COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 10 MAGGIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 10 MAGGIO"

Transcript

1 COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 10 MAGGIO 2012 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/ Sede operativa: Via Nonnis, / FAX 0784/ N U O R O Servizi di resocontazione stenotipica in simultanea Legenda:... = Frase incompleta (...) = Parola o frase non comprensibile (***) = Registrazione interrotta

2 INDICE DEGLI INTERVENTI 4 PUNTO UNO O.D.G.: MOZIONE MANCATO RISPETTO DELLA PARITÀ DI GENERE NELLA GIUNTA COMUNALE DI NUORO. 4 CONS. MANCA (G.M.) 4 7 CONS. CARRONI 7 11 CONS. SODDU CONS. MUSTARO CONS. MONTESU CONS. GUCCINI CONS. USULA CONS. SAIU CONS. FENU CONS. FENU CONS. FENU CONS. FENU CONS. FENU CONS. CONTU CONS. CANU CONS. PINTORI CONS. ARGHITTU CONS. MURGIA CONS. PIRISI CONS. MANCA CONS. MANCA (G.M.) CONS. SAIU CONS. PIRISI CONS. SEDDONE CONS. MANNIRONI ASS. DEMURO CONS. SODDU CONS. SAIU CONS. GUCCINI CONS. GUCCINI CONS. USULA CONS. MUSTARO CONS. MANCA

3 CONS. CARRONI CONS. PIRISI SINDACO PUNTO UNO O.D.G. DEL CONSIGLIO IN PRIMA CONVO- CAZIONE: AUDIZIONE COMMIS- SARIO STRAORDINARIO CON- SORZIO UNIVERSITARIO. 62 COMMISSARIO LOI CONS. MANNIRONI CONS. MONTESU CONS. COTTU CONS. SEDDONE 75 VICE 76 COMMISSARIO LOI SINDACO CONS. MANCA CONS. SAIU CONS. SAIU CONS. SAIU CONS. SAIU CONS. SAIU CONS. COTTU 93 CONS. MANNIRONI CONS. CARRONI 95 CONS. MANCA CONS. MANCA 97 COMMISSARIO LOI CONS. FENU 101 CONS. FENU CONS. FENU ASS. DEMURO

4 Il, constatata la presenza del numero legale dei Consiglieri, dichiara valida e aperta la seduta. PUNTO UNO ALL'ORDINE DEL GIORNO: MOZIONE MANCATO RISPETTO DELLA PARITÀ DI GENERE NELLA GIUNTA COMUNALE DI NUORO. La parola al Consigliere Manca per esporre la mozione. CONSIGLIERE MANCA (G.M.) Un saluto a tutti i presenti. Una mozione purtroppo datata, io speravo che tecnicamente non arrivasse neanche in Consiglio. Auspicavo che invece la scelta di questa Amministrazione di avere il rispetto della parità di genere nella sua Giunta fosse già stata adottata da questa Amministrazione, invece purtroppo così non è. Preso atto della sentenza del TAR Sardegna N. 864 del 2 agosto 2011 in seguito al ricorso presentato dalle onorevoli Francesca Barracciu e Claudia Zoncheddu, insieme a numerose associazioni regionali e liberi cittadini, con la richiesta del provvedimento dell'applicazione dell'art. 51 della Costituzione e successivo adeguamento della composizione - in questo caso - della Giunta Regionale; Letto quanto dichiarato da Silvio Lai - allora e oggi Segretario Regionale del PD - che affermava che la decisione del TAR che ha accolto il ricorso presentato dal vice Segretario del PD Francesca Barracciu, relativo alla mancanza di donne nell'esecutivo regionale, è l'ennesima conferma di quanto sia inadeguata la maggioranza - quella regionale e oggi quella comunale - ormai a pezzi - quella regionale allora e quella comunale oggi - che governava allora la Regione, una sentenza che dà ragione doppiamente alle denunce e prese di posizione del PD. Da una parte c'è una sentenza che dà ragione doppiamente alle denunce e prese di posizione del PD, da una parte c'è infatti la sentenza che annulla un esecutivo e quindi una vittoria sotto il profilo giuridico; dall'altra una vittoria morale. "Ora Cappellacci - diceva allora Silvio Lai, Segretario del Partito Democratico - e la sua maggioranza, deve fare solo una cosa per il bene dei sardi: rassegnare le dimissioni". Appreso delle argomentazioni dell'onorevole Barracciu del Partito Democratico - "una sola donna non basta, la sentenza parla di rispetto dell'equilibrio" - il Presidente Cappellacci affermava: "non creda di risolvere tutto con la nomina di una sola donna". 4

5 "Siamo pronti a un nuovo ricorso", ha detto Francesca Barracciu del PD, promotrice del ricorso al TAR contro la nomina della Giunta Cappellacci, commentando la decisione dei giudici amministrativi che hanno dato ragione alle tante associazioni femminili che hanno contestato i decreti di nomina. Preso atto delle dichiarazioni di Milia, sempre del Partito Democratico: "Art. 51 della Carta direttamente applicabile _- Riceviamo con soddisfazione la sentenza del TAR Sardegna che azzera la Giunta Regionale per il mancato rispetto della presenza femminile nell'esecutivo - è il commento dell'allora Presidente della Provincia di Cagliari, Graziano Milia, alla pronuncia dei giudici amministrativi - insieme ad altri rappresentanti della provincia di Cagliari, come l'assessore al Bilancio Laura Pulga e la Consigliera Rita Corda abbiamo a suo tempo sottoscritto il ricorso che ha portato a questo importante risultato". Superando il concetto di quote rosa, è fondamentale rilevare che finalmente i tribunali amministrativi giudicano direttamente applicabile l'art. 51 della Costituzione, senza necessità di ulteriori riferimenti negli statuti delle singole Amministrazioni. Ricordate le considerazioni, grazie al TAR Sardegna - prosegue la Zoncheddu - finisce miseramente la stagione della politica di una Giunta interamente maschile voluta dal Presidente Cappellacci che, violando i diritti di rappresentanza oltre il 50% della società sarda, ha nominato solo uomini con l'esclusione delle donne. L'intervento del TAR per il ripristino della legalità all'interno della massima istituzione della Sardegna resta comunque un segnale pesante del declino della democrazia e dei valori di parità. Il ricorso al TAR vinto è stato presentato dalle due Consigliere di opposizione Francesca Barracciu del Partito Democratico e Claudia Zoncheddu indipendentista; Lette le dichiarazioni di Piras, del SEL: "Fine del medioevo in Sardegna. - La sentenza del TAR Sardegna sulla Giunta Cappellacci è un atto di straordinaria importanza, è la fine del medioevo in Sardegna e apre finalmente la strada a un percorso di reale democratizzazione delle nostre istituzioni": è il commento del coordinatore regionale di SEL. Visto il decreto legge N. 267, all'art. 6 al comma 3: "devono essere assicurate condizioni di pari opportunità tra uomo e donna ai sensi della legge del 10 aprile 1991, N. 125, per promuovere la presenza dei due sessi nella Giunta e negli organi collegiali del Comune e della Provincia, nonché negli enti, nelle aziende ed istituzioni da esse dipendenti. Considerato che nella composizione della Giunta di Nuoro non sono garantite le 5

6 pari opportunità, come stabilito dalla normativa vigente, dallo statuto comunale e ora anche dalle numerose sentenze del TAR nel merito. Considerate le numerose sentenze in materia di pari opportunità che rappresentano oramai giurisprudenza consolidata. Valutato che nello specifico all'art. 6 il comma 3 del decreto legislativo N. 267 stabilisce la norma come per assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna ai sensi della legge del 10 aprile 91 N. 125, per promuovere la presenza di entrambi i sessi nelle Giunte e negli organi collegiali del Comune e della Provincia, nonché negli enti, nelle aziende e nelle istituzioni ad esso dipendenti. Preso atto che tutt'ora nella Giunta comunale di Nuoro persistono le condizioni di una tenace e riaffermata volontà politica di escludere quasi completamente le donne dalla gestione dell'ente locale senza un minimo di giustificazione politica. Ritenuto importante che il Sindaco ponga fine alla violazione dello statuto comunale vigente con tempestive dichiarazioni di immediato adeguamento. Considerato importante che tale decisione politica venga presa a prescindere e comunque adeguandosi altresì alla recente sentenza del TAR Sardegna, anche per il valore precettivo della norma statutaria vigente. Tutto quanto premesso il Consiglio Comunale - invita il Sindaco all'applicazione, anche per il Comune di Nuoro, della sentenza TAR Sardegna N. 864 del 2 agosto 2011; - invita il Sindaco di Nuoro a procedere alla modifica della Giunta per una nuova compagine assessoriale, in modo tale da assicurare la presenza equilibrata e rispettosa di entrambi i sessi, in considerazione del fatto che la stessa al momento è composta quasi esclusivamente da uomini, mentre lo statuto prevede la presenza proporzionata di entrambi i sessi e quindi è stato violato il principio di non discriminazione previsto dalla Costituzione Italiana e dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell'unione Europea e ora anche da numerose sentenze TAR regionali; - invita quindi il Sindaco i ripristinare quanto dispone il comma 3 dell'art. 6 del Decreto Legislativo 267/00 e quindi procedere tempestivamente al rispetto delle pari opportunità nella Giunta Comunale con la nomina di un congruo numero di assessori donna, ripristinando quanto prima il rispetto della norma che disciplina la composizione della Giunta Comunale relativamente alla presenza di una quota equilibrata di assessori di entrambi i sessi; - invita il Sindaco a compiere ogni sforzo, vincendo tutti gli ostacoli che possano 6

