triceram modalità d'uso La ceramica per titanio e ossido di zirconio Informazioni sul prodotto e modalità d'uso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "triceram modalità d'uso La ceramica per titanio e ossido di zirconio Informazioni sul prodotto e modalità d'uso"

Transcript

1 triceram modalità d'uso it La ceramica per titanio e ossido di zirconio Informazioni sul prodotto e modalità d'uso

2 Titanio / I suoi vantaggi in breve Per pazienti soddisfatti Il titanio ha un'elevata resistenza alla corrosione Il titanio non si corrode. Grazie alla formazione di una pellicola superficiale di ossido, non crea reazioni con l'ambiente circostante. Viene anche definito chimicamente inerte. Il titanio è biocompatibile Il titanio non rilascia ioni e non scatena reazioni patologiche nell'organismo. Il titanio è il metallo più biotollerato Si è imposto in medicina ed in odontoiatria. Il titanio ha una bassa conducibilità termica Il paziente può assumere alimenti caldi o freddi senza avvertire fastidi dentali. L'oro possiede una conducibilità termica 15 volte superiore a quella del titanio, provocando al paziente una maggiore sensibilizzazione al caldo o al freddo. Il titanio è insapore La superficie passivata del titanio previene qualsiasi reazione tra metallo, saliva ed alimenti. Il paziente non avverte quel tipico e fastidioso sapore metallico. Il titanio offre svariate possibilità d'impiego È possibile utilizzare il titanio per un'ampia varietà di indicazioni diverse, con il vantaggio di impiantare in bocca un solo tipo di metallo. Il titanio è leggero Questa caratteristica è molto apprezzata dai pazienti. L'oro è 4 volte più pesante e ciò influisce sul comfort della protesi dentaria, specie se di molti elementi. Il titanio possiede un'elevata resistenza, senza essere né troppo duro né troppo tenero. Il titanio resiste perfettamente agli elevati carichi masticatori, ma al tempo stesso può essere lavorato con facilità nel laboratorio odontotecnico. Immagini: Foto: by Dentaurum Pag. 20: Dentallabor Bischoff, Northeim 2 triceram modalità d'uso it

3 Indice Pagina 1. Dati tecnici Istruzioni tecniche per la costruzione di strutture in titanio Progettazione e condizionamento della struttura Generalità Rifinitura delle strutture in titanio Ceramizzazione Tabella di combinazione colori Tabella cotture Prove di cottura / Taratura del forno Stesura del bonder AESTHETIC UNIVERSAL Bonder Stesura dell'opaco Impiego delle masse spalla Stratificazione di dentina e masse incisali Schema di stratificazione Avvertenze sull'uso di masse e liquidi Stratificazione standard step-by-step Stratificazione individuale step-by-step Impiego delle masse gengivali Impiego della massa di correzione Preparazione della ceramica Triceram Modalità d'uso dei Liners Triceram su strutture in ossido di zirconio Accessori per la rifinitura della ceramica Triceram Programma completo Triceram Assortimenti Tabelle di cottura per strutture in titanio Tabelle di cottura per strutture in ossido di zirconio Garanzia Tutti i dati relativi ai prodotti ed alle procedure operative per il loro impiego sono il frutto della nostra esperienza, ma non sono vincolanti, fatta eccezione per le indicazioni riguardanti il confezionamento e le quantità dei singoli articoli. Tutti i nostri prodotti sono in continua evoluzione e pertanto ci riserviamo il diritto di apportare modifiche. triceram modalità d'uso it 3

4 1. Dati tecnici CET e temperature di cottura Il titanio puro necessita di una ceramica con caratteristiche particolari. La ceramica deve avere un CET (coefficiente di espansione termica) che sia compatibile con il titanio (9.6 x K C) ed inoltre la sua temperatura di cottura non deve superare gli 800 C. Infatti, come noto, oltre tale temperatura il titanio subisce una trasformazione cristallina da evitare e tende a reagire con l'ambiente che lo circonda. La Triceram è una ceramica monofase che possiede queste specifiche caratteristiche. La sua temperatura di cottura non supera i 795 C ed il suo CET è compatibile con quello del titanio (vedi tabella Valori CET delle singole masse Triceram e grafico Dipendenza termica del CET ). Resistenza alla flessione e stabilità chimica Ancora di più: Triceram soddisfa e addirittura supera i requisiti minimi imposti dalla normativa internazionale in materia (EN ISO 6872, EN ISO 9693) e presenta una solubilità chimica di gran lunga inferiore al valore massimo permesso (vedi tabella Solubilità individuale delle masse Triceram ). Adesione L'adesione tra la ceramica e la struttura sottostante ha giocato un ruolo molto importante nello sviluppo di questa ceramica. Con i suoi 42 MPa, Triceram va ben oltre a quanto viene richiesto nella norma EN ISO 9693 (25 MPa) (vedi grafico Test di flessione ). La libertà estetica nella realizzazione dei bordi marginali viene ottenuta grazie all'uso del bianco bonder Triceram senza peraltro dover scendere a compromessi di adesione. Inoltre, con l'aesthetic UNIVERSAL bonder possono essere raggiunti nuovi limiti estetici e di adesione (oltre 52 MPa). Affidabilità La scelta delle materie prime impiegate ed il protocollo di utilizzo della ceramica Triceram è stato notevolmente subordinato alle caratteristiche meccaniche ed estetiche del prodotto finito. La produzione di CARMEN, la ceramica di Dentaurum per leghe convenzionali, ha dimostrato che evitare l'uso di materiali prime naturali e per contro adottare comprovate tecniche produttive come la termo-pigmentazione, consente di ottenere un prodotto di elevata affidabilità.. 4 triceram modalità d'uso it

5 Espansione (µm) Coefficiente di espansione termica (CTE C): Tg Temperatura ( C) Espansione termica del titanio e di Triceram Bonder Triceram : 9,2 x 10-6 K -1 Opaco Triceram : 8,8 x 10-6 K -1 Dentina Triceram : 8,6 x 10-6 K -1 Incisale Triceram : 8,5 x 10-6 K -1 Valori CET delle singole masse Triceram MPa min. (stand.) Resistenza alla flessione ( di Triceram ISO 9693) opaco dentina incisale Solubilità: La solubilità massima prevista dalla normativa ISO 9693 con testi di idrolisi è di 100 µg/cm 2 Valori osservati per le masse Triceram : opaco: 55 µg/cm 2 dentina: 31 µg/cm 2 incisale: 31 µg/cm 2 La solubilità è quindi ben inferiore al valore limite specificato. Resistenza alla flessione Solubilità individuale delle masse Triceram Test di flessione (ISO 9693) (secondo Schwickerath) ceramica Triceram MPa min.( stand.) Triceram Adesione triceram modalità d'uso it 5

6 2. Istruzioni tecniche per la costruzione di strutture in titanio 2.1. Progettazione e condizionamento della struttura Generalità La corretta preparazione della struttura in titanio ed il suo successivo condizionamento, sono fattori determinanti per ottenere un rivestimento ceramico valido esteticamente e duraturo nel tempo. L'esatta conoscenza delle caratteristiche fisiche del titanio è la base per qualsiasi lavoro protesico di successo. Le informazioni possono essere acquisite dalle aziende produttrici dei vari sistemi di fusione del titanio, come ad esempio il sistema Rematitan di Dentaurum. È perciò indispensabile seguire le indicazioni del produttore relativamente alla modellazione, all'imperniazione, alla messa in rivestimento ed alla fusione. Si devono tuttavia tenere in debita considerazione le differenze esistenti tra un sistema e l'altro. Le indicazioni che seguono si basano sull'esperienza acquisita su strutture in titanio ottenute con il sistema Rematitan della Dentaurum, ma molti aspetti possono essere adattati ad altre sistematiche di lavoro. Le strutture in titanio da ceramizzare possono essere realizzate sia con sistemi di fusione che tramite fresaggio o elettroerosione, oppure essere elementi preformati (ad esempio elementi per impianto-protesi). L'importante è disporre di superfici completamente prive di α -case. 6 triceram modalità d'uso it

7 Rifinitura delle strutture in titanio Attenzione! Durante la separazione dei perni, non surriscaldare la struttura metallica. Raffreddare spesso il pezzo in acqua e non angolare il disco. Dischi separatori consigliati: Dischi separatori ST (REF ) per perni grossi Dischi separatori STM (REF ) (rapida o manipoli) Dischi separratori TX (REF ) per perni sottili Frese in tungsteno raccomandate (catalogo Dentaurum): Fresa tungsteno, mini (REF ) Fresa tungsteno, midi (REF ) Fresa tungsteno, maxi (REF ) Fresa tungsteno, maxi plus (REF ) No/giri massimo: g/min, con poca pressione. Rifinitura delle superfici da ceramizzare: generalmente, per il condizionamento delle superfici da ceramizzare si deve tenere conto non solo del sistema di fusione impiegato, ma anche del tipo di materiale refrattario utilizzato e di conseguenza valutare lo spessore di α -case prodotto in proporzione allo spessore della cappetta. L'α -case è, tra l'altro, ricco di ossigeno è di altre sostanze che reagiscono negativamente con la ceramica. In altri termini, una maggiore o minore rifinitura della struttura dipenderà dal sistema di fusione e dal rivestimento impiegato nonchè dallo spessore delle corone. Come regola generale si consiglia di: rifinire leggermente le superfici di cappette di piccolo o medio spessore o rifinire maggiormente le corone di spessore più grosso e gli elementi intermedi. Utilizzare solo frese in carburo di tungsteno fresando sempre nella stessa direzione di taglio. Per il titanio sono particolarmente indicate le frese a taglio incrociato con spirale di raffreddamento. È indispensabile asportare completamente l'α -case. A causa della scarsa conducibilità termica del titanio, pressioni troppo forti possono surriscaldare localmente la struttura metallica ed inoltre possono comportare la ritenzione di truciolo, con conseguente sovrapposizione sulla struttura stessa. Non utilizzare mai le frese destinate al titanio per lavori su altri metalli. Non utilizzare abrasivi ceramici o frese diamantate per ceramica! (rischio di porosità nella ceramica!). Controllare che la fresa non si impasti con truciolo di titanio e, nel caso, ripulirla con una spazzola metallica. Terminata la rifinitura, sabbiare le superfici della struttura con ossido di alluminio ( µm) orientando l'ugello a 45. Pressione d'esercizio: 2-3 bar. A pressioni più basse, il condizionamento delle superfici risulta inadeguato, mentre a pressioni più alte se ne può provocare l'inquinamento. La struttura così sabbiata e pulita (vaporizzata) non deve più essere toccata con le mani. Non immergere mai le strutture in titanio in acido fluoridrico in quanto il metallo si corrode molto rapidamente. Rispettare i tempi di passivazione (min. 10' max 30')! triceram modalità d'uso it 7

8 2.2. Ceramizzazione Tabella di combinazione colori Colore A1 A2 A3 A3,5 A4 B1 B2 B3 B4 C1 C2 C3 C4 D2 D3 D4 Opachi O A1 O A2 O A3 O A3,5 O A4 O B1 O B2 O B3 O B4 O C1 O C2 O C3 O C4 O D2 O D3 O D4 Dentine opache OD A1 OD A2 OD A3 OD A3,5 OD A4 OD B1 OD B2 OD B3 OD B4 OD C1 OD C2 OD C3 OD C4 OD D2 OD D3 OD D4 Dentine D A1 D A2 D A3 D A3,5 D A4 D B1 D B2 D B3 D B4 D C1 D C2 D C3 D C4 D D2 D D3 D D4 Incisali IT 57 IT 57 IT 59 IT 59 IT 60 IT 57 IT 59 IT 59 IT 59 IT 59 IT 59 IT 59 IT 60 IT 59 IT 59 IT 59 Masse spalla* 1/2 A 2/3 A 3/4 A 1/1 A 1/1 A 1/2 B 2/3 B 1/1 B 1/1 B 2/3 C 3/4 C 3/4 C 1/1 C 1/3 A 1/2 A 1/1 D 1/3 D 1/4 D *Parte di massa spalla corrispondente, il resto SM modificatore bianco Tabella cotture Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale* asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Bonder in polvere 500 C 4 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Bonder in pasta 500 C 6 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Opaco C 4 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Massa spalla 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 785 C 785 C 1 min. 0 min. Dentina 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido LV univ.)** Correzione 500 C 4 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido LV univ.)** Glasure 500 C 2 min. 55 C/min C*** 1 min.**** 0 min. Massa di correzione 500 C 4 min. 55 C/min. 500 C 715 C 715 C 1 min. 0 min. Massa gengivale 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. * Inserire l'oggetto solo al raggiungimento della temperatura indicata. ** Con il liquido di modellazione universale MV, osservare i differenti valori di cottura (vedi pag. 16). *** Riducendo (adattando) le temperature di cottura, è possibile ottenere un diverso grado di brillantezza. **** La glasure può essere fatta con o senza il vuoto. Il grado di brillantezza può essere aumentato prolungando il tempo di mantenimento. I dati sopra riportati si riferiscono a forni tarati con argento fine e quindi possono differenziarsi da forno a forno. È, pertanto, consigliato l'adattamento delle temperature di cottura in quanto i forni sono, generalmente tarati per temperature più elevate. L'ideale sarebbe utilizzare un forno esclusivamente per il titanio. Se, invece, lo stesso forno viene impiegato per la cottura di ceramiche diverse tra loro, sarà necessario decontaminare la camera con le modalità previste dal costruttore. Ciò eviterà l'inquinamento della struttura in titanio con elementi di altre leghe ed il verificarsi di caratterizzazioni cromatiche indesiderate. 8 triceram modalità d'uso it

9 Prove di cottura / Taratura del forno Per tarare correttamente il proprio forno per ceramica, si consiglia di eseguire una cottura di prova al fine di prevenire discrepanze con i valori riportati in tabella. A questo scopo, è possibile utilizzare la massa NT (neutro trasparente) miscelata con il liquido di modellazione universale LV+. Cuocere il provino impostando i seguenti parametri: Temperatura iniziale 500 C Asciugatura 6 minuti Velocità di salita 55 C/min. Inizio vuoto 500 C Fine vuoto alla temperatura finale 755 C Mantenimento di 1 minuto Appoggiare il provino su un foglio di platino e non sul tradizionale supporto, in quanto si rischierebbe l'intorbidimento. Fig. 1: Provino cotto a temperatura corretta Fig. 1a: Provino cotto a temperatura troppo bassa La temperatura del forno è corretta se il provino assume un aspetto chiaro, trasparente e con angoli vivi (Fig. 1). Al contrario, se la temperatura finale è troppo elevata, il provino appare eccessivamente lucido e con gli angoli arrotondati, mentre se la temperatura finale è troppo bassa, il provino appare bianco lattiginoso (Fig. 2). Si consiglia di incrementare o diminuire la temperatura finale di 10 C ad ogni ripetizione di cottura del provino. Pulitura del forno Il forno per ceramica deve essere ripulito con regolarità al fine di evitare le contaminazioni provenienti dall'interno della camera di cottura. A tal fine raccomandiamo di: utilizzare frequentemente i decontaminatori per forno (REF ) decontaminare anche il supporto di cottura ed i pin temperatura iniziale: 600 C asciugatura: 1 minuto velocità di salita: C per min temperatura finale: 1050 C mantenimento: 10 minuti. Eseguire il ciclo termico in atmosfera. Seguire le indicazioni del produttore del forno impiegato! Mantenere sempre il forno chiuso per evitare l'inclusione di umidità nella camera. Chiudere il forno dopo ogni uso o impostare la modalità Notte. triceram modalità d'uso it 9

10 Stesura del bonder Dopo la sabbiatura, lasciare la struttura a riposo per 10 minuti per consentire la passivazione delle superfici. Applicare il bonder entro i 30 minuti successivi. Se viene usato il bonder in pasta, ricordarsi di mischiarlo nel suo flacone prima dell'uso aggiungendo, se necessario, del liquido per bonder in pasta universale, REF , per ottenere una consistenza cremosa. Attenzione: osservare un tempo di asciugatura più lungo. Miscelare il bonder in polvere con il liquido universale B.O.L., REF , servendosi della spatola di vetro fino ad ottenere una consistenza cremosa (fig. 2). Applicare un sottile strato di bonder con lo strumento di vetro o con un pennello, fino a totale copertura. Evitare un'eccessiva umettazione nonché la formazione di bolle. La vera e propria copertura del metallo verrà realizzata successivamente con la cottura dell'opaco. Il bonder non è l'opaco! Temperatura Tempo di Velocità Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Bonder in polvere 500 C 4 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Bonder in pasta 500 C 6 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Dopo la cottura del bonder, le superfici devono avere un aspetto lucido ed uniforme. Fig. 2: miscelazione del bonder con lo strumento di vetro e consistenza cremosa dell'impasto. Fig. 3a: ponte di 3 elementi su modello. Struttura metallica condizionata. Corona su centrale accorciata per l'applicazione della massa spalla. Fig. 3b: ponte di 3 elementi con bonder (prima della cottura). Fig. 3c: ponte di 3 elementi con bonder (dopo la cottura). 10 triceram modalità d'uso it

11 AESTHETIC UNIVERSAL Bonder Applicazione Attenzione: se si utilizza l'aesthetic UNIVERSAL bonder su strutture in titanio, non è più necessario l'uso del bonder Triceram! 1. La preparazione della struttura avviene secondo le modalità riportate a pag. 6. Sabbiare la struttura, ripulirla con cura e, successivamente, scaldarla brevemente ponendola vicino alla camera aperta del forno per ceramica. Indicazioni di stoccaggio: tempi lunghi di immagazzinamento possono provocare la sedimentazione della polvere d'oro nella siringa. A tal fine, consigliamo di girare quest'ultima di tanto in tanto. Se all'interno della siringa è visibile la scomposizione del prodotto, agire nel seguente modo: rimuovere il tappo di chiusura; estrarre quasi completamente lo stantuffo ed appoggiare la siringa in verticale su quest'ultimo; la pasta colerà verso il basso; premere con cautela lo stantuffo verso l'alto fino a quando la pasta avrà raggiunto l'estremità della siringa. Ripetere la stessa procedura due o tre volte; nel caso in cui l'aesthetic UNIVERSAL bonder non fosse sufficientemente spalmabile, è possibile aggiungere una piccola quantità di liquido AESTHETIC UNIVERSAL bonder, REF Scaricare la pasta in un contenitore e mescolarla aggiungendo qualche goccia di liquido. Confezioni: Set (siringa da 4gr, pennello, liquido e recipiente) REF Siringa (4g) REF Pennello No. 4 REF Liquido REF Importante: utilizzare pochissimo liquido! Se necessario, allungare i tempi di asciugatura. In caso contrario è possibile l'inclusione di bolle d'aria. 2. Applicare un sottile strato di AESTHETIC UNIVERSAL bonder con un pennello pulito (pennello Esprident- No. 4,REF ). Stendere bene la pasta sulla struttura metallica fino ad ottenere uno spessore omogeneo. 3. L'AESTHETIC UNIVERSAL bonder deve essere applicato in forma liquida ma ben coprente. Per evitare la successiva comparsa di bolle, applicare l'aesthetic UNIVERSAL bonder in modo uniforme. 4. Asciugare il bonder per almeno 5 minuti ponendo la struttura vicino alla camera aperta del forno alla temperatura di 400 C. Le superfici da lucide diventano opache. L'oggetto non deve essere riscaldato oltre 150 C. Se necessario, stendere un'altra mano di AESTHETIC UNIVERSAL bonder ed asciugare con le stesse modalità descritte in precedenza. Importante: è assolutamente necessario asciugare in modo corretto l'aesthetic UNIVERSAL bonder prima della sua cottura perchè, in caso contrario, il liquido potrebbe rimanere imprigionato e liberarsi durante le successive cotture di dentina, creando bolle nella ceramica. Durante l'asciugatura, la struttura deve avere, indipendentemente dal programma del forno, una temperatura di C, ma per nessuna ragione superare i 150 C. Qualora il calore proveniente dalla camera aperta non fosse sufficiente, aumentare la temperatura. L'asciugatura può anche essere fatta in un forno di preriscaldo (innalzando la temperatura lentamente a 130 C e mantenendola per 5 minuti) oppure in un forno d'essiccazione (a 120 C da mantenere per 5 minuti). 5. Dopo la cottura, deve risultare ben visibile la ripartizione omogenea delle particelle ceramiche sulla struttura (superficie ruvida). Eventualmente eseguire un ulteriore passaggio. 6. Applicare infine l'opaco come descritto al Generalmente è sufficiente una sola cottura. Tabella di cottura Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento AESTHETIC UNIVERSAL bonder 400 C min. 5 min 55 C/min. 400 C 800 C 800 C 1 min. 0 min triceram modalità d'uso it 11

12 Stesura dell'opaco Con lo strumento di vetro, miscelare la polvere dell'opaco con il liquido universale B.O.L. fino ad ottenere una consistenza cremosa. Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale* asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Opaco C 4 min. 65 C/min. 500 C 795 C 795 C 1 min. 0 min. Per la prima cottura, si proceda alla copertura del bonder con uno strato sottile di opaco (fig. 4a). Utilizzare il terminale sferico dello strumento di vetro. Dopo la cottura, la struttura dovrà presentare una superficie lucida come la seta (fig. 4b). Per la seconda cottura, l'opaco deve essere applicato con uno strato sottile ma coprente. Il risultato deve essere quello di una superficie compatta e lucida (fig. 4c). Fig. 4a: ponte di 3 elementi prima della cottura dell'opaco. Fig. 4b: ponte di 3 elementi dopo la prima cottura di opaco. Fig. 4c: ponte di 3 elementi dopo la seconda cottura di opaco. 12 triceram modalità d'uso it

