REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE AGLI UTENTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE AGLI UTENTI"

Transcript

1 COMUNE DI GESSATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE AGLI UTENTI - APPROVATO con deliberazione del C.C. n. 15 del PUBBLICATO all Albo Pretorio il giorno TRASMESSO al Co.Re.Co. di Milano il ESECUTIVO il

2 ART.1 Il Comune gestisce direttamente il servizio di distrubuzione dell acqua potabile per uso domestico, agro-zootecnico, industriale ed artigianale. Tale fornitura è richiesta presentando domanda a mezzo del modulo all uopo predisposto e sarà concessa a coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti dalla legislazione vigente in materia. ART.2

3 La domanda di fornitura deve contenere le indicazioni atte a stabilire per quale delle destinazioni citate all art.1 l acqua potabile verrà impiegata ed il consumo medio giornaliero previsto espresso in mc. Per forniture diverse dall uso domestico, che impegnano consumi giornalieri superiori a mc.100. il Comune potrà richiedere una relazione tecnica, completa dello schema dell impianto, nella quale vengano indicati i mezzi per limitare i consumi stessi, anche mediante impianti di riciclo. Qualora il richiedente non sia proprietario dell unità immobiliare ove dovrà essere eseguito l allacciamento e collocato il contatore, il proprietario dovrà apporre la sua firma in calce al modulo di richiesta, fatta salva comunque l azione coattiva prevista dalla legge in caso di opposizione del proprietario stesso. Alla domanda dovrà essere inoltre allegata la documentazione relativamente al possesso dei requisiti di cui all art.1 e comunque ogni altra documentazione richiesta del Comune. ART.3 La fornitura dell acqua potabile agli utenti viene fatta a flusso libero al contatore, oltre il quale cessa, a tutti gli effetti, la responsabilità del Comune. Le opere di allaccaimento, fino al contatore incluso, sono eseguite esclusivamente dal Comune che rimane proprietario e ne assume l obbligo della manutenzione ordinaria. Per le spese di allacciamento l utente sarà tenuto a corrispondere al Comune un contributo forfettario determinato mediante specifico preventivo elaborato secondo un prezziario approvato e aggiornato annualmente ai costi effettivi del materiale della mano d'opera ed aggiungendo gli oneri riguardanti le spese generali e tecniche. Peraltro tale contributo non sarà superiore al costo effettivo delle opere necessarie ad eseguire l'allacciamento richiesto e dovrà essere liquidato al Comune prima dell'esecuzione dei lavori. ART. 4 La posizione del contatore sarà stabilita a giudizio insindacabile del Comune tenuto conto, nei limiti del possibile, delle preferenze dell'utente. Peraltro tale posizione dovrà coincidere, nel caso di nuova costruzione, con il limite di proprietà del terreno. Il richiedente dovrà predisporre l a1loggiarnento per la posa del contatore secondo le indicazioni del Comune e con adeguata protezione per evitare guasti provocati da temperature rigide. L'utente dovrà corrispondere un contributo forfettario per la posa del contatore fissato dal Comune e rapportato al calibro del contatore stesso. ART. 5 Il contatore è fornito esclusivamente dal Comune che ne rimane proprietario e provvede alla piombatura sull'attacco di entrata del contatore stesso. L'Utente è responsabile della buona,conservazione, fino alla sua restituzione, del contatore e relative apparecchiature annesse. L'Utente sarà tenuto a corrispondere una quota fissa mensile inerente all'uso del contatore, fissata a norma di legge. ART. 6

