mezzo non sufficientemente grande per il numero di studenti; poi l'organizzazione di tempi, orari, materie e studio. Ho avuto qualche problema con il comportamento, ma ora darò il massimo per migliorare. Matteo Righi IG Sono trascorsi tre mesi dall'inizio della scuola e durante questi tre mesi ho trovato le risposte alle domande che mi ero posto i primi giorni. I compiti sono molti, ma se svolti con buona volontà, non sono così faticosi come pensavo; i professori non sono severi, ci aiutano e ci incoraggiano. All'inizio avevo un po' di paura a chiedere spiegazioni e mi imbarazzavo, ma mi hanno sempre aiutato e messo a mio agio. Inizialmente non conoscevo tutti i miei compagni, ma pian piano siamo diventati una bella classe: Nadir, forte e gentile; Benis, il lanciatore veloce; Angelo, il vecchio amico; Righi, che ha sempre la battuta pronta; Dario il silenzioso; Sara, sempre pronta ad aiutarci, ecc...ed è proprio perchè siamo uniti che abbiamo vinto il torneo sportivo durante la giornata speciale, che è stata davvero una giornata fantastica. In questi mesi abbiamo svolto diverse attività interessanti: durante la lezione di scienze motorie il prof ci insegna tanti esercizi; la prof di scienze ci ha portati nel laboratorio in cui ci sono tanti strumenti per gli esperimenti; nel laboratorio di musica impariamo a suonare gli strumenti e qui abbiamo anche imparato le canzoni per il Concerto di Natale. Il Concerto di Natale e la festa in discoteca sono due dei momenti di festa della nostra scuola, e- mozionanti e divertenti. I timori e le ansie dei primi giorni di scuola sono quindi ormai svaniti e questi mesi sono stati positivi Alessandro Orsini IG Sono ormai passati alcuni mesi dall'inizio delle lezioni e io ho come l'impressione di essere sempre appartenuta a questa scuola e di conoscere da sempre i professori. I compiti sono aumentati rispetto alle elementari e i professori sono più severi; insegnano con impegno, volontà e determinazione e le stesse cose si aspettano da noi alunni. Mi sono accorta fin da subito che fanno di tutto per darci una valida istruzione. Ormai siamo giunti alla fine del I quadrimestre e il II giunge in successione. Io e tutti i miei compagni speriamo di avere buoni voti. Secondo la mia opinione, la scuola media non è poi così male: è un luogo dove si impara, ci si diverte, si scherza, si ride. Questi sono anni molto belli e importanti per noi, perciò bisogna viverli fino in fondo! Tagliavini Ilaria, IG Penso che qualcosa sia cambiato rispetto all'inizio dell'anno: in classe c'è un'atmosfera più amichevole; noi alunni nel parlare con i prof siamo più spontanei. Io ho imparato a studiare e sto cercando il mio metodo. Ora ho un nuovo hobby:...i compiti! Anche se sembra strano, in parte mi diverto a farli; è come se trovassi una soddisfazione in più nel sapere che ho imparato nuove cose e ne ho ancora infinite da imparare! Basta solo un po' di fatica... ma questo mi servirà anche per realizzare quel sogno che conservo nella mia cassaforte da tre anni: diventare giornalista! Gerardi Martina La 3 Hoffmann sulla giornata speciale del 23 novembre 2012 Grazie a questa giornata speciale, ho chiarito molto le mie idee, in quanto, penso che gli alunni ci hanno fatto dei discorsi molto semplici e invitanti sulle proprie scuole, e si vedeva che a loro piaceva, perché erano portati e interessati a quell ambito Spero che alle superiori il rapporto con gli insegnanti sia come quello delle medie cioè che ti aiutino quando hai bisogno Le mie riflessioni sui ragazzi delle superiori è molto positiva perché ho imparato molte cosa interessanti. Da quello che mi hanno detto i ragazzi delle superiori ho saputo poche cose nuove, molte cose o me le avevano già detto o me le aspettavo però da scuola a scuola delle cose cambiano come le ore in una settimana, l orario di entrata e di uscita, il tempo nei laboratori. Non avevo paura delle superiori e neanche ora ne ho paura perché anche se cambierò compagni, professori e scuola potrò farmi nuovi amici ma anche restare in contatto con quelli vecchi. Con questo incontro ho capito che le mie prospettive e la scuola scelta non sono cambiate anzi si sono fortificate. Secondo me la giornata di oggi è stata utile perché mi ha aperto gli occhi. Con quello che ho sentito oggi dai ragazzi delle superiori, ho capito che è importante scegliere la scuola che si vorrà frequentare, secondo le nostre preferenze, senza scegliere quello che l amico o amica del cuore e tener conto della distanza in cui si trova la scuola. Ahh, in più ascoltando le storie dei ragazzi ho capito che è possibile andare bene a scuola e continuare il proprio sport senza grossi sacrifici. 3H