13 Impiego delle masse spalla Il sistema Triceram comprende quattro diverse masse spalla suddivise nei gruppi di colore A-B-C-D. Tutte le varianti di colore da A1 a D4 possono essere ricavate aggiungendo il modificatore SM bianco nelle proporzioni riportate in tabella. L'aggiunta della massa spalla SM trasparente rafforza la trasparenza della spalla nonché l'effetto di profondità. Per la miscelazione, utilizzare l'apposito liquido universale. Per consentire un buon distacco della ceramica dal moncone in gesso e per evitare colorazioni indesiderate, si consiglia l'uso dell'isolante SM-Isofit. Consigli di miscelazione Colore dente A B C D bianco A1 1/ /2 A2 2/ /3 A3 3/ /4 A3,5 1/ A4 1/ B1-1/ /2 B2-2/ /3 B3-1/ B4-1/ C /3-1/3 C /4-1/4 C /4-1/4 C /1 - - D2 1/ /3 1/3 D3 1/ /4 1/4 D /1 - Isolante SM-Isofit REF ml Isola in modo ottimale il gesso dalla ceramica e la ceramica dalla ceramica. Indurire i monconi o i modelli, sigillarli o rivestirli con una lacca spaziatrice. triceram modalità d'uso it 13

14 Applicazione delle masse spalla Isolare il moncone in gesso con l'isolante SM-Isofit nella zona che verrà interessata dalla massa spalla. La massa del colore prescelto può ora essere applicata. Miscelare la polvere della massa spalla con l'apposito liquido universale e applicarla dal margine di preparazione al bordo della cappetta. Asciugare il materiale con un fon o con un kleenex, sfilare la cappetta dal moncone e cuocere in forno seguendo il programma specifico. Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Massa spalla 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 785 C 785 C 1 min. 0 min. Per compensare la naturale contrazione della massa spalla dovuto all'accorciamento della cappetta (in funzione del tipo di preparazione), può essere necessaria una seconda cottura. Ripetere, quindi, le operazioni di separazione con l'isolante SM-Isofit nelle zone da correggere ed integrare le stesse con altra massa spalla. Cuocere con gli stessi parametri utilizzati per la prima cottura. Dopo la seconda cottura, rifinire ed adattare la massa spalla in ceramica con strumenti appropriati (numero di giri massimo: giri/min.). Fig. 5a: la corona opacizzata con massa spalla prima della cottura. Fig. 5b: la corona dopo la prima cottura di massa spalla. Fig. 5c: la corona con massa spalla prima della seconda cottura. Fig. 5d: la corona dopo l'adattamento. 14 triceram modalità d'uso it

15 Stratificazione di dentina e masse incisali Schema di stratificazione Scelta la massa secondo la specifica colorazione, si può iniziare la stratificazione della ceramica seguendolo schema a fianco illustrato. Consigli per la stratificazione: al fine di evitare una netta demarcazione della struttura metallica sottostante, è preferibile lavorare con dentina opaca (OD). Ciò impedirà il trasparire della struttura opacizzata. Con le dentine opache è inoltre possibile controllare il valore di lucentezza individuale semplicemente aggiungendo alla dentina la dentina opaca. Con spessori di ceramica superiore a 0,9 mm la dentina opaca può essere evitata. Schema di stratificazione Massa incisale Dentina Dentina opaca Massa spalla Opaco Bonder Struttura in titanio Neutro trasparente (se necessario) Avvertenze sull'uso di masse e liquidi Tutte le masse dentina opaca, dentina, incisale, neutro trasparente, effetto trasparente, gengivale e di correzione vengono miscelate con il liquido universale LV+ e vanno mantenute umide tutte nella stessa maniera. Nel caso in cui fosse necessario aggiungere altro liquido, utilizzare sempre quello LV+. Dentine opache OD effetto di profondità tridimensionale (a lavoro finito) sostegno del reale colore del dente (anche in condizioni sfavorevoli di spazio) Dentine D cromaticamente stabili effetto prismatico fluorescenza naturale Dentine Chroma per incrementare l intensità di ciascun croma aumenta l intensità cromatica nel corpo del dente anche in presenza di grossi spessori Dentine Intensive Fluo IFD dentina con marcato modificatore fluorescente per aumentare il grado di luminosità nella ceramica Incisali trasparenti IT Tabella di classificazione A1 IT 57 B4 IT 59 A2 IT 57 C1 IT 59 A3 IT 59 C2 IT 59 A3,5 IT 59 C3 IT 59 A4 IT 60 C4 IT 60 B1 IT 57 D2 IT 59 B2 IT 59 D3 IT 59 B3 IT 59 D4 IT 59 Con la massa IT 58 è possibile creare effetti addizionali di grigio nelle zone posteriori. Incisali opalescenti IO stratificazione del terzo incisale opalescenza: effetto bluastro alla luce riflessa, effetto arancio alla luce passante incremento della naturale interruzione della luce applicazione in zona incisale triceram modalità d'uso it 15

16 Masse effetto trasparenti TE Queste masse sono state create per migliorare l'effetto vitale delle zone incisali, per individualizzare e per caratterizzare. stratificazione del terzo incisale applicazione in zona incisale rifrazione naturale della luce Stains universali ST Con gli stains si possono creare modificazioni cromatiche. Le polveri possono essere unite o miscelate fino ad un massimo del 10 % con le altre masse (SM, OD,D, IT, IO, TE, NT + G). Inoltre, se miscelate con lo specifico liquido universale, possono essere usate per colorare le superfici in ceramica. Questo materiale offre la possibilità di caratterizzare individualmente il lavoro conferendo un effetto di profondità. Body ST A Body ST B Body ST C ST 0 neutro ST 1 bianco ST 2 vaniglia ST 3 giallo ST 45 arancio plus ST 6 rosa ST 7 rosa scuro ST 8 lilla ST 9 blu ST 10 grigio ST 11 verde oliva ST 12 giallo oliva ST 13 bruno medio ST 14 rosso-bruno ST 15 nero Nota: gli stains universali ST possono essere usati anche con la ceramica CARMEN (uniti o mescolati). Tabella cotture per dentina e masse di correzione. Tabella cotture per dentina e masse di correzione con liquido di miscelazione universale LV+ Temperatura Tempo di Mantenim. Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura temp.iniziale salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Dentina 500 C 6 min. 0 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ LV+) Correzione 500 C 4 min. 0 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ LV+) con liquido di miscelazione universale MV I liquidi: Liquido per stains universali per miscelare gli stains universali ST indicato anche per la glasure Liquido universale per masse spalla per miscelare le masse spalla aumenta la stabilità di modellazione Liquido universale B.O.L. per miscelare il bonder in polvere, gli opachi ed i liner Liquido universale per bonder in pasta per miscelare il bonder in pasta Liquido universale di modellazione MV indicato per aumentare la plasticità adatto a climi particolarmente caldi allunga i tempi di modellazione Liquido universale di modellazione LV+ ridotta contrazione Liquido universale di modellazione LV liquido standard ad impiego universale per impastare e mantenere umide le masse mescolate Importante: se viene usato il liquido universale di miscelazione MV è necessario fare riferimento alla sua specifica tabella di cottura e non a quella del liquido universale LV+ (vedi sotto). Non mischiare i due liquidi in quanto ciò potrebbe provocare la formazione di bolle! Nota: i liquidi universali possono essere usati anche con le masse del sistema CARMEN. Dentina 500 C 4 min. 4 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ MV) Correzione 500 C 3 min. 3 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ MV) 16 triceram modalità d'uso it

17 La ceramica per ossido di zirconio e titanio due materiali una ceramica NEW NEW NEW Triceram per Ti Bonder in pasta Triceram per ZrO2 Liner Triceram per Ti e ZrO2 Dentine Chroma Dentine intensive Fluo Opaco gengivale Incisali opalescenti Legenda immagini: Dr. Eric Sanchez Mexiko City / Mexiko Axel Seeger Berlin triceram modalità d'uso it 17

18 Stratificazione standard step-by-step 1. Applicare la dentina opaca (OD) su tutta la superficie. Poi, sempre con OD, allungare i bordi incisali oltre la struttura di titanio (effetto di rafforzamento dei flussi di luce). 2. Completare la modellazione anatomica del dente con la dentina (D). 3. Tagliare la dentina (D) nella zona incisale, al fine di creare lo spazio necessario per la massa incisale trasparente (IT). 4. Applicare la massa IT nella zona incisale. 5. Nella modellazione dei ponti, prima di cuocere la dentina, è necessario separare la massa ceramica con la spatola a coltello fino allo strato di opaco/liner (sia dal lato vestibolare che da quello palatale/linguale). 6. Correzione della forma dopo la cottura della dentina (prima della cottura di correzione). 18 triceram modalità d'uso it

19 7. Dopo la cottura di correzione, procedere con l'adattamento della forma (per i dischi indicati vedi 4 a pag. 23). 8. Rifinire con frese diamantate il ponte ceramizzato (per le frese indicate vedi 4 a pag. 23). 9. La glasure viene realizzata senza l'impiego di una massa specifica. Gli effetti cromatici speciali possono essere creati con gli stains direttamente sulle superfici ceramizzate. 10. Il lavoro finito dopo la glasure. Tabella cotture per dentina e masse di correzione: con liquido di miscelazione universale LV+ Temperatura Tempo di Mantenim. Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura temp. iniziale salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Dentina 500 C 6 min. 0 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ LV+) Correzione 500 C 4 min. 0 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ LV+) con liquido di miscelazione universale MV Dentina 500 C 4 min. 4 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ MV) Correzione 500 C 3 min. 3 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min. (con liquido univ MV) Tabella cottura per glasure: Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Glasure 500 C 2 min. 55 C/min C* 1 min.** 0 min. * Diminuendo (adattando) la temperatura di cottura si ottiene la lucentezza desiderata. ** La glasure può essere fatta con o senza il vuoto. Il mantenimento deve essere almeno di 1 minuto. Il gradio di lucentezza può essere incrementato prolungando il mantenimento. triceram modalità d'uso it 19

20 Stratificazione individuale step-by-step 1. Modificazioni cromatiche create con gli stains universali sulla struttuta opacizzata. 2. Applicazione di dentina opaca (OD). Caratterizzazioni più intense possono essere ottenute aggiungendo gli stains alla dentina opaca (OD). 3. Stratificazione individuale di dentina, dentina e stains miscelati assieme e completamento con massa incisale e massa effetto trasparente. 4. Correzione delle forme e controllo dell'effetto trasparente. 5. Dopo la correzione e la definizione delle forme, è possibile creare gli effetti cromatici con gli stains direttamente sulle superfici. 6. Il ponte finito dopo la glasure. 20 triceram modalità d'uso it

21 Impiego delle masse gengivali Massa gengivale G (chiara) e GD (scura) indicate per la ricostruzione di gengive e papille permettono la correzione di difetti mucosi l'opaco gengivale consente di mascherare parti della struttura in titanio Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Massa gengivale 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 755 C 755 C 1 min. 0 min Impiego della massa di correzione Questa massa ha lo scopo di correggere piccoli difetti come punti di contatto, piani occlusali ecc. Per ottenere un risultato esteticamente valido, si consiglia di miscelare la massa di correzione con dentina (D) o massa incisale (IT) (proporzioni secondo necessità: 50 : 50). Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffreddainiziale asciugatura salita/min. vuoto vuoto finale mento mento Cottura di correzione 500 C 4 min. 55 C/min. 500 C 715 C 715 C 1 min. 0 min Preparazione della ceramica Triceram Per ottenere superfici compatte ed omogenee si consiglia l'uso di frese e dischi diamantati sinterizzati a grana superfine. La finitura e la lucidatura delle superfici (prima della glasure) viene realizzata con lucidatori a fibre speciali impregnati di pasta diamantata e con feltri impregnati di pasta diamantata microfine (per la lucidatura degli spazi interdentali e piani occlusali). Con la ceramica Triceram non è necessario l'uso di masse specifiche per la glasure. triceram modalità d'uso it 21

22 3. Modalità d'uso dei Liners Triceram su strutture in ossido di zirconio Poichè l'ossido di zirconio presenta caratteristiche termiche differenti dal titanio, per ottenere un corretto grado di cottura della ceramica Triceram su zirconio, è necessario aumentare le temperature di cottura nonché allungare i tempi di mantenimento. Come per la metallo-ceramica, anche in questo caso valgono gli stessi requisiti di base, vale a dire la dimensione della struttura deve essere più piccola di quella finale. Inoltre lo spessore di ceramica deve essere il più uniforme possibile. Osservare quindi attentamente la sottostante tabella di cottura. Preparazione della struttura Per la rifinitura della struttura fare riferimento alle specifiche istruzioni del produttore del sistema impiegato. Applicazione dei Liners Triceram Miscelare il Liner del colore desiderato (vedi tabella a fianco) con il liquido universale B.O.L., REF fino ad ottenere una consistenza cremosa. Per la prima cottura, applicare un sottile strato coprente di Liner. Ripetere l'operazione una seconda volta assicurandosi di coprire completamente la struttura. Dopo la cottura, le superfici appariranno lucide come seta. Consigli di miscelazione Colore dente L 1 L 2 L 3 L 4 L 5 L 6 A1 1/3 2/3 A2 2/3 1/3 A3 1 A3,5 3/4 1/4 A4 1/2 1/2 B1 1/3 2/3 B2 2/3 1/3 B3 3/4 1/4 B4 1 C1 1/3 2/3 C2 2/3 1/3 C3 3/4 1/4 C4 1 D2 2/3 1/3 D3 3/4 1/4 D4 1/3 2/3 Applicazione delle masse Triceram come di consueto (vedi pag. 18) Si tenga presente che tutte le temperature di cottura dovranno essere elevate da 5 C/ a 10 C rispetto ai valori utilizzati per il titanio e che il mantenimento della dentina deve essere innalzato a 1,5-2 minuti (vedi tabella sotto). Forni differenti possono richiedere aggiustamenti delle temperature. Consigli per la taratura dei forni sono disponibili a pag. 9. Temperature di cottura consigliate su ossido di zirconio Temperatura Tempo di Velocità di Inizio Fine Temperatura Manteni- Raffredda- Iniziale asciugatura salita vuoto vuoto finale mento mento Liner C 4 min. 65 C/min. 500 C 800 C 800 C 1 min. 0 min. Massa spalla 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 790 C 790 C 1 min. 0 min. Dentina I cottura 500 C 6 min. 55 C/min. 500 C 760 C 760 C 1,5-2 min. 0 min. Dentina II cottura 500 C 4 min. 55 C/min. 500 C 760 C 760 C 1,5-2 min. 0 min. Glasure 500 C 2 min. 55 C/min. 760 C 1 min.* 0 min. * La glasure può essere fatta con o senza il vuoto. Il grado di lucentezza può essere aumentato prolungando il tempo di mantenimento. Al posto dei Liners Triceram è possibile utilizzare anche il Bonder Triceram e l'opaco Triceram. 22 triceram modalità d'uso it

23 4. Accessori per la rifinitura della ceramica A B C D A B REF A Sidio I 1 pezzo Diamante sinterizzato superfine per la strutturazione margi- Velocità: nale del bordo in ceramica nonche' per grandi superfici di giri/min. parti orali o parti vestibolari dei molari e delle superfici Mandrino Ø 2.35 mm labiali. REF B Sidio II 1 pezzo Diamante sinterizzato superfine per la strutturazione Velocità: occlusale della ceramica nonche' per la preparazione giri/min. delle fessure. Mandrino Ø 2,35 mm REF C Sidio III 1 pezzo Diamante sinterizzato superfine per la strutturazione Velocità: delle parti frontali linguali, nonche' per la strutturazione giri/min. delle superfici labiali. Mandrino Ø 2,35 mm REF D Sidio IV 1 pezzo Diamante sinterizzato superfine per la finitura delle Velocità: fessure e per la strutturazione dei passaggi giri/min. interprossimali. Mandrino Ø 2,35 mm REF A Highflex 1 pezzo Disco diamantato superflessibile per la separazione e la Velocità: profilatura della ceramica (spessore 0,15mm), nonche' per giri/min. la normale strutturazione interprossimale (moderata Mandrino Ø 2,35 mm pressione). REF B Dia-Miniflex 1 pezzo Disco diamantato superfine per correzioni estremamente Velocità: fini in settori interprossimali ed incisali giri/min. Mandrino Ø 2,35 mm A B REF A Kerofix I 2 pezzi Lucidatori a fibre speciali impregnate di pasta diamantata Velocità: prelucidatura della ceramica giri/min. Importante! Lavorare con movimenti intermittenti Mandrino Ø 2,35 mm leggermente rotatori a forte pressione. REF B Kerofix II 2 pezzi Lucidatori a fibre speciali impregnate di pasta diamantata Velocità: per la lucidatura a specchio della ceramica giri/min. Importante! Lavorare con movimenti intermittenti Mandrino Ø 2,35 mm leggermente rotatori a forte pressione. A B REF A Diafix I 10 pezzi Lucidatori a feltro che non si seccano, impregnati di (1 montato + 9 non montati) microdiamante per la lucidatura a specchio delle zone Velocità: interprossimali e occlusali giri/min. Mandrino Ø 2,35 mm REF B Diafix II 10 pezzi Lucidatori a feltro che non si seccano, impregnati di (1 montato + 9 non montati) microdiamante per la lucidatura a specchio identica a Velocità: quella naturale delle superfici vestibolari e orali giri/min. in ceramica. Mandrino Ø 2,35 mm Set Kera 10 pezzi REF Contenuto: Sidio I, Sidio II, Sidio III, Sidio IV, Highflex, Dia-Miniflex, Kerofix I, Kerofix II, Diafix I, Diafix II triceram modalità d'uso it 23

24 5. Programma completo Prodotti Bonder Componenti in polvere, in pasta Liner L 1, 2, 3, 4, 5, 6 Masse spalla SM Modificatori SM Opachi O Dentine opache OD Dentine D Dentine Chroma Dentine intensive Fluo IFD A, B, C, D bianco, trasparente A1, A2, A3, A3.5, A4, B1, B2, B3, B4, C1, C2, C3, C4, D2, D3, D4, G A1, A2, A3, A3.5, A4, B1, B2, B3, B4, C1, C2, C3, C4, D2, D3, D4 A1, A2, A3, A3.5, A4, B1, B2, B3, B4, C1, C2, C3, C4, D2, D3, D4 A, B, C Incisali trasparenti IT 57, 58, 59, 60 Incisali opalescenti IO Neutro transparente NT Massa di correzione CM Effetti trasparenti TE Masse gengivali G, GD crema, giallo, arancio, arancio plus ice white, polar white, snow white, sky blue, amber NT CM bianco, giallo, rosa, miele, blu, marrone chiara, scura Stains universali A, B, C, 0, 1, 2, 3, 45, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15 Liquidi universali paste universali, massa spalla, Stains universali, modellazione MV,modellazione LV+,B.O.L.,SM-Isofit Ruota colori Triceram, masse base, REF Ruota colori Triceram, masse effetto, REF triceram modalità d'uso it

25 6. Assortimenti Cofano prova REF bonder in polvere 3g 1 bonder in pasta 3g 1 opaco O A3 15 g 1 dentina opaca OD A3 15 g 1 dentina D A3 15 g 1 incisale trasparente IT g 1 neutro trasparente NT 15 g 1 liquido universale B.O.L. 20 ml 1 liquido universale di modellazione LV+ 20 ml 1 strumento in vetro per bonder ed opaco 1 pennello No.6 per opaco Cofano master (1) REF bonder in polvere 15 g 17 opachi O A1-D4 + G 15 g cad. 16 dentine opache OD A1-D4 15 g cad. 16 dentine D A1-D4 15 g cad. 4 incisali trasparenti IT g cad. 5 incisali opalescenti IO g cad. 1 neutro trasparente NT 15 g 1 massa di correzione CM 3g 6 effetti trasparenti TE g cad. 4 masse spalla SM A-D 15 g cad. 2 modificatori masse spalla SM W, SM T 15 g cad. 2 masse gengivali G, GD 15 g cad. 15 Stains universali ST g cad. 1 liquido per Stains universali 20 ml 1 liquido universale per masse spalla 20 ml 1 liquido universale B.O.L. 100 ml 1 liquido di modellazione universale MV 20 ml 1 liquido di modellazione universale LV+ 100 ml 1 SM-Isofit 20 ml 1 strumento in vetro per bonder ed opaco 1 pennello No. 6 per opaco 1 ruota colori masse effetto 1 ruota colori Stains universali Cofano master (2) REF Contenuto identico al , ma con bonder in pasta anzichè in polvere Cofano Stains universali REF Stains universali g cad. 1 liquido Stains universali 20 ml 1 ruota colori Stains universali triceram modalità d'uso it 25

26 7. Tabelle di cottura per strutture in titanio Austromat 3001 Bonder in polvere C500 T60 T180 L9 V9 TO65 C795 T60 V0 CO LO T2 C500 Bonder in pasta C500 T60 T300 L9 V9 TO65 C795 T60 V0 CO LO T2 C500 Opaco 1+2 C500 T60 T180 L9 V9 TO65 C795 T60 V0 CO LO T2 C500 Massa spalla C500 T60 T360 L9 V9 TO55 C785 T60 V0 CO LO T2 C500 Dentina C500 T60 T360 L9 V9 TO55 C755 T60 V0 CO LO T2 C500 (con liquido LV+ universale) ** Correzione C500 T60 T240 L9 V9 TO55 C755 T60 V0 CO LO T2 C500 (con liquido LV+ universale) ** Glasure C500 T60 T120 L9 TO55 C755 T60 CO LO T2 C500 Massa di correzione C500 T60 T240 L9 V9 TO55 C715 T60 V0 CO LO T2 C500 Massa gengivale C500 T60 T360 L9 V9 TO55 C755 T60 V0 CO LO T2 C500 Vacumat 100/200/50 Temperatura finale Asciugatura (min.) Velocità di salita (min.) Mantenimento Vuoto (min.) Raffred. Bonder in polvere 795 C min. 6 Bonder in pasta 795 C min. 6 Opaco C min. 6 Massa spalla 785 C min. 6 Dentina 755 C min. 6 (con liquido LV+ universale) ** Correzione 755 C min. 6 (con liquido LV+ universale) ** Glasure 755 C min.**** **** Massa di correzione 715 C min. 6 Massa gengivale 755 C min. 6 Multimat MCII (Mach1/Mach2) Temperatura Asciug. Preriscaldo Vuoto Tempo di Temperatura Velocità di Vuoto di preriscaldo (min.) (min.) (min.) cottura (min.) di cottura salita min. Bonder in polvere 500 C 3 1 1,0 2,0 815 C 65 C 50 Bonder in pasta 500 C 5 1 1,0 2,0 815 C 65 C 50 Opaco C 3 1 1,0 2,0 815 C 65 C 50 Massa spalla 500 C 4 2 1,0 2,0 805 C 55 C 50 Dentina 500 C 4 2 1,0 2,0 775 C 55 C 50 (con liquido LV+ universale) ** Correzione 500 C 4 2 1,0 2,0 775 C 55 C 50 (con liquido LV+ universale) ** Glasure 500 C 2 2 **** 1,5 775 C 55 C **** Massa di correzione 500 C 4 2 1,0 2,0 735 C 55 C 50 Massa gengivale 500 C 4 2 1,0 2,0 775 C 55 C 50 ** Se viene usato il liquido universale di miscelazione MV è necessario fare riferimento alla sua specifica tabella di cottura. **** La glasure può essere fatta con o senza il vuoto. Il mantenimento deve essere almeno di 1 minuto. Il grado di lucentezza può essere incrementato prolungando il mantenimento. 26 triceram modalità d'uso it

27 8. Tabelle di cottura per strutture in zirconio Austromat 3001 Liner 1+2 C500 T60 T180 L9 V9 TO65 C800 T60 V0 CO LO T2 C500 Massa spalla C500 T60 T360 L9 V9 TO65 C790 T60 V0 CO LO T2 C500 Dentina C500 T60 T360 L9 V9 TO55 C760 T V0 CO LO T2 C500 (con liquido LV+ universale) ** Correzione C500 T60 T240 L9 V9 TO55 C760 T V0 CO LO T2 C500 (con liquido LV+ universale) ** Glasure C500 T60 T120 L9 TO55 C760 T60 CO LO T2 C500 Il mantenimento per la cottura della dentina e la cottura di correzione deve essere tra 90 e 120 secondi. Vacumat 100/200/50 Temperatura finale Asciugatura (min.) Velocità di salita (min.) Mantenimento Vuoto (min.) Raffred. Liner C min. 6 Massa spalla 790 C min. 6 Dentina 760 C 6 5 1,5-2 min. 6,5-7,0 (con liquido LV+ universale) ** Correzione 760 C 4 5 1,5-2 min. 6,5-7,0 (con liquido LV+ universale) ** Glasure 760 C min.**** **** Multimat MCII (Mach1/Mach2) Temperatura Asciug. Preriscaldo Vuoto Tempo di Temperatura Velocità di Vuoto di preriscaldo (min.) (min.) (min.) cottura (min.) di cottura salita min. Liner C 3 1 1,0 2,0 820 C 65 C 50 Massa spalla 500 C 4 2 1,0 2,0 810 C 55 C 50 Dentina 500 C 4 2 1,0 2,5-3,0 780 C 55 C 50 (con liquido LV+ universale) ** Correzione 500 C 4 2 1,0 2,5-3,0 780 C 55 C 50 (con liquido LV+ universale) ** Glasure 500 C 2 2 **** 1,5 780 C 55 C **** Annotazioni: I valori riportati rappresentano solo delle linee guida e dovrebbero essere adattate individualmente in funzione della specifica situazione, età e tipologia del forno impiegato. Le tabelle di cottura si riferiscono a forni appena calibrati con argento fino. triceram modalità d'uso it 27

28 Assistenza Noi poniamo grande attenzione all'assistenza ed al sostegno tecnico dei nostri clienti. A tal proposito è stato creato un team di esperti ceramisti in grado di rispondere anche ai quesiti più difficili. Gli ordini di materiale possono esserci inviati direttamente per telefono, per fax o per ai seguenti numeri: Tel.: 051/ Fax: 051/ Non solo la qualità delle materie prime impiegate influisce sulla bontà del lavoro, ma anche la perfetta conoscenza delle tecniche d'impiego dei materiali stessi. Nel nostro centro viene svolto annualmente un ampio programma di corsi, seminari ed incontri per il perfezionamento delle proprie conoscenze tecnico-professionali. Per ricevere il calendario completo degli eventi in progetto, basta telefonare al numero sotto evidenziato o scaricarlo direttamente dal nostro sito internet: Centro Corsi: 051/ Internet: Per domande sull'uso dei nostri prodotti, è a disposizione il servizio di assistenza odontotecnica ai seguenti numeri telefonici: 335/ oppure 051/ Informazioni aggiornate ed indicazioni d'uso complete relative ai prodotti Dentaurum sono disponibili consultando in nostro sito internet. Le informazioni possono anche essere scaricate entrando nell'apposita sezione di download. Data dell'informazione: 07/ Printed by Dentaurum Italia Italy 07/05 dentaurum france Dentaurum Italia S.p.a. Via degli Speziali, 142/144 Blocco 33 CENTERGROSS FUNO (BO) italia s.p.a. Tel.: 051/ españa Fax: 051/ s.a. belgium

La ceramica per tecnologia CAD/CAM

La ceramica per tecnologia CAD/CAM triceram su ossido di zirconio it su ossido di zirconio La ceramica per tecnologia CAD/CAM Informazioni prodotto e modalità d uso Egregio Cliente, scegliendo un prodotto Dentaurum ha deciso di orientarsi

Dettagli

dentceram LF it La ceramica a basso punto di cottura Informazione prodotto e modalità d'uso per la metallo-ceramica e la ceramica pressata

dentceram LF it La ceramica a basso punto di cottura Informazione prodotto e modalità d'uso per la metallo-ceramica e la ceramica pressata dentceram LF it La ceramica a basso punto di cottura Informazione prodotto e modalità d'uso per la metallo-ceramica e la ceramica pressata Egregio Cliente, scegliendo un prodotto Dentaurum ha deciso di

Dettagli

La sicurezza nelle grandi strutture su impianti

La sicurezza nelle grandi strutture su impianti La sicurezza nelle sovrastrutture su impianti è da sempre un aspetto fondamentale e di primaria importanza purché non venga compromessa l estetica e la funzionalità del lavoro. Il risultato estetico deve

Dettagli

FINOCERAM FINO. Qualità Premium a prezzi eccellenti 1. FINOCERAM IL SISTEMA. 2. Indicazioni e controindicazioni. 3. Leghe adatte

FINOCERAM FINO. Qualità Premium a prezzi eccellenti 1. FINOCERAM IL SISTEMA. 2. Indicazioni e controindicazioni. 3. Leghe adatte I FINO 1. FINOCERAM IL SISTEMA FINOCERAM è un assortimento di ceramica che con sole 69 masse singole offre tutte le possibilità per la realizzazione di ricostruzioni estetiche in ceramica. FINOCERAM è

Dettagli

Domande e risposte sulla metallo-ceramica

Domande e risposte sulla metallo-ceramica Presa del colore VITA Comunicazione del colore VITA Riproduzione del colore VITA Controllo del colore VITA Data 09.12 VITA shade, VITA made. 1. Mancata unione di due strati di ceramica 4 2. Distacchi

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO CERAMICA CREATION IN OSSIDO DI ALLUMINIO

ISTRUZIONI PER L USO CERAMICA CREATION IN OSSIDO DI ALLUMINIO CREATION WILLI GELLER INTERNATIONAL SIMPLY BRILLIANT ISTRUZIONI PER L USO CERAMICA CREATION IN OSSIDO DI ALLUMINIO Willi Geller, Oral Design Zurigo AV 1 INDICE Introduzione 3 Armatura/Shade Liner 4 Cottura

Dettagli

Colore Quantità REF V 1. marrone 100 pezzi 132 206 00

Colore Quantità REF V 1. marrone 100 pezzi 132 206 00 orone e ponti ccessori V 1 V2 V 3 V 4 V 5 V 6 V 1 marrone 100 pezzi 132 201 00 marrone 100 pezzi 132 202 00 V 3 marrone 100 pezzi 132 203 00 V 4 marrone 100 pezzi 132 204 00 V 5 marrone 100 pezzi 132 205

Dettagli

Perfetto per i denti l aspetto la tecnica ESTETICA + AFFIDABILITA

Perfetto per i denti l aspetto la tecnica ESTETICA + AFFIDABILITA Perfetto per i denti l aspetto la tecnica ESTETICA + AFFIDABILITA LA CERAMICA DI RIVESTIMENTO PER STRUTTURE IN ZIRCONIO INSPIRATIONzirkon è una ceramica di rivestimento priva di leucite, le componenti

Dettagli

Heraenium Pw Istruzioni per l uso A norma DIN EN ISO 9693 e tipo 5 a norma DIN EN ISO 22674 Heraenium Pw è una lega a base di cromo-cobalto per la

Heraenium Pw Istruzioni per l uso A norma DIN EN ISO 9693 e tipo 5 a norma DIN EN ISO 22674 Heraenium Pw è una lega a base di cromo-cobalto per la Heraenium Pw Istruzioni per l uso A norma DIN EN ISO 9693 e tipo 5 a norma DIN EN ISO 22674 Heraenium Pw è una lega a base di cromo-cobalto per la realizzazione di corone e ponti con rivestimento in ceramica

Dettagli

RAP ID MA N UF A CT UR ING

RAP ID MA N UF A CT UR ING ISTRUZIONI PER LA PREPARAZIONE DI SOTTOSTRUTTURE METALLICHE IN LEGA DI COBALTO CROMO (SP2) PER PROTESI IN METALLO-CERAMICA PRODOTTE MEDIANTE FUSIONE LASER SELETTIVA Per l illustrazione del procedimento

Dettagli

Heraenium P. Istruzioni per l uso

Heraenium P. Istruzioni per l uso Heraenium P Istruzioni per l uso A norma DIN EN ISO 9693 e tipo 5 a norma DIN EN ISO 22674 Heraenium P è una lega a base di cromo-cobalto per la realizzazione di corone e ponti con rivestimento in ceramica

Dettagli

ICE ZIRKON CERAMICA. Con amore verso la perfezione ITALIANO

ICE ZIRKON CERAMICA. Con amore verso la perfezione ITALIANO ICE ZIRKON CERAMICA Con amore verso la perfezione ITALIANO Con amore verso la perfezione La perfezione nell imitazione di un modello naturale rappresenta sempre una grande, avvincente sfida. Richiede talento,

Dettagli

Presso-fusione con fonditrice ad alta frequenza...47 Fusione ad alta frequenza con centrifuga...47 Fusione a cannello... 47-48

Presso-fusione con fonditrice ad alta frequenza...47 Fusione ad alta frequenza con centrifuga...47 Fusione a cannello... 47-48 Indice Avvertenze d'uso generale....44 Modellazione...44 Preparazione del canale di fusione...45 Quantità di metallo necessario...45 Messa in rivestimento...45 Ceratura e preriscaldo...46 Fusione e colata...46

Dettagli

Gingiva Solution SR Nexco

Gingiva Solution SR Nexco Gingiva Solution SR Nexco Premessa 5 Design della struttura 6 Rivestimento estetico dentale 8 Rivestimento gengivale 10 Applicazione dell Opaquer 12 Applicazione della base gengiva 14 Mucosa mobile 16

Dettagli

orthocryl it Lo straordinario sistema di resine ortodontiche

orthocryl it Lo straordinario sistema di resine ortodontiche orthocryl it Lo straordinario sistema di resine ortodontiche NOVITÀ! La versatilità dei forti contrasti. A volte i colori non servono La nuova resina Orthocryl black & white Con Orthocryl black & white

Dettagli

PRESS PROTESI FISSA / PONTI E CORONE. Matchmaker Press Ceramic System. Prodotti per il Laboratorio. Ceramica pressabile.

PRESS PROTESI FISSA / PONTI E CORONE. Matchmaker Press Ceramic System. Prodotti per il Laboratorio. Ceramica pressabile. Ceramica pressabile PRESS Matchmaker Press Ceramic System Il sistema Matchmaker Press Ceramic consente la creazione di corone, intarsi, onlay e faccette in ceramica integrale dall aspetto vitale e di grande

Dettagli

Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio

Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio Istruzioni d uso HeraCeram LiSi 2 per la stratificazione del Disilicato di Litio 1 ISTRUZIONI D USO PER DISILICATO DI LITIO HeraCeram LiSi 2 - Per restauri protesici su Disilicato di Litio HeraCeram LiSi

Dettagli

Perfetto per i denti l aspetto la tecnica

Perfetto per i denti l aspetto la tecnica Per le tradizionali leghe per ceramica Perfetto per i denti l aspetto la tecnica La metalloceramica INSPIRATION è una vetroceramica leucitica sintetica, bifasica, a base di silicato di alluminio. Le caratteristiche

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

remanium ponti & corone it remanium Leghe non preziose per ponti e corone Modalitàd uso

remanium ponti & corone it remanium Leghe non preziose per ponti e corone Modalitàd uso remanium ponti & corone it remanium Leghe non preziose per ponti e corone Modalitàd uso Egregio Cliente La ringraziamo per aver scelto un prodotto Dentaurum di qualità. Le consigliamo di leggere e di seguire

Dettagli

La ceratura nella protesi fissa Friedrich Jetter Christian Pilz

La ceratura nella protesi fissa Friedrich Jetter Christian Pilz La ceratura nella protesi fissa Friedrich Jetter Christian Pilz HI-LUX LABORATORIO ODONTOTECNICO di Martello Francesco Via Modena, 191/A 44122 Ferrara Italy Tel 0532771296 Cell 3483919876 www.hiluxsoluzionidentali.it

Dettagli

TECNICA. www.odontotecnicamadeinitaly.it. www.siced.info. Fig. 4 Ceramica bianca training 1 Fig. 5 Ceramica bianca training 2

TECNICA. www.odontotecnicamadeinitaly.it. www.siced.info. Fig. 4 Ceramica bianca training 1 Fig. 5 Ceramica bianca training 2 www.siced.info TECNICA Fig. 4 Ceramica bianca training 1 Fig. 5 Ceramica bianca training 2 Fig. 6 Ceramica bianca training 3 Fig. 7 Ceramica dopo rifinitura Fig. 8 Ceramica dopo lucidatura le impiegato

Dettagli

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Autore_Ian E. Shuman, USA _Web Article Questo articolo è presente sul sito www.dental-tribune.com _La possibilità di creare restauri diretti

Dettagli

Guida alle indicazioni cliniche

Guida alle indicazioni cliniche IT Guida alle indicazioni cliniche Multi-indicazioni, estetico, sicuro. Un sistema Tutte le opzioni di utilizzo Tecnica della monostratificazione Ricopertura estetica parziale Ricopertura estetica totale

Dettagli

Istruzioni per l uso di Interaction Antagon

Istruzioni per l uso di Interaction Antagon interaction Istruzioni per l uso di Interaction Antagon Indicazioni Interaction Antagon ceramic è una ceramica da rivestimento ad alto punto di fusione per corone e ponti realizzati in leghe dentali con

Dettagli

Rappresentazione schematica dei processi di sinterizzazione

Rappresentazione schematica dei processi di sinterizzazione Pagina 1 di 6 Cialde di biossido di zirconio, stabilizzate con ittrio, pre-sinterizzate Valido per tutte le varianti, geometrie e colorazioni I parametri di cottura elencati sono solo raccomandazioni indicative.

Dettagli

Istruzioni per l uso. Indicazioni nel settore anteriore e posteriore. Controindicazioni. Descrizione del prodotto. Avvertenze. Misure precauzionali

Istruzioni per l uso. Indicazioni nel settore anteriore e posteriore. Controindicazioni. Descrizione del prodotto. Avvertenze. Misure precauzionali CAD/CAM Descrizione del prodotto e istruzioni per l uso Cercon base disk 98, Cercon base light disk 98, Cercon base medium disk 98, Cercon base colored disk 98, Cercon ht disk 98, Cercon ht light disk

Dettagli

L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in

L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in L' argomento estetica è sempre difficile; qualsiasi giudizio venga espresso è opinabile in quanto soggettvo; la mia personale esperienza, maturata in tal senso. mi porta ad affermare che non esistono sostanziali

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO PRESSOCERAMICA CREATION

ISTRUZIONI PER L USO PRESSOCERAMICA CREATION CREATION WILLI GELLER INTERNATIONAL SIMPLY BRILLIANT ISTRUZIONI PER L USO PRESSOCERAMICA CREATION Bertrand Thiévent CP 1 INDICE Introduzione 3-4 Preparazione del dente 5 Modellazione in cera (wax-up) 6

Dettagli

Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo

Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo Relazione di scienza dei materiali dentali Laboratorio Odo Scanu Giovanni Antonio V a Odontotecnico A.s. 2011\12 Prof. Sciolla - Fiori Realizzazione di un dispositivo protesico in metallo resina Obiettivo:

Dettagli

Guida Step by Step per il sistema PalaVeneer Più spazio per la perfezione.

Guida Step by Step per il sistema PalaVeneer Più spazio per la perfezione. Guida Step by Step per il sistema PalaVeneer Più spazio per la perfezione. Indice 01 PalaVeneer - il sistema 04 02 Pala Mix & Match - tabella di combinazione 06 02 Pala - Tecnologie innovative per denti

Dettagli

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w NNKOMNM áå`çêáë=km fëíêìòáçåá=çdìëç fí~äá~åç Indice Sirona Dental Systems GmbH Indice 1 Dati tecnici... 3 2 Indicazioni per la lavorazione... 4 2.1 Lavorazione... 4 2.2 Rivestimento...

Dettagli

Guida breve per Zirox

Guida breve per Zirox Guida breve per Zirox Aggiunta alle istruzioni di lavoro ZIROX (Datato 0/07) - 03 Technische Hotline +9 60 07 / 9 76-222 www.wieland-dental.com Lavorare con ZrO 2 e Zirox Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

Dott. Carlo Bianchessi & Odt. Giuseppe Lucente Le restaurazioni provvisiorie

Dott. Carlo Bianchessi & Odt. Giuseppe Lucente Le restaurazioni provvisiorie Dott. Carlo Bianchessi & Odt. Giuseppe Lucente Le restaurazioni provvisiorie Se fino a poco tempo fa il provvisorio era un dispositivo che doveva solo proteggere i pilastri in attesa del definitivo, nei

Dettagli

Ceramill ZOLID Agosto 2011

Ceramill ZOLID Agosto 2011 Ceramill ZOLID Agosto 2011 Sistema Ceramill ZOLID La soluzione per la realizzazione di ricostruzioni monolitiche di zirconio con funzione di protezione del paziente 2 Sistema Ceramill ZOLID DFP Protesica

Dettagli

Informazioni per il paziente. in ceramica

Informazioni per il paziente. in ceramica Informazioni per il paziente Protesi dentale integralmente in ceramica Il materiale ossido di zirconio n Ossido di zirconio L ossido di zirconio è una ceramica ad elevate prestazioni che trova applicazione,

Dettagli

CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI

CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI CEMENTI PROVVISORI & DEFINITIVI Cementi provvisori e definitivi La ricerca e lo sviluppo, uniti all impegno nel migliorare costantemente i prodotti hanno permesso la formulazione dei cementi provvisori

Dettagli

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso

Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso Assenza di carie Completamento di tutti i lavori di restauro necessari Assenza di patologie all ATM Assenza di malattie parodontali in corso La presa di una buona impronta è fondamentale perché gli allineatori

Dettagli

La ceramica del sistema

La ceramica del sistema A06.14/D06.14 I valori di durezza della ceramica PLATINA m corrispondono a quelli dello smalto del dente e garantiscono quindi un normale comportamento all abrasione. Utilizzando leghe universali per ceramica

Dettagli

Metallo-ceramica. Manuale tecnico. Moncone senza spalla preformata

Metallo-ceramica. Manuale tecnico. Moncone senza spalla preformata IT Metallo-ceramica Manuale tecnico Moncone senza spalla preformata Protesizzazione provvisoria con cuffia in policarbonato.0mm 5.0mm 6.5mm.0 x 6.5 5.0 x 6.5 6.5 x 6.5 1 SCELTA DELLA CUFFIA IN POLICARBONATO

Dettagli

CARMEN Aspetti di una nuova metallo-ceramica Dr. Ing. J.Lindigkeit

CARMEN Aspetti di una nuova metallo-ceramica Dr. Ing. J.Lindigkeit CARMEN Aspetti di una nuova metallo-ceramica Dr. Ing. J.Lindigkeit Via degli Speziali, 142/144 CENTERGROSS - 40050 FUNO (Bologna) Tel. : 051/86.25.80 - Fax : 051/86.32.91 www.dentaurum.it - info@dentaurum.it

Dettagli

Istruzione d uso. Zenostar Art Module Focus Zenostar Art Module Complete Zenostar Art Stains 3D (add-on) Istruzione d uso stato marzo 2013

Istruzione d uso. Zenostar Art Module Focus Zenostar Art Module Complete Zenostar Art Stains 3D (add-on) Istruzione d uso stato marzo 2013 Istruzione d uso Zenostar Art Module Focus Zenostar Art Module Complete Zenostar Art Stains 3D (add-on) VOLLANATOMIE 0483 Istruzione d uso stato marzo 2013 FULL CONTOUR www.zenostar.de Indice Modulo Zenostar

Dettagli

Duceram Keep it simple and safe.

Duceram Keep it simple and safe. Duceram Kiss Descrizione del prodotto e istruzioni per l uso della ceramica da rivestimento Duceram Kiss. Duceram Keep it simple and safe. 2 0124 Osservazioni generali su Duceram Kiss Indicazioni: Duceram

Dettagli

Resine ortodontiche. Assortimento Orthocryl rosa-trasparente. Assortimento Orthocryl. trasparente. Orthocryl. Assortimento Orthocryl.

Resine ortodontiche. Assortimento Orthocryl rosa-trasparente. Assortimento Orthocryl. trasparente. Orthocryl. Assortimento Orthocryl. 161-911-00 1 assortimento 161-912-00 1 assortimento 160-501-00 200 g + 100 ml Assortimento Orthocryl rosa-trasparente Composto da: 1 kg polvere (polimero) Orthocryl neutra REF 160-112-00 500 ml liquido

Dettagli

Ceramica pressata IMAGINE h.e. Pressata fresca! Istruzioni d uso edizione febbraio 2011. www.wieland-dental.de

Ceramica pressata IMAGINE h.e. Pressata fresca! Istruzioni d uso edizione febbraio 2011. www.wieland-dental.de D E N T A L Ceramica pressata IMAGINE h.e. Pressata fresca! Istruzioni d uso edizione febbraio 2011 www.wieland-dental.de Restauri in ceramica integrale con bioestetica naturescente Molti pazienti desiderano

Dettagli

Guida delle indicazioni

Guida delle indicazioni IT Guida delle indicazioni La FORTE alternativa al disilicato di litio. La FORTE alternativa al disilicato di litio Ceramill Zolid FX Classic è un ossido di zirconio super-altamente translucente (SHT)

Dettagli

Dimensioni illimitate...

Dimensioni illimitate... Dimensioni illimitate... Dimensioni illimitate... Vincere ogni sfida estetica WIELAND rende le ceramiche da rivestimento digitalmente compatibili. Anche ceramiche riuscite e d ottima qualità estetica possono

Dettagli

Ufi Gel SC / P Ufi Gel hard / C. applicazione

Ufi Gel SC / P Ufi Gel hard / C. applicazione Ufi Gel SC / P Ufi Gel hard / C Il sistema di ribasatura per ogni tipo di applicazione Il sistema di ribasatura per ogni tipo di applicazione L atrofia dell osso mascellare dovuta all età, la perdita di

Dettagli

IL LIFTING DEL SORRISO MEDIANTE LE FACCETTE

IL LIFTING DEL SORRISO MEDIANTE LE FACCETTE IL LIFTING DEL SORRISO MEDIANTE LE FACCETTE Giorgio Tessore Scopo dell odontoiatria restaurativa dei settori anteriori è quello di ridare il sorriso e la voglia di sorridere a coloro che, per traumi, restauri

Dettagli

ARTICOLO SPECIFICO: MAMMA LUCA

ARTICOLO SPECIFICO: MAMMA LUCA 1 ARTICOLO SPECIFICO: MAMMA LUCA Saga Zirkonia - Racconti dal mondo Zirkonzahn Aldo Zilio Il PRETTAU Bridge è un ponte in zirconio integrale per la ricostruzione implantare - garantito senza chipping (scheggiatura).

Dettagli

DURAFILL. Istruzioni per l uso

DURAFILL. Istruzioni per l uso DURAFILL VS Istruzioni per l uso DURAFILL VS Istruzioni per l uso Composito a microelementi polimerizzabile a luce visibile per otturazioni dei denti frontali DURAFILL VS è una materia sintetica per l

Dettagli

UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE

UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE UNA NUOVA DIMENSIONE DI COLORE LA NUOVA DIMENSIONE DELLA RESINA ACRILICA In scala colori A1-D4. Tutti i 16 colori della scala più conosciuta per la protesi fissa. Ma anche tutte le componenti di colore

Dettagli

Vintage Art Stain ceramici fluorescenti

Vintage Art Stain ceramici fluorescenti Vintage Art Stain ceramici fluorescenti Istruzioni per l uso Introduzione Gli stain ceramici fl uorescenti VINTAGE Art sono progettati per realizzare modifi che interne ed esterne delle gradazioni di colore

Dettagli

VINTAGE Art LF ISTRUZIONI PER L USO

VINTAGE Art LF ISTRUZIONI PER L USO VINTAGE Art LF ISTRUZIONI PER L USO Introduzione Grazie per aver acquistato i nostri stain ceramici VINTAGE Art LF. Legga attentamente il presente manuale prima dell uso per poter trarre il massimo vantaggio

Dettagli

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio COO EE Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio La differenza che ci si aspetta Reparto dentale 3M Italia S.p.A. via S. Bovio, 3 20090 Segrate - MI Tel. 02 70352419 - Fax 02 70352061 www.3mespe.com

Dettagli

delightfully different! Resina ortodontica fotopolimerizzabile

delightfully different! Resina ortodontica fotopolimerizzabile IT delightfully different! Resina ortodontica fotopolimerizzabile 2 Orthocryl LC, è una nuova e moderna resina dal valore aggiunto: fotopolimerizzabile, permette un ampio risparmio di tempo ed è incredibilmente

Dettagli

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita:

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita: Premessa:; le caratteristiche meccaniche e chimiche dei componenti vengono raggiunti dopo la sinterizzazione (rif.: curva di cottura); qualsiasi lavorazione meccanica diversa da quella suggerita nel Manuale

Dettagli

Modulo Abutment per Ceramill Mind

Modulo Abutment per Ceramill Mind Modulo Abutment per Ceramill Mind IT 2 by Oral Design Ulrich Werder by Knut Miller by Knut Miller by Oral Design Ulrich Werder Modulo per Abutment per Ceramill Mind Abutment indivuali e ponti avvitati

Dettagli

Il sistema Jeko: facile e veloce

Il sistema Jeko: facile e veloce Il sistema Jeko: facile e veloce KIT JEKO TOP 6 colori Cod. JKT-6000 6 JEKO Top (orange, yellow, light, red, clear, blue) - siringhe 4 g 1 Jeko shade guide, 1 piastra per miscelare 1 manuale d istruzione

Dettagli

her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione

her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite u1 Istruzioni d uso per la ceramica a pressione Edizione 05/2004 her730_hcpress_gba_i 17.11.2004 15:15 Uhr Seite 1 Indice 1. Campi d indicazioni 3 2. Assortimento

Dettagli

Paste fotoindurenti per caratterizzazioni cromatiche

Paste fotoindurenti per caratterizzazioni cromatiche Paste fotoindurenti per caratterizzazioni cromatiche Istruzioni d uso Introduzione Grazie per aver acquistato LITE ART. Per un utilizzo corretto del prodotto la invitiamo a leggere attentamente queste

Dettagli

ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA

ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA Accademia Belle Arti di Venezia TESI FINALE PAS C130 (Percorsi Abilitanti Speciali) ESTETICA E FUNZIONALITA NELLA PROTESI IN ORO RESINA di Benedetta Gentilucci SCENARIO Istituto Professionale di Stato

Dettagli

ZIRCONIA PRETTAU. Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO

ZIRCONIA PRETTAU. Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO ZIRCONIA PRETTAU Elaborazione e infiltrazione della zirconia Prettau ITALIANO Stimati Colleghi, Nella cerchia degli esperti odontotecnici viene posta continuamente la domanda se si possano realizzare restauri

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

24 / 36 / 13 : 24 / 36 / D

24 / 36 / 13 : 24 / 36 / D Via Oberdan, 7 20059 Vimercate (MI) Tel.: +39 039 6612297 Fax : +39 039 6612297 E-mail: info@fiortech.com Partita IVA: 02916370139 La colla trasparente multiuso per le applicazioni più svariate Sito web:

Dettagli

L estetica dentale è oggi un esigenza fondamentale per chi

L estetica dentale è oggi un esigenza fondamentale per chi dental dialogue www.colloquium-dental.com Integrazione orale Luci e ombre Maurizio Rostello L estetica dentale è oggi un esigenza fondamentale per chi vuole apparire e relazionarsi con le altre persone.

Dettagli

BLANK PER SISTEMI CAD CAM

BLANK PER SISTEMI CAD CAM Novità 2015 BLANK DENTAG - ITALIA SRL BLANK PER SISTEMI CAD CAM IN OSSIDO DI ZIRCONIO COLORATO E TRASLUCENTE Ossido di zirconio (3Y-TZP-A) - Processi innovativi di produzione per strutture in zirconio

Dettagli

Vivodent S PE. Tabella forme denti. La scelta decisiva per soddisfare le tue esigenze. SR Vivodent S PE SR Orthotyp S PE

Vivodent S PE. Tabella forme denti. La scelta decisiva per soddisfare le tue esigenze. SR Vivodent S PE SR Orthotyp S PE Vivodent S PE La scelta decisiva per soddisfare le tue esigenze Tabella forme denti Vivodent S PE Orthotyp S PE 41.3 7.7 41.8 7.9 A22 A44 9.6 A11 9.3 SMALL Vivodent S PE 41.6 7.9 Orthotyp S PE 31.7 A3

Dettagli

Proviso La naturalezza di un provvisorio

Proviso La naturalezza di un provvisorio Proviso La naturalezza di un provvisorio Resina auto polimerizzante per provvisori su base MMA per la realizzazione tecnica di ponti e corone con tempi di indurimento ridotti. Stabile nel colore e resistente

Dettagli

Allinone... Incredibile? Ma vero!

