Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei 2010"

Transcript

1 MINISTERO DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei marzo DOC /10

2 Il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario è previsto dall articolo 2 della legge 370/99. Il Comitato è organo istituzionale del MIUR con il compito di: fissare i criteri generali per la valutazione delle attività delle università; predisporre una relazione annuale sulla valutazione del sistema universitario; promuovere la sperimentazione, l'applicazione e la diffusione di metodologie e pratiche di valutazione; determinare la natura delle informazioni e dei dati che i nuclei di valutazione degli atenei sono tenuti a comunicare; attuare un programma annuale di valutazioni esterne delle università o di singole strutture didattiche; effettuare valutazioni tecniche su proposte di nuove istituzioni universitarie statali e non statali in vista dell'autorizzazione al rilascio di titoli aventi valore legale; predisporre rapporti sullo stato di attuazione e sui risultati della programmazione; predisporre studi e documentazione sullo stato dell'istruzione universitaria, sull'attuazione del diritto allo studio e sugli accessi ai corsi di studio universitari; predisporre studi e documentazione per la definizione dei criteri di riparto della quota di riequilibrio del fondo per il finanziamento ordinario delle università; svolgere per il Ministro attività consultive, istruttorie, di valutazione, di definizione di standard, di parametri e di normativa tecnica, anche in relazione alle distinte attività delle università, nonché ai progetti e alle proposte presentate dalle medesime. Con decreto del 14 maggio 2004, esaurito il primo mandato quadriennale, il Comitato è stato ricostituito e sono stati nominati i seguenti membri: prof. Luigi Biggeri (Presidente), prof. Giovanni Azzone, prof. Carlo Calandra Buonaura, prof. Alessandro Corbino, prof. Giacomo Elias, prof. Luigi Fabbris, dott. Guido Fiegna, dott.ssa Daniela Primicerio, prof. Patrizio Rigatti. In occasione della riunione di insediamento del Comitato, il prof. Giovanni Azzone è stato eletto Vice - Presidente. Il Comitato è stato prorogato con D.L. n. 194 del 30/12/2009. Il decreto istitutivo assegna al Comitato una segreteria amministrativa e tecnica per assicurare il supporto necessario. Inoltre, per le esigenze derivanti dall'attività del Comitato, possono essere affidati incarichi ad esperti, a gruppi di lavoro, enti e società specializzate per lo svolgimento di ricerche, studi e indagini. I documenti prodotti dal Comitato si articolano nelle seguenti tipologie: DOC Documenti prodotti dal Comitato in ottemperanza alle disposizioni di legge o su richiesta di parere da parte del Ministro; RdR Rapporti di ricerca prodotti da altri per conto del Comitato; REPRINT Relazioni presentate a convegni e articoli pubblicati in altra sede da parte di componenti del Comitato. Il contenuto di tali studi è, ovviamente, responsabilità degli autori e non frutto del lavoro collegiale del Comitato. Ulteriori informazioni sul Comitato nazionale e sulla documentazione fin qui prodotta sono contenute nel sito internet: La documentazione del preesistente Osservatorio è contenuta nel sito internet: Tel.06/ fax 06/ e_mail:

3 Indice Premessa L Offerta Formativa a.a 2009/10 A Dati relativi agli studenti ed ai corsi di studio Variabili a livello di ateneo Variabili a livello di singolo corso di studio Variabili a livello di facoltà Raccolta delle opinioni degli studenti frequentanti e dei laureandi Post laurea Dottorati di ricerca e Master universitari Mobilità internazionale Stage o tirocini formativi B - Dati relativi al personale C - Dati finanziari D Strutture disponibili E Ricerca scientifica Informazioni sul Nucleo di valutazione di ateneo Appendice 1 Richiesta di dati ed informazioni specifiche per le Scuole Superiori ad ordinamento speciale Allegati Allegato 1 - Criteri per l attuazione della innovazione didattica di cui al DM 509/99 Allegato 2 - Scheda settori di studio secondo la classificazione adottata nei programmi Socrates e Leonardo da Vinci Allegato 3 - Codifiche relative ai costi del personale non docente di ruolo e con contratto a tempo determinato

4 Premessa In base alla normativa vigente, i Nuclei di valutazione di Ateneo devono svolgere per il Comitato Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario (nel seguito CNVSU) e per il MIUR una attività di analisi-revisione di una serie di informazioni da concludere entro il 30 aprile di ciascun anno, ed inoltre inviare una relazione sull opinione degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche. Mediante la procedura informatizzata cui si riferiscono le presenti Note tecniche, giunta nel corrente anno alla sua decima edizione, sono rese disponibili una serie di dati ed informazioni definiti dal CNVSU a partire dalla sua prima edizione dell anno Gran parte dei dati presentati provengono da rilevazioni ministeriali, in particolare dell Ufficio di statistica del MIUR (USTAT), e sono sottoposti all analisi dei Nuclei per una valutazione della loro affidabilità. Pertanto eventuali correzioni ritenute necessarie debbono essere operate attraverso i definiti rapporti istituzionali 1 e dovranno essere comunicate attraverso le strutture delegate alla trasmissione dei dati statistici e amministrativi 2 ; in modo analogo, nei casi in cui le informazioni richieste non siano state trasmesse, o trasmesse in modo incompleto, ci si attende che i Nuclei, nell ambito della loro attività di valutazione delle azioni amministrative, evidenzino l esigenza di interventi organizzativi orientati sia al rispetto delle scadenze sia al miglioramento, quantitativo e qualitativo, nella raccolta e trasmissione delle informazioni richieste. Come negli altri anni, le note tecniche che seguono illustrano in dettaglio le informazioni relative all insieme di variabili da utilizzare per la costruzione di indicatori sull intero sistema universitario, con particolare riferimento a quelle che dovranno essere raccolte e trasmesse a cura dei Nuclei. Anche per il 2010, si è mantenuta inalterata l impostazione in sei sezioni - Offerta formativa, Studenti, Personale, Dati finanziari, Strutture, Ricerca scientifica. Inoltre, la sezione relativa ai Nuclei di valutazione di ateneo consentirà di aggiornare le informazioni su composizione, caratteristiche dei componenti, organizzazione operativa degli uffici di supporto. In appendice è riportata una aggiuntiva richiesta di dati ed informazioni che riguarda solo le Scuole superiori ad ordinamento speciale che tiene conto delle specificità di tali istituzioni. Inoltre verrà predisposta, ove ritenuta necessaria, un apposita parte integrativa per le Università telematiche. I dati e le informazioni per il 2010 fanno riferimento, salvo diversa indicazione, all'a.a. 2008/09 (dal 1 novembre anno x al 31 ottobre anno x +1) e all anno solare 2008 e 2009 (al 31 dicembre). Come lo scorso anno, viene riportato anche un quadro sintetico di alcune informazioni tratte dall Anagrafe nazionale degli studenti; ai Nuclei viene richiesto un riscontro su eventuali inesattezze determinate dal processo di trasferimento dei dati dall ateneo al CINECA. Il patrimonio informativo delle varie rilevazioni ministeriali è più ampio di quello reso consultabile in questa occasione e consentirà ulteriori e più dettagliate elaborazioni che saranno rese disponibili in sede di presentazione dei dati e si conferma, anche per il corrente anno, l impegno a rendere pubblicamente consultabili 3 nel sito del CNVSU (http://www.cnvsu.it) i dati raccolti su tutto il sistema. La rilevazione e presentazione dei dati sarà effettuata, anche per l anno 2010, attraverso la consueta procedura informatizzata, predisposta in collaborazione con il CINECA, cui si potrà accedere mediante collegamento telematico ad un sito Internet appositamente predisposto (http://nuclei.miur.it); username e password per l accesso al sito sono gli stessi dello scorso anno; qualora ci sia la necessità di nuove 1 Referenti statistici di ateneo ed Ufficio di Statistica del MIUR, certificazione dei Rettori e Direttori amministrativi; altri referenti e uffici competenti del MIUR. 2 Eventuali richieste di variazioni delle informazioni riportate dalla procedura predisposta, precedentemente fornite dagli uffici delle singole istituzioni al MIUR, debbono essere comunicate mediante le stesse modalità e con gli stessi riferimenti utilizzati per l invio originario (Ufficio di statistica del MIUR e banche-dati gestite, per conto del MIUR, dal Cineca) per tutte le utilizzazioni aventi valenza amministrativa. 3 Ad esclusione dei dati sensibili. 1

5 password è possibile rivolgersi direttamente al CINECA, eventualmente anche per il tramite della segreteria tecnica del CNVSU. Cosa è cambiato rispetto alla Rilevazione Nuclei 2009 Considerata l eterogeneità delle informazioni fornite dai nuclei di valutazione in relazione alla variabile A.18.1, valutazione della didattica da parte degli studenti frequentanti, si è ritenuto di semplificare lo schema di richiesta dei dati. Variabile D.2 biblioteche: vengono dettagliate le note per la compilazione Tutte le variazioni sono evidenziate in giallo nel testo. 2

6 NOTE SPECIFICHE SUI DATI E LE INFORMAZIONI PER NUCLEI 2010 L Offerta formativa relativa all a.a 2009/10 In questa sezione sono richieste alcune informazioni, per ogni corso di studio attivato nell a.a. 2009/10, finalizzate a delineare le caratteristiche dell assetto del sistema universitario dopo la riforma degli ordinamenti didattici. Alcune di queste informazioni (da 1 sino a 7) sono desunte dalla Banca Dati dell Offerta formativa (http://offertaformativa.miur.it), altre, necessarie a completare il quadro informativo, sono da reperire a cura dei Nuclei di valutazione (da 8 sino a 13). Prospetto sintetico delle informazioni (inserite o da inserire) e relative modalità di risposta N Descrizione dell informazione Modalità di risposta Ordinamento DM 509/99; DM 270/ Classe di laurea cui afferisce il corso di studio N 2 Denominazione del corso di studio 3 Numero di curricula del corso N 4 Sede 5 Modalità di svolgimento. Corso convezionale (C), teledidattico (T), Misto (M) C; T; M 6 Utenza sostenibile N iscrivibili 7 È stato indicato almeno un docente di riferimento per il corso? SI; NO 8 Indicare se sono state previste procedure per la verifica dei requisiti richiesti per l'ammissione (Art. 6, cc.1 e 2, DM 509/99 e art. 6 cc.1 e 2, DM 270/2004) SI; NO 9 Indicare se sono state predisposte attività formative propedeutiche e di recupero per eventuali obblighi formativi SI; NO 10 Sono state predisposte specifiche modalità organizzative della didattica per studenti iscritti part-time? SI; NO 11 Indicare se è prevista l utilizzazione di docenza extra accademica (a contratto) volta ad assicurare un apporto di competenze professionali specifiche SI; NO 12 Indicare se il corso prevede un sistema di valutazione della qualità delle attività svolte, diverso dalla sola raccolta delle opinioni degli studenti frequentati prevista dall articolo 1 c. 2 della 370/99. SI; NO 13 In caso affermativo, indicare il modello di valutazione adottato (ISO 9000:2000, Modello CNVSU RdR 1/04, ISO; CNV; Altro) In caso di risposta Altro specificare il modello adottato nell apposito campo testo Altro Informazioni provenienti dalla Banca Dati dell offerta formativa Informazioni da inserire a cura dei Nuclei di valutazione 3

7 I requisiti di trasparenza Il Ministero ha introdotto tra i requisiti necessari ai fini dell attivazione di ciascun corso di studi (in seguito CdS), i cosiddetti requisiti di trasparenza (DM 544/2007, art.2), ovvero un insieme di informazioni che gli atenei sono tenuti a rendere pubbliche sulle iniziative didattiche che intende offrire. Tali requisiti sono stati definiti, in attuazione del predetto art. 2 del DM 544/2007, con successivo Decreto Direttoriale (n. 61 del 10 giugno 2008), redatto anche sulla base delle indicazioni fornite dal CNVSU nel Doc 7/07. Le informazioni, a livello di ateneo, facoltà, corso di studi e singolo insegnamento, sono suddivise tra: (i) informazioni che le Università devono inserire nella Banca dati dell offerta formativa, ad integrazione di quelle già inserite precedentemente; (ii) informazioni già inserite Banca dati dell offerta formativa, che saranno rese disponibili nella Off.F.-pubblica; (iii) informazioni da riportare nei siti internet d Ateneo, i cui indirizzi devono essere inseriti dalle Università nella Banca dati dell offerta formativa; (iv) elaborazioni, da parte del Ministero, con riferimento, in particolare, ai dati inseriti dagli Atenei nell Anagrafe nazionale degli studenti. Secondo quanto riportato nel Decreto Ministeriale citato n. 544/2007 (art. 2, cc. 2 e 3), i nuclei di valutazione procedono alla verifica delle informazioni di cui al comma 1,, inoltre Le verifiche sulla qualità delle informazioni inserite nella Banca dati dell offerta formativa (in seguito BD.Off) vengono effettuate anche in itinere dai Nuclei di valutazione e dal CNVSU. In attuazione di quanto previsto ed in vista dell avvio della procedura Nuclei 2010, si ritiene di sottoporre ai Nuclei di valutazione un breve questionario sul grado di attuazione dei requisiti di trasparenza. Il questionario riguarderà soltanto il grado di completezza delle informazioni di cui ai punti (i) e (iii). 4

8 Questionario sul grado di attuazione dei requisiti di trasparenza : A. Informazioni sui CdS: 1. Sono state rese disponibili nella BD.Off le informazioni relative a: a. Nominativi dei tre docenti di riferimento del corso (SI; NO) b. Nominativi dei tutor (SI;NO) 2. E stato indicato l indirizzo del sito internet specifico del CdS dove sono contenute le indicazioni relative agli aspetti funzionali ed informativi richiesti (SI;NO) 3. Il sito internet indicato contiene tutte le informazioni richieste (Allegato al D.D. 61/2008, pagg. 4 e 5) (SI; NO; IN PARTE) a. In caso si risponda IN PARTE indicare quali sono le informazioni mancanti. 4. Le informazioni in esso contenute sono state fornite, a parere del Nucleo, in maniera chiara per gli studenti (SI; NO) B. Informazioni sulle Facoltà (o competenti strutture didattiche): Le successive tre domande riguardano i soli CdS attivi secondo l ordinamento previsto dal D.M. 270/2004, per tali corsi infatti alle università viene richiesto l inserimento di informazioni relative agli insegnamenti attivi: 1. Sono state rese disponibili nella BD.Off le informazioni richieste per gli insegnamenti e le altre attività formative previste nei regolamenti didattici dei CdS (Allegato al D.D. 61/2008, pagg. 5 e 6, punti 1-10) (SI; NO; IN PARTE 4 ) a. In caso si risponda IN PARTE indicare la percentuale di insegnamenti attivi per i quali le informazioni inserite sono incomplete e/o mancanti. 2. Sono stati indicati gli indirizzi dei siti internet specifici per ciascun insegnamento attivo nei quali sono reperibili le ulteriori informazioni richieste (Allegato al D.D. 61/2008, pag. 6, punto 11, lettere a-p) (SI; NO; IN PARTE 5 ) b. In caso si risponda IN PARTE indicare la percentuale di insegnamenti attivi per i quali le informazioni inserite sono incomplete e/o mancanti. 3. Le informazioni contenute nei siti internet specificati sono state fornite, a parere del Nucleo, in maniera chiara per gli studenti (SI;NO) 4 Rispondere SI se tali informazioni sono state rese disponibili per tutti gli insegnamenti attivi; NO per nessun insegnamento; IN PARTE solo per alcuni insegnamenti. 5

9 4. È stato indicato l indirizzo del sito internet della Facoltà dove sono contenute le informazioni relative a: a. la mappa: dislocazione aule, laboratori didattici, presidenza, servizi, ecc. (SI; NO) b. l organizzazione: Presidenza e organi di coordinamento della didattica (SI; NO) c. i servizi per la didattica e gli studenti: aule informatiche, biblioteche, tutorato, altri servizi (segreteria studenti, ecc.) (SI; NO) d. i nominativi dei rappresentanti degli studenti (SI; NO) 5. Le informazioni contenute nel sito internet specificato sono state fornite, a parere del Nucleo, in maniera chiara per gli studenti (SI;NO) C. Informazioni sull Ateneo nel suo complesso e per gli studenti in generale: 1. sono stati indicati gli indirizzi dei siti internet dell Ateneo dove sono contenute indicazioni atte a fornire una adeguata descrizione della configurazione complessiva dell Ateneo e dei servizi per gli studenti (Allegato al D.D. 61/2008, pag. 7) (SI;NO) 2. Le informazioni contenute nei siti internet specificati sono state fornite, a parere del Nucleo, in maniera chiara per gli studenti (SI;NO) 6

10 A - Dati relativi agli studenti ed ai corsi di studio In questa sezione vengono proposte sia variabili a livello di singolo corso di studi che di facoltà tratte dalle Rilevazioni dell Ufficio di Statistica del MIUR. A livello di ateneo si presentano alcune elaborazioni tratte dall Anagrafe nazionale degli studenti. I dati delle Rilevazioni dell Ufficio di Statistica (Rilevazione dell Istruzione Universitaria 2009 I parte - Laureati, Diplomati, Annualità anno solare 2008 e II parte - Iscritti ed immatricolati a.a. 2008/09) vengono qui riproposti secondo una elaborazione le cui modalità di calcolo sono riportate nelle note che seguono o nella colonna che indica il riferimento alle variabili elementari utilizzate. I Nuclei possono richiedere, per eventuali approfondimenti, copia di tutte le informazioni trasmesse dalla propria istituzione e, per rendere più agevoli i riscontri per ciascuna variabile presentata, viene fornita la sigla dei Modelli di rilevazione utilizzati dall Ufficio di Statistica del MIUR 5 e sono riportate le precisazioni ritenute più salienti 6. Variabili a livello di Ateneo dall Anagrafe nazionale degli studenti Corsi di laurea, laurea specialistica e laurea specialistica/magistrale a ciclo unico Classe 2006/ / / /2010 N corsi attivi (*) N iscritti I anno di cui imm. N corsi attivi (*) N iscritti I anno di cui imm N corsi attivi (*) N iscritti I anno di cui imm. N corsi attivi (*) N iscritti I anno di cui imm. Classe 2006/ / / /2010 N studenti totali di cui parttime laureati N studenti totali di cui parttime laure ati N studenti totali di cui parttime laureati N studenti totali di cui part-time N laureati (*) = Corsi attivi: - per i corsi di laurea e laurea specialistica/magistrale a ciclo unico: corso con almeno un immatricolato - per i corsi di laurea specialistica (non a ciclo unico): corso con almeno un iscritto al primo anno 5 Note e guida alla compilazione dei modelli sono consultabili agli indirizzi Internet: RIU Parte - Laureati e crediti anno solare RIU Parte - Iscritti e immatricolati a.a. 2008/09 6 In particolare conviene ricordare che, in base alle definizioni adottate dall Ufficio di Statistica debbono essere considerati studenti iscritti all a.a. T/T+1 gli studenti che, alla data del 31 luglio T+1, risultavano in regola con i tutti i pagamenti relativi alle tasse di iscrizione, cioè risultano aver pagato l'ultima rata della contribuzione prevista. Inoltre, per studenti immatricolati si intendono gli studenti che nell a.a. di riferimento si sono iscritti per la prima volta ad un corso di studi di una delle università italiane (pertanto i trasferimenti non danno luogo ad una nuova immatricolazione). 7

11 Variabili a livello di singolo corso di studio Le informazioni relative ai singoli corsi di studio, attivi nell a.a. 2008/09 (ossia con almeno un iscritto), sono presentate nella forma riportata nelle tabelle seguenti. Nell ultima colonna sono indicate le sigle delle variabili utilizzate o, in caso di dato calcolato, l indicazione dell elaborazione da cui trae origine il dato. La sigla delle variabili, ove possibile, è stata mantenuta uguale a quella degli anni precedenti. Corsi di laurea, laurea specialistica/magistrale a ciclo unico e corsi del vecchio ordinamento Dati generali Dati di processo Risultati Nome della variabile Iscritti totali (esclusi gli iscritti già in possesso di un titolo di studio universitario, e quelli di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione) Iscritti già in possesso di un qualsiasi titolo di studio universitario (*) Iscritti di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione Elaborazioni o corrispondenze A.3 A.3.b (somma di ex A.3.1 e A.3.2) A.3.c Iscritti totali a tempo non pieno A.3.4 Iscritti da un numero di anni minore o uguale alla durata normale del corso Studenti regolari A.1 Iscritti da un numero di anni maggiore della durata normale del corso A.2 Immatricolati nell'a.a. 2008/09 A.5 di cui con voto di maturità superiore a 9/10 del massimo A.8 di cui con licenza liceale classica o scientifica A.7 Studenti equivalenti regolari (**) Studenti equivalenti totali (**) A.15 / (A.13/A.12) A.14 / (A.13/A.12) Iscritti totali (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità nel 2008 A.4 Immatricolati (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità nel 2008 A.6 Variazione percentuale tra immatricolati 2007/08e iscritti da 2 anni al sistema universitario (A.10-A.9) / A.9 Laureati/ Diplomati nel 2008 A.16 di cui nella durata normale del corso A.16.2 di cui già in possesso di un titolo di studio universitario A.16.3 di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione A.16.4 Fonte: RIU= Rilevazione Istruzione Universitaria (*) L ufficio di statistica rileva le caratteristiche degli iscritti già in possesso di un titolo di studio universitario soltanto per i corsi di laurea specialistica non a ciclo unico (Modello 10) quindi, per tutte le altre tipologie di corso, non si conosce il dettaglio del titolo di cui gli studenti sono già in possesso. (**) Queste variabili non vengono calcolate per i corsi del vecchio ordinamento. Corsi di laurea specialistica non a ciclo unico Dati generali Nome della variabile Elaborazioni o corrispondenze Iscritti totali A.3LS di cui in possesso di una laurea triennale conseguita nello stesso ateneo A3.1LS di cui in possesso di una laurea triennale conseguita in altro ateneo A3.2LS Iscritti totali a tempo non pieno A.3.4LS Iscritti da un numero di anni minore o uguale alla durata normale del corso Studenti regolari A.1LS Iscritti da un numero di anni maggiore della durata normale del corso A.2LS Iscritti per la prima volta ad una laurea specialistica nell a.a. 2008/09 A.5LS 8

12 Dati di processo Studenti equivalenti regolari (**) Studenti equivalenti totali (**) Nome della variabile Iscritti totali (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità nel 2008 Elaborazioni o corrispondenze A.15/ (A.13/A.12) A.14/ (A.13/A.12) A.4LS Laureati nel 2008 A.16LS Risultati di cui nella durata normale del corso A16.2LS Fonte: RIU= Rilevazione Istruzione Universitaria (**) Queste variabili non vengono calcolate per i corsi del vecchio ordinamento. I dati elementari e i modelli di riferimento delle rilevazioni Corsi di laurea, laurea specialistica/magistrale a ciclo unico e corsi del vecchio ordinamento A.1 - Iscritti da un numero di anni minore o uguale alla durata legale del corso - Studenti regolari Studenti iscritti alle università da un numero di anni inferiore o uguale alla durata normale dei singoli corsi, a prescindere dalla loro effettiva posizione amministrativa (in corso, fuori corso, fuori corso intermedi, ripetenti, ecc). Sono esclusi gli studenti già in possesso di un titolo di studio e quelli di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 1 A.2 - Iscritti da un numero di anni maggiore della durata legale del corso Coerentemente alla definizione della variabile A.1, tale dato si riferisce agli studenti iscritti alle università da un numero di anni superiore alla durata normale dei singoli corsi, a prescindere dalla loro effettiva posizione amministrativa. Sono esclusi gli studenti già in possesso di un titolo di studio e quelli di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 A.3 Iscritti totali (esclusi gli iscritti già in possesso di un titolo di studio universitario e quelli di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione) Somma dei due dati precedenti (A.1 + A.2); sono quindi esclusi gli iscritti già in possesso di un titolo di studio universitario e quelli di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 9

13 A.3.b Iscritti già in possesso di un qualsiasi titolo di studio universitario Studenti iscritti nell a.a. 2008/09 già in possesso di un titolo di studio universitario. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 A.3.c Iscritti di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Studenti iscritti all a.a. 2008/09 di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 A.3.4 Iscritti totali a tempo non pieno Iscritti a.a. 2008/09 non a tempo pieno per numero di crediti da acquisire. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 28 A.4 - Iscritti totali (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità (o acquisito crediti) nel 2008 Studenti iscritti nell'a.a. 2007/08 (al 31/07/2008) che non hanno superato annualità (o non hanno acquisito crediti) durante l'anno solare Naturalmente, per eventuali elaborazioni percentuali, si farà riferimento agli iscritti totali dell a.a. 2007/08. Per annualità si intende la prova o l'insieme di prove d'esame (moduli, unità didattiche, ecc.) che determinano l'attribuzione di un unico voto finale. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 8 A.5 - Immatricolati nell'a.a. 2008/09 Si ricorda che, per indicazione dell Ufficio di statistica del MIUR, debbono essere presi in considerazione soltanto gli iscritti per la prima volta nel sistema universitario, che alla data del 31/07/2009 erano in regola con il pagamento di tutte le rate di contribuzione previste per l'a.a. 2008/09. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 1 A.6 - Immatricolati (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità (o acquisito crediti) nel 2008 Il riferimento è agli immatricolati nell'a.a. 2007/08 (al 31/07/2008) che non hanno superato annualità (o non hanno acquisito crediti) durante l'anno solare Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 8 10

14 A.7 - Immatricolati nell'a.a. 2008/09 con licenza liceale classica o scientifica Il dato è riferito alla quota di immatricolati nell'a.a. 2008/09 in possesso del diploma di maturità classica o scientifica. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 9 A.8 - Immatricolati nell'a.a. 2008/09 con voto di maturità superiore o uguale a 9/10 del massimo A partire dalla rilevazione 2001, l Ufficio di Statistica del MIUR rileva anche gli immatricolati per voto di maturità, suddividendoli in quattro classi di votazione: [60-69]; [70-79]; [80-89]; [90-100]. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 25 A.9 - Immatricolati nell'a.a. 2007/08 Immatricolati nello stesso corso l anno accademico precedente.. Anno di riferimento: a.a. 2007/08 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2008 MOD 1 A.10 - Iscritti da due anni nel sistema universitario Debbono essere considerati i soggetti iscritti al corso di studi immatricolati l'anno precedente (2007/08). Anni di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 A.11 Anno accademico di prima attivazione del corso (Dato richiesto solo nella rilevazione del 2001) A.12 - Durata normale del corso in anni (ordinamento in vigore) Si tratta di un dato necessario per il calcolo del numero di studenti equivalenti a tempo pieno. Si assume una durata normale di 3 anni per i corsi di primo livello, di 2 anni per i corsi di laurea specialistica/magistrale (non a ciclo unico), 5 o 6 anni per i corsi di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Archivi MIUR 11

15 A.13 Annualità 7 / crediti totali previsti per il conseguimento del titolo Dato necessario anche in considerazione delle diverse modalità di registrazione delle prove superate dagli studenti, non sempre univocamente riportate in annualità. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Archivi MIUR A.14 - Annualità (crediti) superate (acquisiti) dagli iscritti nell'anno solare 2008 Tale dato fa riferimento alle annualità (crediti) superate (acquisiti) nell'anno solare Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 6 A.15 - Annualità (crediti) superate (acquisiti) dagli iscritti regolari nell'anno solare 2008 Variabile riferita alle annualità superate nell'anno solare 2008 dagli studenti regolari, ossia dagli studenti iscritti al sistema universitario da un numero di anni inferiore o uguale alla durata legale. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 6 A.16 - Laureati e diplomati totali Tale variabile individua il numero di laureati/diplomati totali nell anno di riferimento. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 4 A.16.2 Laureati e diplomati entro la durata del corso Tale insieme di variabili individua il numero di laureati/diplomati entro la durata del corso nell anno solare 2008, stimato sulla base della durata normale del corso e del numero dei laureati per anno di prima immatricolazione rilevati con il modello 4 Ufficio di Statistica. Ad esempio, per un corso di laurea triennale, vengono considerati entro la durata normale tutti i laureati che si sono immatricolati al sistema universitario negli anni accademici 2005/06 e successivi. Il dato comprende anche quei soggetti che si laureano prima dei tempi previsti. Anno di riferimento: anno solare Nella guida alla compilazione dei modelli per la rilevazione dell'istruzione universitaria si precisa che per "annualità" si intende quella prova o quell'insieme di prove d'esame (moduli, unità didattiche, ecc.) che determinano l'attribuzione di un unico voto finale. Le annualità vanno conteggiate secondo le modalità previste dall'ordinamento del corso ai fini dell'ammissione all'esame di laurea o di diploma. Gli esami relativi agli insegnamenti semiannuali, annuali, biennali, ecc., devono essere conteggiati rispettivamente come: 1/2 annualità, 1 annualità, 2 annualità, ecc.. 12

16 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 4 A.16.3 Laureati e diplomati già in possesso di un titolo di studio universitario Tale insieme di variabili individua il numero di laureati/diplomati, nell anno solare 2008, già in possesso di un titolo di studio. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 4 A.16.4 Laureati e diplomati di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Tale insieme di variabili individua il numero di laureati/diplomati, nell anno solare 2008, di cui non si conosce l a.a. di prima immatricolazione. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 4 Corsi di laurea specialistica/magistrale non a ciclo unico A.1 LS - Iscritti da un numero di anni minore o uguale alla durata legale del corso - Studenti regolari Studenti iscritti ad un corso di laurea specialistica da un numero di anni inferiore o uguale alla durata normale del corso (due anni), a prescindere dalla loro effettiva posizione amministrativa (in corso, fuori corso, fuori corso intermedi, ripetenti, ecc). Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 10 A.2 LS - Iscritti da un numero di anni maggiore della durata legale del corso Coerentemente alla definizione della variabile A.1, tale dato si riferisce agli studenti iscritti ad un corso di laurea specialistica da un numero di anni superiore alla durata normale del corso (due anni), a prescindere dalla loro effettiva posizione amministrativa. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 10 A.3 LS Iscritti totali Somma dei due dati precedenti (A.1 + A.2). Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 1 13

17 A.3.1 LS Iscritti in possesso di una laurea triennale conseguita nello stesso ateneo Studenti iscritti ad un corso di laurea specialistica non a ciclo unico (LS) nell a.a. 2008/09 in possesso di una laurea triennale conseguita nello stesso ateneo. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 10 A.3.2 LS Iscritti in possesso di una laurea triennale conseguita in altro ateneo Studenti iscritti ad un corso di laurea specialistica non a ciclo unico (LS) nell a a. 2008/09 in possesso di una laurea triennale conseguita in un altro ateneo. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 10 A.3.4 LS Iscritti totali a tempo non pieno Iscritti a.a. 2008/09 non a tempo pieno per numero di crediti da acquisire. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 28 A.4 LS - Iscritti totali (a.a. 2007/08) che non hanno superato annualità (o acquisito crediti) nel 2008 Studenti iscritti nell'a.a. 2007/08 (al 31/07/2008) che non hanno superato annualità (o non hanno acquisito crediti) durante l'anno solare Naturalmente, per eventuali elaborazioni percentuali, si farà riferimento agli iscritti totali dell a.a. 2007/08. Per annualità si intende la prova o l'insieme di prove d'esame (moduli, unità didattiche, ecc.) che determinano l'attribuzione di un unico voto finale. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 8 A.5 LS Iscritti per la prima volta ad un corso di laurea specialistica non a ciclo unico nell a.a. 2008/09 Studenti iscritti nell a.a. 2008/09 per la prima volta ad un corso di laurea specialistica non a ciclo unico. Si tratta in pratica dei nuovi ingressi al secondo livello di studi. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 10 A.16 LS Laureati totali Studenti che hanno conseguito il titolo di laurea specialistica nell anno solare di riferimento. 14

18 Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria MOD 4 A.16.2 LS Laureati specialistici entro la durata del corso Tale insieme di variabili individua il numero di laureati specialistici entro la durata del corso nell anno solare Vengono considerati tali tutti i laureati specialistici che si sono iscritti per la prima volta ad un corso di II livello negli anni accademici 2005/06 e successivi. Tale criterio viene adottato in virtù del fatto che le iscrizioni ai corsi di II livello possono avvenire anche nel corso dell anno solare successivo a quello di inizio dell anno accademico. Anno di riferimento: anno solare 2008 Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 32 15

19 Variabili a livello di facoltà Le informazioni a livello di facoltà verranno presentate nella forma riportata nelle tabelle seguenti. Età di studenti, diplomati e laureati 18 e Età meno Immatricolati A.25 Iscritti A.26 di cui da altre regioni A.26 Diplomati V.O. A.22 di cui da altre regioni e più Variabile A.22 -A.23 Laureati V.O. A.22 di cui da altre regioni A.22 -A.23 Laureati - N.O. (L) A.22 di cui da altre regioni A.22-A.23 Laureati - N.O. (LSCU) A.22 di cui da altre regioni A.22-A.23 Laureati - N.O. (LS) A.22 di cui da altre regioni A.22-A.23 Anzianità di iscrizione riferita all a.a. di prima immatricolazione Anno accademico 2008/ / / / / / / e prec. Iscritti A.3 Diplomati V.O. A.16 di cui stabili* A.21 Laureati V.O. A.16 di cui stabili* A.21 Laureati N.O. (L) A.16 di cui stabili* A.21 Laureati - N.O. (LSCU) di cui stabili* A.21 Laureati - N.O. (LS) A.16 * Per Laureati/diplomati stabili si intende l insieme di quegli studenti che si laureano/diplomano nella stessa facoltà e presso la stessa sede in cui si erano immatricolati al loro primo ingresso nel sistema universitario L=corsi di laurea; LS=corsi di laurea specialistica (esclusi cicli unici); LSCU=Corsi di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico Variabile A.16 I dati elementari e i modelli di riferimento delle rilevazioni A.19 - Immatricolati (a.a. 2008/09) residenti nella stessa provincia in cui ha sede la facoltà Immatricolati, ad una certa facoltà, che risiedono nella stessa provincia in cui ha sede la facoltà cui sono iscritti. Questo dato verrà riportato solo nel sito del CNVSU nella sezione Progetto di portale. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD12 16

20 A.20 - Immatricolati (a.a. 2008/09) residenti nella stessa regione in cui ha sede la facoltà Immatricolati ad una certa facoltà che risiedono nella stessa regione in cui ha sede la facoltà alla quale sono iscritti. Questo dato verrà riportato solo nel sito del CNVSU nella sezione Progetto di portale. Anno di riferimento: a.a. 2008/09 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD12 A.21 - Laureati/Diplomati stabili. Laureati/Diplomati in un corso di studi della stessa facoltà di prima iscrizione nel sistema universitario ed anno di prima immatricolazione Tali variabili individuano l'insieme di quegli studenti che si laureano/diplomano nella stessa facoltà e presso la stessa sede in cui erano immatricolati al loro primo ingresso nel sistema universitario. Anno di riferimento: anno solare 2008 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 5 A.22 Laureati/Diplomati nell'anno solare 2008 per anno di nascita Tali variabili individuano l'insieme dei laureati/diplomati nell'anno solare 2008, distinti per anno di nascita. A partire dall anno solare 2002 sono stati indicati separatamente i primi laureati del nuovo ordinamento, dopo l introduzione del DM 509/99. Anno di riferimento: anno solare 2008 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 14 A.23 Laureati/Diplomati nell'anno solare 2008 per anno di nascita residenti nella stessa regione in cui ha sede l ateneo Tali variabili individuano il sottoinsieme dei laureati/diplomati residenti (in Italia) nella stessa regione in cui ha sede l ateneo presso il quale sono iscritti. Anno di riferimento: anno solare 2008 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD 14 A.24 Studenti delle Scuole di specializzazione per la formazione degli insegnanti di scuola secondaria (Dato richiesto soltanto nella rilevazione del 2001) A.25 Immatricolati per anno di nascita Tale variabile rileva gli immatricolati per anno di nascita nell a.a. 2008/09. Anno di riferimento: anno accademico 2008/09 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD24 A.26 Iscritti per anno di nascita Tale variabile rileva il complesso degli iscritti all a.a. 2008/09 per anno di nascita e per provincia di residenza. Anno di riferimento: anno accademico 2008/09 Livello di dettaglio: rilevato a livello di corso di studio; presentato aggregato per facoltà Disponibilità del dato: Rilevazione Istruzione Universitaria 2009 MOD13 17

Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei 2011

Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei 2011 MINISTERO DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Note tecniche su dati ed informazioni per la Rilevazione Nuclei 2011 - febbraio 2011 - VERSIONE

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Sviluppo e programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006

Dettagli

Parere sullo schema di decreto per la ripartizione del Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilità degli studenti

Parere sullo schema di decreto per la ripartizione del Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilità degli studenti MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Parere sullo schema di decreto per la ripartizione del Fondo per il sostegno dei

Dettagli

La dotazione di risorse minime necessarie per l istituzione di nuove università non statali legalmente riconosciute

La dotazione di risorse minime necessarie per l istituzione di nuove università non statali legalmente riconosciute MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario La dotazione di risorse minime necessarie per l istituzione di nuove università

Dettagli

Università Politecnica delle Marche. Nucleo di Valutazione. Nuclei 2009

Università Politecnica delle Marche. Nucleo di Valutazione. Nuclei 2009 Università Politecnica delle Marche Nucleo di Valutazione Nuclei 2009 Ancona Settembre 2009 Indice PREMESSA... 5 L OFFERTA FORMATIVA RELATIVA ALL A.A 2008/09... 7 Prospetto sintetico delle informazioni

Dettagli

Istituti che intendono ottenere il riconoscimento per l attivazione dei corsi di specializzazione in psicoterapia in base al D.M.

Istituti che intendono ottenere il riconoscimento per l attivazione dei corsi di specializzazione in psicoterapia in base al D.M. MINISTERO DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Istituti che intendono ottenere il riconoscimento per l attivazione dei

Dettagli

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Direttore del corso: prof.ssa Laura Badalucco Servizio Quality Assurance e gestione banche dati ministeriali

Dettagli

DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia. Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila

DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia. Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila Oggetto: relazione sul questionario relativo alle opinioni sulla

Dettagli

Tabelle di sintesi "pubbliche"

Tabelle di sintesi pubbliche Page 1 of 9 A.A. 2009/2010 RISULTATI DELLA VALUTAZIONE DEGLI INSEGNAMENTI Tabelle di sintesi "pubbliche" Facoltà di "MEDICINA E CHIRURGIA" Corso di Studio in "MA004 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Nota tecnica 2 a) i corsi di studio da istituire e attivare nel rispetto dei requisiti minimi essenziali in termini di risorse strutturali ed umane, nonché quelli da sopprimere a.1 Proporzione di corsi

Dettagli

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Procedure di rilevamento dell opinione degli studenti A.A. 2013-2014 Testo aggiornato al

Dettagli

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE Niccolò Cusano Relazione del Nucleo di Valutazione Relazione in ordine alle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche telematiche Nucleo

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE (CLASSE L-2 BIOTECNOLOGIE) Art. 1 Premesse e finalità 1.

Dettagli

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera Università di Bolzano Approvato con delibera n. 56/2010 del

Dettagli

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %]

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %] Corso di Studio: Laurea in Ingegneria Edile-Architettura Classe: LM- Architettura e Ingegneria Edile-Architettura Sede: Pavia RAPPORTO DI RIESAME INIZIALE 21 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME -21 Tab. 1

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione)

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione) REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE (classe L-19 Scienze dell educazione e della formazione)

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati non includono i laureati di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA

Dettagli

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica Gli esiti della rilevazione 2012-2013 Anna Maria Milito 26 novembre 2013 La rilevazione dell opinione degli studenti sulla didattica Importanza

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

Corso di laurea magistrale. Lingue e letterature moderne europee e americane

Corso di laurea magistrale. Lingue e letterature moderne europee e americane Corso di laurea magistrale Lingue e letterature moderne europee e americane (LM-37) SEZIONE INFORMATIVA Denominazione corso Classe Facoltà o struttura didattica proponente Natura della proposta Rinnovo

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO, CORSI DI PERFEZIONAMENTO E CORSI DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PERMANENTE Art. 1 Definizione 1. L Università promuove, ai sensi della normativa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale Interclasse in e delle Telecomunicazioni Classi di Laurea LM-27 e LM-29 a.a.201-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Parere sugli ulteriori interventi di razionalizzazione e qualificazione dell offerta

Dettagli

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo...

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo... Pagina 1 di 5 Trasparenza - versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i

Dettagli

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Premessa: finalità e obiettivi La necessità di disporre di dati relativi alle carriere accademiche degli studenti e ai risultati delle attività

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM)

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) (Approvata nella seduta del 20 DICEMBRE 2013) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Si mette a disposizione degli atenei lo schema del primo Rapporto di Riesame contenente le indicazioni operative e le informazioni che dovrebbero

Dettagli

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Fonte: Decimo rapporto sullo stato del sistema universitario (dicembre 2009) Studenti immatricolati Maturi anno 2007 Immatricolati a.a.

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MARKETING E ORGANIZZAZIONE D IMPRESA (CLASSE L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale) Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LINGUE E CULTURE EUROPEE (CLASSE L-12 Mediazione linguistica) Art. 1 Premesse

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE (CLASSE LM/SNT1 - SCIENZE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE

CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE Tab. 1 Iscritti/ al 1 anno TIPOLOGIA ISCRIZIONE generici Iscritti A.A. 2011/12 134 142 147 A.A. 2012/13 107 114 114

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca U.R.S.T. - DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE, IL COORDINAMENTO E GLI AFFARI ECONOMICI SERVIZIO PER L AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI Prot.: 1216 Roma, 8/8/2003 Ai Rettori delle Università LORO

Dettagli

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME CDLM COMPUTER ENGINEERING -2014 Tab. 1 Iscritti/Immatricolati al 1 anno TIPOLOGIA ISCRIZIONE 2010/11 2011/12 2013/14 Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI. Art. 1 Oggetto del Regolamento. Titolo I ORDINAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI. Art. 1 Oggetto del Regolamento. Titolo I ORDINAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA INTEFACOLTA IN SCIENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina, nel rispetto di quanto disposto dallo Statuto e dal

Dettagli

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Il presente

Dettagli

Nucleo di Valutazione di Ateneo. La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche

Nucleo di Valutazione di Ateneo. La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche DOC NdV 03/11 Nucleo di Valutazione di Ateneo La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche Anno accademico 2009/2010 Aprile 2011 A cura dell Ufficio Pianificazione

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale 12 ottobre 2015 1 QUALITA 2 IL PROCESSO AVA DELLA DIDATTICA.. Un circolo virtuoso Programmazione 2 Valutazione Monitoraggio Corso di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI INGEGNERIA sede di Reggio Emilia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI INGEGNERIA sede di Reggio Emilia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA sede di Reggio Emilia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE (CLASSE L-9 INGEGNERIA INDUSTRIALE e L-8

Dettagli

OPINIONE DEGLI STUDENTI

OPINIONE DEGLI STUDENTI OPINIONE DEGLI STUDENTI Nell A.A. 2013-14 l attività didattica del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Farmacia, attivato nell ambito della classe LM-13 Farmacia e Farmacia industriale, nel quale,

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso di laurea magistrale in Scienze Storiche afferisce alla Classe delle lauree magistrali LM-84 in Scienze

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA (CLASSE LM-6 BIOLOGIA) Art. 1 Premesse e finalità

Dettagli

Allegato I Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS)

Allegato I Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Allegato I Allegato II Allegato III Allegato IV Allegato V Allegato VI ALLEGATI Scheda Unica Annuale del Corso di Studio Requisiti per i Presidî della Qualità Scheda Unica Annuale della Ricerca dei Dipartimenti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE (CLASSE L-18 SCIENZE DELL ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE)

Dettagli

Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi

Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi Questo documento è diviso in due parti: nella prima parte si descrivono le linee generali per l Assicurazione

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia IV edizione Anno Accademico 2014/2015 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013

Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Classe LM33 Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Cagliari Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Meccanica

Dettagli

Regolamento di SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (in progressiva attivazione dall'a.a. 2013/14)

Regolamento di SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (in progressiva attivazione dall'a.a. 2013/14) Regolamento di SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (in progressiva attivazione dall'a.a. 2013/14) INDICE Premessa Art. 1: Requisiti per l'accesso al corso Art. 2: Regole di mobilità fra i curricula del Corso

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA VISTO il decreto del Ministro dell Istruzione dell Università e della Ricerca 11 aprile 2006, n. 217; VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, istitutivo

Dettagli

11/11/2014: discussione sulla organizzazione del rapporto e sua compilazione

11/11/2014: discussione sulla organizzazione del rapporto e sua compilazione Schede tipo per la Redazione dei Rapporti di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : Storia e Civiltà Europee Classe : LM 84 Sede: Potenza, Dipartimento di Scienze Umane Primo anno accademico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA (CLASSE LMG/01 GIURISPRUDENZA) Art. 1 Premesse

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (CLASSE L-31 - Scienze e tecnologie informatiche)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi e didattici del Corso di laurea in Ingegneria Informatica (classe L-8), in conformità alla normativa vigente in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO Emanato con D.R. n. 11632 del 05/12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNOLOGIE ERBORISTICHE (CLASSE L-29) Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia III edizione Anno Accademico 2013/2014 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015

APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015 Corso di Studio: Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale Classe: L-7 Ingegneria Civile e Ambientale Sede: Pavia RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015 Tab. 1 Iscritti/Immatricolati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Lettere moderne - Modern Literatures (Classe LM-14 Filologia moderna) Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: DAMS - DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO Testo: LAUREA IN DAMS Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo CLASSE L- 3 REGOLAMENTO

Dettagli

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 Art. 1 Attivazione Presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali per l A.A. 2014/2015 è attivato, in conformità a quanto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE approvato dal Senato Accademico nella seduta del 10.05.2013 n. 300/5609

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ANALISI, CONSULENZA E GESTIONE FINANZIARIA (INTERCLASSE LM-16 FINANZA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali Classe: LM73 Sede: Potenza Gruppo di Riesame:

Dettagli

I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI

I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI I nuovi corsi di laurea della Facoltà di Scienze Politiche dell Università di Siena PRO MEMORIA PER GLI STUDENTI Sigle: CFU=Crediti Formativi Universitari SSD=Settore Scientifico-Disciplinare ISCRIZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN CHIMICA (CLASSE L-27 Scienze e Tecnologie Chimiche) Art.

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) in PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) Ai sensi del D.M. 270/2004 Art. 1 Finalità 1.

Dettagli

Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2012/13 aprile 2014

Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2012/13 aprile 2014 Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2012/13 aprile 2014 1. Le caratteristiche degli studenti di Uninettuno... 3 2. Il questionario

Dettagli