12 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 12 Iscrizioni La Circolare Ministeriale n.96 del 17/12/1996 stabilisce che: il termine per le iscrizioni per l a.s. 2013/2014 alle scuole di ogni ordine e grado è fissato al 28 febbraio 2013 le domande possono essere presentate dal giorno 21 gennaio 2013 le domande devono essere effettuate esclusivamente on line, per tutte le classi iniziali dei corsi di studio. Sono escluse da tale procedura le iscrizioni alla scuola dell infanzia. Le famiglie dovranno utilizzare il sito web disponibile dal 21 gennaio 2013, occorrerà prima registrarsi sul sito e disporre di un indirizzo di posta elettronica. Le istituzioni scolastiche destinatarie delle domande offriranno un servizio di supporto per le famiglie prive di strumentazione informatica. In subordine, qualora necessario, anche le scuole di provenienza offriranno il medesimo servizio di supporto. Iscrizioni alla Scuola Secondaria di Primo grado F.lli Pizzigotti Sabato 26 gennaio dalle ore alle ore Open Day Martedì 29 gennaio dalle ore alle ore presos la Palestra della S.M.St. F.lli Pizzigotti Assemblea dove il Dirigente Scolastico e gli Insegnanti presenteranno la scuola e risponderanno alle domande dei genitori. La Segreteria dell Istituto Comprensivo di Castel San Pietro Terme sarà aperta per supportare le Iscrizioni alle classi prime della Scuola Secondaria di Primo Grado F.lli Pizzigotti dal 21 gennaio al 28 febbraio nei seguenti orari: tutti i lunedì i mercoledì e i giovedì dalle ore 11,00 alle ore tutti i martedì dalle ore alle ore sabato 9 febbraio dalle ore 9.00 alle ore Iscrizioni alle Scuole secondarie di secondo grado Si comunica che gli alunni che devono iscriversi alle scuole superiori dovranno anch essi effettuare l iscrizione on line.nel sito dell Istituto troverete il link di collegamento per visionare i codici ministeriali degli istituti delle scuole Secondarie di Secondo grado della provincia di Bologna. Le Segreterie delle Scuole superiori destinatarie dell iscrizione vi daranno supporto. La Segreteria dell Istituto offrirà un servizio di supporto per le famiglie prive di strumentazione informatica previo appuntamento tel al n. 051/ segreteria alunni- Roberta. Per qualsiasi informazione o chiarimento contattare l Ufficio di Segreteria Roberta tel. 051/ negli orari di apertura sopra riportati. Ulteriori informazioni si troveranno sul sito Riguardo alle iscrizioni alle scuole secondarie di II grado, la Provincia di Bologna ha aggiornato il sito La scuola che voglio Ed.2013 pubblicato all'indirizzo: Il sito contiene tutte le informazioni sulle Scuole secondarie di secondo grado di Bologna e sul Sistema di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) ed è certamente riferimento di grande importanza per i giovani in uscita dalla classe terza della scuola secondaria di primo grado e per le loro famiglie. Per ulteriori informazioni Nella pagina successiva pubblichiamo i codici di alcune scuole secondarie di II grado del territorio, quelle che negli ultimi anni hanno riscosso il maggior numero di iscrizioni, comunque nei collegamenti sopra troverete informazioni su tutte le scuole del territorio. Come già specificato sopra, ulteriori informazioni, approfondimenti e notizie dell ultima ora potrete trovarli sul nostro sito:

13 Oggixdomani anno 13 n. 3 Pagina 13 Iscrizioni Codici meccanografici delle scuole secondarie di II grado Il codice della scuola prescelta andrà inserito nella domanda di iscrizione. Scuola secondaria di II grado Tipologia CODICE MECCANOGRAFICO MINISTERIALE INDIRIZZO Liceo Rambaldi- Valeriani classico BOPS CLASSICO scientifico BOPS SCIENTIFICO linguistico BOPM LINGUISTICO scienze umane BOPM SCIENZE UMANE scienze umane opz. Econ. Soc. BOPM SCIENZE UMANE- OPZ. ECO- NOMICO SOCIALE Itis - Alberghetti liceo scienze applicate BOTF istituto tecnico sett. Tecnol. (ITIS) BOTF Ist. Prof.le x indust e artig. BORI01402D SCIENTIFICO- OPZIONE SCIENZE APPLICATE MECC. MECCATRON. ENER- BIENNIO COMUNE MANUTENZIONE E ASSI- STENZA TECNICA Istituto Scarabelli Tecnico agrario BOTA tecnico Chimico BORA AGRARIA, AGROAL. E A- GROIND- BIENNIO COM. CHIM. MATER. BIOTECN. - BIENNIO COM. Istituto Paolini- Cassiano Tecnico amm. Finanza e market. tecnico cost. e ambiente BOTD01201B BOTD01201B AMM. FINAN. MARKETING. - BIENNIO COM- COSTRUZ. AMB. E TERRITO- RIO - BIENNIO COM. Prof.le serv. Commerciali BORC SERVIZI COMMERCIALI Prof.le serv. Socio-sanitari BORC SERVIZI SOCIO-SANITARI Istituto Alberghiero Riolo Terme RARH ENOGAS OSPIT. ALBERGH. - BIENNIO COMUNE Istituto Alberghiero Castel San Pietro IPSSAR BORH TECNICO -TURISTICO BOTN02201X TURISMO ENOGAS OSPIT. ALBERGH. - BIENNIO COMUNE Istituto Visitandine Castel San Pietro LICEO SCIENT.OPZ. SC.APPLICATE BOPSVN5005 SCIENTIFICO- OPZIONE SCIENZE APPLICATE Istituto Professionale Agrario Faenza PERSOLINO RARA00101G SERVIZI PER AGRICOLTURA E SVULUPPO RURALE SERV. COMM.LI RARC00101E SERVIZI COMMERCIALI Liceo Artistico Ballardini - Faenza IND. DESIGN RASD ARTISTICO NUOVO ORDINA- MENTO- PRIMO ANNO Istituto Tecnico Aeronautico Baracca Forlì FOTB TRASPORTI E LOGISTICA