Allinone... Incredibile? Ma vero! Allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis Foto: Dr. Thano Kristallis Eclipse radica, il nuovo composito per ponti e corone provvisori, offre un incredibile combinazione di eccellenti

Dettagli

Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta.

Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta. Dental Chemistry Specialist for over 70 years Quando è per sempre deve essere una convivenza perfetta. Silicone per Rilevare Punti di Frizione o di Pressione in Protesi Fissa e Mobile Pratico, facile,

Dettagli

VITA CAD-Waxx for inlab Istruzioni di impiego

VITA CAD-Waxx for inlab Istruzioni di impiego Istruzioni di impiego Presa del colore VITA Comunicazione del colore VITA Riproduzione del colore VITA Controllo del colore VITA Data: 07.09 Blocchetti in poliacrilato, calcinabile senza residui, per le

Dettagli

Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima

Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima Una semplice esplorazione dei materiali e.max per l esecuzione di faccette estetiche a preparazione minima Jessica Birrell Per questo caso clinico particolare sono state realizzate faccette estetiche a

Dettagli

Manipolazione e stoccaggio

Manipolazione e stoccaggio Manipolazione e stoccaggio Conservare nella confezione originale a temperatura ambiente. Non esporre a luce solare diretta, temperature eccessive, contaminazioni e fonti d ignizione. Vita utile del prodotto

Dettagli

Lavorabilità definizioni

Lavorabilità definizioni Calcestruzzo fresco Lavorabilità definizioni attitudine di un calcestruzzo ad essere impastato, trasportato, posto in opera, compattato e rifinito senza che si verifichino segregazioni caratteristica che

Dettagli

Estetica in bianco e rosso...

Estetica in bianco e rosso... Estetica in bianco e rosso... Composito microceramico fotopolimerizzabile GUM Composito fotopolimerizzabile per gengive Restauri estetici in bianco e rosso in perfetta armonia per un sorriso perfetto!

Dettagli

Soluzioni per cementazione. RelyX Unicem 2 Automix Cemento composito autoadesivo. Semplicità potenziata dalle prestazioni

Soluzioni per cementazione. RelyX Unicem 2 Automix Cemento composito autoadesivo. Semplicità potenziata dalle prestazioni Soluzioni per cementazione RelyX Unicem 2 Automix Cemento composito autoadesivo Semplicità potenziata dalle prestazioni RelyX Unicem 2 Automix Cemento: l ultima generazione di un prodotto n. 1 Grazie della

Dettagli

visio.lign Scegliere la precisione della forma è la giusta direzione per ottenere il miglior risultato

visio.lign Scegliere la precisione della forma è la giusta direzione per ottenere il miglior risultato visio.lign visio.lign Scegliere la precisione della forma è la giusta direzione per ottenere il miglior risultato Nuovo design con una tessitura superficiale dalle caratteristiche estremamente naturali.

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO METALLOCERAMICA CREATION A BASSO PUNTO DI FUSIONE

ISTRUZIONI PER L USO METALLOCERAMICA CREATION A BASSO PUNTO DI FUSIONE CREATION WILLI GELLER INTERNATIONAL SIMPLY BRILLIANT ISTRUZIONI PER L USO METALLOCERAMICA CREATION A BASSO PUNTO DI FUSIONE Willi Geller, Oral Design Zurigo LF 1 INDICE Armatura 3 Crea Alloy Bond 4 1.

Dettagli

Passato Futuro Lanfranco Santocchi La nuova tecnologia si affaccia con prepotenza nel mondo

Passato Futuro Lanfranco Santocchi La nuova tecnologia si affaccia con prepotenza nel mondo www.colloquiumdental.com Passato Futuro Lanfranco Santocchi La nuova tecnologia si affaccia con prepotenza nel mondo odontotecnico, le sistematiche Cad/Cam stanno contribuendo enormemente allo sviluppo

Dettagli

ITALIANO 100% BIANCO. Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità

ITALIANO 100% BIANCO. Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità ITALIANO 100% BIANCO Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità 100% BIANCO Lo zirconio è il minerale più antico e più abbondantemente presente nella crosta terrestre. Da questo elemento si ricava

Dettagli

Instruzioni d uso HeraCeram Ceramica ad alto punto di fusione per tutte le leghe ceramizzabili

Instruzioni d uso HeraCeram Ceramica ad alto punto di fusione per tutte le leghe ceramizzabili Instruzioni d uso HeraCeram Ceramica ad alto punto di fusione per tutte le leghe ceramizzabili HeraCeram Zirkonia Ceramica per il rivestimento estetico di strutture in ossido di zirconio Indice 1. Introduzione

Dettagli

0476 (ente certificatore)

0476 (ente certificatore) PRODUTTORE Il produttore degli articoli DB+ e DB+LUX è: Bettini spa Via Industriale 11 23084 Monte Marenzo (LC) MARCATURA CE 0476 (ente certificatore) IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Manufatti in ceramica

Dettagli

Polimerizzazione Duale A Rilascio di Fluoruro Idrofilo Radiopaco Autoadesivo Automordenzante sulla Dentina

Polimerizzazione Duale A Rilascio di Fluoruro Idrofilo Radiopaco Autoadesivo Automordenzante sulla Dentina PULPDENT Embrace WetBond SPEE-DEE Build-Up Polimerizzazione Duale A Rilascio di Fluoruro Idrofilo Radiopaco Autoadesivo Automordenzante sulla Dentina DESCRIZIONE DEL PRODOTTO SPEE-DEE Build-Up è un materiale

Dettagli

Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico. Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali

Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico. Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali dental dialogue www.teamwork-media.com Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali Maurizio Rostello Introduzione Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Istruzioni di preparazione ZENOTEC

Istruzioni di preparazione ZENOTEC Istruzioni di preparazione ZENOTEC Il materiale e indicazioni Estetica eccellente con ossido di zirconio della Wieland Da oltre dieci anni l ossido di zirconio si è affermato in odontoiatria come materiale

Dettagli

Guida alle miscele personalizzate Color Powder

Guida alle miscele personalizzate Color Powder Guida alle miscele personalizzate Color Powder PerfctClr_CstmBlndgGuid.indd 1 2/14/08 3:08:29 PM MISCELA PERSONALIZZATA. SEMPRE BELLA. Neutri. Trasparenti. Vivaci. Una palette perfetta di singoli colori

Dettagli

Lava. Crowns & Bridges in ossido di zirconio. L innovazione tecnologica per la cosmesi dentale

Lava. Crowns & Bridges in ossido di zirconio. L innovazione tecnologica per la cosmesi dentale Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio L innovazione tecnologica per la cosmesi dentale Desidera restauri bianchi e luminosi, resistenti, totalmente biocompatibili e privi di metallo? pag 03 Il desiderio

Dettagli

Uso residenziale e uso pubblico. Ambienti con umidità permanente e contatto diretto con l'acqua. Non usare in piscine.

Uso residenziale e uso pubblico. Ambienti con umidità permanente e contatto diretto con l'acqua. Non usare in piscine. Scheda tecnica pro-sanit Profilato concavo da collocare nel punto d'incontro tra pareti e pavimenti o tra rivestimenti e vasche da bagno, piatti doccia o altri elementi da bagno. Sostituisce il tradizionale

Dettagli

Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA

Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA Procedura operativa N PONTE METALLO CERAMICA DATA ATTIVAZIONE / / DATA REVISIONE / / DATA REVISIONE / / DATA REVISIONE / / Fase 001 Ricevimento impronta Fase 002 Lavaggio impronte o modelli Materiale:

Dettagli

L ossido di zirconio in pratica

L ossido di zirconio in pratica IT L ossido di zirconio in pratica Massima naturalezza, estetica e compatibilità Falko Noack, R&D Amann Girrbach Oral Design Bodensee Falko Noack, R&D Amann Girrbach L ossido di zirconio La ceramica per

Dettagli

Sistema di rivestimento estetico

Sistema di rivestimento estetico Sistema di rivestimento estetico Nuovi prodotti Protesica implantare Protesi prive di metalli Ponti e corone Dal setup alla protesi definitiva Il materiale di completamento crea.lign ed i modificatori

Dettagli

Ricette per Splendidi Sorrisi

Ricette per Splendidi Sorrisi Ricette per Splendidi Sorrisi Le ricette La collaborazione ideale 3M ESPE è leader nella conservativa grazie a tecnologie sempre all avanguardia. Grazie al costante dialogo con i professionisti nel campo

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

a cura di Massimo Reboldi MATERIALI PER UTENSILI

a cura di Massimo Reboldi MATERIALI PER UTENSILI MATERIALI PER UTENSILI Gli utensili 2 Il comportamento di un utensile influenza in maniera determinante la: Qualità del prodotto finito; Costo parti lavorate; Gli utensili 3 Nelle due principali fasi devono

Dettagli

Duceram Kiss. Descrizione del prodotto e istruzioni per l uso

Duceram Kiss. Descrizione del prodotto e istruzioni per l uso Ceramica da rivestimento ad alto punto di fusione per corone e ponti realizzati in leghe dentali con coefficiente di dilatazione termica (CET) nel range 13,8 15,4 µm/m K (25 600 C). Descrizione del prodotto

Dettagli

Il caso. Neo: il CAD/CAM che fa... tutto di Gaetano Quaranta Responsabile Education Center Daniele Venturini. La scansione

Il caso. Neo: il CAD/CAM che fa... tutto di Gaetano Quaranta Responsabile Education Center Daniele Venturini. La scansione Il caso sistematica sostituisce interamente il lavoro di un operatore permettendo di fare eseguire alla macchina quanto prodotto da un dipendente o dal titolare. Colare il modello e poi poter subito lavorare

Dettagli

Creativ 7c04. Tecniche con intonachino di calce ad effetto calcestruzzo a vista Marmor-Feinputztechnik Sichtbetonoptik

Creativ 7c04. Tecniche con intonachino di calce ad effetto calcestruzzo a vista Marmor-Feinputztechnik Sichtbetonoptik Tecniche con intonachino di calce ad effetto calcestruzzo a vista Marmor-Feinputztechnik Sichtbetonoptik con Creativ Sentimento 78 per superfici lisce personalizzate con leggera lucentezza L'illustrazione

Dettagli

pro-t Scheda tecnica Applicazioni consigliate: Materiali Supporti Caratteristiche

pro-t Scheda tecnica Applicazioni consigliate: Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica pro-t Profilato di transizione tra pavimenti. Lamina di metallo a forma di T che si inserisce nel giunto di separazione di due pavimenti diversi e consente di coprire leggere differenze

Dettagli