4 Le tubazioni a partire dal raccordo di uscita del contatore sino agli apparecchi utilizzatori debbono essere messe in opera dall'utente a suo completo carico. Queste tubazioni rimangono di proprietà dell' Utente. Il Comune potrà imporre norme particolari per quanto concerne il materiale da impiegare, i diametri da adottare e la posa in opera dell'impianto interno. Peraltro, è d'obbligo l'installazione di un rubinetto d'arresto ed uno di scarico subito dopo il contatore e l'uso di tubazioni zincate od in rame stagnato. Il Comune provvederà ad aprire il contatore e quindi ad iniziare la fornitura della acqua potabile soltanto dopo aver constatato a suo insindacabile giudizio, la razionale esecuzione dell'impianto di cui sopra. ART. 7 Nel caso di decesso dell'intestatario o subentro a qualunque titolo di altro Utente dovrà essere tempestivamente avvertito il Comune per i provvedimenti del caso. Al nuovo intestatario sarà addebitato un contributo forfettario per cambio intestazione fissato dal Comune. ART. 8 Il prezzo di vendita dell'acqua potabile è fissato dal Comune e comunque non potrà essere superiore alle norme di legge. Il Comune avrà diritto di controllare l'effettivo impiego dell'acqua potabile e di applicare per tutti i consumi la tariffa corrispondente all'impiego accertato. ART. 9 A garanzia del regolare pagamento delle forniture l'utente è tenuto a versare in anticipo una somma infruttifera, in conto fornitura, fissata dal Comune sulla base di un consumo medio semestrale rapportato al calibro del contatore. Il Comune di riserva peraltro il diritto di adeguare l'anticipo fornitura per i maggiori consumatori all'importo medio semestrale del consumo di tali Utenti. L'anticipo fornitura sarà oggetto di conguaglio all'atto della cessazione della utenza ART. 10 L Utente deve permettere in ogni momento al personale del Comune di accedere alla sua proprietà per la lettura del contatore e la sua revisione, l'ispezione dell'impianto e ogni altra eventuale esigenza di servizio. ART. 11 Il Comune provvederà semestralmente alla lettura dei contatori ed alla emissione delle bollette di pagamento relative ai consumi di acqua potabile del periodo considerato. Le esazioni potranno aver luogo a mezzo di personale dipendente o incaricato del Comune, oppure a mezzo Istituto di Credito od Ufficio Postale. In ogni caso sarà rilasciata regolare quietanza nella quale sarà indicato : - il quantitativo di acqua consumato espresso in mc.; - la tariffa unitaria corrispondente; - l ammontare complessivo della fornitiura;

5 - la quota fissa mensile; - le imposte e le tasse; - gli eventuali arretrati o contributi; - il totale da pagare. ART. 12 Il mancato pagamento della bolletta entro il termine indicato sulla bolletta stessa darà diritto al Comune, previo preavviso di cinque giorni dalla data di notifica, a sospendere la fornitura dell acqua potabile mediante la chiusura del contatore, addebitando all Utente una penale di =. Quando l Utente avrà proceduto al pagamento il Comune provvederà alla riapertura del contatore, previo versamento da parte dell Utente stesso di ulteriori = quale contributo spese. I reclami di qualsiasi natura non danno diritto a differire il pagamento delle bollette rispetto ai termini sopra richiamati e saranno esaminati dal Comune entro quindici giorni dalla data di presentazione. Le rettifiche di eventuali errori, siano questi a credito come pure a debito dell Utente (esmpio: errata lettura del contatore, errata fatturazione, ecc.) saranno conteggiate sulla bolletta di emissione immediatamente successiva all accertamento. ART. 13 L Utente è tenuto ad avvertire immediatamente il Comune ove si verifichino difetti di funzionamento nel contatore installato. Se per cause indipendneti dall Utente, ivi compresa l accidentale fermata del contatore, non fosse possibile rilevare l esatto consumo, sarà facoltà del Comune di addebitare all utente lo stesso consumo verificatosi nel semestre precedente o che si verificherà nel semestre successivo. Ove il difetto di funzionamento fosse addebitabile all Utente per manomissione, incuria o danni procurati di qualunque natura, e/o comunque l Utente non segnali tempestivamente l anomalia, gli verrà addebitato il consumo calcolato come sopra aumentato del 30%, oltre le spese sostenute per la riparazione e fatto salvo il diritto di azione giudiziaria. ART. 14 Il Comune non risponde delle eventuali sospensioni di fornitura o dimunizione di pressione, dipendneti da ragioni di servizio o da cause di forza maggiore. In questi casi nessun abbuono o risarcimento di danni spetterà all Utente. ART. 15 Nella richiesta di fornitura l Utente dichiarerà di accettare senza riserve il presente regolamento di cui gli sarà rimessa copia.

CITTA DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L USO E LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE. approvato con delib. del Commissario Straordinario n.

CITTA DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L USO E LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE. approvato con delib. del Commissario Straordinario n. CITTA DI RAGUSA REGOLAMENTO PER L USO E LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE approvato con delib. del Commissario Straordinario n.723 del 25/10/1984 TITOLO I GESTIONE DELL ACQUEDOTTO E SISTEMA DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE COMUNE DI PINZANO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE ************************* DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Il servizio della distribuzione

Dettagli

Art. 4 - Durata del contratto I contratti di somministrazione del gas hanno la durata di un anno e si rinnovano tacitamente di anno in anno.

Art. 4 - Durata del contratto I contratti di somministrazione del gas hanno la durata di un anno e si rinnovano tacitamente di anno in anno. Oggetto Il presente Regolamento, redatto secondo le direttive stabilite dall'aeeg con deliberazione n. 229/01 e successive modificazioni e integrazioni, disciplina la somministrazione e la fornitura di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI EROGAZIONE DELL ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI EROGAZIONE DELL ACQUA POTABILE COMUNE DI OGGIONA CON SANTO STEFANO PROVINCIA DI VARESE C.A.P.21040 - C.F. e P.IVA 00309390128 - Tel. 0331/214961 - Fax 216460 e-mail tributi@comune.oggionaconsantostefano.va.it www.comune.oggionaconsantostefano.va.it

Dettagli

COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi Servizio Ecologia Ambiente

COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi Servizio Ecologia Ambiente COMUNE DI OSTUNI Provincia di Brindisi Servizio Ecologia Ambiente REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE E FORNITURA DELL ACQUA RIGENERATA NELL IMPIANTO DI RIUSO DI OSTUNI Art. 1 ( Oggetto ) Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI ACQUA POTABILE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI ACQUA POTABILE NATURA E MODALITÀ' DEGLI ALLACCIAMENTI ART. 1 - La Società eroga acqua potabile in via ordinaria o provvisoria, da derivarsi dalla rete primaria, secondaria

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di distribuzione di gas. naturale per uso domestico e civile

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di distribuzione di gas. naturale per uso domestico e civile COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di distribuzione di gas naturale per uso domestico e civile Approvato con deliberazione di C.C. n. 15 del 12.03.1982 COMUNE DI CARNAGO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI FORNITURA DI ACQUA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI FORNITURA DI ACQUA COMUNE DI GORLA MAGGIORE - Provincia di VARESE - REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI FORNITURA DI ACQUA ASPETTI AMMINISTRATIVI Approvato con delibera consigliare n 13 del 28/02/2002 - esecutivo dal 27/03/2002

Dettagli

COMUNE DI CIVITELLA ALFEDENA

COMUNE DI CIVITELLA ALFEDENA COMUNE DI CIVITELLA ALFEDENA PROVINCIA DI L AQUILA REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE E FORNITURA DELL ACQUA SOMMARIO Art. DESCRIZIONI 1 ALLACCIAMENTI 2 PREVENTIVAZIONE 3 PROPRIETA DELL OPERA 4 CORRISPETTIVO

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVATO CON DELIBERA

Dettagli

Oggetto: Domanda voltura contratto di allacciamento ed erogazione acqua potabile e/o servizio fognatura e depurazione.

Oggetto: Domanda voltura contratto di allacciamento ed erogazione acqua potabile e/o servizio fognatura e depurazione. Marca da bollo All Ufficio Idrico Piazza del Comune n. 1 00061 Anguillara Sabazia Oggetto: Domanda voltura contratto di allacciamento ed erogazione acqua potabile e/o servizio fognatura e depurazione.

Dettagli

Contratto di servizio per utenze raggruppate

Contratto di servizio per utenze raggruppate PGQ -7-02-70 Contratto di servizio per utenze raggruppate Art. 1 Oggetto e finalità Il presente contratto disciplina, in attuazione dell art. 50 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato e della Direttiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE COMUNE DI LENO REGOLAMENTO PER LA DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 35 del 12.07.2007 CAPO PRIMO: GENERALITA...4 Art. 1: Limiti per la distribuzione...4

Dettagli

Provincia di Vibo Valentia REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL GASDOTTO COMUNALE

Provincia di Vibo Valentia REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL GASDOTTO COMUNALE COMUNE DI SERRA SAN BRUNO Provincia di Vibo Valentia REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL GASDOTTO COMUNALE COMUNE DI SERRA SAN BRUNO Provincia di VIBO VALENTIA REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DEL GASDOTTO COMUNALE

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso R E G O L A M E N T O PER LA SOMMINISTRAZIONE DEL GAS (Approvato con deliberazione di C.C. n. 69/1986) 1 ART. 1) ENTE GESTORE - NORME PER LA FORNITURA - SISTEMA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ACQUA POTABILE DI PUBBLICI ACQUEDOTTI. Art.1 NORME GENERALI

REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ACQUA POTABILE DI PUBBLICI ACQUEDOTTI. Art.1 NORME GENERALI COMUNE DI SASSOFERRATO Piazza Matteotti, 1 Telefono : 0732/9561 Fax : 0732/956234 E mail : sassoferrato@cadnet.marche.it Web : http://www.cadnet.marche.it/sassoferrato REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ACRI REGOLAMENTO PER L'USO E LA DISTRIBUZIONE DELL'ACQUA POTABILE

COMUNE DI ACRI REGOLAMENTO PER L'USO E LA DISTRIBUZIONE DELL'ACQUA POTABILE COMUNE DI ACRI REGOLAMENTO PER L'USO E LA DISTRIBUZIONE DELL'ACQUA POTABILE TITOLO I RETE DI DISTRIBUZIONE Art. 1 I. Il servizio pubblico della distribuzione dell acqua potabile è gestito direttamente

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione del Comitato Istituzionale prot. n. 1051/23 di verbale del 17.11.2014 REGOLAMENTO FONDO PER PERDITE IDRICHE OCCULTE

Allegato A) alla deliberazione del Comitato Istituzionale prot. n. 1051/23 di verbale del 17.11.2014 REGOLAMENTO FONDO PER PERDITE IDRICHE OCCULTE Allegato A) alla deliberazione del Comitato Istituzionale prot. n. 1051/23 di verbale del 17.11.2014 REGOLAMENTO FONDO PER PERDITE IDRICHE OCCULTE INDICE Art. 1 premesse pag. 3 Art. 2 definizione di perdita

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO COMUNE DI SAN GIORGIO CANAVESE Provincia di Torino Tel. 0124-32.121 Fax. 0124-32.51.06 e-mail: municipio@comunesangiorgio.it REGOLAMENTO SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERI CAPOLUOGO E FRAZIONE CORTEREGGIO

Dettagli

COMUNE DI VESSALICO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI ACQUEDOTTO COMUNALE

COMUNE DI VESSALICO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI ACQUEDOTTO COMUNALE COMUNE DI VESSALICO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI ACQUEDOTTO COMUNALE Adottato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 9 del 25 maggio 2010 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Oggetto

Dettagli

Regolamento comunale acqua potabile

Regolamento comunale acqua potabile Regolamento comunale acqua potabile I. Disposizioni generali Art. 1 - Scopo del regolamento Il presente regolamento disciplina la costruzione, l esercizio, la manutenzione e il finanziamento delle installazioni

Dettagli

REGOLAMENTO. per la distribuzione del Gas Metano e condizioni generali per la fornitura. IMPREGEST srl. Via Monte Rosa (Pal.

REGOLAMENTO. per la distribuzione del Gas Metano e condizioni generali per la fornitura. IMPREGEST srl. Via Monte Rosa (Pal. COMUNE DI B E R N A L D A Provincia di Matera Allegato alla deliberazione di C.C. n. 60 del 13-07-91 IMPREGEST srl Via Monte Rosa (Pal.C) POLICORO (MT) REGOLAMENTO per la distribuzione del Gas Metano e

Dettagli

C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A

C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A C O M U N E D I T O R R I T A D I S I E N A Provincia di Siena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI COMUNALI Allegato alla D.C.C. n. 29 del 27/06/2005 1 INDICE ART.1 ART.2 ART.3

Dettagli

ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE

ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE DEFINIZIONI CLIENTE FINALE Persona fisica o giuridica che acquista gas naturale per uso proprio CODICE DI RETE codice contenente regole e modalità

Dettagli

SERVIZIO CLIENTI, RECLAMI E COMUNICAZIONI AUTOLETTURE

SERVIZIO CLIENTI, RECLAMI E COMUNICAZIONI AUTOLETTURE Viale dell Industria 23 - VI pag. 1/6 Codice Cliente: 10398069 Contratto: 2012 / 84724 Numero fattura: 2014/0000450955 Emessa il: 10/11/2014 Periodo Fatturazione: 01/08/2014-31/10/2014 BOLLETTA STIMATA

Dettagli

EDIGAS-Esercizio Distribuzione Gas SpA- UNIPERSONALE Via Verizzo 1030 31053 Pieve di Soligo (TV) C.F. 81000460022 REA TV 338229 Partita Iva

EDIGAS-Esercizio Distribuzione Gas SpA- UNIPERSONALE Via Verizzo 1030 31053 Pieve di Soligo (TV) C.F. 81000460022 REA TV 338229 Partita Iva ELENCO PREZZII e CONDIIZIIONII DEII SERVIIZII E DELLE PRESTAZIIONII INDICE 01.00 PRESTAZIONI TECNICHE SVOLTE DAL DISTRIBUTORE... 2 02.00 PRESTAZIONI OPZIONALI... 2 03.00 ELENCO PREZZI ANNO 2009... 3 a

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Deliberazione C.C. n. 21 del 9/6/2011 In vigore dal 3 luglio 2011 1 I N D I C E Art. 1 - Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Gestione del Servizio Il servizio di distribuzione dell acqua potabile è affidato dal

Dettagli

Erogasmet S.p.A. Carta del Servizio di distribuzione dell acqua tramite rete EROGASMET S.P.A.

Erogasmet S.p.A. Carta del Servizio di distribuzione dell acqua tramite rete EROGASMET S.P.A. EROGASMET S.P.A. CARTA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA TRAMITE RETE 1 Indice Indice... 2 PRESENTAZIONE... 3 1 PREMESSA... 3 2 PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 2.1 Eguaglianza ed imparzialità di trattamento...

Dettagli

TARIFFARIO LUINO N. 3

TARIFFARIO LUINO N. 3 COMUNE DI LUINO TARIFFARIO LUINO N. 3 SERVIZIO ACQUEDOTTO Allegato al regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 15/3/2002 Adeguamento tariffe approvato con deliberazione

Dettagli

ELENCO PREZZI PER PRESTAZIONI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE

ELENCO PREZZI PER PRESTAZIONI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE Società Uninominale Società soggetta a coordinamento e controllo da parte del Comune di Porto S. Giorgio SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE GAS METANO ELENCO PREZZI PER PRESTAZIONI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI

Dettagli

Spett.le. Comune di DOMANDA NUOVO ALLACCIAMENTO RETE IDRICA E IMPEGNO CONTRATTUALE PER LA FORNITURA DI. Il sottoscritto. (c.f.

Spett.le. Comune di DOMANDA NUOVO ALLACCIAMENTO RETE IDRICA E IMPEGNO CONTRATTUALE PER LA FORNITURA DI. Il sottoscritto. (c.f. Spett.le Comune di OGGETTO: DOMANDA NUOVO ALLACCIAMENTO RETE IDRICA E IMPEGNO CONTRATTUALE PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE. Il sottoscritto (c.f. ) nato a il residente a in via n. tel. in qualità di

Dettagli

Città di SAN PRISCO Provincia di Caserta REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE

Città di SAN PRISCO Provincia di Caserta REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE Città di SAN PRISCO Provincia di Caserta REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 27.04.2006 Testo entrato

Dettagli

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO 1. DISPOSIZIONI GENERALI CONTRATTO tra il Sig... codice fiscale... residente in... proprietario di (*)...di cui dispone dei libero uso, sito in... e il Sig... residente in... nella qualifica di... dell impresa... codice fiscale...

Dettagli

CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza)

CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza) CITTA DI AMANTEA (Prov. di Cosenza) REGOLAMENTO SERVIZIO ILLUMINAZIONE LOCULI CIMITERIALI APPLICAZIONE E RISCOSSIONE DEI CANONI DELLE LAMPADE VOTIVE APPROVATO CON DELIBERAZIONE N. 04 ADOTTATA DAL CONSIGLIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

Regolamento per il servizio lampade votive

Regolamento per il servizio lampade votive COMUNE DI SAN GODENZO Provincia di Firenze Regolamento per il servizio lampade votive Approvato con deliberazione consiliare N 5 del 23.02.2012 Indice Art.1 - Premessa 2 Art.2 - Allacciamento 2 Art.3 Spese

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE COMUNE DI RIGNANO GARGANICO Provincia di Foggia REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE Approvato con Deliberazione Consiliare n. 45 del 30.11.2013-1

Dettagli

COMUNE DI ANDORA PROVINCIA DI SAVONA UFFICIO ACQUEDOTTO. Orari ufficio: Lunedì-Mercoledì-Venerdì dalle 8,30 alle 12,30 Giovedì dalle 13,30 alle 17,00

COMUNE DI ANDORA PROVINCIA DI SAVONA UFFICIO ACQUEDOTTO. Orari ufficio: Lunedì-Mercoledì-Venerdì dalle 8,30 alle 12,30 Giovedì dalle 13,30 alle 17,00 CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE ACQUA POTABILE N. INTESTATARIO PERSONA FISICA Il Sig. / La Sig.ra nato/a a il residente in C.A.P. indirizzo COD FISC: in qualità di TEL. CELL. INTESTATARIO PERSONA GIURIDICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL GAS

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL GAS Generalità REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DEL GAS Per TUBAZIONE STRADALE si intende il complesso delle tubazioni prevalentemente interrate posate sul suolo pubblico o privato che partendo da una centrale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 26 del 15 febbraio 1985 S.I.100 ARTICOLO 1 Gestione dell acquedotto Regolamento Tariffe Programmazione

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione C.C. n. del INDICE Art.1 Oggetto del Regolamento Art.2 Forma

Dettagli

b) la durata del contratto con l indicazione del periodo selezionato dal Cliente;

b) la durata del contratto con l indicazione del periodo selezionato dal Cliente; 1. Oggetto del contratto Il presente contratto di Housing ovvero di Residence ha per oggetto la concessione in godimento temporaneo da parte di The Best Rent S.r.l. al Cliente di una unità immobiliare,

Dettagli

TITOLO I - PARTE GENERALE - AMMINISTRAZIONE

TITOLO I - PARTE GENERALE - AMMINISTRAZIONE COMUNE DI BRUNELLO (Provincia di Varese) p.iva 00290400126 p.zza P.Ballerio n.2-21020 Brunello - tel.0332/455270 fax 0332/455654 Regolamento per l'esercizio in economia dell'acquedotto comunale TITOLO

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN BADIA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE REGOLAMENTO COMUNALE SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO

COMUNE DI SAN MARTINO IN BADIA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE REGOLAMENTO COMUNALE SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO COMUNE DI SAN MARTINO IN BADIA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE REGOLAMENTO COMUNALE SULL APPROVVIGIONAMENTO IDRICO - 1 - INDICE TITOLO I - Disposizioni generali...3 Art. 1...3 TITOLO II - Gestione

Dettagli

COMUNE di LERMA Provincia di Alessandria

COMUNE di LERMA Provincia di Alessandria COMUNE di LERMA Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERIALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 30-11-2013 Art. 1 - OGGETTO E

Dettagli

TABELLA A SERVIZIO IDRICO INTEGRATO - GRIGLIA DEGLI STANDARD Avvio del rapporto contrattuale TIPOLOGIA STANDARD

TABELLA A SERVIZIO IDRICO INTEGRATO - GRIGLIA DEGLI STANDARD Avvio del rapporto contrattuale TIPOLOGIA STANDARD FATTORI DI QUALITA' TABELLA A SERVIZIO IDRICO INTEGRATO - GRIGLIA DEGLI STANDARD Avvio del rapporto contrattuale INDICATORI DI QUALITA' TIPOLOGIA STANDARD STANDARD (valori) NOTE Tempo di preventivazione

Dettagli

COMUNE DI MONTORO SUPERIORE

COMUNE DI MONTORO SUPERIORE COMUNE DI MONTORO SUPERIORE PROVINCIA DI AVELLINO AREA TECNICO MANUTENTIVA IV SETTORE CONTRATTO DI SERVIZIO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE AI SENSI DELL ARTICOLO 14

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Provincia di COSENZA)

COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Provincia di COSENZA) COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Provincia di COSENZA) R E G O L A M E N T O per l'uso e la distribuzione dell'acqua potabile deliberazione del Consiglio Comunale n. 97 del 12.8.1991 vistata s.r.v. dal

Dettagli

C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO

C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO C O M U N E D I C H I E V E Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 49 del 29/11/2010 - Entrato in vigore il 01/01/2011

Dettagli

Delibera n. 188/05 L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005

Delibera n. 188/05 L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005 pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005 Delibera n. 188/05 DEFINIZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE E DELLE MODALITÀ PER L EROGAZIONE DELLE TARIFFE INCENTIVANTI DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SINOPOLI PROV. DI REGGIO CALABRIA REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE DI SINOPOLI Approvato con deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE JULIA RETE s.u.r.l. Pagina 1 PREMESSA In conformità al Codice di rete tipo per la distribuzione del gas naturale, approvato dall AEEG (Autorità per l Energia Elettrica

Dettagli

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS PREMESSA La carta del servizio per la vendita del gas di Loro F.lli S.p.a. recepisce quanto previsto dall Autorità per l energia Elettrica e il Gas attraverso la deliberazione n. 168/04 ove vengono definiti

Dettagli

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Pagina 1 di 5 COMUNE DI ADRANO Provincia di Catania REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 11 del 27/02/2010 Pagina 1 INDICE Pagina 2 di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO DI ECONOMATO C O M U N E D I N E R V I A N O Città Metropolitana di Milano REGOLAMENTO DI ECONOMATO Approvato con deliberazione n. 48/C.C. del 26.9.2013 e modificato con deliberazioni n. 6/C.C. del 26.2.2015 e n. 40/C.C.

Dettagli

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE ELENCO PREZZI PRESTAZIONI ACCESSORIE Al Servizio Principale di Distribuzione del Gas della COSEV SERVIZI S.p.A. 4 EDIZIONE decorrenza dal 22 Luglio 2015 (fatti salvi i prezzi stabiliti dalle delibere 573/2013

Dettagli

Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE DELL ACQUA POTABILE DISTRIBUZIONE CON SISTEMA DI MISURA A CONTATORE

Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE DELL ACQUA POTABILE DISTRIBUZIONE CON SISTEMA DI MISURA A CONTATORE &2081(',*(1=$12',520$ Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA SOMMINISTRAZIONE DELL ACQUA POTABILE DISTRIBUZIONE CON SISTEMA DI MISURA A CONTATORE (Approvato con Deliberazione di C.C. n 78 del 27 dicembre

Dettagli

Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale

Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale C ittà d i Squillace -Provincia di Catanzaro- Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA E VENDITA PREMESSE Le presenti condizioni generali di fornitura e vendita si applicano integralmente a tutte le offerte di vendita emesse e a tutte le vendite effettuate

Dettagli

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE Attesa la necessità di approvare un nuovo testo del Regolamento Comunale di Illuminazione Votiva,

Dettagli

COMUNE DI OSCO REGOLAMENTO AZIENDA ACQUA POTABILE

COMUNE DI OSCO REGOLAMENTO AZIENDA ACQUA POTABILE COMUNE DI OSCO REGOLAMENTO AZIENDA ACQUA POTABILE 1 Art. 1 ISTITUZIONE DELL AZIENDA Il Comune di Osco, e per esso il Municipio, assume il servizio di erogazione dell acqua potabile per Osco e rispettive