14 Oggixdomani anno 13 n. 3 lo dico al Preside Pagina 14 Sintetizzo una richiesta che in molte occasioni e in molte forme ( , telefono, a voce, per iscritto) mi è stata rivolta ultimamente da famiglie e alunni preoccupati: Com è possibile che nel corso dell anno scolastico gli insegnanti cambino e in certi casi ci ritroviamo addirittura per alcuni giorni senza gli insegnanti di alcune materie? La domanda sopra esprime sicuramente una preoccupazione di molte famiglie e di molti studenti del nostro istituto. Iniziamo col dire che purtroppo gli insegnanti, a differenza di Superman che quest anno rappresenta il motivo grafico del giornalino, si ammalano anche loro per periodi che possono essere lunghi o brevi; per fortuna anche tra gli insegnanti nascono bambine e bambini, quindi ci sono le assenze per i giustissimi e sacrosanti periodi di maternità; per passione o per dovere devono periodicamente seguire corsi di formazione a volte anche in orario di servizio dato che la professione docente è in continua evoluzione (e guai se non fosse così). Per tutte queste, e anche per altre tipologie di assenze, gli insegnanti possibilmente vengono sostituiti con docenti supplenti, ma non sempre è possibile farlo; ad esempio quando l assenza è improvvisa difficilmente si riesce a reperire un sostituto, anche perché una convocazione di aspiranti per una supplenza deve rispettare tempi garantiti normativamente (48 ore di preavviso). In aggiunta a quanto segnalato sopra c è una pratica che ogni anno scolastico si ripete e che difficilmente si può capire (e spiegare) a chi lavora fuori dal mondo della scuola: la famigerata pubblicazione delle graduatorie definitive. Nel tentativo di spiegare questa tortuosa e contorta pratica delle graduatorie, vorrei chiarire che i supplenti in servizio ad inizio dell anno scolastico possono essere di due tipi: annuali, con contratto fino alla fine della scuola, oppure temporanei, con contratto fino alla nomina dell avente diritto. I supplenti annuali sono nominati dall ufficio scolastico e rimangono tutto l anno (salvo sempre malattie, gravidanze, ecc.), mentre i supplenti temporanei sono chiamati dalla singola scuola in base alle graduatorie di aspiranti relative ancora all anno scolastico precedente, per il semplice motivo che le graduatorie dell - anno scolastico in corso escono con qualche ritardo, quest anno metà dicembre. All uscita delle graduatorie definitive di docenti (azione indipendente dalla singola scuola ma in capo all ufficio scolastico), la scuola deve obbligatoriamente riconvocare gli aspiranti per le supplenze assegnate ad inizio delle lezioni e nominare quello che da adesso in poi sarà l avente diritto: in molti casi le graduatorie nuove differiscono poco da quelle vecchie, quindi il personale in servizio viene confermato, ma in alcuni altri a novembre, dicembre, a volte anche in gennaio, gli insegnanti cambiano. Mentre scrivo mi rendo conto di quanto sia intricata questa procedura, ma sicuramente in questi casi è la scuola che deve farsi garante della continuità, attraverso metodologie condivise dagli insegnanti, accoglienza dei nuovi arrivati, clima dell ambiente lavorativo sereno e proficuo: questo è quello che tentiamo di fare tutti i giorni, a volte riuscendovi, altre volte no, ma sempre provando con convinzione a dare un servizio di istruzione di qualità a tutte e a tutti. Gian Maria Ghetti TAGLIANDO DA RICONSEGNARE: IL SOTTOSCRITTO GENITORE DI CLASSE SEZ DICHIARA DI AVER RICEVUTO IL NUM 3 anno scolastico DEL GIORNALINO OGGIXDOMANI contenente informazioni su iscrizioni e offerta formativa. DATA FIRMA

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI VIA ABRUZZI 41, FRAZ. SCALO 81059 VAIRANO PATENORA (CE) SISTEMA QUALITA AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO 1 QUESTIONARIO ALUNNI anno scolastico 2010/2011 2 Da considerare

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

GUIDA PER GENITORI STRANIERI

GUIDA PER GENITORI STRANIERI GUIDA PER GENITORI STRANIERI SUL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie a scuola pag. 2 BENVENUTI, BENVENUTE A E NELLE SUE SCUOLE

Dettagli

LETTERA AI MIEI FIGLI...

LETTERA AI MIEI FIGLI... 26 aprile 2012 LETTERA AI MIEI FIGLI... Cari bambini Greta e Tommaso, in futuro spero di avervi come figli. Ho molti desideri per voi, uno di questi è che completiate gli studi fino all Università e che

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa Etichetta identificativa TIMSS & PIRLS 2011 Field Test Questionario studenti Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione via Borromini,

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI Questionario studenti L'offerta formativa della scuola è tanto più efficace quanto più

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti Classi terze A e B Scuola Primaria Statale Teresio Olivelli - Sale di Gussago (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUSSAGO Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti A.S. 2013/2014 Ho sentito che il 20 novembre