7 frapporsi nel perseguimento del principio di parità di genere, utilizzando - ma mi pare che siamo abbondantemente oltre - gli stessi tempi adottati recentemente dal Governatore Cappellacci in seguito alla sentenza del TAR Sardegna. Ricordo che allora il Presidente del Consiglio Regionale in dieci giorni aveva rimesso ordine a quanto disciplinato in quel caso dal TAR Sardegna. Comunico che è giunta alla Presidenza una risoluzione - sempre su questo argomento - di cui è prima firmataria la Consigliera Carroni. Faremo un'illustrazione, in ogni caso la discussione sarà unica. CONSIGLIERE CARRONI Signor Presidente, signor Sindaco, colleghi Consiglieri, signori della Giunta, non più tardi di avantieri la Camera dei deputati con 372 voti favorevoli, 21 negativi e 48 astensioni, quindi con un voto bipartisan, ha votato una legge sul riequilibro della rappresentanza di genere. Una legge che adesso andrà al Senato e che prevede che nei Comuni tra e i abitanti si introduca nella lista dei candidati per le elezioni comunali, una quota in virtù della quale nessuno dei due generi possa essere rappresentato in misura inferiore ai due terzi. In caso contrario, la commissione elettorale cancellerà i nomi dei candidati appartenenti al genere più rappresentato, procedendo dall'ultimo della lista. La legge prevede anche la preferenza di genere, ovvero si devono esprimere due preferenze, una maschile e una femminile della stessa lista, pena l'annullamento della seconda preferenza. Ciò per le elezioni di tutti i Consigli Comunali anche al di sotto dei abitanti. Nelle Giunte esecutive, sempre la stessa legge prevede che debba essere garantita la presenza di entrambi i sessi; così pure nelle commissioni di concorso e si chiamerà in causa la Consigliera di parità con funzioni di vigilanza per il rispetto di questi principi. Se finalmente il Parlamento ha deciso di intervenire su questa partita, evidentemente la nostra risoluzione va nella giusta direzione e giuste e sacrosante appaiono le regioni che ci hanno indotto a presentarla. La risoluzione propone che all'interno dello statuto comunale sia inserita una norma che preveda una presenza di ciascun sesso non superiore ai due terzi nella Giunta Comunale e negli organi di governo degli enti, aziende e istituzioni del 7

8 Comune di Nuoro. La proposta discende dal Testo Unico Decreto Legislativo 267/00, che prevede che: "Gli statuti comunali e provinciali stabiliscono norme per assicurazioni condizioni di pari opportunità tra uomo e donna ai sensi della legge 10 aprile 91 N. 125 e per promuovere la presenza di entrambi i sessi nelle Giunte e negli organi collegiali del Comune e della Provincia, nonché degli enti, aziende e istituzioni da essi dipendenti". Cioè la legge usa un termine prescrittivo, dice che si stabiliscono norme, quindi si devono stabilire norme in tal senso. Quindi la proposta - dicevo - discende da questo testo e dal fatto che il nostro statuto è attualmente carente circa la specificazione richiesta dalla legge, presenta una dicitura generica ma non dice in quale modo questa parità debba essere garantita. Tuttavia in Sardegna sebbene appaia più la necessità di porre fine a una sorta di segregazione di genere nella politica, c'è ancora qualcuno che si attarda a proporre e a reiterare argomentazioni di dubbia sostenibilità. Personalmente avrei preferito intraprendere con decisione la via maestra della pari rappresentanza di genere negli esecutivi, ma evidentemente si tratta di superare incertezze, dubbi, rendite di posizione duri a morire, e così si propongono i due terzi per arrivare a una dignitosa mediazione che renda l'onore delle armi. Delle armi sì, perché la politica è il luogo del potere; è il surrogato talvolta neanche tanto nobile della guerra e qui le donne in generale non stanno proprio bene e si ritraggono spesso, non perché disinteressate o incapaci alla politica, ma perché i codici in cui il linguaggio della politica e dei partiti è scritto, è purtroppo ancora oggi un codice tutto al maschile. Codici, linguaggi, comportamenti che tra l'altro non si sposano facilmente con la duplice, triplice presenza delle donne nel lavoro, a casa e fuori nella società. Sembrano discorsi scontati, ripetuti mille volte ma che rilevano l'esistenza di una società attardata - almeno quella italiana è così secondo me - su modelli culturali altrove largamente superati. Basta pensare alle nazioni del nord Europa, ma anche ad alcuni paesi dell'america Latina, come per esempio il Nicaragua, dove la presenza delle donne nelle istituzioni è veramente significativa. L'Italia è il fanalino di coda per quanto concerne la percentuale di donne 8

9 presenti in posizione apicale in campo politico ed economico. Nel 2010 solo tre donne su sette hanno avuto la possibilità di assumere incarichi di leadership. Per quanto riguarda la presenza delle donne in Parlamento, a livello internazionale l'italia occupa il 54esimo posto su 188 paesi. Dal 48 la Repubblica Italiana continua a vantare primati negativi; solo 75 donne hanno ricoperto ruoli di governo: 29 ministre, 2 ministre a interim, 17 ministre senza portafoglio, 114 sottosegretarie; mai un Presidente del Consiglio, mai una candidata alla Presidenza della Repubblica. Anche per quanto riguarda la rappresentanza femminile nel Consiglio d'europa, l'italia si colloca negli ultimi posti: 24esima su 27, il dato mi pare molto significativo, dopo ci sono solo la Polonia, Cipro e Malta. Se poi volessimo scendere più in basso la questione non cambierebbe, intanto vi annoierei con troppi dati, quindi ho evitato di farlo, però potremmo anche considerare la rappresentanza femminile in termini numerici nel Consiglio Comunale di Nuoro, che da pochi anni a questa parte si è drasticamente ridotta. Vorrei ricordare che su 40 candidati sono state elette soltanto 2 donne nel liste del Partito Democratico. Rimane comunque un problema politico nei partiti, nella predisposizione delle liste, nei sistemi elettorali in genere, ma rimane anche un problema squisitamente culturale nella società. Un'assenza, una scarsa presenza di donne nei ruoli politici e di contro un universo femminile nella società italiana estremamente ricco e dinamico. Il secolo scorso è stato il secolo breve, ma è anche quello che è stato segnato dal pensiero delle donne, il pensiero dell'emancipazione, del lavoro e delle professioni, delle grandi conquisti sociali e legislative quali il divorzio, l'interruzione volontaria della gravidanza, il nuovo diritto di famiglia, la pillola, la scolarizzazione di massa, la diffusione dei servizi a sostegno della famiglia. È stato questo, ma anche il secolo che ha stigmatizzato il pensiero della differenza sessuale, che ci ha fatto capire come le diversità biologiche, storiche, antropologiche esistono e vadano rappresentate e non delegate a chicchessia. Sociologhe e letterate, filosofe e storiche, teologhe e scienziate ci hanno anche fatto capire che una società migliore per le donne è migliore per tutti, uomini e donne e che l'obiettivo non è la guerra tra i sessi ma una nuova società più giusta e più libera per tutti. 9

10 Ma non una società a senso unico rappresentata solo dagli uomini, ma una società duale, con una duplice presenza. Occorre allora evidentemente riprendere il dibattito intorno a questi temi, come hanno fatto le donne del Movimento autoconvocato "se non ora quando" contro la triste deriva berlusconiana delle olgettine e delle escort, ma anche come ha fatto il Parlamento due giorni fa. Questo è il senso della risoluzione che proponiamo all'approvazione del Consiglio, consapevoli che laddove i costumi e le mentalità, le culture e le abitudini possono non consentirlo, è possibile di contro introdurre meccanismi quali le quote rosa, le percentuali o altro, che pur dando fastidio ancora a qualcuno, forzosamente avviino e sostengano il cambiamento. Do lettura adesso del dispositivo della risoluzione: "Il Consiglio Comunale Considerato che permangono una serie di ostacoli che impediscono un'adeguata rappresentanza delle donne nelle istituzioni, ed in particolare negli organi esecutivi di governo degli enti, aziende, istituzioni dei Comuni e delle Province; Che al contrario in ambito sociale e culturale e nel mondo delle professioni si è affermata una qualificata presenza femminile; che il sistema elettorale locale non contiene efficaci strumenti per garantire il riequilibro della rappresentanza di genere, come a esempio la (...) obbligatoria della doppia preferenza di genere per l'elezione del Consiglio Comunale; Dato atto che il testo unico degli enti locali, decreto legislativo 267/00 all'art. 6 comma 3 prevede che gli statuti comunali e provinciali stabiliscono norme per assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna ai sensi della legge 10 aprile 91 N. 125 e per promuovere la presenza di entrambi i sessi nelle Giunte e negli organi collegiali del Comune e della Provincia, nonché negli enti, aziende e istituzioni da essi dipendenti; Rilevato che il vigente statuto comunale all'art. 14 ultimo comma si limita ad affermare che al fine di assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna negli organi di governo del Comune e degli Enti, aziende e istituzioni da essi dipendenti viene promossa la presenza di entrambi i sessi; Considerato che il tenore della norma contenuta nel Testo Unico prescrive l'adozione di concrete e puntuali misure per garantire una significativa rappresentanza di entrambi i sessi 10

11 tutto ciò premesso, I M P E G N A Il Presidente del Consiglio Comunale e la Conferenza dei Capigruppo a redigere una proposta di modifica dello statuto che preveda una presenza di ciascun sesso per non più di due terzi nella Giunta Comunale e negli organi di governo degli enti, aziende e istituzioni del Comune di Nuoro". La parola al Consigliere Soddu. CONSIGLIERE SODDU Saluto il Sindaco, gli Assessori presenti, i Consiglieri tutti e i presenti in aula, io parlo non da super uomo e non sono neanche un uomo complessato, non mi danno neanche fastidio le superdonne. A me va bene la presenza di entrambi i sessi nella Giunta, in tutti gli enti di sottogoverno, però le sfilate delle donne che dicono: "noi siamo brave, noi siamo capaci... anzi siamo bravissime ma non ci siamo..." io alle persone bravissime che non ci sono non ci credo. Per cui nel testo della risoluzione - questo lo dico senza voler offendere nessuno - ho piacere di votare qualcosa che descriva un fenomeno di parità e di uguaglianza. Chiederei quindi alla presentatrice della risoluzione - dal momento che ho proprio interesse di votare questa risoluzione - se è possibile cassare i primi tre periodi e partire dal "dato atto", dove si parla di entrambi i sessi. "Dove le donne non ci sono... dove devono esserci...": non sono d'accordo. Preferisco andare direttamente al dunque; è corretto che ci sia la rappresentanza maschile e femminile punto, non mi interessa parlare di donne e di quelle che non ci sono e dei maschi di quelli che ci sono. Sarei per astenermi perché io sono per il fatto che chi c'è, si è speso e si è proposto. Il fatto che uno poi riesca è un evento che richiede degli ingredienti che si chiamano impegno, presenza e tante altre cose. Il fatto di costruire delle corsie preferenziali a me personalmente disturba da una parte e offende dall'altra, perché io maschietto che non sono un supermaschietto, non devo avere una minore possibilità o meglio non devo spendere un maggiore impegno contro chi con un minore impegno solo per il fatto - e non voglio sminuire solo per il fatto - ma "sono donna e ci devo essere a tutti i costi"...! 11

12 Poi si parla di rappresentanza in Giunta: ripeto io non parlo per offendere, perché in parte mi sento offeso. Sempre nel rispetto di entrambi i sessi, io non voglio offendere nessuno perché potrei dire - e non lo sono - di essere offeso. Perché dare una possibilità in più alla donna? per me la donna è uguale agli uomini, per me la donna non ha bisogno della questua, non ha bisogno di chiedere! Per me le capacità devono primeggiare, per me la Giunta può essere fatta di tutte donne. Io non ho pregiudizi, sono abbastanza laico da questo punto di vista. Non mi offenderei a vedere una Giunta di tutte donne capaci, che ogni Consiglio Comunale portassero 20 punti da discutere, tanto da non tornare più a casa perché stiamo lavorando. Questo non mi dispiacerebbe, però se le donne non ci sono non me ne posso fare una colpa e non me ne posso neanche fare carico. Voto questa risoluzione - e qui lo dico, poi non mi offendo se le cose non vengono tolte, per carità - ma voto se la risoluzione parla di entrambi i sessi ed elude la parte delle donne e lo voto a questo punto con convinzione, perché non mi disturba che ci siano tutti e due i sessi, ma le corsie preferenziali le avrei evitate. Piuttosto una domanda al Segretario, se è possibile: si parla tanto di non aver rispettato la legge. Andando contro una proposta del genere - non lo sto chiedendo per andarci contro, è solo una mia questione personale - ma andandoci contro cosa succede? La legge prevede che le donne debbano essere rappresentate: noi di che cosa stiamo parlando? Questa è la domanda. La parola al Consigliere Mustaro. CONSIGLIERE MUSTARO La mozione è datata, come diceva il Consigliere Manca, però condivido decisamente i principi dai quali parte e mi piacerebbe che tali principi fossero riaffermati con vigore e vissuti. Non ritengo che sia auspicabile e onorevole che noi veniamo rappresentate in Giunta solo perché c'è una sentenza del TAR, solo perché bisogna osservare l'articolo dello statuto; penso che sarebbe meglio avviare una seria riflessione in Consiglio Comunale perché evidentemente qualcosa non va bene, qualcosa manca. Non siamo convinti - né noi donne forse né voi uomini - della necessità di una 12

13 pari rappresentanza, di una pari dignità, di un pari trattamento, perché se è vero che dobbiamo valorizzare ugualmente uomini e donne insieme, dobbiamo avere una corsia preferenziale purtroppo Cosimo, perché fino a adesso, nonostante lo statuto comunale reciti chiaramente del diritto alla pari dignità, noi non ci siamo e non perché non siamo state candidate, addirittura poco fa sono stata proprio dimenticata, ma è stata una dimenticanza senz'altro... Chiedo che la partecipazione effettiva in ogni ambito della vita pubblica sia prima di tutto voluta realmente, per evitare poi di sentire che noi donne vogliamo una corsia preferenziale, assolutamente. Ogni tanto mi sento un po' superdonna, quasi delirio di onnipotenza, quando mi rendo conto di poter fare e di saper fare tante cose, quanto e come gli uomini. La parola al Consigliere Montesu. CONSIGLIERE MONTESU Durante una seduta del Consiglio che aveva all'ordine del giorno la modifica dello statuto comunale per adattarlo all'elezione del Presidente del Consiglio - che chiaramente in quel momento era in contrapposizione a quanto affermava lo statuto - io presentai un emendamento sulla modifica dello statuto che recitava e chiedeva la rappresentanza per genere di un terzo. Tutta la maggioranza compatta respinse quell'emendamento, comprese le donne. Noto con piacere oggi che qualcuna ha cambiato parere. Io capisco le esigenze che possono esserci all'interno di una coalizione; capisco anche la disciplina di partito; capisco anche che certe volte in nome di queste cose bisogna fare qualche passo indietro. Ma non capisco che per far ciò si debba ricorrere a bugie e alle falsità. Se si era contrari qualche mese fa, si deve essere anche contrari oggi. Queste cose sono una presa in giro per i colleghi! Se oggi stiamo cercando, di fronte ad una mozione presentata dall'opposizione, di essere in gioco, non possiamo richiedere le stesse cose che qualche mese fa abbiamo rifiutato di brutto. Bisogna imparare che in questa città e bisogna soprattutto prendere atto che le cose si fanno rispettando parametri che non sono le norme, che non sono le leggi, che non sono gli statuti. In questa città, in questa Amministrazione si fanno le cose per rispondere non 13

14 alle esigenze dei cittadini, ma per rispondere alle esigenze della coalizione, alle esigenze dei partiti e quant'altro ci possa essere all'interno di una coalizione politica. Però queste cose ci allontanano sempre più da quello che è il nostro mandato, un mandato di andare incontro alle esigenze della città, di dare delle risposte alla città. Noi continuiamo, in maniera quasi incurante della voce dei cittadini, a portare avanti quelle che sono le nostre esigenze o le vostre, ad essere autoreverenziali, cioè non ascoltiamo quello che viene dalla città, continuiamo a fare undici Assessori, a farli maschi, a farli femmine se occorre farli femmine. Questa è qualcosa che non va bene. Quando si parla di donne, le donne avete il dovere di essere chiare. Quando si presenta, e si è presentata, una risoluzione nello statuto per assicurare un terzo di rappresentanza al genere, mi dovete spiegare voi donne perché avete votate contro! La parola al Consigliere Guccini. CONSIGLIERE GUCCINI Non mi dilungherò molto, anzi sarò molto breve, perché per me questo è un ordine del giorno che ho già visto, sul quale mi sono già espresso e quindi brevemente dirò che io sono assolutamente contro le quote rosa, contro un'affermazione della donna quasi a mo' di concessione. Credo però che il problema esista, con questo non disconosco un problema che è all'evidenza, perché mi basta sollevare lo sguardo per rendermi conto che il problema esiste, però credo che il problema sia a monte e non a valle, cioè a valle io considero la Giunta come una naturale espressione di quella che è la volontà del Consiglio e quindi della città. Allora a monte, cioè nella fase delle elezioni, della creazione delle liste e quant'altro, probabilmente lì dovremo e potremo agire. Lì la donna avrebbe la possibilità di competere ad armi pari e lì la donna avrebbe la possibilità di affermarsi e quindi poi essere nominata in Giunta, ma con le proprie forze. Lo dico comprendendo sia gli uomini che le donne. Diceva prima qualcuno: se fosse una Giunta di sole donne, ma se fosse anche una Giunta di soli uomini, ma se fosse comunque una Giunta di persone che hanno evidentemente una legittimazione, la quale legittimazione non può arrivare dagli 14

15 uomini quasi fosse una concessione, perché mi sembrerebbe anche offensivo. Questo per come la vedo io e per come la leggo io la cosa, poi che il problema esista e che debba essere risolto, su questo possiamo anche essere d'accordo. Che però lo stesso problema non debba essere risolto molto facilmente - perdonatemi se uso questo aggettivo - con le quota rosa, è una cosa che francamente non ho mai compreso, né potrò mai appoggiare. Per me una donna è in grado di competere alla pari di un uomo, senza che da questo abbia concessioni, senza quindi che vi siano quote rosa, mettendola però nelle condizioni iniziali di poter competere. Nelle condizioni iniziali vuol dire quando si fanno le liste elettorali, quando si pensa al peso politico specifico di ciascuno, quando si creano quelle famose liste dalle quali poi discendono gli eletti in Consiglio, ecco in quel momento bisogna porsi il problema delle quote rosa. Lì sì che io voglio le quote rosa, lì sì che penso che le liste elettorali debbano essere composte di un 50% di donne, perché lì competono a parità. Oggi riconoscere una sorta di regalia, che si chiamino quote rosa, che si chiamino affermazioni dei diritti delle donne, ma comunque la si voglia far passare come una concessione io non ci sto, se fossi una donna lo troverei anche offensivo. Per cui siccome già l'ho detto prima, non me ne vogliano né l'opposizione né la maggioranza in questo caso, io mi asterrò dal votare sia l'ordine del giorno, sia la risoluzione, perché ritengo che il problema vada risolto non a valle ma a monte. Chiede di intervenire il Consigliere Usula, prego. CONSIGLIERE USULA Un saluto a tutti i presenti. Il rispetto delle pari opportunità rappresenta un principio inviolabile, sancito dalla Costituzione e ribadito in modo chiaro da innumerevoli pronunciamenti legislativi. Tuttavia io credo che, pur dando la giusta importanza alle azioni dei singoli amministratori in merito ad un giusto equilibrio di rappresentanza, la ricerca della parità di genere non possa trasformarsi in una sorta di steccato invalicabile, in una sorta di riserva indiana, perché un atteggiamento simile potrebbe essere altrettanto discriminatorio, iniquo e irrispettoso. Le donne devono avere, secondo me, pari opportunità in quanto depositarie, portatrici e rappresentanti di pari competenze, di pari meriti, di pari aspettative, di parità di valore e capacità. 15

16 Credo piuttosto che in questa società e oggi in una fase congiunturale e culturale come la nostra ancora di più, il principio di uguaglianza e pari opportunità reali sia negato ben prima del momento in cui si stabiliscono le rappresentanze. Non sto a ripetere condizioni di fatto o leggi disattese che determinano la mancata tutela del ruolo della donna nella società e nel lavoro, basti pensare ai numeri che tutti i giorni ci vengono ricordati. I numeri sulla disoccupazione femminile, che rappresentano di fatto l'esclusione delle donne dal lavoro retribuito e nello stesso tempo il disconoscimento del ruolo di lavoro da casalinghe, da mamme, da mogli che accudiscono mariti e figli; troppo spesso questo lavoro è disconosciuto nella sua valenza di sostituzione a vuoti e carenze di servizi sociali. La faccio brevissima e dichiaro fin d'ora il voto favorevole alla mozione del Consigliere Manca. Non conoscevo la risoluzione, non sapevo che sarebbe arrivata una risoluzione, quindi per ora mi astengo dal pronunciarmi sulla risoluzione, ma dichiaro fin d'ora il voto favorevole alla mozione del Consigliere Manca. Ribadisco che la politica, anche quella di un'amministrazione Comunale come la nostra, deve essere capace di creare pari opportunità reali, creando lavoro, cultura, competenze, offrendo servizi e mettendo davvero le donne in condizioni di poter partecipare all'attività politica, sociale, lavorativa, sino a poter concorrere con pari forza, solo con la discriminante del merito e delle capacità personali, ad una corretta ed equa distribuzione e attribuzione di incarichi e ruoli anche nelle amministrazioni pubbliche. Chiede di intervenire il Consigliere Saiu, prego ne ha facoltà. CONSIGLIERE SAIU In linea di principio sono d'accordo con quanto detto prima dal Consigliere Guccini e cioè in via generale sarei contrario alle quote, alle quote donne, alle quote giovani. Il principio che dovrebbe prevalere in politica, così come in tutti i campi della vita, dovrebbe essere quello del merito. Perciò occorrerebbe essere sindaci, donne o uomini, perché lo si è meritato e si è all'altezza del compito al quale si è chiamati. Così bisognerebbe essere Assessori non perché si è donne, non perché si è giovani, ma perché si è bravi. 16

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P.

Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P. Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P. Grazie Presidente. Parto dall'ultima considerazione che faceva il collega Monteventi con cui mi trovo assolutamente d'accordo, nel senso che credo anch'io che ci

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione

DISCUSSIONE. Principi - Città Viva - per la illustrazione PAG. 1 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DA ALCUNI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA E MINORANZA IN MERITO ALL INSERIMENTO NEL BILANCIO 2010 DI CONTRIBUTO STRAORDINARIO ALLE ATTIVITA SPORTIVE. Principi -

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 NOVEMBRE 2015 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

Terziario Donna. Può apparire quasi provocatorio, un atteggiamento elitario e sterile che non guarda ai reali problemi del Paese

Terziario Donna. Può apparire quasi provocatorio, un atteggiamento elitario e sterile che non guarda ai reali problemi del Paese Terziario Donna "I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano; sostenere tali diritti è un obbligo dell'umanità; il rafforzamento del potere di azione delle donne significa il

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16 Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 OFFERTE LAVORO PSICOLOGI: Consigli per trovare lavoro in psicologia Trovare lavoro come psicologi non è sempre semplice.

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

Relazione sulla situazione nazionale in Irlanda N 134309-LLP-1-2007-1-IT-Comenius-CMP

Relazione sulla situazione nazionale in Irlanda N 134309-LLP-1-2007-1-IT-Comenius-CMP 1) Caso Irlanda:Shelly Età, luogo Shelly, 16 anni, è nato in una famiglia in una zona ad alto tasso di disoccupazione nella città di Limerick. Descrizione del caso Shelly ha completato la scuola primaria

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Corso di Formazione ATTIVITA INTERDISCIPLINARI con particolare riferimento alla lingua italiana e alla matematica Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Unità di lavoro del Progetto Bambini maestri

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013. Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e

DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013. Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e DISCORSO ASSEMBLEA CAPITOLINA 20 SETTEMBRE 2013 Signor Presidente, signore e signori Assessori, signore e signori Consiglieri dell Assemblea Capitolina, ho ritenuto doveroso intervenire in questa sede,

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Pretendi il tuo raccolto

Pretendi il tuo raccolto Domenica, 11 marzo 2012 Pretendi il tuo raccolto Galati 6:7-10- Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. Perchè chi semina per la sua

Dettagli

Firenze, 25 marzo 2013.

Firenze, 25 marzo 2013. Firenze, 25 marzo 2013. Con lettera del Presidente del Consiglio Regionale datata 13.03.2013, è stata sottoposta a questo Collegio di Garanzia Statutaria, ai sensi dell art. 14 bis della L.R. n. 24/2008,

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Politica: la voce dei giovani

Politica: la voce dei giovani Politica: la voce dei giovani m a r e a p e r t o La cupola trasparente del Bundestag (Berlino) sede del parlamento federale tedesco. È completamente trasparente: con la ricostruzione tedesca e dopo due

Dettagli

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO di Aurelio Alaimo I. I. S. Caduti della Direttissima - Castiglione dei Pepoli (Bologna) aurelio.alaimo@iperbole.bologna.it (critiche, osservazioni e commenti

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE Nº 47 RADIO 3 SCIENZA ORE 11:30 DATA 14/11/2007 PIETRO GRECO (CONDUTTORE): E' dunque in discussione al Parlamento Europeo una proposta che è quella che gli esperti chiamano di pubblicità diretta

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 18 del 18.05.05

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo *

LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo * FONDAZIONE EMANUELA ZANCAN Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo * Convegno Associazione

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile Anna Fallco P sico lo g ia e B a sk et Presentazione La dottoressa Anna Falco è entrata a far parte dello staff della Squadra Nazionale A maschile nel

Dettagli

Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza?

Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza? www.osservatorioinca.org APPROFONDIMENTI Dicembre 2008 Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza? È discriminatorio mantenere in vigore un regime pensionistico

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Riccardo Ferrigato, Il terzo incomodo. Critica della fecondazione eterologa, San Paolo, 2015, pp. 160, 14.00, ISBN 9788821595035 Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Il terzo incomodo. Critica

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: INTERPELLANZA presentata dal gruppo consiliare Progetto Filottrano con oggetto: "funzionamento ufficio postale e ADSL". L'Anno Duemiladieci il giorno Quindici

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli