IV Trofeo Target Bullets

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IV Trofeo Target Bullets"

Transcript

1 Anno III numero 5 - Ottobre 2013 PERIODICO MENSILE Direttore Responsabile Simone Ciucchi Reg. Trib. Bologna nr del IV Trofeo Target Bullets CAMPIONATO RIFLE 2013 IL RESOCONTO E LE CLASSIFICHE Le novità LSSA per il 2014 Tecnica: compensatore Gladio Tactical Correttivi decreto 204/2010 Il colpo di coda del Ministero Riparte Eterna Vigilanza Il periodico GRATUITO da scaricare con informazioni e foto sulla nostra passione UNUCI: UN GIORNO DA RISERVISTI

2 Fuoco di sbarramento Simone Ciucchi Scusate il ritardo Dopo un breve periodo di fermo, dovuto a motivi di forza maggiore (anzi minore nel senso che ci sono venuti a mancare i volontari per portarla avanti), riparte Eterna Vigilanza, rivista online che faceva mensilmente numeri interessanti in termini di download, circa 6000 ad uscita, corrispondente alle persone che la scaricano per leggersela sul tablet o sull'iphone, magari in metropolitana. Ripartire non è stato facile; nessuno dei volontari che ora lavora con FISAT ha specializzazioni in grafica per cui ci siamo dovuti arrangiare. La rivista sarà quindi forse un attimo meno carina ma per certo nulla le manca in grinta rispetto alle prime quattro edizioni. E' rimasta la totalità dei collaboratori e ad essi si è aggiunta la firma americana di Gary Burris, presidente dell'associazione di tiro pratico Lone Star Shooting Association. Di volta in volta ci parlerà di America, tiro pratico, diritto delle armi. Tutto il resto rimane com'era; la passione c'è ancora e più forte di prima, voi ci siete ancora e siete sempre di più, si riparte più forte di prima. Ancora una volta, scusate il ritardo. 2 Simone Ciucchi

3 SOMMARIO Periodico di informazione scientifica e legale Direttore responsabile: Simone Ciucchi Elenco dei collaboratori: Silvia Gentile Lucio M. Balbo M. Minervini Fabio Guerra Gary W. Burris Antonio Pellegrino Simone Ciucchi Ciro Zeno Stampato in proprio presso la sede della Federazione Italiana Storia Armi e Tiro Strada Maggiore Bologna. Registrazione Tribunale di Bologna nr del I dati e le informazioni riportate i questa rivista sono da intendersi a puro titolo informativo. La riproduzione anche parziale è permessa purchè sia fatto riferimento alla testata ed all'associazione Editoriale Scusate il ritardo pag. 3 DIFESA GENTILE la difesa dei nostri diritti 4 Resistenza ad oltranza Notizie dagli USA 5 Gare Unuci: Un giorno da..riservista 6 Missione a Sassuolo La gara UNUCI 14 e Tecnologia: Quando al fucile serve...il freno A Cuneo non si molla IV Trofeo Target Bullets FISAT cosa stiamo facendo 34 I LSSA Rifle Championship 35 IPSC: Una Gara da...rafficare 41 Dove andare a sparare Lista dei poligoni nazionali 44 3

4 Difesa Gentile La difesa dei nostri diritti Avv. Silvia Gentile Il punto sul decreto 204/2010 Come ormai saprete è alle battute finali il corso dell'approvazione delle modifiche al DLGS 204/2010. Ideato per adeguare la normativa italiana alle Direttive Europee il DLGS si è rivelato da subito un decreto fortemente illiberale ed in contrasto con le Direttive Europee che richiamava e costituì la prima battaglia nazionale della FISAT. Oggi con un colpo di coda degno di miglior causa, sfruttando un codicillo che nessuno aveva scorto nel testo farraginoso del Decreto originale di tre anni fa, il Ministero cerca di sottoporre i poligoni privati ad una normativa illiberale, vietare i caricatori sopra i 5 colpi per i fucili ed i 15 per le pistole, vietare i silenziatori. Gran parte dei tentativi ministeriali sono stati emendati da una campagna multilaterale tra FISAT che lanciava la sua prima campagna Twitter - e le altre associazioni ANPAM ed ASSOARMIERI in primis. Allo stato attuale parrebbe rimanere in piedi solo il limite di capacità dei caricatori su cui proprio i ministeriali non vogliono mollare nonostante i reati commessi con questo tipo di accessori sia ZERO; vien da pensare che abbiano promesso qualcosa a qualcuno da fuori magari d'oltreoceano (dove ci sono ONU e amministrazione Usa che proprio sui caricatori sta lottando e perdendo). Al momento in cui scrivo queste note stiamo per partire per Roma ove, col Presidente FISAT, saremo sentiti dalla I Commissione della Camera. A tutti noi auguro di cuore una buona fortuna. 4

5 Resistenza ad oltranza Gary W. Burris Mentre scrivo queste mi sto preparando per la Convention nazionale della Second Amendment Foundation, che si terrà qui a Houston dal 27 al 29 Settembre. La Second Amendment Foundation è importante anche per gli appassionati di armi non residenti negli USA perchè, dimostrando grande sensibilità per il possesso di armi come un diritto umano, ha organizzato le varie associazioni nazionali in IAPCAR (International Association Protection of Civil Arms Rights) che si sta rivelando una importantissima rete internazionale di difesa dei nostri diritti, al pari di quelle purtroppo già formate dai nostri avversari antiarmi, IANSA in testa. In questi ultimi mesi IAPCAR ha dimostrato il proprio valore proprio sul campo di battaglia europeo con ben due campagne di , entrambe vittoriose. La prima contro la proposta di divieto di tiro pratico in Olanda e la seconda per il sondaggio sull'inasprimento della legislazione europea in materia di armi lanciato nei mesi scorsi. Non c'è però da dormire sui risultati; non è un segreto per nessuno che l'attuale amministrazione USA, nonostante le sconfitte incassate, stia premendo per un inasprimento delle normative, primo fra tutti un nuovo divieto di armi simil-militari cui per esperienza seguirà un inasprimento di quelle in Europa, talvolta ancora peggiori di quelle americane. Dobbiamo lottare in un mondo ormai da tempo globalizzato in cui l'unione fa davvero la forza; con questo scopo abbiamo fondato la Lone Star Shooting Association, che si occupa di organizzare e tutelare gli sport di tiro con armi simil-militari. Rappresentata in Italia da Fabio Guerra, la cui organizzazione sportiva è stata fondamentale per salvaguardare il più possibile le armi simil militari nella iter di approvazione delle modifiche al Decreto 204/2010, che dovrebbe essere promulgate in Italia nei prossimi mesi. Vedremo cosa accade, posso solo promettervi che daremo, come sempre abbiamo fatto, il massimo. 5

6 UN GIORNO DA... RISERVISTA BATTlE REpORT: GARA UNUCI A MONTEACUTO VAl DI NIZZA di 9 Kurz 6

7 UN GIORNO DA... RISERVISTA Grande appuntamento del 7 luglio scorso in una gara organizzata dalla Sezione UNUCI di Voghera Oltrepò con l appoggio del Team Doppio Zero. Una gara di arma lunga con mire metalliche presso la magnifica tenuta dell'azienda faunistica Cascina Legra di Monteacuto in Val di Nizza (PV). Senza sorprese l ormai efficiente organizzazione della Sezione UNUCI di Voghera, in una gara baciata da una giornata splendida con una visibilità perfetta, svolta sulla distanza ei duecento metri. con l utilizzo del Fusil Automatique Lèger (fucile automatico leggero) o FAL in calibro 7,62X51 (308 Winchester). Nonostante l impiego di questa potente cartuccia, il rinculo del FAL è relativamente lieve. 7

8 UN GIORNO DA... RISERVISTA Questo è dovuto al peso dell arma ed al funzionamento a gas. Massiccia affluenza da altre Sezioni UNUCI (Padova, Milano) e dalle Sezioni Anpd'I di Pavia e Monza, Como e Piacenza nonchè, la partecipazione dei ragazzi che hanno frequentato il progetto IES Incontro Esercito Scuola presso la Sezione UNUCI di Voghera ). I circa 65 tiratori hanno ingaggiato il piccolo bersaglio quadrato di 25 cm di lato posto a 200 metri di distanza per un totale di 20 colpi in un tempo massimo di 10 minuti. Per il divertimento di tutti i partecipanti, come contorno alla gara, sono state attrezzate 2 linee di tiro a 600 metri e 3 linee di tiro a 100 mt. dove l iniziativa ha riscosso un notevole successo. Tiratori alla prova: la distanza (notevole) dei bersagli è stata calibrata sulle potenzialità di queste armi, non certo da sniper, come questi FAL 8

9 UN GIORNO DA... RISERVISTA Ha partecipato all evento anche la sezione Airsoft della Federazione Italiana Tiro Dinamico Sportivo con uno stand appositamente allestito per i ragazzi. Le premiazioni sono avvenute dopo il pranzo di coesione dove i circa 80 commensali hanno degustato le pietanze dell agriturismo della tenuta. Prossima gara il 13 ottobre 2013 sempre nella stessa location per il VIII Trofeo Col. Giuseppe Beccari. la ClASSIFICA P- Tiratore 1 Bertani Ivan 2 Raffa Roberto 3 PM Grado Club Punt. Team doppio Zero 12/20 C.M. Par. ANPDI Pavia 11/20 Fato Domenico Car. Ass. Naz. CC 9/20 Giorgi Luca Ten. UNUCI Voghera Ruggiero Lorenzo C.M.F. UNUCI Voghera 8/20 7/20 4 Vignali Luca IES 5 PM Cavallini Federico Team Doppio Zero Dalla Vedova Fabio Grand Master De Bandi Mario App. Sc. CC Voghera Ghia Luciano Par. ANPDI Voghera Rossi Gianluca Ten. Alp. Par. ANPDI Voghera 9

10 UN GIORNO DA... RISERVISTA Un responsabile della sicurezza del club Doppio Zero sorveglia le attività di tiro. Come si vede i bersagli non sono vicini e vanno colpiti sotto tempo e con armi dotate di sole mire metalliche. Ua sfida non facile per i nostri tiratori. Due tiratori sotto la vigilanza del safety officer. L'importanza di questi volontari è fondamentale, al di la delle sicurezze passive del campo di tiro, per vigilanza sulla sicurezza delle attività di tiro e del maneggio armi. 10

11 lssa NEwS E' finito anche il campionato rifle 2013 che ha visto la vittoria, in una finale al cardiopalma, dei seguenti atleti COSCELLI Federico Tactical Scope TURELLI Luca Tactical Limited MANENTI Eros - Subgun MAZZA Mirko -Tactical Scope.22 ZANE Isaia - Tactical Limited 22 Non è stato un anno facile; la crisi economica si è fatta sentire anche sui campi di tiro ma i tiratori non sono mancati. E' stata una partecipazione importante di cui persino il Ministero dell'interno, teso da sempre a vietare di tutto e di più, ha dovuto prendere atto nel decreto di modifica al Decreto 204 (su cui stiamo combattendo) riconoscendo la libertò di capacità del caricatore ai fucili per attività sportive. Un riconoscimento che i nostri avversari hanno dovuto farci, anche se obtorto collo. LE NOVITA' 2014: Fabio GUERRA è stato confermato nella qualifica di Area Coordinator Italy LSSA. Complimenti Fabio, way to go. Dalle prossime gare e per tutto il 2014, si potrà partecipare anche con la pistola oltre che con il fucile. Nella stessa gara il tiratore potrà iscriversi con la pistola o con il fucile. A presto il calendario gare. Info:

12 LA GARA MEMORIAL CADUTI IN AFGHANISTAN DEL 14 e 15 SETTEMBRE AL TSN SASSUOLO MISSIONE A SASSUOlO

13 MISSIONE A SASSUOlO Uno dei sogni nel cassetto dei membri del Consiglio Direttivo della FISAT, alcuni dei quali ex appartenenti alle Forza Armate, è organizzare in Italia un'edizione dei Military World Games di tiro pratico, una manifestazione in cui cittadini in uniforme e cittadini civili possano confrontarsi in un ambiente di sana competizione per migliorare gli uni e gli altri. Simili manifestazioni, infatti hanno, oltre al beneficio di migliorare l'abilità dei partecipanti anche quello di smontar e le diffidenze tra i due sottoinsiemi sociali: i militari che a volte tendono a vedere nei civili dei militaristi dilettanti (detti negli USA wannabees, vorrei essere), i civili che tendono a vedere i militari come automi esecutori di ordini, pronti privarli dei loro diritti di possedere armi al minimo ordine. Per questo vogliamo applaudire, come FISAT, alle iniziative di associazioni come quella che la sezione UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo) di Firenze ha organizzato al TSN di Sassuolo nei giorni 14 e 15 settembre con il Giglio Rosso Shooting Team, dedicata ai caduti in Afghanistan. La location dell evento è stata il tiro a segno Nazionale di Sassuolo che con i suoi spazi dedicati al tiro action, ha permesso di realizzare stage ampi e molto coreografici. Proprio l aspetto della coreografia l ha fatta da padrone e in tutti le missioni, dove sono stati ricreati ambienti tipicamente militari con simulacri di blindati Lince e di trincee. La parte dedicata al tiro è stata molto impegnativa, sia per le tecniche richieste sia le particolari situazioni di tiro selettivo. In più di un occasione, infatti, i tiratori hanno dovuto fare i conti con i colori amici e con forme di bersagli diverse tra loro, che anche in questo caso, potevano essere minacciosi oppure no. Unico nel suo genere, uno stage completamente surprise, con un fritto misto di bersagli con forme diverse e vari colori, eseguito con Beretta CX4 storm.

14 MISSIONE A SASSUOlO Le missioni sono state contraddistinte anche da un altro aspetto tecnicamente impegnativo, la gestione di più armi nello stesso stage. Di fatto tutta la gara è stata una competizione multigun, con pistola, fucili in calibro.223 e in calibro 12. Concentrazione al massimo e tiro selettivo, hanno dato del filo da torcere agli oltre 110 iscritti che alla fine del match, hanno espresso soddisfazione per la riuscita della gara. Nelle classifiche, suddivise tra sportivi e militari è stata lotta all ultimo decimo di secondo. Nella military ha vinto Antonio Manzini, seguito con 0,11 centesimi di distacco da Paolo Brocanelli. Terzo Massimo Mari, anche lui staccato di un nulla dal secondo. Tra gli sportivi è arrivato primo Raffaele D Amico, seguito da Mirko Bracciali e Filippo Ulivieri. Nella classifica a squadre prima la MIDEF, seguita da ANC Sassuolo e dall Unuci Firenze 1. Uno degli stage con fucile a canna liscia. Nella gara dovevano essere impiegate le tre armi: pistola, fucile cal. 223 e fucile a canna liscia. Questo tipo di competizioni comporta un certo impegno per il tiratore che prima di affrontarle deve essere già esperto nell'uso delle tre armi singole. 14

15 Tecnologia delle armi QUANDO AL FUCILE SERVE.IL FRENO 15

16 Tecnologia delle armi Ormai chi segue il settore sa da tempo che il tiro sportivo pratico (o dinamico come lo si chiama in Italia) è in continua crescita e la cresta dell onda è costituita dal tiro pratico con armi semiautomatiche prima in calibro da pistola e poi, superate le ingiustificate titubanze dei titolari di poligoni, anche alle carabine.223 e 7,62x39. Con le competizioni viene la voglia di vincere e di migliorarsi, che poi è il vero fine delle competizioni, e quindi anche la voglia di provare qualche accessorio che ci dia un piccolo vantaggio in gare che spesso si decidono sul filo del decimo di secondo.. Il freno di bocca o compensatore, è uno strumento posto sulla volata di un arma da fuoco, per ri-direzionare i gas in uscita diminuendo sia il rinculo che l'alzo della canna dopo lo sparo. I freni di bocca sono molto utilizzati in competizioni di tiro a tempo, sono spesso usati su pistole e carabine da tiro dinamico dove vengono chiamati compensatori. di 9 Kurz Nei modelli convenzionali, i gas sono fatti uscire ad un certo angolo rispetto alla canna. Questo crea una forza che aiuta a contrastare il movimento indietro dell'arma oltre che l'alzamento dopo lo sparo. La massa e la velocità dei gas in uscita sono tali da spingere l'arma nella direzione opposta al rinculo. Un altro modo di reindirizzare i gas è chiamato porting, cioè i compensatori. Il porting consiste nel creare dei forellini appositamente studiati della parte finale della canna. Questi fanno uscire i gas verso l alto, ai lati del mirino, così da compensare l alzo della canna. È un'applicazione pratica della terza legge della dinamica, in base a cui ad un'azione segue una reazione uguale e contraria. I compensatori sono più spesso usati nelle carabine e nelle pistole da tiro rapido. Nella maggior parte dei casi 16 però il contributo alla precisione è minimo se non nullo.