Dettagli

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA PRESTAZIONE PAG 1. PREMESSA 1 2. ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE 2 3. PUNTI DI RICONSEGNA 2 4. POSA CONTATORE 2 5. MODIFICA PUNTO DI RICONSEGNA PER VARIAZIONE PORTATA 3 6. SPOSTAMENTO PUNTO DI

Dettagli

Allegato 1 Disposizioni per l'assicurazione dei clienti finali civili del gas distribuito a mezzo di gasdotti locali e di reti di trasporto

Allegato 1 Disposizioni per l'assicurazione dei clienti finali civili del gas distribuito a mezzo di gasdotti locali e di reti di trasporto Allegato 1 Disposizioni per l'assicurazione dei clienti finali civili del gas distribuito a mezzo di gasdotti locali e di reti di trasporto Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento

Dettagli

ELENCO PREZZI STANDARD AL PUNTO DI RICONSEGNA

ELENCO PREZZI STANDARD AL PUNTO DI RICONSEGNA ELENCO PREZZI STANDARD AL PUNTO DI RICONSEGNA Rev. 1 2011 1. OGGETTO... 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2.1. Attività comprese... 3 2.2. Esclusioni... 3 2.3. Attività non Standard... 3 2.4. Validità...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delib. C.C. n. 35 del 30.09.2013. Pagina 1 di 7 I N D I C E Art. 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

Comune di Pomarance Provincia di Pisa

Comune di Pomarance Provincia di Pisa Carta carayta Comune di Pomarance Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI. Utente: colui o colei che sottoscrive il contratto di illuminazione votiva

Dettagli

Servizio acquedotto. Sezione anagrafica

Servizio acquedotto. Sezione anagrafica DIREZIONE SETTORE SERVIZIO UFFICIO PROCEDIMENTO RESPONSABILE/I DEL PROCEDIMENTO ADDETTO PROCEDIMENTO Servizio acquedotto Sezione anagrafica Area n. 2 Servizi finanziari, patrimonio e farmacie Tributi Servizio

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO APPROVATO CON DELIBERAZIONE G.C. N. 30 DEL 19.02.2014 PREMESSA La presente carta del servizio idrico è stata adottata dal Comune di CARLAZZO in adempimento delle disposizioni

Dettagli

ASPM SORESINA SERVIZI

ASPM SORESINA SERVIZI ELENCO PRESTAZIONI Il documento descrive le prestazioni tecniche eseguibili dal Distributore su specifica richiesta del Venditore. Le richieste devono essere formalizzate con la compilazione dell apposita

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n 25 del 9 novembre 2009 Art.1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI LOANO (Provincia di Savona) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DI ACQUA POTABILE

COMUNE DI LOANO (Provincia di Savona) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DI ACQUA POTABILE COMUNE DI LOANO (Provincia di Savona) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DI ACQUA POTABILE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 64 DEL 17/10/2005 SOMMARIO ART. 1 - NATURA E MODALITA' DELLA SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Braggio REGOLAMENTO DELL AZIENDA COMUNALE ACQUA POTABILE E FOGNATURA

Comune di Braggio REGOLAMENTO DELL AZIENDA COMUNALE ACQUA POTABILE E FOGNATURA Comune di Braggio Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO DELL AZIENDA COMUNALE ACQUA POTABILE E FOGNATURA Regolamento dell azienda comunale acqua potabile e fognatura Pagina 1 di 7 Indice I. DISPOSIZIONI GENERALI...

Dettagli

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l.

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. N del Tra la PANTAREI INFORMATICA S.r.l. - Via degli Innocenti,

Dettagli

Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche

Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 120 del 27/06/2013 INDICE Art. 1 Oggetto ed ambito di applicazione Art. 2 Gestione del servizio

Dettagli

ELENCO PREZZI PER LE PRESTAZIONI ACCESSORIE AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS

ELENCO PREZZI PER LE PRESTAZIONI ACCESSORIE AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS ELENCO PREZZI PER LE PRESTAZIONI ACCESSORIE AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS Finalità Nelle more dell emanazione da parte dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas di provvedimenti per la determinazione

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA (Provincia di Milano) COMUNE DI SAN VITTORE OLONA Affidamento del servizio dal 01.07.2016 al 31.12.2020 CAPITOLATO D ONERI SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE, ANCHE COATTIVA

Dettagli

Regolamento per la distribuzione e fornitura dell acqua. Sommario

Regolamento per la distribuzione e fornitura dell acqua. Sommario Regolamento per la distribuzione e fornitura dell acqua Sommario Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Art. 14 Art. 15 Art. 16 Art. 17 Art. 18 Art.

Dettagli

COMUNE DI LUSCIANO (PROVINCIA DI CASERTA) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE. Art. 1 Ente Gestore. Art.

COMUNE DI LUSCIANO (PROVINCIA DI CASERTA) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE. Art. 1 Ente Gestore. Art. COMUNE DI LUSCIANO (PROVINCIA DI CASERTA) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DELL ACQUA POTABILE Art. 1 Ente Gestore Il Comune di Lusciano gestisce in economia il servizio acquedotto; Art. 2

Dettagli

Prezziario delle prestazioni accessorie e opzionali

Prezziario delle prestazioni accessorie e opzionali Codice di Rete della Distribuzione Prezziario delle prestazioni accessorie e opzionali aggiornato ad Ottobre 2006 1 PRESTAZIONI ACCESSORIE Esecuzione lavori semplici e complessi Costo su specifico preventivo

Dettagli

REGOLAMENTO D UTENZA PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO

REGOLAMENTO D UTENZA PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO REGOLAMENTO D UTENZA PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO 1 Art. 1 - GENERALITA Il servizio per l'acquisto e la distribuzione pubblica del gas metano per usi civili alla popolazione è assunto dal Consorzio

Dettagli

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, 20 35030 Selvazzano Dentro PD Tel. +39 049 8739444 ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la

Dettagli

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo Via Ammiraglio Gravina 2/e 90139 PALERMO Fax 091 7435463 Call Center: 800 773399 Modulo Reclami (da spedire, inoltrare presso i Punti Clienti o via Fax). E possibile anche effettuare telefonicamente il

Dettagli

Regolamento di economato e degli agenti contabili

Regolamento di economato e degli agenti contabili economato e degli agenti contabili COMUNE DI ROCCA SUSELLA (Provincia di Pavia) Regolamento di economato e degli agenti contabili INDICE TITOLO I - SERVIZIO ECONOMALE - Articolo 1 - Istituzione del servizio

Dettagli

CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede

CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede in Castrovillari Via Roma n. 23 partita IVA n. 02534750787,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto del regolamento Il presente Regolamento disciplina il servizio di illuminazione

Dettagli

COMUNE DI ALGHERO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Regolamento Idrico

COMUNE DI ALGHERO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. Regolamento Idrico COMUNE DI ALGHERO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Regolamento Idrico Approvato con Delibera Consiliare N 49 del 10.04.1998, resa esecutiva con Provv. Co.Re.Co. N 2456 del 05.06.1998. Integrato con successive

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO Approvato con atto G.C. n. 58 del 29/05/1997 (C.R.C. n. 14787 del 05/06/1997) N\DATI\REGOLAMENTI\ECONOMO U\REGOLAMENTI\SERVIZIO

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

Comune di MONTEMAGGIORE AL METAURO (PU)

Comune di MONTEMAGGIORE AL METAURO (PU) Pubblico Servizio Distribuzione Metano Delibera A.E.E.G.S.I. n. 108/06 del 06 giugno 2006 e s.m.i. Comune di MONTEMAGGIORE AL METAURO (PU) ELENCO PREZZI PRESTAZIONI Pubblicato sul sito www.sadorireti.it

Dettagli

Argos Energia srl Via Chiara Varotari, 11 35030 Rubano (PD)

Argos Energia srl Via Chiara Varotari, 11 35030 Rubano (PD) DELIBERAZIONE 21 FEBBRAIO 2013 67/2013/R/COM - DISPOSIZIONI PER IL MERCATO DELLA VENDITA AL DETTAGLIO DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE IN MATERIA DI COSTITUZIONE IN MORA L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Il contratto di fornitura

Il contratto di fornitura Il contratto Il contratto di fornitura Per avere l'energia elettrica bisogna stipulare un contratto con un fornitore che si impegna a fornirla in cambio di denaro Una volta stipulato il contratto, le parti

Dettagli

GAS PIU DISTRIBUZIONE S.R.L. SEDE OPERATIVA DI ROZZANO PREZZIARIO DELLE PRESTAZIONI ACCESSORIE e OPZIONALI AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE 1 INDICE pag. 2 PREMESSA pag. 3 PRESTAZIONJI TECNICHE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE

REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE COMUNE DI CAVALLASCA CAP 22020 Via Imbonati, 1 (CO) TEL. 031 210455 - FAX 031 536439 Provincia di Como N. Part. Iva 00516340130 REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA POTABILE Approvazione: Deliberazione

Dettagli

Articolo 1. Articolo 2

Articolo 1. Articolo 2 Comune di Gazzo Comune di Grantorto Comune di Grumolo delle Abbadesse CONTRATTO DI SERVIZIO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ DI DI- STRIBUZIONE DEL GAS NATURALE AI SENSI DELL ARTICOLO 14 DEL DE- CRETO

Dettagli