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare. Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare. Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Lingua italiana IL DIARIO Livello: A2 Gruppo 12 Autori: Bombini Lucia, Dal Pos Claudia, Galet Daniela, Pradal Paola Anna, Simionato Francesca

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI

ISTITUTO COMPRENSIVO ALBERTO MANZI - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI 1 PER QUEST ANNO DESIDEREREI Per questo nuovo inizio di anno scolastico desidererei una scuola senza atti di bullismo,

Dettagli

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia)

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) modalità e mezzi per organizzare il lavoro didattico sull intercultura e sulla fiaba con i bambini, i genitori e

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name:

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name: Identification Etichetta identificativa Label School ID: School Name: TIMSS 2011 Questionario studente Scuola secondaria di I grado classe terza Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI INSEGNANTI DELLA SEZIONE 5 ANNI G. PASCOLI INSEGNANTI DELLE CLASSI 1ª E 5ª DELLA SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI ANNO SCOLASTICO

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

Con Lola è più facile

Con Lola è più facile Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi A.S. 2008/2009 Scuola dell infanzia Albertario Scuola dell Infanzia Peter Pan Scuola Primaria Collodi Con Lola è più facile Esperienza di continuità tra scuola dell

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco La Scuola Classi : scuola formata da 7 corsi completi 21 classi 14 tempo normale e 7 tempo prolungato Organico docenti: circa 55 docenti quasi tutti di ruolo

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

LA NOSTRA SCUOLA. Sceneggiatura. Dall apertura della vetrata vediamo la mano di prima porgere un foglio, un altra mano firmarlo.

LA NOSTRA SCUOLA. Sceneggiatura. Dall apertura della vetrata vediamo la mano di prima porgere un foglio, un altra mano firmarlo. LA NOSTRA SCUOLA Sceneggiatura SCENA PRIMA: A SCUOLA! Immagine in primo piano di una mano che sta aprendo il lucchetto della catena appesa al cancello d entrata principale dell Istituto. La mano gira la

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

incontro bambini-anziani

incontro bambini-anziani Progetto di integrazione sociale: incontro bambini-anziani Tirocinante Scanderebech Roberta 1 La Fondazione Edoardo Filograna è un centro polivalente per la Terza Età che ospita attualmente circa 120 anziani

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

NEWS dal CCR In redazione: Alberto, Alice, Ilaria, Mariarachele, Matteo, Mattia E con la collaborazioene di: Davide, Alessandra

NEWS dal CCR In redazione: Alberto, Alice, Ilaria, Mariarachele, Matteo, Mattia E con la collaborazioene di: Davide, Alessandra NEWS dal CCR In redazione: Alberto, Alice, Ilaria, Mariarachele, Matteo, Mattia E con la collaborazioene di: Davide, Alessandra In QUESTO Numero Il CCR sta per prendere la patente IL FUMO Percorso CITTA'

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani

I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani UDIA: QUANTI SIAMO? I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani 1 giornata: Oggi è un giorno speciale, c'è un compleanno da festeggiare,la festeggiata assumerà

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Le istituzioni

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il Noi abbiamo fatto un progetto con il computer che è durato tanto ma è stato bellissimo, perché abbiamo fatto i disegni di una favola. Abbiamo usato un nuovo programma e Luisanna ha creato un nuovo programma

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE - Scuola Primaria - Classe Quinta

QUESTIONARIO STUDENTE - Scuola Primaria - Classe Quinta QUESTIONARIO STUDENTE - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazionedegliapprendimenti AnnoScolastico2012 2013 QUESTIONARIOSTUDENTE ScuolaPrimaria ClasseQuinta Spazioperl etichettaautoadesiva QST05 ISTRUZIONI

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

Progetto continuità scuola dell infanzia scuola primaria

Progetto continuità scuola dell infanzia scuola primaria PREMESSA In relazione alle più recenti indicazioni ministeriali nelle quali viene valorizzata l autonomia scolastica, i progetti per la continuità didattico - educativa rappresentano un ambito di valutazione

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli 1 di 6 Autore di Esami No Problem 1 Titolo I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli