- UNI Prelievo in cantiere di calcestruzzo fresco e controllo del dosaggio di cemento.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- UNI 6128.72 - Prelievo in cantiere di calcestruzzo fresco e controllo del dosaggio di cemento."

Transcript

1 CONGLOMERATI CEMENTIZI CONGLOMERATI CEMENTIZI INDURITI Prova di resistenza a compressione semplice - UNI EN 12390/ Prova di compressione su blocco forato di calcestruzzo - UNI 8942/ Prova di resistenza a trazione indiretta (Brasiliana) su campioni cubici o cilindrici - UNI (norma ritirata) Prova di resistenza a trazione diretta - UNI (norma ritirata) Prova di resistenza a flessione su travetti - UNI EN 12390/ Determinazione modulo elastico - UNI Determinazione modulo elastico dinamico - UNI Gelivita'su cubi o prismi di cls con 10 cicli di 24 ore ciascuno - UNI Gelivita'su cubi o prismi di cls con 20 cicli di 24 ore ciascuno - UNI Gelivita'su cubi o prismi di cls con 40 cicli di 24 ore ciascuno - UNI Scasseratura da cubiera

2 Determinazione della permeabilita'su campione di conglomerato cementizio o di malta cementizia - DIN 1048/1 - Preparazione del campione di conglomerato cementizio o di malta cementizia per la prova di permeabilita' Determinazione della permeabilita' su campione di conglomerato cementizio con il metodo ARREDI, per pressione indicata, compresa preparazione del provino Determinazione della permeabilità - per ciascun valore della pressione indicata Determinazione dell'assorbimento d'acqua alla pressione atmosferica - UNI Determinazione della profondità di penetrazione dell acqua sotto pressione - UNI 1390/ Determinazione ph Determinazione cloruri Determinazione della massa volumica - UNI EN /02 - Analisi chimica per la determinazione del contenuto di cemento nel calcestruzzo indurito (Metodo Florentin)

3 - UNI (norma ritirata) Spianatura con rettifica meccanica di campione cubico o cilindrico Spianatura di carota prelevata da calcestruzzo indurito mediante cappaggio con miscela di zolfo, secondo ASTM 617 a seguito di taglio con sega a disco diamantato - UNI Ricavo di cubi da blocco informe di calcestruzzo indurito, compresa la rettifica meccanica Estrazione di carote da calcestruzzo indurito - impianto di cantiere - - UNI EN 12504/ Estrazione di carote da calcestruzzo indurito con diametro fino a 60 mm. - UNI EN 12504/ Estrazione di carote da calcestruzzo indurito con diametro superiore a 60 mm. fino a 100 mm. - UNI EN 12504/ Estrazione di carote da calcestruzzo indurito con diametro superiore a 100 mm. Fino a 150 mm. - UNI EN 12504/ Determinazione strato di carbonatazione su carota di conglomerato cementizio - UNI Prova di usura mediante tribometro

4 - CNR.BU I Determinazione fibre aciculari in campione di conglomerato cementizio CLS FRESCHI E MISTI CEMENTATI Stagionatura di provini in banco climatizzato ad umidita' e temperatura costante, per un massimo di 28gg. Maturazione accelerata di campioni di calcestruzzo - UNI Determinazione volumetrica del contenuto d'aria - UNI Determinazione della massa volumica - UNI 6394/ UNI EN /01 - Determinazione dell'abbassamento al cono di Abrams - UNI EN 12350/ UNI EN 12350/2.01 Determinazione dei tempi di inizio e fine presa - UNI EN 196/ Determinazione del ritiro idraulico su campione di conglomerato cementizio fresco - UNI con inerte fino a 30 mm. Determinazione del ritiro idraulico su campione di conglomerato cementizio fresco - UNI con inerte oltre 30 mm.

5 Determinazione della quantità di acqua essudata - UNI Determinazione della consistenza con tavola a scosse - UNI EN 12350/ Determinazione dell'espansione contrastata su campione di conglomerato cementizio - UNI SPERIMENTALE UNI 8148 FA /83 - Prova di adesione di betoncino al calcestruzzo, comprensivo della confezione dei provini di supporto - NORMA SOC. AUTOSTRADE - Prelievo in cantiere di calcestruzzo fresco per confezione di provini - UNI Prelievo in cantiere di calcestruzzo fresco per confezione di provini - UNI Prelievo in cantiere di calcestruzzo fresco e controllo del dosaggio di cemento. Confezione di provini cubici e maturazione in camera climatica, escluso il materiale e la setacciatura, in numero massimo di 6 - UNI Confezione di provini cubici e maturazione in camera climatica - UNI Progetto di un conglomerato cementizio Progetto di un conglomerato cementizio per costruzioni idrauliche

6 BLOCCHI FORATI DI CLS Determinazione della percentuale di foratura - UNI 8942/ Prova di resistenza a compressione, compresa la preparazione del provino - UNI 8942/ Prova di resistenza a compressione in direzione dei carichi verticali, compresa la preparazione dei provini - UNI 8942/ per serie di 30 elementi Prova di resistenza a compressione per la determinazione della resistenza caratteristica, sia nella direzione dei carichi verticali che nella direzione ortogonale ai carichi verticali nel piano della muratura, compreso la preparazione dei provini - UNI 8942/ Prova di resistenza a compressione su blocchi che possono essere posti in opera sia a fori verticali che orizzontali - UNI 8942/ per serie di 90 elementi LEGANTI IDRAULICI Determinazione della finezza di macinazione - UNI EN 196/ Determinazione della indeformabilita' (pinze Le Chatelier)

7 - UNI EN 196/ GU N.180/ Determinazione della quantità di acqua per la pasta normale - UNI EN 196/ Determinazione dei tempi di presa - UNI UNI EN 196/ Prova di resistenza a flessione e compressione, compresa la preparazione dei provini - DM DM EN 196/1.96 Determinazione del ritiro idraulico della malta plastica - UNI Determinazione del contenuto d'aria della malta plastica - EN 196/ GU N.180/ UNI Determinazione del peso specifico - UNI DM Determinazione della perdita al fuoco - UNI EN 196/ GU N.180/ Determinazione del residuo insolubile - UNI EN 196/ G.U. N.180/ Determinazione del calore di idratazione - UNI EN 196/ Determinazione della consistenza della malta normale - UNI Determinazione del SO3 - UNI EN 196/2.96 -

8 Determinazione del MgO - UNI EN 196/ Determinazione del contenuto di Al2 O3 - G.U. N Determinazione della pozzolanicita' - UNI EN 196/ Determinazione dello zolfo da solfuri - UNI EN 196/ Determinazione degli alcali - UNI EN 196/ Determinazione cloruri - UNI EN 196/ Controllo della finezza di macinazione per via umida di calce idraulica previa essiccazione a 110 gradi C Prova di consistenza su tutti i tipi di calce - per ciascun campione Prova di stabilita' volumetrica - UNI EN 196/ Determinazione dell espansione contrastata di malta con agente espansivo - UNI ADDITIVI PER IMPASTI CEMENTIZI Determinazione della solubilita' in acqua distillata ed in acqua satura di calcio

9 Determinazione del tenore di sostanza secca Determinazione delle sostanze zuccherine riducenti Determinazione dei lignin-sulfonati Determinazione del potere schiumogeno degli additivi-aeranti e fluidificanti-aeranti Determinazione della densita' degli additivi liquidi o in soluzione Determinazione dell'alcalinita' Determinazione della tensione superficiale di soluzioni contenti additivi Determinazione della concentrazione idrogenica (ph) di soluzioni contenenti additivi Determinazione del cloro Quantita' d'acqua necessaria a confezionare la pasta normale Prova di stabilita' di volume della pasta normale Determinazione della consistenza di una malta contenente additivo mediante impiego di tavole a scosse - UNI EN 12350/ Prova di ritiro di una malta contenente additivo ACCIAI ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO Prova di trazione su barre di acciaio per c.a., con determinazione del carico di snervamento, di rottura e dell'allungamento percentuale - UNI EN 10002/ UNI

10 Prova di trazione su trecce o trefoli - UNI Preparazione delle teste fuse per la prova di trazione su trecce o trefoli - UNI Prova di rottura a trazione ed allungamento su acciai armonici - UNI EN 10002/ Determinazione dello snervamento allo 0,1% e 0,2% con rilascio del diagramma rilevato mediante estensimetro elettronico - UNI EN 10002/ Determinazione del modulo elastico su acciai armonici - UNI EN Determinazione del peso a ml. e verbale di pesatura Prova di piegamento a 180 gradi su barre di acciao per c.a. - UNI Prova di piegamento a 90 gradi e raddrizzamento su barre di acciaio per c.a. - UNI EN ISO 15630/ Prova di piegamento alternato su acciai armonici - UNI Deformazione a seguito di rilassamento dopo 120ore - UNI

11 Prova di avvolgimento su acciai armonici - UNI Prova di Beam-Test di tipo "A" completa - CNR UNI Prova di Beam-Test di tipo "B" completa - CNR UNI PROFILATI METALLICI E SIM. Prova di trazione su provetta da profilato con spessore fino a 15 mm. Con determinazione del carico di snervamento, di rottura e dell'allungamento percentuale - UNI EN 10002/ Prova di trazione su provetta da profilato con spessore maggiore di 15 mm. Con determinazione del carico di snervamento, di rottura e dell'allungamento percentuale - UNI EN 10004/ Ricavo e preparazione della provetta da profilato metallico con spessore fino a 5 mm. Diagramma sforzi-deformazione relativo alla prova di trazione - UNI EN 1O002/ Prova di trazione su fili metallici, con determinazione del carico di snervamento, di rottura e dell'allungamento percentuale Diagramma rilevato mediante estensimetro elettronico durante la prova di trazione Prova di piegamento a freddo

12 Determinazione del modulo elastico su profilato,compresa la rottura, lo snervamento, lo allungamento percentuale ed il diagramma sforzi-deformazioni - UNI EN 23312/ Determinazione del modulo elastico su fili metallici Determinazione dello snervamento allo 0,1% e 0,2% su fili metallici con rilascio del diagramma rilevato mediante estensimetro elettronico Prova di resilienza a temperatura ambiente su serie di 3 provette - UNI EN 10045/ Prova di resilienza a temperatura inferiore a quella ambiente su serie di 3 provette - UNI Ricavo e preparazione di una serie di 3 provette con intaglio a V per prova di resilienza Prova di durezza (Brinnell-Rockwell e Vichers) a temperatura ambiente -UNI EN ISO 6508/ Prova di durezza (Brinnell-Rockwell e Vichers) a temperatura ambiente su campione preparato - UNI EN ISO 6508/ Prova di durezza (Brinnell-Rockwell e Vichers) su pezzo particolare (curve, riduzioni,

13 ecc.) a temperatura ambiente - UNI EN ISO 6508/ Prova di durezza a temperatura diversa dallo ambiente Preparazione del campione per le prove di durezza - per ciascuna provetta con spessore fino a 10 Preparazione del campione per le prove di durezza per ciascuna provetta con spessore superiore a 10 mm. fino a 20 mm. Preparazione del campione per le prove di durezza - per ciascuna provetta con spessore superiore 20 mm. Determinazione strato zincato su filo, comprensivo del ricavo del provino - UNI RETI ELETTROSALDATE Prova di trazione, compresa la preparazione della provetta - UNI EN ISO 15630/ Prova di distacco al nodo, compresa la preparazione della provetta - UNI EN ISO 15630/ AGGREGATI-ROCCE-LATERIZI AGGREGATI E ROCCE Preparazione del campione mediante riduzione, quartatura ed essicazione - UNI EN 932/ Analisi granulometrica per via secca

14 - UNI EN 933/ CNR.BU Analisi granulometrica per sedimentazione - UNI EN 933/ CNR.BU Determinazione della massa volumica dello aggregato - CNR BU Determinazione massa volumica apparente di un aggregato non addensato e/o di roccia - UNI EN 1097/ CNR BU Determinazione equivalente in sabbia - UNI EN 933/ CNR BU Determinazione dell' indice dei vuoti di aggregati, pietrischi e graniglie - CNR Determinazione del coefficiente di imbibizione - CNR CNR.BU Determinazione della porosita' - CNR Determinazione della perdita per decantazione - CNR Determinazione dell'idrofilia - CNR Determinazione del contenuto d'acqua Determinazione della massa volumica ed assorbimento superficiale d acqua

15 - UNI EN 1097/ Determinazione del contenuto di sostanze organiche - UNI EN 1744/ Determinazione del coefficiente di forma - UNI EN 933/ CNR BU Determinazione del coefficiente di appiattimento - UNI EN 933/ CNR.BU Determinazione del contenuto di sostanze fini (limo-argillose), frazione passante vaglio 0,075 UNI CNR.BU Prova di resistenza al gelo e disgelo su aggregato - UNI EN 1367/ Determinazione del modulo di finezza - UNI EN 933/ Determinazione del contenuto di grani di argilla e particelle friabili nell'inerte Determinazione contenuto di contaminanti leggeri - UNI EN 1744/ Reattività agli alcali-silice - UNI 8520/22.83 (norma ritirata) Determinazione contenuto di sostanza umica degli aggregati fini - UNI EN 1744/ Determinazione del contenuto di CaCO3

16 - UNI EN 932/ Determinazione del contenuto di solfati - UNI EN 1744/ Determinazione del contenuto di cloruri solubili - UNI EN 1744/ Prova del Blu di metilene - UNI EN 933/ Determinazione del coefficiente di frantumazione - CNR.BU Determinazione della perdita in peso per abrasione all'apparecchio Los Angeles - UNI EN 1097/ Determinazione del coefficiente di qualità Deval - CNR.BU Prova di compressione su provino di roccia - UNI 8520/ Preparazione provini cubici ricavati da roccia informe, con taglio e rettifica per le prove di compressione e/o gelivita' e/o flessione Prova di compressione su blocco di tufo, compresa la spianatura con rettifica meccanica Prova di usura mediante tribometro, compreso il ricavo del provino - CNR.BU Determinazione natura petrografica

17 Analisi granulometrica aggregati leggeri - UNI EN 13055/ Determinazione della massa volumica in mucchio aggregati leggeri - UNI EN 13055/ Determinazione della massa volumica media del granulo di aggregati leggeri - UNI EN 13055/ Determinazione del coefficiente di imbibizione di aggregato leggero - UNI EN 13055/ Determinazione della resistenza allo schiacciamento dei granuli di aggregati leggeri - UNI EN 13055/ Determinazione del potere macchiante di un aggregato leggero - UNI 7549 SPERIMENTALE/8.76 (norma ritirata) Determinazione della perdita al fuoco di un aggregato leggero - UNI EN 13055/ Determinazione della resistenza al gelo di un aggregato leggero - UNI EN 13055/ Prova di spogliamento in acqua a 40 gradi C. - CNR.BU Degradabilità mediante soluzione solfitica - UNI EN 1367/ Coefficiente di levigabilità accelerata - C.L.A. - CNR.BU

18 Prova di resistenza all usura - metodo Micro Deval - UNI EN 1097/1.99 Esame petrografico con descrizione semplificata BLOCCHI IN LATERIZI PER MURATURE Definizione della categoria di un elemento resistente (blocco) - D.M Determinazione della massa volumica apparente - UNI EN 771/ D.M Determinazione della resistenza caratteristica a compressione nella direzione verticale, compresa la preparazione dei provini - D.M per serie di n. 30 provini della stessa tipologia Determinazione della resistenza caratteristica a compressione nella direzione ortogonale a quella dei carichi verticali e nel piano della muratura, compresa la preparazione dei provini - D.M per serie di n. 6 provini della stessa tipologia Prova di resistenza a trazione per flessione su listello, compresa la preparazione dei provini - UNI EN 771/ D.M Determinazione delle inclusioni calcaree su serie di n. 4 provini

19 - UNI EN 771/ D.M Determinazione dell'attidudine all'efflorescenza su serie da n. 3+1 provini - UNI EN 771/ D.M Prova di assorbimento d'acqua e stima del rischio di gelivita' su serie di n. 4 provini - UNI EN 771/ D.M Prova di gelivita' del prodotto, compresa la porosita', su serie di n. 4 provini - UNI EN 771/ D.M Determinazione del modulo elastico su serie di n. 6 campioni - UNI EN 771/ D.M LATERIZI VARI Determinazione sperimentale della resistenza a compressione su muratura confezionata in laboratorio su almeno 6 muretti, compresa la realizzazione degli elementi resistenti - D.M All.2 - E. 775,00 Determinazione sperimentale della resistenza al taglio della muratura in assenza di carichi verticali su almeno 6 provini, compresa la preparazione - D.M All.2 - BLOCCHI IN LATERIZIO PER SOLAI Verifica delle dimensioni e percentuale di foratura - UNI 9730/3.90 -

20 Prova di compressione semplice nella direzione dei fori per n. 10 blocchi, compresa la preparazione e la rettifica meccanica - UNI 9730/ D.M all.7 Prova di compressione semplice nella direzione dei fori - UNI 9730/ D.M all per ciascun blocco oltre i primi 10 previsti dalla norma, compresa la preparazione e la rettifica meccanica Prova di compressione semplice nella direzione ortogonale ai fori (prova siamese), compresa la preparazione del provino - UNI 9730/ D.M all.7.b2 - - per n. 10 provini Determinazione del modulo elastico - UNI 9730/ D.M all.7.b3 - Determinazione del modulo elastico in concomitanza con la prova di compressione semplice - UNI 9730/ D.M all.7.b3 - Determinazione della resistenza a trazione per flessione, compresa la preparazione del provino - UNI 9730/ D.M all.7.b4 - Determinazione della resistenza a trazione per flessione su n. 10 blocchi in laterizio per solaio, compresa la preparazione

21 - UNI 9730/ D.M all.7.b4 Determinazione del punzonamento su blocco - UNI 9730/ D.M all.7.b5 - Determinazione del punzonamento su n. 10 blocchi - UNI 9730/ D.M all.7.b5 Determinazione del coefficiente di dilatazione lineare (su n.3 provini) compreso il ricavo degli stessi - UNI 9730/ D.M all.7.b6 - Determinazione della dilatazione per umidita' (su n.4 provini) compreso il ricavo degli stessi - UNI 9730/ D.M all.7.b7 -

Per ogni Produttore e Stabilimento di produzione dell acciaio viene fornita copia dell ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE del Servizio Tecnico Centrale

Per ogni Produttore e Stabilimento di produzione dell acciaio viene fornita copia dell ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE del Servizio Tecnico Centrale INTESTAZIONE CERTIFICATI INTESTAZIONE FATTURA LUOGO RITIRO CAMPIONI (se richiesto) Al Laboratorio SGM Ingegneria Sperimentale... lì... RICHIESTA ESECUZIONE PROVE DI LABORATORIO (D.M. 14/01/08) DESCRIZIONE

Dettagli

TARIFFARIO LABORATORIO PROVE MATERIALI. In vigore dal 01.01.2013

TARIFFARIO LABORATORIO PROVE MATERIALI. In vigore dal 01.01.2013 TARIFFARIO LABORATORIO PROVE MATERIALI (Autorizzazione Ministeriale ai sensi legge n. 1086/71) In vigore dal 01.01.2013 CSI S.p.A. - Viale Lombardia 20-20021 Bollate (MI) - Tel. +3902383301 - Fax +39023503940

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento T A R I F F A R I O LABARATORIO PROVE SUI MATERIALI

Provincia Autonoma di Trento T A R I F F A R I O LABARATORIO PROVE SUI MATERIALI T A R I F F A R I O L P M LABARATORIO PROVE SUI MATERIALI Provincia Autonoma di Trento Il Responsabile del Laboratorio geom. Giovanni Maccani Il Direttore del Laboratorio ing. Paolo Nicolussi Paolaz Pagina

Dettagli

ORARIO DI APERTURA (Tutti i giorni feriali escluso il sabato) 08:30 13:00 * 15:30 19:00

ORARIO DI APERTURA (Tutti i giorni feriali escluso il sabato) 08:30 13:00 * 15:30 19:00 2014 ELENCO ESPERIENZE E SERVIZI Laboratorio iscritto all albo dei Laboratori altamente qualificati Decreto MINISTERO RICERCA SCIENTIFICA 23-11-88 (G.U. 2-12-88 n. 283) ORARIO DI APERTURA (Tutti i giorni

Dettagli

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato EDUCAZIONE TECNICA TECNOLOGIA DEI MATERIALI c acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato paste miscele di leganti e acqua malte miscele di legante, acqua e granuli fini (sabbia) calcestruzzi

Dettagli

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica pag. 1 di 6 DESCRIZIONE è un betoncino pronto strutturale, reoplastico, antiritiro, ad alta resistenza meccanica, di calce idraulica naturale NHL 5 ed inerti selezionati. è ideale negli interventi di consolidamento,

Dettagli

TARIFFE PROVE PER CONTO TERZI (ai sensi dell'art. 49 del T.U. - R.D. n. 1592/33)

TARIFFE PROVE PER CONTO TERZI (ai sensi dell'art. 49 del T.U. - R.D. n. 1592/33) Università degli Studi di Catania Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Laboratorio Ufficiale Prove Materiali TARIFFE PROVE PER CONTO TERZI (ai sensi dell'art. 49 del T.U.