17 Il concetto è piuttosto semplice, consiste in un pezzo di tubo corto posto sulla canna in volata, l'idea è di ridirezionare e controllare l'uscita dei gas della combustione che seguono il proiettile I vantaggi del freno/compensatore La diminuzione della forza di rinculo si posiziona tra il 10% ed il 50% grazie al freno di bocca, anche se alcuni produttori dichiarano che la percentuale sia ancora maggiore. Perchè il freno funzioni bene e quindi ottenere una buona riduzione del rinculo, serve un elevata quantità di gas, e sufficiente velocità e pressione in volata. Questo significa che cartucce dal proiettile largo con tanto propellente funzionano meglio rispetto a cartucce più piccole. Un altro effetto è di ridurre l'innalzamento della canna dopo lo sparo, fenomeno detto rilevamento, permettendo un più veloce riallineamento della linea di mira. Nei fucili di minor calibro questo permette anche all operatore di osservare l impatto del proiettile attraverso il mirino telescopico mentre in quelli di maggior calibro diminuiscono la probabilità che l ottica colpisca l occhio e la testa del tiratore. In più diminuisce la fatica del tiratore e l abitudine di anticipare il rinculo, un comportamento comune che diminuisce l accuratezza. Svantaggi Gli svantaggi principali sono l aumento dell emissione sonoro, poichè le onde sonore, invece che in avanti si propagano anche nelle direzioni perpendicolari e a volte all indietro verso gli utilizzatori. La fiamma è più visibile, marcando il punto dello sparo, ed in più lo spostamento d'aria fa alzare la polvere, diminuendo la visibilità degli utilizzatori e rivelando la posizione di tiro. In generale, i freni di bocca aggiungono lunghezza, massa e diametro alla canna, nella parte con maggiore influenza sul tiro. proprio perchè i freni di bocca sono eccezionalmente rumorosi, sarà quindi obbligatorio indossare sempre protezioni per l udito. Oggetti simili ai freni di bocca sono i tromboncini rompi fiamma, che però non diminuiscono il rinculo nè il rilevamento se non in maniera minima, ma servono soltanto a frammentare la fiamma alla bocca, per non disturbare la linea di tiro dell'operatore. 17

18 l ottica, nel movimento retrogrado dell'arma, colpisca l occhio e la testa del tiratore. In più diminuisce la fatica del tiratore e l abitudine di anticipare il rinculo, un comportamento comune che diminuisce l accuratezza. Svantaggi Gli svantaggi principali sono l aumento dell emissione sonoro, poichè le onde sonore, invece che in avanti si propagano anche nelle direzioni perpendicolari e a volte all indietro verso gli utilizzatori. La fiamma è più visibile, marcando il punto dello sparo, ed in più lo spostamento d'aria fa alzare la polvere, diminuendo la visibilità degli utilizzatori e rivelando la posizione di tiro. In generale, i freni di bocca aggiungono lunghezza, massa e diametro alla canna, nella parte con maggiore influenza sul tiro. proprio perchè i freni di bocca sono eccezionalmente rumorosi, sarà quindi obbligatorio indossare sempre protezioni per l udito. Oggetti simili ai freni di bocca sono i tromboncini rompi fiamma, che però non diminuiscono il rinculo nè il rilevamento se non in maniera minima, ma servono soltanto a frammentare la fiamma alla bocca, per non disturbare la linea di tiro dell'operatore. Il compensatore provato nel nostro caso con munizioni TULAMMO FMJ da 55 grani è.della linea (LINEA ZERO ERRE) su un OLYMPIC K3B (foto 1) in calibro 223R un compensatore per famiglia AR15/M4. Studiato e Prodotto completamente 100% MADE IN ITALY un nuovo progetto vero e proprio disegnato con 2 camere di espansione su entrambi i lati e 6 fori di diametro decrescente nella parte superiore per rallentare i gas ((foto 2, 3; 4; 5; 6 e 7), realizzato in acciaio inox Aisi 420B trattato in distensione termica per garantire l elasticità durante lo sparo.il bagno galvanico finale garantisce la protezione alla corrosione. Disponibile sia per filettatura standard Americana 1/2-28 UNEF o europea per Oberland ed H&K in M15x1. La linea ZEROERRE di Turelli Tactical Nata sul campo da tiro ed è studiata per tutti quei tiratori che sanno quanto è 18 importante la stabilità dell'arma durante la fase di sparo.

19 Il compensatore è diventato un must tra gli appassionati del settore: ideale per tutte le gare del circuito RIFLE, è un accessorio che non può mancare sul fucile di un buon tiratore. Grazie alla sua particolare geometria riduce sensibilmente il rinculo assiale dell'arma ed elimina quasi del tutto il fastidioso rilevamento della canna (è proprio questa peculiarità che ha ispirato il nome "zero erre"). Altro fondamentale vantaggio che apporta il nostro compensatore è quello di stabilizzare la torsione verso destra dell'arma, dovuta alla rotazione destrorsa della palla durante l'attraversamento della canna. Successivamente viene sottoposto ad un trattamento galvanico per aumentarne la protezione contro la corrosione. Infine uno speciale trattamento di rivestimento che avviene tramite un deposito a film metallico sotto vuoto, garantisce una CARATTERISTICHE TECNICHE superiore scorrevolezza dei gas prodotti COMPENSATORI LINEA ZERO dallo sparo, riducendo l'erosione e il ERRE deposito di materiale incombusto trasportato dalla vampa. L'incisione al Nel progettare e realizzare il loro laser del nostro marchio completa la compensatore, gli amici di Turelli lavorazione e garantisce l'originalità del Tactical hanno curato con pezzo. particolare attenzione la scelta dei Esiste anche la versione per la famiglia materiali utilizzati e i diversi AK47 in calibro 7,62 39 mm e per i fucili trattamenti termici cui sottoporre il bolt action in calibro.308 Winchester e prodotto in fase di lavorazione, allo altre linee studiate per ogni esigenza. scopo di raggiungere un risultato Il tutto ad un prezzo assolutamente ottimale, vicino alla perfezione. concorrenziale rispetto agli accessori Gladio è realizzato in Acciaio Inox d oltreoceano. AISI 420B, lavorato Per Info: meccanicamente e avviato al Tufer di Turelli Luca, Giancarlo & C. snc trattamento di distensione termica Via Galileo Galilei 56, Cazzago S. atto a garantire la giusta elasticità Martino (BS) 19 nelle zone di maggior stress Web: durante lo sparo.

20 COME SOSTENERE LA FISAT FISAT può operare in favore del possesso legale e responsabile di armi solo con il vostro supporto perchè non ha pubblicità e sponsorizzazioni da nessuno. Questo le consente di operare liberamente in favore dei cittadini onesti senza dover dire grazie a nessuno, ma per farlo ha bisogno del vostro sostegno F.I.S.A.T. ha bisogno del tuo aiuto per portare avanti la propria campagna di libertà; COME SOSTENERE FISAT Iscrizioni: BASE 10 euro/anno SOSTENITORE (con tessera) 30 euro/anno MEMBRO A VITA con tessera: 150 euro. una sola volta ASSOCIAZIONE - CLUB 30 euro/anno DITTA-POLIGONO-CAMPO TIRO 100 euro anno Come pagare Con carta di credito tramite il sito L iscrizione a vita si paga una volta sola. Con Bonifico Bancario intestato a: FEDERAZIONE ITALIANA STORIA ARMI E TIRO (e non FISAT altrimenti da errore) Strada Maggiore nr Bologna sul conto corrente IBAN: IT-58-U POSTE ITALIANE CON BOLLETTINO DI CONTO CORRENTE POSTALE NR intestato a FISAT,Strada Maggiore nr Bologna (ricordate in questo caso di mandare una perchè arrivano in ritardo). VIA INTERNET TRAMITE PAYPAL, in modo sicurissimo con carta di credito, carta postepay, o carta ricaricabile sul nostro conto paypal, inviando il pagamento all' Il prossimo numero di Eterna Vigilanza è previsto per il 2 Novembre

21 A CUNEO NON SI MOllA IV TROFEO TARGET BUllETS Sommariva nel Bosco 14 e 15 Settembre

22 A CUNEO NON SI MOllA Nel panorama italiano delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, facenti parte della Federazione Italiana Tiro I.D.S (International Defensive Shooting), una tra le più attive e celebrate e' sicuramente il Cuneo Combat Club, sito presso il campo di tiro di Shooterland, nel comune di Sommariva del Bosco (Cuneo). Proprio questa società, sabato 14 e domenica 15 settembre ultimi scorsi, ha dato vita al " 4^ Il tiratore Stefano Griotto alle prese con un Trofeo Target Bullets ", in esercizio impegnativo di tiro con la mano debole collaborazione con l'omonima Azienda, produttrice delle migliori palle per ricarica domestica del mercato nazionale. Alla manifestazione, ormai alla sua quarta edizione hanno partecipato una sessantina di atleti provenienti dal nord Italia, per competere in quella che, senza ombra di smentita, può essere definita una tra le migliori manifestazioni I.D.S dell'andata sportiva in corso. I tiratori, si sono contesi la palma del più abile, competendo in cinque esercizi per arma corta ed uno, nel quale era previsto l'utilizzo dell'arma lunga rigata, in 22 tandem con l'arma corta.

23 IV TROFEO TARGET BUllETS I tiratori, si sono contesi la palma del più abile, competendo in cinque esercizi per arma corta ed uno, nel quale era previsto l'utilizzo dell'arma lunga rigata, in appoggio a quella corta. Per quanto riguarda gli esercizi da svolgersi con la pistola, oppure il revolver, il livello di accuratezza di progettazione e' stato elevatissimo., Hanno fatto così bella mostra di se scenari nei quali la comparsa di bersagli in movimento, a scomparsa momentanea oppure ad apparizione improvvisa, hanno messo a dura prova i pur esperti tiratori. La presenza infatti oltre dei già citati bersagli semi occultati, di molti bersagli metallici posti alle più svariate distanze e latitudini, ovviamente nel pieno e massimo rispetto delle norme di sicurezza, ha Influito molto sull'aumentare dei tempi finali delle prestazioni dei singoli, ovviamente inficiate anche parecchie " miss". 23

24 Il corridor: uno degli esercizi più difficili e avvincenti mai creati dalla mente sadica del Ciro Zeno Team Relax di fine gara con Ciro Zeno (a sinistra) ed il tiratore del Cuneo Combat, Stefano Griotto 24

25 IV TROFEO TARGET BUllETS Ma la gara presentava un'altra novità: un esercizio, realizzato in collaborazione con l'armeria Tactical73.com, che ha gentilmente messo a disposizione di tutti i partecipanti carabina una splendida Proarms PAR MK 23 ed il munizionamento, relativo esercizio che ha ovviamente dato origine ad una classifica a parte. Lo stage prevedeva l'ingaggio di quattro bersagli cartacei e due metallici, con lo splendido attrezzo della casa ceca, e la continuazione dello stesso con l'ingaggio di tre carte con la sola mano forte con l'altra impegnata nel reggere una valigia da viaggio; il tutto si andava poi a concludere con l'ingaggio di altre tre carte al riparo di una barricata alta. La bella carabina in calibro 223 Remington, costruita su piattaforma M4, si è fatta apprezzare per le indubbie qualità dello scatto estremamente curato e per l'ottima brandeggiabilità. Una nota positiva, viene anche dalla presenza di numerose tiratrici di sesso femminile (cat. Ladies) che hanno saputo tener testa ai tiratori maschietti. Da sottolineare anche la partecipazione di nuove leve, con la bella sorpresa della vittoria della giovanissima Ianira Zeno nella divisione Stock Defensive Ladies, figlia d'arte del Presidente del Cuneo Combat club Ciro Zeno, nonchè di Daniela Regosini, anche lei vincitrice nella classe Marksman. La fine della giornata da visto la giusta celebrazione dei vincitori di ogni divisione e classe di merito con una ricca premiazione, non prima di aver consumato un ricco pasto caldo ed al coperto curato dal servizio Catering M&M la Mole. La struttura del Cuneo Combat club 25

26 Dopo aver giustamente tributato gli onori dovuti a tutti i vincitori, la società' ospitante, tramite il suo presidente e tutto il consiglio direttivo, e tutti i propri sodali, vuole rendere i giusti onori ad un amico e tiratore speciale, nello specifico concordo con tutti i partecipanti nel celebrare una meritata "ovatio" a Stefano Griotto. Questo splendido atleta diversamente abile, ha probabilmente fatto suo il motto della Guardia di Finanza nec recisa recedit (neanche menomata, indietreggia) ed ha dimostrato quanto la forza di volontà e passione possano contro il destino. Aiutato da un amico che lo ha coadiuvato spingendo la sua carrozzina, ha sparato alla grande centrando il bersaglio più' importante, cioè quello di stare insieme e fare squadra. Di seguito l'elenco dei vincitori ai quali vanno i complimenti di tutti gli atleti partecipanti. 26

27 IV TROFEO TARGET BUllETS la ClASSIFICA CLASSIFICA PER DIVISIONI 1^ classificato Custom Defensive: Marchisio Giovanni 1^ classificato Defensive Revolver: Fiorluigi Locatelli 1^ classificato Enhanced Defensive: Cairoli Raul 1^ classificato Mini Rifle : Ruotolo Raffaele 1^ classificato Stock Defensive : Ottaviani Marco 1^classificato 2-gun Stage: Loi Giuseppe CLASSIFICA PER CATEGORIE 1^ classificato Enhanced Defensive Gran Senior: Labagnara Vincenzo 1^ classificato Enhanced Defensive Senior : Cara Bruno 1^ classificato Enhanced Defensive Ladies : Regosini Daniela 1^ classificato Stock Defensive Gran Senior : Iglina Giovanni 1^ classificato Stock Defensive Senior: Loi Giuseppe 1^ classificato Stock Defensive Ladies: Zeno Ianira 27

28 TROFEO TARGET BUllETS : GlI STAGES Stage Name : The surprise Conteggio Defensive Count Colpi: 16 Minimi Distanze: 2-17 metri Start: Segnale acustico Stop: Ultimo colpo Procedura: Tiratore in P1 seduto al tavolo, arma in condition 1, inizia a girare il cucchiaino nella tazzina di caffè, al segnale acustico ingaggia T1 avanzando in movimento frontale e procede come da regolamento. Note: I Cambi caricatori sono in emergenza, tutte le coperture sono HARD COVERAngoli di sicurezza 45 elevazione- 180 derivazione. In tutti gli stages è 28 obbligatorio l utilizzo del berretto

29 TROFEO TARGET BUllETS : GlI STAGES Stage Name : The Corridor Colpi: 20 Min Distanze: 2-20 metri Start: acustico Stop: Ultimo colpo Procedura: Tiratore in P1, palmi delle mani posti sugli appositi segni, zainetto in spalla, arma in fondina, Condition 2. Al segnale acustico da P1 il tiratore si sposta in P2 e ripone lo zainetto sull attaccapanni e prosegue come da regolamento. Note: I Cambi caricatori sono liberi, tutte le coperture sono HARD COVER- Angoli di sicurezza 45 elevazione- 180 derivazione 29

Orlandi Cartucce. Gare di Tiro Dinamico con pistola e/o fucile a canna liscia

Orlandi Cartucce. Gare di Tiro Dinamico con pistola e/o fucile a canna liscia Orlandi Cartucce il e Vi invitano al Two Guns 2009 Gare di Tiro Dinamico con pistola e/o fucile a canna liscia Mazzano (BS) 14-15 Novembre 2009 n 05 Stage per un totale di 75 colpi minimi per la Gara con

Dettagli

3 Trofeo Spagnoletti Shooting Team Testa di Lepre

3 Trofeo Spagnoletti Shooting Team Testa di Lepre VI INVITA ALLA : 2 GARA VALIDA PER IL CAMPIONATO ITALIANO INTERREGIONALE 2014 AREA 4 1-2 FEBBRAIO 2014 FIUMICINO (ROMA) 3 Trofeo Spagnoletti Shooting Team Testa di Lepre Roma 6 ESERCIZI - 128 COLPI MINIMI

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI AI CAMPIONATI SONO AMMESSI I SOCI TESSERATI UITS ED ISCRITTI AD UNA SEZIONE T.S.N. Armi Modelli di armi adottate fino al 1955

Dettagli

REGOLAMENTO T.O.M.U.F. TIRO OPERATIVO MILITARE UNUCI FIRENZE. Delegazione Toscana. Ver. 12.0 08.03.2012. T.O.M.U.F. Ver. 12.

REGOLAMENTO T.O.M.U.F. TIRO OPERATIVO MILITARE UNUCI FIRENZE. Delegazione Toscana. Ver. 12.0 08.03.2012. T.O.M.U.F. Ver. 12. REGOLAMENTO T.O.M.U.F. TIRO OPERATIVO MILITARE UNUCI FIRENZE Delegazione Toscana Ver. 12.0 08.03.2012 T.O.M.U.F. Ver. 12.0 Pagina 1 di 7 PREMESSA Le gare di TIRO MILITARE organizzate da UNUCI, nel rispetto

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON LA BASSIANO POSSE. del CLUB VADO LA MOLA ORGANIZZA TATANKA. Seconda gara del Campionato Italiano CAS 2015

IN COLLABORAZIONE CON LA BASSIANO POSSE. del CLUB VADO LA MOLA ORGANIZZA TATANKA. Seconda gara del Campionato Italiano CAS 2015 OLD WEST SHOOTING SOCIETY SASS ITALY IN COLLABORAZIONE CON LA BASSIANO POSSE del CLUB VADO LA MOLA ORGANIZZA TATANKA Seconda gara del Campionato Italiano CAS 2015 5 Stage di Cowboy Action Shooting in data

Dettagli

Uno shotgun per uscire in pattuglia.

Uno shotgun per uscire in pattuglia. Uno shotgun per uscire in pattuglia. di BOTTERI Giovanni - GELFI Eros GRuppo Istruttori Formazione Operativa Polizia Provinciale di Brescia Sinossi introduttiva all utilizzo di armi lunghe in servizio.

Dettagli

Rifle & Shotgun MATCH 2015

Rifle & Shotgun MATCH 2015 La A.S.D. VI INVITA AL : Orlandi & Toni System Rifle & Shotgun MATCH 2015 Competizione di Tiro Dinamico Sportivo Mazzano (BS) 6-7 GIUGNO 2015 06 stage rifle - 06 stage shotgun Organizzazione gara: Brixia

Dettagli

ORGANIZZA: III PROVA VALIDA PER IL CAMPIONATO INTERREGIONALE INVERNALE 2014 15-16 FEBBRAIO 2014

ORGANIZZA: III PROVA VALIDA PER IL CAMPIONATO INTERREGIONALE INVERNALE 2014 15-16 FEBBRAIO 2014 ORGANIZZA: III PROVA VALIDA PER IL CAMPIONATO INTERREGIONALE INVERNALE 2014 15-16 FEBBRAIO 2014 MATCH DIRECTOR: Vittorio Sciurpi ARBITRAGGIO: A cura del Settore Arbitrale SAFRO INFO: Tel.075/845107-075/843308

Dettagli

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI ARMI ED ARMERIA Titolo I - ARMI ART. 1 - TIPO DELLE ARMI IN DOTAZIONE 1 - In conformità a quanto previsto dall art. 4 del D.M. 01.03.1987 N 145 l arma da difesa personale, in dotazione agli addetti con

Dettagli

ORGANIZZA 20 SETTEMBRE 2015

ORGANIZZA 20 SETTEMBRE 2015 ORGANIZZA GARA di TIRO DINAMICO 20 SETTEMBRE 2015 MATCH DIRECTOR: Antonio Sciurpi INFO: Tel.075/845107-075/843308 347/6951232; Email: info@poligonilafolce.it antoniosciurpi@libero.it ISCRIZIONI:PRENOTAZIONE

Dettagli

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 NORME GENERALI 2015

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 NORME GENERALI 2015 UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2015 Soave 25 26 Aprile Verona 2 3 Maggio Cerea 6 7 Giugno Bardolino Luglio Negrar 12 13 Settembre Caprino Veronese 11 Ottobre

Dettagli

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2014 NORME GENERALI 2014

UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 CALENDARIO GARE 2014 NORME GENERALI 2014 UITS REGOLAMENTO TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 Soave 8 9 Marzo Negrar 17 18 Maggio Verona 7 8 Giugno Bardolino 12 13 Luglio Cerea 6 7 Settembre Caprino Veronese 18 19 Ottobre CALENDARIO

Dettagli

1 Campionato Invernale Interregionale

1 Campionato Invernale Interregionale L A.I.T.P.S. di Reggio Emilia e Sassuolo presenta la decima prova del 1 Campionato Invernale Interregionale Macro Area 4 (EmiliaRomagna-Marche Toscana-Abruzzo-Umbria) Domenica 06 marzo 2011 Organizzazione

Dettagli

Campionato Invernale Interregionale

Campionato Invernale Interregionale A.I.T.P.S. Reggio Emilia e Sassuolo Presenta la prima prova del Campionato Invernale Interregionale Macro Area 2 (EmiliaRomagna-Veneto Friuli-Trentino Alto Adige) Domenica 26 gennaio 2014 AITPS Reggio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CAMPO

REGOLAMENTO DEL CAMPO REGOLAMENTO DEL CAMPO Art. 1 L'utilizzo del campo di tiro è riservato ai soci dell'associazione, nei giorni e negli orari di apertura; uniche eccezioni riguardano gli iscritti a gare e/o manifestazioni

Dettagli

A SCUOLA DAI MARINES!!! SPARARE TATTICO IN TERRE LONTANE SPARATORIA AL CHIUSO

A SCUOLA DAI MARINES!!! SPARARE TATTICO IN TERRE LONTANE SPARATORIA AL CHIUSO ANNO IV numero 1 - Gennaio/Febbraio 2014 PERIODICO MENSILE Direttore Responsabile Simone Ciucchi Reg. Trib. Bologna nr. 8203 del 21.9.2011 A SCUOLA DAI MARINES!!! SPARARE TATTICO IN TERRE LONTANE SPARATORIA

Dettagli

XXII MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO DI TIRO A VOLO 2015

XXII MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO DI TIRO A VOLO 2015 CIRCOLO UNIVERSITARIO CRAL-IUAV SEZIONE TIRO A VOLO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE UNIVERSITARIA TIRO A VOLO DELL ANCIU INDICONO ED ORGANIZZANO XXII MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO DI TIRO A VOLO 2015 100

Dettagli

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini All altezza dei Bambini LA PAROLA AL PRESIDENTE Maggio, il mese più bello dell anno per lo sport. Tornei in corso, manifestazioni e tanto tanto altro. Per prima cosa devo fare un plauso a tutto lo staff

Dettagli

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO

GARA DI TIRO CON CARABINA 1 TROFEO PROVINCIA DI BERGAMO PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE CACCIA PESCA E SPORT Servizio CACCIA E PESCA Via San Giorgio 5/a - 24121 BERGAMO Tel. 035-387.458 - Fax 035-387.582 e-mail: segreteria.faunistico@provincia.bergamo.it sito

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RUGGERI, POLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE RUGGERI, POLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5355 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI RUGGERI, POLI Modifica degli articoli 2 e 3 della legge 25 marzo 1986, n. 85, in materia

Dettagli

Pallottole in materiale plastico per tiro ridotto

Pallottole in materiale plastico per tiro ridotto 2/8/2015 Gunny Pallottoleinmaterialeplasticopertiroridotto NuovaversioneTE IlnumerodiSettembre2003di ArmiMagazinecontieneun articolocuratodagianluca Bordinconitesteffettuaticon legunnyedidaticompletidi

Dettagli

OMISSIS OMISSIS OMISSIS OMISSIS F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

OMISSIS OMISSIS OMISSIS OMISSIS F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome VEZZOLI ROBERTO FERRUCCIO Indirizzo NR.28 VIA G. GARIBALDI 24068 SERIATE (BG) ITALIA Telefono 331.3726228-035.302890

Dettagli

LA TEMPESTA PERFETTA. pistole. le prove del mese

LA TEMPESTA PERFETTA. pistole. le prove del mese le prove del mese pistole LA TEMPESTA PERFETTA Abbiamo provato il prototipo della BCM Storm calibro 9x21, pistola semiautomatica destinata a creare una famiglia di armi da difesa e per uso di servizio

Dettagli

XXI MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO DI TIRO A VOLO 2014

XXI MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO DI TIRO A VOLO 2014 UNIVERSITA DI PISA CENTRO RICREATIVO DIPENDENTI UNIVERSITARI SEZIONE TIRO A VOLO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE UNIVERSITARIA TIRO A VOLO DELL ANCIU INDICONO ED ORGANIZZANO XXI MEETING NAZIONALE UNIVERSITARIO

Dettagli

Merano,24 25 ottobre 2015

Merano,24 25 ottobre 2015 Merano,24 25 ottobre 2015 Cronistoria del prestigioso Trofeo della Bandiera Triveneta La bandiera triveneta ha una storia più che centenaria, infatti essa è stata donata dall amministrazione comunale di

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

8x38 SUPER AUTO. revolver. le prove del mese

8x38 SUPER AUTO. revolver. le prove del mese revolver 8x38 SUPER AUTO Otto colpi di 38 Super Auto: nessun revolver aveva mai fornito questa possibilità. Ci ha pensato la S&W con questa versione del modello 627 prodotta dal suo Performance Center.

Dettagli

ARMI CORTE CZ 75 TS CZ 75 TS CZECHMATE 032

ARMI CORTE CZ 75 TS CZ 75 TS CZECHMATE 032 ARMI CORTE CZ 75 TS CZECHMATE 032 CZ 75 TS Nel corso dei suoi quasi quarant anni di brillante carriera, la CZ 75 si è dimostrata perfettamente in grado di ricoprire tutti i ruoli che possono essere affidati

Dettagli

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia Regolamento Tiro Ticinese di Caccia versione 2015 1 Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia versione: 3.0.6 2015 il presente regolamento sostituisce tutte le versioni precedenti. Regolamento Tiro

Dettagli

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico

LASER: pro e contro nel loro impiego tattico LASER: pro e contro nel loro impiego tattico Si sa! E da ormai molti anni che questo simpatico accessorio la fa da padrone nei più diffusi e costosi film d azione o action movie per dirla all americana.

Dettagli

Diametro nominale. Diametro minimo 4 23,55 23,35 23,75 8 21 20,80 21,20 10 19,50 19,30 19,70 12 18,30 18,10 18,50 14 17,40 17,20 17,60

Diametro nominale. Diametro minimo 4 23,55 23,35 23,75 8 21 20,80 21,20 10 19,50 19,30 19,70 12 18,30 18,10 18,50 14 17,40 17,20 17,60 IL CALIBRO La nozione di calibro si presta a numerosi equivoci perché assume diversi significati quali: - il diametro interno della canna - il diametro del proiettile per una data canna - il diametro convenzionale

Dettagli

ARENA SHOOTERS CHALLENGE

ARENA SHOOTERS CHALLENGE ARENA SHOOTERS CHALLENGE INDICE Benvenuto pag. 4 Dove siamo e come raggiungerci pag. 6 Disposizione del campo e degli stage pag. 7 Dove alloggiare pag. 8 Programma di gara pag. 9 Punto di ristoro pag.

Dettagli

1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015

1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015 1 Campionato Italiano TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA 50 mt. su sagoma corrente REGOLAMENTO TECNICO 2015 ART.1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell ambito dei propri fini istituzionali (art. 2 dello Statuto),

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA A METRI 100 2015

REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA A METRI 100 2015 REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA A METRI 100 2015 NORME GENERALI 1) Tiratori ammessi Al campionato italiano ex ordinanza a metri 100 sono ammessi i soci agonisti tesserati UITS, regolarmente

Dettagli

Test sul fucile d assalto

Test sul fucile d assalto Formulario 27.071 i Test sul fucile d assalto Corsa per giovani tiratori Corsa per capi di giovani tiratori Stato al 01.10.2010 NDEs 293-1995 / SAP 2542.1934 Test n o 1 sicurezze 1. Che controlli devo

Dettagli

Sezione di Modena a.s.d. ISCRIZIONE AL TIRO A SEGNO

Sezione di Modena a.s.d. ISCRIZIONE AL TIRO A SEGNO ISCRIZIONE AL TIRO A SEGNO DOCUMENTI PER L'ISCRIZIONE COME SOCIO VOLONTARIO 1. Modulo di Richiesta Iscrizione al T.S.N. 2. Certificato medico 3. Consenso al trattamento dei dati sensibili 4. Uno dei seguenti

Dettagli

PREMI DI PROGRAMMA PER OGNI SPECIALITA :

PREMI DI PROGRAMMA PER OGNI SPECIALITA : INIZIO DELLA GARA E SORTEGGIO DELLE BATTERIE, SARANNO COMUNICATI IL GIORNO PRIMA, E SARANNO AFFISSI SIA SULLA NAVE CHE NEI CAMPI DI GARA. NEL CASO IN CUI LA NAVE SUBISCA RITARDI DI ARRIVO L ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Selezioni Provinciali individuali e a squadre. Selezioni Regionali individuali e a squadre

Selezioni Provinciali individuali e a squadre. Selezioni Regionali individuali e a squadre Aggiornamento al 20 gennaio 2014 ARTICOLO 1 Selezioni Provinciali individuali e a squadre a. In ciascuna provincia, entro la data definita all inizio dell anno dal Delegato Regionale, il delegato Provinciale

Dettagli

REGOLAMENTO/STATUTO 2015 REV.1

REGOLAMENTO/STATUTO 2015 REV.1 REGOLAMENTO/STATUTO 2015 REV.1 Fermo restando che le norme di sicurezza sul maneggio delle armi sono quelle in vigore presso tutti i Poligoni Italiani sia UITS che privati, i nostri iscritti durante le

Dettagli

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo UISP Challenge CUP Campionato di pallavolo CAMPIONATO DI PALLAVOLO UISP Challenge CUP Il Coordinamento Pallavolo UISP Bari indice e organizza il Campionato "UISP Challenge CUP" per la stagione sportiva

Dettagli

Test sul campo La torretta Zeiss Asv+

Test sul campo La torretta Zeiss Asv+ Test sul campo La torretta Zeiss Asv+ La torrett a E cosa c è di meglio che provarla da zero fino a 540 metri con il cannocchiale Victory 4-1x56? A Ulfborg, in Danimarca, nel poligono che è una sorta di

Dettagli

GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001. 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla in mano

GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001. 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla in mano GIOCHI PRESENTATI AL CORSO ISTRUTTORI MINIBASKET 2000 e 2001 DISPENSA 2000 e 2001 prof. Piergiorgio Manfrè - aggiornamento novembre 2001 1 regola Il PALLEGGIO Non si può camminare e correre con la palla

Dettagli

L inizio di una grande passione

L inizio di una grande passione Innanzitutto un saluto a tutti i nostri lettori che decideranno di intraprendere con noi questo viaggio all interno del mondo giallo-blu del Minardi Team e delle corse. In questi mesi cercheremo di conoscere

Dettagli

VITTORIANO ROMANACCI, CHE SPETTACOLO!!! PINO MADDALONI SUPERSTAR!!! ANTONIO DI MAGGIO E LE NOVITA DEL PAF!!! PINO NOIA E LA SCUOLA!!!

VITTORIANO ROMANACCI, CHE SPETTACOLO!!! PINO MADDALONI SUPERSTAR!!! ANTONIO DI MAGGIO E LE NOVITA DEL PAF!!! PINO NOIA E LA SCUOLA!!! VITTORIANO ROMANACCI, PINO MADDALONI, ANTONIO DI MAGGIO, GIUSEPPE DE BERARDINIS, PINO NOIA QUESTA LA ECCEZIONALE SQUADRA CHE HA GUIDATO AL SUCCESSO IL CORSO DI AGGIORNAMENTO INSEGNANTI TECNICI E LO STAGE

Dettagli

UN ARMA LUNGA PER LA POLIZIA LOCALE

UN ARMA LUNGA PER LA POLIZIA LOCALE UN ARMA LUNGA PER LA POLIZIA LOCALE Quasi un tabù.. Quando si parla di armi da fuoco per la Polizia Locale ci si riferisce quasi esclusivamente all arma corta ovvero pistola semiautomatica o revolver (non

Dettagli

5 TORNEO A SQUADRE EMILIA ROMAGNA

5 TORNEO A SQUADRE EMILIA ROMAGNA 5 TORNEO A SQUADRE EMILIA ROMAGNA La Lega Nuoto Uisp Regionale indice il 5 TORNEO A SQUADRE EMILIA ROMAGNA per il giorno 18/04/04 (sedi diverse). Regolamento: potranno partecipare tutte le Società che

Dettagli

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO''

L'ACQUISTO DELLE ''ARMI COMUNI DA SPARO'' PER IL CONTENUTO DI QUESTA SEZIONE SI RINGRAZIA LA RIVISTA ARMI MAGAZINE CHE HA MESSO A DISPOSIZIONE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELL'ARTICOLO ''COMPRARE UN'ARMA'' AGGIORNATO A OTTOBRE 2004 L'ACQUISTO DELLE

Dettagli

6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen

6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen Descrizione della manifestazione 6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen REGOLAMENTO La PoliceSport asd, la Pro Loco di Villar Dora, l Historic Team Rubiana, l Accademia Italiana della Guida, sotto

Dettagli

Cronistoria del prestigioso trofeo.. della Bandiera Triveneta

Cronistoria del prestigioso trofeo.. della Bandiera Triveneta Cronistoria del prestigioso trofeo.. della Bandiera Triveneta. La bandiera triveneta ha una storia più che centenaria, infatti essa è stata donata dall amministrazione comunale di Venezia nel 1898, alle

Dettagli

Munizioni non letali Portata effettiva utile (metri)

Munizioni non letali Portata effettiva utile (metri) Chi siamo Maxam Outdoors S.A. è il leader europeo per la produzione e commercializzazione delle cartucce per caccia e tiro sportivo. E una Società totalmente integrata dal punto di vista produttivo perché

Dettagli

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master Unione Italiana di Tiro a Segno FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master BOLOGNA 09-10-11-12 LUGLIO 2015 R E G O L A M E N T O FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Senior Master 2015

Dettagli

UNUCI ROMA. Notizie dalla sezione, settembre, ottobre 2009. Alcune tra le Associazioni d Arma presenti

UNUCI ROMA. Notizie dalla sezione, settembre, ottobre 2009. Alcune tra le Associazioni d Arma presenti UNUCI ROMA Notizie dalla sezione, settembre, ottobre 2009 Alcune tra le Associazioni d Arma presenti ROMA BASILICA DI S. PAOLO FUORI LE MURA, SETTEMBRE, FUNERALI DI STATO DEI SOLDATI ITALIANI CADUTI A

Dettagli

SOMMARIO IL TOP DEL CALCIO AMATORIALE!!

SOMMARIO IL TOP DEL CALCIO AMATORIALE!! SOMMARIO - PAG. 2 : CALCIO CLUB LIVORNO - PAG. 3 : I NOSTRI SERVIZI - PAG. 4 : TANTO DIVERTIMENTO E... WE ARE SOCIAL - PAG. 5 : VANTAGGI DELLA PRESCRIZIONE E COSTI - PAG. 6 : PARTNER TECNICO UFFICIALE:

Dettagli

Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25

Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25 Successo di pubblico per il Raduno Auto Storiche Città di San Lorenzo Nuovo In: Motori, San Lorenzo Nuovo, Sport 8 settembre 2012-11:25 SAN LORENZO NUOVO Grande successo di iscritti e di pubblico alla

Dettagli

Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145. Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi

Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145. Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi Roma, 17.02.2014 Prot. n. 145 Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Nuoto AICS -------------------- Loro Sedi Oggetto: SPORTINFIORE 2014 - Campionati Nazionale di Nuoto

Dettagli

Alle società sportive interessate

Alle società sportive interessate Amici VV.F. Volley a.s.d. Via Canalina n 8 42123 Reggio Emilia Tel. e fax 0522325462 Cod.Fisc. 91153910350 Part. Iva 02454190352 Reggio Emilia, li 21/02/2013 Alle società sportive interessate Oggetto:

Dettagli

XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015

XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015 XI MEETING ROMANA CALLIGARIS 2015 XI MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2015 IV MEMORIAL BIANCA LOKAR 2015 Trieste, 9-10 maggio 2015 Regolamento L A. S. D. Unione Sportiva Triestina Nuoto in collaborazione con

Dettagli

REGOLAMENTO 2014 GLI ORGANI DELL EMILIA BOWLING LEAGUE (DI SEGUITO E.B.L.) SONO:

REGOLAMENTO 2014 GLI ORGANI DELL EMILIA BOWLING LEAGUE (DI SEGUITO E.B.L.) SONO: REGOLAMENTO 2014 PREMESSA CAMPIONATO SERIE A CIRCUITO DI DOPPIO PASSAGGI DI CATEGORIA PREMESSA L EMILIA BOWLING LEAGUE NON SI PREFIGGE SCOPI DI LUCRO. L OBIETTIVO E QUELLO DI PROPAGANDARE PROMUOVERE E

Dettagli

Oggetto: 25 DART MASTER MASCHILE E 23 FEMMINILE 2009

Oggetto: 25 DART MASTER MASCHILE E 23 FEMMINILE 2009 Prot. n. 33 /09 Tv, 02/11/09 A TUTTI I DART CLUB Loro Sedi e, pc. AI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI FIGF e, p.c. AI COORDINATORI REGIONALI FIGF e, p.c. ALLA COMMISSIONE UNICA D'APPELLO e, p.c. ALLE

Dettagli

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero Sezione Ginnastica Artistica Femminile In convenzione con: A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana Settore Promozionale Agonistico TROFEO

Dettagli

Ricerca realizzata dalla Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Ricerca realizzata dalla Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia LA PRODUZIONE DI ARMI E MUNIZIONI PER USO CIVILE, SPORTIVO E VENATORIO IN ITALIA. IMPRESE PRODUTTRICI, CONSUMI PER CACCIA E TIRO, EFFETTO ECONOMICO E OCCUPAZIONALE Ricerca realizzata dalla Università degli

Dettagli

UITS COMITATO REGIONALE TOSCANA NOTE SULLE PRINCIPALI REGOLE PER LE GARE DI PISTOLA

UITS COMITATO REGIONALE TOSCANA NOTE SULLE PRINCIPALI REGOLE PER LE GARE DI PISTOLA UITS COMITATO REGIONALE TOSCANA NOTE SULLE PRINCIPALI REGOLE PER LE GARE DI PISTOLA Ed. 2015 Pag 1 di 10 Regolamento Ricordati sempre che il Regolamento oltre che proibire i comportamenti scorretti garantisce

Dettagli

L associazione segue l'osservanza delle direttive del Comitato Italiano Paraolimpico

L associazione segue l'osservanza delle direttive del Comitato Italiano Paraolimpico PICCOLI DIAVOLI 3 RUOTE Associazione Sportiva Disabili, riconosciuta O.N.L.U.S. Monza, 18 Ottobre 2007 Nel Marzo 2006 nasce a Monza la prima Associazione Sportiva Dilettantistica per disabili ONLUS chetrovailsuofinenellapromozionee

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt.

ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt. ITALIAN DOWN THE LINE 15 mt. TRAP AMERICANO IT. La funzione primaria di questo regolamento, è quella di organizzare, disciplinare, promuovere e sviluppare, anche in Italia, il TRAP AMERICANO. Lo scopo

Dettagli

COMUNE di ORTELLE. PROVINCIA di LECCE REGOLAMENTO SULL'ARMAMENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE di ORTELLE. PROVINCIA di LECCE REGOLAMENTO SULL'ARMAMENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE di ORTELLE PROVINCIA di LECCE REGOLAMENTO SULL'ARMAMENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 7 del 30.04.2014 Comando Polizia Municipale 1 INDICE TITOLO I -

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA TROFEO JUNIOR BOCCE EMILIA ROMAGNA 2012 REGOLAMENTO

FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA TROFEO JUNIOR BOCCE EMILIA ROMAGNA 2012 REGOLAMENTO FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA TROFEO JUNIOR BOCCE EMILIA ROMAGNA 2012 REGOLAMENTO Indice: Introduzione e prassi organizzativa p. 1 Assegnazione delle tappe p. 3 Svolgimento

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2015

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2015 CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2015 SERIE A Specialità RAFFA Anno Sportivo 2015 1 1 PREMESSA 2 NORME GENERALI 3 REGOLAMENTO TECNICO 1.0 PREMESSA 1.1 Al campionato partecipano le Società che hanno acquisito

Dettagli

Pinella Singolo ASC-CAAM 2013/14

Pinella Singolo ASC-CAAM 2013/14 Pinella Singolo ASC-CAAM 2013/14 Vedi Calendario Premi del campionato ( si svolge in 4/5 tappe di qualificazione ) : > Trofei per i primi nr 4 ( quattro ) > Ai prmi due omaggio pernottamento in residence

Dettagli

High Noon Saloon. Pagina 1 (regolamento inglese)

High Noon Saloon. Pagina 1 (regolamento inglese) High Noon Saloon Traduzione non ufficiale del regolamento in lingua inglese pubblicato sul sito dell'editore. La traduzione è esclusivamente della parte testuale, per le figure fare riferimento al regolamento

Dettagli

1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013

1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013 1 Campionato Italiano OPEN TIRO DI CAMPAGNA Su Sagoma di Camoscio Individuale a 200 mt. REGOLAMENTO TECNICO 2013 ART.1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell ambito dei propri fini istituzionali (art. 2 dello Statuto),organizza

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016 CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016 SERIE C Specialità RAFFA 1 1 PREMESSA 2 NORME GENERALI 3 REGOLAMENTO TECNICO 1.0 PREMESSA 1.1 Al campionato partecipano le Società che hanno acquisito il diritto di rimanere

Dettagli

REGOLAMENTO. Potranno iscriversi ciclisti uomini nati tra il 1920 e il 199 6 e donne dal 19 50 al 199 6 suddivisi nelle seguenti categorie :

REGOLAMENTO. Potranno iscriversi ciclisti uomini nati tra il 1920 e il 199 6 e donne dal 19 50 al 199 6 suddivisi nelle seguenti categorie : REGOLAMENTO Il Team Battistelli in collaborazione con l Assessorato all Ambiente del Comune di Amelia (TR), il giorno 21 Giugno 2015, organizza la 4^ Granfondo dei COLLI AMERINI, aperta a tutti i ciclisti