Dettagli

2.5.1 CAROTE PRELIEVO, ESAME E PROVA DI COMPRESSIONE

2.5.1 CAROTE PRELIEVO, ESAME E PROVA DI COMPRESSIONE Pag. 1 di 1 PROVE SUL CALCESTRUZZO NELLE STRUTTURE CAROTE PRELIEVO, ESAME E PROVA DI COMPRESSIONE 1. Scopo La presente prova è specifica nel prelievo di carote di calcestruzzo indurito e contempla l esame,

Dettagli

S.p.A. AUTOVIE VENETE Periodo 2010-2013 Servizio per il controllo qualità materiali e lavorazioni a mezzo di laboratorio mobile.

S.p.A. AUTOVIE VENETE Periodo 2010-2013 Servizio per il controllo qualità materiali e lavorazioni a mezzo di laboratorio mobile. pag. 1 ELENCO PREZZI 1 AGGREGATI... 2 2 BITUMI... 3 3 CONGLOMERATI BITUMINOSI... 4 4 CAROTAGGI... 5 5 EMULSIONI... 6 6 CALCESTRUZZI... 7 7 ACCIAI DA C.A. E C.A.P.... 9 8 GEOTECNICA... 10 9 ALTO RENDIMENTO...

Dettagli

TARIFFARIO DELLE PROVE CONTO TERZI

TARIFFARIO DELLE PROVE CONTO TERZI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale LABORATORIO UFFICIALE PROVE MATERIALI E STRUTTURE LABORATORIO DI PROVE STRADALI LABORATORIO DI PROVE GEOTECNICHE TARIFFARIO

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

I materiali impiegati per la costruzione sono: inserire l'elenco dei materiali. cemento armato. acciaio da carpenteria;

I materiali impiegati per la costruzione sono: inserire l'elenco dei materiali. cemento armato. acciaio da carpenteria; I materiali impiegati per la costruzione sono: inserire l'elenco dei materiali cemento armato acciaio da carpenteria; piastre in acciaio, bulloni, barre saldature CEMENTO ARMATO LEGANTI: I leganti impiegati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI CORPO STRADALE E PAVIMENTAZIONE Tappeto di usura Binder Conglomerato bituminoso

Dettagli

TARIFFARIO PROVE ENCO

TARIFFARIO PROVE ENCO TARIFFARIO PROVE ENCO 1. CONDIZIONI GENERALI Richiesta delle prove ed invio dei campioni 1.1 I campioni per le prove devono pervenire presso il Laboratorio Prove Materiali della Enco - Via delle Industrie

Dettagli

LISTINO PREZZI 2012 19) PRESTAZIONI A REGIA PER PERIZIE. Rivera, settembre 2012. DO.05 Listino Prezzi.xls

LISTINO PREZZI 2012 19) PRESTAZIONI A REGIA PER PERIZIE. Rivera, settembre 2012. DO.05 Listino Prezzi.xls LISTINO PREZZI 2012 1) TRASFERTE E PRELIEVI 2) ANALISI SU CALCESTRUZZO FRESCO 3) ANALISI SU CLACESTRUZZO INDURITO 4) ANALISI SU AGGREGATI 5) ANALISI SU SOTTOFONDI STRADALI 6) ANALISI SU AGGREGATI RICICLATI

Dettagli

ELENCO PROVE. Laberg S.r.l. Sede legale e operativa Via Raso, 20 Palazzolo sull Oglio (BS) Tel. 030 730.15.99 Fax 030 740.70.07

ELENCO PROVE. Laberg S.r.l. Sede legale e operativa Via Raso, 20 Palazzolo sull Oglio (BS) Tel. 030 730.15.99 Fax 030 740.70.07 MOD. 10.01 REV 26 01/01/13 Laberg S.r.l. ELENCO PROVE 26 01/01/13 Aggiornamento COM RGQ DGE 25 10/02/12 Adeguamento prezzi COM RGQ DGE 24 01/03/11 Adeguamento prezzi COM RGQ DGE 23 09/04/10 Adeguamento

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore R.Casimiri - GUALDO TADINO. Indirizzo Tecnologico corso Costruzioni,Ambiente e Territorio

Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore R.Casimiri - GUALDO TADINO. Indirizzo Tecnologico corso Costruzioni,Ambiente e Territorio PRIME INDICAZIONI RIGUARDANTI LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL D.M. 14/1/2008 Norme tecniche per le costruzioni CONTROLLI MINIMI DI ACCETTAZIONE IN CANTIERE AI SENSI DEL D.M. 14/01/2008, Legge 5.11.1976

Dettagli

Allegato: listino 2014 Laboratorio Prove Materiali Pagina 1 di 9

Allegato: listino 2014 Laboratorio Prove Materiali Pagina 1 di 9 Allegato: listino 2014 Laboratorio Prove Materiali Pagina 1 di 9 01 Leganti idraulici 01.001 Prove fisiche 01.001.01. Prova di indeformabilità Stabilità di volume (Le Chatelier) x 1 30,00 22 UNI EN 1963

Dettagli

SCELTA E DIMENSIONAMENTO DELLA SOVRASTRUTTURA

SCELTA E DIMENSIONAMENTO DELLA SOVRASTRUTTURA PREMESSA La presente relazione riguarda il dimensionamento della sovrastruttura che andrà a costituire la pavimentazione del piazzale da adibire a deposito dei mezzi ARST. S.p.A da realizzare nella zona

Dettagli

https://bioslab.unile.it/courses.html

https://bioslab.unile.it/courses.html https://bioslab.unile.it/courses.html dal Brisi-Borlera (pg. 172-267) LEGANTI: Conglomerati Cementizi CONGLOMERATI CEMENTIZI LEGANTI: Conglomerati Cementizi CALCESTRUZZO (CLS) ARMATO L unione di questi

Dettagli

TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO

TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO TRADIMALT IN 200 FIBRORINFORZATO IN 200 FIBRORINFORZATO è una malta bastarda per intonaco di sottofondo tradizionale per interno ed esterno costituita da cemento, calce, inerti selezionati max 2,0 mm e

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione ROMANE 28-02-2007 16:20 Pagina VII Prefazione Presentazione XIII XVIII Capitolo 1 I leganti e il loro impiego nel settore delle costruzioni 1.1 Introduzione 1 1.2 Leganti aerei e idraulici 2 1.3 Il gesso

Dettagli

INTERVENTO DI RIPARAZIONE PALAZZO DEL GOVERNATORE CENTO (FE) RELAZIONE SUI MATERIALI

INTERVENTO DI RIPARAZIONE PALAZZO DEL GOVERNATORE CENTO (FE) RELAZIONE SUI MATERIALI INDICE 1.... 2 1.1. Materiali strutture esistenti... 2 1.1.1. Muratura... 2 1.2. Materiali strutture di nuova realizzazione... 3 1.2.1. Muratura di nuova realizzazione... 3 1.2.2. Calcestruzzo... 3 1.2.3.

Dettagli

Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara

Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara CONVEGNO ROCCE E TERRE DA SCAVO E LA GESTIONE DEI RIFIUTI NELLE SEDI E NEI CANTIERI

Dettagli

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE MISCELAZIONE E POSA IN OPERA CARNIVAL è un massetto minerale

Dettagli

COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo

COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo DICEA Dipartimento di Ingegneria Mantova Civile, 17 aprile Edile 2015 e Architettura COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo Prof. Ing.Maurizio Bocci Università

Dettagli

TARIFFE PROVE DI LABORATORIO Legge n.1086/71j

TARIFFE PROVE DI LABORATORIO Legge n.1086/71j Università degli Studi di Napoli Federico II Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture "Adriano Galli" Dipartimento di Strutture per l Ingegneria e l Architettura TARIFFE PROVE DI LABORATORIO Legge

Dettagli

Giornate aicap 2014. Giuseppe Carlo MARANO Pietro MEZZAPESA. Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura, Politecnico di Bari

Giornate aicap 2014. Giuseppe Carlo MARANO Pietro MEZZAPESA. Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura, Politecnico di Bari Giornate aicap 2014 Giuseppe Carlo MARANO Pietro MEZZAPESA Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura, Politecnico di Bari 1 Percentuali dei volumi tra i vari costituenti del calcestruzzo

Dettagli

- CNR.4.53 - Determinazione dell'idrofilia - CNR.4.53 - Determinazione del contenuto d'acqua Determinazione della massa volumica ed assorbimento super

- CNR.4.53 - Determinazione dell'idrofilia - CNR.4.53 - Determinazione del contenuto d'acqua Determinazione della massa volumica ed assorbimento super AGGREGATI E ROCCE Preparazione del campione mediante riduzione, quartatura ed essicazione - UNI EN 932/1.98 - - per ciascun tipo di inerte Analisi granulometrica per via secca - UNI EN 933/1.99 - CNR.BU.23.71

Dettagli

Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE

Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE Il conglomerato bituminoso riciclato a freddo, direttamente in sito o in impianto (fisso o mobile) viene realizzato

Dettagli

DIMMS CONTROL SPA. PREVENTIVO OFFERTA "Settore Laboratorio Materiali" I certificati delle prove sopra elencate dovranno essere intestati a : Via:

DIMMS CONTROL SPA. PREVENTIVO OFFERTA Settore Laboratorio Materiali I certificati delle prove sopra elencate dovranno essere intestati a : Via: Il Sottoscritto: Nome: Cognome: Ditta: P.IVA/C.F.: Via: Città: : C.A.P.: Tel: Cell: E-mail: Oggetto: SETTORE L aboratorio M ateriali ice AMM. I certificati delle prove sopra elencate dovranno essere intestati

Dettagli

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi 547 Analisi E.07.10.10.a con malta fine di calce e pozzolana, su superfici orizzontali m² 1,00 1) Regione Campania al 02/11/08 - Operaio comune o 1 livello - ora 0,130000 21,50 2,80 27,26 2) Regione Campania

Dettagli

Materiali in genere.

Materiali in genere. Materiali in genere. I materiali ed i prodotti per uso strutturale, utilizzati nelle opere in oggetto alla presente relazione, devono rispondere ai requisiti indicati nel seguito. I materiali e prodotti

Dettagli

Lavorabilità definizioni

Lavorabilità definizioni Calcestruzzo fresco Lavorabilità definizioni attitudine di un calcestruzzo ad essere impastato, trasportato, posto in opera, compattato e rifinito senza che si verifichino segregazioni caratteristica che

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TRE FACOLTA DI ARCHITETTURA CORSO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI Prof. Silvia Santini

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TRE FACOLTA DI ARCHITETTURA CORSO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI Prof. Silvia Santini UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TRE FACOLTA DI ARCHITETTURA CORSO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI Prof. Silvia Santini I materiali del c.a. Ing. Patrizio Ansovini CEMENTO ARMATO CALCESTRUZZO ACCIAIO da c.a.

Dettagli

Principali campi di applicazione Iniezioni di consolidamento (anche armate) su: - paramenti murari; - volte ed archi; - fondazioni.

Principali campi di applicazione Iniezioni di consolidamento (anche armate) su: - paramenti murari; - volte ed archi; - fondazioni. ALBARIA INIEZIONE Boiacca di calce pozzolanica, priva di cemento, di colore bianco, per le iniezioni di consolidamento delle murature. Non rilascia sali idrosolubili e non induce formazione di efflorescenze

Dettagli

VICRete Plus EN 1504-3

VICRete Plus EN 1504-3 VICRete Plus Prodotto di riparazione strutturale del calcestruzzo per mezzo di malte CC di riparazione (a base di cemento idraulico) Bettoncino per applicazione meccanizzata. Appositamente studiato per

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO CARATTERISTICHE TECNICHE: Solidone è un legante idraulico formulato con cementi speciali ad alta resistenza

Dettagli

RELAZIONE QUALITA E DOSATURA DEI MATERIALI

RELAZIONE QUALITA E DOSATURA DEI MATERIALI Comune di Villa Castelli Provincia di Brindisi RELAZIONE QUALITA E DOSATURA DEI MATERIALI (ai sensi dell art. 4 della legge n 1086 del 5/11/1971) OGGETTO: ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ED IGIENE

Dettagli

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R Giusto CEM II/B-LL 32,5 R CEMENTO PER APPLICAZIONI STRUTTURALI Come si utilizza Giusto è un prodotto che si consiglia per la confezione di calcestruzzi con resistenza caratteristica inferiore a 30 C25/30

Dettagli

LABORATORIO GEOTECNICO LISTINO PREZZI 2010

LABORATORIO GEOTECNICO LISTINO PREZZI 2010 Certificazione Ufficiale Settore «A» Prove di Laboratorio sui terreni SOGEA srl AUTORIZZAZIONE MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Decreto 57027 / 5-11-2007 DPR 246/1993 Circolare 349/STC/1999 Geologia

Dettagli

LISTINO PREZZI GENERALE ANNO 2013

LISTINO PREZZI GENERALE ANNO 2013 Mod. IO 0-0 rev. 00 Data: /07/20 pag. di 5 LISTINO PREZZI GENERALE ANNO 203 Mod. IO 0-0 rev. 00 Data: /07/20 pag. 2 di 5 2 3 4 5 6 CONDIZIONI GENERALI La richiesta di prove accompagnerà i campioni che

Dettagli

IN.TEC. Soc. Cooperativa

IN.TEC. Soc. Cooperativa L I S T I N O E T A R I F F E Decorrenza : 04-05-2015 Pagina : 21 CC001 CC002 CC003 PRELIEVO, in cantiere o all'impianto, di CALCESTRUZZO FRESCO, determinazione della TEMPERATURA del calcestruzzo ( UNI

Dettagli

COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE RESTAURO E RICOMPOSIZIONE DELLA TORRE DELL OROLOGIO PROGETTO ESECUTIVO GIUGNO 2009

COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE RESTAURO E RICOMPOSIZIONE DELLA TORRE DELL OROLOGIO PROGETTO ESECUTIVO GIUGNO 2009 COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE RIPRISTINO STATICO E FUNZIONALE DEL COLLE DEL CASTELLO OPERE DI 6 LOTTO, 1 STRALCIO RESTAURO E RICOMPOSIZIONE DELLA TORRE DELL OROLOGIO PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche Prof. Carlo Carrisi ORIGINE DELLE ROCCE In base al processo di formazione le rocce, si possono classificare a seconda della loro origine in tre tipi: Magmatiche o ignee caratterizzate dalla presenza iniziale

Dettagli

Indice Capitolo 1 I leganti e il loro impiego nel settore delle costruzioni Capitolo 2 Il cemento Portland, le aggiunte minerali e i cementi comuni

Indice Capitolo 1 I leganti e il loro impiego nel settore delle costruzioni Capitolo 2 Il cemento Portland, le aggiunte minerali e i cementi comuni Indice Capitolo 1 I leganti e il loro impiego nel settore delle costruzioni 1.1 Introduzione 1.2 Leganti aerei e idraulici 1.3 Il gesso 1.4 La calce aerea 1.5 Le calci idrauliche 1.6 Dalle calci idrauliche

Dettagli

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI IL PROBLEMA DELLO SFONDELLAMENTO DEI SOLAI Con il termine sfondellame nto dei solai si indica la rottura e il distacco delle cartelle d intradosso delle pignatte (chiamate fondelle)

Dettagli

BOZZA. 0 1 3 7 15 30 Ampiezza maglie vagli [mm]

BOZZA. 0 1 3 7 15 30 Ampiezza maglie vagli [mm] Lezione n. 18 Il cemento armato Proprietà del calcestruzzo e dell acciaio Il cemento armato (c.a.) o come sarebbe più corretto definirlo, il conglomerato cementizio armato (c.c.a.) è un materiale composito

Dettagli

Architettura Tecnica I. prof. ing. Vincenzo Sapienza

Architettura Tecnica I. prof. ing. Vincenzo Sapienza Ingegneria Edile-Architettura Architettura Tecnica I IL CALCESTRUZZO (CLS) prof. ing. Vincenzo Sapienza Composizione dei calcestruzzi BOIACCA = legante + acqua MALTA = legante + acqua + sabbia CALCESTRUZZI

Dettagli

Il calcestruzzo è un conglomerato formato da cemento, acqua e aggregati (ghiaia, pietrisco, sabbia). E il materiale da costruzione più largamente

Il calcestruzzo è un conglomerato formato da cemento, acqua e aggregati (ghiaia, pietrisco, sabbia). E il materiale da costruzione più largamente Il calcestruzzo Il calcestruzzo è un conglomerato formato da cemento, acqua e aggregati (ghiaia, pietrisco, sabbia). E il materiale da costruzione più largamente impiegato nel mondo. Costi calcestruzzo

Dettagli

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Funzioni PROGETTAZIONE Specifiche Materie prime / Componenti PRODUZIONE Prodotto DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Progettazione del componente: materiale macro geometria micro geometria

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI ANCONA

AUTORITA PORTUALE DI ANCONA AUTORITA PORTUALE DI ANCONA PORTO DI ANCONA OPERE DI AMMODERNAMENTO E POTENZIAMENTO IN ATTUAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE 2^ FASE DELLE OPERE A MARE - 1 STRALCIO PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI

Dettagli

DUROMETRI E DUREZZE (MICRO E MACRO) PENDOLO CHARPY PER RESILIENZA ALTRE PROVE (FATICA, TRIBOLOGIA, ELETTROPULITURA)

DUROMETRI E DUREZZE (MICRO E MACRO) PENDOLO CHARPY PER RESILIENZA ALTRE PROVE (FATICA, TRIBOLOGIA, ELETTROPULITURA) TUTORATO ING. FABBRETTI FLORIANO 1 COSA VEDIAMO OGGI MACCHINA PER TRAZIONE DUROMETRI E DUREZZE (MICRO E MACRO) PENDOLO CHARPY PER RESILIENZA ALTRE PROVE (FATICA, TRIBOLOGIA, ELETTROPULITURA) ING. FABBRETTI

Dettagli

Il valore della qualità

Il valore della qualità Forza. Azione.Passione. Il valore della qualità Listino calcestruzzo PER UNA SCELTA DI QUALITÀ La scelta dei materiali da costruzione deve essere effettuata in base alla qualità e alle caratteristiche

Dettagli

I LATERIZI seconda parte

I LATERIZI seconda parte Materiali per l architettura (6CFU) prof. Alberto De Capua Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 I LATERIZI seconda parte Informazioni

Dettagli

INDAGINI E VERIFICHE DI STRUTTURE IN C.A. E ACCIAIO

INDAGINI E VERIFICHE DI STRUTTURE IN C.A. E ACCIAIO INDAGINI E VERIFICHE DI STRUTTURE IN C.A. E ACCIAIO Committente: COMUNE DI VIADANA Indirizzo: P.zza Matteotti, 2 VIADANA (MN) Opera: Tecnico incaricato delle verifiche Palasport G.Farina Via Vanoni, 15

Dettagli

COMUNE DI MENTANA ROMA

COMUNE DI MENTANA ROMA COMUNE DI MENTANA ROMA di Abballe Laboratorio autorizzato dal Ministero Infrastrutture e Trasporti DPR 380/01 Art. 59 Circolare 7619/STC del 08/09/2010 Concessione per l'esecuzione e certificazione di

Dettagli

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A.

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A. 45 I CALCESTRUZZI LEGGERI I calcestruzzi leggeri hanno massa volumica inferiore a 2000 kg/m 3, minore di quella dei calcestruzzi normali ( 2250-2400 Kg/m 3 ), per la presenza all interno del conglomerato

Dettagli

MIX DESIGN. b) Esigenze esecutive (lavorabilità, organizzazione del cantiere, modalità di getto, ecc;

MIX DESIGN. b) Esigenze esecutive (lavorabilità, organizzazione del cantiere, modalità di getto, ecc; MIX DESIGN PROCEDIMENTO PER IL CALCOLO DELLA COMPOSIZIONE DEL CLS IN TERMINI DI QUANTITA DI CEMENTO, DI ACQUA, E DI INERTI (SABBIA, GHIAIA, GHIAINO, ETC) PER m 3 CI CLS, A PARTIRE DA: a) Proprietà ingegneristiche

Dettagli

Calibro Plus Evaporation

Calibro Plus Evaporation Calibro Plus Evaporation Il prodotto CALIBRO P. E., è un sistema specificatamente formulato per realizzare intonaci antiumidità, antisale ed anticondensa su murature umide. È costituito dalla combinazione

Dettagli

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi Leganti, malte per murature, intonaci Firenze, lunedì 16 ottobre 2006 LEGANTI Materiali che opportunamente ricondotti allo stato di polvere e miscelati

Dettagli

APPELLO DI ESAME DI MATERIALI STRUTTURALI PER L EDILIZIA - 09 SETTEMBRE 2013 Prof. Luigi Coppola

APPELLO DI ESAME DI MATERIALI STRUTTURALI PER L EDILIZIA - 09 SETTEMBRE 2013 Prof. Luigi Coppola APPELLO DI ESAME DI MATERIALI STRUTTURALI PER L EDILIZIA - 09 SETTEMBRE 2013 Prof. Luigi Coppola ESERCIZIO N 1 (5 9 CREDITI) Due laboratori prove materiali, denominati A e B, ricevono tre spezzoni di barra

Dettagli

Prof. ing. V. Dipaola - Caratteristiche del calcestruzzo e dell acciaio

Prof. ing. V. Dipaola - Caratteristiche del calcestruzzo e dell acciaio pag. 1 IL CALCESTRUZZO La composizione di un aggregato di inerti (sabbia e ghiaia o pietrisco), legati tra loro dalla pasta di cemento (cemento e acqua), dà luogo ad un conglomerato lapideo artificiale

Dettagli

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata LE SOLUZIONI PAULIN 1. Preparazione del supporto mediante completa asportazione e demolizione con l ausilio di mezzi meccanici o manuali di tutte le parti in calcestruzzo degradate o invia di distacco

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA. AMPLIAMENTO DI n.5 COLOMBARI DEL CIMITERO DI CHIOGGIA BORGO SAN GIOVANNI CON LA REALIZZAZIONEDI n.50 LOCULI E n.

COMUNE DI CHIOGGIA. AMPLIAMENTO DI n.5 COLOMBARI DEL CIMITERO DI CHIOGGIA BORGO SAN GIOVANNI CON LA REALIZZAZIONEDI n.50 LOCULI E n. COMUNE DI CHIOGGIA AMPLIAMENTO DI n.5 COLOMBARI DEL CIMITERO DI CHIOGGIA BORGO SAN GIOVANNI CON LA REALIZZAZIONEDI n.50 LOCULI E n.300 OSSARI PROGETTO ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE DELLE STRUTTURE (ELABORATO

Dettagli

11. Criteri di analisi e di verifica

11. Criteri di analisi e di verifica 11. Criteri di analisi e di verifica Il progetto dell edificio esistente riflette naturalmente lo stato delle conoscenze al tempo della costruzione e può contenere difetti di impostazione e di realizzazione,

Dettagli

CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR)

CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR) Pag. 1 di 6 CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR) DESCRIZIONE DEL LABORATORIO: PROVE EFFETTUATE ED SOMMARIO 1. LABORATORIO CALCESTRUZZI ED INERTI 3 2. PROVE EFFETTUATE 4 2.1.

Dettagli

OMA. 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche chimiche

OMA. 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche chimiche OMA Legante a base di calce idraulica naturale per la preparazione di malte per il restauro e consolidamento di intonaci storici 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche

Dettagli

Il Calcestruzzo. Qt = Qi + Qa

Il Calcestruzzo. Qt = Qi + Qa Il Calcestruzzo Il calcestruzzo (CLS), detto anche conglomerato cementizio, è un impasto omogeneo costituito da una miscela di legante (che di norma è un cemento), acqua e aggregati o inerti (costituiti

Dettagli

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO www.colorificiopaulin.com info@colorificiopaulin.com IL DEGRADO DEL CEMENTO ARMATO Le cause principali che determinano il degrado del cemento armato sono riconducibili principalmente a: A) Cattivo confezionamento:

Dettagli

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata

Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Viero: guida alla risoluzione del problema delle fessurazioni in facciata Le fessurazioni vengono spesso considerate un problema estetico, poco ricorrente e di facile risoluzione, in realtà ne sono colpite

Dettagli

RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA

RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA PER MASSETTI RISCALDANTI, SU STRATI SEPARATORI, A STRUTTURA COMPOSITA; PER INTERNI ED ESTERNI MASSETTI A RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

2911-4. PIANO CONTROLLO QUALITÀ del calcestruzzo

2911-4. PIANO CONTROLLO QUALITÀ del calcestruzzo DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO DIVISIONE DELLE COSTRUZIONI AREA DEL SUPPORTO E DEL COORDINAMENTO CASELLA POSTALE 70-650 BELLINZONA Lotto o incarto N 9- Strada cantonale S Ascona - Arcegno - Ronco Comune di

Dettagli

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL INTERNO Decreto del Ministero delle infrastrutture 11 aprile 2007 Applicazione della direttiva n 89/106/CEE sui prodotti da costruzione recepita con D.P.R. 21/04/1993, n 246, relativa alla individuazione dei prodotti

Dettagli

Corso di Scienza e Tecnologia dei Materiali A.A. 2010-2011 LEGANTI LEGANTI

Corso di Scienza e Tecnologia dei Materiali A.A. 2010-2011 LEGANTI LEGANTI LEGANTI LEGANTI Testo: M. Lucco Borlera e C. Brisi Tecnologia dei Materiali e Chimica Applicata Levrotto & Bella - Torino http://bioslab.unile.it/courses.html LEGANTI: Riferimenti Si definiscono cementanti

Dettagli

TECNOLAB srl FOGLIO INFORMATIVO 1 pag. 1/6

TECNOLAB srl FOGLIO INFORMATIVO 1 pag. 1/6 11.2 CALCESTRUZZO PROVA A COMPRESSIONE SU CALCESTRUZZO INDURITO UNI EN 12390-3 DECRETO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DELL'INTERNO 14/01/2008 NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI. 11 MATERIALI E PRODOTTI

Dettagli

IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara)

IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara) IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara) RELAZIONE TECNICA STUDIO TECNICO MP MATTEO FELITTI Architetto Strutturista (Scuola F.lli Pesenti) e Tecnologo del

Dettagli

Una unione del ferro e del conglomerato cementizio tale che i. esercitino una azione comune contro le forze esterne

Una unione del ferro e del conglomerato cementizio tale che i. esercitino una azione comune contro le forze esterne Hennebique brevetta "CEMENTO ARMATO" (1892) avvia la stagione della struttura in conglomerato armato che Morsch, a cavallo del secolo, definirà come "materiale in cui ai due componenti (il calcestruzzo

Dettagli

THORO ACTIVE INTONACO BC

THORO ACTIVE INTONACO BC THORO ACTIVE INTONACO BC Intonaco da risanamento per applicazioni a cazzuola, di colore BIANCO, per il trattamento deumidificante di murature soggette all umidità di risalita capillare in presenza di sali.

Dettagli

STRUTTURE DI FONDAZIONE E INTERRATE

STRUTTURE DI FONDAZIONE E INTERRATE 1 STRUTTURE DI FONDAZIONE E INTERRATE Questa sezione è dedicata alle opere di fondazione quali plinti e cordoli di collegamento, travi rovesce, pali, paratie e platee. Inoltre, in questa sezione vengono

Dettagli

LA CALCE IDRAULICA. Prof. Ing. Luigi Coppola UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA

LA CALCE IDRAULICA. Prof. Ing. Luigi Coppola UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI INGEGNERIA LA CALCE IDRAULICA Prof. Ing. Luigi Coppola IDRAULICITA CALCI IDRAULICHE possono indurire anche in PRESENZA DI ACQUA e, pertanto, possono essere

Dettagli

Riferimenti Lucio Amato Direzione Tecnica Alessandro Sorrentino Luciano Ardito. Clienti Ingegneri, architetti, geometri, CTU

Riferimenti Lucio Amato Direzione Tecnica Alessandro Sorrentino Luciano Ardito. Clienti Ingegneri, architetti, geometri, CTU TECNO IN GEOSOLUTIONS - CASE HISTOY TECNO IN GEOSOLUTIONS - CASE HISTOY La valutazione della resistenza a compressione del calcestruzzo in opera: dalla resistenza del campione cilindrico prelevato mediante

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO PROT. N. 10181 13.06.2006 CERTIFICATO N. 46/08/2006 DETERMINAZIONI FISICO MECCANICHE SU UN CAMPIONE DI MATERIALE LAPIDEO DENOMINATO QUARZITE DI BARGE PROVENIENTE DALLA CAVA PIAN MARTINO SITA NEL COMUNE

Dettagli

STUDIO DELLE PROPRIETÀ MECCANICHE E DI ADERENZA DI BARRE IN ROTOLO RIBOBINATE DA C.A.

STUDIO DELLE PROPRIETÀ MECCANICHE E DI ADERENZA DI BARRE IN ROTOLO RIBOBINATE DA C.A. Contratto di Ricerca tra FERALPI SIDERURGICA S.p.A. e CONSORZIO CIS-E STUDIO DELLE PROPRIETÀ MECCANICHE E DI ADERENZA DI BARRE IN ROTOLO RIBOBINATE DA C.A. Relazione finale Prof. Ing. Carlo Poggi Prof.

Dettagli

Lezione. Progetto di Strutture

Lezione. Progetto di Strutture Lezione Progetto di Strutture 1 Acciaio 2 Acciaio Controlli Tre forme di controllo sono obbligatorie : IN STABILIMENTO DI PRODUZIONE.. da eseguirsi sui lotti di produzione NEI CENTRI DI TRASFORMAZIONE

Dettagli

ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI

ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI: DIAGNOSI E CONSOLIDAMENTO ESEMPI DI ADEGUAMENTO SISMICO DI EDIFICI ESISTENTI ing. Giacomo Iannis (TECNOCHEM ITALIANA SpA) 210 210.000 compressive strength

Dettagli

MATERIALI. Introduzione

MATERIALI. Introduzione MATERIALI 398 Introduzione Gli acciai sono leghe metalliche costituite da ferro e carbonio, con tenore di carbonio (in massa) non superiore al 2%. Attenzione: la normazione sugli acciai è in fase di armonizzazione

Dettagli

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA FIBROFIN BIO NO POLVERE MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA PRODOTTO COMPOSTO DA GRASSELLO DI CALCE, AGGREGATI SILICEI

Dettagli

MIX DESIGN DEL CALCESTRUZZO Parte I - Mix Design Semplice

MIX DESIGN DEL CALCESTRUZZO Parte I - Mix Design Semplice MIX DESIGN DEL CALCESTRUZZO Parte I - Mix Design Semplice Anno XIII - Numero 45-2009 Silvia Collepardi e Roberto Troli Enco srl, Ponzano Veneto (TV) - info@encosrl.it 1. PREMESSA Esistono fondamentalmente

Dettagli

COMUNE DI CARPI - CIMITERO URBANO RIPARAZIONE CON RAFFORZAMENTO LOCALE PROG. ESECUTIVO - RELAZIONE SUI MATERIALI

COMUNE DI CARPI - CIMITERO URBANO RIPARAZIONE CON RAFFORZAMENTO LOCALE PROG. ESECUTIVO - RELAZIONE SUI MATERIALI INDICE 1. DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 2 2. CARATTERISTICHE DEI MATERIALI NUOVI... 3 2.1. CALCESTRUZZO... 3 2.1.1. Calcestruzzo per opere di fondazione... 5 2.1.2. Calcestruzzo per opere in elevazione...

Dettagli

Il ruolo dei laboratori DI PROVA

Il ruolo dei laboratori DI PROVA Le certificazioni dei materiali da costruzione Il ruolo dei laboratori DI PROVA Vincenzo Venturi * Ancora sullo sfondo del convegno catanese Nuove norme per costruire, accendiamo i riflettori sulla certificazione

Dettagli

PREMESSA. - INTERVENTI IN CANTIERE (prelievo dei campioni e prove in situ, organizzazione e gestione di laboratori di cantiere)

PREMESSA. - INTERVENTI IN CANTIERE (prelievo dei campioni e prove in situ, organizzazione e gestione di laboratori di cantiere) Via Trapezzoli n 49 San Gregorio 89134 Reggio Calabria Tel. e Fax 0965-642102 www.tecnosud.net laboratorio@tecnosud.net TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI FORNITE AI SENSI DEL D.P.R. n.380/2001 E DELLA Circ.

Dettagli

Pag 2/32 CIRI EDILIZIA E COSTRUZIONI INDICE

Pag 2/32 CIRI EDILIZIA E COSTRUZIONI INDICE Pag 2/32 CIRI EDILIZIA E COSTRUZIONI Convenzione di ricerca con Fixolite-Isobloc Prove di laboratorio tipologia prova 3a - spess=14cm INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PROGRAMMA DI PROVA E DETTAGLI COSTRUTTIVI

Dettagli

POSA SU MASSETTI RISCALDANTI

POSA SU MASSETTI RISCALDANTI 82 POSA SU MASSETTI RISCALDANTI 83 SOLLECITAZIONI DEI SUPPORTI DEFORMAZIONI CONCAVE E CONVESSE: dovute alla non corretta maturazione del sottofondo e/o ad un errato posizionamento/ progettazione dei giunti

Dettagli

THORO ACTIVE INTONACO BC-M

THORO ACTIVE INTONACO BC-M THORO ACTIVE INTONACO BC-M Intonaco da risanamento BIANCO per il trattamento deumidificante di murature soggette all umidità di risalita capillare in presenza di sali. Applicabile a cazzuola e a spruzzo.

Dettagli

PL-MONO tec INNOVAZIONE. EPURC Elastomeric PolyUrethanic Reactive Complex. Sistema Impermeabilizzante Elastico Reattivo Universale

PL-MONO tec INNOVAZIONE. EPURC Elastomeric PolyUrethanic Reactive Complex. Sistema Impermeabilizzante Elastico Reattivo Universale News TECHNOLOGY INNOVAZIONE Sistema Impermeabilizzante Elastico Reattivo Universale EPURC Elastomeric PolyUrethanic Reactive Complex Membrana Liquida Monocomponente Impermeabilizzante Igroindurente per

Dettagli

1. INTRODUZIONE. Marzo 2015 1

1. INTRODUZIONE. Marzo 2015 1 Esempio di indagini sperimentali eseguite per il controllo e la qualificazione meccanica del calcestruzzo in opera mediante la prova di estrazione (pull out) con l'impiego di innovativo tassello post inserito

Dettagli

lastre armate; ringrosso di volte, anche armate con barre in fibra di carbonio o aramide della linea MBar; ALBARIA STRUTTURA 1

lastre armate; ringrosso di volte, anche armate con barre in fibra di carbonio o aramide della linea MBar; ALBARIA STRUTTURA 1 ALBARIA STRUTTURA Malta da muratura, di calce pozzolanica priva di cemento, ad alta resistenza, di colore bianco, premiscelata, applicabile a cazzuola, spruzzo o per colaggio. Non rilascia sali idrosolubili

Dettagli

INDICE. Un cls di qualità 1/6

INDICE. Un cls di qualità 1/6 INDICE,OFDOFHVWUX]]RIUHVFR 7UDVSRUWR /DYRUDELOLWj 0HVVDLQRSHUDSHUYLEUD]LRQH 6HJUHJD]LRQHHFRHVLRQH %OHHGLQJ GHOFOV 3RPSDJJLRGHOFOV 0L['HVLJQRSURSRU]LRQDPHQWR GHO FDOFHVWUX]]R 1 Un cls di qualità 1/6 I fenomeni

Dettagli