Dettagli

Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali

Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali www.lacacciaalcinghiale.com LA CACCIA AL LA CACCIA AL Caccia all estero Turchia: il regno degli «Attila» Come il lupo cambia il comportamento dei cinghiali Regioni Umbria Toscana Basilicata Armi Browning

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

DISPOSIZIONI TECNICHE E REGOLAMENTI VARI 2013

DISPOSIZIONI TECNICHE E REGOLAMENTI VARI 2013 DISPOSIZIONI TECNICHE E REGOLAMENTI VARI 2013 Specialità Raffa 1 PREMESSA ANNO SPORTIVO L'anno sportivo 2013 inizia il 1 ottobre 2012 e termina il 31 dicembre 2013. Dal 2014 l anno sportivo avrà inizio

Dettagli

Regolamento Mezza Maratona Ogliastra 2014

Regolamento Mezza Maratona Ogliastra 2014 Regolamento di Gara Regolamento Mezza Maratona Ogliastra 2014 Mano Tesa Ogliastra, associazione di volontariato onlus che ha come principale finalità dare sostegno ai pazienti affetti da tumore e alle

Dettagli

4 TORNEO Città del Tricolore

4 TORNEO Città del Tricolore 4 Torneo Città del Tricolore 1 Memorial Alberto Cigarini 4 TORNEO Città del Tricolore 1 Memorial Alberto Cigarini 4 maggio 2014 BROCHURE INFORMATIVA TORNEO CON REGOLAMENTO TORNEO DATA E LUOGO DEL TORNEO

Dettagli

ANNO XXXV N. 5-2011; 2000 COPIE. Poste Italiane S.p.a. Spedizione in abbonamento postale 70% Roma Aut. n. C/LT/24/2011. Stampa: stampaestampa sas

ANNO XXXV N. 5-2011; 2000 COPIE. Poste Italiane S.p.a. Spedizione in abbonamento postale 70% Roma Aut. n. C/LT/24/2011. Stampa: stampaestampa sas ANNO XXXV N. 5-2011; 2000 COPIE Poste Italiane S.p.a. Spedizione in abbonamento postale 70% Roma Aut. n. C/LT/24/2011 Stampa: stampaestampa sas DOPO IL VOLLEY E L ATLETICA LEGGERA RIECCO LA GIORNATA OLIMPICA

Dettagli

PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO NOI, VOI. STESSA STRADA, STESSO SUCCESSO Pubblicità o sponsorizzazioni? Ti stai chiedendo cosa dovresti guadagnarci

Dettagli

CSV FC ASSIPROV Mercoledì, 05 agosto 2015

CSV FC ASSIPROV Mercoledì, 05 agosto 2015 CSV FC ASSIPROV Mercoledì, 05 agosto 2015 CSV FC ASSIPROV Mercoledì, 05 agosto 2015 Prime Pagine 05/08/2015 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Forli) 1 05/08/2015 Prima Pagina La Voce di Romagna (ed.

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2015. domenica 8 marzo 2015 BACIALLA BIKE Terontola (AR)

Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2015. domenica 8 marzo 2015 BACIALLA BIKE Terontola (AR) 1) Circuito Toscano di granfondo e mediofondo di MTB Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2015 2) Composizione del Circuito Il trofeo si svolgerà in n. 6 prove: domenica 8

Dettagli

Tiro amichevole del Gottardo 2015 300m / Pistola 50m / 25m

Tiro amichevole del Gottardo 2015 300m / Pistola 50m / 25m Tiro amichevole del Gottardo 2015 300m / Pistola 50m / 25m Stand di tiro Airolo 9 bersagli 300m - 4 bersagli a spola a 50m e 10 bersagli a 25m Concorso individuale e a gruppi 300m e 50m Serie Gottardo

Dettagli

CINGHIALE (Sus scrofa)

CINGHIALE (Sus scrofa) CINGHIALE (Sus scrofa) Uso di armi e cani per la caccia al Cinghiale CACCIA AL CINGHIALE: ARMI Un arma è per definizione un oggetto atto a offendere e/o a difendere. Si dividono in: armi bianche, armi

Dettagli

Comandi base fanteria 3. schermata della modalità Campagna 7. Campagna 8. schermata della modalità Multigiocatore 10.

Comandi base fanteria 3. schermata della modalità Campagna 7. Campagna 8. schermata della modalità Multigiocatore 10. TM Sommario Comandi base fanteria 3 schermata della modalità Campagna 7 Campagna 8 schermata della modalità Multigiocatore 10 Multigiocatore 11 CO-op 13 Il mio soldato 15 Store di Battlefield 3 18 Battlelog

Dettagli

NORME DI SICUREZZA NELL USO DELLE ARMI DA FUOCO

NORME DI SICUREZZA NELL USO DELLE ARMI DA FUOCO NORME DI SICUREZZA NELL USO DELLE ARMI DA FUOCO Vengono comunemente definite norme di sicurezza tutta una serie di accorgimenti e precauzioni, codificate o meno, che devono sempre essere messe in atto

Dettagli

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE -SERIE A- La Federazione Italiana Biliardo Sportivo, Sezione Stecca, organizza il 8 Campionato Italiano a squadre Serie A che si svolgerà sui biliardi internazionali con biglie da 63.2. 1)Tutte le società

Dettagli

Note generali Categorie Attività praticate Squadre Compiti degli accompagnatori

Note generali Categorie Attività praticate Squadre Compiti degli accompagnatori Note generali Il CSI Regionale del Piemonte indice ed organizza il Meeting dei giovani ad Acqui Terme dal 29 aprile al 1 maggio. Il meeting è caratterizzato da una parte di attività sportiva (svolta alla

Dettagli

III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007

III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007 III MEETING INTERNAZIONALE ROMANA CALLIGARIS - 2007 Trieste, 23-24 giugno 2007 Regolamento 1. L A. S. D. Unione Sportiva TRIESTINA NUOTO in collaborazione con il Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia

Dettagli

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

CITTÀ DI CASTELVETRANO PROVINCIA DI TRAPANI

CITTÀ DI CASTELVETRANO PROVINCIA DI TRAPANI CITTÀ DI CASTELVETRANO PROVINCIA DI TRAPANI REGOLAMENTO COMUNALE CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA MUNICIPALE CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014

REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014 REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014 SCOPO DEL GIOCO Essere il giocatore più ricco al termine di una partita a tempo o l ultimo concorrente in gioco dopo che tutti gli altri sono finiti in

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Tutte le misure sono espresse in METRI

Tutte le misure sono espresse in METRI 1,82 4,26 18,28 13,71 1 piatto Ø 254 mm. h = mt.1,52 2 piatti Ø 304 mm. h = mt.1,52 2 piastre 457x609 mm. h = mt.1,70 2,43 1,21 6,55 4 piatti Ø 304 mm. h = mt.1,52 1 piastre 457x609 mm. h = mt.1,70 32,00

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM

Dettagli

Esame Venatorio Domande a quiz. Parte 3: ARMI DA CACCIA Agosto 2015

Esame Venatorio Domande a quiz. Parte 3: ARMI DA CACCIA Agosto 2015 Esame Venatorio Domande a quiz La presente raccolta di domande è finalizzata alla preparazione della prova teorica dell esame di caccia altoatesino. Le risposte corrette sono contrassegnate da una crocetta.

Dettagli

PROGRAMMA SPORTIVO NAZIONALE DELLA SEZIONE CARAMBOLA. Annata Sportiva 2010-2011

PROGRAMMA SPORTIVO NAZIONALE DELLA SEZIONE CARAMBOLA. Annata Sportiva 2010-2011 PROGRAMMA SPORTIVO NAZIONALE DELLA SEZIONE CARAMBOLA Annata Sportiva 2010-2011 Sono collegati a questo Programma, e lo completano, sia il Programma delle Zone Peninsulari ( Nord, Centro e Sud ), sia il

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO F.I.T.D.S. 2013 23^ EDIZIONE

REGOLAMENTO SPORTIVO F.I.T.D.S. 2013 23^ EDIZIONE REGOLAMENTO SPORTIVO F.I.T.D.S. 2013 23^ EDIZIONE 1 Indice Capitolo I DISPOSIZIONI GENERALI 6 PREMESSA... 6 SUDDIVISIONE TERRITORIALE...... 6 COMMISSIONE SPORTIVA...... 6 DELEGATI REGIONALI/INTERREGIONALI

Dettagli